Issuu on Google+

UniversitĂ  degli Studi di Padova

Corsi di laurea 2012 > 2013

2012 > 2013 www.unipd.it

UniversitĂ  degli Studi di Padova


UniversitĂ  degli Studi di Padova

Guida di orientamento ai corsi di laurea

2012 > 2013


© 2012 Università degli Studi di Padova

Le informazioni riportate sono aggiornate all’8 giugno 2012 e possono subire variazioni.

È vietata la riproduzione, anche parziale, con qualsiasi mezzo effettuata, compresa la fotocopia, anche a uso interno o didattico, non autorizzata.


Sommario La riforma dell’Università

6

i nuovi Dipartimenti

7

L’Università di Padova Le parole della didattica Titoli di studio

Glossario

8 10 11 12

i corsi di laurea Archeologia

16

Assistenza sanitaria

18

Astronomia

20

Biologia

21

Biologia molecolare

22

Biotecnologie

23

Chimica

24

Chimica e tecnologia farmaceutiche

25

Chimica industriale

26

Comunicazione

27

Consulente del lavoro

28

Dietistica

29

Diritto dell’economia

30

Discipline delle arti, della musica e dello spettacolo

31

Economia e management

32

Economia internazionale

34

Educazione professionale

35

Farmacia

36

Filosofia

37

Fisica

38

Fisioterapia

39

Giurisprudenza

40

Igiene dentale

41

Infermieristica

42

Infermieristica pediatrica

43

Informatica

44

Ingegneria aerospaziale

45

Ingegneria biomedica

46


Ingegneria chimica e dei materiali

47

Ingegneria civile

48

Ingegneria dell’energia

49

Ingegneria dell’informazione

50

Ingegneria edile - architettura

51

Ingegneria elettronica

52

Ingegneria gestionale

53

Ingegneria informatica

54

Ingegneria meccanica

55

Ingegneria meccanica e meccatronica

56

Ingegneria per l’ambiente e il territorio

57

Lettere

58

Lingue, letterature e culture moderne

60

Logopedia

61

Matematica

63

Mediazione linguistica e culturale

64

Medicina e chirurgia

65

Medicina Veterinaria

66

Odontoiatria e protesi dentaria

67

Ortottica e assistenza oftalmologica

68

Ostetricia

69

Ottica e optometria

70

Progettazione e gestione del turismo culturale

71

Riassetto del territorio e tutela del paesaggio

72

Scienza dei materiali

73

Scienze dell’educazione e della formazione

74

(Curricula in Formazione e sviluppo delle risorse umane e in Scienze dell’educazione)

Scienze dell’educazione e della formazione

76

(Curricula in Educazione della prima infanzia e in Educazione sociale e animazione culturale)

Scienze della formazione primaria

78

Scienze e cultura della gastronomia e della ristorazione

79

Scienze e tecniche psicologiche

80

Scienze e tecnologie agrarie

81

Scienze e tecnologie alimentari

82


Scienze e tecnologie animali

83

Scienze e tecnologie per l’ambiente

84

Scienze e tecnologie viticole ed enologiche

85

Scienze farmaceutiche applicate

87

Scienze geologiche

88

Scienze motorie

89

Scienze naturali

90

Scienze per la formazione dell’infanzia e della preadolescenza

91

Scienze politiche, relazioni internazionali, diritti umani

92

Scienze politiche, studi internazionali, governo delle amministrazioni 93 Scienze psicologiche cognitive e psicobiologiche

95

Scienze psicologiche della personalità e delle relazioni interpersonali 96 Scienze psicologiche dello sviluppo e dell’educazione

97

Scienze psicologiche sociali e del lavoro

98

Scienze sociologiche

99

Servizio sociale

100

Sicurezza igienico-sanitaria degli alimenti

101

Statistica, economia e finanza

103

Statistica e gestione delle imprese

104

Statistica e tecnologie informatiche

105

Storia

106

Storia e tutela dei beni artistici e musicali

107

Tecniche audioprotesiche

108

Tecniche della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro

109

Tecniche di laboratorio biomedico

111

Tecniche di neurofisiopatologia

113

Tecniche di radiologia medica per immagini e radioterapia

114

Tecnologie forestali e ambientali

116

Terapia della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva

117

Terapia occupazionale

118

Lingua e cultura italiana per stranieri (Interateneo)

126

informazioni utili

119

INDICE DEI corsi di laurea

123


La riforma dell’Università L’Università di Padova, come tutti gli altri atenei italiani, sta affrontando l’applicazione della “riforma Gelmini”: dal 1° gennaio 2012, come previsto dalla legge n. 240/2010 e dal nuovo Statuto di Ateneo, le Facoltà hanno cessato le loro attività. Le attività didattiche che prima venivano gestite dalle Facoltà, confluiranno nei Dipartimenti e saranno coordinate dalle Scuole di Ateneo di prossima istituzione. Nel periodo di transizione sono le Unità Operative Integrate per la Didattica ad occuparsi del funzionamento della didattica. In seguito saranno i 32 nuovi Dipartimenti a promuovere e organizzare sia l’attività formativa che quella di ricerca, ad avere la responsabilità dei corsi di studio, formulando alle Scuole di Ateneo proposte per l’istituzione, l’attivazione o la soppressione dei corsi di studio. Poiché potrebbero verificarsi limitate variazioni nell’organizzazione della didattica, gli studenti che intendono iscriversi all’anno accademico 2012/2013 sono invitati a seguire aggiornamenti e approfondimenti su www.unipd.it

6


i nuovi Dipartimenti Dipartimento di Agronomia Animali Alimenti Risorse Naturali e Ambiente - DAFNAE Dipartimento di Beni Culturali: archeologia, storia dell’arte, del cinema e della musica - DBC Dipartimento di Biologia Dipartimento di Biomedicina Comparata ed Alimentazione - BCA Dipartimento di Diritto Privato e Critica del Diritto - DDPCD Dipartimento di Diritto Pubblico, Internazionale e Comunitario Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata - FISPPA Dipartimento di Fisica e Astronomia "Galileo Galilei" Dipartimento di Geoscienze Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale - ICEA Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione Dipartimento di Ingegneria Industriale Dipartimento di Matematica Dipartimento di Medicina - DIMED Dipartimento di Medicina Animale, Produzioni e Salute - MAPS Dipartimento di Medicina Molecolare Dipartimento di Neuroscienze: Scienze NPSRR Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione Dipartimento di Psicologia Generale Dipartimento di Salute della Donna e del Bambino - SDB Dipartimento di Scienze Biomediche - DSB Dipartimento di Scienze cardiologiche, toraciche e vascolari Dipartimento di Scienze Chimiche Dipartimento di Scienze Chirurgiche Oncologiche e Gastroenterologiche - DiSCOG Dipartimento di Scienze del Farmaco - DSF Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali "Marco Fanno" Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali- SPGI Dipartimento di Scienze Statistiche Dipartimento di Scienze Storiche, Geografiche e dell'Antichità - DiSSGeA Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari - DISLL Dipartimento di Tecnica e Gestione dei Sistemi Industriali Dipartimento di Territorio e Sistemi Agro-forestali - TESAF

7


L’Università di Padova

studenti laureati nel 2011 dipartimenti scuola di eccellenza

32 1

biblioteche

41

master scuole di specializzazione

70 75

borse di studio ristoranti universitari residenze universitarie

8

60.400 11.700

5.208 4 15


Nata nel 1222, l’Università degli Studi di Padova è uno degli atenei più antichi e prestigiosi d’Europa. Scienziati come Copernico e Galileo Galilei, medici come Andrea Vesalio e William Harvey, giuristi, filosofi e letterati come Pietro d’Abano, Baldo degli Ubaldi e Michel de l’Hospital hanno fatto di Padova uno dei luoghi centrali per la nascita e la trasmissione della scienza e della cultura europea. Oggi Padova è un grande ateneo multidisciplinare, che conta 2.210 docenti e più di 60.000 studenti: quasi un terzo della popolazione cittadina; i 32 dipartimenti propongono 82 corsi di laurea e 90 corsi di laurea magistrale. Puntando su una formazione professionalizzante ma dalle solide basi culturali, l’Università di Padova ha raggiunto negli ultimi anni i primi posti tra i grandi atenei italiani per la qualità della didattica, della ricerca e dei servizi (secondo fonti indipendenti come Censis-Repubblica e il Comitato di Indirizzo per la Valutazione della Ricerca). Cuore scientifico e culturale del Nordest, l’Ateneo risponde alle esigenze di alta formazione di un territorio con oltre 7 milioni di abitanti e più di 650.000 imprese; una vocazione rafforzata da una presenza capillare sul territorio, con sedi diffuse in tutto il Veneto. Un luogo dove studiare, formarsi e iniziare una carriera: ancor oggi un titolo di studio ottenuto a Padova ha il valore tutto particolare di un obiettivo ambizioso raggiunto, riconosciuto e valorizzato anche nel mondo del lavoro. Ma l’Università di Padova non è solo questo: è nata storicamente come risposta a una esigenza personale e collettiva di libertà. E della libertà, di pensiero, di studio e di ricerca, ha fatto il proprio motto: Universa Universis Patavina Libertas.

LA SCUOLA GALILEIANA DI STUDI SUPERIORI Per i giovani più preparati e motivati nel 2004 è stata istituita, in collaborazione con la Normale di Pisa, la Scuola Galileiana di Studi Superiori. Si tratta di un percorso di eccellenza, aperto ogni anno a 24 studenti iscritti all’Università di Padova, divisi nelle classi di Scienze Naturali e di Scienze Morali e selezionati con un rigoroso test di ammissione. Ospitati presso lo storico collegio Morgagni, i “galileiani” dovranno mantenere un’ottima media durante tutto il corso di studi, ma potranno beneficiare di seminari e corsi integrativi tenuti da docenti di prestigio internazionale. La loro attività di studio sarà seguita da tutor che li aiuteranno a migliorare il livello di preparazione individuale; riceveranno vitto e alloggio gratuiti oltre a un contributo economico per l’acquisto di materiale didattico e scientifico. www.scuolagalileiana.unipd.it

9


Le parole della didattica Titoli di studio Glossario


Titoli di studio Laurea Detta anche di primo ciclo o di primo livello (oppure più comunemente triennale), assicura allo studente un’adeguata padronanza dei metodi e dei contenuti generali e specifiche conoscenze professionali. Vi si accede con diploma di scuola secondaria superiore o altro titolo di studio conseguito all’estero riconosciuto idoneo. Per conseguire la laurea sono richiesti 180 crediti, normalmente acquisibili in tre anni. Il laureato ottiene la qualifica accademica di dottore. Laurea magistrale Detta anche di secondo ciclo o secondo livello, fornisce allo studente una formazione avanzata per l’esercizio di attività di elevata qualificazione in ambiti specifici. Vi si accede dopo la laurea e richiede l’acquisizione di altri 120 crediti, accumulabili normalmente in due anni. Per l’ammissione possono essere richiesti un voto minimo di laurea e specifici requisiti curriculari. Ai laureati spetta la qualifica accademica di dottore magistrale. Laurea magistrale a ciclo unico È un corso di studio che si articola in un unico ciclo di 5 o 6 anni, per un numero complessivo di 300 o 360 crediti, ed è previsto per i corsi in Medicina e chirurgia, Odontoiatria e protesi dentaria, Medicina Veterinaria, Farmacia, Chimica e tecnologia farmaceutiche, Giurisprudenza, Ingegneria edile - architettura, Scienze della formazione primaria. Ai laureati spetta la qualifica accademica di dottore magistrale. Master universitario È un titolo che si può conseguire sia dopo la laurea (master di primo livello), sia dopo la laurea magistrale (master di secondo livello), frequentando un percorso di durata almeno annuale, che comporti l’acquisizione di almeno 60 crediti formativi. L’ammissione può essere subordinata al possesso di ulteriori requisiti. L’obiettivo dei master è fornire, basandosi sulle conoscenze precedentemente acquisite, specifiche competenze professionali. Diploma di specializzazione Si ottiene con la frequenza di un corso della durata massima di 6 anni, dopo aver conseguito la laurea magistrale, e attribuisce la qualifica di specialista. L’obiettivo dei corsi di specializzazione è fornire conoscenze e abilità per l’esercizio di attività professionali di alta qualificazione, in particolare nel settore delle specialità mediche, cliniche e chirurgiche, ma anche in altri contesti. Dottorato di ricerca È un corso a cui si accede solo dopo la laurea magistrale e con il superamento di un esame di ammissione; ha durata di 3 anni, al termine dei quali

11


si consegue la qualifica accademica di dottore di ricerca. L’obiettivo di un corso di dottorato è l’acquisizione di una corretta metodologia per la ricerca scientifica avanzata, che può essere esercitata presso università, enti pubblici o soggetti privati, o l’acquisizione di professionalità di elevatissimo livello.

Glossario Appello e sessione d’esame La sessione è il periodo in cui si possono sostenere gli esami, alla fine di ogni trimestre o semestre di lezione, a seconda dell’organizzazione dell’attività didattica. Gli appelli individuano all’interno della sessione i giorni in cui lo studente deve presentarsi per sostenere l’esame. Avviso di ammissione È un bando che contiene informazioni generali riguardo l’accesso ai corsi di laurea: numero di posti disponibili, scadenze e modalità di presentazione delle domande di preimmatricolazione e immatricolazione, data e argomenti della prova di ammissione o di accertamento obbligatoria. Gli avvisi di ammissione sono disponibili sul sito internet www.unipd.it > corsi > corsi di laurea > avvisi di ammissione ai corsi. Classi di studio Sono raggruppamenti di corsi di studio dello stesso livello aventi gli stessi obiettivi formativi e le conseguenti attività formative indispensabili. All’interno delle classi, ogni ateneo può definire in maniera autonoma il nome del corso di laurea e le attività formative del piano di studi. La classe di studio permette, ad esempio in occasione di un concorso, di comparare corsi di laurea con nomi diversi attivati nelle varie università. Credito formativo È la misura dell’impegno, comprensivo dello studio individuale, richiesto a uno studente per l’acquisizione di conoscenze e abilità nelle attività formative previste dal corso di studio. Un CFU (credito formativo universitario) corrisponde a circa 25 ore di lavoro e un anno comporta attività per circa 60 crediti. Corsi ad accesso libero con prova di accertamento obbligatoria e obblighi formativi aggiuntivi Sono detti ad accesso libero i corsi che non prevedono limitazioni al numero di iscritti: per accedervi bisogna sempre sostenere una prova di accertamento consistente in un test di valutazione delle conoscenze dall’esito non vincolante per l’iscrizione; se l’esito del test è negativo, indicando la mancanza di un’adeguata preparazione iniziale, allo studente vengono attribuiti

12


gli obblighi formativi aggiuntivi, da soddisfare entro il primo anno, in base a quanto stabilito dal Regolamento didattico del corso di studio. Per informazioni su scadenze e modalità di svolgimento delle prove, consultare l’avviso di ammissione del corso di laurea prescelto. Corsi ad accesso programmato con prova di ammissione Sono detti ad accesso programmato quei corsi che prevedono un numero di posti limitato; in questo caso si deve sostenere una prova di ammissione e possono accedere al corso solo gli studenti che la superano e si collocano utilmente nella graduatoria. Immatricolazione È l’iscrizione al primo anno di corso. La domanda di immatricolazione va fatta on-line, collegandosi al sito www.uniweb.unipd.it. L’immatricolazione va successivamente perfezionata con il pagamento della prima rata delle tasse e il ritiro dei documenti universitari all’ufficio immatricolazioni (libretto, badge magnetico, codici a barre e certificati di iscrizione). Piano degli studi È l’insieme degli esami e delle attività formative che lo studente segue per ottenere il titolo di studio, scelte all’interno dell’offerta formativa del corso di laurea. Comprende sia le materie obbligatorie che quelle scelte dallo studente, comunque necessarie per completare il percorso formativo. Preimmatricolazione Per poter sostenere la prova di ammissione o di accertamento obbligatoria, lo studente deve preiscriversi con le modalità stabilite nell’avviso di ammissione, presentando la domanda on-line su www.uniweb.unipd.it e versando una tassa di preimmatricolazione. Prova finale Tutti i corsi di laurea prevedono una prova finale, che può consistere nella presentazione di un elaborato scritto o di un progetto, anche connessi ad esperienze di tirocinio. La prova finale per i corsi di laurea magistrale deve consistere in una tesi di ricerca originale elaborata con la supervisione di un relatore. Requisiti di ingresso Sono le competenze minime e le abilità indispensabili richieste a chi intende iscriversi a un corso universitario; ogni corso di laurea definisce i requisiti minimi e li rende pubblici in tempo utile per l’immatricolazione. Segreterie studenti Si occupano della carriera dello studente dal punto di vista amministrativo. Forniscono servizi e informazioni riguardo a iscrizioni, certificati, tasse, domande di trasferimento da e per altra sede, domande di passaggio di corso, piani di studio e domande di laurea.

13


i corsi di laurea Durata del corso in anni

3

5

6


Archeologia classe L1 - beni culturali

3 Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso fornisce una solida preparazione sulle principali culture antiche che si sono succedute nel Mediterraneo e in Europa, dalla Preistoria al Medioevo, attraverso lo studio di molteplici insegnamenti di carattere archeologico, storico-artistico e culturale. Il corso insegna, inoltre, le principali linee metodologiche della scienza archeologica moderna, e promuove l’apprendimento di materie specialistiche in ambito chimico, fisico e geologico applicate alla conoscenza dei materiali e dei contesti archeologici. Queste conoscenze teoriche sono integrate da un percorso formativo a carattere pratico con esercitazioni (stage) presso cantieri archeologici per l’apprendimento delle metodologie dello scavo archeologico stratigrafico, della ricognizione di superficie, delle prospezioni geofisiche, dell’uso della strumentazione grafica, fotografica e topografica di rilievo, dell’elaborazione informatica dei dati. Il percorso formativo prevede, infine, lo studio della legislazione dei beni culturali, la buona padronanza di almeno una lingua moderna dell’Unione Europea e la conoscenza dei principali strumenti informatici applicati alla ricerca, alla tutela e alla valorizzazione dei beni culturali, in particolare del patrimonio archeologico. Materie di studio Archeologia (greca, romana e medievale), civiltà dell’Italia preromana, geografia storica, informatica, legislazione dei beni culturali, letteratura italiana, lingua straniera (francese, inglese, tedesco e spagnolo), metodi chimici e fisici di analisi dei beni culturali, numismatica greca e romana, paletnologia, storia dell’arte (classica e medievale), storia (greca, romana e medievale), tecniche di scavo e di ricognizione, topografia antica. Ambiti occupazionali Il corso forma: archeologi da inserire nelle sedi periferiche del Ministero dei Beni e delle Attività culturali (soprintendenze archeologiche e regionali), negli enti locali (comuni, province, regioni) e negli enti museali pubblici e privati; operatori in società di servizi specializzate nel settore degli scavi archeologici; esperti d’arte antica (classificatore, certificatore, documentarista, consulente nel settore del restauro); esperti di pubblicità

16


ABC e divulgazione multimediale nel settore dei beni culturali; consulenti per progettazione e gestione di siti e parchi archeologici; operatori impegnati nella realizzazione di carte archeologiche, nelle valutazioni di rischio nell’ambito dell’archeologia preventiva, nei processi di analisi, valutazione, monitoraggio e valorizzazione delle risorse archeologiche.

17


Assistenza sanitaria abilitante alla professione sanitaria di Assistente sanitario classe SNT/4 - professioni sanitarie della prevenzione

3 Accesso programmato

Sede Conegliano (TV)

Caratteristiche e finalità Gli Assistenti Sanitari sono operatori sanitari della prevenzione, promozione ed educazione della salute, secondo lo specifico profilo individuato dal D.M. n° 69 del 17/01/1997. L’attività di questi professionisti è rivolta alla persona, alla famiglia e alla collettività, individuando i bisogni di salute e le priorità di intervento preventivo, educativo e di recupero, agendo nei luoghi in cui le persone vivono, imparano e lavorano e collaborando all’organizzazione e al funzionamento dei servizi sanitari e sociali. Durante il corso lo studente impara quindi a comprendere i bisogni di salute delle persone e sarà capace, al termine degli studi, di individuare la necessità di interventi promozionali, preventivi ed educativi in questo campo. Affianca alla conoscenza delle basi della medicina generale una più approfondita preparazione sull’igiene, sulle malattie infettive e cronico degenerative, sui principi della medicina del lavoro e sugli aspetti psico-pedagogici. Acquisisce specifiche competenze nel campo della vigilanza nelle situazioni a rischio e della programmazione e gestione di attività di promozione della salute, fungendo da raccordo professionale tra i vari operatori per la risoluzione delle problematiche individuate. Materie di studio Metodologie di base ed avanzate dell’assistente sanitario (nella medicina del lavoro, educazione e promozione della salute, stili di vita, rischi infettivi, screening, promozione della salute), anatomia umana, biochimica, bioetica, biologia applicata, deontologia professionale, dietetica, diritto sanitario, epidemiologia dei rischi infettivi, etnoantropologia, farmacologia, fisica medica, fisiologia, genetica medica, geriatria e gerontologia, ginecologia e ostetricia, igiene e igiene ambientale, metodologia epidemiologica, immunologia, informatica, inglese scientifico, istologia, malattie dei viaggi, delle migrazioni e infettive, economia e management sanitario, organizzazione, medicina d’urgenza, del lavoro, di comunità, generale e legale, microbiologia, oncologia medica, patologia generale e clinica, pedagogia generale, pediatria, programmazione e integrazione sociosanitaria, valutazione degli interventi di educazione alla salute, psichiatria, psicologia (clinica, della salute, dello sviluppo e dell’educazione, sociale), radioprotezione, sociologia (dell’ambiente e del territorio, della famiglia e dei processi relazionali e comunicativi, della salute), statistica medica applicata alla professione, tossicologia industriale.

18


ABC Sono previsti seminari interdisciplinari in aree della salute a scelta dello studente. È previsto un congruo periodo di tirocinio quale esperienza diretta nei servizi socio sanitari, nonché laboratori propedeutici. Ambiti occupazionali Gli Assistenti Sanitari possono esercitare la loro professione, svolgendo le proprie funzioni in autonomia, nelle strutture del Servizio Sanitario Nazionale (in particolare nei Dipartimenti di prevenzione delle Aziende Socio Sanitarie Locali), presso aziende private o istituti e fondazioni, come dipendenti o liberi professionisti. La loro attività è rivolta alla persona, alla famiglia e alla collettività, individuando i bisogni di salute e le priorità di intervento preventivo, educativo e di recupero. L’assistente sanitario in particolare organizza e gestisce le attività vaccinali rivolte a bambini, giovani, adulti, anziani e viaggiatori internazionali; svolge le altre attività che riguardano la prevenzione delle malattie infettive attraverso strumenti specifici come le inchieste epidemiologiche, le visite domiciliari e l’educazione sanitaria; gestisce e organizza i servizi per gli screening oncologici; attua interventi per la prevenzione dei rischi in ambito lavorativo e per la protezione dei lavoratori, anche attraverso la programmazione delle visite preventive e periodiche; progetta, programma, attua e valuta gli interventi di educazione alla salute in tutte le fasi della vita delle persone e nei loro ambienti di vita (domicilio, scuola, case di riposo, comunità, carceri...) e di lavoro (scuole, fabbriche, ospedali...); svolge attività che riguardano la tutela della salute alimentare e nutrizionale e la promozione dei corretti stili di vita (riguardo fumo, alcol e sostanze stupefacenti); prepara e attua progetti diretti al sostegno alla coppia, alla genitorialità e alla famiglia, anche riguardo le problematiche del disagio giovanile; attua interventi volti a garantire la qualità dei servizi socio-sanitari.

19


Astronomia classe L30 - scienze e tecnologie fisiche

3 Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso fornisce un’ampia preparazione di base nella matematica, nella fisica e nell’astrofisica, sviluppando l’uso del metodo scientifico per applicarlo sia nell’ambito della ricerca (dopo la laurea magistrale e il dottorato di ricerca) sia nel mondo del lavoro, dove siano rilevanti i metodi d’indagine della fisica e le conoscenze della ricerca astronomica. A tale fine gli studenti imparano a conoscere gli strumenti matematici necessari per studiare la fisica e per realizzare le sue applicazioni; conoscono ampiamente i diversi settori della fisica classica, teorica e quantistica; acquisiscono le nozioni fondamentali dell’astronomia e dell’astrofisica e una panoramica degli aspetti più moderni della ricerca astronomica; fanno esperienza delle tecniche di laboratorio e della misura delle grandezze fisiche, dell’uso dei telescopi ottici della sede di Asiago e dell’elaborazione dei dati da essi ottenibili; imparano le lingue. Possono essere previste attività esterne, come tirocini formativi presso aziende, laboratori, enti di ricerca e osservatori astronomici. Materie di studio Analisi matematica, astrofisica (delle stelle, delle galassie e del mezzo interstellare), astronomia, chimica, cosmologia, evoluzione stellare, fisica, fotometria astronomica, geometria, laboratori di fisica e astronomia, informatica, istituzioni di fisica quantistica, istituzioni di relatività, meccanica analitica, ottica astronomica, struttura della materia, tecniche astrofisiche, spettroscopia astronomica. Ambiti occupazionali Il laureato, dopo aver conseguito anche la laurea magistrale, si dedicherà prevalentemente all’attività di ricerca presso le università italiane, l’Istituto Nazionale di Astrofisica, gli osservatori astronomici e tutte le istituzioni scientifiche internazionali come ESO, ESA, NASA; potrà lavorare presso industrie che progettano strumentazione per osservazioni astronomiche da Terra e dallo Spazio. Le competenze del laureato risultano apprezzate anche nel settore medico (elaborazione di immagini complesse), in quello metereologico e nella trasmissione ed elaborazione dati in ambito spaziale.

