Page 1

in copertina

N

el baseball italiano stanno emergendo sempre più i Mastiff, società aretina alla sua prima stagione in Serie A. Dopo un’epica cavalcata che, in appena quattro anni, li ha portati dalla C al massimo campionato nazionale, in questa stagione i Mastiff hanno confermato la propria identità, puntando quasi esclusivamente su una formazione composta da ragazzi aretini, a cui la società offre l’opportunità di mettersi in luce in una squadra cittadina. Con la salvezza ormai a un passo, insieme al presidente Danilo Biagioli tracciamo un bilancio della prima stagione dei Mastiff ai vertici del baseball nazionale. «Probabilmente ci saremmo aspettati qualcosa di più – rivela Biagioli. – I due dati positivi arrivano dal continua a pag. 14

6 LUGLIO 2012

13


Mastiff, il grande baseball che parla aretino

[segue da pag. 13]

fatto che stiamo guadagnando la salvezza senza particolari problemi e che, nel corso dell’anno, siamo riusciti a vincere almeno una gara contro tutte le squadre affrontate, con l’unica eccezione della capolista Crocetta Parma. Speravamo di ottenere qualche successo in più, ma purtroppo abbiamo perso alcune gare nei minuti finali e di un solo punto, perché, avendo un roster con tanti giocatori giovani e all’esordio in Serie A, abbiamo pagato un po’ di inesperienza. Il bilancio complessivo è comunque positivo perché ci siamo ambientati in Serie A e abbiamo gettato le basi per un’ulteriore crescita, e per riuscire a lottare ai vertici della classifica già dalla prossima stagione». Uno dei tratti caratteristici dei Mastiff è l’“aretinità” della propria squadra. «Il fatto che la maggior parte dei nostri giocatori sia di Arezzo rappresenta un punto di orgoglio e crea nei nostri ragazzi un grande attaccamento alla maglia e al progetto. L’ossatura è “indigena” e fa affidamento su tanti ragazzi del 1992 e del 1993 che, cresciuti nelle nostre giovanili, si sono dimostrati all’altezza anche nella massima serie federale». Quali sono stati i vostri punti di forza? Antonio Giovannini in battuta «Mi piacerebbe citare l’intero gruppo dei Mastiff, un gruppo che in questa stagione è riuscito a dimostrare tutto il proprio valore. A livello individuale David Sonnacchi e Antonio Giovannini stanno giocando una stagione straordinaria e stanno risultando decisivi in tante gare; tra gli altri giovani aretini ci sono Tommaso Peracchio e Matteo Omarini, due ragazzi che stanno attirando l’attenzione delle squadre professionistiche della Superlega Ibl. Per il termine della stagione puntiamo molto sul lanciatore Michele Omarini, giocatore decisivo nelle nostre promozioni ma che, fino a ora, è stato fermo a causa di un infortunio». Concludiamo citando la vittoria più bella. «Quella che ci ha dato più gioia è il successo per 3-1 nel derby contro il Bsc Arezzo, anche se, in quanto a emozioni, è doveroso ricordare la vittoria sul Modena di fine giugno, quando a fine partita abbiamo ribaltato uno svantaggio di due punti, dimostrando grande determinazione e dando vita a una rimonta spettacolare. Al di là di questi risultati a me piace guardare avanti: la vittoria migliore è quella che deve di Marco ancora arrivare». Cavini

14

6 LUGLIO 2012


AAA palestra cercasi

Presentato il bando per la richiesta delle palestre comunali: Ballerini spiega i tempi e le modalità dell’assegnazione

