Issuu on Google+

CENTRO ORTOPEDICO SANITARIO Via Valobra, 140 - Carmagnola SHOW ROOM Largo V. Veneto, 4 C C O S S

N° 105 - Anno XI - Febbraio 2011

6.000 copie - Mensile di Carignano, frazioni e dintorni

Tel./Fax 011.9771301

corso Cesare Battisti, 60 a Carignano, tel. 011.9697525

Distribuito gratuitamente a Carignano e frazioni, Vinovo, La Loggia, Piobesi Torinese, Osasio

Pag. 7

Rifiuti

Da marzo il Covar introduce novità nella raccolta

Pag. 9

Bilancio 2011 Il Comune moltiplica gli investimenti

Pag. 11

Polizia municipale Maggiore sicurezza sulle strade e in città

Pagg. 13-14

Carnevale

Tutti gli appuntamenti in calendario dal 26 febbraio all'8 marzo

dacarignano@hotmail.com

www.ucapcarignano.com


IMMOBILIARE DEL

BORGO VECCHIO CARIGNANO

P.za Carlo Alberto, 62 - Tel. 011.9693293 CARIGNANO centro: In posizione centrale appartamento di ampia metratura da ristrutturare. Euro 130.000,00 Carignano - Str. Piobesi: Terreno ad uso servizi di mq. 3.200 con possibilità di costruire un autolavaggio o un distributore. Carignano - Via IV novembre: Appartamento in posizione centralissima di ampia metratura sito al piano primo composto da ingresso, tinello con cucinino, tre camere, bagno, ripostiglio, cantina e box auto. Riscaldamento centralizzato, in buone condizioni. Euro 185.000,00 Carignano - Via Dante Alighieri: Vendesi n° 3 box auto, prezzi a partire da Euro 18.000,00 Carignano - Via Salotto: Appartamento situato al terzo piano composto da: cucina, tinello, camera, bagno, entrata e cantina. Euro 130.000,00 Carignano - Frazione Brassi: Vendesi numero 3 lotti terreni edificabili con concessione edilizia approvata. Mq. 550 a lotto circa con possibilità di costruzione di villetta bifamiliare. Euro 70.000,00 a lotto. Carignano via Braida: Appartamenti in piccolo condominio di nuova ristrutturazione, varie metrature, scelta dei materiali, ottime finiture, esempio: soluzione piano rialzato con ingresso living su ampio soggiorno con angolo cottura, camera da letto, bagno, ripostiglio, termoautonomo, volendo box. Euro 135.000,00 Carignano - Corso Cesare Battisti (angolo via Salotto): Appartamento quinto piano con entrata, soggiorno, cucinino, 2 camere, bagno e cantina. Euro 135.000,00 Carignano - Str. Saluzzo: Villetta indipendente su quattro lati composta al piano terra da ingresso su soggiorno, cucina, tre camere, doppi servizi, ripostiglio, serra, giardino privato e box auto, sottotetto non abitabile, al piano seminterrato locale ad uso cantina. Euro 320.000,00 Carignano - Via Moncrivello: Terreno edificabile con possibilità di bifamiliare di 170 mq. c.a. + sottotetto. Euro 140.000,00

Carignano - Via XXIV Maggio: Appartamento ultimo piano panoramico, cucina, tinello, soggiorno, ingresso, ripostiglio, 2 camere da letto, bagno, cantina, terrazzo e balcone. Riscaldamento centralizzato.

Carignano - Tetti Bagnolo: Appartamento al piano terra in bifamiliare composto da ingresso su ampio soggiorno con cucina, tre camere da letto, bagno, ripostiglio, cantina, terreno di proprietà e due posti auto privati. Euro 240.000,00

Carignano Via P. Lanteri: Appartamento al piano primo composto da ingresso, soggiorno con ampio angolo cottura, due camere, disimpegno, bagno, ripostiglio, balconi, doppia esposizione. Al piano terra cortile privato con posto auto e cantina. Recentemente e finemente ristrutturato, termoautonomo, ottima esposizione, comodo ai servizi. Euro 180.000,00

Carignano AFFITTASI o VENDESI - Via Borgo Vecchio: Locale ad uso magazzino o autorimessa piano seminterrato mq. 70 circa, nuova costruzione. Euro 250,00 mensili Carignano semicentro: Monolocale con bagno di nuova costruzione, piano primo e secondo con ascensore, con balcone e cantina, scelta dei materiali, volendo box auto, ottimo come investimento. Carignano via L. Cadorna: Appartamento di recente costruzione al piano primo con ascensore composto da ingresso su soggiorno con angolo cottura, camera, bagno, balconi, box auto e cantina, doppia esposizione, termoautonomo. Euro 165.000,00 TORINO E ALTRE LOCALITA’ Carmagnola Via G. Leopardi: Appartamento al piano quarto con ascensore composto da cucinino, tinello, soggiorno, una camera, bagno, ripostiglio, balconi, doppia esposizione, cantina, riscaldamento centralizzato, in buone condizioni. Euro 125.000,00 Piobesi centro: Appartamento di nuova costruzione: soggiorno living con angolo cottura, 2 camere, bagno, posto auto. Euro 150.000,00 Piobesi: Prenotasi villetta unifamiliare con cortile e box fuori terra. Mq. 140 circa. Ottimo capitolato con possibilità di varianti in corso d’opera, consegna primavera 2011. Euro 330.000,00 La Loggia - Vicolo Verdi: Vendesi locale commerciale di 35 mq circa in zona centrale attualmente adibito ad attività di parrucchiera. Euro 60.000,00 LA LOGGIA - Via Puccini: In prossimità di Viale Maina si prenotano ultimi due appartamenti in nuova palazzina di prossima costruzione, piano primo con mansarda regolarmente abitabile, ottimo capitolato e possibilità di varianti in corso d’opera. VENDITA DIRETTAMENTE DA IMPRESA SENZA SPESE DI MEDIAZIONE! Per maggiori informazioni rivolgersi in ufficio.

Carignano - Via Tappi: In contesto residenziale appartamento di recente costruzione sito al piano terra composto da ingresso living su soggiorno con angolo cottura, disimpegno, camera da letto e bagno, giardino e cortile privato, cantina. Possibilità di scelta dei materiali per le rifiniture interne, termoautonomo, luminoso, ottima esposizione. Volendo box auto a parte. Euro 142.000,00

Carignano via Montegrappa: Appartamenti in piccolo condominio di nuova costruzione, materiali di prima scelta e finiture di pregio, soluzioni al piano terra con giardino o piano primo con mansarda, varie metrature e soluzioni, ottima esposizione, termoautonomo. A partire da Euro 160.000,00

Carignano Via Silvio Pellico: In posizione centrale appartamento sito al piano primo composto da ingresso su ampio soggiorno, cucina abitabile, camera, bagno, disimpegno, scala interna che collega al piano sottotetto non abitabile ad uso esclusivo composto da locale unico con lavanderia. In ottime condizioni. Euro 210.000,00

Carignano - Via Cadorna: Appartamento di nuova costruzione al piano secondo con ascensore composto da ingresso su soggiorno, cucina abitabile, due camere, due bagni, terrazzo e balcone, cantina, riscaldamento autonomo, volendo box auto a parte. Possibilità di scelta dei materiali per le rifiniture interne. Euro 239.000,00

Carignano centro: Appartamento di nuova costruzione, ampia metratura, piano primo composto da: ingresso living su soggiorno, cucina abitabile, bagno, ripostiglio, due balconi, piano mansardato abitabile collegato con scala interna con due camere, bagno, terrazzo e balcone, ottime finiture, al piano interrato box e cantina. Euro 275.000,00

Carignano: Villa bifamiliare indipendente su quattro lati, disposta su due livelli, alloggio al piano terra mq. 130 c.a. composto da: salone, cucina, due camere, bagno, giardino circostante di mq. 1500 c.a. piano primo alloggio di mq. 130 c.a. composto da: soggiorno, cucina, sala da pranzo, due camere, bagno, ripostiglio, terrazzo, al piano interrato, un locale tavernetta, cantina, box auto doppio e centrale termica.

Carignano - Corso Vinovo: In costruzione nuovo appartamento al piano primo composto da ingresso living su ampio soggiorno con angolo cottura, due camere da letto, due bagni, doppia esposizione con balconi, termoautonomo con riscaldamento a pavimento, pannelli solari per l’erogazione dell’acqua sanitaria, box auto doppio. Possibilità di scelta dei materiali, ottime finiture. Euro 235.000,00

Osasio via Chisone: Vendesi villette a schiera di nuova costruzione, disposte su due livelli, piano terra con giardino privato, composto da: ingresso living su soggiorno, cucina, bagno, box auto, piano primo:due camere, bagno, sottotetto, piano interrato con locale ad uso taverna e autorimessa, strutturate con materiali di nuova concezione di bioedilizia e impianti tecnologici per il risparmio energetico, ottime finiture e scelta dei materiali.

DA 19 ANNI AL VOSTRO SERVIZIO NEL SETTORE DELLE INTERMEDIAZIONI IMMOBILIARI, PRESSO IL NOSTRO UFFICIO TROVERETE I SEGUENTI SERVIZI: Si svolgono valutazioni - VALUTAZIONI GRATUITE DI IMMOBILI CIVILI, COMMERCIALI, INDUSTRIALI, ARTIGIANALI, TERRENI EDIFICABILI; - PRATICHE DI MUTUO E FINANZIAMENTI CON AGEVOLAZIONI PARTICOLARI; - COMPRAVENDITA, CONTRATTI DI LOCAZIONE; - PRELIMINARI IN SEDE E ASSISTENZA FINO AL ROGITO NOTARILE.

PER INFORMAZIONI TELEFONARE AI SEGUENTI NUMERI:

011.96.93.293 011.96.90.539

gratuite su immobili. Si ricerca per la nostra clientela appartamenti o ville in Carignano e dintorni. Definizioni rapide.

Carignano Via Valdocco: Appartamento al piano secondo composto da ingresso, soggiorno con cucinino, camera, bagno, balcone e cantina. Libero su due arie, termoautonomo, recentemente ristrutturato, ottimo come investimento. Euro 80.000,00 tratt.

Carignano - Via Tappi: Appartamento al piano terra composto da ingresso su soggiorno, cucina, disimpegno, due camere, due bagni, ripostiglio, giardino privato e cantina. Doppia esposizione, termoautonomo, ottimo capitolato, comodo ai servizi. Volendo box auto a parte. Euro 259.500,00

Carignano Via Diaz: In contesto residenziale appartamento di recente costruzione sito al piano primo con ascensore composto da ingresso living su soggiorno con angolo cottura, disimpegno con ripostiglio, ampia camera da letto e bagno, balcone, box auto e cantina. Termoautonomo, luminoso e in ottime condizioni. Euro 140.000,00

Piobesi Torinese via Benedetto Croce: In zona residenziale, villetta a schiera con giardino privato su due lati composta al piano terra da ingresso su soggiorno, cucina abitabile, bagno, Piano primo con due camere, bagno, balconi, Piano mansardato (sottotetto non abitabile) adibito ad uso lavanderia, Piano seminterrato con ampio box auto e cantina. Riscaldamento autonomo, luminoso, con ottime finiture. Euro 320.000,00

LOCAZIONE ALLOGGI IN UFFICIO TROVERETE VARIE OFFERTE DI LOCAZIONE A PARTIRE DA EURO 300,00 MENSILI.

LOCALI COMMERCIALI ed ARTIGIANALI CARIGNANO e LIMITROFI Affittasi Carmagnola Presso la “Residenza I Giardini” ampio open space molto luminoso di mq. 110 con servizio, riscaldamento autogestito, impianto di condizionamento, sito al piano secondo con ascensore, ideale ad uso ufficio, studio tecnico, medico o attività inerenti. Eventuale possibilità di vendita. LIBERO SUBITO! Euro 950,00 mensili,spese escluse Affittasi Carignano magazzino in Piazza San Giacomo (seminterrato) Euro 220,00 mensili. Affittasi Carignano via Salotto: Locale di mq. 35 c.a. ad uso commerciale o ufficio, fronte strada con vetrina, Euro 330,00 mensili (libero). Vendesi capannone varie metrature a partire da 200 mq. in zona industriale a Carignano - La Torre. Consegna fabbricati in tempi brevi.

CARIGNANO

CARIGNANO (Borgata Brassi) Fabbricato indipendente libero su due lati, composto da due unità abitative, garage, due tettoie nel cortile, orto € 330.000,00 CARIGNANO (Corso Vinovo) Prenotiamo, alloggio di prossima costruzione con possibilità di personalizzazione, di mq. 100 composto da: soggiorno, cucina abitabile, due camere e doppi servizi. Box doppio. € 235.000,00

Tel./Fax 011.9652721 - Cell. 330.542106 - 335.291618 www.traslochivitello.it - info@traslochivitello.it

CARIGNANO Alloggio al quarto piano con ascensore, vista panoramica, completamente ristrutturato, composto da: ingresso, soggiorno, cucinotta, due camere e bagno. Cantina. € 149.000,00 CARIGNANO (borgata Brassi) Porzione di villa bifamiliare nuova di mq. 240 abitativi, composta da: P.t. soggiorno, cucina e bagno. P.1° 3 camere e bagno. Interrato e mansarda. Box doppio. Giardino privato esclusivo. € 370.000,00

CARIGNANO (Corso Vinovo) Alloggio nuovo, possibilità di personalizzazione, mq. 117 composto da: piano terreno, soggiorno, cucinotta e bagno. Piano primo: tre camere e bagno. Giardino privato. Box doppio. € 240.000,00

CARIGNANO (Via IV Novembre) Box doppio di 24 mq. € 18.000,00

Troverete altre selezionate proposte presso la nostra agenzia!


26 Febbraio 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

AVVISO

A.A.A. ANNUNCI

Non tutti gli annunci sono gratuiti. Invitiamo gli inserzionisti ad attenersi alle condizioni riportate qui a lato. Grazie.

Gli annunci (5 euro ogni singola offerta immobiliare; 10 euro attività commerciali, ricerche di personale, ecc.; gratuiti gli altri) devono essere consegnati entro il 5 del mese. L’eventuale ripetizione di un annuncio deve essere rinnovata di volta in volta. Recapiti: Redazione, corso C. Battisti 60; Pedigree, via Savoia 1; Cartolibreria Luigi, via Savoia 13; dacarignano@hotmail.com

Per le inserzioni pubblicitarie su

“da Carignano Ieri, Oggi, Domani” telefonate

al 339.7292300

OK

3

U

6 9

MEN

2

#

5

C

8

1

7

4

0

Vendesi BMW 120, diesel, maggio 2007, km 25000, unico proprietario, colore blu monaco. Tel. 338.6034339.

IMMOBILI Affitto in Carignano alloggio di 90 mq composto da ingresso living su salone e cucina, 2 camere e 2 bagni; con box. Tel. 392.3907305. Box auto nuovo vendesi a Carmagnola, in via Magone, 8,5 x 2,8 mt, prezzo da concordare. Tel. 338.6034339. Terreno agricolo per uso orto, in Carignano, frazionabile in più parti e dotato di impianto di irrigazione. Trattativa riservata. Tel. 011.9777018 (no agenzie). Casetta in montagna vendo, vicinanze Crissolo, composta da camera, cucina, cantina più servizi, acqua, luce, terreno a bosco, strada asfaltata. A 35.000 euro trattabili. Tel. 011.9693759. Affittasi alloggio composto da cucina-soggiorno, camera, bagno, terrazzo, centro Carignano. Tel. 011.9699161 (ore ufficio). Affittasi alloggio composto da cucina-soggiorno, camera, bagno, terrazzo, 3° piano con ascensore, box auto, in Carignano. Tel. 011.9699161 (ore ufficio). Vicino a Sanremo, Santo Stefano al Mare, bilocale, 5 posti letto, affittasi a referenziati. Tel. 328.8121581. Carignano centro. Locale commerciale più magazzino, affittasi a referenziati. Tel. 347.6087633. Carmagnola, piazza Martiri, 2 uffici mq. 70, affittasi solo a referenziati. Tel. 328.8121581. Carignano affittasi box auto centrale. Tel. 334.1000254. Vendesi attività in centro Piobesi

M

AUTO e moto

Torinese di fotografia, cartoleria, oggettistica etnica, bigiotteria, giocattoli e idee regalo con due belle vetrine, riscaldamento autonomo, bagno privato. Tel. 334.2094643 393.4063342. M+

Ragazza 26enne, bella presenza, buon uso pc, automunita, esperienza impiego d'ufficio, cerca urgentemente lavoro in Carmagnola e limitrofe. Tel. 347.9177955. Signora 50enne italiana, seria e volenterosa, automunita, con esperienza cerca urgentemente lavoro come colf, pulizie, aiuto cucina, stiratrice e assistenza in Carignano e limitrofi. Tel. 334.1548255. Ragazza di 32 anni con esperienza cerca lavoro come babysitter, collaboratrice domestica o assistenza anziani. Tel. 347.7113281. Disegno su muri interni ed esterni; idee originali per la tua casa o negozio. Prezzi modici. Tel. 366.1975157. Ragazza rumena cerca lavoro come badante di giorno o di notte, baby sitter, pulizie e stiro. Con referenze. Tel. 327.3741867. Ragazza ventiduenne piemontese, seria e volenterosa cerca lavoro per pulizie solo al mattino, astenersi perditempo. Tel. 366.4844496 (dopo le ore 19). Signora rumena 48enne, referenziata, cerca lavoro come baby sitter, badante, pulizia o stiro a ore. Tel. 329.5328162. Eseguo lavori come taglio erba e tappeti verdi, pulizia giardini, tinteggiatura case. Tel. 342.1669036 (ore pasti). Signora italiana offresi per pulizie casalinghe e stiro. Claudia. Tel. 333.5031175. Signora 50enne rumena cerca lavoro come badante o collaboratrice domestica con anni di esperienza, assistenza anziani, orario diurno o notturno. Tel. 320.6159899 - 334.8324288. Signora rumena 45enne referenziata, non fumatrice senza impegni familiari cerca lavoro come badante o colf fissa. Tel. 328.1544708. Ragazza con esperienza cerca lavoro come baby sitter. Tel. 366.4886307. Ragazzo rumeno 19enne cerca qualsiasi lavoro purché serio. Tel. 339.1252023. Ragazza rumena di 34 anni, conoscenza lingua italiana, dinamica, cerca lavoro come baby sitter, commessa, aiuto anziani, collaboratrice domestica in Carignano o dintorni. Massima serietà. Tel. 011.9697446 -380.4764646.

Studentessa universitaria impartisce ripetizioni di matematica e chimica a ragazzi/e di scuole medie inferiori e superiori. Tel. 338.4269800.

*

LAVORO

VARIE Vendo mobili arte povera: vetrina 100x35 + vetrina 55x35 altezza 175 cm, tavolo 100x100 cm allungabile con prolunghe. Prezzo da concordare. Tel. 339.7823089. Navicella ed ovetto bebè Comfort in buono stato blu e bianco vendesi a 50 euro. Tel. 348.2738296. Sdraietta Giordani verde, come nuova, vendesi a 30 euro. Tel. 348.2738296. Si regala camera da letto matrimoniale color legno (senza il letto), in buono stato. Tel. 347.3880882. Serratura per porta blindata vendesi a 35 euro. Tel. 339.2814572. Piscina rettangolare, pareti in pvc con pompa di filtraggio, dimensioni 415x220x80 cm., nuova, vendesi. Tel. 338.6034339. Lettino bimbi con sponde e cassettone, in legno pieno ciliegio, come nuovo, con ruote e dondolino culla, rete doghe legno ortopediche vendesi a 100 euro. Tel. 347.3529821. Vendesi televisore 29 pollici con mobiletto angolare a piani a 80 euro. Tel. 339.2814572. Vendesi giubbotto in pelle Combipel taglia 50 a 65 euro. Tel. 339/2814572. Volete sostenere il giornale sottoscrivendo un abbonamento annuale? Il giornale sarà inviato all’indirizzo che voi indicherete. Costo di 11 numeri: 30 euro per spese di spedizione fuori Carignano, 15 euro per il recapito a Carignano. Rivolgersi alla Tipografia: Nuova Grafica Carignanese - via Salotto 15 - tel. 011.96.97.872.

IMPRESE FUNEBRI RIUNITE DAL 1979

24 ORE: FARMACIE DI TURNO N.B. Il servizio notturno funziona esclusivamente per le urgenze e le ricette mediche. Orario delle farmacie di guardia notturne e festive: dalle 8.30 alle 8.30 del giorno successivo.

Febbraio M 15 CASTAGNOLE M 16 CARMAGNOLA (Comunale) G 17 CARIGNANO (Pozzati) V 18 PANCALIERI S 19 CARMAGNOLA (Amedei) D 20 CARMAGNOLA (Amedei) L 21 PIOBESI M 22 CARIGNANO (Cossolo) M 23 CARMAGNOLA (Appendino) G 24 VILLASTELLONE V 25 LOMBRIASCO S 26 CARMAGNOLA (Borgo Vecchio) D 27 CARMAGNOLA (Borgo Vecchio) L 28 PIOBESI

Marzo M 1 CASTAGNOLE M 2 CARMAGNOLA (Comunale) G 3 PANCALIERI V 4 LOMBRIASCO S 5 CARMAGNOLA (Don Bosco) D 6 CARMAGNOLA (Comunale) L 7 PIOBESI M 8 CARIGNANO (Cossolo)

M G V S D L M M G V S D L M M G V S D L M M G

9 CARMAGNOLA (San Bernardo) 10 VILLASTELLONE 11 CARIGNANO (Pozzati) 12 CARMAGNOLA (San Bernardo) 13 CARMAGNOLA (Don Bosco) 14 CARMAGNOLA (Borgo Vecchio) 15 CASTAGNOLE 16 CARMAGNOLA (Borgo Vecchio) 17 PANCALIERI 18 LOMBRIASCO 19 CARMAGNOLA (Comunale) 20 CARMAGNOLA (San Bernardo) 21 PIOBESI 22 VILLASTELLONE 23 CARMAGNOLA (Amedei) 24 CARIGNANO (Pozzati) 25 PIOBESI 26 CARMAGNOLA (Don Bosco) 27 CARMAGNOLA (Don Bosco) 28 CARIGNANO (Cossolo) 29 CASTAGNOLE 30 CARMAGNOLA (Don Bosco) 31 PANCALIERI

DOVE TROVARLE. A Carignano: Cossolo, via Salotto 6 (tel.011.9697160);Pozzati, piazza Carlo Alberto 1 (tel.011.9697164).A Carmagnola: Amedei, via XX Settembre 1 (tel. 011.9723196); Appendino, via Valobra 149 (tel. 011.9723195); Comunale, via Ronco 49 (tel. 011.9770941); Don Bosco, via Chieri 2/A (tel. 011.9716668); Ferrari, via Fratelli Vercelli 1 (tel. 011.9715017); Salsasio, via Pascoli 8 (tel. 011.9771267); San Bernardo, via del Porto 171/a (tel. 011.9712300). A Castagnole: piazza Vittorio Emanuele 14 (tel. 011.986673). A Lombriasco: via San Giovanni 5 (tel. 011.9790330). A Moncalieri: Borgo Navile, via C.Colombo 2 (tel. 011.642578); Castelvecchio, str.Genova 192 (tel.011.6471233);Ceriana, str.Carignano 13 (tel.011.642143);De Grazia, str.Stupinigi 14 (tel.011.6056355); Magnani, str.Genova 14 (tel.011.642425); Maldini, P.za Vittorio E II (tel. 011.642529); Parizia, via Tenivelli 3/a (tel. 011.642722); Premi, str. Carignano 72 (tel. 011.646621); S.Maria, C.so Roma 24 (tel. 011.645589); S.Matteo, C.so Roma 73 (tel.011.6067769);S.Monica, Str.Torino 71 (tel.011.6610416);S.Pietro, via Sestriere 32 (tel. 011.6069830); Superga, C.so Roma 45/6 (tel. 011.6051684);Tosi, str. Genova 264 (tel.011.6810281).A Nichelino: Comunale 1, via Moncenisio 38 (tel.011.6809814);Comunale 2, P.za A.Moro 50 (tel. 011.6272448); Crocera, via Martiri 2 (tel. 011.6273092); Dallocchio, via Torino 137 (tel. 011.6809061); Debouchè, l. delle Alpi 16 (tel. 011.6890416); Della Stazione, via Torino 224 (tel. 011.621964); Erbetta, via Torino 106 (tel. 011.623829); Largo Giusti, L.Giusti 56 (tel. 011.6279560); Sangone cnc, via Torino 20 (tel. 011.6064866); Sant'Edoardo, via Buonarroti 1/c (tel. 011.6051471). A Osasio: via Torino 41 (tel. 011.9793303). A Pancalieri: via Principe Amedeo 22 (tel. 011.9734441).A Piobesi: corso Italia 13 (tel.011.9657012).A Racconigi: Barberis, via Stefano Tempia 6; Maritano snc, via Francesco Morosini 12 (tel. 0172.85361); Quaglia, via Angelo Spada 20 (tel. 0172.85048). A Villastellone: piazza Libertà 26 (tel. 011.9696063). Orari di apertura: 8.30-12.30; 15.15-19.15.

Mensile indipendente di informazione, attualità e cultura. Distribuito gratuitamente a Carignano, frazioni e dintorni. Reg. Tribunale di Torino n. 5537 del 7.8.2001

Direttore responsabile Cristina Cavaglià Direttore editoriale Massimo Bessone

San Remigio Il decoro, l’assistenza, il rispetto, sono vostri diritti! Offrirveli è nostro dovere! CARIGNANO Via Umberto I n. 39 - Tel. 011/9699487 OSASIO Abitazione - Tel. 333/9858968

Collaborano Daniele Bosio, Luca Bruno, Gervasio Cambiano, Carlo Cavaglià, Marilena Cavallero, Roberto Dal Prete, Stefania Falcone, Matteo Grassedonio, Giuseppe Manescotto, Claudio Montemarano, Angela Pastore, Cristina Pejretti, Massimo Pejretti, Massimo Peretto, Daniela Previale, Nadia Tonda Turo, Daniela Tontini, Bruno Valinotti, Flavio Viotto Proprietà UCAP, Unione Commercianti Artigiani Professionisti di Carignano; via Frichieri 13, Carignano Grafica, impaginazione e stampa Nuova Grafica Carignanese s.n.c di Bordone e Scifo, via Salotto 15, Carignano Redazione: corso Cesare Battisti 60, tel. 011.9697525, Carignano e-mail: dacarignano@hotmail.com Pubblicità: 339.7292300 “Da Carignano - Ieri Oggi Domani” non beneficia di contributi p u b b l i c i m a s i f i n a n z i a e s c l u s i v a m e n t e c o n g l i i n t r o i t i d e r i v a nti dalle inserzioni pubblicitarie e dagli annunci a pagamento e con le eventuali offerte dei lettori.

Febbraio 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Lettere al giornale Il postino a Carignano quando suona? Desidero segnalare ancora una volta e sollecitare un intervento risolutivo circa la distribuzione della corrispondenza a Carignano. In alcune zone di questa città (9.200 abitanti) la corrispondenza non è mai regolare: le lettere ed il resto arrivano, se tutto va bene, una volta la settimana! Da inizio anno, e siamo a metà gennaio, è arrivata una sola volta, e quando passa il postino le lettere sono sempre 7/8, a volte anche 20 tutte in una volta sola! Per non parlare poi di quello che non arriva e va perso o arriva con date di scadenza già passate. I bollettini dell'Agenzia delle Entrate per il pagamento del canone Rai, tanto pubblicizzato, non sono arrivati, cosa che invece è avvenuta in una borgata di un piccolo paese di montagna della provincia di Cuneo. Non si riesce a capire se questa situazione dipenda dallo smistamento della corrispondenza presso l'Ufficio di Carmagnola o se dipenda invece dal locale ufficio postale.

Qualcuno può dare spiegazioni in merito e fare in modo che questa situazione finisca? G. Dellarocca

per il trasporto dei materiali, Luigi Nigra per il suo aiuto e Valerio Cesa, attuale responsabile, per il suo fattivo supporto. Colgo l’occasione per ricordare ai pensionati carignanesi che desiderano trascorrere il tempo facendo nuove amicizie, la possibilità di incontrarci presso il Gruppo in via Savoia 50 per chiaccherare, oppure giocare una partita a carte o a bocce. Un saluto particolare ai fratelli Pierino e Gabriele Abbà, gli ultimi della “vecchia guardia” che, essendo gli “anziani degli anziani”, purtroppo non possono più venirci a trovare. Cordiali saluti. Giuseppe Crivello

Ringraziamenti al Gruppo Pensionati ed invito ai pensionati carignanesi Agli amici del Gruppo Pensionati, trascorso un anno da quando ho lasciato l’incarico di coordinatore, desidero ringraziare tutti gli amici ed i volontari che hanno partecipato alla ristrutturazione del nostro locale, dei servizi igienici e della pavimentazione del cortile. In particolare desidero ringraziare: Aldo Calavita e Gigi Delmastro per i lavori in muratura, Gigi Delmastro per la realizzazione del pilonetto della Madonnina, Guido Meinardi

La Lida di Carignano dopo dieci anni costretta a chiudere La Lida sezione di Carignano, attiva da quasi dieci anni,

Le lettere, complete di firma (che sarà omessa esclusivamente su esplicita indicazione e comunque resa nota, in caso di richiesta, a eventuali diretti interessati) e di indirizzo del mittente, devono pervenire entro e non oltre il 5 del mese. Non vengono accettate le lettere anonime.

Volete sostenere il giornale sottoscrivendo un abbonamento annuale? Il giornale sarà inviato all’indirizzo che voi indicherete. Costo di 11 numeri: 30 euro per spese di spedizione fuori Carignano, 15 euro per il recapito a Carignano. Rivolgersi alla Tipografia: Nuova Grafica Carignanese - via Salotto 15 - tel. 011.96.97.872.

chiude; siamo arrivati a questa conclusione per mancanza di risorse umane. In questi anni abbiamo svolto la nostra attività impegnandoci al meglio delle nostre possibilità, purtroppo i Volontari non si sono rinnovati e le attuali forze non bastano più per portare avanti la sezione. Desideriamo fare una breve sintesi dei risultati conseguiti in questi anni: - collaborazione attiva con il Comune per il trasferimento della convenzione del canile sanitario e canile rifugio dal Roero a Moncalieri con notevole miglioramento del servizio a parità di costi. I cinque vecchi cani che erano ancora ospiti del canile Rifugio del Roero sono stati trasferiti presso la struttura di corso Savona a Moncalieri la quale è riuscita a trovare loro una nuova casa ed una nuova fa-

3

miglia nel giro di pochi mesi, occupandosi anche della loro socializzazione. E' stato inoltre possibile negli ultimi anni, grazie alla vicinanza geografica della struttura, alla professionalità e all’impegno degli operatori di Moncalieri, salvare molti altri cani dalla strada e da situazioni difficili, curarli e trovare loro una casa ed una famiglia adottiva! - collaborazione all’organizzazione di campagne di sensibilizzazione al corretto approccio e al mantenimento degli animali domestici svolte presso le scuole del distretto a cura dei veterinari locali e dell' Asl; - istituzione di una rubrica mensile sul giornale “Da Carignano - Ieri Oggi Domani” per approfondire importanti tematiche in materia e sopratsegue a pag. 4

La redazione è aperta al pubblico La redazione di “Da Carignano - Ieri Oggi Domani” si trova in corso Cesare Battisti 60, sotto il viale. Apertura al pubblico una volta alla settimana: giovedì mattina dalle ore 9 alle 12.


Febbraio 2011 25

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Agenda - “L'oro e la seta”.Torino, Fondazioen Accorsi - Museo di Arti Decorative (via Po 55). Fino al 29 maggio. - “Modernikon. Arte contemporanea dalla Russia”. Torino, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (via Modane 16). Fino al 27 febbraio. - “Vittorio Emanuele II. Il re galantuomo”. Torino, Palazzo Reale (piazza Castello) e Racconigi, Castello (piazza Carlo Alberto). Fino al 13 marzo 2011.

- “China power station”. Torino, Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli (Lingotto, via Nizza 230). Fino al 27 febbraio. - Museo “Le Nuove”. Torino (via Paolo Borsellino 1). - Museo di antropologia criminale “Cesare Lombroso”. Torino (via P.Giuria 15).

“KM011”, arti a Torino dal ‘95 a oggi Museo Regionale di Scienze Naturali, mostra aperta fino al 3 aprile E' possibile utilizzare per una mostra d’arte il modello di consumo sostenibile a filiera corta noto come “chilometro zero”? Sì! La mostra-evento “KM011. Arti a Torino. 1995-2011” ne è un esempio. In esposizione al Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino (via Giolitti 36) dall’11 febbraio 2011, il progetto ideato da Luca Beatrice e prodotto dalla Regione Piemonte racconta al pubblico le straordinarie contaminazioni tra arti visive, architettura, cinema e letteratura, che hanno accompagnato la trasformazione di Torino dal 1995 a oggi, da città della grande industria a capitale della cultura contempo-

ranea. “KM011” si snoda in quattro filoni tematici:arti visive; architettura; cinema, letteratura. Per quanto riguarda le arti visive la mostra comprende opere di pittura, arte concettuale, video, fotografia e tutti gli altri linguaggi contemporanei prodotti dal 1995 al 2011, in un percorso tra le tre ultime generazioni di artisti, oggi tra i 50 e i 20 anni circa. Il primo capitolo è incentrato sulla “rivoluzione figurativa”, pittorica e fotografica, che prese il via già alla fine

Poesia e tanto jazz al Circolo Carignano, via Vittorio Veneto: gli appuntamenti di febbraio

ONORANZE FUNEBRI L’ANNUNZIATA - S. BARTOLOMEO Fondate nel 1974 da Servidio Nicola operano su tutto il territorio nazionale e mettono a disposizione della propria clientela gli uffici di Vinovo, via Cottolengo 58/1 e Trofarello, via Torino 52. Tuttora, la moglie Annamaria Celano con i soci Marco Luison e Domenica Dileo - Vitagliano, onorando il ricordo del suo fondatore, gestiscono in modo esemplare due agenzie di Onoranze Funebri nella provincia di Torino garantendo sempre il massimo della sensibilità e umanità di cui sono capaci.