20


ABC

Biologia classe L13 - scienze biologiche

3 Accesso programmato

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso affronta lo studio degli organismi viventi concentrandosi sul livello degli organismi, pur senza trascurare gli aspetti molecolari, cellulari e ambientali. Insegna in particolare ad usare i metodi di indagine della biologia, di cui fornisce le abilità operative e applicative. Lo studente impara ad usare gli strumenti per comunicare e gestire l’informazione. Ha infine l’opportunità di affiancare alla teoria attività pratiche (laboratori, visite guidate, escursioni). Materie di studio Anatomia comparata, biologia della riproduzione e dello sviluppo, biologia evoluzionistica, biologia cellulare, biochimica, biologia molecolare, botanica, chimica, ecologia, fisica, fisiologia, genetica, informatica e bioinformatica, lingua straniera, matematica, statistica, zoologia. I corsi teorici sono generalmente affiancati da esercitazioni di laboratorio. Ambiti occupazionali Il laureato potrà occuparsi dei controlli di qualità in aziende farmaceutiche, cosmetiche e dietetico-alimentari. Potrà inoltre proporsi come tecnico esperto in enti di ricerca, industrie del settore biologico, musei, aziende provinciali per la protezione ambientale, Arpav, impianti ecologici e di acquacoltura, aziende ecologiche e agroalimentari, parchi e riserve naturali, prodotti ittici, mangimifici, ed effettuare valutazioni di impatto ambientale.

21


Biologia molecolare classe L13 - scienze biologiche

3 Accesso programmato

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso fornisce le conoscenze di base della biologia e abilità pratiche, per esempio nell’uso dei metodi di indagine tipici della disciplina. Il percorso didattico si concentra sugli aspetti molecolari e propone una visione integrata del mondo biologico, sia a livello cellulare che degli organismi. Lo studente impara a lavorare sia in gruppo che in autonomia e apprende modalità di comunicazione e di gestione dell’informazione. Materie di studio Biochimica, bioinformatica, biologia cellulare, biologia molecolare, biologia vegetale, chimica (generale, organica), chimica fisica biologica, ecologia, embriologia e differenziamento, evoluzione biologica, fisica, fisica biologica, fisiologia generale, genetica, immunologia, informatica, inglese, istologia, matematica, microbiologia, organismi modello in biologia, statistica. La maggior parte degli insegnamenti affiancano alla teoria attività pratiche in laboratorio e/o esercizi in aula. Ambiti occupazionali Il laureato potrà lavorare nel settore dell’analisi, controllo e gestione di attività produttive e tecnologiche di laboratori e servizi pubblici e privati, ad esempio nei laboratori dell’industria farmaceutica, agroalimentare e biotecnologica. Potrà inoltre operare in laboratori di ricerca e servizi di bioinformatica.

22


ABC

Biotecnologie classe L2 - biotecnologie (Scienze Matematiche Fisiche e Naturali, Agraria, Farmacia, Medicina e Chirurgia, Medicina Veterinaria)

Accesso programmato

3

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso fornisce le conoscenze di base nei diversi settori della biologia moderna e le competenze culturali e tecnologiche per produrre beni e servizi attraverso l’analisi e l’uso dei sistemi biologici; per questo lo studente affronta anche le problematiche bioetiche e le normative sulle biotecnologie. Gli insegnamenti teorici e multimediali sono affiancati da esperienze di laboratorio. Per conseguire il titolo di studio, alla fine del terzo anno lo studente dovrà compiere un breve tirocinio sperimentale presso un laboratorio, oppure compiere una ricerca teorico-compilativa sotto la guida di un docente. Il corso di laurea comprende attività formative per le biotecnologie industriali, agro-alimentari, ambientali, farmaceutiche, mediche e veterinarie. Materie di studio Anatomia ed embriologia comparate, biochimica, bioetica, bioinformatica, biologia cellulare, biologia molecolare, biotecnologie animali e vegetali, biotecnologie microbiche, biocatalisi, chimica (generale e inorganica, chimica fisica, chimica organica e bio-organica), chimica delle fermentazioni, chimica farmaceutica, colture cellulari, ecologia, farmacologia e tossicologia, fisica, fisiologia generale e comparata degli organismi animali, genetica, immunologia, informatica, ingegneria genetica, inglese, matematica, microbiologia, morfologia e fisiologia degli organismi vegetali, normativa brevettuale, patologia, spettroscopia, statistica, virologia. Ambiti occupazionali I laureati potranno lavorare in centri di ricerca pubblici e privati che sviluppano nuove tecnologie, in consorzi pubblici e privati per la tutela dell’ambiente, in industrie farmaceutiche ed agroalimentari, nell’ambito sanitario, veterinario e della comunicazione scientifica.

23


Chimica classe L27 - scienze e tecnologie chimiche

3 Accesso programmato

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso assicura una buona formazione scientifica di base e solide conoscenze, sia teoriche che pratiche, dei principali settori della chimica moderna. L’intensa e varia attività di laboratorio rende gli studenti capaci di scegliere e applicare le moderne procedure sperimentali, oltre che di usare strumentazioni scientifiche d’avanguardia. Gli studenti imparano le operazioni fondamentali di laboratorio, come le strategie e le procedure per la sintesi, la trasformazione e la purificazione di composti chimici, e sono inoltre in grado di elaborare i dati raccolti con mezzi informatici. Materie di studio Chimica (generale, organica, inorganica, analitica, biologica, fisica), matematica, fisica generale, industria chimica, inglese, formazione per le scelte professionali, sicurezza nei laboratori. Ambiti occupazionali Il laureato troverà occupazione principalmente nell’industria chimica, farmaceutica, agroalimentare, cosmetica, conciaria e cartaria, nei laboratori di analisi e nei centri di ricerca e sviluppo pubblici e privati. Potrà inoltre dedicarsi alla libera professione, lavorando come consulente nei settori di analisi e controllo, di salvaguardia dell’ambiente e della protezione civile.

24


ABC

Chimica e tecnologia farmaceutiche corso di laurea magistrale a ciclo unico classe LM13 - farmacia e farmacia industriale

5 Accesso programmato

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso forma una figura professionale dotata di una solida preparazione culturale nel campo chimico, biologico e farmaceutico, in grado di seguire la progettazione, la produzione, la formulazione e il controllo del farmaco nel settore industriale farmaceutico. Il corso prevede vari orientamenti professionalizzanti, così da consentire agli studenti di approfondire materie diverse in ragione dei loro specifici interessi. La formazione include un tirocinio di sei mesi in una farmacia aperta al pubblico o in ospedale sotto la supervisione del personale del Servizio Farmaceutico. Materie di studio Analisi dei medicinali, biochimica e biochimica applicata medica, biologia animale e anatomia umana, biologia vegetale e farmacognosia, chimica (analitica, farmaceutica applicata, farmaceutica e tossicologica, fisica, generale e inorganica, organica), farmacologia, farmacoterapia, fisica, fisiologia, formulazione galenica e legislazione, inglese, laboratorio di sintesi dei farmaci, matematica, metodi fisici in chimica organica, microbiologia, patologia, statistica, tecnologia farmaceutica, tossicologia. Ogni orientamento professionalizzante contempla, inoltre, materie specifiche pertinenti al settore disciplinare oggetto di approfondimento. Ambiti occupazionali Il laureato troverà la sua naturale collocazione nei laboratori di ricerca pubblici e privati (industrie farmaceutiche), dove si dedicherà alla progettazione, sintesi e sviluppo di farmaci e prodotti per la salute, alla valutazione biologica e farmacologica dell’attività di farmaci e prodotti per la salute. Potrà trovare occupazione nelle industrie ed officine farmaceutiche, occupandosi di produzione, sviluppo e controllo di qualità. Potrà inoltre esercitare la professione di farmacista o di chimico dopo aver conseguito l’abilitazione necessaria allo svolgimento delle rispettive professioni.

25


Chimica industriale classe L27 - scienze e tecnologie chimiche

3 Accesso programmato

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso fornisce una solida preparazione nelle discipline chimiche privilegiando gli aspetti tecnologici. Prepara operatori capaci di affrontare le moderne esigenze nel settore della produzione, della sicurezza e della prevenzione nell’ambiente di lavoro e della certificazione della qualità. Agli insegnamenti teorici sono affiancate esercitazioni e attività di laboratorio. Materie di studio Chimica (generale, analitica, fisica e fisica industriale, industriale, inorganica e inorganica applicata, organica e organica applicata), matematica, fisica, economia e organizzazione aziendale, igiene industriale, sicurezza nei laboratori, inglese. Ambiti occupazionali Il laureato potrà lavorare nell’industria chimica, farmaceutica, alimentare, conciaria e della carta, manifatturiera e dei materiali avanzati, dedicandosi ad attività di analisi e controllo, di gestione tecnico-commerciale e di sviluppo dei prodotti. Potrà lavorare come consulente industriale, ambientale e per la certificazione della qualità, e in laboratori di analisi chimiche, cliniche e ambientali.

26


ABC

Comunicazione classe L20 - scienze della comunicazione (Lettere e Filosofia, Scienze Politiche)

3 Accesso programmato

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso prepara professionalità nelle quali la comunicazione assume un ruolo decisivo nelle pratiche operative: dalla comunicazione pubblica e d’impresa alla pubblicità, dalla teoria della comunicazione alle aree critiche della società dell’informazione. Lo studente acquisisce competenze di base, comprese quelle relative alle nuove tecnologie, e abilità specifiche nei diversi settori; impara a svolgere compiti professionali nei media, nella pubblica amministrazione, nell’industria culturale e nel settore aziendale, dei servizi e dei consumi; acquisisce le abilità necessarie allo svolgimento di attività di comunicazione e di relazione con il pubblico in aziende private, negli enti pubblici e del non profit e le capacità necessarie per la produzione di testi nei diversi settori dei media e negli enti pubblici e privati. Materie di studio Diritto dei media, informatica, inglese, istituzioni di economia, linguistica, psicologia cognitiva, scienza politica, semiotica, sociologia, sociologia della comunicazione, statistica sociale, storia e tecniche della comunicazione (multimediale, pubblica, pubblicitaria, giornalistica), arte e spettacolo, letteratura, marketing e storia dell’arte. Sono previsti laboratori per informatica, lingua inglese, tecniche comunicative e nell’ambito degli insegnamenti di tecniche di scrittura in lingua italiana e di statistica sociale. Sono possibili periodi di stage. Ambiti occupazionali Secondo le ricerche promosse dal corso di laurea, i laureati possono lavorare soprattutto nelle aree “comunicazione e marketing”, “pubblicità” e “informazione ed editoria”. Le professioni sono quelle di addetto comunicazione e marketing, ufficio stampa e ufficio relazioni con il pubblico; comunicatore sociale e di impresa, organizzatore di eventi, account, copywriter, web content editor.

27


Consulente del lavoro classe L14 - scienze dei servizi giuridici

3 Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso fornisce, oltre a una buona preparazione giuridica di base, le conoscenze specifiche sui molteplici aspetti dei rapporti di lavoro (diritto del lavoro, della previdenza sociale, tributario e sindacale). Lo studio dei principi di economia e di organizzazione del lavoro completano la formazione, rispondendo alla domanda di competenze nel settore della gestione del personale. Materie di studio Le discipline giuridiche trattano i seguenti ambiti: diritto privato, diritto privato comparato, diritto commerciale, diritto dell’economia, diritto del lavoro, diritto costituzionale, diritto amministrativo, diritto tributario, diritto internazionale, diritto dell’Unione Europea, diritto processuale civile, diritto penale, diritto romano, storia del diritto medievale e moderno, filosofia del diritto. Le discipline economiche trattano i seguenti ambiti: economia politica, economia aziendale, organizzazione del lavoro. Appartengono ad altri settori scientifico-disciplinari i seguenti insegnamenti: sociologia, informatica. Il regolamento didattico del corso, il piano di studio e il prospetto di tutti gli insegnamenti attivati sono consultabili sul sito: www.giuri.unipd.it > Laurea in Consulente del Lavoro (L-14). Ambiti occupazionali I laureati potranno lavorare presso le imprese, gli studi di consulenza, le associazioni di categoria e i sindacati, come dipendenti o liberi professionisti; si occuperanno della gestione del personale, delle relazioni contrattuali di produzione e distribuzione, delle relazioni sindacali, delle problematiche e degli adempimenti legati al rapporto di lavoro. Per potersi iscrivere all’Albo Professionale dell’Ordine dei Consulenti del lavoro è necessario superare l’esame di abilitazione, dopo due anni di tirocinio presso un professionista.

28


Dietistica abilitante alla professione sanitaria di Dietista classe SNT/3 - professioni sanitarie tecniche

Accesso programmato

Sede Padova

DEF

3

Caratteristiche e finalità Il Dietista organizza e coordina attività specifiche relative all’alimentazione in generale e alla dietetica e dietoterapia in particolare, collabora con gli organi che curano l’aspetto igienico-sanitario dell’alimentazione, formula e attua le diete prescritte dal medico e ne controlla l’accettabilità da parte del paziente, collabora in équipe nel trattamento dei disturbi del comportamento alimentare. Elabora inoltre la composizione di razioni alimentari per soddisfare i fabbisogni nutrizionali di gruppi di popolazione e organizza i servizi di ristorazione nelle comunità. Svolge infine attività didattico-educativa e di informazione per la diffusione dei principi di una corretta alimentazione. Materie di studio Discipline di base: fisica, statistica, informatica, chimica, biochimica, biologia, microbiologia, fisiologia, genetica medica, anatomia umana. Discipline caratterizzanti: scienza dell’alimentazione, dietetica, dietoterapia, nutrizione artificiale, disturbi del comportamento alimentare, pediatria, malattie del metabolismo, gastroenterologia, nefrologia, cardiologia, educazione sanitaria e alimentare, igiene degli alimenti e ristorazione collettiva. Ambiti occupazionali Il Dietista svolgerà la sua attività in strutture pubbliche e private, come dipendente o libero professionista. I laureati dietisti organizzano e coordinano le attività specifiche relative all’alimentazione in generale e alla dietetica in particolare; collaborano con gli organi preposti alla tutela dell’aspetto igienico e sanitario e sono competenti per tutte le attività finalizzate alla corretta applicazione dell’alimentazione e della nutrizione.

29


Diritto dell’economia classe L14 - scienze dei servizi giuridici

3 Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Rovigo

Caratteristiche e finalità Il corso fornisce le competenze per amministrare diversi tipi di organizzazioni, grazie allo studio di discipline teorico-metodologiche, giuridiche ed economiche. La struttura interdisciplinare aumenta la capacità di comprendere e risolvere i problemi nei contesti decisionali in cui sia importante l’interazione tra elementi economici, giuridici e gestionali. È possibile svolgere attività di stage presso imprese produttive e di servizi, banche, assicurazioni, studi professionali, organizzazioni del terzo settore e pubbliche amministrazioni. Materie di studio Fondamenti romanistici del diritto europeo, storia del diritto moderno e contemporaneo, teoria generale del diritto, informatica giuridica, diritto costituzionale, istituzioni di diritto privato, istituzioni di economia politica, lingua inglese, scienza delle finanze, statistica, diritto amministrativo, economia aziendale, diritto commerciale, diritto del lavoro, diritto dell’UE, diritto tributario, sistemi giuridici comparati, statistica aziendale, diritto del commercio internazionale, diritto privato e analisi economica. Ambiti occupazionali Il laureato potrà lavorare nelle banche, nelle società di assicurazioni e di intermediazione finanziaria, nelle organizzazioni non profit, nelle società di servizi, nella pubblica amministrazione e nelle associazioni di rappresentanza di interessi. Il corso forma anche liberi professionisti, che potranno lavorare come consulenti del lavoro, consulenti d’impresa per il settore fiscale, finanziario, di gestione del personale e più ampiamente organizzativo.

30


Discipline delle arti, della musica e dello spettacolo classe L3 - discipline delle arti figurative, della musica, della moda e dello spettacolo

Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Padova

DEF

3

Caratteristiche e finalità Il corso forma un operatore di cultura umanistica, con buone competenze informatiche e tecnologiche, dotato di strumenti di analisi e critica e di competenze teorico-pratiche articolate, in grado di confrontare in modo produttivo le aree delle arti, della musica, del teatro e del cinema. Lo studente impara ad analizzare e progettare eventi culturali, a curare la realizzazione di programmi nel settore audiovisivo e la produzione di testi, a organizzare e seguire la realizzazione di programmi espositivi o concertistici, a conoscere i sistemi di archiviazione e recupero dei dati relativi agli specifici ambiti di attività. Materie di studio Analisi musicale, antropologia culturale, cinematografia documentaria, civiltà musicale afroamericana, correnti e tendenze dell’arte dal 1960 a oggi, etnologia, etnomusicologia, filmologia, filosofia del linguaggio, fondamenti della comunicazione musicale, forme della poesia per musica, iconografia e iconologia dell’arte contemporanea, iconografia musicale, informatica generale, letteratura italiana, letteratura italiana contemporanea, lingue straniere (francese, inglese, spagnolo, tedesco), metodologia della ricerca storica, metodologia e critica dello spettacolo, museologia e critica artistica e del restauro, paleografia musicale, semiologia del cinema e degli audiovisivi, sociologia dei processi culturali, storia (contemporanea, medievale, moderna, del giornalismo e delle comunicazioni sociali, del teatro e dello spettacolo, dell’architettura, della critica e della storiografia letteraria, della drammaturgia), storia dell’arte, storia dell’estetica o estetica, storia della musica, storia e critica (del cinema, del cinema africano), storia e tecnica della fotografia, tecniche artistiche e multimediali del contemporaneo, teoria della letteratura, teoria e storia della scenografia, teoria e tecniche delle comunicazioni di massa, teorie e tecniche del linguaggio cinematografico. Ambiti occupazionali Il laureato potrà lavorare in diversi ambiti e organismi dell’industria culturale, nelle emittenti radiofoniche e televisive, nelle istituzioni pubbliche come assessorati alla cultura e allo spettacolo, negli uffici per le relazioni con il pubblico, negli enti di promozione culturale, nell’editoria tradizionale ed elettronica, nelle aziende discografiche, negli enti lirici, nei teatri stabili o presso compagnie teatrali, nelle società di concerti e nelle fondazioni, nell’istruzione specialistica privata.

31


Economia e management classe L18 - scienze dell’economia e della gestione aziendale

3 Percorsi Accesso • amministrazione e controllo programmato • economia e diritto • economia e finanza • economia e management delle aziende e delle amministrazioni pubbliche • international economics and management • management

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il percorso formativo fornisce una solida formazione interdisciplinare su materie economiche, quantitative e giuridiche, per sviluppare le capacità di base necessarie per interpretare i principali fenomeni economici e aziendali e per utilizzare i principali strumenti da applicare ai processi gestionali. Lo studente può proseguire gli studi, ma acquisisce anche competenze professionali immediatamente spendibili nel mercato del lavoro. Il percorso Amministrazione e controllo sviluppa le conoscenze sui meccanismi di funzionamento dei sistemi di controllo economico-finanziario delle aziende. Il percorso Economia e diritto fornisce una buona padronanza della strumentazione giuridica, e quindi le conoscenze per esercitare la libera professione o per lavorare in staff in imprese che richiedono una forte integrazione tra economia e diritto. Il percorso Economia e finanza sviluppa conoscenze fondamentali per una comprensione approfondita della struttura economica, del ruolo della finanza, del funzionamento delle istituzioni e dei mercati monetari e finanziari. Il percorso Economia e management delle aziende e delle amministrazioni pubbliche getta le basi per approfondire la comprensione del ruolo del settore pubblico e delle questioni che determinano e caratterizzano il funzionamento delle aziende e delle amministrazioni pubbliche. Il percorso International economics and management comprende alcuni insegnamenti erogati esclusivamente in lingua inglese e si caratterizza per un’accentuazione del profilo internazionale degli insegnamenti proposti negli altri percorsi. Il percorso Management fornisce le conoscenze fondamentali delle aree funzionali della produzione, marketing, organizzazione e gestione delle risorse umane. Gli insegnamenti comprendono: Fashion Marketing, Brand Management and Licensing, Human Resource Management for International Firms, Monetary and Fiscal Policy in the European Monetary Union, Development Economics, International Taxation Law, Economics of Networks and Management of Innovation, International Accounting, Corporate Governance and Responsibility.

32


DEF

Materie di studio Le materie di studio comuni a tutti i percorsi comprendono: economia politica (micro e macroeconomia), economia aziendale e ragioneria, finanza e finanza aziendale, diritto privato e diritto commerciale, statistica, matematica e matematica finanziaria, lingua inglese e informatica. Ambiti occupazionali Il laureato potrà ricoprire ruoli manageriali nelle varie funzioni (amministrazione, personale, marketing e vendite, ecc.) delle aziende manifatturiere e di servizi; potrà lavorare presso banche, assicurazioni, altri intermediari finanziari; potrà svolgere attività professionale e di consulenza aziendale; potrà svolgere attività qualificate o ricoprire ruoli dirigenziali nella pubblica amministrazione.

33


Economia internazionale classe L33 - scienze economiche

3 Accesso programmato

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso consente di approfondire i comportamenti economici delle imprese e delle istituzioni pubbliche economiche nello spazio della competitività internazionale. Permette di apprendere conoscenze e competenze tecniche di base (economiche, economico-aziendali, statistiche, giuridiche, informatiche, linguistiche); insegna ad analizzare e risolvere problemi decisionali semplici e complessi; sviluppa capacità di scelta, di orientamento ai risultati, di programmazione. Il corso studia il funzionamento dell’impresa nei suoi aspetti organizzativostrategici, nella gestione della qualità e nei processi di distribuzione dei beni e servizi; sviluppa competenze di base sulla cultura d’impresa e abilità d’analisi dell’evoluzione dei sistemi produttivi. Approfondisce la conoscenza del funzionamento organizzativo e decisionale dei mercati internazionali e del ruolo che svolgono le istituzioni economiche internazionali negli scambi economici; sviluppa competenze tecnicostatistiche di base e abilità d’analisi dei comportamenti economici e delle dinamiche dei mercati. Materie di studio Microeconomia, macroeconomia, economia internazionale, scienza delle finanze, economia del lavoro, politica economica internazionale, storia dell’analisi economica, teoria della localizzazione e sviluppo regionale, economia dei paesi in via di sviluppo, economia aziendale, economia e gestione delle imprese, economia e gestione dei servizi, marketing strategico e dell’innovazione, metodi matematici per l’economia, statistica, statistica economica, istituzioni di diritto privato, istituzioni di diritto pubblico, diritto del lavoro, diritto degli scambi internazionali, sociologia, storia economica, lingua inglese, abilità informatiche. Ambiti occupazionali Il laureato potrà trovare occupazione presso le imprese che commerciano, investono e si finanziano in ambienti internazionali; presso le agenzie di servizi con proiezione internazionale; presso le istituzioni dell’Unione Europea e le istituzioni economiche internazionali.

34


Educazione professionale abilitante alla professione sanitaria di Educatore professionale classe SNT/2 - professioni sanitarie della riabilitazione

Accesso programmato

Sede Rovigo

DEF

3

Caratteristiche e finalità Il corso forma gli operatori sanitari che si occupano della programmazione, gestione e verifica degli interventi educativi e riabilitativi per le persone in difficoltà (disabili, anziani, pazienti psichiatrici, pazienti affetti da malattie croniche invalidanti, tossicodipendenti). Le conoscenze acquisite in campo medico, pedagogico e psicologico, nel settore della prevenzione e della promozione della salute, sono elementi necessari al futuro educatore professionale per operare in équipe multidisciplinari, a contatto con i pazienti e le loro famiglie, e per attuare interventi di inserimento o reinserimento sociale. Il corso sviluppa inoltre specifiche competenze in campo organizzativo e di coordinamento. Materie di studio Fondamenti pedagogici di educazione del paziente, scienze sociologiche, scienze psicologiche di base, progettazione e valutazione dell’intervento educativo, teoria e tecnica della riabilitazione neuropsichiatrica, medicina interna e medicina d’urgenza, etica e bioetica, inglese, psicologia clinica, educazione professionale nella pratica medica, educazione in medicina e medicina legale, aspetti educativi nelle patologie in età evolutiva, psichiatria clinica e neurologia. In ogni anno accademico sono previste inoltre attività di tirocinio pratico. Ambiti occupazionali L’Educatore professionale opera, come dipendente o libero professionista, in strutture e servizi sanitari o socio-educativi pubblici e privati. Ad esempio, può svolgere la sua attività nelle comunità-alloggio, nei centri occupazionali diurni per disabili, nei distretti socio-sanitari, in ospedale e nelle residenze sanitarie assistite, nelle comunità terapeutiche e di recupero.

35


Farmacia corso di laurea magistrale a ciclo unico classe LM13 - farmacia e farmacia industriale

5 Accesso programmato

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso forma all’esercizio della professione di farmacista, con la preparazione scientifica che caratterizza gli esperti del farmaco e del suo impiego. Questa figura sarà in grado di costituire un fondamentale elemento di connessione tra paziente, medico e strutture della sanità pubblica, collaborando al monitoraggio del farmaco sul territorio, all’attuazione della terapia in ambito sia territoriale che ospedaliero e fornendo indicazioni per il corretto utilizzo dei farmaci. L’operatore sanitario con le sue competenze scientifiche e tecnologiche (chimiche, biologiche, farmaceutiche, farmacologiche, tossicologiche, legislative e deontologiche) contribuisce al raggiungimento degli obiettivi del Servizio Sanitario Nazionale, per rispondere alle esigenze della società in campo sanitario. La formazione include un tirocinio di sei mesi in una farmacia aperta al pubblico o in ospedale sotto la supervisione del personale del Servizio Farmaceutico. Materie di studio Analisi dei medicinali, biochimica e biochimica applicata medica, biologia animale e anatomia umana, biologia vegetale, botanica farmaceutica, chimica (analitica, clinica, degli alimenti, farmaceutica e tossicologica, generale e inorganica, organica), farmacologia e farmacoterapia, farmacovigilanza, fisica, fisiologia, igiene, inglese, matematica, microbiologia, patologia e fisiopatologia, tecnologia e legislazione farmaceutica, tossicologia. Oltre alle materie del percorso comune, verranno attivati insegnamenti professionalizzanti tra i quali lo studente potrà scegliere in base ai propri interessi culturali o preferenze disciplinari. Ambiti occupazionali Il laureato, dopo il superamento dell’esame di abilitazione e l’iscrizione all’Albo provinciale dell’Ordine dei farmacisti, può svolgere la professione nelle farmacie aperte al pubblico, in quelle delle Aziende Sanitarie Locali e nelle parafarmacie (dove vengono distribuiti i farmaci da banco o di automedicazione e tutti i prodotti non soggetti a prescrizione medica). Può inoltre lavorare nelle farmacie ospedaliere, dopo aver conseguito la specializzazione in Farmacia ospedaliera, oppure nelle industrie farmaceutiche, dove può occuparsi della preparazione e del controllo dei farmaci, della loro conservazione e distribuzione nella fase di commercio all’ingrosso. Può infine lavorare nel campo della diffusione d’informazioni e come consulente nel settore dei medicinali.

