Page 1


Cassino/Sora, Università: a rischio chiusura Scienze della Comunicazione

Home / News locali

Pagina 1 di 2

/ Cassino /

Cassino/Sora, Università: a rischio chiusura Scienze della Comunicazione

Cassino/Sora, Università: a rischio chiusura Scienze della Comunicazione Mercoledì, 19 Marzo 2014 16:27

Stampa

Il corso di laurea magistrale di Scienze della Comunicazione

Email

dell'Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale è a rischio chiusura. A chiedere la soppressione del corso che si tiene presso la sede distaccata di Sora sembra sia stata proprio il direttore del Dipartimento di Scienze Umane, Sociali e della Salute Loriana Castellani. Ma secondo quanto raccontano fonti universitarie, la decisione che la direttrice intende assumere ha scatenato una guerra tutta interna al dipartimento con un'altra professoressa: la responsabile del corso di laurea in Scienze della Comunicazione Fiorenza Taricone, già delegata del Rettore per il Cudari (Centro Universitario Disabilità ed handicap). È dunque facile intuire che la docente abbia dalla sua parte il sostegno del Magnifico per non far morire il corso di laurea magistrale di Scienze della Comunicazione. Ma se la Taricone può (forse) contare sul sostegno di Attaianese, la Castellani ha dalla sua parte i numeri: gli iscritti sarebbero infatti di gran lunga inferiori a 50, soglia minima per tener in vita un corso di laurea. Secondo indiscrezioni che trapelano dalla sede sorana e dal dipartimento cassinate in via Mazzaroppi, tra le due docenti sarebbe scoppiata una vera e propria guerra, combattuta non più, e non solo, a colpi di fioretto. Ad impugnare la sciabola sembra sia stata proprio la

http://www.ciociariaquotidiano.it/news-locali/cassinate/item/14180-cassino-sora-univ... 24/03/2014


Cassino/Sora, UniversitĂ : a rischio chiusura Scienze della Comunicazione

Pagina 2 di 2

Castellani rivendicando di avere l'ultima parola in quanto direttore del dipartimento. Le scintille intanto preoccupano gli studenti della triennale prossimi alla laurea, che l'anno prossimo rischiano di non poter continuare gli studi nell'Ateneo di Cassino: se davvero alla fine il corso della specialistica sarĂ  chiuso, si vedranno costretti ad emigrare in altre universitĂ . Alberto Simone

http://www.ciociariaquotidiano.it/news-locali/cassinate/item/14180-cassino-sora-univ... 24/03/2014


http://www.anagnia.com/index.php/scuola/item/804-unicas-fiorenza-taricone-chiusura-del-polo-disora-voci-infondate-e-tendenziose Unicas, Fiorenza Taricone: "Chiusura del polo di Sora? Voci infondate e tendenziose" •

Scritto da Ivan Quiselli

Giovedì, 20 Marzo 2014 13:24

dimensione font

In risposta all’articolo apparso oggi su alcuni organi di stampa locali la prof.ssa Fiorenza Taricone, Coordinatrice del Corso di Laurea in Strategie Comunicative Multimediali, intende chiarire alcune inesattezze: “non si tratta di chiusura, ma di un nuovo assetto del Polo di Scienze della Comunicazione, per ovviare a difficoltà reali, come le immatricolazioni insufficienti – spiega la prof.ssa Taricone - ai Corsi di Scienze della Comunicazione di tutti gli Atenei italiani, si richiedono infatti, 50 immatricolazioni cosiddette pure, non comprendenti cioè passaggi e trasferimenti da altre Università o Corsi di laurea; si tratta di un numero fissato quando in tutta Italia i Corsi di Scienze della Comunicazione avevano un fortissimo richiamo ed è superiore a quello minimo fissato per altri corsi. L’assetto del Polo di Scienze della Comunicazione è


stato discusso in un Consiglio di Dipartimento del 17 scorso, con un Ordine del giorno in cui era esplicitato il punto Offerta formativa, mentre si è proceduto alle votazioni non previste, con un’inversione dell’OdG, dopo che mi ero allontanata per rappresentare l’Università nel Bicentenario del Tulliano di Arpino; mi riservo quindi in veste di Consigliera Provinciale di Pari Opportunità provinciale di avviare un’azione antidiscriminatoria per il comportamento offensivo nei miei confronti; deliberare su un Corso in assenza della Coordinatrice, come hanno sostenuto Colleghi presenti che hanno votato contro, è un palese illecito. Ricordo anche che la posizione del Rettore Attaianese, come di qualunque altro Rettore, non è legata a persone fisiche, ma risponde a strategie ritenute ottimali per l’Ateneo. Personalmente, lavorando all’Università di Cassino, ora Lazio Meridionale da ventidue anni, e frequentando il territorio come molti sanno, con l’organizzazione di tante iniziative, ed essendo stata spessissimo ospite dei giornali locali, penso di aver dimostrato lealtà e rispetto verso tutto la provincia, diversamente da alcuni miei colleghi; chi parla con troppa leggerezza di chiusura, non ama né l’Università, né gli studenti, né le loro famiglie, né il territorio. L’idea cui si sta lavorando è invece quella di rafforzare la Laurea in Scienze della Comunicazione, con l’inserimento della Laurea triennale di Strategie comunicative multimediali, come curriculum in un Dipartimento affine per contenuti e qualità culturali. La Laurea Magistrale, Metodi e Tecniche della comunicazione digitale invece dovrebbe trasferirsi a Cassino per facilitare docenti e studenti per raggiungere la sede, tenendo conto quindi delle difficoltà economiche attraversate dal Paese in questo momento. Ritengo per di più irresponsabile proporre il fermo delle attività del Polo, in un momento in cui avevo in corso trattative con l’Ordine dei Giornalisti del Lazio e Molise per rendere il Polo di Sora sede di accreditamento per la formazione continua dei pubblicisti, previsto dalla Comunità Europea. Tutto questo era ben noto al Dipartimento perché specificato da una lettera a mia firma. Spero di essere stata chiara, e mi aspetto che il territorio sappia ben valutare la perdita culturale, ed economica che scaturirebbe da una decisione che sa più di apertura della campagna rettorale piuttosto che manifestazione disinteressata per l’Università. Ritengo infine che proprio gli organi d’informazione, stampa, media, piattaforme, emittenti, insomma tutto ciò che è legato al mestiere della comunicazione, riflettano bene su un’opera di demolizione che danneggia tutta la categoria".

