Issuu on Google+

COMACCHIO E LE SUE VALLI 11 aprile 2010 La Granfondo nominata Comacchio e le sue Valli è una manifestazione cicloturistica organizzata e promossa dal Coordinamento Provinciale della Lega Ciclismo UISP di Ferrara in collaborazione con diverse società ciclistiche della provincia. Si tratta di un percorso ciclistico di circa 130km fra le valli e il mare, con tre punti intermedi di controllo e ristoro, che interessa 8 comuni della Provincia di Ferrara: Comacchio, Argenta, Portomaggiore, Ostellato, Migliarino, Massa Fiscaglia, Lagosanto, Codigoro.

La Granfondo Comacchio e le sue Valli è il primo dei 4 appuntamenti del Giro dell’Appennino Bolognese organizzato con la Lega Ciclismo Regionale UISP e le società ciclistiche del Bitone, della Ali & Fili , del Tulipano Bike e del Medicina 1912. UISP – Comitato Provinciale di Ferrara Via Verga, 4 – tel. 0532 907611 fax. 0532 907601 web: www.uispfe.it e-mail: ferrara@uisp.it Ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI 24/6/1976 D.P.R. n.530 del 2/8/1974 Associazione con finalità assistenziali riconosciuta con decreto del Ministro dell’Interno del 6/5/1989 Federazione ARCI


La manifestazione è anche il primo dei 14 appuntamenti del Campionato Italiano Cicloturismo UISP.

GRANFONDO E CICLOTURISMO Le granfondo cicloturistiche sono eventi non competitivi, pensati ed organizzati in modo da consentire uno stretto rapporto fra ciclista e territorio. L’aspetto agonistico della prestazione quali la misurazione dei tempi di percorrenza e quindi della velocità sono completamente esclusi in favore di un punteggio attribuito sulla base della quantità di strada percorsa dal ciclista e dal numero di persone coinvolte dalle società. Un meccanismo “competitivo” inteso nell’unica forma dell’incentivo alla socialità e all’equilibrio nell’utilizzo della bicicletta. Le manifestazioni cicloturistiche di questo tipo non sono una novità: in molti territori si tratta di realtà consolidate negli anni e di appuntamenti tradizionali. Negli ultimi 10 anni, complici le tempeste sul mondo professionistico, i circuiti di raduni ciclistici e le manifestazioni turistiche non competitive hanno conosciuto un crescente interesse. In particolare le Granfondo del Giro di Romagna, i circuiti delle Mediofondo Cesenati ed il Giro degli Appennini Bolognesi, si sono dimostrati capaci di attirare un numero crescente di partecipanti al di fuori delle loro provincie e della stessa regione. Il successo di questi appuntamenti è strettamente legato alla capacità di valorizzazione del territorio, delle sue peculiarità turistiche, storiche, culturali, e della promozione delle produzioni tipiche del luogo.

I NUMERI DEL CICLOTURISMO A Ferrara il movimento cicloturistico è rappresentato principalmente dal Coordinamento provinciale della Lega Ciclismo della UISP che organizza 45 dei 60 appuntamenti riconosciuti dalla Consulta provinciale degli Enti di Promozione Sportiva in tutti i comuni della Provincia. La UISP vanta 42 società affiliate e 1072 tesserati (dati del 2009). Le società UISP organizzano 20 dei 25 appuntamenti di mediofondo e granfondo, 12 delle quali sono inserite in un circuito provinciale che complessivamente vanta 3780 partecipanti. UISP – Comitato Provinciale di Ferrara Via Verga, 4 – tel. 0532 907611 fax. 0532 907601 web: www.uispfe.it e-mail: ferrara@uisp.it Ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI 24/6/1976 D.P.R. n.530 del 2/8/1974 Associazione con finalità assistenziali riconosciuta con decreto del Ministro dell’Interno del 6/5/1989 Federazione ARCI


La media di partecipanti alle manifestazioni UISP è di 300 persone. Le tre Granfondo più partecipate della Provincia con oltre 400 ciclisti, la Ferrara Mare del 1 maggio, il Giro delle Delizie Estensi del 25 aprile ed il Faro di Portomaggiore del 19 settembre, sono organizzate da società UISP. I numeri del cicloturismo ferrarese sono ottimi se raffrontati alle provincie confinanti quali Ravenna, Rovigo o Mantova, ma non sono paragonabili a quelli della Romagna, di Bologna o di Modena. Gli appuntamenti del Circuito Romagnolo superano la media di 3000 partecipanti. Quelli del Circuito dell’Appennino hanno una media di 800 ciclisti. Oltre alle ragioni demografiche e di popolazione il principale limite delle province di pianura è di tipo geografico e morfologico, ossia nella totale mancanza di salite.