36


Filosofia classe L5 - filosofia

Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Padova

DEF

3

Caratteristiche e finalità Il corso di laurea in Filosofia consente l’acquisizione degli strumenti di carattere storico-filosofico e logico-concettuale che permettono di riflettere sulle condizioni e il senso delle diverse esperienze caratterizzanti la vita dell’uomo, in relazione alla possibilità e ai limiti del conoscere e dell’agire. Materie di studio Il corso mira a garantire, oltre a una formazione ampia e approfondita nei principali ambiti delle discipline filosofiche (storico-filosofiche, logico-teoretiche, etico-politiche), la possibilità, da parte dello studente, di orientare autonomamente il proprio percorso di studi, in conformità con gli obiettivi della preparazione culturale e della qualificazione professionale. Ambiti occupazionali Grazie alle competenze logico-argomentative, alla conoscenza e alla capacità di analisi dei concetti fondamentali della cultura occidentale e non solo, la caratteristica fondamentale del laureato in Filosofia, sotto il profilo occupazionale, sarà quella di potersi muovere con elasticità e disponibilità all’apprendimento in ambiti professionali estremamente diversificati. Oltre alla tradizionale occupazione nel mondo della scuola, il laureato potrà inserirsi nei più diversi settori professionali, con particolare riferimento a quelli legati all’informazione, alla comunicazione e all’organizzazione del lavoro.

37


Fisica classe L30 - scienze e tecnologie fisiche

3 Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso fornisce una buona conoscenza delle basi della fisica classica e della fisica moderna, con particolare riguardo alla meccanica quantistica, oltre che un’adeguata formazione sui necessari strumenti matematici. Al termine degli studi lo studente saprà scegliere e usare i metodi sperimentali adeguati al problema da risolvere, conoscerà in maniera sufficientemente approfondita la struttura dei calcolatori e delle reti e sarà in grado di raccogliere e analizzare i dati. Materie di studio Analisi matematica e geometria, corsi di laboratorio di fisica, elementi di chimica, fisica della materia, fisica generale (meccanica classica, termodinamica, elettromagnetismo, ottica) e fisica nucleare, fisica statistica, fondamenti di meccanica quantistica, uso dei calcolatori e metodi computazionali della fisica. Singoli corsi su: elettronica analogica, elettronica digitale, fisica spaziale, fluidodinamica, fondamenti di fisica dei plasmi, geometria differenziale, introduzione ai rivelatori di particelle, introduzione alla gravitazione relativistica, meccanica analitica, programmazione ad oggetti per la fisica, storia della fisica, tecniche e strumenti di misura, termodinamica. Ambiti occupazionali Il laureato potrà lavorare nel settore dell’ambiente, della protezione dalle radiazioni, della fisica dello spazio e dei plasmi, dell’elettronica e microelettronica, delle reti di calcolatori e dell’analisi dei dati. Potrà inoltre dedicarsi ad attività di ricerca applicata nei laboratori degli enti di ricerca e in quelli industriali.

38


Fisioterapia abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista classe SNT/2 - professioni sanitarie della riabilitazione

Accesso programmato

Sede Padova Conegliano (TV) Rovigo Santorso (VI) Venezia

DEF

3

Caratteristiche e finalità Il fisioterapista è l’operatore sanitario che svolge in via autonoma, o in collaborazione con altre figure sanitarie, gli interventi di prevenzione, cura e riabilitazione nelle aree della motricità, delle funzioni corticali superiori e di quelle viscerali conseguenti a eventi patologici. In riferimento alla diagnosi e alle prescrizioni del medico, nell’ambito delle proprie competenze il fisioterapista elabora, anche in équipe multidisciplinare, la definizione del programma di riabilitazione volto all’individuazione e al superamento del bisogno di salute del disabile; pratica autonomamente attività terapeutica per la rieducazione funzionale delle disabilità motorie, psicomotorie e cognitive utilizzando terapie fisiche, manuali, massoterapiche e occupazionali; propone l’adozione di protesi ed ausili, ne addestra all’uso e ne verifica l’efficacia; verifica le rispondenze della metodologia riabilitativa attuata agli obiettivi di recupero funzionale; svolge inoltre attività di studio, didattica e consulenza professionale, nei servizi sanitari ed in quelli dove si richiedono le sue competenze professionali. Materie di studio Anatomia umana, medicina legale e bioetica, fisiologia umana, scienze del movimento, metodologia generale dell’esercizio professionale, medicina generale, clinica neurologica, clinica ortopedica e reumatologica, medicina fisica e riabilitazione, prassi terapeutica professionale in riabilitazione ortopedica, prassi terapeutica professionale in riabilitazione (neurologica, dell’età evolutiva, viscerale e geriatrica), corso a scelta di approfondimento professionale, tirocinio clinico (1°, 2° e 3° anno). Ambiti occupazionali Il laureato potrà lavorare in strutture sanitarie, pubbliche o private oppure svolgere attività di studio, didattica e consulenza professionale come dipendente o come libero professionista.

39


Giurisprudenza corso di laurea magistrale a ciclo unico classe LMG01 - giurisprudenza

5 Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Padova Treviso (300 posti)*

Caratteristiche e finalità Il corso fornisce una solida conoscenza delle basi della cultura giuridica nazionale ed europea, anche sul piano storico e filosofico. Affronta con completezza lo studio del diritto, sia pubblico che privato, sviluppando le capacità di interpretazione necessarie ad affrontare i problemi di applicazione del diritto. Approfondisce la conoscenza delle tecniche processuali nel campo civile, penale, amministrativo, internazionale e europeo. Materie di studio Le discipline giuridiche trattano i seguenti ambiti: diritto privato, diritto privato comparato, diritto commerciale, diritto dell’economia, diritto del lavoro, diritto pubblico, diritto pubblico comparato, diritto costituzionale, diritto amministrativo, diritto canonico ed ecclesiastico, diritto tributario, diritto internazionale, diritto dell’Unione Europea, diritto processuale civile, diritto processuale penale, diritto penale, diritto romano, storia del diritto medievale e moderno, filosofia del diritto. Le discipline economiche trattano i seguenti ambiti: economia politica, scienza delle finanze. Appartengono ad altri settori scientifico-disciplinari i seguenti insegnamenti: economia aziendale, medicina legale, psicologia del giudizio e della decisione, inglese giuridico, storia delle dottrine politiche. Il regolamento didattico del corso, il piano di studio, con i percorsi consigliati, e il prospetto di tutti gli insegnamenti attivati sono consultabili sul sito: www.giuri.unipd.it > Laurea Magistrale in Giurisprudenza (LMG/01) - 2° ord. Ambiti occupazionali I laureati potranno lavorare nei vari campi di attività sociale, socio-economica e politica, nelle istituzioni, e intraprendere la carriera direttiva nell’impresa privata e nella pubblica amministrazione. Conseguite le necessarie abilitazioni per mezzo della pratica professionale e/o dei relativi esami, potranno lavorare nella magistratura, avvocatura, notariato, carriera diplomatica, insegnare nelle scuole superiori e nelle università.

* i posti saranno assegnati secondo l’ordine di iscrizione valutando le eventuali domande in esubero.

40


Igiene dentale abilitante alla professione sanitaria di Igienista dentale classe SNT/3 - professioni sanitarie tecniche

3 Sede Castelfranco Veneto (TV)

Caratteristiche e finalità Lo studente acquisisce le conoscenze necessarie per affiancare l’opera degli odontoiatri nella prevenzione delle affezioni della bocca e dei denti; impara le tecniche per provvedere direttamente alla prevenzione e alla rimozione del tartaro e per svolgere attività di educazione sanitaria dentale in generale; conosce gli elementi tecnici e statistici necessari alla compilazione della cartella clinica.

GHI

Accesso programmato

Materie di studio Anatomia umana, anestesia odontostomatologica generale e speciale, biochimica, biologia applicata, chirurgia speciale odontostomatologica, diritto pubblico, educazione sanitaria, endodonzia, farmacologia, fisica medica, fisiologia umana, gastroenterologia e alimentazione, gnatologia, handicap e malattie odontostomatologiche, igiene e igiene applicata, implantologia generale, informatica, inglese scientifico, istologia, malattie infettive, medicina legale, sociale e preventiva, microbiologia generale e clinica, odontoiatria preventiva e di comunità, odontoiatria restaurativa, odontostomatologia, ortodonzia, parodontologia, patologia generale, clinica e odontostomatologica speciale, pedagogia generale, pediatria e pediatria preventiva e sociale, pedodonzia, protesi, psichiatria, psicologia generale, radiologia e radioprotezione, scienza e tecnologia dei materiali dentali, scienze tecniche (mediche applicate e di igiene dentale), sistemi di elaborazione delle informazioni, sociologia generale, statistica per la ricerca sperimentale e tecnologica, statistica sanitaria, storia della medicina e bioetica. Ambiti occupazionali Il laureato svolge la sua attività professionale in strutture sanitarie pubbliche o private. Partecipa ai progetti del sistema sanitario pubblico nell’ambito della prevenzione e dell’educazione sanitaria dentale.

41


Infermieristica abilitante alla professione sanitaria di Infermiere classe SNT/1 - professioni sanitarie, infermieristiche e professione sanitaria ostetrica

Accesso programmato

Sede Padova Conegliano (TV) Este (PD) Feltre (BL) Mestre (VE)

3

Mirano (VE) Montecchio Precalcino (VI) Portogruaro (VE) Rovigo Treviso

Caratteristiche e finalità Il corso affianca lo studio teorico dei principi della medicina e delle tecniche di assistenza del malato a tirocini in corsia altamente professionalizzanti. Lo studente impara in particolare a garantire la corretta applicazione delle prescrizioni del medico e ad attuare interventi di tipo preventivo, educativo, curativo e palliativo in soggetti di tutte le età, adattando la propria azione ai differenti livelli di autonomia delle persone e al loro stato di salute. Materie di studio Anatomia umana, biochimica, biologia applicata, chirurgia generale, d’urgenza e specialistica, diritto sanitario, deontologia professionale, etnoantropologia, farmacologia, fisica medica, fisiologia, genetica medica, geriatria, gerontologia, ginecologia, igiene, infermieristica clinica (di base, applicata alla medicina e alla chirurgia generale, dell’area materno-infantile, in area critica, in aree specialistiche, in medicina e chirurgia specialistica, di comunità e di promozione della salute, nella salute mentale), informatica, inglese, istologia, management sanitario, medicina (generale, del lavoro, di comunità, d’urgenza, fisica riabilitativa, legale, specialistica), metodologia (clinica infermieristica applicata ed educativa), microbiologia, ostetricia, patologia (generale e clinica), pedagogia generale, pediatria, psichiatria, psicologia (clinica, della salute), rianimazione e terapia intensiva, sociologia della salute, statistica medica epidemiologica, teoria e filosofia del nursing e bioetica, traumatologia. Sono previsti tirocini e seminari interdisciplinari in tutte le aree della salute. Ambiti occupazionali L’Infermiere lavora nei servizi sanitari pubblici e privati come dipendente o libero professionista. Collabora con il medico e con gli altri operatori sociosanitari pianificando, gestendo e valutando tutti gli aspetti dell’intervento assistenziale. Contribuisce alla formazione e allo sviluppo della cultura professionale.

42


Infermieristica pediatrica abilitante alla professione sanitaria di Infermiere pediatrico classe SNT/1 - professioni sanitarie, infermieristiche e professione sanitaria ostetrica

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Lo studente impara a fornire assistenza infermieristica ambulatoriale, domiciliare e ospedaliera ai minori e ad applicare prescrizioni diagnostico-terapeutiche; a riconoscere i bisogni di assistenza infermieristica del neonato, del bambino, dell’adolescente, della famiglia; a formulare gli obiettivi e a pianificare interventi assistenziali; ad attuare interventi di educazione sanitaria. Il corso prepara anche a valutare la qualità dell’assistenza, a conoscere le problematiche etiche, deontologiche e giuridiche nell’ambito assistenziale e minorile.

GHI

Accesso programmato

3

Materie di studio Anatomia, anestesiologia, biochimica, biologia applicata, chirurgia (chirurgia cardiaca, chirurgia pediatrica e neonatologica, neurochirurgia, traumatologia e ortopedia, urologia), didattica e pedagogia speciale, diritto sanitario, epidemiologia e igiene, farmacologia, fisiologia, genetica medica, ginecologia e ostetricia, informatica, inglese scientifico, management sanitario, medicina (fisica e riabilitativa, legale), microbiologia e microbiologia clinica, neuropsichiatria infantile, otorinolaringoiatria, patologia generale e clinica, pediatria generale e specialistica (cardiologia pediatrica, pediatria di comunità, emato-oncologia pediatrica, nefrologia pediatrica, pediatria d’urgenza), psicologia (generale, clinica, dello sviluppo e dell’educazione), scienze infermieristiche (generali, cliniche e pediatriche, ostetrico-ginecologiche), scienze tecniche dietetiche applicate, statistica medica. Ambiti occupazionali Le principali attività del laureato sono la prevenzione delle malattie, l’assistenza di malati e disabili in età evolutiva e l’educazione sanitaria; può lavorare come dipendente o libero professionista in strutture sanitarie pubbliche o private, nell’assistenza domiciliare.

43


Informatica classe L31 - scienze e tecnologie informatiche

3 Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso fornisce una solida base culturale in matematica e informatica, per offrire allo studente la capacità di affrontare tecnicamente e metodologicamente una molteplicità di problemi in ambiti diversi, in modo da potersi adattare con facilità alla rapida evoluzione dell’informatica. Fornisce inoltre una solida conoscenza di base dei diversi settori dell’informatica, nei loro aspetti teorici e applicativi, con particolare riferimento alle esigenze e alle implicazioni dei processi produttivi. Materie di studio Algebra e geometria, algoritmi e strutture dati, analisi matematica, architettura degli elaboratori, automi e linguaggi formali, basi di dati e sistemi informativi, calcolo numerico, fisica, ingegneria del software, inglese, logica, matematica discreta, probabilità e statistica, programmazione (C, C++, Java), reti di calcolatori e sicurezza, ricerca operativa, reti di calcolatori, ricerca operativa, sicurezza nei sistemi di calcolo, sistemi operativi, tecnologie web. Il corso di laurea termina con uno stage che si può svolgere in una azienda o ente esterno, in cui viene sviluppato un progetto informatico di rilevanza aziendale. Ambiti occupazionali Il laureato potrà lavorare come sviluppatore di applicazioni software, gestore di reti informatiche, webmaster, progettista di sistemi informativi e di applicazioni in ambiente Internet o rete locale. Inoltre, sarà in grado di collaborare ad attività di ricerca applicata in enti di ricerca e in realtà industriali.

44


Ingegneria aerospaziale classe L9 - ingegneria industriale

3 Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso prepara alla realizzazione, gestione e manutenzione (e, generalmente dopo la laurea magistrale, alla progettazione) di veicoli e vettori spaziali e dei relativi sottosistemi per applicazioni civili, industriali e scientifiche, predisponendo gli studenti ad aggiornarsi sugli sviluppi del settore. L’ingegnere aerospaziale conosce, oltre che i campi generali dell’ingegneria industriale, anche settori specifici quali l’aerodinamica, la dinamica del volo spaziale, i sistemi di bordo, la propulsione, il controllo termico, le strutture e le tecnologie aerospaziali, le tecniche di collaudo.

GHI

Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Materie di studio Matematica, fisica, calcolo numerico, economia, meccanica razionale, meccanica applicata, meccanica dei fluidi, fluidodinamica, elettrotecnica, fisica tecnica, costruzioni e strutture aerospaziali, dinamica del volo, impianti e sistemi aerospaziali, lingua straniera. Alcuni insegnamenti sono scelti dallo studente tra quelli proposti dalla ex Facoltà: ad esempio meccanica dei solidi, strutture aerospaziali attive, materiali metallici, robotica spaziale, elettronica. Ambiti occupazionali Il laureato troverà lavoro in industrie ed enti spaziali e aeronautici; centri di ricerca pubblici e privati; industrie che realizzano sistemi e sottosistemi basati sulla meccanica di precisione e si occupano della progettazione di strutture leggere, anche con materiali innovativi; industrie per la produzione di impianti e macchinari a elevata affidabilità (ad esempio nel settore della sicurezza); industrie per la realizzazione di opere civili in condizioni ambientali estreme (zone sismiche, forti perturbazioni atmosferiche).

45


Ingegneria biomedica classe L8 - ingegneria dell’informazione

3 Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso ha carattere professionalizzante. L’ingegneria biomedica utilizza i metodi e le tecnologie proprie dell’ingegneria elettronica, informatica, meccanica e chimica per comprendere i problemi relativi alle scienze della vita e sviluppa nuove metodologie e dispositivi diagnostici, terapeutici e riabilitativi. Il corso fornisce conoscenze nell’ambito di biologia e medicina per consentire ai laureati di inserirsi in attività a cavallo tra tecnologie avanzate e problematiche medico-biologiche. Sono previste esperienze di laboratorio e tirocinio. Materie di studio Matematica, fisica, informatica (fondamenti, architettura degli elaboratori, dati e algoritmi), teoria dei circuiti, elettronica (fondamenti, misure elettroniche), fondamenti di meccanica, segnali e sistemi, fondamenti di automatica, meccanica dei tessuti, elaborazione di dati, segnali e immagini biomedici, tecnologia e strumentazione biomedica, lingua inglese. Alcuni insegnamenti sono scelti dallo studente tra quelli proposti dalla ex Facoltà. Ambiti occupazionali Il laureato potrà lavorare nel settore sanitario, nell’industria biomedica (apparecchiature, protesi), nell’industria farmaceutica, alimentare, biotecnologica e ambientale; nella progettazione di sistemi sanitari, nella gestione dei servizi di teleassistenza e delle tecnologie biomediche. Il laureato potrà occuparsi dell’organizzazione del processo produttivo, dell’assistenza e della manutenzione, o collaborare alla progettazione con bioingegneri.

46


Ingegneria chimica e dei materiali classe L9 - ingegneria industriale

3 Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso insegna inizialmente i metodi della matematica (analitica e numerica), le leggi e i metodi della fisica e dedica un’attenzione particolare alla formazione in chimica, generale ed organica. Successivamente si approfondiscono metodi originali di progettazione, sviluppo, ottimizzazione, gestione e controllo dei processi di trasformazione della materia che prevedano reazioni e cambiamenti di stato fisico. Le materie caratterizzanti offrono una cultura scientifica multidisciplinare, con ampie opportunità di specializzazione: dalla tradizionale impiantistica chimica al disinquinamento, dalla valutazione d’impatto ambientale alla sicurezza, dalla produzione d’energia alle applicazioni biotecnologiche; dalla progettazione di materiali innovativi ai processi di fabbricazione dei materiali con impiego appropriato delle materie prime e delle risorse energetiche.

GHI

Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Materie di studio Matematica, calcolo numerico, fisica generale, chimica (inorganica e organica), termodinamica, cinetica chimica, elettrochimica, elettrotecnica, meccanica dei solidi, fenomeni di trasporto, scienza, tecnologia e caratterizzazione dei materiali, metalli e polimeri, meccanica applicata, impianti e processi chimici, lingua inglese. Alcuni insegnamenti sono scelti dallo studente tra quelli proposti dalla ex Facoltà. Ambiti occupazionali Il laureato troverà lavoro nelle aree di ricerca e sviluppo delle industrie: dalla chimica alla farmaceutica, dalla metalmeccanica all’alimentare, dalle plastiche alla petrolchimica alla produzione di energia. Si occuperà di progettazione, realizzazione e sviluppo di prodotti o di processi in aziende che producono o utilizzano materiali; potrà condurre attività di ricerca presso enti o laboratori. Gli enti di progettazione e controllo ambientale occupano questi laureati anche nel ruolo di responsabile della sicurezza sul lavoro e per l’ambiente.

47


Ingegneria civile classe L7 - ingegneria civile e ambientale

3 Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso fornisce una preparazione di base in fisica e matematica e una formazione tecnica per interpretare e risolvere i problemi dell’ingegneria civile. Forma ingegneri in grado di progettare, costruire e provvedere alla manutenzione delle opere civili (strade, ponti, ferrovie, aeroporti, opere di difesa e regolazione idraulica). Per quanto riguarda la progettazione, il corso insegna a utilizzare autonomamente metodologie standardizzate e a collaborare con tecnici esperti nel progetto di opere civili con metodologie avanzate e innovative. Materie di studio Matematica, calcolo e metodi numerici, metodi statistici, meccanica razionale, fisica e fisica tecnica, disegno, chimica applicata, scienza e tecnica delle costruzioni, tecnologia dei materiali, topografia e cartografia, geotecnica, idraulica e costruzioni idrauliche, architettura tecnica, lingua straniera. Alcuni insegnamenti sono scelti dallo studente tra quelli proposti dalla ex Facoltà. Ambiti occupazionali Il laureato potrà operare in diversi ambiti professionali, come la progettazione assistita, la produzione, la gestione e l’organizzazione delle strutture tecnico-commerciali, occupandosi di impianti e di infrastrutture civili da un punto di vista operativo e progettuale, sia nella libera professione, sia nelle imprese che nelle amministrazioni pubbliche.

48


Ingegneria dell’energia classe L9 - ingegneria industriale

3 Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso fornisce le conoscenze di base in matematica, fisica, chimica, informatica, elettrotecnica, fisica tecnica, macchine, impiantistica, necessarie ad operare nell’ambito della produzione, distribuzione e utilizzazione dell’energia nelle sue diverse forme (meccanica, elettrica, termica, chimica), valutando le interazioni con gli aspetti ambientali, economici e normativi. Gli ambiti di studio e di occupazione sono connessi agli aspetti applicativi dell’energia in termini di economia e consumi, di conversione e utilizzazione nelle macchine e negli impianti industriali e civili (elettrici, meccanici, termici), di impatto ambientale, di generazione e impiego delle energie alternative e rinnovabili.

GHI

Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Materie di studio Matematica, calcolo numerico, fisica, chimica, disegno tecnico industriale, fisica tecnica, elettrotecnica, macchine, macchine elettriche, costruzioni meccaniche, impianti elettrici, impianti energetici, economia dell’energia, enertronica. Alcuni insegnamenti sono scelti dallo studente tra quelli proposti dalla ex Facoltà: ad esempio meccanica dei fluidi, combustibili e combustione, controlli automatici, informatica. Ambiti occupazionali Il laureato trova impiego in tutte le attività nelle quali l’energia (elettrica, termica, meccanica, chimica, ecc.) rappresenta un prodotto o un mezzo dal valore rilevante: lavorerà in aziende che producono e distribuiscono energia, negli uffici tecnici delle pubbliche amministrazioni, nelle aziende produttrici di apparecchiature per l’uso del calore e del freddo o per la conversione energetica, in aziende che producono apparecchiature e sistemi elettrici. Altre opportunità sono date dall’innovazione tecnologica, dal monitoraggio e dalla bonifica ambientali, dagli studi professionali che si occupano di impiantistica civile e industriale o di valutazioni di impatto ambientale.

49


Ingegneria dell’informazione classe L8 - ingegneria dell’informazione

3 Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso, progettato per quanti intendono proseguire gli studi con una delle lauree magistrali nell’area dell’informazione (automazione, bioingegneria, elettronica, informatica, telecomunicazioni), fornisce una formazione adeguata in ambito fisico-matematico e un’ampia base culturale comune nelle discipline propedeutiche alle successive specializzazioni. Materie di studio Matematica (analisi matematica, algebra lineare, geometria), fisica (meccanica, termodinamica, elettromagnetismo, acustica, ottica), informatica (fondamenti, architettura degli elaboratori, dati e algoritmi, informatica teorica), elettronica (fondamenti, elettronica digitale), automazione (segnali e sistemi, controlli automatici), elettrotecnica, telecomunicazioni (analisi dei dati, comunicazioni elettriche), sistemi e modelli per la bioingegneria, lingua inglese. Alcuni insegnamenti sono scelti dallo studente tra quelli proposti dalla ex Facoltà. Ambiti occupazionali Sebbene il corso sia destinato principalmente a chi intende proseguire gli studi, il laureato in Ingegneria dell’informazione, alla conclusione del primo ciclo di studi, può trovare lavoro nelle aziende dove è richiesta una figura professionale dotata di competenze trasversali nei campi dell’ingegneria informatica, elettronica, delle telecomunicazioni e dell’automazione, oppure nei centri di ricerca e sviluppo e nei laboratori di medie e grandi aziende.

50


Ingegneria edile - architettura corso di laurea magistrale a ciclo unico classe LM4 - architettura e ingegneria edile - architettura

5 Sede Padova

Caratteristiche e finalità L’ingegnere edile-architetto cura i caratteri tipologici, compositivi, strutturali e tecnologici delle opere edilizie: si occupa infatti della loro progettazione, della trasformazione e del restauro in rapporto al contesto naturale, sociale, economico e produttivo nel quale si collocano. L’impostazione di Ingegneria edile - architettura è multidisciplinare, integrando discipline di tipo tecnicoscientifico con altre di carattere umanistico-compositivo così da fornire tutti gli strumenti conoscitivi necessari per la progettazione. La metodologia didattica fa largo uso di laboratori di progettazione e di sperimentazione, fa ampio ricorso al lavoro di gruppo con una costante interazione con i docenti.