-------------------------------------------------------------Di seguito, invece, la posizione espressa dai rappresentanti degli studenti Michela Cristina Paglia e Gino Centofante: Università sotto accusa, il Polo Didattico di Sora non si intimorisce dalle battaglie politiche interne di basso livello fatte in modo alquanto discutibile dalla direttrice del Dipartimento di Scienze Umane, Sociali e della Salute Loriana Castellani. Gli studenti sono indignati e amareggiati. Sempre più oggi si pensa ai propri scopi interessi, e mai si mettono avanti le esigenze degli studenti, che dovrebbero vedersi assicurato solo un diritto, quel diritto imprescindibile: quello allo studio. Un diritto che stanno cercando di toglierci pian piano, non considerando gli enormi passi avanti che il Polo Didattico di Sora sta portando a casa.


Sora, per quanto piccola, è una Grande realtà, piena di persone valide e ottimi professori. Il fatto di essere piccola la rende a misura d'uomo, non una macchina sforna numeri come certi grandi rinomati atenei. Ogni studente è accolto e coinvolto in un'atmosfera ricca di opportunità di crescita sia professionale sia personale. Solo chi vive la nostra sede, la nostra amatissima sede, può sapere con quanto impegno e dedizione si collabora tutti insieme, in un clima di benessere e fiducia reciproca. L'empatia, il rapporto diretto coi professori, la rapidità della piccola struttura (impensabile nelle grandi realtà dalla burocrazia ipertrofica), rendono la facoltà di Sora una piccola perla. Grazie alla forza vivace e dinamica che anima tutti gli spiriti legati a questa sede, Sora è una realtà di per sé attivissima, su più fronti, molti sono i progetti attivi portati avanti da più docenti, e anche dagli studenti stessi. Si va dal progetto, ormai già noto nel territorio del Guerrilla Marketing, che porta lustro con le azioni pubblicitarie finora realizzate a tutto l’Ateneo, ideato e gestito da una studentessa della Magistrale in Teorie e Tecniche della Comunicazione e dell’Informazione, Michela Paglia e dai suoi collaboratori, al laboratorio altamente innovativo del Design, al corso editoriale tenuto da un responsabile della casa editrice Psiche e Aurora Luca Leone, ai prestigiosi seminari dell’autunno e della primavera culturale pensati e portati avanti dall’infaticabile coordinatrice del Polo Fiorenza Taricone, in cui vengono invitati ospiti importanti che ruotano attorno al mondo della Comunicazione. I ragazzi vorrebbero chiedere un incontro ufficiale al Magnifico Rettore dell’Università degli Studi Cassino e del Lazio Meridionale, Ciro Attaianese, per potergli parlare di persona, per spiegargli le vere dinamiche di un Polo che è in continua evoluzione, e che non può da un momento all’altro essere bloccato nel momento di crescita. Dalla nostra parte abbiamo tante qualità che ci pongono come uno degli Atenei più competitivi del territorio: - La grandezza non eccessiva del Polo ci permette di avere un rapporto interno di efficiente cooperazione con docenti, collaboratori, e responsabili didattici; - Il fatto di non avere un flusso di iscritti quali potrebbero essere i numeri della Sapienza, ci permette di monitorare costantemente sia in ingresso sia in uscita il percorso di ogni singolo studente, aiutandolo in ogni sua esigenza; - Non da meno sono la rapidità con cui ogni allievo è inserito nel contesto universitario, e altro punto importante, che si è visto riconoscere solo il suddetto Polo Didattico è la gestione dei profili universitari attraverso i social dagli studenti stessi, che così riescono ad avere un rapporto con gli iscritti, e con le nuove matricole, sempre più in tempo reale e immediato; - I rinnovamenti degli ultimi anni dei piani di studio, per stare sempre al passo con le richieste del mondo del lavoro, non solo come in passato tesi sempre al teorico, ma rivolti ad un orizzonte sempre più pratico; - Infine il cambio di denominazione del Corso di Laurea triennale, da Scienze della Comunicazione in Strategie Comunicative Multimediali, che è in fase di sperimentazione, e che non ha avuto modo ancora di verificare gli effettivi risultati in quanto il margine di tempo è stato breve. Ormai sono anni che va avanti questa battaglia, da più parti si è cercato di atterrare il Polo Didattico di Sora, ma gli studenti non ci stanno, non si può togliere una risorsa del territorio in modo così tempestivo, il diritto allo studio dovrebbe essere un diritto consentito a tutti, anche perché poi quando si parla di tasse


universitarie le stesse vengono pagate con regolarità. Siamo stufi di essere soggetti di una politica di basso livello, siamo disposti da più parti ad avere un confronto con il territorio, dopo aver avuto un incontro con il Rettore, e ciò che ci auguriamo e speriamo, è che questo diritto, che dovrebbe essere un bene per tutti, non venga meno solo per i capricci e le isterie di qualcuno che, vedendo gli enormi passi avanti e i risultati a dir poco soddisfacenti del Polo in questi ultimi anni, sta cercando di bloccarci in tutti i modi. Certo è che il Polo Didattico di Sora, i rappresentanti, gli studenti, e tutti l’organico non si lascia intimorire minimamente, anzi, se c’è da combattere, che battaglia sia! per la foto sopra si ringrazia il dott. Gabriele Gulia


