Page 1

GRAZIE MILLE NOTIZIARIO DELLA LISTA CIVICA “UNITI PER GALLIERA”

WWW.UNITIPERGALLIERA.IT

UNITIPERGALLIERA

“E‟ bene tornar bambini qualche volta e non vi è miglior tempo che il Natale, allorché il suo onnipotente fondatore era egli stesso un bambino…” (Charles Dickens)

Un caloroso augurio di Buon Natale e Felice Anno Nuovo da tutti noi a tutti voi!

1


Da ormai qualche anno stiamo chiedendo con insistenza di effettuare dei campionamenti e delle analisi sulle acque dello scolo Riolo nel tratto adiacente l‟area dello stabilimento ex-Siapa, al fine di scongiurare ogni possibile fuoriuscita di materiale inquinante all‟interno delle acque del canale Riolo e con l’obiettivo di rilevare eventuali depositi di rifiuti all‟interno del canale. Dopo 2 anni di richieste, sempre negate dal Sindaco e dal suo gruppo di Maggioranza, nessuna analisi è ancora stata eseguita. Fra i documenti redatti nel luglio 2011 dalla società Caffaro Srl ne esiste uno che scrive in modo chiaro: “le acque

superficiali […] fluiscono nello Scolo Riolo, il quale esercita un‟azione drenante sulla prima falda” […] e aggiunge che “In linea generale la falda scorre verso lo Scolo Riolo” - questo a nostro avviso avrebbe già dovuto instillare nei nostri amministratori un lecito dubbio.. Arpae stessa a Gennaio 2018, in riferimento al sistema di emungimento delle acque posto in essere sul sito dall‟attuale amministrazione Comunale, comunicava che “Il fatto di richiamare gli organo clorurati verso la barriera potrebbe essere un fatto negativo perché sposta la contaminazione verso il confine dell’area”. Ad aggravare ancor più il quadro ci pensa la Regione, la quale a Novembre 2017 afferma che: “Non esistono valutazioni circa l’efficacia dell’impianto anche in relazione agli obiettivi di bonifica prefissati. La reportistica trimestrale NON fornisce di fatto alcun elemento per poter affermare che il sistema di bonifica della falda sia efficace o meno.” 2


- Ad Agosto 2017 a fronte di un sopralluogo sul sito inquinato, i tecnici del Comune di Galliera hanno appurato, in modo del tutto fortuito, che l’impianto di depurazione era guasto ? - La Regione Emilia-Romagna ha vincolato ogni tipo di aiuto economico verso il Comune di Galliera per la gestione delle opere di messa in sicurezza all‟esproprio dell‟area? Ad oggi però l’area è ancora di proprietà di Caffaro.. - Durante uno studio effettuato nei mesi scorsi dall‟Università di Ferrara, a causa della presenza di forti odori e aloni neri osservati nei campionamenti fino a 5-6m di profondità, sono stati prelevati due campioni di sedimenti ed un campione di acqua di falda per effettuare analisi chimiche di dettaglio i cui risultati hanno evidenziato la presenza di Fitofarmaci (matrice terra) e idrocarburi (matrice acqua). - Nel corso di questi anni il tema Siapa non è mai emerso in Consiglio Comunale se non per volontà e su richiesta dei gruppi di minoranza.

A seguito di indagini Geofisiche condotte dall‟Università di Ferrara nell‟area verde del sito denominato „Ex-Caffaro‟ e zone immediatamente limitrofe, a Luglio 2018 è pervenuta al Comune di Galliera una relazione conclusiva - lo scopo dell‟indagine è quello di investigare il sottosuolo dell‟area fino ad una profondità di 15 m circa. Dopo aver ricevuto il documento (Ottobre), quello che possiamo anticiparvi, in quanto non è ancora avvenuta una presentazione ufficiale dei risultati ottenuti, è che sono stati individuate “Sostanze dell‟aspetto oleoso di colore nero e marrone scuro prove-

niente da scarti industriali, frammenti di nylon, Argilla Limosa con livelli neri (rifiuti industriali)” Si parla inoltre di “possibile limitata infiltrazione verso la sponda meridionale del C. Riolo” - non aggiungiamo altro in quanto non abbiamo sufficienti competenze tecniche per spiegare quanto riportato in questi documenti. Oggi stiamo domandando la convocazione di una apposita Commissione Ambiente alla presenza di tecnici qualificati al fine di capire meglio. Sarà nostra cura tenervi informati con tutti gli strumenti a nostra disposizione. La SALUTE così come l‟INFORMAZIONE appartiene a TUTTI.