GHI

Accesso programmato nazionale

Materie di studio Matematica, fisica, fisica matematica, disegno edile, calcolo numerico e programmazione, scienza e tecnica delle costruzioni, costruzioni idrauliche, geotecnica, storia dell’architettura, architettura tecnica, composizione architettonica e urbana, estimo, produzione edilizia, topografia generale, rilievo e fotogrammetria, tecnologia dei materiali, fisica tecnica ambientale, tecnica e pianificazione urbanistica, lingua straniera. Alcuni insegnamenti sono scelti dallo studente tra quelli proposti dalla ex Facoltà. Ambiti occupazionali Il laureato in ingegneria edile - architettura ha come tipico ambito professionale la ricerca applicata, la progettazione avanzata e innovativa nel campo delle opere edili, della pianificazione e della gestione dei sistemi complessi territoriali, della realizzazione di reti infrastrutturali, del processo progettuale e attuativo del recupero del patrimonio edilizio storico. Lavora negli studi professionali di progettazione e consulenza nel settore edile, nelle industrie di materiali e componenti edili, nelle aziende di gestione e servizi immobiliari, nei servizi di controllo di qualità, sicurezza, coordinamento e programmazione, negli uffici tecnici di amministrazioni pubbliche e di aziende industriali.

51


Ingegneria elettronica classe L8 - ingegneria dell’informazione

3 Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso ha carattere professionalizzante e si articola in tre indirizzi. Il primo indirizzo prepara ingegneri che operano nella produzione di circuiti, apparati e sistemi elettronici destinati ad applicazioni domestiche (ad esempio per elettrodomestici a basso consumo e basso inquinamento ambientale, acustico ed elettromagnetico), industriali (per la conversione efficiente dell’energia), ai sistemi di trasporto (veicoli elettrici e ibridi), all’elettronica degli autoveicoli, ai sistemi biomedicali, ecc. Il secondo indirizzo forma un professionista con buona conoscenza delle tecniche dell’automazione, sia sotto l’aspetto del controllo dei processi singoli sia dal punto di vista dell’integrazione di sistemi all’interno del processo produttivo (sistemi di supervisione di officina, di pianificazione di fabbrica, di interazione con il sistema informativo aziendale). Il terzo indirizzo fornisce la preparazione per operare nei settori della produzione, dell’esercizio e della manutenzione di sistemi di telecomunicazioni. Per tutti gli indirizzi sono previste attività di tirocinio ed esperienze di laboratorio nell’ambito dei corsi curriculari. Materie di studio Matematica, fisica, teoria dei circuiti, segnali e sistemi, automazione (fondamenti, analisi dei sistemi, controllo digitale), elettronica (fondamenti, misure elettroniche, elettronica digitale, elettronica industriale), informatica (fondamenti, architettura degli elaboratori, dati e algoritmi), telecomunicazioni (fondamenti, segnali e sistemi), elettrotecnica, campi elettromagnetici, reti di telecomunicazioni, lingua inglese. Alcuni insegnamenti sono scelti dallo studente tra quelli proposti dalla ex Facoltà. Ambiti occupazionali Il laureato trova occupazione nelle aziende manifatturiere del comparto elettronico, elettrico, elettromeccanico, delle telemisure, della telesorveglianza, della telepresenza e del telecontrollo, dell’automazione e, in generale, dell’industria di processo. Lavorerà anche in società di ingegneria, in enti pubblici di gestione di servizi, in imprese commerciali e banche che utilizzino propri sistemi di telecomunicazioni o di trasmissione dei dati. Partecipa alle attività di progettazione, di produzione e gestione, nonché di prova e certificazione, dei sistemi di telecomunicazione e dei servizi tecnico-commerciali.

52


Ingegneria gestionale classe L9 - ingegneria industriale

3 Sede Vicenza

Caratteristiche e finalità Il corso si distingue dagli altri del settore ingegneristico perché fornisce solide conoscenze nelle discipline e metodologie di base – matematica, fisica e informatica – oltre che in quelle caratterizzanti, di tipo economico e gestionale. Prepara quindi una figura con conoscenze trasversali in grado di analizzare sistemi e processi aziendali complessi, sia nei settori industriali sia nei servizi.

GHI

Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Materie di studio Matematica, fisica e fisica tecnica, informatica, meccanica, tecnologia meccanica, impianti meccanici, controlli automatici, costruzione di macchine, statistica, ricerca operativa, economia (generale, applicata, aziendale) organizzazione aziendale, della produzione e dei sistemi logistici, lingua inglese. Alcuni insegnamenti sono scelti dallo studente tra quelli proposti dalla ex Facoltà: ad esempio laboratori informatici per la gestione aziendale; seminari di diritto e di finanza, seminari sulla sicurezza, sulla qualità e sull’ambiente; corsi di sistemi informativi, di economia della produzione, di acustica applicata, di macchine. Ambiti occupazionali Il laureato trova occupazione principalmente nelle imprese del settore industriale, nelle imprese di servizi e nelle amministrazioni pubbliche. Gli ambiti professionali sono quelli dei processi produttivi e logistici, della valutazione economica e finanziaria dei progetti di innovazione, dell’organizzazione e gestione delle attività di commercializzazione.

53


Ingegneria informatica classe L8 - ingegneria dell’informazione

3 Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Di carattere professionalizzante, il corso mira alla formazione di ingegneri capaci di applicare le tecnologie dell’informatica a una vasta gamma di attività, nel mondo industriale, dei servizi e della pubblica amministrazione. È caratterizzato da un nucleo di materie comuni alle lauree che appartengono alla sua classe (discipline fisico-matematiche e ingegneristiche di base) e da un secondo gruppo di materie a carattere specialistico, che comprendono lo studio degli aspetti modellistici, progettuali e di gestione tipici dei sistemi informatici complessi. Sono previste esperienze di laboratorio e tirocinio. Materie di studio Matematica (analisi, algebra e geometria, matematica discreta e probabilità), fisica, informatica (fondamenti, architettura degli elaboratori, dati e algoritmi, sistemi operativi, basi di dati, ingegneria del software, reti di calcolatori, sistemi informativi), teoria dei circuiti, fondamenti di elettronica, fondamenti di automatica, fondamenti di telecomunicazioni, economia e organizzazione aziendale, lingua inglese. Alcuni insegnamenti sono scelti dallo studente tra quelli proposti dalla ex Facoltà. Ambiti occupazionali Il laureato ha come ambito professionale la progettazione, lo sviluppo e la realizzazione di sistemi informatici complessi, ad esempio sistemi informativi aziendali, sistemi e applicazioni multimediali distribuite in rete, sistemi integrati per la supervisione di impianti, sistemi per l’automazione dei servizi di enti pubblici e aziende.

54


Ingegneria meccanica classe L9 - ingegneria industriale

3 Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso prevede due curricula, uno professionalizzante, che permette di operare immediatamente nei principali settori della meccanica, e uno formativo per chi seguirà gli studi specialistici delle lauree magistrali. Entrambi i curricula hanno in comune il primo anno di formazione di base, mentre nei due anni successivi il curriculum professionalizzante realizza il collegamento con la realtà industriale attraverso il frequente accesso ai laboratori di applicazione e il tirocinio aziendale; il curriculum formativo dedica invece il biennio all’approfondimento delle materie di base e metodologiche, in vista del successivo ciclo di studi. Pur nella diversità delle competenze maturate, i laureati di entrambi i curricula saranno capaci di gestire l’innovazione nei settori della costruzione meccanica, della termotecnica, dell’automazione industriale, della produzione e dell’utilizzo dei materiali, degli impianti meccanici.

GHI

Curricula • formativo • industriale

Materie di studio Matematica e calcolo numerico, fisica, chimica, disegno tecnico industriale, fisica tecnica, meccanica applicata, meccanica (dei fluidi, dei solidi, dei materiali), misure meccaniche, macchine e costruzione di macchine, impianti meccanici, elettrotecnica, tecnologia meccanica, economia e organizzazione aziendale, lingua straniera. Alcuni insegnamenti sono scelti dallo studente tra quelli proposti dalla ex Facoltà: ad esempio CAD, progettazione di impianti termici e frigoriferi, progetto di strutture meccaniche, laboratorio di oleodinamica, ecc. Ambiti occupazionali I laureati operano in imprese di produzione, progettazione, ricerca e sviluppo; in imprese commerciali, nel settore logistico, in aziende municipalizzate, in società di consulenza o in studi professionali per impiantistica civile e industriale.

55


Ingegneria meccanica e meccatronica interclasse L8 - ingegneria dell’informazione e L9 - ingegneria industriale

3 Curricula • meccanico • meccatronico

Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Vicenza

Caratteristiche e finalità Il corso forma ingegneri capaci di progettare e realizzare, avvalendosi delle più recenti innovazioni nel campo delle metodologie di progettazione meccanica. Il laureato si occuperà anche dell’integrazione e del controllo dei sistemi di automazione applicati nell’industria meccanica e manifatturiera. Il corso fornisce le conoscenze fondamentali nel settore dell’ingegneria dell’informazione e dell’ingegneria industriale, con particolare attenzione agli aspetti interdisciplinari. Lo studente potrà scegliere fra due indirizzi: il primo, a marcata caratterizzazione meccanica, fornisce competenze di progettazione meccanica strutturale e funzionale, di tecnologia e impiantistica meccaniche, di sistemi di produzione, trasmissione e conversione dell’energia; il secondo ha caratterizzazione meccatronica e dedica maggiore attenzione all’elettronica e alla robotica. Sono previste esperienze di laboratorio e tirocinio per entrambi gli indirizzi. Materie di studio Matematica, fisica, chimica, disegno tecnico industriale, informatica, segnali e sistemi, tecnologia dei materiali, meccanica applicata, fisica tecnica, elettrotecnica, impianti meccanici, macchine a fluido e costruzione di macchine, lavorazioni meccaniche, macchine elettriche, controlli automatici e azionamenti, elettronica e circuiti digitali, misure per l’automazione, lingua inglese. Alcuni insegnamenti sono scelti dallo studente tra quelli proposti dalla ex Facoltà. Ambiti occupazionali Le aziende meccaniche manifatturiere, di processo (industria orafa, siderurgica, ceramica, materie plastiche), e quelle che usano prodotti dell’automazione per produrre beni di consumo o sistemi di trasporto impiegano questa figura di laureato per lo sviluppo e la progettazione dei prodotti, degli impianti e della logistica. Queste competenze sono ricercate in particolare per l’installazione, manutenzione e supervisione di sistemi che integrano parti meccaniche e dispositivi elettronici.

56


Ingegneria per l’ambiente e il territorio classe L7 - ingegneria civile e ambientale

3 Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso prepara professionisti in grado di descrivere i problemi dell’ingegneria per la tutela del territorio, in grado di impostare e condurre esperimenti analizzando e interpretando i dati ottenuti, e di comprendere l’impatto delle soluzioni ingegneristiche nel contesto sociale e fisico-ambientale, grazie alla conoscenza degli aspetti economici, gestionali e organizzativi dei contesti aziendali. Inoltre essi cooperano nella progettazione di componenti, sistemi e processi di disinquinamento, tutela dell’ambiente, difesa del suolo e del territorio.

GHI

Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Materie di studio Matematica, fisica, chimica, disegno, calcolo numerico e programmazione, analisi dei dati, fisica tecnica, idraulica, topografia e cartografia, scienza delle costruzioni, elementi di elettrotecnica, idrologia, litologia e geologia, macchine, costruzioni idrauliche ambientali, ingegneria sanitaria ambientale (fondamenti e impianti), sistemi di gestione della qualità ambientale, geotecnica, diritto dell’ambiente, elementi di economia ed estimo, ingegneria del territorio, elementi di microbiologia organica biochimica. Alcuni insegnamenti sono scelti dallo studente tra quelli proposti dalla ex Facoltà. Ambiti occupazionali I laureati potranno occuparsi di opere e sistemi di controllo e monitoraggio dell’ambiente e del territorio, difesa e risanamento del suolo, trattamento e gestione dei rifiuti liquidi, solidi e aeriformi, gestione delle risorse ambientali geologiche ed energetiche, valutazione degli impatti e della compatibilità ambientale di piani e opere.

57


Lettere classe L10 - lettere

3 Curricula • lettere antiche • lettere moderne

Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso fornisce una buona conoscenza della civiltà letteraria antica, medievale e moderna attraverso la lettura e lo studio degli autori e dei testi più significativi. L’organizzazione in due curricula, Lettere antiche e Lettere moderne, permette di approfondire la preparazione o sul versante antico o su quello medievale e moderno, fermo restando il ruolo essenziale della lingua e della letteratura italiana. Lo studio della storia, della geografia, dell’archeologia o dei linguaggi dell’arte e dello spettacolo assicura un quadro di riferimento che va al di là delle conoscenze propriamente letterarie. Fondamentale è l’acquisizione degli strumenti analitici e concettuali che la linguistica, la filologia, la teoria della letteratura, la storia mettono a disposizione. Materie di studio Curriculum di Lettere antiche: linguistica, letteratura (greca, latina, latina medievale, italiana), storia della lingua italiana, grammatica (greca e latina), filologia (greca, latina, bizantina, medievale e umanistica, romanza), lingua e letteratura neogreca, paleografia greca, letterature comparate, teoria della letteratura, teoria e storia della retorica, geografia, storia (greca, romana, medievale, moderna, contemporanea), archeologia e storia dell’arte greca e romana, storia della filosofia antica, religioni del mondo classico. Curriculum di Lettere moderne: linguistica, letteratura (latina, latina medievale, italiana, italiana contemporanea, francese, inglese, spagnola, tedesca, portoghese e brasiliana, ceca, polacca, russa, serba e croata, slovena), lingua e letteratura (romena, neogreca, galega), storia della lingua italiana, grammatica italiana, lingua italiana, dialettologia italiana, stilistica e metrica italiana, filologia (romanza, italiana, medievale e umanistica), filologia e critica dantesca, letterature comparate, teoria della letteratura, storia della critica e della storiografia letteraria, teoria e storia della retorica, geografia, storia (romana, medievale, moderna, contemporanea), storia della logica, estetica, filosofia del linguaggio, storia della filosofia, storia della filosofia medievale, storia dell’arte (medievale, moderna, contemporanea), storia del teatro e dello spettacolo, storia della drammaturgia, storia e critica del cinema, filmologia, storia della musica (medievale e rinascimentale, moderna e contemporanea), forme della poesia per musica, etnomusicologia, informatica.

58


Ambiti occupazionali I laureati potranno lavorare in enti pubblici e privati nei settori della cultura (bibliotecario, archivista, consulente culturale), dell’editoria (consulente e tecnico dell’editoria, redattore e traduttore di testi), dell’informazione e dei

LMN

nuovi media (giornalista nel settore culturale), della pubblicità (copywriter), dello spettacolo e delle attività culturali (autore di testi, promotore di eventi culturali). Proseguendo gli studi con una laurea magistrale, potranno inoltre prepararsi all’insegnamento nella scuola secondaria e in altri settori della formazione, o dedicarsi all’attività di ricerca.

59


Lingue, letterature e culture moderne classe L11 - lingue e culture moderne

3 Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso porta ad acquisire buone competenze linguistiche, orali e scritte, in due lingue straniere; fornisce una buona conoscenza delle culture e delle letterature relative alle aree linguistiche scelte, e strumenti di analisi linguistica, filologica e letteraria; le conoscenze linguistiche sono completate da una preparazione di base in ambito storico, artistico, culturale. È possibile studiare anche una terza lingua e letteratura. Lo studente può scegliere tra le seguenti lingue e letterature: anglo-americano, francese, inglese, nederlandese, neogreco, portoghese-brasiliano, romeno, spagnolo, tedesco, ungherese, russo, polacco, ceco e slovacco, serbo e croato, sloveno. Materie di studio 1° letteratura, 1° lingua, 2° letteratura, 2° lingua, 3° letteratura, 3° lingua, filologia, informatica, istituzioni di linguistica, letteratura italiana, storia o geografia. Materie affini in ambito storico, geografico, artistico, filosofico, letterario, sociologico e variamente culturale, secondo il curriculum scelto. Laboratori: informatica, italiano. Ambiti occupazionali Il laureato potrà lavorare in istituti di cultura, biblioteche, nel campo dell’editoria e del giornalismo, nelle organizzazioni internazionali, nel turismo culturale e nella comunicazione. Potrà proseguire gli studi nel corso magistrale e impegnarsi nella ricerca pubblica e privata, nonché nella docenza nel campo delle lingue e civiltà straniere.

60


Logopedia abilitante alla professione sanitaria di Logopedista classe SNT/2 - professioni sanitarie della riabilitazione

3 Sede Padova

Caratteristiche e finalità L’attività del Logopedista è volta all’educazione, ri-educazione, abilitazione e ri-abilitazione di tutti i disturbi della voce, della parola, del linguaggio orale e scritto, dei disturbi dell’apprendimento e degli handicap comunicativi. Il laureato in logopedia sa distinguere i disturbi del linguaggio e della comunicazione in età evolutiva, adulta e senile, è in grado di valutare il deficit, sa affrontare la patologia con gli strumenti adeguati e verificare i risultati dell’intervento riabilitativo. Realizza interventi di educazione, prevenzione e terapia, per l’autogestione del disturbo da parte del paziente. Impara a interagire e collaborare con altre figure professionali per programmare e gestire interventi riabilitativi in équipe.

LMN

Accesso programmato

Materie di studio Anatomia umana e dell’apparato pneumo-fonoarticolatorio e uditivo, audiologia, biologia applicata, organizzazione sanitaria, filosofia e teoria dei linguaggi, fisica applicata, fisiologia (generale e dell’apparato pneumofonoarticolatorio e uditivo), fonetica, fonologia, foniatria, genetica medica, geriatria, glottologia, informatica, inglese scientifico, linguistica (generale e applicata), logopedia (generale, dei disturbi cognitivo-linguistici generali, delle disartrie e dell’afasia, nei disturbi comunicativo-linguistici conseguenti a sordità, nei disturbi di linguaggio secondari e nei disturbi di linguaggio specifici e dell’apprendimento, nella patologia vocale, nella patologia delle funzioni orali, nella patologia della fluenza verbale), bioetica e medicina legale, metodologie e strumenti di valutazione logopedica, musicoterapia, neuroanatomia, neurochimica, neurofisiologia, neuropsichiatria infantile, neuropsicologia (generale e dell’età evolutiva), otorinolaringoiatria, chirurgia maxillo-facciale, patologia generale, pediatria generale e specialistica, pragmatica, psicologia (clinica e dell’handicap), psicologia generale, psicologia dello sviluppo e dell’educazione, psicolinguistica, psicometria, psicomotricità, semantica e lessicologia, scienze della prevenzione e dei servizi sanitari, semiotica, sociolinguistica,

61


sociologia della comunicazione, statistica medica, teorie logopediche. Laboratori di informatica e linguistici. Il tirocinio è parte integrante della formazione. Ambiti occupazionali Il laureato in Logopedia svolgerà la sua attività professionale in strutture sanitarie, pubbliche o private, nel settore della ricerca, della didattica e della consulenza professionale, come dipendente o come libero professionista.

62


Matematica classe L35 - scienze matematiche

3 Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Padova

Materie di studio Algebra, analisi matematica, reale e complessa, analisi numerica, astronomia, calcolo delle probabilità, curve algebriche piane, equazioni differenziali, finanza matematica, fisica, fisica matematica, geometria, geometria differenziale, informatica, inglese, introduzione alla teoria dei codici, laboratorio computazionale, logica, logica per l’informatica, matematica per l’economia, meccanica analitica, metodi numerici per l’analisi dati, modelli fisico matematici, probabilità e statistica, programmazione, programmazione matematica, ricerca operativa, superficie di Riemann, statistica matematica, teoria di Galois, topologia.

LMN

Caratteristiche e finalità Il corso fornisce una solida preparazione di base nelle discipline matematiche, offrendo la possibilità allo studente di conoscere la formulazione moderna di tali discipline e di entrare in contatto con vari aspetti della materia, sia generali e metodologici che applicativi. Di ciascun ambito vengono in particolare approfonditi gli aspetti metodologici, al fine di evitare l’obsolescenza delle competenze acquisite. Alla conoscenza delle materie di ambito matematico, si affianca la preparazione in ambito fisico e informatico.

Ambiti occupazionali I laureati possono svolgere attività professionale nel campo della diffusione della cultura scientifica, della ricerca, del supporto modellistico-matematico e computazionale ad attività industriali, dei servizi informatici, economici e finanziari, anche nella pubblica amministrazione.

63


Mediazione linguistica e culturale classe L12 - mediazione linguistica (Lettere e Filosofia, Scienze Politiche)

3 Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso forma una figura professionale in possesso delle competenze linguistiche, economiche, giuridiche, sociologiche e culturali necessarie a svolgere una funzione interlinguistica. Fornisce competenze linguistiche e la capacità di tradurre in due lingue straniere, oltre a una buona conoscenza delle relative culture. È possibile studiare anche una terza lingua e letteratura. Lo studente può scegliere tra le seguenti lingue e letterature: anglo-americano, francese, inglese, nederlandese, neogreco, portoghese-brasiliano, romeno, spagnolo, tedesco, ungherese, russo, polacco, ceco e slovacco, serbo e croato, sloveno. Materie di studio Lingua 1 e 2 (e a scelta 3), letteratura e cultura 1 e 2 (e a scelta 3), letteratura italiana, istituzioni di linguistica, mediazione linguistica 1 e 2 (e a scelta 3), informatica. Materie affini in ambito giuridico, economico, sociologico, storico, geografico, secondo il curriculum scelto. Laboratori: informatica, italiano. Ambiti occupazionali Il laureato potrà lavorare come assistente linguistico per le attività produttive e per la pubblica amministrazione; come mediatore interculturale nei servizi culturali, nei servizi pubblici, nelle organizzazioni internazionali; come esperto in comunicazione interlinguistica; come traduttore nell’industria culturale e nei servizi pubblici.

64


Medicina e chirurgia laurea magistrale a ciclo unico classe LM41- medicina e chirurgia

6 Accesso programmato nazionale

Sede Padova

Materie di studio Anatomia umana e patologica, biologia, chimica biologica e biologia molecolare, chimica e propedeutica biochimica, chirurgia generale, diagnostica per immagini, emergenze medico-chirurgiche, farmacologia, fisica e biofisica, fisiologia umana, fisiopatologia generale e medica, genetica, immunologia, inglese scientifico, interazione con le professioni sanitarie, istologia ed embriologia, malattie degli oargani di senso, malattie dell’apparato locomotore, medicina di comunità, medicina di laboratorio, medicina e sanità pubblica e degli ambienti di lavoro, scienze medico-legali, specialità medico-chirurgiche, medicina interna, metodologia clinica, microbiologia, neurologia, ostetricia e ginecologia, patologia generale, pediatria, psichiatria, scienze umane, statistica medica e metodologia epidemiologica. Tirocini professionalizzanti in chirurgia, diagnostica per immagini, emergenze medico-chirurgiche, ginecologia, medicina interna, pediatria, medicina di laboratorio.

LMN

Caratteristiche e finalità Lo studente acquisisce una approfondita conoscenza del corpo umano e impara a individuare le cause di malattia, a riconoscerne i sintomi e a proporre le cure e gli interventi idonei alla situazione del paziente. Conosce i farmaci e le sostanze tossiche, padroneggiandone i meccanismi d’azione e le modalità d’impiego a scopo terapeutico. Acquisisce la capacità di avvalersi di strumenti ed esami diagnostici e di interpretarne i risultati. Impara ad agire nel rispetto delle norme deontologiche e secondo principi di responsabilità professionale.

Ambiti occupazionali La principale occupazione per il laureato in medicina è l’esercizio della professione medica nelle strutture ospedaliere pubbliche, negli istituti di cura privati, come libero professionista, nei laboratori di analisi. Si diventa medico superando l’esame di Stato di abilitazione alla professione dopo tre mesi di tirocinio professionalizzante. Per diventare medico di medicina generale è necessaria la frequenza di un ulteriore corso triennale in medicina generale, mentre per diventare medico specialista si deve frequentare una scuola di specializzazione, della durata di cinque o sei anni. Altri ambiti lavorativi sono l’attività di ricerca nell’industria chimico-farmaceutica, l’informazione scientifica per conto dell’industria farmaceutica, l’attività organizzativo-direttiva negli ospedali e nelle USL, l’attività di prevenzione e controllo igienico dell’ambiente. 65


Medicina Veterinaria corso di laurea magistrale a ciclo unico classe LM42 - medicina veterinaria

5 Accesso programmato nazionale

Sede Legnaro (PD)

Caratteristiche e finalità Lo studente, oltre ad acquisire un bagaglio culturale scientifico, studia l’epidemiologia, la prevenzione, la terapia delle malattie infettive e parassitarie degli animali, per valutarne lo stato di salute e curarli, anche intervenendo chirurgicamente; sa valutare la qualità, l’igiene e le eventuali alterazioni degli alimenti di origine animale che possono pregiudicare la salute dell’uomo e ne conosce i processi di trasformazione e produzione; studia la nutrizione e l’alimentazione animale, le tecnologie di allevamento e l’impatto di quest’ultimo sull’ambiente. Sono parte integrante del corso i tirocini pratico-applicativi in varie discipline. Materie di studio Anatomia patologica veterinaria (generale e speciale), anatomia veterinaria, biochimica, biologia molecolare, chirurgia veterinaria, clinica chirurgica veterinaria, clinica della riproduzione, clinica medica, epidemiologia veterinaria, fisica medica e metodologie di analisi del rischio, fisiologia ed etologia veterinaria, fisiologia generale e speciale veterinaria, igiene e tecnologia degli alimenti di origine animale, ispezione e controllo dei prodotti alimentari di origine animale, istologia ed embriologia veterinaria, microbiologia e immunologia veterinaria, miglioramento genetico animale, nutrizione e alimentazione animale, ostetricia e patologia della riproduzione, parassitologia veterinaria, parassitologia, patologia generale veterinaria, patologia medica e legislazione veterinaria, qualità delle produzioni, tecniche di allevamento degli animali in produzione zootecnica, terapia e radiologia, zoologia. Alcuni di questi insegnamenti sono erogati in lingua inglese, per informazioni consultare il sito www.veterinaria.unipd.it > offerta didattica. Ambiti occupazionali I laureati lavoreranno nel servizio sanitario nazionale, nell’industria zootecnica, dei mangimi, di trasformazione degli alimenti di origine animale, in enti di ricerca e in enti per la tutela dell’ambiente; potranno inoltre esercitare la libera professione.