Cassino/Sora, Scienze della Comunicazione: le precisazioni di Fiorenza Taricone

Home / News locali

Pagina 1 di 2

/ Cassino /

Cassino/Sora, Scienze della Comunicazione: le precisazioni di Fiorenza Taricone

Cassino/Sora, Scienze della Comunicazione: le precisazioni di Fiorenza Taricone Giovedì, 20 Marzo 2014 15:38

Stampa

Possibile chiusura del corso di laurea magistrale in Scienze della

Email

Comunicazione: la professoressa Fiorenza Taricone, Coordinatrice del Corso di Laurea in questione, interviene e dice: <non si tratta di chiusura, ma di un nuovo assetto del Polo di Scienze della Comunicazione, per ovviare a difficoltà reali, come le immatricolazioni insufficienti; ai Corsi di Scienze della Comunicazione di tutti gli Atenei italiani, si richiedono infatti, 50 immatricolazioni cosiddette pure, non comprendenti cioè passaggi e trasferimenti da altre Università o Corsi di laurea. Si tratta di un numero fissato quando in tutta Italia i Corsi di Scienze della Comunicazione avevano un fortissimo richiamo ed è superiore a quello minimo fissato per altri corsi. L'assetto del Polo di Scienze della Comunicazione è stato discusso in un Consiglio di Dipartimento del 17 marzo scorso, con un Ordine del giorno in cui era esplicitato il punto "Offerta formativa", mentre si è proceduto alle votazioni non previste, con un'inversione dell'OdG, dopo che mi ero allontanata per rappresentare l'Università nel Bicentenario del Tulliano di Arpino; mi riservo, quindi in veste di Consigliera Provinciale di Pari Opportunità provinciale, di avviare un'azione antidiscriminatoria per il comportamento offensivo nei miei confronti: deliberare su un Corso in assenza della Coordinatrice, come hanno sostenuto colleghi presenti che hanno votato contro, è un palese illecito>. <Ricordo anche - dice ancora la professoressa Taricone - che la posizione del Rettore Attaianese, come di qualunque altro Rettore, non è legata a persone fisiche, ma risponde a strategie ritenute ottimali per l'Ateneo. Personalmente, lavorando all'Università di

http://www.ciociariaquotidiano.it/news-locali/cassino-centro/item/14210-cassino-sora... 24/03/2014


Cassino/Sora, Scienze della Comunicazione: le precisazioni di Fiorenza Taricone

Pagina 2 di 2

Cassino, ora anche del Lazio Meridionale, da ventidue anni e frequentando il territorio, come molti sanno, con l'organizzazione di tante iniziative, ed essendo stata spessissimo ospite dei giornali locali, penso di aver dimostrato lealtà e rispetto verso tutta la Provincia. Chi parla con troppa leggerezza di chiusura non ama né l'Università, né gli studenti, né le loro famiglie, né il territorio. L'idea cui si sta lavorando è invece quella di rafforzare la Laurea in Scienze della Comunicazione, denominata

ora

Laurea

triennale

in

Strategie

comunicative

multimediali, come curriculum in un Dipartimento affine per contenuti e qualità culturali. La Laurea Magistrale Teorie e tecniche della comunicazione digitale invece, potrebbe trasferirsi a Cassino per facilitare docenti e studenti nel raggiungimento della sede, tenendo conto quindi delle difficoltà economiche attraversate dal Paese in questo momento. Ritengo per di più irresponsabile proporre il fermo delle attività del Polo, in un momento in cui sono in corso trattative con l'Ordine dei Giornalisti del Lazio e Molise per rendere il Polo di Sora sede di accreditamento per la formazione continua dei pubblicisti, previsto dalla Comunità Europea. Tutto questo era ben noto al Dipartimento perché specificato da una lettera inviata qualche giorno fa a mia firma. Spero di essere stata chiara e mi aspetto che il territorio sappia ben valutare la perdita culturale ed economica che scaturirebbe da una decisione che sa più di apertura della campagna rettorale piuttosto che manifestazione disinteressata per l'Università. Ritengo, infine, che proprio gli organi d'informazione come stampa, media online, piattaforme, emittenti, insomma tutti i soggetti legati al mondo della comunicazione, riflettino bene su un'opera di demolizione che danneggia tutta la categoria>.

http://www.ciociariaquotidiano.it/news-locali/cassino-centro/item/14210-cassino-sora... 24/03/2014


Scienze della Comunicazione a rischio chiusura? La Taricone contrattacca

1 di 1

http://www.linchiestaquotidiano.it/news/2014/03/20/scienze_della_co...