di Marco Cavini

I

l Comune di Arezzo ha presentato il bando per l’assegnazione delle palestre comunali, fissando in martedì 31 luglio la data ultima per la presentazione delle domande per ottenerne l’uso. L’elenco delle strutture di cui è possibile fare richiesta è lungo e corposo: tra gli impianti non scolastici vi rientrano il palazzetto dello sport di San Lorentino, dell’ex Inadel e della pista da pattinaggio, mentre la lista delle strutture scolastiche comprende sia le scuole elementari (“Curina”, “Moro”, “Pio Borri” e “Tani”), sia le scuole medie (“IV Novembre”, “Cesalpino”, “Margaritone”, “Severi”, “Vasari” e “Fossombroni” di Rigutino). Il termine del 31 luglio, che permetterà un’assegnazione provvisoria delle palestre dall’1° settembre 2012 al 31 agosto 2013, darà la possibilità alle società sportive di essere a conoscenza con largo anticipo degli spazi di cui potranno usufruire nel corso della stagione, permettendo loro di programmare l’attività con le prime squadre e con il settore giovanile. «Il 31 luglio è una prima data per redigere le graduatorie provvisorie per permettere alle società di programmare la prossima stagione – spiega la dottoressa Daniela Ballerini dell’Ufficio Sport e Politiche Giovanili. – La provvisorietà dell’assegnazione è dovuta al fatto che fino a settembre le scuole non saranno in grado di fornirci la loro programmazione, dunque siamo impossibilitati a conoscere i giorni e gli orari di effettivo utilizzo delle palestre scolastiche. Tutto dipende dalle scuole perché una riduzione degli orari porterà a una conseguente diminuzione delle attività sportive: solo quando avremo i programmi definitivi potremmo chiarire le attività extrascolastiche, ma fino a quel momento le graduatorie rimarranno suscettibili di modifiche». Un caso di controversia potrebbe crearsi se arrivassero richieste da più soggetti per usufruire della stessa palestra nello stesso orario: in quel caso l’Amministrazione comunale, in linea con quanto previsto dal Disciplinare delle modalità d’uso degli spazi sportivi e delle palestre scolastiche, provvederà ad assegnare gli spazi seguendo i criteri di priorità nell’ordine del titolo sportivo, dell’attività giovanile, della partecipazione a campionati ufficiali e del numeri degli atleti tesserati. «Anche in questa stagione – promette Ballerini – faremo il massimo sforzo per accontentare tutte le società che faranno richiesta».

6 LUGLIO 2012

15


una ginnasta

su cui puntare Maria Vilucchi

A

13 anni inizia a collezionare successi di tutto rispetto: è la nuova promessa della ritmica aretina tra le fila della Petrarca. Classe 1999. Categoria Juniores. Passione, tenacia e serietà. Questo è il di Elettra profilo sportivo di una delle più brillanti promesFiorini se della ginnastica ritmica aretina. Una promessa targata Petrarca, la società sportiva di ginnastica ritmica e artistica più longeva e feconda del nostro territorio la quale, dal 1877 a oggi, non ha mai smesso di sfornare nuove stelle per il panorama sportivo italiano. L’atleta in questione è Maria Vilucchi, una giovanissima ginnasta con tutte le carte in regola per farsi strada nell’universo ginnico italiano e internazionale, strada che sembra aver già intrapreso con determinazione e costanza. Infatti, nonostante i suoi 13 anni, la Vilucchi ha già affrontato, con la sua squadra, due campionati di Serie A, e anche a livello individuale è reduce da un anno agonistico ricco di successi e grandi soddisfazioni. Dopo essersi classificata terza alla fase interregionale, Maria ha infatti gareggiato nel campionato nazionale di categoria aggiudicandosi un sesto posto assoluto. «Ma il risultato più eclatante che Maria ha raggiunto in questo 2012 è stato la qualificazione alla finale nazionale assoluta del Criterium giovanile», spiega Irene Leti, tecnica della Petrarca che sta seguendo da vicino la sua crescita sportiva. Il Criterium giovanile è una nuova competizione studiata dalla Federazione Ginnastica d’Italia per valorizzare al meglio le giovani ginnaste più promettenti in campo nazionale. Alla gara infatti possono accedere soltanto le prime tre atlete di I e II fascia della categoria Allieve e le prime sei Juniores di I fascia. La finale che si è svolta a Terranuova Bracciolini il 27 maggio scorso ha visto la Vilucchi tenere alta la bandiera della società aretina, migliorando la sua posizione nella classifica nazionale e aggiudicandosi il quinto posto assoluto. Ma le vittorie di Maria non si esauriscono con questa esperienza. «Maria è stata notata dalla Federazione Ginnastica d’Italia ed è entrata a far parte del Centro Tecnico Regionale in cui confluiscono tutte le migliori ginnaste di categoria, dopo essersi classificata terza alle selezioni nazionali d’ammissione – prosegue la sua allenatrice. – Avrà così l’opportunità di partecipare ad allenamenti speciali a Spoleto, nell’ambito di uno stage che si terrà a fine luglio, dove verrà a contatto con atlete provenienti da tutta Italia». E dopo una piccola pausa estiva, la Vilucchi dovrà tornare a prepararsi per affrontare il campionato di Serie B, lavorando per riportare la propria squadra alla massima serie dopo la retrocessione dello scorso anno, con la voglia di crescere e di fare esperienza. Secondo i tecnici del settore, la Vilucchi si è distinta perché possiede ottime capacità e ha tutte le caratteristiche, fisiche e mentali, per costruirsi un futuro nella ginnastica ritmica. Un futuro che, non si sa mai, potrebbe contenere anche un’Olimpiade.

