Page 57

In conclusione, si ha la sensazione di essere davanti a una band “molto fumo e poco arrosto”, una band interessata a costruire brani solidi, con il tentativo di esser accattivanti per la massa, ma poco coraggiosi e assolutamente senza innovazione e senza quella che è presentata come “novità ed eccentricità”. Un disco che lascia l’ascoltatore con un bruttissimo pensiero ovvero: I NaGa potrebbero fare molto di più lasciandosi andare anche solo un pochino, ma che non fanno per paura di essere fuori standard”. Alla band va la sufficienza perché è tecnicamente fatto bene, ma è la parte empatica che manca e quindi non si va oltre i 60 centesimi; inoltre voglio premiare il grossissimo lavoro di Lela che si è poderosamente sbattuta per alzare l’asticella delle tracce, ma da sola non può certamente far miracoli.

UNDERGROUNDZINE

Profile for Martina Tosi

UndergroundZine Dicembre 2014  

Recensioni, interviste, compilation free, musica emergente e tanto altro

UndergroundZine Dicembre 2014  

Recensioni, interviste, compilation free, musica emergente e tanto altro

Advertisement