Scienze della Comunicazione a rischio chiusura? La Taricone contrattacca 20 mar 2014 11:43:00

SORA - E' guerra aperta tra due docenti dell'Università di Cassino e del Lazio meridionale. E forse anche su due modi di intendere la politica universitaria di sviluppo. Sul piatto della bilancia ci sarebbe addirittura la paventata chiusura del corso di laurea in Scienze della Comunicazione del Polo di Sora caldeggiata dalla professoressa Loriana Castellani, direttore del dipartimento di Scienze Umane, Sociali e della Salute in base al numero di immatricolati "puri" che non supererebbe le 50 unità. Secca e al vetriolo arriva in questi minuti la replica della professoressa Fiorenza Taricone, coordinatrice del Corso di Laurea finito sotto attacco. «Non si tratta di chiusura - sottolinea la Taricone - ma di un nuovo assetto del Polo di Scienze della Comunicazione, per ovviare a difficoltà reali, come le immatricolazioni insufficienti; ai Corsi di Scienze della Comunicazione di tutti gli Atenei italiani, si richiedono infatti, 50 immatricolazioni cosiddette pure, non comprendenti cioè passaggi e trasferimenti da altre Università o Corsi di laurea; si tratta di un numero fissato quando in tutta Italia i Corsi di Scienze della Comunicazione avevano un fortissimo richiamo ed è superiore a quello minimo fissato per altri corsi. L’assetto del Polo di Scienze della Comunicazione è stato discusso in un Consiglio di Dipartimento del 17 scorso, con un Ordine del giorno in cui era esplicitato il punto Offerta formativa, mentre si è proceduto alle votazioni non previste, con un’inversione dell’OdG, dopo che mi ero allontanata per rappresentare l’Università nel Bicentenario del Tulliano di Arpino; mi riservo quindi in veste di Consigliera Provinciale di Pari Opportunità provinciale di avviare un’azione antidiscriminatoria per il comportamento offensivo nei miei confronti; deliberare su un Corso in assenza della Coordinatrice, come hanno sostenuto Colleghi presenti che hanno votato contro, è un palese illecito. Ricordo anche che la posizione del Rettore Attaianese, come di qualunque altro Rettore, non è legata a persone fisiche, ma risponde a strategie ritenute ottimali per l’Ateneo». AMPIO SERVIZIO CON APPROFONDIMENTI E INTERVISTE SU L'INCHIESTA DOMANI IN EDICOLA Redazione L'Inchiesta Quotidiano

24/03/2014 14:53


SORA - Monta la protesta degli studenti in difesa del Polo universitario... http://www.ilgiornalenuovo.it/2014/03/20/sora-monta-la-protesta-degli...

1 di 2

20 marzo 2014 Seguici:

SORA – Monta la protesta degli studenti in difesa del Polo universitario

Riceviamo ed integralmente pubblichiamo la seguente nota:”Università sotto accusa, il Polo Didattico di Sora non si intimorisce dalle battaglie politiche interne di basso livello fatte in modo alquanto discutibile dalla direttrice del Dipartimento di Scienze Umane, Sociali e della Salute Loriana Castellani. Gli studenti sono indignati e amareggiati. Sempre più oggi si pensa ai propri scopi interessi, e mai si mettono avanti le esigenze degli studenti, che dovrebbero vedersi assicurato solo un diritto, quel diritto imprescindibile: quello allo studio. Un diritto che stanno cercando di toglierci pian piano, non considerando gli enormi passi avanti che il Polo Didattico di Sora sta portando a casa. Sora, per quanto piccola, è una Grande realtà, piena di persone valide e ottimi professori. Il fatto di essere piccola la rende a misura d’uomo, non una macchina sforna numeri come certi grandi rinomati atenei. Ogni studente è accolto e coinvolto in un’atmosfera ricca di opportunità di crescita sia professionale sia personale. Solo chi vive la nostra sede, la nostra amatissima sede, può sapere con quanto impegno e dedizione si collabora tutti insieme, in un clima di benessere e fiducia reciproca. L’empatia, il rapporto diretto coi professori, la rapidità della piccola struttura (impensabile nelle grandi realtà dalla burocrazia ipertrofica), rendono la facoltà di Sora una piccola perla. Grazie alla forza vivace e dinamica che anima tutti gli spiriti legati a questa sede, Sora è una realtà di per sé attivissima, su più fronti, molti sono i progetti attivi portati avanti da più docenti, e anche dagli studenti stessi. Si va dal progetto, ormai già noto nel territorio del Guerrilla Marketing, che porta lustro con le azioni pubblicitarie finora realizzate a tutto l’Ateneo, ideato e gestito da una studentessa della Magistrale in Teorie e Tecniche della Comunicazione e dell’Informazione, Michela Paglia e dai suoi collaboratori, al laboratorio altamente innovativo del Design, al corso editoriale tenuto da un responsabile della casa editrice Psiche e Aurora Luca Leone, ai prestigiosi seminari dell’autunno e della primavera culturale pensati e portati avanti dall’infaticabile coordinatrice del Polo Fiorenza Taricone, in cui vengono invitati ospiti importanti che ruotano attorno al mondo della Comunicazione. I ragazzi vorrebbero chiedere un incontro ufficiale al Magnifico Rettore dell’Università degli Studi Cassino e del Lazio Meridionale, Ciro Attaianese, per potergli parlare di persona, per spiegargli le vere dinamiche di un Polo che è in continua evoluzione, e che non può da un momento all’altro essere bloccato nel momento di crescita. Dalla nostra parte abbiamo tante qualità che ci pongono come uno degli Atenei più competitivi del territorio: - La grandezza non eccessiva del Polo ci permette di avere un rapporto interno di efficiente cooperazione con docenti, collaboratori, e responsabili didattici; - Il fatto di non avere un flusso di iscritti quali potrebbero essere i numeri della Sapienza, ci permette di monitorare costantemente sia in ingresso sia in uscita il percorso di ogni singolo studente, aiutandolo in ogni sua esigenza; - Non da meno sono la rapidità con cui ogni allievo è inserito nel contesto universitario, e altro punto importante, che si è visto riconoscere solo il

24/03/2014 14:47


SORA - Monta la protesta degli studenti in difesa del Polo universitario... http://www.ilgiornalenuovo.it/2014/03/20/sora-monta-la-protesta-degli...

