Issuu on Google+

CENTRO ORTOPEDICO SANITARIO Via Valobra, 140 - Carmagnola SHOW ROOM Largo V. Veneto, 4 C C O S S

N째 106 - Anno XI - Marzo 2011

6.000 copie - Mensile di Carignano, frazioni e dintorni

Tel./Fax 011.9771301

corso Cesare Battisti, 60 a Carignano, tel. 011.9697525

Distribuito gratuitamente a Carignano e frazioni, Vinovo, La Loggia, Piobesi Torinese, Osasio

dacarignano@hotmail.com

www.ucapcarignano.com


IMMOBILIARE DEL

ONORANZE FUNEBRI L’ANNUNZIATA - S. BARTOLOMEO

BORGO VECCHIO CARIGNANO

P.za Carlo Alberto, 62 - Tel. 011.9693293 Carignano - Via IV novembre: Appartamento in posizione centralissima di ampia metratura sito al piano primo composto da ingresso, tinello con cucinino, tre camere, bagno, ripostiglio, cantina e box auto. Riscaldamento centralizzato, in buone condizioni. Euro 185.000,00 Carignano - Via Speranza: Appartamento di recente costruzione sito al piano primo con ascensore composto da: ingresso, soggiorno, cucina, camera, bagno, cantina e box auto. Doppia esposizione, termoautonomo, in buone condizioni. Possibilità di variante con soggiorno con angolo cottura, due camere e bagno. Euro 150.000,00 Carignano centro: In posizione centrale appartamento di ampia metratura da ristrutturare. Euro 130.000,00 Carignano - Corso Cesare Battisti (angolo via Salotto): Appartamento quinto piano con entrata, soggiorno, cucinino, 2 camere, bagno e cantina. Euro 135.000,00 Carignano - Str. Saluzzo: Villetta indipendente su quattro lati composta al piano terra da ingresso su soggiorno, cucina, tre camere, doppi servizi, ripostiglio, serra, giardino privato e box auto, sottotetto non abitabile, al piano seminterrato locale ad uso cantina. Euro 320.000,00 Carignano - Via Moncrivello: Terreno edificabile con possibilità di bifamiliare di 170 mq. c.a. + sottotetto. Euro 140.000,00 Carignano AFFITTASI o VENDESI - Via Borgo Vecchio: Locale ad uso magazzino o autorimessa piano seminterrato mq. 70 circa, nuova costruzione. Euro 250,00 mensili Carignano - Str. Piobesi: Terreno ad uso servizi di mq. 3.200 con possibilità di costruire un autolavaggio o un distributore. Carignano - Via Dante Alighieri: Vendesi n° 3 box auto, prezzi a partire da Euro 18.000,00 Carignano - Via Salotto: Appartamento situato al terzo piano composto da: cucina, tinello, camera, bagno, entrata e cantina. Euro 130.000,00 Carignano - Frazione Brassi: Vendesi numero 3 lotti terreni edificabili con concessione edilizia approvata. Mq. 550 a lotto circa con possibilità di costruzione di villetta bifamiliare. Euro 70.000,00 a lotto. Carignano via Braida: Appartamenti in piccolo condominio di nuova ristrutturazione, varie metrature,

Carignano Via P. Lanteri: Appartamento al piano primo composto da ingresso, soggiorno con ampio angolo cottura, due camere, disimpegno, bagno, ripostiglio, balconi, doppia esposizione. Al piano terra cortile privato con posto auto e cantina. Recentemente e finemente ristrutturato, termoautonomo, ottima esposizione, comodo ai servizi. Euro 180.000,00

Carignano - Via XXIV Maggio: Appartamento ultimo piano panoramico, cucina, tinello, soggiorno, ingresso, ripostiglio, 2 camere da letto, bagno, cantina, terrazzo e balcone. Riscaldamento centralizzato.

Carignano - Tetti Bagnolo: Appartamento al piano terra in bifamiliare composto da ingresso su ampio soggiorno con cucina, tre camere da letto, bagno, ripostiglio, cantina, terreno di proprietà e due posti auto privati. Euro 240.000,00

scelta dei materiali, ottime finiture, esempio: soluzione piano rialzato con ingresso living su ampio soggiorno con angolo cottura, camera da letto, bagno, ripostiglio, termoautonomo, volendo box. Euro 135.000,00 Carignano semicentro: Monolocale con bagno di nuova costruzione, piano primo e secondo con ascensore, con balcone e cantina, scelta dei materiali, volendo box auto, ottimo come investimento. Carignano via L. Cadorna: Appartamento di recente costruzione al piano primo con ascensore composto da ingresso su soggiorno con angolo cottura, camera, bagno, balconi, box auto e cantina, doppia esposizione, termoautonomo. Euro 165.000,00 TORINO E ALTRE LOCALITA’ La Loggia - Vicolo Verdi: Vendesi locale commerciale di 35 mq circa in zona centrale attualmente adibito ad attività di parrucchiera. Euro 60.000,00 LA LOGGIA - Via Puccini: In prossimità di Viale Maina si prenotano ultimi due appartamenti in nuova palazzina di prossima costruzione, piano primo con mansarda regolarmente abitabile, ottimo capitolato e possibilità di varianti in corso d’opera.VENDITA DIRETTAMENTE DA IMPRESA SENZA SPESE DI MEDIAZIONE! Per maggiori informazioni rivolgersi in ufficio. Piobesi centro: Appartamento di nuova costruzione: soggiorno living con angolo cottura, 2 camere, bagno, posto auto. Euro 150.000,00 Piobesi: Prenotasi villetta unifamiliare con cortile e box fuori terra. Mq. 140 circa. Ottimo capitolato con possibilità di varianti in corso d’opera, consegna primavera 2011. Euro 330.000,00 Torino - Via Garibaldi: In palazzo d’epoca, vendesi mansarda ultimo piano con ascensore, composta da: ingresso, soggiorno con angolo cottura, camera, bagno. Riscaldamento centralizzato, finemente ristrutturata, in posizione esclusiva, centrale e panoramica. Euro 300.000,00

Fondate nel 1974 da Servidio Nicola operano su tutto il territorio nazionale e mettono a disposizione della propria clientela gli uffici di Vinovo, via Cottolengo 58/1 e Trofarello, via Torino 52.

Carignano - Corso Vinovo: In costruzione nuovo appartamento al piano primo composto da ingresso living su ampio soggiorno con angolo cottura, due camere da letto, due bagni, doppia esposizione con balconi, termoautonomo con riscaldamento a pavimento, pannelli solari per l’erogazione dell’acqua sanitaria, box auto doppio. Possibilità di scelta dei materiali, ottime finiture. Euro 235.000,00

Carignano Via del Platano: In contesto residenziale appartamento sito al piano secondo composto da: ingresso living su soggiorno con ampio angolo cottura, disimpegno, camera da letto e bagno, scala interna che collega al piano superiore con due camere, bagno e balcone, cantina e box auto. In buone condizioni, comoda ai servizi, termoautonomo. Euro 195.000,00

Carignano Via San Remigio: Appartamento al piano terra composto da: ingresso, soggiorno con ampio angolo cottura, camera, disimpegno, ripostiglio, bagno, balcone e cantina finemente ristrutturato, in buone condizioni, riscaldamento centralizzato. Euro 100.000,00

Carignano Via Diaz: In contesto residenziale appartamento di recente costruzione sito al piano primo con ascensore composto da ingresso living su soggiorno con angolo cottura, disimpegno con ripostiglio, ampia camera da letto e bagno, balcone, box auto e cantina.Termoautonomo, luminoso e in ottime condizioni. Euro 140.000,00

Carignano via Montegrappa: Appartamenti in piccolo condominio di nuova costruzione, materiali di prima scelta e finiture di pregio, soluzioni al piano terra con giardino o piano primo con mansarda, varie metrature e soluzioni, ottima esposizione, termoautonomo. A partire da Euro 160.000,00

Carignano - Via Tappi: In contesto residenziale appartamento di recente costruzione sito al piano terra composto da ingresso living su soggiorno con angolo cottura, disimpegno, camera da letto e bagno, giardino e cortile privato, cantina. Possibilità di scelta dei materiali per le rifiniture interne, termoautonomo, luminoso, ottima esposizione. Volendo box auto a parte. Euro 142.000,00

Carignano centro: Appartamento di nuova costruzione, ampia metratura, piano primo composto da: ingresso living su soggiorno, cucina abitabile, bagno, ripostiglio, due balconi, piano mansardato abitabile collegato con scala interna con due camere, bagno, terrazzo e balcone, ottime finiture, al piano interrato box e cantina. Euro 275.000,00

Carignano: Villa bifamiliare indipendente su quattro lati, disposta su due livelli, alloggio al piano terra mq. 130 c.a. composto da: salone, cucina, due camere, bagno, giardino circostante di mq. 1500 c.a. piano primo alloggio di mq. 130 c.a. composto da: soggiorno, cucina, sala da pranzo, due camere, bagno, ripostiglio, terrazzo, al piano interrato, un locale tavernetta, cantina, box auto doppio e centrale termica.

DA 19 ANNI AL VOSTRO SERVIZIO NEL SETTORE DELLE INTERMEDIAZIONI IMMOBILIARI, PRESSO IL NOSTRO UFFICIO TROVERETE I SEGUENTI SERVIZI: Si svolgono valutazioni - VALUTAZIONI GRATUITE DI IMMOBILI CIVILI, COMMERCIALI, INDUSTRIALI, ARTIGIANALI, TERRENI EDIFICABILI; - PRATICHE DI MUTUO E FINANZIAMENTI CON AGEVOLAZIONI PARTICOLARI; - COMPRAVENDITA, CONTRATTI DI LOCAZIONE; - PRELIMINARI IN SEDE E ASSISTENZA FINO AL ROGITO NOTARILE.

Svolgiamo funerali completi dalla vestizione della salma alla fotoceramica. Disponiamo di auto funebre di ultima generazione, di un locale per l’esposizione di feretri. Offriamo la nostra professionalità per il disbrigo di tutte le pratiche Siamo reperibili 24 ore su 24 ai numeri:

011.9623936 - 011.6490292 Carignano - Via Cadorna: Appartamento di nuova costruzione al piano secondo con ascensore composto da ingresso su soggiorno, cucina abitabile, due camere, due bagni, terrazzo e balcone, cantina, riscaldamento autonomo, volendo box auto a parte. Possibilità di scelta dei materiali per le rifiniture interne. Euro 239.000,00

Carignano Via Silvio Pellico: In posizione centrale appartamento sito al piano primo composto da ingresso su ampio soggiorno, cucina abitabile, camera, bagno, disimpegno, scala interna che collega al piano sottotetto non abitabile ad uso esclusivo composto da locale unico con lavanderia. In ottime condizioni. Euro 210.000,00

Cellulari: Annamaria 348.9304299 • Marco 338.6881770 • Domenica 349.8326659

Carignano Via Valdocco: Appartamento al piano secondo composto da ingresso, soggiorno con cucinino, camera, bagno, balcone e cantina. Libero su due arie, termoautonomo, recentemente ristrutturato, ottimo come investimento. Euro 80.000,00 tratt.

Osasio via Chisone: Vendesi villette a schiera di nuova costruzione, disposte su due livelli, piano terra con giardino privato, composto da: ingresso living su soggiorno, cucina, bagno, box auto, piano primo:due camere, bagno, sottotetto, piano interrato con locale ad uso taverna e autorimessa, strutturate con materiali di nuova concezione di bioedilizia e impianti tecnologici per il risparmio energetico, ottime finiture e scelta dei materiali.

Tuttora, la moglie Annamaria Celano con i soci Marco Luison e Domenica Dileo - Vitagliano, onorando il ricordo del suo fondatore, gestiscono in modo esemplare due agenzie di Onoranze Funebri nella provincia di Torino garantendo sempre il massimo della sensibilità e umanità di cui sono capaci.

PER INFORMAZIONI TELEFONARE AI SEGUENTI NUMERI:

011.96.93.293 011.96.90.539

gratuite su immobili. Si ricerca per la nostra clientela appartamenti o ville in Carignano e dintorni. Definizioni rapide.

Piobesi Torinese via Benedetto Croce: In zona residenziale, villetta a schiera con giardino privato su due lati composta al piano terra da ingresso su soggiorno, cucina abitabile, bagno, Piano primo con due camere, bagno, balconi, Piano mansardato (sottotetto non abitabile) adibito ad uso lavanderia, Piano seminterrato con ampio box auto e cantina. Riscaldamento autonomo, luminoso, con ottime finiture. Euro 320.000,00

LOCAZIONE ALLOGGI IN UFFICIO TROVERETE VARIE OFFERTE DI LOCAZIONE A PARTIRE DA EURO 300,00 MENSILI.

LOCALI COMMERCIALI ed ARTIGIANALI CARIGNANO e LIMITROFI Affittasi Carmagnola Presso la “Residenza I Giardini” ampio open space molto luminoso di mq. 110 con servizio, riscaldamento autogestito, impianto di condizionamento, sito al piano secondo con ascensore, ideale ad uso ufficio, studio tecnico, medico o attività inerenti. Eventuale possibilità di vendita. LIBERO SUBITO! Euro 950,00 mensili,spese escluse Affittasi Carignano magazzino in Piazza San Giacomo (seminterrato) Euro 220,00 mensili. Affittasi Carignano via Salotto: Locale di mq. 35 c.a. ad uso commerciale o ufficio, fronte strada con vetrina, Euro 330,00 mensili (libero). Vendesi capannone varie metrature a partire da 200 mq. in zona industriale a Carignano - La Torre. Consegna fabbricati in tempi brevi.


26 Marzo 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

AVVISO

A.A.A. ANNUNCI

Non tutti gli annunci sono gratuiti. Invitiamo gli inserzionisti ad attenersi alle condizioni riportate qui a lato. Grazie.

Gli annunci (5 euro ogni singola offerta immobiliare; 10 euro attività commerciali, ricerche di personale, ecc.; gratuiti gli altri) devono essere consegnati entro il 5 del mese. L’eventuale ripetizione di un annuncio deve essere rinnovata di volta in volta. Recapiti: Redazione, corso C. Battisti 60; Pedigree, via Savoia 1; Cartolibreria Luigi, via Savoia 13; dacarignano@hotmail.com

Volete sostenere il giornale sottoscrivendo un abbonamento annuale? Il giornale sarà inviato all’indirizzo che voi indicherete. Costo di 11 numeri: 30 euro per spese di spedizione fuori Carignano, 15 euro per il recapito a Carignano. Rivolgersi alla Tipografia: Nuova Grafica Carignanese - via Salotto 15 - tel. 011.96.97.872.

334.2094643 - 393.4063342. Affittasi box auto centrale. Tel. 334.1000254. Acquisto in Carignano centro alloggio di 5 vani su unico livello. Tel. 338.1688616. Box auto nuovo vendesi a Carmagnola, in via Magone, 8,5 x 2,8 mt, prezzo da concordare. Tel. 338.6034339. Signora piemontese referenziata cerca in affitto piccolo alloggio con riscaldamento autonomo. Tel. 338.3566559347.0457414. Giovane coppia cerca in affitto in Carignano o dintorni piccolo alloggio ammobiliato, a prezzo modico, no agenzie. Tel. 333.3796858. Terreno agricolo per uso orto, in Carignano, frazionabile in più parti e dotato di impianto di irrigazione. Trattativa riservata. Tel. 011.9777018 (no agenzie).

AUTO e moto

U

MEN

2

1

IMMOBILI/ATTIVITA’ Vendesi attività in centro Piobesi (TO) di fotografia, cartoleria, oggettistica etnica, bigiotteria, giocattoli e idee regalo con due belle vetrine, riscaldamento autonomo, bagno privato. Tel.

M

4

7

0

8

C

5

#

9

6

3

OK

Vendesi BMW 120, diesel, maggio 2007, km 25000, unico proprietario, colore blu monaco. Tel. 338.6034339. Vendesi Fiat 600, anno 2001 Euro 3, Km 104.000 a 500 euro. Tel. 011.9692650 (ore serali).

M+

Studentessa universitaria impartisce lezioni di matematica e chimica a ragazzi/e di scuole medie inferiori e superiori. Tel. 338.4269800. Ragazzo trentenne tutto fare, serio e volenteroso, si offre per sgombero alloggi, svuotamento cantine, solai, garage, manutenzione orti, giardini, cortili ed altre attività manuali, accudimento animali domestici, dog-sitter, ecc. Tel. 329.7850820. Studentessa universitaria, con esperienza, offresi per ripetizioni a bambini e ragazzi, aiuto compiti e baby sitter. Tel. 347.0994172. Cerco lavoro come autista, munito di patente CQC. Tel. 345.14208153 - 345.19747667. 31enne italiano cerca lavoro pomeridiano e serale part-time come lavapiatti e/o cameriere in birrerie, pub e ristoranti, zona Torino sud e provincia. Massima serietà. Tel. 340.2104278. Signora carignanese cerca lavoro come baby sitter o collaboratrice domestica (pulizie e stiro). Tel. 011.9697983 - 348.6612422. Ragazza rumena 32enne cerca lavoro come badante o colf fulltime o part-time nella zona Torino sud e provincia; conoscenza lingua italiana; massima serietà. Tel. 329.8266683. Signora 50enne, seria e volenterosa, automunita, con esperienza, cerca lavoro come colf, stiratrice, badante, pulizie in Carignano e limitrofi. 334.1548255 - 334.1548255. Laureata in matematica impartisce lezioni private di matematica e fisica a studenti della scuola superiore. Disponibile anche come aiuto compiti per ragazzi della scuola elementare e media e per la preparazione di esami universitari di matematica. In zona anche a domicilio. Tel. 333-5281877. Trentenne con esperienza cerca lavoro serio come badante, pulizie e baby-sitter. Tel. 347.7113281. Ragazza 31enne, italiana, seria,

volenterosa, automunita, con attestato di qualifica addetto cuoco, svolge lavori di cucito, con esperienza in fabbrica, cerca lavoro. Libera da subito. Tel. 338.5823526. Signora moldava, referenziata, cerca lavoro come badante o colf fissa. Tel. 327.7525084. Signora piemontese esegue piccoli lavori di cucito: sostituzione lampo, orli pantaloni, gonne e piccole riparazioni. Tel. 339.8789872 (ore serali) Eseguo lavori di tinteggiatura case, pulizia giardini, taglio erba tappeti verdi e altri lavori. Tel. 342.1669036

*

LAVORO

VARIE Vendo bicicletta Bianchi originale, nuova con freni a bacchetta, da vedere e concordare prezzo. Tel. 334.3536578. Vendo carrozzina con navicella ovetto bebè comfort e sdraietta Giordani, come nuovi, tutto a 60 euro. Tel. 348.2738296.

Per le inserzioni pubblicitarie su

“da Carignano Ieri, Oggi, Domani” telefonate al 339.7292300

IMPRESE FUNEBRI RIUNITE DAL 1979

24 ORE: FARMACIE DI TURNO N.B. Il servizio notturno funziona esclusivamente per le urgenze e le ricette mediche. Orario delle farmacie di guardia notturne e festive: dalle 8.30 alle 8.30 del giorno successivo.

Marzo M 15 CASTAGNOLE M 16 CARMAGNOLA (Borgo Vecchio) G 17 PANCALIERI V 18 LOMBRIASCO S 19 CARMAGNOLA (Comunale) D 20 CARMAGNOLA (San Bernardo) L 21 PIOBESI M 22 VILLASTELLONE M 23 CARMAGNOLA (Amedei) G 24 CARIGNANO (Pozzati) V 25 PIOBESI S 26 CARMAGNOLA (Don Bosco) D 27 CARMAGNOLA (Don Bosco) L 28 CARIGNANO (Cossolo) M 29 CASTAGNOLE M 30 CARMAGNOLA (Don Bosco) G 31 PANCALIERI

LOMBRIASCO CARMAGNOLA(Amedei) CARMAGNOLA(Amedei) PIOBESI CARIGNANO (Cossolo) CARMAGNOLA (Appendino) G 7 CARIGNANO (Pozzati) 1 2 3 4 5 6

D L M M G V S D L M M G V S D

Aprile V S D L M M

V S

L M M G V S

8 VILLASTELLONE 9 CARMAGNOLA (Appendino) 10 CARMAGNOLA (Appendino) 11 CARMAGNOLA (Comunale) 12 CASTAGNOLE 13 CARMAGNOLA (San Bernardo) 14 PANCALIERI 15 LOMBRIASCO 16 CARMAGNOLA (San Bernardo) 17 CARMAGNOLA (Comunale) 18 PIOBESI 19 CARIGNANO (Cossolo) 20 CARMAGNOLA (Don Bosco) 21 PANCALIERI 22 VILLASTELLONE 23 CARMAGNOLA (Don Bosco) 24 CARMAGNOLA (Amedei) 25 PANCALIERI 26 LOMBRIASCO 27 CARMAGNOLA (Comunale) 28 CARIGNANO (Pozzati) 29 CASTAGNOLE 30 CARMAGNOLA (Borgo Vecchio)

DOVE TROVARLE. A Carignano: Cossolo, via Salotto 6 (tel.011.9697160);Pozzati, piazza Carlo Alberto 1 (tel.011.9697164).A Carmagnola: Amedei, via XX Settembre 1 (tel. 011.9723196); Appendino, via Valobra 149 (tel. 011.9723195); Comunale, via Ronco 49 (tel. 011.9770941); Don Bosco, via Chieri 2/A (tel. 011.9716668); Ferrari, via Fratelli Vercelli 1 (tel. 011.9715017); Salsasio, via Pascoli 8 (tel. 011.9771267); San Bernardo, via del Porto 171/a (tel. 011.9712300). A Castagnole: piazza Vittorio Emanuele 14 (tel. 011.986673). A Lombriasco: via San Giovanni 5 (tel. 011.9790330). A Moncalieri: Borgo Navile, via C.Colombo 2 (tel. 011.642578); Castelvecchio, str.Genova 192 (tel.011.6471233);Ceriana, str.Carignano 13 (tel.011.642143);De Grazia, str.Stupinigi 14 (tel.011.6056355); Magnani, str.Genova 14 (tel.011.642425); Maldini, P.za Vittorio E II (tel. 011.642529); Parizia, via Tenivelli 3/a (tel. 011.642722); Premi, str. Carignano 72 (tel. 011.646621); S.Maria, C.so Roma 24 (tel. 011.645589); S.Matteo, C.so Roma 73 (tel.011.6067769);S.Monica, Str.Torino 71 (tel.011.6610416);S.Pietro, via Sestriere 32 (tel. 011.6069830); Superga, C.so Roma 45/6 (tel. 011.6051684);Tosi, str. Genova 264 (tel.011.6810281).A Nichelino: Comunale 1, via Moncenisio 38 (tel.011.6809814);Comunale 2, P.za A.Moro 50 (tel. 011.6272448); Crocera, via Martiri 2 (tel. 011.6273092); Dallocchio, via Torino 137 (tel. 011.6809061); Debouchè, l. delle Alpi 16 (tel. 011.6890416); Della Stazione, via Torino 224 (tel. 011.621964); Erbetta, via Torino 106 (tel. 011.623829); Largo Giusti, L.Giusti 56 (tel. 011.6279560); Sangone cnc, via Torino 20 (tel. 011.6064866); Sant'Edoardo, via Buonarroti 1/c (tel. 011.6051471). A Osasio: via Torino 41 (tel. 011.9793303). A Pancalieri: via Principe Amedeo 22 (tel. 011.9734441).A Piobesi: corso Italia 13 (tel.011.9657012).A Racconigi: Barberis, via Stefano Tempia 6; Maritano snc, via Francesco Morosini 12 (tel. 0172.85361); Quaglia, via Angelo Spada 20 (tel. 0172.85048). A Villastellone: piazza Libertà 26 (tel. 011.9696063). Orari di apertura: 8.30-12.30; 15.15-19.15.

Mensile indipendente di informazione, attualità e cultura. Distribuito gratuitamente a Carignano, frazioni e dintorni. Reg. Tribunale di Torino n. 5537 del 7.8.2001

Direttore responsabile Cristina Cavaglià Direttore editoriale Massimo Bessone

San Remigio Il decoro, l’assistenza, il rispetto, sono vostri diritti! Offrirveli è nostro dovere! CARIGNANO Via Umberto I n. 39 - Tel. 011/9699487 OSASIO Abitazione - Tel. 333/9858968

Collaborano Daniele Bosio, Luca Bruno, Gervasio Cambiano, Carlo Cavaglià, Marilena Cavallero, Roberto Dal Prete, Stefania Falcone, Matteo Grassedonio, Giuseppe Manescotto, Claudio Montemarano, Angela Pastore, Cristina Pejretti, Massimo Pejretti, Massimo Peretto, Daniela Previale, Nadia Tonda Turo, Daniela Tontini, Bruno Valinotti, Flavio Viotto Proprietà UCAP, Unione Commercianti Artigiani Professionisti di Carignano; via Frichieri 13, Carignano Grafica, impaginazione e stampa Nuova Grafica Carignanese s.n.c di Bordone e Scifo, via Salotto 15, Carignano Redazione: corso Cesare Battisti 60, tel. 011.9697525, Carignano e-mail: dacarignano@hotmail.com Pubblicità: 339.7292300 “Da Carignano - Ieri Oggi Domani” non beneficia di contributi p u b b l i c i m a s i f i n a n z i a e s c l u s i v a m e n t e c o n g l i i n t r o i t i d e r i v a nti dalle inserzioni pubblicitarie e dagli annunci a pagamento e con le eventuali offerte dei lettori.

Marzo 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Opinioni diverse sulla vicenda Fiat Mi riferisco all’articolo di Nanni Passerini “Fiat da Torino a Toronto” pubblicato su questo giornale a febbraio 2011. L’articolista pare non avere alcuna esperienza diretta del mondo industriale nazionale né internazionale. Innanzitutto le illazioni sui prezzi di interscambio tra Detroit e Torino sono del tutto gratuite ed insensate, sia perché oltre ad un’etica professionale non vi è alcuna logica nel concedere ai lavoratori dei premi su risultati economici non eseguiti (crea rivendicazioni fasulle), ma non meno importante perché esistono delle severe regole fiscali (transfer pricing) che vietano il trasferimento di utili tramite i prezzi di intercambio all’interno di un Gruppo. E’ vero che i lavoratori Chrysler hanno la maggioranza delle azioni, ma nell’articolo non si dice che, sull’orlo della bancarotta, hanno accettato, tramite i sindacati che la società paghi con azioni il debito contratto per il pagamento della propria quota al VEBA, il fondo per la previdenza e l’assistenza sanitaria dei dipendenti e pensionati gestito dal sindacato. In poche parole, se le cose vanno male perdono tutto (non ci sono le tutele che abbiamo in Italia). Quindi una scelta di partecipazione azionaria più per necessità che per convinzione. Non si dice nell’articolo citato che nonostante la partecipazione maggioritaria i sindacati hanno solo un rappresentante nel consiglio di amministrazione contro i tre membri di

Fiat e che sono tenuti lontano dalla gestione. Non si dice sempre in detto articolo che il sindacato Chrysler ha garantito rilevanti riduzioni del costo del lavoro con rinuncia a rivendicazioni e scioperi sino al 2015, concedendo aumenti di produttività per aiutare l’azienda nel processo di risanamento. Per quanto riguarda la IG Metall, la Governance aziendale in Germania è diversa da quella italiana. E’ comunque un sindacato unitario che si pone come unico interlocutore. Tra i suoi compiti, per statuto, vi è quello di mantenersi indipendente da governo, amministrazioni, imprenditori, religioni e partiti politici e concordare con il management decisioni su alcune tematiche aziendali. La scioperosità è bassa e richiede a volte una maggioranza di aderenti molto alta per poterlo effettuare. Nella prima metà del decennio scorso hanno accettato riduzioni al salario per ridare competitività al settore produttivo tedesco. Il successo della VW non sta nella compartecipazione, ma in un complesso di fattori . Ogni paese ha le sue motivazioni (di quale compartecipazione si avvalgono i sindacati di Cina, India ecc. ?). Sul fatto che la Fiat non guadagni in Italia è certo, sia per i modelli ma anche perché siamo esterofili. Copriamo il 26% delle auto a marchio nazionale contro l’oltre 65% della Germania e Francia e 90% del Giappone. Contribuiscono anche parecchi Enti Pubblici nazionali che comprano marchi esteri anche se non strettamente necessario. In quanto al quasi auspicato subentro della Volkswagen, poiché le aziende dell’auto non possono sopravvivere a lungo se non raggiungendo elevati volumi di vendite ciò potrebbe anche avvenire. In questo caso mi chiedo di quale nazionalità sarebbero i fornitori dell’indotto. Per il momento diversi fornitori italiani si stanno attrezzando per fornire la Chrysler. Alla luce di quello che succede nel mondo (pare che a qualcuno convenga non accorgersene) i sindacati che hanno firmato per l’accordo su Mirafiori hanno avuto il coraggio di essere anche impopolari superando comunque la barriera

Le lettere, complete di firma (che sarà omessa esclusivamente su esplicita indicazione e comunque resa nota, in caso di richiesta, a eventuali diretti interessati) e di indirizzo del mittente, devono pervenire entro e non oltre il 5 del mese. Non vengono accettate le lettere anonime.

Volete sostenere il giornale sottoscrivendo un abbonamento annuale? Il giornale sarà inviato all’indirizzo che voi indicherete. Costo di 11 numeri: 30 euro per spese di spedizione fuori Carignano, 15 euro per il recapito a Carignano. Rivolgersi alla Tipografia: Nuova Grafica Carignanese - via Salotto 15 - tel. 011.96.97.872.

Lettere al giornale L’albero degli allocchi di Carignano ... c’era una volta l’albero degli zoccoli, meraviglioso film di Olmi, oggi a Carignano abbiamo l’albero degli allocchi! Una famiglia numerosa di allocchi, uccelli rapaci notturni, ha eletto a dimora diurna un pioppo cipressino della piazzetta San Giacomo che prende il nome dalla omonima chiesina. Le persone che si trovano a passare nella zona, prima o poi si fermano a naso all’insù a guardare questo spettacolo naturalistico insolito diurno in ambiente metropolitano. L’albero si presenta addobbato come a Natale un abete ma, anziché palle colorate, i rami ospitano una dozzina o più di splendidi esemplari di allocchi che normalmente, se si ha la fortuna di scovarli, si dovrebbero vedere solo di notte. Questi, sagome immobili, si fanno ammirare di giorno nella loro bellezza di colori del piumaggio rosso-grigio-ruggine e maculati di chiaro: la testa è grossa e tonda e ti fissano (così pare...) con i loro grandi occhi scuri e... mascarati. Alla sera lasciano l’albero in volo, ed è un altro spettacolo, per andare probabilmente a caccia di prede. Insomma, un motivo in più agli amanti della natura per visitare Carignano, cittadina alle porte di Torino, già conosciuta per le sue case medievali e chiese barocche, piccolo patrimonio della nostra bella e centocinquantenaria Italia unita! Mariella B.A. Il metano fino alla Gorra Chi ha percorso la strada che dalla borgata Gorra porta a Moncalieri l’estate scorsa ha certamente notato i lavori di interramento di una tubazione. Chi poi ha chiesto ai responsabili del cantiere ha avuto la conferma che si trattava di una condotta per il metano. L’esistenza di una condotta che porta il metano da Moncalieri alla borgata non significa purtroppo che gli abitanti della Gorra avranno presto la possibilità di allacciarsi: pare infatti che la tubazione si fermi alle ultime case di Moncalieri, al confine con la Gorra (una parte della borgata, infatti, la parte del territorio di Moncalieri). Non conosco il motivo per cui il comune di Moncalieri ha deciso di portare la condotta del metano fino alla borgata. E’ però ben noto che portare il metano dalla città di Carignano alla borgata La Gorra

(ma anche alle altre borgate al di là del fiume) sia complesso e costoso; verrebbe da pensare che l’esistenza di una condotta che arriva ai confini cittadini da est, sia una opportunità da cogliere, o quantomeno da valutare: potrebbero essere numerose le famiglie che abitano nelle borgate oltre il fiume, interessate ad allacciarsi al metano. Marco Cignetti Uun abitante di La Gorra interessato ad allacciarsi al metano

della conflittualità fine a se stessa e all’esercizio di un potere fasullo in particolare in un momento in cui è ancora in corso un processo di risanamento da parte dell’azienda, avendo ben chiare le concessioni fatte dal sindacato americano. Ad affossare una azienda ci vuole poco, è ristrutturarla che costa fatica e sacrifici, se si hanno i mezzi, senza essere per questo certi del risultato. Ma il buon senso dice che è comunque meglio tentare che stare sull’altra sponda a guardare. L’articolista inoltre crede di dire qualcosa di nuovo a quegli impiegati che hanno votato per il sì che già non sanno. E’ comodo parlare sulla pelle degli altri quando si è al riparo di un posto di lavoro sicuro. Comunque, finchè saremo in democrazia ognuno ha diritto di votare come crede e va rispettato. Si può capire che, continuando a creare un ambiente poco favorevole, un’azienda alla fine delocalizzi. A questo punto finalmente qualcuno potrà dire: “Io l’avevo detto”… Complimenti!! Per quanto riguarda il governo se mai uno dei suoi compiti principali, più che intromettersi nelle trattative, è quello di ridurre le tasse, in particolare sul lavoro e alle imprese, senza però aumentare il disavanzo, per renderci più competitivi, riportandoci a casa lavorazioni trasferite all’estero. Occorre quindi ridurre i costi della politica, della burocrazia e degli sprechi e con la lotta all’evasione, alla criminalità e ampliando la base imponibile con un forte aumento del turismo. Purtroppo però alcuni tempi sono poco graditi per un motivo o per l’altro. In conclusione ritengo che, per il rispetto dei lettori, gli argomenti vadano trattati non in modo fazioso ma con professionalità e non soltanto criticando gratuitamente ma indicando soluzioni se si vuole dare un qualche valore aggiunto. Piero Grasso La Redazione precisa: Nanni Passerini sul nostro giornale non scrive articoli; i suoi interventi (pubblicati, così come le altre rubriche, con carattere diverso rispetto agli articoli proprio per distinguerli) devono

3

essere considerati per come vengono proposti, e cioè opinioni personali.

Maggiori controlli sugli operatori della raccolta differenziata Vorrei allacciarmi a un articolo sul precedente numero del giornale in cui l'assessore Giorgio Albertino rinnova l’invito ai cittadini a porre più attenzione nella differenziazione dei rifiuti. Io proporrei, oltre a questo invito, anche maggiori controlli a chi si occupa della raccolta. Era un giovedì, avevo esposto carta, vetro e R.S.U. ed ero presente quando arriva l’addetto per effettuare la raccolta che ritira per primo il vetro, poi la carta ed infine l’R.S.U. buttando tutto sullo stesso mezzo (non era la prima volta). Con il vicinato ci siamo detti “bene, i cittadini si impegnano a differenziare, poi loro buttano tutto insieme”. A questa persona sono state chieste spiegazioni, e lui con tutta tranquillità ha risposto: “Mancano sette operai”. Anoi cittadini questo cose non vanno bene, specie quando vediamo scritto che il costo delle bollette rimarrà invariato. Un cittadina di Carignano Una sottoscrizione che non è piaciuta Esimio Direttore, nel programma delle bellissime manifestazioni del Carnevale di Carignano ho apprezzato tutte le iniziative di aggregazione e mi complimento con gli organizzatori che hanno lavorato gratuitamente per la buona riuscita del Carnevale. Non ho però apprezzato la sottoscrizione a favore dei Vigili del Fuoco volontari, nella serata della Mangialonga (allego il programma della serata), anche perché, come mi è stato riferito dagli stessi volontari, loro svolgono un servizio gratuito per la città ma in realtà ogni vigile del fuoco è praticamente stipendiato... mentre le spese per il mantenimento della loro sede sono legate alla città. Quindi se si fanno sottoscrizioni, sarebbe meglio individuare i gruppi che operano del tutto gratuitamente per la collettività. Grazie per l’ospitalità e cordiali saluti. Lettera firmata

La redazione è aperta al pubblico La redazione di “Da Carignano - Ieri Oggi Domani” si trova in corso Cesare Battisti 60, sotto il viale. Apertura al pubblico una volta alla settimana: giovedì mattina dalle ore 9 alle 12.


Marzo 2011 25

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Agenda

CARIGNANO

Tel./Fax 011.9652721 - Cell. 330.542106 - 335.291618 www.traslochivitello.it - info@traslochivitello.it

marzo 3 2 ì d e l o c mer studio in e t n e s e sarà pr el Sarto D a t t e b a Elis anente m r e p i m co se per il truc

RD CA TE O ! DI ON RO RO U U AF B 0 E

1

(da spendere come vuoi con un minimo di spesa di 20 €)

moda, genio, paesaggio, gusto. In occasione dei 150 anni dell’Unità nazionale la Reggia di Venaria diventa il palcoscenico delle eccellenze italiane nel mondo con le tre grandi mostre sull'arte, la moda e Leonardo, l'apertura del Potager Royal e gli eventi sulla cucina. Fino all'8 gennaio 2012. - “John McCracken”. La prima retrospettiva in un museo europeo dell’artista americano (Berkeley, California, 1934. Vive e lavora a Santa Fe, Nuovo Messico). Protagonista di fama internazionale dell’arte americana, a partire dal suo approccio irregolare e visionario alle correnti del Minimalismo e del Finish Fetish che si sviluppano negli Stati Uniti dall’inizio degli anni Sessanta, McCracken è per la storia e critica dell’arte figura epica e incompresa, minimalista e visionaria allo stesso tempo.Castello di Rivoli, Museo di Arte Contemporanea (piazza Mafalda di Savoia). Fino al 19 giugno. - “Kara Walker - A negress of noteworthy”. L'artista afroamericana newyorkese presenta cut papers in libere evoluzioni sulle pareti, una video-installazione, disegni, collage e tempere. Il suo progetto espositivo parte dalla riflessione sulla storia della comunità afroamercana negli USA. Torino, Fondazione Merz (via Limone 24). Dal 25 marzo al 3 luglio. - “1900-1961. Arte italiana nelle Collezioni Guggenheim”. La mostra dedicata all'arte italiana del XX secolo espone opere a partire dalla genesi delle avanguardie del '900 (Medardo Rosso e Gaetano Previati) passando alla stagione del Futurismo (con Umberto Boccioni, Giacomo Balla, Carlo Carrà). In mostra anche l'arte metafisica di Giorgio De Chirico e i lavori di Mario Sironi e Filippo de Pisis, fino al secondo dopoguerra con l'arte di Emilio Vedova, Alberto

Luigi Argentero espone a Carmagnola Mostra di pittura nella chiesa di Sant’Agostino Il carignanese Luigi Argentero espone a Carmagnola. Una mostra delle sue pitture sarà allestita nella chiesa di Sant'Agostino (piazza Sant'Agostino) dal 15 al 17 aprile prossimo. Orari di apertura: venerdì 15 dalle 16 alle 19; sabato 16 e domenica 17 dalle 10 alle 19. Ingresso libero. ◆

rodotti p i v o u n zionali e o m iusto! o g r p o t i t s t o e p h l c e nuovi pac ..attendi l’estate n no . a t t e p s a i v

Se non sei mai venuta da noi ritagliala e vieni a ritirare la nostra card con un buono di 10 euro!

- “Luci d'artista”. Edizione speciale. In occasione delle celebrazioni per i 150 anni dell'Unità d'Italia, sette opere illuminano le strade e le piazze della prima capitale d'Italia: installazioni di Daniel Buren, Marco Gastini, Rebecca Horn, Joseph Kosuth, Mario Merz, Michelangelo Pistoletto e Gilberto Zorio.Torino, fino a novembre. - “Fare gli Italiani. 150 anni di Storia nazionale”; “Il futuro nelle mani. Artieri domani”; “Stazione futuro”. Torino, Officine Grandi Riparazioni (via Castelfidardo 22). Fino al 20 novembre. - “KM011”. Un percorso, che parte dalla metà degli anni Novanta e arriva ai giorni nostri , attraverso le contaminazioni artistiche che hanno coinvolto la città di Torino in un periodo di profonda trasformazione. Quattro le sezioni del progetto: le arti visive, l’architettura, il cinema e la letteratura. Ognuna di queste raggruppa i protagonisti degli interventi in città, dall’ultima generazione di artisti agli studi d’architettura, dai cineasti ai nuovi scrittori. Torino, Museo Regionale di Scienze Naturali (via Giolitti 36). Fino al 3 aprile. - “La bella Italia. Arte e identità delle città capitali”. I grandi maestri dell’arte italiana dall’antichità all’Unità d’Italia: oltre 350 opere negli straordinari scenari della Citroniera e della Scuderia Grande di Filippo Juvarra. Con capolavori di Giotto, Beato Angelico, Donatello, Botticelli, Leonardo, Raffaello, Michelangelo, Correggio, Bronzino, Tiziano, Veronese, Rubens, Tiepolo, Canova, Hayez, Parmigianino, Velazquez, Bernini e tanti altri: dal percorso espositivo emerge e si afferma il profilo di un'arte e di uno stile italiano. Reggia di Venaria Reale. Fino all'11 settembre. - La Venaria Reggia d'Italia. Arte,

Cottino in mostra con Riccardo Licata Grafica sperimentale: Città Amica 1° aprile Il Centro Internazionale della Grafica di Venezia, Atelier Aperto e Città Amica presentano “Riccardo Licata e la grafica sperimentale fra e Venezia e Torino. Opere di Riccardo Licata, Isidoro Cottino, Nicola Sene, Patricia Senan, Lucia Caprioglio, Esposizione alla Galleria Città Amica (Torino, via Rubiana 15); da venerdì 1° aprile (inaugurazione ore 18) a mercoledì 13 aprile (feriali: ore 16-19; festivi ore 10-18). Per informazioni: info@artecittaamica.it. ◆

Via Silvio Pellico, 32 CARIGNANO (TO) Tel. 011.9692648 Chiuso il lunedì tutto il giorno

Colgo l’occasione anche se in ritardo per ringraziare le clienti che hanno dimostrato affetto e vicinanza al mio dolore. Gabriella

Diventare intenditori di formaggio Corso per assaggiatori a Carmagnola L'Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Formaggi - ONAF organizza un corso di primo livello a Carmagnola, dal 6 aprile al 5 giugno. Il corso è rivolto a tutti coloro che, per interesse personale o professionale, desiderano migliorare le proprie conoscenze sui formaggi. Le lezioni (undici appuntamenti in tutto)si svolgeranno alla sera, dalle ore 21 alle 23, e prevedono una parte teorica e una parte pratica. Il superamento dell'esame finale dà diritto all'iscrizione all'Albo nazionale degli assaggiatori ONAF. Per informazioni e iscrizioni: tel. 9625519 - 339.6549427 011.9721575. ◆

Burri, Lucio Fontana tra gli altri. Vercelli, Arca (chiesa di San Marco). Fino al 5 giugno. - “Opera 2010”. All'esposizione partecipano gli assegnatari degli Atelier della fondazione veneziana Bevilacqua La Masa: Ivana Bukovac, Antonio Cataldo, T-Yong Chung, Nicolò Degiorgis, Roberto De Pol, Francesco Fonassi, Alessandro Laita e Chiaralice Rizzi, Diego Marcon, Caterina Rossato, Giulio Squillacciotti, Sara Francesca Tirelli e il collettivo Unità di Crisi. Poirino (Torino), Fondazione Spinola Banna per l'Arte (Frazione Banna). Fino al 3 aprile. - “L'oro e la seta”. Torino, Fondazione Accorsi - Museo di Arti Decorative (via Po 55). Fino al 29 maggio. - “China power station”. Torino, Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli (Lingotto, via Nizza 230). Fino al 27 marzo. - Museo “Le Nuove”. Torino (via Paolo Borsellino 1). - Museo di antropologia criminale “Cesare Lombroso”. Torino (via P.Giuria 15).

Carignanese

Biblioteca civica, orari di apertura La biblioteca civica (secondo piano del Municipio, via Frichieri 13; tel. 011.9698481) osserva il seguente orario di apertura per il servizio di lettura e prestito: lunedì 14.30-18, martedì 14.30-18, mercoledì 14.30-18 e 20.30-23, giovedì 9-12 e 14.30-18, venerdì 14.30-18, sabato 9-12. Tel. 011.9698442-481-482. Museo civico “Giacomo Rodolfo” Il museo di storia, arte e archeologia locale (secondo piano del Municipio, via Frichieri 13) è aperto ogni terza domenica del mese, in occasione di manifestazioni cittadine e su prenotazione. Orario: 10-12, 15-18. Visite per le scuole su prenotazione (tel. 011.9698442). Sindacato Pensionati a Carignano A Carignano lo Spi (Sindacato Pensionati Italiani) C.G.I.L., Lega di Carmagnola (via Fossano 4), si trova in via Quaranta 4 (tel. 011.9697865). Orari di apertura per il pubblico: martedì, giovedì e venerdì dalle 9 alle 11.30. Patronato Inca: primo e terzo giovedì di tutti i mesi, dalle ore 15 alle 17. Caf Acli per le famiglie Quando la tua famiglia conta c’è il Caf Acli. Per 730, Unico, Isee e Red pensionati: conta su di noi! A Carignano (via Roma 18, presso il Campo Giochi): tutti i martedì dalle 9 alle 12. A Carmagnola (piazza IV Martiri 21): lunedì dalle 14 alle 17, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12. Donazioni del sangue I prelievi si effettuano nella sede di via San Remigio 46 (ex ospedale civile, piano terra, ingresso dal cortile). Le prossime date per donare il sangue sono le seguenti: - Adac: domenica 10 aprile ; dalle ore 8.30 alle 11.30. - Fidas: venerdì 27 e lunedì 30 maggio; dalle ore 8 alle 11.