Cellulari: Annamaria 348.9304299 • Marco 338.6881770 • Domenica 349.8326659 Svolgiamo funerali completi dalla vestizione della salma alla fotoceramica. Disponiamo di auto funebre di ultima generazione, di un locale per l’esposizione di feretri. Offriamo la nostra professionalità per il disbrigo di tutte le pratiche Siamo reperibili 24 ore su 24 ai numeri:

011.9623936 - 011.6490292

L'Associazione Culturale Il Circolo di Carignano (via Vittorio Veneto 11) propone per il mese di febbraio i seguenti appuntamenti, tra poesia e musica. - Venerdì 18 febbraio - ore 21.30 Poesia al Circolo “Altrove” Poesie di Andrea Bolfi Poeta genovese che collabora con la Cascina Roccafranca di Torino per un progetto multimediale che fa dialogare arte figurativa, danza, fotografia d'autore, musica e poesia. Serata in collaborazione con il Festival “Poeti in Aia - Poesia scrittura ed Interventi d'Arte, promosso dall'Associazione Progetto Cultura e Turismo Carignano” nell'ambito del Progetto PoEtica/Mente - Domenica 20 febbraio - ore 21.30 Jazz al Circolo Sollo-Ballestrero Duo Erika Sollo voce, Pietro Ballestrero chitarra I due musicisti uniscono in questo progetto i loro ‘spazi’ musicali, dando vita a uno spettacolo caratterizzato da atmosfere mediterranee, sonorità rarefatte ed intime che si alternano a ritmi più energici e briosi, e dall'uso “strumentale”della voce. Un repertorio ricercato e vario in cui confluiscono brani di jazz contemporaneo europeo e soprattutto italiano, musica d'autore brasiliana e qualche incursione nel rock/pop: da Bill Frisell a Sting, da Bebo Ferra a Djavan. - Venerdì 25 febbraio - ore 21.30 Jazz al Circolo Tessarollo Tauficstringsgame Duo Luigi Tessarollo chitarra, Roberto Taufic chitarra Luigi Tessarollo e Roberto Taufic presentano il duo “StringsGame - Jogo De Cordas”, progetto realizzato a quattro mani con cui hanno pubblicato l’omonimo CD e un DVD live e con cui hanno rappresentato il jazz italiano alle Olimpiadi invernali di Torino. Questo abbinamento permette di ascoltare in veste nuova e originale i due artisti, che si presentano con un repertorio che fonde e integra le loro diverse connotazioni stilistiche maturate in esperienze artistiche differenti ma affini. Il loro interesse reciproco per la musica brasiliana, la musica jazz, la melodia mediterranea e i ritmi inusuali ha permesso questo connubio e la realizzazione di un repertorio in cui la scelta e l’esecuzione dei brani fa emergere le diverse personalita espressive, sia improvvisative che compositive e di arrangiamento. Il concerto, con connotazioni latino - mediterranee e jazz, presenta l’esecuzione di brani originali per due chitarre e arrangiamenti di melodie di noti compositori (Gerswhin, Lobo, Parker, Diaz, ecc.). ◆

degli anni ‘80 per svilupparsi nel decennio successivo. Nei maturi anni ‘90 si afferma invece la sovrapposizione degli stili e dei linguaggi, le opere risentono dell’ambientazione metropolitana, dell’intimismo domestico, della teoria dei non luoghi. Ulteriore sguardo è dedicato alle emergenze contemporanee, al materiale magmatico e “in fieri” che domina il presente, rivelando una straordinaria vivacità del panorama torinese. Significativa anche la presenza di “Street Artists”. La sezione della mostra dedicata all'architettura, curata da Barbara Brondi e Marco Rainò, presenta una rassegna di professionisti torinesi attivi dagli anni '90 all’interno dei confini dell’area metropolitana, capaci di sviluppare progetti in altre città d’Italia e all’estero. Partendo dai progetti realizzati, è messo in mostra quel processo creativo che porta alla costruzione di uno spazio abitabile, in un inventario compreso tra la scala domestica e quella urbana. La sezione cinema è rappresentata da un film inedito di Marco Ponti, “Il cinema a Torino (è una lunga storia d'amore)”, montaggio di scene d'amore e passione dei film torinesi negli ultimi quindici anni. Baci, abbracci, corpi che si amano, che corrono dall'amata, che piangono per amore, che ridono, insomma, tutto ciò che è l'anima di una bella storia d'amore. Colonna sonora del film è “The Power Of Love” dei Motel Connection, cover del celebre singolo dei Frankie Goes To Hollywood. A completamento del progetto KM011, tre serate a tema coordinate da Enrico Remmert e incentrate sulla straordinaria vitalità del panorama letterario torinese (15 febbraio, 1 marzo, 15 marzo). Fino al 3 aprile 2011. Orario: tutti i giorni: 10-19 (chiuso il martedì). Per informazioni: 800 329 329. ◆

Biblioteca civica, orari di apertura La biblioteca civica (secondo piano del Municipio, via Frichieri 13; tel. 011.9698481) osserva il seguente orario di apertura per il servizio di lettura e prestito: lunedì 14.30-18, martedì 14.30-18, mercoledì 14.30-18 e 20.30-23, giovedì 9-12 e 14.30-18, venerdì 14.30-18, sabato 9-12. Tel. 011.9698442-481-482. Museo civico “Giacomo Rodolfo” Il museo di storia, arte e archeologia locale (secondo piano del Municipio, via Frichieri 13) è aperto ogni terza domenica del mese, in occasione di manifestazioni cittadine e su prenotazione. Orario: 10-12, 15-18. Visite per le scuole su prenotazione (tel. 011.9698442). Sindacato Pensionati a Carignano A Carignano lo Spi (Sindacato Pensionati Italiani) C.G.I.L., Lega di Carmagnola (via Fossano 4), si trova in via Quaranta 4 (tel. 011.9697865). Orari di apertura per il pubblico: martedì, giovedì e venerdì dalle 9 alle 11.30. Patronato Inca: primo e terzo giovedì di tutti i mesi, dalle ore 15 alle 17. Caf Acli per le famiglie Quando la tua famiglia conta c’è il Caf Acli. Per 730, Unico, Isee e Red pensionati: conta su di noi! A Carignano (via Roma 18, presso il Campo Giochi): tutti i martedì dalle 9 alle 12. A Carmagnola (piazza IV Martiri 21): lunedì dalle 14 alle 17, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12. Donazioni del sangue I prelievi si effettuano nella sede di via San Remigio 46 (ex ospedale civile, piano terra, ingresso dal cortile). Le prossime date per donare il sangue sono le seguenti: - Adac: mercoledì 9 e domenica 13 marzo ; dalle ore 8.30 alle 11.30. - Fidas: venerdì 25 e lunedì 28 febbraio; dalle ore 8 alle 11.

“Bestie” in mostra al Filatoio di Caraglio Animali fantastici e reali dal Medioevo a oggi “Bestie” al Filatoio di Caraglio (Cuneo) non è una mostra di zoologia. E' una stupefacente carrellata dentro un fantastico mondo popolato da creature nate dalla mente (talvolta dagli incubi) dell'uomo. Più che di animali in pelle e ossa si tratta di proiezione di miti, chimere, sogni, paure, speranze, illusioni. "Creature" che artisti, dal Medioevo ad oggi, hanno fissato in dipinti, sculture, ceramiche. Nel tentativo di dare una possibile "sistematizzazione" ad un argomento così tentacolare, i curatori Alberto Cottino e Andreina d'Agliano hanno diviso la grande rassegna per temi, individuando in decine di musei e collezioni italiane di grande prestigio una notevole selezione di dipinti, sculture, arti applicate per esemplificarli. Animali leggendari e fantastici: i Mostri. Qui ad essere indagato è uno dei filoni più ricchi dell'animalistica, sia nell'arte figurativa che nella trattatistica. Draghi, chimere, centauri, arpie, basilischi, sfingi, fenici, grifoni, leviatani, sirene, tritoni, unicorni trionfano dalla scultura medievale alla pittura barocca, con infiniti significati simbolici. Dai mostri al cane e al gatto e, con loro, gli animali domestici, protagonisti di una ricca e documentata sezione, spesso essi stessi associati a simboli: la fedeltà è, per antonomasia, caratteristica del cane. Ad essere esposte in questa ultima sezione saranno opere riproducenti scene classiche legate al cane, ritratti di donna con cane o con gatto, ma anche animali destinati al lavoro (ad esempio le vacche maremmane ed i buoi dei macchiaioli, ma anche di pittori del Novecento che dipingono la vita contadina), ai cavalli, agli animali da cortile (numerosi i dipinti a partire dal Seicento raffiguranti galline, polli, tacchini, pavoni). - “Bestie. Animali reali e fantastici nell'arte europea dal Medioevo al primo Novecento”. Caraglio (Cuneo), Il Filatoio (via Matteotti, 40), dal 26 febbraio al 5 giugno. Orario: giovedì - sabato: 14.30 -19, domenica: 10 -19. Per informazioni: tel. 0171 .618 260 - www.marcovaldo.it. ◆

Compro Oro COMPRO e Orologi

ORO VECCHIO USATO E DA ROTTAMARE (ROTTO)

A’ T I V O N

Carignanese

COMPRO VECCHI OROLOGI

ALL’INTERNO VASTO ASSORTIMENTO DA POLSO E DA TASCA, DI OGGETTI IN ORO E OROLOGI D’EPOCA IN ACCIAIO, ARGENTO PER I TUOI ACQUISTI A PREZZI DA FAVOLA E IN ORO ANCHE ROTTI

NON RITIRIAMO OROLOGI AL QUARZO e DA DONNA ORARIO: Dal martedì al venerdì 9,30 - 12,30 / 15,00 - 18,00 Sabato mattina 9,30 - 12,30 Chiuso sabato pomeriggio e lunedì mattina

Valutazioni GRATUITE senza impegno

Pagamento immediato e in contanti

MASSIME VALUTAZIONI Via F.lli Vercelli, 106 • 10022 CARMAGNOLA (TO) - Tel. 011.9778552


paesi

Nuovo automezzo donato all’associazione Tesa Lo Scudo sarà utilizzato dai volontari per il trasporto di anziani e ammalati

Vinovo. Domenica 13 febbraio l'associazione Tesa-Soms ,che da molti anni opera nel paese per il trasporto di anziani ed ammalati alle strutture sanitarie della zona, ha ricevuto un nuovo automezzo Fiat Scudo in sostituzione di un mezzo ormai obsoleto e consunto dal servizio. La ditta Mgg Italia, specializzata nel settore pubblicitario, con la sponsorizzazione di alcune ditte vinovesi, ha effettuato questo cambio di automezzo. E quindi alle ore 15 sotto l’ala comunale don Donadio si sono dati appuntamento, per la cerimonia di consegna, la Direzione della Tesa guidata dal presidente Stefano Magliano, le autorità civili e religiose e un folto gruppo di volontari. ◆

Il Giorno della Memoria a Vinovo Videoletture, una mostra e uno spettacolo per ricordare Vinovo. Come già negli anni scorsi, il Giorno della Memoria è stato celebrato anche a Vinovo con alcune iniziative. Giovedì 27 gennaio presso la Biblioteca Civica sono state tenute una serie di videoletture su temi inerenti la giornata a cura dell’Associazione Culturale H12 e del Presidio di Lettura femminile di Vinovo. Contemporaneamente è stata inaugurata la mostra di Giuseppe Basile intitolata “Il Lager con gli occhi di un bambino”. Il giorno successivo alla sera presso il Teatrino delle Scuole Medie la compagnia teatrale Arcoscenico ha presentato uno spettacolo teatrale dal titolo “Verso la libertà”, di Patrizia Giacometti ed Antonella Verga, pièce tratta dal film “Train de vie” erodotta dalla Compagnia dell’Arco sotto il patrocinio del Comune di Vinovo. Un numeroso pubblico attento e partecipe ha assistito allo spettacolo, interpretato da attori non professionisti di Vinovo e None. ◆

Lions e Filarmoniche per una buona causa Concerto all’Auditorium a favore della Madonnina Vinovo. Si è svolta venerdì 28 gennaio scorso, presso la sala dell’Auditorium di Vinovo, una manifestazione a sfondo umanitario. Il Lions Club 2001 di Nichelino,Vinovo, Stupinigi e Candiolo ha organizzato una serata musicale con il concerto delle bande musicali “Giuseppe Verdi” di Vinovo, e “Giacomo Puccini” di Candiolo, il cui ricavato ad offerta, oltre il biglietto, è stato devoluto alla casa di accoglienza La Madonnina di Candiolo. L'evento è stato senz'altro un successo, con i quattrocento posti a sedere tutti occupati. Sono intervenuti i sindaci di Vinovo Maria Teresa Mairo e Candiolo Valter Molino, il parroco di Candiolo don Carlo Chiumento, mentre Antonio Spatrisano, presidente del Lions Club 2001, ha introdotto l’iniziativa spiegandone anche i motivi e gli scopi. La serata è iniziata con i tre inni nazionali: oltre a quello di Mameli e dell'Europa anche quello degli Usa, in omaggio all’origine dei Lions Club. La Casa della Madonnina, aperta da alcuni anni a Candiolo, accoglie i parenti dei pazienti ricoverati presso l’IRCC di Candiolo cioè l’Ospedale Oncologico, che quotidianamente devono assistere i propri congiunti e sono distanti dalle proprie abitazioni. ◆ G. C.

Per le inserzioni pubblicitarie su

“da Carignano Ieri, Oggi, Domani” telefonate al 339.7292300

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

“Sipari sel Piemont” fino a marzo

segue da pag. 3

La Loggia. E' in corso, al teatro della Scuola Elementare “Beppe Fenoglio” (via Vinovo 1), “Sipari sel Piemont”, la ormai tradizionale Rassegna Regionale di Teatro Amatoriale in Piemontese, che anche quest'anno, giunta alla diciannovesima edizione, presenta cinque fra le migliori compagnie dialettali del Piemonte. Il cartellone è il seguente. - Sabato 26 febbraio “Sun truvame en paradis” Due atti di Christian La Rosa Compagnia d'la Vila di Verzuolo Regia di Carlo Antonio Panero - Sabato 12 marzo “J' emigrant” Tre atti di Luigi Oddoero Compagnia Piccolo Varietà di Pinerolo Regia di Luigi Oddoero - Sabato 26 e domenica 27 marzo “El ciabot cun la surpreisa” Tre atti di Ennedi Compagnia La Bertavela di La Loggia Ingresso 7 euro. Per prenotazioni: Colorificio Marisa Fabaro (cell. 368.7732388 - tel. 011.9628692). Per informazioni: Dino Nicola tel. 011.9628619. ◆

tutto per informare i cittadini in merito agli animali smarriti, ritrovati o di quelli in attesa di adozione ospiti presso le strutture competenti o ancora presso privati; - controlli, anche con guardie zoofile, allo scopo di soccorrere animali maltrattati o mal tenuti, richiedendo modifiche su recinti, catena e quant'altro non risultasse conforme alle norme vigenti in materia di governo di animali domestici; - sterilizzazioni delle colonie feline del territorio (attualmente a Carignano il problema del randagismo è praticamente inesistente); - azione di volantinaggio per promuovere adozioni o ricerca di animali smarriti; - collaborazione con canili dei paesi limitrofi per favorire adozioni o ritiro cani in difficoltà; - recupero di gatti feriti, malati o investiti, cure, interventi veterinari e assistenza fino al ritrovamento dei proprietari o di una nuova famiglia adottiva; - contributo economico e appoggio a proprietari indigenti per sterilizzazione gatte e cani che avevano partorito più e più volte;

Rassegna “Cinema diffuso”: ogni giovedì a 3 euro Villastellone. Proseguono al Cinema Oratorio Jolly “I Giovedì del Jolly”, nell'ambito di “Piemonte al cinema - Il cinema diffuso - Sguardi d'autore sul mondo”, una rassegna di film d'autore promossa da Regione Piemonte, Aiace e Agis in collaborazione con Anica. La Rassegna si svolge appunto, come ormai d'abitudine, il giovedì sera alle ore 21. Il biglietto per ciascun spetttacolo cosa 3 euro. Date e film: 17 febbraio “Figli delle stelle”, di Lucio Pellegrini (Italia 2010); 24 febbraio “Hereafter”, di Clint Eastwood (Usa 2010); 3 marzo “Tamara Drewe”, di Stephen Frears (UK 2010). Il Cinema Oratorio Jolly si trova in via San Giovanni Bosco 2, tel. 011.9696034. ◆

FOCACCERIA PIZ-STOP Tel. 011.9692038 - Cell. 333.3145082

Via C. Battisti, 28 CARIGNANO > > > > >

Lettere al giornale

Rassegna teatrale in dialetto con la compagnia Bertavela

Ancora film d’autore al Jolly

PIZZA AL TAGLIO PIZZA AL TEGAMINO FOCACCIA DI RECCO SALATINI - PIZZETTE PASTE SECCHE

FORNITURE PER BAR SOCIETA’ SPORTIVE - ASSOCIAZIONI ORARI: dal lunedì al sabato 6.00 - 20.00 • Domenica 16.30 - 20.30

Febbraio 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani” - gestione delle pagine del canile di Moncalieri "dog's holiday" e di quello di Carmagnola presenti sul sito www.adottauncane.net (con inserimento e rimozione degli appelli con foto dei cani e dei gatti in cerca di famiglia); Tulle le azioni sopra dettagliate sono state finanziate con contributi comunali, raccolta fondi in occasione delle sagre e manifestazioni locali, organizzazione della cena vegetariana annuale, tessere Lida e offerte di privati. Invece lo spazio di cui ha usufruito la Lida sul giornale “Da Carignano - Ieri Oggi Domani” è stato messo a disposizione dal giornale stesso a titolo assolutamente gratuito. Consideriamo il bilancio delle nostre attività positivo, abbiamo infatti conseguito tutti gli obiettivi che ci eravamo posti quando abbiamo iniziato la nostra attività. Pensiamo di aver seminato bene e come ben sapete le idee non si possono fermare. Abbiamo migliorato molte situazioni e prima di prendere la decisione di cessare la nostra attività ci siamo preoccupati di fare in modo che il nostro lavoro non fosse perso e che gli animali venissero tutelati. Il Comune ha infatti stipulato una convenzione con il canile rifugio anche per i gatti,

questo farà si che la situazione attuale non degeneri, il nostro lavoro sarà svolto da persone che hanno dimostrato in questi anni serietà e professionalità, quindi in caso di ritrovamento di gatti abbandonati o feriti si potrà fare riferimento alla struttura di Corso Savona 140, telefono 011 6409398. Un ringraziamento particolare a tutte le persone che hanno creduto in noi sostenendoci nei modi più svariati, collaborando in modo attivo, economicamente e moralmente. Un grazie al Comune per la collaborazione attiva e la tempestività nel recepire le nostre istanze. Vorremmo ancora ripassare insieme a voi alcune importanti procedure e fornivi alcune pratiche e utili informazioni in materia di “animali di affezione”. In caso di ritrovamento di un cane vagante sul territorio dovete avvisare le Autorità competenti (Vigili urbani del Comune in questione, oppure i Carabinieri nel caso di ritrovamenti notturni o in orari di chiusura degli Uffici comunali). Le Autorità sono obbligate a contattare immediatamente il numero del Servizio cattura del Canile sanitario al quale il Comune in questione è convenzionato. Il Servizio cattura (generalmente reperi-

FRANCHISING IMMOBILIARE 3 LOCALI - 80 mq ca.

4 LOCALI - 85 mq ca.

bile 24 ore su 24) provvederà al ritiro del cane. In molti fanno l'errore di portarsi e tenersi il cane in casa e non sempre si preoccupano di avvisare le autorità. Ricordate che il cane potrebbe avere un cip e quindi un proprietario in pena che lo sta cercando disperatamente! I Canili sono attrezzati di lettori cip grazie ai quali è facile rintracciarlo e restituirgli il cane in tempi brevi con un gran risparmio di stress per l'animale. E' vero che non tutti i proprietari si preoccupano tanto dei loro cani e non sempre prendono le precauzioni necessarie ad evitarne la fuga, però se il cane è regolarmente intestato ad una persona, non potete appropriarvene senza seguire la procedura! Inoltre ricordate che in Canile il cane potrà ricevere velocemente le prime cure sanitarie qualora ce ne fosse bisogno! Se proprio volete poi fare una buona azione per il cane che avete trovato, potete preoccuparvi di telefonare in Canile per averne informazioni, e se il cane risultasse essere sprovvisto di cip e nessuno lo avesse cercato, trascorsi i dieci giorni di sanitario, potreste magari adottarlo e portarvelo finalmente a casa così come avevate pensato di fare prima! Il cane dal Canile uscirà provvisto di re-

In centro paese. Ingresso, tinello, cucinino, due camere, bagno e ripostiglio. Cantina. Doppia area. Panoramico. Euro 105.000,00

2 LOCALI - 50 mq ca.

golare cip e libretto sanitario aggiornato con le vaccinazioni e le cure fatte. Nel caso invece di ritrovamento di un cane morto sul ciglio della strada, non ignoratelo solo perchè è morto! Se vicino vedete delle case, provate a chiedere se qualcuno lo conosceva, nel caso non trovaste il proprietario notificate il tutto ai Vigili del Comune di competenza. I Vigili avvieranno la prassi di recupero e smaltimento del corpo ed informeranno i veterinari dell’ Asl competente ai quali competerà invece verificare se il cane era identificato o meno tramite chip. Qualora il cane risultasse essere di proprietà, si procederà ad avvisare “chi avrebbe dovuto preservalo da ogni male e non l'ha fatto” e a multarlo! Vi ricordiamo che il Comune di Carignano è attualmente convenzionato, sia per il sanitario che per il rifugio, con il Canile Dog's Holiday di Corso Savona 140 a Moncalieri, numero di telefono 011.6409398 . Numeri utili: POLIZIA MUNICIPALE DI CARIGNANO 011.9698431, CARABINIERI DI CARIGNANO 011.9690020. Canili ai quali sono convenzionati i Comuni limitrofi: CANILE DI CARMAGNOLA segue a pag. 6

VALUTAZIONI GRATUITE

Casa semindipendente

In centro paese, appartamento ristrutturato di recente. Ingresso, tinello, cucinino, 3 camere e bagno. Euro 158.000,00

4 LOCALI - 110 mq ca.

Casa semindipendente 130 mq. su due livelli. Possibilità di creare due unità abitative con ingressi indipendenti. Euro 160.000,00

Ingresso living su sala, cucina abitabile, due camere, bagno e ripostiglio. Cantina e box auto. Euro 210.000,00

In centro paese, casa di 100 mq., disposta su due livelli, ingresso living su sala, cucinino, tre camere e bagno. Cantina con le volte. Cortile e tettoia privati di 100 mq. Euro 195.000,00

3 LOCALI - 80 mq ca.

Casa semindipendente in Borgata

Ingresso living su sala, cucina a vista, due camere e bagno. Ristrutturato a nuovo. Euro 165.000,00

180 mq. di abitazione su due livelli, cortile privato di 400 mq. e magazzino privato di 70 mq. Euro 280.000,00

Casa d’epoca Nel centro storico. 80 mq. su due livelli con cortile e terrazzo privati. Euro 245.000,00

Rustico in Borgata 500 mq. di abitazione su due livelli: 300 mq. ristrutturati e 200 mq. da ristrutturare. 300 mq. di tettoie, 600 mq. di cortile e 240 mq. di orto. Possibilità di ampia bi-trifamiliare.Euro 550.000,00

3 LOCALI - 80 mq ca.

Casa semindipendente

Villa d’epoca

2 LOCALI - 65 mq ca.

Centro storico, ingresso, ampia sala, cucina, camera e bagno. Termoautonomo. Ristrutturato. Euro 135.000,00

In centro paese. Ristrutturato a nuovo. Euro 133.000,00

3 LOCALI - 80 mq ca.

Nel centro storico, casa libera su tre lati, 140 mq. su due livelli, 200 mq. di cortile privato e 80 mq. di tettoia. Possibilità di bifamiliare. Euro 295.000,00

In centro paese, villa d’epoca indipendente di 400 mq. disposta su due livelli più torre. Circondata da un parco privato di 1700 mq. e depandace di 90 mq. Euro 1.200.000,00

Villa semindipendente

Villa singola in Borgata

Ingresso su tinello, angolo cottura, camera, bagno e ripostiglio. Euro 87.000,00

3 LOCALI - 70 mq ca.

In centro paese, 230 mq, sala, cucina, tre camere, mansarda, 5 bagni, taverna, cantina, box auto e giardino privato. Euro 415.000,00

Ingresso, sala, cucinino, due camere e bagno. Doppia area. Euro 125.000,00

4 LOCALI - 130 mq ca.

Casa semindipendente

In centro paese. Ingresso, ampio salone, cucina abitabile, due camere e bagno. Doppia cantina. Euro 158.000,00

140 mq. su due livelli. Possibilità di creare due unità abitative con ingressi indipendenti. Taverna e cortile privato. Euro 200.000,00

In zona residenziale. Ingresso, soggiorno con angolo cottura, due camere, bagno e ripostiglio. Cantina. Euro 125.000,00

5

In borgata servita, 120 mq. su un unico livello: ingresso, sala, cucina, due camere, bagno e ripostiglio. Taverna, tre box e 600 mq. di giardino. Euro 430.000,00

AFFILIATO: STUDIO CARIGNANO sas • Via Silvio Pellico, 31 • CARIGNANO

TEL. 011.9699659 - E-mail: to2c2@tecnorete.it

Ogni agenzia ha un proprio titolare ed è autonoma

Altri

24 Febbraio 2011


6

Febbraio 2011

Lettere al giornale segue da pag. 5 335.7471944, CANILE DI CHIERI O119433028. VETERINARI DI CARIGNANO: dott. Bosio 011.9693272, dott.ssa Colonna 011.9693311, dott. Monasterolo 011.9697460. In caso di ritrovamento di cani in autostrada bisogna contattare il 112 e spiegare dove ci si trova, interverrà la Polizia stradale competente in zona; oppure si può chiamare il numero di Pronto-Fido 334.1051030. In caso voleste segnalare un maltrattamento di animale, potete farlo contattando le guardie zoofile Lida allo 011.2476131, potranno così essere effettuati i controlli necessari e si potrà migliorare la qualità della vita di molti animali indifesi vittime della superficialità e della cattiveria umana. “Il semplice fatto che il mio cane o il mio gatto mi amino più di quanto io ami loro è una realtà innegabile, che mi colma sempre di una certa vergogna”. (Konrad Lorenz) I Volontari Lida Sezione di Carignano

L’ex consigliere Pierluca Costa precisa Leggendo la lettera che il nostro Sindaco ha pubblicato sul Vostro giornale in risposta alle affermazioni di un gruppo politico locale, ho notato che nonostante la volontà di chiarire con la più cristallina verità il battibecco oggetto del “botta e risposta”, qualche dettaglio che mi coinvolge direttamente è stato omesso. Mi riferisco al punto in cui il Sindaco spiega in che modo è stato eletto l’assessore Lanfredi al CdA del Covar 14. Cito quanto riportato nella lettera: “è stato chiesto al Comune di Carignano (…) di proporre una persona all’altezza e in questo caso l’amministrazione, al completo, ha indicato l’assessore Lanfredi, per la sua esperienza.” Forse il Sindaco non ricorda che quella candidatura è costata le mie dimissioni da consigliere comunale che in quel momento, evidentemente, facevo parte della sua amministrazione.

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani” Forse non ricorda che quella candidatura è stata comunicata ai consiglieri comunali in sede di maggioranza soltanto il 27 gennaio 2009, mentre la stessa era già stata presentata il 19 gennaio. Quindi, l’amministrazione non era proprio al completo come invece sostiene il Sindaco, né tanto meno ha condiviso all’unanimità questa decisione. A prova di quanto detto, si era aperto poi un forte dibattito sui giornali locali (questo compreso), iniziata da una mia lettera in cui suggerivo di ritirare la candidatura di Lanfredi dal CdA del Covar 14 e finita con la comunicazione della mia uscita dal comune di Carignano, cosa che in gergo giornalistico è stata definita “sbattendo la porta”, proprio per evidenziare il fatto di non essere stata silenziosa. Non mi sembra pertanto che la descrizione del Sindaco rispecchi la realtà dei fatti accaduti. Pierluca Costa

La posizione della Lega Nord Carignano sul bilancio e l’astensione del consigliere Gattino Esimio Direttore, con riferimento all’articolo apparso su “Il Mercoledì” in data 2 febbraio u.s. dal titolo “Cossolo pronto a lasciare”, non intendiamo scendere in polemica anche se gli spunti non mancano: certe parole si commentano da sole. Semplicemente desideriamo precisare che la lettura data all’astensione del consigliere dott. Giuseppe Gattino sul punto n. 10 dell’ordine del giorno del Consiglio Comunale tenutosi il 27 Gennaio “Approvazione Bilancio di Previsione 2011, relazione previsionale e programmatica 2011-2013, bilancio pluriennale 2011-2013, programma triennale lavori pubblici 20112013” è chiaramente distorta: si tratta infatti di un messaggio, un segnale sulle opere che consideriamo prioritarie, un’assunzione di responsabilità nell’esclusivo interesse dei cittadini, di quella “gente” che quotidianamente ascoltiamo. Con lo stesso spirito di responsabilità l’assessore al Bilancio dott. Mauro Corpillo, da sempre elemento di punta del nostro gruppo politico, e

Mario Nelini, nella sua veste di capogruppo della maggioranza (Lista Civica “Insieme per Carignano”), hanno votato a favore: bilancio ineccepibile, espressione in cifre di proposte provenienti dai vari Assessorati, riferito ad iniziative progettualmente apprezzabili per il futuro, meno attento ai problemi immediati. Il dott. Giuseppe Gattino, eletto nella lista “Insieme per Carignano”, in quota Lega Nord, come si evince dal testo da lui stesso presentato in Consiglio e che qui si legge, avrebbe gradito, all’interno del bilancio 2011, uno spazio per queste voci, più volte ed in più sedi portate a conoscenza del Sindaco e della maggioranza. In particolare, per quanto riguarda gli interventi segnalati sulla scuola media, fra l’altro di modesta entità (così come i bagni di piazza Savoia), sono oggetto di una documentazione fotografica a disposizione di tutti i consiglieri: pochi lavori sono stati eseguiti dagli operai che rientravano nel progetto “Borse lavoro”, nell’estate 2010. Ringraziamo per lo spazio. Il Direttivo della sezione Lega Nord - Carignano

Consigliere Gattino: “Perché mi sono astenuto” La presente per replicare alle critiche del Sindaco in merito alla mia astensione dal voto sul Bilancio di Previsione. Con rammarico devo sottolineare che le sue dichiarazioni non corrispondono al vero. Confermo e ribadisco di aver più volte riferito al Sindaco ed alla maggioranza le criticità in oggetto, fornendo documentazione fotografica dei danni alle strutture cittadine più sensibili. L’Amministrazione tutta è stata coinvolta quindi, come si dice in questi casi, “non potevano non sapere”. Segue quindi il testo integrale del mio intervento in Consiglio, così come verbalizzato dal Sig. Segretario. I cittadini potranno così valutare la correttezza del mio operato. Grazie per lo spazio concesso. Cordialità, Il consigliere Giuseppe Gattino All’Ufficio di Segreteria del Comune di Carignano. Il sottoscritto Giuseppe Gattino, consi-

gliere comunale, con incarico del Sig. Sindaco al Patrimonio, visto lo Schema di Bilancio di Previsione 2011e relativi allegati, Relazione Previsionale e Programmatica 2011-2013 e Bilancio Pluriennale 20112013, intende presentare alcune osservazioni in merito alla priorità delle opere previste. Considerato che viene esaminato l’ultimo Bilancio di Previsione che questa Amministrazione è chiamata ad approvare, si evidenziano alcuni punti che avrebbero dovuto trovare adeguato spazio, tra le voci di spesa, almeno quest’anno. Fin dal mio arrivo in maggioranza avevo presentato alcune istanze. Le principali riguardavano: - la manutenzione straordinaria della Scuola Media; - parcheggio nei pressi dell’Ufficio Postale; - bagni P.zza Savoia. Purtroppo non si è tenuto conto di questi suggerimenti; quindi ritengo di sottolineare in questa sede che: - Sarebbe auspicabile una puntuale manutenzione ordinaria e straordinaria del Patrimonio Comunale esistente: - arredo urbano (marciapiedi, cestini, verde, parcheggi, pulizia e decoro della Città, servizi igienici P.zza Savoia); - edifici ed attrezzature scolastiche (specie Scuola Media); - aree cimiteriali (viali, alberate, tombini scarico). - Sarebbe importante attivarsi per la riconversione ed il riutilizzo di alcuni edifici comunali (P.zza S.Giovanni, ex villa Bona), che sono abbandonati da anni; - Sarebbe corretto, per esempio, che l’installazione di nuovi impianti fotovoltaici fosse preceduta da un puntuale intervento per il risparmio energetico, mediante il contenimento degli sprechi negli edifici pubblici; - Sarebbe inderogabile una maggiore sensibilizzazione dell’utenza, sull’importanza della raccolta differenziata, sia da parte del Comune che del COVAR; intensificando contestualmente l’azione di contrasto all’abbandono selvaggio di rifiuti; In questi tempi di così grave crisi economica ed occupazionale - Sarebbe più opportuno destinare l’attuale contributo “a terzi” per la Chiesa di San Remigio (quota del Comune) per l’istituzione di ulteriori borse

CENTRO REVISIONI M.B.E.

lavoro, lasciando ai privati il merito del recupero di questo importante simbolo della nostra Città. Alla luce di quanto esposto, pur ritenendo ambiziosi i grandi piani d’investimento, considero assolutamente prioritari ad inderogabili i sopracitati interventi. Ritengo pertanto di non poter dare un voto favorevole al punto n.10 dell’ordine del giorno di questo Consiglio Comunale del 27 Gennaio 2011. Esprimo quindi il mio dissenso con l’astensione al voto.

Il rispetto e l'educazione dove sono finiti? Rispetto ed educazione dove sono finiti? Questa lettera è indirizzata a tutti i possessori di cani, che non rispettano assolutamente né le leggi né le persone. Premetto che io possiedo un cagnolino di ormai quindici anni e girando spesso per Carignano non sono poche le volte che mi imbatto negli escrementi dei cani. E’ inutile secondo me prendere un cane e dire che si amano gli animali, quando poi non si fa nulla per dimostrarlo, e sì perché non raccogliendo gli escrementi di quest’ultimo non solo si manca di rispetto nei confronti delle persone ma anche dei nostri stessi amici. Molto spesso gli escrementi sono molto consistenti quindi di cani di taglia medio-grossa, sarebbe quindi opportuno che questi personaggi la prossima volta scelgano cani di taglia più piccola, così che riescano sia a raccogliere gli escrementi sia a tenerli al guinzaglio, visto e considerato che molti che hanno cani di taglia grossa non sono nemmeno in grado di tenerli. Un'ultima considerazione volevo farla in merito a ciò che hanno scritto nel numero 103 di dicembre i Verdi per la Pace, che chiedono da chi sia stato sollecitato lo smantellamento dell’area destinata ai cani: 1°, dal buon senso, perché la zona dove era situata non aveva nulla a che vedere con il rispetto dei cani visto che era adiacente a una discarica; 2°, perché probabilmente gli stessi di cui sopra l’avrebbero sommersa di escrementi. Penso e credo che come motivazioni siano più che giustificate, non credete? Piero Portigliatti

di FERRERO Emilio

Nel 2011 • tutte le auto immatricolate nel 2007 sono da revisionare: • tutte quelle revisionate nel 2009 Via Galimberti, 43 - 10040 PIOBESI T.SE - Tel. 011.9650256 - Fax. 011.9650126 centrorevisioni.mbe@gmail.com

REVISIONIAMO • AUTOVETTURE • AUTOCARRI SINO A 35 QL. • FURGONI CAMPER • TELONATI • FUORISTRADA • 4WD

Febbraio 2011 23

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

CA R I G N A N E S I CA S S ET T I Questo mese: Alla scoperta dell'America Prosegue e si conclude il racconto di un viaggio in America, a firma di Silvana e Piero Ornaghi. Parlando del territorio, non posso descrivere tre mesi di viaggi, però posso riportare qualche appunto. Un mattino presto con Silvana e Gigi siamo partiti per lo Stato del Montana per vedere nel loro ambiente naturale i bisonti. Il percorso con l'auto, una Chrysler 3800 di cilindrata, si svolge su strada nazionale a due corsie e per centinaia di chilometri il paesaggio è questo: sia sulla destra che a sinistra laghi, fiumi, piccole pianure e colline dai 100 ai 600 metri di altitudine, ricche di larici, cedri e, in minima quantità, pioppi. Dopo circa un'ora di viaggio un orso bruno giovane attraversa la carreggiata da sinistra a destra, in un tratto in cui la strada nazionale taglia in due la foresta. Va sottolineato che tutto il Nord America o quasi è regno dell'orso bruno, del più grande grizzly, del puma (leone di montagna), dell'alce, del cervo. In qualche raro punto lo Stato Federale mette un grande cartello con la figura di due orsi e relativo avviso: se vuoi prendere questa strada secondaria che sale e si inoltra nella foresta per fare un picnic, mentre sei a tavola può arrivare l'orso, quindi...! Dopo circa tre ore arriviamo nel regno dei bisonti. Lì il territorio è collina e pianura tipo prateria per decine di chilometri. L'ingresso è caratterizzato da un piccolo museo nel quale sono esposti in vetrine o su pedane tutti gli animali esistenti in questa zona, dal bisonte allo scoiattolo, al cervo, al puma, all'alce, pure le aquile nere e bianche sul capo, molto numerose. Questo è il “National Bison Range”. La grande emozione è stata quella di fare riprese fotografiche vicinissimi a questi magnifici esemplari di bisonti. Molti turisti provenienti da altri Stati americani non hanno sempre la fortuna di trovarli qui in quanto si spostano da una pianura all'altra valicando colline e monti. Il viaggio è proseguito per Polsen, attraverso chilometri di altre colline e montagne desertiche (riserva indiana), ad un certo punto ci siamo trovati davanti a un bellissimo lago (enorme sia in lunghezza che larghezza), il Flathead. Siamo rientrati nell'Idaho (che confina a nord con il Canada, aovest con lo Stato di Washington e l'Oregon., a est con il Montana e lo Wyoming) dopo un viaggio di ottocento chilometri attraverso paesaggi fantastici: pinete, laghi, fiumi con le famose rapide; uno di questi fiumi si poteva attraversare mediante una passerella del tipo di quelle tibetane, oscillante, lunga un centinaio di metri e ad una altezza di 8-10 metri. Io non ho avuto il coraggio di attraversare: mi sono fatto fotografare all'inizio! Siamo stati a cena da un vicino di Luigi nel suo ranch, a circa un chilometro dal nostro, da Rob e da sua moglie Amy. Rob fa l'idraulico in un'impresa di Sandpoint ed ha il patentino dello Stato federale americano come guida per la caccia all'orso in Alaska. Terminata la cena, mi accompagna in una camera dove erano esposte alle pareti decine di pistole a tamburo e altre (dal 1895 a quelle recenti), poi fucili e infine due o tre modelli di archi e frecce. Rob riceve ogni anno per fine settembre l'invito e l'incarico da parte di clienti di un certo livello economico di cacciare l'orso bruno o il grizzly. Allora parte da Sandpoint con l'aereo per l'Alaska e poi là prosegue con potenti fuoristrada. Il tutto è organizzato a seconda del tipo di cattura: con la pistola, con il fucile o con l'arco. E a questo punto mi mostra e mi fa prendere in mano queste tre armi. La mia curiosità è stata questa: l'orso, dopo essere stato colpito , quanti passi può ancora fare? Con la pistola e il fucile da sei a dieci passi, con l'arco due o tre al massimo; la punta della freccia è un cono costituito da tante lamelle in acciaio taglienti, larghe circa tre millimetri. Un altro personaggio tipicamente americano lo abbiamo conosciuto un mattino, quando arriva fin davanti alla porta del nostro ranch una bellissima auto, una spider Pontiac color avorio guidata da un signore molto distinto sui 65-68 anni, che si chiama Ken. Il signor Ken è diventato amico di Gigi e della sua famiglia in quanto gli ah dato lezioni di inglese per diversi mesi. E' sceso dall'auto con un bel mazzo di fiori e l'ha offerto a mia moglie Silvana; poi, accomodati tutti in salotto con the e pasticcini, ha narrato alcuni fatti e situazioni della sua vita. At-

tualmente vive a Sandpoint ma è un ex pilota di aerei caccia bombardieri americani ed è stato in Vietnam. Un giorno, durante una missione, volava in formazione con altri aerei quando l'aereo alla sua destra con l'ala tocac l'ala del suo che, immediatamente, ha preso fuoco; lui, rendendosi conto della situazione disperata, schiaccia il pulsante di espulsione del suo seggiolino e viene proiettato fuori, poi giù con il paracadute; la stessa manovra la esegue il pilota che ha provocato l'incidente; sotto di loro c'era la giungla con i vietcong, e la discesa è avvenuta per il primo tratto in caduta libera poi con il paracadute aperto; l'atterraggio d entrambi è andato bene, subito hanno scavato una piccola fossa e si sono ricoperti di foglie e rami. Lì la giungla è fittissima, ma i vietcong passavano armati fino ai denti a decine, avanti e indietro tutto il giorno, a pochissimi metri da loro. L'aviazione americana li ha cercati per tre giorni, con trentadue aerei da combattimento; alla sera del terzo giorno furono tratti in salvo, sfiniti. Un altro vicino di casa di Gigi è Nico, che abita in un ranch con la moglie Belinda e il figlio di 14 anni. Nico è pilota di elicotteri in Alaska per conto di una società americana. Un mattino ci dice che, appena dopo pranzo, avrebbe portato Gigi e me con il fuoristrada a pescare nel vicino Stato del Montana, in un lago a 1400 metri in mezzo alla foresta che, fino ai primissimi anni del '900, era meta dei pellerossa, in località Kleark Fork. Così alle ore 13.30 Nico con il suo Dooge 5900 di cilindrata a sette posti e cassone posteriore si ferma davanti al nostro ranch. Gigi ed io abbiamo caricato le nostre canne da pesca, attrezzature e valigia frig, mentre il signor Nico appoggia sul piano del cassone una grossa pistola Colt a tamburo ed un grosso pugnale; notando il mio stupore, ha spiegato il perché di queste armi. Un anno prima, nello steso luogo in cui ci avrebbe portati, era accaduto questo fatto. Il lago si trova su un altopiano circondato a sud-est da una fitta foresta di larici, pini e cedri e dalla riva opposta, cioè a nord est, da altissime pareti di roccia chiara e grigia con ripiani dove i pellerossa arrivavano a cavallo, sia per la pesca che per la caccia grossa; Nico, dopo circa un'ora di pesca tutto solo, sente una specie di fruscio nella foresta alle sue spalle, si volta e vede un orso bruno enorme a non più di 7-8 metri che lo fissa immobile; il pensiero di Nico in quell'attimo. Se mi butto in acqua l'orso mi segue e, nuotando molto veloce, mi raggiunge e attacca ed io non ho né un pugnale né una pistola, niente per difendermi; mettersi a camminare sul sentiero del ritorno impossibile, c'era lui a sbarrare la strada. Cosa fare? Sono passati dieci interminabili minuti di paura e poi, per fortuna, la situazione si è sbloccata con l'arrivo di un alce; a quel punto l'orso si gira e lentamente si inoltra nella foresta, e pure l'alce se ne va. Tra l'altro l'alce, a seconda dell'umore, può anche dare delle cornate! Ecco la ragione per cui Nico ha infilato la sua Colt nel cinturone e il pugnale sul fianco, perché da quella volta si è ripromesso che non sarebbe mai più andato a pescare senza armi. Quel pomeriggio abbiamo pescato trenta trote Arcobaleno, color alluminio-argento sotto la pancia, buonissime e con poche spine. Un mattino di luglio siamo partiti tutti per il Montana dove lo Stato federale ha creato una zona, Ross Cedar Creek, con sentieri, torrentelli, ponti in legno ad arco e tavoli e panche per il picnic, all'inizio di una grane foresta di cedri; qui si possono ammirare e toccare questi magnifici alberi giganti con oltre quattrocento anni di vita e di circa quaranta metri di altezza. Noi abbiamo immortalato tutto con bellissime riprese fotografiche. Il diametro di questi alberi secolari può essere può essere abbracciato da 6-8 uomini, la base dei tronchi è formata da decine di piccoli tronchi che a circa due metri si uniscono e formano un unico tronco. Non è possibile descrivere tre mesi di intense esperienze, ma è veramente forte l'emozione di essere stati nella vera America; come territorio, come popolo e come organizzazione sociale... non tutto, ma qualche piccola regola la dovremmo imparare, chissà...! Affettuosi saluti da due carignanesi contenti e felici di aver messo la testa fuori dal finestrino su questo nostro magnifico pianeta. Seconda parte - fine

Invitiamo i lettori a cercare tra le vecchie carte diari, lettere e quaderni e a segnalarci (corso Cesare Battisti 60, al giovedì mattina dalle ore 9 alle 12) le probabili scoperte per un’eventuale pubblicazione.

