Page 1

Offerta Formativa

A.A. 2011 - 2012 Lauree Triennali

Via Santa Maria in Gradi, 4 - Viterbo

infoperme@unitus.it - www.unitus.it Visita guidata in Ateneo giovedĂŹ 15 settembre 2011 - ore 8,00 Auditorium Via Santa Maria in Gradi, 4 - Viterbo


UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DELLA TUSCIA DI VITERBO OFFERTA DIDATTICA A.A. 2011/2012 Lauree Triennali L’offerta didattica dell’Università degli Studi della Tuscia prevede un primo ciclo di formazione, costituito da un percorso triennale, che porta alla laurea, seguito da un biennio di approfondimento culturale al termine del quale si ottiene la laurea magistrale.

Corsi di Laurea  Economia aziendale

(L-18)

Preparazione di base Il corso di laurea fornisce una solida preparazione di base sulle dinamiche di funzionamento delle aziende attraverso un razionale bilanciamento di competenze trasversali (economiche, aziendali, matematico-statistiche e giuridiche). La logica progettuale del corso è quella di armonizzare, integrandole tra di loro, le differenti discipline con lo scopo sia di affrontare in maniera interdisciplinare le diverse problematiche che un laureato in economia aziendale deve essere in grado di poter gestire in maniera autonoma, sia di costituire le necessarie premesse per una fisiologica e naturale prosecuzione degli studi nelle lauree specialistiche. Il percorso formativo prevede la conoscenza della lingua inglese e dell’informatica di base, lo svolgimento di tirocini, stage ed altre attività professionalizzanti in imprese o enti e si conclude con la redazione e la discussione di un elaborato scritto. Il laureato sarà dunque in grado di gestire diversi profili di un’azienda, coordinando i molteplici aspetti, in quanto in possesso di capacità tecnicooperative specifiche unite ad una notevole componente di interdisciplinarietà. Sbocchi professionali Il corso di laurea in Economia Aziendale si propone di garantire una formazione tale da aprire ai propri laureati prospettive occupazionali in una ampia gamma di professioni dell’area economica. Grazie all’acquisizione di conoscenze 3


teoriche, di strumenti metodologici e di adeguate applicazioni pratiche condotte nel corso del triennio, i laureati in Economia aziendale sono in grado di ambire alla copertura di ruoli di vario tipo, con responsabilità prevalentemente operative, in numerosi ambiti professionali. Il corso prepara a prospettive di carriera manageriale presso imprese di produzione e di servizi, società di revisione e consulenza, istituzioni finanziarie, aziende ed amministrazioni pubbliche. La laurea in Economia Aziendale consente altresì l'accesso all'esame di stato per l'iscrizione alla sezione B dell'albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, secondo le procedure di accesso regolamentate dal predetto albo. Presidente del corso: Prof. Luigi Fici (fici@unitus.it) Segreteria Studenti Unica, Via Santa Maria in Gradi, 4 - tel. 0761 357798 Dipartimento di Economia e impresa Struttura didattica: DEIM (Complesso Paradiso, via del Paradiso 47, secondo piano) L’Ateneo offre la possibilità di proseguire gli studi di secondo livello nel corso di laurea magistrale in: • Consulenza e controllo aziendale (LM-77) • Marketing e qualità (LM-77)  Economia e legislazione per l’impresa

(L-18)

Preparazione di base Il corso di laurea fornisce una solida preparazione di base sugli aspetti amministrativi, finanziari, contabili e giuridici delle aziende. Lo scopo del corso è di creare figure professionali che siano in grado di operare o all’interno delle aziende quali lavoratori dipendenti oppure all’esterno di esse, esercitando attività professionali riconosciute a livello normativo o sociale. Tali obiettivi sono perseguiti mediante una formazione iniziale multidisciplinare orientata alla conoscenza dei fenomeni economici e matematici, delle nozioni aziendalistiche e dei principali istituti giuridici coinvolti nella teoria e nella pratica dell’impresa e una formazione successiva orientata a specifici sbocchi occupazionali e professionali. Il percorso formativo prevede la conoscenza della lingua inglese e dell’informatica di base, lo svolgimento di tirocini, stage ed altre attività professionalizzanti in imprese o enti e si conclude con la redazione e la discussione di un elaborato scritto. 4