“Alter ego”: Giorgio Griffa alla Castiglia di Saluzzo L’Igav apre una nuova stagione nell’antica residenza dei Marchesi Dal 27 marzo al 22 maggio la Castiglia di Saluzzo ospiterà “Giorgio Griffa. Alter Ego. 1979-2008” una mostra antologica di Giorgio Griffa curata da Martina Corgnati e realizzata dall’Istituto Garuzzo per le Arti Visive – IGAV in collaborazione con la Città di Saluzzo (inaugurazione sabato 26 marzo, ore 17.30). L’Igav, ente non-profit con sede a Torino dal 2005 sostiene l’espressione delle arti visive italiane promuovendo mostre a carattere nazionale e internazionale, scambi tra diversi Paesi e iniziative culturali. Con la mostra di Giorgio Griffa, appositamente studiata per gli spazi della Castiglia, l’Igav inaugura una nuova stagione espositiva nell’antica residenza fortificata dei Marchesi di Saluzzo, dedicata ai grandi maestri. Giorgio Griffa (Torino 1936) è uno degli artisti italiani più originali e noti della sua generazione per la caratteristica forma di pittura support/surface, stesa con colori ad acqua su tele non intelaiate che dialogano liberamente con lo spazio e la parete.Le sue linee, i suoi arabeschi, le sue spugnature, e i suoi punti colorati che sembrano inseguirsi e giocare sulla superficie, sono frutto di un’analisi rigorosa delle componenti minime ed elementari del fare pittura, ma al tempo stesso esprimono una gioia del colore e della decorazione, nel senso "alto " che abbiamo ereditato da Matisse, tipicamente europea. Griffa è dunque la personalità artistica più indicata ad aprire questa rassegna sui grandi maestri locali che hanno lasciato il segno sulla scena nazionale ed internazionale Nelle parole della curatrice, Martina Corgnati: “Nella sua perlustrazione, incominciata ormai molti decenni fa e articolata a partire da un ritorno della pittura alle sue componenti costitutive, linea, punto, macchia colorata e tela, intesa come parte integrante dell’operazione pittorica, Giorgio Griffa ha dato forma a un nuovo, inimitabile linguaggio e, al tempo stesso, ha aperto una strada importante non solo alla pittura ma

alla pratica artistica in generale, senza stancarsi mai di ripetere che la sua operazione, in fondo, altro non è che la costruzione delle condizioni giuste per permettere la manifestazione della natura stessa delle cose, in presenza di un artista che si comporta non tanto da artefice quanto, piuttosto, da catalizzatore”. Griffa è da sempre attivo in Piemonte, dove si è formato e dove lavora dalla fine degli anni Sessanta e con questa mostra torna ad incantare il suo pubblico con un ciclo eseguito dal 1979 al 2008 e composto da diciotto grandi lavori dedicati ciascuno a un artista del passato, prossimo o remoto, con cui Giorgio Griffa avverte una speciale affinità: “La pittura minimalista non ha mai cessato il dialogo con la memoria millenaria del dipingere, anche contro la volontà dei suoi autori. Io ritengo che al suo interno sia emersa nel tempo una linea di pensiero che mira a rendere esplicite queste memorie senza ricadere in ipotesi di restaurazione… Questo mio ciclo di lavori, iniziato non a caso alla fine degli anni ’70, appartiene a questa vicenda, anche se io non sono mai stato un minimalista, e guarda a memorie specifiche della pittura, ad altri artisti del presente e del passato. La pittura come processo che dipinge il suo divenire è pur sempre pittura, nasce e germoglia nel terreno reso fertile dagli altri, artisti e no. Appartiene al mondo anziché a se stessa”. Si tratta dunque di una mostra antologica “a tema” che consentirà di apprezzare una parte ancora sconosciuta e inedita del suo lavoro. Il progetto è particolarmente apprezzato dal Sindaco di Saluzzo , Paolo Allemano: “La scommessa accettata e vinta insieme all’Igav due anni fa ha segnato l’inizio di una collaborazione che è proseguita, e si è consolidata, con l’apertura della sua Collezione Perma-

nente di Arte contemporanea al piano terreno dell’edificio l’anno scorso e, ora, con questa mostra. Si tratta di un’esposizione di altissimo livello e di notevole impatto, che ci offre l’occasione e l’onore di accogliere alla Castiglia un artista straordinario”. In occasione della mostra di Giorgio Griffa verrà anche riaperta e proposta in una nuova veste la Collezione Permanente di Arte Contemporanea dell’Igav, al piano terreno della Castiglia. Attualmente è in corso una personale di Giorgio Griffa al MACRO di Roma. Ideazione e realizzazione Igav, in collaborazione con Città di Saluzzo. Con il patrocinio di Regione Piemonte e Provincia di Cuneo. Con il contributo di Fondazione Casa Risparmio Torino. Con il sostegno di Fondazione Cassa Risparmio Saluzzo e BBC Benevagienna. Partner ufficiale Flyren. - “Giorgio Griffa - Alter ego, 19792008”. Un progetto Igav per la Castiglia di Saluzzo Dal 27 marzo al 22 maggio 2011. Castiglia, piazza Castello, Saluzzo (Cuneo). Catalogo Skira. Giorni e orari di apertura: sabato e domenica 15-19; domenica 1 maggio chiuso; apertura straordinaria lunedì 25 aprile. Biglietto intero 5 euro, ridotto 2,50 euro (over 60, comitive di almeno 10 persone prenotate; presentando contromarca ingresso Casa Cavassa e Torre Civica). Ingresso gratuito previa registrazione: abbonamento Musei e Piemonte card; scuole di Saluzzo che si presentino come classi; under 18; diversamente abili.Le visite si svolgeranno solo a gruppi accompagnati, ogni mezz'ora (partenze dalla biglietteria ore 15,15.30 - 16 - 16.30 - 17 - 17.30 - 18 - 18.30). Gruppi di massimo 25 persone. Per informazioni: IGAV tel. 011.19781500 - www.igav-art.org; IAT Saluzzo tel. 0175.46710 www.saluzzoturistica.it. ◆


paesi

Carnevale è pur sempre Carnevale Buon successo della manifestazione, nonostante i tagli Vinovo. Carnevale in tono minore, ma sempre Carnevale. Domenica 27 febbraio scorso, a metà mattina, nella sala degli affreschi del Castello Della Rovere si è svolta la cerimonia di inaugurazione del Carnevale di Vinovo. L’edizione 2011 (la numero 34 dall’inizio del Carnevale Vinovese con le sfilate dei carri allegorici) è purtroppo ridottaall’osso poiché l’Amministrazione comunale ha deciso, a causa dei noti tagli al bilancio e delle ristrettezze economiche generali, di non finanziare la manifestazione dei carri allegorici. Quindi si è dovuto ripiegare sulla sola tradizionale cerimonia di consegna delle chiavi alle maschere locali Coucaeuv (Piero Mottura) e Bela Polajera (Luigina Calcia). Alla manifestazione sono intervenuti numerosi gruppi folcloristici e di Carnevale con tanti personaggi e maschere locali. La Pro Loco, organizzatrice delle passate edizioni del Carnevale, ha condotto la mattinata con le autorità municipali e le rappresentanze di varie altre Associazioni. Nella settimana è seguita la visita delle maschere nelle scuole e all'asilo infantile Rey; sabato 5 marzo il Carnevale è stato celebrato presso la struttura parrocchiale cascina don Gerardo; nell pomeriggio, a partire dalle ore 14, festa è stata per tutti, adulti e bambini, con musiche, balli ma-

scherati, “apericena” e altre iniziative; infine spazio ai giovani, con il Carnival Party-Young Night: balli, musiche di vari gruppi e discoteca per una serata che ha avuto un buon successo; nella stessa serata il Carnevale è stato festeggiato anche dagli Alpini in congedo presso la propria sede con l’intervento del Coucaeuv e Polajera e della Compagnia Tradissional Vinoveisa. ◆ G.C.

Giovedì musicali al Castello della Rovere Prossimi appuntamenti: 14 aprile, 12 e 26 maggio Vinovo. Al Castello della Revore è in corso la seconda edizione dei giovedì musicali. La manifestazione, che si svolge dal 17 febbraio al 26 maggio, è sorganizzata dagli Amici del Castello con il contributo dell’Amministrazione comunale, il patrocinio della Regione Piemonte, e della Provincia di Torino e con la collaborazione della Pro Loco. La stagione concertistica di musica classica, nata dalla collaborazione con la musicista professionista Marciana Petrila, si svolge nel salone degli affreschi al giovedì sera con inizio alle ore 21. L'edizione di quest'anno è dedicata al centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia. La prima serata, dedicata al mandolino della regina Margherita, ha visto il duo Carlo Aonzo al mandolino ed Elena Buttiero nel pianoforte; sono quindi stati eseguiti alcuni brani col mandolino originale posseduto dalla regina Margherita, strumento di grande effetto fatto di madreperla e fili d’oro il cui suono è stato molto apprezzato dai numerosi presenti. Il 17 marzo si è esibito il Crazy 4 Sax, affermato e noto quartetto di sassofoni di allievi della classe di sassofono del Conservatorio di Torino. Per il mese di aprile è prevista, il 14, l’esibizione del quartetto d’archi Postacchinic composto da quattro solisti marchigiani con due violini, viola e violoncello ed infine, il 12 maggio, il Color Brass, un quintetto di ottoni (tra cui il vinovese Daniele Gaido alla tromba) che suonerà musiche di prima e dopo l’unità d’Italia ossia famosi brani risorgimentali e marce militari tra cui la Reale e quella d’ordinanza. Ultimo appuntamento il 26 maggio con il duo Biedermeier, Stefano Deotto al flauto e Claudio Tarditi alla chitarra, con arie di autori ottocenteschi come Rossini, Carulli e Mercadante. ◆ G.C.

E’ nata l’associazione Animalissimi Una nuova onlus per aiutare i cani sfortunati Animalissimi Onlus è un'associazione, nata ufficialmente a Torino il 18 dicembre 2010 allo scopo di perseguire degli obbiettivi avvalendosi della collaborazione di persone motivate e disposte a fare quanto possibile per conseguirli al meglio. Loredana e Marinella, due cani sciolti, come amano definirsi, sono le fondatrici. Nello specifico Animailissimi onlus rivolgerà la sua attenzione e il suo operato a tutti quei cani del sud, nati randagi e purtroppo spesso perseguitati, a quelli che nella bella quanto crudele Spagna aspettano il giorno del giudizio, purtroppo legalmente riconosciuto, senza aver commesso reato alcuno e a tutti quegli animali, non solo cani, capitati in mani sbagliate, capaci di riservare loro solo indifferenza e maltrattamento. In che modo realizzare tutto ciò? Organizzando eventi per la raccolta dei fondi necessari, gestendo tutto un discorso di recuperi, staffette, stalli, convenzioni con veterinari di fiducia per l' assistenza sanitaria, divulgazione di appelli per favorire le adozioni, controlli pre e post affido... e quanto altro sarà necessario per salvaguardare il benessere degli animali sfortunati. Al momento l'associazione ha già in carico diversi cani che cercano casa. Chiunque volesse entrare a far parte di questo progetto ambizioso può diventare socio facendo la tessera annuale che ha un costo di 15 euro, e magari può unirsi a loro come operatore attivo. “Le cose da fare sono tante ma noi, con il vostro aiuto, vorremmo arrivare a farne ancora di più”, è il proposito dei volontari di questa nuova Onlus. Per maggiori informazioni: tel. 334.2480140; www.animalissimionlus.net. In Carignano è possibile rivolgersi per il tesseramento al negozio di animali Pedigree, in via Savoia 1. ❚

“Sipari sel Piemont” fino a marzo Ultimi spettacoli il 26 e 27 con la Bertavela La Loggia. Sta per concludersi, al teatro della Scuola Elementare “Beppe Fenoglio” (via Vinovo 1), “Sipari sel Piemont”, la ormai tradizionale Rassegna Regionale di Teatro Amatoriale in Piemontese, che anche quest'anno, giunta alla diciannovesima edizione, presenta cinque fra le migliori compagnie dialettali del Piemonte. L'ultimo appuntamento è sabato 26 e domenica 27 marzo con “El ciabot cun la surpreisa”, tre atti di Ennedi messi in scena dalla Compagnia organizzatrice, la Bertavela di La Loggia. Ingresso 7 euro. Per prenotazioni: Colorificio Marisa Fabaro (cell. 368.7732388 - tel. 011.9628692). Per informazioni: Dino Nicola tel. 011.9628619. ◆

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

L’Italia unita celebrata anche a Vinovo I 150 anni festeggiati con una mostra, un concerto e altre inziative Vinovo. La nascita dell'Italia festeggiata anche a Vinovo: l’Amministrazione comunale e varie Associazioni locali hanno voluto celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia con una serie di manifestazioni nel corso del mese di marzo. L’Università delle Tre Età ha organizzato un corso di storia risorgimentale a carattere divulgativo strutturato in tre lezioni svolto da Gervasio Cambiano con particolari cenni alle vicende ed ai personaggi della Vinovo del tempo. Gli Amici del Castello tra il 12 ed il 20 marzo nei locali centrali dell’antico maniero hanno organizzato una mostra storica dal titolo “Sinfonia italiana”: l’artigiano d’eccellenza nonché artista del ferro battuto Nicola Verderosa espone le sue più belle realizzazioni di modellini dei monumenti più famosi d’Italia riguardanti personaggi del Risorgimento. La sera del 16 marzo, nel salone degli affreschi del Castello, si è tenuta la Festa Tricolore con l’esibizione del locale coro polifonico Ars Nova insieme al coro delle voci bianche che ha suscitato tanta simpatia tra il numeroso pubblico. Infine il giorno dopo, festivo per celebrare la ricorrenza, nel pomeriggio in piazza del Municipio la Filarmonica Giuseppe Verdi fondata nel 1847 ha tenuto un concerto con l’esibizione di celebri brani tratti dalle opere dei grandi musicisti risorgimentali: Verdi, Rossini, Puccini, ecc. ed altrettante famose marce militari. Sembra essere stato apprezzato dal pubblico lo sforzo, da parte degli organizzatori, di sfrondare il più possibile dalla solita demagogia di maniera sempre in agguato in occasioni come questa. ◆ Gervasio Cambiano

Il Vescovo di Torino in visita Monsignor Cesare Nosiglia nella Parrocchia di Garino Vinovo.Venerdì 4 marzo scorso la Parrocchia di San Domenico Savio di Garino, frazione di Vinovo, ha ricevuto la visita del vescovo di Torino monsignor Cesare Nosiglia. Alle 18.30 è stata celebrata la Santa Messa dal Ve-

scovo con i parroci e sacerdoti della zona. Al termine vi è stato l’incontro tra il Vescovo ed i parrocchiani, anziani, giovani e le varie realtà della chiesa locale; è seguita la cena presso i locali della Parrocchia. ◆ G.C.

FOCACCERIA PIZ-STOP Tel. 011.9692038 - Cell. 333.3145082

Via C. Battisti, 28 CARIGNANO > > > > >

PIZZA AL TAGLIO PIZZA AL TEGAMINO FOCACCIA DI RECCO SALATINI - PIZZETTE PASTE SECCHE

FORNITURE PER BAR SOCIETA’ SPORTIVE - ASSOCIAZIONI ORARI: dal lunedì al sabato 6.00 - 20.00 • Domenica 16.30 - 20.30

Marzo 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Abio cerca volontari per la Pediatria Ospedale Maggiore di Chieri: un corso per aiutare i bambini La Fondazione Abio Italia per il Bambino in Ospedale, in collaborazione con Abio Torino e con l’Asl TO5, ha in questi giorni avviato, nel territorio di Chieri e dei Comuni vicini che hanno come riferimento l'ospedale Maggiore di Chieri, la ricerca di volontari che si occuperanno dell’accoglienza e delle attività ricreative dei bambini ricoverati in Pediatria. La Pediatria dell'Ospedale Maggiore di Chieri, diretta da Graziana Galvagno, rappresenta il riferimento per la popolazione pediatrica residente nel Distretto sanitario di Chieri, che con i suoi 25 comuni e 101.382 abitanti, è il più esteso e popoloso di ASLT05. Nel 2010 ci sono stati 820 ricoveri per bambini malati e 780 sono stati i bambini assistiti in Osservazione Breve Intensiva, mentre i bambini visitati in Pronto Soccorso Pediatrico sono stati circa 5200; oltre a queste attività, naturalmente, sono stati assistiti i neonati (740) e le loro mamme; infine sono state effettuate circa 3.300 prestazioni ambulatoriali per pazienti esterni. Prendersi cura del bambino significa porre attenzione al suo bisogno di essere accolto e curato nel rispetto delle sue esigenze. L'ospedalizzazione del bambino, in particolare, è

un'esperienza altamente traumatica, che potrebbe avere serie conseguenze psicologiche, e la possibilità, anche in ospedale, di poter giocare e di avere accanto il sorriso di un volontario Abio rappresenta un aiuto importante a vincere la paura delle visite mediche, di ambienti estranei e di terapia a volta dolorose. Fondazione Abio Italia coordina e sostiene le Associazioni Abio che 1978 sono al fianco dei bambini in ospedale. Ogni giorno i cinquemilavolontari offrono il loro aiuto: accolgono i bambini, li coinvolgono nei giochi e in tutte le attività che possano aiutarli a superare l’impatto con un ambiente sconosciuto, con il dolore proprio e con quello degli altri. I volontari sono un sostegno per i genitori attraverso l’ascolto, la disponibilità a fornire informazioni sull’ospedale o a prendersi cura del bambino in caso di loro assenza. Per diventare volontari Abio bisogna essere maggiorenni e frequentare un corso di Formazione a frequenza obbligatoria, composto da cinque incontri in aula e 60 ore di tirocinio. Nell'incontro informativo che precede l'inizio del corso di formazione si illustreranno struttura, scopi, attività dell'associazione ed i requisiti del volontario Abio.

Per partecipare è indispensabile iscriversi telefonicamente. L'iscrizione è gratuita e non vincolante per la successiva partecipazione al corso. “Sono certo che la presenza dei volontari nella Pediatria di Chieri - ha affermato Vito Plastino, commissario dell’Asl TO5 - sarà fonte non solo di benessere per i bambini ed i loro genitori, ma anche per l'arricchimento personale che sicuramente ne trarranno sia i volontari, sia gli operatori sanitari”. “Il personale della PediatriaNido, sia medico che infermieristico, si contraddistingue per una grande disponibilità ed una profonda attenzione all'accoglienza ed ai bisogni anche non sanitari dei piccoli pazienti e delle loro famiglie - ha dichiarato Graziana Galvagno, direttore della Pediatria dell’ospedale Maggiore Chieri - La presenza di Abio, con i suoi preziosi volontari ed i supporti logistici, che metterà a disposizione, ha l’obiettivo di rendere l’ospedale un luogo più a misura di bambino, attraverso l’accoglienza, l’ascolto ed il gioco” Informazioni ed iscrizioni: Segreteria Fondazione Abio Italia Onlus tel. 02.45497494 www.abio.org formazione@abio.org. ◆

FRANCHISING IMMOBILIARE 3 LOCALI - 80 mq ca.

3 LOCALI - 80 mq ca.

II medico si sceglie con internet Sportello virtuale: l’Asl TO5 è la prima in Piemonte L'Asl entra nelle case del cittadino con lo sportello virtuale “scelta e revoca del medico”. Da oggi , comodamente dalla propria abitazione, in qualsiasi orario, collegandosi al sito aziendale www.aslto5.piemonte.it è possibile consultare quali sono i medici di medicina generale ed i pediatri di libera scelta presenti sul territorio dell’Asl TO5, gli indirizzi dei loro studi, i recapiti telefonici, gli orari di apertura degli ambulatori. Ma non solo. Da oggi non é più necessario recarsi agli sportelli dell’Asl TO5 per effettuare l'iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale, ma è possibile inviare la documentazione richiesta nella modalità preferita: in modalità elettronica, tramite il sito www.aslto5.piemonte.it; per fax al n. 011 0589888 ; per posta all'indirizzo Asl TO5 Ufficio Scelta e Revoca indicando il Distretto di appartenenza (Chieri, Carmagnola, Nichelino, Moncalieri) - via San Domenico 21- 10023 Chieri (TO). “L’'Asl TO5 è la prima Azienda in Piemonte ad avere attivato la scelta e revoca del medico on line. - spiega il commissario Vito Plastino - Si tratta di uno sportello virtuale, sempre aperto, 24 ore su 24, direttamente dalla propria abitazione, utilizzando il computer di casa. E’ questa la prima mossa, messa in atto dall’Azienda, per facilitare l’accesso ai servizi da parte dei cittadini, ma numerose altre iniziative sono già in cantiere e al più presto verranno avviate per migliorare l’efficienza e la funzionalità dei servizi, considerando sempre che per la sanità ci deve essere un solo punto di partenza e di arrivo: il cittadino!”. ◆

VALUTAZIONI GRATUITE

Casa semindipendente in Borgata

In zona residenziale. Ingresso, soggiorno con angolo cottura, due camere, bagno e ripostiglio. Cantina. Euro 125.000,00

Casa d’epoca Nel centro storico. 80 mq. su due livelli con cortile e terrazzo privati. Euro 245.000,00

Casa semindipendente Ingresso living su sala, cucina a vista, due camere e bagno. Ristrutturato a nuovo. Euro 165.000,00

4 LOCALI - 85 mq ca. In centro paese, appartamento ristrutturato di recente. Ingresso, tinello, cucinino, 3 camere e bagno. Euro 158.000,00

3 LOCALI - 80 mq ca. Centro storico, ingresso, ampia sala, cucina, camera e bagno. Termoautonomo. Ristrutturato. Euro 135.000,00

3 LOCALI - 80 mq ca.

180 mq. di abitazione su due livelli, cortile privato di 400 mq. e magazzino privato di 70 mq. Euro 280.000,00

Casa semindipendente 130 mq. su due livelli. Possibilità di creare due unità abitative con ingressi indipendenti. Euro 160.000,00

2 LOCALI - 50 mq ca.

Rustico in Borgata

Ingresso su tinello, angolo cottura, camera, bagno e ripostiglio. Euro 87.000,00

500 mq. di abitazione su due livelli: 300 mq. ristrutturati e 200 mq. da ristrutturare. 300 mq. di tettoie, 600 mq. di cortile e 240 mq. di orto. Possibilità di ampia bi-trifamiliare.Euro 550.000,00

2 LOCALI - 65 mq ca. In centro paese. Ristrutturato di recente. Euro 133.000,00

Ingresso, tinello, cucinino, due camere da letto, bagno e ripostiglio. Euro 129.000,00

3 LOCALI - 70 mq ca.

4 LOCALI - 110 mq ca.

Ingresso, sala, cucinino, due camere e bagno. Doppia area. Euro 125.000,00

Ingresso living su sala, cucina abitabile, due camere, bagno e ripostiglio. Cantina e box auto. Euro 210.000,00

3 LOCALI - 80 mq ca. In centro paese. Ingresso, tinello, cucinino, due camere, bagno e ripostiglio. Cantina. Doppia area. Panoramico. Euro 105.000,00

4 LOCALI - 140 mq ca. Nel centro storico. Disposto su due livelli. Euro 120.000,00

5

Casa semindipendente

In centro paese, casa di 100 mq., disposta su due livelli, ingresso living su sala, cucinino, tre camere e bagno. Cantina con le volte. Cortile e tettoia privati di 100 mq. Euro 175.000,00

Due appartamenti di 70 mq. cadauno con ingressi separati. 100 mq. di cortile. Euro 200.000,00

Villa singola in Borgata In borgata servita, 120 mq. su un unico livello: ingresso, sala, cucina, due camere, bagno e ripostiglio. Taverna, tre box e 600 mq. di giardino. Euro 430.000,00

Villa semindipendente

In centro paese, 230 mq, sala, cucina, tre camere, mansarda, 5 bagni, taverna, cantina, box auto e giardino privato. Euro 415.000,00

AFFILIATO: STUDIO CARIGNANO sas • Via Silvio Pellico, 31 • CARIGNANO

TEL. 011.9699659 - E-mail: to2c2@tecnorete.it

Ogni agenzia ha un proprio titolare ed è autonoma

Altri

24 Marzo 2011


Marzo 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

DOMANDE e RISPOSTE dalla PROTEZIONE CIVILE COMUNALE E’ tempo di bilanci negli uffici comunali ed anche il Gruppo di Volontari di Protezione Civile tira le somme di questo anno che li ha visti impegnati, in primo luogo, nel corso di aggiornamento e formazione della scorsa primavera e nell’esercitazione di settembre congiuntamente con Vigili del Fuoco e Croce Rossa per un totale di 664 ore. Altro punto cardine: le riunioni di coordinamento di tutte le attività hanno richiesto loro 418 ore mentre la loro presenza durante le principali manifestazioni è stata per 289 ore. A queste si aggiungono 90 ore per i monitoraggi primaverili ed autunnali delle aste fluviali e dei rii minori presenti sul territorio. Le attività di emergenza in cui i volontari hanno dato il loro supporto sono state per un totale di 112 ore. Per quanto riguarda invece la didattica, la divulgazione con le scuole e la loro preparazione, hanno richiesto 194 ore ai volontari che si sono anche improvvisati insegnanti di orienteering con le classi quarte elementari. Infine non sono mancate le attività ordinarie per 223 ore per manutenzione di mezzi e attrezzature e per le operazioni di segreteria. Concludendo il totale dell’impegno è stato quindi di 2000 ore per un gruppo che, al momento, consta in 18 volontari.

Un ciclo di incontri sulla cultura piemontese per festeggiare i 150 anni dell’Unità d’Italia Carignano. In occasione dei festeggiamenti per i 150 anni dell’Unità d’Italia, l’Assessorato alla Cultura della Città di Carignano organizza un ciclo di quattro appuntamenti, dal titolo “El piemonteis come desmora. Parlooma piemonteis !”, per parlare della lingua, della storia e della cultura piemontese. Gli incontri si svolgeranno nelle sale della Biblioteca Civica, via Frichieri 13, sempre al pomeriggio, alle ore 15. Per le iscrizioni, rivolgersi presso la Biblioteca Civica. Si è iniziato lunedì 14 marzo, con la presentazione degli incontri e con il primo degli interventi in programma, curato da Adriano Peiretti, sull’alfabeto piemontese; lunedì 28 marzo sarà la volta della visita al Museo Civico, sotto la guida di Stefano Annone, dove verrà posta particolare attenzione al settore relativo al Risorgimento e alla satira di quel periodo; seguiranno, lunedì 11 aprile, le relazioni di Adriano Peiretti e di Giuseppe Rubinetto sulla lingua e sulla letteratura piemontese, mentre il maestro Galvani, della Corale Carignanese, terrà una lezione sull’evoluzione musicale e sul canto corale, sempre piemontese; l’ultimo incontro, lunedì 18 aprile, verterà ancora sulla lingua e sulla letteratura piemontese, sempre a cura di Adriano Peiretti e Giuseppe Rubinetto. ◆

Assegni di studio per l’anno 2009/2010 Graduatorie consultabili sul sito della Regione Carignano. L’Ufficio Istruzione del Comune di Carignano comunica che, completata delle domande relative agli assegni di studio per iscrizione e frequenza e per libri di testo, attività integrative previste dai piani dell’offerta formativa e trasporti per l’anno scolastico 2009/2010 da parte dei Comuni sedi di istituzioni scolastiche autonome, la Regione Piemonte ha approvato, come stabilito dai bandi regionali, le graduatorie delle domande ammesse e finanziate, nonché di quelle non ammesse. Al fine di informare le famiglie degli studenti, le sopraddette

graduatorie sono consultabili sul sito della Regione Piemonte all’indirizzo www.regione.piemonte.it/istruz/dirst u/sostenibile.htm. Inoltre, si possono chiedere informazioni sia al Numero Verde Unico della Regione Piemonte, 800333444, sia contattando gli Uffici per le Relazioni con il Pubblico della Regione Piemonte oppure i Comuni sedi di Istituzioni scolastiche autonome, sia inviando una e-mail alla casella postale 800333444@regione.piemonte.it oppure istruzione@regione.piemonte.it. ◆

Conferenza sull’ipnosi in Municipio “Al servizio della scienza medica”, il 15 aprile Carignano. L’Assessorato alla Cultura di Carignano, in collaborazione con l’Associazione culturale Il Circolo, organizza, venerdì 15 aprile, alle ore 21, nella Sala del Consiglio comunale del Municipio (primo piano, via Frichieri 13) una conferenza dal tema “Ipnosi, una straordinaria opportunità al servizio della scienza medica”, con filmati e dimostrazioni dal vivo. Relatore sarà il dottor Angelo Gonella, chirurgo, psicoterapeuta, ipnologo, didatta del Centro Italiano Ipnosi Clinica Sperimentale. ◆

Informazioni e consigli dalla Polizia Municipale Via Frichieri 13, tel. 011.9698431, pm@comune.carignano.to.it A cura del comandante Doriano Reburdo

• Regole anche per i pedoni Sono tanti gli argomenti finora trattati su questo giornale. E’ un grande piacere incontrare Carignanesi e non che si congratulano perché da questi semplici interventi hanno avuto la possibilità di apprendere nozioni ormai dimenticate dal tempo della scuola guida, hanno conosciuto nuovi segnali e, in particolare hanno gradito i consigli; tali scritti non incontrano forse il successo degli articoli di cronaca, tuttavia offrono spunti di informazione, documentazione e riflessione. Parliamo spesso dei comportamenti degli automobilisti, dei motociclisti, dei ciclisti, poco o quasi mai parliamo di noi stessi cioè dei pedoni, tanto meno delle norme di comportamento previste dall’art. 190 C.d.s. I pedoni sono coloro che vanno a piedi. Sembra assurdo che anche i pedoni siano obbligati ad osservare le regole della circolazione stradale. In fondo che pericolo possono correre? Attenzione: ilpedone è l’utente più vulnerabile della strada. Tra questi i più sfavoriti sono i bambini e gli anziani. Le regole per i pedoni sono abbastanza semplici, proprio per questo motivo, le sottovalutiamo o addirittura non le rispettiamo creando così confusione nel traffico, mettendo in pericolo la nostra incolumità con il rischio di provocare incidenti. - I pedoni devono circolare sui marciapiedi, sulle banchine, sui viali o sugli altri spazi per essi predisposti; qualora questi manchino, siano ingombri, interrotti o insufficienti devono circolare sul margine della carreggiata opposto al senso di marcia dei veicoli. Fuori dei centri abitati i pedoni hanno l’obbligo di circolare in senso opposto a quello di marcia dei veicoli sulla carreggiata a due sensi di marcia e sul margine destro rispetto alla direzione di marcia dei veicoli quando si tratti di carreggiata a senso unico di circolazione. - Da mezz’ora dopo il tramonto del sole a mezz’ora prima del suo sorgere, ai pedoni che circolano

sulle carreggiate di strade esterne ai centri abitati senza illuminazione pubblica è fatto obbligo di marciare su unica fila. - I pedoni per attraversare la carreggiata devono fare uso degli attraversamenti pedonali. Quando questi non esistono o distano più di centro metri dal punto di attraversamento possono attraversare la carreggiate sempre perpendicolarmente usando la massima attenzione per se e per gli altri. E’ vietato sostare sulla carreggiata, salvo necessità, è vietato sostare in gruppi sui marciapiedi (in questo modo si ostacola il transito alle altre persone e si obbligano queste ultime a scendere e camminare sulla carreggiata) in caso di incidenti stradali coloro che sostavano in gruppo potrebbero essere chiamati a rispondere di quanto accaduto. E’ vietato attraversare diagonalmente le intersezioni. I pedoni che attraversano la carreggiata dove risulta sprovvista di attraversamento devono concedere la precedenza ai veicoli. Desidero sottolineare con la necessaria importanza che è vietato attraversare la strada passando anteriormente agli autobus, filoveicoli, tram in sosta alle fermate; non è concessa la circolazione sulla strada a tavole, pattini o altri acceleratori di andatura; non si possono effettuare sulle carreggiate giochi, allenamenti e manifestazioni sportive non autorizzate; è altresì vietato usare tavole, pattini o altri acceleratori di andatura sugli spazi riservati ai pedoni. Le norme sono tutte qui. Esaminiamo a fondo le varie situazioni, proviamo ad interrogarci, chissà quali saranno o potranno essere le risposte?Riusciremo a vedere l’orizzonte quando, tutti insieme, collaboreremo per mettere in pratica personalmente le regole. • Festeggiato san Sebastiano Domenica 6 febbraio scorso abbiamo solennizzato il nostro Patrono, san Sebastiano, con una semplice cerimonia predisposta dal Comando. Alle ore 10.30 Santa Messa nella chiesa parroc-

chiale, a cui è seguito presso il salone consiliare un breve trattenimento. Come Comandante ho rivolto un saluto agli intervenuti, presentato in breve l’operato svolto dalla Polizia Municipale nell’anno 2010 riportando i dati più significativi, evidenziando che, pur mancando sempre una unità ed aumentando notevolmente la popolazione, si è comunque riusciti a rispondere alle richieste dell’Amministrazione, cercando di essere presenti giornalmente sul territorio senza tralasciare nessuno dei compiti previsti dalla legge e dai doveri d’ufficio. E’ seguito il saluto dell’Amministrazione comunale che ha ringraziato la Polizia Municipale per l’operato svolto, sostenendo che finora è stata perseguita la linea prefissata dall’Amministrazione all’inizio del mandato. Erano presenti alla cerimonia Assessori, Consiglieri Comunali, il Comandante della locale Stazione Carabinieri, maresciallo Chiaffredo Barra, rappresentanti della Protezione Civile, Croce Rossa Italiana, Carabinieri in Congedo, gli ex. colleghi comandante Pagin , ispettore Nozenzo, a genti Michele Casale, Osvaldo Casale, Barbara Malanot e altri amici e simpatizzanti. Dopo il rinfresco una ventina di persone si è poi recata al ristorante Il Canonico per trascorrere alcune ore in compagnia. Tale ricorrenza, istituita dalla Legge Regionale, è per noi molto significativa. Anche la Polizia Municipale, come tutte le altre Polizie ed i Corpi Armati dello Stato, ha un Santo Protettore ricordato e solennizzato dagli Ufficiali ed Agenti che insieme formano il Corpo della Polizia Municipale che condivide momenti di gioia, di tristezza, di impegno collettivo, di lavoro non sempre facile, tuttavia svolto da Ufficiali, Agenti, Messo Comunale, Impiegata Amministrativa, Protezione Civile e Ausiliari di Vigilanza con dedizione e spirito di abnegazione. Sul prossimo numero spiegherò perché il Santo Protettore della Polizia Municipale è san Sebastiano.

Marzo 2011 23

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Cronache dallo sport LOTTA PESI

PODISMO E ATLETICA

Premiato il settore della Polisportiva per i vent’anni di attività

Carigano Run: Passione e divertimento danno buoni frutti

Carignano. Pomeriggio di festa nel Salone Comunale dedicato alla Polisportiva Carignano, settore Lotta Pesi: sabato 19 febbraio sono stati premiati i tecnici del settore che più vittorie ha ottenuto all’interno della società. Come ricordato dal presidente della Polisportiva Guido Pochettino “la Lotta si presenta come il fiore all’occhiello della Carignano sportiva, conducendo costantemente i suoi atleti a risultati importanti a livello nazionale e internazionale”. Chiamato a ritirare la targa commemorativa il padre del settore carignanese, Candido Benso, applaudito da una numerosa platea. Lo stesso Benso ha ricordato il lavoro svolto insieme a lui da Vittorio Benso e da importanti collaboratori come Gigi Vaudagna e Maurizio Curletto. Come confermato dai presenti a parole e tramite il clima di aggregazione instauratosi anche durante la premiazione, la palestra di Lotta e Pesi con l’impegno costante, la sagacia, l’intensità nel lavoro e la capacità di sacrificio ha formato in questo ventennio non solo ottimi atleti ma grandi uomini e ragazzi, capaci poi di interfacciarsi con volontariato, amministrazione pubblica ed enti. Un ottimo lavoro che prosegue nella nuova palestra di via San Remigio, con l’impegno dei tecnici e la voglia di piccoli e grandi atleti. ◆ D.B.

Carignano. . Secondo anno per la Carignano Run, che quest’anno ha visto crescere sensibilmente il numero degli iscritti. Per la società l’anno è cominciato bene da subito, nonostante le giornate fredde tentassero a ozi e a giornate lontano dagli allenamenti, ma per molti di loro non è stato così infatti le gare di cross a inizio stagione hanno visto impegnati alcuni tra gli atleti di punta della società. Si è cominciato con le competizioni più note dello scenario torinese: Scarmagno il 9 gennaio, la Pellerina il 16/ gennaio e Trofarello il 30 gennaio. A Trofarello quattro erano gli atleti

ATLETICA P.E.C. Prime gare di stagione indoor per gli Esordienti Carignano. Non possiamo iniziare questo nostro consueto resoconto senza citare come prima cosa i Campionati italiani giovanili del 13 febbraio scorso, svoltisi ad Ancona, dove Mattia Mirenzi si è classificato al sesto posto con un lancio di 14,90 m, confermando le sue ottime capacità. I risultati di Mattia sono il frutto di un percorso iniziato ormai da diversi anni, percorso che stanno ora iniziando gli Esordienti, che si sono cimentati nelle prime gare di stagione indoor. Infatti gli Esordienti e i Ragazzi, il 19 febbraio, hanno partecipato al meeting di Bra, presso il locale palasport, gareggiando nelle prove di velocità piana e con ostacoli (con batterie e finali). La PEC si è presentata in pista con ben quindici atleti Esordienti (nella foto), seguiti da un nutrito gruppo di entusiasti genitori. Quasi tutti gli atleti hanno realizzato il proprio primato personale e alcuni sono arrivati addirittura in finale, peccato per altri (pochi), che forse per l’emozione, sono stati traditi da cadute negli ostacoli. Terminano così le gare al coperto per questa categoria, per loro i prossimi appuntamenti saranno all’aperto, a partire da sabato 9 aprile con il Grand Prix di Pinerolo. Nella categoria Ragazze buona prestazione per Nadia Tomasetig, con il primato personale nei 60 m e semifi- Tosco e Macrì bronzo agli Assoluti di greco romana nalista nei 60 h, specialità a lei più Catania ha ospitato, il 19 febbraio scorso, il 108° Campionato Italiano Assocongeniale. luto di Lotta Greco Romana. La domenica seguente Ragazzi e Ca- Ben duecento lottatori, i più bravi della penisola, hanno incrociato le braccia detti sono stati impegnati ad Aosta nell’ottimo impianto di Acicastello, comune sul mare alle porte di Catania, nei Campionati piemontesi di cate- alla ricerca dell’alloro più prestigioso. goria, prova molto impegnativa, Naturalmente Carignano era presente, anche se con una formazione rimadove comunque i nostri atleti si sono neggiata per via dell’assenza degli infortunati Matteo Signore e Paolo Benso, difesi con dignità. vice campione uscente dei 74kg. Dodicesimo posto per Enrico Ore- In ogni caso i quattro atleti iscritti non hanno deluso e il tentativo di ripetere glia nei 60 h Ragazzi con 12:49, undi- la grande prestazione dello scorso anno, con due argenti storici, è riuscito in cesimo ( ma nella categoria Cadetti) parte con la conquista di due belle medaglie di bronzo. per Matteo Pejretti con 11:71, Flavio Tosco ha avuto la bella soddisfazione di riportare a Camentre la compagna di squadra rignano il bronzo negli 84 kg, già suo nel 2008, sfiorando l’acGaia Bechis completava la gara in cesso alla finale, e vincendo poi per schienata il match per 12:26. l’assegnazione del 3° posto. Posizioni di metà classifica nei 60 L’altra medaglia di bronzo è venuta dalla giovane promessa piani per Edoardo Mazzola, con 8:39 Fabio Macri’ che a 17 anni ed al suo primo assoFlavio Tosco e Fabio Mengozzi con 8:65, che realizluto è riuscito a salire sul podio nella difficile cazano così il loro primato personale. tegoria dei 74 kg, compensando al meglio l’assenza di Paolo. Sempre nella medesima distanza, Il bel risultato è valso la convocazione di Fabio al collegiale della ma categoria femminile, Elena Ore- nazionale juniores che si terrà in Bulgaria a metà marzo. glia tagliava il traguardo in 8:89 e Mirko Della Monica, l’altra medaglia d’argento del 2010 nei 60 Beatrice Campigotto con 9:07. kg, ha affrontato la gara con la solita determinazione, ma non è Debutto nelle gare per Viviana Mi- riuscito ad andare oltre al 7° posto, perdendo l’accesso alla seFabio Macrì renzi (sorella di Mattia) che, se- mifinale dopo un incontro tiratissimo contro l’atleta di casa. guendo le orme del fratello, ha Anche il torinese Pietro Cutropia ha condotto una bella gara nei 74 kg riuchiuso la gara di lancio del peso otte- scendo a vincere alcuni incontri, per classificarsi ad un onorevole 9° posto. nendo il sesto posto con la distanza Bilancio positivo quindi anche in questa occasione perché, infortuni a parte, 8,39 m. sempre in agguato nello sport, i lottatori carignanesi hanno combattuto con Anche per questi ultimi la stagione bravura ed orgoglio, riuscendo ad essere sempre protagonisti di incontri inindoor volge al termine, inizierà in- teressanti e ad incrementare il medagliere nazionale della Poli con due belle fatti ad aprile la stagione all’aperto.◆ medaglie di bronzo. ◆ M.P.

LOTTA GRECO ROMANA

Z xÄ t à x Ü | t

ctáà|UvRvxAÜZ|tIONE 7 aprile o

G re 1 6 INAU Assaggi gratuiti gelato e pasticcini P.zza Carlo Alberto, 29 - CARIGNANO

di GENERO DAVIDE

del Carignano presenti: Francesco Pinna, Michele Avaro, Andrea Castelluccio e Vincenzo Nese (presidente della società) che, dato il manto nevoso abbondante caduto sul tracciato poche ora prima e anche durante la gara, si sono armati di tutto punto e si sono avventurati in un bel cross, in cui erano presenti anche degli ostacoli da superare. Buona prova per tutti considerando le condizioni meteorologiche. Il 20 febbraio ha visto la Società gareggiare in tre luoghi diversi: il primo gruppetto ha optato per il cross del Laghetto, poco noto ai podisti del torinese poiché si svolge nell'Alessandrino, a Castellazzo Bormida. Con uno spirito goliardico i quattro atleti presenti anche a Trofarello hanno affrontato i 6 Km abbondanti del tracciato, sotto un cielo cupo e piovoso, cosa che ha reso il percorso di gara più fangoso e quindi più faticoso e meno veloce. Ottima prova per Francesco Pinna che, pur non piazzandosi di categoria, ha condotto una buona gara, migliorando i suoi tempi dopo un lungo forzato stop. Lode particolare a Castelluccio che migliora di ben 4’ il suo primato di gara, prendendo molte posizioni in classifica. Scelta diversa per Domenico Galfione, esperto forse come nessun altro del team in lunghe distanze, che ha optato per il trail a Carpignano Sesia: ottimo esordio per il nuovo iscritto cat. M 55 che si è classificato 61° assoluto con il tempo di 1h 31’,sicuramente non male per una gara non facilissima. Ed infine il terzo gruppo composto da Pierluigi Tosello, Gianfranco Lerda, MimmaVinci, Mario Romero e Pier Carlo Petitti, che ha voluto “correre”al mare per godersi un’assolata giornata di fine inverno nella stupenda mezza delle due perle di Portofino. Bravi tutti ma una lode particolare va a Mimma Vinci perché nella sua categoria ha migliorato il suo tempo in una maratonina non certo facile anche se stupenda:1’45’’, con un ritmo sotto i 5’/Km. Ma altre soddisfazioni arrivano il 27 febbraio: al parco Ruffini di Torino si consuma la terza manifestazione di “Recordando”, gara che si svolge lungo un tracciato di 2 km e 10 metri da ripetersi cinque volte per un totale di poco più di 10 Km. Il percorso di gara aveva ospitato un trionfante Caporaso vincitore del primato delle 51 maratone.

Tendaggi e Tessuti d’arredo Confezione e posa in opera Tende da sole Tappeti e moquettes Rifacimento divani Biancheria per la casa

Via Silvio Pellico, 28/A - 10041 CARIGNANO (TO) - Tel. e Fax 011/9697738 - 335.5416408

Esclusivista

6

Otto gli atleti della Carignano Run presenti alla manifestazione e i risultati sono stati positivi per tutti, chi più chi meno: Dellavalle prestazione meravigliosa, 5° assoluto, con il

tempo di 36’ e mancato solo per un soffio il 1° posto nella sua categoria; il vicepresidente Ceravolo ottiene un 10° posto di categoria, Nese 5° nei m55; Domenico Galfione m55 3° di categoria; DiCerba che alla sua prima gara ottiene un buon piazzamento. Meno gloria per i restanti atleti Stefania Piras, Patrizia Rotella, che comunque vanno premiate per la loro tenacia e nonostante il loro scarso allenamento hanno condotto una buona gara, e Gianluca Allioli, giornata storta per lui ma si rifarà sicuramente presto, atleta tenace e grintoso darà sicuramente grandi soddisfazioni. La stagione 2011 è ancora agli inizi, tante saranno ancora le gare che affronteranno gli atleti, talvolta magari divisi in località diverse perché ognuno di loro è più amante di certi terreni o distanze. Passione e divertimento danno buoni frutti: “E’ una grande soddisfazione vedere sempre più crescere una società, ancora giovane, che, partita da pochi elementi, ora vanta più di trenta iscritti, uniti da una sana voglia di fare sport, che non si limita solo a cercare le prestazioni ma viene intesa anche come benessere, lo star bene con se stessi e con gli altri correndo in compagnia uniti dalla stessa passione. Questi sono i punti vincenti di una società nata da circa un anno, che fino ad ora ci ha regalato grandi soddisfazioni” commenta compiaciuto il presidente Vincenzo Nese, Un ringraziamento particolare a Michele Avaro che ha lavorato e continua a lavorare molto per il team e a tutti coloro che vi hanno collaborato in qualunque modo. ◆ F. P.