66


Odontoiatria e protesi dentaria laurea magistrale a ciclo unico classe LM46 - odontoiatria e protesi dentaria

6 Accesso programmato nazionale

Sede Padova

Materie di studio Anatomia (generale, patologica, dell’apparato stomatognatico), anestesiologia, biochimica, biochimica clinica e biologia molecolare clinica, biologia, chimica, chirurgia (generale, maxillo-facciale, orale), deontologia, diagnostica per immagini, embriologia, endodonzia, farmacologia, fisica medica, fisiologia, gnatologia, igiene generale e applicata, implantologia, informatica, istologia, malattie dell’apparato cardiovascolare, materiali dentari, medicina interna, medicina legale, metodologia epidemiologica, microbiologia, neurologia, odontoiatria (preventiva, conservativa e comunitaria), ortodonzia, otorinolaringoiatria, parodontologia, patologia generale, patologia e medicina orale, pedodonzia, protesi rimovibile e fissa, statistica medica, terapia odontostomatologica integrata.

OPQ

Caratteristiche e finalità Lo studente apprende le conoscenze mediche e le competenze tecniche per svolgere attività di prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione legate alle malattie e, più in generale, ai problemi di salute della bocca e dei denti. Studia le scienze di base, i principi generali della medicina, l’anatomia e la fisiopatologia; approfondisce la conoscenza dei biomateriali, dei farmaci, delle tecniche diagnostiche e di intervento.

Ambiti occupazionali Il laureato, per esercitare la professione di odontoiatra, dovrà superare l’esame di Stato per l’abilitazione professionale. Lavorerà principalmente come libero professionista oppure in ospedali e ambulatori pubblici.

67


Ortottica e assistenza oftalmologica abilitante alla professione sanitaria di Ortottista e assistente di oftalmologia classe SNT/2 - professioni sanitarie della riabilitazione

3 Accesso programmato

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso di laurea ha lo scopo di formare operatori sanitari in grado di effettuare analisi e valutazioni strumentali della funzione delle strutture oculari, oltre che di svolgere attività dirette alla prevenzione, alla cura, alla riabilitazione dei difetti della funzione visiva. Il corso insegna gli elementi fondamentali di anatomia e fisiologia oculare. Si studiano in particolare le alterazioni dell’apparato visivo e si approfondisce la conoscenza delle tecniche, anche strumentali, per la correzione dei disturbi motori e sensoriali della visione. Materie di studio Ambliopia, ametropie e loro correzioni, anatomia (umana e oculare), basi anatomofunzionali della visione, biochimica, biologia applicata, cataratta e glaucomi, chimica, chirurgia e assistenza oftalmica, contattologia, deviazioni incomitanti e torcicollo e nistagmo, diritto degli enti locali e pubblico, ecografia, elettrofisiologia, embriologia generale e oculare, ergoftalmologia, etica e deontologia medica, farmacologia oculare, fisica generale, fisiologia generale e oculare, fisiopatologia (del segmento posteriore, dell’orbita, degli annessi e del segmento anteriore), fluorangiografia, genetica, igiene ed educazione sanitaria, informatica e informatica medica, inglese scientifico, ipovisione e rieducazione, istologia, medicina (del lavoro, interna, legale), metodologia ortottica, motilità oculare e deviazioni concomitanti, neuroftalmologia, neurologia, oftalmologia pediatrica, organizzazione aziendale, ottica, patologia della visione binoculare, perimetria, programmazione e organizzazione dei servizi sanitari, psicologia dello sviluppo e psicologia medica, psicopatologia generale, semeiotica e semeiotica strumentale corneale, senso cromatico e luminoso, statistica, tonometria, traumatologia oculare, utilizzazione delle metodiche diagnostiche in elettrofisiologia. Sono previsti tirocini formativi e mirati, laboratori linguistici. Ambiti occupazionali L’Ortottista opera nel settore della prevenzione, cura e riabilitazione dei difetti della funzione visiva in età evolutiva, adulta e geriatrica. Lavora in strutture sanitarie, pubbliche o private, come dipendente o come libero professionista.

68


Ostetricia abilitante alla professione sanitaria di Ostetrica/o classe SNT/1 - professioni sanitarie, infermieristiche e professione sanitaria ostetrica

3 Accesso programmato

Sede Padova Rovigo Treviso Vicenza

Materie di studio Anatomia umana e patologica, anestesiologia, biologia, biochimica, chirurgia generale, diritto del lavoro, economia applicata, endocrinologia, farmacologia, filosofia morale, fisica applicata , fisiologia, ginecologia e ostetricia: (oncologica, endocrinologica, fisiopatologia della riproduzione umana, medicina fetale, medicina dell’età prenatale) igiene generale e applicata, informatica, istologia, lingua e traduzione - lingua inglese, linguistica multiculturale, malattie infettive, medicina del lavoro, medicina interna, medicina legale, oncologia medica, microbiologia, patologia generale, patologia clinica, pediatria generale e specialistica (neonatologia, pediatria preventiva e sociale), psicologia, psicologia clinica, psicologia dello sviluppo e psicologia dell’educazione, scienze infermieristiche ostetrico-ginecologiche, statistica medica, storia della medicina, urologia. Sono previsti tirocini.

OPQ

Caratteristiche e finalità Il corso prepara a condurre e portare a termine parti naturali e indotti; a prestare assistenza al neonato e alla donna, nel periodo della gravidanza, durante e dopo il parto. Lo studente acquisisce le competenze necessarie alla preparazione degli interventi ginecologici e a prestare assistenza durante la loro esecuzione; collabora nella prevenzione e accertamento dei tumori della sfera genitale femminile; impara a individuare situazioni potenzialmente patologiche che richiedono l’intervento medico e a praticare eventuali misure di emergenza.

Ambiti occupazionali I laureati lavorano in strutture sanitarie, pubbliche o private, come dipendenti o liberi professionisti. All’attività di assistenza sanitaria possono affiancare interventi di educazione sanitaria e sessuale in ambito familiare e sociale, attività di docenza nei corsi, formazione del personale di supporto, collaborazione ad attività di ricerca.

69


Ottica e optometria classe L30 - scienze e tecnologie fisiche

3 Accesso programmato

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso fornisce allo studente competenze scientifiche e tecniche per utilizzare le strumentazioni ottiche; conoscenze biomediche di base, utili per comprendere le conseguenze che possono derivare dall’uso della strumentazione per la misura e la correzione dei difetti della vista; nozioni di fisica, matematica e informatica, con particolare attenzione all’ambito operativo professionale. Materie di studio Anatomofisiologia oculare, biologia, chimica, epidemiologia, biostatistica, igiene e sicurezza in optometria, farmacologia e tossicologia oculare, fisica ed applicazione dei laser, fisica sperimentale, fisiopatologia oculare e umana, inglese, matematica, morfologia umana, ottica geometrica, ottica oftalmica e della/per la contattologia, ottica visuale, psicologia e psicofisica della visione, strumenti ottici e loro evoluzione storica, struttura della materia, tecniche fisiche per l’optometria. Laboratori: fisica e informatica, contattologia, ottica optometria. Ambiti occupazionali Il laureato potrà lavorare nell’ambito della ricerca, dell’industria e del commercio, occupandosi di strumentazioni ottiche, di lenti oftalmiche e a contatto, oppure come professionista o imprenditore nel settore.

70


Progettazione e gestione del turismo culturale classe L15 - scienze del turismo

3 Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Padova

Materie di studio Archeologia (cristiana, greca e romana, medievale), archeologia e storia dell’arte del vicino oriente antico, architettura del paesaggio, cartografia, civiltà dell’Italia preromana, diritto dei beni culturali e del turismo, drammaturgia antica, economia applicata al turismo, economia e marketing del turismo, etnologia, etruscologia, geografia (culturale, rurale, dell’ambiente e del paesaggio), letteratura italiana (moderna e contemporanea), lingua (inglese, francese, spagnola, tedesca), metodologie e tecniche della ricerca archeologica, metodologie informatiche per l’organizzazione dei servizi turistici, museologia, numismatica, paletnologia, psicologia generale e cognitiva, sociologia, statistica per il turismo, storia (economica, greca, romana, medievale, moderna, contemporanea, del cristianesimo, del teatro e dello spettacolo, dell’architettura, della filosofia, della musica, delle religioni), storia dell’arte (contemporanea, medievale, moderna), storia e critica del cinema, storia e tecnica della fotografia, topografia dell’Italia antica.

OPQ

Caratteristiche e finalità Alla formazione nei settori economico, aziendale, statistico e giuridico, si affianca una solida preparazione in campo storico e storico-artistico, psicologico e sociologico, geografico e linguistico, con un’attenzione particolare al territorio e alle sue connotazioni culturali. Ampio spazio è dato alle attività formative di tipo applicativo: i laureati sapranno analizzare il mercato turistico, progettare pacchetti turistici, valorizzare le specifiche risorse territoriali, realizzare e monitorare percorsi turistici per le diverse esigenze.

Ambiti occupazionali Il laureato potrà lavorare come operatore turistico-culturale progettando e organizzando attività socio-culturali, consulenze, didattica, promozione, animazione. Lavorerà presso enti pubblici, uffici stampa, siti archeologici, naturalistici e ambientali, nei musei, nelle scuole e nell’industria del turismo (agenzie, strutture ricettive), nell’editoria e in generale nei servizi (banche, fiere, istituti assicurativi, agenzie pubblicitarie).

71


Riassetto del territorio e tutela del paesaggio classe L21 - scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale

3 Curricula • Paesaggio, parchi e giardini • Tutela e riassetto del territorio

Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Legnaro (PD)

Caratteristiche e finalità Il corso forma professionisti che padroneggiano completamente le attività e le problematiche legate alla valorizzazione e protezione del territorio e del paesaggio. L’articolazione in due curricula consente di approfondire le conoscenze indispensabili nei diversi ambiti lavorativi offerti ai laureati. Materie di studio Curriculum Paesaggio parchi e giardini. Istituzioni di economia (agraria, forestale e ambientale), matematica, chimica generale e inorganica e organica, geomorfologia e geografia fisica, fisica, biologia generale, ecologia e pianificazione territoriale, agronomia generale e territoriale, disegno, biodiversità vegetale, piante ornamentali, idraulica e idrologia, entomologia delle piante ornamentali, patologia delle piante ornamentali, progettazione delle aree verdi, irrigazione e drenaggio, inerbimenti, tappeti erbosi e tetti verdi, estimo territoriale e ambientale. Curriculum Tutela e riassetto del territorio. Istituzioni di economia (agraria, forestale e ambientale), matematica, chimica generale e inorganica e organica, geomorfologia e geografia fisica, fisica, biologia generale, ecologia e pianificazione territoriale, agronomia generale e territoriale, topografia, cartografia numerica e sit, indicatori per la gestione dell’ambiente e del paesaggio, idraulica e idrologia, stabilità e consolidamento dei pendii, sistemazione dei bacini idrografici, tutela del paesaggio agricolo e forestale e riassetto idraulico del territorio, direzione lavori e cantieristica, composizione architettonica, estimo territoriale e ambientale. Attività comuni ai due curricula: esami a scelta, statistica applicata, lingua inglese, tirocinio. Ambiti occupazionali Il laureato sarà in grado di compiere analisi e interventi sul paesaggio e le strutture territoriali e ambientali, utilizzando le più recenti tecnologie di rilevamento e rappresentazione dei dati. Potrà inoltre occuparsi di programmazione, progettazione, costruzione, gestione e valutazione nell’ambito dell’ambiente e del paesaggio. Il laureato può sostenere l’esame di abilitazione all’esercizio della professione di geometra laureato, agronomo e forestale juniores, pianificatore junior, perito agrario laureato e agrotecnico laureato.

72


Scienza dei materiali classe L27 - scienze e tecnologie chimiche

3 Accesso programmato

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso fornisce allo studente una preparazione di base interdisciplinare, a cavallo tra la fisica, la chimica e alcuni ambiti dell’ingegneria. Insegna inoltre ad utilizzare il metodo scientifico di indagine e a costruire e verificare modelli, considerando anche i problemi di applicazione. Lo studente impara ad operare nei laboratori di ricerca, nel settore del controllo, analisi e supporto scientifico alle attività di produzione e d’impiego dei materiali, oltre che nella diffusione della cultura scientifica. Conosce le modalità di analisi e produzione di materiali innovativi.

Ambiti occupazionali Il laureato potrà svolgere il ruolo di operatore in laboratori di ricerca e sviluppo di nuovi materiali in aziende manifatturiere di prodotti ad alto contenuto tecnologico, in reparti di controllo di materie prime e semilavorati, di qualità e certificazione dei prodotti.

RST

Materie di studio Chimica (generale, inorganica e organica, dello stato solido, analitica dei materiali), chimica fisica (dei materiali, struttura quantistica e dinamica delle molecole, termodinamica), fisica (generale, dello stato solido, quantistica della materia), matematica, informatica e calcolo numerico, cristallografia, scienza dei materiali polimerici, vetrosi metallici e ceramici, biochimica, economia e organizzazione aziendale, inglese, fisica dei plasmi, selezione e progettazione dei materiali, tecniche per il vuoto e film sottili. Laboratori: chimica generale, organica e inorganica; fisica generale e dei materiali; preparazione e caratterizzazione dei materiali.

73


Scienze dell’educazione e della formazione classe L19 - scienze dell’educazione e della formazione

3 Curricula • formazione e sviluppo delle risorse umane • scienze dell’educazione

Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso prepara nei fondamentali ambiti di studio e di ricerca educativi, dal punto di vista teorico e applicativo, con approccio largamente interdisciplinare. Dopo il primo anno comune, il corso si articola in due curricula ben distinti. Il curriculum in Formazione e sviluppo delle risorse umane è più decisamente professionalizzante e prepara il formatore nelle imprese, nei servizi e nelle pubbliche amministrazioni; lo studente impara ad analizzare i bisogni formativi dei contesti lavorativi e organizzativi e a progettare, gestire e valutare i processi formativi, anche usando tecnologie multimediali e sistemi di insegnamento a distanza. Il curriculum in Scienze dell’educazione si concentra su obiettivi di tipo metodologico e generale: prepara ad analizzare problematiche e a gestire interventi educativi; permette di acquisire i crediti necessari per l’accesso, dopo la laurea, alla specializzazione per l’insegnamento nella scuola secondaria superiore (filosofia, scienze dell’educazione, psicologia e storia). Sono previste attività di tirocinio, anche con soggiorni all’estero. Materie di studio Competenze informatiche di base, didattica generale, lingua inglese, geografia umana, pedagogia generale e sperimentale, psicologia generale e sociale, sociologia generale e dell’educazione, storia moderna, storia della filosofia. Curriculum Formazione e sviluppo delle risorse umane: diritto del lavoro, economia aziendale e organizzazione delle risorse umane, educazione degli adulti e formazione continua, etica sociale, metodologia della formazione, pedagogia del lavoro e delle organizzazioni, psicologia del lavoro e delle organizzazioni, sociologia del lavoro e dei sistemi organizzativi, statistica sociale, storia della pedagogia del lavoro, tecnologia della formazione (in presenza e a distanza). Curriculum Scienze dell’educazione: filosofia del linguaggio, pedagogia speciale, pedagogia interculturale, progettazione didattica, psicologia dello sviluppo e dell’educazione, sociologia dei processi culturali, storia della pedagogia ed educazione comparata, storia contemporanea, storia medioevale, teoria dell’argomentazione.

74


Ambiti occupazionali I laureati nel curriculum Formazione e sviluppo delle risorse umane potranno operare nell’ambito della formazione degli adulti e dello sviluppo delle risorse umane all’interno di imprese, enti pubblici e associazioni del privato

RST

sociale; potranno curare la formazione iniziale, o quella di secondo livello, post-secondaria e post-universitaria; la formazione continua on the job; il coordinamento tra sistemi formativi e mondo del lavoro e le modalità della didattica a distanza. I laureati nel curriculum Scienze dell’educazione potranno accedere, se in possesso dei crediti richiesti, alla specializzazione per l’insegnamento delle scienze umane nella scuola secondaria superiore; potranno lavorare in ambito educativo e a supporto di processi formativi, presso le istituzioni, gli enti e le cooperative che collaborano con la scuola in progetti didattici mirati; potranno lavorare anche nell’editoria scolastica ed educativa, nella divulgazione didattica e formativa, nell’industria che produce strumenti didattici.

75


Scienze dell’educazione e della formazione classe L19 - scienze dell’educazione e della formazione

3 Curricula • educazione della prima infanzia • educazione sociale e animazione culturale

Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Rovigo

Caratteristiche e finalità Il corso fornisce conoscenze, abilità e competenze per elaborare, realizzare, gestire e valutare progetti educativi orientati agli interventi sociali e di comunità, sia nel settore pubblico che nel privato. Dopo il primo anno comune il corso propone due curricula ben distinti, entrambi nettamente professionalizzanti. Il curriculum in Educazione della prima infanzia insegna allo studente a progettare ambienti e interventi educativi con i bambini da 0 a 3 anni, mettendosi in relazione con le famiglie e con gli altri operatori della comunità locale. L’attività didattica prevede anche seminari, laboratori, escursioni sul territorio e un tirocinio. Il curriculum in Educazione sociale e animazione culturale prepara al lavoro nei servizi socio-educativi e socio-sanitari, a contatto con minori, anziani, disabili, giovani in difficoltà, immigrati e nel settore dell’animazione culturale e ambientale. Materie di studio Geografia umana, informatica, inglese, metodologia della ricerca pedagogica, pedagogia (generale, sociale e interculturale), psicologia generale e sociale, sociologia generale e dell’educazione, storia della filosofia e istituzioni di etica, storia sociale, programmazione e valutazione degli interventi educativi. Curriculum Educazione della prima infanzia: educazione (al corpo e al movimento, al suono e alla musica, all’immagine e ai linguaggi non verbali, al linguaggio verbale), igiene ed educazione alla salute, osservazione dei processi di sviluppo e del comportamento infantile, neuropsichiatria infantile, pedagogia della famiglia, pediatria di comunità, psicologia dello sviluppo e delle relazioni familiari, sociologia del lavoro di rete e di comunità, teoria e pratica della lettura e della narrazione per la prima infanzia. Storia dell’educazione infantile: famiglia, nido, scuola materna. Curriculum Educazione sociale e animazione culturale: antropologia culturale, educazione (ambientale, museale e ai media), educazione alla lettura e gestione della biblioteca, legislazione minorile, metodologia della formazione, tecniche del lavoro di gruppo e dell’animazione culturale, metodologia del teatro e dello spettacolo, psichiatria, psicologia di comunità, sociologia (della devianza, dei servizi sociali), storia moderna e contemporanea, storia delle istituzioni educative ed educazione comparata, teorie e pratiche della comunicazione educativa.

76


Ambiti occupazionali I laureati nel curriculum Educazione della prima infanzia potranno operare nei servizi educativi (asili nido e nuovi servizi per la prima infanzia) e socioeducativi rivolti ai bambini e alle loro famiglie.

RST

I laureati del curriculum Educazione sociale e animazione culturale potranno lavorare nelle strutture pubbliche e private che gestiscono servizi sociali e socio-sanitari, comunitĂ  alloggio residenziali per chi ha problemi di dipendenza, per disabili, minori in situazioni di allontanamento; potranno anche occuparsi di servizi culturali, ricreativi, sportivi e di educazione territoriale o ambientale.

77


Scienze della formazione primaria abilitante all’insegnamento nella scuola dell’infanzia e primaria laurea magistrale a ciclo unico (5 anni) classe LM85 bis - scienze della formazione primaria (Scienze della Formazione di Padova, Università di Verona) Accesso programmato*

5

Sede Padova Verona

Caratteristiche e finalità Il corso di laurea in Scienze della formazione primaria, unico per tutto il Veneto, sarà attivo secondo il nuovo ordinamento dall’anno accademico 2011/12. Il piano di studi, comune per il profilo professionale dell’insegnante di scuola dell’infanzia e di scuola primaria, ha durata quinquennale e si propone di fornire strumenti teorici e metodologico-didattici funzionali alla conduzione dei processi di insegnamento e di apprendimento. Il percorso formativo mira a far acquisire competenze disciplinari, psico-pedagogiche, didattiche, relazionali e organizzative. Prevede inoltre l’acquisizione di competenze linguistiche in inglese a livello B2 e competenze digitali. Il piano di studi Il piano di studi si articola in attività formative di base e attività caratterizzanti di area 1 e 2. Le prime si riferiscono ai saperi di base della professione docente e comprendono discipline pedagogiche, psicologiche, didattiche e sociologiche. Le attività formative caratterizzanti di area 1 includono le discipline matematiche, scientifiche (chimiche, fisiche, ecologiche e biologiche), linguistiche, letterarie, storiche, geografiche, delle attività motorie, delle arti visive e musicali. Le attività formative caratterizzanti di area 2 riguardano insegnamenti diretti a promuovere l’accoglienza degli alunni con disabilità: in particolare, didattica e pedagogia speciale, psicologia clinica, dello sviluppo e dell’educazione, discipline giuridiche e igienico-sanitarie. I laboratori e il tirocinio Sono parte integrante del piano di studi le attività di laboratorio e di tirocinio diretto e indiretto. Prevedono entrambe la frequenza obbligatoria. Le attività di laboratorio si svolgono per piccoli gruppi e in forma intensiva in quattro periodi definiti dell’anno accademico. Il tirocinio è effettuato nelle scuole primarie e dell’infanzia della Regione ed è seguito da tutor, insegnanti in servizio appositamente selezionati. La prova finale consiste nell’elaborazione e nella discussione della tesi e della relazione finale di tirocinio. La laurea costituisce titolo abilitante per l’insegnamento nella scuola dell’infanzia e nella scuola primaria. Conseguimento del titolo di specializzazione per il sostegno didattico agli alunni con disabilità: a conclusione del quinquennio, è data la possibilità agli studenti che lo desiderino, di effettuare un’annualità aggiuntiva per conseguire il titolo di specializzazione per l’insegnamento agli alunni con disabilità. * È previsto un test d’accesso con quesiti di cultura generale predisposto a livello nazionale.

78


Scienze e cultura della gastronomia e della ristorazione classe L26 - scienze e tecnologie alimentari (Agraria, Economia, Lettere e Filosofia)

Accesso programmato

3

Sede Legnaro (PD)

Caratteristiche e finalità Il corso si propone di fornire conoscenze e formare capacità professionali che garantiscano una visione completa delle attività e delle problematiche legate ai settori della gastronomia e della ristorazione. In particolare lo studente impara a ricoprire il ruolo di assistente del direttore di un ristorante, di una azienda di catering o di produzioni tipiche, e dovrà essere capace di integrare competenze tecniche con conoscenze economiche e culturali.

Ambiti occupazionali L’attività professionale del laureato si svolgerà principalmente nei settori della ristorazione e gastronomia, in tutte le aziende ed enti di promozione e valorizzazione di prodotti e nelle imprese che operano nei settori legati alla comunicazione e al marketing di prodotti ed eventi di natura gastronomica.

RST

Materie di studio Matematica e informatica applicata, chimica applicata, biologia applicata, summer school 1 e 2, cultura e simbologia dei cibi, tecnologie gastronomiche, laboratorio di tecnologie gastronomiche, haccp e impiantistica, alimenti di origine animale, alimenti di origine vegetale, microbiologia degli alimenti, valutazione nutrizionale, ispezione degli alimenti, istituzioni di economia politica, istituzioni di diritto e diritto alimentare, economia aziendale, italian food, cuisine and diets, human resources management. Alternativi tra loro (uno su cinque): storia dell’agricoltura e dell’alimentazione, business plan, marketing, global history of food, antropologia dei comportamenti alimentari. Altre attività: esami a scelta, lingua inglese, tirocinio.

79


Scienze e tecniche psicologiche classe L24 - scienze e tecniche psicologiche

3 Accesso programmato

Sede in teledidattica

Caratteristiche e finalità Il corso forma figure competenti nelle materie psicologiche, con un’adeguata padronanza degli strumenti metodologici e tecnici per l’intervento psicologico-sociale, e professionisti capaci di analizzare il contesto ambientale, tecnologico, organizzativo, sociale in materia di lavoro, anche attraverso l’uso di tecniche qualitative e quantitative per la raccolta dati. I laureati saranno in grado di lavorare in équipe nella formazione e nell’orientamento e di collaborare alla progettazione, realizzazione e valutazione di interventi e processi di innovazione organizzativa, specie nella comunicazione e interazione sociale, all’interno di organizzazioni e istituzioni. Le lezioni si svolgono in teledidattica secondo le innovative modalità dell’e-learning. Materie di studio Gli insegnamenti di base, comuni a tutte le lauree triennali di Psicologia, comprendono i fondamenti della psicologia, con insegnamenti dei settori psicologici, e la formazione interdisciplinare, con insegnamenti dei settori non psicologici. Le attività caratterizzanti, che appartengono a settori psicologici, sono specifiche per ciascun corso di laurea: comunicazione e persuasione, gruppi e influenze sociali, linguaggio e comunicazione, psicologia clinica, psicologia del lavoro e delle organizzazioni, psicologia dinamica, psicologia della formazione e dell’orientamento, psicologia di comunità, psicologia della personalità e delle differenze individuali, tecniche dell’intervista e del questionario. Ambiti occupazionali I laureati potranno operare in agenzie che conducono ricerche su consumi, pubblicità e opinioni, in enti pubblici e aziende private, nelle cooperative che lavorano nel privato sociale per attività di ricerca, consulenza, formazione, sviluppo organizzativo o presso le direzioni risorse umane.