Il laureato sarà in grado di affrontare diversi problemi di natura aziendale da più punti di vista, in quanto in possesso di capacità tecnico-operative specifiche, con particolare riferimento alle discipline giuridiche d’impresa, unite ad una notevole componente di interdisciplinarietà. Sbocchi professionali Gli sbocchi occupazionali e professionali previsti dal corso di laurea in Economia e Legislazione per l’Impresa sono diversi e finalizzati prevalentemente allo svolgimento di attività libero-professionali e di consulenza aziendale, nelle diverse forme e nei differenti settori, ivi compreso quello amministrativo e giuslavoristico, o allo sviluppo di carriere manageriali nelle diverse funzioni aziendali di imprese/aziende di diverso tipo e dimensione, con particolare attenzione agli aspetti amministrativi e contabili. La laurea in Economia e Legislazione per l’Impresa consente altresì l'accesso all'esame di stato per l'iscrizione alla sezione B dell'albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, secondo le procedure di accesso regolamentate dal predetto albo. Presidente del corso: Prof. Nicola Corbo (n.corbo@unitus.it) Segreteria Studenti Unica, Via Santa Maria in Gradi, 4 - tel. 0761 357798 Dipartimento di Economia e impresa Struttura didattica: DEIM (Complesso Paradiso, via del Paradiso 47, secondo piano) L’Ateneo offre la possibilità di proseguire gli studi di secondo livello nel corso di laurea magistrale in: • Consulenza e controllo aziendale (LM-77) • Marketing e qualità (LM-77)  Scienza della pubblica amministrazione

(L-16)

Preparazione di base Il percorso formativo del corso di laurea in Scienza della Pubblica Amministrazione si pone l’obiettivo di far acquisire solide conoscenze di base sui profili giuridici, politologici, storici, sociologici ed economici del funzionamento delle pubbliche amministrazioni. A questo ricco patrimonio di competenze si aggiungono le conoscenze avanzate su alcuni temi particolarmente innovativi della scienza della pubblica amministrazione, tra cui il diritto amministrativo europeo. Le conoscenze acquisite sono 5


strettamente connesse alla capacità di comprensione e di interpretazione dei vari aspetti del fenomeno amministrativo, giacché i laureati saranno in grado di riflettere criticamente sulle costanti trasformazioni del sistema amministrativo e del suo contesto politico e sociale, sull'evoluzione delle politiche pubbliche e della disciplina pubblica dell'economia, sulla sempre più accentuata apertura europea. Sbocchi professionali Il corso forma personale qualificato per lavorare nelle pubbliche amministrazioni, centrali e locali (per esempio i ministeri o gli enti pubblici, le regioni, i comuni e le province), nelle autorità indipendenti, nelle organizzazioni private (imprese a partecipazione pubblica e imprese private) e nelle istituzioni politiche e amministrative dell’Unione Europea. Presidente del corso: Prof. Giulio Vesperini (gvesperi@unitus.it) Segreteria Studenti Unica, Via Santa Maria in Gradi, 4 - tel. 0761 357798 Dipartimento di Istituzioni linguistico-letterarie, comunicazionali e storicogiuridiche dell’Europa Struttura didattica: DISTU (Complesso S. Carlo, via San Carlo 32) L’Ateneo offre la possibilità di proseguire gli studi di secondo livello nel corso di laurea magistrale in: • Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità (LM-59)  Scienze della comunicazione

(L-20)

Preparazione di base Il corso di laurea fornisce una solida preparazione di base su tutti gli aspetti e le tecniche della comunicazione, fornendo ai laureati le competenze indispensabili per operare nel giornalismo e nell’editoria, per lavorare nella radio e in televisione, nei nuovi media e in pubblicità. Sbocchi professionali Il corso prepara alle professioni di Primo livello di Specialista nelle pubbliche relazioni e dell’immagine, Specialista in scienze sociologiche, Specialista in scienze artistiche, politiche e storico-filosofiche, Redattore di testi per la pubblicità e di testi tecnici, Revisore di testi. Presidente del corso: Prof. Giovanni Fiorentino (gfiorentino@unitus.it) Segreteria Studenti Unica, Via Santa Maria in Gradi, 4 - tel. 0761 357798 Dipartimento di Scienze Umanistiche, della Comunicazione e del Turismo. 6


Struttura didattica: DISUCOM (Complesso S. Carlo, via San Carlo 32) L’Ateneo offre la possibilità di proseguire gli studi di secondo livello nel corso di laurea magistrale in: • Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità (LM-59)  Scienze organizzative e gestionali

(L-36 - Corso interfacoltà)