MISSONI


22 Marzo 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Strade più sicure per pedoni e studenti

Ecco, lo sapevo... dopo alcuni risultati un po’ altalenanti la nostra addetto stampa del calcio A5 femminile ha deciso di prendersi una vacanza e a me, mascotte della squadra, chi ci pensa?! NOME: Patty “la mascotte” COGNOME: Pianotti PIEDE PREFERITO: Quello che segna più goal ANIMALE PREFERITO: La tartaruga marina “ [...] le piccole tartarughe marine escono dal nido e si dirigono per istinto verso il mare, nonostante incontrino non poche difficoltà, le più fortunate riescono a raggiungere il mare aperto … iniziano così un lungo ed avventuroso viaggio che le accompagnerà fino alla fase adulta ed un giorno le vedrà tornare nella spiaggia natia [...]”. Ciao a tutti, io sono la tartaruga numero 10, sono nata e cresciuta (anche se dalla mia attuale altezza non si direbbe) a Carignano. All’età di 5 anni ho incontrato una persona dal cuore grande, un uomo che dedicava tutto il suo tempo ai bimbi che, come me, erano attratti da quella grande e pesante sfera che gli adulti chiamavano “pallone” Ricordo la mano di quel caro signore, da tutti conosciuto come Rovera, che mi accompagnava “alla spiaggia”: non c’era sabbia, ma c’era un mantello verde con due grandissime porte con reti, tanti palloni e un gruppo di maschietti della mia età che facevano la gara dei rigori (ma cos’erano poi questi rigori !?!). Nascosta dietro alle spalle di

Franco, ho fatto il mio primo ingresso in un vero campo da calcio: era enorme! Nel giro di pochissimo tempo diventai la “mascotte” dell’UP Carignano Villastellone (in quanto femminuccia) e sgomitando qua e là mi conquistai il mio ruolo sulla fascia destra. Purtroppo al compimento del mio dodicesimo anno di età mi fu detto che “qualcuno” (all’epoca mi sarebbe proprio piaciuto conoscere questo “Signor qualcuno” per dirgliene quattro) proibiva le squadre miste. Era giunto il momento di abbandonare la “mia spiaggia” per dirigermi verso “il mare”... Fui subito contattata dal Torino Calcio e, senza neanche rendermene conto, all’età di 14 anni, mi ritrovai ad esordire in serie A con la maglia granata del Toro Femminile... ogni domenica la indossavo in uno stadio diverso, scendevo in campo e facevo il possibile per competere contro le mie avversarie. Ero pur sempre una piccola tartaruga che doveva difendersi dagli attacchi di quegli squali adulti! Inaspettata arriva anche la chiamata per la Nazionale femminile under 20; ecco superato il fratellino che aveva militato solo in Under 14 ed Under 16. Ho trascorso circa dieci anni con la maglia granata, dieci anni ricchi di emozioni impossibili da spiegare con le parole! Devo ammettere che io sono stata una tartaruga fortunata perché non ho dovuto affrontare il mare da sola, ma dietro alle mie spalle c’era sempre il mio papà che, nonostante i suoi mille impegni lavorativi, non mi ha mai lasciata sola, lui e il suo fischio inconfondibile

KARATE erano sempre presenti sulle tribune; un suo modo per richiamarmi quando mi vedeva in difficoltà e con due semplici gesti mi dava le direttive per rimettermi in partita; ecco perché un grosso grazie, oltre che sentito, è dovuto. Poi arrivò il giorno che un dolorosissimo “crak” al ginocchio mi allontanò dai campi da calcio … Era giunto il momento di tornare alla mia “spiaggia natia”... Con lo zaino e con qualche anno in più sulle spalle ho nuotato fino a raggiungere la mia isola: Carignano! Pensavo di trovare la spiaggia deserta e invece… al mio arrivo ho incontrato un gruppo di piccole tartarughe che, dopo aver affrontato esperienze diverse, si sono ritrovate per formare una piccola squadra che oggi porta il nome di Polisportiva Carignano calcio A5. Ho avuto la fortuna di giocare per un’intera stagione con questo gruppo, dove non conta il passato, non conta l’età, non esistono squali, ma esistono solo dodici ragazze con la passione per il calcio! Il rispetto, la stima e l’amicizia che lega queste giovani sportive rendono unica la squadra della Polisportiva Carignano. Tutto questo inserito in un ambiente sano, dove è possibile trovare un sorriso dopo un’intera giornata lavorativa!!! Questo è il risultato migliore che si possa ottenere: in campo si vince e si perde, ma fuori del match noi vinciamo sempre! Il calcio è nato come sport maschile e purtroppo sono molti i pregiudizi che legano la figura femminile a questo mondo: è un vero, peccato perché ci sono tante tartarughine in giro che potrebbero vivere un’esperienza indimenticabile come la mia... ❚ Patrizia Pianotti

Ai Regionali Do-shin Carignano conquista trenta medaglie

Carignano. Soddisfacente risultato del Do-shin Carignano nei Campionati Regionali di Karate Fesik che, con 30 medaglie, ha ripetuto il numero di piazzamenti conquistati l'anno scorso. Domenica 6 febbraio scorso si sono svolti presso il Palazzetto dello Sport Le Cupole di Torino i campionati regionali ragazzi/cadetti/juniores/seniores/veterani che hanno visto la partecipazione di circa seicento atleti di ventitré società sportive provenienti dal Piemonte e dalla Valle d'Aosta. Una 12 ore non stop che ha visto l'apertura con la dimostrazione di kata (forma) e kumite (combattimento) di atleti di livello internazionale ed a seguire le gare. Grazie a tutti gli atleti partecipanti, la Doshin si è classificata al 4° posto assoluto, con 11 ori, 10 argenti e 9 bronzi, confermando la preparazione eccellente sia dei tecnici che degli atleti. Sono Campioni Regionali: Silvia D'Andrea kata cinture bianche, Anna Maria Turcu kata e kumite cinture arancio, Daniel Hopulele kata cinture blu, Simona Maina kata cinture gialle cadetti, Giacomo Ferraro kata e kumite cinture blu cadetti, Davide Porcu kumite cinture marroni juniores, Paolo Virgilio kata e kumite cinture blu senior e la squadra di kata cinture marroni cadetti composta da Andreea Turcu, Carlotta Porcu e Giulia Borean. Sono Vice Campioni Regionali: Greta Boscolo kata cinture arancio, Giulia Longo Vaschetto kumite cinture gialle, Daniel Hopulele cinture blu kumite a squadre, Carlotta Porcu kumite cinture marroni cadetti, Chiara Schirripa kata cinture gialle, Andreea Turcu kata e kumite cinture marroni cadetti, Angelina Gili in kata e kumite individuale cinture blu, confermandosi con un altro argento nella squadra di kumite composta con Ludovica Ferraro e Erica Foco. Al terzo posto: Irene Calautti kata cinture bianche, Chiara Schirripa cinture gialle kumite, Davide Cantalupo kumite cinture arancio, El Faziki Inass kata cinture arancio, Ludovica Ferraro kata e kumite cinture blu, Andrea Fulgido kumite cinture verdi e Calautti Matteo kata e kumite cinture verdi. Hanno fatto parte dello squadrone anche Riccardo Maina, Francesco Falciola, Virginia Gallo, Beatrice Lazarciuc, Martina e Letizia Peiretti, Costantino Mihalescu, Vasile Neamtu, Bilal Kamel e Federica D'Andrea. Soddisfattissimi dal Do-shin per i risultati ottenuti e per i piazzamenti dei ragazzi che, nonostante fosse la loro prima esperienza di gara, si sono comportati benissimo vincendo la timidezza e la paura di esibirsi davanti al pubblico numerosissimo. Il Maestro Valentina Cappè raggiante come sempre, nonostante i numerosi podi sfuggiti di pochi decimi di punto, non ha lesinato di complimenti gli atleti per l'esperienza vissuta ed i loro familiari per la pazienza e la dedizione che li accompagna in ogni manifestazione. ◆

Lavori in vista su corso Cesare Battisti e rotatorie in frazione La Gorra Carignano. Lavori in vista per corso Cesare Battisti. Nell’ambito del Terzo programma annuale di attuazione del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale, il PNSS, predisposto dal ministero dei Trasporti, la Regione Piemonte ha ricevuto un fondo di oltre tre milioni di euro per finanziare interventi finalizzati a migliorare la sicurezza sulle strade e, l’anno scorso, ha lanciato un bando per l’accesso ai cofinanziamenti in materia di promozione della sicurezza dei centri urbani. Il Comune di Carignano ha partecipato al bando, elaborando un progetto per la sistemazione di corso Cesare Battisti, con un’attenzione particolare agli incroci: dall’innesto con corso Torino e via San Remigio, dove è prevista la costruzione di una rotatoria per limitare la velocità d’ingresso sul viale, fino alla sede dell’Istituto Alberghiero, dove esiste già una piccola rotatoria. Verrà eliminato il semaforo all’incrocio con via Monte Nero e via Valdocco, sostituito da un’altra rotatoria mentre resterà in funzione quello con via Speranza. Si provvederà al ripristino del marciapiede e del sedime stradale, realizzando anche una pista ciclabile, rendendo in questo modo il corso più scorrevole e più sicuro. Si tratta di un intervento importante per tutta la zona, finanziato al 5060% dalla Regione, che punta soprattutto alla sicurezza per gli studenti, secondo la politica attuata dall'Amministrazione di sistemare le strade in prossimità dei plessi scolastici, a tutela dei ragazzi che frequentano le scuole. Va nella stessa direzione la risistemazione dell’area ex Bona2, dove si sta coprendo la bealera per realizzare una pista ciclabile e un percorso pedonale (mettendo così al riparo ciclisti e pedoni dal traffico vei-

colare), alcuni parcheggi e qualche macchia di verde, per raggiungere quello che sarà il futuro polo scolastico di Carignano. Una scuola c’è già, la Media di via Tappi; la prossima sarà una Materna, con dodici sezioni (spesa prevista, 4 milioni di euro), costruita secondo principi di bioarchitettura (i materiali utilizzati saranno tutti bio-compatibili) e con criteri di risparmio energetico. A queste due strutture

da evitare l’inserimento sulla strada al di fuori della rotatoria, con tutti i rischi che ciò comporta, specie quando nella zona grava la nebbia. In fatto di lavori pubblici, una precisazione dall'Amministrazione comunale sulle lungaggini burocratiche lamentate da alcuni cittadini: “L’incidente della tettoia di piazza Savoia è successo a fine 2009, e non tre anni fa, ed è passato quindi poco più di un anno. L'Ammi-

ne seguirà una terza, una scuola elementare, e poi ci saranno un centro commerciale, un parcheggio e abitazioni di edilizia residenziale. La risistemazione dell’area comporta una spesa complessiva di 330 mila euro. Ancora sul fronte della viabilità, altri lavori sono previsti nell’area della frazione La Gorra. Il progetto prevede la realizzazione di una rotatoria all’incrocio della provinciale 122 per Villastellone con il bivio per La Gorra, di una chicane al bivio per la Cascina Fausone e Tetti Paglieri e di una piccola rotatoria nel centro della frazione, dove una volta c’era il lavatoio, una zona pericolosa a causa della velocità delle auto che vi transitano.Sarà un intervento da 300mila euro, finanziato per intero dalle cave che operano sul Po, sulla base di una convenzione tra le parti. In programma anche l’innesto della strada della Pancalera nella rotatoria di San Grato, in modo

nistrazione comunale ha dovuto chiudere la zona per questioni di stabilità della struttura; successivamente ha chiesto all’assicurazione - e si sta per concludere l’iter - la liquidazione dei danni subiti; terzo punto, l’ala coinvolta ha bisogno di un intervento radicale e, visto che cade sotto il vincolo dalla Sovrintendenza, proprio insieme a quest’ultima è stato predisposto un progetto per un recupero totale della tettoia, che sicuramente è più oneroso di un costo di costruzione ex novo. Il progetto definitivo approvato dalla Sovrintendenza prevede una spesa di 280 mila euro, dei quali 80 mila elargiti dall’assicurazione, e verrà appaltato entro il 2011. Ci sembra strumentale la polemica sui tre anni, sulle lungaggini e quant’altro: bisogna valutare le cose nel loro insieme. I tempi del pubblico non sono certo quelli del privato, anche perché si deve operare con attenzione, trasparenza e correttezza”. ◆

7

Albo pretorio on line sul web Gli atti del Comune pubblicati sul sito internet Carignano. Dal 1° gennaio di quest’anno si possono consultare sul sito del Comune, www.comune.carignano.to.it , nella sezione Albo Pretorio, tutti gli atti comunali, dai bandi, alle delibere, alle determine, alle graduatorie, ai manifesti, alle ordinanze, ai decreti, alle pubblicazioni di matrimonio: prima venivano affissi nell’Albo Pretorio, ora trovano posto su uno spazio virtuale. Fino a febbraio si è ancora proceduto ad una pubblicazione parallela, cartacea e informatica; da marzo, gli atti vengono pubblicati solo sul sito on line. “La legge numero 69 del 2009 stabiliva, all’articolo 32 - spiega Maria Teresa Partiti, responsabile della Segreteria del Comune - che ‘a far data dal 1° gennaio 2010 - così diceva in prima battuta - gli obblighi di pubblicazione di atti e provvedimenti amministrativi aventi effetto di pubblicità legale si intendono assolti con la pubblicazione nei propri siti informatici da parte delle amministrazioni e degli enti pubblici obbligati’. Una norma slittata prima a luglio 2010 e poi in maniera definitiva al 1° gennaio di quest’anno, alla quale hanno dovuto adeguarsi tutti i Comuni. In pratica, tutti gli atti del Comune, possono essere consultati solo più nella sezione Albo Pretorio del sito informatico, e non, come prima, in forma cartacea. Questo vale anche per tutta la documentazione che gli altri enti ci chiedevano di pubblicare (dall’Ufficio delle imposte, alla Provincia): noi riceviamo il documento, lo trasformiamo in formato pdf, se non lo è già, e lo pubblichiamo. Non esiste più la vecchia lavagna sulla quale venivano affissi i documenti bensì uno spazio virtuale sul nostro sito internet.” La procedura di accesso è semplice: ci si collega con il sito www.comune.carignano.to.it , si individua la sezione Albo Pretorio, si clicca sulla tendina e appaiono tutti gli atti divisi per tipologia. Per il momento non esiste un archivio virtuale da consultare nel caso si volesse fare una ricerca, ma si pensa di crearlo in futuro. Esistono sempre i documenti originali: chi ha necessità di consultare un qualsiasi atto si può rivolgere alla Segreteria. Questo vale soprattutto per le persone che non utilizzano un computer o non possiedono un collegamento e che quindi potrebbero trovarsi in difficoltà nel reperire le informazioni desiderate. Ad ogni evenienza c’è la possibilità di utilizzare gli strumenti informatici della Biblioteca civica, che mette a disposizione dei cittadini un computer per la navigazione (per informazioni sugli orari di apertura, sui costi e le modalità di utilizzo, contattare direttamente la Biblioteca). ◆

INSERZIONI PUBBLICITARIE - ELEZIONI COMUNALI 2011 In vista del prossimo appuntamento elettorale per le Amministrative (Elezioni comunali di domenica 15 e lunedì 16 maggio) e nel rispetto delle leggi vigenti in materia di parità di accesso e di utilizzo degli spazi di propaganda a mezzo stampa, l’Editore informa che si rende disponibile ad accettare pubblicità elettorale a pagamento su questo giornale e di aver predisposto un codice di autoregolamentazione per la definizione degli spazi disponibili, le condizioni temporali e le tariffe. Per tutte le informazioni, le tariffe e le modalità rivolgersi esclusivamente a questo numero telefonico: 338.5478311.

SPAZIO A DISPOSIZIONE DELLE LISTE Il Giornale “Da Carignano - Ieri Oggi Domani” informa che riserverà ad ogni lista che si presenterà alle Elezioni comunali di Carignano il medesimo spazio ospitando sulle pagine del numero di aprile le informazioni fornite dagli interessati. Si chiede pertanto di inviare esclusivamente all'indirizzo dacarignano@hotmail.com i seguenti dati: simbolo e nome della lista (specificare se si tratta di lista civica o di compagine politica); lista completa dei candidati (con età e professione); una breve presentazione della lista e della sua composizione (max 3700 caratteri spazi compresi); curriculum del candidato sindaco (una breve presentazione di max 3700 caratteri spazi compresi) e foto; una illustrazione sintetica con i punti salienti del programma elettorale (max 5000 caratteri spazi compresi); Carignano oggi è... (completare con max 2000 caratteri); Carignano domani sarà... (completare con max 3000 caratteri). Tali comunicazioni dovranno pervenire esclusivamente al sopracitato indirizzo e-mail entro e non oltre l’8 aprile 2011 (l’avvenuta ricezione sarà confermata da una mail di risposta dal medesimo indirizzo). Non si terrà conto delle comunicazioni non confermate o avvenute oltre tale data e/o attraverso altri canali.

IMPRESE FUNEBRI RIUNITE DAL 1979 UNEBR ESE Fdal 1979 I RIUNIT R E MP VINOVO - PIOBESI

I

Cronache dallo sport CALCIO A 5 FEMMINILE

Marzo 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

CARIGNANO - LA LOGGIA CANDIOLO - OSASIO

Uno tra i più grandi gruppi di Imprese Funebri della Provincia Torinese

UFFICIO: SAN REMIGIO, Via Umberto I n. 39 - 011 9699487 - CARIGNANO

Dal 15 Marzo 2008 Funerali completi, scritta lapidi, arte funeraria, trasporti funebri in tutta Italia ed all’Estero

LA LOGGIA, Via Bistolfi n. 9 LA LOGGIA LA PIOBESE, Corso Italia n. 5 PIOBESI T.SE VINOVESE, Via Marconi n. 70/a VINOVO LA CANDIOLESE, Via Roma n. 5 CANDIOLO OSASIO - Abitazione, tel. 333/9858968 SERVIDIO ANTONIO PACOTTO LUCIANO

VIOTTO FLAVIO ROLFO PAOLO

333/3211052 338/5248598

333/9858968 338/7080636

SI RICORDA CHE DAL MESE DI OTTOBRE LA CREMAZIONE E’ SEMPRE COMPRESA NEI NOSTRI SERVIZI FUNEBRI


8

Marzo 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Azione Cattolica nel segno delle donne Alice Agrillo presidente a Carignano, succede a Roberto Falciola Carignano. L'Azione Cattolica di Carignano ha rinnovato la dirigenza per il triennio 2011-2014, eleggendo per la prima volta una presidente donna. Alice Agrillo, 34 anni, redattrice editoriale, con una lunga esperienza come educatrice e formatrice di formatori in parrocchia e in diocesi, succede a Roberto Falciola che ha concluso i suoi due mandati triennali (limite previsto dallo Statuto dell'Associazione). Affiancano Alice Agrillo nel nuovo Consiglio parrocchiale: Manuele Rossi e Francesca Costero responsabili per i Giovani, Silvano Carena e Claudia Sommacal Pereira responsabili per gli Adulti, Marco Bauducco e Martina Sproccati responsabili ACR. Alice Agrillo, in qualità di presidente dell'Azione Cattolica, è

anche entrata come membro di diritto nel nuovo Consiglio pastorale parrocchiale che ha tenuto il suo primo incontro il 7 febbraio scorso. L'Azione Cattolica di Carignano ha aperto l'anno associativo con un piccolo ma importante incremento numerico dei soci e ha ricevuto un riconoscimento significativo della sua attività alle elezioni del nuovo Consiglio diocesano di AC 2011-2014: durante l'Assemblea diocesana tenutasi a Torino domenica 27 febbraio sono stati eletti due carignanesi. Anche in questo caso sono state le donne a distinguersi: Marzia Paiola è stata eletta nella lista Adulti, Elena Rossi nella lista ACR, mentre Francesca Costero è risultata per pochissimo la prima

non eletta nella lista Giovani. Nella foto il Consiglio parrocchiale uscente. In piedi da sinistra: Silvia Bauducco (Adulti), Roberto Falciola (presidente), Francesca Costero (Giovani), Ezio Bottero (Adulti); accovacciati da sinistra: Marzia Sana Carena (ACR), Manuele Rossi (Giovani), Martina Sproccati (ACR). ◆

Millenovecento chilometri a piedi L’Anpi di Villastellone e “Passodopopasso”, un progetto per ricordare Carignano. Il 15 febbraio scorso un gruppo di volontari è partito da Borgo San Dalmazzo, poco distante da Cuneo, per raggiungere Auschwitz: un viaggio di 1900 chilometri, a piedi, attraverso l’Italia, l’Austria, la Repubblica Ceca e la Polonia, 76 giorni “per parlare di memoria e per fare memoria”. Un viaggio che ripercorre il cammino dei 26 ebrei catturati in provincia di Cuneo, prima rinchiusi nella caserma degli alpini di Borgo San Dalmazzo, luogo di raccolta e di smistamento dei prigionieri, e poi deportati nel campo di concentramento di Auschwitz il 15 febbraio 1944. Un viaggio senza ritorno. Il progetto, denominato “Passodopopasso”, è promosso dalla Residenza Multidisciplinare di CuneoCompagnia Il Melarancio ed è condiviso dai Ministeri della Gioventù e del Turismo. Sul sito, www.viaggioadauschwitz.eu , c’è un aggiornamento continuo del viaggio, con un racconto degli avvenimenti e degli incontri avvenuti durante il percorso: ad ogni tappa, infatti, c’è sempre qualcuno che accoglie il gruppo di volenterosi, offrendo appoggio e solidarietà, accompagnando poi i partecipanti, anche solo in maniera simbolica, fino ai confini del proprio territorio. L’Anpi di Villastellone, che conta numerosi iscritti in tutto il territorio, da Carignano, a Carmagnola, a Lombriasco, ha voluto salutare, in accordo con l’Amministrazione di Carignano, il passaggio del gruppo. In piazza Carlo

Alberto è stato allestito, qualche giorno dopo la partenza, un centro di accoglienza e si è svolta una breve cerimonia alla quale hanno presenziato, tra gli altri, il sindaco di Lombriasco, Renata Fasolo, il primo cittadino di Villastellone, Davide Nicco, il presidente dell’Anpi di Villastellone, Riccardo Assom, e una delegazione del Comune di Carignano, formata dagli assessori Tonino Papa e Giorgio Albertino e dal consigliere Mario Nelini. Presente anche la Polizia Urbana di Carignano, con il gonfalone della

Città, e tutti volontari dell’ANPI di Villastellone e comuni limitrofi. “Carignano è molto legata ai valori della Resistenza - ha dichiarato l'Amministrazione comunale di Carignano - anche per il pesante tributo, in termini di vite umane, che ha dovuto pagare: non dobbiamo dimenticare il martirio dei partigiani a Pilone Virle. Per questo abbiamo voluto che Carignano fosse tappa di questo viaggio della memoria. Per dare un segnale forte, soprattutto ai

giovani, a non dimenticare quanto è avvenuto in passato. La storia è fondamentale per non ripetere gli errori; nonostante ciò, assistiamo a cruenti genocidi ancora in atto in varie parti del mondo. Il nostro intervento è stato poco più di una goccia nel mare, ma non potevamo non testimoniare la nostra solidarietà. Saremmo lieti se, al ritorno dal viaggio, questo gruppo di persone, cosi ‘temerarie’ --1.900 chilometri a piedi, è un’impresa non da poco, anche a livello fisico - si trovasse qui a Carignano, sempre in accordo con l’Anpi di Villastellone, per raccontare questa lunga ed estenuante esperienza e trasmettere l’emozione di essere stati ad Auschwitz. Una serata alla quale invitare anche ex partigiani ed ex combattenti, ‘testimoni viventi’ di questa fase della nostra storia. Abbiamo le strutture idonee per accogliere degnamente un evento del genere, ad iniziare dal nostro nuovo Teatro comunale, accogliente e funzionale, in grado di accogliere 400 partecipanti, appena inaugurato. Nella foto: da sinistra, con la fascia tricolore,Renata Fasolo (sindaco di Lombriasco), l’assessore di Carignano Tonino Papa e Davide Nicco (sindaco di Villastellone). ◆

Rassegnati a essere derubati? A chi lavora nella pubblica amministrazione occorre di vedere “colleghi” finire sui giornali per tangenti; talvolta questi “colleghi” passano anche qualche giorno in galera,“patteggiano” ammettendo così le loro responsabilità, e… tornano a lavorare nello stesso ufficio o in quello accanto. Pur ammettendo che siamo una nazione cattolica e che tre Pater, Ave e Gloria assolvono anche dall’omicidio del papà promettendo che non si farà la stessa cosa con la mamma, mi pare difficile che le cose funzionando in questo modo possano darci qualche speranza per il futuro. Il procuratore generale della Corte dei Conti, Mario Ristuccia, nella sua relazione annuale il 22 febbraio, ha fornito anche alcuni dati. Nel corso del 2010 sono stati denunciati 237 casi di corruzione, un aumento del 30,22%, 137 episodi di concussione e i 1.090 di abuso d'ufficio. Inoltre il magistrato sottolineava come "Si nota una rimarchevole diminuzione delle denunce che potrebbe dare conto di una certa assuefazione al fenomeno verso una vera e propria 'cultura della corruzione'”. Cioè ci rubano ogni giorno più soldi e noi siamo sempre più rassegnati a farceli rubare, anzi abbiamo quasi una contraddittoria ammirazione per questi “furbi”. Eppure è anche loro responsabilità se poi ci lamentiamo perché mancano servizi essenziali, se dobbiamo pagare cifre astronomiche per la nostra raccolta rifiuti, per l'acqua, se ci aumentano i ticket sulla sanità, se mancano i soldi per la scuola, gli asili, le pensioni eccetera. Pensate, qual è la percentuale di debito pubblico, quello che, ci dicono, “peserà sui nostri figli”, che dipende da questa usanza nazionale? D'alto canto, come ci racconta un deputato del nostro parlamento, un suo collega può essere acquistato con 150.000 euro e la promessa di rielezione e, mentre i pastori sardi vengono presi a manganellate e Coldiretti e CIA, colpevoli di rappresentare solo gente che lavora invece di organizzare degli evasori fiscali, vedono bocciate tutte le loro richieste di sostegno in un momento di crisi. Agire nel proprio interesse a danno della collettività, dello Stato, costituisce in Italia un indubbio vantaggio, anche giustificato perché, ci ripetono, “Roma è ladrona”, perché “sono tutti uguali”. Per evitarci l’incazzatura di scoprire di essere quotidianamente presi in giro, il governo cancellerà ora quella brutta abitudine che hanno i nostri magistrati di violare con le intercettazioni telefoniche la privacy di trafficanti, mafiosi e tangentisti. Forse per dire che, non prendendo più nessuno con le mani nel sacco, finalmente avremmo debellato la corruzione. Ma non è vero che tutti sono uguali, chi ce lo dice probabilmente sta tra i complici. In questo paese c’è anche qualcuno che non gira con il cartellino del prezzo appeso al collo, ci sono sindaci come Angelo Vassallo che si fanno ammazzare per la comunità che amministrano, altri che sopravvivono all'isolamento civile nella Locride, c’è chi come Raphael Rossi, pubblico amministratore a Torino, denuncia chi cerca di coinvolgerlo nella corruzione, ci sono magistrati, quelli giornalmente insultati, che hanno messo per anni a repentaglio la vita contro le mafie, ci sono persino preti che, al contrario delle loro gerarchie, credono ancora nei dieci comandamenti, c'è, insomma, chi fa ogni giorno il proprio lavoro e cerca di farlo bene. Oggi potete entrare pubblicamente in questa probabile minoranza, che non dà nessun vantaggio e nessun privilegio, aderendo alla petizione che Libera , l’associazione voluta da don Ciotti contro le mafie, ed Avviso Pubblico, l’associazione degli Enti Locali e delle Regioni contro la criminalità, rivolgono al Presidente della Repubblica perché finalmente il governo ed il parlamento approvino quelle norme per il sequestro dei beni dei corrotti derivanti da trattati internazionali che l’Italia ha da tempo firmato, ma non ha mai applicato. Fatelo, non è molto, ma dissentire è l’unica cosa che come cittadini ci rimane dopo che ci hanno espropriato anche del diritto di voto Per aderire: http://www.libera.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/3915. ❚ Nanni Passerini

CENTRO REVISIONI M.B.E.

di FERRERO Emilio

Nel 2011 • tutte le auto immatricolate nel 2007 sono da revisionare: • tutte quelle revisionate nel 2009 Via Galimberti, 43 - 10040 PIOBESI T.SE - Tel. 011.9650256 - Fax. 011.9650126 centrorevisioni.mbe@gmail.com

REVISIONIAMO • AUTOVETTURE • AUTOCARRI SINO A 35 QL. • FURGONI CAMPER • TELONATI • FUORISTRADA • 4WD

Marzo 2011 21

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Omaggio ai nostri centenari e ultranovantenni M E S S A G G I Anna Peretto vedova Laurenti nasce a Carignano il 3 settembre 1917, in via Braida (attuale civico 14), dove tuttora risiede, da Giovanni e Maria Bertolotto. Orfana di entrambi i genitori, a soli cinque anni viene accolta presso il Regio Ospizio di Carità (oggi Istituto Faccio Frichieri) insieme alla sorella Margherita (1916-1995) e qui rimane fino alla maggiore età, 21 anni. Nell’Istituto conosce Luigi Laurenti (19181979) e le loro storie si intrecciano. Per Luigi è purtroppo valida l’espressione “egli nacque, sua madre morì”. Il padre lo affidò “a balia” alla famiglia Brusa e la signora Lucia, usufruendo di un piccolo contributo comunale, non si limitò ad allattarlo ma lo crebbe fino a sei anni, insieme ai figli Anna, Giovanni (Gioanin “macellaio”), Antonietta (sposata Gianinetto), Pina e Francesco che Luigi considerò ed amò sempre come fratelli. Raggiunta l’età scolare, Luigi entrò nel Regio Ospizio ed a quattordici anni iniziò a lavorare nell’officina di Battista Cantamutto per imparare il mestiere: come meccanico fece domanda e fu arruolato nell’aeronautica militare, a diciotto anni. Si ritrovò così in Libia negli anni 1938-1940 ed in Albania dal 1941 al 1942. Rientrato da queste guerre, nel corso delle quali aveva compiuto operazioni come ricognitore a bordo di un biplano, Luigi sposa Anna nella cappella del Regio Ospizio l’11 febbraio 1943, giorno dedicato alla Madonna di Lourdes: li unisce in matrimonio il rettore don Bocco. Circondati dagli educatori, dalle suore e dai commilitoni di Luigi, Carlo Pezzi (1918-2008) e Giovanni Sommacal (1920-2006, marito di Liliana Crelli, addetto ai servizi sanitari), festeggiano con un lauto pranzo, nonostante le restrizioni della guerra. Luigi si era sposato in divisa per poter usufruire di un

premio di ben 25 lire che non gli arrivò mai. Anna, lasciato l’Istituto, era tornata nella sua casa natale e fino al 1942 aveva lavorato nel reparto ritorcitura del lanificio Bona e poi come bobinatrice presso l’Elettrauto De Leon, con sede nel complesso del convento agostiniano (come riportato sul numero del mese di luglio 2008 di questo giornale). Qui rimane fino al 1945, anno di nascita della figlia Marcella, proprio quando Luigi, tornato a Torino, avverte lo sbandamento generale e si rifugia a Mezzenile (precisamente a Macerot) in val di Lanzo presso le zie materne di Anna. Successivamente, come per altri militari, avviene il suo

reintegro nell’aeronautica, con destinazione Cameri; nel 1948 nasce Giancarlo; nel 1955, come sottufficiale, Luigi viene trasferito a San Cesario di Lecce con riferimento all’aeroporto di Galatina. Questo è l’unico momento trascorso da Anna (familiarmente chiamata Neta) lontano da Carignano ma conserva di quegli anni bellissimi ricordi: si occupava della sua famiglia e si dedicava ai suoi lavori preferiti, il ricamo e l’uncinetto. Nel 1960, mentre stavano valutando la proposta di trasferimento in Sardegna, gradita, arriva la grande notizia: a Torino si apprestano a celebrare “Italia ‘61” ed a Luigi viene offerto di venire a Caselle. Impossibile non accettare. Anna riprende possesso della sua casa in via Braida, dove continua a vivere, serena, sola dal 1979, dopo la scomparsa del marito. Lamenta qualche acciacco ma è lucida e vispa, ricorda tutto della sua vita e la sua voce è chiara, squillante. Le sono vicini i figli, il genero Nino, la nuora Andreina, gli amati nipoti Valerio e Paola con Claudio che, dal 22 febbraio, l’hanno resa bisnonna della piccola Giulia. ❚ Marilena Cavallero

Dalle piste di atletica alla pista di ballo Michele e Grazia: campioni di danza sportiva Carignano. Vai col liscio! Dopo anni passati a correre sulle piste di atletica e per le strade di Carignano in qualità di postini, Michele Zaccagnino e sua moglie Grazia Randazzo hanno deciso di intraprendere una nuova disciplina e di dedicarsi alla danza sportiva. E così l'amore per la musica e per il ballo si sono uniti alla passione mai cessata per il duro allenamento. Iscritta da poco nel circuito federale di competizioni riservate al liscio tradizionale piemontese, la coppia di atleti carignanesi, che si allena e studia alla scuola di ballo “Ilario Parise Dance Studio” di Carmagnola, ha collezionato già numerosi risultati positivi: grande soddisfazione è data dalla vittoria di ben otto gare su dieci disputate e due secondi posti nella loro prima stagione agonistica. Michele e Grazia, inoltre, si sono guadagnati il primo posto nel circuito di Coppa Italia. ◆

in bacheca

Spazio ai lettori

Tantissimi auguri alla piccola-grande Eleonora che il 9 marzo ha festeggiato i suoi 18 anni! Zia Vilma, zio Gino e cugini

Auguri a Filippo che il 1° aprile spegne la seconda candelina. Auguri da papà, mamma e nonni.

Congratulazioni a Marco Tuninetti per la sua seconda laurea specialistica in finanza conseguita con merito presso l’Imperial College Business School London. Buona fortuna per la tua carriera lavorativa. Erika, mamma e papà

Remigio Beltrando * 1 ottobre 1932 † 5 febbraio 2011 Noi tutti non ci dimenticheremo mai di te... tu di lassù proteggici e guidaci come hai sempre fatto. Ciao. La tua famiglia

Un grazie sincero dai Vigili del Fuoco Qualche tempo fa, il Comitato Manifestazioni della Città di Carignano ci ha interpellati per conoscere se a breve termine avessimo dovuto affrontare qualche impegno economico importante. A quanto pare è proprio vero che nulla succede per caso e l’inserimento di nuovi ragazzi nel nostro organico diventa un argomento da porre alla loro attenzione. Perciò comunichiamo che questo indubbio piacevole momento lo dovremo anche affrontare dotando questi ragazzi di apparati di allertamento che ci dobbiamo acquistare autonomamente. L’imminente Carnevale diventa l’occasione giusta: il Comitato Manifestazioni decide di devolvere l’intero ricavato della lotteria al nostro Distaccamento (biglietti venduti 2000, incasso 2000 euro). Ora che il Carnevale si è concluso, e la lotteria pure, vogliamo approfittare di questo spazio per comunicarvi il successo di questa iniziativa e ringraziare tutte le persone che si sono adoperate perché ciò avvenisse. Ma il grazie più grande lo vogliamo dire a tutte le persone che, con la loro generosità, ci hanno dato fiducia acquistandoci qualche biglietto. Grazie, grazie di cuore! ❚ Vigili del Fuoco di Carignano

La Croce Rossa cerca nuovi volontari Appello dal Comitato a chi ha tempo libero da dedicare Carignano. La Croce Rossa Italiana - Comitato locale di Carignano cerca nuovi volontari. Al suo attivo ha, per quanto riguarda il 2010, 2200 servizi e 1100 interventi di urgenza effettuati: per non diminuire la propria presenza sul territorio la Cri ha però bisogno di nuove forse. Per questo chiede aiuto a pensionati, studenti, turnisti, casalinghe che possano mettere a disposizione un po' del loro tempo libero occupandolo in varie tipologie di attività nell'ambito della Croce Rossa. I corsi di formazione iniziano a febbraio. Per informazioni: tel. 011.9699736. ◆

ONORANZE FUNEBRI di Hendrik Strumia e Dario Groppo

L.go Otto Martiri, 3 - Carignano (To) - Via Umberto I, 19 - Polonghera (Cn) P.zza C. Battisti, 14 - Sommariva del Bosco (Cn)

CORTESIA e PROFESSIONALITA’ PER UNA CERIMONIA DI ESTREMO SALUTO

24 ore su 24 ≈ Tel. 011.9697219 - 0172.54246 www.iltramonto.com E-mail: info@iltramonto.com baravalle@iltramonto.com SOLUZIONI DI PAGAMENTO PERSONALIZZATE


20 Marzo 2011

ospiti

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

ILLUSTRI ILLUSTRI concittadini

Lorenzo Valerio Bona (terza parte) Con le sanzioni ed il necessario ricorso all'autarchia ed all'ammasso nazionale delle lane dismesse, si aprì per la ditta carignanese un momento nuovo e particolare. Il fratello Gaspare sempre più di frequente si rivolgeva ai soci, sottolineando tra l'altro la necessità di ripartire le quote privilegiando i soci con responsabilità dirette nella gestione dell'azienda e difendendo per quanto possibile gli stipendi degli operai: ma la sua prematura scomparsa (entrato nell’Arma dell’Aeronautica, precipitò col suo aereo nel cielo di Collegno, nel novembre 1940) contribuì ad accentuare la crisi. Da oltre un decennio, la famiglia aveva aderito al fascismo, attraverso una fitta rete di contatti con quanto rimaneva della classe aristocratica cittadina e con quella borghese; il cugino Mario Bona ricoprì nel 1927 la

carica di podestà di Carignano. Negli stessi anni fu podestà di Bolzano il marchese Alfredo Clavarino, marito di Luisella Bona (n. 1893), sorella di Valerio. Quest’ultimo ottenne la carica di Centurione di Prima Classe della Milizia Volontaria Nazionale; nel 1932 aderì al Partito Fascista, e grazie alle sue doti organizzative occupò ruoli chiave nella "Federazione Nazionale Fascista Industriali Lanieri", coordinando tra l'altro le risposte date dagli industriali italiani alle necessità del Governo centrale nella preparazione della guerra, suggerendo le idonee strategie riguardo alle forniture militari ed agli ammassi. La ditta possedeva anche una filatura di lana pettinata a Voltri, un piccolo stabilimento a Carmagnola ed uno in via Bologna a Torino. Convinto della necessità e della oculatezza delle scelte strategiche del regime, Valerio lasciò la famiglia e le responsabilità di-

rigenziali e partì per il fronte greco-albanese nel 1941, col grado di Maggiore della Riserva. Tornato in Patria un anno dopo, assistette al crollo del regime fascista, rendendosi conto, seppur in ritardo, degli errori della propaganda. Secondo la testimonianza del figlio Gian Piero, pare non abbia mai accettato le leggi razziali: lo testimonierebbe il ricovero nella Villa carignanese, sotto falso nome, del giovane Sergio Jontof Hutter (19261999), figlio della danzatrice Bella Hutter, destinato in seguito ad avere un ruolo di primo piano nell’architettura italiana del dopoguerra. Durante gli anni del secondo conflitto mondiale, Valerio acquisì come patrimonio privato una tenuta agricola nel borgo di Pietramelina, presso Perugia, venduta poi nel 1948 grazie alla mediazione dell’amico Porcinai. Terza parte continua Paolo Castagno

Accademia Scacchistica

“ALFIERI DEL PO” A cura di Daniela Tontini

Stagione di successi per Carignano Per gli Alfieri del Po è partita una grande stagione di successi che ha visto come grande condottiero il presidente del circolo Gigi Demagistri che, oltre al suo impegno profuso nella ventennale dedizione alla divulgazione scacchistica, ha anche conquistato il primo gradino del podio nel I torneo del Castello Da uno studio di L. Kubbel (1940) della Rovere di Vinovo. L'esito della competizione su quattordici scacchiere, equamente divise in open A e promozionale B, è stato incerto e combattuto sino all'ultimo turno quando, la vittoria di Demagistri su Moschetto (giocatore di Pinerolo) e la contemporanea sconfitta di Mauro Davterda parte di Domenico Gaidano (entrambi membri dell'Accademia Carignanese), ha visto delinearsi la seguente classifica: 1° Gigi Demagistri con punti 4,5; 2° Antonio Barcellona (Nichelino) anche lui con 4,5 ma in svantaggio bucholds; 3° Giovanni D'Ingiullo (Nichelino) con 4 punti. Nel torneo di promozione, non valido per la variazione ELO, il primo posto è andato al “veterano” Emanuele Dichiara con 5 punti, stesso punteggio per Domenico La Tessa al secondo posto e 4 punti al terzo Giovanni Fiorito. Un altro campo di battaglia ha visto impegnati gli Alfieri del Po ed è il campionato a squadre 2011 dove la compagine carignanese ha diviso i suoi uomini in Il BIANCO muove e vince due formazioni denominate “Campo Chiaro” e “Campo Scuro”. Domenica 20 Il mese prossimo la soluzione febbraio, la prima del girone, i “chiari” hanno battuto, con un sonoro 3-1, la ben più quotata Scacchistica Torinese (formazione fra le favorite del torneo) espugnando, per la prima volta, il tempio degli scacchi di via Goito. Destino diverso Soluzione mese scorso invece per la seconda formazione di Carignano, che ha perso 3-1, sempre a To• 1. f4! Dxe4 rino, con la juniores della scacchistica. Stesso risultato per il secondo turno • 2. Te1 ed è subito chiaro che svoltosi il 6 marzo quando la “Campo Chiaro”con 2 vittorie e 2 pareggi ha conla Donna nera è in trappola. quistato un ottimo 3-1 mentre la formazione “Campo Scuro”, agonisticamente più acerba, ha incassato un'altra sconfitta a Chivasso per 3-1. Dopo 2...e6 Per ulteriori informazioni vi invitiamo a consultare il sito www.scacchialfieri• 3. Cxf6 il nero abbandona. delpo.org.

La pedina A cura di Franco Benedetto Lo dicono le pedine: anche se siamo di legno, chi vuol trattare con noi, deve aguzzare l’ingegno. Soluzione mese scorso

(4 - 8) 19 x 28 (8 x 15) 11 x 20 (25 - 29) 2 x 11 (29 x 22) 18 x 27 (5 - 2) 14 x 5 (2 - 6) 9 x 18 (6 x 13)

Il BIANCO muove e vince 1

2 5

9

3 6

10 13

17

11 14

18 21

25

15

22

16 20

23 27

30

8 12

19

26 29

4 7

24 28

31

32

Damisti del passato Il motto di questa rubrica è tratto da rime composte da un grande damista torinese per adozione: Gino di Pasqua. La dama. La magica damiera ha sempre più amatori, sian giovani che vecchi conquista tutti i cuori. (continua).

VIGILI SU CARIGNANO I pompieri: chi sono e cosa fanno Obiettivo sicurezza Concludiamo l’argomento dei fuochi e dei dispositivi pirotecnici con questo ultimo intervento che ci spiega come conservarli e ci suggerisce altre, mai troppe, regole di utilizzo. • Botti e fuochi senza danni (terza parte) Come conservarli Lontano da fonti di calore, fiamme libere, dall'umidità, lontano da sostanze infiammabili o da materiali combustibili In luoghi sicuri e asciutti conservare in armadi metallici possibilmente messi a terra elettricamente, in piccole quantità, mai dentro armadi di legno, mai dentro contenitori di plastica sia perché combustibili sia per il rischio di cariche elettrostatiche. Evitare inoltre di ammassare tutti i fuochi in uno spazio ristretto, utilizzate sempre spazi ben areati e separati da dove sosta persone. Non tenere mai articoli pirotecnici in tasca, in borse, usare invece scatole di cartone o sacchetti. La distruzione dei fuochi a base di polvere nera, come i fuochi d'artificio, può avvenire per annegamento in acqua, così da sciogliere i sali costituenti la miscela pirotecnica, per un tempo sufficiente e comunque almeno un'ora per i fuochi di libera vendita, l'operazione è efficiente se gli involucri sono di carta o cartone, non è garantita se sono di plastica. Come utilizzarli Usare sempre e solo un artifizio alla volta, avendo l'accortezza di tenere gli altri lontano e al riparo da eventuali scintille. Accendere la miccia allungando il braccio, tenendo il petardo a distanza dal busto ma soprattutto sempre lontano dal viso. L'utilizzo improprio può incendiare gli abiti che si indossano, quindi mai mettere giacconi o maglioni di pile o fibra sintetica, e nemmeno indumenti acetati come tute sportive. Basta una scintilla per trasformare questi abiti in torce di fuoco. Se trovate un botto inesploso, in strada oppure a casa, non toccatelo. Molti ferimenti avvengono il "giorno dopo" a causa dei botti inesplosi che si trovano per strada. Ricordatevi che un botto abbandonato o difettoso potrebbe esplodere da un momento all'altro quindi non toccateli. Chi accende i botti e i fuochi d'artificio clandestini sappia che il rischio di un malfunzionamento è sempre in agguato e sopratutto molto elevato. In caso di mancato funzionamento o di funzionamento parziale non tentare di riaccendere l'artifizio. Non verificare la causa del mancato funzionamento portando il viso sopra l'oggetto e/o afferrandolo con le mani, lasciarlo invece smorzare e attendere, indicativamente, non meno di 30 minuti prima della rimozione.

CURIOSITA’ ECOLOGICHE a cura di "Legambiente Il Platano" Fotovoltaico ai mirtilli I frutti del mirtillo contengono molti acidi organici tonificanti dell'apparato digerente, zuccheri, tannini, pectina, mirtillina (glucoside colorante), antocianine, le vitamine A, C e anche, in misura minore, vitamina B. Le foglie del mirtillo contengono tannino, glucosidi flavonoidi e glucochina, sostanza che abbassa il contenuto di glucosio (zuccheri) nel sangue: possiedono cioè gli effetti astringenti e antidiarroici dei frutti, ma sono anche ipoglicemizzanti; si consigliano quindi ai diabetici, specie in fase iniziale, per meglio gestire la propria malattia. Le qualità di ausilio terapeutico sono vastissime: i mirtilli sono utili contro la perdita della vista e per la salute della retina, nelle diarree in generale ed in specie quelle causate da infezioni dovute all'alterazione della flora intestinale, nelle parassitosi intestinali, causate in particolare dagli ossuri, nelle infezioni urinarie e come unguento nelle malattie della pelle, come l'eczema, la follicolite e le ulcere varicose. Nella tradizione nordica tutte queste qualità facevano del mirtillo una pianta in grado di proteggere dalla malasorte. In Scandinavia i suoi rami venivano utilizzati nella cerimonia del "Piccolo Yule" (il 13 dicembre), un rito associato alla stella del solstizio d'inverno, la fine, cioè della notte/morte invernale per andare verso alla luce/vita della primavera. Ma in futuro il mirtillo potrebbe darci la luce per davvero: infatti Il fotovoltaico del futuro utilizzerà mirtilli e argilla. Ci stanno lavorando alla Cyanine, start up dell’Università di Torino, grazie al sostegno del Comune di Settimo Torinese (guarda, anche i comuni possono fare ricerca ed innovazione! Guarda, anche i comuni possono pensare in modo propositivo al futuro dei propri cittadini! Guarda, anche i comuni possono investire e magari, in futuro, guadagnare sulla ricerca!) che sta investendo nell’innovazione tecnologica a favore dell’ambiente. Tra i due vetri conduttori è inserita una pasta a base di biossido di titanio nanometrico impregnata con un colorante organico. Le applicazioni potrebbero avvenire non solo sul vetro, ma anche sulla plastica. I prototipi dei pannelli sono colorati: azzurro o verde per il materiale prodotto dai mirtilli, giallo per quello ricavato dall’argilla. Con la luce solare la resa energetica è pari a 40 Watt al metro quadrato, si scende a 25 Watt con la luce diffusa. I pigmenti fotosensibili che si trovano naturalmente nelle bacche, le antocianine, intrappolate tra due strati di vetro o di plastica trasparente e flessibile, potrebbero dunque dar vita ai pannelli fotovoltaici di terza generazione. Questi rivoluzionari pannelli made in Italy rendono, a conti fatti, la metà degli impianti attuali ma presentano il vantaggio di poter rimanere in funzione per tutto il giorno, anche quando non c’è il sole, ma l’illuminazione è comunque garantita. Altro punto a favore riguarda i costi di smaltimento che sono pressoché nulli rispetto ai pannelli tradizionali disponibili oggi sul mercato. Ricerca, sviluppo, lavoro che, comunque, il governo vuole eliminare con il decreto “ammazza rinnovabili”, anche Berlusconi si è fatto vedere alla camera con il fazzolettino verde-Lega, ma per produrre energia preferisce al verde delle piante di mirtillo qualcosa che poi ci lasci un catafalco di morte e desolazione come quello che resta della centrale nucleare di Chernobyl. (La notizia del fotovoltaico ai mirtilli è ripresa dal sito Ecologiae).