Sulle orme di Giuseppe Verdi L’associazione Tra Me propone una gita a Busseto Per celebrare i 150 anni di unità d’Italia, l’Associazione di promozione sociale Tra Me (Carignano, Via Silvio Pellico 34 c) ha preparato un pacchetto di iniziative che potranno sicuramente trovare il gradimento del pubblico, grazie alle diverse proposte culturali: presentazioni di libri, concerti, gite nei territori italiani legati al Risorgimento.Si inizia sabato 12 marzo, con una escursione ai luoghi verdiani, per conoscere meglio uno dei più grandi autori di musica lirica, il cui nome è indissolubilmente legato ai moti risorgimentali. Infatti, la scritta Viva Verdi!, che compariva sui muri delle case nelle città dominate dall’Austria (ad esempio Milano) aveva il duplice significato di onorare il grande compositore ma anche di inneggiare al sovrano sabaudo (“Viva Vittorio Emanuele re d’Italia), identificato dai politici e dagli intellettuali di parte della penisola come l’unico in grado di realizzare l’unità. La gita proposta da Tra Me permetterà di visitare alcuni luoghi simbolici a Busseto: la villa Sant'Agata, per lungo tempo dimora di Giuseppe Verdi, il teatro Verdi, il Museo Nazionale Verdi di Villa Pallavicino, il Museo di Casa Barezzi (il luogo della prima formazione musicale ed affettiva del giovane artista). Si parte da Carignano con bus GT, a disposizione per i vari spostamenti. L’occasione è ghiotta anche per degustare liberamente le tante specialità di una terra ricca di sorprese gastronomiche; al momento della prenotazione dell’escursione è possibile riservare alcuni posti presso alcuni locali tipici di Busseto, entrambi nel centro storico della città: in entrambi i locali si possono trovare i prodotti del territorio: taglieri di salumi (Culatello di Zibello, prosciutto crudo, coppa, salame, strolghino, ciccioli, lardo pancettato, mortadella, pancetta, spalla cotta e tanti altri), formaggi, salse artigianali, dolci tipici come crostate, sbrisolona, torta Luisa, torta del Maestro, spongata classica e al cioccolato; vini e liquori tipici. Associarsi a tra Me permette di usufruire dei molti servizi che l’Associazione offre (e consultabili sul sito: www.tramecarignano.com). Il costo è di 48 euro per i soci dell’associazione, e di 68 per i non soci. Per prenotare l’escursione, occorre telefonare al n. 3347671104. ◆

L’Auser ringrazia per la donazione A dicembre 2010 è mancata la sorella di un nostro collega volontario, la signora Caterina Cavigliasso ved. Pautasso. In memoria della signora è stata fatta una raccolta fondi da destinare ad associazioni locali. A noi sono stati donati 200 euro per i quali si ringraziano i familiari e parenti tutti che hanno dato il loro contributo e ai quali rinnoviamo la nostra partecipazione al loro dolore. ❚ Auser Carignano

I nati nel 1951 festeggiano Pranzo di leva al Lago Maggiore domenica 10 aprile La classe 1951 festeggia i sessant'anni con un pranzo di leva domenica 10 aprile al Lago Maggiore. Programma: • Ritrovo e partenza ore 8.30 davanti alle scuole medie (Via Tappi), destinazione Lago Maggiore • Arrivo a Stresa per imbarco sul battello con destinazione Isola Bella con visita facoltativa dell’isola e del palazzo Borromeo • Al termine della visita trasferimento tramite battello verso l’Isola Dei Pescatori dove verrà consumato il pranzo al ristorante “L’Imbarcadero” • Rientro a Carignano in serata. • Sabato 9 aprile Messa in suffragio dei coscritti defunti nel Duomo alle ore 18; 30 • Costo 60 euro, da versare all’atto della prenotazione entro il 13 marzo. Per adesioni e informazioni: - Giovanni Sona tel. 348.6906606; - Roberto Chicco tel. 348.7011012; - Marinella Rovei tel. 338.9880223.◆


22 Febbraio 2011

ospiti

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

ILLUSTRI ILLUSTRI concittadini

Lorenzo Valerio Bona (seconda parte) Affascinato dal mondo dell'arte e delle lettere, versificatore lui stesso (secondo quanto dichiarò lo scrittore Angiolo Biancotti in Plastici, 1930), Valerio Bona conobbe negli anni Venti l’intellettuale spezzino Ettore Cozzani, e fu probabilmente uno dei finanziatori della rivista “L’Eroica”, diretta da Cozzani stesso. Nel variegato mondo di artisti che ruotava attorno alla rivista milanese, Bona stabilì alcuni contatti destinati a maturare nel tempo e contribuì alla rivista con recensioni, firmandosi "Uno qualunque", oppure con le iniziali "L.V.B.". Nel 1927 all'asta dell'Opera Nazionale Mutilati ed Invalidi di Guerra svoltasi alla Galleria Pesaro di Milano, Bona acquistò un'opera del tutto particolare, una serie di fotografie dei disegni della Via Crucis del pittore ferrarese Gaetano Previati ritoccate e ridisegnate dall’autore. Esposta nel 1928 in una mostra a Carignano, la Via Crucis di Previati rimase presso la famiglia sin verso il 1968, quando ricomparve a Dogliani, nella parrocchiale (oggi sostituita da copie). Forse negli stessi anni strinse amicizia con lo scultore genovese Eugenio Baroni, autore del famoso monumento a Giuseppe Garibaldi a Quarto dei Mille, anch'egli legato a Cozzani (che gli dedicherà più pagine sulla sua rivista) ed anche lui reduce dall'altipiano della Bainsizza, dove combatté nel giugno del 1917. Negli anni 1930-31, Valerio Bona fece decorare il suo studio privato ed un locale adiacente della sua villa di Carignano (l’antica Villa Provana del Sabbione, in Via Monte di Pietà a Carignano) da Adalberto Migliorati, un pittore perugino assai apprezzato da Cozzani; l’artista, coadiuvato dal fratello Viero, vi rappresentò soggetti tratti dalla saga dei Nibelunghi (in omaggio alle letture wagneriane del committente) alter-

nate a soggetti religiosi: all’interno della Villa spicca ancora uno Sposalizio della Vergine, in stile neoquattrocentesca, che celebra in una fantastica rappresentazione tutti i componenti della famiglia Bona. Cozzani pubblicherà immediatamente sulla sua rivista i dipinti, e, nel 1940, stamperà per conto del Bona un volume di scritti e memorie sull’industriale. Nel 1938 Valerio fece costruire sulla collina di S. Vito in strada Revigliasco a Torino, una grande villa fastosa (Villa Primosole), disegnata dall'ingegner Ezio Lorenzelli, affrescata da Viero ed Adalberto Migliorati, e per la quale il disegnatore di giardini e paesaggista fiorentino Pietro Porcinai (1910-1986), con il socio designer Maurizio Tempestini, realizzò il giardino, in parallelo con quello della villa di Federico Maggia, socio a sua volta di Valerio alla V.E. Fratelli Bona. A partire dal 1935 Valerio Bona seguì con attenzione lo svolgimento del concorso per il Monumento ad Emanuele Filiberto di SavoiaAosta a Torino, schierandosi con tutto il suo peso politico dalla parte di Eugenio Baroni, il cui bozzetto risultò alla fine vincitore, dopo un durissimo contrasto con Arturo Martini; a fianco di Baroni si schierarono anche tutte le associazioni degli ex combattenti, in particolare l'Arma di Artiglieria a cui Bona apparteneva, facendo pressioni presso il Governo fascista e presso il Comune di Torino affinché vincesse il progetto celebrativo di Baroni. Quest’ultimo morì precocemente il 25 giugno 1935: pertanto, per legato testamentario, fu Bona a seguire le fasi di completamento e fusione delle statue (affidate allo scultore romano Publio Morbiducci), sino alla realizzazione dell'insieme, già pensato per Piazza Vittorio Veneto e poi definitivamente sistemato in Piazza Castello. Secondo alcuni critici, la testa del duca, riprodurrebbe le fattezze di Valerio Bona,

in omaggio alla determinazione dello stesso nella scelta del bozzetto; in effetti i tratti fortemente delineati della statuaria fascista ne rammenterebbero alcuni tratti, sfumandoli, senza delinearli del tutto e quindi lasciando l’osservatore nell’incertezza.L'industriale donò in seguito al Museo di artiglieria di Torino una versione in miniatura delle sculture di Baroni, tutt'ora conservate. Celebrato sulle pagine dell' Eroica dal fedelissimo Cozzani, il monumento, inaugurato il 4 luglio 1937, fu l'ultimo atto di un'avventura culturale, ma anche e soprattutto politica ed ideologica, destinata ad affievolirsi e trasformarsi dopo la Seconda Guerra Mondiale.L'amicizia fra Cozzani e Bona continuò comunque sino alla morte di Bona stesso, con lettere, scambi di saluti, visite a mostre ed a conferenze, come testimonia l'epistolario dell'industriale. Nel dopoguerra, Valerio Bona donò alla Città di Carignano la sua copia in bronzo della Vittoria per il Monumento al San Michele, di Baroni, perché divenisse Monumento ai Caduti della Seconda Guerra Mondiale: dapprima sistemata di fronte al Sacrario dell’antica chiesa di San Remigio, negli anni Novanta del XX secolo fu poi portata in Largo Otto Martiri. Bona tenne stretti contatti anche con il giornalista e scrittore livornese Vittorio Emanuele Bravetta (1889-1965), autore di molti inni fascisti, come il Canto dei fanciulli fascisti, l''Inno degli universitari fascisti ("Siamo fiaccole di vita"), l'Inno dei Giovani Fascisti ("Fuoco di Vesta"), l'Inno della Somalia Italiana, della Marcia delle Legioni, l’Inno dell'Italia imperiale, Inno Mediterraneo, Adesso viene il bello. L’industriale fu anche amico, committente e collezionista del pittore (18741956), a sua volta amico di Cozzani e frequentatore del cenacolo dell'Eroica. Paolo Castagno

Accademia Scacchistica

“ALFIERI DEL PO” A cura di Daniela Tontini

Impegni a Vinovo e al Campionato italiano Lunedì 17 gennaio è iniziata a Vinovo in piazza Rey, la prima edizione del torneo del Castello della Rovere.; la manifestazione, che terminerà il 21 febbraio,vede la partecipazione di 28 giocatori provenienti da tutta la provincia e suddivisi in due tabelloni composti da 14 scacchisti ciascuno. Gli Alfieri del Po, soddisfatti della risposta ottenuta anche in considerazione dei vari tornei concomitanti più conosciuti,intendono con questo evento diffondere e far conoscere il gioco degli Averbakh - Boudi-Bueno (Polanica Zdroj 1975) scacchi anche nei comuni intorno a Carignano ed in questa ottica è gradita la visita di curiosi e/o appassionati per assistere alle combattute partite che si svolgono ogni lunedì a partire dalle ore 20.30 fino a tarda serata. Quasi in contemporanea con la fine di questo torneo si avrà l'inizio del Campionato italiano a squadre a cui gli Alfieri del Po parteciperanno con due squadre denominate Campochiaro e Camposcuro. Continua intanto l'ascesa nella graduatoria mondiale di Fabiano Caruana (1992 elo 1721) arrivato in questi giorni al 25esimo posto e numero 1 del mondo degli under 20. Vista la giovane età è lecito sognare di vederlo, chissà, lottare presto per diventare campione del mondo! Soluzione mese di gennaio 2011 Non vedendo la possibilità di salvare l’Alfiere,von Popiel abbandonò.In realtà egli Il BIANCO muove e vince avrebbe potuto salvare l’incontro e vincerlo giocando 1... Ag1! Mossa spettacolare Il mese prossimo la soluzione che attacca la Donna bianca e contemporaneamente minaccia il matto in h2.

La pedina A cura di Franco Benedetto Lo dicono le pedine: anche se siamo di legno, chi vuol trattare con noi, deve aguzzare l’ingegno. Soluzione mese scorso

(24 - 20) A 23 - 27 (26 - 30) 16 x 23 (32 - 28) 23 x 32 (30 x 14) A= mossa forzata

Il BIANCO muove e vince in 7 mosse 1

2 5

9

3 6

10 13

17

11 14

18 21

25

12

19

16 20

23 27

30

8

15

22 26

29

4 7

24 28

31

32

Curiosità damistiche Osservando il problema qui pubblicato, si può notare la sua caratteristica estetica: è simmetrico nella disposizione dei pezzi secondo l’asse diagonale dalla casella 1 alla 32 sia nel colore che nel valore dei suddetti. Per queste qualità i problemi di questa fattura sono molto apprezzati dai problemisti vista la difficoltà di composizione, dovendo abbinare l’estetica alla tecnica.

VIGILI SU CARIGNANO I pompieri: chi sono e cosa fanno Obiettivo sicurezza Il mese scorso abbiamo introdotto questo importante argomento, la sicurezza, descrivendo le origini dei dispositivi pirotecnici e quelli che siano gli effetti più evidenti di un loro incauto utilizzo. Proseguiamo il percorso con una breve, e semplice, descrizione tecnica e qualche, sempre utile, consiglio per un loro corretto utilizzo. Il prossimo mese vedremo come conservarli e come comportarsi in presenza di dispositivi inesplosi, visto anche l’approssimarsi del Carnevale. • Botti e fuochi senza danni (seconda parte) Occorre fare una considerazione tecnica che forse può far percepire meglio il pericolo derivante dall’utilizzo dei fuochi d’artificio. Dentro gli artifici pirotecnici ci sono normalmente tre componenti, il combustibile (carbone), il comburente (materiali che contengono ossigeno) e additivanti per gli effetti pirotecnici (metalli), questi tre elementi, una volta innescati, reagiscono fra di loro e con l’ossigeno dell’aria generando una combustione più o meno veloce, i cui effetti, oltre a quelli tradizionali del calore, della fiamma luminosa e del fumo, possono essere la generazione di un onda d’urto chiamata “botto” (sovrapressione e suono) e la colorazione delle fiamma e dei fumi. Pertanto fra un fuoco ed un’esplosione non c’è molta differenza se non nella velocità con cui avviene il fenomeno; se prendessimo una torcia che gocciola fiammelle per usarla in casa o su un balcone, tutti assocerebbero l’azione ad un evidente pericolo, ma se facessimo la stessa cosa con un fuoco d’artificio, pochi considererebbero l’azione pericolosa, eppure, il fuoco d‘artificio non è nient’altro che una combustione più veloce, ma sempre un fuoco a tutti gli effetti come ci ricorda il nome. Il vero problema è l’inconsapevolezza della maggior parte di noi che non considera i botti pericolosi e anzi li reputa indispensabili per festeggiare e salutare occasioni importanti. L’arte del fuoco un tempo riservata alle feste dei nobili e alle cerimonie militari, dall’Ottocento in poi è divenuta parte integrante della festa in generale, ma l’uso ricreativo dei giochi pirotecnici spesso si trasforma in tragedia, come purtroppo leggiamo ogni volta sulle cronache. Le accortezze da avere nell’utilizzo dei giochi pirotecnici sono moltissime ma ora elenchiamo delle semplici regole che possono ridurre o eliminare il rischio, per se stessi, gli altri e le cose. - Accertarsi di acquistare dei dispositivi pirotecnici omologati e realizzati nel rispetto delle leggi vigenti, soprattutto evitando di affidarsi ad esercizi e bancarelle “clandestine”. - Individuare una zona sicura dove lanciarlo e, una volta innescato, evitare di fare gli “eroi” ritardando il tempo con bisogna sbarazzarsene in sicurezza. - Non indirizzare mai i fuochi verso le persone o gli animali, i danni fisici e psichici che si possono arrecare sono gravi e imprevedibili …come le reazioni di questi soggetti !!! - Non indirizzare mai i fuochi verso balconi, finestre, bidoni dell'immondizia e auto. - In caso di vento non usare quelli a razzo e comunque non lanciarli mai controvento. - Non usare mai in luoghi chiusi e, meno che mai, in locali pubblici.

CURIOSITA’ ECOLOGICHE a cura di "Legambiente Il Platano" Piemonte nucleare In Piemonte le argomentazioni dei nuclearisti sono affidate a celere e carabinieri. Quanto accaduto a Condove all'alba del 7 febbraio in occasione del passaggio di un treno carico di scorie nucleari proveniente da Saluggia e diretto in Francia è una brutta premessa al nuovo corso atomico progettato dal Governo. Mancanza di trasparenza e militarizzazione del territorio non ci sembrano un metodo praticabile per la gestione di rifiuti e impianti nucleari. La mancanza di trasparenza su tutta la filiera del ciclo dei rifiuti del nostro “vecchio” nucleare è grave ed è grave che in Piemonte non venga rispettata la legge regionale che prevede che i cittadini residenti nei territori attraversati dai convogli carichi di scorie vengano debitamente informati sui trasporti e sui piani di emergenza associati. E’ chiaro che la gestione delle scorie radioattive, per non parlare dei nuovi impianti che il governo vorrebbe realizzare, non può avvenire all’oscuro delle popolazioni e senza condivisione. Da Saluggia, dove è al momento custodito l’85% dei rifiuti nucleari italiani, senza informare la popolazione, partono le barre per l’impianto di trattamento di La Hague; nessuno dice che i rifiuti radioattivi torneranno poi in Italia, nessuno dice come saranno solidificati e portati via da Saluggia i rifiuti radioattivi liquidi, quelli che da oltre trent’anni costituiscono un rischio enorme. Intanto, all’oscuro della popolazione, va avanti l’autorizzazione per i nuovi depositi. E' grave che la Regione Piemonte, con diverse dichiarazioni di neutralità sulla questione sia del presidente Cota che dell'Assessore all'Ambiente, sia l'unica anche tra quelle amministrate da Lega e PdL a scegliere di non tutelare i propri cittadini ed a rischiare di far cadere proprio sul Piemonte e su Saluggia l'unico sito per centrali in Italia. A primavera si voterà il nuovo referendum contro il nucleare: è importante che, vista la mancata difesa del nostro territorio da parte delle istituzioni locali, ce ne facciamo carico tutti come cittadini.

Febbraio 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Pensionati: “partecipazione positiva” I Sindacati al Tavolo Anziani del Piano di Zona La sera del 10 gennaio si è tenuta, a Carmagnola, una assemblea pubblica sul Rinnovo del Piano di Zona dei Comuni del Distretto. Il Piano di Zona è l'atto di programmazione attraverso il quale Comuni, Cisa 31 e Asl individuano obiettivi ed azioni per il prossimo triennio sulle politiche sociali e socio-sanitarie. La legge prevede che alla costruzione di obiettivi ed azioni siano coinvolti i Sindacati, le associazioni, il terzo settore. Come Sindacati dei Pensionati di Cgil, Cisl, Uil, unitariamente abbiamo partecipato al Tavolo Anziani. Noi consideriamo positiva questa partecipazione al Tavolo Anziani; c'è stato ascolto sulle nostre proposte, le conclusioni sono state condivise e riguardano obiettivi che consideriamo importanti. Ciò è stato possibile per l'impegno dei coordinatori e di tutti i partecipanti. Nel documento presentato questa sera ci sembra che il lavoro del nostro gruppo sia riportato correttamente ma, questo è il primo problema, dividere gli obiettivi con risorse certe e dagli obiettivi dove le risorse non sono immediatamente disponibili, implica che su questi ultimi, dobbiamo tutti da subito impegnarci per ottenere i finanziamenti necessari, altrimenti si finirà per accantonarli cosa che per noi non è accettabile! Questo lo diciamo anche perché il Piano di Zona prevede quattro anni per la sua attuazione il che ci fa ritenere che esista il tempo per la sua completa realizzazione. La nostra posizione è legata al fatto che i Livelli Essenziali sulla non autosufficienza sono obiettivi “obbligatori”, quindi risposte che i Comuni, attraverso il Consorzio, e la Regione, attraverso l'Asl, devono dare. Per gli anziani come è noto si pone come prioritario il tema della non autosufficienza. Mancano posti letto nelle strutture assistenziali, l'assistenza domiciliare è carente, mancano gli assegni di cura, peraltro previsti da una legge regionale, l'assistenza ai malati di Alzheimer è insufficiente, questo è contro il diritto degli anziani e delle loro famiglie all'assistenza per cui è necessario trovare delle risposte. Che esista un diritto delle persone anziane non autosufficienti all'assistenza non lo diciamo solo noi, lo dicono le leggi nazionali e regionali fatte da Governi del centro-sinistra e da Governi del centro-destra. In particolare la definizione dei livelli essenziali è stata fatta, in un DPCM, da Sirchia, Ministro della Sanità del Governo di centro destra, nel novembre 2001. I livelli essenziali valgono per tutte le prestazione sanitarie e per la non autosufficienza, ma anche per la disabilità, i minori a disagio, la psichiatria, la tossicodipendenza. Abbiamo ben presente che i Comuni da soli possono affrontare solo una parte del problema, perché parliamo di prestazioni integrate dove la parte sanitaria è preminente e le risorse a disposizione dei Comuni sono scarse. Tuttavia noi non possiamo tornare indietro a prima della legge 328/2000 e per fare questo dobbiamo cambiare le decisioni della Regione che sono pesanti e vanno contro i servizi ed i diritti dei cittadini. L'idea di ridurre gli sprechi, di per se giusta, non può essere applicata per tagliare i servizi agli anziani; che questo stia avvenendo lo testimonia il fatto che la lista d'attesa nella nostra Provincia, in un anno è schizzata da circa 8.000 anziani non autosufficienti che aspettano una risposta dai servizi (a fine 2009) a oltre 15.000 alla fine del 2010. Per il 2011 purtroppo è facile prevedere che, se non si cambia, le cose peggioreranno ancora di più, perché la Regione intende “tagliare” di 150 milioni di euro la spesa sanitaria e sta tagliando spesa sociale ai Consorzi (per il Cisa 31 la riduzione prevista è di oltre 100.000 euro). Altro errore della Regione è quello di considerare i settori della sanità e dell'assistenza di scarsa importanza per lo sviluppo. Noi diciamo che dare i servizi alle persone anziani, disabili, ai minori significa anche dare lavoro ai giovani, alle donne, con tutto quel che comporta in questo momento di crisi. In questa situazione tutte le risorse della comunità devono essere utilizzate, certamente non in sostituzione dei servizi pubblici, ma per ridurre ed attenuare i problemi delle persone in difficoltà e delle famiglie. Ciò vale anche per la prevenzione. Per le persone anziane prevenzione vuol dire agire per ridurre la non autosufficienza. Su questo, i Sindacati dei pensionati di CGIL CISL UIL, che nel Distretto rappresentano migliaia di anziani, a fronte di progetti condivisi con le Istituzioni, sono disponibili a fare la loro parte. ❚ I Sindacati dei Pensionati SPI-CGIL, FNP-CISL, UILP-UIL

7

Rifiuti: da marzo novità nella raccolta Sulle spese di smaltimento incide la mancata differenziazione Carignano. Nelle case delle famiglie sono arrivati i calendari del Covar sulla raccolta rifiuti nel 2011. A partire dal 1° marzo ci saranno delle novità: riguardano essenzialmente parziali modifiche dello stradario, in quanto alcune vie sono state cambiate di zona per motivi di organizzazione del lavoro da parte del Consorzio. E sono mutate anche le giornate di esposizione in queste zone, per cui i cittadini sono pregati di controllare attentamente le date dei passaggi e di prendere nota delle eventuali variazioni. Per avere maggiori informazioni, contattare direttamente il Covar al numero verde 800.639.639 oppure consultare il sito www.covar14.it. “Quest’anno sulla bolletta sarà ri-

portato il 100% dell’importo spiega l’assessore Giorgio Albertino - che coprirà tutto il preventivo del 2011, senza conguagli, e sarà pagabile in un’unica soluzione oppure in quattro rate. Fino all’anno scorso c’era sempre un conguaglio relativo al periodo precedente. In questo modo sarà possibile, da parte del Consorzio, ridurre i costi di emissione delle bollette nel territorio”. “Dopo questa comunicazione, poiché è un tema che mi sta particolarmente a cuore, rinnovo nuovamente l’invito, a tutti i cittadini di Carignano, a porre una grande attenzione alla differenziazione dei rifiuti. Perché, come ho già segnalato più volte, la non differenziazione dei rifiuti comporta mag-

Il bonus bebè si ritira all’Urp dell’Asl Voucher dalla Regione per l’acquisto di pappe e pannolini Bonus bebé in arrivo: servirà per acquistare pannolini e pappe Da lunedì 14 febbraio gli Uffici Relazioni con il Pubblico dell’Asl TO5 sono a disposizione delle mamme e dei papà per fornire informazioni e consegnare i relativi voucher a chi ha i requisiti per ottenerlo. Il bonus, un'iniziativa della Regione Piemonte, consiste in 250 euro sotto forma di voucher, del valore di 10 euro ciascuno, per un totale di 25 voucher per carnet. - Requisiti necessari per ottenere il carnet: - residenza sul territorio dell’Asl TO5; figli nati nell’arco temporale dal 1° gennaio 2011 al 31 dicembre 2011; certificazione ISEE, successiva alla data di nascita del neonato, non superiore a 38.000 euro. - Documenti necessari per il ritiro, da parte di un genitore o dei genitori, del carnet: dichiarazione di nascita rilasciata dalla Struttura Ospedaliera o, in alternativa, certificato di nascita; certificazione ISEE del nucleo familiare, successiva alla nascita; documento d’identità, in corso di validità, del genitore. - Utilizzo del carnet: I voucher potranno essere utilizzati per l’acquisto di prodotti per l’igiene e l’alimentazione della prima infanzia, presso una rete di esercizi qualitativamente varia (farmacie, parafarmacie, supermercati della grande, media e piccola distribuzione). - Punti di distribuzione: gli Uffici Relazioni con il Pubblico dell’Asl TO5 (dalle ore 9 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 15.30). Lunedì: Urp Carmagnola via Ospedale 13 tel. 011.9719.33 - urp.carmagnola@aslto5.piemonte.it; martedì: Urp Nichelino via Debouché 8 tel. 0116802.071 - urp.nichelino@aslto5.piemonte.it; mercoledì: Urp Chieri - Via Vittorio Emanuele 40 A tel. 011.9429.3903 urp.chieri@aslto5.piemonte.it; giovedì Urp Moncalieri via Vittime di Bologna 40 tel. 011,6824.341 - urp.moncalieri@aslto5.piemonte.it. - Il cittadino residente nel territorio dell’Asl TO5 potrà rivolgersi ad ognuno di questi uffici indipendentemente dal proprio distretto di appartenenza. “L’ASL TO5 ha deciso di affidare agli Uffici Relazioni con il Pubblico il compito di informare e consegnare ai genitori, che ne hanno diritto, il bonus bebè - spiega Vito Plastino, neo commissario dell’Asl TO5 - Si tratta di una scelta strategica, proprio per creare un momento di accoglienza ai neo-genitori e di informazione sui vari servizi presenti a tutela della salute materno-infantile: il benvenuto dell’Azienda ai propri nuovi assistiti”. ◆

giori costi di smaltimento, che ricadono su tutta la collettività. Se facciamo riferimento al bilancio preventivo 2011, appena approvato, i costi sono ancora diminuiti a livello generale, però siamo costretti a mantenere lo stesso importo dell’anno scorso perché spendiamo oltre 20 mila euro in più per lo smaltimento dell’Rsu. Insomma, abbiamo lo stesso livello di spesa del 2010, perché diminuisce la “differenziata”: diversamente i costi sarebbero diminuiti. Noi paghiamo la raccolta a seconda dell’esposizione, ovvero le volte in cui vengono esposti i cassonetti; perciò, riducendo l’esposizione dei cassonetti della Rsu, riduciamo i costi della raccolta. E questo comporta un risparmio che viene un po’ a compensare i maggiori costi della “differenziata”. Siamo passati da un 70-74% ad 60-63%, una percentuale che, oltre a negarci il fatto di essere “virtuosi”, ci costa oltre 20 mila euro. Al di là dell’invito, sarà compito nostro effettuare dei controlli rigorosi, in accordo con il Consorzio, per verificare il contenuto del cassonetti del “talquale” e comminare eventuali sanzioni”. Continua Albertino: “Un’altra situazione vergognosa è l’abbandono dei rifiuti lungo le strade e nelle bealere. In questo caso paghiamo, come cittadini, due volte: per lo smaltimento che va fatto in ogni caso e per la raccolta. Una notevole opera di bonifica è stata fatta dalle persone interessate dalle borse-lavoro, che hanno raccolto sacchi neri buttati qua e là. Stesso discorso per l’abbandono dei rifiuti ingombranti, dagli pneumatici, ai mobili, agli elettrodomestici: potrebbero essere smaltiti comodamente all’Ecostazione della Molinetta; funziona benissimo ed è aperta quattro giorni la settimana (per il ritiro gratuito degli oggetti è possibile contattare il numero verde 800.639.639). In conclusione: la bolletta del Covar quest’anno non aumenta e, al contrario, sarebbe diminuita se avessimo avuto lo stesso livello di raccolta differenziata. Da due anni il Comune non interviene più con una quota integrativa per alleggerire le bollette dei carignanesi: quindi, essendo riusciti, gli ultimi anni, ad abbassare i costi a carico dei cittadini, arrivando fino a una riduzione del 17 per cento, possiamo dire che la spesa della raccolta rifiuti è diminuita anche senza l’intervento del Comune”. ◆


Febbraio 2011 21

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Cronache dallo sport Questo spazio è dedicato esclusivamente alle attività che intendono proporre occasioni irripetibili. Il costo di queste inserzioni pubblicitarie è stato fissato, in accordo con la tipografia Nuova Grafica Carignanese, a prezzi agevolati.

LUMACHE fresche, vive, già spurgate conservate, surgelate - Piatti pronti Specialità calabresi

“OFFERTA PROVA” SCONTO 50% su tutti i vasetti di prodotti calabresi CARIGNANO - Via Forneri, 3 - Tel. 349.3198086

“Fino al 28 febbraio Trapunte -20%. Dal 1 marzo 10% di sconto su un acquisto minimo di 50 € e 15% di sconto su un acquisto minino di 110 €”

Via F.lli Bona, 17 - Angolo via Umberto I° - CARIGNANO - Tel 011.9690023

PROFUMERIA - PELLETTERIA - SOLARIUM VISO E CORPO

BUTTERFLY

A ERT OFF ino al af valid aio 2011 bbr 28 fe

SCONTO del 40% su BORSE

Kipling - piquadro - The Bridge P.zza Carlo Alberto, 25 - CARIGNANO - Tel. 011.9697885 R P LOINN ER C OV A O LI

Chiuso il mercoledì pomeriggio

Erboristeria Peirotti e Perin

L’ARCOBALENO

SCONTI dal 10% al 20% P.zza S. Giovanni 12/A - Tel. 011/9697978 - 10041 CARIGNANO (TO)

Ago Filo & C. Parco Giochi TENDAGGI e TESSUTI - COMPLEMENTI D’ARREDO Giocattoli e cartolibreria

Via Salotto, 23 - Carignano - Tel. 011.9699196

% 0 2 O T SCON I N I A Z i sugl

fino ad esaurimento

di Cesare Gianluca e Cometti Gianluigi Ti aspetta

CONFEZIONI PERSONALIZZATE - PREVENTIVI GRATUITI OGGETTISTICA - ARTICOLI REGALO

OFFERTA DEL MESE FINO AD ESAURIMENTO SCORTE SCONTO 30% su una VASTA GAMMA di TESSUTI per TENDAGGIO e ARREDAMENTO Via Umberto I, 13 - Tel. 011.9699120 - Carignano (TO) Per presentare le novità: yogurt, ghiaccioli, caramelle, frappè, cioccolatini, monoporzioni e nuovi gusti di gelato...

a Carignano P.zza Liberazione 5 per l’inaugurazione one della in occasi

CALCIO PROMOZIONE

ATLETICA P.E.C.

