Page 1

pag 8 - Nuovo Chienti e Potenza

6 febbraio 2013

Università di Camerino

Nasce eCUM: libero accesso alla scienza di UniCAM e UniMC Un progetto congiunto rende libera la consultazione di articoli, materiale didattico e tesi di dottorato. Articoli scientifici, materiale didattico, rapporti tecnici, tesi, working papers, preprints liberamente accessibili tramite internet. È il nuovo importante servizio offerto dalle Università di Macerata e Camerino grazie a eCUM, l'archivio istituzionale ad accesso libero (Open Access) dei documenti elettronici (e-prints) prodotti da docenti, ricercatori e studiosi dei due Atenei: una risorsa fondamentale per la comunicazione scientifica e didattica. Il progetto è stato avviato nell'ambito dell'accordo di programma ‘Comitato per l'Università nelle Marche - Cum 20102014’, che vede coinvolti anche la Provincia di Macerata e il Miur. Coordinato dai delegati ai sistemi informativi, Pierluigi Feliciati per UniMC e Alberto Polzonetti per UniCAM, il progetto eCUM, ha coinvolto i servizi informatici e bibliotecari, gli uffici ricerca e le Scuole di dottorato dei due Atenei, oltre al Centro edizioni Università di Macerata. La prima fase ha reso possibile caricare le tesi di dottorato nella piattaforma EPrints già attivata dall’Università di Camerino, per garantirne il deposito legale e la piena accessibilità; sono stati recuperati i contenuti Open Acces dell'archivio digitale UniMC, ospitato da alcuni anni dal Cilea - Consorzio Interuniversitario Lombardo per L'Elaborazione Automatica. Attualmente, si sta lavorando per attivare l'export periodico su eCUM dei dati presenti nelle piattaforme Ugov-Ricerca di Macerata e Camerino, così da rendere disponibili e aperti i dati aggiornati e completi sui prodotti della ricerca dei due Ate-

nei, compresi i tanti full-text e i pre-print, che non presentano limitazioni d'accesso dovute ai diritti degli editori, già caricati per la Valutazione della qualità della ricerca 2004-2010, per la valutazione interna e per l'Abilitazione nazionale. Infine, entro il 2013 si prevede di diffondere l'uso di eCUM tra i ricercatori e docenti per il caricamento di presentazioni, progetti, letteratura grigia, prodotti di reference o di guida, etc. ‘UniCAM è stata lieta di mettere a disposizione di UniMC il proprio know how - ha affermato il rettore dell’Università di Camerino Flavio Corradini - a riprova che dalla collaborazione nasce lo sviluppo. I nostri due Atenei hanno dimostrato più volte di poter contribuire, con le rispettive competenze e peculiarità, allo sviluppo del territorio e non solo di esso, migliorando e aumentando i servizi messi a disposizione della comunità universitaria: la sinergia UniMC-UniCAM, dunque, si è dimostrata ancora una volta efficace e vincente’. ‘Questo risultato - commenta il rettore UniMC Luigi Lacchè - evidenzia la proficua sinergia tra i due Atenei, che hanno realizzato questo progetto in appena sei mesi. In questo modo, raccogliamo in modo fattivo le Raccomandazioni emanate lo scorso luglio dalla Commissione Europea sull’accesso all’informazione scientifica e sulla sua conservazione e alle quali si richiamano i nostri stessi Statuti’. ‘Grazie a questa nuova risorsa - spiega il

professor Feliciati - si può finalmente contare sull'apertura globale verso l'esterno delle attività di ricerca svolte dalle due Università, visto che i dati presenti nel deposito vengono automaticamente caricati dai motori di ricerca specializzati, compreso Google Scholar. Inoltre, la funzione di deposito legale automatico delle tesi di dottorato garantisce un risparmio notevole ai dottorandi e alla Scuola di dottorato, non essendo più necessario stampare varie copie delle tesi e inviarle per posta ordinaria alle Biblioteche Nazionali Centrali’. ‘Sicuramente il fatto che UniCAM avesse già realizzato la piattaforma EPrints ha facilitato il prosieguo del lavoro - afferma il prof. Alberto Polzonetti, delegato del rettore UniCAM ai sistemi informavi - per la realizzazione di un archivio comune di dati, tesi di dottorato, progetti e bibliografia. Il progetto consente ai due Atenei di collaborare sull’attività di open data e di fornire alla comunità universitaria nazionale e internazionale un archivio unico di ricerca delle proprie esperienze scientifico-culturali’.

http://193.204.12.15

I probiotici Synbiotec utilizzati anche in acquacoltura I probiotici Synbiotec, che troviamo nei prodotti alimentari e del settore lattierocaseario quali ad esempio lo yogurt o come nutraceutici, sono benefici non solo per gli uomini ma anche per i pesci. Lo afferma la prestigiosa rivista scientifica PloseONE, citando i risultati di uno studio condotto da un gruppo di ricerca composto da università italiane e straniere, sull’effetto dei probiotici Synbiotec sull’accrescimento, sulla salute e sulla riproduzione di uno specifico pesce, lo zebrafish. ‘Siamo davvero molto soddisfatti per questo risultato - ha dichiarato il prof. Alberto Cresci, docente dell’Università di Camerino e presidente della Synbiotec

