Issuu on Google+

pag 10 - Nuovo Chienti e Potenza

2 maggio 2012

Università di Camerino

Una Facoltà di Farmacia internazionale tra gli Atenei di Camerino, Urbino e Dschang Una importante azione di cooperazione interuniversitaria ha preso il via nei giorni scorsi, con la firma di un accordo di collaborazione tra l’Università di Camerino, l’Università di Urbino e l’Università di Dschang in Camerun, volto all’istituzione di una Facoltà di Farmacia nel Paese africano. Il Rettore dell’Università di Camerino prof. Flavio Corradini, il Preside della Facoltà di Farmacia dell’Università di Urbino prof. Orazio Cantoni per conto del Rettore di Urbino prof. Stefano Pivato, ed il Rettore dell’Università di Dschang prof. Anaclet Fomethe, hanno infatti firmato nei giorni scorsi a Roma l’accordo di collaborazione interuniversitaria, che prevede proprio l’istituzione di una Facol-

tà di Farmacia a Dschang, per la formazione di giovani laureati africani, grazie alla mobilità ed allo scambio di competenze con i docenti e ricercatori delle Facoltà di Farmacia dei due Atenei marchigiani, ai primi posti in ambito nazionale per la qualità della didattica e della ricerca. Erano presenti all’incontro, inoltre, il prof. Sauro Vittori, Direttore della Scuola di Scienze del Farmaco e dei Prodotti della Salute dell’Università di Camerino, S.E. Dominique Awono Essama, Ambasciatore del Camerun in Italia, e l’ambasciatore P. Sannella. Successivamente, il progetto è stato presentato nel dettaglio durante il convegno ‘Istruzione e sanità in Camerun: dalla tradizione culturale all’innovazione scientifica’ ospitato

dal Rettore Mancini dell’Università di Viterbo, Presidente della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane. Nella prima fase di questo complesso progetto, i 20 migliori laureati del Corso di Laurea in Professioni Sanitarie dell’Università di Dschang verranno iscritti al terzo anno del Corso di Laurea in Farmacia di Camerino o Urbino. Alcuni insegnamenti verranno tenuti in lingua inglese in Camerun da docenti dei due atenei italiani. Seguirà un periodo di due anni a Camerino o Urbino durante il quale gli studenti Camerunensi completeranno il loro percorso di studio e svolgeranno il tirocinio professionale. Dopo la laurea ed eventuali ulteriori periodi di studio (Master, PhD, ecc) in Italia, i Dottori Camerunensi rientreranno a Dschang e, con il supporto dei docenti degli Atenei marchigiani, daranno inizio alla strutturazione della nuova facoltà di Farmacia. ‘L’Università di Camerino - ha dichiarato il prof. Flavio Corradini, Rettore dell’Università di Camerino - collabora già da tempo con l’Ateneo di Dschang per attività di ricerca, di formazione e di mobilità internazionale, sia di docenti che di studenti e giovani ricercatori. Con questo ulteriore accordo abbiamo voluto integrare le nostre competenze e quelle dell’Università di Urbino nello specifico campo della Farmacia proponendo un progetto innovativo, credo di poter affermare unico a livello nazionale’. ‘Per l’Università di Urbino - ha dichiarato il prof. Stefano Pivato, Rettore dell’Università di Urbino - è un nuovo e prestigioso passo verso l’internazionalizzazione dell’Ateneo e l’integrazione con le altre università marchigiane. Ringrazio i colleghi di Camerino e il prof. Cantoni che si sono mostrati sensibili e attenti a un tema così rilevante quale la formazione delle nuove generazioni in un paese che punta su innovazione e ricerca per il suo futuro sviluppo, qual è il Camerun’. Oltre al progetto prettamente formativo sono previste anche attività di ricerca e di coo-