Il Carignano sogna nel derby poi crolla con il Tre Valli

Gare indoor e nuovi traguardi

Carignano. Un ottimo Carignano riprende la stagione dopo la pausa invernale sconfiggendo per 2-0 il Carmagnola nell’atteso derby del girone C del campionato di Promozione. La partita è decisa da due giocate di Andrea Zacchino, che insacca la doppietta personale e porta tre punti fondamentali alla squadra di mister Scudieri, apparsa in forma dopo il grande lavoro nella preparazione invernale. 39 Dopo questa sfida due settimane di Mirafiori stop, con altrettante amichevoli e alle- Olmo 38 namenti intensi e costanti, fino alla Orbassano Gabetto 36 gara giocata sul sintetico del Mirafiori Csf Carmagnola 32 contro il Tre Valli, sfida fondamentale Saviglianese 30 per la salvezza. Partita dura e con Cavour 28 poche occasioni, Carignano solido Corneliano 28 ma poco alla volta meno preciso nel Pedona Borgo corso della partita, anche a causa delSan Dalmazzo 25 l’improvviso caldo, fino alla beffa fiTre Valli 23 nale, su un lancio da una trentina di Bsr Grugliasco 23 metri la difesa si fa trovare imprepa22 rata e il bomber del Tre Valli si trova li- Vigone Bene Narzole 22 bero di colpire di testa a pochi passi 21 dall’estremo difensore carmignanese Pro Dronero Carignano 21 Alessandro Guglielmo. Nel finale anche un infortunio al gi- Sommariva Perno 13 nocchio per il giovane Mattia Mo- Pozzomaina 11 schini, tra i più positivi del periodo, ancora da valutare l’entità del danno, ma è probabile che il ragazzo debba stare lontano dai campi per un po’. Una tegola ulteriore per i Carignanesi, apparsi anche molto nervosi al triplice fischio finale, che si somma all’assenza di Domenico Lamorte, fuori trenta giorni per una frattura al polso. Servono punti per uscire definitivamente dalla zona calda, le sfide con Grugliasco e Pozzomaina nelle prossime settimane dovranno regalare i tre punti necessari. ◆ R. D. P.

Carignano. Con la fine delle feste è ripresa l’attività agonistica caratterizzata, in questi mesi, dalle gare indoor, alcune delle quali anche a livello nazionale e così l’Atletica Pec è ripartita di slancio verso nuovi traguardi. Domenica 16 gennaio hanno dato il via gli Esordienti e i Ragazzi con la partecipazione al meeting giovanile indoor “Città di Bra”, dove era previsto un biathlon (60 metri piani e 60 metri ostacoli). I buoni risultati non si sono fatti attendere, infatti primo posto per Sara Mercadante (categoria Esordienti), seguita a breve distanza dalle compagne di squadra Irene Mattio, Miriam Giughera, Francesca Dejoma, Lucia Pejretti e Margherita Vecchietti. Nella corrispondente categoria maschile vittoria sfiorata (secondo posto) per Daniele Migliore e buoni piazzamenti per Alessandro Monge Cuniglia, Carlo Margaria, Simone Fava, Paolo Margaria, Simone Ferrarese ed Edoardo Baggiani. Ottimo terzo posto per Giacomo Bottero nella categoria Ragazzi, nonostante i pochi allenamenti dovuti a problemi di salute, mentre Nadia Tomasetig si è classificata quinta,

LOTTA Francesco Boggio bronzo al Campionato Italiano Esordienti Carignano. Il calendario nazionale di lotta del 2011 è iniziato con il Campionato Italiano Esordienti di Stile Libero, in programma il 5 febbraio nel PalaFijlkam di Ostia, l'impianto riservatoalle manifestazioni di lotta, judo e karate. La gara, riservata ai giovani lottatori al limite di 15 anni, ha visto la partecipazione di una quarantina di società provenienti da ogni parte d'Italia. La Polisportiva Carignano ha partecipato con tre ragazzi che hanno ben figurato, nonostante lo stile libero sia poco congeniale alla scuola greco-romana dei fratelli Benso. Il promettente Francesco Boggio, nella categoria kg 53, ha tenuto una condotta di gara molto intelligente, conquistando una medaglia di bronzo importante. Sconfitto di misura in semifinale da un ragazzo faentino, poi vincitore della categoria, Francesco ha vinto il girone di assegnazione del terzo posto, superando tutti gli avversari e battendo per schienata nella finalina un ragazzo barese. Al terzo posto di Francesco si è aggiunto il bel quinto posto di Edoardo Genero che nella categoria 42, purtroppo, non è riuscito a conquistare la medaglia di bronzo, sconfitto nella finale per il terzo posto da un avversario di Termini Imerese. Nella cat. 42 era in gara anche il giovanissimo Giovanni Freni, il quale non è riuscito a superare i quarti di finale terminando la gara al 10° posto. Comunque con questa prima medaglia i segnali sono positivi per la nuova stagione agonistica, in vista dei prossimi campionati nazionali esordienti di greco-romana in programma a marzo, sempre a Ostia, ai quali la Polisportiva Carignano conta di partecipare con una compagine più numerosa. ◆

°

30

confermando i costanti miglioramenti dell’ultimo periodo. Sempre lo stesso giorno, ma a 600 km di distanza, e più precisamente ad Ancona, due dei nostri atleti (Allievi) erano impegnati nei 400 metri piani e nel lancio del peso. Si tratta di Eleonora Destefanis che concludeva il doppio giro di pista indoor in 1:07:13 al quindicesimo posto e di Mattia Mirenzi, che con un lancio di 15,12 m si posizionava al secondo posto, stabilendo il suo record personale, impresa ripetuta, ma questa volta con il primo posto e col titolo di Campione Regionale, domenica 6 febbraio, al Palaindoor di Aosta. La settimana seguente sono partiti alla volta di Ancona i Cadetti per partecipare al meeting nazionale giovanile “Città di Ancona” presso il Palace Banca Marche, struttura all’avanguardia con una bellissima pista da 200 metri al coperto. Per questi atleti era la prima trasferta lunga e sicuramente la vista dell’imponente strut-

CENTRO STAMPA LITOGRAFICO - DIGITALE STUDIO GRAFICO

ANNIVERSARIO

19

8 1 - 2 0 11

VIA SALOTTO, 15 CARIGNANO (TO) Tel. / Fax 011.96.97.872 E-mail: loris@ngc.191.it

tura li ha intimoriti un pochino, ma si è trattato solo di un momento, perché una volta in pista hanno tirato fuori tutta la loro grinta, dimostrando la loro buona preparazione atletica e ottenendo ottimi risultati personali. Nelle Cadette, 600 metri piani, medaglia d’argento per Elena Oreglia con il tempo di 1:49,90, decimo posto per Beatrice Campigotto con 1:59,18 e tredicesimo posto per Gaia Bechis con 2:06,06. Nella stessa distanza, ma maschile, si piazzavano, all’undicesimo posto Edoardo Mazzola con 1:45,08, al quindicesimo posto Fabio Mengozzi con 1:48,95 (incredulo di essere riuscito a ottenere questi risultati dopo solo sei mesi di pratica nell’atletica), ventunesimo Matteo Pejretti con 1:56,18, che però ha corso avendo già alle spalle la gara dei 60 hs, sua specialità, conclusa al decimo posto in 11,38 sec. Medaglia di bronzo nella marcia per Gioele Rosso, che ha provato per la prima volta la distanza dei 3000 m, essendo appena passato di categoria, finendo la gara in 17:53,00, ad una manciata di secondi dai primi due classificati. L’attività indoor prosegue per tutto il mese di febbraio e per i primi quindici giorni di marzo coinvolgendo tutte le categorie. ◆ M. P.

SPURGO POZZI NERI FOGNATURE

“da Carignano Ieri, Oggi, Domani”

PIEMONTE SPURGHI

telefonate

CARMAGNOLA - TEL. 011.9722198

al 339.7292300

Per le inserzioni pubblicitarie su


20 Febbraio 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Il Comune moltiplica gli investimenti

Cronache dallo sport CALCIO A 5 FEMMINILE NOME: Valentina COGNOME: Groppo RUOLO: Fascia PIEDE PREFERITO: Destro NUMERO DI MAGLIA: 9 - Curriculum sportivo/calcistico; o meglio: hai praticato altri sport? Da quando giochi a calcetto? Dove hai giocato? Come sei arrivata nel Carignano, da quanti anni e il motivo? Ho praticato il karate per un anno, ma la mia passione è sempre stata il calcio, perché come sport mi ha sempre affascinato. Purtroppo però ero una bambina abbastanza timida e, essendoci solo squadre maschili a quell’età, ho abbandonato l’idea, limitandomi a giocare tra amici. Solo all’età di 15 anni mi sono convinta che forse era arrivato il momento di provarci e allora sono andata a giocare per un anno a calcio a 11. L’anno dopo sono approdata nel Carignano calcio a 5, dove tutt’ora gioco. - Hai passato tanti anni a giocare a calcetto! In tutta sincerità, Valentina: la voglia è ancora quella degli inizi o si sta rivelando in calo? Questo per me è il sesto anno di gioco… Se devo essere sincera, un po’ di calo soprattutto in questa stagione c’è stato per me, forse anche perché gli impegni sono aumentati. Però non ti nego che la passione per questo sport c’è sempre! - Hai vissuto la stagione passata da grande protagonista, su questo non c’è dubbio. In questa stagione invece fatichi a ingranare: cosa è successo al bomber che è in te? Eh… La scorsa stagione è andata alla grande per me, ho segnato tanti gol, quest’anno invece ho qualche difficoltà in più… Non so cosa sia successo, magari i pochi allenamenti mi hanno fatto perdere un po’ il senso del gol. - Quest’anno ti confronti con una nuova compagna, l’altra Valentina del gruppo: com’è l’intesa in campo tra di voi? Quest’anno, a mio parere, abbiamo perso un grande punto di riferimento sia dentro che fuori dal campo, ossia Patrizia Pianotti. Credo che Vale però sia l'elemento giusto per cercare di sostituirla: lei come Patty, infatti, tiene molto la palla lì davanti ed è capace di far salire la squadra per andare in porta. Con lei l’intesa è buona, lo è stata soprattutto nella prima fase del campionato, dove ci scambiavamo assist a vicenda. - Dopo tanti anni in cui giochi qui puoi dirlo: cosa ti piace di

più di questa squadra? Di questa squadra cosa mi piace?! L'essere squadra! Tutti si sentono importanti, sia chi gioca di più, sia chi gioca di meno e proprio questi ultimi danno sempre la carica a chi entra in campo, non pensando alle rivalità, ma pensando solo al bene della squadra… - Secondo te, qual è un punto di forza del Carignano femminile? Un punto di forza della squadra è sicuramente il nostro Mister: con la sua grinta, le sue urla e la sua caparbietà, dà forza alla squadra anche nei momenti più difficili, sottolineando sì le cose sbagliate, ma evidenziando soprattutto le cose che di buono si fanno. - Come vedi il prosieguo di stagione, dopo un inizio scoppiettante e un presente in salita? Cosa ti aspetti dalle prossime partite? L’inizio è stato fantastico, per parecchie partite non sapevamo cosa fosse la sconfitta. Magari ci siamo montate un po’ troppo la testa. Eh eh eh…Abbiamo avuto un calo netto, anche a causa dei pochi allenamenti settimanali, ma ora come ora non bisogna guardare indietro, occorre solo pensare a far bene nelle partite che contano. Prima le vincevamo tutte e non vedo perché ora non si possa tornare a far bene. - Posso chiederti un’ ultima cosa? Potresti fare un appello a Mister Pianotti che si confonde sempre tra te e l’altra Valentina della squadra? Un appello al Mister?! Ma forse non c’è bisogno: il tono della sua voce basta a capire se chiama me o l’altra Vale… A parte gli scherzi, comunque, cosa posso dire….“Mister: troviamo un soprannome a una delle due, no?” - Vale, grazie mille per la tua disponibilità e in bocca al lupo per la continuazione di stagione! NOME: Valentina COGNOME: Vandoni RUOLO: mmmh….. PIEDE PREFERITO: destro NUMERO DI MAGLIA: 8 - Curriculum sportivo/calcistico; o meglio : hai praticato altri sport? Da quando giochi a calcetto? Dove hai giocato? Come sei arrivata nel Carignano, da quanti anni e il motivo: Gioco a calcetto da sempre ma non mi sono fatta mancare

Ko invernale per le ragazze del Carignano esperienze nel nuoto, nella pallavolo e in tanti altri sport. Ho iniziato a giocare a calcio all’oratorio e poi insieme agli amici d’infanzia abbiamo creato una squadra mista. Io e mia sorella gemella eravamo le uniche ragazze a giocare nel torneo. Questa esperienza mi ha formato e rafforzato. Verso la fine del campionato con gli uomini, il presidente dell’attuale Kick Off ha notato me e mia sorella e ci ha proposto di andare a giocare nel torneo femminile. Presa l’occasione al volo, abbiamo iniziato a giocare finalmente con le donne. La prima squadra è stata il Grugliasco Taurus, l’attuale Kick Off. Ho giocato con loro per tre anni poi per scelte personali sono andata a giocare nel Carpe Diem per un anno, e adesso eccomi qui in questa squadra spettacolare grazie ad una amica che gioca da anni, anzi, da sempre nel Carignano. E poi a dirla tutta mi piace troppo il paese. - Colgo l’occasione ufficiale per darti il benvenuto tra noi, Valentina! Sei il nuovo acquisto di questa stagione sportiva del Carignano: contenta della tua scelta? Contentissima. Mi sono subito sentita a mio agio. Ho scoperto lo spirito di questa squadra che rappresenta uno dei valori che nello sport, e credo anche nella vita, conta di più…la lealtà. - Come è stato il passaggio dalla tua squadra di provenienza al Carignano? E quali sensazioni ti suscita questo nuovo ambiente? Un grande “no comment” per la mia ex squadra. In questa squadra, invece, sicuramente contano le qualità di ogni giocatrice, ma la competizione fra di noi è assolutamente sana e sportiva e l’ambiente è decisamente più sereno e rilassato. Ringrazio chi mi ha convinto a venire a giocare nel Carignano. - Le tue nuove compagne stanno imparando a conoscerti e dicono che il tuo unico difetto è il fatto di parlare un po’ troppo, ogni tanto: vero o falso? Falsissimo, sono così buona e cara… Scherzo! Purtroppo è vero. Anche nella vita al di fuori dal campo sono così chiacchierona: devo sempre dire la mia, mi piace confrontarmi. Però sto imparando a distinguere la vita dal campo e dopo l’ultima espulsione ho imparato che se non voglio essere linciata dalle mie compagne, da Susy (la nostra dirigente) e dal Mister è meglio che impari a stare zitta e a risparmiare il fiato per cor-

Febbraio 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Carignano. Per le giovani atlete del calcetto A5 femminile, che da qualche mese hanno cominciato a presentarsi attraverso interviste su questo giornale, ora è giunto il momento di parlare di risultati. Purtroppo, ultimamente, le loro prestazioni non sono più state così brillanti come nel passato, ben cinque sconfitte consecutive, Ma, c'è un forte ma, come spiega mister Giovanni Pianotti: “A differenza delle altre squadre le calciatrici della Polisportiva hanno dovuto interrompere gli allenamenti settimanali per motivi climatici presentandosi quindi agli incontri in svantaggio psico-fisico. Non è pensabile, purtroppo, che continuino gli allenamenti serali nello spazio loro concesso sulla piastra polivalente all’esterno del Liceo Norberto Bobbio, con il gelo di questo periodo, infatti, è arrivato il ko del Carignano Calcio A5 femminile”. Le fanciulle di mister Pianotti mai come quest’anno sono incappate in un periodo così negativo, circostanza strana per il team di Carignano, da sempre capace di recuperare partite iniziate in salita con volontà e carattere e di affrontare le grandi squadre vendendo cara la pelle. A volte, però, volontà e carattere non bastano, ma occorrono anche una buona dose di brillantezza atletica, di resistenza e di tenuta fisica, caratteristiche che, ultimamente, il Carignano sembra non poter avere. “Dipende dall’impossibilità di allenarsi con continuità a causa dell’indisposizione del campo agibile - spiega ancora Pianotti - e la non disponibilità per due ore settimanali del campo di calcetto al coperto di via Roma, dovendo dare priorità (per motivi di cassa) alle richieste d’affitto. Peccato, le ragazze della Polisportiva si ritrovano 'senza casa' e in crisi di risultati e prestazioni, la mancanza di allenamenti costanti incide notevolmente anche sul versante infortuni: mai così tanti guai muscolari come quest’anno”. Pianotti conclude con una nota di fiducia: “Comunque, lo spirito di sacrificio e volontà non mancano, con l’arrivo della primavera la nostra squadra dimostrerà tutto il suo valore continuando a lottare per provare a qualificarsi per le fasi finali del campionato Top Five”. Si ricorda ai tifosi le partite casalinghe sono state posticipate alle ore 22 per i motivi sopra descritti, “sperando – dice ancora il Mister - che non vi siano altre richieste d’affitto altrimenti dovranno esibirsi a notte fonda, orario assolutamente poco idoneo per ragazze che si vogliono divertire e cercare di coinvolgere una piccola parte della cittadinanza”. ◆ rere! Comunque grazie per averlo definito come l’unico difetto,eh?! - Saggia decisione, le tue compagne apprezzeranno di sicuro… Eh eh eh… Procediamo: un inizio di stagione fantastico, vittorie importanti, tanti goal. Sei stata determinante in tante partite, poi infortuni e condizione in calo: qual è la ricetta per sbloccarsi e tornare a offrire buone prestazioni? Per prima cosa gli infortuni devono risolversi e poi… è importante ritrovare la grinta persa. Dobbiamo però aver voglia di puntare su questa squadra e credere di più in noi, partendo dal Mister ed arrivando a ogni singola giocatrice. Tutti abbiamo un lavoro e una vita che ci impegna, ma la passione per il calcio e per la squadra deve essere uno stimolo per ritrovarci ogni volta e far bene! - Qual è, secondo te, un punto di forza del Carignano femminile? Un parere da new entry! Il vero punto forte è Susy. È lei che ci tiene tutte unite e che si preoccupa dell’umore della squadra. Non dimentichiamo il Myster

che ci dà la giusta grinta in campo e ci insegna a giocare. - Come vedi il prosieguo della stagione, dopo un ultimo periodo piuttosto negativo? Un consiglio da giocatrice esperta. Difficile dirlo. Ogni partita è diversa dall’altra e bisogna affrontare il futuro pensando al presente… Chiaro no? A parte gli scherzi… Quello di quest’anno è un campionato bizzarro, spesso i risultati delle partite anche più prevedibili sono inaspettati. Quindi quello che conta è la grinta che si mette in campo e non le doti calcistiche di ogni singola giocatrice. - Posso chiederti un’ ultima cosa? Potresti fare un appello a mister Pianotti che si confonde sempre tra te e l’altra Valentina della squadra? Ma vogliamo parlare dell’ultima arrivata? Ora rischiamo di essere in tre a chiamarci Valentina! Mister… se siamo fortunati chiami la Valentina giusta al momento giusto! - Vale, grazie mille per la tua disponibilità e in bocca al lupo per la continuazione di stagione. ◆

Opere pubbliche e maggiore spesa per il sociale: approvato il bilancio di previsione 2011 Carignano. Si allunga la lista degli investimenti in opere pubbliche e aumenta la spesa per il sociale. Nel corso dell’ultima seduta del Consiglio comunale, giovedì 27 gennaio scorso , è stato approvato il bilancio di previsione per l’esercizio 2011. Mauro Corpillo, assessore al bilancio, spiega i punti qualificanti del documento, che rappresenta la prima parte del bilancio triennale 2011-2013: “Quest’anno è stato particolarmente difficile far quadrare il bilancio di previsione, essenzialmente per due motivi. Per prima cosa ci siamo trovati di fronte, nella parte corrente, a minori trasferimenti da parte dello Stato e della Regione al bilancio ordinario e contemporaneamente abbiamo dovuto rispettare i parametri del patto di stabilità, che imponevano certi vincoli (il non poter utilizzare, per la parte corrente, gli oneri di urbanizzazione: ricordo che gli anni precedenti si poteva arrivare fino al 75%, ma noi non siamo mai andati oltre il 30%) e il rispetto di altri, quali, ad esempio, l’aumento degli oneri per indebitamento. Soprattutto, però, c’era da mantenere l’impegno contratto con i cittadini di non aumentare di 1 euro la pressione fiscale comunale e di far fronte al notevole incremento della spesa sociale”. Difficile, a queste condizioni, riuscire a far quadrare i conti. “Far tornare i conti, con minori entrate e maggiori uscite - conferma Corpillo - è stata un’impresa a dir poco titanica. Abbiamo dovuto procedere a tagli drastici per quanto riguarda le spese per l’acquisto di beni e servizi (con una riduzione del 1617% rispetto all’anno scorso), stiamo pensando, sempre in un’ottica di risparmio, all’istallazione di un impianto fotovoltaico e cerchiamo di contenere all’osso le spese correnti. E cerchiamo di tagliare il meno possibile sulla manutenzione ordinaria e sul sociale. A questo proposito vorrei ricordare che noi, nel sociale, ci siamo sempre mossi a più livelli”. L'Assessore elenca: “Dall’aumento del contributo al Cisa 31 (attualmente, quasi 30 euro per abitante), alle varie iniziative promosse dalla Provincia (i ‘cantieri di lavoro’con sussidi ai disoccupati), e dalla Regione (aiuti alle fasce deboli per riscaldamento, affitto e raccolta rifiuti). In più ci siamo mossi in maniera auto-

noma, finanziando al 100% le cosiddette ‘borse lavoro’. Dal primo bilancio di inizio mandato ad oggi, l’investimento nel sociale da parte dell’Amministrazione è aumentato del 60%”. Il bilancio di previsione per l’esercizio 2011 chiude in pareggio sulla cifra di 12.091.497 euro. Analizzando le voci del capitolo “entrate” si nota che quelle tributarie ammontano a 2.254.400 euro, in aumento rispetto all’anno scorso perché è aumentata un po’ la compartecipazione all’Irpef da parte dello Stato. In calo, invece, i trasferimenti, che provengono dallo Stato, dalla Regione e da altri enti e ammontano a 1.538.002. Praticamente Mauro Corpillo invariate, rispetto all’anno scorso, le entrate extra tributarie, 1.456.539 euro, mentre è più che decuplicata (4.463.556 euro) la cifra relativa ai trasferimenti di capitali, derivante dalle vendite del patrimonio, compresi gli oneri di urbanizzazione, e dai fondi che si prevede arrivino dalla Regione per finanziare i vari progetti, dal PQU alle scuole. Un balzo notevole anche per l’accensione dei prestiti, 1.386.000 euro, 1 milione in più dell’anno scorso, necessari a finanziare i nuovi progetti, dalla riqualificazione di piazza Liberazione alla realizzazione della nuova scuola materna, che l’Amministrazione ha deciso per lo sviluppo futuro di Carignano. Nel capitolo “uscite”, sono diminuite le spese per il personale, 1.642.750 euro, per il pensionamento di alcuni dipendenti. In diminuzione anche la voce Beni e servizi, 1.750.861 euro, 100 mila in meno rispetto all’anno scorso, che riguarda tutto ciò che comporta far andare avanti la macchina comunale. Minori anche i trasferimenti, 631.874 euro, ovvero i contributi, ad enti, ad associazioni o a Comuni con i quali vengono espletati servizi. La voce più importante è quella degli investimenti, 6.499.556 euro, quasi quintuplicata rispetto al 2009. “Questo il bilancio ordinario spiega Mauro Corpillo - A fronte di riduzioni di spesa corrente, che abbiamo dovuto affrontare, si contrappone un notevolissimo incremento della spesa prevista per gli in-

vestimenti. Sembra una contraddizione, ma non lo è. Nel 2010 sono finalmente arrivati a conclusione gli iter progettuali per lo sviluppo futuro della città che questa amministrazione aveva impostato agli inizi del mandato e che si sviluppano in due direzioni: il PQU, per quanto riguarda la parte pubblica (la parte privata, il commercio, non è ancora stata finanziata, ma è evidente che si va in questa direzione), con l’iniziale riqualificazione di piazza Liberazione, e il nuovo polo scolastico, che per il momento prevede la costruzione della scuola materna. Nel 2010 è arrivata la conferma da parte della Regione del cofinanziamento di 319.000 euro per il PQU e di 1.420.000 euro per la scuola, dei quali 420.000 euro già accertati e 1 milione (per il fatto che la scuola risponde a criteri di bioarchitettura e di risparmio energetico) ancora ‘in itinere’”. Corpillo prosegue: “Dovendo mettere in cantiere investimenti di tale portata, abbiamo dovuto far tornare i conti anche in presenza di minori entrate, perché se c’è la crisi ci sono anche meno progetti edilizi e quindi minori oneri di urbanizzazione (quelli previsti quest’anno portano solo in cassa 500.000 euro); per fortuna abbiamo avuto la conferma dei trasferimenti da parte della Regione, ma abbiamo dovuto comunque far fronte per la restante parte con le nostre risorse, che derivano dalla vendita di beni propri. E così abbiamo messo a bilancio 1.700.000 euro: 1 milione pensiamo di ricavarlo dall’attuale scuola materna di via Forneri e 700mila dall’ex caserma dei carabinieri di via Quaranta. E allora, oneri di urbanizzazione, più la vendita dei beni, più i contributi da parte della Regione: la restante parte sono mutui, che abbiamo previsto di accendere per un totale di 1.386.000 euro, circa 900 mila per scuole e 370 per piazza Liberazione e 150 mila per il restauro degli affreschi del duomo”. E conclude: “Questo è il quadro generale nel quale ci siamo mossi. Ovviamente, ipotizzando questi nuovi indebitamenti, anche in questo caso dobbiamo rispettare i famosi parametri del patto di stabilità che impongono di poter stipulare mutui se è stato rispettato il patto negli

9

“Tra minori entrate e patto di stabilità far quadrare i conti è stato difficile” Carignano. “Come sindaco non posso che complimentarmi con l’assessore Corpillo e con coloro che hanno partecipato alla stesura del bilancio, dall’assessore ai lavori pubblici a quello all’edilizia privata, e con tutti gli Assessori in generale, in quanto tutti ci hanno messo del buon senso e dell’inventiva per cercare di mantenere gli equilibri di bilancio. Siamo riusciti non dico a fare miracoli ma quasi… E’ stato veramente difficile far quadrare i conti tra minori entrate, patto di stabilità e incremento delle spese, soprattutto per il sociale. Non dobbiamo dimenticare che quest’anno il Comune di Carignano ha ricevuto 300 mila euro in meno di trasferimenti, per i motivi di finanza pubblica che tutti conosciamo. Detto questo, a livello generale, vorrei sottolineare alcuni aspetti, in particolare. Innanzitutto, gli stessi sindacati hanno riconosciuto che, se c’è una voce di bilancio in forte crescita, è quella relativa al sostegno alla crisi occupazionale, sia tramite le borse lavoro, sia tramite interventi vari, compresi i trasferimenti al Cisa 31. Sono 5 anni che amministro e sono 5 anni che troviamo un’intesa con i sindacati, che si esprimono positivamente sul nostro bilancio. Mi sembra piuttosto singolare che ci siano affermazioni diverse da parte di consiglieri, quando le stesse parti sociali approvano l’operato dell’Amministrazione. Per quanto riguarda le iniziative importanti, e mi riferisco in particolare al piano degli investimenti, richiede sì grandi risorse ma è necessario, per dare uno sviluppo alla città. Sulla questione dell’indebitamento del Comune, ho già risposto alle minoranze in Consiglio comunale: prendendo in esame soltanto le partite correnti, il Comune di Carignano, a parte gli investimenti, movimenta quasi 6 milioni di euro; tra interessi e capitale dobbiamo restituire, ogni anno, poco meno di 450 mila euro, una cifra più che accettabile per quanto riguarda la finanza pubblica. Se non ci fosse quell’indebitamento vorrebbe dire, in termini finanziari, che il Comune non crede in se stesso, non fa investimenti. E quindi la città rimarrebbe immobile.. Passiamo alle osservazioni che sono state fatte in Consiglio comunale da consiglieri di minoranza e, purtroppo, anche di maggioranza: mi sento di affermare che la manutenzione del patrimonio viene fatta in maniera puntuale. Cito, ad esempio, gli interventi all’ex palazzo comunale di piazza San Giovanni: abbiamo ripristinato il tetto, il porticato e attualmente stiamo rifacendo la facciata, che purtroppo è stata rovinata dagli agenti atmosferici. Per quanto riguarda la riconversione degli edifici di proprietà comunale, avremo a breve un incontro con una fondazione intenzionata all’utilizzo della villa ex Bona. Non sempre, però, le iniziative vanno a buon fine: se così fosse, avrei i poteri di mago Merlino. Un conto è accusare di immobilismo, di non fare; un altro conto è cercare di fare, anche se non sempre le ciambelle riescono col buco. Dire che non abbiamo fatto, è scorretto. Sul tema del risparmio energetico, mi dispiace verificare che le persone o non capiscono o non si informano. Tanto per cominciare è stata fatta una circolare a firma mia e dell’assessore Corpillo per l’interdizione delle stufette elettriche nell’ambito dei locali comunali e abbiamo limitato a 20 gradi la temperatura dei termostati, proprio per contenere i consumi. L’obiettivo di un amministratore deve essere sì quello di risparmiare sul breve periodo, ma soprattutto di attrezzarsi per avere una fonte energetica alternativa di ampio respiro sul lungo periodo. Infine, credo che anche il Piano triennale delle opere pubbliche, messo a punto dall’assessore Albertino e approvato all’unanimità dalla Giunta, sia un piano bilanciato. Insieme a nuove realizzazioni ci sono anche interventi di manutenzione e conservazione dell’esistente, pianificati nell’arco dei tre anni. Se si potesse fare tutto in un anno, non avrebbe più senso chiamarlo Piano triennale. ◆

I conti del Comune di Carignano Entrate - Tributarie - Extra tributarie - Contributi - Trasferimenti di capitali - Accensione prestiti - Servizi conto terzi totale

2.254.400 euro 1.456.539 euro 1.538.002 euro 4.463.556 euro 1.386.000 euro 993.000 euro 12.091.497 euro

Uscite - Personale - Beni e servizi - Trasferimenti - Imposte e tasse - Rate mutui - Fondo accantonamento - Investimenti - Servizi conto terzi totale

1.642.750 euro 1.750.861 euro 631.874 euro 112.600 euro 444.425 euro 16.431 euro 6.499.556 euro 993.000 euro 12.091.497 euro

anni precedenti, prevedendo anche che nel pagamento futuro delle rate venga rispettata una certa quota compatibile con le entrate correnti. In

sostanza, quest’ultimo bilancio del mandato è stato in assoluto il più complesso da redigere, un’autentica fatica, pari a quella di Sisifo”. ◆


UCAP

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Informazioni e consigli dalla Polizia Municipale Via Frichieri 13, tel. 011.9698431, pm@comune.carignano.to.it

UNIONE COMMERCIANTI ARTIGIANI PROFESSIONISTI ED ESERCENTI ATTIVITÀ IN CARIGNANO

A cura del comandante Doriano Reburdo

Elezioni comunali 2011 L’associazione Ucap rende pubblici punti e temi Da queste pagine rendiamo noto che siamo a disposizione e pronti ad incontrare qualunque gruppo politico o lista civica che, in vista della formulazione del programma elettorale, richieda la nostra opinione. Temi e punti su cui ci confronteremo sono contenuti nel seguente elenco. - Ottimizzazione della rotazione dei parcheggi - Miglioramento della pulizia della città (incremento cestini, ecc. ) - Creazione aree verdi (fioriere ecc.) in centro - Contributi finanziari e di idee per incrementare il commercio di vicinato - Appoggio e patrocinio nelle iniziative di fidelizzazione del cliente - Sicurezza mantenere ed incrementare l'attuale grado di vigilanza del territorio, anche con il volontariato. Corso RLS (Rappresentanti per la sicurezza) Marzo-aprile. Iscrizioni aperte L’Ucap organizza un corso di formazione per Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza in conformità a quanto previsto dal Decreto Legislativo n. 81 del 9 aprile 2008, art. 37 - comma1 - "Testo Unico sulla Salute e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro". Il corso è svolto in collaborazione con gli Organismi Paritetici, come previsto dal succitato D. Lgs.81/2008, art. 37 - comma 12 e successive modifiche ed integrazioni. Sede del corso: Ucap, corso Cesare Battisti 60 a Carignano. Durata: 32 ore. Inizio: 15 marzo, dalle ore 17 alle 21 Quota di iscrizione: 150 euro Condizione vincolante per partecipare al corso: tessera associativa (70 euro). Per informazioni e adesioni: Ucap, corso Cesare Battisti 60, tel. 011.9690741. SPIEGAZIONI ACCESSORIE E CHIARIMENTI SULLA FIGURA DEL RLS: - il “Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza” è persona eletta o designata dai lavoratori per rappresentare i medesimi per quanto concerne gli aspetti della salute e della sicurezza durante il lavoro. - Il nominativo del RLS riguarda il Rappresentate dei Lavoratori per la Sicurezza, e non, come erroneamente diffuso, il Responsabile della sicurezza, il Datore di Lavoro o il Responsabile del Servizio di Prevenzione e di Protezione (RSPP). - Il RLS è un lavoratore, liberamente eletto dai lavoratori e non designato dall’azienda. - L’esercizio delle funzioni del RLS è incompatibile con la nomina di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) e di Addetto al Servizio di Prevenzione e Protezione (ASPP). E’ nota la considerazione che il RSPP e l’ ASPP siano soggetti della prevenzione espressi dalla volontà aziendale e che quindi tutelano, in materia di sicurezza e salute, il datore di lavoro. - La figura del RLS è, come detto, designata dai lavoratori e deve rappresentare le istanze dei medesimi, in materia di sicurezza a salute, sia al RSPP che all’ ASPP. Pertanto la disposizione normativa in esame va nella direzione di considerare il RSPP e l’ ASPP da una parte e il RLS dall’altra parte. Queste figure hanno, comunque, l’obiettivo comune di garantire attraverso una fattiva collaborazione, la sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro a vantaggio sia dell’azienda che dei lavoratori. - A seconda che l'azienda occupi fino a 15 lavoratori o più di 15 lavoratori, il D. Lgs 81/2008 detta norme diverse per la sua elezione diretta, da parte dei lavoratori, o per la sua designazione nell'ambito delle rappresentanze sindacali e, in ogni caso, rimanda alla contrattazione collettiva (anche per quanto riguarda il tempo di lavoro retribuito e gli strumenti per l’espletamento delle funzioni). In particolare, per le aziende: 1 fino a 15 lavoratori, il RLS è, di norma, eletto direttamente dai lavoratori al loro interno; in alternativa, viene individuato per più aziende nell’ambito territoriale o del comparto produttivo; 2 oltre 15 lavoratori, il ’RLS è eletto o designato dai lavoratori nell’ambito delle rappresentanze sindacali; solo nel caso in cui queste ultime siano assenti, viene eletto dai lavoratori al loro interno. - Se l’RLS è stato eletto, l’azienda ha l’obbligo di provvedere alla sua formazione. - L’azienda è tenuta a fornire adeguata formazione al RLS; questa sarà da svolgere durante l’orario di lavoro con moduli formativi della durata almeno di 32 ore e i cui oneri sono a totale carico del Datore di lavoro.