2 di 2

sia in uscita il percorso di ogni singolo studente, aiutandolo in ogni sua esigenza; - Non da meno sono la rapidità con cui ogni allievo è inserito nel contesto universitario, e altro punto importante, che si è visto riconoscere solo il suddetto Polo Didattico è la gestione dei profili universitari attraverso i social dagli studenti stessi, che così riescono ad avere un rapporto con gli iscritti, e con le nuove matricole, sempre più in tempo reale e immediato; - I rinnovamenti degli ultimi anni dei piani di studio, per stare sempre al passo con le richieste del mondo del lavoro, non solo come in passato tesi sempre al teorico, ma rivolti ad un orizzonte sempre più pratico; - Infine il cambio di denominazione del Corso di Laurea triennale, da Scienze della Comunicazione in Strategie Comunicative Multimediali, che è in fase di sperimentazione, e che non ha avuto modo ancora di verificare gli effettivi risultati in quanto il margine di tempo è stato breve. Ormai sono anni che va avanti questa battaglia, da più parti si è cercato di atterrare il Polo Didattico di Sora, ma gli studenti non ci stanno, non si può togliere una risorsa del territorio in modo così tempestivo, il diritto allo studio dovrebbe essere un diritto consentito a tutti, anche perché poi quando si parla di tasse universitarie le stesse vengono pagate con regolarità. Siamo stufi di essere soggetti di una politica di basso livello, siamo disposti da più parti ad avere un confronto con il territorio, dopo aver avuto un incontro con il Rettore, e ciò che ci auguriamo e speriamo, è che questo diritto, che dovrebbe essere un bene per tutti, non venga meno solo per i capricci e le isterie di qualcuno che, vedendo gli enormi passi avanti e i risultati a dir poco soddisfacenti del Polo in questi ultimi anni, sta cercando di bloccarci in tutti i modi. Certo è che il Polo Didattico di Sora, i rappresentanti, gli studenti, e tutti l’organico non si lascia intimorire minimamente, anzi, se c’è da combattere, che battaglia sia!”

I rappresentanti degli studenti: Michela Paglia Gino Centofante

Categoria: Cronaca

24/03/2014 14:47


SORA - Scontro in atto a Cassino sul futuro della Facoltà di Scienze de... http://www.ilgiornalenuovo.it/2014/03/20/sora-scontro-atto-cassino-sul...

1 di 2

20 marzo 2014 Seguici:

SORA – Scontro in atto a Cassino sul futuro della Facoltà di Scienze della Comunicazione.

Dalla prof.ssa Fiorenza Taricone abbiamo appena ricevuto un comunicato che pubblichiamo integralmente:”In risposta all’articolo apparso ieri su alcuni organi di stampa, la sottoscritta prof.ssa Fiorenza Taricone, Coordinatrice del Corso di Laurea in Strategie Comunicative Multimediali, intende chiarire alcune inesattezze. Non si tratta di chiusura, ma di un nuovo assetto del Polo di Scienze della Comunicazione, per ovviare a difficoltà reali, come le immatricolazioni insufficienti; ai Corsi di Scienze della Comunicazione di tutti gli Atenei italiani, si richiedono infatti, 50 immatricolazioni cosiddette pure, non comprendenti cioè passaggi e trasferimenti da altre Università o Corsi di laurea; si tratta di un numero fissato quando in tutta Italia i Corsi di Scienze della Comunicazione avevano un fortissimo richiamo ed è superiore a quello minimo fissato per altri corsi. L’assetto del Polo di Scienze della Comunicazione è stato discusso in un Consiglio di Dipartimento del 17 scorso, con un Ordine del giorno in cui era esplicitato il punto Offerta formativa, mentre si è proceduto alle votazioni non previste, con un’inversione dell’OdG, dopo che mi ero allontanata per rappresentare l’Università nel Bicentenario del Tulliano di Arpino; mi riservo quindi in veste di Consigliera Provinciale di Pari Opportunità provinciale di avviare un’azione antidiscriminatoria per il comportamento offensivo nei miei confronti; deliberare su un Corso in assenza della Coordinatrice, come hanno sostenuto Colleghi presenti che hanno votato contro, è un palese illecito. Ricordo anche che la posizione del Rettore Attaianese, come di qualunque altro Rettore, non è legata a persone fisiche, ma risponde a strategie ritenute ottimali per l’Ateneo. Personalmente, lavorando all’Università di Cassino, ora Lazio Meridionale da ventidue anni, e frequentando il territorio come molti sanno, con l’organizzazione di tante iniziative, ed essendo stata spessissimo ospite dei giornali locali, penso di aver dimostrato lealtà e rispetto verso tutto la provincia, diversamente da alcuni miei colleghi; chi parla con troppa leggerezza di chiusura, non ama né l’Università, né gli studenti, né le loro famiglie, né il territorio. L’idea cui si sta lavorando è invece quella di rafforzare la Laurea in Scienze della Comunicazione, con l’inserimento della Laurea triennale di Strategie comunicative multimediali, come curriculum in un Dipartimento affine per contenuti e qualità culturali. La Laurea Magistrale, Metodi e Tecniche della comunicazione digitale invece dovrebbe trasferirsi a Cassino per facilitare docenti e studenti per raggiungere la sede, tenendo conto quindi delle difficoltà economiche attraversate dal Paese in questo momento. Ritengo per di più irresponsabile proporre il fermo delle attività del Polo, in un momento in cui avevo in corso trattative con l’Ordine dei Giornalisti del Lazio e Molise per rendere il Polo di Sora sede di accreditamento per la formazione continua dei pubblicisti, previsto dalla Comunità Europea. Tutto questo era ben noto al Dipartimento perché specificato da una lettera a mia firma.