Preparazione di base Il corso dedica particolare attenzione alla formazione culturale e professionale degli studenti atta a sviluppare adeguate professionalità nell’ambito delle amministrazioni dell’Unione politica e monetaria europea. Un ulteriore obiettivo è quello di formare operatori rivolti alla gestione politica ed amministrativa dei processi di globalizzazione e delle istituzioni ad essi preposti come le Nazioni Unite per tutte quelle attività di intervento civile e militari e di cooperazione internazionale. Sbocchi professionali Il Corso forma personale qualificato per lavorare in istituzioni ed enti, pubblici o privati, attivi nel sociale, nel mondo della cultura e della comunicazione e, in particolare, nel mondo dell'informazione giornalistica, pubblicitaria e istituzionale e in quello dell’editoria e dell’archivistica sia tradizionale sia multimediale. Gli sbocchi occupazionali e professionali previsti si sviluppano in diversi ambiti, quali imprese ed organizzazioni private nazionali e multinazionali, amministrazioni, enti, organizzazioni pubbliche nazionali, sovranazionali e internazionali, organizzazioni non governative e del terzo settore. Il corso prepara alle professioni di Specialista della gestione nella Pubblica Amministrazione, Specialista del controllo nella Pubblica Amministrazione, Specialista della gestione e del controllo nelle imprese private, Specialista dell’organizzazione del lavoro. Il corso è aperto anche agli allievi delle Scuole sottufficiali dell’E.I. e dell’A.M. Presidente del corso: Prof. Elio D’Auria (dauria@unitus.it) Segreteria Studenti: via Emilio Bianchi, 11 - tel. 0761 357811 / 3-4 L’Ateneo offre la possibilità di proseguire gli studi di secondo livello, valutando eventuali debiti, nel corso di Laurea Magistrale in: • Lingue e culture per la comunicazione internazionale (LM-37) 7


 Lettere moderne

(L-10)

Preparazione di base Il Corso ha l’obiettivo di formare laureati con una formazione umanistica caratterizzata in senso interculturale e rivolta alle più diverse esigenze della realtà sociale contemporanea, con attenzione ai processi della comunicazione e della ricezione. Sbocchi professionali Il corso è strutturato in modo da prevedere la formazione nei campi della produzione culturale, dell’italianistica e storico-culturale; nel campo della preparazione linguistica (con attenzione all’analisi delle forme e dell’uso della lingua nazionale) e critico-letteraria, e nell’acquisizione di competenze necessarie ad attività professionali nel settore della comunicazione e dei servizi, della formazione, dell'interculturalità e delle relazioni internazionali. Il corso prepara nel primo livello di formazione quanti volessero proseguire gli studi nel livello magistrale, in vista dell'insegnamento secondario. Presidente del corso: Prof.ssa Maria Francesca Petrocchi (f.petrocchi@unitus.it) Segreteria Studenti Unica, Via Santa Maria in Gradi, 4 - tel. 0761 357798 Dipartimento di Scienze Umanistiche, della Comunicazione e del Turismo. Struttura didattica: DISUCOM (Complesso Gradi, via Santa Maria in Gradi, 4) L’Ateneo offre la possibilità di proseguire gli studi di secondo livello nei corsi di laurea magistrale in: • Filologia moderna (LM-14) • Lingue e culture per la comunicazione internazionale (LM-37)  Lingue e culture moderne

(L-11)

Preparazione di base Il corso si propone di formare laureati con una educazione umanistica caratterizzata in senso interculturale, rivolta alle più diverse esigenze della realtà sociale contemporanea e con sviluppata attenzione al mondo europeo ed extraeuropeo. Ogni studente ha la possibilità di delineare un percorso di studio personalizzato optando per le aree linguistico-culturali di proprio interesse: a sua scelta troverà corsi triennali e biennali di lingua inglese, tedesca, spagnola, francese, portoghese e brasiliana e delle relative letterature; potrà inoltre seguire corsi biennali di lingua e letteratura araba, persiana, russa, ceca e polacca. 8


Durante gli anni di corso lo studente potrà arricchire la sua formazione acquisendo conoscenze in ambito linguistico generale, filologico, storicoculturale ed eventualmente in campo giuridico-economico. Sbocchi professionali I laureati in questo corso possono svolgere attività professionali nell'ambito di amministrazioni pubbliche, istituti culturali, imprese di formazione ed editoriali, enti pubblici e privati di varia natura, imprese industriali, commerciali e turistiche in qualità di: - operatore linguistico addetto al turismo culturale, ai servizi culturali, sociali e di divulgazione; - operatore socio-linguistico-culturale negli ambiti della multietnicità e multiculturalità; - esperto linguistico per l'imprenditoria, imprese commerciali, amministrazioni pubbliche e private che hanno rapporti con paesi stranieri; - addetto alla comunicazione interculturale nelle rappresentanze diplomatiche e consolari e nella cooperazione internazionale. Presidente del corso: Prof.ssa Barbara Turchetta (turk@unitus.it) Segreteria Studenti Unica, Via Santa Maria in Gradi, 4 - tel. 0761 357798 Dipartimento di Istituzioni Linguisto-Letterarie, Comunicazionali e StoricoGiuridiche dell’Europa Struttura didattica: DISTU (Complesso Gradi, via Santa Maria in Gradi, 4) L’Ateneo offre la possibilità di proseguire gli studi di secondo livello nei corsi di laurea magistrale in: • Filologia moderna (LM-14) • Lingue e culture per la comunicazione internazionale (LM-37)  Conservazione dei beni culturali