Sessanta giorni o due mesi? Come e quando si pagano le contravvenzioni E’ importante non confondere tempi di notificazione e pagamenti contravvenzioni.: 90 giorni dall’accertamento per notificare le violazioni qualora la contravvenzione non sia stata immediatamente contestata; 60 giorni per il pagamento. E’ importante sottolineare che 60 giorni non sono due mesi di calendario, sono invece 60 giorni di calendario; tenendo conto che alcuni mesi ne hanno 31, risulta pertanto che due mesi totalizzano 61 o 62 giorni, quindi non è possibile pagare la somma pari al minimo come previsto dal C.d.s. ma la metà del massimo editale che corrisponde circa al doppio della sanzione prevista da pagare entro 60 giorni.raddoppiata perché trascorso il tempo utile. Esempio: Ricevo la notifica il giorno 1 marzo, qualora io provveda a pagarla entro il primo maggio sono esattamente trascorsi due mesi, ma sono 61 giorni, dunque fuori termine previsto dall’art. 202 del Codice. E’ importante ricordare che le contravvenzioni possono essere pagate direttamente presso l’ufficio dal quale dipende l’Agente accertatore a mezzo c.c. postale o b ancario. Al fine di evitare maneggio di denaro il Comando della Polizia Locale non riceve più pagamenti presso il Comando stesso e ogni contravvenzione o semplice preavviso di sosta hanno allegato il bollettino per il versamento. In deroga a quanto previsto, alcune violazioni di articoli del C.d.s. nell’esercizio dell’attività di autotrasporto di persone o cose, il conducente è ammesso ad effettuare immediatamente, nelle mani dell’Agente accertatore, il pagamento in misura ridotta seguendo poi tutto l’iter previsto dalla legge in questo caso specifico. Ancora una precisazione: il pagamento in misura ridotta non è consentito quando il trasgressore all’invito di fermarsi intimato dall’agente non ottempera ovvero si sia rifiutato di esibire il documento di circolazione, la patente di guida o qualsiasi altro documento che ai sensi di legge deve avere con sé; in tal caso il verbale di contestazione della violazione deve essere trasmesso al Prefetto da parte del-

l’Organo di Polizia che ha accertato la violazione entro 10 giorni dall’identificazione. Il pagamento in misura ridotta non è consentito per altre violazioni previste dal C.d.s. Precisazione: Il preavviso di sosta (classico avviso lasciato sul parabrezza) non è un verbale di contravvenzione pertanto deve essere pagato come previsto entro 10 giorni dalla commessa infrazione. Qualora il medesimo non venga pagato entro i termini stabiliti (10 giorni), sarà inviato successivamente al contravvenuto il verbale e per questo esistono effettivamente 60 giorni dal ricevimento della notifica (il conteggio dei 60 giorni deve partire dal giorno del ricevimento del materiale da parte del portalettere oppure dal ritiro dell’atto presso l’ufficio postale). E’ importante ricordare che, qualora il pagamento del preavviso sia stato effettuato in ritardo e per la commessa infrazione sia già stato redatto il verbale di contravvenzione, il contravvenuto dovrà comunque pagare le sole spese postali con apposito bollettino. - Decurtazione dei punti All’atto del rilascio della patente viene attribuito un punteggio di 20 punti. Tale punteggio annotato nell’anagrafe nazionale degli abilitati alla guida subisce decurtazioni nella misura stabilita dal C.d.s. a seguito delle comunicazioni effettuate da parte degli Organi di Polizia. L’organo da cui dipende l’Agente che ha accertato la violazione che comporta la perdita di punteggio ne da notizia entro 30 giorni dalla definizione della contestazione. La contestazione è definita quanto è avvenuto il pagamento della sanzione amministrativa pecuniaria oppure siano conclusi i procedimenti dei ricorsi amministrativi e giurisdizionali, oppure siano decori i termini per proporre ricorsi. La comunicazione deve essere effettuata a carico del conducente quale responsabile, in caso di mancata identificazione del conducente, il proprietario ovvero l’obbligato in solido (argomento trattato sul numero precedente) art. 196 C.d.s. deve fornire all’organo di Polizia procedente, entro 60 giorni dalla data di notificazione del verbale di contestazione, i dati personali o della patente del conducente al momento della com-

messa infrazione. Se il proprietario del veicolo risulta una persona giuridica, il suo legale rappresentante o un suo delegato è tenuto a fornire gli stessi dati, entro lo stesso termini all’organo di Polizia che procede. Il proprietario del veicolo ovvero altro obbligato in solido ai sensi dell’art. 196 (principio di solidarietà) sia esso persona fisica o giuridica che omette, senza giustificato motivo di fornire i dati è soggetto a sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 269 a 1.075 euro. Ogni variazione di punti viene comunicata agli interessati dall’anagrafe Nazionale degli abilitati alla guida. Ciascun conducente può controllare in tempo reale lo stato della propria patente con le modalità impartite dal D.T.T. (Dipartimento trasporti terrestri) telefonando al numrero verde 848782782 oppure collegandosi a www.vivifacile.gov.it. Ai neo patentati la decurtazione punti viene raddoppiata. Se il punteggio non è esaurito la frequenza ai corsi di aggiornamento organizzati dalle autoscuole ovvero da soggetti pubblici o privati consente di riacquistare sei punti. Non è possibile iscriversi a corsi di recupero punti prima dell’avvenuta comunicazione da parte del D.T.T. Qualora la perdita del punteggio sia totale il titolare di patente deve sottoporsi all’esame di idoneità tecnica di cui all’art. 128 C.d.s. (Revisione della patente di guida) Al medesimo esame deve sottoporsi il titolare della patente che dopo la notifica della prima violazione che comporti una perdita almeno di cinque punti commetta altre due violazioni non contestuali, nell’arco di dodici mesi dalla data della prima violazione, che comportino ciascuna la decurtazione di almeno 5 punti. In questo caso il D.T.T. su comunicazione dell’anagrafe abilitati alla guida, dispone la revisione della patente. Qualora il titolare della patente non si sottoponga agli accertamenti entro 30 giorni dalla notifica del provvedimenti di revisione, la stessa patente è sospesa a tempo indeterminato. Per i titolari di patente con almeno venti punti, la mancanza nel periodo di due anni della violazione di una norma dalla quale derivi al decurtazione determina l’attribuzione di un credito di due punti fino ad un massimo di 10.

ONORANZE FUNEBRI di Hendrik Strumia e Dario Groppo

Febbraio 2011 19

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Omaggio ai nostri centenari e ultranovantenni M E S S A G G I Lucia Garis vedova Bauducco, carignanese d’adozione dal 1977, dopo il matrimonio della figlia Mariella con Roberto Albertino. Nata il 3 novembre 1917 in frazione Barauda di Moncalieri, ha scoperto fin da bambina una grande passione per il cucito: già a nove anni andava a piedi dalla Barauda a Moncalieri, dalle suore, per imparare a cucire ed a tredici anni si recava ogni giorno in bicicletta a Moncalieri e proseguiva per Torino, dove era stata assunta come lavorante presso una importante sartoria in via Urbano Rattazzi. Raggiungeva Torino con qualsiasi tempo (nebbia, vento, pioggia, neve e sotto il solleone), sempre da sola: quando compì sedici anni decise di mettersi in proprio. La sua prima macchina da cucire, una Singer, tuttora custodita gelosamente, l’ha seguita nel corso degli anni. Lavorava giorno e notte per finire i vestiti in tempo (il suo puntiglio la portava a rispettare sempre i termini concordati) e li consegnava personalmente, servendosi della sua inseparabile bici. Nel novembre 1945 sposa Carlo Bauducco (1915-1978) e nel 1950 nascono le gemelle Laura e Mariella; pochi anni dopo si trasferiscono nella casa natale di Carlo, in frazione Bauducchi. Dalla bicicletta passa al motorino, anche per accelerare le consegne: le clienti diventano più esigenti, sono di moda i vestiti da ballo con strass e paillettes e Lucia, pazientemente, cuce, molto a mano. Mariella ricorda sua madre spesso intenta a rimestare in pentole e padelle con una mano mentre con l’altra accompagnava la stoffa sotto il piedino e premeva intanto sul pedale della macchina da cucire. Anche la domenica mattina la sveglia per le figlie era di buon’ora perché si doveva occupare delle pulizie mentre il marito si metteva ai fornelli e cucinava con molta cura (le sue specialità

il pesce di fiume ed il coniglio). Carlo era da sempre innamorato di Carignano: qui veniva a fare la spesa ed aveva tanti amici e dopo che la figlia, nel 1975, era venuta sposa a Carignano, prese l’occasione per trasferirsi appena due anni più tardi nella nostra città. Qui rimase solo un anno: nel 1978 un brutto infarto lo tolse alla sua famiglia. Lucia aveva continuato il suo mestiere di sarta e, tra le più affezionate clienti, ricorda Carla Piera Rodolfo Gandiglio e Ebe Gabbi Gennero. Il suo lavoro le piaceva tanto ma

In ricordo di un amico (a Vittorio Griffone)

UNEBR ESE Fdal 1979 I RIUNIT R E MP VINOVO - PIOBESI

Tanti auguri alla nostra piccola Giulia che il 21 febbraio spegnerà la sua prima candelina da madrina, zio Massi ed i nonni.

Spazio ai lettori

Giuseppina Neirone 8 marzo Auguri speciali per i tuoi 80 anni Dalle nipoti Margherita, Laura, la figlioccia Marina, pronipote Martina e tua cognata.

Complimenti Davide per la tua brillante laurea specialistica in Pianificazione Territoriale Urbanistica e Ambientale, conseguita presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino. Congratulazioni da mamma, papà, Monica e Gianni.

Cento candeline per Maddalena Alla lista dei Carignanesi centenari (ora sono quattro, ma se ne attendono altri dagli oltre sessanta ultranovantenni) si è aggiunta, lo scorso 16 gennaio, Maddalena Rovei vedova Benedetto, ospite presso l’Ospedale Cronici Fondazione Quaranta a Carignano. Al secondo piano dell’Istituto, grazie all’opera meritoria di tanti volontari, mensilmente vengono organizzate le feste di compleanno degli ospiti; lo scorso mercoledì 26 gennaio dopo il saluto del presidente del Consiglio di Amministrazione Carlo Merlo, il vice sindaco di Carignano Miranda Feraudo e l’assessore Antonio Accastello hanno consegnato a Maddalena Rovei un omaggio floreale ed una copia in pergamena del suo atto di nascita datato 16 gennaio 1911. Maddalena Rovei, figlia di Giuseppe e Teresa Nicola, è nata nella casa paterna di vicolo Ritanotto, casa nella quale ha sempre abitato e dove vive tuttora il figlio Pier Antonio con la propria famiglia. Vita operosa quella di Maddalena (Lena per gli amici) carignanese purosangue, divisa tra famiglia e lavoro di “buta-file” presso il Lanificio Bona (l’italiano “rammendatrice” lo ha sempre rifiutato), una operosità che si esprimeva anche nel tempo libero quando con l’amato Lino, poi sposato nel 1937, andava in barca lungo il nostro fiume Po a pescare o a raccogliere legna oppure nelle scampagnate in bicicletta in compagnia della tante comitive di Carignanesi di quel tempo. Maddalena e Lino furono anche una presenza fissa ed assidua durante tanti anni di ferie estive di Carignanesi a Bobbio Pellice paese dove molti li ricordano con affetto e simpatia. A vederla oggi Lena non dimostra cento anni, la sua figura esile il viso sempre sorridente dove il tempo pare essersi fermato, trasmette a chi le rivolge un saluto un senso di serenità e pace; un bel pomeriggio per tutti gli ospiti ed amici che hanno partecipato numerosi ed in allegria, allietati da musica, canti e dolcini. Tanti auguri Maddalena ❚ P.L. Becchio

Gatto smarrito. Click si è perso alla Quadronda Smarrito domenica 6 febbraio, zona Quadronda, gatto europeo adulto, colore miele di nome Click. Chi avesse notizie è pregato di telefonare ai numeri 011.9697936 - 339.3045490. Ricompensa. ◆

CARIGNANO - LA LOGGIA CANDIOLO - OSASIO

Uno tra i più grandi gruppi di Imprese Funebri della Provincia Torinese

UFFICIO: SAN REMIGIO, Via Umberto I n. 39 - 011 9699487 - CARIGNANO

CORTESIA e PROFESSIONALITA’ PER UNA CERIMONIA DI ESTREMO SALUTO www.iltramonto.com E-mail: info@iltramonto.com baravalle@iltramonto.com SOLUZIONI DI PAGAMENTO PERSONALIZZATE

in bacheca

IMPRESE FUNEBRI RIUNITE DAL 1979

L.go Otto Martiri, 3 - Carignano (To) - Via Umberto I, 19 - Polonghera (Cn) P.zza C. Battisti, 14 - Sommariva del Bosco (Cn)

24 ore su 24 ≈ Tel. 011.9697219 - 0172.54246

smise nel 1982 con la nascita del nipote Andrea, tanto desiderato: nonna a tempo pieno, curò anche la consuocera Caterina Virano vedova Albertino, classe 1911, deceduta nel 1988. Fino a quando Mariella non è arrivata alla pensione, Lucia ha continuato ad occuparsi di Andrea ed, all’occorrenza, anche di Roberto. Lucidissima, subisce gli affettuosi rimproveri della figlia che, pur definendola una “marescialla”, la vorrebbe ancora attiva come un tempo: Lucia, invece, ha speso tante e tali energie che adesso vuole riposare, “stare un po’ calma” e non le si può certo dar torto. ❚ Marilena Cavallero

Da quando ci hai lasciati non c’è giorno che non pensi a te. Ricordo quando, ragazzino, ti vedevo passare la sera per le vie del rione sul tuo trattore OM rosso al ritorno dalle tue “arbrere”, lo sguardo serio, i baffi già di monarchica fattura, il “caplin” ed il foulard d’ordinanza. Poi i primi incontri al bar Bornengo, il locale trendy dell’epoca o, meglio, la piola del rione, dove a volte partecipavi alle mitiche partite a scopa con Giuàn Madona e compagnia. Erano innumerevoli le accese discussioni, le imprecazioni, quando non riusciva la giocata per il sette bello. La leggenda di paese già narrava che, giovane, avevi declinato l’offerta di tuo padre di regalarti una Fulvia coupè, mito dei ragazzi di allora, preferendo acquistare l’OM 45 che ti ha accompagnato per tutta la vita nella tua passione. Le prime chiacchierate quando hai saputo delle mie scelte professionali: la tua voglia di conoscere, di approfondire aspetti sempre nuovi del tuo lavoro, con un approccio analitico ed anticonformista, espressione di intelligenza e di uno spirito libero. Poco avvezzo ad accettare imposizioni e torti, ancor più se dovuti a scelte dell’autorità, sei stato additato come il piantagrane che faceva “causa a tutti” e che “presto avrebbe dilapidato in avvocati” il patrimonio di famiglia. Non è andata così. Spesso hai ragione tu e, a distanza di vent’anni – si sa, la giustizia ha i suoi tempi - hai piegato l’autorità civica con tua somma soddisfazione, non solo economica, ma soprattutto morale. A poco a poco il nostro rapporto è diventato più profondo e ad ogni incontro la tua tipica frase “ven si dutur che dou cuntetne una…” mi scaldava il cuore perché sapevo essere l’inizio di una simpatica chiacchierata tra amici, spesso ornata delle tue battute fulminanti. Dopo la morte di Rachele avevo notato i primi sintomi della tua sofferenza. A dicembre, nel nostro ultimo incontro a casa tua, ho percepito, nel tuo raccontare, un rancore ed una rabbia che mi hanno disorientato. Ti ho chiamato il pomeriggio del 24 per annunciarmi, come facevo sempre prima di una visita. Mi hai lasciato basito nel dirmi che non avevi voglia di parlarmi: tu che mi dicevi sempre “pasa da sì, dutur…”. Tu che telefonavi anche per le piccole cose. Volevo farti gli auguri di Natale e non ci sono più riuscito. Te li faccio oggi e ti voglio dire che, finché vivrò, porterò dentro di me il dolore, il rammarico, di non essere riuscito ad aiutarti: a volte la parola disinteressata di un amico può mitigare almeno un po’ l’abiezione del deserto in cui viviamo. Forse avrei dovuto cercare di essere più invadente… Hai scelto di lasciarci lo stesso giorno che, giovanissimo, hai perso la mamma, segno di un dolore mai sopito. Voglio pensarti oggi nella fresca ombra di una arbrera a discutere di confini… Riposa in pace Vittorio, galantuomo amico mio. Mi mancherai. ❚ ‘l dutur

I

spazio

10 Febbraio 2011

Dal 15 Marzo 2008 Funerali completi, scritta lapidi, arte funeraria, trasporti funebri in tutta Italia ed all’Estero

LA LOGGIA, Via Bistolfi n. 9 LA LOGGIA LA PIOBESE, Corso Italia n. 5 PIOBESI T.SE VINOVESE, Via Marconi n. 70/a VINOVO LA CANDIOLESE, Via Roma n. 5 CANDIOLO OSASIO - Abitazione, tel. 333/9858968 SERVIDIO ANTONIO PACOTTO LUCIANO

VIOTTO FLAVIO ROLFO PAOLO

333/3211052 338/5248598

333/9858968 338/7080636

SI RICORDA CHE DAL MESE DI OTTOBRE LA CREMAZIONE E’ SEMPRE COMPRESA NEI NOSTRI SERVIZI FUNEBRI


18 Febbraio 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Notizie dalla scuola

Articoli prodotti dagli alunni della Scuola Media Statale “Benedetto Alfieri” di Carignano

Inizia il progetto “Ragazzi del Sud e del Nord del mondo” - La terza C della Scuola Media di Carignano, insieme alla seconda C, due classi dell’Istituto Agrario di Carmagnola e una classe dell’Istituto Alberghiero di Carignano, sta partecipando al progetto “Ragazzi del Sud e del Nord del Mondo” avviato dalla professoressa Piola e da alcuni Docenti del nostro istituto, in collaborazione con Re.Co.Sol. (Rete dei Comuni Solidali). E’ un’organizzazione non governativa formata da piccoli comuni che hanno deciso di prendersi l’impegno di scambiare conoscenze e competenze con paesi molto lontani da noi, attraverso iniziative di scambio con il Niger, un paese dell’Africa.In particolare Re.Co.Sol. ha avviato un’esperienza di cooperazione decentrata con alcuni villaggi vicino a Niamey, capitale del Niger, per attuare un progetto di sviluppo locale e migliorare le condizioni di vita della popolazione, usando le nuove tecnologie fotovoltaiche. Lunedì 17 gennaio si è tenuta una conferenza nella nostra scuola, nella quale il volontario di Re.Co.Sol. Paolo Sburlati, appena tornato dal suo viaggio in Niger, ci ha parlato del villaggio di Gurou Banda. Grazie alle carrette solari, utilizzate da alcuni anni in Niger, è migliorato lo sviluppo agricolo in alcuni villaggi alla periferia di Niamey, dove l’orticoltura è praticata dalle donne del villaggio che hanno così l’opportunità di integrare con verdure e legumi l’alimentazione locale poco nutriente. La conferenza è proseguita con l’intervento del professor Ciccone dell’Istituto di Agraria e della professoressa Baggio dell’Istituto Alberghiero, i quali hanno presentato le attività svolte con le loro classi. Il professor Ciccone con i suoi allievi ha realizzato un impianto di ala gocciolante grazie al quale si ha un’irrigazione uniforme che permette il risparmio di acqua e usa una tecnologia semplice utilizzabile anche dalle popolazioni locali, in particolare nell’orto della scuola di Gurou Banda. Noi allievi abbiamo imparato, dai ragazzi più grandi dell’Istituto Agrario, il funzionamento di questo impianto: in breve da un serbatoio l’acqua scende in un collettore e poi in diversi tubicini forati per il risparmio idrico. La professoressa Baggio dell’Istituto Alberghiero ha illustrato il suo lavoro di studio sull’alimentazione e ci ha informato sulle gravi carenze alimentari (malnutrizione infantile) di molti ragazzi del Sud del Mondo. Gli allievi dell’Alberghiero utilizzeranno nelle loro cucine le materie prime tipiche del Niger (miglio, sorgo, etc.) per preparare piatti molto semplici ai quali saranno aggiunti prodotti coltivati negli orti delle donne. L’obiettivo sarà quello di proporre alle donne qualche preparazione che esalti il valore nutritivo dei prodotti a loro disposizione, migliorando le loro ricette dal punto di vista energetico perché i bambini crescano meglio. La conferenza ci ha permesso di aprire i nostri orizzonti in modo interessante e coinvolgente su realtà lontane e problematiche, ma importanti da conoscere per la nostra crescita culturale e umana. ❚ Chiara Agostini, Jessica Perotti, Leonardo Ramello, Davide Manescotto e la classe Terza C - Lunedì 17 gennaio, presso la Scuola Media Benedetto Alfieri di Carignano le classi del corso C, insieme ad un gruppo di allievi dell’Istituto Alberghiero “Bobbio” di

Carignano e a due classi dell’Istituto di Agraria “Baldessano Roccati” di Carmagnola, hanno assistito ad una conferenza riguardante il progetto “Ragazzi del Sud e del Nord del Mondo”. Il signor Sburlati , Referente di ReCoSol (Rete dei Comuni Solidali) di ritorno dal Niger, ci ha informato sulle condizioni di vita e sulle attività di Cooperazione decentrata in atto in quel Paese. ReCoSol permette ai nostri Comuni di far conoscenza con Comuni di Paesi del sud del mondo con progetti di aiuto per il loro sviluppo economico. Ci ha poi mostrato delle foto di un villaggio, dove si potevano notare le case costruite con mattoni di argilla non cotta e i tetti fatti con spighe di miglio, il cereale che costituisce la base dell’alimentazione di quelle popolazioni. Le scuole hanno il tetto in lamiera, le aule sono piccole rispetto alle nostre, ma devono contenere anche trenta o quaranta alunni e pochi sono gli insegnanti. Una particolarità è l’albero delle assemblee, sotto il quale si tengono le riunioni col capo villaggio. I villaggi in Niger sorgono sempre nei pressi del fiume, perché quella è l’unica fonte d’acqua disponibile, anche se contiene molte sostanze nocive. In alcuni villaggi si riesce ad estrarre dell’acqua più pulita dai pozzi, che però non sono utilizzabili tutto l’anno. Tuttavia il problema è trasportarla. I contadini, infatti, per portarla dal fiume agli orti coltivati del villaggio, dopo aver superato un dislivello equivalente a due piani di scale, devono percorrere diverse volte al giorno, con secchi di quaranta litri d’acqua, la distanza che li separa dagli orti. Per aiutarli in questo pesante lavoro ReCoSol ha contribuito alla donazione di carrette solari costituite da pannelli ad energia solare, che producono l’elettricità necessaria ad azionare pompe che prelevano l’acqua del fiume e ne rendono meno faticoso il trasporto. Nei villaggi nigerini gli uomini coltivano piante di miglio con una semina manuale molto faticosa. Le donne, invece, spesso portando con loro i bambini sulla schiena, lavorano negli “jardins des femmes”, che sono degli orti simili ai nostri, dove coltivano ortaggi presenti anche in Italia. E’ poi intervenuto il professor Ciccone dell’Istituto di Agraria che, insieme ai suoi allievi, ha ideato per il Niger un modulo di ala gocciolante, che permette un’efficace irrigazione dei campi, usando poca acqua. In seguito la professoressa Baggio dell’Istituto Alberghiero ha spiegato il contributo che cercherà di dare con i suoi allievi per migliorare l’apporto di nutrienti all’alimentazione dei ragazzi di Gurou Banda. Studiando gli alimenti tipici nigerini si elaboreranno ricette per la preparazione dei loro cibi tradizionali, associando gli ortaggi ai legumi. Successivamente il signor Sburlati ci ha raccontato che in questo villaggio i ragazzi ed i loro maestri hanno accolto con grande entusiasmo i doni da noi inviati di materiale scolastico e per ringraziarci ci hanno inviato le loro foto. Le classi 2°C e 3°C della nostra scuola hanno anche donato una piccola somma, che sarà utilizzata per acquistare sementi adatte a quei terreni. Al termine della conferenza abbiamo assistito ad una dimostrazione pratica del funzionamento dell’ala gocciolante ed abbiamo fatto le foto di rito da inviare ai ragazzi del Niger. Tutti gli alunni che hanno partecipato a questa conferenza si rincontreranno nei prossimi mesi per continuare il progetto. ❚ Giacomo Bottero Classe Seconda C

27 gennaio 1945

La persecuzione e lo sterminio degli Ebrei Tutti sanno che la Germania nazista guidata da Hitler diede inizio alla persecuzione degli Ebrei; prima discriminandoli con leggi razziali, poi togliendo loro ogni diritto, ogni mansione, privandoli della dignità ed infine di ogni caratteristica comune a tutti gli esseri umani. Successivamente vennero rinchiusi nei ghetti, quartieri cittadini squallidi e poveri, in cui si raggruppavano, più o meno coattivamente, le minoranze socialmente escluse dalle comunità ariane. Questa situazione ebbe inizio intorno alla seconda metà degli anni '30, e proseguì fino al 27 gennaio 1945, quando fu stata scoperta l’esistenza del più grande campo di sterminio, chiamato Auschwitz nel quale persero la vita 6 milioni di Ebrei, sterminati in camere a gas e forni crematori. Si spera sempre più in un miglioramento della società, ma se si pensa a ciò che è accaduto, si prova solo vergogna. Il loro comportamento induce a pensare che quelle persone che hanno fatto del male dovevano essere vuote dentro e forse, neanche provando ciò che loro stessi hanno fatto subire, avrebbero potuto cambiare. Pensando bene a questi eventi storici, ci viene da provare una profonda tristezza ed un profondo disgusto. Ci sono tante domande alle quali ci piacerebbe avere una risposta, ma nemmeno i più illustri scienziati sono riusciti a trovare un filo logico in ciò che è accaduto. Non c’era una

motivazione valida per arrivare a comportarsi in quel modo e poi, anche se ci fosse stata, non sarebbe stata abbastanza significativa per arrivare a livelli così bassi. Ciò che è accaduto sono state bassezze, mancanze di rispetto ...non sappiamo nemmeno come descriverlo. Qualunque prova è valida per riconoscere che è stato un orrore. Solo pensandoci non potremmo mai giudicare ciò che hanno provato quelli che lo hanno vissuto. Trattare gli esseri umani peggio delle bestie è da veri crudeli. I Tedeschi, discriminando gli Ebrei e dopo sterminandoli, hanno dato prova della crudeltà che l’uomo può raggiungere. Troppe persone sono morte, troppe hanno contribuito allo sterminio degli Ebrei e molte altre negano ancora oggi ciò che sia accaduto. Non dobbiamo vivere nell’indifferenza ma nel ricordo di quello che è successo con lo scopo e la promessa che non accada mai più. In conclusione, possiamo affermare che sembra quasi impossibile che l’umanità sia stata caratterizzata da elementi così crudeli, oltretutto in un tempo neanche così lontano. Ci auguriamo che tutti coloro che hanno compiuto le atroci persecuzioni contro gli Ebrei o che semplicemente le abbiano approvate, siano consapevoli dell’orrore che hanno causato. ❚ Giada Sclerandi e Giulia Gili. Classe Terza A

Giornale a scuola: una nuova esperienza Quest’anno la scuola media “Benedetto Alfieri” ha proposto a noi ragazzi di seconda e terza un laboratorio, dove possiamo improvvisarci giornalisti e scrivere un vero giornalino che in seguito viene stampato e distribuito agli studenti della scuola. Ogni lunedì noi della “redazione” lavoriamo ad un articolo, scegliendo un argomento che ci interessa e dividendoci a coppie. E' sempre divertente trovare nuove idee per gli articoli ed è ancora più bello esprimere sulla tastiera le proprie opinioni. Infatti abbiamo la possibilità di far valere le nostre idee sull’argomento trattato. Anche se alla fine le professoresse ci correggono gli errori di grammatica, abbiamo messo una parte di noi in quelle poche righe... I temi che abbiamo scelto per il primo numero riguardano la vita quotidiana di noi ragazzi. Degli esempi di questi argomenti sono: la moda, i problemi della nostra età, la musica che ascoltiamo, le nostre opinioni sulla nuova riforma Gelmini, una “guida” alla scelta delle scuole superiori per i ragazzi di terza. Quando sul giornalino della scuola compare il nostro nome sotto qualche articolo, abbiamo l’impressione di essere dei veri giornalisti… è una grande soddisfazione sapere di aver realizzato qualcosa di interessante, e lo è ancora di più quando gli altri ragazzi sono soddisfatti del nostro lavoro! ❚ Clara Nazzareno, Marina Guietti e la redazione

“Occhio alla rete!” Oggi computer, e-mail, internet, facebook sono i nuovi e potenti mezzi di comunicazione. Noi ragazzi diamo questi canali ed i loro linguaggi per scontati, ci relazioniamo agli altri con modalità e procedure, terminologie, facilità e velocità che sono nuovi, hanno cambiato il nostro modo di parlare e capire, conoscere e sapere, ... però occhio alla rete! Abbiamo provato in classe a riflettere insieme sui vantaggi e svantaggi di tali risorse ed abbiamo raccolto in sintesi quanto segue. PUNTI DI FORZA

PUNTI DI DEBOLEZZA

CHAT - Si può chattare in tempo reale - Possono verificarsi - Si possono allegare e ricevere file violazioni denunciabili in di ogni tipo relazione alla privacy - Si possono stringere nuove amicizie - La qualità linguistica tende - Si può parlare a scadere contemporaneamente - Possono verificarsi problemi con più persone relativi all’identità delle persone con cui si comunica E-MAIL - Si può inviare un messaggio - Non sempre si conosce la vera contemporaneamente a più persone identità del destinatario - Si possono abbinare velocemente - Si possono ricevere spam più informazioni e pubblicità indesiderate - Si può inviare un messaggio da - Ci possono essere lunghe distanze in tempo reale e a problemi di comunicazione costi bassissimi - C’è il rischio di essere spiati da esterni - Si è liberi di esprimere i propri pensieri - Si può decorare secondo le proprie emozioni - Si può esprimere, costruire un’immagine di se stessi

BLOG - Anche persone sconosciute possono venire a conoscenza dei tuoi pensieri, impegni, ecc. - Qualcuno potrebbe impadronirsi di foto, immagini personali, ecc.

COMMERCIO ON-LINE - Si può pubblicizzare - C’è la possibilità qualsiasi prodotto dell’inganno - Si ricevono direttamente - La qualità materiale dei a casa i prodotti acquistati on-line prodotti può non - I prodotti sono più economici corrispondere a quella - Su Internet si possono presentata virtualmente trovare oggetti di ogni genere - Può esserci ritardo nell’arrivo, con ulteriori costi di trasporto - Si può incorrere in truffe CONSULTAZIONE, RICERCA DATI - Accedere ai dati di Internet - Si può invalidare la privacy costa poco. altrui - Si può accedere ad un’infinità - Le informazioni non sono di informazioni in tutto il sempre attendibili e Mondo aggiornate - Si possono consultare siti - A volte non si trovano le utili per approfondire degli informazioni desiderate argomenti specifici - Non sempre ci si pone il problema di capire, selezionare l’utile e - La ricerca è divertente semplicemente “si scarica”

Martina Rodondi e Letizia Bellone per la classe Terza A

Febbraio 2011 11

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Fiat: da Torino a Toronto Provo a tracciare un bilancio della vicenda Mirafiori, visto che, credo, dal lavoro degli operai arriverà ancora per diversi decenni quel poco di occupazione meno precaria che consente di sopravvivere alla pletora dei “nuovi” lavori a tempo e sottopagati o a chi lavora nel commercio e nei sevizi. Fiat. Oggi come ieri non sappiamo nulla dei progetti Fiat e quello che sappiamo non è rassicurante: a Mirafiori Suv ed Alfa si assembleranno su pianali e con motori prodotti negli Usa; Marchionne ha promesso ad Obama, in cambio dei molti soldi avuti, di salvare e rendere redditizia la Chrysler quindi la NewCo Mirafiori “comprerà” in America i pezzi da montare, probabilmente a caro prezzo, e rivenderà il prodotto finito a Chrysler per il mercato Usa a basso costo, ergo presto Marchionne ci ridirà che in Italia la Fiat (ormai acronimo per Fabbrica Internazionale Automobili Toronto) non guadagna abbastanza per nuovi impegni in questo paese, a quel punto sarà difficile indovinare quale sarà lo sbocco della situazione, speriamo che uno stabilimento in piedi e degli operai ridotti al silenzio possano interessare Volkswagen (VW), come è già successo per la creatività di Giugiaro, sfuggito a Fiat come Fiat si era già venduta i super-ingegneri del suo mitico diesel (ceduti a GM). Dei nuovi modelli Chrysler-Fiat pare solo uno sarà italiano cosa che rende certo che ricerca, innovazione e design non si faranno a Torino, anzi, dopo le ultime dichiarazioni non è improbabile che avranno molte difficoltà anche quegli impiegati che hanno votato unanimi per il sì. Sindacati. Quelli del sì, quelli fatti per firmare comunque accordi, hanno preso la proposta a Marchionne a scatola chiusa, non hanno neppure tentato di approfittare della impuntatura della Fiom per strappare almeno all'azienda un controllo sul futuro degli investimenti e della produzione, magari giocando anche sul fatto che la proprietà di Chrysler, e quindi di molto della NewCo di Mirafiori, è e sarà del sindacato statunitense. Tra le altre cose, proprio in quanto azionisti i sindacati americani hanno la possibilità di co-gestire la loro azienda, cosa che in Europa fa da anni Ig Metal nelle maggiori industrie tedesche che, forse anche per questo, godono di ottima salute occupazionale oltre che salariale. La Fiom ha sicuramente difeso una serie di diritti sacrosanti nonché il principio della dignità del lavoro, ma ha anche “dignitosamente” perso il referendum, quindi oggi dovrebbe tentare di riavviare un dialogo tentando una proposta alternativa organica magari chiedendo lei di partire dalla costituzione di un tavolo di valutazione congiunta del percorso Fiat in Italia in termini di innovazione e progetto. Offrire le competenze locali ad un altro produttore europeo (per esempio la stessa VW per una nuova Alfa ) può essere un immaginifico modo per lanciare la “concorrenza tra capitali”, ma sembra francamente un po’ poco. L'implosione di Confindustria con il probabile collasso dei contratti nazionali rischia di trasformare in giungla la concorrenza nelle piccole e medie aziende dell'indotto, con quanto questo comporterà per i salari, prima che la nuova ChryslerFiat trovi altrove anche i suoi sub-fornitori. Il problema centrale è che il capitale finanziario è ormai diventato estremamente mobile, si sposta di azienda, di territorio in libertà, fa di questa libertà assoluta la sua forza contrattuale, gli stabilimenti, i lavoratori non possono rispondere con la stessa mobilità, sono e restano legati al territorio. Territorio è la parola con cui si riempiono la bocca da anni i nostri politici, in questa vicenda assolutamente assenti; anzi peggio, abbiamo visto governo centrale e regionale, candidati sindaci di Torino, assistere silenti per poi rimbrottare gli operai amareggiati perché nicchiavano a votare un referendum capestro. Nel settore auto i governi americano, francese, tedesco (per esempio anche con il blocco contro la cessione a Marchionne di Opel) hanno posto in essere strumenti di salvaguardia dell'impresa e dell'occupazione, il nostro Governo si è limitato a gioire della spaccatura tra lavoratori e a restare sempre più stupefatto dei continui rilanci verso lo sganciamento dal paese dell'ad Fiat. Quindi, che abbiano votato no o si il futuro dei lavoratori di Mirafiori (e dell'indotto) non è più chiaro di ieri, per adesso l'unica certezza è che per un anno saranno in cassa integrazione ordinaria e poi straordinaria, finanziata con fondi Inps attinti dalla “gestione speciale” dei lavoratori precari. Non proprio solo soldi di Marchionne per un salvataggio aziendale tutto da verificare. ❚ Nanni Passerini

Maggiore sicurezza sulle strade e in città Polizia municipale: rotatorie e videosorveglianza, incidenti in calo Carignano. . “Questo è l’ultimo anno di mandato - dice l’assessore Mauro Corpillo - e quindi ne approfitto per fare delle considerazioni generali sul comparto sicurezza negli ultimi cinque anni. Sono soddisfatto, perché gli obiettivi che ci eravamo prefissi sono stati non solo raggiunti ma anche superati”. Corpillo spiega: “Abbiamo ricostituito l’organico della Polizia municipale, portando a sette il numero degli addetti, il minimo per la creazione di un corpo di Polizia municipale con un proprio regolamento, dotandolo di mezzi tecnici e di autoveicoli che riteniamo adeguati ai compiti che devono svolgere. E abbiamo fatto notevoli investimenti sulla Protezione civile, fornendolo di automezzi fuoristrada e di attrezzature, con particolare riguardo al potenziamento dell’organico, che comprende attualmente una quindicina di elementi, tutti volontari: anche in questo caso, per quanto riguarda la prevenzione del rischio e delle calamità naturali e il monitoraggio dei fiumi, siamo in grado di far fronte in modo esauriente alle emergenze. Poi c’è la costituzione, agli inizi del nostro mandato, del gruppo degli Ausiliari di vigilanza, volontari che si occupano dei controlli e della sorveglianza davanti alle scuole. A tutte queste persone va il plauso dell’Amministrazione per la dedizione dimostrata nello svolgimento dei loro compiti e un ringraziamento per la loro preziosa opera a titolo assolutamente gratuito”. Prosegue: “Sempre in tema di sicurezza, al di là degli uomini e dei mezzi, la vigilanza della città è stata assicurata anche dalla videosorveglianza, che abbiamo esteso alle tre piazze principali, dopo aver attrezzato il palazzo comunale e il parcheggio sotterraneo: è servita non solo come deterrenza, poiché sono diminuiti gli episodi di schiamazzi e disturbo alla quiete pubblica e gli atti di vandalismo in generale ma anche come repressione, perché qualche scalmanato è stato pizzicato. Sicurezza anche sulle strade: grazie agli interventi che sono stati fatti sulla viabilità, dalle rotatorie agli impianti semaforici, il numero degli incidenti è drasticamente diminuito”. “Sì, è vero - sottolinea il comandante Doriano Reburdo - gli incidenti stradali sono in notevole calo. Era lo scopo che si era prefisso l’Amministrazione comunale al suo insediamento, ed è lo stesso progetto che porta avanti da tempo la Regione Piemonte attraverso diversi livelli di intervento per la sicurezza sulle

strade. A livello comunale li abbiamo notevolmente ridotti soprattutto grazie alle modifiche alla viabilità. Prima della costruzione delle rotatorie, in modo particolare quelle di San Grato, di pilone Virle o le due che attraversano la provinciale 142, si registravano una quarantina di incidenti stradali, nell’80% dei casi con feriti anche gravi e in qualche caso mortali. La creazione di queste rotatorie ha fatto sì che nel 2010 gli incidenti rilevati sono stati 7, e con lievi feriti. Sempre in tema di sicurezza stradale, i tre impianti semaforici, in corso Cesare Battisti (angolo via Speranza), in via Silvio Pellico (angolo via Ressia) e di strada Ceretto, con i rispettivi tabelloni di rilevamento della velocità, hanno svolto un importante ruolo deterrente nei confronti degli automobilisti costretti a ridurre la velocità, in ingresso e uscita dal paese, nel timore di essere multati”. L’anno scorso, i verbali di contravvenzione per violazioni al Codice della Strada sono stati 1.211. Altri risultati positivi, come nel caso delle rotatorie, sono giunti dall’installazione delle telecamere in alcuni angoli della città. Dopo averle introdotte a sorveglianza del Palazzo comunale e dell’annesso parcheggio sotterraneo (e qui è stata anche pizzicata una persone che stava per

rubare una vettura dell’Auser), sono state estese nelle tre piazze, Carlo Alberto, Savoia e San Giovanni, (in quest’ultima sede anche sotto il porticato): adesso, in totale, sono 22. E’ aumentato, invece, il numero degli infortuni sul lavoro, 106 in totale: va considerato, però, che nel numero sono compresi tutti gli incidenti che avvengono all’interno delle scuole (e sono aumentati anche per la crescita della popolazione scolastica, composta attualmente da 2.000 studenti), il più delle volte in palestra durante l’ora di educazione fisica. Reburdo prosegue: “Sul tema del meretricio abbiamo svolto 1.560 ore di controllo complessive e siamo riusciti ad elevare, per violazioni sia alla legge regionale sia all’ordinanza sindacale, ben 92 verbali. Un compito non facile, a rincorrere clienti e prostitute nei campi. Qualche risultato, comunque, è stato ottenuto: nell’ambito del progetto “Un volto nuovo per una strada sicura”,

sono stati arrestati 4 sfruttatori e due ragazze sono state avviate ad un percorso di recupero”. Contenuto anche il numero delle notizie di reato, soltanto 4, comunicate essenzialmente per motivi edilizi, poiché è un settore che teniamo strettamente sotto controllo, insieme all’Ufficio tecnico e a quello per l’Edilizia privata. Un’altra incombenza deriva dalla collaborazione giornaliera con le Procure della Repubblica, in particolare quella di Torino, per atti di Polizia Giudiziaria: l’anno scorso sono state effettuate 141 notifiche, senza contare i 1.374 atti notificati dal Messo comunale e i 620 atti pubblicati all’Albo Pretorio. Inoltre sono stati espletati 352 accertamenti anagrafici per emigrazione ed immigrazione. Da non dimenticare poi il servizio allo sportello e il lavoro delle pattuglie: lo sportello è aperto al pubblico per un totale di 1.357 ore all’anno, a completa disposizione dei cittadini; altro tempo lo dedichiamo ai pattugliamenti. Sono state approntate 144 pattuglie di sorveglianza della città, diurne, serali e notturne, per un minimo di 5 ore, per un totale di 720 ore, che, moltiplicate per due (ogni pattuglia è composta da 2 persone) fanno 1.440 ore. Considerato che ogni pattuglia “macina” una media di 40 chilometri, il risultato è di 5.760 chilometri, tutti sul territorio carignanese, vasto oltre 50 chilometri quadrati. Altro tempo, 80 ore, è stato dedicato alle scuole, elementari e medie, con lo svolgimento dei corsi di educazione stradale, che offrono a bambini e ragazzi un’importante preparazione di base prima di affrontare i pericoli del traffico. Infine ci sono i compiti di routine, dai 52 mercati settimanali, agli eventi che animano la città, ai servizi di vigilanza in momenti particolari dell’anno, il periodo natalizio, ad esempio, congiuntamente alla Protezione Civile, agli Ausiliari di Vigilanza e ai Carabinieri in congedo. “Tutto questo - sottolinea il comandante Reburdo - nonostante il personale ridotto. Il Comando dovrebbe avere un organico di sette persone e invece attualmente siamo soltanto in sei, più il messo comunale e una impiegata amministrativa. Tra intoppi burocratici e motivi finanziari, l’Amministrazione non è riuscita a rimpiazzare il collega che si è trasferito a Collegno e, nonostante il prossimo inserimento del nuovo agente che sta completando il corso regionale, siamo sempre e soltanto in sei, sproporzionati comunque al numero in crescita della popolazione. E così, mentre la legge regionale prescrive certi parametri, almeno un agente ogni ottocento abitanti, la legge finanziaria blocca le assunzioni”. ◆


Febbraio 2011 17

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

“Il m ister sta n o dell a vit e l l a della ricer a belle ca zza”

Promozione ESTETICA valida fino al 31 marzo

- 4 massaggi decontratturanti schiena con bagno di vapore € 120,00 - 4 massaggi anti-stress agli oli essenziali € 160,00 - 11 trattamenti anti-cellulite di cui: • 1 scrub • 5 massaggi specifici € 450,00 • 5 sedute con ultrasuono ad effetto cavitazionale (inclusa crema coadiuvante)

Promozione UNGHIE valida fino al 31 marzo SMALTO SEMIPERMANENTE si mette come uno smalto, dura quanto un gel, si toglie in pochi minuti - Manicure + smalto € 20,00 - Pedicure estetica + smalto € 30,00

ADDIO BENVENUTO

AL DUBBIO: “SARA’ ASCIUTTO?”