PERCHE’ COMACCHIO In questo scenario la UISP di Ferrara si è attivata a livello regionale ed interprovinciale per gemellarsi alle sopracitate realtà e portare nella nostra provincia un importante evento cicloturistico di richiamo regionale e nazionale. Un’indagine regionale sulle società UISP ha riscontrato che il vincolo strutturale rappresentato dalla pianura nel nostro territorio potrebbe risultare un’opportunità in primavera, all’inizio della stagione quando la collina risulta ancora troppo fredda e si avvia la preparazione atletica. L’assemblea dei Presidenti delle Società UISP ha riconosciuto in Comacchio e nel territorio dei comuni confinanti il più caratteristico e spendibile nel panorama regionale, dal punto di vista turistico e naturalistico. Si tratta di un naturale punto d’incontro fra il Capoluogo, il basso rodigino e la città di Ravenna. Per il territorio del Delta ferrarese questa manifestazione rappresenta un'importante occasione di promozione del proprio territorio presso la comunità dei cicloturisti grazie alla pubblicità e agli

UISP – Comitato Provinciale di Ferrara Via Verga, 4 – tel. 0532 907611 fax. 0532 907601 web: www.uispfe.it e-mail: ferrara@uisp.it Ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI 24/6/1976 D.P.R. n.530 del 2/8/1974 Associazione con finalità assistenziali riconosciuta con decreto del Ministro dell’Interno del 6/5/1989 Federazione ARCI


articoli sulle riviste nazionali specializzate quali "A Ruota Libera", "Granfondo" e "GF il giornale delle Granfondo" oltre che sui siti nazionali e regionali della UISP Lega Ciclismo.

SICUREZZA ED IMPATTO SULLA MOBILITA’ Le Granfondo cicloturistiche sono raduni a marci libera. I partecipanti si muovono in pieno rispetto del codice della strada ed in prossimità degli incroci più delicati saranno presenti segnaletiche e volontari per ridurre al minimo i disagi e le situazioni di pericolo. L'impatto sulla mobilità è estremamente ridotto: le partenze saranno infatti diluite nel corso delle 3 ore comprese fra le 7.30 e le 10.30, ed i ciclisti si muoveranno in gruppi di qualche decina di unità. Il momento di massima concentrazione sarà nella prima ora in concomitanza con il momento meno intenso del traffico automobilistico ed urbano. La logistica ed il percorso verranno pianificati e definiti in collaborazione con le Polizie Municipali dei comuni interessati. La manifestazione sarà assicurata RCT così come lo saranno tutti i partipanti. Al momento dell'iscrizione verrà infatti verificato il tesseramento di tutti i partecipanti al raduno.

ANALISI D’IMPATTO AMBIENTALE Dal 2004 la UISP di Ferrara è stata sede di una importante ed innovativa sperimentazione: l’Analisi di impatto ambientale di una manifestazione podistica, realizzata all’interno di Vivicittà, grazie al lavoro dell’Associazione Il Corpo va in città e della Società Punto3. Nell’organizzazione della Granfondo Comacchio e le sue Valli la UISP di Ferrara estenderà al mondo cicloturistico questa pratica per contribuire concretamente al sostegno dell’ambiente e del territorio e dimostrando come sia possibile progettare un evento sportivo “a basso impatto ambientale”. Si metteranno in atto modalità organizzative tese a ridurre le esternalità negative sull’ecosistema. In particolare: 

I bicchieri per i rifornimenti ed i piatti del servizio per punti di ristoro saranno prodotti in MaterB, un materiale interamente compostabile originato dall’amido di mais;

UISP – Comitato Provinciale di Ferrara Via Verga, 4 – tel. 0532 907611 fax. 0532 907601 web: www.uispfe.it e-mail: ferrara@uisp.it Ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI 24/6/1976 D.P.R. n.530 del 2/8/1974 Associazione con finalità assistenziali riconosciuta con decreto del Ministro dell’Interno del 6/5/1989 Federazione ARCI


 

Ai partecipanti verrà offerta acqua direttamente erogata dall’acquedotto cittadino grazie alla disponibilità di CADF, come esempio di valorizzazione dell’acqua di rete, buona, sicura e che non produce rifiuti; Grazie alla collaborazione di AREA verrà effettuata in ogni punto concentramento la raccolta differenziata.