Srl, spin off dello stesso ateneo - che dimostra ancora una volta la validità delle proprietà benefiche dei probiotici brevettati dalla Synbiotec, Lactobacillus rhamnosus IMC 501® e Lactobacillus paracasei IMC 502®’. ‘Migliorando l’accrescimento ed il benessere delle larve - ha proseguito il prof. Cresci - i probiotici potrebbero influenzare in maniera determinante la produttività e la competitività del settore dell’acquacoltura con un notevole beneficio socio-economico per produttori e consumatori. Lo zebrafish inoltre, condividendo molti geni con l’uomo, rappresenta un modello che può essere utilizzato per studiare gli effetti benefici dei probiotici

nello sviluppo e nel benessere dei bambini e degli adulti’. ‘Grazie a questo studio realizzato a livello internazionale - ha concluso il prof. Cresci - possiamo ora affermare che i benefìci possono essere estesi anche alle attività di acquacoltura, con ricadute sia nel settore dell’alimentazione che in quello della ricerca scientifica’. http://www.synbiotec.com


Nuovo Chienti e Potenza - pag 9

6 febbraio 2013

Università di Camerino

UNICAM e Carifac insieme per il territorio Sinergia, progettualità, formazione: in queste tre parole si potrebbe riassumere l’incontro svoltosi lo scorso giovedì pomeriggio, presso la sede della Fondazione Carifac a Fabriano, tra i vertici dell’Università di Camerino e i membri del Consiglio di Amministrazione della Fondazione stessa, presieduto dal dott. Guido Papiri. Il rettore Corradini, coadiuvato dal Pro rettore vicario Claudio Pettinari, dalla prorettore Sara Spuntarelli e dalla prof.ssa Maria Lucia Di Bitonto dell’Ateneo camerte, ha avuto modo di illustrare nel dettaglio e condividere un innovativo progetto di collaborazione allo sviluppo territoriale, che UNICAM ha predisposto per un rilancio del territorio fabrianese e per una fattiva collaborazione con tutti gli enti e le istituzioni in esso presenti. ‘Siamo molto soddisfatti dell’incontro e dell’attenzione che il Presidente Papiri e tutti i membri del Consiglio di amministrazione della fondazione Carifac hanno voluto riservare ad UNICAM. Abbiamo avuto l’occasione di esporre le nostre idee e i nostri progetti, tutti concretamente e immediatamente realizzabili, che vanno dalla formazione post laurea, ai rapporti con le scuole e con le imprese, alla sicurezza del lavoro, tramite, l’istituzione di diversi master e percorsi formativi altamente innovativi’. UNICAM si sta caratterizzando sempre più come un ateneo a prevalente vocazio-

prossimamente

UNICAM www.unicam.it sezioni eventi/avvisi 7 febbraio Presentazione del libro Germania/Israele di Claudio Gaetani

ne scientifica che coniuga e declina il proprio know how anche per le esigenze del territorio: l’Università di Camerino, prima nelle classifiche Censis tra gli atenei fino a 10mila iscritti e sesta a livello nazionale tra tutti gli atenei italiani, è ‘l’università del mondo, per il territorio - prosegue il Rettore Corradini - ed è nostra intenzione collaborare con la fondazione Carifac affinché anche la popolazione del territorio fabrianese possa comprenderne il valore aggiunto e possa utilizzarla come volano di sviluppo’. Positiva anche la valutazione del Presidente Papiri che, ringraziando per la disponibilità mostrata dal Rettore e dai docenti dell’Ateneo Camerte, sottolinea ‘Gli impegni che intende assumere in collaborazione con il Comune di Fabriano riguardano soprattutto il rilancio di ‘Unifabriano’ in considerazione del fatto che tale istituzione è potenzialmente garanzia di crescita e di miglioramento per il territorio. Per questa finalità assume importanza il rapporto con UNICAM che verrà sviluppato nel prossimo periodo’.

9 febbraio Darwin day Francesco Petretti racconta e disegna: Animali alla deriva, Storie di evoluzione 9 febbraio - Convegno La nuova geografia giudiziaria 11 febbraio Presentazione del nuovo Liceo scientifico - sezione ad indirizzo sportivo 13 febbraio - Bioscienze e Biotecnologie Presentazione Mobilità Erasmus per studio 13 - 14 - 15 febbraio - Camerino - Ascoli Piceno Stage in UNICAM Progetto rivolto a studenti dell’ultimo biennio degli Istituti secondari superiori 20 febbraio - prima parte Come scrivere un curriculum vitae e affrontare un colloquio di lavoro 20 - 21 - 22 febbraio - Camerino - Matelica Stage in UNICAM 21 febbraio La rendicontazione dei progetti VII PQ attraverso la verifica degli auditors 21 febbraio - Matelica Seminario sulla scrittura creativa 21 febbraio - Matelica - Incontri con gli Autori Undicesimo comandamento - Elena Mearini

made in UNICAM spilla in argento/925

Punto informativo UNICAM Camerino - Palazzo Ducale numero verde 800 054000 www.unicam.it/studenti/unicam_shop.asp Ufficio Stampa, Comunicazione, Attività ricreative e culturali UNICAM tel. 0737 402767- 402762 - fax 0737 402100 comunicazione.relazioniesterne@unicam.it www.unicam.info Unicam Ufficio Stampa twitter.com/UnicamUffStampa youtube.com/videounicam

www.unicam.it/studenti/CompetenzeTrasversali/index.asp

radio.unicam.it inserto a cura di UNICAM Ufficio Comunicazione Nucleo ideazione e realizzazione grafica

06_02_2013_UNICAM chienti e potenza  

06_02_2013_UNICAM chienti e potenza

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you