80


Scienze e tecnologie agrarie classe L25 - scienze e tecnologie agrarie e forestali

3 Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Legnaro (PD)

Caratteristiche e finalità Il corso fornisce conoscenze che garantiscono una gestione completa delle attività e delle problematiche relative alle produzioni agrarie, vegetali e animali, e del vivaismo ortofrutticolo. Ha lo scopo, inoltre, di formare figure professionali in grado di intervenire negli ambiti della sicurezza, della qualità e della salubrità delle produzioni e dell’agrosistema, con la riduzione degli sprechi e dell’impatto ambientale in un’ottica di sostenibilità. Conciliando gli aspetti di economia agraria ed etica, il corso fornisce, infine, le conoscenze fondamentali per la gestione della distribuzione e commercializzazione dei prodotti vegetali e zootecnici.

Ambiti occupazionali Il laureato può svolgere, a un livello di elevata qualificazione, mansioni organizzative e tecnico-gestionali nella filiera agroalimentare, nella commercializzazione dei prodotti, nella produzione di beni e servizi per l’agricoltura e la grande distribuzione. Inoltre può svolgere compiti all’interno dei numerosi organismi pubblici (regioni, province, comuni, consorzi, autorità territoriali, agenzie) e privati (studi, aziende) che si occupano di agricoltura e degli aspetti ecologico-ambientali connessi con l’attività agricola. Il laureato può sostenere l’esame di abilitazione all’esercizio della professione di dottore agronomo e dottore forestale junior, perito agrario laureato e agrotecnico laureato.

RST

Materie di studio Matematica, chimica generale e inorganica, biologia, chimica organica e biochimica, istituzioni di economia (agraria, forestale e ambientale), fisica, microbiologia agraria, pedologia e chimica del suolo, nutrizione e alimentazione animale, genetica agraria, agronomia generale, coltivazioni arboree e orticoltura, entomologia agraria, allevamenti zootecnici, meccanica agraria, economia ed estimo dell’azienda agraria, coltivazioni erbacee, patologia vegetale. Altre attività: esami a scelta, statistica applicata, lingua inglese, tirocinio.

81


Scienze e tecnologie alimentari classe L26 - scienze e tecnologie alimentari

3 Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Legnaro (PD)

Caratteristiche e finalità Il corso garantisce una visione completa delle attività e delle problematiche di alimenti e bevande dalla loro produzione al consumo, nonché la capacità di garantire la sicurezza, la qualità e l’igiene degli alimenti, di ridurre gli sprechi e l’impatto ambientale, di conciliare economia ed etica nella produzione, conservazione, trasformazione e distribuzione degli alimenti. Materie di studio Matematica, chimica generale con elementi di chimica fisica, biologia, chimica organica e biologica, produzioni animali, produzioni vegetali, fisica, operazioni unitarie dell’industria alimentare, microbiologia generale, tecnologie delle trasformazioni dei prodotti di origine vegetale, tecnologie delle trasformazioni dei prodotti di origine animale, microbiologia degli alimenti, tecnologie alimentari e analisi degli alimenti, economia e gestione delle imprese agroalimentari, ispezione degli alimenti, difesa delle derrate, protezione dei prodotti alimentari dagli artropodi, microbiologia delle fermentazioni, mercati e normative dei prodotti agroalimentari. Altre attività: esami a scelta, statistica applicata, lingua inglese, tirocinio. Ambiti occupazionali Il laureato potrà operare nell’ambito della gestione e del controllo nella produzione, conservazione, trasformazione, distribuzione e somministrazione di alimenti e bevande, con l’obiettivo del miglioramento qualitativo ed economico dei prodotti alimentari, garantendo la sostenibilità e la ecocompatibilità delle attività industriali. Opererà nelle aziende che si occupano di produzione, trasformazione, conservazione e distribuzione dei prodotti alimentari e negli enti di analisi, controllo, certificazione e indagine per la tutela delle produzioni alimentari. Lavorerà anche in aziende che forniscono materiali, impianti, coadiuvanti tecnologici, ingredienti e semilavorati per la produzione di alimenti. Il laureato può sostenere l’esame di abilitazione all’esercizio della professione di dottore agronomo e dottore forestale junior, perito agrario laureato e agrotecnico laureato.

82


Scienze e tecnologie animali classe L38 - scienze zootecniche e tecnologie delle produzioni animali (Agraria, Medicina Veterinaria)

3 Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Legnaro (PD)

Caratteristiche e finalità Il corso offre competenze nel settore dell’allevamento degli animali da reddito e di compagnia, unite a conoscenze utili per la conduzione delle aziende agro-zootecniche. Particolare attenzione è rivolta agli aspetti genetici, nutrizionali, riproduttivi, igienico-sanitari, organizzativi e gestionali che riguardano l’allevamento delle specie d’interesse zootecnico e degli animali sportivi e d’affezione. Lo studente imparerà a coniugare i più moderni criteri tecnici e produttivi con la sostenibilità, l’ecocompatibilità e la globalizzazione: questo allo scopo di trasmettere un insieme di conoscenze utili a una visione completa dell’attività delle produzioni animali, per poterla inserire in modo equilibrato e sinergico nel più ampio contesto del settore primario.

Ambiti occupazionali Il laureato si occuperà di gestione e controllo degli allevamenti di animali da reddito, sportivi e da affezione, coniugando i più moderni criteri tecnicoproduttivi con la sostenibilità, l’ecocompatibilità e la globalizzazione. L’attività professionale del laureato si svolgerà principalmente nelle aziende agro-zootecniche e nelle imprese che operano lungo le filiere di produzione degli alimenti di origine animale. Potrà operare in enti pubblici e privati che si occupano di allevamento e di produzioni animali, oltre che nelle aziende collegate alla produzione di alimenti zootecnici, materiali e impianti per gli allevamenti. Il laureato può sostenere l’esame di abilitazione all’esercizio della professione di zoonomo.

RST

Materie di studio Matematica e biomatematica, zootecnica generale e miglioramento genetico degli animali da reddito, chimica generale e inorganica e biochimica, anatomia degli animali da reddito, zoognostica, fisiologia degli animali da reddito, principi di agronomia, coltivazioni erbacee e foraggicoltura, nutrizione, alimentazione degli animali, principi di economia, tecniche di allevamento dei bovini, suinicoltura, zoocolture, macchine e impianti zootecnici, politica agricola comunitaria, tecnologie riproduttive, prevenzione delle malattie e principi di legislazione veterinaria, miglioramento genetico speciale e allevamento degli equini, elementi di biotecnologie applicate all’allevamento degli animali da reddito. Altre attività: esami a scelta, statistica applicata, lingua inglese, tirocinio.

83


Scienze e tecnologie per l’ambiente classe L32 - scienze e tecnologie per l’ambiente e la natura (Scienze Matematiche Fisiche e Naturali, Agraria)

3 Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso propone un percorso didattico a cavallo tra le scienze naturali e le scienze agrarie e forestali. Lo studente impara ad applicare il metodo scientifico-sperimentale a progetti di prevenzione e intervento nei sistemi naturali e modificati dagli esseri umani. È inoltre in grado di collaborare in attività di rilevamento, classificazione, analisi, ripristino e conservazione di esseri viventi e non, in ecosistemi naturali e artificiali, acquatici e terrestri. Sono previste attività sul campo e in laboratorio, oltre a tirocini formativi. Materie di studio Biologia animale, biologia vegetale, chimica ambientale, chimica analitica, chimica generale e inorganica e chimica fisica, chimica organica, ecologia applicata, ecologia del sistema agricoltura, ecologia generale, economia ed estimo ambientale, elementi di idrogeologia, entomologia ambientale, fisica, geochimica ambientale, introduzione alle scienze della Terra, istituzioni di matematica e statistica, microbiologia ambientale, sistemi zootecnici e ambiente. è previsto un periodo di tirocinio. Ambiti occupazionali Il laureato potrà lavorare come tecnico qualificato nelle attività ambientali presso enti e imprese di servizi che si occupano di vigilanza, controllo, monitoraggio degli esseri viventi e non, di gestione degli interventi di prevenzione e di risanamento dell’ambiente (assessorati per l’ambiente, agenzie per la protezione dell’ambiente, laboratori di ricerca pubblici e privati, imprese di servizi per l’ambiente). Nel settore agricolo si occuperà di controllo ambientale, in particolare della relazione tra la qualità del suolo, delle acque e dell’aria e le colture e gli allevamenti.

84


Scienze e tecnologie viticole ed enologiche classe L25 - scienze e tecnologie agrarie e forestali

3 Accesso programmato

Sede Conegliano (TV)

Materie di studio Matematica, chimica generale e inorganica, biologia, chimica organica e biochimica, fisica, istituzioni di economia agroalimentare, genetica e miglioramento genetico, microbiologia, viticoltura, entomologia agraria, patologia vegetale, enologia 1; alternativi (due corsi su tre): pedologia e chimica del suolo, agrometereologia e agronomia, tecnologie viticole; enologia 2, gestione, marketing e legislazione dell’impresa vitivinicola, impiantistica enologica; alternativi (uno su tre): gestione dei reflui e utilizzazioni bioenergetiche, degustazione e enografia, controllo e qualità del vino. Altre attività: esami a scelta, statistica applicata, lingua inglese, tirocinio. Ambiti occupazionali Il laureato potrà svolgere compiti di gestione e controllo nelle attività di coltivazione e produzione dell’uva, della sua trasformazione in vino e derivati, e della loro conservazione, distribuzione e somministrazione, con l’obiettivo del miglioramento costante dei prodotti della filiera vitivinicola dal punto di vista qualitativo ed economico, garantendo la massima sostenibilità ed ecocompatibilità delle attività. La sua attività professionale si svolgerà principalmente nelle aziende viticole, in quelle vitivinicole, nelle industrie enologiche, negli enti pubblici e privati che conducono attività di analisi, controllo, certificazione e indagini per la tutela e la valorizzazione delle produzioni enologiche. Il laureato

RST

Caratteristiche e finalità Il corso fornisce conoscenze e forma capacità professionali che garantiscono una visione completa delle attività e delle problematiche della vitivinicoltura. In particolare il corso considera i diversi aspetti della filiera vitivinicola, dalla coltivazione della vite, alla produzione dell’uva e alla sua trasformazione, fino al consumo di vino e dei distillati. Sono curati anche gli aspetti della sicurezza, della qualità e della salubrità dei prodotti vitivinicoli, oltre agli interventi per ridurre gli sprechi e l’impatto ambientale, per conciliare economia ed etica nella produzione, conservazione e distribuzione e per il consumo responsabile del vino e dei suoi derivati. Il corso prepara infine tecnici abilitati alla professione di enologo in Italia e in Europa.

85


potrà lavorare anche in aziende collegate alla produzione vitivinicola, che forniscono materiali, attrezzature, impianti, microrganismi, coadiuvanti e ingredienti. Il laureato può sostenere l’esame di abilitazione all’esercizio della professione di dottore agronomo e dottore forestale junior, perito agrario laureato e agrotecnico laureato.

86


Scienze farmaceutiche applicate classe L29 - scienze e tecnologie farmaceutiche

3 Accesso programmato

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso mira a formare una figura professionale che associ a una solida preparazione di base nelle discipline chimiche, fisiche e biologiche, specifiche competenze nel settore delle Scienze erboristiche, orientato alla conoscenza della filiera che porta alla gestione, al controllo di qualità e allo sviluppo delle attività di produzione, trasformazione e commercializzazione delle piante officinali e dei loro derivati. È previsto un periodo di tirocinio formativo che può essere svolto in industrie, aziende o enti esterni, sulla base di apposite convenzioni.

Ambiti occupazionali Il laureato potrà trovare lavoro in aziende di importazione e ingrosso di piante officinali e aromatiche; in aziende agricole di coltivazione di piante officinali e aromatiche; in imprese e laboratori di estrazione, trasformazione e controllo di piante officinali e aromatiche; in industrie alimentari e cosmetiche che utilizzino materie prime di origine vegetale; in aziende per la commercializzazione di preparati a base di piante officinali; in enti che certifichino la qualità dei prodotti erboristici; nella promozione e pubblicizzazione di prodotti a base di materie prime di origine vegetale.

RST

Materie di studio Analisi dei principi attivi delle piante medicinali e aromatiche, anatomia umana con elementi di biologia, biochimica agraria, biochimica, biologia vegetale e fitochimica, botanica farmaceutica, chimica generale e inorganica, chimica degli alimenti e dei prodotti dietetici, chimica dei prodotti cosmetici, chimica organica, controllo quali-quantitativo delle piante medicinali, aromatiche e loro derivati, economia e marketing, farmacognosia, farmacologia, fisica e matematica, fisiologia umana, informatica, legislazione delle droghe vegetali, microbiologia, patologia generale, produzione e difesa delle specie medicinali e aromatiche, tossicologia e analisi farmacognostiche.

87


Scienze geologiche classe L34 - scienze geologiche

3 Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Lo studente, grazie anche a numerose attività di laboratorio, conosce i processi chimici, fisici, biologici e geologici che hanno determinato e determinano l’evoluzione superficiale e profonda del pianeta Terra. Questi studi gli consentono di confrontarsi con le problematiche interdisciplinari connesse ai grandi rischi naturali (idrogeologici, vulcanici e sismici) e di affrontare con metodo scientifico un vasto spettro di problemi: dal reperire le materie prime e le fonti di energia, al gestire il territorio e le sue risorse. Sono previste esercitazioni pratiche sul terreno e in laboratorio, tirocini formativi e soggiorni presso altre università italiane ed europee. Materie di studio Astronomia, chimica generale, fisica sperimentale e terrestre, geochimica, geografia fisica, geologia (applicata, generale, storica), geomorfologia, informatica, inglese, matematica, legislazione sull’utilizzo delle georisorse e sulla tutela dell’ambiente, mineralogia, museologia naturalistica, paleontologia, petrografia, rilevamento geologico, statistica, metodologie analitiche. Laboratori: analisi petrografiche, applicazioni geofisiche, cartografia geologica, geomatica, rilevamento geologico. Ambiti occupazionali Il laureato potrà trovare lavoro in uffici tecnici di regioni, province e comuni, in comunità montane, in enti statali (ad esempio il Servizio geologico ENI), nell’industria privata (protezione ambientale, costruzioni stradali e grandi opere, settore estrattivo) o esercitare la libera professione dopo l’accesso all’Ordine dei Geologi.

88


Scienze motorie classe L22 - scienze delle attività motorie e sportive (Medicina e Chirurgia, Ingegneria, Psicologia, Scienze della Formazione)

3 Accesso programmato

Sede Padova

Materie di studio Anatomia umana, antropologia, biochimica e biologia, biomeccanica, analisi del movimento, diritto europeo dello sport, organizzazione degli organismi sportivi, elementi di diritto, scienza dell’alimentazione, endocrinologia, reumatologia, farmacologia, medicina dello sport, fisiologia umana, fisiopatologia, igiene generale e applicata, medicina (del lavoro, dello sport e legale), neurologia, pedagogia (ed etica dell’attività motoria e sportiva, speciale e integrazione), storia dell’educazione motoria e sportiva, preatletica generale, psicologia (generale, dello sport, dello sviluppo), scienze fisiche e matematico-statistiche applicate al movimento umano, elementi di teoria e metodologia dell’allenamento, teoria, tecnica e didattica dell’attività motoria (età evolutiva, fitness, attività motorie ritmiche espressive, preventiva e compensativa, anziani), teoria e metodologia del movimento umano, traumatologia; teoria, tecnica e didattica degli sport di squadra (pallavolo, rugby); teoria, tecnica e didattica degli sport individuali (atletica leggera, ginnastica artistica, nuoto, karate), comunicazione, programma e valutazione educativi, programmazione e didattica dell’attività motoria, neuropsicologia del controllo motorio, metodi e tecniche del lavoro di gruppo e apprendimento cooperativo, animazione ludico-motoria e attività in ambienti naturali, lingua inglese.

RST

Caratteristiche e finalità Il corso fornisce competenze generali nell’ambito biomedico, psicopedagogico e organizzativo, e competenze specifiche sulle attività motorie e sportive. Gli studenti imparano, anche grazie a tirocini presso impianti e organizzazioni sportive, a condurre e gestire attività motorie di tipo educativo, ludico e sportivo, finalizzandole allo sviluppo, al mantenimento e al recupero della capacità motoria e del benessere psicofisico.

Ambiti occupazionali I laureati lavoreranno nel campo dell’educazione motoria e sportiva nelle strutture pubbliche e private, nelle organizzazioni sportive e dell’associazionismo ricreativo e sociale, nel campo del turismo e delle attività economiche correlate allo sport.

89


Scienze naturali classe L32 - scienze e tecnologie per l’ambiente e la natura

3 Accesso programmato

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il laureato in Scienze Naturali può essere definito come uno “StudiosoOperatore-Ricercatore”, in grado di integrare gli aspetti biologici e abiologici dell’ambiente in cui è chiamato ad operare. La sua preparazione interdisciplinare gli permette di abbracciare le problematiche ambientali in un insieme unitario, dove ogni singola componente è interrelata con le altre. Al termine degli studi lo studente sa applicare il metodo scientifico di indagine delle diverse componenti ambientali, sa ricostruire la storia degli ambienti del passato e del rapporto uomo-natura; è in grado di valutare la struttura, la funzionalità e l’evoluzione degli ecosistemi, ai fini del ripristino e mantenimento degli equilibri naturali; sa operare in modo incisivo sul territorio. Materie di studio Anatomia comparata, biologia cellulare e istologia, botanica generale, botanica sistematica e geobotanica, chimica generale e inorganica, chimica organica e biochimica, ecologia e legislazione ambientale, fisica, genetica, fisiologia generale, fisiologia vegetale, geografia fisica e geomorfologia, geologia, inglese, matematica con elementi di statistica, paleontologia, petrografia, zoologia. Nell’ambito dei crediti liberi (12 CFU), lo studente ha l’opportunità di completare la sua preparazione scegliendo altri insegnamenti attinenti a materie di argomento naturalistico, sia nel settore delle Scienze della vita che in quello delle Scienze della Terra. Ambiti occupazionali I laureati potranno svolgere attività professionali nel settore della scuola e della divulgazione naturalistica; nel settore dei parchi naturalistici, nei giardini e orti botanici; nel settore dell’analisi e del monitoraggio dell’ambiente: in centri ed istituti di ricerca ambientale, dove la preparazione acquisita consentirà loro di occuparsi sia di analisi fisico-chimiche-climatologiche che biologiche.

90


Scienze per la formazione dell’infanzia e della preadolescenza classe L19 - scienze dell’educazione e della formazione

3 Percorsi • preadolescenza • seconda infanzia

Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede in teledidattica

Corso per insegnanti assunti a tempo indeterminato nelle scuole dell’infanzia e nelle scuole primarie, pubbliche o paritarie che non possiedono la laurea.

Materie di studio Didattica generale e apprendimento cooperativo, didattica della lingua inglese, didattica della storia e della geografia, diritto pubblico e legislazione scolastica, educazione all’immagine e ai media, educazione (artistica, musicale, motoria, sanitaria), etica professionale, fondamenti e didattica (della lingua italiana, della matematica), letteratura per l’infanzia, lingua inglese, metodologia del gioco e dell’animazione, neuropsichiatria infantile, pedagogia (interculturale, dell’infanzia, della famiglia), pedagogia speciale e didattica dell’integrazione, pedagogia sperimentale e valutazione, pediatria, puericultura, psicologia dello sviluppo e dell’educazione, scienze della terra, scienze della vita, sociologia dell’educazione, storia della filosofia delle religioni, storia della pedagogia e della scuola. Laboratori: tecnologie informatiche e telematiche, educazione musicale e motoria, produzione didattica di materiali artistici e multimediali; tecniche di lavoro di gruppo, animazione e gioco.

RST

Caratteristiche e finalità Il corso fornisce aggiornate conoscenze teoriche e competenze pratiche per svolgere attività educative nella scuola e nei servizi pubblici e privati per l’infanzia e la preadolescenza. Dopo un biennio comune, il terzo anno prevede due diversi percorsi: il primo per gli insegnanti nella scuola dell’infanzia (3-6 anni), il secondo per la preadolescenza (6-11 anni), destinato ai docenti nella scuola primaria.

Ambiti occupazionali I laureati potranno lavorare, oltre che nella scuola dell’infanzia e primaria, anche nei servizi educativi e laboratoriali per bambini e ragazzi (asili nido, comunità infantili, ludoteche, centri ricreativi e socio-educativi), organizzati da enti e strutture pubbliche e private.

91


Scienze politiche, relazioni internazionali, diritti umani classe L36 - scienze politiche e delle relazioni internazionali

3 Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il Corso si propone di fornire le conoscenze di base riguardanti tre principali ambiti tematici: a) le norme, le istituzioni e le procedure di tutela dei diritti umani; b) le cause culturali, economiche e sociali delle violazioni dei diritti umani; c) la definizione filosofico-giuridica dei diritti umani. Specifici ambiti di studio sono l’approfondimento dei vari tipi di azione umanitaria, le politiche per lo sviluppo umano, l’analisi degli attori e delle forme di democratizzazione dei processi decisionali internazionali, del ruolo politico degli attori transnazionali. Materie di studio Diritto internazionale, diritti umani, istituzioni di diritto pubblico, relazioni internazionali, scienza politica, storia contemporanea, sistema politico dell’UE, istituzioni di economia politica, demografia internazionale, lingua inglese, seconda lingua, sociologia generale e dei diritti umani, storia delle dottrine politiche, filosofia del diritto, storia delle relazioni internazionali, sviluppo economico e diritti umani, politiche pubbliche e diritti umani, tutela internazionale dei diritti umani. Ambiti occupazionali Il laureato potrà lavorare nelle istituzioni europee e nelle organizzazioni internazionali, governative e non governative; nella pubblica amministrazione locale, regionale e nazionale, in particolare nei dipartimenti e uffici che si occupano di relazioni internazionali, diritti umani, cooperazione allo sviluppo, pace, pari opportunità e diritti delle donne, diritti dei minori, difesa civica, servizi alla persona; nel campo dell’informazione e della formazione sui diritti umani e lo sviluppo umano; in uffici di sindacati e imprese che si dedicano alle relazioni internazionali, alla cooperazione, al dialogo sociale, all’applicazione della norma etica e di clausole sociali; nel terzo settore, in particolare nelle ONG transnazionali.

92


Scienze politiche, studi internazionali, governo delle amministrazioni classe L36 - scienze politiche e delle relazioni internazionali

3 Curricula • governo delle amministrazioni • politica e integrazione europea • storia e politica internazionale

Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Padova

Materie di studio Le materie comuni ai tre curricula sono le seguenti: istituzioni di diritto privato, istituzioni di diritto pubblico, istituzioni di economia politica, metodologia e tecnica della ricerca sociale, scienza politica, sociologia, storia contemporanea, storia delle dottrine politiche, lingua inglese, seconda lingua. Le discipline che caratterizzano il curriculum Governo delle amministrazioni sono le seguenti: politica e istituzioni in età moderna, scienza delle finanze e finanza locale, scienza dell’amministrazione, governo locale, diritto amministrativo, diritto regionale e degli enti locali, statistica per la valutazione dei servizi, diritto commerciale, diritto del lavoro, teoria generale del diritto, analisi delle politiche pubbliche. Le discipline che caratterizzano il curriculum Politica e integrazione europea sono le seguenti: storia delle relazioni internazionali, storia dell’integrazione europea, economia dell’integrazione europea, sistema politico dell’UE, sistemi locali e spazio europeo, diritto costituzionale comparato, diritto internazionale, diritto dell’UE. Le discipline che caratterizzano il curriculum Storia e politica internazionale sono le seguenti: politica e istituzioni in età moderna, storia delle relazioni internazionali, metodologia economica, politica economica internazionale,

RST

Caratteristiche e finalità Lo studente acquisisce una solida preparazione nelle discipline storiche, filosofiche, giuridiche, economiche, sociologiche, politologiche e linguistiche; in particolare attraverso i curricula di Storia e politica internazionale e di Politica e integrazione europea acquisisce, oltre a una preparazione di base di carattere storico e filosofico, gli strumenti analitici e concettuali per l’interpretazione e la soluzione di problemi derivanti dai processi di europeizzazione e mondializzazione; sviluppa capacità di ricerca nelle discipline sociali e di riflessione sui fenomeni legati alle dimensioni giuridica, politica, economica, sociale. Il curriculum in Governo delle amministrazioni fornisce le competenze per amministrare diversi tipi di organizzazioni, grazie allo studio di discipline teorico-metodologiche, giuridiche, economiche, politologiche, sociologiche. La struttura interdisciplinare del corso aumenta la capacità di comprendere e risolvere i problemi nei contesti decisionali in cui sia importante l’interazione tra elementi economici, giuridici e gestionali. Esso inoltre forma alla capacità di lettura del territorio in una prospettiva glocale (che raccorda il locale con il globale).

93


filosofia sociale, filosofia politica, relazioni internazionali, diritto internazionale, storia moderna, storia dei partiti e dei movimenti politici, storia dell’organizzazione internazionale. Altre discipline sono previste nell’ambito dei crediti a libera scelta. Ambiti occupazionali Il laureato potrà lavorare nelle istituzioni europee, nelle organizzazioni internazionali, governative e non governative, negli enti locali e regionali; nel campo della diplomazia, delle organizzazioni internazionali, delle organizzazioni non governative, degli uffici studi ed uffici esteri dei settori pubblici e privati a livello nazionale; nell’approfondimento della comprensione scientifica della tematica politica; nella carriera politica, in partiti, sindacati o amministrazioni pubbliche; nelle associazioni di rappresentanza di interessi; nel giornalismo politico e nelle relazioni tra organizzazioni politiche, istituzioni pubbliche ed enti economici.