TEMPO DI ASCIUGATURA ZERO.

Promozione SOLARIUM valida dal 1° al 31 marzo

La SECONDA LAMPADA effettuata S I T nella STESSA SETTIMANA è GRA Dal Lunedì al Venerdì 9.30 - 19.30 • Giovedì 15 - 19.30 • Sabato 10 - 19.30 P.zza Liberazione, 6 • 10041 Carignano (TO) (TO) • Tel. e Fax Fax 011.9690238 E-mail: lobelisco@virgilio.it

Commerci e Botteghe

nel tempo

A cura di Marilena Cavallero

Questo mese è d’obbligo iniGili di Torino. vive in pochissime tipografie ziare con “Vivissimi auguri di Gino approda alla N.G.C. che eseguono ancora lavori Buon Compleanno alla dopo un casuale incontro particolari. E’ importante riNuova Grafica Carignanese”, con Bordone, contemporalevare che un tempo, nelle attività avviata da Sergio Borneamente al trasferimento grandi tipografie, i composidone e Paolo Rau in via Silvio dell’attività in via Salotto 9, tori erano decine: estraevano Pellico 32, esattamente trenin locali ampi, centrali, con con grande abilità le singole t’anni fa, il 1° febbraio 1981. macchinari sempre in vista. lettere da cassetti in legno Sergio Bordone, nato a ToLa collaborazione prosegue per disporle a comporre il rino nel 1953, ha abitato in fino al dicembre 2004, testo in un telaio in ferro sefrazione Ceretto fino all’età quando lo sostituisce il figlio parando le colonne con mardi otto anni, quando la famiLoris, classe 1976, più a suo gini; dopo l’inchiostratura si glia si trasferisce a Cariagio con i nuovi mezzi che la appoggiava sul testo un fognano; il 15 settembre 1975 si tecnologia ha immesso sul glio di carta che veniva presposa e va ad abitare a Carmercato. Loris, sulla scia delmuto con un rullo, ottenendo magnola, per tornare a Carila bozza. gnano nel 1999. Questa pasBordone racconta: “Dopo le sava al corretmedie ho frequentato per un tore di bozze anno la Scuola “Paravia” dove che procedeva Un compositoio tipografico con vecchi caratteri in piombo mi ero iscritto insieme ad un ad eventuali compagno degli anni precel’attività paterna, ha frequencorrezioni (sostituiva le letdenti, in effetti indecisi sultato per cinque anni la scuola tere sbagliate utilizzando apl’indirizzo da seguire (tipodi grafica e pubblicità presso posite pinzette): solo allora il grafi o cuochi!), ma lo studio l’Istituto “Albe Steiner” in testo andava in stampa sulla non faceva per me”. Già nel lungo Dora Napoli; subito macchina a cilindri che in 1969, per qualche tempo, fu dopo il conseguimento del automatico prendeva i fogli con Giorgio Salmi (classe diploma, per alcuni mesi, ladi carta (nei modelli già evo1943) e suo padre Mario vora presso una serigrafia a luti) e li passava nel rullo (1907-1978), provenienti da Nichelino, dove tornerà nel mentre il telaio (la pagina) Nichelino, nella tiposcorreva sulla base. grafia appena aperta in Le richieste della via Trieste 2, nell’ex Paclientela non hanno lazzo della Posta. Salmi subito molti camqui rimarrà fino al 1985, biamenti ma è diquando subentrano versa la procedura Curto e Bianco, poi Tidi realizzazione: pografia C.B.C. certamente l’uso Dal 1970, Bordone ladel computer ha vora per cinque anni reso possibile la come apprendista in confezione di certi Giorgio Scifo, Sergio Bordone e Loris Scifo una tipografia di corso stampati direttaSpezia ed in seguito, sempre 1996, al termine del servizio mente dall’interessato (come a Torino, presso la Rotomilitare, prestato per dodici annunci e ringraziamenti di stampa Silvestri. mesi nel “Genio Guastatori”, manifesti da lutto che sono Nel 1981, con un collega in corso Unione Sovietica. eseguiti ora dalle imprese di (Paolo Rau), decide di fare un Dal 1999, nell’intento di fare pompe funebri) ma ci sono salto di qualità ed aprono nuove esperienze ed arricsempre i manifesti commeruna tipografia a Carignano: è chire il suo bagaglio profesciali, biglietti da visita, pubaffascinato dai locali, a tutta sionale, lavora presso una blicazioni varie, calendari e si vetrata, in cui va ad installare importante fotolito a Torino sono aggiunti, in gran quanla “Nuova Grafica Carignaper entrare infine nella tità, per un nuovo modo di nese”, zona Quadronda, Nuova Grafica Carignanese, fare pubblicità, tanti volanuscendo dagli scantinati già nella nuova sede, quella tini colorati. dove di solito erano relegate attuale, in via Salotto 15 (in Sergio Bordone desidera rile tipografie. fondo al cortile). Ricorda ancordare alcune persone che Dal settembre 1982 il socio cora Bordone che il trasloco in questi “primi trent’anni” Rau lascia e Bordone proera stato necessario per mohanno collaborato: Diego Gasegue da solo fino al 1° settivi di spazio: col tempo, inriglio, Franco Rovera, Cantembre 1986, quando nella fatti, per rispondere alle ridido Benso, Piero Raveri. N.G.C. entra Giorgio Scifo chieste della clientela, si Mi permetto di aggiungere (meglio conosciuto come erano dotati di nuove attrezun mio personale ricordo: Gino), classe 1949, nato a zature e l’ingombro era auPiero Raveri (originario di Modica, Ragusa. Nel 1967 era mentato. Egli si definisce liMoretta), che già lavorava venuto in Piemonte, a Torino, tografo e segue in particolare presso la tipografia di Stefano per accompagnare la sorella la stampa offset ma fin dal Calandri a Moretta, era veda parenti che già stavano 1995 nella tipografia era stato nuto a Carignano, nella sucqui: in Sicilia era stato apintrodotto un reparto di fotocursale aperta all’angolo di prendista presso una tipolito, precursore dell’attuale via Bona con via Trieste (al cigrafia ed a Torino, scorrendo sistema di lavoro computevico 1) negli anni ’50 dove rile inserzioni, trova subito larizzato. mase all’incirca per una devoro. In Sicilia torna solo per Ormai la figura del composicina di anni. Qui, talvolta, mi le vacanze: nel 1972 sposa tore tipografo che stampava mandava a consegnare o ritiVilma Pezzi (conosciuta freutilizzando caratteri di rare il mio papà, dirigente quentando la sala “La Lucpiombo o legno, di svariate dell’Ufficio Imposte Conciola”, poi “K2”), abita a Todimensioni, anche con misumo. Successivamente, (ai rino fino al 1975, quando si nime differenze (dal corpo 6 tempi della presidenza di Fitrasferisce a Carignano, manal 32 se in piombo, da 3 righe lippo Nicosiano), quei locali tenendo la sua occupazione a 100 se in legno) è praticafurono sede della Polisporpresso la tipografia Baccola & mente scomparsa: sopravtiva .

Dalle ceneri del Consorzio forse un supermercato Fotografie in ricordo di un pezzo di Carignano che non c’è più

Non poteva rientrare tra le “Case da amare” della mia rubrica, ma tra le attività produttive che hanno fatto la storia della nostra città, sì. Prima che il “Consorzio”, come questo edificio, con riferimento alla sua funzione, era comunemente denominato, venisse abbattuto, ho fissato alcune immagini perché ne rimanga memoria. Quanti, forse tutti i contadini di Carignano e del circondario, hanno portato qui i loro prodotti - soprattutto cereali - e qui si sono approvvigionati di nafta agricola, sementi, fertilizzanti, anticrittogamici finché nel 2005 il Consorzio Agrario Provinciale, dopo alterne vicende, ha definitivamente chiuso. In questo spazio, in via Salotto tra i civici 110 e 120, si dice, sorgerà un nuovo supermercato. Requiem. ❚ Marilena Cavallero

Al via il progetto “Anziani per Carignano” Quattro posti per lavori di manutenzione e altre attività Carignano. Il Comune vara il progetto “Anziani per Carignano”. L'iniziativa prevede il coinvolgimento di quattro persone che verranno impiegate per una serie di attività. Il lavoro consisterà in manutenzioni, aiuto a persone anziane per l'effettuazione di acquisti, pagamenti, etc.., nella vigilanza e in controlli di vario genere (dei mercati, del verde pubblico, degli impianti sportivi, dell'Asl, del cimitero). I requisiti e le condizioni di partecipazione sono i seguenti: residenza in Carignano; età compresa tra i 55 e i 75 anni; idoneità fisica accertata dal medico di base dell'Asl; condizione di pensionato; autocertificazione attestante l'assenza di condanne o carichi penali pendenti. Ai partecipanti verrà riconosciuto un sussidio economico di 180 euro lordi al mese. I richiedenti devono presentare la domanda di partecipazione al bando disponibile all'Ufficio Servizi Sociali del Comune nel periodo compreso tra il 17 febbraio e il 4 marzo. Nel caso in cui le domande dovessero superare il numero di posti disponibili si procederà alla formazione di una graduatoria sulla base del reddito Isee, privilegiando le situazioni economiche più disagiate. Per ulteriori informazioni: Ufficio Servizi Sociali (piano terreno del Municipio di Carignano, via Frichieri 13)), tel. 011.9698421. ◆

Cani smarriti a Brillante Smarriti a Carignano, frazione Brillante, due meticci, un maschio e una femmina, incroci di pastore tedesco di taglia medio-grande. In caso di ritrovamento telefonare al numero 331.3530022 Ricompensa.


16 Febbraio 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Una mattina davanti al supermercato Il “Bobbio” con insegnanti e allievi al Giorno Nazionale della Colletta Alimentare Come ogni anno, dal 1997, viene organizzato il il Giorno Nazionale della Colletta Alimentare in tutta Italia, per aiutare tutte quelle famiglie meno fortunate di noi. Quest'anno si è tenuto il 27 novembre! Nonostante fosse un sabato, eravamo in molti dell'Istituto Alberghiero “Norberto Bobbio”, tutti impegnati a coinvolgere i cittadini di Carignano a comprare del cibo non deperibile da donare al banco alimentare.

Ovviamente, oltre a noi, in tutta Italia ci sono stati centomila volontari che hanno dedicato parte del loro tempo

Il Liceo partecipa alle Olimpiadi di Lingue Tre studentesse dell’Istituto in gara a Urbino Il Liceo “Norberto Bobbio” di Carignano partecipa alle Olimpiadi delle Lingue che si terranno presso la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università “Carlo Bo” di Urbino. Si tratta della prima edizione e coinvolge cinque lingue: inglese, francese, tedesco, spagnolo e italiano per stranieri. Con questa importante iniziativa, la prima a livello nazionale, si vuole sottolineare il valore delle lingue nella nostra società, sempre più multietnica e globale. “Le prime venti Scuole iscritte hanno diritto a parteciparvi con un rappresentate per ogni lingua. Il nostro Liceo si è prenotato per tempo ed è quindi riuscito ad inserirsi tra i primi venti Istituti per le lingue tedesco, spagnolo ed italiano per stranieri. I requisiti minimi richiesti erano due: la frequenza dell’ultimo anno di liceo, e non avere un genitore madre lingua nella materia in cui s’intende competere”, ha spiegato la professoressa Silvia Diegoli, responsabile del dipartimento di lingue dell’Istituto carignanese. Il 24 novembre scorso si sono tenute le selezioni interne e gli studenti che si sono presentati hanno sostenuto una prova di comprensione del testo e di grammatica della lingua scelta. Martina Cuttonaro per la lingua tedesca, Eleonora Nappa per lo spagnolo ed Oana Mihaela Dumitrache per italiano per stranieri sono risultate le tre vincitrici aggiudicandosi così l’onore di rappresentare il Liceo “Bobbio”. Esse saranno ospitate nel collegio universitario di Urbino per i due giorni di prove: nel pomeriggio di venerdì 11 febbraio sosterranno le semifinali e se raggiungeranno il punteggio di 80/100 saranno ammesse alle finali che si terranno il giorno successivo e che prevedono la composizione di un testo scritto in lingua da svolgere in tre ore di tempo. Alla fine delle due giornate di prove si terrà la premiazione: il primo classificato potrà usufruire dell’esenzione dalle tasse universitarie del primo anno per uno dei corsi di laurea proposti dall’Università di Urbino; il secondo ed il terzo avranno, invece, un’attestazione di merito. Il dirigente scolastico Franco Zanet nell’augurare il suo “in bocca al lupo” alle partecipanti, ha commentato: “Il nostro Istituto è attivo nelle iniziative che concernono tutti gli indirizzi presenti e in questa occasione vuole confermare il sempre maggiore dinamismo della sezione linguistica. E’ per noi motivo di orgoglio vedere come i nostri studenti sappiano farsi valere in ogni occasione in cui c’è da dimostrare grinta e preparazione, dalle olimpiadi delle varie discipline fino ai test d’ingresso alle facoltà universitarie”. ❚

di GENERO DAVIDE

alla realizzazione e svolgimento di questa giornata, e cinque milioni gli italiani che hanno acquistato cibo per chi non può farlo. Inizialmente ci siamo proposti in tanti per guadagnare il credito e, invece, alla fine, ci siamo divertiti un sacco insieme a giovani scout e ad alpini simpaticissimi! Molto probabilmente saremmo stati noi i primi a non ascoltare il perché di quella giornata, a non comprare anche solo un pacchetto di pasta, ma siamo stati i primi ad arrabbiarci se le persone ci "scavalcavano" senza nemmeno aver ascoltato una parola di ciò che avevamo da dire. Per fortuna c'è gente che, nonostante l'apparenza da "tirchia", ha dato molto per il banco alimentare, chi con semplici, ma utili, pacchi di riso, chi con varie bottiglie di olio e chi con omogenizzati, insomma, tutto ciò che può essere indispensabile per il mantenimento di una famiglia. In attesa del prossimo banco alimentare, ringraziamo a nome di tutte le famiglie che abbiamo aiutato i seguenti allievi: della Terza C Andrea Barbera, Mary Hellen Fiorenti, Teresa Allasia Ema, Giulia Maiolo, Serena Barone, Vanessa Anselmo, Ambra Azzolin, Andrea Politanò, Letizia Ghirardo; della Terza B Antonia Ronco, Jessica Cipolla, Carlo Caporusso e i professori Pietro Gallia Pietro e Stefania Chiarulli. “Condividere i bisogni, per condividere il senso della vita!”. ❚ Proff. Stefania Chiarulli, Pietro Gallia e l'allieva Letizia Ghirardo

Notizie dalla BIBLIOTECA CIVICA - Si è tenuto sabato 29 gennaio dalle ore 10.30 alle 11.30 circa il primo di quattro appuntamenti organizzati dalla Biblioteca Civica per i giovani lettori: un’ora di letture, animate da volontari formatisi con il corso tenuto da Alessandra Odarda un paio di anni fa. I bambini intervenuti sono stati numerosissimi e… molto vivaci ma, come sempre accade quando si legge un libro ai bambini, sono ammutoliti nel seguire i passaggi cruciali delle differenti storie e nell’osservare gli espedienti che le lettrici hanno utilizzato per focalizzare maggiormente la loro attenzione e permetterne la comprensione anche ai più piccini. Non mancate ai prossimi tre appuntamenti che si terranno nei seguenti sabati: 19 febbraio, 26 marzo e 16 aprile. Ogni volta con lettori diversi ma ugualmente appassionati alla lettura! - La Biblioteca Civica si trova in Municipio (via Frichieri, 13; secondo piano).

Franciscono espone al Circolo Mostra “Pause nel tempo” fino al 28 febbraio Carignano. Inaugurata il 3 febbraio scorso nei locali dell'Associazione culturale Il Circolo (via Vittorio Veneto 11), è aperta al pubblico la mostra “Pause nel Tempo”, rassegna pittorica del giovane artista carignanese Enrico Franciscono. L'esposizione sarà visitabile fino 28 febbraio nei seguenti orari: giovedì e venerdì dalle ore 20.30 alle ore 24; sabato e domenica dalle ore 18 alle ore 24. Per informazioni: tel. 338.7101058. ◆

Per le inserzioni pubblicitarie su

“da Carignano Ieri, Oggi, Domani” telefonate al 339.7292300

Tendaggi e Tessuti d’arredo Confezione e posa in opera Tende da sole Tappeti e moquettes Rifacimento divani Biancheria per la casa

Via Silvio Pellico, 28/A - 10041 CARIGNANO (TO) - Tel. e Fax 011/9697738 - 335.5416408

Esclusivista

Notizie dall’Istituto di Istruzione Superiore“Norberto Bobbio” di Carignano

MISSONI

Febbraio 2011 13

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Cinque carri allegorici per il Carnevale 2011 Le strade e le piazze di Carignano invase da musica, colori, maschere e risate

Carignano. Capannoni gremiti o quasi di lavoratori, a pochi giorni dall’inizio del Carnevale di Carignano edizione 2011. L'attesa è crescente e tutti i giovani si apprestano a scendere in strada per le sfilate. Da domenica 27 febbraio Carignano sarà invasa dalla gioia carnevalesca, con la partecipazione sui carri allegorici e nelle piazze di tanti bambini e ragazzi di ogni età già impegnati in questi mesi nella costruzione dei carri in ferro e cartapesta. E' un'dizione straordinaria, quella in partenza, per almeno un paio di novità rilevanti. In primo luogo la nascita di due nuovi gruppi; ne abbiamo già parlato ampiamente nei numeri scorsi, ma la notizia merita un risalto particolare perché, in un periodo di forte difficoltà economica e crisi profonda delle tradizioni, la ventata di nuovo portata da queste neonate realtà regala speranza di mantenere viva una delle manifestazioni più amate dai Carignanesi. I due gruppi in questione sono il Borgo dei Giovani, che sta lavorando alla creazione di tanti colorati barbapapà per il tema “Barbaband” e il Borgo Fuori Mura, nella scatenata ri-

proposizione del clima psichedelico dello “Studio 54”. Gli altri borghi in gara sono il Borgo Piazza, con uno dei cartoni animati più amati e conosciuto, ovvero “Madagascar,” i ragazzacci del Borgo Torre che sono alle prese con un mastodontico “Paese dei Balocchi” e i ragazzi del Borgo dei Matti, alla ricerca dell'atmosfera meravigliosa di “Alice in Wonderland”.

Altra novità interessante è la riproposizione dei giochi dei carri, che si terrà presso la Nuova Lucciola martedì 1 marzo, serata durante la quale i carnevalanti dei vari borghi si sfideranno in goliardici giochi di abilità. Le sfilate a Carignano sono previste per domenica 27 febbraio, sabato 5 marzo in notturna, domenica 6 marzo e martedì 8 marzo con le premiazioni. Per quanto riguarda le sfilate esterne molto dipende dai vari gruppi mascherati: tutti parteciperanno alla classica chiusura di Villastellone il 27 marzo e alla nuova sfilata di Orbassano del pomeriggio di sabato 5 marzo, poi le varie di Moncalieri, Giaveno o Osasio in base ai carri. Tutte le manifestazioni di contorno al Carnevale di Carignano si terranno secondo il programma, presso la società la Nuova Lucciola in regione Garavella. ◆ Daniele Bosio

La vera festa si vive in maschera Carignano attende il Carnevale e il Carnevale attende i Carignanesi. Mancano pochi giorni e poi per tutti i cittadini questa discussa e amata/odiata manifestazione avrà inizio e, come sempre, si formeranno in strada cortei di maschere, carri, carretti, bambini e musica nel clima di divertimento e spensieratezza che sono alla base dell’evento. Come sempre i Capicarro, l’Amministrazione comunale, associazioni, volontari e Forze dell’Ordine stanno lavorando e lavoreranno durante le sfilate per renderla piacevole e godibile per tutti, anche da un punto di vista dell’immagine e della fruibilità dei più piccoli e delle famiglie. A tal proposito, sarebbe oppor-

La festa è ai nastri di partenza Carignano. La festa è al via. Carignano sta per entrare nel vortice del Carnevale: il programma degli appuntamenti è ricco e occupa un periodo di dieci giorni, da sabato 26 febbraio a martedì 8 marzo. Messo a punto dal Comune-Assessorato alle Manifestazioni e dal Comitato Manifestazioni, ha coinvolto nell'organizzazione l'Ucap-Unione Commercianti, Artigiani e Professionisti di Carignano, l'Associazione Carabinieri in Congedo, l'Associazione Nazionale Alpini - Sezione di Carignano, il Gruppo Ausiliari di Vigilanza, la Protezione Civile - Gruppo comunale di Carignano, la Croce Rosaa Italiana - Sezione di Carignano. Durante le sfilate dei carri allegorici sarà in funzione, in piazza San Giovanni Bosco, un punto di ristoro e di distribuzione di vin brulé a cura del Comitato Manifestazioni e del Gruppo Alpini di Carignano. Sarà visitabile, nella sala mostre della Biblioteca Civica (secondo piano del Municipio, via Frichieri 13), la mostra fotografica “Castellane, Siniscalchi e...”. Per informazioni: tel. 011.9698481. La popolazione è invitata ad esporre le bandiere dei borghi di appartenenza. ◆

tuno evitare che le persone “in borghese” figurino nel mezzo delle sfilate, presenze che spesso, oltre a non incarnare lo spirito del Carnevale, creano problemi a chi per mesi si è scontrato con freddo e fatica per portare in scena i carri. Non solo i carne valenti dei Borghi patiscono questa situazione che si protrae da tempo, ma gli stessi spettatori che non possono godere appieno dello spettacolo dei costumi dei ragazzi partecipanti alle sfilate e delle coreografie. Tutto è comprensibile: la mancanza di denaro per l’iscrizione, la difficoltà di avvicinarsi ad un gruppo piuttosto che ad un altro, la pigrizia... ma iscriversi e sfilare in maniera attiva al Carnevale crea partecipazione e forte senso di appartenenza e, oltre al divertimento personale, contribuisce a regalare una visione del Carnevale a tutto tondo e a beneficio di tutti, di chi partecipa da protagonista e di chi si gode lo spettacolo; per questo, se si vuole fare sopravvivere questo evento carignanese è necessario che i ragazzi siano i primi ad iscriversi e sfilare con uno dei vari borghi: sono cinque e c’è ampia scelta di argomenti, costumi e persone. Il vero Carnevale si fa in maschera, sopra i carri, si fa con un sorriso il lunedì del Benefico, si nutre e cresce di sfottò e rivalità,.viverlo appieno è differente ed è un peccato perdersi tale opportunità. ◆

Il Carnevale impazza a Carignano Il programma da sabato 26 febbraio a martedì 8 marzo • Sabato 26 febbraio Presentazione della Castellana e del Gran Siniscalco e inaugurazione nel Teatro Comunale (via Frichieri 13).. Ricevimento nel foyer del Teatro a cura dell'Istituto Alberghiero di Carignano. Ore 17.30. • Domenica 27 febbraio Gran corso mascherato con la partecipazione della Castellana e del Gran Siniscalco, del Gruppo Miraflores, di carri, gruppi, maschere e animatori di strada. Aprirà la sfilata la banda musicale “Antonio Vivaldi” di Candiolo, con le majorettes. Percorso della sfilata: Quadronda, piazza Carlo Alberto, via Salotto, via Principe di Carignano, via Valdocco, piazza Carlo Alberto, Quadronda. Ore 14.30. • Martedì 1 marzo - Pranzo di Carnevale per la Terza Età; a seguire ballo liscio don Jerry Maggiore. Società La Nuova Lucciola (via Villastellone). Iscrizioni per il pranzo (15 euro): Ufficio Accoglienza Turistica, Municipio (via Frichieri 13, piano terra; tel. 334.6885244). Ore 12.30. - Giochi dei Carri. Società La Nuova Lucciola (via Villastellone). Ore 21.30. • Mercoledì 2 marzo Grande Cena di Carnevale e serata musicale con l'orchestra Mambo Jambo alla Società La Nuova Lucciola (via Villastellone). A cura dell'Ucap in collaborazione con le macellerie Bonella, Gili, Fratelli Gnani e Giovannini. Menu: peperoni con bagna cauda, insalata russa, gran bollito, tortellini in brodo, bugie, vino, acqua. Costo della cena: 15 euro (bambini fino a 12 anni 10 euro). Prenotazioni: Sagittario Calzature, corso Cesare Battisti 22 (tel. 011.9690741); Liste Nozze Giacobina, piazza Carlo Alberto 58 (tel. 011.9697323); Articoli per animali Pedigree, via Savoia 1 (tel. 011.9697284). Ore 20. • Giovedì 3 marzo Concerto della Filarmonica Candiolese “Antonio Vivaldi”. Teatro comunale (via Frichieri). Ingresso libero. Ore 21. • Venerdì 4 marzo Mangialonga e ballo liscio con il gruppo musicale I Pittori del Sole, serata gastronomico-musicale a cura del Comitato Manifestazioni e del Gruppo Alpini di Carignano alla Società La Nuova Lucciola (via Villastellone). Costo cena e ballo: 10 euro. Prenotazioni: Ufficio Accoglienza Turistica, Municipio (via Frichieri 13, piano terra; tel. 334.6885244). Durante la serata estrazione dei premi della sottoscrizione a favore dei Vigili del Fuoco della Sezione di Carignano. Ore 19.30. • Sabato 5 marzo - Carnevale Bimbi. Pizza, dolci, bibite e divertimento assicurato per tutti con il gruppo onlus La Mole del Sorriso alla Società La Nuova Lucciola (via Villastellone). Dalle ore 16.30 esibizione di ballo bimbi a cura della palestra New Master Sport. Ingresso libero. Ore 14.30. - Serenata alla Castellana con la partecipazione della Corale Carignanese. Piazza Liberazione. Ore 20. - Gran corso mascherato in notturna. Percorso della sfilata: Quadronda, piazza Carlo Alberto, via Umberto I, corso Cesare Battisti, via Valdocco. Ore 20.45. - Veglionissimo di Carnevale e premiazione delle maschere più belle. Musica a 360 gradi con DJ alla Società La Nuova Lucciola (via Villastellone). Ingresso 10 euro. Preferibilmente in maschera. Ore 23. • Domenica 6 marzo Gran corso mascherato con la partecipazione della Castellana e del Gran Siniscalco, del Gruppo Miraflores, di carri, gruppi, maschere. Aprirà la sfilata la banda musicale di Vigone, con le majorettes. Percorso della sfilata: via Salotto piazza Carlo Alberto, Quadronda, via Umberto I, corso Cesare Battisti (angolo via Valdocco), via Umberto I,, piazza Carlo Alberto, Quadronda. Ore 14.30. • Lunedì 7 marzo - Carnevale Benefico con la partecipazione di Castellana, Gran Siniscalco e maschere dei carri negli Istituti “Faccio Frichieri” e “Cronici Quaranta”; musica di Jerry Maggiore. Ore 14.30. - Serata di moda e bellezza con elezione di Miss e Mister Carignano 2011 alla Società La Nuova Lucciola. Presenta Andrea De Marchi; serata a cura di Union Model. Ingresso libero. Ore 21. • Martedì 8 marzo - Gran corso mascherato con la partecipazione della Castellana e del Gran Siniscalco, di carri, gruppi, maschere e Le Ragazze della Ginnastica Ritmica della Polisportiva di Carignano. Percorso della sfilata: Quadronda, piazza Carlo Alberto, via Umberto I, corso Cesare Battisti, piazza Carlo Alberto. Ore 14. - Classifica della gara dei carri allegorici. Piazza Carlo Alberto. Ore 16.30. - Premiazione dei carri, dei carretti e delle maschere alla Società La Nuova Lucciola (via Villastellone). Ingresso libero. Ore 21. ◆


“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani” w w w. u c a p c a r i g n a n o. c o m

Il Carnevale di Luca e Federica sta per cominciare

UCAP

La Castellana e il Gran Siniscalco edizione 2011 sono pronti

Carignano. Una coppia giovane e frizzante, l’ideale per rappresentare pienamente una manifestazione allegra e ricca di brio, stiamo parlando dei reggenti del Carnevale di Carignano edizione 2011, ovvero la nuova Castellana, la ventenne Federica Piovano e il Gran Siniscalco, il ventiduenne Luca Beltrando. Entrambi carignanesi e carnevalanti fin da bambini, sono giunti a questa esperienza da maschere storiche inaspettatamente, come ci conferma Federica: “La proposta è arrivata dall’assessore Miranda Feraudo in un

primo tempo a mia madre che, entusiasta, mi ha subito girato l’idea. Inizialmente non sapevo cosa rispondere, ma nell'arco di una giornata mi ero già convinta”. Sarà un'esperienza tutta nuova, un Carnevale senz'altro differente rispetto a quelli passati, ai quali avevano partecipato sfilando con il gruppo del Borgo dei Matti. Racconta Luca: “Sarà diverso non fare parte di un gruppo, di un carro, avremo molti occhi addosso ma credo sarà interessante e divertente”. La Castellana aggiunge una nota romantica: “Il 7 febbraio dell'anno scoerso, in occasione della prima sfilata, abbiamo iniziato a frequentarci; arrivare a rappresentare insieme le maschere del Carnevale è il coronamento di un anno e una

motivazione in più per avere accettato questo ruolo”. Fondamentali saranno come sempre i costumi della coppia: Luca userà la variante del pantalone, mantenendo i colori classici della città, Federica utilizzerà un abito lungo con una forte base di rosso; entrambi i capi verranno confezionati dalla madre del neo Gran Siniscalco, a confermare l'adesione e il coinvolgimento di tutta la famiglia in questa esperienza, nonostante il velo di tristezza per la scomparsa del nonno di Luca nei primi giorni di febbraio. Per i due ragazzi si prospetta un’agenda ricca di impegni: sono già fissate le partecipazioni a Torino e Carmagnola e, soprattutto, c'è il fitto calendario dal 27 febbraio all’8 di marzo a Carignano, dove parteciperanno alle sfilate, sulla classica car-

UNIONE COMMERCIANTI ARTIGIANI PROFESSIONISTI ED ESERCENTI ATTIVITÀ IN CARIGNANO

w w w. u c a p c a r i g n a n o. c o m

in collaborazione con le Macellerie: Bonella, Gili, F.lli Gnani e Giovannini organizza la rozza, al Carnevale dei bambini, al Carnevale benefico e alle varie serate presso la Nuova Lucciola. Una serata di relax, confusi tra la folla, sarà quella di sabato 5 marzo, dopo la tradizionale serenata, che si terrà sotto il terrazzo che si affaccia su piazza della Liberazione: Luca e Federica saranno infatti liberi di sfilare in mezzo ai carri e, a quanto promette il Siniscalco, “con un abbigliamento a sorpresa”. Come ogni maschera storica, Luca e Federica saranno al centro dell’attenzione di carnevalanti e curiosi, avendo l’onore e l’onere di rappresentare un Carnevale di svolta, con cinque carri e le prove per il

rilancio. Proprio su questo si sofferma ancora la Castellana: “Non amo vedere gruppi di ragazzi in borghese che tendono ad amalgamarsi con i gruppi mascherati, spererei che anche chi non partecipa iscrivendosi ad uno dei carri colori la manifestazione con maschere e costumi; vorrei che questa edizione rappresentasse un vero rilancio, anche in termini numerici, per le sfilate”. Ora non resta che aspettarli alla presentazione che avverrà sabato 26 febbraio, in concomitanza con l’inaugurazione del nuovo teatro comunale, al piano terreno del Municipio. Poi il Carnevale 2011 sarà ufficialmente aperto. ◆ Daniele Bosio

G

carnevale 2011

14 Febbraio 2011

e n C a e d i d C n a a r nevale r presso La Boccio fila “N u

ova L ucciola”

uda a C gna a B on c i n sa ro s e u p e R P a t a l a Ins llito o B Gran odo r b in i n i l l e Tort Bugie Vino a Acqu Adulti € 15,00 a serat icale a l e t s Duranmento mu teni con intrat

Per informazioni e prenotazioni, entro il 26 Febbraio 2011

Bambini fino a 10 Anni € 10,00

Sagittario Calzature, Corso Cesare Battisti, 22 - Tel. 011/9690741 Liste Nozze Giacobina, Piazza Carlo Alberto, 58 - Tel. 011/9697323 Articoli per animali - Pedigree, Via Savoia 1 - Tel. 011/9697284


“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani” w w w. u c a p c a r i g n a n o. c o m

Il Carnevale di Luca e Federica sta per cominciare

UCAP

La Castellana e il Gran Siniscalco edizione 2011 sono pronti

Carignano. Una coppia giovane e frizzante, l’ideale per rappresentare pienamente una manifestazione allegra e ricca di brio, stiamo parlando dei reggenti del Carnevale di Carignano edizione 2011, ovvero la nuova Castellana, la ventenne Federica Piovano e il Gran Siniscalco, il ventiduenne Luca Beltrando. Entrambi carignanesi e carnevalanti fin da bambini, sono giunti a questa esperienza da maschere storiche inaspettatamente, come ci conferma Federica: “La proposta è arrivata dall’assessore Miranda Feraudo in un

primo tempo a mia madre che, entusiasta, mi ha subito girato l’idea. Inizialmente non sapevo cosa rispondere, ma nell'arco di una giornata mi ero già convinta”. Sarà un'esperienza tutta nuova, un Carnevale senz'altro differente rispetto a quelli passati, ai quali avevano partecipato sfilando con il gruppo del Borgo dei Matti. Racconta Luca: “Sarà diverso non fare parte di un gruppo, di un carro, avremo molti occhi addosso ma credo sarà interessante e divertente”. La Castellana aggiunge una nota romantica: “Il 7 febbraio dell'anno scoerso, in occasione della prima sfilata, abbiamo iniziato a frequentarci; arrivare a rappresentare insieme le maschere del Carnevale è il coronamento di un anno e una

motivazione in più per avere accettato questo ruolo”. Fondamentali saranno come sempre i costumi della coppia: Luca userà la variante del pantalone, mantenendo i colori classici della città, Federica utilizzerà un abito lungo con una forte base di rosso; entrambi i capi verranno confezionati dalla madre del neo Gran Siniscalco, a confermare l'adesione e il coinvolgimento di tutta la famiglia in questa esperienza, nonostante il velo di tristezza per la scomparsa del nonno di Luca nei primi giorni di febbraio. Per i due ragazzi si prospetta un’agenda ricca di impegni: sono già fissate le partecipazioni a Torino e Carmagnola e, soprattutto, c'è il fitto calendario dal 27 febbraio all’8 di marzo a Carignano, dove parteciperanno alle sfilate, sulla classica car-

UNIONE COMMERCIANTI ARTIGIANI PROFESSIONISTI ED ESERCENTI ATTIVITÀ IN CARIGNANO

w w w. u c a p c a r i g n a n o. c o m

in collaborazione con le Macellerie: Bonella, Gili, F.lli Gnani e Giovannini organizza la rozza, al Carnevale dei bambini, al Carnevale benefico e alle varie serate presso la Nuova Lucciola. Una serata di relax, confusi tra la folla, sarà quella di sabato 5 marzo, dopo la tradizionale serenata, che si terrà sotto il terrazzo che si affaccia su piazza della Liberazione: Luca e Federica saranno infatti liberi di sfilare in mezzo ai carri e, a quanto promette il Siniscalco, “con un abbigliamento a sorpresa”. Come ogni maschera storica, Luca e Federica saranno al centro dell’attenzione di carnevalanti e curiosi, avendo l’onore e l’onere di rappresentare un Carnevale di svolta, con cinque carri e le prove per il

rilancio. Proprio su questo si sofferma ancora la Castellana: “Non amo vedere gruppi di ragazzi in borghese che tendono ad amalgamarsi con i gruppi mascherati, spererei che anche chi non partecipa iscrivendosi ad uno dei carri colori la manifestazione con maschere e costumi; vorrei che questa edizione rappresentasse un vero rilancio, anche in termini numerici, per le sfilate”. Ora non resta che aspettarli alla presentazione che avverrà sabato 26 febbraio, in concomitanza con l’inaugurazione del nuovo teatro comunale, al piano terreno del Municipio. Poi il Carnevale 2011 sarà ufficialmente aperto. ◆ Daniele Bosio

G

carnevale 2011

14 Febbraio 2011

e n C a e d i d C n a a r nevale r presso La Boccio fila “N u

ova L ucciola”

uda a C gna a B on c i n sa ro s e u p e R P a t a l a Ins llito o B Gran odo r b in i n i l l e Tort Bugie Vino a Acqu Adulti € 15,00 a serat icale a l e t s Duranmento mu teni con intrat

Per informazioni e prenotazioni, entro il 26 Febbraio 2011

Bambini fino a 10 Anni € 10,00

Sagittario Calzature, Corso Cesare Battisti, 22 - Tel. 011/9690741 Liste Nozze Giacobina, Piazza Carlo Alberto, 58 - Tel. 011/9697323 Articoli per animali - Pedigree, Via Savoia 1 - Tel. 011/9697284


16 Febbraio 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Una mattina davanti al supermercato Il “Bobbio” con insegnanti e allievi al Giorno Nazionale della Colletta Alimentare Come ogni anno, dal 1997, viene organizzato il il Giorno Nazionale della Colletta Alimentare in tutta Italia, per aiutare tutte quelle famiglie meno fortunate di noi. Quest'anno si è tenuto il 27 novembre! Nonostante fosse un sabato, eravamo in molti dell'Istituto Alberghiero “Norberto Bobbio”, tutti impegnati a coinvolgere i cittadini di Carignano a comprare del cibo non deperibile da donare al banco alimentare.