(L-1 / L-43 Corso interclasse)

Preparazione di base Il corso di laurea interclasse si articola nelle classi L-1, Beni Culturali, ed L-43, Diagnostica per la conservazione dei Beni Culturali. I laureati della classe L-1 avranno una formazione di base di carattere interdisciplinare relativa alla storia, alla conservazione, alla valorizzazione dei beni storico-artistici ed archeologici, nonché conoscenze nel campo della legislazione dei beni culturali. Il corso di laurea si articola in due percorsi formativi: archeologico e storicoartistico, allo scopo di caratterizzare al meglio le diverse vocazioni della 9


Facoltà, indirizzando lo studente nell’eventuale scelta di un corso di laurea magistrale. I laureati saranno dotati delle competenze necessarie per operare ad un primo livello nei vari ambiti professionali legati ai beni storici, artistici ed archeologici. La classe L-43 rilascia un titolo di studio tecnico-scientifico ed ha come fine la formazione di laureati di I livello che operino nel campo della diagnostica, della conservazione e del restauro con particolare attitudine alle tecnologie per la diagnostica e l’intervento sui beni culturali. Gli studenti, oltre alla possibilità di proseguire gli studi di secondo livello nei corsi di laurea magistrale offerti dall’ateneo, potranno scegliere percorsi del settore scientifico ed ingegneristico (es. LM-11, Scienze per la conservazione dei Beni Culturali ed LM-29, Ingegneria delle misure e della strumentazione elettronica per la qualità). Sbocchi professionali L’attività professionale dei laureati di ambedue le Classi potrà essere svolta presso: Università ed Enti di Ricerca pubblici e privati preposti alla gestione ed alla manutenzione del patrimonio culturale; Istituzioni del Ministero dei Beni Artistici e Culturali preposti alla tutela dei Beni Culturali (Soprintendenze, Musei, Biblioteche, ecc); Società, Cooperative, Fondazioni operanti nell’ambito dei Beni culturali. Presidente del corso: Prof. Gian Maria Di Nocera (gm.dinocera@unitus.it) Segreteria Studenti Unica, Via Santa Maria in Gradi, 4 - tel. 0761 357798 Dipartimento di Scienze dei beni culturali Struttura didattica: DISBEC (Complesso Riello, Largo dell'Università) L’Ateneo offre la possibilità di proseguire gli studi di secondo livello nei corsi di laurea magistrale in: • Archeologia (LM-2) • Storia dell’arte e tutela dei beni storico-artistici (LM-89)  Scienze biologiche

( L-13)

Preparazione di base Il Corso di Laurea di primo livello in Scienze Biologiche si propone di formare giovani laureati che abbiano un’adeguata preparazione di base nelle discipline dei diversi settori della biologia. Sbocchi professionali I laureati della classe potranno svolgere attività professionali e tecniche in 10


diversi ambiti di applicazione, quali attività produttive e tecnologiche in laboratori (di aziende ospedaliere, laboratori privati di analisi biologiche, industrie private ecc. ecc.) e servizi a livello di analisi, controllo e gestione. Il laureato potrà integrarsi nei diversi ambienti di lavoro, utilizzando la sua preparazione come base duttile da cui partire per approfondire conoscenze specifiche e professionalizzanti. La laurea di I livello in Scienze Biologiche consente la iscrizione all’albo dei Biologi junior; inoltre il laureato potrà altresì proseguire gli studi per il conseguimento della laurea magistrale. Presidente del corso: Prof.ssa Carla Caruso (caruso@unitus.it) Segreteria Studenti Unica, Via Santa Maria in Gradi, 4 - tel. 0761 357798 Dipartimento di Scienze ecologiche e biologiche Struttura didattica: DEB (Complesso Riello, Largo dell'Università) L’Ateneo offre la possibilità di proseguire gli studi di secondo livello nei corsi di laurea magistrale in: • Biologia cellulare e molecolare (LM-6) • Conservazione della natura (LM-75 & LM-6) • Biotecnologie agrarie e ambientali (LM-7) • Sicurezza e qualità agroalimentare ( LM-69 & LM-70)  Scienze ambientali

(L-32)