94


Scienze psicologiche cognitive e psicobiologiche classe L24 - scienze e tecniche psicologiche

3 Accesso programmato

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Lo studente apprende le conoscenze di base che caratterizzano i diversi settori della psicologia; acquisisce competenze sui metodi di indagine scientifica; studia i processi mentali; integra le conoscenze di base della psicologia con nozioni di scienze cognitive, psicobiologiche e neuropsicologiche; si prepara a realizzare interventi come, per esempio, la valutazione e il trattamento dei disturbi cognitivi, l’analisi dei processi psicopatologici di base, la simulazione neurale dei processi cognitivi, la valutazione della compatibilità uomo-macchina.

Ambiti occupazionali Il laureato potrà inserirsi come operatore in campi abbastanza diversi: nel campo dell’ergonomia cognitiva, per esempio per realizzare strumenti per l’apprendimento in soggetti disabili; nel campo della valutazione e trattamento dei disturbi cognitivi in ambito scolastico, sanitario e sociale; nel campo sanitario assistenziale per supportare famiglie in difficoltà, gruppi e comunità. Sulla base dei dati di conoscenza acquisiti dalla ricerca di base in psicologia, potrà analizzare per ogni ambiente le condizioni psicologiche ottimali.

RST

Materie di studio Gli insegnamenti di base, comuni a tutte le lauree triennali di Psicologia, comprendono i fondamenti della psicologia, con insegnamenti dei settori psicologici, e la formazione interdisciplinare, con insegnamenti dei settori non psicologici. Le attività caratterizzanti, che appartengono a settori psicologici, sono specifiche per ciascun corso di laurea: ergonomia, intelligenza artificiale, neurologia (neurofisiologia), neuropsicologia, psicofisiologia e psicopatologia dell’emozione, psicofisiologia generale, psicolinguistica, psicologia animale e comparata, psicologia clinica, psicologia del lavoro e delle organizzazioni, psicologia del pensiero, psicologia della percezione, psicologia dell’apprendimento e della memoria, psicologia generale e psicologia della personalità, valutazione e trattamento dei disturbi cognitivi.

95


Scienze psicologiche della personalità e delle relazioni interpersonali classe L24 - scienze e tecniche psicologiche

3 Accesso programmato

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso fornisce le conoscenze di base delle discipline psicologiche, in particolare quelle riguardanti le diverse fasi dello sviluppo e i meccanismi psicologici della persona nei contesti familiari e sociali. Aiuta inoltre ad acquisire competenze sulle dinamiche affettive e relazionali, sul loro trattamento, sulla valutazione della personalità e delle interazioni sociali. Lo studente impara quindi a prevenire il disagio e a promuovere il benessere alla persona e nell’ambito dei gruppi, delle comunità e delle istituzioni. Materie di studio Gli insegnamenti di base, comuni a tutte le lauree triennali di Psicologia, comprendono i fondamenti della psicologia, con insegnamenti dei settori psicologici, e la formazione interdisciplinare, con insegnamenti dei settori non psicologici. Le attività caratterizzanti, che appartengono a settori psicologici, sono specifiche per ciascun corso di laurea: dinamica di gruppo, fondamenti del colloquio in ambito psicodinamico, psicodiagnostica, psicodinamica dello sviluppo e delle relazioni familiari, psicologia clinica, psicologia di comunità, psicologia dinamica, psicologia generale e della personalità, psicopatologia generale e dello sviluppo, teorie e tecniche dei test di personalità. Ambiti occupazionali Il laureato può trovare lavoro nei servizi psicosociali, sociosanitari, nei centri di salute mentale, in enti e associazioni pubblici o privati, dove opera nell’ambito dei servizi diretti alla persona, ai gruppi, alle organizzazioni e alla comunità.

96


Scienze psicologiche dello sviluppo e dell’educazione classe L24 - scienze e tecniche psicologiche

3 Accesso programmato

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso fornisce conoscenze nel campo dello sviluppo cognitivo, comunicativo, affettivo-sociale nell’infanzia, nell’adolescenza, nell’età adulta e in quella anziana e sviluppa competenze per predisporre, assieme a genitori, insegnanti e operatori sociali, ambienti ottimali per l’apprendimento e il trattamento delle disabilità. Permette di operare nell’ambito dei servizi diretti alla persona, ai gruppi, alle organizzazioni e alla comunità.

Ambiti occupazionali Il laureato triennale può trovare lavoro in particolare nei servizi sociosanitari ed educativi. Può svolgere attività di sostegno a bambini, adolescenti e genitori nei momenti cruciali dello sviluppo e di consulenza agli insegnanti, ai genitori e agli operatori; può inoltre collaborare a progetti di scuole e centri socioeducativi per la prevenzione e il trattamento del disagio e delle disabilità.

RST

Materie di studio Gli insegnamenti di base, comuni a tutte le lauree triennali di Psicologia, comprendono i fondamenti della psicologia, con insegnamenti dei settori psicologici, e la formazione interdisciplinare, con insegnamenti dei settori non psicologici. Le attività caratterizzanti, che appartengono a settori psicologici, sono specifiche per ciascun corso di laurea: metodi di indagine in psicologia dello sviluppo, teorie e tecniche dei test, strumenti di valutazione dello sviluppo, psicologia delle disabilità, psicologia dell’educazione, psicologia dell’adolescenza.

97


Scienze psicologiche sociali e del lavoro classe L24 - scienze e tecniche psicologiche

3 Accesso programmato

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso forma una figura con solide conoscenze nel campo della psicologia sociale, dei gruppi, del lavoro e del comportamento organizzativo. Lo studente impara inoltre a utilizzare i metodi e le tecniche della ricerca psicosociale. Materie di studio Gli insegnamenti di base, comuni a tutte le lauree triennali di Psicologia, comprendono i fondamenti della psicologia, con insegnamenti dei settori psicologici, e la formazione interdisciplinare, con insegnamenti dei settori non psicologici. Le attività caratterizzanti, che appartengono a settori psicologici, sono specifiche per ciascun corso di laurea: colloquio clinico e intervista nei contesti organizzativi, elementi di marketing e comunicazione, metodologia della ricerca-azione, opinioni e atteggiamenti, processi psicologici e costruzione sociale delle conoscenze, psicologia clinica, psicologia dinamica, psicologia dei gruppi, psicologia del lavoro e delle organizzazioni, psicologia della personalità e delle differenze individuali. Le attività affini e integrative sono: metodologia della ricerca psicosociale, il questionario nella ricerca e nelle applicazioni, storia del pensiero filosofico e scientifico. Ambiti occupazionali Il laureato potrà trovare occupazione nei seguenti settori: selezione del personale, orientamento e cambiamento lavorativo, formazione psicosociale in contesti organizzativi, realizzazione di ricerche psicosociali, cooperazione e integrazione tra gruppi e persone appartenenti a culture diverse.

98


Scienze sociologiche classe L40 - sociologia

3 Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso offre una solida formazione nell’ambito disciplinare della sociologia, con particolare attenzione alla dimensione metodologica. La preparazione è comunque fortemente multidisciplinare, per consentire allo studente non solo di completare la sua preparazione con conoscenze e competenze di altre discipline, ma anche di esercitare - con il contributo delle seconde - il necessario distacco critico nei confronti delle prime.

Ambiti occupazionali Il laureato potrà lavorare nell’analisi e nella gestione delle organizzazioni del lavoro e delle risorse umane; presso aziende private, enti pubblici locali e nazionali, ASL, associazioni, strutture della cooperazione sociale, camere di commercio. Per quanto riguarda l’analisi e gestione dell’innovazione nei mercati del lavoro e delle relazioni industriali potrà lavorare presso enti pubblici locali e nazionali, associazioni di categoria, istituti di ricerca. Potrà occuparsi di analisi e organizzazione dei servizi alle persone nei sistemi di welfare e in particolare nelle politiche di contrasto dell’esclusione sociale e di promozione dell’integrazione interculturale. Infine, potrà contribuire all’analisi e alla realizzazione delle campagne di pubblicità del prodotto, di informazione istituzionale - per esempio presso gli Uffici per le Relazioni con il Pubblico (URP) - e di comunicazione sociale.

RST

Materie di studio Sociologia generale, metodologia e tecnica della ricerca sociale, storia del pensiero sociologico, politica sociale, sociologia della comunicazione di massa, sociologia della religione, sociologia dell’organizzazione, sociologia economica, statistica per la ricerca sociale, istituzioni di economia politica, istituzioni di diritto pubblico, scienza della politica, antropologia culturale, storia contemporanea, lingua inglese.

99


Servizio sociale classe L39 - servizio sociale

3 Accesso programmato

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso fornisce una preparazione nelle discipline fondamentali per operare nei servizi sociali (sociologia, diritto, economia, scienze dell’educazione, psicologia, etica). Lo studente acquisisce le competenze pratiche e operative utili a individuare e intervenire in situazioni di disagio individuale, familiare, comunitario e sociale, operando in strutture di servizio alla persona. Materie di studio Diritto (amministrativo, di famiglia, penale, pubblico), economia, geografia sociale, informatica, lingua inglese, pedagogia generale e sociale, pedagogia sperimentale e speciale, principi e fondamenti del servizio sociale, psichiatria, psicologia dell’età evolutiva, dell’anziano e dell’handicap, psicologia sociale, qualità e valutazione dei servizi sociali, relazioni intergruppi e intragruppo, relazioni di sistema, sociologia generale, sociologia culturale e della famiglia, statistica sociale, storia dell’antropologia filosofica ed elementi di etica sociale, storia sociale, tecniche e metodologie del servizio sociale. Ambiti occupazionali La laurea, dopo il superamento del relativo esame di Stato, permette di accedere alla professione di assistente sociale. Il laureato lavora nelle attività di aiuto a persone singole, gruppi e comunità, nella gestione di interventi sociali, come operatore di enti pubblici o del terzo settore e nella libera professione.

100


Sicurezza igienico-sanitaria degli alimenti Interclasse L38 - scienze zootecniche e tecnologie delle produzioni animali e L26 - scienze e tecnologie alimentari

3 Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Vicenza

Materie di studio Agronomia e produzioni vegetali, analisi di laboratorio applicate agli alimenti, anatomia veterinaria, antropozoonosi parassitarie, chimica generale e fondamenti di biochimica, biologia animale, economia dei mercati e dei prodotti agroalimentari, epidemiologia delle malattie infettive, fisiologia comparata degli animali da reddito, igiene generale sicurezza e salute negli ambienti di lavoro, legislazione agroalimentare, metodologie statistiche per l’analisi del rischio, metodologie per l’autocontrollo aziendale e certificazione della qualità, miglioramento genetico degli animali da reddito, patologia generale veterinaria, principi di ecologia microbica degli alimenti, principi di economia agroalimentare, qualità degli alimenti, statistica matematica, analisi matematica e fisica, tecniche e strutture per le produzioni animali, tecnologie alimentari, xenobiotici valutazione del rischio e metodologie di controllo.

RST

Caratteristiche e finalità Lo studente consolida le conoscenze nelle materie scientifiche di base quali fisica, matematica, biostatistica, chimica e biochimica; studia i sistemi animali e vegetali approfondendo tematiche di zoologia, anatomia e fisiologia degli animali da reddito, zootecnica applicata, e acquisendo principi di agronomia ed economia agroalimentare; sviluppa competenze specifiche nella valutazione delle caratteristiche chimiche e microbiologiche, della qualità, dei contaminanti potenzialmente presenti negli alimenti e delle tecniche di trasformazione degli stessi; studia le patologie degli animali trasmissibili all’uomo attraverso gli alimenti derivati e l’analisi del rischio per il consumatore; conosce i sistemi di certificazione di processo e prodotto, delle procedure di autocontrollo aziendale e sviluppa competenze di legislazione agroalimentare e di economia dei mercati; approfondisce le tematiche di igiene e sicurezza negli ambienti di lavoro e si avvicina al mondo del lavoro con visite didattiche e attività di tirocinio in aziende e laboratori della ricerca.

Ambiti occupazionali Il laureato si occuperà della gestione tecnica per il miglioramento qualitativo, quantitativo e igienico-sanitario delle produzioni primarie e del benessere animale nelle aziende zootecniche e agro-zootecniche; potrà occuparsi della gestione tecnica, igienica ed economica delle imprese agro-alimentari ed essere responsabile degli approvvigionamenti e del controllo di qualità del prodotto. Sarà esperto delle procedure per la gestione igienica della produzione degli alimenti e delle bevande, oltre che nella formazione e nell’aggior-

101


namento degli operatori, con specifico riferimento alle buone prassi igieniche di lavoro e all’applicazione della normativa sulla produzione alimentare. Inoltre, potrà svolgere attività di consulenza per gli aspetti tecnico-produttivi, igienico-sanitari e normativi presso aziende che offrono servizi per il settore agro-alimentare, nella ristorazione collettiva e nella grande distribuzione, oppure trovare occupazione come operatore tecnico nei laboratori pubblici e privati che forniscono servizi alle aziende agro-alimentari.

102


Statistica, economia e finanza classe L41 - statistica

3 Curricula • metodologico • professionalizzante

Accesso libero con prova obbligatoria via web

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Lo studente apprende le discipline statistiche e delle scienze sociali con particolare attenzione alle loro applicazioni in ambito economico, finanziario e socio-demografico. Il corso sviluppa la conoscenza delle tecniche e dei metodi della ricerca statistica, utili alla progettazione e all’esecuzione di indagini statistiche. Fornisce inoltre le competenze pratiche per la misura, il rilevamento e il trattamento dei dati economici, finanziari e socio-demografici.

Ambiti occupazionali Il laureato si occuperà della gestione e dell’interpretazione di dati relativi a fenomeni economici, finanziari e socio-demografici. Lavorerà ad esempio come gestore di sistemi informativi economici, come analista di politiche industriali e finanziarie, come analista dei mercati finanziari, per il collocamento azionario o gli investimenti, come operatore nel campo della promozione finanziaria, come esperto di indagini campionarie e previsioni demografiche.

RST

Materie di studio Algebra lineare, analisi di dati di durata, basi di dati, calcolo delle probabilità, classificazione e analisi di dati multidimensionali, complementi di statistica economica, demografia, econometria dei mercati finanziari, economia (aziendale, delle forme di mercato, dei mercati finanziari), economia e politica del lavoro, inferenza statistica, introduzione all’econometria, analisi matematica, macroeconomia, matematica finanziaria, microeconomia, modelli statistici e di comportamento economico, politica economica, serie storiche (economiche, finanziarie), sistemi di elaborazione, sistemi informativi statistici, statistica (computazionale, descrittiva, economica, sociale), teorie e tecnica di campionamento.

103


Statistica e gestione delle imprese classe L41 - statistica

3 Curricula • metodologico • professionalizzante

Accesso libero con prova obbligatoria via web

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso di laurea propone una formazione interdisciplinare in statistica ed economia. Il primo periodo di studio, comune a tutti i percorsi, è destinato al rafforzamento delle conoscenze matematiche, all’acquisizione delle competenze statistiche fondamentali, allo studio dei principi di economia e della statistica applicata all’economia. Le attività formative del secondo e del terzo anno si differenziano a seconda del percorso scelto e danno allo studente una buona padronanza dei metodi e delle tecniche statistiche applicate in azienda, in particolare delle metodologie per il trattamento dei dati economici d’impresa. Materie di studio Algebra lineare, analisi di mercato ed economico-finanziaria, basi di dati, calcolo delle probabilità, classificazione e analisi di dati multidimensionali, controllo di gestione, controllo statistico della qualità e certificazione, economia (aziendale, delle forme di mercato, economia e gestione delle imprese), finanza aziendale, inferenza statistica, introduzione all’econometria, analisi matematica, marketing (generale e applicato), metodi matematici per la statistica, metodi statistici per il controllo della qualità, microeconomia, modelli (di ottimizzazione, di comportamento economico e statistici), popolazione e mercato, serie storiche economiche, sistemi di elaborazione, statistica (aziendale, descrittiva, economica, sociale), teorie e tecnica di campionamento. Ambiti occupazionali I laureati di entrambi i percorsi sviluppano – nell’elaborazione, gestione e interpretazione dei dati relativi a fenomeni aziendali – competenze tali da renderli adatti alle esigenze di qualunque impresa. Se i laureati di Analisi di mercato hanno come approdo naturale in azienda l’area marketing o quella di ricerca e sviluppo, i laureati di Gestione delle imprese hanno le migliori possibilità occupazionali negli uffici di staff della direzione generale o nelle aree pianificazione e controllo e certificazione di qualità.

104


Statistica e tecnologie informatiche classe L41 - statistica

3 Curricula • metodologico • professionalizzante

Accesso libero con prova obbligatoria via web

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Obiettivo del corso è fornire un’adeguata conoscenza dei metodi e dei modelli statistici, in particolare di quelli importanti nelle applicazioni della statistica in campo industriale (controllo della qualità, miglioramento dell’efficienza di un processo produttivo, studio dell’affidabilità di un prodotto). Lo studente acquisisce una buona padronanza delle tecnologie informatiche: impara a costruire e gestire database e apprende le tecniche per la distribuzione delle informazioni mediante reti di calcolatori (ad esempio intranet e internet). Le attività di stage e di laboratorio sono parte integrante del processo formativo.

Ambiti occupazionali I laureati lavorano come esperti in gestione di sistemi informativi, esperti nella gestione di servizi telematici in rete, esperti in tecniche per il miglioramento dei processi produttivi e per il raggiungimento e il mantenimento di standard di qualità.

RST

Materie di studio Algebra lineare, algoritmi di ottimizzazione, analisi (matematica, delle serie temporali e di dati di durata), basi di dati, calcolo delle probabilità, classificazione e analisi di dati multidimensionali, economia aziendale, inferenza statistica, metodi statistici per il controllo della qualità, modelli statistici, programmazione degli esperimenti, reti di calcolatori, sistemi (di elaborazione, distribuiti e informativi), statistica (computazionale, descrittiva, medica), teorie e tecnica del campionamento.

105


Storia classe L42 - storia

3 Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso insegna le linee generali della storia dell’umanità, prepara all’indagine storica e rende familiari linguaggi e stili storiografici. Oltre allo studio teorico sono previste attività seminariali ed esercitazioni nell’analisi della documentazione storica, nell’uso e nella critica delle fonti, nel censimento e nella gestione e valorizzazione del patrimonio bibliografico e archivistico. La storia del territorio e le peculiarità culturali di popoli e civiltà extraeuropee costituiscono ambiti di particolare attenzione. Lo studente può fare esperienza con stage in biblioteche e archivi pubblici e privati. Materie di studio Storia (contemporanea, greca, medievale, moderna, romana, dei paesi islamici, del vicino oriente antico, dell’America latina, dell’America del Nord, dell’Europa orientale, dei paesi afro-asiatici, del cristianesimo, della storiografia, economica), antropologia culturale, archeologia (cristiana, greca e romana, medievale), archivistica, bibliografia e biblioteconomia, demografia storica, diritto pubblico, geografia informatica, letteratura (greca, italiana e latina), lingua (francese, inglese, spagnola, tedesca), paleografia latina, storia (della filosofia, delle dottrine politiche, delle religioni), storia dell’arte (contemporanea, greca e romana, medievale, moderna). Tirocinio di bibliografia. Ambiti occupazionali Il laureato potrà lavorare in enti pubblici e privati, nell’editoria, nei servizi culturali, nel recupero delle identità locali e negli istituti di cultura. Potrà conservare, gestire, e valorizzare biblioteche e archivi dotandoli di appositi strumenti per la consultazione. Potrà operare come esperto della mediazione culturale, con specifiche competenze sulla storia delle civiltà, in strutture impegnate nell’integrazione e nello sviluppo culturale. Potrà diventare operatore culturale negli enti locali (regioni, province, comuni) e in organismi privati che studiano, pianificano e controllano il territorio.

106


Storia e tutela dei beni artistici e musicali classe L1 - beni culturali

3 Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Il corso fornisce una formazione di base nelle discipline umanistiche e competenze più approfondite nelle discipline storico-artistiche e musicologiche, nelle tecniche del restauro e nella legislazione dei beni culturali.

Ambiti occupazionali Il laureato potrà lavorare presso enti che si occupano della tutela dei beni culturali, come le soprintendenze, i musei, le biblioteche, le mediateche, gli enti locali; presso gli enti lirici e le società di concerti; in cooperative di servizi e attività legate alla formazione, alle relazioni pubbliche, all’editoria, alla catalogazione, alla pubblicità e alla divulgazione. Potrà inoltre esercitare la libera professione come esperto d’arte e musicologo.

RST

Materie di studio Archeologia e storia dell’arte del tardoantico, archeologia medievale, chimica applicata ai beni culturali, fondamenti di informatica, fonti e metodologia della storia dell’arte, geografia storica, legislazione dei beni culturali, letteratura (italiana, latina), museologia, petrologia e petrografia, restauro architettonico, storia contemporanea, storia dell’architettura e dell’urbanistica, storia dell’arte (bizantina, classica, contemporanea, delle ultime tendenze, greca, medievale, moderna), storia dell’illustrazione libraria, storia della musica (medievale e rinascimentale, moderna e contemporanea), storia della poesia per musica, storia delle arti applicate, storia delle arti fiamminga e olandese, storia delle religioni, storia delle tecniche artistiche, storia e critica del cinema, storia (medievale, moderna), teoria della letteratura, attività pratiche (laboratori, stage, tirocini), lingua straniera (inglese, francese, tedesco). Gli studenti interessati agli studi musicologici possono seguire uno specifico percorso che può comprendere materie come analisi musicale, civiltà musicale afroamericana, etnomusicologia, iconografia musicale, paleografia musicale, storia della musica (antica, medievale e rinascimentale, moderna e contemporanea), storia della poesia per musica.

107


Tecniche audioprotesiche abilitante alla professione sanitaria di Audioprotesista classe SNT/3 - professioni sanitarie tecniche

3 Accesso programmato

Sede Treviso

Caratteristiche e finalità Lo studente apprende i principi di biologia e fisiologia degli organi e degli apparati coinvolti nella funzione uditiva, ne conosce le patologie e le disabilità, anche ereditarie; conosce le conseguenze delle malattie sugli aspetti psicologici, sociali e ambientali. Lo studente impara l’utilizzo delle moderne tecnologie nel campo della riabilitazione uditiva, i metodi di riabilitazione, i principi e le tecniche di funzionamento delle protesi acustiche, la loro scelta, l’applicazione e il relativo fitting; impara a valutare l’efficacia dell’intervento attraverso i test e le strumentazioni adeguate. Materie di studio Anatomia umana, biochimica, biologia applicata, fisica, fisiologia, patologia generale, genetica medica, istologia, informatica, lingua inglese, linguistica e glottologia, audiologia, audioprotesi, otorinolaringoiatria, medicina interna, neurologia, neuropsichiatria infantile, pediatria generale e specialistica, psicologia generale, psicometria, misure elettriche ed elettroniche, scienza e tecnologia dei materiali, statistica medica, statistica per la ricerca sperimentale e tecnologica, diritto del lavoro e pubblico, organizzazione aziendale, economia aziendale, igiene generale e applicata, medicina legale, medicina del lavoro. Sono previsti tirocini professionalizzanti. Ambiti occupazionali Il laureato lavorerà soprattutto nelle strutture audioprotesiche private responsabili in Italia della fornitura di ausili uditivi. Pur operando su prescrizione del medico, agirà in autonomia e con totale responsabilità delle azioni intraprese e collaborerà con altre figure professionali coinvolte nella prevenzione e riabilitazione delle sordità.

108


Tecniche della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro abilitante alla professione sanitaria di Tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro classe SNT/4 - professioni sanitarie della prevenzione

Accesso programmato

3

Sede Padova Feltre (BL)

Materie di studio Anatomia, biochimica generale e clinica, bioetica, biologia generale, campi elettromagnetici, chimica (alimentare, ambientale, farmaceutica, generale, organica), diritto (del lavoro, penale, pubblico), diritto processuale penale, ecologia, economia aziendale, educazione sanitaria e igiene scolastica, epidemiologia delle malattie infettive, epidemiologia occupazionale e delle malattie degenerative, ergonomia, evoluzione e sviluppo della professione, fisica (ambientale, applicata, industriale), fisiologia, igiene (applicata all’ambiente, degli alimenti, del lavoro, della nutrizione, generale e industriale), impianti chimici, informatica, ingegneria sanitaria e ambientale, ispezione di alimenti d’origine animale, linguistica inglese, malattie apparato locomotore, management sanitario, medicina del lavoro e legale, microbiologia generale, organizzazione aziendale e dei servizi sanitari, patologia clinica, psicologia generale e del lavoro, scienza e tecnologia alimentari, sicurezza degli impianti, sistemi d’elaborazione delle informazioni e per l’energia, sociologia (generale, dell’ambiente e del territorio), statistica (applicata alla ricerca e medica), tossicologia industriale, vigilanza e controllo nei comparti.

RST

Caratteristiche e finalità Lo studente consegue una preparazione di base per comprendere le cause delle malattie. Impara a svolgere attività di prevenzione e controllo sull’igiene e la sicurezza nei luoghi di lavoro, sulle condizioni di sicurezza degli impianti, sull’igiene e la sanità ambientale pubblica e veterinaria, sull’igiene e la qualità di alimenti, bevande e prodotti cosmetici, valutando la necessità di indagini specialistiche o di accertamenti su infortuni e malattie professionali. Svolge tirocini altamente professionalizzanti.

Ambiti occupazionali Il laureato lavora nel servizio sanitario nazionale nell’ambito della prevenzione, controllo e vigilanza. Collabora con l’amministrazione giudiziaria per indagini sui reati contro il patrimonio ambientale; può svolgere, se nominato dalla Amministrazione Pubblica competente, le funzioni di ufficiale di polizia giudiziaria, nei limiti delle proprie competenze, con compiti ispettivi e di vigilanza; attua i dovuti controlli per il rilascio delle autorizzazioni tecnico-sanitarie; definisce,

109


notifica e formula pareri sulle irregolarità rilevate. Il laureato organizza e partecipa ad attività di studio e ricerca scientifica, di formazione e sviluppo professionale e svolge attività didattica nei corsi di studio universitari e in altre realtà formative; svolge attività professionale come libero professionista o come dipendente nelle aziende private.