3


Uniti per Galliera ha sostenuto - attraverso una raccolta firme online - l'autonoma mobilitazione di cittadini di Galliera località antica per chiedere che il servizio di Prontobus proseguisse durante i mesi estivi nei quali era invece prevista una riduzione nella giornata di sabato. Il tema era stato da noi già sollecitato con due interrogazioni ed un articolo de "Il Resto del Carlino" del 2017 proprio perché riteniamo che sia un servizio essenziale e necessario. Grazie ad un'azione congiunta di forze indipendenti è stato raggiunto un importante risultato con l‟estensione di tratte al sabato pomeriggio. Tuttavia rimangono problemi di mancato collegamento nei festivi. Da ormai quattro anni il nostro gruppo consiliare insiste per un miglioramento del pericoloso incrocio tra le vie Provinciale, Marconi e Reno Est. A nostro parere la soluzione più semplice (anche perché già sperimentata in passato, ad inizio anni 2000 durante i lavori del sottopassaggio della stazione) e più sicura sarebbe di installare un impianto semaforico. Dopo periodiche interpellanze al consiglio comunale, tutte rimaste senza alcun seguito, abbiamo deciso di raccogliere le firme per chiedere al Comune ed alla Città Metropolitana (che ha competenza sulla SP4) di intervenire. Abbiamo raccolto oltre 220 firme, inviate ad aprile al Sindaco e - per il tramite della consigliera Marta Evangelisti - anche alla Città Metropolitana. Da allora ancora nessuna risposta concreta, solo parole da parte del Sindaco sul fatto che si sta approfondendo il tema e cercando soluzioni. La soluzione c'è già: i semafori, ad un costo sostenibile ed opportuno per mettere in sicurezza un'area di elevata pericolosità data dalla scarsa visibilità. Qualche mese fa abbiamo chiesto al Sindaco e a Rocco Bartilucci (colui che ha le deleghe allo sport) i motivi per cui non abbiano voluto partecipare ad un Bando Regionale per l'assegnazione di fondi volti alla RIQUALIFICAZIONE degli IMPIANTI SPORTIVI o alla creazione di nuovi impianti. La risposta? Perché 50mila € avrebbe dovuto metterli il Comune di Galliera ... Forse non avevano idee progettuali? ..e dire che non abbiamo mai perso occasione di lanciare idee e proposte per lo sport: costruzione di un PRE-campo di calcio, riqualificazione campo di Calcio a 5, riqualificazione della Palestra del centro sportivo, ecc... Lo sport dovrebbe essere una PRIORITÀ, non un PALCOSCENICO..

4


Così titolava Il Resto del Carlino A dicembre 2016 il Partito Democratico dichiarò di voler dare avvio all'iter per la fusione del nostro comune con Pieve di Cento, San Pietro in Casale e Castello d'Argile, senza neanche passare dal consiglio comunale per un indirizzo in tal senso. Il nostro gruppo è stato da subito totalmente ed incondizionatamente contrario ad ogni ipotesi di fusione di comuni e si è immediatamente attivato con una raccolta di oltre 200 firme (autenticate da parte dei consiglieri comunali in banchetti durante tutto il 2017) per chiedere che, prima di qualsiasi atto formale, il Comune sentisse l'opinione preventiva dei propri cittadini attraverso una consultazione, come normata dal regolamento degli istituti di democrazia diretta (strumento da noi ottenuto nella scorsa legislatura), perché una scelta del genere non poteva essere decisa da un partito, ma solo - eventualmente - dalla cittadinanza (consultazione mai avviata). La crescente protesta nei quattro comuni coinvolti - per azione sia dei gruppi di minoranza, che dei comitati spontanei di cittadini costituitisi (tra cui quello di Galliera, coordinato da Maurizio Lodi) - ha portato poi a dicembre 2017, esattamente un anno dopo, il Partito Democratico dei quattro territori comunali a dichiarare l'impossibilità di procedere. Una vittoria di tanti, frutto di lavoro ed azioni concrete, come la pressione esercitata dalla notevole raccolta firme da noi effettuata. Uno stop che rischia di essere solo temporaneo, se torneranno al governo locale le stesse forze che propugnano la bontà della fusione. Per tale motivo è necessario dare fiducia alla nostra lista civica, contraria alla fusione ora e sempre, perché l'unica garante della sopravvivenza di Galliera.