Preparazione di base Il corso permette di acquisire una cultura sistemica di ambiente e una buona pratica del metodo scientifico per l'analisi di componenti e fattori di processi, sistemi e problemi riguardanti l'ambiente, sia naturale, che modificato dagli esseri umani, e mira a formare un laureato capace di utilizzare le metodologie scientifiche e le attrezzature innovative e complesse nel campo delle scienze dell'ambiente. Sbocchi professionali Il corso di laurea in Scienze Ambientali si propone, in particolare, di formare figure professionali capaci di affrontare i problemi ambientali, riconoscerli, classificarli ed impostarne la soluzione, in dialogo consapevole e competente con specialisti della Natura, tecnici analitici, imprese, Enti pubblici ed opinione pubblica. Grazie alla ampia ed approfondita preparazione nei diversi settori dell’ambiente terrestre e marino, il laureato potrà inserirsi in piani di monitoraggio e controllo ambientale promossi da amministrazioni pubbliche, 11


quali Ministeri, Regioni, Province, Comuni, Aziende Sanitarie, Agenzie nazionali e regionali per la Protezione dell’Ambiente, parchi e riserve naturali, oltre che nel settore privato (agenzie, studi professionali, società ed imprese operanti nell’ambito ambientale). Le professioni di riferimento del laureato in Scienze Ambientali sono quelle di Tecnici del controllo ambientale, Guide ed accompagnatori specializzati, Tecnici dello smaltimento dei rifiuti. Inoltre il laureato potrà proseguire gli studi per il conseguimento della laurea magistrale. Presidente del corso: Prof. Vincenzo Piscopo (piscopo@unitus.it) Segreteria Studenti Unica, Via Santa Maria in Gradi, 4 - tel. 0761 357798 Dipartimento di Scienze ecologiche e biologiche Struttura didattica: DEB (Complesso Riello, Largo dell'Università) L’Ateneo offre la possibilità di proseguire gli studi di secondo livello nei corsi di laurea magistrale in: • Conservazione della natura (Corso interclasse LM-75 & LM-6) • Sicurezza e qualità agroalimentare (Corso interclasse LM-69 & LM-70) • Conservazione e restauro dell’ambiente forestale e difesa del suolo (LM-73)  Biotecnologie

(L-2)

Preparazione di base Il corso si pone l’obiettivo di far conseguire allo studente le basi culturali e sperimentali delle tecniche multidisciplinari che caratterizzano l'operatività biotecnologica per la produzione di beni e di servizi attraverso l'analisi e l'uso di sistemi biologici, di acquisire le metodiche disciplinari e essere in grado di applicarle in situazioni concrete con appropriata conoscenza delle normative e delle problematiche deontologiche e bioetiche. Sbocchi professionali Il corso prepara, in particolare, alle professioni di Biotecnologo, Botanico, Zoologo ed assimilati. Il laureato in Biotecnologie può svolgere attività professionali in laboratori, aziende sanitarie o industrie per attività relative alla gestione di sistemi biologici o parti di essi per l’ottenimento di prodotti innovativi e rispondenti ad esigenze di miglioramento delle condizioni alimentari, sanitarie, ambientali, e socio-economiche. Inoltre, i laureati sono qualificati per attività di ricerca in ambito biologico con particolare riguardo alla modificazione genica di organismi o microrganismi, all’applicazione di tecniche molecolari finalizzate ad interventi di bio-monitoraggio ambientale e alla 12


salvaguardia della biodiversità vegetale, ed in attività di commercializzazione dei prodotti ottenuti da attività di ricerca. Inoltre, il laureato in Biotecnologie, in base al DPR n. 328/01, può iscriversi all’ Albo professionale di Biologo (Junior), sez. B (per informazioni: www.biotecnologi.org): Presidente del corso: Prof. Maurizio Petruccioli (petrucci@unitus.it) Segreteria Studenti Unica, Via Santa Maria in Gradi, 4 - tel. 0761 357798 Dipartimento per l’Innovazione dei sistemi biologici, agroalimentari e forestali Struttura didattica: DIBAF (Complesso Riello, Largo dell'Università) L’Ateneo offre la possibilità di proseguire gli studi di secondo livello nei corsi di laurea magistrale in: • Biologia cellulare e molecolare (LM-6) • Biotecnologie agrarie e ambientali (LM-7) • Sicurezza e qualità agroalimentare (LM-69 & LM-70) 

Scienze agrarie e ambientali

(L-25)