24/03/2014 14:45


SORA - Scontro in atto a Cassino sul futuro della Facoltà di Scienze de... http://www.ilgiornalenuovo.it/2014/03/20/sora-scontro-atto-cassino-sul...

2 di 2

Ritengo per di più irresponsabile proporre il fermo delle attività del Polo, in un momento in cui avevo in corso trattative con l’Ordine dei Giornalisti del Lazio e Molise per rendere il Polo di Sora sede di accreditamento per la formazione continua dei pubblicisti, previsto dalla Comunità Europea. Tutto questo era ben noto al Dipartimento perché specificato da una lettera a mia firma. Spero di essere stata chiara, e mi aspetto che il territorio sappia ben valutare la perdita culturale, ed economica che scaturirebbe da una decisione che sa più di apertura della campagna rettorale piuttosto che manifestazione disinteressata per l’Università. Ritengo infine che proprio gli organi d’informazione, stampa, media, piattaforme, emittenti, insomma tutto ciò che è legato al mestiere della comunicazione, riflettino bene su un’opera di demolizione che danneggia tutta la categoria. Fiorenza Taricone Coordinatrice del Corso di Laurea Scienze della Comunicazione Presidente del Cudari(Centro Universitario Diversamente Abili Ricerca Innovazione) Presidente del Comitato Unico di Garanzia, Università di Cassino e Lazio Meridionale Consigliera Provinciale Parità”.

Categoria: Cronaca

24/03/2014 14:45


Sora – Il Polo Didattico di Sora non si intimorisce dalle battaglie politi...

1 di 2

http://www.tg24.info/sora/sora-il-polo-didattico-di-sora-non-si-intimor...

20

Sora – Il Polo Didattico di Sora non si intimorisce dalle battaglie politiche interne di basso livello, gli studenti alzano la voce

Università sotto accusa, il Polo Didattico di Sora non si intimorisce dalle battaglie politiche interne di basso livello fatte in modo alquanto discutibile dalla direttrice del Dipartimento di Scienze Umane, Sociali e della Salute Loriana Castellani. Gli studenti sono indignati e amareggiati. Sempre più oggi si pensa ai propri scopi interessi, e mai si mettono avanti le esigenze degli studenti, che dovrebbero vedersi assicurato solo un diritto, quel diritto imprescindibile: quello allo studio. Un diritto che stanno cercando di toglierci pian piano, non considerando gli enormi passi avanti che il Polo Didattico di Sora sta portando a casa. Sora, per quanto piccola, è una Grande realtà, piena di persone valide e ottimi professori.

Il fatto di essere piccola la rende a misura d’uomo, non una macchina sforna numeri come certi grandi rinomati atenei. Ogni studente è accolto e coinvolto in un’atmosfera ricca di opportunità di crescita sia professionale sia personale. Solo chi vive la nostra sede, la nostra amatissima sede, può sapere con quanto impegno e dedizione sicollabora tutti insieme, in un clima di benessere e fiducia reciproca. L’empatia, il rapporto diretto coi professori, la rapidità della piccola struttura (impensabile nelle grandi realtà dalla burocrazia ipertrofica), rendono la facoltà di Sora una piccola perla. Grazie alla forza vivace e dinamica che anima tutti gli spiriti legati a questa sede, Sora è una realtà di per sé attivissima, su più fronti, molti sono i progetti attivi portati avanti da più docenti, e anche dagli studenti stessi. Si va dal progetto, ormai già noto nel territorio del Guerrilla Marketing, che porta lustro con le azioni pubblicitarie finora realizzate a tutto l’Ateneo, ideato e gestito da una studentessa della Magistrale in Teorie e Tecniche della Comunicazione e dell’Informazione, Michela Paglia e dai suoi collaboratori, al laboratorio altamente innovativo del Design, al corso editoriale tenuto da un responsabile della casa editrice Psiche e Aurora Luca Leone, ai prestigiosi seminari dell’autunno e della primavera culturale pensati e portati avanti dall’infaticabile coordinatrice del Polo Fiorenza Taricone, in cui vengono invitati ospiti importanti che ruotano attorno al mondo della Comunicazione. I ragazzi vorrebbero chiedere un incontro ufficiale al Magnifico Rettore dell’Università degli Studi Cassino e del Lazio Meridionale, Ciro Attaianese, per potergli parlare di persona, per spiegargli le vere dinamiche di un Polo che è in continua evoluzione, e che non può da un momento all’altro essere bloccato nel momento di crescita.

