Issuu on Google+

Nuovo Chienti e Potenza - pag 11

16 novembre 2011

Università di Camerino

La parola al Pro Rettore Vicario Così come annunciato al momento della candidatura a Rettore del prof. Flavio Corradini, il ruolo di Pro Rettore Vicario è affidato al prof. Claudio Pettinari, docente di Chimica della Scuola di Scienze del Farmaco e dei Prodotti della Salute. Il prof. Pettinari coordinerà anche le Relazioni internazionali, l’internazionalizzazione della didattica e della mobilità, ruolo che aveva ricoperto anche negli anni precedenti. ‘Uno degli obiettivi che ci siamo posti - ha dichiarato il prof. Claudio Pettinari - è quello di incrementare il numero degli studenti stranieri all’Università di Camerino, un numero già sensibilmente alto dal momento che siamo una delle Università italiane che riceve più studenti stranieri. Vogliamo poi incrementare il numero di nostri studenti che nell’arco del percorso di studi decidono di affrontare un periodo di stu-

dio, di stage, di tirocinio all’estero, perché siamo fortemente convinti che da questa esperienza possano trarre innumerevoli vantaggi e potranno avere più ampie possibilità di successo nel mondo del lavoro. Il particolare riferimento, nell’ambito della mia delega, alla cooperazione inter-universitaria con l’America Latina e gli USA, è dovuto in particolare al fatto che UNICAM è capofila del Consorzio Universitario di Università italiane per l’Argentina (CUIA), che sta sviluppando e portando avanti accordi di collaborazione con molteplici Università argentine, ecuadoregne e brasiliane. Abbiamo intenzione di continuare a promuovere questo progetto e lavorare insieme, in maniera tale che sia i nostri che i loro studenti siano anche ‘ambasciatori’ per l’una e per l’altra nazione, in settori importanti come quelli accademici e quelli economico-commerciali.

Vorrei aggiungere infine una questione che ritengo estremamente importante: vivere in un ambiente dove sono presenti persone di etnie, di tradizioni, di culture diverse è estremamente formativo e credo rappresenti una ulteriore opportunità di crescita e di confronto’.

Il Pro Rettore Vicario prof. C. Pettinari

Rapporti sempre più sinergici con il territorio Il Rettore Corradini sarà affiancato dai docenti e ricercatori che compongono il nucleo della squadra, che hanno deciso di impegnarsi in prima persona nell’individuazione, condivisione ed applicazione di strategie efficaci per la crescita dell’Ateneo e che coordineranno ognuno una delle cinque grandi tematiche che sono state individuate quali mission dell’Ateneo. Li incontreremo nel corso dei prossimi numeri del giornale, iniziando dal prof. Andrea Spaterna, della Scuola di Scienze Mediche Veterinarie, che ha assunto il ruolo di Pro Rettore per i Rapporti con enti e

istituzioni pubbliche e private del territorio. ‘La nostra strategia - ha dichiarato il prof. Andrea Spaterna - sarà rivolta a tutti gli enti pubblici e privati del territorio, cercando di mostrare ancora di più rispetto a quanto è già stato egregiamente fatto in passato dalla precedente squadra rettorale, che le Università, e l’Università di Camerino in modo particolare, rappresentano un valore aggiunto per il territorio, sul territorio e con il territorio. L’intento è dunque quello di collaborare per trovare strategie e sinergie comuni, che permettano a tutti gli enti del territorio non solo

di fronteggiare la congiuntura economica negativa che vede finanziamenti sempre più scarsi, ma di pensare a linee di sviluppo.