Preparazione di base Il corso di laurea permette di acquisire conoscenze e competenze nella gestione delle produzioni vegetali e animali con particolare riguardo ad un approccio sistemico delle relazioni tra esigenze biologiche, risorse, mezzi tecnici e sostenibilità ambientale. Il laureato acquisisce un’approfondita conoscenza delle realtà produttive con particolare riferimento alle produzioni di campo, ai principali allevamenti zootecnici e alla prima trasformazione delle produzioni. Sbocchi professionali Il laureato sarà in grado di operare professionalmente nell’attività di gestione, divulgazione e assistenza tecnica qualificata nel settore agro-industriale, agro-turistico e del marketing. Il corso prepara alle professioni di Tecnico agronomo, Zootecnico, Tecnico addetto all’organizzazione e al controllo gestionale della produzione, Perito stimatore di danno, Approvvigionatore e responsabile acquisti delle imprese del settore. Insegnante nella formazione professionale. Il corso ha il suo sviluppo logico nella laurea magistrale Scienze agrarie e ambientali che consente di esercitare con successo la complessa professione di agronomo. Presidente del corso: Prof. Paolo Biondi (biondi@unitus.it) Segreteria Studenti Unica, Via Santa Maria in Gradi, 4 - tel. 0761 357798 Dipartimento di Scienze e tecnologie per l’agricoltura, le foreste, la natura e l’energia Struttura didattica: DAFNE (Complesso Riello, Via S.Camillo De Lellis, snc) 13


L’Ateneo offre la possibilità di proseguire gli studi di secondo livello nel corso di laurea magistrale in: • Biotecnologie agrarie e ambientali (LM-7) • Scienze agrarie e ambientali (LM-69) • Sicurezza e qualità agroalimentare (LM-69 & LM-70) • Conservazione e restauro dell’ambiente forestale e difesa del suolo (LM-73)  Scienze forestali e ambientali

(L-25)

Preparazione di base Gli obiettivi formativi specifici del corso di laurea in Scienze Forestali e Ambientali (SFA-L) scaturiscono dall’esigenza di disporre di una figura di laureato con conoscenze ed esperienze per operare nel settore forestale, con particolare riferimento alle attività di analisi del territorio, di progettazione e di gestione delle risorse forestali e agrosilvopastorali, e riguardano l’acquisizione di conoscenze, capacità, abilità e comportamenti per l’inserimento nel mondo del lavoro nel settore forestale e ambientale o per il proseguimento nella formazione ai livelli superiori. Sbocchi professionali Gli sbocchi occupazionali dei laureati in SFA sono: tecnici della gestione del territorio forestale e delle risorse agrosilvopastorali presso aziende pubbliche e private, enti parco, enti locali pubblici e privati; attività libero professionale previa superamento dell’esame di Stato e iscrizione all’Albo Professionale sezione B (junior); sottoufficiali e agenti del Corpo Forestale dello Stato; imprenditori, gestori e responsabili di piccole imprese nel settore forestale e silvopastorale. Presidente del corso: Prof. Paolo De Angelis (pda@unitus.it) Segreteria Studenti Unica, Via Santa Maria in Gradi, 4 - tel. 0761 357798 Dipartimento per l’Innovazione dei sistemi biologici, agroalimentari e forestali. Struttura didattica: DIBAF (Complesso Riello,Via S.Camillo De Lellis, snc) L’Ateneo offre la possibilità di proseguire gli studi di secondo livello nel corso di laurea magistrale in: • Sicurezza e qualità agroalimentare (LM-69 & LM-70) • Scienze forestali e ambientali (LM73) • Conservazione e restauro dell’ambiente forestale e difesa del suolo (LM73) 14


 Scienze e tecnologie per la conservazione delle foreste e della natura (L-25) Preparazione di base Il corso, progettato in collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato per affrontare con soluzioni efficaci il problema della conservazione delle risorse naturali, fornisce allo studente un’articolata preparazione nel settore della gestione ambientale proponendosi come ponte tra i saperi delle scienze naturali e quelli a carattere spiccatamente applicativo e progettuale. In particolare il corso è dedicato ai temi della conservazione della natura, alla prevenzione del degrado ed al restauro dell’ambiente. Aspetti didattici qualificanti sono l’analisi e il monitoraggio degli ecosistemi forestali, la gestione sostenibile e la certificazione delle risorse dell’ambiente forestale, delle acque e della fauna. Obiettivo del corso è fare acquisire allo studente una spiccata capacità applicativa connessa all’esecuzione di progetti e lavori di ricostituzione boschiva e di ingegneria forestale per la protezione del suolo e delle sorgenti, per la sistemazione dei versanti e delle sponde fluviali, per la prevenzione e il contenimento dei processi di degradazione del territorio (p.e. desertificazione, incendi boschivi). Il laureato, inoltre, possiede competenze nella gestione delle aree protette, anche con spiccata valenza culturale e ricreativa. Sbocchi professionali La laurea prepara alle professioni di agronomo e forestale iunior con specializzazione nella gestione dei parchi, dei progetti di ecoingegneria e del controllo ambientale. Il corso viene offerto presso le sedi didattiche di Viterbo e Cittaducale (RI) Presidente del corso: Prof. Danilo Monarca (monarca@unitus.it) Segreteria Studenti Unica, Via Santa Maria in Gradi, 4 - tel. 0761 357798 Dipartimento di Scienze e tecnologie per l’agricoltura, le foreste, la natura e l’energia Struttura didattica: DAFNE (Complesso Riello, Via S.Camillo De Lellis, snc) Il laureato può proseguire gli studi di secondo livello nel corso di laurea magistrale in: • Biotecnologie agrarie e ambientali (LM-7) • Scienze agrarie e ambientali (LM-69) • Sicurezza e qualità agroalimentare (Corso interclasse LM-69 & LM-70) • Conservazione e restauro dell’ambiente forestale e difesa del suolo (LM-73) • Scienze forestali e ambientali (LM73) 15