Marzo 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Carignano tricolore celebra l’Unità d’Italia Festeggiamenti e iniziative in città per il 150° anniversario Carignano. In occasione della ricorrenza dei 150 anni dell’Unità d’Italia, anche Carignano si è preparata per per far festa e in tutto il centro storico della città sventolano i vessilli tricolori. Il Comune ha acquistato un centinaio di bandiere dall’associazione Alpini di Torino e, in collaborazione con la sezione Alpini di Carignano, questi drappi sono stati proposti alla popolazione

perché li esponesse. L’augurio d e l l’ A m m i n i strazione è che rimangano in mostra almeno fino al 25 aprile, in modo da arrivare ad un’altra data significativa per la nostra storia. Per il 17 marzo, giorno in cui nel 1861 Vittorio Emanuele II venne proclamato primo re d'Italia, alcune piazze di Carignano, ed altri importanti punti di incontro della città sono stati attrezzati: in piazza Liberazione è stato appeso all’Angelo un grande striscione tricolore per ricordare l’avvenimento, mentre in piazza San Giovanni anche il balcone dell’ex palazzo comunale è stato imbandierato, insieme alle finestre. Apertura staoordinaria, mercoledì 16 marzo , per il Museo

Carignano - Racconigi, domenica 3 aprile Corteo di macchine d’epoca nelle Terre dei Savoia Sempre in tema di festeggiamenti, il Comune di Carignano, in collaborazione con l’Associazione intercomunale “Le Terre dei Savoia” e la città di Racconigi, e la cura di “Progetto Cantoregi”, propone una serie di appuntamenti di grande richiamo. I Comuni di Carignano e di Racconigi, infatti, sono uniti da un profondo legame storico, che affonda le sue radici nel ramo sabaudo del settimo Principe di Carignano, re Carlo Alberto, e si protrae fino all’ultimo Re d’Italia, Umberto II, nato a Racconigi. Nel Dna di questa città c'è un pezzo della storia “a motore” del Piemonte e dell’Italia. Nel 1899 Michele Ceriana, primo cittadino racconigese, banchiere e industriale, è tra i fondatori della Fiat; il pilota Taruffi, creatore insieme a Dusio della fabbrica di automobili Cisitalia, nel 1946 progetta la monoposto D46. Nel loro ricordo, alcune cittadine del comprensorio Terre dei Savoia (Osasio, Lombriasco, Polonghera, Murello, Ruffia, Cavallerleone, Cavallermaggiore) si preparano a ospitare uno spettacolare corteo, composto da una quarantina auto storiche e sportive "vestite" con coccarda tricolore; la manifestazione è organizzata dal Piemonte Club Veteran Car di La Loggia. Ad attenderle in queste tappe ci saranno musica e piazze in festa. La sfilata partirà da Carignano, da piazza Carlo Alberto, alle ore 8.30, e si concluderà a Racconigi, nella piazza del Castello Reale. Lo scalone della Residenza dell’ultimo Re d’Italia farà da cornice alla parata d’onore di alcuni modelli d’eccezione, presenti le autorità e le bande municipali. ◆

Civico “Giacomo Rodolfo”, in cui è presente una sezione importante dedicata proprio al Risorgimento. Giovedì 17 marzo, giornata di festa nazionale, alle ore 10, è prevista la solenne Cerimonia dell’alzabandiera presso il monumento degli Alpini, in via Silvio Pellico, un evento al quale è invitata tutta la cittadinanza. ◆

“Eran trecento ...”, giovedì 7 aprile Esposizione tabelloni didattici Paravia sul Risorgimento

I locali dell’ex Municipio, in piazza San Giovanni, ospiteranno in omaggio al Risorgimento i tabelloni didattici Paravia, Collezione del Comune di Carignano; la mostra verrà inaugurata giovedì 7 aprile e rimarrà aperta al pubblico fino a maggio. Questi "manifesti" dal forte impatto visivo raccontano di un'Italia postdeamicisiana, in cui i valori della scuola e dell'insegnamento erano un elemento imprescindibile di democrazia e di formazione dei futuri cittadini. Affermatasi nel 1881 come leader incontrastato nel settore dell'editoria scolastica e pedagogica, Paravia produsse alfabetieri, pallottolieri e, soprattutto, carte geografiche, mappamondi, cartelloni di storia naturale e nomenclatura figurata, che si potranno vedere in mostra conservati in perfette condizioni. ◆

Teatro comunale, venerdì 8 aprile Serata imperdibile con Stefano Bollani; concerto per piano solo Serata indimenticabile in compagnia di Stefano Bollani, venerdì 8 aprile, alle ore 21, nello scenario del nuovo Teatro comunale di Carignano. Il pianista jazz italiano più versatile e conosciuto a livello internazionale - ricordiamo tra le sue ultime interpretazioni, una splendida “Rhapsody in Blue” di George Gershwin, accompagnato dal direttore d’orche-

Gran finale in autunno, sabato 1° ottobre Cena risorgimentale in programma a Racconigi Gli allievi dell’Istituto Alberghiero Norberto Bobbio di Carignano prepareranno una originale cena, sabato 1° ottobre, alle ore 20, con piatti e sapori ottocenteschi, musiche di sottofondo ed atmosfere risorgimentali (Serre della Margaria del Castello di Racconigi, prenotazione obbligatoria). ◆

Compro Oro COMPRO e Orologi

ORO VECCHIO USATO E DA ROTTAMARE (ROTTO)

A’ T I V O N

9

COMPRO VECCHI OROLOGI

ALL’INTERNO VASTO ASSORTIMENTO DA POLSO E DA TASCA, DI OGGETTI IN ORO E OROLOGI D’EPOCA IN ACCIAIO, ARGENTO PER I TUOI ACQUISTI A PREZZI DA FAVOLA E IN ORO ANCHE ROTTI

stra Riccardo Chailly - si esibirà al pianoforte in un programma musicale che racconta in note la storia d'Italia: tra melodramma e melodie, Bollani metterà insieme opera e canzonette, Verdi e Battisti, Puccini e Battiato. Per l'occasione l'attigua piazza San Giovanni, luogo di appuntamento per i partecipanti, sarà interamente pedonalizzata e illuminata con fiaccole e luci teatrali, bandiere e festoni tricolori che incorniceranno finestre e balconi. L’appuntamento di Carignano è inserito in un lungo tour che porterà l’artista in giro per l’Italia; prevendita dei biglietti presso le librerie Feltrinelli. ◆

NON RITIRIAMO OROLOGI AL QUARZO e DA DONNA ORARIO: Dal martedì al venerdì 9,30 - 12,30 / 15,00 - 18,00 Sabato mattina 9,30 - 12,30 Chiuso sabato pomeriggio e lunedì mattina

Valutazioni GRATUITE senza impegno

Pagamento immediato e in contanti

MASSIME VALUTAZIONI Via F.lli Vercelli, 106 • 10022 CARMAGNOLA (TO) - Tel. 011.9778552


Tornano in pista le Fiat Cinquecento Domenica 10 aprile è di scena l’ottavo Meeting

Domenica 10 aprile prossimo i Comuni di Carignano e Lombriasco, in collaborazione con l’Associazione Progetto Cultura e Turismo e il Fiat 500 Club Italia di Garlenda (Savona), organizzeranno il settimo meeting delle Fiat 500 storiche. Le splendide vetture, rappresentanti del boom economico dell’Italia negli anni Sessanta, sfileranno nella campagna a sud di Torino, facendo bella mostra di sé nelle piazze delle tre cittadine. Fittissimo di appuntamenti il programma della giornata, che vede anche la collaborazione dell’associazionedei Commercianti Ucap di Carignano, della Pro Loco e dell’Istituto Salesiano di Lombriasco. A Carignano, gli equipaggi potranno visitare uno dei gioielli del barocco internazionale, la bellissima chiesa di San Giuseppe, ricca di marmi ed ornati del XVII secolo; a Lombriasco, sarà accessibile l’interessante Museo di Scienze Naturali, ospitato nel Palazzo dell’Istituto Salesiano. Un’occasione per conoscere il territorio compreso nel progetto “La Città del Principe”, che l’associazione Progetto Cultura e Turismo promuove da tempo; terre dove la dinastia sabauda ha inciso a livello politico ed artistico. Per le iscrizioni alla manifestazione (e per il pranzo: 23 euro adulti; 15 euro bambini fino a 12 anni) è possibile telefonare a Fabrizio Chicco, mandatario del Fiat 500 Club Italia, al numero 347.8861713. ◆

Donne carignanesi premiate L’8 marzo sono state festeggiate le libere professioniste

Carignano. Nell’ambito delle manifestazioni per la Festa della Donna, si è svolta la premiazione delle donne carignanesi che si sono particolarmente distinte nel campo della libera professione. L’anno scorso il riconoscimento era andato alle donne che si erano messe in evidenza nel settore dell’educazione scolastica mentre nel 2009 il riconoscimento era stato assegnato alle donne meritevoli nel settore del commercio e dell’industria. Nel 2008 era stata la volta dell’artigianato e l’anno precedente del mondo socio-assistenziale. La cerimonia è avvenuta sabato 12 marzo, nella Sala del Consiglio Comunale del Palazzo del Municipio, affollata di cittadini che non hanno voluto mancare all’evento. Un ricco ventaglio di presenze, dall’architetto Elisa Merlo (consigliere comunale) alla dottoressa Antonella Camerano, a Fede Sartoris, la vedova di Teotimo Chicco - ex partigiano e per ben due volte sindaco di Carignano nel periodo del dopoguerra e la figlia Ester, premiate entrambe per la loro attività di psicologhe. Tutte le donne insignite, oltre una ventina, hanno ricevuto una pergamena e un mazzo di mimose. ◆

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Giovani Insieme significa multiculturalità L’Associazione carignanese apre le porte a ragazzi di tutto il mondo Anche quest’anno la Giovani Insieme ha costituito il suo gruppo mascherato con i ragazzi che arrivano appositamente dall’Inghilterra in treno. Basterebbe questo a renderlo speciale, ma in via Quaranta vogliamo esagerare e quindi abbiamo invitato tutti i partecipanti ai cantieri multilaterali della scorsa estate. Quindi ad animare i “Quasi Mille” del Garibaldi Carignanese sono stati gli adolescenti che a luglio hanno fatto volontariato con noi, mentre gli amici d'oltre manica vestivano i panni di Camillo Benso conte di Cavour e di Anita. Ogni anno per i volontari è sempre un'emozione rivedere la carrozza della Castellana e Gran Siniscalco che l'Associazione Giovani Insieme onlus ha restaurato qualche anno fa con il contributo dei ragazzi che hanno scelto Carignano per la loro esperienza di volontariato. Ma chi sono le duecento e più persone che sono passate nei locali comunali dell’ex caserma nello scorso anno? Ad aprile sono tornati i ragazzi dell’Istituto Guarino Guarini per

Manomanouche in concerto

Serata gypsy jazz a Carignano Carignano. L'associazione Il Circolo, in collaborazione con la Società Canottieri Padus, presenta il terzo episodio di una kermesse musicale che riscalda l'inverno 2010-2011 a Carignano. La serata di domenica 20 marzo, inizio ore 21.30, sarà tutta all'insegna del gypsy jazz con i travolgenti Manomanouche. Il gruppo nasce nel 2001 dall'incontro di musicisti di differente estrazione, con una consolidata esperienza professionale e con l'intento di far conoscere ad un pubblico più vasto la cultura e la tradizione musicale degli zingari Manouches. La loro intensa attività concertistica li porta a assumere e consolidare uno stile sempre più personale, ricco di contaminazioni diverse ma senza mai dimenticare l'essenza, lo spirito che li caratterizza e dal quale traggono ispirazione. Inoltre il gruppo vanta una lunga collaborazione con il cantautore Paolo Conte, con il quale suonano nei più prestigiosi teatri d'Europa e degli Stati Uniti. Società Canottieri Padus, regione Ponte Po 18. Ingresso 10 euro. Per informazioni: Gianenzo 338. 7101058;Valter 339.1000169. ◆

A Diano Marina con il Comune Carignano. Quattordici giorni da trascorrere sulla riviera ligure, a Diano Marina. Il Comune di Carignano, in collaborazione con il Comitato Manifestazioni, organizza il consueto soggiorno marino primaverile che rientra nelle iniziative per la terza età. Partenza il 26 maggio, rientro il 9 giugno; i posti disponibili sono 35; la quota è di 560 euro (740 per la camera singola). Per informazioni e iscrizioni (entro il 25 marzo): Ufficio Accoglienza Turistica, Municipio I(via Frichieri 13). ◆

uno stage pratico con rilievi della Villa Bona e visita di alcuni magazzini di materiale edile sul territorio. Nello stesso mese un gruppo di scout di Pino Torinese ha trascorso con noi un fine settimana mentre alcuni ragazzi di Carignano hanno provato l’esperienza della settimana comunitaria nella casa di Via Quaranta. Nel mese di Maggio un gruppo di disabili che partecipa a laboratori del Teatro Nuovo di Torino ha scelto Carignano per un week-end di prove intense. A loro sono seguiti una parte dei giovani pellegrini Beneventani giunti a Torino in occasione dell’Ostensione della Sacra Sindone. Con la fine delle scuole ecco che a giugno arrivano gli studenti del Liceo Artistico Primo di Torino per uno stage pratico, in convenzione con il Comune, sugli affreschi di Villa Bona. I ragazzi hanno anche dato una “rinfrescata” ad alcuni portali lignei delle chiese Carignanesi e si sono appassionati alla vita folcloristica locale grazie al “gemellaggio” con la vicina sede del gruppo Alpini ANA di Carignano. Luglio è il mese dei cantieri e due gruppi misti di Italiani e Francesi di una ventina di persone ciascuno si avvicendano nell’ex-caserma dedicandosi alla pulizia del cantiere nella Villa Bona ed alla manutenzione dei due portali lignei delle scuole elementari di via Roma. Come già successo in precedenza i ragazzi si sono integrati con la realtà locale ed hanno apprezzato la semplicità e serenità della vita di provincia dove tutti si conoscono e si salutano per strada. Destino diverso per i cinque vo-

lontari che in agosto sono partiti da Carignano alla volta della Francia (St Raphael) per prendere parte a un progetto multilaterale con Gioventù per l’Europa con cinque nazioni partecipanti, mentre dalla Francia arrivava a Carignano in bicicletta la delegazione di Carignan de Bordeaux, anche loro ospiti nei locali di via Quaranta. Per mantenere il filone della multiculturalità, nel mese di ottobre, l’ex-caserma accoglie alcune delegazioni di Terra Madre, nello specifico: Jamaica, Mali, e Gambia. Le stanze della casa si riempiono così di colori e profumi del mondo e le immagini di Carignano fanno il giro del globo. Ma, restando nei confini comunali, a novembre, un nuovo gruppo di giovani si cimenta nell’esperienza della settimana comunitaria e, nei locali di via Quaranta, si respira sempre più aria di casa e di famiglia fino a giungere alla recente collaborazione con l’assessorato ai servizi sociali del Comune di Carignano. Concludendo, posso affermare che fare volontariato in Giovani Insieme è un continuo turbinio di sensazioni, problemi ed emozioni che sottraggono tempo libero ma allargano la mente e riempiono il cuore. ❚ Daniela Tontini Associazione Giovani Insieme

Pellegrinaggio al Colle Don Bosco

Marzo 2011 19

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

spazio

10 Marzo 2011

UCAP

UNIONE COMMERCIANTI ARTIGIANI PROFESSIONISTI ED ESERCENTI ATTIVITÀ IN CARIGNANO

Addetto Antincendio: corso ad aprile L’Ucap organizza ad aprile un corso di formazione per addetto antincendio - rischio medio. Il corso di rivolge ai designati all’incarico, ai sensi dell’art. 37 comma 9 del D.Lgs 81/2008. L’obiettivo del corso è formare i lavoratori incaricati dal datore di lavoro a gestire la prima fase dell’emergenza e/o ad attivare i soccorsi esterni, nel rispetto della normativa vigente in materia di sicurezza. Per quanto riguarda gli addetti, da disegnare a questo specifico compito; si ricorda che la gestione delle emergenze deve essere affidata a quei lavoratori fisicamente e psicologicamente idonei a reggere le condizioni di sforzo, fisico ed emotivo, cui potrebbero essere potenzialmente esposti nell'ambito di un’emergenza incendio e che la scelta deve essere fatta tra chi è sempre presente in azienda, durante le ore lavorative, e che svolge mansioni che lo rendano immediatamente disponibile al verificarsi di una situazione di emergenza. Sempre a proposito della formazione antincendio si ricorda che la creazione della squadra antincendio dovrebbe essere periodicamente ripetuta, in riscontro sia all’evoluzione dei rischi che all’insorgenza di nuovi rischi, così da garantire che gli addetti designati abbiano sempre piena padronanza sulla materia e che quindi possano intervenire con prontezza in caso di emergenza. Si ricorda ancora che esiste un obbligo che riguarda l'organizzazione della prova di evacuazione dello stabile; tale prova deve essere condotta con frequenza almeno annuale e comunque in modo da non creare situazioni di panico o pericolo che potrebbero vanificare l'utilità della prova stessa. In questo specifico evento la squadra antincendio giocherà ovviamente un ruolo fondamentale perché dovrà mettere in pratica tutte le nozioni apprese nell'ambito del corso antincendio che deve essere necessariamente frequentato da tutte le attività lavorative, indipendentemente dall'attività svolta o dal numero di lavoratori presenti in azienda. Al termine di detta prova di evacuazione è buona norma redigere un verbale contenente l'esito della stessa. SANZIONI A CARICO DEL DATORE DI LAVORO Il mancato rispetto degli obblighi di formazione e addestramento dei lavoratori previsti dal DLgs. 81/08 s. m. e i. espone il Datore di lavoro alle seguenti sanzioni: Mancata designazione di un RSPP e/o in assenza di formazione/informazione/addestramento dei lavoratori: - arresto fino a 8 mesi o ammenda da 5.000 a 15.000 euro (art. 55 del D.Lgs 81/08 smi) in capo al Datore di lavoro; Illeciti commessi in caso di infortuni con lesioni gravi o superiori: - sanzione fino a 1.500.000 euro o arresto fino a 1 anno (D.Lgs. 231/01) in capo al soggetto apicale. • Sede del corso: UCAP, corso Cesare Battisti 60 Durata: 8 ore. Giorni e orari: 6 aprile (dalle 20 - alle 22.30), 13 aprile (dalle 20 - alle 22.30), 14 aprile (dalle 14 alle 17). Condizione vincolante per partecipare al corso: tessera associativa (70 duro). Per informazioni su costi e adesioni: tel. 011.9690741.

LA CASA DEL GELATO di Cesare Gianluca e Cometti Gianluigi P.za della Liberazione 5 - 10041 Carignano

Domenica 1° maggio gita con il coro “Sequere me” Carignano. Domenica 1° maggio il coro “Sequere me” del santuario Nostra Signora delle Grazie organizza una gita pellegrinaggio al colle Don Bosco con visita guidata ai luoghi di S. Giovanni Bosco. La giornata prevede: Partenza da Carignano alle ore 9 con autobus GT; rrivo al colle dove una guida salesiana condurrà il gruppo ad un’approfondita visita ai luoghi pii; alle ore 12 trasferimento al ristorante “Mamma Margherita” per il pranzo; primo pomeriggio libero poi alle ore 17 la Santa Messa nella basilica superiore animata dal coro “Sequere me”; rientro previsto per le ore 19.30 circa. Il costo a persona è di 35 euro. La quota comprende viaggio in autobus GT e pranzo; sono esclusi eventuali ingressi. Per ulteriori informazioni ed iscrizioni: Silvano 340.7201061; Valerio 339.2848101. ◆

Franco Moto

... la tradizione continua ...

RIPARAZIONI MOTO - CICLI

Novità: yogurt, ghiaccioli, caramelle, frappè, cioccolatini, monoporzioni e nuovi gusti di gelato...

ATTREZZATURA DA GIARDINAGGIO

Semifreddi e Torte Gelato su Ordinazione

Via Zappata, 5 - Tel. 011.9697050 - 10041 CARIGNANO (TO)

Tel. 011-5501039

- chiuso il lunedì -

Commerci e Botteghe

nel tempo

A cura di Marilena Cavallero

trielina, che si distillava quando era sporco. Un po’ di diffidenza iniziale da parte degli abitanti ma la curiosità ebbe il sopravvento e la perfetta stiratura fece il resto: le clienti accorsero sempre più numerose, soprattutto le signore del vicino Convitto. E’ del 1960 il trasferimento in piazza Carlo Alberto, con apertura della lavanderia-tintoria proprio di fianco al negozio di abbigliamento Tessari; furono acquistati altri macchinari dalla ditta Igea ...com’era... Westinghouse, sempre di Genova, con l’introduzione di un Piazza Carlo Alberto. Dopo tanti e dove, soprattutto, non nuovo liquido, il percloro, aver seguito l’itinerario della fosse già operante un’analoga meno nocivo. Il lavoro era salumeria Cerutti, mi è sorta la attività. A Carignano, esisteva tanto ed i capi docuriosità di risalire alle preesiinfatti, nella casa vevano essere ristenti attività in Casa Mandi proprietà Melconsegnati, impecfredi. In questa parte dell’imlano, su piazza cabili, come nuovi; mobile, il proprietario, Carlo Carlo Alberto, al tutta la famiglia era (conosciuto come Carlin) portoncino, tra gli coinvolta, dalla aveva installato nei primi anni attuali civici 7 e 9 nonna, Bianca Buldel ’900 una fabbrica di solo una stireria garelli (1898-1999, ghiaccio e gassose (come da che raccoglieva morta alla soglia foto pubblicata su “Un saluto gli indumenti da dei 101 anni), da Carignano” a cura del lavare e da tinmamma di Aristide, Museo “G. Rodolfo”, fig. 36), rigere, operazione alla nipote Silva, ad levata nel 1924 da Cesare Spieseguita esclusiElda e Aristide, alla nello e suo cognato Lorenzo vamente a Car- Burgarelli Bianca ved. Bassoli zia Cesarina che Vaula e trasferita in via Salotto, magnola, e provaveva seguito mamma Bianca. attuale civico 15. vedeva poi alla stiratura. In Nel 1963 la lavanderia venne In seguito, proprio nel locale questa stireria lavorò fino al ceduta ad un signore di Saattiguo al portone, esercitò 1961 la signora Maria Teresa luzzo, di nome Beppe (la sil’attività di barbiere, almeno Alasia vedova Caudana (classe gnora Elda non ne fino al 1955, Giovanni Du1938) che iniricorda il corando (come riportato sul nuzialmente era gnome, ma le altre mero di gennaio 2010 di occupata presso notizie sono tutte questo giornale) e, nel locale la lavanderia di sue). vicino, Mario Micchiardi Carmagnola: Questi locali, dal (1909-1974) gestì, insieme alla proprietario il 1973, sono stati moglie Caterina Vassarotto, un signor Romano sede della Salunegozio di telerie e stoffe, meria Cerutti e ceduto ai coniugi Tessari dal 1° luglio 2004 nel 1955. sono sede della Nella parte occupata dal Banca CRS; nei lobarbiere, più tardi apcali in via Salotto prodò la lavanderia della ci sono ora gli uffamiglia Bassoli, ma, a fici Sime. questo punto, occorre Aristide Bassoli I figli di Elda ed fare qualche passo inAristide Bassoli (grande appasdietro nel tempo, come che aveva avsionato di apicoltura, scomaprendo un sipario. viato una Elsa Saetti ved. Bassoli parso nel 2003) sono rimasti a Aristide Bassoli, nato il vera catena Carignano: Nerina (per tutti 23 maggio 1917 a Novi di Modi queste attività secondarie Silva) ha sposato Riccardo Busdena, e Saetti Elda, nata a (recapiti) in diversi paesi. Susano e sono nati Davide e Concordia sulla Secchia il 7 bentrarono poi i signori VerMarco; Elio ha sposato Bruna giugno 1921, si erano sposati gelloni che proseguirono per Cardano e sono nati Tiziano e nel 1940 per procura perché lo pochi anni ancora, prima di Massimiliano. Attorno ad Elda sposo svolgeva il servizio milichiuderla. si stringono anche sei pronitare e lo rappresentava il Ha memoria di questa stireria poti: il maggiore è Andrea, figlio padre Elio. Contadini nei caanche la signora Lucia Bruna di Marco, ma con Lorenzo, figlio sali emiliani, emigrarono nel vedova Ropolo (classe 1930) di Tiziano e di Patrizia Pautasso, 1948 verso il Piemonte, a Somche dai dodici ai quattordici nato nel 1998, erano state ragmariva del Bosco, in provincia anni lavorò presso la vicina giunte quattro generazioni di di Cuneo, dove aprirono un latteria Berutto (poi Valinotti): Bassoli, cinque con la trisavola negozio di tessuti, successivatitolari della stireria, allora, i Bianca. mente chiuso. signori Pelgnino. Nonna Elda vive, assistita da Venuti a conoscenza di un’ofFu così che la famiglia Bassoli una badante, nella stessa casa ferta (oggi sarebbe “promoscelse Carignano, dove giunse dove abitano il figlio Elio, la zione”) da parte di una ditta nel novembre 1953, in via Sanuora Bruna ed il nipote Massiche installava macchinari per lotto, Casa Barosso: abitazione miliano con la moglie Laura Calavanderie a condizioni vanal primo piano ed al piano tervaglià. In due vicini appartataggiose, pur digiuni di tale lareno la prima lavanderia a menti abitano Silva vedova Busvoro, decisero di intraprensecco nella nostra città. I macsano e la zia Cesarina col marito dere questa strada e si misero chinari erano stati acquistati Renato Bussano, zio acquisito e, alla ricerca di una località dalla ditta Galletto di Genova e curiosamente, cognato. “giusta”, per numero di abiveniva usato un liquido, la


18 Marzo 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Notizie dalla scuola Articoli prodotti dagli alunni della Scuola Media Statale “Benedetto Alfieri” di Carignano

“Unplugged”: un progetto per i preadolescenti Quest’anno la classe Terza C della Scuola Media di Carignano partecipa al progetto ”Unplugged”, proposto dal SERT di Carmagnola, rivolto ai preadolescenti, per la prevenzione dall’uso di sostanze come fumo, alcool e droghe. Il progetto diffuso in tutta Europa, ha l’obiettivo di portare i ragazzi ad acquisire maggiori capacità critiche e decisionali, per saper affrontare i problemi della vita e saper gestire le emozioni in modo consapevole. Ogni settimana la nostra classe si riunisce in cerchio con le professoresse Marinella Piola e Renata Borgnino che ci guidano nelle varie attività, per migliorare la comunicazione tra noi allievi, promuovere e far emergere le nostre abilità sociali, emotive e personali, riflettendo sui vari argomenti trattati. La Terza C ha quindi sottoscritto un contratto di classe con i seguenti punti: - Ascoltare chi parla - Essere onesti e rispettare gli impegni - Non fare pettegolezzi - Rispettare la privacy - Essere disposti ad imparare cose nuove - Non perdere tempo ed essere operativi - Non deridere i compagni - Rispettare chi ha un’opinione diversa - Essere assertivi, cioè credere nelle cose che ciascuno pensa - Rispettare le regole In ogni unità si sono trattati argomenti diversi come i rischi e i fattori di protezione nei confronti delle sostanze, le tossicodipendenze, l’essere critici verso le varie fonti di informazione e riflettere sulle nostre convinzioni. Abbiamo anche capito cosa significa far parte di un gruppo in positivo e negativo, imparato ad esprimere noi stessi, a riconoscere le qualità dei nostri compagni, ad essere assertivi, ad affrontare le nostre difficoltà. Abbiamo compreso quanto è importante risolvere i problemi, prendere decisioni, stabilire e raggiungere gli obiettivi. Tutto è stato spiegato con attività svolte a gruppi, attraverso la drammatizzazione di situazioni, proposte dagli insegnanti e molte discussioni. Questo progetto ci ha insegnato che fumo, alcool e droghe provocano gravi danni al cervello e a tutti gli altri organi, quindi per vivere bene è importante, fin da ragazzi, avere forza di carattere e validi obiettivi per superare le difficoltà. ❚ Marina Guietti e Martina Bertola per la classe Terza C

CARIGNANO (Borgata Brassi) Fabbricato indipendente libero su due lati, composto da due unità abitative, garage, due tettoie nel cortile, orto € 330.000,00 CARIGNANO (Corso Vinovo) Prenotiamo, alloggio di prossima costruzione con possibilità di personalizzazione, di mq. 100 composto da: soggiorno, cucina abitabile, due camere e doppi servizi. Box doppio. € 235.000,00

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Carnevale 2011

Notizie dall’Istituto di Istruzione Superiore“Norberto Bobbio” di Carignano

Carnevale 2011: l’edizione del rilancio

Il Bobbio in tv “Per un pugno di libri”

Una manifestazione per le famiglie e i bambini, come in passato

La trasmissione “Per un pugno di libri” che va in onda su Raitre la domenica pomeriggio alle 18 è ormai un appuntamento per tanti spettatori stufi della “solita” televisione. Un’occasione per sentir parlare di un libro non dall’autore che vuole pubblicizzare la sua ultima fatica, ma da un sobrio critico come Piero Dorfles, da un simpatico presentatore-attore come Neri Marcorè e soprattutto da due classi di quinta superiore che rappresentano il volto migliore dell’Italia di oggi, che si sfidano a colpi di titoli, di citazioni, di biografie “per un pugno di libri” che si porteranno a casa.

L’emozione di una classe che è andata su Rai3 Non capita tutti i giorni di andare in televisione. Il 7 marzo rimarrà impresso a lungo in noi allievi della quinta scientifico B (con alcuni della quinta A) dell’Istituto Norberto Bobbio di Carignano. Abbiamo infatti registrato la puntata della trasmissione di Rai3 “Per un pugno di libri”, condotta da Neri Marcorè e dal professore più severo d’Italia, Piero Dorfles, trasmessa domenica 13 marzo alle 18. Ci siamo battuti con una classe del

liceo scientifico di San Giovanni in Persiceto, in provincia di Bologna. La partecipazione ha richiesto uno sforzo extra di studio non indifferente da parte nostra e un dispendio di ore da parte dei professori sia per leggere quel testo illeggibile di Leopardi che è il “Discorso sopra lo stato presente dei costumi degl’Italiani,” che era il libro della puntata, sia per imparare quanti più titoli e trame possibili degli scrittori italiani del Novecento. Quale occasione migliore per conoscere quella parte della letteratura che a scuola, per motivi di tempo, spesso non si riesce a fare? Tutti abbiamo sentito molto forte la tensione per il gioco che stavamo per affrontare: la mattina precedente la registrazione della puntata, la maggior parte di noi s’è data, per dirla con Leopardi, a uno studio matto e di-

CARIGNANO Alloggio al quarto piano con ascensore, vista panoramica, completamente ristrutturato, composto da: ingresso, soggiorno, cucinotta, due camere e bagno. Cantina. € 149.000,00 CARIGNANO (borgata Brassi) Porzione di villa bifamiliare nuova di mq. 240 abitativi, composta da: P.t. soggiorno, cucina e bagno. P.1° 3 camere e bagno. Interrato e mansarda. Box doppio. Giardino privato esclusivo. € 370.000,00

speratissimo, rinunciando perfino a una passeggiatina per una Roma quasi primaverile. Anche se siamo stati sconfitti, abbiamo fatto comunque la nostra bella figura, ricevendo i complimenti dalla redazione. Le cose sarebbero potute forse andare diversamente se avessimo avuto un pizzico di fortuna, che invece ci ha remato contro sin dal primo gioco, lo

gnommero, in cui bisognava collegare la parola “Leopardi” con “Discorso” attraverso una serie di parole intermedie. Un'esperienza comunque irripetibile, non tanto per il gioco in sé, ma per lo stare insieme, studiare, scherzare, andare a cercare le maglie tricolori… Anche se l’emozione di avere una telecamera puntata sulla faccia ci ha fatto dimenticare che è stato Silvio Pellico a scrivere “Le mie prigioni”! ❚ Simone Pantaleoni

CARIGNANO (Corso Vinovo) Alloggio nuovo, possibilità di personalizzazione, mq. 117 composto da: piano terreno, soggiorno, cucinotta e bagno. Piano primo: tre camere e bagno. Giardino privato. Box doppio. € 240.000,00

CARIGNANO (Via IV Novembre) Box doppio di 24 mq. € 18.000,00

Troverete altre selezionate proposte presso la nostra agenzia!

Carignano. Un Carnevale così, vissuto da tutti, pubblico e carnevalanti, nel modo giusto, divertendosi ma senza eccedere, è stato il miglior regalo che i carignanesi potessero farsi. E' l'opinione di molti sull'edizione 2011 del Carnevale di Carignano su cui è appena calato il sipario, dopo dieci giorni di festa vissuti(dal 26 febbraio all'8 marzo) in un'atmosfera gioiosa e tranquilla. L'Amministrazione comunale Assessorato alle Manifestazioni, promotrice dell'evento in collaborazione con il Comitato Manifestazioni e le altre associazioni locali, esprime grande soddisfazione per un Carnevale decisamente riuscito, che ha segnato il rilancio della manifestazione, la quale è sempre stata di straordinaria importanza per la città, anche negli gli anni passati, seppur con una minore partecipazione. Quest’anno, al contrario, hanno sfilato ben cinque carri, tutti realizzati a Carignano e da cittadini di Carignano presso officine e capannoni. Il ringraziamento del Comune va a tutti coloro che hanno ospitato ragazzi e ragazze impegnati, da ottobre fino a febbraio, nella costruzione dei carri: chi ha avuto l'occasione di farlo ha potuto constatare di persona quanto fosse bello assistere ai lavori in corso e vedere il clima che si era instaurato tra di loro, ammirare il loro entusiasmo e il loro spirito goliardico. Tra i carnevalanti, in mostra sui carri o in corteo, moltissimi i giovani: significa che i ragazzi hanno imparato ad amare la città, e a viverla, in modo attivo e non passivo, e quindi partecipare, se non a tutte le manifestazioni, almeno ad alcune. Il Carnevale quest'anno è stato vissuto nel modo giusto, con divertimento ma senza eccessi. Con il concorso di tutte le risorse umane disponibili, dalle forze dell’ordine ai volontari impegnati nell’evento, il risultato è stato ottimo, gli organizztaori concordano: “Abbiamo rivisto il Carnevale di una volta, quello di tutti, delle famiglie e dei bambini, con la voglia di divertirsi ma senza strafare”. “E vero - sottolinea Roberto Brunetto, presidente del Comitato Manifestazioni - come afflusso di pubblico, come numero dei carri, come partecipazione delle famiglie e dei bambini sui carri e per le strade, siamo tornati al livello di tanti anni fa, quando il Carnevale era una vera festa di famiglia. Abbiamo assistito ad una festa perfetta, con una serie di sfilate perfette, e le note positive si sono subito fatte sentire. Numerosi paesi hanno già chiesto di sfilare, il prossimo anno, qui a Carignano, sia a livello di carri sia a livello di gruppi e bande musicali, addirittura in maniera gratuita, pur di essere presenti, perché hanno visto

che siamo tornati alla manifestazione d’eccellenza di un tempo. Grande successo anche per le manifestazioni collaterali, a partire da quelle enogastronomiche ospitate nei locali della società ‘Nuova Lucciola’, che si è confermata un valido contenitore per tutti gli avvenimenti, ad iniziare dai ‘Giochi dei carri’, una tradizione che è stata ripresa e il merito va all’organizzatore, Massimo Piovano, papà della Castellana ed ex presidente del Comitato Manifestazioni. Durante la Mangialonga, poi, grazie al contributo dei commercianti e dei vari sponsor, si è riuscito a fare la sottoscrizione a premi a favore dei Vigili del fuoco di Carignano, i quali hanno così raccolto 2.000 euro per l’acquisto di cercapersone per allertamento. Lo stesso contributo di commercianti e sponsor è servito anche per il Carnevale benefico, presso gli istituti Faccio Frichieri e Cronici Quaranta, e per la serata di moda e bellezza, culminata con l’elezione di Miss e Mister Carignano, una manifestazione che ha avuto come ospite d’onore il calciatore Gianluca Pessotto, campione del mondo con la maglia della Juventus ed attual-

mente responsabile del settore giovanile (e ringrazio l’amico Fausto che si è adoperato per portarlo tra di noi): affabile e disponibile, Pessotto ha trascorso la serata e dare voti alle concorrenti e firmare decine di autografi. Bene anche il Carnevale dei bambini, con molti partecipanti, e il Veglionissimo, dove i giovani hanno ballato fino a notte fonda. Siamo tornati veramente ad una manifestazione degna della città di Carignano, una manifestazione per famiglie, dove si è potuto sfilare in armonia, passeggiando per le vie di Carignano in tutta sicurezza e apprezzando al meglio quanto la città è riuscita ad organizzare”. ◆

Con “Alice” vince ancora il Borgo dei Matti Cinque carri allegorici per una gara appassionante Cinque carri belli e ricchi di vitalità hanno solcato le vie cittadine per dieci giorni fino all'attesa sfilata del martedì grasso, 8 marzo, che in questa edizione ha incoronato vincitori i ragazzi del Borgo dei Matti con il carro Alice in Wonderland. Il Borgo dei Matti aveva già trionfato nella scorsa edizione con La Bella e la Bestia ma, a differenza del 2010, non sono stati i ragazzacci del Borgo Torre a contendere la vittoria al Borgo, bensì il Borgo Piazza, giunto secondo con Madagascar, Al terzo posto Il Paese dei Balocchi proprio del Borgo Torre, al quarto i Barbapapà del Borgo dei Giovani e quinto lo Studio 54 dei Fuori Mura. Collaborazione, passione e un'eccezionale bravura nella costruzione hanno contraddistinto tutti i borghi, grazie ai quali il Carnevale di Carignano resta l'unico con carri allegorici portati a termine partendo dal primo pezzo di ferro fino all'ultimo pezzo di carta. A Carnevale concluso l'augurio è che la sfida ricominci alla grande nel 2012.

Marzo 2011 11


12 Marzo 2011

Carnevale 2011

Tanta allegria per l’edizione della rinascita

Carignano. Una partecipazione immensa di maschere e di folla, pronte a gremire strade e piazze per le tradizionali quattro sfilate carignanesi, ha contraddistinto l’edizione 2011 del Carnevale di Carignano. La manifestazione è nata e proseguita nel migliore dei modi, grazie a un'ineccepibile organizzazione e con il fondamentale apporto e delle forze dell’ordine e dei volontari che hanno accompagnato e reso sicura e possibile ogni sfilata. Collaborativi, ricchi di colori, movimenti e animazione i cinque carri in gara, apprezzati più che mai dal pubblico giunto da vari paesi limitrofi. Un Carnevale senza problemi e polemiche, adatto ai bambini e alle famiglie, bello e appassionante per i carristi e i carnevalanti. La nascita del Borgo dei Giovani e la rinascita del Borgo Fuori Mura hanno dato un tocco ulteriore di importanza alla manifestazione che, dopo un periodo di crisi, ha vissuto una delle edizioni più affascinanti. Il bel tempo e l’immancabile voglia carignanese di Carnevale hanno fatto il resto, permettendo alla manifestazione di riuscire in ogni sfaccettatura. Ora non resta che proseguire su questa strada, con il rinnovamento dei vecchi gruppi, la nascita di nuove realtà, la collaborazione continua e costruttiva con enti e associazioni. Per un Carnevale 2011 che sia ricordato come una vera rinascita. ◆ Daniele Bosio

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Marzo 2011 17

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Un sito web per il turismo locale On line da dicembre, sarà presentato il 24 marzo Carignano. Dal dicembre scorso è finalmente on line il nuovo sito prodotto dall’Associazione Progetto Cultura e Turismo per promuovere gli itinerari nel territorio compreso nel Progetto “La Città del Principe” (Carignano, Castagnole Piemonte, Lombriasco, Pancalieri, Osasio, Piobesi Torinese, Vinovo e Virle Piemonte). Il sito, denominato www.carignanoturismo.it, funziona come un ufficio di promozione turistica funzionante 24 ore su 24: il potenziale turista può prenotare le visite guidate semplicemente inviando una e mail all’associazione, che risponderà entro il giorno successivo. Il turista viene considerato un “cittadino temporaneo”: trovandosi a visitare il territorio, necessita di tutta una serie di servizi, da quelli postali e bancari a quelli sanitari, ha bisogno di sapere dove parcheggiare e dove pranzare, dove fare colazione e dove reperire prodotti tipici. Tutte queste informazioni ora possono essere reperite sul sito. “L’ottica dell’Associazione - spiega il presidente Paolo Castagno - è quella di sviluppare forme di ecoturismo, compatibile con le città visitate: una visita svolta al ritmo della passeggiata, con la possibilità di “degustare” con calma monumenti e curiosità, dolci e prodotti agroalimentari del territorio. Il turismo dell’Associazione compendia la possibilità di visitare monumenti a volte difficilmente accessibili (di proprietà di Enti religiosi, comunali o di privati) e di assaporare la Storia e le Città sotto aspetti inusuali”. Giovedì 24 marzo, alle ore 21, presso l’associazione di promozione sociale Tra Me (via Silvio Pellico 34 c Carignano), Progetto Cultura e Turismo presenterà ufficialmente il sito web, strumento indispensabile per promuovere il turismo, in occasione delle celebrazioni per il 150° dell’Unità d’Italia. ◆

A spasso per le Terre dei Savoia Auto d’epoca in piazza Carlo Alberto domenica 3 aprile

Carignano. Vecchie signore tirate a lucido si danno appuntamento , domenica 3 aprile prossimo, per una “Passeggiata nelle Terre dei Savoia”. Un'occasione per sgranchirsi un po', per vedere ma anche per farsi vedere. La chiamata a raccolta è per le auto d'epoca con almeno cinquant'anni di vita, antecedenti il 1961, invitate a partecipare al raduno organizzato da Mario Ghirardo Romero e Guido Brizio, da anni appassionati del settore,. La manifestazione, che si svolge con il patrocinio del Comune di Carignano e del Piemonte Club Veteran Car, rientra nei festeggiamenti del 150° anniversario dell’unità d’Italia. Il raduno è riservato ai tesserati del Piemonte Club Veteran Car e guidatori e passeggeri saranno abbigliati secondo l'epoca della propria auto. La “Passeggiata” avrà inizio da Carignano, piazza Carlo Alberto alle ore 8.45 e si concluderà nel pomeriggio al castello di Racconigi, passando per antichi pittoreschi paesi appartenenti alle terre dei Savoia; il tragitto toccherà Osasio, Lombriasco, Pancalieri, Faule, Murello, Cavallerleone, Cavallermaggiore. ◆

SPURGO POZZI NERI FOGNATURE PIEMONTE SPURGHI

CARMAGNOLA - TEL. 011.9722198

Premio La Città del Principe a “Prede” Tra le opere vincitrici un racconto del torinese Alfredo Iannuario Carignano. Iniziamo in questo numero la pubblicazione di alcune delle opere premiate alla Quarta edizione del Premio Letterario Nazionale “La Città del Principe” (2010). Iniziamo con un racconto del torinese Alfredo Iannuario, che ha ottenuto una menzione d’onore. Iannuario ha al suo attivo numerosi articoli di critica e saggistica letteraria e dell’immagine visiva. Ha pubblicato il romanzo storico “Gastone di Rouen, in viaggio sui sentieri del Medioevo” e la raccolta di racconti esoterici “Interferenze e risvegli”.

Prede Al riparo di una scura pietra, porosa e frastagliata, probabilmente tufo, osservo il clivio sottostante la cui parte rocciosa lascia il posto, poche centinaia di metri più in basso, alla macchia mediterranea che va dal verde malva al glauco ed ancora ad un rosa polveroso e un giallo spento. I mirti e i rosmarini, i cisti e le ginestre oscillano al vento producendo vibrazioni sonore, ora lievi come un volo di cantaride, ora chiassose quale il frinire delle cicale che numerose popolano la stretta fascia erbosa sulla riva del lago. Ma non riesco a godere di questa natura incontaminata e selvaggia su cui troneggia l’azzurro del cielo e quello intenso dell’acqua, occhio profondo increspato d’argento per il volo e le incursioni dei Martin pescatori ed il solco di rare barche. Questa vista che solitamente mi riempiva i polmoni di energia e il cuore di vita, ora con la sua sfacciata pienezza e armonia mi irrita: sono un padre e devo assolutamente procacciare il cibo per i figli che stanno per nascere e che saranno bisognosi di tutto in questa fine di marzo sferzata da un tempo ancora severo e limitata da una natura che, quest’anno, si è svegliata in ritardo. Anche la madre, mia compagna nell’avventura di tutta la vita, posa mesta, con aria stanca e il fisico provato dalla maternità ormai prossima: lo sguardo appare opaco ma l’atteggiamento, come intento ad ascoltare il messaggio di un codice antico, si fa sempre più protettivo, quasi a covare i suoi futuri bambini. Una ferita lungo la tibia mi fa soffrire a ogni passo e comunque la situazione contingente mi costringe ad avanzare silenzioso, quasi a strisciare per non essere visto: io che sono cacciatore forte, orgoglioso e senza paura. Però la scarsità di cibo, di prede insomma, mi rende ora guardingo e prudente; da qualche

giorno ho avvistato poche centinaia di metri più giù una famigliola che fra i rovi ha scavato, come dire, un rozzo nido e - ne sono certo- anch’essa sta aspettando la progenie... Potrò finalmente procurarci un cibo buono e ricco di proteine, non quelle povere cose che mi vergogno persino di nominare. In questa aspra stagione, quando stanno per nascere i figli, devi pensarci per tempo a far provvista: noi ci cibiamo principalmente di frutti del bosco, del prato o del campo e se un capriccio meteorologico ci regala una gelata o un torrente di pioggia, per te e la famiglia addio pranzi e cene! Comunque, almeno si vive separati dalle intemperie perché da un anno abbiamo trovato, con la mia femmina, una specie di grotta naturale ampia e profonda, probabilmente l’abitazione di qualche uomo antico; e così - come potete immaginare - ci stiamo con grande comodità... pochi e piccoli quali siamo. La mia compagna sta per diventare mamma ed’ora bisogna che mi dia da fare: vicino all’acqua, proprio versoi l’estuario del lago, là dove le alchemille stendono il loro fresco tappeto di gocciole, ho visto delle pianticelle non male come cibo. Che male mi procura la ferita del rovo e quanta fame e rabbia sento dentro; basta con gli indugi e le eccessive prudenze, è l’ora del fare. L’ho appena visto lasciare il suo usuale sito e dirigersi verso il lago, quel maschio adulto, di certo in cerca di cibo come me; e dunque la strada sarebbe libera; per un cacciatore scelto è uno scherzo picchiare alla velocità del fulmine sulla preda solo a poche centinaia di metri. Purtroppo dall’atteggiamento di attesa della madre e dalla mancanza di movimenti significativi - per quello che riesco a percepire dal mio punto di osservazione- i figli non sono ancora nati. Avverto in un luogo segreto del mio cuore che questo mese che non finisce mai, frustato dal vento al mattino e schiacciato da nuvole plumbee la sera, non mi ha ancora riconosciuto il permesso e diritto a fare ciò per cui sono nato, cacciare: ma contro i tempi della Mamma Terra non si può né deve agire. Vicino all’estuario, fra le giunchiglie, i ciuffi di site e le canne, ho visto di nuovo la barca, ma l’uomo che vi sta sopra non porta una canna da pesca, bensì un lungo strumento del colore dell’onice che ha la base più larga e piatta come fosse un

pezzo di ulivo, forse di ginepro o quercia, quando si presentano scortecciati; comunque provo una paura immediata che mi spinge a fuggire verso casa con il magro bottino di semi. Si è fatta la luna nuova e oggi il tempo è più bello, la macchia di arbusti, cespugli e le scure rocce di questa landa sono finalmente riscaldate da un dolce e tiepido sole e finalmente i miei piccoli sono nati! Dopo pochi ma interminabili giorni trascorsi accanto alla mia compagna per confortarla e riscaldarla, intirizzito dal freddo e rabbuiato per i contrattempi, oggi finalmente ho ritrovato fin dalle prime luci dell’alba un sole caldo che ha disperso i vapori della notte e mi ha ridato vigore insieme alla voglia di agire; e questa propensione sembra sia stata premiata: laggiù in basso, l’anfratto - la grotta insomma - si è animata di nuova vita; sono finalmente nate la mie prede e il padre sembra non esserci... Mi getto giù come una saetta, descrivendo solo alla fine del breve tragitto un’ampia, unica volta per poter inquadrare bene la situazione e la distanza che mi separa dall’obbiettivo di caccia. Sono un Falco Pellegrino, il predatore più forte, veloce e senza paura che solchi questi cieli e presto artiglierò le mie tenere prede, cioè il cibo ho dimenticato nell’ ccitazione di dire che sono nati all’alba finalmente - per i miei tre pulcini. L’occhio sinistro, mentre sto per piombare sul nido, percepisce una macchia scura in movimento; le vibrazioni e l’odore da essa emanati mi dicono che è un uomo e provo una forte sensazione di allerta e pericolo. Ma ciò dura solo un attimo, quello successivo è sovrastato da un tremendo rombo, una fucilata, e sento il mio petto subito sotto la superbamente piumata base del collo riempirsi di un’infinità di piccole sfere metalliche e di un dolore bruciante. Poi più nulla. Un passo pesante porta verso una piccola barca, ormeggiata al nascosto del canneto, un grosso uomo vestito di fustagno e coperto di un ampio cappello e di una folta e lunga barba. Il bracconiere è soddisfatto, al cinturone attrezzato con cartucciera, acciarino e coltello da caccia, porta agganciato un grosso esemplare di pernice maschio e in mano stringe ancora il corpo di un magnifico falco pellegrino e pensa che avrà cibo e soldi perché la pernice è prelibata e il falco, come trofeo debitamente imbalsamato, frutterà qualche bel denaro... ◆


16 Marzo 2011

Carnevale 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Carnevale è anche cene, musica, giochi Carignano. Sono stati dieci giorni ricchi di appuntamenti quelli del Carnevale di Carignano 2011, dalle serate presso La Nuova Lucciola agli impegni tradizionali come il Benefico nelle case di riposo e le visite delle maschere alle scuole. Gran lavoro per la coppia Federica Piovano e Luca Beltrando, presenti nei panni di Castellana e Gran Siniscalco in tutti i momenti della manifestazione, e grande dedizione da parte di tutti i membri del Comitato Manifestazioni per garantire un servizio efficiente nelle serate organizzate da Comitato e Comune di Carignano, dalla tradizionale Mangialonga, al lunedì dedicato all’elezione di Miss e Mister Carignano, al grande ritorno dei giochi dei carri, con la vittoria del Borgo Torre e il secondo posto del borgo dei Matti, terzi i Giovani a pari merito

Doppia inaugurazione sabato 26 febbraio: comincia il Carnevale 2011 e apre i battenti il teatro comunale

con i Fuori Mura e per finire la Piazza. Una serata goliardica da ricordare e da ripetere, divertente e piena di brio per tutti i gruppi in gara. Altre serate degne di nota: quella di presentazione del Gran Siniscalco e della Castellana con la doppia inaugurazione del Carnevale e del nuovo teatro comunale, con ricevimento nel foyer; la grande cena di Carnevale con bollito e musica organizzata dall'Ucap - Unione Commercianti Artigiani e Professionisti di Carignano. Tra gli appuntamenti più sentiti, infine, le visite pomeridiane agli anziani: le maschere, i colori e la musica portano il Carnevale negli Istituti cittadini e riescono sempre a strappare D.B. qualche sorriso. ◆