Il Pro Rettore prof. Andrea Spaterna

‘Curiosando nella Scienza, pillole di ricerca’ Prenderà il via il prossimo 23 novembre l’interessante iniziativa ‘Curiosando nella scienza, pillole di ricerca’, ciclo di seminari tenuti da dottorandi e ricercatori, nato proprio da un’idea di alcuni dottorandi iscritti alla School of Advanced Studies di UNICAM. Abbiamo incontrato Silvia Pettinari, dottoranda UNICAM, tra i promotori dell’evento. Come è nata quest’idea e in che cosa consiste? Discutendo con alcuni colleghi dottorandi su come poter far conoscere agli studenti alcuni temi di ricerca, che di solito non vengono approfonditi all’inizio dei corsi di studio, abbiamo avuto l’idea di organizzare dei seminari su questi argomenti. Seminari che avranno un carattere divulgativo: cercheremo infatti di presentare con parole semplici temi cari a noi relatori, che a volte sono anche argomento della tesi di dottorato. Destinatari principali sono quindi gli studenti. Sì, abbiamo pensato di coinvolgere in maniera particolare gli studenti dei corsi di

laurea in matematica, informatica e fisica. Sono queste infatti le tematiche che saranno trattate nel corso di questo primo ciclo di seminari, ma non escludiamo di ampliarle, magari nella prossima edizione! Come si struttura questo ciclo di seminari? Questo primo ciclo prevede cinque appuntamenti, il mercoledì pomeriggio dalle ore 15 alle ore 17, ognuno dei quali è articolato in due seminari della durata di circa 40-45 minuti ciascuno, con la possibilità di domande e dibattito conclusivo. Relatori saranno principalmente dottorandi UNICAM, giovani dottori di ricerca sempre del nostro Ateneo, e due dottorandi che provengono da altre università che abbiamo avuto modo di incontrare durante il nostro percorso di studi. Tutti gli appuntamenti si terranno presso l’Aula A del Polo di Matematica. Questo il calendario completo. Il 23 novembre si inizia con i seminari di Silvia Pettinari su ‘Fault Detection: la matematica abbraccia l’ingegneria’ e di Sonia De Cosmis, dottoranda UNICAM su ‘Support Vector Regression: macchine

intelligenti per problemi di regressione’. Il 30 novembre Nicola Paoletti, dottorando UNICAM, relazionerà su ‘Computational Systems Biology’, seguito da Gianluca Varano, dottorando presso l’Università Tor Vergata di Roma, su ‘Tecniche di Controllo per la fusione nucleare’. ‘Elogio della linearità: dall’algebra delle matrici alla stabilità dei sistemi dinamici’ e ‘Alice e Bob: Quanti e Numeri Primi’ saranno i temi dei seminari tenuti rispettivamente da Andrea Cristofaro e Anita Eusebi, entrambi dottori di ricerca UNICAM, il prossimo 14 dicembre. Dopo la pausa per le festività natalizie si riprenderà l’11 gennaio con i seminari ‘Misure di performance di sistemi complessi2, tenuto dal dottorando UNICAM Massimo Callisto e ‘Cavity Optomechanics: l’interazione tra luce e meccanica’, tenuto dal dottorando UNICAM Marco Galassi. Il ciclo si concluderà il 18 gennaio 2012 con il seminario su ‘Diagnosi e controllo in robotica mobile: studio del velivolo quadrirotore’, tenuto da Alessandro Freddi, dottorando presso l’Università Politecnica delle Marche. www.unicam.it