e

in città (e a ballare!)

16

6 LUGLIO 2012


IL PODIO DI GIUGNO

di Marco Cavini

tris d’assi per lo sport aretino Giugno è stato il mese di tre grandi campioni di Arezzo: che successi per Marconcini (judo), Bracciali (tennis) e Nicchi (pugilato)

posto: Matteo Marconcini, judo L’obiettivo di Matteo Marconcini sono le Olimpiadi del 2016 a Rio de Janeiro. Questo obiettivo sembra lontanissimo ma l’atleta aretino di judo, cresciuto nell’Ok Arezzo e tesserato per i Carabinieri, sembra aver imbeccato la strada giusta. A testimoniarlo sono gli ultimi risultati raggiunti a giugno con la Nazionale italiana, con Marconcini che, negli 81 kg, ha prima conquistato una medaglia d’argento a Madrid nella World Cup e poi ha colto un eccezionale oro a Celje, in Slovenia, nella Coppa Europa, battendo in finale il russo Khubetsov. I due risultati fanno seguito al titolo italiano vinto ad aprile e proiettano il ventiduenne aretino tra le grandi promesse del judo italiano. posto: Daniele Bracciali, tennis Daniele Bracciali è stato tra gli eroi dell’ultimo Roland-Garros, uno tra i più importanti tornei di tennis del mondo. A inizio giugno, sui campi parigini, il tennista aretino e Potito Storace hanno raggiunto un’eccezionale semifinale nel doppio maschile, arrendendosi a un passo dalla finale solo contro la coppia testa di serie numero 1, formata dal bielorusso Max Mirnyi e dal canadese Daniel Nestor. Questo risultato, che si somma all’altra semifinale ottenuta nel doppio misto con la kazaka Galina Voskoboeva, testimonia il grande stato di forma di Bracciali, salito al 24° posto del ranking mondiale, e lo proietta verso la convocazione in Nazionale per le prossime Olimpiadi di Londra. posto: Adriano Nicchi, pugilato Che Adriano Nicchi in Italia sia senza rivali è ormai un dato di fatto. L’ennesima conferma è arrivata venerdì 8 giugno, il giorno in cui il pugile aretino è riuscito a ottenere il suo quarto titolo italiano consecutivo, il titolo più difficile di tutti perché, a differenza di quelli precedenti, se lo è giocato in trasferta, a Prato, in casa dell’avversario Francesco Di Fiore. Nonostante l’ambiente “ostile”, Nicchi ha dimostrato di essere il più forte e ha via del centrato un nuovo successo, Sembolino 96 successo che ora potrebbe Badia al Pino aprirgli le porte per un even0575/410431 tuale rincorsa al titolo eurowww.masianosas.com peo.

