Issuu on Google+

CHAPEAUNews nr. 6 Aprile 2011

D’ISPIRAZIONE PLASTIC CANVAS RICAMATRICI DI SOGNI

SALVAVITA

PAYPAL si o no?

PASSATEPAROLA

mamme blogger

ci sono anche loro

QUATTROCHIACCHIERE MONDOCREATIVO

FOCUS ON HAPPY BUNNY

FAIDATE’


EDITORIALE “PRIMAVERA DA TUTTI I PORI!” Pioggia, pioggia, pioggia, pioggia... SOLEEEEE! Finalmente la primavera ha messo fuori il nasino e qualche raggio di sole ci scalda le ossa. La primavera fa stare bene, la natura rifiorisce e così le idee e i proprositi. Mangiare sano, fare movimento, fare passeggiate e naturalmente leggere Chapeau! Le idee frizzanti non mancano e il desiderio di allietarvi nemmeno, quindi rimanete con noi e godetevi questo splendido Aprile!

Francesca e Monica

FOCUS ON

HAPPY BUNNY: faidatè Per la gioia di grandi e piccini questo mese mettiamo a disposizione un progetto FAIDATE’, due scatoline a forma di coniglietto. Gli schemi da scaricare, completamente gratuiti sono a disposizione per essere scaricati sul nostro sito www.chapeaunews.com. Per realizzare la vostra scatolina, che potrebbe diventare un simpatico segnaposto per Pasqua, sarà sufficiente cliccare sull’immagine dei coniglietti, copiare o stampare l’immagine e con colla e forbici

tagliare e assemblare le sagome. Buon divertimento a tutti!

D’ISPIRAZIONE

PLASTIC CANVAS: Ricamatrici di Sogni!

Il “Plastic Canvas”, letteralmente tela in plastica, è una tecnica di origine argentina, oggi molto diffusa in tutta l’America, che permette di realizzare oggetti suggestivi, anche tridimensionali, utilizzando l’arte del ricamo. La tecnica nasce da lontano come attività scolastica, per aiutare le bambine a realizzare piccoli lavoretti ricamando su di una tela praticamente indistruttibile. I punti utilizzabili sono svariati, ma quello fondamentale è il famoso “mezzo punto” del punto croce, con il quale si possono realizzare già moltissimi oggetti. La tela è come una griglia ed è semi rigida, proprio per questo può essere impiegata per creare oggetti che con la tela Aida non sarebbe possibile sviluppare, ad esempio oggetti tridimensionali come i cubi. In commercio si può trovare la trama dicinque differenti formati, che permetteranno di realizzare lavori più o meno minuti, grazie alle diverse grandezze dei fori. Esiste di colore bianco, trasparente o colorata, le varianti sono almeno venti e si presenta più o meno flessibile. Il formato più utilizzato è quello da 7 pollici (con fori molti più larghi), ma esistono anche fogli da 10 e 14 pollici (con fori molto più piccoli), per dare vita a piccolissime creazioni. Esiste un unico freno alla potenzialità di questa tecnica e di questo materiale: la propria fantasia! Per iniziare… - Bisogna disporre di un foglio di Plastic Canvas - E’ necessario procurarsi un paio di forbici robuste per poterla tagliare della forma desiderata; - Sarà importante conoscere se non altro i punti base del ricamo, in particolare il mezzo punto, che è quello più utilizzato. Per quanto riguarda i soggetti e l’ispirazione, possiamo dire che sul Web si trova una vasta letteratura in merito al Plastic Canvas, schemi da scaricare e modelli da imitare. Basterà digitare “plastic canvas scheme” nella barra di ricerca di Google, ad esempio, e il gioco sarà fatto. Potrete iniziare copiando qualche schema già pronto e in un attimo vi improvviserete inventori e la vostra fantasia vi darà lo spunto per crearne sempre di nuovi. Esistono svariati siti dedicati a questa tecnica, così come tante hobbiste americane disposte a vendere i propri schemi o le riviste (nuove o usate) a prezzi davvero interessanti. Su www.etsy.com alcuni esempi. Su You Tube inoltre troverete alcuni video scaricabili, gentilmente messi a disposizione di aziende del settore o di hobbisti “Plastic Canvas Addicted”, che vi aiuteranno sicuramente nell’apprendimento. In Italia non è facile reperire i fogli di Plastic Canvas a costi contenuti, non essendo una tecnica ancora molto diffusa. Pertanto è sempre meglio fare un piccolo sforzo e cercare il materiale all’estero, in particolare in America. Certamente comporterà più spese ricevere un pacco dagli USA, a causa dei dazi doganali, tuttavia rimarrà sempre una tecnica tra le più economiche, che vi permette di realizzare veramente un’infinità di oggetti a costi contenuti; basti pensare a quanto può costare un gomitolo di lana o cotone. Inoltre è una tecnica divertente e un valido “diversivo” alla più conosciuta arte del ricamo. Seguendo l’esempio di quelle poche che già praticano il Plastic Canvas con entusiasmo, ci auguriamo che sia proprio l’Italia a diventare il primo paese europeo per introduzione e sedimentazione di una nuova tecnica dal mondo del “craft”, visto anche l’alto tasso di creatività che la contraddistingue!