perazione internazionale a supporto della popolazione locale, soprattutto quella più povera e che ha scarso accesso alle cure sanitarie. Altro obiettivo del progetto, in collaborazione con associazioni di farmacisti volontari, è quello di aiutare i neolaureati nell’ambito del Farmaco a strutturare piccole aziende di produzione di prodotti cosmetici, integratori alimentari, farmaci naturali (soprattutto estratti di piante), attingendo alla ricchissima tradizione locale di piante utilizzate per mantenere o recuperare la salute ed il benessere della popolazione. Tale attività sarà svolta in collaborazione con rappresentanti della categoria dei ‘practitioner’, medici di medicina tradizio-

nale che hanno ancora un ruolo molto importante nel sistema sanitario del Camerun. Il progetto vanta l’apprezzamento del Presidente della Repubblica, che ha definito virtuoso l’esempio di cooperazione tra i tre Atenei; ha inoltre il convinto sostegno del Distretto 2090 del Rotary Club e degli Ordini Professionali dei Farmacisti della Regione Marche. Grande soddisfazione è stata espressa dai proff. Cantoni e Vittori nel sottolineare il forte entusiasmo dei docenti delle rispettive Facoltà nel sostenere l’iniziativa, una ulteriore testimonianza della sinergia con cui stanno operando da tempo la Scuola di Scienze del Farmaco e dei Prodotti della Salute dell’Università di Camerino e la Facoltà di Farmacia dell’Università di Urbino.

Successo internazionale per la FISICA di UNICAM Ancora un riconoscimento internazionale per la ricerca di UNICAM. Il lavoro di ricerca dal titolo ‘Quantum reading capacity’, realizzato dal prof. Stefano Mancini e dal dott. Cosmo Lupo della Scuola di Scienze e Tecnologie di UNICAM in collaborazione con la Scuola Normale Superiore di Pisa e l’Università di York (Gran Bretagna), è stato infatti selezionato dall’editore della prestigiosa rivista New Journal of Physics (NJP) per essere inserito tra gli ‘Highlights of 2011’, ossia i migliori articoli pubblicati dalla rivista nel corso dello scorso anno.

Come si legge nell’attestato inviato agli autori che certifica il riconoscimento, l’articolo è stato scelto sulla base della novità proposta, dell’impatto scientifico e della risonanza. Nell’articolo si elabora un modello matematico generale atto a descrivere il processo di lettura di dati da memorie digitali e si determinano i limiti ultimi, imposti dalle leggi fisiche, nella capacità di estrarre tali dati. Si mostra che l’utilizzo di risorse quantistiche porterebbe notevoli vantaggi. I risultati ottenuti potrebbero aprire nuove frontiere nella tecnologia utilizzata per le memorie ottiche (CD, DVD,

codici a barre), ma anche essere rilevanti per le futuribili memorie di materia organica.


Nuovo Chienti e Potenza - pag 11

2 maggio 2012

Università di Camerino

UNICAM ha sviluppato il software per il progetto Micro Green Logistic È stato presentato nei giorni scorsi a Civitanova Marche, alla presenza del Ministro dell’Ambiente Clini, il progetto ‘Micro Green Logistic’, un nuovo prototipo di logistica per cambiare il modo di trasportare le merci, abbattere i costi di produzione e le emissioni di anidride carbonica e migliorare la competitività e la qualità ambientale. Il progetto ‘Micro Green Logistic’ è stato ideato e promosso dalla CNA e vede la partecipazione di Manas, importante brand del settore calzaturiero del nostro made in Italy, con le imprese contoterziste ad essa collegate. Un ruolo fondamentale è stato svolto anche dall’Università di Camerino, che grazie al lavoro della sezione di Informatica e dello spin off e-Lios, ha sviluppato il software, che elabora le prenotazioni al fine di ottimizzare tempi e percorsi. È nata così una piattaforma innovativa e immateriale che vede le aziende, al momento 40 aziende calzaturiere del maceratese e del fermano, prenotare per via informatica il viaggio delle merci indicando numero dei colli, tempi e destinazione. ‘Siamo davvero soddisfatti - ha dichiarato il Rettore dell’Università di Camerino, prof. Flavio Corradini - di aver contribuito come Ateneo a poter realizzare concretamente questo progetto così innovativo e virtuoso, che consente non solo alle aziende di ottimizzare i costi, questione molto importante in questo momento di crisi che stiamo attraversando,