cucine di qualità dal 1968

6 LUGLIO 2012

17


Valentina Biccheri

una grande voglia di mettersi in gioco

di Alessio Segantini

Valentina Biccheri, opposto della Azzurra San Casciano Volley, società di B1, è stata protagonista di un’ottima stagione sportiva. La giovane giocatrice aretina, classe 1991, ci racconta questo suo anno ricco di avvenimenti. «È stata una stagione più che positiva, iniziata con la decisione, in estate, di lasciare Pavia e la A1 per andare a San Casciano, dove avrei trovato un posto da titolare in una società che voleva fortemente la promozione in A2. A Pavia avevo fatto una buona esperienza, ma volevo rimettermi in gioco e soprattutto confrontarmi giocando. A inizio agosto, poi – continua la schiacciatrice aretina, – sono stata selezionata per andare a giocare le Universiadi con la Nazionale italiana in Cina. Alla fine siamo arrivate decime, ma è stata un’esperienza bella ed edificante, che sicuramente mi ha messo a confronto con altre atlete e altre realtà davvero importanti». A San Casciano la Biccheri ha disputato un buon campionato, che ha portato la squadra della Val di Pesa in A2. «Eravamo una buona squadra, ben assortita e che sapeva qual era l’obiettivo: eravamo tutte unite per raggiungere la promozione. Nonostante qualche incidente di percorso durante la stagione, alla fine siamo riuscite a passare direttamente in A2, vincendo il campionato con una giornata di anticipo e festeggiando in casa all’ultima giornata. Giocando molto mi sono potuta confrontare con le altre atlete anche in partita, che è la cosa più importante». L’atleta aretina è molto contenta di questa annata, ma vola bassa pensando alla prossima stagione sportiva. «Nella stagione 2012-13 rimarrò a San Casciano, società nella quale mi sono trovata davvero bene e che ha ambizione. Il nostro primo obiettivo è mantenere la categoria, ovvero salvarci; ma magari possiamo puntare anche a una stagione da metà classifica. Mi metterò a confronto con giocatrici esperte e forti, e spero che questo mi faccia crescere dal punto di vista sportivo».

ho in testa solo Quick Style!

salone di parrucchiere via Caponnetto 24 zona Tribunale tel. 0575/20442

con la nostra card accumuli 5 pieghe in un mese: la prossima in omaggio! 25% di sconto sul colore! 18

6 LUGLIO 2012


L’IMPIANTO ITTIOGENICO DI CARDA APRE LE PORTE AI BAMBINI

C

on centinaia di bambini immersi in un ambiente Ha riscosso un grande successo naturale per conoscere l’ecosistema fluviale e la fauna ittica, accompagnati alla scoperta dell’allel’iniziativa di Arci Pesca Fisa e vamento di trote di Carda e coinvolti nel ripopodella Provincia di Arezzo: centinaia lamento del torrente Calleta, si è concluso con un di bambini hanno visitato e vero e proprio successo il progetto Visite guidate all’impianconosciuto l’allevamento di to ittiogenico, promosso dall’Arci Pesca Fisa con la collaborazione della Provincia di Arezzo. trote Fario di Carda Giunto alla quarta edizione, il progetto ha portato i bambini dei campi solari della Virtus Archiano all’interno dell’impianto ittiogenico di Carda, l’allevamento in cui vengono prodotte le trote Fario utilizzate per ripopolare i torrenti di tutta la provincia. «Quello di Carda è un centro dedicato alla produzione di materiale ittico autoctono che poi verrà seminato in tutti i fiumi del territorio – spiega Alfredo Rondoni, presidente provinciale dell’Arci Pesca Fisa. – Il nostro progetto didattico ha l’obiettivo di far conoscere ai bambini e ai ragazzi in età scolastica il funzionamento e l’importanza di questo impianto, spiegandogli l’ecosistema fluviale e le varie fasi di crescita della trota, dalla nascita all’acquisizione della taglia per poterla liberare in acqua». Nei due incontri previsti dal progetto, Rondoni ha spiegato ai bambini il ciclo di vita delle trote e il funzionamento dell’impianto di Carda, avvalendosi dell’aiuto e delle immagini di alcuni pannelli didattici. Dopo un’attenta visita alle vasche, i bambini sono stati accompagnati lungo il Calleta dove hanno vissuto l’emozione di liberare le trote nel torrente, sentendosi così parte attiva dell’opera di ripopolamento portata avanti da Arci Pesca Fisa. Terminato il vero e proprio percorso, l’incontro si è concluso con un ricco buffet a Carda e con la consegna di alcuni gadget. «Personalmente ritengo che questi incontri siano stati eccezionalmente positivi – conclude Rondoni. – Tutti i bambini hanno partecipato in modo esemplare a ciò che io e Candido Mascalchi, l’allevatore e gestore dell’impianto, gli abbiamo proposto. L’impegno è stato enorme, ma riteniamo che sia importante che i bambini si rendano conto della complessità dell’ecosistema fluviale e comprendano l’importanza del nostro impianto provinciale».