5


La risposta a queste due domande è fin troppo semplice. Chi l‟ha voluta? Il Partito Democratico - Chi l‟ha fermata? Il Partito Democratico. Dov‟è l‟anomalia? Con quale titolo un segretario di partito (l‟allora Rocco Bartilucci) può decidere in completa autonomia di cancellare storia, origini, tradizioni di un Comune come Galliera? Allo stesso modo, con quale titolo l‟attuale segretario di partito (Federico Piva) può decidere di rimandare le valutazioni sull‟argomento ad un eventuale mandato successivo? Seppur Rocco Bartilucci sia anche Capogruppo dell‟attuale gruppo di Maggioranza in Consiglio Comunale, l‟iniziativa fu avviata e fortemente sponsorizzata dalla segreteria del PD locale e non dal Consiglio Comunale stesso. Tutti noi siamo ben consapevoli che non sia trattato di uno stop vero e proprio, quanto piuttosto di un rinvio al prossimo mandato elettorale (20192024).

“per il pd occorre pù tempo” avrebbero scritto i segretari dei circoli locali del pd provando a giustificare il grande flop di questo tentativo di cancellare storia e tradizioni del Comune di Galliera e degli altri tre Comuni coinvolti. E‟ singolare quanto preoccupante che un tema così delicato venga politicamente personalizzato e trattato fra pochi intimi, avviato e fermato da poche persone afferenti il medesimo partito politico. Sono stati mesi di confronto e di informazione, di banchetti e raccolta firme, di incontri e serate pubbliche sul tema Fusione – occasioni importanti per riscoprire assieme alla cittadinanza quanto sia importante la storia del nostro territorio (da valorizzare e non da cancellare), l‟associazionismo e il volontariato (da sostenere e non da mettere in difficoltà) ed il coinvolgimento – parola oggi sconosciuta a questa amministrazione. Galliera ha dimostrato ancora una volta come decisioni imposte dall‟alto non siano più accettabili, scelte come questa non possono più prescindere dal coinvolgimento e il benestare di chi da anni vive il proprio territorio nel bene e nel male.

6


Nel Bilancio del Comune di Baricella c‟è un debito di 538mila euro nei confronti di Galliera, ma nel bilancio del Comune di Galliera la cifra non compare, perché? Perché Galliera ha anticipato a Baricella 2,8 milioni di euro ma poi, dopo numerosi solleciti da parte del gruppo Uniti per Galliera, ha fatto un piano di rientro di soli 2,2 milioni di euro? Domande che abbiamo posto al Sindaco di Galliera e alla sua Giunta. I 538 mila euro fanno parte degli oltre 2 milioni di euro ottenuti da Baricella nel 2009 nell‟ambito di un accordo con Galliera per la ripartizione degli indennizzi delle due discariche. Dopo numerosi solleciti, nelle settimane scorse, i sindaci di Baricella e Galliera si sono accordati per un rientro spalmato in tre anni dei 538 mila euro che ancora mancano all‟appello. È la dimostrazione che avevamo ragione quando sostenevamo che il piano di rientro era parziale, ci sono voluti „solo‟ nove anni per arrivarci, ma finalmente c‟è la definizione della restituzione della somma intera.