CURIOSITA’ Catalogo on line di tutte le tecniche di ricamo e maglia: www.anniesattic.com Catalogo on line di tutto quanto possa servire per iniziare: www.everythingplasticcanvas.com Catalogo on line di materiali e kit nelle tecniche più svariate: www.marymaxim.com Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci su info@chapeaunews.com


PRENDIAMO UN CAFFE’ CON... GLI ARTISTI DEL “PLASTIC CANVAS”

Kathy Barwich, USA. Autrice del libro “Plastic Canvas Crafts Secrets” , che tutte le americane veramente “plastic canvas addicted” posseggono. Pluripremiata nei concorsi che in America sono dedicati a questa tecnica, oltre ad aver visto pubblicati alcuni suoi progetti nella più nota rivista del settore “craft” – ANNIE’S ATTIC – ha dichiarato : “Il mio desiderio era non tanto poter raccogliere in un libro la maggioranza degli schemi possibili realizzati in oltre 23 anni di “plastic canvas”, ma suscitare interesse e affezione a questa tecnica!”. www.kraftykatsblog.wordpress.com

Annie Potter, USA. Originaria del Kansas, ha imparato dalla madre a lavorare all’uncinetto, cominciando già adolescente a disegnare i suoi primi originali lavori. La creatività, per lei, è un dono di natura che l’ha portata, da adulta, ad inventarsi uno “shop on line” di schemi già pronti, di cui oggi ANNIE’S ATTIC è il frutto principale. Il suo non è solo il più noto catalogo on line di idee creative (anche altrui). E’una vera propria società con sede in Texas, all’interno di una suggestiva dimora Vittoriana, che ospita anche una sala per il tè dove milioni di visitatrici sostano durante l’anno per respirare un’aria di “pura passione per la creatività”. www.anniesattic.com

Monica Maglia, Catania. Trapiantata da anni nel Nord Italia, si considera ancora una siciliana verace. Scopre questa tecnica qualche anno fa e se ne innamora, a tal punto da decidere di creare soprattutto giochi tridimensionali per grandi e piccini. Dapprima seguendo schemi già esistenti, poi lasciandosi andare alla propria fantasia, oggi realizza anche bomboniere ed oggetti per la casa. Saltuariamente organizza corsi di plastic canvas e collabora con la rivista MILLEIDEE. www.magliamozone.blogspot.com


SALVAVITA

PAYPAL SI O NO?