110


Tecniche di laboratorio biomedico abilitante alla professione sanitaria di Tecnico di laboratorio biomedico classe SNT/3 - professioni sanitarie tecniche

3 Accesso programmato

Sede Padova Vicenza

Materie di studio Analisi (di biochimica clinica, microbiologia, virologia, tossicologia e analisi automatizzate), anatomia patologica generale e umana, biochimica clinica, bioetica, biologia (applicata, molecolare e clinica), chimica generale organica e inorganica, citologia, diritto del lavoro, ematologia, fisica medica, fisiologia umana, fisiopatologia generale, genetica medica, igiene, immunoematologia, immunologia, informatica applicata, inglese scientifico, istologia, legislazione sanitaria, malattie parassitarie, marcatori oncologici, medicina del lavoro, microbiologia, misure elettriche ed elettroniche, oncologia generale, organizzazione di laboratorio e controllo di qualità, parassitologia, patologia generale e clinica, prevenzione ambientale, psicologia del lavoro, saggi e dosaggi farmacologici, statistica applicata alla ricerca e medica, tecnologia del DNA ricombinante, tossicologia e tossicologia forense. Tecniche di autopsia, biologia molecolare applicata all’analisi patologica, citodiagnostica clinica, citogenetica, ematologia, genetica medica, immunoematologia, immunologia clinica, istochimica e immunoistochimica, istopatologia, microscopia elettronica, molecolari in patologia clinica, patologia clinica. Tecniche di laboratorio in cardiologia, endocrinologia, gastroenterologia, reumatologia. Tirocini professionalizzanti nei laboratori in medicina di laboratorio, anatomia patologica, citologia, microbiologia, virologia, centro trasfusionale.

RST

Caratteristiche e finalità Lo studente apprende le discipline scientifiche utili per l’esecuzione e la gestione delle tecniche d’analisi dei materiali biologici e la diagnostica di laboratorio, conosce le normative per la gestione, la certificazione e l’accreditamento di un laboratorio biomedico, le problematiche etiche e deontologiche connesse con la professione. Affianca allo studio dei fondamenti di fisica, statistica, informatica, anatomia, fisiologia, chimica e biochimica l’approfondimento delle tecniche analitiche e diagnostiche nei laboratori clinici di Medicina di laboratorio, Immunoematologia e Centro trasfusionale, Microbiologia e Virologia, Anatomia isto e citopatologica, di Biologia molecolare e di Genetica medica.

Ambiti occupazionali Il laureato svolge la sua attività professionale nei laboratori pubblici e privati di analisi chimico-cliniche e clinico-diagnostiche organizzate sia in modo dipartimentale che per disciplina (biochimica clinica, microbiologia virologia, anatomia patologica, centro trasfusionale e biologia molecolare). La sua

111


attività professionale si svolge anche nei laboratori d’analisi dei Servizi di prevenzione e protezione delle Agenzie Regionali per la protezione dell’ambiente (ARPA), e degli Istituti Sperimentali Zooprofilattici regionali e delle industrie farmaceutiche. Organizza e partecipa ad attività di studio e ricerca scientifica, di formazione e sviluppo professionale, e svolge attività didattica nei corsi di studio universitari e in altre realtà formative. Il laureato svolge attività professionale come libero professionista o come dipendente nelle aziende private.

112


Tecniche di neurofisiopatologia abilitante alla professione sanitaria di Tecnico di neurofisiopatologia classe SNT/3 - professioni sanitarie tecniche

3 Accesso programmato

Sede Padova

Caratteristiche e finalità Nel corso di laurea si studiano la struttura e il funzionamento del sistema nervoso e del muscolo e si acquisiscono le conoscenze di base sulle malattie neurologiche, oltre che nozioni di informatica, di elettroencefalografia, elettromiografia con tecniche neurografiche di stimolo ripetitivo e studio dei potenziali evocati, esami con ultrasuoni di flusso cerebrale. Alla conoscenza delle tecniche e delle strumentazioni di neurofisiopatologia sono dedicate importanti attività di tirocinio: si acquisiscono così le nozioni necessarie a compiere l’esplorazione del sistema nervoso, della giunzione neuromuscolare e del muscolo, ad acquisirne e analizzarne i segnali, sia nella veglia che nel sonno, in patologie neurologiche acquisite e neurodegenerative.

Ambiti occupazionali Il tecnico di neurofisiopatologia impiega le metodiche diagnostico-strumentali principali per l’accertamento dell’attività elettrocerebrale e lo studio del sistema nervoso periferico a fini clinici riabilitativi o medico-legali, provvedendo alla predisposizione e al controllo delle apparecchiature. Esercita la sua attività in strutture sanitarie pubbliche e private, come dipendente o libero professionista.

RST

Materie di studio Neuroanatomia e fisiologia umana, biologia applicata, biochimica, biofisica, neuropatologia e miopatologia, economia applicata, genetica medica, informatica, inglese scientifico, malattie dell’apparato cardiovascolare, locomotore, respiratorio, visivo, medicina interna, neurochirurgia, neurofisiologia, neurologia generale e pediatrica, neuropsichiatria infantile, neuropsichiatria ed anestesia, scienze infermieristiche generali e cliniche, scienze tecniche specialistiche di neurofisiologia applicate, tecniche neurofisiopatologiche riabilitative.

113


Tecniche di radiologia medica per immagini e radioterapia abilitante alla professione sanitaria di Tecnico di radiologia medica classe SNT/3 - professioni sanitarie tecniche

Accesso programmato

3

Sede Padova Rovigo Treviso Venezia Vicenza

Caratteristiche e finalità La radiologia è la branca della medicina che si occupa di fornire immagini (vere, ricostruite o virtuali) dell’interno del paziente allo scopo di ricavare informazioni utili alla diagnosi, mentre la radioterapia utilizza le radiazioni per il trattamento terapeutico delle malattie. Il corso insegna ad applicare i principali fondamenti della fisica, della biologia, della chimica, della biochimica, dell’anatomia, della fisiologia e della patologia; approfondisce lo studio delle tecniche, delle tecnologie e dei materiali necessari all’esecuzione di esami e trattamenti terapeutici con impiego di radiazioni. Lo studente impara gli effetti delle sostanze radioattive, le procedure di radioprotezione e decontaminazione ambientale, i principi generali dell’informatica e delle applicazioni informatiche in radiologia. Materie di studio Analisi matematica, anatomia umana e radiologica, bioingegneria elettronica e informatica, biologia applicata alla radiobiologia e ai campi elettromagnetici nelle applicazioni mediche, chimica (generale, organica e inorganica), biochimica, diagnostica per immagini, dosimetria in radioterapia, diritto amministrativo, elaborazione e trasferimento delle immagini digitali, farmacologia, fisica (generale, nucleare, sanitaria e applicata alla diagnostica per immagini), fisiologia umana, gestione applicativa dei sistemi informatici per la radiologia, immagini 3D per radioterapia e stereotassi, immagini integrate e sistemi informatici, informatica e archiviazione, inglese scientifico e terminologia tecnica inglese per la radioterapia, istologia, medicina del lavoro, medicina legale e responsabilità professionale, medicina nucleare e medicina nucleare in vitro (radiofarmacologia), metodi e sistemi negli ambiti applicativi e scientifici, misure elettriche ed elettroniche (affidabilità e controllo di qualità), organizzazione sanitaria, patologia generale, clinica e diagnostica per immagini, programmazione e organizzazione sanitaria, psicologia del lavoro (bioetica e deontologia professionale), radiobiologia e radioprotezione, radiografia computerizzata, radiologia e radiologia ad elevato dettaglio, radioterapia e medicina nucleare, reti e sistemi informatici, rianimazioni e situazioni cliniche critiche, rischio radiologico e sanità pubblica, scienze tecniche e mediche applicate, sorveglianza apparecchiature e adempimenti organizzativi e normativi, statistica medica, strumentazioni fisiche, tecniche acceleratori lineari, tecniche diagnostiche RM, tecniche informatiche per la biologia, la medicina e le neuroscienze, tecniche di studio anatomiche e

114


funzionali, tecniche di terapia medicina nucleare, tecniche tomografiche e US TAC, terminologia tecnico-scientifica in radiologia. Ambiti occupazionali

RST

I laureati in tecniche diagnostiche radiologiche sono abilitati a eseguire gli interventi che richiedono l’uso di sorgenti di radiazioni, di energie termiche, ultrasoniche, della risonanza magnetica nucleare su prescrizione medica e in collaborazione con il medico. Svolgono la loro attività nelle strutture sanitarie pubbliche o private come dipendenti o liberi professionisti.

115


Tecnologie forestali e ambientali classe L25 - scienze e tecnologie agrarie e forestali

3 Accesso libero con prova di accertamento obbligatoria

Sede Legnaro (PD)

Caratteristiche e finalità Il corso fornisce conoscenze e forma capacità professionali per affrontare le problematiche di gestione, tutela e valorizzazione delle risorse forestali e del territorio montano, nonché dell’organizzazione economica e produttiva della filiera foresta-legno. Lo studente impara a conciliare le esigenze di conservazione della biodiversità e di tutela delle risorse naturali con quelle economiche e produttive del loro utilizzo. Impara quindi ad applicare gli strumenti per intervenire sulle dinamiche ecologiche delle foreste e delle praterie e sull’equilibrio fisico del territorio, conosce le filiere produttive pastoralezootecnica e dell’industria del legno, è in grado di compiere valutazioni economiche sia a livello di mercato che di gestione aziendale. Materie di studio Matematica, chimica generale e inorganica, biologia, mineralogia e geologia, fisica, chimica organica e biochimica, istituzioni di economia (agraria, forestale e ambientale), genetica forestale, pedologia e chimica del suolo, ecologia, zoologia forestale, botanica sistematica e forestale, diritto forestale e ambientale, dendrometria, geomatica, economia e politica forestale, selvicoltura generale, idrologia e sistemazioni idraulico-forestali. Altre attività: esami a scelta, statistica applicata, lingua inglese, tirocinio. Ambiti occupazionali Il laureato potrà svolgere compiti tecnici di progettazione, gestione e controllo in strutture pubbliche e private che operano: nella gestione sostenibile delle risorse forestali e nella protezione dell’ambiente, nella progettazione e gestione degli interventi destinati alla cura dei boschi, nella gestione dei processi di produzione, trasformazione e commercializzazione del prodotto legno, nella manutenzione e controllo del territorio agro-forestale e del verde urbano, nella gestione delle risorse faunistiche, nella tutela e difesa del territorio e sistemazioni idraulico-forestali, nella filiera pastorale zootecnica montana. Inoltre, può lavorare nelle imprese private che operano nella trasformazione e commercializzazione dei prodotti legnosi, e più in generale nei servizi alla filiera foresta-legno. Il laureato può sostenere l’esame di abilitazione all’esercizio della professione di agronomo e forestale junior, perito agrario laureato e agrotecnico laureato.

116


Terapia della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva abilitante alla professione sanitaria di Terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva classe SNT/2 - professioni sanitarie della riabilitazione

Accesso programmato

3

Sede Padova

Materie di studio Anatomia umana, audiologia, biochimica, bioetica, biologia clinica, cardiologia infantile, chinesiologia, diagnostica per immagini, educazione psicomotoria, farmacologia, fisica medica, fisiologia umana, genetica medica, igiene, informatica, inglese scientifico, istologia, linguistica, malattie dell’apparato respiratorio e visivo, medicina del lavoro e legale, metodi di riabilitazione in età evolutiva, neuroanatomia, neurochirurgia, neurofisiologia, neurologia, neurologia e neuropsichiatria infantile, neuropsicologia dell’età evolutiva, organizzazione delle competenze professionali, otorinolaringoiatria, patologia generale, pedagogia (generale, sperimentale, dell’handicap, dello svantaggio sociale), pediatria, psichiatria (generale e dell’età evolutiva), psicologia (sociale, dell’educazione, dello sviluppo, della dinamica fisiologica), psicometria, psicopatologia (dell’apprendimento, dell’età evolutiva, delle disabilità), radiologia, radioterapia, riabilitazione del bambino con malattia cronica, delle funzioni corticali superiori, logopedia, riabilitazione (neuromotoria, psicomotoria), rieducazione strumentale e motoria, semiotica psicomotoria, sociologia, statistica medica e sociale, tecniche di osservazione del comportamento infantile, tecniche di psicomotricità individuale, tecniche di riabilitazione in psichiatria infantile, tecniche neurofisiologiche in età evolutiva, terapia occupazionale in età evolutiva, terapia psicomotoria di gruppo.

RST

Caratteristiche e finalità Lo studente impara a svolgere interventi di prevenzione, terapia e riabilitazione delle malattie neuropsichiatriche infantili in collaborazione con l’équipe multiprofessionale dell’area pediatrica e ad adattare all’età del soggetto le terapie dei disturbi della percezione, motori, cognitivi e di interazione, secondo la diagnosi e le prescrizioni mediche. Acquisisce la capacità di valutare le relazioni tra funzioni affettive, cognitive e motorie dei disturbi neurologici, neuropsicologici e psicopatologici dell’età evolutiva. Collabora con gli operatori scolastici per l’attuazione di un piano educativo individualizzato, utilizzando tecniche specifiche per fascia d’età e per singoli stadi di sviluppo.

Ambiti occupazionali Il laureato potrà lavorare in strutture sanitarie, pubbliche o private, come dipendente o libero professionista. Svolgerà anche attività di studio, di didattica, di ricerca e di formazione del personale di supporto.

117


Terapia occupazionale abilitante alla professione sanitaria di Terapista occupazionale classe SNT/2 - professioni sanitarie della riabilitazione

3 Accesso programmato

Sede Conegliano (TV)

Caratteristiche e finalità Il corso fornisce conoscenze teoriche e operative per elaborare e attuare progetti riabilitativi destinati a persone che presentano patologie e disturbi fisici e psichici. La Terapia occupazionale promuove l’autonomia e la partecipazione della persona nelle attività della vita quotidiana e sociale in tutti i suoi aspetti (scuola, lavoro, tempo libero). Lo studente conosce le patologie e apprende le tecniche di approccio riabilitativo per i soggetti nelle varie età della vita; impara a definire e condurre un progetto riabilitativo che prevede la valutazione delle necessità e delle potenzialità della persona, la definizione degli obiettivi terapeutici, la scelta delle attività riabilitative di cui l’occupazione è l’elemento principale, la verifica dei risultati raggiunti. Materie di studio Anatomia (splancnologia, apparato locomotore, sistema nervoso), biochimica e farmacocinetica, bioetica e medicina legale, biologia, confezione e reperimento ortesi ed ausili, diagnostica per immagini, fisica applicata, fisiologia generale e del sistema nervoso, funzionalità del movimento, genetica, informatica applicata alla terapia occupazionale, istologia, lingua inglese, medicina generale, metodi e tecniche in terapia occupazionale, metodologia della professione in terapia occupazionale, metodologia della ricerca, neurologia, neuropsichiatria infantile, neuropsicologia, neurotraumatologia, ortesiologia generale e speciale, ortopedia e chirurgia della mano, pedagogia generale e sociale, psichiatria, psicologia generale, psicologia sociale, relazione terapeutica nelle diverse età, reumatologia, riabilitazione dei disturbi neuro-visivi, scienze dell’invecchiamento, sociologia, statistica ed epidemiologia, terapia occupazionale (generale, in età evolutiva, in età geriatrica, ecologica, per l’abilitazione lavorativa, in neuropsicologia, nello sport e nel tempo libero), valutazione in terapia occupazionale. Ambiti occupazionali Il laureato svolge attività dirette alla prevenzione, alla cura e alla riabilitazione funzionale di persone con disabilità temporanee o permanenti, agendo in équipe con altre figure socio-sanitarie; trova occupazione in strutture sociosanitarie, pubbliche o private, come dipendente o come libero professionista; può svolgere attività di studio e di ricerca, curare attività di formazione e aggiornamento professionale.

118


informazioni utili Servizi dell’Università Servizi dell’ESU


Servizi dell’Università Call centre È il servizio telefonico di informazione generale dell’Ateneo: risponde alle domande su offerta didattica, procedure di iscrizione, borse di studio e tasse universitarie. È attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17. tel 049.8273131 Centro Linguistico di Ateneo (CLA) Diffonde la conoscenza delle lingue straniere con lezioni collettive e percorsi di apprendimento guidato. Si avvale di laboratori multimediali. via Martiri della Libertà 8, 35137 Padova tel 049.8271848 fax 049.8271837 www.cla.unipd.it Segreteria studenti Si occupa delle pratiche amministrative durante tutta la carriera dello studente: dalla presentazione dei piani di studio al rilascio di certificati, alle domande di laurea. Casa Grimani Lungargine del Piovego 2/3 35131 Padova tel 049.8276431 fax 049.8276434 Per Agraria e Medicina Veterinaria Agripolis viale dell’Università 16 35020 Legnaro (PD) tel 049.8272540 fax 049.8272541

lun, mart, ven dalle 10 alle 12.30 mart dalle 15 alle 16.30 giov dalle 10 alle 15 merc chiuso al pubblico ricevimento telefonico: lun, mart e ven dalle 9 alle 11 merc dalle 12 alle 13 giov dalle 15 alle 17

Servizio Diritto allo studio e tutorato Diritto allo studio: si occupa della richiesta e assegnazione di borse di studio e delle richieste di riduzione o esenzione dal pagamento delle tasse universitarie. via del Portello 31 35129 Padova tel 049.8273131 (call centre) fax 049.8275030 service.studenti@unipd.it Tutorato: agevola l’inserimento dello studente nel mondo universitario fornendogli consulenza e assistendolo nell’acquisizione di un corretto metodo di studio. via del Portello 31 35129 Padova servizio.tutorato@unipd.it www.unipd.it/tutorato

120


Servizio Disabilità Gestisce tutti gli interventi pensati per favorire l’integrazione nella vita universitaria degli studenti diversamente abili: dall’accompagnamento a lezione alle attività di tutorato e interpretariato, dagli strumenti per lo studio alla ricerca del lavoro. via del Portello 23, 35129 Padova tel 049.8275038 fax 049.8275040 serv.disabilita@unipd.it Servizio Orientamento È il Servizio che risponde agli interrogativi degli studenti e orienta alla scelta di un corso universitario: informa sui requisiti di ingresso previsti da ciascun corso di laurea, organizza incontri di orientamento e colloqui di consulenza, individuale o di gruppo. Palazzo Storione riviera Tito Livio 6, 35123 Padova tel 049.8273312 fax 049.8273339 orienta@unipd.it www.unipd.it/orientamento

da lun a ven dalle 10 alle 13 mart e giov dalle 15 alle 16.30

Servizio Relazioni internazionali Gestisce gli scambi di mobilità internazionale dell’Ateneo: in particolare Erasmus, il programma che permette agli studenti di trascorrere periodi di studio in uno dei 27 paesi dell’Unione Europea. via VIII febbraio 2, 35122 Padova tel 049.8273061 fax 049.8273060 relazioni.internazionali@unipd.it erasmus@unipd.it www.unipd.it > studenti > esperienze internazionali Sistema Bibliotecario di Ateneo (SBA) È costituito da 41 biblioteche e fornisce un servizio di prestito libri e riviste. La consultazione del suo catalogo avviene on-line così come l’interrogazione di banche dati e la lettura di periodici elettronici. via Anghinoni 3, 35121 Padova tel 049.8273661 fax 049.8273651 bibliotecadigitale.cab.unipd.it Stage e mondo del lavoro Si occupa di orientamento al lavoro e alle professioni, mette a disposizione degli studenti una “vetrina” delle opportunità di stage e tirocini in aziende e istituzioni, cura un servizio di placement per i laureati. Appositi uffici

121


decentrati seguono gli studenti impegnati in attività di stage nell’ambito del corso di studio. Palazzo Storione riviera Tito Livio 6, 35123 Padova tel 049.8273075 fax 049.8273524 stage@unipd.it placement@unipd.it stage.estero@unipd.it www.unipd.it/stage

da lun a ven dalle 10 alle 13 mart e giov dalle 15 alle 16.30

Ufficio corsi estivi Si occupa della gestione dei corsi estivi di Bressanone (BZ) dove docenti di tutto l’Ateneo tengono ogni anno corsi della durata di due settimane: al termine gli studenti possono sostenere gli esami di profitto. lungargine del Piovego 2/3, 35131 Padova tel 049.8276429 fax 049.8276420 studenti.bressanone@unipd.it

da lun a ven dalle 10 alle 12.30

Ufficio Relazioni con il Pubblico È l’ufficio a cui si possono richiedere informazioni e dove ritirare materiale informativo sull’Ateneo. via San Francesco 12, 35122 Padova tel 049.8273338 fax 049.8273177 urp@unipd.it

da lun a ven dalle 9.30 alle 13 e dalle 14.30 alle 17.30

Servizi dell’ESU L’ESU di Padova (Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario) è l’istituzione che si occupa degli interventi per l’ospitalità agli studenti: gestisce residenze e ristoranti universitari, assegna contributi economici, cura l’orientamento in entrata e in uscita, promuove attività culturali ed effettua prestiti bibliotecari. via San Francesco 122, 35121 Padova tel 049.8235611 fax 049.8235663 esu@esu.pd.it www.esu.pd.it Esu Accommodation Service via Tiepolo 46, 35129 Padova tel 049.7800220 fax 049.7800187 residenze@esu.pd.it

122

da lun a ven dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18


indice dei corsi di laurea

Agraria Riassetto del territorio e tutela del paesaggio Scienze e cultura della gastronomia e della ristorazione Scienze e tecnologie agrarie Scienze e tecnologie alimentari Scienze e tecnologie animali Scienze e tecnologie viticole ed enologiche Tecnologie forestali e ambientali

72 79 81 82 83 85 116

ECONOMIA Economia e management

32

FARMACIA Chimica e tecnologia farmaceutiche (5 anni) Farmacia (5 anni) Scienze farmaceutiche applicate

25 36 87

Giurisprudenza Consulente del lavoro Giurisprudenza (5 anni)

28 40

123


Ingegneria Ingegneria aerospaziale Ingegneria biomedica Ingegneria chimica e dei materiali Ingegneria civile Ingegneria dell’energia Ingegneria dell’informazione Ingegneria edile - architettura (5 anni) Ingegneria elettronica Ingegneria gestionale Ingegneria informatica Ingegneria meccanica Ingegneria meccanica e meccatronica Ingegneria per l’ambiente e il territorio

45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57

LETTERE E FILOSOFIA Archeologia Comunicazione Discipline delle arti, della musica e dello spettacolo Filosofia Lettere Lingue, letterature e culture moderne Mediazione linguistica e culturale Progettazione e gestione del turismo culturale Storia Storia e tutela dei beni artistici e musicali

16 27 31 37 58 60 64 71 106 107

Medicina e Chirurgia Assistenza sanitaria Dietistica Educazione professionale Fisioterapia Igiene dentale Infermieristica Infermieristica pediatrica Logopedia Medicina e Chirurgia (6 anni)

124

18 29 35 39 41 42 43 61 65


Odontoiatria e protesi dentaria (6 anni) Ortottica e assistenza oftalmologica Ostetricia Scienze motorie Tecniche audioprotesiche Tecniche della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro Tecniche di laboratorio biomedico Tecniche di neurofisiopatologia Tecniche di radiologia medica per immagini e radioterapia Terapia della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva Terapia occupazionale

67 68 69 89 108 109 111 113 114 117 118

Medicina VETERINARIA Medicina Veterinaria (5 anni) Sicurezza igienico-sanitaria degli alimenti

66 101

Psicologia Scienze e tecniche psicologiche Scienze psicologiche cognitive e psicobiologiche Scienze psicologiche della personalità e delle relazioni interpersonali Scienze psicologiche dello sviluppo e dell’educazione Scienze psicologiche sociali e del lavoro

80 95 96 97 98

Scienze della Formazione Scienze dell’educazione e della formazione

74

(Curricula in Formazione e sviluppo delle risorse umane e in Scienze dell’educazione)

Scienze dell’educazione e della formazione

76

(Curricula in Educazione della prima infanzia e in Educazione sociale e animazione culturale)

Scienze della formazione primaria (5 anni) 78 Scienze per la formazione dell’infanzia e della preadolescenza 91 Servizio sociale 100

125


Scienze Matematiche Fisiche e Naturali Astronomia Biologia Biologia molecolare Biotecnologie Chimica Chimica industriale Fisica Informatica Matematica Ottica e optometria Scienza dei materiali Scienze e tecnologie per l’ambiente Scienze geologiche Scienze naturali

20 21 22 23 24 26 38 44 63 70 73 84 88 90

Scienze POLITICHE Diritto dell’economia Economia internazionale Scienze politiche, relazioni internazionali, diritti umani Scienze politiche, studi internazionali, governo delle amministrazioni Scienze sociologiche

30 34 92 93 99

SCIENZE STATISTICHE Statistica, economia e finanza Statistica e gestione delle imprese Statistica e tecnologie informatiche

103 104 105

INTERATENEO Lingua e cultura italiana per stranieri Corso in teledidattica riservato a studenti stranieri e italiani residenti all’estero. Tutte le informazioni sul sito www.italicon.it

126


2012 > 2013

Progetto editoriale e realizzazione Università degli Studi di Padova - Servizio Relazioni pubbliche Con il contributo dei Presidenti e dei Referenti delle Unità Operative Integrate per la Didattica, dei Referenti per l’orientamento, delle Segreterie di Presidenza, del Servizio Regolamento didattico d’Ateneo e certificazione dell’offerta formativa Coordinamento Fiorenza Campelli, Elisabetta Menegatti Redazione testi, progetto e realizzazione grafica Carlo Calore, Franca Cecchinato, Claudia Culòs, Stefano Gueraldi, Marta Guidolin, Luisa Mazzarolli, Elisabetta Menegatti, Daniele Mont d’Arpizio, Martino Periti

Stampa Chinchio Industria Grafica - Rubano (PD)


UniversitĂ  degli Studi di Padova

Corsi di laurea 2012 > 2013

2012 > 2013 www.unipd.it

UniversitĂ  degli Studi di Padova


CORSI DI LAUREA