pag 12 - Nuovo Chienti e Potenza

16 novembre 2011

Università di Camerino

1,5 milioni di euro per la ricerca di eccellenza di UNICAM È stato confermato nei giorni scorsi da parte del Consiglio Europeo della Ricerca, il finanziamento di circa 1,5 milioni di euro alla dott.ssa Irene Ricci, borsista della Scuola di Bioscienze e Biotecnologie di UNICAM. Quello della dott.ssa Ricci è infatti uno dei 480 progetti europei, di cui solo 49 italiani, finanziati tra i 4080 presentati nell’ambito della selezione per gli Starting Grants dell’European Research Council (ERC), una sorta di ‘Oscar’ della ricerca, riservati alla fascia più giovane dei ricercatori. La dr.ssa Ricci ha ottenuto questo importante riconoscimento superando una prima selezione tra migliaia di progetti, basata sul profilo del ricercatore e sul progetto presentato, e successivamente un colloquio svoltosi a Bruxelles di fronte a una commissione di esperti. ‘Sono naturalmente molto orgogliosa dichiara la dott.ssa Irene Ricci - per questo importante risultato. I criteri selettivi sono esclusivamente meritocratici, basati sia sul valore del curriculum degli applicanti che sulle potenzialità e sull’originalità dei progetti presentati e la percentuale dei vincitori rispetto ai progetti presentati è sempre molto bassa. Essere tra i vincitori è quindi un riconoscimento importantissimo, non solo gratificante da un punto di vista personale, ma anche per

le possibilità che offre perché i finanziamenti sono comunque molto alti. ‘Il finanziamento - prosegue la dott.ssa Ricci - ci consentirà di continuare a fare il nostro lavoro di ricerca e soprattutto, ci tengo a sottolinearlo, di continuare a farlo in Italia e quindi far sì che i cervelli italiani rimangano in Italia piuttosto che espatriare all’estero’. Non solo i migliori cervelli non fuggono dall’Università di Camerino, dunque, ma ottengono costantemente risultati eccellenti. L’ERC è il primo organismo di finanziamento europeo istituito per sostenere la ricerca ed il suo scopo principale è quello di stimolare l’eccellenza scientifica sostenendo ed incoraggiando i migliori scienziati. I finanziamenti dell’ERC sono attribuiti mediante concorso per progetti di ricerca in cui l’unico criterio di selezione è l’eccellenza scientifica. L’obiettivo è quello di riconoscere le idee migliori, e trattenere e conferire status e visibilità ai migliori cervelli d’Europa. Il finanziamento che giungerà in Ateneo quindi sarà di circa 1,5 milioni di euro e consentirà alla dott.ssa Ricci di proseguire gli studi relativi alla relazione simbiotica tra un lievito e la zanzara vettore della malaria, studi che hanno aperto nuove importanti prospettive per il controllo biologico della trasmissione di una

delle più gravi malattie infettive del pianeta. ‘Nel mio progetto - ha concluso la dott.ssa Ricci - propongo un metodo per il controllo delle malattie infettive, attualmente confinate nelle regioni tropicali e Dott.ssa Irene Ricci subtropicali del pianeta, assolutamente ecocompatibile e biologico, che non comporta l’utilizzo di insetticidi e sostanze che hanno un impatto ambientale, ma prevede l’utilizzo di microrganismi presenti naturalmente nelle zanzare, che manipolati opportunamente esprimono molecole capaci di curare le zanzare dall’infezione e quindi non più infettanti per l’uomo. In termini comprensibili, un bio-pesticida!’ Questo riconoscimento testimonia dunque l’elevata qualità delle ricerche condotte dalla dr.ssa Ricci e valorizza la ricerca scientifica in UNICAM.

