Issuu on Google+

UISP

informa

UNIONE ITALIANA SPORT PER TUTTI

COMITATO DI EMPOLI

Se non puoi correre passeggia!!... ...insieme

agli 'speciali' maratoneti Periodico settimanale di Informazione uisp Empoli - Supplemento al n째52 Aprile 2011 Redazione via Bardini, 18 - 50053 Empoli - Direttore responsabile: Paolo Tisot registrazione n. 4658 del 31/12/1996


SOMMARIO PAG. 2 IN BACHECA Giocagin 2011 Il Cuore si scioglie Passeggiate della salute PAG. 3 Anche noi maratoneti passeggiata ludico motoria nell’ambito della 1/2 Marathon di Empoli PAG. 4 Il Cuore si scioglie PAG. 4 Highlights delle prime due tappe del Giocagin 2011 PAG. 5 LO SAPEVATE CHE? Anche chi soffre di allergie può godersi la primavera! PAG. 6 ALIMENTAZIONE Verdura: come fare di necessità virtù PAG. 7 LA RICETTA DEL MESE Tortiera di patate e agnello PAG. 7 I CORSI DEL COMITATO UISP DI EMPOLI

SOMMARIO

I saluti del comitato Uisp Empoli Valdelsa Carissimi soci, è arrivata la primavera e in questo numero di Uisp…In forma vi proponiamo tanti argomenti e iniziative legate alla bella stagione. Innanzitutto il comitato di via Bardini vi invita a partecipare numerosi alla passeggiata ludico motoria organizzata nell’ambito della ½ Marathon di Empoli. L’evento è stato pensato per dare la possibilità anche alle persone diversamente abili di prendere parte a questa manifestazione sportiva che riverserà sulle strade cittadine centinaia di runners. Il percorso per gli “speciali maratoneti” misura circa 1.500 metri, è completamente pianeggiante e sarà affrontato passeggiando insieme agli operatori della Uisp e chiunque, strada facendo, si può aggregare! Vi segnaliamo inoltre due manifestazioni dedicate alla solidarietà:

quella legata a Il cuore si scioglie dove le Nuove Leve, bambini delle società di calcio Uisp del territorio, scenderanno in campo a favore di altri bambini meno fortunati che vivono nelle zone più povere del mondo; e l’ultima tappa del Giocagin 2011 dove tra coloratissime esibizioni e divertimento continua la raccolta dei fondi per il progetto “Regaliamo l’infanzia ai bambini palestinesi” nei campi profughi palestinesi in Libano, in Siria e a Gerusalemme Est. Per quanto riguarda la rubrica “L’esperto risponde” questo mese vi proponiamo i preziosi consigli di uno dei massimi allergologi in circolazione, mentre per le pillole di buona alimentazione, a cura della nostra nutrizionista, spazio alle verdure sane, gustose e nutrienti. Buona lettura!

IN BACHECA IN BACHECA “Giocagin 2011” a Castelfiorentino

Rush finale per il Giocagin 2011 che chiude la sua partecipatissima edizione domenica 3 aprile, a Castelfiorentino. La manifestazione più ritmata e colorata dell’Uisp animerà per tutto il pomeriggio, dalle 15 alle 19, il palazzetto dello sport della cittadina valdelsana con decine di esibizioni di danza, ginnastica, arti marziali, pattinaggio, tennis, judo e tante altre discipline sportive. Il cuore pulsante del Giocagin è senz’altro la solidarietà. Ogni anno, infatti, i fondi raccolti vengono destinati a progetti per migliorare la vita di molti bambini e adolescenti che vivono in parti sottosviluppate del mondo o colpite dalla guerra. Quest’anno saranno destinati interamente al progetto Uisp - Peace games “Regaliamo l’infanzia ai bambini palestinesi” nei campi profughi palestinesi in Libano, in Siria e a Gerusalemme Est.