 Tecnologie alimentari ed enologiche

(L-26)

Preparazione di base Il corso di laurea fornisce una solida preparazione interdisciplinare nel settore alimentare, viticolo ed enologico, e forma figure tecniche con capacità professionali adeguate per poter operare nelle fasi che vanno dalla produzione al consumo dei prodotti alimentari ed enologici, compresa la capacità di agire per garantire la sicurezza igienico-sanitaria e la qualità dei prodotti, nonché la loro conservazione e distribuzione. Sbocchi professionali L’attività professionale dei Laureati in Tecnologie Alimentari ed Enologiche si svolge, principalmente, nelle aziende che, a diversi livelli, operano nella produzione, trasformazione, conservazione e distribuzione dei prodotti alimentari ed enologici. Le loro competenze sono altresì richieste, anche a supporto ed integrazione di altre, negli Enti pubblici e privati che conducono attività di analisi, certificazione e controllo per la tutela e la valorizzazione delle produzioni alimentari ed enologiche. Il corso prepara alle professioni di Tecnico biochimico ed assimilato e di Enologo (curriculum Viticoltura ed Enologia). Presidente del corso: Prof. Maurizio Ruzzi (ruzzi@unitus.it) Segreteria Studenti Unica, Via Santa Maria in Gradi, 4 - tel. 0761 357798 Dipartimento per l’Innovazione dei sistemi biologici, agroalimentari e forestali Struttura didattica: DIBAF (Complesso Riello, Via S.Camillo De Lellis, snc) L’Ateneo offre la possibilità di proseguire gli studi di secondo livello nel corso di laurea magistrale in: • Biotecnologie agrarie e ambientali (LM-7) • Sicurezza e qualità agroalimentare (LM-69 & LM-70) • Scienze agrarie e ambientali (LM-69) TEST DI INGRESSO Gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea triennale devono sostenere un test d’ingresso che si svolge con sistemi informatizzati che elaborano i risultati in tempo reale; la prova ha valore orientativo ma non ha carattere selettivo. Il suo obiettivo è valutare l’adeguatezza della preparazione dei candidati per affrontare il percorso formativo prescelto e le loro attitudini personali. Al tempo stesso, il test fornisce alle strutture didattiche utili informazioni sui candidati, che permettono di prevedere strategie didattiche più mirate e organizzare eventuali attività di recupero. 16


Servizi per gli studenti Portale dello studente Attraverso il portale lo studente si immatricola, si iscrive, verifica lo stato della propria posizione amministrativa, stampa la certificazione della carriera, stampa i moduli MAV per il pagamento delle tasse, si iscrive agli esami, stampa gli statini per gli esami, gestisce il proprio piano di studio, gestisce i propri dati anagrafici. Il portale dello studente è un servizio che da un lato implementa le funzionalità necessarie alle iscrizioni on line e al servizio di verbalizzazione elettronica degli esami e da un altro offre agli studenti una agevole interfaccia verso l’università. Casella di posta elettronica Agli studenti al momento dell’iscrizione viene assegnata l’account di posta elettronica dove lo studente potrà ricevere informazioni di natura didattica e amministrativa. Il servizio rimarrà attivo fino al completamento della carriera universitaria. Infrastruttura WI-FI Il Centro di Calcolo ha realizzato una infrastruttura WI-FI grazie alla quale gli studenti possono accedere ai servizi di rete, al di fuori della rete cablata, utilizzando dispositivi portatili dotati di scheda wireless secondo gli standard 802.11b/g migliorando la fruibilità della didattica e della ricerca. Patente Europea Come Test center riconosciuto da AICA (Associazione Italiana Calcolo Automatico), il Centro di Calcolo dell’Università organizza periodicamente corsi di formazione e, mensilmente, sessioni d’esame per il superamento dei 7 moduli per il rilascio della Patente Europea (ECDL) per l’uso del computer. Gli studenti potranno frequentare i corsi e sostenere le sessioni d’esame con costi di assoluto vantaggio. Inoltre coloro che otterranno la patente europea avranno diritto al riconoscimento di crediti formativi. UnitusMoodle E’ la piattaforma multimediale dell’Universtà degli Studi della Tuscia, attraverso la quale è possibile prenotarsi e sostenere il test di accesso valido ai fini dell’immatricolazione, visualizzare i libretti delle attività didattiche dei docenti, dove si trovano materiali multimediali di supporto alle lezioni e si ricevono direttamente via e-mail le comunicazioni che il docente pubblica nel proprio forum. Consulenza Psicologica E’ a disposizione degli studenti il servizio di supporto psicologico che potrà aiutarli nei momenti più difficili durante il corso degli studi.