Ovviamente, oltre a noi, in tutta Italia ci sono stati centomila volontari che hanno dedicato parte del loro tempo

Il Liceo partecipa alle Olimpiadi di Lingue Tre studentesse dell’Istituto in gara a Urbino Il Liceo “Norberto Bobbio” di Carignano partecipa alle Olimpiadi delle Lingue che si terranno presso la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università “Carlo Bo” di Urbino. Si tratta della prima edizione e coinvolge cinque lingue: inglese, francese, tedesco, spagnolo e italiano per stranieri. Con questa importante iniziativa, la prima a livello nazionale, si vuole sottolineare il valore delle lingue nella nostra società, sempre più multietnica e globale. “Le prime venti Scuole iscritte hanno diritto a parteciparvi con un rappresentate per ogni lingua. Il nostro Liceo si è prenotato per tempo ed è quindi riuscito ad inserirsi tra i primi venti Istituti per le lingue tedesco, spagnolo ed italiano per stranieri. I requisiti minimi richiesti erano due: la frequenza dell’ultimo anno di liceo, e non avere un genitore madre lingua nella materia in cui s’intende competere”, ha spiegato la professoressa Silvia Diegoli, responsabile del dipartimento di lingue dell’Istituto carignanese. Il 24 novembre scorso si sono tenute le selezioni interne e gli studenti che si sono presentati hanno sostenuto una prova di comprensione del testo e di grammatica della lingua scelta. Martina Cuttonaro per la lingua tedesca, Eleonora Nappa per lo spagnolo ed Oana Mihaela Dumitrache per italiano per stranieri sono risultate le tre vincitrici aggiudicandosi così l’onore di rappresentare il Liceo “Bobbio”. Esse saranno ospitate nel collegio universitario di Urbino per i due giorni di prove: nel pomeriggio di venerdì 11 febbraio sosterranno le semifinali e se raggiungeranno il punteggio di 80/100 saranno ammesse alle finali che si terranno il giorno successivo e che prevedono la composizione di un testo scritto in lingua da svolgere in tre ore di tempo. Alla fine delle due giornate di prove si terrà la premiazione: il primo classificato potrà usufruire dell’esenzione dalle tasse universitarie del primo anno per uno dei corsi di laurea proposti dall’Università di Urbino; il secondo ed il terzo avranno, invece, un’attestazione di merito. Il dirigente scolastico Franco Zanet nell’augurare il suo “in bocca al lupo” alle partecipanti, ha commentato: “Il nostro Istituto è attivo nelle iniziative che concernono tutti gli indirizzi presenti e in questa occasione vuole confermare il sempre maggiore dinamismo della sezione linguistica. E’ per noi motivo di orgoglio vedere come i nostri studenti sappiano farsi valere in ogni occasione in cui c’è da dimostrare grinta e preparazione, dalle olimpiadi delle varie discipline fino ai test d’ingresso alle facoltà universitarie”. ❚

di GENERO DAVIDE

alla realizzazione e svolgimento di questa giornata, e cinque milioni gli italiani che hanno acquistato cibo per chi non può farlo. Inizialmente ci siamo proposti in tanti per guadagnare il credito e, invece, alla fine, ci siamo divertiti un sacco insieme a giovani scout e ad alpini simpaticissimi! Molto probabilmente saremmo stati noi i primi a non ascoltare il perché di quella giornata, a non comprare anche solo un pacchetto di pasta, ma siamo stati i primi ad arrabbiarci se le persone ci "scavalcavano" senza nemmeno aver ascoltato una parola di ciò che avevamo da dire. Per fortuna c'è gente che, nonostante l'apparenza da "tirchia", ha dato molto per il banco alimentare, chi con semplici, ma utili, pacchi di riso, chi con varie bottiglie di olio e chi con omogenizzati, insomma, tutto ciò che può essere indispensabile per il mantenimento di una famiglia. In attesa del prossimo banco alimentare, ringraziamo a nome di tutte le famiglie che abbiamo aiutato i seguenti allievi: della Terza C Andrea Barbera, Mary Hellen Fiorenti, Teresa Allasia Ema, Giulia Maiolo, Serena Barone, Vanessa Anselmo, Ambra Azzolin, Andrea Politanò, Letizia Ghirardo; della Terza B Antonia Ronco, Jessica Cipolla, Carlo Caporusso e i professori Pietro Gallia Pietro e Stefania Chiarulli. “Condividere i bisogni, per condividere il senso della vita!”. ❚ Proff. Stefania Chiarulli, Pietro Gallia e l'allieva Letizia Ghirardo

Notizie dalla BIBLIOTECA CIVICA - Si è tenuto sabato 29 gennaio dalle ore 10.30 alle 11.30 circa il primo di quattro appuntamenti organizzati dalla Biblioteca Civica per i giovani lettori: un’ora di letture, animate da volontari formatisi con il corso tenuto da Alessandra Odarda un paio di anni fa. I bambini intervenuti sono stati numerosissimi e… molto vivaci ma, come sempre accade quando si legge un libro ai bambini, sono ammutoliti nel seguire i passaggi cruciali delle differenti storie e nell’osservare gli espedienti che le lettrici hanno utilizzato per focalizzare maggiormente la loro attenzione e permetterne la comprensione anche ai più piccini. Non mancate ai prossimi tre appuntamenti che si terranno nei seguenti sabati: 19 febbraio, 26 marzo e 16 aprile. Ogni volta con lettori diversi ma ugualmente appassionati alla lettura! - La Biblioteca Civica si trova in Municipio (via Frichieri, 13; secondo piano).

Franciscono espone al Circolo Mostra “Pause nel tempo” fino al 28 febbraio Carignano. Inaugurata il 3 febbraio scorso nei locali dell'Associazione culturale Il Circolo (via Vittorio Veneto 11), è aperta al pubblico la mostra “Pause nel Tempo”, rassegna pittorica del giovane artista carignanese Enrico Franciscono. L'esposizione sarà visitabile fino 28 febbraio nei seguenti orari: giovedì e venerdì dalle ore 20.30 alle ore 24; sabato e domenica dalle ore 18 alle ore 24. Per informazioni: tel. 338.7101058. ◆

Per le inserzioni pubblicitarie su

“da Carignano Ieri, Oggi, Domani” telefonate al 339.7292300

Tendaggi e Tessuti d’arredo Confezione e posa in opera Tende da sole Tappeti e moquettes Rifacimento divani Biancheria per la casa

Via Silvio Pellico, 28/A - 10041 CARIGNANO (TO) - Tel. e Fax 011/9697738 - 335.5416408

Esclusivista

Notizie dall’Istituto di Istruzione Superiore“Norberto Bobbio” di Carignano

MISSONI

Febbraio 2011 13

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Cinque carri allegorici per il Carnevale 2011 Le strade e le piazze di Carignano invase da musica, colori, maschere e risate

Carignano. Capannoni gremiti o quasi di lavoratori, a pochi giorni dall’inizio del Carnevale di Carignano edizione 2011. L'attesa è crescente e tutti i giovani si apprestano a scendere in strada per le sfilate. Da domenica 27 febbraio Carignano sarà invasa dalla gioia carnevalesca, con la partecipazione sui carri allegorici e nelle piazze di tanti bambini e ragazzi di ogni età già impegnati in questi mesi nella costruzione dei carri in ferro e cartapesta. E' un'dizione straordinaria, quella in partenza, per almeno un paio di novità rilevanti. In primo luogo la nascita di due nuovi gruppi; ne abbiamo già parlato ampiamente nei numeri scorsi, ma la notizia merita un risalto particolare perché, in un periodo di forte difficoltà economica e crisi profonda delle tradizioni, la ventata di nuovo portata da queste neonate realtà regala speranza di mantenere viva una delle manifestazioni più amate dai Carignanesi. I due gruppi in questione sono il Borgo dei Giovani, che sta lavorando alla creazione di tanti colorati barbapapà per il tema “Barbaband” e il Borgo Fuori Mura, nella scatenata ri-

proposizione del clima psichedelico dello “Studio 54”. Gli altri borghi in gara sono il Borgo Piazza, con uno dei cartoni animati più amati e conosciuto, ovvero “Madagascar,” i ragazzacci del Borgo Torre che sono alle prese con un mastodontico “Paese dei Balocchi” e i ragazzi del Borgo dei Matti, alla ricerca dell'atmosfera meravigliosa di “Alice in Wonderland”.

Altra novità interessante è la riproposizione dei giochi dei carri, che si terrà presso la Nuova Lucciola martedì 1 marzo, serata durante la quale i carnevalanti dei vari borghi si sfideranno in goliardici giochi di abilità. Le sfilate a Carignano sono previste per domenica 27 febbraio, sabato 5 marzo in notturna, domenica 6 marzo e martedì 8 marzo con le premiazioni. Per quanto riguarda le sfilate esterne molto dipende dai vari gruppi mascherati: tutti parteciperanno alla classica chiusura di Villastellone il 27 marzo e alla nuova sfilata di Orbassano del pomeriggio di sabato 5 marzo, poi le varie di Moncalieri, Giaveno o Osasio in base ai carri. Tutte le manifestazioni di contorno al Carnevale di Carignano si terranno secondo il programma, presso la società la Nuova Lucciola in regione Garavella. ◆ Daniele Bosio

La vera festa si vive in maschera Carignano attende il Carnevale e il Carnevale attende i Carignanesi. Mancano pochi giorni e poi per tutti i cittadini questa discussa e amata/odiata manifestazione avrà inizio e, come sempre, si formeranno in strada cortei di maschere, carri, carretti, bambini e musica nel clima di divertimento e spensieratezza che sono alla base dell’evento. Come sempre i Capicarro, l’Amministrazione comunale, associazioni, volontari e Forze dell’Ordine stanno lavorando e lavoreranno durante le sfilate per renderla piacevole e godibile per tutti, anche da un punto di vista dell’immagine e della fruibilità dei più piccoli e delle famiglie. A tal proposito, sarebbe oppor-

La festa è ai nastri di partenza Carignano. La festa è al via. Carignano sta per entrare nel vortice del Carnevale: il programma degli appuntamenti è ricco e occupa un periodo di dieci giorni, da sabato 26 febbraio a martedì 8 marzo. Messo a punto dal Comune-Assessorato alle Manifestazioni e dal Comitato Manifestazioni, ha coinvolto nell'organizzazione l'Ucap-Unione Commercianti, Artigiani e Professionisti di Carignano, l'Associazione Carabinieri in Congedo, l'Associazione Nazionale Alpini - Sezione di Carignano, il Gruppo Ausiliari di Vigilanza, la Protezione Civile - Gruppo comunale di Carignano, la Croce Rosaa Italiana - Sezione di Carignano. Durante le sfilate dei carri allegorici sarà in funzione, in piazza San Giovanni Bosco, un punto di ristoro e di distribuzione di vin brulé a cura del Comitato Manifestazioni e del Gruppo Alpini di Carignano. Sarà visitabile, nella sala mostre della Biblioteca Civica (secondo piano del Municipio, via Frichieri 13), la mostra fotografica “Castellane, Siniscalchi e...”. Per informazioni: tel. 011.9698481. La popolazione è invitata ad esporre le bandiere dei borghi di appartenenza. ◆

tuno evitare che le persone “in borghese” figurino nel mezzo delle sfilate, presenze che spesso, oltre a non incarnare lo spirito del Carnevale, creano problemi a chi per mesi si è scontrato con freddo e fatica per portare in scena i carri. Non solo i carne valenti dei Borghi patiscono questa situazione che si protrae da tempo, ma gli stessi spettatori che non possono godere appieno dello spettacolo dei costumi dei ragazzi partecipanti alle sfilate e delle coreografie. Tutto è comprensibile: la mancanza di denaro per l’iscrizione, la difficoltà di avvicinarsi ad un gruppo piuttosto che ad un altro, la pigrizia... ma iscriversi e sfilare in maniera attiva al Carnevale crea partecipazione e forte senso di appartenenza e, oltre al divertimento personale, contribuisce a regalare una visione del Carnevale a tutto tondo e a beneficio di tutti, di chi partecipa da protagonista e di chi si gode lo spettacolo; per questo, se si vuole fare sopravvivere questo evento carignanese è necessario che i ragazzi siano i primi ad iscriversi e sfilare con uno dei vari borghi: sono cinque e c’è ampia scelta di argomenti, costumi e persone. Il vero Carnevale si fa in maschera, sopra i carri, si fa con un sorriso il lunedì del Benefico, si nutre e cresce di sfottò e rivalità,.viverlo appieno è differente ed è un peccato perdersi tale opportunità. ◆

Il Carnevale impazza a Carignano Il programma da sabato 26 febbraio a martedì 8 marzo • Sabato 26 febbraio Presentazione della Castellana e del Gran Siniscalco e inaugurazione nel Teatro Comunale (via Frichieri 13).. Ricevimento nel foyer del Teatro a cura dell'Istituto Alberghiero di Carignano. Ore 17.30. • Domenica 27 febbraio Gran corso mascherato con la partecipazione della Castellana e del Gran Siniscalco, del Gruppo Miraflores, di carri, gruppi, maschere e animatori di strada. Aprirà la sfilata la banda musicale “Antonio Vivaldi” di Candiolo, con le majorettes. Percorso della sfilata: Quadronda, piazza Carlo Alberto, via Salotto, via Principe di Carignano, via Valdocco, piazza Carlo Alberto, Quadronda. Ore 14.30. • Martedì 1 marzo - Pranzo di Carnevale per la Terza Età; a seguire ballo liscio don Jerry Maggiore. Società La Nuova Lucciola (via Villastellone). Iscrizioni per il pranzo (15 euro): Ufficio Accoglienza Turistica, Municipio (via Frichieri 13, piano terra; tel. 334.6885244). Ore 12.30. - Giochi dei Carri. Società La Nuova Lucciola (via Villastellone). Ore 21.30. • Mercoledì 2 marzo Grande Cena di Carnevale e serata musicale con l'orchestra Mambo Jambo alla Società La Nuova Lucciola (via Villastellone). A cura dell'Ucap in collaborazione con le macellerie Bonella, Gili, Fratelli Gnani e Giovannini. Menu: peperoni con bagna cauda, insalata russa, gran bollito, tortellini in brodo, bugie, vino, acqua. Costo della cena: 15 euro (bambini fino a 12 anni 10 euro). Prenotazioni: Sagittario Calzature, corso Cesare Battisti 22 (tel. 011.9690741); Liste Nozze Giacobina, piazza Carlo Alberto 58 (tel. 011.9697323); Articoli per animali Pedigree, via Savoia 1 (tel. 011.9697284). Ore 20. • Giovedì 3 marzo Concerto della Filarmonica Candiolese “Antonio Vivaldi”. Teatro comunale (via Frichieri). Ingresso libero. Ore 21. • Venerdì 4 marzo Mangialonga e ballo liscio con il gruppo musicale I Pittori del Sole, serata gastronomico-musicale a cura del Comitato Manifestazioni e del Gruppo Alpini di Carignano alla Società La Nuova Lucciola (via Villastellone). Costo cena e ballo: 10 euro. Prenotazioni: Ufficio Accoglienza Turistica, Municipio (via Frichieri 13, piano terra; tel. 334.6885244). Durante la serata estrazione dei premi della sottoscrizione a favore dei Vigili del Fuoco della Sezione di Carignano. Ore 19.30. • Sabato 5 marzo - Carnevale Bimbi. Pizza, dolci, bibite e divertimento assicurato per tutti con il gruppo onlus La Mole del Sorriso alla Società La Nuova Lucciola (via Villastellone). Dalle ore 16.30 esibizione di ballo bimbi a cura della palestra New Master Sport. Ingresso libero. Ore 14.30. - Serenata alla Castellana con la partecipazione della Corale Carignanese. Piazza Liberazione. Ore 20. - Gran corso mascherato in notturna. Percorso della sfilata: Quadronda, piazza Carlo Alberto, via Umberto I, corso Cesare Battisti, via Valdocco. Ore 20.45. - Veglionissimo di Carnevale e premiazione delle maschere più belle. Musica a 360 gradi con DJ alla Società La Nuova Lucciola (via Villastellone). Ingresso 10 euro. Preferibilmente in maschera. Ore 23. • Domenica 6 marzo Gran corso mascherato con la partecipazione della Castellana e del Gran Siniscalco, del Gruppo Miraflores, di carri, gruppi, maschere. Aprirà la sfilata la banda musicale di Vigone, con le majorettes. Percorso della sfilata: via Salotto piazza Carlo Alberto, Quadronda, via Umberto I, corso Cesare Battisti (angolo via Valdocco), via Umberto I,, piazza Carlo Alberto, Quadronda. Ore 14.30. • Lunedì 7 marzo - Carnevale Benefico con la partecipazione di Castellana, Gran Siniscalco e maschere dei carri negli Istituti “Faccio Frichieri” e “Cronici Quaranta”; musica di Jerry Maggiore. Ore 14.30. - Serata di moda e bellezza con elezione di Miss e Mister Carignano 2011 alla Società La Nuova Lucciola. Presenta Andrea De Marchi; serata a cura di Union Model. Ingresso libero. Ore 21. • Martedì 8 marzo - Gran corso mascherato con la partecipazione della Castellana e del Gran Siniscalco, di carri, gruppi, maschere e Le Ragazze della Ginnastica Ritmica della Polisportiva di Carignano. Percorso della sfilata: Quadronda, piazza Carlo Alberto, via Umberto I, corso Cesare Battisti, piazza Carlo Alberto. Ore 14. - Classifica della gara dei carri allegorici. Piazza Carlo Alberto. Ore 16.30. - Premiazione dei carri, dei carretti e delle maschere alla Società La Nuova Lucciola (via Villastellone). Ingresso libero. Ore 21. ◆


Febbraio 2011 17

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

“Il m ister sta n o dell a vit e l l a della ricer a belle ca zza”

Promozione ESTETICA valida fino al 31 marzo

- 4 massaggi decontratturanti schiena con bagno di vapore € 120,00 - 4 massaggi anti-stress agli oli essenziali € 160,00 - 11 trattamenti anti-cellulite di cui: • 1 scrub • 5 massaggi specifici € 450,00 • 5 sedute con ultrasuono ad effetto cavitazionale (inclusa crema coadiuvante)

Promozione UNGHIE valida fino al 31 marzo SMALTO SEMIPERMANENTE si mette come uno smalto, dura quanto un gel, si toglie in pochi minuti - Manicure + smalto € 20,00 - Pedicure estetica + smalto € 30,00

ADDIO BENVENUTO

AL DUBBIO: “SARA’ ASCIUTTO?”

TEMPO DI ASCIUGATURA ZERO.

Promozione SOLARIUM valida dal 1° al 31 marzo

La SECONDA LAMPADA effettuata S I T nella STESSA SETTIMANA è GRA Dal Lunedì al Venerdì 9.30 - 19.30 • Giovedì 15 - 19.30 • Sabato 10 - 19.30 P.zza Liberazione, 6 • 10041 Carignano (TO) (TO) • Tel. e Fax Fax 011.9690238 E-mail: lobelisco@virgilio.it

Commerci e Botteghe

nel tempo

A cura di Marilena Cavallero

Questo mese è d’obbligo iniGili di Torino. vive in pochissime tipografie ziare con “Vivissimi auguri di Gino approda alla N.G.C. che eseguono ancora lavori Buon Compleanno alla dopo un casuale incontro particolari. E’ importante riNuova Grafica Carignanese”, con Bordone, contemporalevare che un tempo, nelle attività avviata da Sergio Borneamente al trasferimento grandi tipografie, i composidone e Paolo Rau in via Silvio dell’attività in via Salotto 9, tori erano decine: estraevano Pellico 32, esattamente trenin locali ampi, centrali, con con grande abilità le singole t’anni fa, il 1° febbraio 1981. macchinari sempre in vista. lettere da cassetti in legno Sergio Bordone, nato a ToLa collaborazione prosegue per disporle a comporre il rino nel 1953, ha abitato in fino al dicembre 2004, testo in un telaio in ferro sefrazione Ceretto fino all’età quando lo sostituisce il figlio parando le colonne con mardi otto anni, quando la famiLoris, classe 1976, più a suo gini; dopo l’inchiostratura si glia si trasferisce a Cariagio con i nuovi mezzi che la appoggiava sul testo un fognano; il 15 settembre 1975 si tecnologia ha immesso sul glio di carta che veniva presposa e va ad abitare a Carmercato. Loris, sulla scia delmuto con un rullo, ottenendo magnola, per tornare a Carila bozza. gnano nel 1999. Questa pasBordone racconta: “Dopo le sava al corretmedie ho frequentato per un tore di bozze anno la Scuola “Paravia” dove che procedeva Un compositoio tipografico con vecchi caratteri in piombo mi ero iscritto insieme ad un ad eventuali compagno degli anni precel’attività paterna, ha frequencorrezioni (sostituiva le letdenti, in effetti indecisi sultato per cinque anni la scuola tere sbagliate utilizzando apl’indirizzo da seguire (tipodi grafica e pubblicità presso posite pinzette): solo allora il grafi o cuochi!), ma lo studio l’Istituto “Albe Steiner” in testo andava in stampa sulla non faceva per me”. Già nel lungo Dora Napoli; subito macchina a cilindri che in 1969, per qualche tempo, fu dopo il conseguimento del automatico prendeva i fogli con Giorgio Salmi (classe diploma, per alcuni mesi, ladi carta (nei modelli già evo1943) e suo padre Mario vora presso una serigrafia a luti) e li passava nel rullo (1907-1978), provenienti da Nichelino, dove tornerà nel mentre il telaio (la pagina) Nichelino, nella tiposcorreva sulla base. grafia appena aperta in Le richieste della via Trieste 2, nell’ex Paclientela non hanno lazzo della Posta. Salmi subito molti camqui rimarrà fino al 1985, biamenti ma è diquando subentrano versa la procedura Curto e Bianco, poi Tidi realizzazione: pografia C.B.C. certamente l’uso Dal 1970, Bordone ladel computer ha vora per cinque anni reso possibile la come apprendista in confezione di certi Giorgio Scifo, Sergio Bordone e Loris Scifo una tipografia di corso stampati direttaSpezia ed in seguito, sempre 1996, al termine del servizio mente dall’interessato (come a Torino, presso la Rotomilitare, prestato per dodici annunci e ringraziamenti di stampa Silvestri. mesi nel “Genio Guastatori”, manifesti da lutto che sono Nel 1981, con un collega in corso Unione Sovietica. eseguiti ora dalle imprese di (Paolo Rau), decide di fare un Dal 1999, nell’intento di fare pompe funebri) ma ci sono salto di qualità ed aprono nuove esperienze ed arricsempre i manifesti commeruna tipografia a Carignano: è chire il suo bagaglio profesciali, biglietti da visita, pubaffascinato dai locali, a tutta sionale, lavora presso una blicazioni varie, calendari e si vetrata, in cui va ad installare importante fotolito a Torino sono aggiunti, in gran quanla “Nuova Grafica Carignaper entrare infine nella tità, per un nuovo modo di nese”, zona Quadronda, Nuova Grafica Carignanese, fare pubblicità, tanti volanuscendo dagli scantinati già nella nuova sede, quella tini colorati. dove di solito erano relegate attuale, in via Salotto 15 (in Sergio Bordone desidera rile tipografie. fondo al cortile). Ricorda ancordare alcune persone che Dal settembre 1982 il socio cora Bordone che il trasloco in questi “primi trent’anni” Rau lascia e Bordone proera stato necessario per mohanno collaborato: Diego Gasegue da solo fino al 1° settivi di spazio: col tempo, inriglio, Franco Rovera, Cantembre 1986, quando nella fatti, per rispondere alle ridido Benso, Piero Raveri. N.G.C. entra Giorgio Scifo chieste della clientela, si Mi permetto di aggiungere (meglio conosciuto come erano dotati di nuove attrezun mio personale ricordo: Gino), classe 1949, nato a zature e l’ingombro era auPiero Raveri (originario di Modica, Ragusa. Nel 1967 era mentato. Egli si definisce liMoretta), che già lavorava venuto in Piemonte, a Torino, tografo e segue in particolare presso la tipografia di Stefano per accompagnare la sorella la stampa offset ma fin dal Calandri a Moretta, era veda parenti che già stavano 1995 nella tipografia era stato nuto a Carignano, nella sucqui: in Sicilia era stato apintrodotto un reparto di fotocursale aperta all’angolo di prendista presso una tipolito, precursore dell’attuale via Bona con via Trieste (al cigrafia ed a Torino, scorrendo sistema di lavoro computevico 1) negli anni ’50 dove rile inserzioni, trova subito larizzato. mase all’incirca per una devoro. In Sicilia torna solo per Ormai la figura del composicina di anni. Qui, talvolta, mi le vacanze: nel 1972 sposa tore tipografo che stampava mandava a consegnare o ritiVilma Pezzi (conosciuta freutilizzando caratteri di rare il mio papà, dirigente quentando la sala “La Lucpiombo o legno, di svariate dell’Ufficio Imposte Conciola”, poi “K2”), abita a Todimensioni, anche con misumo. Successivamente, (ai rino fino al 1975, quando si nime differenze (dal corpo 6 tempi della presidenza di Fitrasferisce a Carignano, manal 32 se in piombo, da 3 righe lippo Nicosiano), quei locali tenendo la sua occupazione a 100 se in legno) è praticafurono sede della Polisporpresso la tipografia Baccola & mente scomparsa: sopravtiva .

Dalle ceneri del Consorzio forse un supermercato Fotografie in ricordo di un pezzo di Carignano che non c’è più

Non poteva rientrare tra le “Case da amare” della mia rubrica, ma tra le attività produttive che hanno fatto la storia della nostra città, sì. Prima che il “Consorzio”, come questo edificio, con riferimento alla sua funzione, era comunemente denominato, venisse abbattuto, ho fissato alcune immagini perché ne rimanga memoria. Quanti, forse tutti i contadini di Carignano e del circondario, hanno portato qui i loro prodotti - soprattutto cereali - e qui si sono approvvigionati di nafta agricola, sementi, fertilizzanti, anticrittogamici finché nel 2005 il Consorzio Agrario Provinciale, dopo alterne vicende, ha definitivamente chiuso. In questo spazio, in via Salotto tra i civici 110 e 120, si dice, sorgerà un nuovo supermercato. Requiem. ❚ Marilena Cavallero

Al via il progetto “Anziani per Carignano” Quattro posti per lavori di manutenzione e altre attività Carignano. Il Comune vara il progetto “Anziani per Carignano”. L'iniziativa prevede il coinvolgimento di quattro persone che verranno impiegate per una serie di attività. Il lavoro consisterà in manutenzioni, aiuto a persone anziane per l'effettuazione di acquisti, pagamenti, etc.., nella vigilanza e in controlli di vario genere (dei mercati, del verde pubblico, degli impianti sportivi, dell'Asl, del cimitero). I requisiti e le condizioni di partecipazione sono i seguenti: residenza in Carignano; età compresa tra i 55 e i 75 anni; idoneità fisica accertata dal medico di base dell'Asl; condizione di pensionato; autocertificazione attestante l'assenza di condanne o carichi penali pendenti. Ai partecipanti verrà riconosciuto un sussidio economico di 180 euro lordi al mese. I richiedenti devono presentare la domanda di partecipazione al bando disponibile all'Ufficio Servizi Sociali del Comune nel periodo compreso tra il 17 febbraio e il 4 marzo. Nel caso in cui le domande dovessero superare il numero di posti disponibili si procederà alla formazione di una graduatoria sulla base del reddito Isee, privilegiando le situazioni economiche più disagiate. Per ulteriori informazioni: Ufficio Servizi Sociali (piano terreno del Municipio di Carignano, via Frichieri 13)), tel. 011.9698421. ◆

Cani smarriti a Brillante Smarriti a Carignano, frazione Brillante, due meticci, un maschio e una femmina, incroci di pastore tedesco di taglia medio-grande. In caso di ritrovamento telefonare al numero 331.3530022 Ricompensa.