Tutti in campo per “Il Cuore si scioglie”

Sabato 9 aprile non perdetevi l’iniziativa che andrà in scena a partire dalle 15 al PalAramini di Empoli: oltre 200 bambini della categoria “Nuove Leve 2003” del Comitato Uisp Empoli Valdelsa scenderanno in campo per un torneo a sostegno dei progetti de “Il Cuore si scioglie”,

2

la campagna di solidarietà promossa da Unicoop Firenze per favorire l’adozione e l’affidamento a distanza dei bambini in molte realtà povere del Sud del mondo.

“Passeggiate della salute”

Questo mese l’appuntamento è per domenica 17 aprile, alle 9, presso il laghetto di Serravalle. Il gruppo, guidato come sempre da un operatore della Uisp, passeggerà senza fretta in questa parte ‘verde’ di Empoli accompagnati dal sole (speriamo!) e dai profumi della primavera. Gli itinerari delle passeggiate della salute sono accessibili a tutti e chiunque può partecipare . L’organizzazione è a cura della Uisp in collaborazione con la Sezione soci Coop di Empoli, la Società della Salute e con il patrocinio dei comuni di Capraia e Limite, Empoli, Montelupo Fiorentino, Vinci e Cerreto Guidi.


“Anche noi maratoneti”: la Uisp organizza una passeggiata ludico motoria per disabili nell’ambito della ½ Marathon di Empoli utenti, familiari e personale dell’organizzazione. L’iscrizione è gratuita e si può effettuare direttamente sul posto. Si invita, tuttavia, a presentare l’adesione qualche giorno prima presso la sede del comitato empolese Uisp in via Bardini n° 18 a Empoli, per consentire agli operatori di avere un numero indicativo dei partecipanti.

Se non puoi correre, cammina... Tieni sempre presente che la pelle fa le rughe, i capelli diventano bianchi, i giorni si trasformano in anni. Però ciò che é importante non cambia; la tua forza e la tua convinzione non hanno età. Il tuo spirito è la colla di qualsiasi tela di ragno.

M A RA TO N E-

Fedele al motto “Sport per tutti, nessuno escluso” il comitato Uisp Empoli Valdelsa, nell’ambito della ½ Marathon di Empoli in programma domenica 10 aprile, ha organizzato una passeggiata ludico motoria per diversamente abili provenienti da tutta la Toscana. Con la collaborazione della Asl 11 che ha promosso l’iniziativa nei centri diurni per disabili e tra i familiari degli utenti, e il coinvolgimento della Uisp Toscana che ha pubblicizzato la manifestazione in tutto il territorio regionale, il nostro comitato offrirà la possibilità anche a coloro che hanno disabilità psicomotorie di prendere parte a questo evento che già dalla prima edizione ha riscosso un grande successo di partecipanti e di pubblico. “Per la Uisp è un piacere e un dovere esserci – esordisce Emanuela Marconcini, responsabile dell’Attività motoria del comitato Uisp di via Bardini – Gli organizzatori della mezza maratona di Empoli desideravano aumentare la qualità della manifestazione ampliando le iniziative collaterali all’evento e hanno pensato alla Uisp come partner. Il nostro comitato ha aderito con entusiasmo all’iniziativa mettendosi immediatamente al lavoro per studiare e allestire una speciale maratona parallela, ovviamente non agonistica, tutta all’insegna dell’allegria e dello stare insieme”.

Il via alla “maratona” sarà dato alle 9.45 dalla piazza G. Rossa. Percorrendo viale delle Olimpiadi si arriverà allo stadio “Castellani” dove all’interno, nell’anello nella pista di atletica, è posto il traguardo. Al termine della passeggiata a tutti i partecipanti sarà consegnata una T-shirt ricordo e un ristoro chiuderà la bella mattinata di sport e divertimento.

Dietro ogni linea di arrivo c'è una linea di partenza. Dietro ogni successo c'è un' altra delusione. Fino a quando sei viva, sentiti viva. Se ti manca ciò che facevi, torna a farlo. Non vivere di foto ingiallite… insisti anche se tutti si aspettano che abbandoni.

Non lasciare che si arruginisca il ferro che c'è in te. Fai in modo che invece che compassione, ti portino rispetto. Quando a causa degli anni non potrai correre, cammina veloce. Quando non potrai camminare veloce, cammina. Quando non potrai camminare, usa il bastone. Però non trattenerti mai!