PayPal è il leader mondiale nei pagamenti online ed è ad oggi uno dei servizi più sicuri per effettuare transazioni di acquisto o vendita, poiché la controparte non visualizzerà mai i tuoi dati sensibili, ma semplicemente un indirizzo e-mail. Il server sicuro di PayPal dispone di un certificato digitale Verisign crittografato e permette di accettare pagamenti con carte VISA, VISA Electron, MasterCard, PostePay, Aura. In parole più semplici PayPal può essere utilizzato da tutti, anche da coloro che non si sono mai iscritti al servizio, ma che almeno dispongono di una carta di credito. Naturalmente in questo caso la limitazione sarà che il servizio può essere effettuato SOLO per effettuare acquisti e non vendite, non prevedendo tra l’altro nemmeno commissioni per la transazione. Per chi acquista un bene e paga tramite PayPal in sostanza non cambia assolutamente nulla da un normalissimo pagamento con carta di credito e la procedura sarà similare. Diverso è se vogliamo utilizzarlo per “vendere” e quindi per ricevere denaro. In questo caso sarà indispensabile aprire gratuitamente un conto PayPal personale (come si farebbe in una banca) ed associarvi una qualsiasi carta di credito (anche prepagata), per permettere al servizio di funzionare. PayPal infatti garantirà le transazioni solo nel caso in cui un utente sia verificato e questo lo può fare solamente tramite una carta di credito. Questo al fine di tutelare le transazioni. Aprire un conto PayPal NON costa nulla. Si pagheranno solamente le transazioni in entrata (vendite) tramite il riconoscimento di piccole commissioni che PayPal si tratterrà in automatico al momento della transazione stessa (a questo proposito vi suggeriamo di consultare le tabelle che vi fornisce sul sito). Man mano che effettuerete vendite e riceverete denaro, il vostro saldo PayPal aumenterà e nel caso in cui dobbiate fare dei pagamenti PayPal utilizzerà QUEL credito e non la carta associata al conto. Al raggiungimento di almeno 100 € potrete decidere se trasferire il denaro (pagando una commissione!) sul vostro conto personale in banca (BP, CREDEM, MPS etc.) o sulla vostra carta di credito verificata da PayPal, facendo una sorta di giroconto. Non vi sembra assolutamente semplice e alla portata di tutti? A noi sì, ma se avete ancora dubbi e desiderate qualche chiarimento in più potete contattarci su info@chapeau.com.

QUATTRO CHIACCHIERE MAMME BLOGGER

In giro per questo splendido universo esistono moltissime mam-

me. Alcune di loro hanno saputo reinventarsi e sfruttare la propria indole di maestre e magari pedagogiste, per sviluppare innumerevoli giochi e passatempi per i loro figli usando materiali “poveri”. Non bisogna andare molto lontano per trovarne due che hanno fatto di tutto ciò un’attività sul web, certamente non remunerativa da un punto di vita economico, ma che appaga pienamente da un punto di vista affettivo. Scopriamo chi sono.

PASSAPAROLA MONDO CREATIVO La Community on-line!

Nasce la community MondoCreativi, una vetrina creata appositamente per i creativi che vogliono farsi conoscere. Dopo la registrazione è possibile inserire foto, personalizzare il proprio profilo e partecipare ai forum, per conoscere altri creativi e condividere idee e progetti. Iniziativa promossa dal salone Il Mondo creativo che si terrà dall’8 al 10 Aprile a Bologna e creata esclusivamente per dare visibilità a chi si esprime tramite la creatività. Il salone selezionerà alcune delle foto dei creativi per la Home Page della community e invierà ai selezionati un biglietto omaggio per entrare alla manifestazione. www.ilmondocreativo.it

mammafelice.it – riuscitissima iniziativa di Barbara Damiano, 34 anni di Bologna, libera professionista nel campo del WEB Development e “mamma felice” di Dafne. “Mammafelice è un progetto di felicità. Un contenitore dedicato a chi vuole vivere con gioia il suo ruolo di mamma o papà, trasformandolo in un’esperienza divertente e spensierata, al di là degli stress quotidiani… La ricetta è semplice: lavoretti, materiali da scaricare, giochi da fare con i bambini, piccoli consigli sulle attività quotidiane. Tutto in un’ottica di condivisione libera”. homemamma.it – Paola è una mamma a tempo pieno e pedagogista part-time. Per anni impegnata a formare gli altri, ora gestisce il suo blog come “ un blocco degli appunti “ in cui tenere traccia di quello che lei e il suo “piccolo furfante” (un simpatico nick dato al figlio) fanno insieme; “…per non perdere di vista le tante piccole cose importanti (belle e divertenti) che, nella fretta quotidiana e nei mille impegni di ognuno, a volte passano inosservate”.


CHAPEAUnews nr.6