Bollito e musica per la cena dell’Ucap, mercoledì 2 marzo alla Nuova Lucciola

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Carnevale 2011

Marzo 2011 13


14 Marzo 2011

Carnevale 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Carnevale 2011

Marzo 2011 15


14 Marzo 2011

Carnevale 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Carnevale 2011

Marzo 2011 15


16 Marzo 2011

Carnevale 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Carnevale è anche cene, musica, giochi Carignano. Sono stati dieci giorni ricchi di appuntamenti quelli del Carnevale di Carignano 2011, dalle serate presso La Nuova Lucciola agli impegni tradizionali come il Benefico nelle case di riposo e le visite delle maschere alle scuole. Gran lavoro per la coppia Federica Piovano e Luca Beltrando, presenti nei panni di Castellana e Gran Siniscalco in tutti i momenti della manifestazione, e grande dedizione da parte di tutti i membri del Comitato Manifestazioni per garantire un servizio efficiente nelle serate organizzate da Comitato e Comune di Carignano, dalla tradizionale Mangialonga, al lunedì dedicato all’elezione di Miss e Mister Carignano, al grande ritorno dei giochi dei carri, con la vittoria del Borgo Torre e il secondo posto del borgo dei Matti, terzi i Giovani a pari merito

Doppia inaugurazione sabato 26 febbraio: comincia il Carnevale 2011 e apre i battenti il teatro comunale

con i Fuori Mura e per finire la Piazza. Una serata goliardica da ricordare e da ripetere, divertente e piena di brio per tutti i gruppi in gara. Altre serate degne di nota: quella di presentazione del Gran Siniscalco e della Castellana con la doppia inaugurazione del Carnevale e del nuovo teatro comunale, con ricevimento nel foyer; la grande cena di Carnevale con bollito e musica organizzata dall'Ucap - Unione Commercianti Artigiani e Professionisti di Carignano. Tra gli appuntamenti più sentiti, infine, le visite pomeridiane agli anziani: le maschere, i colori e la musica portano il Carnevale negli Istituti cittadini e riescono sempre a strappare D.B. qualche sorriso. ◆

Bollito e musica per la cena dell’Ucap, mercoledì 2 marzo alla Nuova Lucciola

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Carnevale 2011

Marzo 2011 13


12 Marzo 2011

Carnevale 2011

Tanta allegria per l’edizione della rinascita

Carignano. Una partecipazione immensa di maschere e di folla, pronte a gremire strade e piazze per le tradizionali quattro sfilate carignanesi, ha contraddistinto l’edizione 2011 del Carnevale di Carignano. La manifestazione è nata e proseguita nel migliore dei modi, grazie a un'ineccepibile organizzazione e con il fondamentale apporto e delle forze dell’ordine e dei volontari che hanno accompagnato e reso sicura e possibile ogni sfilata. Collaborativi, ricchi di colori, movimenti e animazione i cinque carri in gara, apprezzati più che mai dal pubblico giunto da vari paesi limitrofi. Un Carnevale senza problemi e polemiche, adatto ai bambini e alle famiglie, bello e appassionante per i carristi e i carnevalanti. La nascita del Borgo dei Giovani e la rinascita del Borgo Fuori Mura hanno dato un tocco ulteriore di importanza alla manifestazione che, dopo un periodo di crisi, ha vissuto una delle edizioni più affascinanti. Il bel tempo e l’immancabile voglia carignanese di Carnevale hanno fatto il resto, permettendo alla manifestazione di riuscire in ogni sfaccettatura. Ora non resta che proseguire su questa strada, con il rinnovamento dei vecchi gruppi, la nascita di nuove realtà, la collaborazione continua e costruttiva con enti e associazioni. Per un Carnevale 2011 che sia ricordato come una vera rinascita. ◆ Daniele Bosio

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Marzo 2011 17

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Un sito web per il turismo locale On line da dicembre, sarà presentato il 24 marzo Carignano. Dal dicembre scorso è finalmente on line il nuovo sito prodotto dall’Associazione Progetto Cultura e Turismo per promuovere gli itinerari nel territorio compreso nel Progetto “La Città del Principe” (Carignano, Castagnole Piemonte, Lombriasco, Pancalieri, Osasio, Piobesi Torinese, Vinovo e Virle Piemonte). Il sito, denominato www.carignanoturismo.it, funziona come un ufficio di promozione turistica funzionante 24 ore su 24: il potenziale turista può prenotare le visite guidate semplicemente inviando una e mail all’associazione, che risponderà entro il giorno successivo. Il turista viene considerato un “cittadino temporaneo”: trovandosi a visitare il territorio, necessita di tutta una serie di servizi, da quelli postali e bancari a quelli sanitari, ha bisogno di sapere dove parcheggiare e dove pranzare, dove fare colazione e dove reperire prodotti tipici. Tutte queste informazioni ora possono essere reperite sul sito. “L’ottica dell’Associazione - spiega il presidente Paolo Castagno - è quella di sviluppare forme di ecoturismo, compatibile con le città visitate: una visita svolta al ritmo della passeggiata, con la possibilità di “degustare” con calma monumenti e curiosità, dolci e prodotti agroalimentari del territorio. Il turismo dell’Associazione compendia la possibilità di visitare monumenti a volte difficilmente accessibili (di proprietà di Enti religiosi, comunali o di privati) e di assaporare la Storia e le Città sotto aspetti inusuali”. Giovedì 24 marzo, alle ore 21, presso l’associazione di promozione sociale Tra Me (via Silvio Pellico 34 c Carignano), Progetto Cultura e Turismo presenterà ufficialmente il sito web, strumento indispensabile per promuovere il turismo, in occasione delle celebrazioni per il 150° dell’Unità d’Italia. ◆

A spasso per le Terre dei Savoia Auto d’epoca in piazza Carlo Alberto domenica 3 aprile

Carignano. Vecchie signore tirate a lucido si danno appuntamento , domenica 3 aprile prossimo, per una “Passeggiata nelle Terre dei Savoia”. Un'occasione per sgranchirsi un po', per vedere ma anche per farsi vedere. La chiamata a raccolta è per le auto d'epoca con almeno cinquant'anni di vita, antecedenti il 1961, invitate a partecipare al raduno organizzato da Mario Ghirardo Romero e Guido Brizio, da anni appassionati del settore,. La manifestazione, che si svolge con il patrocinio del Comune di Carignano e del Piemonte Club Veteran Car, rientra nei festeggiamenti del 150° anniversario dell’unità d’Italia. Il raduno è riservato ai tesserati del Piemonte Club Veteran Car e guidatori e passeggeri saranno abbigliati secondo l'epoca della propria auto. La “Passeggiata” avrà inizio da Carignano, piazza Carlo Alberto alle ore 8.45 e si concluderà nel pomeriggio al castello di Racconigi, passando per antichi pittoreschi paesi appartenenti alle terre dei Savoia; il tragitto toccherà Osasio, Lombriasco, Pancalieri, Faule, Murello, Cavallerleone, Cavallermaggiore. ◆

SPURGO POZZI NERI FOGNATURE PIEMONTE SPURGHI

CARMAGNOLA - TEL. 011.9722198

Premio La Città del Principe a “Prede” Tra le opere vincitrici un racconto del torinese Alfredo Iannuario Carignano. Iniziamo in questo numero la pubblicazione di alcune delle opere premiate alla Quarta edizione del Premio Letterario Nazionale “La Città del Principe” (2010). Iniziamo con un racconto del torinese Alfredo Iannuario, che ha ottenuto una menzione d’onore. Iannuario ha al suo attivo numerosi articoli di critica e saggistica letteraria e dell’immagine visiva. Ha pubblicato il romanzo storico “Gastone di Rouen, in viaggio sui sentieri del Medioevo” e la raccolta di racconti esoterici “Interferenze e risvegli”.

Prede Al riparo di una scura pietra, porosa e frastagliata, probabilmente tufo, osservo il clivio sottostante la cui parte rocciosa lascia il posto, poche centinaia di metri più in basso, alla macchia mediterranea che va dal verde malva al glauco ed ancora ad un rosa polveroso e un giallo spento. I mirti e i rosmarini, i cisti e le ginestre oscillano al vento producendo vibrazioni sonore, ora lievi come un volo di cantaride, ora chiassose quale il frinire delle cicale che numerose popolano la stretta fascia erbosa sulla riva del lago. Ma non riesco a godere di questa natura incontaminata e selvaggia su cui troneggia l’azzurro del cielo e quello intenso dell’acqua, occhio profondo increspato d’argento per il volo e le incursioni dei Martin pescatori ed il solco di rare barche. Questa vista che solitamente mi riempiva i polmoni di energia e il cuore di vita, ora con la sua sfacciata pienezza e armonia mi irrita: sono un padre e devo assolutamente procacciare il cibo per i figli che stanno per nascere e che saranno bisognosi di tutto in questa fine di marzo sferzata da un tempo ancora severo e limitata da una natura che, quest’anno, si è svegliata in ritardo. Anche la madre, mia compagna nell’avventura di tutta la vita, posa mesta, con aria stanca e il fisico provato dalla maternità ormai prossima: lo sguardo appare opaco ma l’atteggiamento, come intento ad ascoltare il messaggio di un codice antico, si fa sempre più protettivo, quasi a covare i suoi futuri bambini. Una ferita lungo la tibia mi fa soffrire a ogni passo e comunque la situazione contingente mi costringe ad avanzare silenzioso, quasi a strisciare per non essere visto: io che sono cacciatore forte, orgoglioso e senza paura. Però la scarsità di cibo, di prede insomma, mi rende ora guardingo e prudente; da qualche

giorno ho avvistato poche centinaia di metri più giù una famigliola che fra i rovi ha scavato, come dire, un rozzo nido e - ne sono certo- anch’essa sta aspettando la progenie... Potrò finalmente procurarci un cibo buono e ricco di proteine, non quelle povere cose che mi vergogno persino di nominare. In questa aspra stagione, quando stanno per nascere i figli, devi pensarci per tempo a far provvista: noi ci cibiamo principalmente di frutti del bosco, del prato o del campo e se un capriccio meteorologico ci regala una gelata o un torrente di pioggia, per te e la famiglia addio pranzi e cene! Comunque, almeno si vive separati dalle intemperie perché da un anno abbiamo trovato, con la mia femmina, una specie di grotta naturale ampia e profonda, probabilmente l’abitazione di qualche uomo antico; e così - come potete immaginare - ci stiamo con grande comodità... pochi e piccoli quali siamo. La mia compagna sta per diventare mamma ed’ora bisogna che mi dia da fare: vicino all’acqua, proprio versoi l’estuario del lago, là dove le alchemille stendono il loro fresco tappeto di gocciole, ho visto delle pianticelle non male come cibo. Che male mi procura la ferita del rovo e quanta fame e rabbia sento dentro; basta con gli indugi e le eccessive prudenze, è l’ora del fare. L’ho appena visto lasciare il suo usuale sito e dirigersi verso il lago, quel maschio adulto, di certo in cerca di cibo come me; e dunque la strada sarebbe libera; per un cacciatore scelto è uno scherzo picchiare alla velocità del fulmine sulla preda solo a poche centinaia di metri. Purtroppo dall’atteggiamento di attesa della madre e dalla mancanza di movimenti significativi - per quello che riesco a percepire dal mio punto di osservazione- i figli non sono ancora nati. Avverto in un luogo segreto del mio cuore che questo mese che non finisce mai, frustato dal vento al mattino e schiacciato da nuvole plumbee la sera, non mi ha ancora riconosciuto il permesso e diritto a fare ciò per cui sono nato, cacciare: ma contro i tempi della Mamma Terra non si può né deve agire. Vicino all’estuario, fra le giunchiglie, i ciuffi di site e le canne, ho visto di nuovo la barca, ma l’uomo che vi sta sopra non porta una canna da pesca, bensì un lungo strumento del colore dell’onice che ha la base più larga e piatta come fosse un

pezzo di ulivo, forse di ginepro o quercia, quando si presentano scortecciati; comunque provo una paura immediata che mi spinge a fuggire verso casa con il magro bottino di semi. Si è fatta la luna nuova e oggi il tempo è più bello, la macchia di arbusti, cespugli e le scure rocce di questa landa sono finalmente riscaldate da un dolce e tiepido sole e finalmente i miei piccoli sono nati! Dopo pochi ma interminabili giorni trascorsi accanto alla mia compagna per confortarla e riscaldarla, intirizzito dal freddo e rabbuiato per i contrattempi, oggi finalmente ho ritrovato fin dalle prime luci dell’alba un sole caldo che ha disperso i vapori della notte e mi ha ridato vigore insieme alla voglia di agire; e questa propensione sembra sia stata premiata: laggiù in basso, l’anfratto - la grotta insomma - si è animata di nuova vita; sono finalmente nate la mie prede e il padre sembra non esserci... Mi getto giù come una saetta, descrivendo solo alla fine del breve tragitto un’ampia, unica volta per poter inquadrare bene la situazione e la distanza che mi separa dall’obbiettivo di caccia. Sono un Falco Pellegrino, il predatore più forte, veloce e senza paura che solchi questi cieli e presto artiglierò le mie tenere prede, cioè il cibo ho dimenticato nell’ ccitazione di dire che sono nati all’alba finalmente - per i miei tre pulcini. L’occhio sinistro, mentre sto per piombare sul nido, percepisce una macchia scura in movimento; le vibrazioni e l’odore da essa emanati mi dicono che è un uomo e provo una forte sensazione di allerta e pericolo. Ma ciò dura solo un attimo, quello successivo è sovrastato da un tremendo rombo, una fucilata, e sento il mio petto subito sotto la superbamente piumata base del collo riempirsi di un’infinità di piccole sfere metalliche e di un dolore bruciante. Poi più nulla. Un passo pesante porta verso una piccola barca, ormeggiata al nascosto del canneto, un grosso uomo vestito di fustagno e coperto di un ampio cappello e di una folta e lunga barba. Il bracconiere è soddisfatto, al cinturone attrezzato con cartucciera, acciarino e coltello da caccia, porta agganciato un grosso esemplare di pernice maschio e in mano stringe ancora il corpo di un magnifico falco pellegrino e pensa che avrà cibo e soldi perché la pernice è prelibata e il falco, come trofeo debitamente imbalsamato, frutterà qualche bel denaro... ◆


18 Marzo 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Notizie dalla scuola Articoli prodotti dagli alunni della Scuola Media Statale “Benedetto Alfieri” di Carignano

“Unplugged”: un progetto per i preadolescenti Quest’anno la classe Terza C della Scuola Media di Carignano partecipa al progetto ”Unplugged”, proposto dal SERT di Carmagnola, rivolto ai preadolescenti, per la prevenzione dall’uso di sostanze come fumo, alcool e droghe. Il progetto diffuso in tutta Europa, ha l’obiettivo di portare i ragazzi ad acquisire maggiori capacità critiche e decisionali, per saper affrontare i problemi della vita e saper gestire le emozioni in modo consapevole. Ogni settimana la nostra classe si riunisce in cerchio con le professoresse Marinella Piola e Renata Borgnino che ci guidano nelle varie attività, per migliorare la comunicazione tra noi allievi, promuovere e far emergere le nostre abilità sociali, emotive e personali, riflettendo sui vari argomenti trattati. La Terza C ha quindi sottoscritto un contratto di classe con i seguenti punti: - Ascoltare chi parla - Essere onesti e rispettare gli impegni - Non fare pettegolezzi - Rispettare la privacy - Essere disposti ad imparare cose nuove - Non perdere tempo ed essere operativi - Non deridere i compagni - Rispettare chi ha un’opinione diversa - Essere assertivi, cioè credere nelle cose che ciascuno pensa - Rispettare le regole In ogni unità si sono trattati argomenti diversi come i rischi e i fattori di protezione nei confronti delle sostanze, le tossicodipendenze, l’essere critici verso le varie fonti di informazione e riflettere sulle nostre convinzioni. Abbiamo anche capito cosa significa far parte di un gruppo in positivo e negativo, imparato ad esprimere noi stessi, a riconoscere le qualità dei nostri compagni, ad essere assertivi, ad affrontare le nostre difficoltà. Abbiamo compreso quanto è importante risolvere i problemi, prendere decisioni, stabilire e raggiungere gli obiettivi. Tutto è stato spiegato con attività svolte a gruppi, attraverso la drammatizzazione di situazioni, proposte dagli insegnanti e molte discussioni. Questo progetto ci ha insegnato che fumo, alcool e droghe provocano gravi danni al cervello e a tutti gli altri organi, quindi per vivere bene è importante, fin da ragazzi, avere forza di carattere e validi obiettivi per superare le difficoltà. ❚ Marina Guietti e Martina Bertola per la classe Terza C

CARIGNANO (Borgata Brassi) Fabbricato indipendente libero su due lati, composto da due unità abitative, garage, due tettoie nel cortile, orto € 330.000,00 CARIGNANO (Corso Vinovo) Prenotiamo, alloggio di prossima costruzione con possibilità di personalizzazione, di mq. 100 composto da: soggiorno, cucina abitabile, due camere e doppi servizi. Box doppio. € 235.000,00

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Carnevale 2011

Notizie dall’Istituto di Istruzione Superiore“Norberto Bobbio” di Carignano

Carnevale 2011: l’edizione del rilancio

Il Bobbio in tv “Per un pugno di libri”

Una manifestazione per le famiglie e i bambini, come in passato

La trasmissione “Per un pugno di libri” che va in onda su Raitre la domenica pomeriggio alle 18 è ormai un appuntamento per tanti spettatori stufi della “solita” televisione. Un’occasione per sentir parlare di un libro non dall’autore che vuole pubblicizzare la sua ultima fatica, ma da un sobrio critico come Piero Dorfles, da un simpatico presentatore-attore come Neri Marcorè e soprattutto da due classi di quinta superiore che rappresentano il volto migliore dell’Italia di oggi, che si sfidano a colpi di titoli, di citazioni, di biografie “per un pugno di libri” che si porteranno a casa.

L’emozione di una classe che è andata su Rai3 Non capita tutti i giorni di andare in televisione. Il 7 marzo rimarrà impresso a lungo in noi allievi della quinta scientifico B (con alcuni della quinta A) dell’Istituto Norberto Bobbio di Carignano. Abbiamo infatti registrato la puntata della trasmissione di Rai3 “Per un pugno di libri”, condotta da Neri Marcorè e dal professore più severo d’Italia, Piero Dorfles, trasmessa domenica 13 marzo alle 18. Ci siamo battuti con una classe del

liceo scientifico di San Giovanni in Persiceto, in provincia di Bologna. La partecipazione ha richiesto uno sforzo extra di studio non indifferente da parte nostra e un dispendio di ore da parte dei professori sia per leggere quel testo illeggibile di Leopardi che è il “Discorso sopra lo stato presente dei costumi degl’Italiani,” che era il libro della puntata, sia per imparare quanti più titoli e trame possibili degli scrittori italiani del Novecento. Quale occasione migliore per conoscere quella parte della letteratura che a scuola, per motivi di tempo, spesso non si riesce a fare? Tutti abbiamo sentito molto forte la tensione per il gioco che stavamo per affrontare: la mattina precedente la registrazione della puntata, la maggior parte di noi s’è data, per dirla con Leopardi, a uno studio matto e di-

CARIGNANO Alloggio al quarto piano con ascensore, vista panoramica, completamente ristrutturato, composto da: ingresso, soggiorno, cucinotta, due camere e bagno. Cantina. € 149.000,00 CARIGNANO (borgata Brassi) Porzione di villa bifamiliare nuova di mq. 240 abitativi, composta da: P.t. soggiorno, cucina e bagno. P.1° 3 camere e bagno. Interrato e mansarda. Box doppio. Giardino privato esclusivo. € 370.000,00

speratissimo, rinunciando perfino a una passeggiatina per una Roma quasi primaverile. Anche se siamo stati sconfitti, abbiamo fatto comunque la nostra bella figura, ricevendo i complimenti dalla redazione. Le cose sarebbero potute forse andare diversamente se avessimo avuto un pizzico di fortuna, che invece ci ha remato contro sin dal primo gioco, lo

gnommero, in cui bisognava collegare la parola “Leopardi” con “Discorso” attraverso una serie di parole intermedie. Un'esperienza comunque irripetibile, non tanto per il gioco in sé, ma per lo stare insieme, studiare, scherzare, andare a cercare le maglie tricolori… Anche se l’emozione di avere una telecamera puntata sulla faccia ci ha fatto dimenticare che è stato Silvio Pellico a scrivere “Le mie prigioni”! ❚ Simone Pantaleoni

CARIGNANO (Corso Vinovo) Alloggio nuovo, possibilità di personalizzazione, mq. 117 composto da: piano terreno, soggiorno, cucinotta e bagno. Piano primo: tre camere e bagno. Giardino privato. Box doppio. € 240.000,00

CARIGNANO (Via IV Novembre) Box doppio di 24 mq. € 18.000,00

Troverete altre selezionate proposte presso la nostra agenzia!

Carignano. Un Carnevale così, vissuto da tutti, pubblico e carnevalanti, nel modo giusto, divertendosi ma senza eccedere, è stato il miglior regalo che i carignanesi potessero farsi. E' l'opinione di molti sull'edizione 2011 del Carnevale di Carignano su cui è appena calato il sipario, dopo dieci giorni di festa vissuti(dal 26 febbraio all'8 marzo) in un'atmosfera gioiosa e tranquilla. L'Amministrazione comunale Assessorato alle Manifestazioni, promotrice dell'evento in collaborazione con il Comitato Manifestazioni e le altre associazioni locali, esprime grande soddisfazione per un Carnevale decisamente riuscito, che ha segnato il rilancio della manifestazione, la quale è sempre stata di straordinaria importanza per la città, anche negli gli anni passati, seppur con una minore partecipazione. Quest’anno, al contrario, hanno sfilato ben cinque carri, tutti realizzati a Carignano e da cittadini di Carignano presso officine e capannoni. Il ringraziamento del Comune va a tutti coloro che hanno ospitato ragazzi e ragazze impegnati, da ottobre fino a febbraio, nella costruzione dei carri: chi ha avuto l'occasione di farlo ha potuto constatare di persona quanto fosse bello assistere ai lavori in corso e vedere il clima che si era instaurato tra di loro, ammirare il loro entusiasmo e il loro spirito goliardico. Tra i carnevalanti, in mostra sui carri o in corteo, moltissimi i giovani: significa che i ragazzi hanno imparato ad amare la città, e a viverla, in modo attivo e non passivo, e quindi partecipare, se non a tutte le manifestazioni, almeno ad alcune. Il Carnevale quest'anno è stato vissuto nel modo giusto, con divertimento ma senza eccessi. Con il concorso di tutte le risorse umane disponibili, dalle forze dell’ordine ai volontari impegnati nell’evento, il risultato è stato ottimo, gli organizztaori concordano: “Abbiamo rivisto il Carnevale di una volta, quello di tutti, delle famiglie e dei bambini, con la voglia di divertirsi ma senza strafare”. “E vero - sottolinea Roberto Brunetto, presidente del Comitato Manifestazioni - come afflusso di pubblico, come numero dei carri, come partecipazione delle famiglie e dei bambini sui carri e per le strade, siamo tornati al livello di tanti anni fa, quando il Carnevale era una vera festa di famiglia. Abbiamo assistito ad una festa perfetta, con una serie di sfilate perfette, e le note positive si sono subito fatte sentire. Numerosi paesi hanno già chiesto di sfilare, il prossimo anno, qui a Carignano, sia a livello di carri sia a livello di gruppi e bande musicali, addirittura in maniera gratuita, pur di essere presenti, perché hanno visto

che siamo tornati alla manifestazione d’eccellenza di un tempo. Grande successo anche per le manifestazioni collaterali, a partire da quelle enogastronomiche ospitate nei locali della società ‘Nuova Lucciola’, che si è confermata un valido contenitore per tutti gli avvenimenti, ad iniziare dai ‘Giochi dei carri’, una tradizione che è stata ripresa e il merito va all’organizzatore, Massimo Piovano, papà della Castellana ed ex presidente del Comitato Manifestazioni. Durante la Mangialonga, poi, grazie al contributo dei commercianti e dei vari sponsor, si è riuscito a fare la sottoscrizione a premi a favore dei Vigili del fuoco di Carignano, i quali hanno così raccolto 2.000 euro per l’acquisto di cercapersone per allertamento. Lo stesso contributo di commercianti e sponsor è servito anche per il Carnevale benefico, presso gli istituti Faccio Frichieri e Cronici Quaranta, e per la serata di moda e bellezza, culminata con l’elezione di Miss e Mister Carignano, una manifestazione che ha avuto come ospite d’onore il calciatore Gianluca Pessotto, campione del mondo con la maglia della Juventus ed attual-

mente responsabile del settore giovanile (e ringrazio l’amico Fausto che si è adoperato per portarlo tra di noi): affabile e disponibile, Pessotto ha trascorso la serata e dare voti alle concorrenti e firmare decine di autografi. Bene anche il Carnevale dei bambini, con molti partecipanti, e il Veglionissimo, dove i giovani hanno ballato fino a notte fonda. Siamo tornati veramente ad una manifestazione degna della città di Carignano, una manifestazione per famiglie, dove si è potuto sfilare in armonia, passeggiando per le vie di Carignano in tutta sicurezza e apprezzando al meglio quanto la città è riuscita ad organizzare”. ◆

Con “Alice” vince ancora il Borgo dei Matti Cinque carri allegorici per una gara appassionante Cinque carri belli e ricchi di vitalità hanno solcato le vie cittadine per dieci giorni fino all'attesa sfilata del martedì grasso, 8 marzo, che in questa edizione ha incoronato vincitori i ragazzi del Borgo dei Matti con il carro Alice in Wonderland. Il Borgo dei Matti aveva già trionfato nella scorsa edizione con La Bella e la Bestia ma, a differenza del 2010, non sono stati i ragazzacci del Borgo Torre a contendere la vittoria al Borgo, bensì il Borgo Piazza, giunto secondo con Madagascar, Al terzo posto Il Paese dei Balocchi proprio del Borgo Torre, al quarto i Barbapapà del Borgo dei Giovani e quinto lo Studio 54 dei Fuori Mura. Collaborazione, passione e un'eccezionale bravura nella costruzione hanno contraddistinto tutti i borghi, grazie ai quali il Carnevale di Carignano resta l'unico con carri allegorici portati a termine partendo dal primo pezzo di ferro fino all'ultimo pezzo di carta. A Carnevale concluso l'augurio è che la sfida ricominci alla grande nel 2012.

Marzo 2011 11


Tornano in pista le Fiat Cinquecento Domenica 10 aprile è di scena l’ottavo Meeting

Domenica 10 aprile prossimo i Comuni di Carignano e Lombriasco, in collaborazione con l’Associazione Progetto Cultura e Turismo e il Fiat 500 Club Italia di Garlenda (Savona), organizzeranno il settimo meeting delle Fiat 500 storiche. Le splendide vetture, rappresentanti del boom economico dell’Italia negli anni Sessanta, sfileranno nella campagna a sud di Torino, facendo bella mostra di sé nelle piazze delle tre cittadine. Fittissimo di appuntamenti il programma della giornata, che vede anche la collaborazione dell’associazionedei Commercianti Ucap di Carignano, della Pro Loco e dell’Istituto Salesiano di Lombriasco. A Carignano, gli equipaggi potranno visitare uno dei gioielli del barocco internazionale, la bellissima chiesa di San Giuseppe, ricca di marmi ed ornati del XVII secolo; a Lombriasco, sarà accessibile l’interessante Museo di Scienze Naturali, ospitato nel Palazzo dell’Istituto Salesiano. Un’occasione per conoscere il territorio compreso nel progetto “La Città del Principe”, che l’associazione Progetto Cultura e Turismo promuove da tempo; terre dove la dinastia sabauda ha inciso a livello politico ed artistico. Per le iscrizioni alla manifestazione (e per il pranzo: 23 euro adulti; 15 euro bambini fino a 12 anni) è possibile telefonare a Fabrizio Chicco, mandatario del Fiat 500 Club Italia, al numero 347.8861713. ◆

Donne carignanesi premiate L’8 marzo sono state festeggiate le libere professioniste

Carignano. Nell’ambito delle manifestazioni per la Festa della Donna, si è svolta la premiazione delle donne carignanesi che si sono particolarmente distinte nel campo della libera professione. L’anno scorso il riconoscimento era andato alle donne che si erano messe in evidenza nel settore dell’educazione scolastica mentre nel 2009 il riconoscimento era stato assegnato alle donne meritevoli nel settore del commercio e dell’industria. Nel 2008 era stata la volta dell’artigianato e l’anno precedente del mondo socio-assistenziale. La cerimonia è avvenuta sabato 12 marzo, nella Sala del Consiglio Comunale del Palazzo del Municipio, affollata di cittadini che non hanno voluto mancare all’evento. Un ricco ventaglio di presenze, dall’architetto Elisa Merlo (consigliere comunale) alla dottoressa Antonella Camerano, a Fede Sartoris, la vedova di Teotimo Chicco - ex partigiano e per ben due volte sindaco di Carignano nel periodo del dopoguerra e la figlia Ester, premiate entrambe per la loro attività di psicologhe. Tutte le donne insignite, oltre una ventina, hanno ricevuto una pergamena e un mazzo di mimose. ◆

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Giovani Insieme significa multiculturalità L’Associazione carignanese apre le porte a ragazzi di tutto il mondo Anche quest’anno la Giovani Insieme ha costituito il suo gruppo mascherato con i ragazzi che arrivano appositamente dall’Inghilterra in treno. Basterebbe questo a renderlo speciale, ma in via Quaranta vogliamo esagerare e quindi abbiamo invitato tutti i partecipanti ai cantieri multilaterali della scorsa estate. Quindi ad animare i “Quasi Mille” del Garibaldi Carignanese sono stati gli adolescenti che a luglio hanno fatto volontariato con noi, mentre gli amici d'oltre manica vestivano i panni di Camillo Benso conte di Cavour e di Anita. Ogni anno per i volontari è sempre un'emozione rivedere la carrozza della Castellana e Gran Siniscalco che l'Associazione Giovani Insieme onlus ha restaurato qualche anno fa con il contributo dei ragazzi che hanno scelto Carignano per la loro esperienza di volontariato. Ma chi sono le duecento e più persone che sono passate nei locali comunali dell’ex caserma nello scorso anno? Ad aprile sono tornati i ragazzi dell’Istituto Guarino Guarini per

Manomanouche in concerto

Serata gypsy jazz a Carignano Carignano. L'associazione Il Circolo, in collaborazione con la Società Canottieri Padus, presenta il terzo episodio di una kermesse musicale che riscalda l'inverno 2010-2011 a Carignano. La serata di domenica 20 marzo, inizio ore 21.30, sarà tutta all'insegna del gypsy jazz con i travolgenti Manomanouche. Il gruppo nasce nel 2001 dall'incontro di musicisti di differente estrazione, con una consolidata esperienza professionale e con l'intento di far conoscere ad un pubblico più vasto la cultura e la tradizione musicale degli zingari Manouches. La loro intensa attività concertistica li porta a assumere e consolidare uno stile sempre più personale, ricco di contaminazioni diverse ma senza mai dimenticare l'essenza, lo spirito che li caratterizza e dal quale traggono ispirazione. Inoltre il gruppo vanta una lunga collaborazione con il cantautore Paolo Conte, con il quale suonano nei più prestigiosi teatri d'Europa e degli Stati Uniti. Società Canottieri Padus, regione Ponte Po 18. Ingresso 10 euro. Per informazioni: Gianenzo 338. 7101058;Valter 339.1000169. ◆

A Diano Marina con il Comune Carignano. Quattordici giorni da trascorrere sulla riviera ligure, a Diano Marina. Il Comune di Carignano, in collaborazione con il Comitato Manifestazioni, organizza il consueto soggiorno marino primaverile che rientra nelle iniziative per la terza età. Partenza il 26 maggio, rientro il 9 giugno; i posti disponibili sono 35; la quota è di 560 euro (740 per la camera singola). Per informazioni e iscrizioni (entro il 25 marzo): Ufficio Accoglienza Turistica, Municipio I(via Frichieri 13). ◆

uno stage pratico con rilievi della Villa Bona e visita di alcuni magazzini di materiale edile sul territorio. Nello stesso mese un gruppo di scout di Pino Torinese ha trascorso con noi un fine settimana mentre alcuni ragazzi di Carignano hanno provato l’esperienza della settimana comunitaria nella casa di Via Quaranta. Nel mese di Maggio un gruppo di disabili che partecipa a laboratori del Teatro Nuovo di Torino ha scelto Carignano per un week-end di prove intense. A loro sono seguiti una parte dei giovani pellegrini Beneventani giunti a Torino in occasione dell’Ostensione della Sacra Sindone. Con la fine delle scuole ecco che a giugno arrivano gli studenti del Liceo Artistico Primo di Torino per uno stage pratico, in convenzione con il Comune, sugli affreschi di Villa Bona. I ragazzi hanno anche dato una “rinfrescata” ad alcuni portali lignei delle chiese Carignanesi e si sono appassionati alla vita folcloristica locale grazie al “gemellaggio” con la vicina sede del gruppo Alpini ANA di Carignano. Luglio è il mese dei cantieri e due gruppi misti di Italiani e Francesi di una ventina di persone ciascuno si avvicendano nell’ex-caserma dedicandosi alla pulizia del cantiere nella Villa Bona ed alla manutenzione dei due portali lignei delle scuole elementari di via Roma. Come già successo in precedenza i ragazzi si sono integrati con la realtà locale ed hanno apprezzato la semplicità e serenità della vita di provincia dove tutti si conoscono e si salutano per strada. Destino diverso per i cinque vo-

lontari che in agosto sono partiti da Carignano alla volta della Francia (St Raphael) per prendere parte a un progetto multilaterale con Gioventù per l’Europa con cinque nazioni partecipanti, mentre dalla Francia arrivava a Carignano in bicicletta la delegazione di Carignan de Bordeaux, anche loro ospiti nei locali di via Quaranta. Per mantenere il filone della multiculturalità, nel mese di ottobre, l’ex-caserma accoglie alcune delegazioni di Terra Madre, nello specifico: Jamaica, Mali, e Gambia. Le stanze della casa si riempiono così di colori e profumi del mondo e le immagini di Carignano fanno il giro del globo. Ma, restando nei confini comunali, a novembre, un nuovo gruppo di giovani si cimenta nell’esperienza della settimana comunitaria e, nei locali di via Quaranta, si respira sempre più aria di casa e di famiglia fino a giungere alla recente collaborazione con l’assessorato ai servizi sociali del Comune di Carignano. Concludendo, posso affermare che fare volontariato in Giovani Insieme è un continuo turbinio di sensazioni, problemi ed emozioni che sottraggono tempo libero ma allargano la mente e riempiono il cuore. ❚ Daniela Tontini Associazione Giovani Insieme

Pellegrinaggio al Colle Don Bosco

Marzo 2011 19

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

spazio

10 Marzo 2011

UCAP

UNIONE COMMERCIANTI ARTIGIANI PROFESSIONISTI ED ESERCENTI ATTIVITÀ IN CARIGNANO

Addetto Antincendio: corso ad aprile L’Ucap organizza ad aprile un corso di formazione per addetto antincendio - rischio medio. Il corso di rivolge ai designati all’incarico, ai sensi dell’art. 37 comma 9 del D.Lgs 81/2008. L’obiettivo del corso è formare i lavoratori incaricati dal datore di lavoro a gestire la prima fase dell’emergenza e/o ad attivare i soccorsi esterni, nel rispetto della normativa vigente in materia di sicurezza. Per quanto riguarda gli addetti, da disegnare a questo specifico compito; si ricorda che la gestione delle emergenze deve essere affidata a quei lavoratori fisicamente e psicologicamente idonei a reggere le condizioni di sforzo, fisico ed emotivo, cui potrebbero essere potenzialmente esposti nell'ambito di un’emergenza incendio e che la scelta deve essere fatta tra chi è sempre presente in azienda, durante le ore lavorative, e che svolge mansioni che lo rendano immediatamente disponibile al verificarsi di una situazione di emergenza. Sempre a proposito della formazione antincendio si ricorda che la creazione della squadra antincendio dovrebbe essere periodicamente ripetuta, in riscontro sia all’evoluzione dei rischi che all’insorgenza di nuovi rischi, così da garantire che gli addetti designati abbiano sempre piena padronanza sulla materia e che quindi possano intervenire con prontezza in caso di emergenza. Si ricorda ancora che esiste un obbligo che riguarda l'organizzazione della prova di evacuazione dello stabile; tale prova deve essere condotta con frequenza almeno annuale e comunque in modo da non creare situazioni di panico o pericolo che potrebbero vanificare l'utilità della prova stessa. In questo specifico evento la squadra antincendio giocherà ovviamente un ruolo fondamentale perché dovrà mettere in pratica tutte le nozioni apprese nell'ambito del corso antincendio che deve essere necessariamente frequentato da tutte le attività lavorative, indipendentemente dall'attività svolta o dal numero di lavoratori presenti in azienda. Al termine di detta prova di evacuazione è buona norma redigere un verbale contenente l'esito della stessa. SANZIONI A CARICO DEL DATORE DI LAVORO Il mancato rispetto degli obblighi di formazione e addestramento dei lavoratori previsti dal DLgs. 81/08 s. m. e i. espone il Datore di lavoro alle seguenti sanzioni: Mancata designazione di un RSPP e/o in assenza di formazione/informazione/addestramento dei lavoratori: - arresto fino a 8 mesi o ammenda da 5.000 a 15.000 euro (art. 55 del D.Lgs 81/08 smi) in capo al Datore di lavoro; Illeciti commessi in caso di infortuni con lesioni gravi o superiori: - sanzione fino a 1.500.000 euro o arresto fino a 1 anno (D.Lgs. 231/01) in capo al soggetto apicale. • Sede del corso: UCAP, corso Cesare Battisti 60 Durata: 8 ore. Giorni e orari: 6 aprile (dalle 20 - alle 22.30), 13 aprile (dalle 20 - alle 22.30), 14 aprile (dalle 14 alle 17). Condizione vincolante per partecipare al corso: tessera associativa (70 duro). Per informazioni su costi e adesioni: tel. 011.9690741.

LA CASA DEL GELATO di Cesare Gianluca e Cometti Gianluigi P.za della Liberazione 5 - 10041 Carignano

Domenica 1° maggio gita con il coro “Sequere me” Carignano. Domenica 1° maggio il coro “Sequere me” del santuario Nostra Signora delle Grazie organizza una gita pellegrinaggio al colle Don Bosco con visita guidata ai luoghi di S. Giovanni Bosco. La giornata prevede: Partenza da Carignano alle ore 9 con autobus GT; rrivo al colle dove una guida salesiana condurrà il gruppo ad un’approfondita visita ai luoghi pii; alle ore 12 trasferimento al ristorante “Mamma Margherita” per il pranzo; primo pomeriggio libero poi alle ore 17 la Santa Messa nella basilica superiore animata dal coro “Sequere me”; rientro previsto per le ore 19.30 circa. Il costo a persona è di 35 euro. La quota comprende viaggio in autobus GT e pranzo; sono esclusi eventuali ingressi. Per ulteriori informazioni ed iscrizioni: Silvano 340.7201061; Valerio 339.2848101. ◆

Franco Moto

... la tradizione continua ...

RIPARAZIONI MOTO - CICLI

Novità: yogurt, ghiaccioli, caramelle, frappè, cioccolatini, monoporzioni e nuovi gusti di gelato...

ATTREZZATURA DA GIARDINAGGIO

Semifreddi e Torte Gelato su Ordinazione

Via Zappata, 5 - Tel. 011.9697050 - 10041 CARIGNANO (TO)

Tel. 011-5501039

- chiuso il lunedì -

Commerci e Botteghe

nel tempo

A cura di Marilena Cavallero

trielina, che si distillava quando era sporco. Un po’ di diffidenza iniziale da parte degli abitanti ma la curiosità ebbe il sopravvento e la perfetta stiratura fece il resto: le clienti accorsero sempre più numerose, soprattutto le signore del vicino Convitto. E’ del 1960 il trasferimento in piazza Carlo Alberto, con apertura della lavanderia-tintoria proprio di fianco al negozio di abbigliamento Tessari; furono acquistati altri macchinari dalla ditta Igea ...com’era... Westinghouse, sempre di Genova, con l’introduzione di un Piazza Carlo Alberto. Dopo tanti e dove, soprattutto, non nuovo liquido, il percloro, aver seguito l’itinerario della fosse già operante un’analoga meno nocivo. Il lavoro era salumeria Cerutti, mi è sorta la attività. A Carignano, esisteva tanto ed i capi docuriosità di risalire alle preesiinfatti, nella casa vevano essere ristenti attività in Casa Mandi proprietà Melconsegnati, impecfredi. In questa parte dell’imlano, su piazza cabili, come nuovi; mobile, il proprietario, Carlo Carlo Alberto, al tutta la famiglia era (conosciuto come Carlin) portoncino, tra gli coinvolta, dalla aveva installato nei primi anni attuali civici 7 e 9 nonna, Bianca Buldel ’900 una fabbrica di solo una stireria garelli (1898-1999, ghiaccio e gassose (come da che raccoglieva morta alla soglia foto pubblicata su “Un saluto gli indumenti da dei 101 anni), da Carignano” a cura del lavare e da tinmamma di Aristide, Museo “G. Rodolfo”, fig. 36), rigere, operazione alla nipote Silva, ad levata nel 1924 da Cesare Spieseguita esclusiElda e Aristide, alla nello e suo cognato Lorenzo vamente a Car- Burgarelli Bianca ved. Bassoli zia Cesarina che Vaula e trasferita in via Salotto, magnola, e provaveva seguito mamma Bianca. attuale civico 15. vedeva poi alla stiratura. In Nel 1963 la lavanderia venne In seguito, proprio nel locale questa stireria lavorò fino al ceduta ad un signore di Saattiguo al portone, esercitò 1961 la signora Maria Teresa luzzo, di nome Beppe (la sil’attività di barbiere, almeno Alasia vedova Caudana (classe gnora Elda non ne fino al 1955, Giovanni Du1938) che iniricorda il corando (come riportato sul nuzialmente era gnome, ma le altre mero di gennaio 2010 di occupata presso notizie sono tutte questo giornale) e, nel locale la lavanderia di sue). vicino, Mario Micchiardi Carmagnola: Questi locali, dal (1909-1974) gestì, insieme alla proprietario il 1973, sono stati moglie Caterina Vassarotto, un signor Romano sede della Salunegozio di telerie e stoffe, meria Cerutti e ceduto ai coniugi Tessari dal 1° luglio 2004 nel 1955. sono sede della Nella parte occupata dal Banca CRS; nei lobarbiere, più tardi apcali in via Salotto prodò la lavanderia della ci sono ora gli uffamiglia Bassoli, ma, a fici Sime. questo punto, occorre Aristide Bassoli I figli di Elda ed fare qualche passo inAristide Bassoli (grande appasdietro nel tempo, come che aveva avsionato di apicoltura, scomaprendo un sipario. viato una Elsa Saetti ved. Bassoli parso nel 2003) sono rimasti a Aristide Bassoli, nato il vera catena Carignano: Nerina (per tutti 23 maggio 1917 a Novi di Modi queste attività secondarie Silva) ha sposato Riccardo Busdena, e Saetti Elda, nata a (recapiti) in diversi paesi. Susano e sono nati Davide e Concordia sulla Secchia il 7 bentrarono poi i signori VerMarco; Elio ha sposato Bruna giugno 1921, si erano sposati gelloni che proseguirono per Cardano e sono nati Tiziano e nel 1940 per procura perché lo pochi anni ancora, prima di Massimiliano. Attorno ad Elda sposo svolgeva il servizio milichiuderla. si stringono anche sei pronitare e lo rappresentava il Ha memoria di questa stireria poti: il maggiore è Andrea, figlio padre Elio. Contadini nei caanche la signora Lucia Bruna di Marco, ma con Lorenzo, figlio sali emiliani, emigrarono nel vedova Ropolo (classe 1930) di Tiziano e di Patrizia Pautasso, 1948 verso il Piemonte, a Somche dai dodici ai quattordici nato nel 1998, erano state ragmariva del Bosco, in provincia anni lavorò presso la vicina giunte quattro generazioni di di Cuneo, dove aprirono un latteria Berutto (poi Valinotti): Bassoli, cinque con la trisavola negozio di tessuti, successivatitolari della stireria, allora, i Bianca. mente chiuso. signori Pelgnino. Nonna Elda vive, assistita da Venuti a conoscenza di un’ofFu così che la famiglia Bassoli una badante, nella stessa casa ferta (oggi sarebbe “promoscelse Carignano, dove giunse dove abitano il figlio Elio, la zione”) da parte di una ditta nel novembre 1953, in via Sanuora Bruna ed il nipote Massiche installava macchinari per lotto, Casa Barosso: abitazione miliano con la moglie Laura Calavanderie a condizioni vanal primo piano ed al piano tervaglià. In due vicini appartataggiose, pur digiuni di tale lareno la prima lavanderia a menti abitano Silva vedova Busvoro, decisero di intraprensecco nella nostra città. I macsano e la zia Cesarina col marito dere questa strada e si misero chinari erano stati acquistati Renato Bussano, zio acquisito e, alla ricerca di una località dalla ditta Galletto di Genova e curiosamente, cognato. “giusta”, per numero di abiveniva usato un liquido, la


20 Marzo 2011

ospiti

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

ILLUSTRI ILLUSTRI concittadini

Lorenzo Valerio Bona (terza parte) Con le sanzioni ed il necessario ricorso all'autarchia ed all'ammasso nazionale delle lane dismesse, si aprì per la ditta carignanese un momento nuovo e particolare. Il fratello Gaspare sempre più di frequente si rivolgeva ai soci, sottolineando tra l'altro la necessità di ripartire le quote privilegiando i soci con responsabilità dirette nella gestione dell'azienda e difendendo per quanto possibile gli stipendi degli operai: ma la sua prematura scomparsa (entrato nell’Arma dell’Aeronautica, precipitò col suo aereo nel cielo di Collegno, nel novembre 1940) contribuì ad accentuare la crisi. Da oltre un decennio, la famiglia aveva aderito al fascismo, attraverso una fitta rete di contatti con quanto rimaneva della classe aristocratica cittadina e con quella borghese; il cugino Mario Bona ricoprì nel 1927 la

carica di podestà di Carignano. Negli stessi anni fu podestà di Bolzano il marchese Alfredo Clavarino, marito di Luisella Bona (n. 1893), sorella di Valerio. Quest’ultimo ottenne la carica di Centurione di Prima Classe della Milizia Volontaria Nazionale; nel 1932 aderì al Partito Fascista, e grazie alle sue doti organizzative occupò ruoli chiave nella "Federazione Nazionale Fascista Industriali Lanieri", coordinando tra l'altro le risposte date dagli industriali italiani alle necessità del Governo centrale nella preparazione della guerra, suggerendo le idonee strategie riguardo alle forniture militari ed agli ammassi. La ditta possedeva anche una filatura di lana pettinata a Voltri, un piccolo stabilimento a Carmagnola ed uno in via Bologna a Torino. Convinto della necessità e della oculatezza delle scelte strategiche del regime, Valerio lasciò la famiglia e le responsabilità di-

rigenziali e partì per il fronte greco-albanese nel 1941, col grado di Maggiore della Riserva. Tornato in Patria un anno dopo, assistette al crollo del regime fascista, rendendosi conto, seppur in ritardo, degli errori della propaganda. Secondo la testimonianza del figlio Gian Piero, pare non abbia mai accettato le leggi razziali: lo testimonierebbe il ricovero nella Villa carignanese, sotto falso nome, del giovane Sergio Jontof Hutter (19261999), figlio della danzatrice Bella Hutter, destinato in seguito ad avere un ruolo di primo piano nell’architettura italiana del dopoguerra. Durante gli anni del secondo conflitto mondiale, Valerio acquisì come patrimonio privato una tenuta agricola nel borgo di Pietramelina, presso Perugia, venduta poi nel 1948 grazie alla mediazione dell’amico Porcinai. Terza parte continua Paolo Castagno

Accademia Scacchistica

“ALFIERI DEL PO” A cura di Daniela Tontini

Stagione di successi per Carignano Per gli Alfieri del Po è partita una grande stagione di successi che ha visto come grande condottiero il presidente del circolo Gigi Demagistri che, oltre al suo impegno profuso nella ventennale dedizione alla divulgazione scacchistica, ha anche conquistato il primo gradino del podio nel I torneo del Castello Da uno studio di L. Kubbel (1940) della Rovere di Vinovo. L'esito della competizione su quattordici scacchiere, equamente divise in open A e promozionale B, è stato incerto e combattuto sino all'ultimo turno quando, la vittoria di Demagistri su Moschetto (giocatore di Pinerolo) e la contemporanea sconfitta di Mauro Davterda parte di Domenico Gaidano (entrambi membri dell'Accademia Carignanese), ha visto delinearsi la seguente classifica: 1° Gigi Demagistri con punti 4,5; 2° Antonio Barcellona (Nichelino) anche lui con 4,5 ma in svantaggio bucholds; 3° Giovanni D'Ingiullo (Nichelino) con 4 punti. Nel torneo di promozione, non valido per la variazione ELO, il primo posto è andato al “veterano” Emanuele Dichiara con 5 punti, stesso punteggio per Domenico La Tessa al secondo posto e 4 punti al terzo Giovanni Fiorito. Un altro campo di battaglia ha visto impegnati gli Alfieri del Po ed è il campionato a squadre 2011 dove la compagine carignanese ha diviso i suoi uomini in Il BIANCO muove e vince due formazioni denominate “Campo Chiaro” e “Campo Scuro”. Domenica 20 Il mese prossimo la soluzione febbraio, la prima del girone, i “chiari” hanno battuto, con un sonoro 3-1, la ben più quotata Scacchistica Torinese (formazione fra le favorite del torneo) espugnando, per la prima volta, il tempio degli scacchi di via Goito. Destino diverso Soluzione mese scorso invece per la seconda formazione di Carignano, che ha perso 3-1, sempre a To• 1. f4! Dxe4 rino, con la juniores della scacchistica. Stesso risultato per il secondo turno • 2. Te1 ed è subito chiaro che svoltosi il 6 marzo quando la “Campo Chiaro”con 2 vittorie e 2 pareggi ha conla Donna nera è in trappola. quistato un ottimo 3-1 mentre la formazione “Campo Scuro”, agonisticamente più acerba, ha incassato un'altra sconfitta a Chivasso per 3-1. Dopo 2...e6 Per ulteriori informazioni vi invitiamo a consultare il sito www.scacchialfieri• 3. Cxf6 il nero abbandona. delpo.org.

