Page 22

mo sui loro movimenti e la loro riproduzione (WHO/FAO,1990). I cani inselvatichiti sono cani senza padrone, che nascono e vivono in natura e che non avendo conosciuto l’Uomo nella prima parte della loro vita, non solo non ne ricercano la compagnia ma anzi lo temono e tendono ad evitarlo e, quindi, non ne dipendono direttamente in nessun modo. Vivendo

in un contesto selvatico, sono sottoposti alla pressione selettiva dell’ambiente naturale che favorisce solo gli esemplari piÚ forti, di dimensioni medie e grandi. I cani inselvatichiti sono da considerare veri e propri predatori selvatici, al pari del Lupo al quale, peraltro, sono molto simili nel comportamento. I cani randagi urbani sono cani senza

padrone, che vivono solitamente nei centri urbani o nelle immediate vicinanze. In genere dipendono, per l’alimentazione, dall’Uomo (direttamente o rovistando in discariche e cassonetti) di cui peraltro ricercano la compagnia. Soprattutto di notte si riuniscono in branchi anche molto numerosi e possono allontanarsi notevolmente

N. 3 -

- pag. 21

Sicurezza Ambiente n.03-09  
Sicurezza Ambiente n.03-09  

La rivista è un interessante punto d’osservazione anche delle dinamiche sindacali, quelle che hanno visto l’Ugl tutta, e la federazione, con...

Advertisement