sospensione canone associazioni sportive

proposta bocciata

istituzione assistenti civici

proposta approvata

creazione consulta dello sport installazione defibrillatori presso strutture sportive e palestre comunali installazione postcombustore presso centrale biomasse di Galliera richiesta sopralluogo presso sito inquinato ex-Siapa analisi acque canale Riolo nei pressi stabilimento ex-Siapa installazione telecamera video sorveglianza sottopasso ciclopedonale contrasto Ludopatia consultazione popolare in merito al progetto di fusione del Comune di Galliera installazione semaforo incrocio Via Provinciale e Via Marconi ATTENZIONE - non tutte le proposte approvate dal Consiglio Comunale sono state ATTUATE. L’attuazione di queste è in capo all’Amministrazione Comunale. 7


Siamo verso la fine del 2018. Siamo verso la fine del mandato. Ma saremo anche verso la fine di un'era? Ciò che è certo é che nel 2019 ci saranno le elezioni amministrative e sarà un anno di fuoco! Lo dice anche l'oroscopo! Non serve certo un team di astrologi per capire che sono stati quattro anni difficili: Saturno contro? O contro ci sono state una serie di mosse dell'amministrazione che non hanno certo giovato al paese?

SPORT E TEMPO LIBERO. Davvero crediamo che con la sostituzione di alcuni lampioni in un campo di calcio si possa dimostrare l‟attenzione di una amministrazione verso lo sport? (peraltro inseriti all’ultimo all’interno di un mutuo volto alla riqualificazione energetica). Attenzione che trova un misero spiraglio di luce, guarda caso, soltanto vicino al periodo elettorale. Perché non dare seguito ad alcune nostre vecchie proposte: la costruzione di un PRE-campo di calcio (cancellato nel 2011), riqualificazione del campo di Calcio a 5, la riqualificazione della Palestra del centro sportivo, installando anche un impianto solare termico così da abbattere i costi delle utenze alla polisportiva (in questi anni la polisportiva ha provveduto a sistemare in autonomia quanto più possibile e un grazie risulta riduttivo), riqualificare le due “piste” quasi dimenticate. Gli astri consigliano: rivedere le priorità. Le stelle raccomandano anche maggior CURA DI SE' e di ciò che ci circonda: e allora chi può spiegare perché la passeggiata lungo Riolo, nel cuore del paese, è abbandonata a se stessa? 240.000 euro (più altri 80.000 per i massi ciclopici posti sull'altra sponda per consolidarla) spesi per un'opera che l'attuale amministrazione ha lasciato diventare, nel corso del suo mandato, quello che è ora: una cosa che cade a pezzi e pessimo biglietto da visita per chi arriva a Galliera. La passeggiata doveva essere un elemento di abbellimento per il paese ed invece si è trasformata nell'emblema del suo degrado; nonostante siamo sempre stati contrari al suo realizzo, che senso ha lasciarla in queste condizioni, chiusa da più di due anni? Io non so di che segno zodiacale sia la nostra Galliera ma mi auguro che ci siano novità in arrivo! Ci auguriamo che il 2019 sia, per dirla alla Paolo Fox, l'anno della svolta! Perché il nostro paese merita di più. Ad esempio, dato che noi cittadini differenziamo per quasi l'80%, perché dobbiamo pagare una tassa dei rifiuti così alta e non abbiamo alcuna agevolazione? L'Astrologia non è una scienza ma è chiaro che a Galliera serve una scossa!

E allora prepariamoci a questo 2019 e a queste elezioni. Noi ci saremo e speriamo che... le stelle ci assistano! 8

Profile for Uniti Per Galliera

Giornalino "Grazie Mille" 2018 - Uniti per Galliera  

Fra il 27 e il 29 Dicembre 2018 è stato distribuito nelle vostre buchette il Giornalino periodico "GRAZIE MILLE" Abbiamo pensato fosse nece...

Giornalino "Grazie Mille" 2018 - Uniti per Galliera  

Fra il 27 e il 29 Dicembre 2018 è stato distribuito nelle vostre buchette il Giornalino periodico "GRAZIE MILLE" Abbiamo pensato fosse nece...

Advertisement