Madre Teresa di Calcutta

Il percorso misura circa 1.500 metri, è completamente pianeggiante e sarà affrontato passeggiando insieme agli operatori della Uisp… e chiunque, strada facendo, si può aggregare!

Il ritrovo è alle 9.15 presso la sede Avis di Empoli in piazza Guido Rossa. L’associazione dei donatori di sangue ha concesso i propri locali per tutta la logistica mettendo gentilmente a disposizione i servizi a

3


Piccoli calciatori scendono in campo per “Il Cuore si scioglie” Bambini a favore di altri bambini meno fortunati. I piccoli calciatori della categoria “Nuove Leve 2003” del Comitato Uisp Empoli Valdelsa scenderanno in campo sabato 9 aprile per un torneo a sostegno dei progetti de “Il Cuore si scioglie”, la campagna di solidarietà promossa da Unicoop Firenze per favorire l’adozione e l’affidamento a distanza dei bambini in molte realtà povere del Sud del mondo. Presso il PalAramini di Empoli durante tutto il pomeriggio si svolgeranno 9 minipartite giocate da 18 squadre per un totale di circa 200 bambini. Al termine delle gare sarà offerto a tutti i partecipanti un pacco regalo confezionato dalla Sezione Soci Coop di Empoli e dalla Uisp contenente un succo di frutta, una merendina e tanti simpatici gadget. Il biglietto d’ingresso è di 4 euro e l’incasso sarà devoluto a “Il Cuore si scioglie”.

Ecco la programmazione dettagliata della giornata: Progresso A – Ponte a Elsa A ore 15 S.Maria “Giallo” – Ponzano ore 15.45 Limite e Capraia – Montaione “Arancio” ore 16.30

campo centrale campo centrale campo centrale

Membrino – Avane Ponte a Elsa B – Fucecchio Progresso – Vinci “Blu”

ore 15 ore 15.45 ore 16.30

pallone coperto pallone coperto pallone coperto

Montaione – S.Maria “Blu” Vinci “Rosso” – Gambassi Castelfiorentino – Montelupo

ore 15 ore 15.45 ore 16.30

campo scoperto campo scoperto campo scoperto

Highlights delle prime due tappe del Giocagin 2011, una delle edizioni più riuscite sia per numero di esibizioni sia per la partecipazione di pubblico. Pillone della 1^ giornata al PalAramini di Empoli: 67 esibizioni, una ventina di società sportive presenti e 863 biglietti staccati.

Pillone della 2^ giornata al Palazzetto dello Sport di Montelupo: 18 minispettacoli, sette società locali presenti e 200 biglietti venduti.

Il ricavato del Giocagin 2011 sarà devoluto, come sempre, a progetti per migliorare la vita di molti bambini e adolescenti che vivono in parti sottosviluppate del mondo o colpite dalla guerra. Quest’anno il progetto di solidarietà scelto dalla onlus Uisp - Peace Games è “Regaliamo l’infanzia ai bambini palestinesi” nei campi profughi palestinesi in Libano, in Siria e a Gerusalemme Est. Se non avete mai assistito al Giocagin avete ancora una possibilità per quest’anno: domenica 3 aprile presso il Palazzetto dello Sport, in viale Roosevelt, a Castelfiorentino. Il costo del biglietto d’ingresso è di 5 euro (cifra indicata dalla direzione nazionale Uisp e che è sempre rimasta invariata nel corso degli anni); ingresso gratuito per i bambini sotto i 12 anni.

Giocagin 2011 4


la rubrica

Lo sapevate che? Anche chi soffre di allergie può godersi la primavera!