La pedina A cura di Franco Benedetto Lo dicono le pedine: anche se siamo di legno, chi vuol trattare con noi, deve aguzzare l’ingegno. Soluzione mese scorso

(4 - 8) 19 x 28 (8 x 15) 11 x 20 (25 - 29) 2 x 11 (29 x 22) 18 x 27 (5 - 2) 14 x 5 (2 - 6) 9 x 18 (6 x 13)

Il BIANCO muove e vince 1

2 5

9

3 6

10 13

17

11 14

18 21

25

15

22

16 20

23 27

30

8 12

19

26 29

4 7

24 28

31

32

Damisti del passato Il motto di questa rubrica è tratto da rime composte da un grande damista torinese per adozione: Gino di Pasqua. La dama. La magica damiera ha sempre più amatori, sian giovani che vecchi conquista tutti i cuori. (continua).

VIGILI SU CARIGNANO I pompieri: chi sono e cosa fanno Obiettivo sicurezza Concludiamo l’argomento dei fuochi e dei dispositivi pirotecnici con questo ultimo intervento che ci spiega come conservarli e ci suggerisce altre, mai troppe, regole di utilizzo. • Botti e fuochi senza danni (terza parte) Come conservarli Lontano da fonti di calore, fiamme libere, dall'umidità, lontano da sostanze infiammabili o da materiali combustibili In luoghi sicuri e asciutti conservare in armadi metallici possibilmente messi a terra elettricamente, in piccole quantità, mai dentro armadi di legno, mai dentro contenitori di plastica sia perché combustibili sia per il rischio di cariche elettrostatiche. Evitare inoltre di ammassare tutti i fuochi in uno spazio ristretto, utilizzate sempre spazi ben areati e separati da dove sosta persone. Non tenere mai articoli pirotecnici in tasca, in borse, usare invece scatole di cartone o sacchetti. La distruzione dei fuochi a base di polvere nera, come i fuochi d'artificio, può avvenire per annegamento in acqua, così da sciogliere i sali costituenti la miscela pirotecnica, per un tempo sufficiente e comunque almeno un'ora per i fuochi di libera vendita, l'operazione è efficiente se gli involucri sono di carta o cartone, non è garantita se sono di plastica. Come utilizzarli Usare sempre e solo un artifizio alla volta, avendo l'accortezza di tenere gli altri lontano e al riparo da eventuali scintille. Accendere la miccia allungando il braccio, tenendo il petardo a distanza dal busto ma soprattutto sempre lontano dal viso. L'utilizzo improprio può incendiare gli abiti che si indossano, quindi mai mettere giacconi o maglioni di pile o fibra sintetica, e nemmeno indumenti acetati come tute sportive. Basta una scintilla per trasformare questi abiti in torce di fuoco. Se trovate un botto inesploso, in strada oppure a casa, non toccatelo. Molti ferimenti avvengono il "giorno dopo" a causa dei botti inesplosi che si trovano per strada. Ricordatevi che un botto abbandonato o difettoso potrebbe esplodere da un momento all'altro quindi non toccateli. Chi accende i botti e i fuochi d'artificio clandestini sappia che il rischio di un malfunzionamento è sempre in agguato e sopratutto molto elevato. In caso di mancato funzionamento o di funzionamento parziale non tentare di riaccendere l'artifizio. Non verificare la causa del mancato funzionamento portando il viso sopra l'oggetto e/o afferrandolo con le mani, lasciarlo invece smorzare e attendere, indicativamente, non meno di 30 minuti prima della rimozione.

CURIOSITA’ ECOLOGICHE a cura di "Legambiente Il Platano" Fotovoltaico ai mirtilli I frutti del mirtillo contengono molti acidi organici tonificanti dell'apparato digerente, zuccheri, tannini, pectina, mirtillina (glucoside colorante), antocianine, le vitamine A, C e anche, in misura minore, vitamina B. Le foglie del mirtillo contengono tannino, glucosidi flavonoidi e glucochina, sostanza che abbassa il contenuto di glucosio (zuccheri) nel sangue: possiedono cioè gli effetti astringenti e antidiarroici dei frutti, ma sono anche ipoglicemizzanti; si consigliano quindi ai diabetici, specie in fase iniziale, per meglio gestire la propria malattia. Le qualità di ausilio terapeutico sono vastissime: i mirtilli sono utili contro la perdita della vista e per la salute della retina, nelle diarree in generale ed in specie quelle causate da infezioni dovute all'alterazione della flora intestinale, nelle parassitosi intestinali, causate in particolare dagli ossuri, nelle infezioni urinarie e come unguento nelle malattie della pelle, come l'eczema, la follicolite e le ulcere varicose. Nella tradizione nordica tutte queste qualità facevano del mirtillo una pianta in grado di proteggere dalla malasorte. In Scandinavia i suoi rami venivano utilizzati nella cerimonia del "Piccolo Yule" (il 13 dicembre), un rito associato alla stella del solstizio d'inverno, la fine, cioè della notte/morte invernale per andare verso alla luce/vita della primavera. Ma in futuro il mirtillo potrebbe darci la luce per davvero: infatti Il fotovoltaico del futuro utilizzerà mirtilli e argilla. Ci stanno lavorando alla Cyanine, start up dell’Università di Torino, grazie al sostegno del Comune di Settimo Torinese (guarda, anche i comuni possono fare ricerca ed innovazione! Guarda, anche i comuni possono pensare in modo propositivo al futuro dei propri cittadini! Guarda, anche i comuni possono investire e magari, in futuro, guadagnare sulla ricerca!) che sta investendo nell’innovazione tecnologica a favore dell’ambiente. Tra i due vetri conduttori è inserita una pasta a base di biossido di titanio nanometrico impregnata con un colorante organico. Le applicazioni potrebbero avvenire non solo sul vetro, ma anche sulla plastica. I prototipi dei pannelli sono colorati: azzurro o verde per il materiale prodotto dai mirtilli, giallo per quello ricavato dall’argilla. Con la luce solare la resa energetica è pari a 40 Watt al metro quadrato, si scende a 25 Watt con la luce diffusa. I pigmenti fotosensibili che si trovano naturalmente nelle bacche, le antocianine, intrappolate tra due strati di vetro o di plastica trasparente e flessibile, potrebbero dunque dar vita ai pannelli fotovoltaici di terza generazione. Questi rivoluzionari pannelli made in Italy rendono, a conti fatti, la metà degli impianti attuali ma presentano il vantaggio di poter rimanere in funzione per tutto il giorno, anche quando non c’è il sole, ma l’illuminazione è comunque garantita. Altro punto a favore riguarda i costi di smaltimento che sono pressoché nulli rispetto ai pannelli tradizionali disponibili oggi sul mercato. Ricerca, sviluppo, lavoro che, comunque, il governo vuole eliminare con il decreto “ammazza rinnovabili”, anche Berlusconi si è fatto vedere alla camera con il fazzolettino verde-Lega, ma per produrre energia preferisce al verde delle piante di mirtillo qualcosa che poi ci lasci un catafalco di morte e desolazione come quello che resta della centrale nucleare di Chernobyl. (La notizia del fotovoltaico ai mirtilli è ripresa dal sito Ecologiae).

Marzo 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Carignano tricolore celebra l’Unità d’Italia Festeggiamenti e iniziative in città per il 150° anniversario Carignano. In occasione della ricorrenza dei 150 anni dell’Unità d’Italia, anche Carignano si è preparata per per far festa e in tutto il centro storico della città sventolano i vessilli tricolori. Il Comune ha acquistato un centinaio di bandiere dall’associazione Alpini di Torino e, in collaborazione con la sezione Alpini di Carignano, questi drappi sono stati proposti alla popolazione

perché li esponesse. L’augurio d e l l’ A m m i n i strazione è che rimangano in mostra almeno fino al 25 aprile, in modo da arrivare ad un’altra data significativa per la nostra storia. Per il 17 marzo, giorno in cui nel 1861 Vittorio Emanuele II venne proclamato primo re d'Italia, alcune piazze di Carignano, ed altri importanti punti di incontro della città sono stati attrezzati: in piazza Liberazione è stato appeso all’Angelo un grande striscione tricolore per ricordare l’avvenimento, mentre in piazza San Giovanni anche il balcone dell’ex palazzo comunale è stato imbandierato, insieme alle finestre. Apertura staoordinaria, mercoledì 16 marzo , per il Museo

Carignano - Racconigi, domenica 3 aprile Corteo di macchine d’epoca nelle Terre dei Savoia Sempre in tema di festeggiamenti, il Comune di Carignano, in collaborazione con l’Associazione intercomunale “Le Terre dei Savoia” e la città di Racconigi, e la cura di “Progetto Cantoregi”, propone una serie di appuntamenti di grande richiamo. I Comuni di Carignano e di Racconigi, infatti, sono uniti da un profondo legame storico, che affonda le sue radici nel ramo sabaudo del settimo Principe di Carignano, re Carlo Alberto, e si protrae fino all’ultimo Re d’Italia, Umberto II, nato a Racconigi. Nel Dna di questa città c'è un pezzo della storia “a motore” del Piemonte e dell’Italia. Nel 1899 Michele Ceriana, primo cittadino racconigese, banchiere e industriale, è tra i fondatori della Fiat; il pilota Taruffi, creatore insieme a Dusio della fabbrica di automobili Cisitalia, nel 1946 progetta la monoposto D46. Nel loro ricordo, alcune cittadine del comprensorio Terre dei Savoia (Osasio, Lombriasco, Polonghera, Murello, Ruffia, Cavallerleone, Cavallermaggiore) si preparano a ospitare uno spettacolare corteo, composto da una quarantina auto storiche e sportive "vestite" con coccarda tricolore; la manifestazione è organizzata dal Piemonte Club Veteran Car di La Loggia. Ad attenderle in queste tappe ci saranno musica e piazze in festa. La sfilata partirà da Carignano, da piazza Carlo Alberto, alle ore 8.30, e si concluderà a Racconigi, nella piazza del Castello Reale. Lo scalone della Residenza dell’ultimo Re d’Italia farà da cornice alla parata d’onore di alcuni modelli d’eccezione, presenti le autorità e le bande municipali. ◆

Civico “Giacomo Rodolfo”, in cui è presente una sezione importante dedicata proprio al Risorgimento. Giovedì 17 marzo, giornata di festa nazionale, alle ore 10, è prevista la solenne Cerimonia dell’alzabandiera presso il monumento degli Alpini, in via Silvio Pellico, un evento al quale è invitata tutta la cittadinanza. ◆

“Eran trecento ...”, giovedì 7 aprile Esposizione tabelloni didattici Paravia sul Risorgimento

I locali dell’ex Municipio, in piazza San Giovanni, ospiteranno in omaggio al Risorgimento i tabelloni didattici Paravia, Collezione del Comune di Carignano; la mostra verrà inaugurata giovedì 7 aprile e rimarrà aperta al pubblico fino a maggio. Questi "manifesti" dal forte impatto visivo raccontano di un'Italia postdeamicisiana, in cui i valori della scuola e dell'insegnamento erano un elemento imprescindibile di democrazia e di formazione dei futuri cittadini. Affermatasi nel 1881 come leader incontrastato nel settore dell'editoria scolastica e pedagogica, Paravia produsse alfabetieri, pallottolieri e, soprattutto, carte geografiche, mappamondi, cartelloni di storia naturale e nomenclatura figurata, che si potranno vedere in mostra conservati in perfette condizioni. ◆

Teatro comunale, venerdì 8 aprile Serata imperdibile con Stefano Bollani; concerto per piano solo Serata indimenticabile in compagnia di Stefano Bollani, venerdì 8 aprile, alle ore 21, nello scenario del nuovo Teatro comunale di Carignano. Il pianista jazz italiano più versatile e conosciuto a livello internazionale - ricordiamo tra le sue ultime interpretazioni, una splendida “Rhapsody in Blue” di George Gershwin, accompagnato dal direttore d’orche-

Gran finale in autunno, sabato 1° ottobre Cena risorgimentale in programma a Racconigi Gli allievi dell’Istituto Alberghiero Norberto Bobbio di Carignano prepareranno una originale cena, sabato 1° ottobre, alle ore 20, con piatti e sapori ottocenteschi, musiche di sottofondo ed atmosfere risorgimentali (Serre della Margaria del Castello di Racconigi, prenotazione obbligatoria). ◆

Compro Oro COMPRO e Orologi

ORO VECCHIO USATO E DA ROTTAMARE (ROTTO)

A’ T I V O N

9

COMPRO VECCHI OROLOGI

ALL’INTERNO VASTO ASSORTIMENTO DA POLSO E DA TASCA, DI OGGETTI IN ORO E OROLOGI D’EPOCA IN ACCIAIO, ARGENTO PER I TUOI ACQUISTI A PREZZI DA FAVOLA E IN ORO ANCHE ROTTI

stra Riccardo Chailly - si esibirà al pianoforte in un programma musicale che racconta in note la storia d'Italia: tra melodramma e melodie, Bollani metterà insieme opera e canzonette, Verdi e Battisti, Puccini e Battiato. Per l'occasione l'attigua piazza San Giovanni, luogo di appuntamento per i partecipanti, sarà interamente pedonalizzata e illuminata con fiaccole e luci teatrali, bandiere e festoni tricolori che incorniceranno finestre e balconi. L’appuntamento di Carignano è inserito in un lungo tour che porterà l’artista in giro per l’Italia; prevendita dei biglietti presso le librerie Feltrinelli. ◆

NON RITIRIAMO OROLOGI AL QUARZO e DA DONNA ORARIO: Dal martedì al venerdì 9,30 - 12,30 / 15,00 - 18,00 Sabato mattina 9,30 - 12,30 Chiuso sabato pomeriggio e lunedì mattina

Valutazioni GRATUITE senza impegno

Pagamento immediato e in contanti

MASSIME VALUTAZIONI Via F.lli Vercelli, 106 • 10022 CARMAGNOLA (TO) - Tel. 011.9778552


8

Marzo 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Azione Cattolica nel segno delle donne Alice Agrillo presidente a Carignano, succede a Roberto Falciola Carignano. L'Azione Cattolica di Carignano ha rinnovato la dirigenza per il triennio 2011-2014, eleggendo per la prima volta una presidente donna. Alice Agrillo, 34 anni, redattrice editoriale, con una lunga esperienza come educatrice e formatrice di formatori in parrocchia e in diocesi, succede a Roberto Falciola che ha concluso i suoi due mandati triennali (limite previsto dallo Statuto dell'Associazione). Affiancano Alice Agrillo nel nuovo Consiglio parrocchiale: Manuele Rossi e Francesca Costero responsabili per i Giovani, Silvano Carena e Claudia Sommacal Pereira responsabili per gli Adulti, Marco Bauducco e Martina Sproccati responsabili ACR. Alice Agrillo, in qualità di presidente dell'Azione Cattolica, è

anche entrata come membro di diritto nel nuovo Consiglio pastorale parrocchiale che ha tenuto il suo primo incontro il 7 febbraio scorso. L'Azione Cattolica di Carignano ha aperto l'anno associativo con un piccolo ma importante incremento numerico dei soci e ha ricevuto un riconoscimento significativo della sua attività alle elezioni del nuovo Consiglio diocesano di AC 2011-2014: durante l'Assemblea diocesana tenutasi a Torino domenica 27 febbraio sono stati eletti due carignanesi. Anche in questo caso sono state le donne a distinguersi: Marzia Paiola è stata eletta nella lista Adulti, Elena Rossi nella lista ACR, mentre Francesca Costero è risultata per pochissimo la prima

non eletta nella lista Giovani. Nella foto il Consiglio parrocchiale uscente. In piedi da sinistra: Silvia Bauducco (Adulti), Roberto Falciola (presidente), Francesca Costero (Giovani), Ezio Bottero (Adulti); accovacciati da sinistra: Marzia Sana Carena (ACR), Manuele Rossi (Giovani), Martina Sproccati (ACR). ◆

Millenovecento chilometri a piedi L’Anpi di Villastellone e “Passodopopasso”, un progetto per ricordare Carignano. Il 15 febbraio scorso un gruppo di volontari è partito da Borgo San Dalmazzo, poco distante da Cuneo, per raggiungere Auschwitz: un viaggio di 1900 chilometri, a piedi, attraverso l’Italia, l’Austria, la Repubblica Ceca e la Polonia, 76 giorni “per parlare di memoria e per fare memoria”. Un viaggio che ripercorre il cammino dei 26 ebrei catturati in provincia di Cuneo, prima rinchiusi nella caserma degli alpini di Borgo San Dalmazzo, luogo di raccolta e di smistamento dei prigionieri, e poi deportati nel campo di concentramento di Auschwitz il 15 febbraio 1944. Un viaggio senza ritorno. Il progetto, denominato “Passodopopasso”, è promosso dalla Residenza Multidisciplinare di CuneoCompagnia Il Melarancio ed è condiviso dai Ministeri della Gioventù e del Turismo. Sul sito, www.viaggioadauschwitz.eu , c’è un aggiornamento continuo del viaggio, con un racconto degli avvenimenti e degli incontri avvenuti durante il percorso: ad ogni tappa, infatti, c’è sempre qualcuno che accoglie il gruppo di volenterosi, offrendo appoggio e solidarietà, accompagnando poi i partecipanti, anche solo in maniera simbolica, fino ai confini del proprio territorio. L’Anpi di Villastellone, che conta numerosi iscritti in tutto il territorio, da Carignano, a Carmagnola, a Lombriasco, ha voluto salutare, in accordo con l’Amministrazione di Carignano, il passaggio del gruppo. In piazza Carlo

Alberto è stato allestito, qualche giorno dopo la partenza, un centro di accoglienza e si è svolta una breve cerimonia alla quale hanno presenziato, tra gli altri, il sindaco di Lombriasco, Renata Fasolo, il primo cittadino di Villastellone, Davide Nicco, il presidente dell’Anpi di Villastellone, Riccardo Assom, e una delegazione del Comune di Carignano, formata dagli assessori Tonino Papa e Giorgio Albertino e dal consigliere Mario Nelini. Presente anche la Polizia Urbana di Carignano, con il gonfalone della

Città, e tutti volontari dell’ANPI di Villastellone e comuni limitrofi. “Carignano è molto legata ai valori della Resistenza - ha dichiarato l'Amministrazione comunale di Carignano - anche per il pesante tributo, in termini di vite umane, che ha dovuto pagare: non dobbiamo dimenticare il martirio dei partigiani a Pilone Virle. Per questo abbiamo voluto che Carignano fosse tappa di questo viaggio della memoria. Per dare un segnale forte, soprattutto ai

giovani, a non dimenticare quanto è avvenuto in passato. La storia è fondamentale per non ripetere gli errori; nonostante ciò, assistiamo a cruenti genocidi ancora in atto in varie parti del mondo. Il nostro intervento è stato poco più di una goccia nel mare, ma non potevamo non testimoniare la nostra solidarietà. Saremmo lieti se, al ritorno dal viaggio, questo gruppo di persone, cosi ‘temerarie’ --1.900 chilometri a piedi, è un’impresa non da poco, anche a livello fisico - si trovasse qui a Carignano, sempre in accordo con l’Anpi di Villastellone, per raccontare questa lunga ed estenuante esperienza e trasmettere l’emozione di essere stati ad Auschwitz. Una serata alla quale invitare anche ex partigiani ed ex combattenti, ‘testimoni viventi’ di questa fase della nostra storia. Abbiamo le strutture idonee per accogliere degnamente un evento del genere, ad iniziare dal nostro nuovo Teatro comunale, accogliente e funzionale, in grado di accogliere 400 partecipanti, appena inaugurato. Nella foto: da sinistra, con la fascia tricolore,Renata Fasolo (sindaco di Lombriasco), l’assessore di Carignano Tonino Papa e Davide Nicco (sindaco di Villastellone). ◆

Rassegnati a essere derubati? A chi lavora nella pubblica amministrazione occorre di vedere “colleghi” finire sui giornali per tangenti; talvolta questi “colleghi” passano anche qualche giorno in galera,“patteggiano” ammettendo così le loro responsabilità, e… tornano a lavorare nello stesso ufficio o in quello accanto. Pur ammettendo che siamo una nazione cattolica e che tre Pater, Ave e Gloria assolvono anche dall’omicidio del papà promettendo che non si farà la stessa cosa con la mamma, mi pare difficile che le cose funzionando in questo modo possano darci qualche speranza per il futuro. Il procuratore generale della Corte dei Conti, Mario Ristuccia, nella sua relazione annuale il 22 febbraio, ha fornito anche alcuni dati. Nel corso del 2010 sono stati denunciati 237 casi di corruzione, un aumento del 30,22%, 137 episodi di concussione e i 1.090 di abuso d'ufficio. Inoltre il magistrato sottolineava come "Si nota una rimarchevole diminuzione delle denunce che potrebbe dare conto di una certa assuefazione al fenomeno verso una vera e propria 'cultura della corruzione'”. Cioè ci rubano ogni giorno più soldi e noi siamo sempre più rassegnati a farceli rubare, anzi abbiamo quasi una contraddittoria ammirazione per questi “furbi”. Eppure è anche loro responsabilità se poi ci lamentiamo perché mancano servizi essenziali, se dobbiamo pagare cifre astronomiche per la nostra raccolta rifiuti, per l'acqua, se ci aumentano i ticket sulla sanità, se mancano i soldi per la scuola, gli asili, le pensioni eccetera. Pensate, qual è la percentuale di debito pubblico, quello che, ci dicono, “peserà sui nostri figli”, che dipende da questa usanza nazionale? D'alto canto, come ci racconta un deputato del nostro parlamento, un suo collega può essere acquistato con 150.000 euro e la promessa di rielezione e, mentre i pastori sardi vengono presi a manganellate e Coldiretti e CIA, colpevoli di rappresentare solo gente che lavora invece di organizzare degli evasori fiscali, vedono bocciate tutte le loro richieste di sostegno in un momento di crisi. Agire nel proprio interesse a danno della collettività, dello Stato, costituisce in Italia un indubbio vantaggio, anche giustificato perché, ci ripetono, “Roma è ladrona”, perché “sono tutti uguali”. Per evitarci l’incazzatura di scoprire di essere quotidianamente presi in giro, il governo cancellerà ora quella brutta abitudine che hanno i nostri magistrati di violare con le intercettazioni telefoniche la privacy di trafficanti, mafiosi e tangentisti. Forse per dire che, non prendendo più nessuno con le mani nel sacco, finalmente avremmo debellato la corruzione. Ma non è vero che tutti sono uguali, chi ce lo dice probabilmente sta tra i complici. In questo paese c’è anche qualcuno che non gira con il cartellino del prezzo appeso al collo, ci sono sindaci come Angelo Vassallo che si fanno ammazzare per la comunità che amministrano, altri che sopravvivono all'isolamento civile nella Locride, c’è chi come Raphael Rossi, pubblico amministratore a Torino, denuncia chi cerca di coinvolgerlo nella corruzione, ci sono magistrati, quelli giornalmente insultati, che hanno messo per anni a repentaglio la vita contro le mafie, ci sono persino preti che, al contrario delle loro gerarchie, credono ancora nei dieci comandamenti, c'è, insomma, chi fa ogni giorno il proprio lavoro e cerca di farlo bene. Oggi potete entrare pubblicamente in questa probabile minoranza, che non dà nessun vantaggio e nessun privilegio, aderendo alla petizione che Libera , l’associazione voluta da don Ciotti contro le mafie, ed Avviso Pubblico, l’associazione degli Enti Locali e delle Regioni contro la criminalità, rivolgono al Presidente della Repubblica perché finalmente il governo ed il parlamento approvino quelle norme per il sequestro dei beni dei corrotti derivanti da trattati internazionali che l’Italia ha da tempo firmato, ma non ha mai applicato. Fatelo, non è molto, ma dissentire è l’unica cosa che come cittadini ci rimane dopo che ci hanno espropriato anche del diritto di voto Per aderire: http://www.libera.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/3915. ❚ Nanni Passerini

CENTRO REVISIONI M.B.E.

di FERRERO Emilio

Nel 2011 • tutte le auto immatricolate nel 2007 sono da revisionare: • tutte quelle revisionate nel 2009 Via Galimberti, 43 - 10040 PIOBESI T.SE - Tel. 011.9650256 - Fax. 011.9650126 centrorevisioni.mbe@gmail.com

REVISIONIAMO • AUTOVETTURE • AUTOCARRI SINO A 35 QL. • FURGONI CAMPER • TELONATI • FUORISTRADA • 4WD

Marzo 2011 21

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Omaggio ai nostri centenari e ultranovantenni M E S S A G G I Anna Peretto vedova Laurenti nasce a Carignano il 3 settembre 1917, in via Braida (attuale civico 14), dove tuttora risiede, da Giovanni e Maria Bertolotto. Orfana di entrambi i genitori, a soli cinque anni viene accolta presso il Regio Ospizio di Carità (oggi Istituto Faccio Frichieri) insieme alla sorella Margherita (1916-1995) e qui rimane fino alla maggiore età, 21 anni. Nell’Istituto conosce Luigi Laurenti (19181979) e le loro storie si intrecciano. Per Luigi è purtroppo valida l’espressione “egli nacque, sua madre morì”. Il padre lo affidò “a balia” alla famiglia Brusa e la signora Lucia, usufruendo di un piccolo contributo comunale, non si limitò ad allattarlo ma lo crebbe fino a sei anni, insieme ai figli Anna, Giovanni (Gioanin “macellaio”), Antonietta (sposata Gianinetto), Pina e Francesco che Luigi considerò ed amò sempre come fratelli. Raggiunta l’età scolare, Luigi entrò nel Regio Ospizio ed a quattordici anni iniziò a lavorare nell’officina di Battista Cantamutto per imparare il mestiere: come meccanico fece domanda e fu arruolato nell’aeronautica militare, a diciotto anni. Si ritrovò così in Libia negli anni 1938-1940 ed in Albania dal 1941 al 1942. Rientrato da queste guerre, nel corso delle quali aveva compiuto operazioni come ricognitore a bordo di un biplano, Luigi sposa Anna nella cappella del Regio Ospizio l’11 febbraio 1943, giorno dedicato alla Madonna di Lourdes: li unisce in matrimonio il rettore don Bocco. Circondati dagli educatori, dalle suore e dai commilitoni di Luigi, Carlo Pezzi (1918-2008) e Giovanni Sommacal (1920-2006, marito di Liliana Crelli, addetto ai servizi sanitari), festeggiano con un lauto pranzo, nonostante le restrizioni della guerra. Luigi si era sposato in divisa per poter usufruire di un

premio di ben 25 lire che non gli arrivò mai. Anna, lasciato l’Istituto, era tornata nella sua casa natale e fino al 1942 aveva lavorato nel reparto ritorcitura del lanificio Bona e poi come bobinatrice presso l’Elettrauto De Leon, con sede nel complesso del convento agostiniano (come riportato sul numero del mese di luglio 2008 di questo giornale). Qui rimane fino al 1945, anno di nascita della figlia Marcella, proprio quando Luigi, tornato a Torino, avverte lo sbandamento generale e si rifugia a Mezzenile (precisamente a Macerot) in val di Lanzo presso le zie materne di Anna. Successivamente, come per altri militari, avviene il suo

reintegro nell’aeronautica, con destinazione Cameri; nel 1948 nasce Giancarlo; nel 1955, come sottufficiale, Luigi viene trasferito a San Cesario di Lecce con riferimento all’aeroporto di Galatina. Questo è l’unico momento trascorso da Anna (familiarmente chiamata Neta) lontano da Carignano ma conserva di quegli anni bellissimi ricordi: si occupava della sua famiglia e si dedicava ai suoi lavori preferiti, il ricamo e l’uncinetto. Nel 1960, mentre stavano valutando la proposta di trasferimento in Sardegna, gradita, arriva la grande notizia: a Torino si apprestano a celebrare “Italia ‘61” ed a Luigi viene offerto di venire a Caselle. Impossibile non accettare. Anna riprende possesso della sua casa in via Braida, dove continua a vivere, serena, sola dal 1979, dopo la scomparsa del marito. Lamenta qualche acciacco ma è lucida e vispa, ricorda tutto della sua vita e la sua voce è chiara, squillante. Le sono vicini i figli, il genero Nino, la nuora Andreina, gli amati nipoti Valerio e Paola con Claudio che, dal 22 febbraio, l’hanno resa bisnonna della piccola Giulia. ❚ Marilena Cavallero

Dalle piste di atletica alla pista di ballo Michele e Grazia: campioni di danza sportiva Carignano. Vai col liscio! Dopo anni passati a correre sulle piste di atletica e per le strade di Carignano in qualità di postini, Michele Zaccagnino e sua moglie Grazia Randazzo hanno deciso di intraprendere una nuova disciplina e di dedicarsi alla danza sportiva. E così l'amore per la musica e per il ballo si sono uniti alla passione mai cessata per il duro allenamento. Iscritta da poco nel circuito federale di competizioni riservate al liscio tradizionale piemontese, la coppia di atleti carignanesi, che si allena e studia alla scuola di ballo “Ilario Parise Dance Studio” di Carmagnola, ha collezionato già numerosi risultati positivi: grande soddisfazione è data dalla vittoria di ben otto gare su dieci disputate e due secondi posti nella loro prima stagione agonistica. Michele e Grazia, inoltre, si sono guadagnati il primo posto nel circuito di Coppa Italia. ◆

in bacheca

Spazio ai lettori

Tantissimi auguri alla piccola-grande Eleonora che il 9 marzo ha festeggiato i suoi 18 anni! Zia Vilma, zio Gino e cugini

Auguri a Filippo che il 1° aprile spegne la seconda candelina. Auguri da papà, mamma e nonni.

Congratulazioni a Marco Tuninetti per la sua seconda laurea specialistica in finanza conseguita con merito presso l’Imperial College Business School London. Buona fortuna per la tua carriera lavorativa. Erika, mamma e papà

Remigio Beltrando * 1 ottobre 1932 † 5 febbraio 2011 Noi tutti non ci dimenticheremo mai di te... tu di lassù proteggici e guidaci come hai sempre fatto. Ciao. La tua famiglia

Un grazie sincero dai Vigili del Fuoco Qualche tempo fa, il Comitato Manifestazioni della Città di Carignano ci ha interpellati per conoscere se a breve termine avessimo dovuto affrontare qualche impegno economico importante. A quanto pare è proprio vero che nulla succede per caso e l’inserimento di nuovi ragazzi nel nostro organico diventa un argomento da porre alla loro attenzione. Perciò comunichiamo che questo indubbio piacevole momento lo dovremo anche affrontare dotando questi ragazzi di apparati di allertamento che ci dobbiamo acquistare autonomamente. L’imminente Carnevale diventa l’occasione giusta: il Comitato Manifestazioni decide di devolvere l’intero ricavato della lotteria al nostro Distaccamento (biglietti venduti 2000, incasso 2000 euro). Ora che il Carnevale si è concluso, e la lotteria pure, vogliamo approfittare di questo spazio per comunicarvi il successo di questa iniziativa e ringraziare tutte le persone che si sono adoperate perché ciò avvenisse. Ma il grazie più grande lo vogliamo dire a tutte le persone che, con la loro generosità, ci hanno dato fiducia acquistandoci qualche biglietto. Grazie, grazie di cuore! ❚ Vigili del Fuoco di Carignano

La Croce Rossa cerca nuovi volontari Appello dal Comitato a chi ha tempo libero da dedicare Carignano. La Croce Rossa Italiana - Comitato locale di Carignano cerca nuovi volontari. Al suo attivo ha, per quanto riguarda il 2010, 2200 servizi e 1100 interventi di urgenza effettuati: per non diminuire la propria presenza sul territorio la Cri ha però bisogno di nuove forse. Per questo chiede aiuto a pensionati, studenti, turnisti, casalinghe che possano mettere a disposizione un po' del loro tempo libero occupandolo in varie tipologie di attività nell'ambito della Croce Rossa. I corsi di formazione iniziano a febbraio. Per informazioni: tel. 011.9699736. ◆

ONORANZE FUNEBRI di Hendrik Strumia e Dario Groppo

L.go Otto Martiri, 3 - Carignano (To) - Via Umberto I, 19 - Polonghera (Cn) P.zza C. Battisti, 14 - Sommariva del Bosco (Cn)

CORTESIA e PROFESSIONALITA’ PER UNA CERIMONIA DI ESTREMO SALUTO

24 ore su 24 ≈ Tel. 011.9697219 - 0172.54246 www.iltramonto.com E-mail: info@iltramonto.com baravalle@iltramonto.com SOLUZIONI DI PAGAMENTO PERSONALIZZATE


22 Marzo 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Strade più sicure per pedoni e studenti

Ecco, lo sapevo... dopo alcuni risultati un po’ altalenanti la nostra addetto stampa del calcio A5 femminile ha deciso di prendersi una vacanza e a me, mascotte della squadra, chi ci pensa?! NOME: Patty “la mascotte” COGNOME: Pianotti PIEDE PREFERITO: Quello che segna più goal ANIMALE PREFERITO: La tartaruga marina “ [...] le piccole tartarughe marine escono dal nido e si dirigono per istinto verso il mare, nonostante incontrino non poche difficoltà, le più fortunate riescono a raggiungere il mare aperto … iniziano così un lungo ed avventuroso viaggio che le accompagnerà fino alla fase adulta ed un giorno le vedrà tornare nella spiaggia natia [...]”. Ciao a tutti, io sono la tartaruga numero 10, sono nata e cresciuta (anche se dalla mia attuale altezza non si direbbe) a Carignano. All’età di 5 anni ho incontrato una persona dal cuore grande, un uomo che dedicava tutto il suo tempo ai bimbi che, come me, erano attratti da quella grande e pesante sfera che gli adulti chiamavano “pallone” Ricordo la mano di quel caro signore, da tutti conosciuto come Rovera, che mi accompagnava “alla spiaggia”: non c’era sabbia, ma c’era un mantello verde con due grandissime porte con reti, tanti palloni e un gruppo di maschietti della mia età che facevano la gara dei rigori (ma cos’erano poi questi rigori !?!). Nascosta dietro alle spalle di

Franco, ho fatto il mio primo ingresso in un vero campo da calcio: era enorme! Nel giro di pochissimo tempo diventai la “mascotte” dell’UP Carignano Villastellone (in quanto femminuccia) e sgomitando qua e là mi conquistai il mio ruolo sulla fascia destra. Purtroppo al compimento del mio dodicesimo anno di età mi fu detto che “qualcuno” (all’epoca mi sarebbe proprio piaciuto conoscere questo “Signor qualcuno” per dirgliene quattro) proibiva le squadre miste. Era giunto il momento di abbandonare la “mia spiaggia” per dirigermi verso “il mare”... Fui subito contattata dal Torino Calcio e, senza neanche rendermene conto, all’età di 14 anni, mi ritrovai ad esordire in serie A con la maglia granata del Toro Femminile... ogni domenica la indossavo in uno stadio diverso, scendevo in campo e facevo il possibile per competere contro le mie avversarie. Ero pur sempre una piccola tartaruga che doveva difendersi dagli attacchi di quegli squali adulti! Inaspettata arriva anche la chiamata per la Nazionale femminile under 20; ecco superato il fratellino che aveva militato solo in Under 14 ed Under 16. Ho trascorso circa dieci anni con la maglia granata, dieci anni ricchi di emozioni impossibili da spiegare con le parole! Devo ammettere che io sono stata una tartaruga fortunata perché non ho dovuto affrontare il mare da sola, ma dietro alle mie spalle c’era sempre il mio papà che, nonostante i suoi mille impegni lavorativi, non mi ha mai lasciata sola, lui e il suo fischio inconfondibile

KARATE erano sempre presenti sulle tribune; un suo modo per richiamarmi quando mi vedeva in difficoltà e con due semplici gesti mi dava le direttive per rimettermi in partita; ecco perché un grosso grazie, oltre che sentito, è dovuto. Poi arrivò il giorno che un dolorosissimo “crak” al ginocchio mi allontanò dai campi da calcio … Era giunto il momento di tornare alla mia “spiaggia natia”... Con lo zaino e con qualche anno in più sulle spalle ho nuotato fino a raggiungere la mia isola: Carignano! Pensavo di trovare la spiaggia deserta e invece… al mio arrivo ho incontrato un gruppo di piccole tartarughe che, dopo aver affrontato esperienze diverse, si sono ritrovate per formare una piccola squadra che oggi porta il nome di Polisportiva Carignano calcio A5. Ho avuto la fortuna di giocare per un’intera stagione con questo gruppo, dove non conta il passato, non conta l’età, non esistono squali, ma esistono solo dodici ragazze con la passione per il calcio! Il rispetto, la stima e l’amicizia che lega queste giovani sportive rendono unica la squadra della Polisportiva Carignano. Tutto questo inserito in un ambiente sano, dove è possibile trovare un sorriso dopo un’intera giornata lavorativa!!! Questo è il risultato migliore che si possa ottenere: in campo si vince e si perde, ma fuori del match noi vinciamo sempre! Il calcio è nato come sport maschile e purtroppo sono molti i pregiudizi che legano la figura femminile a questo mondo: è un vero, peccato perché ci sono tante tartarughine in giro che potrebbero vivere un’esperienza indimenticabile come la mia... ❚ Patrizia Pianotti

Ai Regionali Do-shin Carignano conquista trenta medaglie

Carignano. Soddisfacente risultato del Do-shin Carignano nei Campionati Regionali di Karate Fesik che, con 30 medaglie, ha ripetuto il numero di piazzamenti conquistati l'anno scorso. Domenica 6 febbraio scorso si sono svolti presso il Palazzetto dello Sport Le Cupole di Torino i campionati regionali ragazzi/cadetti/juniores/seniores/veterani che hanno visto la partecipazione di circa seicento atleti di ventitré società sportive provenienti dal Piemonte e dalla Valle d'Aosta. Una 12 ore non stop che ha visto l'apertura con la dimostrazione di kata (forma) e kumite (combattimento) di atleti di livello internazionale ed a seguire le gare. Grazie a tutti gli atleti partecipanti, la Doshin si è classificata al 4° posto assoluto, con 11 ori, 10 argenti e 9 bronzi, confermando la preparazione eccellente sia dei tecnici che degli atleti. Sono Campioni Regionali: Silvia D'Andrea kata cinture bianche, Anna Maria Turcu kata e kumite cinture arancio, Daniel Hopulele kata cinture blu, Simona Maina kata cinture gialle cadetti, Giacomo Ferraro kata e kumite cinture blu cadetti, Davide Porcu kumite cinture marroni juniores, Paolo Virgilio kata e kumite cinture blu senior e la squadra di kata cinture marroni cadetti composta da Andreea Turcu, Carlotta Porcu e Giulia Borean. Sono Vice Campioni Regionali: Greta Boscolo kata cinture arancio, Giulia Longo Vaschetto kumite cinture gialle, Daniel Hopulele cinture blu kumite a squadre, Carlotta Porcu kumite cinture marroni cadetti, Chiara Schirripa kata cinture gialle, Andreea Turcu kata e kumite cinture marroni cadetti, Angelina Gili in kata e kumite individuale cinture blu, confermandosi con un altro argento nella squadra di kumite composta con Ludovica Ferraro e Erica Foco. Al terzo posto: Irene Calautti kata cinture bianche, Chiara Schirripa cinture gialle kumite, Davide Cantalupo kumite cinture arancio, El Faziki Inass kata cinture arancio, Ludovica Ferraro kata e kumite cinture blu, Andrea Fulgido kumite cinture verdi e Calautti Matteo kata e kumite cinture verdi. Hanno fatto parte dello squadrone anche Riccardo Maina, Francesco Falciola, Virginia Gallo, Beatrice Lazarciuc, Martina e Letizia Peiretti, Costantino Mihalescu, Vasile Neamtu, Bilal Kamel e Federica D'Andrea. Soddisfattissimi dal Do-shin per i risultati ottenuti e per i piazzamenti dei ragazzi che, nonostante fosse la loro prima esperienza di gara, si sono comportati benissimo vincendo la timidezza e la paura di esibirsi davanti al pubblico numerosissimo. Il Maestro Valentina Cappè raggiante come sempre, nonostante i numerosi podi sfuggiti di pochi decimi di punto, non ha lesinato di complimenti gli atleti per l'esperienza vissuta ed i loro familiari per la pazienza e la dedizione che li accompagna in ogni manifestazione. ◆

Lavori in vista su corso Cesare Battisti e rotatorie in frazione La Gorra Carignano. Lavori in vista per corso Cesare Battisti. Nell’ambito del Terzo programma annuale di attuazione del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale, il PNSS, predisposto dal ministero dei Trasporti, la Regione Piemonte ha ricevuto un fondo di oltre tre milioni di euro per finanziare interventi finalizzati a migliorare la sicurezza sulle strade e, l’anno scorso, ha lanciato un bando per l’accesso ai cofinanziamenti in materia di promozione della sicurezza dei centri urbani. Il Comune di Carignano ha partecipato al bando, elaborando un progetto per la sistemazione di corso Cesare Battisti, con un’attenzione particolare agli incroci: dall’innesto con corso Torino e via San Remigio, dove è prevista la costruzione di una rotatoria per limitare la velocità d’ingresso sul viale, fino alla sede dell’Istituto Alberghiero, dove esiste già una piccola rotatoria. Verrà eliminato il semaforo all’incrocio con via Monte Nero e via Valdocco, sostituito da un’altra rotatoria mentre resterà in funzione quello con via Speranza. Si provvederà al ripristino del marciapiede e del sedime stradale, realizzando anche una pista ciclabile, rendendo in questo modo il corso più scorrevole e più sicuro. Si tratta di un intervento importante per tutta la zona, finanziato al 5060% dalla Regione, che punta soprattutto alla sicurezza per gli studenti, secondo la politica attuata dall'Amministrazione di sistemare le strade in prossimità dei plessi scolastici, a tutela dei ragazzi che frequentano le scuole. Va nella stessa direzione la risistemazione dell’area ex Bona2, dove si sta coprendo la bealera per realizzare una pista ciclabile e un percorso pedonale (mettendo così al riparo ciclisti e pedoni dal traffico vei-

colare), alcuni parcheggi e qualche macchia di verde, per raggiungere quello che sarà il futuro polo scolastico di Carignano. Una scuola c’è già, la Media di via Tappi; la prossima sarà una Materna, con dodici sezioni (spesa prevista, 4 milioni di euro), costruita secondo principi di bioarchitettura (i materiali utilizzati saranno tutti bio-compatibili) e con criteri di risparmio energetico. A queste due strutture

da evitare l’inserimento sulla strada al di fuori della rotatoria, con tutti i rischi che ciò comporta, specie quando nella zona grava la nebbia. In fatto di lavori pubblici, una precisazione dall'Amministrazione comunale sulle lungaggini burocratiche lamentate da alcuni cittadini: “L’incidente della tettoia di piazza Savoia è successo a fine 2009, e non tre anni fa, ed è passato quindi poco più di un anno. L'Ammi-

ne seguirà una terza, una scuola elementare, e poi ci saranno un centro commerciale, un parcheggio e abitazioni di edilizia residenziale. La risistemazione dell’area comporta una spesa complessiva di 330 mila euro. Ancora sul fronte della viabilità, altri lavori sono previsti nell’area della frazione La Gorra. Il progetto prevede la realizzazione di una rotatoria all’incrocio della provinciale 122 per Villastellone con il bivio per La Gorra, di una chicane al bivio per la Cascina Fausone e Tetti Paglieri e di una piccola rotatoria nel centro della frazione, dove una volta c’era il lavatoio, una zona pericolosa a causa della velocità delle auto che vi transitano.Sarà un intervento da 300mila euro, finanziato per intero dalle cave che operano sul Po, sulla base di una convenzione tra le parti. In programma anche l’innesto della strada della Pancalera nella rotatoria di San Grato, in modo

nistrazione comunale ha dovuto chiudere la zona per questioni di stabilità della struttura; successivamente ha chiesto all’assicurazione - e si sta per concludere l’iter - la liquidazione dei danni subiti; terzo punto, l’ala coinvolta ha bisogno di un intervento radicale e, visto che cade sotto il vincolo dalla Sovrintendenza, proprio insieme a quest’ultima è stato predisposto un progetto per un recupero totale della tettoia, che sicuramente è più oneroso di un costo di costruzione ex novo. Il progetto definitivo approvato dalla Sovrintendenza prevede una spesa di 280 mila euro, dei quali 80 mila elargiti dall’assicurazione, e verrà appaltato entro il 2011. Ci sembra strumentale la polemica sui tre anni, sulle lungaggini e quant’altro: bisogna valutare le cose nel loro insieme. I tempi del pubblico non sono certo quelli del privato, anche perché si deve operare con attenzione, trasparenza e correttezza”. ◆

7

Albo pretorio on line sul web Gli atti del Comune pubblicati sul sito internet Carignano. Dal 1° gennaio di quest’anno si possono consultare sul sito del Comune, www.comune.carignano.to.it , nella sezione Albo Pretorio, tutti gli atti comunali, dai bandi, alle delibere, alle determine, alle graduatorie, ai manifesti, alle ordinanze, ai decreti, alle pubblicazioni di matrimonio: prima venivano affissi nell’Albo Pretorio, ora trovano posto su uno spazio virtuale. Fino a febbraio si è ancora proceduto ad una pubblicazione parallela, cartacea e informatica; da marzo, gli atti vengono pubblicati solo sul sito on line. “La legge numero 69 del 2009 stabiliva, all’articolo 32 - spiega Maria Teresa Partiti, responsabile della Segreteria del Comune - che ‘a far data dal 1° gennaio 2010 - così diceva in prima battuta - gli obblighi di pubblicazione di atti e provvedimenti amministrativi aventi effetto di pubblicità legale si intendono assolti con la pubblicazione nei propri siti informatici da parte delle amministrazioni e degli enti pubblici obbligati’. Una norma slittata prima a luglio 2010 e poi in maniera definitiva al 1° gennaio di quest’anno, alla quale hanno dovuto adeguarsi tutti i Comuni. In pratica, tutti gli atti del Comune, possono essere consultati solo più nella sezione Albo Pretorio del sito informatico, e non, come prima, in forma cartacea. Questo vale anche per tutta la documentazione che gli altri enti ci chiedevano di pubblicare (dall’Ufficio delle imposte, alla Provincia): noi riceviamo il documento, lo trasformiamo in formato pdf, se non lo è già, e lo pubblichiamo. Non esiste più la vecchia lavagna sulla quale venivano affissi i documenti bensì uno spazio virtuale sul nostro sito internet.” La procedura di accesso è semplice: ci si collega con il sito www.comune.carignano.to.it , si individua la sezione Albo Pretorio, si clicca sulla tendina e appaiono tutti gli atti divisi per tipologia. Per il momento non esiste un archivio virtuale da consultare nel caso si volesse fare una ricerca, ma si pensa di crearlo in futuro. Esistono sempre i documenti originali: chi ha necessità di consultare un qualsiasi atto si può rivolgere alla Segreteria. Questo vale soprattutto per le persone che non utilizzano un computer o non possiedono un collegamento e che quindi potrebbero trovarsi in difficoltà nel reperire le informazioni desiderate. Ad ogni evenienza c’è la possibilità di utilizzare gli strumenti informatici della Biblioteca civica, che mette a disposizione dei cittadini un computer per la navigazione (per informazioni sugli orari di apertura, sui costi e le modalità di utilizzo, contattare direttamente la Biblioteca). ◆

INSERZIONI PUBBLICITARIE - ELEZIONI COMUNALI 2011 In vista del prossimo appuntamento elettorale per le Amministrative (Elezioni comunali di domenica 15 e lunedì 16 maggio) e nel rispetto delle leggi vigenti in materia di parità di accesso e di utilizzo degli spazi di propaganda a mezzo stampa, l’Editore informa che si rende disponibile ad accettare pubblicità elettorale a pagamento su questo giornale e di aver predisposto un codice di autoregolamentazione per la definizione degli spazi disponibili, le condizioni temporali e le tariffe. Per tutte le informazioni, le tariffe e le modalità rivolgersi esclusivamente a questo numero telefonico: 338.5478311.