Dalla nostra parte abbiamo tante qualità che ci pongono come uno degli Atenei più competitivi del territorio: - La grandezza non eccessiva del Polo ci permette di avere un rapporto interno di efficiente cooperazione con docenti, collaboratori, e responsabili didattici; - Il fatto di non avere un flusso di iscritti quali potrebbero essere i numeri della Sapienza, ci permette di monitorare costantemente sia in ingresso sia in uscita il percorso di ogni singolo studente, aiutandolo in ogni sua esigenza; - Non da meno sono la rapidità con cui ogni allievo è inserito nel contesto universitario, e altro punto importante, che si è visto riconoscere solo il suddetto Polo Didattico è la gestione dei profili universitari attraverso i social dagli studenti stessi, che così riescono ad avere un rapporto con gli iscritti, e con le nuove matricole, sempre più in tempo reale e immediato; - I rinnovamenti degli ultimi anni dei piani di studio, per stare sempre al passo con le richieste del mondo del lavoro, non solo come in passato tesi sempre al teorico, ma rivolti ad un orizzonte sempre più pratico; - Infine il cambio di denominazione del Corso di Laurea triennale, da Scienze della Comunicazione in Strategie Comunicative Multimediali, che è in fase di sperimentazione, e che non ha avuto modo ancora di verificare gli effettivi risultati in quanto il margine di tempo è stato breve. Ormai sono anni che va avanti questa battaglia, da più parti si è cercato di atterrare il Polo Didattico di Sora, ma gli studenti non ci stanno, non si può togliere una risorsa del

24/03/2014 14:56


Sora – Il Polo Didattico di Sora non si intimorisce dalle battaglie politi...

http://www.tg24.info/sora/sora-il-polo-didattico-di-sora-non-si-intimor...

e che non ha avuto modo ancora di verificare gli effettivi risultati in quanto il margine di tempo è stato breve. Ormai sono anni che va avanti questa battaglia, da più parti si è cercato di atterrare il Polo Didattico di Sora, ma gli studenti non ci stanno, non si può togliere una risorsa del territorio in modo così tempestivo, il diritto allo studio dovrebbe essere un diritto consentito a tutti, anche perché poi quando si parla di tasse universitarie le stesse vengono pagate con regolarità. Siamo stufi di essere soggetti di una politica di basso livello, siamo disposti da più parti ad avere un confronto con il territorio, dopo aver avuto un incontro con il Rettore, e ciò che ci auguriamo e speriamo, è che questo diritto, che dovrebbe essere un bene per tutti, non venga meno solo per i capricci e le isterie di qualcuno che, vedendo gli enormi passi avanti e i risultati a dir poco soddisfacenti del Polo in questi ultimi anni, sta cercando di bloccarci in tutti i modi. Certo è che il Polo Didattico di Sora, i rappresentanti, gli studenti, e tutti l’organico non si lascia intimorire minimamente, anzi, se c’è da combattere, che battaglia sia! I rappresentanti degli studenti: Michela Paglia Gino Centofante

2 di 2

24/03/2014 14:56


Sora – Il Polo Universitario non chiude, Taricone chiarisce alcune inesa...

1 di 1

http://www.tg24.info/sora/sora-il-polo-universitario-non-chiude-tarico...

20

Sora – Il Polo Universitario non chiude, Taricone chiarisce alcune inesattezze.

In risposta all’articolo apparso ieri su alcuni quotidiani on line, la sottoscritta prof.ssa Fiorenza Taricone, Coordinatrice del Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione, intende chiarire alcune inesattezze. Non si tratta di chiusura, ma di un nuovo assetto del Polo di Scienze della Comunicazione, per ovviare a difficoltà reali, come le immatricolazioni insufficienti; ai Corsi di Scienze della Comunicazione di tutti gli Atenei italiani, si richiedono infatti, 50 immatricolazioni cosiddette pure, non comprendenti cioè passaggi e trasferimenti da altre Università o Corsi di laurea. Si tratta di un numero fissato quando in tutta Italia i Corsi di Scienze della Comunicazione avevano un fortissimo richiamo ed è superiore a quello minimo fissato per altri corsi. L’assetto del Polo di Scienze della Comunicazione è stato discusso in un Consiglio di Dipartimento del 17 marzo scorso, con un Ordine del giorno in cui era esplicitato il punto “Offerta formativa”, mentre si è proceduto alle votazioni non previste, con un’inversione dell’OdG, dopo che mi ero allontanata per rappresentare l’Università nel Bicentenario del Tulliano di Arpino; mi riservo, quindi in veste di Consigliera Provinciale di Pari Opportunità provinciale, di avviare un’azione antidiscriminatoria per il comportamento offensivo nei miei confronti: deliberare su un Corso in assenza della Coordinatrice, come hanno sostenuto colleghi presenti che hanno votato contro, è un palese illecito.

Ricordo anche che la posizione del Rettore Attaianese, come di qualunque altro Rettore, non è legata a persone fisiche, ma risponde a strategie ritenute ottimali per l’Ateneo. Personalmente, lavorando all’Università di Cassino, ora anche del Lazio Meridionale, da ventidue anni e frequentando il territorio, come molti sanno, con l’organizzazione di tante iniziative, ed essendo stata spessissimo ospite dei giornali locali, penso di aver dimostrato lealtà e rispetto verso tutta la Provincia. Chi parla con troppa leggerezza di chiusura non ama né l’Università, né gli studenti, né le loro famiglie, né il territorio. L’idea cui si sta lavorando è invece quella di rafforzare la Laurea in Scienze della Comunicazione, denominata ora Laurea triennale in Strategie comunicative multimediali, come curriculum in un Dipartimento affine per contenuti e qualità culturali. La Laurea Magistrale Teorie e tecniche della comunicazione digitale invece, potrebbe trasferirsi a Cassino per facilitare docenti e studenti nel raggiungimento della sede, tenendo conto quindi delle difficoltà economiche attraversate dal Paese in questo momento.