ma anche di porre particolare attenzione alla questione ambientale ed all’ecosostenibilità. È infatti anche per questo aspetto che il progetto è stato accolto in maniera estremamente positiva anche dal Ministro Clini’. Le imprese dei distretti manifatturieri italiani possono abbattere contemporaneamente i costi di produzione e le emissioni di C02, risparmiare tempo, personale, mezzi e carburante per la movimentazione di merci e componenti tra aziende della stessa filiera produttiva. La ditta TWS, Trasporti e Logistica, con il suo personale specializzato provvede al ritiro e alla consegna dei componenti e dei semilavorati sulla base delle indicazioni fornite dal software realizzato dall’Università di Camerino. Significativi i numeri che raccontano i vantaggi economici e ambientali di questa esperienza. Nei primi tre mesi di quest’anno le aziende coinvolte hanno percorso 9mila Km rispetto ai 20mila dello stesso periodo dell’anno passato, ben 11mila Km in meno con una riduzione delle distanze percorse pari al 55,92%. Importante anche l’abbattimento delle emissioni di C02, ben il 42,69% in meno. Il nuovo sistema logistico permette alle singole imprese un risparmio tra i 9mila e i 15mila euro. Il progetto può essere adattato anche ad altri distretti, permettendo dunque notevoli risparmi ed un conseguente rilancio dell’economia.

Il Rettore UNICAM Flavio Corradini ha incontrato il Prefetto di Macerata Pietro Giardina Il Rettore dell’Università di Camerino prof. Flavio Corradini ha ricevuto lo scorso 27 aprile in Rettorato il nuovo Prefetto di Macerata dott. Pietro Giardina. Un incontro cordiale nel corso del quale il Rettore, dopo aver dato il benvenuto al dott. Giardina nella nostra Provincia, ha illustrato le caratteristiche dell’Università di Camerino, 700 anni di storia ed uno spirito proiettato al futuro e all’innovazione. Il Prefetto ha ringraziato per l’accoglienza, si è dimostrato molto interessato alle iniziative ed alle attività promosse dall’Ateneo.

prossimamente

UNICAM www.unicam.it - sezioni eventi/avvisi

3 maggio Promoting Science Culture in and for Africa 4 maggio Geotermia: scenari e sviluppi 7 maggio Alan Turing 1912 - 2012 - una rivoluzione nata 100 anni fa 7 maggio Post-doc Fellowships 2012 for Young Researchers from Regione Marche in the field of Molecular Medicine 9 maggio UNICAM’s got talent 3 10 maggio - creATTIVAmente Domani sicuro. La previdenza per le nuove generazioni 11 maggio ICT e Società dell’Informazione 14 maggio Scientific collaboration between CERTH and UNICAM 14 maggio Recenti orientamenti in tema di dolo eventuale e colpa cosciente

made in UNICAM

maglia rossa in cotone Punto informativo UNICAM Camerino - Palazzo Ducale numero verde 800 054000 www.unicam.it/studenti/unicam_shop.asp

Ufficio Stampa, Comunicazione, Attività ricreative e culturali UNICAM tel. 0737 402767- 402762 - fax 0737 402100 comunicazione.relazioniesterne@unicam.it www.unicam.info Unicam Ufficio Stampa twitter.com/UnicamUffStampa youtube.com/videounicam radio.unicam.it inserto a cura di UNICAM Ufficio Comunicazione Nucleo ideazione e realizzazione grafica


02_05_2012_chienti e potenza