SPAZIO A DISPOSIZIONE DELLE LISTE Il Giornale “Da Carignano - Ieri Oggi Domani” informa che riserverà ad ogni lista che si presenterà alle Elezioni comunali di Carignano il medesimo spazio ospitando sulle pagine del numero di aprile le informazioni fornite dagli interessati. Si chiede pertanto di inviare esclusivamente all'indirizzo dacarignano@hotmail.com i seguenti dati: simbolo e nome della lista (specificare se si tratta di lista civica o di compagine politica); lista completa dei candidati (con età e professione); una breve presentazione della lista e della sua composizione (max 3700 caratteri spazi compresi); curriculum del candidato sindaco (una breve presentazione di max 3700 caratteri spazi compresi) e foto; una illustrazione sintetica con i punti salienti del programma elettorale (max 5000 caratteri spazi compresi); Carignano oggi è... (completare con max 2000 caratteri); Carignano domani sarà... (completare con max 3000 caratteri). Tali comunicazioni dovranno pervenire esclusivamente al sopracitato indirizzo e-mail entro e non oltre l’8 aprile 2011 (l’avvenuta ricezione sarà confermata da una mail di risposta dal medesimo indirizzo). Non si terrà conto delle comunicazioni non confermate o avvenute oltre tale data e/o attraverso altri canali.

IMPRESE FUNEBRI RIUNITE DAL 1979 UNEBR ESE Fdal 1979 I RIUNIT R E MP VINOVO - PIOBESI

I

Cronache dallo sport CALCIO A 5 FEMMINILE

Marzo 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

CARIGNANO - LA LOGGIA CANDIOLO - OSASIO

Uno tra i più grandi gruppi di Imprese Funebri della Provincia Torinese

UFFICIO: SAN REMIGIO, Via Umberto I n. 39 - 011 9699487 - CARIGNANO

Dal 15 Marzo 2008 Funerali completi, scritta lapidi, arte funeraria, trasporti funebri in tutta Italia ed all’Estero

LA LOGGIA, Via Bistolfi n. 9 LA LOGGIA LA PIOBESE, Corso Italia n. 5 PIOBESI T.SE VINOVESE, Via Marconi n. 70/a VINOVO LA CANDIOLESE, Via Roma n. 5 CANDIOLO OSASIO - Abitazione, tel. 333/9858968 SERVIDIO ANTONIO PACOTTO LUCIANO

VIOTTO FLAVIO ROLFO PAOLO

333/3211052 338/5248598

333/9858968 338/7080636

SI RICORDA CHE DAL MESE DI OTTOBRE LA CREMAZIONE E’ SEMPRE COMPRESA NEI NOSTRI SERVIZI FUNEBRI


Marzo 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

DOMANDE e RISPOSTE dalla PROTEZIONE CIVILE COMUNALE E’ tempo di bilanci negli uffici comunali ed anche il Gruppo di Volontari di Protezione Civile tira le somme di questo anno che li ha visti impegnati, in primo luogo, nel corso di aggiornamento e formazione della scorsa primavera e nell’esercitazione di settembre congiuntamente con Vigili del Fuoco e Croce Rossa per un totale di 664 ore. Altro punto cardine: le riunioni di coordinamento di tutte le attività hanno richiesto loro 418 ore mentre la loro presenza durante le principali manifestazioni è stata per 289 ore. A queste si aggiungono 90 ore per i monitoraggi primaverili ed autunnali delle aste fluviali e dei rii minori presenti sul territorio. Le attività di emergenza in cui i volontari hanno dato il loro supporto sono state per un totale di 112 ore. Per quanto riguarda invece la didattica, la divulgazione con le scuole e la loro preparazione, hanno richiesto 194 ore ai volontari che si sono anche improvvisati insegnanti di orienteering con le classi quarte elementari. Infine non sono mancate le attività ordinarie per 223 ore per manutenzione di mezzi e attrezzature e per le operazioni di segreteria. Concludendo il totale dell’impegno è stato quindi di 2000 ore per un gruppo che, al momento, consta in 18 volontari.

Un ciclo di incontri sulla cultura piemontese per festeggiare i 150 anni dell’Unità d’Italia Carignano. In occasione dei festeggiamenti per i 150 anni dell’Unità d’Italia, l’Assessorato alla Cultura della Città di Carignano organizza un ciclo di quattro appuntamenti, dal titolo “El piemonteis come desmora. Parlooma piemonteis !”, per parlare della lingua, della storia e della cultura piemontese. Gli incontri si svolgeranno nelle sale della Biblioteca Civica, via Frichieri 13, sempre al pomeriggio, alle ore 15. Per le iscrizioni, rivolgersi presso la Biblioteca Civica. Si è iniziato lunedì 14 marzo, con la presentazione degli incontri e con il primo degli interventi in programma, curato da Adriano Peiretti, sull’alfabeto piemontese; lunedì 28 marzo sarà la volta della visita al Museo Civico, sotto la guida di Stefano Annone, dove verrà posta particolare attenzione al settore relativo al Risorgimento e alla satira di quel periodo; seguiranno, lunedì 11 aprile, le relazioni di Adriano Peiretti e di Giuseppe Rubinetto sulla lingua e sulla letteratura piemontese, mentre il maestro Galvani, della Corale Carignanese, terrà una lezione sull’evoluzione musicale e sul canto corale, sempre piemontese; l’ultimo incontro, lunedì 18 aprile, verterà ancora sulla lingua e sulla letteratura piemontese, sempre a cura di Adriano Peiretti e Giuseppe Rubinetto. ◆

Assegni di studio per l’anno 2009/2010 Graduatorie consultabili sul sito della Regione Carignano. L’Ufficio Istruzione del Comune di Carignano comunica che, completata delle domande relative agli assegni di studio per iscrizione e frequenza e per libri di testo, attività integrative previste dai piani dell’offerta formativa e trasporti per l’anno scolastico 2009/2010 da parte dei Comuni sedi di istituzioni scolastiche autonome, la Regione Piemonte ha approvato, come stabilito dai bandi regionali, le graduatorie delle domande ammesse e finanziate, nonché di quelle non ammesse. Al fine di informare le famiglie degli studenti, le sopraddette

graduatorie sono consultabili sul sito della Regione Piemonte all’indirizzo www.regione.piemonte.it/istruz/dirst u/sostenibile.htm. Inoltre, si possono chiedere informazioni sia al Numero Verde Unico della Regione Piemonte, 800333444, sia contattando gli Uffici per le Relazioni con il Pubblico della Regione Piemonte oppure i Comuni sedi di Istituzioni scolastiche autonome, sia inviando una e-mail alla casella postale 800333444@regione.piemonte.it oppure istruzione@regione.piemonte.it. ◆

Conferenza sull’ipnosi in Municipio “Al servizio della scienza medica”, il 15 aprile Carignano. L’Assessorato alla Cultura di Carignano, in collaborazione con l’Associazione culturale Il Circolo, organizza, venerdì 15 aprile, alle ore 21, nella Sala del Consiglio comunale del Municipio (primo piano, via Frichieri 13) una conferenza dal tema “Ipnosi, una straordinaria opportunità al servizio della scienza medica”, con filmati e dimostrazioni dal vivo. Relatore sarà il dottor Angelo Gonella, chirurgo, psicoterapeuta, ipnologo, didatta del Centro Italiano Ipnosi Clinica Sperimentale. ◆

Informazioni e consigli dalla Polizia Municipale Via Frichieri 13, tel. 011.9698431, pm@comune.carignano.to.it A cura del comandante Doriano Reburdo

• Regole anche per i pedoni Sono tanti gli argomenti finora trattati su questo giornale. E’ un grande piacere incontrare Carignanesi e non che si congratulano perché da questi semplici interventi hanno avuto la possibilità di apprendere nozioni ormai dimenticate dal tempo della scuola guida, hanno conosciuto nuovi segnali e, in particolare hanno gradito i consigli; tali scritti non incontrano forse il successo degli articoli di cronaca, tuttavia offrono spunti di informazione, documentazione e riflessione. Parliamo spesso dei comportamenti degli automobilisti, dei motociclisti, dei ciclisti, poco o quasi mai parliamo di noi stessi cioè dei pedoni, tanto meno delle norme di comportamento previste dall’art. 190 C.d.s. I pedoni sono coloro che vanno a piedi. Sembra assurdo che anche i pedoni siano obbligati ad osservare le regole della circolazione stradale. In fondo che pericolo possono correre? Attenzione: ilpedone è l’utente più vulnerabile della strada. Tra questi i più sfavoriti sono i bambini e gli anziani. Le regole per i pedoni sono abbastanza semplici, proprio per questo motivo, le sottovalutiamo o addirittura non le rispettiamo creando così confusione nel traffico, mettendo in pericolo la nostra incolumità con il rischio di provocare incidenti. - I pedoni devono circolare sui marciapiedi, sulle banchine, sui viali o sugli altri spazi per essi predisposti; qualora questi manchino, siano ingombri, interrotti o insufficienti devono circolare sul margine della carreggiata opposto al senso di marcia dei veicoli. Fuori dei centri abitati i pedoni hanno l’obbligo di circolare in senso opposto a quello di marcia dei veicoli sulla carreggiata a due sensi di marcia e sul margine destro rispetto alla direzione di marcia dei veicoli quando si tratti di carreggiata a senso unico di circolazione. - Da mezz’ora dopo il tramonto del sole a mezz’ora prima del suo sorgere, ai pedoni che circolano

sulle carreggiate di strade esterne ai centri abitati senza illuminazione pubblica è fatto obbligo di marciare su unica fila. - I pedoni per attraversare la carreggiata devono fare uso degli attraversamenti pedonali. Quando questi non esistono o distano più di centro metri dal punto di attraversamento possono attraversare la carreggiate sempre perpendicolarmente usando la massima attenzione per se e per gli altri. E’ vietato sostare sulla carreggiata, salvo necessità, è vietato sostare in gruppi sui marciapiedi (in questo modo si ostacola il transito alle altre persone e si obbligano queste ultime a scendere e camminare sulla carreggiata) in caso di incidenti stradali coloro che sostavano in gruppo potrebbero essere chiamati a rispondere di quanto accaduto. E’ vietato attraversare diagonalmente le intersezioni. I pedoni che attraversano la carreggiata dove risulta sprovvista di attraversamento devono concedere la precedenza ai veicoli. Desidero sottolineare con la necessaria importanza che è vietato attraversare la strada passando anteriormente agli autobus, filoveicoli, tram in sosta alle fermate; non è concessa la circolazione sulla strada a tavole, pattini o altri acceleratori di andatura; non si possono effettuare sulle carreggiate giochi, allenamenti e manifestazioni sportive non autorizzate; è altresì vietato usare tavole, pattini o altri acceleratori di andatura sugli spazi riservati ai pedoni. Le norme sono tutte qui. Esaminiamo a fondo le varie situazioni, proviamo ad interrogarci, chissà quali saranno o potranno essere le risposte?Riusciremo a vedere l’orizzonte quando, tutti insieme, collaboreremo per mettere in pratica personalmente le regole. • Festeggiato san Sebastiano Domenica 6 febbraio scorso abbiamo solennizzato il nostro Patrono, san Sebastiano, con una semplice cerimonia predisposta dal Comando. Alle ore 10.30 Santa Messa nella chiesa parroc-

chiale, a cui è seguito presso il salone consiliare un breve trattenimento. Come Comandante ho rivolto un saluto agli intervenuti, presentato in breve l’operato svolto dalla Polizia Municipale nell’anno 2010 riportando i dati più significativi, evidenziando che, pur mancando sempre una unità ed aumentando notevolmente la popolazione, si è comunque riusciti a rispondere alle richieste dell’Amministrazione, cercando di essere presenti giornalmente sul territorio senza tralasciare nessuno dei compiti previsti dalla legge e dai doveri d’ufficio. E’ seguito il saluto dell’Amministrazione comunale che ha ringraziato la Polizia Municipale per l’operato svolto, sostenendo che finora è stata perseguita la linea prefissata dall’Amministrazione all’inizio del mandato. Erano presenti alla cerimonia Assessori, Consiglieri Comunali, il Comandante della locale Stazione Carabinieri, maresciallo Chiaffredo Barra, rappresentanti della Protezione Civile, Croce Rossa Italiana, Carabinieri in Congedo, gli ex. colleghi comandante Pagin , ispettore Nozenzo, a genti Michele Casale, Osvaldo Casale, Barbara Malanot e altri amici e simpatizzanti. Dopo il rinfresco una ventina di persone si è poi recata al ristorante Il Canonico per trascorrere alcune ore in compagnia. Tale ricorrenza, istituita dalla Legge Regionale, è per noi molto significativa. Anche la Polizia Municipale, come tutte le altre Polizie ed i Corpi Armati dello Stato, ha un Santo Protettore ricordato e solennizzato dagli Ufficiali ed Agenti che insieme formano il Corpo della Polizia Municipale che condivide momenti di gioia, di tristezza, di impegno collettivo, di lavoro non sempre facile, tuttavia svolto da Ufficiali, Agenti, Messo Comunale, Impiegata Amministrativa, Protezione Civile e Ausiliari di Vigilanza con dedizione e spirito di abnegazione. Sul prossimo numero spiegherò perché il Santo Protettore della Polizia Municipale è san Sebastiano.

Marzo 2011 23

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Cronache dallo sport LOTTA PESI

PODISMO E ATLETICA

Premiato il settore della Polisportiva per i vent’anni di attività

Carigano Run: Passione e divertimento danno buoni frutti

Carignano. Pomeriggio di festa nel Salone Comunale dedicato alla Polisportiva Carignano, settore Lotta Pesi: sabato 19 febbraio sono stati premiati i tecnici del settore che più vittorie ha ottenuto all’interno della società. Come ricordato dal presidente della Polisportiva Guido Pochettino “la Lotta si presenta come il fiore all’occhiello della Carignano sportiva, conducendo costantemente i suoi atleti a risultati importanti a livello nazionale e internazionale”. Chiamato a ritirare la targa commemorativa il padre del settore carignanese, Candido Benso, applaudito da una numerosa platea. Lo stesso Benso ha ricordato il lavoro svolto insieme a lui da Vittorio Benso e da importanti collaboratori come Gigi Vaudagna e Maurizio Curletto. Come confermato dai presenti a parole e tramite il clima di aggregazione instauratosi anche durante la premiazione, la palestra di Lotta e Pesi con l’impegno costante, la sagacia, l’intensità nel lavoro e la capacità di sacrificio ha formato in questo ventennio non solo ottimi atleti ma grandi uomini e ragazzi, capaci poi di interfacciarsi con volontariato, amministrazione pubblica ed enti. Un ottimo lavoro che prosegue nella nuova palestra di via San Remigio, con l’impegno dei tecnici e la voglia di piccoli e grandi atleti. ◆ D.B.

Carignano. . Secondo anno per la Carignano Run, che quest’anno ha visto crescere sensibilmente il numero degli iscritti. Per la società l’anno è cominciato bene da subito, nonostante le giornate fredde tentassero a ozi e a giornate lontano dagli allenamenti, ma per molti di loro non è stato così infatti le gare di cross a inizio stagione hanno visto impegnati alcuni tra gli atleti di punta della società. Si è cominciato con le competizioni più note dello scenario torinese: Scarmagno il 9 gennaio, la Pellerina il 16/ gennaio e Trofarello il 30 gennaio. A Trofarello quattro erano gli atleti

ATLETICA P.E.C. Prime gare di stagione indoor per gli Esordienti Carignano. Non possiamo iniziare questo nostro consueto resoconto senza citare come prima cosa i Campionati italiani giovanili del 13 febbraio scorso, svoltisi ad Ancona, dove Mattia Mirenzi si è classificato al sesto posto con un lancio di 14,90 m, confermando le sue ottime capacità. I risultati di Mattia sono il frutto di un percorso iniziato ormai da diversi anni, percorso che stanno ora iniziando gli Esordienti, che si sono cimentati nelle prime gare di stagione indoor. Infatti gli Esordienti e i Ragazzi, il 19 febbraio, hanno partecipato al meeting di Bra, presso il locale palasport, gareggiando nelle prove di velocità piana e con ostacoli (con batterie e finali). La PEC si è presentata in pista con ben quindici atleti Esordienti (nella foto), seguiti da un nutrito gruppo di entusiasti genitori. Quasi tutti gli atleti hanno realizzato il proprio primato personale e alcuni sono arrivati addirittura in finale, peccato per altri (pochi), che forse per l’emozione, sono stati traditi da cadute negli ostacoli. Terminano così le gare al coperto per questa categoria, per loro i prossimi appuntamenti saranno all’aperto, a partire da sabato 9 aprile con il Grand Prix di Pinerolo. Nella categoria Ragazze buona prestazione per Nadia Tomasetig, con il primato personale nei 60 m e semifi- Tosco e Macrì bronzo agli Assoluti di greco romana nalista nei 60 h, specialità a lei più Catania ha ospitato, il 19 febbraio scorso, il 108° Campionato Italiano Assocongeniale. luto di Lotta Greco Romana. La domenica seguente Ragazzi e Ca- Ben duecento lottatori, i più bravi della penisola, hanno incrociato le braccia detti sono stati impegnati ad Aosta nell’ottimo impianto di Acicastello, comune sul mare alle porte di Catania, nei Campionati piemontesi di cate- alla ricerca dell’alloro più prestigioso. goria, prova molto impegnativa, Naturalmente Carignano era presente, anche se con una formazione rimadove comunque i nostri atleti si sono neggiata per via dell’assenza degli infortunati Matteo Signore e Paolo Benso, difesi con dignità. vice campione uscente dei 74kg. Dodicesimo posto per Enrico Ore- In ogni caso i quattro atleti iscritti non hanno deluso e il tentativo di ripetere glia nei 60 h Ragazzi con 12:49, undi- la grande prestazione dello scorso anno, con due argenti storici, è riuscito in cesimo ( ma nella categoria Cadetti) parte con la conquista di due belle medaglie di bronzo. per Matteo Pejretti con 11:71, Flavio Tosco ha avuto la bella soddisfazione di riportare a Camentre la compagna di squadra rignano il bronzo negli 84 kg, già suo nel 2008, sfiorando l’acGaia Bechis completava la gara in cesso alla finale, e vincendo poi per schienata il match per 12:26. l’assegnazione del 3° posto. Posizioni di metà classifica nei 60 L’altra medaglia di bronzo è venuta dalla giovane promessa piani per Edoardo Mazzola, con 8:39 Fabio Macri’ che a 17 anni ed al suo primo assoFlavio Tosco e Fabio Mengozzi con 8:65, che realizluto è riuscito a salire sul podio nella difficile cazano così il loro primato personale. tegoria dei 74 kg, compensando al meglio l’assenza di Paolo. Sempre nella medesima distanza, Il bel risultato è valso la convocazione di Fabio al collegiale della ma categoria femminile, Elena Ore- nazionale juniores che si terrà in Bulgaria a metà marzo. glia tagliava il traguardo in 8:89 e Mirko Della Monica, l’altra medaglia d’argento del 2010 nei 60 Beatrice Campigotto con 9:07. kg, ha affrontato la gara con la solita determinazione, ma non è Debutto nelle gare per Viviana Mi- riuscito ad andare oltre al 7° posto, perdendo l’accesso alla seFabio Macrì renzi (sorella di Mattia) che, se- mifinale dopo un incontro tiratissimo contro l’atleta di casa. guendo le orme del fratello, ha Anche il torinese Pietro Cutropia ha condotto una bella gara nei 74 kg riuchiuso la gara di lancio del peso otte- scendo a vincere alcuni incontri, per classificarsi ad un onorevole 9° posto. nendo il sesto posto con la distanza Bilancio positivo quindi anche in questa occasione perché, infortuni a parte, 8,39 m. sempre in agguato nello sport, i lottatori carignanesi hanno combattuto con Anche per questi ultimi la stagione bravura ed orgoglio, riuscendo ad essere sempre protagonisti di incontri inindoor volge al termine, inizierà in- teressanti e ad incrementare il medagliere nazionale della Poli con due belle fatti ad aprile la stagione all’aperto.◆ medaglie di bronzo. ◆ M.P.

LOTTA GRECO ROMANA

Z xÄ t à x Ü | t

ctáà|UvRvxAÜZ|tIONE 7 aprile o

G re 1 6 INAU Assaggi gratuiti gelato e pasticcini P.zza Carlo Alberto, 29 - CARIGNANO

di GENERO DAVIDE

del Carignano presenti: Francesco Pinna, Michele Avaro, Andrea Castelluccio e Vincenzo Nese (presidente della società) che, dato il manto nevoso abbondante caduto sul tracciato poche ora prima e anche durante la gara, si sono armati di tutto punto e si sono avventurati in un bel cross, in cui erano presenti anche degli ostacoli da superare. Buona prova per tutti considerando le condizioni meteorologiche. Il 20 febbraio ha visto la Società gareggiare in tre luoghi diversi: il primo gruppetto ha optato per il cross del Laghetto, poco noto ai podisti del torinese poiché si svolge nell'Alessandrino, a Castellazzo Bormida. Con uno spirito goliardico i quattro atleti presenti anche a Trofarello hanno affrontato i 6 Km abbondanti del tracciato, sotto un cielo cupo e piovoso, cosa che ha reso il percorso di gara più fangoso e quindi più faticoso e meno veloce. Ottima prova per Francesco Pinna che, pur non piazzandosi di categoria, ha condotto una buona gara, migliorando i suoi tempi dopo un lungo forzato stop. Lode particolare a Castelluccio che migliora di ben 4’ il suo primato di gara, prendendo molte posizioni in classifica. Scelta diversa per Domenico Galfione, esperto forse come nessun altro del team in lunghe distanze, che ha optato per il trail a Carpignano Sesia: ottimo esordio per il nuovo iscritto cat. M 55 che si è classificato 61° assoluto con il tempo di 1h 31’,sicuramente non male per una gara non facilissima. Ed infine il terzo gruppo composto da Pierluigi Tosello, Gianfranco Lerda, MimmaVinci, Mario Romero e Pier Carlo Petitti, che ha voluto “correre”al mare per godersi un’assolata giornata di fine inverno nella stupenda mezza delle due perle di Portofino. Bravi tutti ma una lode particolare va a Mimma Vinci perché nella sua categoria ha migliorato il suo tempo in una maratonina non certo facile anche se stupenda:1’45’’, con un ritmo sotto i 5’/Km. Ma altre soddisfazioni arrivano il 27 febbraio: al parco Ruffini di Torino si consuma la terza manifestazione di “Recordando”, gara che si svolge lungo un tracciato di 2 km e 10 metri da ripetersi cinque volte per un totale di poco più di 10 Km. Il percorso di gara aveva ospitato un trionfante Caporaso vincitore del primato delle 51 maratone.

Tendaggi e Tessuti d’arredo Confezione e posa in opera Tende da sole Tappeti e moquettes Rifacimento divani Biancheria per la casa

Via Silvio Pellico, 28/A - 10041 CARIGNANO (TO) - Tel. e Fax 011/9697738 - 335.5416408

Esclusivista

6

Otto gli atleti della Carignano Run presenti alla manifestazione e i risultati sono stati positivi per tutti, chi più chi meno: Dellavalle prestazione meravigliosa, 5° assoluto, con il

tempo di 36’ e mancato solo per un soffio il 1° posto nella sua categoria; il vicepresidente Ceravolo ottiene un 10° posto di categoria, Nese 5° nei m55; Domenico Galfione m55 3° di categoria; DiCerba che alla sua prima gara ottiene un buon piazzamento. Meno gloria per i restanti atleti Stefania Piras, Patrizia Rotella, che comunque vanno premiate per la loro tenacia e nonostante il loro scarso allenamento hanno condotto una buona gara, e Gianluca Allioli, giornata storta per lui ma si rifarà sicuramente presto, atleta tenace e grintoso darà sicuramente grandi soddisfazioni. La stagione 2011 è ancora agli inizi, tante saranno ancora le gare che affronteranno gli atleti, talvolta magari divisi in località diverse perché ognuno di loro è più amante di certi terreni o distanze. Passione e divertimento danno buoni frutti: “E’ una grande soddisfazione vedere sempre più crescere una società, ancora giovane, che, partita da pochi elementi, ora vanta più di trenta iscritti, uniti da una sana voglia di fare sport, che non si limita solo a cercare le prestazioni ma viene intesa anche come benessere, lo star bene con se stessi e con gli altri correndo in compagnia uniti dalla stessa passione. Questi sono i punti vincenti di una società nata da circa un anno, che fino ad ora ci ha regalato grandi soddisfazioni” commenta compiaciuto il presidente Vincenzo Nese, Un ringraziamento particolare a Michele Avaro che ha lavorato e continua a lavorare molto per il team e a tutti coloro che vi hanno collaborato in qualunque modo. ◆ F. P.

MISSONI


paesi

Carnevale è pur sempre Carnevale Buon successo della manifestazione, nonostante i tagli Vinovo. Carnevale in tono minore, ma sempre Carnevale. Domenica 27 febbraio scorso, a metà mattina, nella sala degli affreschi del Castello Della Rovere si è svolta la cerimonia di inaugurazione del Carnevale di Vinovo. L’edizione 2011 (la numero 34 dall’inizio del Carnevale Vinovese con le sfilate dei carri allegorici) è purtroppo ridottaall’osso poiché l’Amministrazione comunale ha deciso, a causa dei noti tagli al bilancio e delle ristrettezze economiche generali, di non finanziare la manifestazione dei carri allegorici. Quindi si è dovuto ripiegare sulla sola tradizionale cerimonia di consegna delle chiavi alle maschere locali Coucaeuv (Piero Mottura) e Bela Polajera (Luigina Calcia). Alla manifestazione sono intervenuti numerosi gruppi folcloristici e di Carnevale con tanti personaggi e maschere locali. La Pro Loco, organizzatrice delle passate edizioni del Carnevale, ha condotto la mattinata con le autorità municipali e le rappresentanze di varie altre Associazioni. Nella settimana è seguita la visita delle maschere nelle scuole e all'asilo infantile Rey; sabato 5 marzo il Carnevale è stato celebrato presso la struttura parrocchiale cascina don Gerardo; nell pomeriggio, a partire dalle ore 14, festa è stata per tutti, adulti e bambini, con musiche, balli ma-

scherati, “apericena” e altre iniziative; infine spazio ai giovani, con il Carnival Party-Young Night: balli, musiche di vari gruppi e discoteca per una serata che ha avuto un buon successo; nella stessa serata il Carnevale è stato festeggiato anche dagli Alpini in congedo presso la propria sede con l’intervento del Coucaeuv e Polajera e della Compagnia Tradissional Vinoveisa. ◆ G.C.

Giovedì musicali al Castello della Rovere Prossimi appuntamenti: 14 aprile, 12 e 26 maggio Vinovo. Al Castello della Revore è in corso la seconda edizione dei giovedì musicali. La manifestazione, che si svolge dal 17 febbraio al 26 maggio, è sorganizzata dagli Amici del Castello con il contributo dell’Amministrazione comunale, il patrocinio della Regione Piemonte, e della Provincia di Torino e con la collaborazione della Pro Loco. La stagione concertistica di musica classica, nata dalla collaborazione con la musicista professionista Marciana Petrila, si svolge nel salone degli affreschi al giovedì sera con inizio alle ore 21. L'edizione di quest'anno è dedicata al centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia. La prima serata, dedicata al mandolino della regina Margherita, ha visto il duo Carlo Aonzo al mandolino ed Elena Buttiero nel pianoforte; sono quindi stati eseguiti alcuni brani col mandolino originale posseduto dalla regina Margherita, strumento di grande effetto fatto di madreperla e fili d’oro il cui suono è stato molto apprezzato dai numerosi presenti. Il 17 marzo si è esibito il Crazy 4 Sax, affermato e noto quartetto di sassofoni di allievi della classe di sassofono del Conservatorio di Torino. Per il mese di aprile è prevista, il 14, l’esibizione del quartetto d’archi Postacchinic composto da quattro solisti marchigiani con due violini, viola e violoncello ed infine, il 12 maggio, il Color Brass, un quintetto di ottoni (tra cui il vinovese Daniele Gaido alla tromba) che suonerà musiche di prima e dopo l’unità d’Italia ossia famosi brani risorgimentali e marce militari tra cui la Reale e quella d’ordinanza. Ultimo appuntamento il 26 maggio con il duo Biedermeier, Stefano Deotto al flauto e Claudio Tarditi alla chitarra, con arie di autori ottocenteschi come Rossini, Carulli e Mercadante. ◆ G.C.

E’ nata l’associazione Animalissimi Una nuova onlus per aiutare i cani sfortunati Animalissimi Onlus è un'associazione, nata ufficialmente a Torino il 18 dicembre 2010 allo scopo di perseguire degli obbiettivi avvalendosi della collaborazione di persone motivate e disposte a fare quanto possibile per conseguirli al meglio. Loredana e Marinella, due cani sciolti, come amano definirsi, sono le fondatrici. Nello specifico Animailissimi onlus rivolgerà la sua attenzione e il suo operato a tutti quei cani del sud, nati randagi e purtroppo spesso perseguitati, a quelli che nella bella quanto crudele Spagna aspettano il giorno del giudizio, purtroppo legalmente riconosciuto, senza aver commesso reato alcuno e a tutti quegli animali, non solo cani, capitati in mani sbagliate, capaci di riservare loro solo indifferenza e maltrattamento. In che modo realizzare tutto ciò? Organizzando eventi per la raccolta dei fondi necessari, gestendo tutto un discorso di recuperi, staffette, stalli, convenzioni con veterinari di fiducia per l' assistenza sanitaria, divulgazione di appelli per favorire le adozioni, controlli pre e post affido... e quanto altro sarà necessario per salvaguardare il benessere degli animali sfortunati. Al momento l'associazione ha già in carico diversi cani che cercano casa. Chiunque volesse entrare a far parte di questo progetto ambizioso può diventare socio facendo la tessera annuale che ha un costo di 15 euro, e magari può unirsi a loro come operatore attivo. “Le cose da fare sono tante ma noi, con il vostro aiuto, vorremmo arrivare a farne ancora di più”, è il proposito dei volontari di questa nuova Onlus. Per maggiori informazioni: tel. 334.2480140; www.animalissimionlus.net. In Carignano è possibile rivolgersi per il tesseramento al negozio di animali Pedigree, in via Savoia 1. ❚

“Sipari sel Piemont” fino a marzo Ultimi spettacoli il 26 e 27 con la Bertavela La Loggia. Sta per concludersi, al teatro della Scuola Elementare “Beppe Fenoglio” (via Vinovo 1), “Sipari sel Piemont”, la ormai tradizionale Rassegna Regionale di Teatro Amatoriale in Piemontese, che anche quest'anno, giunta alla diciannovesima edizione, presenta cinque fra le migliori compagnie dialettali del Piemonte. L'ultimo appuntamento è sabato 26 e domenica 27 marzo con “El ciabot cun la surpreisa”, tre atti di Ennedi messi in scena dalla Compagnia organizzatrice, la Bertavela di La Loggia. Ingresso 7 euro. Per prenotazioni: Colorificio Marisa Fabaro (cell. 368.7732388 - tel. 011.9628692). Per informazioni: Dino Nicola tel. 011.9628619. ◆

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

L’Italia unita celebrata anche a Vinovo I 150 anni festeggiati con una mostra, un concerto e altre inziative Vinovo. La nascita dell'Italia festeggiata anche a Vinovo: l’Amministrazione comunale e varie Associazioni locali hanno voluto celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia con una serie di manifestazioni nel corso del mese di marzo. L’Università delle Tre Età ha organizzato un corso di storia risorgimentale a carattere divulgativo strutturato in tre lezioni svolto da Gervasio Cambiano con particolari cenni alle vicende ed ai personaggi della Vinovo del tempo. Gli Amici del Castello tra il 12 ed il 20 marzo nei locali centrali dell’antico maniero hanno organizzato una mostra storica dal titolo “Sinfonia italiana”: l’artigiano d’eccellenza nonché artista del ferro battuto Nicola Verderosa espone le sue più belle realizzazioni di modellini dei monumenti più famosi d’Italia riguardanti personaggi del Risorgimento. La sera del 16 marzo, nel salone degli affreschi del Castello, si è tenuta la Festa Tricolore con l’esibizione del locale coro polifonico Ars Nova insieme al coro delle voci bianche che ha suscitato tanta simpatia tra il numeroso pubblico. Infine il giorno dopo, festivo per celebrare la ricorrenza, nel pomeriggio in piazza del Municipio la Filarmonica Giuseppe Verdi fondata nel 1847 ha tenuto un concerto con l’esibizione di celebri brani tratti dalle opere dei grandi musicisti risorgimentali: Verdi, Rossini, Puccini, ecc. ed altrettante famose marce militari. Sembra essere stato apprezzato dal pubblico lo sforzo, da parte degli organizzatori, di sfrondare il più possibile dalla solita demagogia di maniera sempre in agguato in occasioni come questa. ◆ Gervasio Cambiano

Il Vescovo di Torino in visita Monsignor Cesare Nosiglia nella Parrocchia di Garino Vinovo.Venerdì 4 marzo scorso la Parrocchia di San Domenico Savio di Garino, frazione di Vinovo, ha ricevuto la visita del vescovo di Torino monsignor Cesare Nosiglia. Alle 18.30 è stata celebrata la Santa Messa dal Ve-

scovo con i parroci e sacerdoti della zona. Al termine vi è stato l’incontro tra il Vescovo ed i parrocchiani, anziani, giovani e le varie realtà della chiesa locale; è seguita la cena presso i locali della Parrocchia. ◆ G.C.

FOCACCERIA PIZ-STOP Tel. 011.9692038 - Cell. 333.3145082

Via C. Battisti, 28 CARIGNANO > > > > >

PIZZA AL TAGLIO PIZZA AL TEGAMINO FOCACCIA DI RECCO SALATINI - PIZZETTE PASTE SECCHE

FORNITURE PER BAR SOCIETA’ SPORTIVE - ASSOCIAZIONI ORARI: dal lunedì al sabato 6.00 - 20.00 • Domenica 16.30 - 20.30

Marzo 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Abio cerca volontari per la Pediatria Ospedale Maggiore di Chieri: un corso per aiutare i bambini La Fondazione Abio Italia per il Bambino in Ospedale, in collaborazione con Abio Torino e con l’Asl TO5, ha in questi giorni avviato, nel territorio di Chieri e dei Comuni vicini che hanno come riferimento l'ospedale Maggiore di Chieri, la ricerca di volontari che si occuperanno dell’accoglienza e delle attività ricreative dei bambini ricoverati in Pediatria. La Pediatria dell'Ospedale Maggiore di Chieri, diretta da Graziana Galvagno, rappresenta il riferimento per la popolazione pediatrica residente nel Distretto sanitario di Chieri, che con i suoi 25 comuni e 101.382 abitanti, è il più esteso e popoloso di ASLT05. Nel 2010 ci sono stati 820 ricoveri per bambini malati e 780 sono stati i bambini assistiti in Osservazione Breve Intensiva, mentre i bambini visitati in Pronto Soccorso Pediatrico sono stati circa 5200; oltre a queste attività, naturalmente, sono stati assistiti i neonati (740) e le loro mamme; infine sono state effettuate circa 3.300 prestazioni ambulatoriali per pazienti esterni. Prendersi cura del bambino significa porre attenzione al suo bisogno di essere accolto e curato nel rispetto delle sue esigenze. L'ospedalizzazione del bambino, in particolare, è

un'esperienza altamente traumatica, che potrebbe avere serie conseguenze psicologiche, e la possibilità, anche in ospedale, di poter giocare e di avere accanto il sorriso di un volontario Abio rappresenta un aiuto importante a vincere la paura delle visite mediche, di ambienti estranei e di terapia a volta dolorose. Fondazione Abio Italia coordina e sostiene le Associazioni Abio che 1978 sono al fianco dei bambini in ospedale. Ogni giorno i cinquemilavolontari offrono il loro aiuto: accolgono i bambini, li coinvolgono nei giochi e in tutte le attività che possano aiutarli a superare l’impatto con un ambiente sconosciuto, con il dolore proprio e con quello degli altri. I volontari sono un sostegno per i genitori attraverso l’ascolto, la disponibilità a fornire informazioni sull’ospedale o a prendersi cura del bambino in caso di loro assenza. Per diventare volontari Abio bisogna essere maggiorenni e frequentare un corso di Formazione a frequenza obbligatoria, composto da cinque incontri in aula e 60 ore di tirocinio. Nell'incontro informativo che precede l'inizio del corso di formazione si illustreranno struttura, scopi, attività dell'associazione ed i requisiti del volontario Abio.

Per partecipare è indispensabile iscriversi telefonicamente. L'iscrizione è gratuita e non vincolante per la successiva partecipazione al corso. “Sono certo che la presenza dei volontari nella Pediatria di Chieri - ha affermato Vito Plastino, commissario dell’Asl TO5 - sarà fonte non solo di benessere per i bambini ed i loro genitori, ma anche per l'arricchimento personale che sicuramente ne trarranno sia i volontari, sia gli operatori sanitari”. “Il personale della PediatriaNido, sia medico che infermieristico, si contraddistingue per una grande disponibilità ed una profonda attenzione all'accoglienza ed ai bisogni anche non sanitari dei piccoli pazienti e delle loro famiglie - ha dichiarato Graziana Galvagno, direttore della Pediatria dell’ospedale Maggiore Chieri - La presenza di Abio, con i suoi preziosi volontari ed i supporti logistici, che metterà a disposizione, ha l’obiettivo di rendere l’ospedale un luogo più a misura di bambino, attraverso l’accoglienza, l’ascolto ed il gioco” Informazioni ed iscrizioni: Segreteria Fondazione Abio Italia Onlus tel. 02.45497494 www.abio.org formazione@abio.org. ◆

FRANCHISING IMMOBILIARE 3 LOCALI - 80 mq ca.

3 LOCALI - 80 mq ca.

II medico si sceglie con internet Sportello virtuale: l’Asl TO5 è la prima in Piemonte L'Asl entra nelle case del cittadino con lo sportello virtuale “scelta e revoca del medico”. Da oggi , comodamente dalla propria abitazione, in qualsiasi orario, collegandosi al sito aziendale www.aslto5.piemonte.it è possibile consultare quali sono i medici di medicina generale ed i pediatri di libera scelta presenti sul territorio dell’Asl TO5, gli indirizzi dei loro studi, i recapiti telefonici, gli orari di apertura degli ambulatori. Ma non solo. Da oggi non é più necessario recarsi agli sportelli dell’Asl TO5 per effettuare l'iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale, ma è possibile inviare la documentazione richiesta nella modalità preferita: in modalità elettronica, tramite il sito www.aslto5.piemonte.it; per fax al n. 011 0589888 ; per posta all'indirizzo Asl TO5 Ufficio Scelta e Revoca indicando il Distretto di appartenenza (Chieri, Carmagnola, Nichelino, Moncalieri) - via San Domenico 21- 10023 Chieri (TO). “L’'Asl TO5 è la prima Azienda in Piemonte ad avere attivato la scelta e revoca del medico on line. - spiega il commissario Vito Plastino - Si tratta di uno sportello virtuale, sempre aperto, 24 ore su 24, direttamente dalla propria abitazione, utilizzando il computer di casa. E’ questa la prima mossa, messa in atto dall’Azienda, per facilitare l’accesso ai servizi da parte dei cittadini, ma numerose altre iniziative sono già in cantiere e al più presto verranno avviate per migliorare l’efficienza e la funzionalità dei servizi, considerando sempre che per la sanità ci deve essere un solo punto di partenza e di arrivo: il cittadino!”. ◆

VALUTAZIONI GRATUITE

Casa semindipendente in Borgata

In zona residenziale. Ingresso, soggiorno con angolo cottura, due camere, bagno e ripostiglio. Cantina. Euro 125.000,00

Casa d’epoca Nel centro storico. 80 mq. su due livelli con cortile e terrazzo privati. Euro 245.000,00

Casa semindipendente Ingresso living su sala, cucina a vista, due camere e bagno. Ristrutturato a nuovo. Euro 165.000,00

4 LOCALI - 85 mq ca. In centro paese, appartamento ristrutturato di recente. Ingresso, tinello, cucinino, 3 camere e bagno. Euro 158.000,00

3 LOCALI - 80 mq ca. Centro storico, ingresso, ampia sala, cucina, camera e bagno. Termoautonomo. Ristrutturato. Euro 135.000,00

3 LOCALI - 80 mq ca.

180 mq. di abitazione su due livelli, cortile privato di 400 mq. e magazzino privato di 70 mq. Euro 280.000,00

Casa semindipendente 130 mq. su due livelli. Possibilità di creare due unità abitative con ingressi indipendenti. Euro 160.000,00

2 LOCALI - 50 mq ca.

Rustico in Borgata

Ingresso su tinello, angolo cottura, camera, bagno e ripostiglio. Euro 87.000,00

500 mq. di abitazione su due livelli: 300 mq. ristrutturati e 200 mq. da ristrutturare. 300 mq. di tettoie, 600 mq. di cortile e 240 mq. di orto. Possibilità di ampia bi-trifamiliare.Euro 550.000,00

2 LOCALI - 65 mq ca. In centro paese. Ristrutturato di recente. Euro 133.000,00

Ingresso, tinello, cucinino, due camere da letto, bagno e ripostiglio. Euro 129.000,00

3 LOCALI - 70 mq ca.

4 LOCALI - 110 mq ca.

Ingresso, sala, cucinino, due camere e bagno. Doppia area. Euro 125.000,00

Ingresso living su sala, cucina abitabile, due camere, bagno e ripostiglio. Cantina e box auto. Euro 210.000,00

3 LOCALI - 80 mq ca. In centro paese. Ingresso, tinello, cucinino, due camere, bagno e ripostiglio. Cantina. Doppia area. Panoramico. Euro 105.000,00

4 LOCALI - 140 mq ca. Nel centro storico. Disposto su due livelli. Euro 120.000,00

5

Casa semindipendente

In centro paese, casa di 100 mq., disposta su due livelli, ingresso living su sala, cucinino, tre camere e bagno. Cantina con le volte. Cortile e tettoia privati di 100 mq. Euro 175.000,00

Due appartamenti di 70 mq. cadauno con ingressi separati. 100 mq. di cortile. Euro 200.000,00

Villa singola in Borgata In borgata servita, 120 mq. su un unico livello: ingresso, sala, cucina, due camere, bagno e ripostiglio. Taverna, tre box e 600 mq. di giardino. Euro 430.000,00

Villa semindipendente

In centro paese, 230 mq, sala, cucina, tre camere, mansarda, 5 bagni, taverna, cantina, box auto e giardino privato. Euro 415.000,00

AFFILIATO: STUDIO CARIGNANO sas • Via Silvio Pellico, 31 • CARIGNANO

TEL. 011.9699659 - E-mail: to2c2@tecnorete.it

Ogni agenzia ha un proprio titolare ed è autonoma

Altri

24 Marzo 2011


Marzo 2011 25

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Agenda

CARIGNANO

Tel./Fax 011.9652721 - Cell. 330.542106 - 335.291618 www.traslochivitello.it - info@traslochivitello.it

marzo 3 2 ì d e l o c mer studio in e t n e s e sarà pr el Sarto D a t t e b a Elis anente m r e p i m co se per il truc

RD CA TE O ! DI ON RO RO U U AF B 0 E

1

(da spendere come vuoi con un minimo di spesa di 20 €)

moda, genio, paesaggio, gusto. In occasione dei 150 anni dell’Unità nazionale la Reggia di Venaria diventa il palcoscenico delle eccellenze italiane nel mondo con le tre grandi mostre sull'arte, la moda e Leonardo, l'apertura del Potager Royal e gli eventi sulla cucina. Fino all'8 gennaio 2012. - “John McCracken”. La prima retrospettiva in un museo europeo dell’artista americano (Berkeley, California, 1934. Vive e lavora a Santa Fe, Nuovo Messico). Protagonista di fama internazionale dell’arte americana, a partire dal suo approccio irregolare e visionario alle correnti del Minimalismo e del Finish Fetish che si sviluppano negli Stati Uniti dall’inizio degli anni Sessanta, McCracken è per la storia e critica dell’arte figura epica e incompresa, minimalista e visionaria allo stesso tempo.Castello di Rivoli, Museo di Arte Contemporanea (piazza Mafalda di Savoia). Fino al 19 giugno. - “Kara Walker - A negress of noteworthy”. L'artista afroamericana newyorkese presenta cut papers in libere evoluzioni sulle pareti, una video-installazione, disegni, collage e tempere. Il suo progetto espositivo parte dalla riflessione sulla storia della comunità afroamercana negli USA. Torino, Fondazione Merz (via Limone 24). Dal 25 marzo al 3 luglio. - “1900-1961. Arte italiana nelle Collezioni Guggenheim”. La mostra dedicata all'arte italiana del XX secolo espone opere a partire dalla genesi delle avanguardie del '900 (Medardo Rosso e Gaetano Previati) passando alla stagione del Futurismo (con Umberto Boccioni, Giacomo Balla, Carlo Carrà). In mostra anche l'arte metafisica di Giorgio De Chirico e i lavori di Mario Sironi e Filippo de Pisis, fino al secondo dopoguerra con l'arte di Emilio Vedova, Alberto

Luigi Argentero espone a Carmagnola Mostra di pittura nella chiesa di Sant’Agostino Il carignanese Luigi Argentero espone a Carmagnola. Una mostra delle sue pitture sarà allestita nella chiesa di Sant'Agostino (piazza Sant'Agostino) dal 15 al 17 aprile prossimo. Orari di apertura: venerdì 15 dalle 16 alle 19; sabato 16 e domenica 17 dalle 10 alle 19. Ingresso libero. ◆

rodotti p i v o u n zionali e o m iusto! o g r p o t i t s t o e p h l c e nuovi pac ..attendi l’estate n no . a t t e p s a i v

Se non sei mai venuta da noi ritagliala e vieni a ritirare la nostra card con un buono di 10 euro!