L’esperto risponde: dottor Roberto Bernardini, specialista in Pediatria e specialista in Allergologia e Immunologia Clinica, Coordinatore Regionale della Società Italiana di Immunologia ed Allergologia Pediatrica (SIAIP) e Responsabile della Commissione Allergia a Farmaci e Latice della SIAIP e Direttore della UOC Pediatria del Nuovo Ospedale San Giuseppe di Empoli, ove i genitori di bambini con sospetta allergia sia respiratoria (rinite, asma, congiuntivite) che alimentare o di qualsiasi altro tipo, possono rivolgersi per eseguire le indagini specifiche e per avere le indicazioni di profilassi e trattamento adeguate. Le allergie sono il risultato di un’interazione tra fattori ereditari (predisposizione genetica) e ambiente. Se uno dei due è mancante non si hanno allergie (sintomi). Per capire meglio cosa si intende per interazione tra genetica e ambiente proviamo a fare un esempio molto semplice. Diego Armando Maradona è diventato un campione del calcio perché aveva già una propria predisposizione genetica (fattore ereditario) e nel corso della sua vita ha ‘incontrato’ il pallone (ambiente esterno): l’interazione fra i due elementi ha scatenato il ‘sintomo’, cioè la nascita del Pibe de Oro. Se Maradona avesse incontrato una racchetta da tennis, per la quale non era predisposto (cioè ‘era negato’), non si sarebbe verificato alcun sintomo. Le fonti allergeniche più comuni sono quelle maggiormente diffuse nell’ambiente e, per chi ne è candidato, lo stimolo adeguato per la sensibilizzazione è insito proprio nell’esposizione reiterata o continua a tali sorgenti. Così, nel bambino, gli alimenti che più spesso inducono allergia sono quelli di uso quotidiano (latte, uovo, grano ecc.) e, a tutte le età, la causa di allergia respiratoria è rintracciabile sovente negli acari della polvere, pollini, pelo di cane/gatto. Anche questo anno, da poche settimane, adulti e bambini presentano i classici sintomi allergici a livello: degli occhi (con prurito, arrossamento e lacrimazione oculare), del naso (rinorrea sierosa, cioè il “naso che gocciola” come dicono i pazienti, prurito nasale e starnuti continui, sensazione di avere il “naso chiuso” con

la necessità di respirare dalla bocca), delle vie respiratorie (con tosse soprattutto “secca”, con difficoltà a respirare, con sibili talvolta udibili anche senza ausilio del comune fonendoscopio utilizzato per la normale visita da parte del medico). I sintomi sono dovuti ai cosiddetti “pollini”, cioè granuli pollinici diffusi nell’aria, non visibili ad occhio nudo (dimensioni variabili tra 5 e 200 µm). Tali pollini sono presenti nell’aria con una periodicità schematicamente distinta in 3 fasi: una fase precoce (prima della primavera) nella quale i pollini aero-diffusi derivano da piante arboree (come ad esempio il Cipresso), una fase primaverile o primaverile-estiva nella quale i pollini aero-diffusi derivano dalle Graminacee, Urticaceae e Oleaceae, una fase estiva-autunnale ove i pollini aero-diffusi derivano principalmente dalle Asteracee. I soggetti, nei quali si sospetta la presenza di una allergia ai pollini, devono essere curati al momento della fase acuta con farmaci (antistaminici, steroidi, broncodilatatori) che ne ridurranno i sintomi, devono poi rivolgersi allo specialista allergologo e nel caso dei bambini al pediatra, specialista anche in allergologia, per intraprendere un percorso diagnostico terapeutico specifico per ciascun soggetto (individuazione dell’eventuale polline responsabile, prescrizione di una eventuale profilassi farmacologica e di una eventuale immunoterapia specifica, il classico “vaccino per l’allergia”).

5


Alimentazione

Pillole di buona alimentazione: quando giusto fa rima con gusto

Verdura: come fare di necessità virtù

che le rendono interessanti anche alla coltivazione. Qualche esempio? Tarassaco, malva, margherita, portulaca, dente di leone, raponzolo, borragine, ortica... Sono usate tradizionalmente in insalate, zuppe, ripieni. L’ortica ad esempio, nella tradizione maremmana è l’erba da mettere nei tortelli alla ricotta. E ha proprietà sorprendenti! Per un confronto con gli spinaci, con cui viene solitamente sostituita nelle preparazioni “moderne”, si veda la tabella in basso: ortica vince su spinaci per contenuto in vitamina C, folati, fibra, ferro, potassio e soprattutto calcio; incredibile a dirsi ma ne contiene più della ricotta: 590 mg contro 166 per 100 g di prodotto!