17


Difensore degli studenti Ha il compito di assistere gli studenti nell’esercizio dei loro diritti e per ricevere eventuali reclami. Gli studenti hanno diritto dell’anonimato. Sostegno agli studenti con disabilità Un apposito Tavolo, coordinato dal Delegato del Rettore per la disabilità, ha il compito di programmare l’offerta di servizi in relazione alle particolari esigenze dello studente e per favorire l’inserimento in tutti gli aspetti della vita universitaria. I servizi accompagnano lo studente dal momento dell’ingresso all’università fino alla conclusione del proprio percorso di studi. Mobilità studentesca Erasmus Gli studenti possono svolgere una parte del proprio percorso didattico presso una Università straniera usufruendo di una borsa di studio. Tempo libero L’Università promuove e realizza le attività culturali e ricreative a favore degli studenti attraverso le Associazioni studentesche ed il Centro universitario sportivo. Laziodisu Territoriale di Viterbo Ente regionale per il diritto allo studio universitario ha il compito istituzionale di assicurare l’accesso all’Università a studenti capaci e meritevoli, effettua interventi individuali tramite procedure concorsuali (borse di studio, posti alloggio, contributo per l’alloggio e mobilità internazionale) ed eroga servizi (ristorazione, agevolazione ai trasporti, medicina preventiva, etc.) a favore della generalità degli studenti. Sede: Via Cardarelli, 75 – 01100 Viterbo Telefono: 0761.270610/1 Sito web: www.adisuvt.it Contatti: Servizio Didattica e Ricerca- I Divisione Ufficio Offerta Formativa e Orientamento in entrata Stefania Moretti Tel. 0761.357984 e-mail moretti@unitus.it Paolo A. Capuani Tel. 0761 357912 e mail capuani@unitus.it M. Rita Rocchi Tel. 0761 357939 e mail: rocchimr@unitus.it

A cura dell’Ufficio Offerta Formativa e Orientamento in Entrata Via S. Maria in Gradi, 4 – 011000 Viterbo Viterbo, giugno 2011

18


Come arrivare a Viterbo:

IN AUTO: DA ROMA 1) Dall’uscita 5 del Raccordo Anulare, SS 2 (Cassia Bis e Cassia) fino a Viterbo 2) Dall’uscita 10 del Raccordo Anulare, autostrada A1 fino all’uscita Orte, raccordo fino a Viterbo. 3) In BUS: linea Cotral da Saxa Rubra. 4) Dalla via Aurelia (Civitavecchia) si esce a Tarquinia – Tuscania – Viterbo DA TERNI Raccordo Terni – Orte – Viterbo DA ORVIETO 1) SS Umbro Casentinese fino a Montefiascone, SS Cassia fino a Viterbo 2) SP Teverina fino a Bagnoregio e Viterbo

IN TRENO 1) Linea ROMA OSTIENSE-VITERBO (FS) 2) Linea ORTE-MONTEFIASCONE-VITERBO (FS) 3) Linea ROMA NORD-CIVITA CASTELLANA-VITERBO (Met.Ro) 4) Linea TERNI-ORTE-VITERBO

SERVIZIO BUS NAVETTA È in funzione un nuovo servizio di linea tra Viterbo (capolinea - Largo dell’Università) e Orte Scalo (stazione ferroviaria) esercitato da autobus della Società Alitransport srl.


Opuscolo Orientamento Lauree Triennali (UNITUS)  

L’offerta didattica dell’Università degli Studi della Tuscia prevede un primo ciclo di formazione, costituito da un percorso triennale, che...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you