www.unicam.it


Nuovo Chienti e Potenza - pag 13

16 novembre 2011

Università di Camerino

Laureati UNICAM eccellenti Si confermano i positivi risultati per i laureati UNICAM che riescono ad inserirsi in maniera eccellente nel mondo del lavoDott. Roberto Pela ro. È questo il caso del dott. Roberto Pela, laureato in Chimica nel 2003 ed ora group leader nella sede di Barcellona in Spagna dell’azienda Henkel, la multinazionale che opera a livello mondiale con marchi e tecnologie leader in diversi settori. Lo abbiamo incontrato in occasione della sua partecipazione ad un convegno organizzato dal nostro Ateneo nell’ambito degli eventi realizzati per l’anno internazionale della Chimica, proclamato per il 2011 dall’Unesco. Dott. Pela, com’è arrivato alla Henkel? ‘Mi sono laureato in Chimica a Camerino nel 2003 ed ho poi avuto la possibilità di continuare gli studi all’Università di Parma con un dottorato di ricerca, che ho conseguito nel 2008. Nello stesso anno sono risultato vincitore di una borsa di studio post-doc alla University of Toronto ed ho quindi trascorso un anno in Canada. Al rientro in Italia la mia strada si è incrociata con quella della Henkel, che mi ha dato l’opportunità di proseguire la mia attività di ricerca in Spagna, prima a Taragona, poi pochi mesi fa sono stato assunto stabilmente presso la sede di Barcellona come coordinatore di un gruppo di ricerca’. Di cosa si occupa esattamente in azienda? ‘L’attività della Henkel si sviluppa su tre macrosettori: detergenza, cosmetica, adesivi e tecnologie. Io opero nel campo degli adesivi e

la nostra attività di ricerca è volta a sviluppare ed ‘inventare’ nuove tipologie di adesivi che possano soddisfare tutte le richieste e tutte le sfide che in questo momento vengono richieste al settore della chimica’. Le competenze e le conoscenze acquisite in UNICAM poi sono state utili per il suo lavoro? ‘Sono convinto che il compito del percorso di laurea universitario sia quello di insegnare ai laureati le competenze e le conoscenze di base delle diverse materie, poiché nessuno può insegnarti ciò che poi ti verrà richiesto in maniera specifica dall’azienda. E così è stato: UNICAM mi ha insegnato a ‘maneggiare’ la Chimica, così da essere poi preparato e saper dunque affrontare le più diverse problematiche e sfide che mi vengono sottoposte dall’azienda’. Come mai ha scelto di iscriversi proprio ad UNICAM? ‘Essendo nato a Tolentino, ho frequentato proprio a Camerino la scuola superiore, l’Istituto Tecnico con specializzazione in chimica: la chimica è la mia passione da tempo! Al momento di scegliere l’Ateneo per i miei studi universitari (in Chimica naturalmente!), mi sono informato e tra i fattori che hanno influenzato la mia scelta, oltre alla vicinanza, il fatto che UNICAM mi veniva descritta come un Ateneo di qualità. Il numero di studenti non eccessivamente elevato, poi, ha fatto sì che io potessi sentirmi seguito in modo migliore dai docenti e mi potessi dedicare con maggiore concentrazione allo studio: credo che questo sia proprio uno dei punti di forza dell’Università di Camerino.

prossimamente

UNICAM www.unicam.it - sezione eventi

16 - 17 novembre - Ascoli Piceno La progettazione ambientale 18 novembre La mediazione è un ‘contatto sociale’ mutante. Singolari effetti della sindrome di Peter Pan? 24 - 26 novembre L’avanzata del Dragone 1a mostra sulla Cultura cinese 1st Chinese Culture Show 25 novembre - 18 gennaio Polo di Matematica Curiosando nella Scienza. Pillole di ricerca 25 novembre - Polo di Alta Formazione How to write a scientific article for the general public 30 novembre Inaugurazione del 2° anno di corso della Scuola di Studi Superiori ‘Giacomo Leopardi’ 15 dicembre F.C. Festival Arte Elettronica Camerino Rewind 16 dicembre - Matelica Cerimonia di inaugurazione dell’Ospedale Veterinario Universitario Didattico

Bando Part time studenti anno 2012 scadenza: 5 dicembre 2011 www.unicam.it/studenti/bandi_borse.asp

Ufficio Stampa, Comunicazione, Attività ricreative e culturali UNICAM tel. 0737 402767- 402762 - fax 0737 402100 comunicazione.relazioniesterne@unicam.it www.unicam.info Unicam Ufficio Stampa twitter.com/UnicamUffStampa youtube.com/videounicam radio.unicam.it inserto a cura di UNICAM Ufficio Comunicazione Nucleo ideazione e realizzazione grafica


Chienti e Potenza 16 novembre 2011