Eccoci finalmente in primavera, la stagione del risveglio verde di boschi, prati, orti... viene per forza da parlare di verdura. Che è poco pratica: perché gonfia le borse della spesa, perché va pulita e senza neanche aspettare troppo sennò ti marcisce in frigo, va magari cucinata, e alla fine anche mangiata... addirittura masticando! Una perdita di tempo dopo l’altra. Questo è un punto di vista. Un altro è che se ne può trovare in giro di veramente buona e tutto sommato neanche troppo cara anzi, anche gratis, che dà il sapore delle stagioni ai nostri piatti, che esistono miriadi di ricette curiose e diverse in ogni regione, che non si finisce mai di conoscerla, che la sua produzione è molto più ecocompatibile di quella della carne, etc etc. Ma soprattutto c’è l’innegabile evidenza: la verdura è necessaria. Si sa, ad esempio, che da sempre ha garantito la sopravvivenza di intere popolazioni durante i periodi di carestia (chi per sua fortuna non ne ha mai vissuto uno, non se lo è mai sentito raccontare dai propri genitori/nonni?). “Fitoalimurgia” è il nome della scienza che si è sviluppata intorno al concetto di: “va per i campi, evita quel che c’è di velenoso e riempiti la pancia”. Che poi tra i campi si trovino anche delle prelibatezze è innegabile: solo in Toscana sono state censite oltre 200 specie di erbe spontanee appartenenti a generi non presenti sul mercato orticolo italiano o estero ma con ottime qualità organolettiche e un ampio ventaglio di impieghi gastronomici, oltre che con caratteri di rusticità, e quindi di resistenza a parassiti, siccità e freddo,

Si sa anche, dal punto di vista della salute, che la verdura ha un ruolo protettivo conosciuto e confermato da decenni di studi condotti su popolazioni di tutti i continenti. Consumare verdura in quantità e contemporaneamente ridurre il consumo di carne, aiuta a prevenire l’obesità, il diabete, alcuni tipi di tumori e contribuisce ad aumentare la durata media della vita. Inoltre, tra i consumatori più assidui di verdura (e frutta) sono meno frequenti i danni alle arterie, si riduce il rischio di infarto e di ictus cerebrale. Questo grazie alle vitamine, agli olii essenziali, ai minerali e alla fibra di cui la verdura è ricca. Fibra che da sola è capace di ridurre i livelli ematici di colesterolo e il rischio di malattie vascolari, che aiuta il normale funzionamento dell’intestino prevenendo la stipsi e la diverticolosi e quindi l’infiammazione, una delle concause delle allergie. Fibra che, punto fondamentale, permette di raggiungere il senso di sazietà (essenziale al benessere psicologico: alzarsi da tavola con l’impressione di non aver mangiato è una frustrazione che il

Contenuti in 100 g di prodotto

Spinaci

Ortica

LARN*

Ferro mg

2,9

4,4

10

Calcio mg

78

590

1200

Potassio mg

530

670

3100

Fosforo mg

62

92

1000

Zinco mg

1,43

1,70

10

(precursore di omega 3)

0,35

0,31

1,5

Fibra alimentare g

1,9

4,1

25-40

beta-carotene (Vit A) mg

2,91

2,15

0,7

Vitamina C mg

54

175

60

Vit B3 mg

0,40

0,80

18

Vit B6 mg

0,17

0,22

1,5

Folati totali mg

150

220

200

Acido linolenico g

6

la rubrica cervello ricorda) e di mantenerlo, con l’assunzione di una quantità ridotta di calorie.... Si sa infine che se ne parla tanto, ma se ne mangia poca! La quantità consigliata di fibra, proveniente prima di tutto dalla verdura, seguita da frutta, verdura, cereali integrali e legumi, è di almeno 25g al giorno. Ci si può arrivare con le famose 5 porzioni di frutta e verdura consigliate dalle nostre linee guida nazionali, ma anche regionali, per una sana alimentazione. Ad esempio: 1 porzione di spinaci (200g), 2 carciofi (200g) 4 mandarini (400g), 1 banana (200g) e 4 noci (20g), per un totale in peso di circa 1Kg. Da un’indagine dell’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA) pubblicata il 2 marzo di quest’anno sotto forma di database esteso a tutti i paesi europei (http://www.efsa.europa.eu/ en/datex/datexfooddb.htm) risulta invece che il consumo medio di frutta e verdura in Italia è circa un quarto, ovvero 250 g/pro capite/giorno: l’equivalente di un finocchio a pinzimonio.