- “Luci d'artista”. Edizione speciale. In occasione delle celebrazioni per i 150 anni dell'Unità d'Italia, sette opere illuminano le strade e le piazze della prima capitale d'Italia: installazioni di Daniel Buren, Marco Gastini, Rebecca Horn, Joseph Kosuth, Mario Merz, Michelangelo Pistoletto e Gilberto Zorio.Torino, fino a novembre. - “Fare gli Italiani. 150 anni di Storia nazionale”; “Il futuro nelle mani. Artieri domani”; “Stazione futuro”. Torino, Officine Grandi Riparazioni (via Castelfidardo 22). Fino al 20 novembre. - “KM011”. Un percorso, che parte dalla metà degli anni Novanta e arriva ai giorni nostri , attraverso le contaminazioni artistiche che hanno coinvolto la città di Torino in un periodo di profonda trasformazione. Quattro le sezioni del progetto: le arti visive, l’architettura, il cinema e la letteratura. Ognuna di queste raggruppa i protagonisti degli interventi in città, dall’ultima generazione di artisti agli studi d’architettura, dai cineasti ai nuovi scrittori. Torino, Museo Regionale di Scienze Naturali (via Giolitti 36). Fino al 3 aprile. - “La bella Italia. Arte e identità delle città capitali”. I grandi maestri dell’arte italiana dall’antichità all’Unità d’Italia: oltre 350 opere negli straordinari scenari della Citroniera e della Scuderia Grande di Filippo Juvarra. Con capolavori di Giotto, Beato Angelico, Donatello, Botticelli, Leonardo, Raffaello, Michelangelo, Correggio, Bronzino, Tiziano, Veronese, Rubens, Tiepolo, Canova, Hayez, Parmigianino, Velazquez, Bernini e tanti altri: dal percorso espositivo emerge e si afferma il profilo di un'arte e di uno stile italiano. Reggia di Venaria Reale. Fino all'11 settembre. - La Venaria Reggia d'Italia. Arte,

Cottino in mostra con Riccardo Licata Grafica sperimentale: Città Amica 1° aprile Il Centro Internazionale della Grafica di Venezia, Atelier Aperto e Città Amica presentano “Riccardo Licata e la grafica sperimentale fra e Venezia e Torino. Opere di Riccardo Licata, Isidoro Cottino, Nicola Sene, Patricia Senan, Lucia Caprioglio, Esposizione alla Galleria Città Amica (Torino, via Rubiana 15); da venerdì 1° aprile (inaugurazione ore 18) a mercoledì 13 aprile (feriali: ore 16-19; festivi ore 10-18). Per informazioni: info@artecittaamica.it. ◆

Via Silvio Pellico, 32 CARIGNANO (TO) Tel. 011.9692648 Chiuso il lunedì tutto il giorno

Colgo l’occasione anche se in ritardo per ringraziare le clienti che hanno dimostrato affetto e vicinanza al mio dolore. Gabriella

Diventare intenditori di formaggio Corso per assaggiatori a Carmagnola L'Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Formaggi - ONAF organizza un corso di primo livello a Carmagnola, dal 6 aprile al 5 giugno. Il corso è rivolto a tutti coloro che, per interesse personale o professionale, desiderano migliorare le proprie conoscenze sui formaggi. Le lezioni (undici appuntamenti in tutto)si svolgeranno alla sera, dalle ore 21 alle 23, e prevedono una parte teorica e una parte pratica. Il superamento dell'esame finale dà diritto all'iscrizione all'Albo nazionale degli assaggiatori ONAF. Per informazioni e iscrizioni: tel. 9625519 - 339.6549427 011.9721575. ◆

Burri, Lucio Fontana tra gli altri. Vercelli, Arca (chiesa di San Marco). Fino al 5 giugno. - “Opera 2010”. All'esposizione partecipano gli assegnatari degli Atelier della fondazione veneziana Bevilacqua La Masa: Ivana Bukovac, Antonio Cataldo, T-Yong Chung, Nicolò Degiorgis, Roberto De Pol, Francesco Fonassi, Alessandro Laita e Chiaralice Rizzi, Diego Marcon, Caterina Rossato, Giulio Squillacciotti, Sara Francesca Tirelli e il collettivo Unità di Crisi. Poirino (Torino), Fondazione Spinola Banna per l'Arte (Frazione Banna). Fino al 3 aprile. - “L'oro e la seta”. Torino, Fondazione Accorsi - Museo di Arti Decorative (via Po 55). Fino al 29 maggio. - “China power station”. Torino, Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli (Lingotto, via Nizza 230). Fino al 27 marzo. - Museo “Le Nuove”. Torino (via Paolo Borsellino 1). - Museo di antropologia criminale “Cesare Lombroso”. Torino (via P.Giuria 15).

Carignanese

Biblioteca civica, orari di apertura La biblioteca civica (secondo piano del Municipio, via Frichieri 13; tel. 011.9698481) osserva il seguente orario di apertura per il servizio di lettura e prestito: lunedì 14.30-18, martedì 14.30-18, mercoledì 14.30-18 e 20.30-23, giovedì 9-12 e 14.30-18, venerdì 14.30-18, sabato 9-12. Tel. 011.9698442-481-482. Museo civico “Giacomo Rodolfo” Il museo di storia, arte e archeologia locale (secondo piano del Municipio, via Frichieri 13) è aperto ogni terza domenica del mese, in occasione di manifestazioni cittadine e su prenotazione. Orario: 10-12, 15-18. Visite per le scuole su prenotazione (tel. 011.9698442). Sindacato Pensionati a Carignano A Carignano lo Spi (Sindacato Pensionati Italiani) C.G.I.L., Lega di Carmagnola (via Fossano 4), si trova in via Quaranta 4 (tel. 011.9697865). Orari di apertura per il pubblico: martedì, giovedì e venerdì dalle 9 alle 11.30. Patronato Inca: primo e terzo giovedì di tutti i mesi, dalle ore 15 alle 17. Caf Acli per le famiglie Quando la tua famiglia conta c’è il Caf Acli. Per 730, Unico, Isee e Red pensionati: conta su di noi! A Carignano (via Roma 18, presso il Campo Giochi): tutti i martedì dalle 9 alle 12. A Carmagnola (piazza IV Martiri 21): lunedì dalle 14 alle 17, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12. Donazioni del sangue I prelievi si effettuano nella sede di via San Remigio 46 (ex ospedale civile, piano terra, ingresso dal cortile). Le prossime date per donare il sangue sono le seguenti: - Adac: domenica 10 aprile ; dalle ore 8.30 alle 11.30. - Fidas: venerdì 27 e lunedì 30 maggio; dalle ore 8 alle 11.

“Alter ego”: Giorgio Griffa alla Castiglia di Saluzzo L’Igav apre una nuova stagione nell’antica residenza dei Marchesi Dal 27 marzo al 22 maggio la Castiglia di Saluzzo ospiterà “Giorgio Griffa. Alter Ego. 1979-2008” una mostra antologica di Giorgio Griffa curata da Martina Corgnati e realizzata dall’Istituto Garuzzo per le Arti Visive – IGAV in collaborazione con la Città di Saluzzo (inaugurazione sabato 26 marzo, ore 17.30). L’Igav, ente non-profit con sede a Torino dal 2005 sostiene l’espressione delle arti visive italiane promuovendo mostre a carattere nazionale e internazionale, scambi tra diversi Paesi e iniziative culturali. Con la mostra di Giorgio Griffa, appositamente studiata per gli spazi della Castiglia, l’Igav inaugura una nuova stagione espositiva nell’antica residenza fortificata dei Marchesi di Saluzzo, dedicata ai grandi maestri. Giorgio Griffa (Torino 1936) è uno degli artisti italiani più originali e noti della sua generazione per la caratteristica forma di pittura support/surface, stesa con colori ad acqua su tele non intelaiate che dialogano liberamente con lo spazio e la parete.Le sue linee, i suoi arabeschi, le sue spugnature, e i suoi punti colorati che sembrano inseguirsi e giocare sulla superficie, sono frutto di un’analisi rigorosa delle componenti minime ed elementari del fare pittura, ma al tempo stesso esprimono una gioia del colore e della decorazione, nel senso "alto " che abbiamo ereditato da Matisse, tipicamente europea. Griffa è dunque la personalità artistica più indicata ad aprire questa rassegna sui grandi maestri locali che hanno lasciato il segno sulla scena nazionale ed internazionale Nelle parole della curatrice, Martina Corgnati: “Nella sua perlustrazione, incominciata ormai molti decenni fa e articolata a partire da un ritorno della pittura alle sue componenti costitutive, linea, punto, macchia colorata e tela, intesa come parte integrante dell’operazione pittorica, Giorgio Griffa ha dato forma a un nuovo, inimitabile linguaggio e, al tempo stesso, ha aperto una strada importante non solo alla pittura ma

alla pratica artistica in generale, senza stancarsi mai di ripetere che la sua operazione, in fondo, altro non è che la costruzione delle condizioni giuste per permettere la manifestazione della natura stessa delle cose, in presenza di un artista che si comporta non tanto da artefice quanto, piuttosto, da catalizzatore”. Griffa è da sempre attivo in Piemonte, dove si è formato e dove lavora dalla fine degli anni Sessanta e con questa mostra torna ad incantare il suo pubblico con un ciclo eseguito dal 1979 al 2008 e composto da diciotto grandi lavori dedicati ciascuno a un artista del passato, prossimo o remoto, con cui Giorgio Griffa avverte una speciale affinità: “La pittura minimalista non ha mai cessato il dialogo con la memoria millenaria del dipingere, anche contro la volontà dei suoi autori. Io ritengo che al suo interno sia emersa nel tempo una linea di pensiero che mira a rendere esplicite queste memorie senza ricadere in ipotesi di restaurazione… Questo mio ciclo di lavori, iniziato non a caso alla fine degli anni ’70, appartiene a questa vicenda, anche se io non sono mai stato un minimalista, e guarda a memorie specifiche della pittura, ad altri artisti del presente e del passato. La pittura come processo che dipinge il suo divenire è pur sempre pittura, nasce e germoglia nel terreno reso fertile dagli altri, artisti e no. Appartiene al mondo anziché a se stessa”. Si tratta dunque di una mostra antologica “a tema” che consentirà di apprezzare una parte ancora sconosciuta e inedita del suo lavoro. Il progetto è particolarmente apprezzato dal Sindaco di Saluzzo , Paolo Allemano: “La scommessa accettata e vinta insieme all’Igav due anni fa ha segnato l’inizio di una collaborazione che è proseguita, e si è consolidata, con l’apertura della sua Collezione Perma-

nente di Arte contemporanea al piano terreno dell’edificio l’anno scorso e, ora, con questa mostra. Si tratta di un’esposizione di altissimo livello e di notevole impatto, che ci offre l’occasione e l’onore di accogliere alla Castiglia un artista straordinario”. In occasione della mostra di Giorgio Griffa verrà anche riaperta e proposta in una nuova veste la Collezione Permanente di Arte Contemporanea dell’Igav, al piano terreno della Castiglia. Attualmente è in corso una personale di Giorgio Griffa al MACRO di Roma. Ideazione e realizzazione Igav, in collaborazione con Città di Saluzzo. Con il patrocinio di Regione Piemonte e Provincia di Cuneo. Con il contributo di Fondazione Casa Risparmio Torino. Con il sostegno di Fondazione Cassa Risparmio Saluzzo e BBC Benevagienna. Partner ufficiale Flyren. - “Giorgio Griffa - Alter ego, 19792008”. Un progetto Igav per la Castiglia di Saluzzo Dal 27 marzo al 22 maggio 2011. Castiglia, piazza Castello, Saluzzo (Cuneo). Catalogo Skira. Giorni e orari di apertura: sabato e domenica 15-19; domenica 1 maggio chiuso; apertura straordinaria lunedì 25 aprile. Biglietto intero 5 euro, ridotto 2,50 euro (over 60, comitive di almeno 10 persone prenotate; presentando contromarca ingresso Casa Cavassa e Torre Civica). Ingresso gratuito previa registrazione: abbonamento Musei e Piemonte card; scuole di Saluzzo che si presentino come classi; under 18; diversamente abili.Le visite si svolgeranno solo a gruppi accompagnati, ogni mezz'ora (partenze dalla biglietteria ore 15,15.30 - 16 - 16.30 - 17 - 17.30 - 18 - 18.30). Gruppi di massimo 25 persone. Per informazioni: IGAV tel. 011.19781500 - www.igav-art.org; IAT Saluzzo tel. 0175.46710 www.saluzzoturistica.it. ◆


26 Marzo 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

AVVISO

A.A.A. ANNUNCI

Non tutti gli annunci sono gratuiti. Invitiamo gli inserzionisti ad attenersi alle condizioni riportate qui a lato. Grazie.

Gli annunci (5 euro ogni singola offerta immobiliare; 10 euro attività commerciali, ricerche di personale, ecc.; gratuiti gli altri) devono essere consegnati entro il 5 del mese. L’eventuale ripetizione di un annuncio deve essere rinnovata di volta in volta. Recapiti: Redazione, corso C. Battisti 60; Pedigree, via Savoia 1; Cartolibreria Luigi, via Savoia 13; dacarignano@hotmail.com

Volete sostenere il giornale sottoscrivendo un abbonamento annuale? Il giornale sarà inviato all’indirizzo che voi indicherete. Costo di 11 numeri: 30 euro per spese di spedizione fuori Carignano, 15 euro per il recapito a Carignano. Rivolgersi alla Tipografia: Nuova Grafica Carignanese - via Salotto 15 - tel. 011.96.97.872.

334.2094643 - 393.4063342. Affittasi box auto centrale. Tel. 334.1000254. Acquisto in Carignano centro alloggio di 5 vani su unico livello. Tel. 338.1688616. Box auto nuovo vendesi a Carmagnola, in via Magone, 8,5 x 2,8 mt, prezzo da concordare. Tel. 338.6034339. Signora piemontese referenziata cerca in affitto piccolo alloggio con riscaldamento autonomo. Tel. 338.3566559347.0457414. Giovane coppia cerca in affitto in Carignano o dintorni piccolo alloggio ammobiliato, a prezzo modico, no agenzie. Tel. 333.3796858. Terreno agricolo per uso orto, in Carignano, frazionabile in più parti e dotato di impianto di irrigazione. Trattativa riservata. Tel. 011.9777018 (no agenzie).

AUTO e moto

U

MEN

2

1

IMMOBILI/ATTIVITA’ Vendesi attività in centro Piobesi (TO) di fotografia, cartoleria, oggettistica etnica, bigiotteria, giocattoli e idee regalo con due belle vetrine, riscaldamento autonomo, bagno privato. Tel.

M

4

7

0

8

C

5

#

9

6

3

OK

Vendesi BMW 120, diesel, maggio 2007, km 25000, unico proprietario, colore blu monaco. Tel. 338.6034339. Vendesi Fiat 600, anno 2001 Euro 3, Km 104.000 a 500 euro. Tel. 011.9692650 (ore serali).

M+

Studentessa universitaria impartisce lezioni di matematica e chimica a ragazzi/e di scuole medie inferiori e superiori. Tel. 338.4269800. Ragazzo trentenne tutto fare, serio e volenteroso, si offre per sgombero alloggi, svuotamento cantine, solai, garage, manutenzione orti, giardini, cortili ed altre attività manuali, accudimento animali domestici, dog-sitter, ecc. Tel. 329.7850820. Studentessa universitaria, con esperienza, offresi per ripetizioni a bambini e ragazzi, aiuto compiti e baby sitter. Tel. 347.0994172. Cerco lavoro come autista, munito di patente CQC. Tel. 345.14208153 - 345.19747667. 31enne italiano cerca lavoro pomeridiano e serale part-time come lavapiatti e/o cameriere in birrerie, pub e ristoranti, zona Torino sud e provincia. Massima serietà. Tel. 340.2104278. Signora carignanese cerca lavoro come baby sitter o collaboratrice domestica (pulizie e stiro). Tel. 011.9697983 - 348.6612422. Ragazza rumena 32enne cerca lavoro come badante o colf fulltime o part-time nella zona Torino sud e provincia; conoscenza lingua italiana; massima serietà. Tel. 329.8266683. Signora 50enne, seria e volenterosa, automunita, con esperienza, cerca lavoro come colf, stiratrice, badante, pulizie in Carignano e limitrofi. 334.1548255 - 334.1548255. Laureata in matematica impartisce lezioni private di matematica e fisica a studenti della scuola superiore. Disponibile anche come aiuto compiti per ragazzi della scuola elementare e media e per la preparazione di esami universitari di matematica. In zona anche a domicilio. Tel. 333-5281877. Trentenne con esperienza cerca lavoro serio come badante, pulizie e baby-sitter. Tel. 347.7113281. Ragazza 31enne, italiana, seria,

volenterosa, automunita, con attestato di qualifica addetto cuoco, svolge lavori di cucito, con esperienza in fabbrica, cerca lavoro. Libera da subito. Tel. 338.5823526. Signora moldava, referenziata, cerca lavoro come badante o colf fissa. Tel. 327.7525084. Signora piemontese esegue piccoli lavori di cucito: sostituzione lampo, orli pantaloni, gonne e piccole riparazioni. Tel. 339.8789872 (ore serali) Eseguo lavori di tinteggiatura case, pulizia giardini, taglio erba tappeti verdi e altri lavori. Tel. 342.1669036

*

LAVORO

VARIE Vendo bicicletta Bianchi originale, nuova con freni a bacchetta, da vedere e concordare prezzo. Tel. 334.3536578. Vendo carrozzina con navicella ovetto bebè comfort e sdraietta Giordani, come nuovi, tutto a 60 euro. Tel. 348.2738296.

Per le inserzioni pubblicitarie su

“da Carignano Ieri, Oggi, Domani” telefonate al 339.7292300

IMPRESE FUNEBRI RIUNITE DAL 1979

24 ORE: FARMACIE DI TURNO N.B. Il servizio notturno funziona esclusivamente per le urgenze e le ricette mediche. Orario delle farmacie di guardia notturne e festive: dalle 8.30 alle 8.30 del giorno successivo.

Marzo M 15 CASTAGNOLE M 16 CARMAGNOLA (Borgo Vecchio) G 17 PANCALIERI V 18 LOMBRIASCO S 19 CARMAGNOLA (Comunale) D 20 CARMAGNOLA (San Bernardo) L 21 PIOBESI M 22 VILLASTELLONE M 23 CARMAGNOLA (Amedei) G 24 CARIGNANO (Pozzati) V 25 PIOBESI S 26 CARMAGNOLA (Don Bosco) D 27 CARMAGNOLA (Don Bosco) L 28 CARIGNANO (Cossolo) M 29 CASTAGNOLE M 30 CARMAGNOLA (Don Bosco) G 31 PANCALIERI

LOMBRIASCO CARMAGNOLA(Amedei) CARMAGNOLA(Amedei) PIOBESI CARIGNANO (Cossolo) CARMAGNOLA (Appendino) G 7 CARIGNANO (Pozzati) 1 2 3 4 5 6

D L M M G V S D L M M G V S D

Aprile V S D L M M

V S

L M M G V S

8 VILLASTELLONE 9 CARMAGNOLA (Appendino) 10 CARMAGNOLA (Appendino) 11 CARMAGNOLA (Comunale) 12 CASTAGNOLE 13 CARMAGNOLA (San Bernardo) 14 PANCALIERI 15 LOMBRIASCO 16 CARMAGNOLA (San Bernardo) 17 CARMAGNOLA (Comunale) 18 PIOBESI 19 CARIGNANO (Cossolo) 20 CARMAGNOLA (Don Bosco) 21 PANCALIERI 22 VILLASTELLONE 23 CARMAGNOLA (Don Bosco) 24 CARMAGNOLA (Amedei) 25 PANCALIERI 26 LOMBRIASCO 27 CARMAGNOLA (Comunale) 28 CARIGNANO (Pozzati) 29 CASTAGNOLE 30 CARMAGNOLA (Borgo Vecchio)

DOVE TROVARLE. A Carignano: Cossolo, via Salotto 6 (tel.011.9697160);Pozzati, piazza Carlo Alberto 1 (tel.011.9697164).A Carmagnola: Amedei, via XX Settembre 1 (tel. 011.9723196); Appendino, via Valobra 149 (tel. 011.9723195); Comunale, via Ronco 49 (tel. 011.9770941); Don Bosco, via Chieri 2/A (tel. 011.9716668); Ferrari, via Fratelli Vercelli 1 (tel. 011.9715017); Salsasio, via Pascoli 8 (tel. 011.9771267); San Bernardo, via del Porto 171/a (tel. 011.9712300). A Castagnole: piazza Vittorio Emanuele 14 (tel. 011.986673). A Lombriasco: via San Giovanni 5 (tel. 011.9790330). A Moncalieri: Borgo Navile, via C.Colombo 2 (tel. 011.642578); Castelvecchio, str.Genova 192 (tel.011.6471233);Ceriana, str.Carignano 13 (tel.011.642143);De Grazia, str.Stupinigi 14 (tel.011.6056355); Magnani, str.Genova 14 (tel.011.642425); Maldini, P.za Vittorio E II (tel. 011.642529); Parizia, via Tenivelli 3/a (tel. 011.642722); Premi, str. Carignano 72 (tel. 011.646621); S.Maria, C.so Roma 24 (tel. 011.645589); S.Matteo, C.so Roma 73 (tel.011.6067769);S.Monica, Str.Torino 71 (tel.011.6610416);S.Pietro, via Sestriere 32 (tel. 011.6069830); Superga, C.so Roma 45/6 (tel. 011.6051684);Tosi, str. Genova 264 (tel.011.6810281).A Nichelino: Comunale 1, via Moncenisio 38 (tel.011.6809814);Comunale 2, P.za A.Moro 50 (tel. 011.6272448); Crocera, via Martiri 2 (tel. 011.6273092); Dallocchio, via Torino 137 (tel. 011.6809061); Debouchè, l. delle Alpi 16 (tel. 011.6890416); Della Stazione, via Torino 224 (tel. 011.621964); Erbetta, via Torino 106 (tel. 011.623829); Largo Giusti, L.Giusti 56 (tel. 011.6279560); Sangone cnc, via Torino 20 (tel. 011.6064866); Sant'Edoardo, via Buonarroti 1/c (tel. 011.6051471). A Osasio: via Torino 41 (tel. 011.9793303). A Pancalieri: via Principe Amedeo 22 (tel. 011.9734441).A Piobesi: corso Italia 13 (tel.011.9657012).A Racconigi: Barberis, via Stefano Tempia 6; Maritano snc, via Francesco Morosini 12 (tel. 0172.85361); Quaglia, via Angelo Spada 20 (tel. 0172.85048). A Villastellone: piazza Libertà 26 (tel. 011.9696063). Orari di apertura: 8.30-12.30; 15.15-19.15.

Mensile indipendente di informazione, attualità e cultura. Distribuito gratuitamente a Carignano, frazioni e dintorni. Reg. Tribunale di Torino n. 5537 del 7.8.2001

Direttore responsabile Cristina Cavaglià Direttore editoriale Massimo Bessone

San Remigio Il decoro, l’assistenza, il rispetto, sono vostri diritti! Offrirveli è nostro dovere! CARIGNANO Via Umberto I n. 39 - Tel. 011/9699487 OSASIO Abitazione - Tel. 333/9858968

Collaborano Daniele Bosio, Luca Bruno, Gervasio Cambiano, Carlo Cavaglià, Marilena Cavallero, Roberto Dal Prete, Stefania Falcone, Matteo Grassedonio, Giuseppe Manescotto, Claudio Montemarano, Angela Pastore, Cristina Pejretti, Massimo Pejretti, Massimo Peretto, Daniela Previale, Nadia Tonda Turo, Daniela Tontini, Bruno Valinotti, Flavio Viotto Proprietà UCAP, Unione Commercianti Artigiani Professionisti di Carignano; via Frichieri 13, Carignano Grafica, impaginazione e stampa Nuova Grafica Carignanese s.n.c di Bordone e Scifo, via Salotto 15, Carignano Redazione: corso Cesare Battisti 60, tel. 011.9697525, Carignano e-mail: dacarignano@hotmail.com Pubblicità: 339.7292300 “Da Carignano - Ieri Oggi Domani” non beneficia di contributi p u b b l i c i m a s i f i n a n z i a e s c l u s i v a m e n t e c o n g l i i n t r o i t i d e r i v a nti dalle inserzioni pubblicitarie e dagli annunci a pagamento e con le eventuali offerte dei lettori.

Marzo 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Opinioni diverse sulla vicenda Fiat Mi riferisco all’articolo di Nanni Passerini “Fiat da Torino a Toronto” pubblicato su questo giornale a febbraio 2011. L’articolista pare non avere alcuna esperienza diretta del mondo industriale nazionale né internazionale. Innanzitutto le illazioni sui prezzi di interscambio tra Detroit e Torino sono del tutto gratuite ed insensate, sia perché oltre ad un’etica professionale non vi è alcuna logica nel concedere ai lavoratori dei premi su risultati economici non eseguiti (crea rivendicazioni fasulle), ma non meno importante perché esistono delle severe regole fiscali (transfer pricing) che vietano il trasferimento di utili tramite i prezzi di intercambio all’interno di un Gruppo. E’ vero che i lavoratori Chrysler hanno la maggioranza delle azioni, ma nell’articolo non si dice che, sull’orlo della bancarotta, hanno accettato, tramite i sindacati che la società paghi con azioni il debito contratto per il pagamento della propria quota al VEBA, il fondo per la previdenza e l’assistenza sanitaria dei dipendenti e pensionati gestito dal sindacato. In poche parole, se le cose vanno male perdono tutto (non ci sono le tutele che abbiamo in Italia). Quindi una scelta di partecipazione azionaria più per necessità che per convinzione. Non si dice nell’articolo citato che nonostante la partecipazione maggioritaria i sindacati hanno solo un rappresentante nel consiglio di amministrazione contro i tre membri di

Fiat e che sono tenuti lontano dalla gestione. Non si dice sempre in detto articolo che il sindacato Chrysler ha garantito rilevanti riduzioni del costo del lavoro con rinuncia a rivendicazioni e scioperi sino al 2015, concedendo aumenti di produttività per aiutare l’azienda nel processo di risanamento. Per quanto riguarda la IG Metall, la Governance aziendale in Germania è diversa da quella italiana. E’ comunque un sindacato unitario che si pone come unico interlocutore. Tra i suoi compiti, per statuto, vi è quello di mantenersi indipendente da governo, amministrazioni, imprenditori, religioni e partiti politici e concordare con il management decisioni su alcune tematiche aziendali. La scioperosità è bassa e richiede a volte una maggioranza di aderenti molto alta per poterlo effettuare. Nella prima metà del decennio scorso hanno accettato riduzioni al salario per ridare competitività al settore produttivo tedesco. Il successo della VW non sta nella compartecipazione, ma in un complesso di fattori . Ogni paese ha le sue motivazioni (di quale compartecipazione si avvalgono i sindacati di Cina, India ecc. ?). Sul fatto che la Fiat non guadagni in Italia è certo, sia per i modelli ma anche perché siamo esterofili. Copriamo il 26% delle auto a marchio nazionale contro l’oltre 65% della Germania e Francia e 90% del Giappone. Contribuiscono anche parecchi Enti Pubblici nazionali che comprano marchi esteri anche se non strettamente necessario. In quanto al quasi auspicato subentro della Volkswagen, poiché le aziende dell’auto non possono sopravvivere a lungo se non raggiungendo elevati volumi di vendite ciò potrebbe anche avvenire. In questo caso mi chiedo di quale nazionalità sarebbero i fornitori dell’indotto. Per il momento diversi fornitori italiani si stanno attrezzando per fornire la Chrysler. Alla luce di quello che succede nel mondo (pare che a qualcuno convenga non accorgersene) i sindacati che hanno firmato per l’accordo su Mirafiori hanno avuto il coraggio di essere anche impopolari superando comunque la barriera

Le lettere, complete di firma (che sarà omessa esclusivamente su esplicita indicazione e comunque resa nota, in caso di richiesta, a eventuali diretti interessati) e di indirizzo del mittente, devono pervenire entro e non oltre il 5 del mese. Non vengono accettate le lettere anonime.

Volete sostenere il giornale sottoscrivendo un abbonamento annuale? Il giornale sarà inviato all’indirizzo che voi indicherete. Costo di 11 numeri: 30 euro per spese di spedizione fuori Carignano, 15 euro per il recapito a Carignano. Rivolgersi alla Tipografia: Nuova Grafica Carignanese - via Salotto 15 - tel. 011.96.97.872.

Lettere al giornale L’albero degli allocchi di Carignano ... c’era una volta l’albero degli zoccoli, meraviglioso film di Olmi, oggi a Carignano abbiamo l’albero degli allocchi! Una famiglia numerosa di allocchi, uccelli rapaci notturni, ha eletto a dimora diurna un pioppo cipressino della piazzetta San Giacomo che prende il nome dalla omonima chiesina. Le persone che si trovano a passare nella zona, prima o poi si fermano a naso all’insù a guardare questo spettacolo naturalistico insolito diurno in ambiente metropolitano. L’albero si presenta addobbato come a Natale un abete ma, anziché palle colorate, i rami ospitano una dozzina o più di splendidi esemplari di allocchi che normalmente, se si ha la fortuna di scovarli, si dovrebbero vedere solo di notte. Questi, sagome immobili, si fanno ammirare di giorno nella loro bellezza di colori del piumaggio rosso-grigio-ruggine e maculati di chiaro: la testa è grossa e tonda e ti fissano (così pare...) con i loro grandi occhi scuri e... mascarati. Alla sera lasciano l’albero in volo, ed è un altro spettacolo, per andare probabilmente a caccia di prede. Insomma, un motivo in più agli amanti della natura per visitare Carignano, cittadina alle porte di Torino, già conosciuta per le sue case medievali e chiese barocche, piccolo patrimonio della nostra bella e centocinquantenaria Italia unita! Mariella B.A. Il metano fino alla Gorra Chi ha percorso la strada che dalla borgata Gorra porta a Moncalieri l’estate scorsa ha certamente notato i lavori di interramento di una tubazione. Chi poi ha chiesto ai responsabili del cantiere ha avuto la conferma che si trattava di una condotta per il metano. L’esistenza di una condotta che porta il metano da Moncalieri alla borgata non significa purtroppo che gli abitanti della Gorra avranno presto la possibilità di allacciarsi: pare infatti che la tubazione si fermi alle ultime case di Moncalieri, al confine con la Gorra (una parte della borgata, infatti, la parte del territorio di Moncalieri). Non conosco il motivo per cui il comune di Moncalieri ha deciso di portare la condotta del metano fino alla borgata. E’ però ben noto che portare il metano dalla città di Carignano alla borgata La Gorra

(ma anche alle altre borgate al di là del fiume) sia complesso e costoso; verrebbe da pensare che l’esistenza di una condotta che arriva ai confini cittadini da est, sia una opportunità da cogliere, o quantomeno da valutare: potrebbero essere numerose le famiglie che abitano nelle borgate oltre il fiume, interessate ad allacciarsi al metano. Marco Cignetti Uun abitante di La Gorra interessato ad allacciarsi al metano

della conflittualità fine a se stessa e all’esercizio di un potere fasullo in particolare in un momento in cui è ancora in corso un processo di risanamento da parte dell’azienda, avendo ben chiare le concessioni fatte dal sindacato americano. Ad affossare una azienda ci vuole poco, è ristrutturarla che costa fatica e sacrifici, se si hanno i mezzi, senza essere per questo certi del risultato. Ma il buon senso dice che è comunque meglio tentare che stare sull’altra sponda a guardare. L’articolista inoltre crede di dire qualcosa di nuovo a quegli impiegati che hanno votato per il sì che già non sanno. E’ comodo parlare sulla pelle degli altri quando si è al riparo di un posto di lavoro sicuro. Comunque, finchè saremo in democrazia ognuno ha diritto di votare come crede e va rispettato. Si può capire che, continuando a creare un ambiente poco favorevole, un’azienda alla fine delocalizzi. A questo punto finalmente qualcuno potrà dire: “Io l’avevo detto”… Complimenti!! Per quanto riguarda il governo se mai uno dei suoi compiti principali, più che intromettersi nelle trattative, è quello di ridurre le tasse, in particolare sul lavoro e alle imprese, senza però aumentare il disavanzo, per renderci più competitivi, riportandoci a casa lavorazioni trasferite all’estero. Occorre quindi ridurre i costi della politica, della burocrazia e degli sprechi e con la lotta all’evasione, alla criminalità e ampliando la base imponibile con un forte aumento del turismo. Purtroppo però alcuni tempi sono poco graditi per un motivo o per l’altro. In conclusione ritengo che, per il rispetto dei lettori, gli argomenti vadano trattati non in modo fazioso ma con professionalità e non soltanto criticando gratuitamente ma indicando soluzioni se si vuole dare un qualche valore aggiunto. Piero Grasso La Redazione precisa: Nanni Passerini sul nostro giornale non scrive articoli; i suoi interventi (pubblicati, così come le altre rubriche, con carattere diverso rispetto agli articoli proprio per distinguerli) devono

3

essere considerati per come vengono proposti, e cioè opinioni personali.

Maggiori controlli sugli operatori della raccolta differenziata Vorrei allacciarmi a un articolo sul precedente numero del giornale in cui l'assessore Giorgio Albertino rinnova l’invito ai cittadini a porre più attenzione nella differenziazione dei rifiuti. Io proporrei, oltre a questo invito, anche maggiori controlli a chi si occupa della raccolta. Era un giovedì, avevo esposto carta, vetro e R.S.U. ed ero presente quando arriva l’addetto per effettuare la raccolta che ritira per primo il vetro, poi la carta ed infine l’R.S.U. buttando tutto sullo stesso mezzo (non era la prima volta). Con il vicinato ci siamo detti “bene, i cittadini si impegnano a differenziare, poi loro buttano tutto insieme”. A questa persona sono state chieste spiegazioni, e lui con tutta tranquillità ha risposto: “Mancano sette operai”. Anoi cittadini questo cose non vanno bene, specie quando vediamo scritto che il costo delle bollette rimarrà invariato. Un cittadina di Carignano Una sottoscrizione che non è piaciuta Esimio Direttore, nel programma delle bellissime manifestazioni del Carnevale di Carignano ho apprezzato tutte le iniziative di aggregazione e mi complimento con gli organizzatori che hanno lavorato gratuitamente per la buona riuscita del Carnevale. Non ho però apprezzato la sottoscrizione a favore dei Vigili del Fuoco volontari, nella serata della Mangialonga (allego il programma della serata), anche perché, come mi è stato riferito dagli stessi volontari, loro svolgono un servizio gratuito per la città ma in realtà ogni vigile del fuoco è praticamente stipendiato... mentre le spese per il mantenimento della loro sede sono legate alla città. Quindi se si fanno sottoscrizioni, sarebbe meglio individuare i gruppi che operano del tutto gratuitamente per la collettività. Grazie per l’ospitalità e cordiali saluti. Lettera firmata

La redazione è aperta al pubblico La redazione di “Da Carignano - Ieri Oggi Domani” si trova in corso Cesare Battisti 60, sotto il viale. Apertura al pubblico una volta alla settimana: giovedì mattina dalle ore 9 alle 12.


IMMOBILIARE DEL

ONORANZE FUNEBRI L’ANNUNZIATA - S. BARTOLOMEO

BORGO VECCHIO CARIGNANO

P.za Carlo Alberto, 62 - Tel. 011.9693293 Carignano - Via IV novembre: Appartamento in posizione centralissima di ampia metratura sito al piano primo composto da ingresso, tinello con cucinino, tre camere, bagno, ripostiglio, cantina e box auto. Riscaldamento centralizzato, in buone condizioni. Euro 185.000,00 Carignano - Via Speranza: Appartamento di recente costruzione sito al piano primo con ascensore composto da: ingresso, soggiorno, cucina, camera, bagno, cantina e box auto. Doppia esposizione, termoautonomo, in buone condizioni. Possibilità di variante con soggiorno con angolo cottura, due camere e bagno. Euro 150.000,00 Carignano centro: In posizione centrale appartamento di ampia metratura da ristrutturare. Euro 130.000,00 Carignano - Corso Cesare Battisti (angolo via Salotto): Appartamento quinto piano con entrata, soggiorno, cucinino, 2 camere, bagno e cantina. Euro 135.000,00 Carignano - Str. Saluzzo: Villetta indipendente su quattro lati composta al piano terra da ingresso su soggiorno, cucina, tre camere, doppi servizi, ripostiglio, serra, giardino privato e box auto, sottotetto non abitabile, al piano seminterrato locale ad uso cantina. Euro 320.000,00 Carignano - Via Moncrivello: Terreno edificabile con possibilità di bifamiliare di 170 mq. c.a. + sottotetto. Euro 140.000,00 Carignano AFFITTASI o VENDESI - Via Borgo Vecchio: Locale ad uso magazzino o autorimessa piano seminterrato mq. 70 circa, nuova costruzione. Euro 250,00 mensili Carignano - Str. Piobesi: Terreno ad uso servizi di mq. 3.200 con possibilità di costruire un autolavaggio o un distributore. Carignano - Via Dante Alighieri: Vendesi n° 3 box auto, prezzi a partire da Euro 18.000,00 Carignano - Via Salotto: Appartamento situato al terzo piano composto da: cucina, tinello, camera, bagno, entrata e cantina. Euro 130.000,00 Carignano - Frazione Brassi: Vendesi numero 3 lotti terreni edificabili con concessione edilizia approvata. Mq. 550 a lotto circa con possibilità di costruzione di villetta bifamiliare. Euro 70.000,00 a lotto. Carignano via Braida: Appartamenti in piccolo condominio di nuova ristrutturazione, varie metrature,

Carignano Via P. Lanteri: Appartamento al piano primo composto da ingresso, soggiorno con ampio angolo cottura, due camere, disimpegno, bagno, ripostiglio, balconi, doppia esposizione. Al piano terra cortile privato con posto auto e cantina. Recentemente e finemente ristrutturato, termoautonomo, ottima esposizione, comodo ai servizi. Euro 180.000,00

Carignano - Via XXIV Maggio: Appartamento ultimo piano panoramico, cucina, tinello, soggiorno, ingresso, ripostiglio, 2 camere da letto, bagno, cantina, terrazzo e balcone. Riscaldamento centralizzato.

Carignano - Tetti Bagnolo: Appartamento al piano terra in bifamiliare composto da ingresso su ampio soggiorno con cucina, tre camere da letto, bagno, ripostiglio, cantina, terreno di proprietà e due posti auto privati. Euro 240.000,00

scelta dei materiali, ottime finiture, esempio: soluzione piano rialzato con ingresso living su ampio soggiorno con angolo cottura, camera da letto, bagno, ripostiglio, termoautonomo, volendo box. Euro 135.000,00 Carignano semicentro: Monolocale con bagno di nuova costruzione, piano primo e secondo con ascensore, con balcone e cantina, scelta dei materiali, volendo box auto, ottimo come investimento. Carignano via L. Cadorna: Appartamento di recente costruzione al piano primo con ascensore composto da ingresso su soggiorno con angolo cottura, camera, bagno, balconi, box auto e cantina, doppia esposizione, termoautonomo. Euro 165.000,00 TORINO E ALTRE LOCALITA’ La Loggia - Vicolo Verdi: Vendesi locale commerciale di 35 mq circa in zona centrale attualmente adibito ad attività di parrucchiera. Euro 60.000,00 LA LOGGIA - Via Puccini: In prossimità di Viale Maina si prenotano ultimi due appartamenti in nuova palazzina di prossima costruzione, piano primo con mansarda regolarmente abitabile, ottimo capitolato e possibilità di varianti in corso d’opera.VENDITA DIRETTAMENTE DA IMPRESA SENZA SPESE DI MEDIAZIONE! Per maggiori informazioni rivolgersi in ufficio. Piobesi centro: Appartamento di nuova costruzione: soggiorno living con angolo cottura, 2 camere, bagno, posto auto. Euro 150.000,00 Piobesi: Prenotasi villetta unifamiliare con cortile e box fuori terra. Mq. 140 circa. Ottimo capitolato con possibilità di varianti in corso d’opera, consegna primavera 2011. Euro 330.000,00 Torino - Via Garibaldi: In palazzo d’epoca, vendesi mansarda ultimo piano con ascensore, composta da: ingresso, soggiorno con angolo cottura, camera, bagno. Riscaldamento centralizzato, finemente ristrutturata, in posizione esclusiva, centrale e panoramica. Euro 300.000,00

Fondate nel 1974 da Servidio Nicola operano su tutto il territorio nazionale e mettono a disposizione della propria clientela gli uffici di Vinovo, via Cottolengo 58/1 e Trofarello, via Torino 52.

Carignano - Corso Vinovo: In costruzione nuovo appartamento al piano primo composto da ingresso living su ampio soggiorno con angolo cottura, due camere da letto, due bagni, doppia esposizione con balconi, termoautonomo con riscaldamento a pavimento, pannelli solari per l’erogazione dell’acqua sanitaria, box auto doppio. Possibilità di scelta dei materiali, ottime finiture. Euro 235.000,00

Carignano Via del Platano: In contesto residenziale appartamento sito al piano secondo composto da: ingresso living su soggiorno con ampio angolo cottura, disimpegno, camera da letto e bagno, scala interna che collega al piano superiore con due camere, bagno e balcone, cantina e box auto. In buone condizioni, comoda ai servizi, termoautonomo. Euro 195.000,00

Carignano Via San Remigio: Appartamento al piano terra composto da: ingresso, soggiorno con ampio angolo cottura, camera, disimpegno, ripostiglio, bagno, balcone e cantina finemente ristrutturato, in buone condizioni, riscaldamento centralizzato. Euro 100.000,00

Carignano Via Diaz: In contesto residenziale appartamento di recente costruzione sito al piano primo con ascensore composto da ingresso living su soggiorno con angolo cottura, disimpegno con ripostiglio, ampia camera da letto e bagno, balcone, box auto e cantina.Termoautonomo, luminoso e in ottime condizioni. Euro 140.000,00

Carignano via Montegrappa: Appartamenti in piccolo condominio di nuova costruzione, materiali di prima scelta e finiture di pregio, soluzioni al piano terra con giardino o piano primo con mansarda, varie metrature e soluzioni, ottima esposizione, termoautonomo. A partire da Euro 160.000,00

Carignano - Via Tappi: In contesto residenziale appartamento di recente costruzione sito al piano terra composto da ingresso living su soggiorno con angolo cottura, disimpegno, camera da letto e bagno, giardino e cortile privato, cantina. Possibilità di scelta dei materiali per le rifiniture interne, termoautonomo, luminoso, ottima esposizione. Volendo box auto a parte. Euro 142.000,00

Carignano centro: Appartamento di nuova costruzione, ampia metratura, piano primo composto da: ingresso living su soggiorno, cucina abitabile, bagno, ripostiglio, due balconi, piano mansardato abitabile collegato con scala interna con due camere, bagno, terrazzo e balcone, ottime finiture, al piano interrato box e cantina. Euro 275.000,00

Carignano: Villa bifamiliare indipendente su quattro lati, disposta su due livelli, alloggio al piano terra mq. 130 c.a. composto da: salone, cucina, due camere, bagno, giardino circostante di mq. 1500 c.a. piano primo alloggio di mq. 130 c.a. composto da: soggiorno, cucina, sala da pranzo, due camere, bagno, ripostiglio, terrazzo, al piano interrato, un locale tavernetta, cantina, box auto doppio e centrale termica.

DA 19 ANNI AL VOSTRO SERVIZIO NEL SETTORE DELLE INTERMEDIAZIONI IMMOBILIARI, PRESSO IL NOSTRO UFFICIO TROVERETE I SEGUENTI SERVIZI: Si svolgono valutazioni - VALUTAZIONI GRATUITE DI IMMOBILI CIVILI, COMMERCIALI, INDUSTRIALI, ARTIGIANALI, TERRENI EDIFICABILI; - PRATICHE DI MUTUO E FINANZIAMENTI CON AGEVOLAZIONI PARTICOLARI; - COMPRAVENDITA, CONTRATTI DI LOCAZIONE; - PRELIMINARI IN SEDE E ASSISTENZA FINO AL ROGITO NOTARILE.

Svolgiamo funerali completi dalla vestizione della salma alla fotoceramica. Disponiamo di auto funebre di ultima generazione, di un locale per l’esposizione di feretri. Offriamo la nostra professionalità per il disbrigo di tutte le pratiche Siamo reperibili 24 ore su 24 ai numeri:

011.9623936 - 011.6490292 Carignano - Via Cadorna: Appartamento di nuova costruzione al piano secondo con ascensore composto da ingresso su soggiorno, cucina abitabile, due camere, due bagni, terrazzo e balcone, cantina, riscaldamento autonomo, volendo box auto a parte. Possibilità di scelta dei materiali per le rifiniture interne. Euro 239.000,00

Carignano Via Silvio Pellico: In posizione centrale appartamento sito al piano primo composto da ingresso su ampio soggiorno, cucina abitabile, camera, bagno, disimpegno, scala interna che collega al piano sottotetto non abitabile ad uso esclusivo composto da locale unico con lavanderia. In ottime condizioni. Euro 210.000,00

Cellulari: Annamaria 348.9304299 • Marco 338.6881770 • Domenica 349.8326659

Carignano Via Valdocco: Appartamento al piano secondo composto da ingresso, soggiorno con cucinino, camera, bagno, balcone e cantina. Libero su due arie, termoautonomo, recentemente ristrutturato, ottimo come investimento. Euro 80.000,00 tratt.

Osasio via Chisone: Vendesi villette a schiera di nuova costruzione, disposte su due livelli, piano terra con giardino privato, composto da: ingresso living su soggiorno, cucina, bagno, box auto, piano primo:due camere, bagno, sottotetto, piano interrato con locale ad uso taverna e autorimessa, strutturate con materiali di nuova concezione di bioedilizia e impianti tecnologici per il risparmio energetico, ottime finiture e scelta dei materiali.

Tuttora, la moglie Annamaria Celano con i soci Marco Luison e Domenica Dileo - Vitagliano, onorando il ricordo del suo fondatore, gestiscono in modo esemplare due agenzie di Onoranze Funebri nella provincia di Torino garantendo sempre il massimo della sensibilità e umanità di cui sono capaci.

PER INFORMAZIONI TELEFONARE AI SEGUENTI NUMERI:

011.96.93.293 011.96.90.539

gratuite su immobili. Si ricerca per la nostra clientela appartamenti o ville in Carignano e dintorni. Definizioni rapide.

Piobesi Torinese via Benedetto Croce: In zona residenziale, villetta a schiera con giardino privato su due lati composta al piano terra da ingresso su soggiorno, cucina abitabile, bagno, Piano primo con due camere, bagno, balconi, Piano mansardato (sottotetto non abitabile) adibito ad uso lavanderia, Piano seminterrato con ampio box auto e cantina. Riscaldamento autonomo, luminoso, con ottime finiture. Euro 320.000,00

LOCAZIONE ALLOGGI IN UFFICIO TROVERETE VARIE OFFERTE DI LOCAZIONE A PARTIRE DA EURO 300,00 MENSILI.

LOCALI COMMERCIALI ed ARTIGIANALI CARIGNANO e LIMITROFI Affittasi Carmagnola Presso la “Residenza I Giardini” ampio open space molto luminoso di mq. 110 con servizio, riscaldamento autogestito, impianto di condizionamento, sito al piano secondo con ascensore, ideale ad uso ufficio, studio tecnico, medico o attività inerenti. Eventuale possibilità di vendita. LIBERO SUBITO! Euro 950,00 mensili,spese escluse Affittasi Carignano magazzino in Piazza San Giacomo (seminterrato) Euro 220,00 mensili. Affittasi Carignano via Salotto: Locale di mq. 35 c.a. ad uso commerciale o ufficio, fronte strada con vetrina, Euro 330,00 mensili (libero). Vendesi capannone varie metrature a partire da 200 mq. in zona industriale a Carignano - La Torre. Consegna fabbricati in tempi brevi.


CENTRO ORTOPEDICO SANITARIO Via Valobra, 140 - Carmagnola SHOW ROOM Largo V. Veneto, 4 C C O S S

N째 106 - Anno XI - Marzo 2011

6.000 copie - Mensile di Carignano, frazioni e dintorni

Tel./Fax 011.9771301

corso Cesare Battisti, 60 a Carignano, tel. 011.9697525

Distribuito gratuitamente a Carignano e frazioni, Vinovo, La Loggia, Piobesi Torinese, Osasio

dacarignano@hotmail.com

www.ucapcarignano.com


Da Carignano Ieri Oggi Domani