L’analisi di impatto ambientale prevede anche una fondamentale parte di indagine, monitoraggio e valutazione; attraverso indicatori specifici, verrà quindi misurata la capacità di organizzare una corretta raccolta differenziata dei rifiuti, sia presso i punti di partenza e arrivo che lungo il percorso, e un’indagine a campione tra i partecipanti analizzerà le forme di mobilità da loro utilizzate per recarsi alla manifestazione. A tutti inoltre partecipanti verranno distribuite delle brochure con piccoli suggerimenti ambientali, che ogni cittadino può riportare nella sua quotidianità: risparmio dell’elettricità, del riscaldamento, dell’acqua e di conseguenza anche un notevole risparmio economico.

ASPETTI ECONOMICI I costi della manifestazione sono collegati a tre capitoli con rispettiva entità prevista. - Promozione dell'iniziativa 1000€. Include:  Stampe tipografiche di 10.000 pieghevoli e manifesti da già distribuire alla Fiera del Ciclismo e della Bicicletta a Milano e Padova, presso i comitati UISP della regione;  Affissioni;  Pubblicità ed inserzioni sulle riviste specializzate;  Promozione sul sito internet www.giroappenninogranfondo.it e sui social network facebook, twitter, youtube, flickr; - Ristoro Include:    

e servizi ai partecipanti 1500€. Bevande e ristoro dolce e salato in 4 punti del percorso; Pasta party all'arrivo; Piatti e bicchieri in materiale compostabile tramite acquistiverdi.it; Pacco gara a tutti gli iscritti contenente gadget e prodotti locali.

- Premiazioni finali 2000€. Include:  Trofei e targhe per tutte le società classificate;  Prodotti tipici e materiale tecnico.

UISP – Comitato Provinciale di Ferrara Via Verga, 4 – tel. 0532 907611 fax. 0532 907601 web: www.uispfe.it e-mail: ferrara@uisp.it Ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI 24/6/1976 D.P.R. n.530 del 2/8/1974 Associazione con finalità assistenziali riconosciuta con decreto del Ministro dell’Interno del 6/5/1989 Federazione ARCI


Prevedendo rimborsi del trasporto e delle spese telefoniche per il personale impiegato nella preparazione e nella gestione della manifestazione, il costo complessivo dell’iniziativa si attesterebbe intorno a 5000€. Saranno impiegati almeno 30 volontari così distribuiti: Partenza: 5 addetti alle iscrizioni, 2 addetti al ristoro, 2 supervisori. Primo controllo: 3 addetti al controllo, 1 addetto al ristoro, 1 manovriere di terra. Secondo controllo: 3 addetti al controllo, 1 addetto al ristoro, 1 manovriere di terra. Terzo controllo: 3 addetti al controllo, 1 addetto al ristoro, 1 manovriere di terra. Negli incroci: 6 manovrieri di terra.

ORGANIZZATORI E PROMOTORI UISP Lega Ciclismo U.C. Comacchio AVIS Comacchio G.C. Il Faro Portomaggiore A.S.D. La Palestra di Lagosanto U.P. Massese G.C. CaRiFe A.S.D. Codigorese ANPI

PARTNER E PATROCINI Regione Emilia Romagna, Provincia di Ferrara, Ferrara Terra&Acqua, Comune di Comacchio, Comune di Argenta, Comune di Codigoro, Comune di Portomaggiore, Comune di Lagosanto, Comune di Ostellato, Comune di Massafiscaglia, ANPI, CADF, AREA, Centro Nautico Fattibello, Parco del Delta del Po’, UISP Ferrara.

UISP – Comitato Provinciale di Ferrara Via Verga, 4 – tel. 0532 907611 fax. 0532 907601 web: www.uispfe.it e-mail: ferrara@uisp.it Ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI 24/6/1976 D.P.R. n.530 del 2/8/1974 Associazione con finalità assistenziali riconosciuta con decreto del Ministro dell’Interno del 6/5/1989 Federazione ARCI


Comacchio e le sue Valli