Qualche idea per mangiare più verdura?

Fare un orto. Proporsi come acquirenti a qualcuno che tiene un orto. Andare a raccogliere erbe spontanee, così si fa anche un giretto in campagna; e se non si sanno riconoscere si può frequentare un corso organizzato da comuni, aziende agricole, gruppi naturalistici (per esempio il Gruppo Micologico Empolese). Ma anche andare in giro per mercati, ad esempio al Mercatale in Empoli, che si svolge il II° sabato di ogni mese dalle 9 alle 13 in piazza della Vittoria: prossimi appuntamenti sabato 9 aprile e sabato 14 maggio. L’iniziativa è promossa da Comune di Empoli, Regione Toscana e Circondario Empolese Valdelsa, con la collaborazione di Cia e Coldiretti e con l’ambizione di far mangiare più locale e più stagionale: due condimenti adattissimi alla verdura. *LARN=livelli italiani di assunzione raccomandata di nutrienti per un maschio adulto. Nella femmina in età fertile sono maggiori di quasi il doppio i quantitativi di ferro. Dott.ssa Tullia Casini, Nutrizionista Misericordia di Montelupo Fiorentino, tel. 0571-51674 tullia.casini@gmail.com


I CORSI DEL COMITATO UISP DI EMPOLI

E in più....

DANZA DEL VENTRE Empoli presso al palestra “D” del Palazzetto dello Sport: lunedì dalle 20 alle 21.15 corso per principianti; lunedì dalle 21.15 alle 22.30 corso avanzato. CORSO DI STEP Empoli presso la palestra “F” del Palazzetto dello Sport: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 13.30 alle 14.30. CORSO YOGA Empoli presso la palestra “B” del Palazzetto dello Sport: mercoledì dalle 19 alle 20 o dalle 20 alle 21. Presso il Circolo Arci di Pozzale: lunedì dalle 19 alle 20.30. CORSO PILATES Empoli presso la palestra della scuola media “Busoni” via Sanzio): lunedì e mercoledì dalle 20.30 alle 21.30; martedì e giovedì dalle 18.30 alle 19.30. CRESCERE INSIEME Corso per bambini/e da 1 a 3 anni Empoli presso al palestra “F/D” Palazzetto dello Sport: giovedì dalle 17 alle 18. CENT(R)OSPORTINSIEME Corso per bambini/e dai 4 ai 6 anni Empoli presso la palestra “F/D” Palazzetto dello Sport: giovedì dalle 17 alle 18; sabato dalle 11 alle 12.

La ricetta del mese Nome della ricetta:Tortiera di patate e agnello

SECONDO - Tipica della regione Basilicata Proposta da: da Maria Calcagno corso Pozzale 1 Ingredienti e dosi: 1 kg di patate, 1 kg di agnello, formaggio pecorino, pomodorini, sale, pepe, olio d’oliva, origano, aglio. Procedimento: disporre in una tortiera l’agnello a pezzi e le patate a tocchetti, condire con olio sale pepe e origano, metterci sopra i pomodorini, spolverare il tutto con il pecorino grattugiato. Mettere in forno caldo e far cuocere per un’ora. Si abbina bene con vino bianco Ideale per Pasqua

A TUTTO SPORT Corso per bambini/e dai 4 ai 6 anni Empoli presso la palestra “F/D” Palazzetto dello Sport: giovedì dalle 17 alle 18; sabato dalle 11 alle 12. 7


NEL PROSSIMO NUMERO PARLEREMO DI

Bicincittà 2011 8


Periodico d'informazione del Comitato UISP di Empoli n.52 Aprile 2011