DAL MARTEDÌ AL SABATO PESCE FRESCO AL BANCO E SU ORDINAZIONE FRIGGITORIA DA ASPORTO GASTRONOMIA PRONTA DI CARNE, PESCE E VERDURE

LA DOMENICA MATTINA ROSTICCERIA E GASTRONOMIA LARGO

PESCHERIACARLA@GMAIL.COM

TEL.

1° MAGGIO 5 – 0575.370042 –

CELL.

366.3921911

6 LUGLIO 2012

19


IL NUOTO LIBERO, UN’ATTIVITÀ PER OGNI ESIGENZA

Le pagelle di fine anno

A

20

NUOTO, ATTIVITÀ ACQUATICHE E MOLTO ALTRO!

rrivata l’estate, il Centro Sport Chimera non interrompe la propria attività ma, al contrario, la rilancia proponendo vari corsi dedicati a chi è ancora in città e a chi attende di partire per le vacanze. Tra le attività che continueranno anche nelle prossime settimane c’è il nuoto libero, un’opportunità per tutti coloro che, sapendo già nuotare, sono intenzionati a cogliere i benefici dell’acqua allenandosi da soli, senza istruttori e senza orari prestabiliti. Il nuoto libero si presta a soddisfare i bisogni di tutti, sia di chi aspetta di andare in vacanza e desidera riprendere confidenza con l’ambiente acquatico e rimettersi in forma, sia di chi resta in città e sogna un’attività rilassante per scaricarsi dallo stress e dall’afa quotidiana. «Si può accedere alla piscina comprando un singolo biglietto o un abbonamento – spiega il direttore tecnico Marco Magara. – Il nuoto libero è la miglior disciplina per chi vuole svolgere un’attività che lo aiuti a star bene, a dimagrire e mantenere la forma, ma è doveroso ricordare come questo sport porti benefici solo se viene praticato con una certa frequenza, dunque consigliamo di non limitare l’iscrizione al solo periodo estivo, ma di confermarla anche da settembre. Prima di partire per le vacanze è inoltre consigliabile riavvicinarsi all’attività natatoria per ritrovare la sicurezza in acqua e rispolverare i propri fondamenti di nuoto. Di questo periodo può approfittarne anche chi, durante l’anno, fa altri sport: ora che la sua attività principale è ferma, può mantenersi in forma con una disciplina maggiormente adatta alla stagione estiva». Nel nuoto libero ognuno può scegliere i giorni della settimana e i momenti della giornata più adatti alle proprie esigenze, anche se in estate il Centro Sport Chimera osserverà orari ridotti rispetto al resto dell’anno: il lunedì e il giovedì sarà possibile nuotare dalle 9 alle 15 e dalle 19 alle 22, il martedì e il mercoledì dalle 9 alle 15 e dalle 18 alle 22, il venerdì dalle 9 alle 15, il sabato dalle 9 alle 13.30 e la domenica dalle 9 alle 12.30. Per ottenere ulteriori informazioni è possibile rivolgersi alla segreteria del Centro Sport Chimera o chiamare o scrivere un sms a Magara al 347/42.49.641

6 LUGLIO 2012

Arezzo Sport 109  

L'inserto sportivo de "Il Settimanale di Arezzo" n. 109, in edicola gratuitamente da Venerdì 6 Luglio 2012! Corri a prendere la tua copia!!!

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you