Ritengo per di più irresponsabile proporre il fermo delle attività del Polo, in un momento in cui sono in corso trattative con l’Ordine dei Giornalisti del Lazio e Molise per rendere il Polo di Sora sede di accreditamento per la formazione continua dei pubblicisti, previsto dalla Comunità Europea. Tutto questo era ben noto al Dipartimento perché specificato da una lettera inviata qualche giorno fa a mia firma. Spero di essere stata chiara e mi aspetto che il territorio sappia ben valutare la perdita culturale ed economica che scaturirebbe da una decisione che sa più di apertura della campagna rettorale piuttosto che manifestazione disinteressata per l’Università. Ritengo, infine, che proprio gli organi d’informazione come stampa, media online, piattaforme, emittenti, insomma tutti i soggetti legati al mondo della comunicazione, riflettino bene su un’opera di demolizione che danneggia tutta la categoria. Fiorenza Taricone Coordinatrice del Corso di Laurea in Strategie comunicative multimediali Presidente del Cudari (Centro Universitario Diversamente Abili Ricerca Innovazione) Presidente del Comitato Unico di Garanzia, Università di Cassino e Lazio Meridionale Consigliera Provinciale Parità

24/03/2014 14:49


Università, Polo di Sora a rischio l'ultima parola al CdA dell'ateneo - I...

1 di 2

http://www.ilmessaggero.it/FROSINONE/universit_amp_agrave_sora...

Il Messaggero › Frosinone › Università, Polo di Sora a...

Università, Polo di Sora a rischio l'ultima parola al CdA dell'ateneo PER APPROFONDIRE

Università, Sora, Cassino, Polo, studenti

di Elena Pittiglio

SORA - E' scontro aperto tra la coordinatrice del corso di laurea in Scienze della Comunicazione, la prof.ssa Fiorenza Taricone, e il direttore del Dipartimento di Scienze Umane, Sociali e della Salute Loriana Castellani. Una querelle che potrebbe sfociare in un'azione antidiscriminatoria per «comportamento offensivo». Ad annunciarlo è la stessa coordinatrice, che agirebbe in veste di consigliera provinciale di Pari Opportunità. A far scoppiare un caso, che vede contrapposte le due docenti, è l'ordine del giorno sul riassetto dell'offerta formativa del Polo di Sora, portato all'attenzione dell'ultimo Consiglio di Dipartimento. A detta della Taricone in merito al punto era prevista solo la discussione e non la messa ai voti. Invece, non appena si è allontanata dalla riunione per rappresentare l'Ateneo a un'iniziativa per il Bicentenario del Tulliano di Arpino, il direttore ha messo ai voti il punto; non quello relativo al nuovo assetto dell'offerta formativa ma alla chiusura del Polo di Sora. «Si è proceduto - scrive Fiorenza Taricone - alle votazioni non previste, con un'inversione dell'odg, dopo che mi ero allontanata». «Deliberare su un corso in assenza della coordinatrice - afferma - è un palese illecito». Questi i fatti: l'università lavora a un nuovo assetto del Polo di Scienze della Comunicazione necessario a dare risposte in considerazione dei numeri insufficienti delle immatricolazioni pure, fissate a 50. Il progetto su cui si sta lavorando, già presentato dal rettore in Senato, è teso a rafforzare la laurea in Scienze della Comunicazione su Sora, con l'inserimento della laurea triennale di Strategie comunicative multimediali, come curriculum in un Dipartimento affine per contenuti e qualità culturali. Si parla di accorpare il corso triennale al Dipartimento di Lettere e di trasferire a Cassino la laurea magistrale in Teorie e Tecniche della comunicazione digitale «per facilitare docenti e studenti per raggiungere la sede». Invece la decisione improvvisa, presa dal Consiglio di Dipartimento, prevede la chiusura di Sora. «Ritengo irresponsabile - conclude Taricone - proporre il fermo delle attività del Polo». Sul caso l'ultima parola spetta al CdA, che si pronuncerà la prossima settimana. Intanto gli studenti di Sora invocano un incontro con il rettore. Venerdì 21 Marzo 2014 - 15:26 Ultimo aggiornamento: 15:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA

24/03/2014 14:54


UniversitĂ , Polo di Sora a rischio l'ultima parola al CdA dell'ateneo - I...

2 di 2

http://www.ilmessaggero.it/FROSINONE/universit_amp_agrave_sora...

24/03/2014 14:54


Rassegna stampa

1 di 1

http://rassegnastampa.crui.it/minirass/esr_p1.asp

A partire dal 1 gennaio 2014 la CRUI ha cambiato fornitore di rassegna stampa. Ciò con il duplice intento di migliorare la qualità del servizio e contenere i costi dello stesso. Allo stesso tempo la FIEG (Federazione Italiana degli Editori dei Giornali) si è avvalsa della normativa relativa al diritto d’autore intimando la sospensione della pubblicazione delle rassegne stampa online. Governo e alcuni Ministeri si sono adeguati tempestivamente. La CRUI, per ottemperare alle norme vigenti, ha per ora scelto di sospendere il servizio pubblico e sta valutando con i propri legali se esistono modalità per navigare legalmente attraverso la normativa. Futuri aggiornamenti saranno resi pubblici dalla CRUI sul proprio sito.

13/01/2014 11:35


Rassegna stampa 20 marzo 2014  

Rassegna stampa locale e nazionale

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you