18 Febbraio 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Notizie dalla scuola

Articoli prodotti dagli alunni della Scuola Media Statale “Benedetto Alfieri” di Carignano

Inizia il progetto “Ragazzi del Sud e del Nord del mondo” - La terza C della Scuola Media di Carignano, insieme alla seconda C, due classi dell’Istituto Agrario di Carmagnola e una classe dell’Istituto Alberghiero di Carignano, sta partecipando al progetto “Ragazzi del Sud e del Nord del Mondo” avviato dalla professoressa Piola e da alcuni Docenti del nostro istituto, in collaborazione con Re.Co.Sol. (Rete dei Comuni Solidali). E’ un’organizzazione non governativa formata da piccoli comuni che hanno deciso di prendersi l’impegno di scambiare conoscenze e competenze con paesi molto lontani da noi, attraverso iniziative di scambio con il Niger, un paese dell’Africa.In particolare Re.Co.Sol. ha avviato un’esperienza di cooperazione decentrata con alcuni villaggi vicino a Niamey, capitale del Niger, per attuare un progetto di sviluppo locale e migliorare le condizioni di vita della popolazione, usando le nuove tecnologie fotovoltaiche. Lunedì 17 gennaio si è tenuta una conferenza nella nostra scuola, nella quale il volontario di Re.Co.Sol. Paolo Sburlati, appena tornato dal suo viaggio in Niger, ci ha parlato del villaggio di Gurou Banda. Grazie alle carrette solari, utilizzate da alcuni anni in Niger, è migliorato lo sviluppo agricolo in alcuni villaggi alla periferia di Niamey, dove l’orticoltura è praticata dalle donne del villaggio che hanno così l’opportunità di integrare con verdure e legumi l’alimentazione locale poco nutriente. La conferenza è proseguita con l’intervento del professor Ciccone dell’Istituto di Agraria e della professoressa Baggio dell’Istituto Alberghiero, i quali hanno presentato le attività svolte con le loro classi. Il professor Ciccone con i suoi allievi ha realizzato un impianto di ala gocciolante grazie al quale si ha un’irrigazione uniforme che permette il risparmio di acqua e usa una tecnologia semplice utilizzabile anche dalle popolazioni locali, in particolare nell’orto della scuola di Gurou Banda. Noi allievi abbiamo imparato, dai ragazzi più grandi dell’Istituto Agrario, il funzionamento di questo impianto: in breve da un serbatoio l’acqua scende in un collettore e poi in diversi tubicini forati per il risparmio idrico. La professoressa Baggio dell’Istituto Alberghiero ha illustrato il suo lavoro di studio sull’alimentazione e ci ha informato sulle gravi carenze alimentari (malnutrizione infantile) di molti ragazzi del Sud del Mondo. Gli allievi dell’Alberghiero utilizzeranno nelle loro cucine le materie prime tipiche del Niger (miglio, sorgo, etc.) per preparare piatti molto semplici ai quali saranno aggiunti prodotti coltivati negli orti delle donne. L’obiettivo sarà quello di proporre alle donne qualche preparazione che esalti il valore nutritivo dei prodotti a loro disposizione, migliorando le loro ricette dal punto di vista energetico perché i bambini crescano meglio. La conferenza ci ha permesso di aprire i nostri orizzonti in modo interessante e coinvolgente su realtà lontane e problematiche, ma importanti da conoscere per la nostra crescita culturale e umana. ❚ Chiara Agostini, Jessica Perotti, Leonardo Ramello, Davide Manescotto e la classe Terza C - Lunedì 17 gennaio, presso la Scuola Media Benedetto Alfieri di Carignano le classi del corso C, insieme ad un gruppo di allievi dell’Istituto Alberghiero “Bobbio” di

Carignano e a due classi dell’Istituto di Agraria “Baldessano Roccati” di Carmagnola, hanno assistito ad una conferenza riguardante il progetto “Ragazzi del Sud e del Nord del Mondo”. Il signor Sburlati , Referente di ReCoSol (Rete dei Comuni Solidali) di ritorno dal Niger, ci ha informato sulle condizioni di vita e sulle attività di Cooperazione decentrata in atto in quel Paese. ReCoSol permette ai nostri Comuni di far conoscenza con Comuni di Paesi del sud del mondo con progetti di aiuto per il loro sviluppo economico. Ci ha poi mostrato delle foto di un villaggio, dove si potevano notare le case costruite con mattoni di argilla non cotta e i tetti fatti con spighe di miglio, il cereale che costituisce la base dell’alimentazione di quelle popolazioni. Le scuole hanno il tetto in lamiera, le aule sono piccole rispetto alle nostre, ma devono contenere anche trenta o quaranta alunni e pochi sono gli insegnanti. Una particolarità è l’albero delle assemblee, sotto il quale si tengono le riunioni col capo villaggio. I villaggi in Niger sorgono sempre nei pressi del fiume, perché quella è l’unica fonte d’acqua disponibile, anche se contiene molte sostanze nocive. In alcuni villaggi si riesce ad estrarre dell’acqua più pulita dai pozzi, che però non sono utilizzabili tutto l’anno. Tuttavia il problema è trasportarla. I contadini, infatti, per portarla dal fiume agli orti coltivati del villaggio, dopo aver superato un dislivello equivalente a due piani di scale, devono percorrere diverse volte al giorno, con secchi di quaranta litri d’acqua, la distanza che li separa dagli orti. Per aiutarli in questo pesante lavoro ReCoSol ha contribuito alla donazione di carrette solari costituite da pannelli ad energia solare, che producono l’elettricità necessaria ad azionare pompe che prelevano l’acqua del fiume e ne rendono meno faticoso il trasporto. Nei villaggi nigerini gli uomini coltivano piante di miglio con una semina manuale molto faticosa. Le donne, invece, spesso portando con loro i bambini sulla schiena, lavorano negli “jardins des femmes”, che sono degli orti simili ai nostri, dove coltivano ortaggi presenti anche in Italia. E’ poi intervenuto il professor Ciccone dell’Istituto di Agraria che, insieme ai suoi allievi, ha ideato per il Niger un modulo di ala gocciolante, che permette un’efficace irrigazione dei campi, usando poca acqua. In seguito la professoressa Baggio dell’Istituto Alberghiero ha spiegato il contributo che cercherà di dare con i suoi allievi per migliorare l’apporto di nutrienti all’alimentazione dei ragazzi di Gurou Banda. Studiando gli alimenti tipici nigerini si elaboreranno ricette per la preparazione dei loro cibi tradizionali, associando gli ortaggi ai legumi. Successivamente il signor Sburlati ci ha raccontato che in questo villaggio i ragazzi ed i loro maestri hanno accolto con grande entusiasmo i doni da noi inviati di materiale scolastico e per ringraziarci ci hanno inviato le loro foto. Le classi 2°C e 3°C della nostra scuola hanno anche donato una piccola somma, che sarà utilizzata per acquistare sementi adatte a quei terreni. Al termine della conferenza abbiamo assistito ad una dimostrazione pratica del funzionamento dell’ala gocciolante ed abbiamo fatto le foto di rito da inviare ai ragazzi del Niger. Tutti gli alunni che hanno partecipato a questa conferenza si rincontreranno nei prossimi mesi per continuare il progetto. ❚ Giacomo Bottero Classe Seconda C

27 gennaio 1945

La persecuzione e lo sterminio degli Ebrei Tutti sanno che la Germania nazista guidata da Hitler diede inizio alla persecuzione degli Ebrei; prima discriminandoli con leggi razziali, poi togliendo loro ogni diritto, ogni mansione, privandoli della dignità ed infine di ogni caratteristica comune a tutti gli esseri umani. Successivamente vennero rinchiusi nei ghetti, quartieri cittadini squallidi e poveri, in cui si raggruppavano, più o meno coattivamente, le minoranze socialmente escluse dalle comunità ariane. Questa situazione ebbe inizio intorno alla seconda metà degli anni '30, e proseguì fino al 27 gennaio 1945, quando fu stata scoperta l’esistenza del più grande campo di sterminio, chiamato Auschwitz nel quale persero la vita 6 milioni di Ebrei, sterminati in camere a gas e forni crematori. Si spera sempre più in un miglioramento della società, ma se si pensa a ciò che è accaduto, si prova solo vergogna. Il loro comportamento induce a pensare che quelle persone che hanno fatto del male dovevano essere vuote dentro e forse, neanche provando ciò che loro stessi hanno fatto subire, avrebbero potuto cambiare. Pensando bene a questi eventi storici, ci viene da provare una profonda tristezza ed un profondo disgusto. Ci sono tante domande alle quali ci piacerebbe avere una risposta, ma nemmeno i più illustri scienziati sono riusciti a trovare un filo logico in ciò che è accaduto. Non c’era una

motivazione valida per arrivare a comportarsi in quel modo e poi, anche se ci fosse stata, non sarebbe stata abbastanza significativa per arrivare a livelli così bassi. Ciò che è accaduto sono state bassezze, mancanze di rispetto ...non sappiamo nemmeno come descriverlo. Qualunque prova è valida per riconoscere che è stato un orrore. Solo pensandoci non potremmo mai giudicare ciò che hanno provato quelli che lo hanno vissuto. Trattare gli esseri umani peggio delle bestie è da veri crudeli. I Tedeschi, discriminando gli Ebrei e dopo sterminandoli, hanno dato prova della crudeltà che l’uomo può raggiungere. Troppe persone sono morte, troppe hanno contribuito allo sterminio degli Ebrei e molte altre negano ancora oggi ciò che sia accaduto. Non dobbiamo vivere nell’indifferenza ma nel ricordo di quello che è successo con lo scopo e la promessa che non accada mai più. In conclusione, possiamo affermare che sembra quasi impossibile che l’umanità sia stata caratterizzata da elementi così crudeli, oltretutto in un tempo neanche così lontano. Ci auguriamo che tutti coloro che hanno compiuto le atroci persecuzioni contro gli Ebrei o che semplicemente le abbiano approvate, siano consapevoli dell’orrore che hanno causato. ❚ Giada Sclerandi e Giulia Gili. Classe Terza A

Giornale a scuola: una nuova esperienza Quest’anno la scuola media “Benedetto Alfieri” ha proposto a noi ragazzi di seconda e terza un laboratorio, dove possiamo improvvisarci giornalisti e scrivere un vero giornalino che in seguito viene stampato e distribuito agli studenti della scuola. Ogni lunedì noi della “redazione” lavoriamo ad un articolo, scegliendo un argomento che ci interessa e dividendoci a coppie. E' sempre divertente trovare nuove idee per gli articoli ed è ancora più bello esprimere sulla tastiera le proprie opinioni. Infatti abbiamo la possibilità di far valere le nostre idee sull’argomento trattato. Anche se alla fine le professoresse ci correggono gli errori di grammatica, abbiamo messo una parte di noi in quelle poche righe... I temi che abbiamo scelto per il primo numero riguardano la vita quotidiana di noi ragazzi. Degli esempi di questi argomenti sono: la moda, i problemi della nostra età, la musica che ascoltiamo, le nostre opinioni sulla nuova riforma Gelmini, una “guida” alla scelta delle scuole superiori per i ragazzi di terza. Quando sul giornalino della scuola compare il nostro nome sotto qualche articolo, abbiamo l’impressione di essere dei veri giornalisti… è una grande soddisfazione sapere di aver realizzato qualcosa di interessante, e lo è ancora di più quando gli altri ragazzi sono soddisfatti del nostro lavoro! ❚ Clara Nazzareno, Marina Guietti e la redazione

“Occhio alla rete!” Oggi computer, e-mail, internet, facebook sono i nuovi e potenti mezzi di comunicazione. Noi ragazzi diamo questi canali ed i loro linguaggi per scontati, ci relazioniamo agli altri con modalità e procedure, terminologie, facilità e velocità che sono nuovi, hanno cambiato il nostro modo di parlare e capire, conoscere e sapere, ... però occhio alla rete! Abbiamo provato in classe a riflettere insieme sui vantaggi e svantaggi di tali risorse ed abbiamo raccolto in sintesi quanto segue. PUNTI DI FORZA

PUNTI DI DEBOLEZZA

CHAT - Si può chattare in tempo reale - Possono verificarsi - Si possono allegare e ricevere file violazioni denunciabili in di ogni tipo relazione alla privacy - Si possono stringere nuove amicizie - La qualità linguistica tende - Si può parlare a scadere contemporaneamente - Possono verificarsi problemi con più persone relativi all’identità delle persone con cui si comunica E-MAIL - Si può inviare un messaggio - Non sempre si conosce la vera contemporaneamente a più persone identità del destinatario - Si possono abbinare velocemente - Si possono ricevere spam più informazioni e pubblicità indesiderate - Si può inviare un messaggio da - Ci possono essere lunghe distanze in tempo reale e a problemi di comunicazione costi bassissimi - C’è il rischio di essere spiati da esterni - Si è liberi di esprimere i propri pensieri - Si può decorare secondo le proprie emozioni - Si può esprimere, costruire un’immagine di se stessi

BLOG - Anche persone sconosciute possono venire a conoscenza dei tuoi pensieri, impegni, ecc. - Qualcuno potrebbe impadronirsi di foto, immagini personali, ecc.

COMMERCIO ON-LINE - Si può pubblicizzare - C’è la possibilità qualsiasi prodotto dell’inganno - Si ricevono direttamente - La qualità materiale dei a casa i prodotti acquistati on-line prodotti può non - I prodotti sono più economici corrispondere a quella - Su Internet si possono presentata virtualmente trovare oggetti di ogni genere - Può esserci ritardo nell’arrivo, con ulteriori costi di trasporto - Si può incorrere in truffe CONSULTAZIONE, RICERCA DATI - Accedere ai dati di Internet - Si può invalidare la privacy costa poco. altrui - Si può accedere ad un’infinità - Le informazioni non sono di informazioni in tutto il sempre attendibili e Mondo aggiornate - Si possono consultare siti - A volte non si trovano le utili per approfondire degli informazioni desiderate argomenti specifici - Non sempre ci si pone il problema di capire, selezionare l’utile e - La ricerca è divertente semplicemente “si scarica”

Martina Rodondi e Letizia Bellone per la classe Terza A

Febbraio 2011 11

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Fiat: da Torino a Toronto Provo a tracciare un bilancio della vicenda Mirafiori, visto che, credo, dal lavoro degli operai arriverà ancora per diversi decenni quel poco di occupazione meno precaria che consente di sopravvivere alla pletora dei “nuovi” lavori a tempo e sottopagati o a chi lavora nel commercio e nei sevizi. Fiat. Oggi come ieri non sappiamo nulla dei progetti Fiat e quello che sappiamo non è rassicurante: a Mirafiori Suv ed Alfa si assembleranno su pianali e con motori prodotti negli Usa; Marchionne ha promesso ad Obama, in cambio dei molti soldi avuti, di salvare e rendere redditizia la Chrysler quindi la NewCo Mirafiori “comprerà” in America i pezzi da montare, probabilmente a caro prezzo, e rivenderà il prodotto finito a Chrysler per il mercato Usa a basso costo, ergo presto Marchionne ci ridirà che in Italia la Fiat (ormai acronimo per Fabbrica Internazionale Automobili Toronto) non guadagna abbastanza per nuovi impegni in questo paese, a quel punto sarà difficile indovinare quale sarà lo sbocco della situazione, speriamo che uno stabilimento in piedi e degli operai ridotti al silenzio possano interessare Volkswagen (VW), come è già successo per la creatività di Giugiaro, sfuggito a Fiat come Fiat si era già venduta i super-ingegneri del suo mitico diesel (ceduti a GM). Dei nuovi modelli Chrysler-Fiat pare solo uno sarà italiano cosa che rende certo che ricerca, innovazione e design non si faranno a Torino, anzi, dopo le ultime dichiarazioni non è improbabile che avranno molte difficoltà anche quegli impiegati che hanno votato unanimi per il sì. Sindacati. Quelli del sì, quelli fatti per firmare comunque accordi, hanno preso la proposta a Marchionne a scatola chiusa, non hanno neppure tentato di approfittare della impuntatura della Fiom per strappare almeno all'azienda un controllo sul futuro degli investimenti e della produzione, magari giocando anche sul fatto che la proprietà di Chrysler, e quindi di molto della NewCo di Mirafiori, è e sarà del sindacato statunitense. Tra le altre cose, proprio in quanto azionisti i sindacati americani hanno la possibilità di co-gestire la loro azienda, cosa che in Europa fa da anni Ig Metal nelle maggiori industrie tedesche che, forse anche per questo, godono di ottima salute occupazionale oltre che salariale. La Fiom ha sicuramente difeso una serie di diritti sacrosanti nonché il principio della dignità del lavoro, ma ha anche “dignitosamente” perso il referendum, quindi oggi dovrebbe tentare di riavviare un dialogo tentando una proposta alternativa organica magari chiedendo lei di partire dalla costituzione di un tavolo di valutazione congiunta del percorso Fiat in Italia in termini di innovazione e progetto. Offrire le competenze locali ad un altro produttore europeo (per esempio la stessa VW per una nuova Alfa ) può essere un immaginifico modo per lanciare la “concorrenza tra capitali”, ma sembra francamente un po’ poco. L'implosione di Confindustria con il probabile collasso dei contratti nazionali rischia di trasformare in giungla la concorrenza nelle piccole e medie aziende dell'indotto, con quanto questo comporterà per i salari, prima che la nuova ChryslerFiat trovi altrove anche i suoi sub-fornitori. Il problema centrale è che il capitale finanziario è ormai diventato estremamente mobile, si sposta di azienda, di territorio in libertà, fa di questa libertà assoluta la sua forza contrattuale, gli stabilimenti, i lavoratori non possono rispondere con la stessa mobilità, sono e restano legati al territorio. Territorio è la parola con cui si riempiono la bocca da anni i nostri politici, in questa vicenda assolutamente assenti; anzi peggio, abbiamo visto governo centrale e regionale, candidati sindaci di Torino, assistere silenti per poi rimbrottare gli operai amareggiati perché nicchiavano a votare un referendum capestro. Nel settore auto i governi americano, francese, tedesco (per esempio anche con il blocco contro la cessione a Marchionne di Opel) hanno posto in essere strumenti di salvaguardia dell'impresa e dell'occupazione, il nostro Governo si è limitato a gioire della spaccatura tra lavoratori e a restare sempre più stupefatto dei continui rilanci verso lo sganciamento dal paese dell'ad Fiat. Quindi, che abbiano votato no o si il futuro dei lavoratori di Mirafiori (e dell'indotto) non è più chiaro di ieri, per adesso l'unica certezza è che per un anno saranno in cassa integrazione ordinaria e poi straordinaria, finanziata con fondi Inps attinti dalla “gestione speciale” dei lavoratori precari. Non proprio solo soldi di Marchionne per un salvataggio aziendale tutto da verificare. ❚ Nanni Passerini

Maggiore sicurezza sulle strade e in città Polizia municipale: rotatorie e videosorveglianza, incidenti in calo Carignano. . “Questo è l’ultimo anno di mandato - dice l’assessore Mauro Corpillo - e quindi ne approfitto per fare delle considerazioni generali sul comparto sicurezza negli ultimi cinque anni. Sono soddisfatto, perché gli obiettivi che ci eravamo prefissi sono stati non solo raggiunti ma anche superati”. Corpillo spiega: “Abbiamo ricostituito l’organico della Polizia municipale, portando a sette il numero degli addetti, il minimo per la creazione di un corpo di Polizia municipale con un proprio regolamento, dotandolo di mezzi tecnici e di autoveicoli che riteniamo adeguati ai compiti che devono svolgere. E abbiamo fatto notevoli investimenti sulla Protezione civile, fornendolo di automezzi fuoristrada e di attrezzature, con particolare riguardo al potenziamento dell’organico, che comprende attualmente una quindicina di elementi, tutti volontari: anche in questo caso, per quanto riguarda la prevenzione del rischio e delle calamità naturali e il monitoraggio dei fiumi, siamo in grado di far fronte in modo esauriente alle emergenze. Poi c’è la costituzione, agli inizi del nostro mandato, del gruppo degli Ausiliari di vigilanza, volontari che si occupano dei controlli e della sorveglianza davanti alle scuole. A tutte queste persone va il plauso dell’Amministrazione per la dedizione dimostrata nello svolgimento dei loro compiti e un ringraziamento per la loro preziosa opera a titolo assolutamente gratuito”. Prosegue: “Sempre in tema di sicurezza, al di là degli uomini e dei mezzi, la vigilanza della città è stata assicurata anche dalla videosorveglianza, che abbiamo esteso alle tre piazze principali, dopo aver attrezzato il palazzo comunale e il parcheggio sotterraneo: è servita non solo come deterrenza, poiché sono diminuiti gli episodi di schiamazzi e disturbo alla quiete pubblica e gli atti di vandalismo in generale ma anche come repressione, perché qualche scalmanato è stato pizzicato. Sicurezza anche sulle strade: grazie agli interventi che sono stati fatti sulla viabilità, dalle rotatorie agli impianti semaforici, il numero degli incidenti è drasticamente diminuito”. “Sì, è vero - sottolinea il comandante Doriano Reburdo - gli incidenti stradali sono in notevole calo. Era lo scopo che si era prefisso l’Amministrazione comunale al suo insediamento, ed è lo stesso progetto che porta avanti da tempo la Regione Piemonte attraverso diversi livelli di intervento per la sicurezza sulle

strade. A livello comunale li abbiamo notevolmente ridotti soprattutto grazie alle modifiche alla viabilità. Prima della costruzione delle rotatorie, in modo particolare quelle di San Grato, di pilone Virle o le due che attraversano la provinciale 142, si registravano una quarantina di incidenti stradali, nell’80% dei casi con feriti anche gravi e in qualche caso mortali. La creazione di queste rotatorie ha fatto sì che nel 2010 gli incidenti rilevati sono stati 7, e con lievi feriti. Sempre in tema di sicurezza stradale, i tre impianti semaforici, in corso Cesare Battisti (angolo via Speranza), in via Silvio Pellico (angolo via Ressia) e di strada Ceretto, con i rispettivi tabelloni di rilevamento della velocità, hanno svolto un importante ruolo deterrente nei confronti degli automobilisti costretti a ridurre la velocità, in ingresso e uscita dal paese, nel timore di essere multati”. L’anno scorso, i verbali di contravvenzione per violazioni al Codice della Strada sono stati 1.211. Altri risultati positivi, come nel caso delle rotatorie, sono giunti dall’installazione delle telecamere in alcuni angoli della città. Dopo averle introdotte a sorveglianza del Palazzo comunale e dell’annesso parcheggio sotterraneo (e qui è stata anche pizzicata una persone che stava per

rubare una vettura dell’Auser), sono state estese nelle tre piazze, Carlo Alberto, Savoia e San Giovanni, (in quest’ultima sede anche sotto il porticato): adesso, in totale, sono 22. E’ aumentato, invece, il numero degli infortuni sul lavoro, 106 in totale: va considerato, però, che nel numero sono compresi tutti gli incidenti che avvengono all’interno delle scuole (e sono aumentati anche per la crescita della popolazione scolastica, composta attualmente da 2.000 studenti), il più delle volte in palestra durante l’ora di educazione fisica. Reburdo prosegue: “Sul tema del meretricio abbiamo svolto 1.560 ore di controllo complessive e siamo riusciti ad elevare, per violazioni sia alla legge regionale sia all’ordinanza sindacale, ben 92 verbali. Un compito non facile, a rincorrere clienti e prostitute nei campi. Qualche risultato, comunque, è stato ottenuto: nell’ambito del progetto “Un volto nuovo per una strada sicura”,

sono stati arrestati 4 sfruttatori e due ragazze sono state avviate ad un percorso di recupero”. Contenuto anche il numero delle notizie di reato, soltanto 4, comunicate essenzialmente per motivi edilizi, poiché è un settore che teniamo strettamente sotto controllo, insieme all’Ufficio tecnico e a quello per l’Edilizia privata. Un’altra incombenza deriva dalla collaborazione giornaliera con le Procure della Repubblica, in particolare quella di Torino, per atti di Polizia Giudiziaria: l’anno scorso sono state effettuate 141 notifiche, senza contare i 1.374 atti notificati dal Messo comunale e i 620 atti pubblicati all’Albo Pretorio. Inoltre sono stati espletati 352 accertamenti anagrafici per emigrazione ed immigrazione. Da non dimenticare poi il servizio allo sportello e il lavoro delle pattuglie: lo sportello è aperto al pubblico per un totale di 1.357 ore all’anno, a completa disposizione dei cittadini; altro tempo lo dedichiamo ai pattugliamenti. Sono state approntate 144 pattuglie di sorveglianza della città, diurne, serali e notturne, per un minimo di 5 ore, per un totale di 720 ore, che, moltiplicate per due (ogni pattuglia è composta da 2 persone) fanno 1.440 ore. Considerato che ogni pattuglia “macina” una media di 40 chilometri, il risultato è di 5.760 chilometri, tutti sul territorio carignanese, vasto oltre 50 chilometri quadrati. Altro tempo, 80 ore, è stato dedicato alle scuole, elementari e medie, con lo svolgimento dei corsi di educazione stradale, che offrono a bambini e ragazzi un’importante preparazione di base prima di affrontare i pericoli del traffico. Infine ci sono i compiti di routine, dai 52 mercati settimanali, agli eventi che animano la città, ai servizi di vigilanza in momenti particolari dell’anno, il periodo natalizio, ad esempio, congiuntamente alla Protezione Civile, agli Ausiliari di Vigilanza e ai Carabinieri in congedo. “Tutto questo - sottolinea il comandante Reburdo - nonostante il personale ridotto. Il Comando dovrebbe avere un organico di sette persone e invece attualmente siamo soltanto in sei, più il messo comunale e una impiegata amministrativa. Tra intoppi burocratici e motivi finanziari, l’Amministrazione non è riuscita a rimpiazzare il collega che si è trasferito a Collegno e, nonostante il prossimo inserimento del nuovo agente che sta completando il corso regionale, siamo sempre e soltanto in sei, sproporzionati comunque al numero in crescita della popolazione. E così, mentre la legge regionale prescrive certi parametri, almeno un agente ogni ottocento abitanti, la legge finanziaria blocca le assunzioni”. ◆


UCAP

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Informazioni e consigli dalla Polizia Municipale Via Frichieri 13, tel. 011.9698431, pm@comune.carignano.to.it

UNIONE COMMERCIANTI ARTIGIANI PROFESSIONISTI ED ESERCENTI ATTIVITÀ IN CARIGNANO

A cura del comandante Doriano Reburdo

Elezioni comunali 2011 L’associazione Ucap rende pubblici punti e temi Da queste pagine rendiamo noto che siamo a disposizione e pronti ad incontrare qualunque gruppo politico o lista civica che, in vista della formulazione del programma elettorale, richieda la nostra opinione. Temi e punti su cui ci confronteremo sono contenuti nel seguente elenco. - Ottimizzazione della rotazione dei parcheggi - Miglioramento della pulizia della città (incremento cestini, ecc. ) - Creazione aree verdi (fioriere ecc.) in centro - Contributi finanziari e di idee per incrementare il commercio di vicinato - Appoggio e patrocinio nelle iniziative di fidelizzazione del cliente - Sicurezza mantenere ed incrementare l'attuale grado di vigilanza del territorio, anche con il volontariato. Corso RLS (Rappresentanti per la sicurezza) Marzo-aprile. Iscrizioni aperte L’Ucap organizza un corso di formazione per Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza in conformità a quanto previsto dal Decreto Legislativo n. 81 del 9 aprile 2008, art. 37 - comma1 - "Testo Unico sulla Salute e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro". Il corso è svolto in collaborazione con gli Organismi Paritetici, come previsto dal succitato D. Lgs.81/2008, art. 37 - comma 12 e successive modifiche ed integrazioni. Sede del corso: Ucap, corso Cesare Battisti 60 a Carignano. Durata: 32 ore. Inizio: 15 marzo, dalle ore 17 alle 21 Quota di iscrizione: 150 euro Condizione vincolante per partecipare al corso: tessera associativa (70 euro). Per informazioni e adesioni: Ucap, corso Cesare Battisti 60, tel. 011.9690741. SPIEGAZIONI ACCESSORIE E CHIARIMENTI SULLA FIGURA DEL RLS: - il “Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza” è persona eletta o designata dai lavoratori per rappresentare i medesimi per quanto concerne gli aspetti della salute e della sicurezza durante il lavoro. - Il nominativo del RLS riguarda il Rappresentate dei Lavoratori per la Sicurezza, e non, come erroneamente diffuso, il Responsabile della sicurezza, il Datore di Lavoro o il Responsabile del Servizio di Prevenzione e di Protezione (RSPP). - Il RLS è un lavoratore, liberamente eletto dai lavoratori e non designato dall’azienda. - L’esercizio delle funzioni del RLS è incompatibile con la nomina di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) e di Addetto al Servizio di Prevenzione e Protezione (ASPP). E’ nota la considerazione che il RSPP e l’ ASPP siano soggetti della prevenzione espressi dalla volontà aziendale e che quindi tutelano, in materia di sicurezza e salute, il datore di lavoro. - La figura del RLS è, come detto, designata dai lavoratori e deve rappresentare le istanze dei medesimi, in materia di sicurezza a salute, sia al RSPP che all’ ASPP. Pertanto la disposizione normativa in esame va nella direzione di considerare il RSPP e l’ ASPP da una parte e il RLS dall’altra parte. Queste figure hanno, comunque, l’obiettivo comune di garantire attraverso una fattiva collaborazione, la sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro a vantaggio sia dell’azienda che dei lavoratori. - A seconda che l'azienda occupi fino a 15 lavoratori o più di 15 lavoratori, il D. Lgs 81/2008 detta norme diverse per la sua elezione diretta, da parte dei lavoratori, o per la sua designazione nell'ambito delle rappresentanze sindacali e, in ogni caso, rimanda alla contrattazione collettiva (anche per quanto riguarda il tempo di lavoro retribuito e gli strumenti per l’espletamento delle funzioni). In particolare, per le aziende: 1 fino a 15 lavoratori, il RLS è, di norma, eletto direttamente dai lavoratori al loro interno; in alternativa, viene individuato per più aziende nell’ambito territoriale o del comparto produttivo; 2 oltre 15 lavoratori, il ’RLS è eletto o designato dai lavoratori nell’ambito delle rappresentanze sindacali; solo nel caso in cui queste ultime siano assenti, viene eletto dai lavoratori al loro interno. - Se l’RLS è stato eletto, l’azienda ha l’obbligo di provvedere alla sua formazione. - L’azienda è tenuta a fornire adeguata formazione al RLS; questa sarà da svolgere durante l’orario di lavoro con moduli formativi della durata almeno di 32 ore e i cui oneri sono a totale carico del Datore di lavoro.

Sessanta giorni o due mesi? Come e quando si pagano le contravvenzioni E’ importante non confondere tempi di notificazione e pagamenti contravvenzioni.: 90 giorni dall’accertamento per notificare le violazioni qualora la contravvenzione non sia stata immediatamente contestata; 60 giorni per il pagamento. E’ importante sottolineare che 60 giorni non sono due mesi di calendario, sono invece 60 giorni di calendario; tenendo conto che alcuni mesi ne hanno 31, risulta pertanto che due mesi totalizzano 61 o 62 giorni, quindi non è possibile pagare la somma pari al minimo come previsto dal C.d.s. ma la metà del massimo editale che corrisponde circa al doppio della sanzione prevista da pagare entro 60 giorni.raddoppiata perché trascorso il tempo utile. Esempio: Ricevo la notifica il giorno 1 marzo, qualora io provveda a pagarla entro il primo maggio sono esattamente trascorsi due mesi, ma sono 61 giorni, dunque fuori termine previsto dall’art. 202 del Codice. E’ importante ricordare che le contravvenzioni possono essere pagate direttamente presso l’ufficio dal quale dipende l’Agente accertatore a mezzo c.c. postale o b ancario. Al fine di evitare maneggio di denaro il Comando della Polizia Locale non riceve più pagamenti presso il Comando stesso e ogni contravvenzione o semplice preavviso di sosta hanno allegato il bollettino per il versamento. In deroga a quanto previsto, alcune violazioni di articoli del C.d.s. nell’esercizio dell’attività di autotrasporto di persone o cose, il conducente è ammesso ad effettuare immediatamente, nelle mani dell’Agente accertatore, il pagamento in misura ridotta seguendo poi tutto l’iter previsto dalla legge in questo caso specifico. Ancora una precisazione: il pagamento in misura ridotta non è consentito quando il trasgressore all’invito di fermarsi intimato dall’agente non ottempera ovvero si sia rifiutato di esibire il documento di circolazione, la patente di guida o qualsiasi altro documento che ai sensi di legge deve avere con sé; in tal caso il verbale di contestazione della violazione deve essere trasmesso al Prefetto da parte del-

l’Organo di Polizia che ha accertato la violazione entro 10 giorni dall’identificazione. Il pagamento in misura ridotta non è consentito per altre violazioni previste dal C.d.s. Precisazione: Il preavviso di sosta (classico avviso lasciato sul parabrezza) non è un verbale di contravvenzione pertanto deve essere pagato come previsto entro 10 giorni dalla commessa infrazione. Qualora il medesimo non venga pagato entro i termini stabiliti (10 giorni), sarà inviato successivamente al contravvenuto il verbale e per questo esistono effettivamente 60 giorni dal ricevimento della notifica (il conteggio dei 60 giorni deve partire dal giorno del ricevimento del materiale da parte del portalettere oppure dal ritiro dell’atto presso l’ufficio postale). E’ importante ricordare che, qualora il pagamento del preavviso sia stato effettuato in ritardo e per la commessa infrazione sia già stato redatto il verbale di contravvenzione, il contravvenuto dovrà comunque pagare le sole spese postali con apposito bollettino. - Decurtazione dei punti All’atto del rilascio della patente viene attribuito un punteggio di 20 punti. Tale punteggio annotato nell’anagrafe nazionale degli abilitati alla guida subisce decurtazioni nella misura stabilita dal C.d.s. a seguito delle comunicazioni effettuate da parte degli Organi di Polizia. L’organo da cui dipende l’Agente che ha accertato la violazione che comporta la perdita di punteggio ne da notizia entro 30 giorni dalla definizione della contestazione. La contestazione è definita quanto è avvenuto il pagamento della sanzione amministrativa pecuniaria oppure siano conclusi i procedimenti dei ricorsi amministrativi e giurisdizionali, oppure siano decori i termini per proporre ricorsi. La comunicazione deve essere effettuata a carico del conducente quale responsabile, in caso di mancata identificazione del conducente, il proprietario ovvero l’obbligato in solido (argomento trattato sul numero precedente) art. 196 C.d.s. deve fornire all’organo di Polizia procedente, entro 60 giorni dalla data di notificazione del verbale di contestazione, i dati personali o della patente del conducente al momento della com-

messa infrazione. Se il proprietario del veicolo risulta una persona giuridica, il suo legale rappresentante o un suo delegato è tenuto a fornire gli stessi dati, entro lo stesso termini all’organo di Polizia che procede. Il proprietario del veicolo ovvero altro obbligato in solido ai sensi dell’art. 196 (principio di solidarietà) sia esso persona fisica o giuridica che omette, senza giustificato motivo di fornire i dati è soggetto a sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 269 a 1.075 euro. Ogni variazione di punti viene comunicata agli interessati dall’anagrafe Nazionale degli abilitati alla guida. Ciascun conducente può controllare in tempo reale lo stato della propria patente con le modalità impartite dal D.T.T. (Dipartimento trasporti terrestri) telefonando al numrero verde 848782782 oppure collegandosi a www.vivifacile.gov.it. Ai neo patentati la decurtazione punti viene raddoppiata. Se il punteggio non è esaurito la frequenza ai corsi di aggiornamento organizzati dalle autoscuole ovvero da soggetti pubblici o privati consente di riacquistare sei punti. Non è possibile iscriversi a corsi di recupero punti prima dell’avvenuta comunicazione da parte del D.T.T. Qualora la perdita del punteggio sia totale il titolare di patente deve sottoporsi all’esame di idoneità tecnica di cui all’art. 128 C.d.s. (Revisione della patente di guida) Al medesimo esame deve sottoporsi il titolare della patente che dopo la notifica della prima violazione che comporti una perdita almeno di cinque punti commetta altre due violazioni non contestuali, nell’arco di dodici mesi dalla data della prima violazione, che comportino ciascuna la decurtazione di almeno 5 punti. In questo caso il D.T.T. su comunicazione dell’anagrafe abilitati alla guida, dispone la revisione della patente. Qualora il titolare della patente non si sottoponga agli accertamenti entro 30 giorni dalla notifica del provvedimenti di revisione, la stessa patente è sospesa a tempo indeterminato. Per i titolari di patente con almeno venti punti, la mancanza nel periodo di due anni della violazione di una norma dalla quale derivi al decurtazione determina l’attribuzione di un credito di due punti fino ad un massimo di 10.

ONORANZE FUNEBRI di Hendrik Strumia e Dario Groppo

Febbraio 2011 19

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Omaggio ai nostri centenari e ultranovantenni M E S S A G G I Lucia Garis vedova Bauducco, carignanese d’adozione dal 1977, dopo il matrimonio della figlia Mariella con Roberto Albertino. Nata il 3 novembre 1917 in frazione Barauda di Moncalieri, ha scoperto fin da bambina una grande passione per il cucito: già a nove anni andava a piedi dalla Barauda a Moncalieri, dalle suore, per imparare a cucire ed a tredici anni si recava ogni giorno in bicicletta a Moncalieri e proseguiva per Torino, dove era stata assunta come lavorante presso una importante sartoria in via Urbano Rattazzi. Raggiungeva Torino con qualsiasi tempo (nebbia, vento, pioggia, neve e sotto il solleone), sempre da sola: quando compì sedici anni decise di mettersi in proprio. La sua prima macchina da cucire, una Singer, tuttora custodita gelosamente, l’ha seguita nel corso degli anni. Lavorava giorno e notte per finire i vestiti in tempo (il suo puntiglio la portava a rispettare sempre i termini concordati) e li consegnava personalmente, servendosi della sua inseparabile bici. Nel novembre 1945 sposa Carlo Bauducco (1915-1978) e nel 1950 nascono le gemelle Laura e Mariella; pochi anni dopo si trasferiscono nella casa natale di Carlo, in frazione Bauducchi. Dalla bicicletta passa al motorino, anche per accelerare le consegne: le clienti diventano più esigenti, sono di moda i vestiti da ballo con strass e paillettes e Lucia, pazientemente, cuce, molto a mano. Mariella ricorda sua madre spesso intenta a rimestare in pentole e padelle con una mano mentre con l’altra accompagnava la stoffa sotto il piedino e premeva intanto sul pedale della macchina da cucire. Anche la domenica mattina la sveglia per le figlie era di buon’ora perché si doveva occupare delle pulizie mentre il marito si metteva ai fornelli e cucinava con molta cura (le sue specialità

il pesce di fiume ed il coniglio). Carlo era da sempre innamorato di Carignano: qui veniva a fare la spesa ed aveva tanti amici e dopo che la figlia, nel 1975, era venuta sposa a Carignano, prese l’occasione per trasferirsi appena due anni più tardi nella nostra città. Qui rimase solo un anno: nel 1978 un brutto infarto lo tolse alla sua famiglia. Lucia aveva continuato il suo mestiere di sarta e, tra le più affezionate clienti, ricorda Carla Piera Rodolfo Gandiglio e Ebe Gabbi Gennero. Il suo lavoro le piaceva tanto ma

In ricordo di un amico (a Vittorio Griffone)

UNEBR ESE Fdal 1979 I RIUNIT R E MP VINOVO - PIOBESI

Tanti auguri alla nostra piccola Giulia che il 21 febbraio spegnerà la sua prima candelina da madrina, zio Massi ed i nonni.

Spazio ai lettori

Giuseppina Neirone 8 marzo Auguri speciali per i tuoi 80 anni Dalle nipoti Margherita, Laura, la figlioccia Marina, pronipote Martina e tua cognata.

Complimenti Davide per la tua brillante laurea specialistica in Pianificazione Territoriale Urbanistica e Ambientale, conseguita presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino. Congratulazioni da mamma, papà, Monica e Gianni.

Cento candeline per Maddalena Alla lista dei Carignanesi centenari (ora sono quattro, ma se ne attendono altri dagli oltre sessanta ultranovantenni) si è aggiunta, lo scorso 16 gennaio, Maddalena Rovei vedova Benedetto, ospite presso l’Ospedale Cronici Fondazione Quaranta a Carignano. Al secondo piano dell’Istituto, grazie all’opera meritoria di tanti volontari, mensilmente vengono organizzate le feste di compleanno degli ospiti; lo scorso mercoledì 26 gennaio dopo il saluto del presidente del Consiglio di Amministrazione Carlo Merlo, il vice sindaco di Carignano Miranda Feraudo e l’assessore Antonio Accastello hanno consegnato a Maddalena Rovei un omaggio floreale ed una copia in pergamena del suo atto di nascita datato 16 gennaio 1911. Maddalena Rovei, figlia di Giuseppe e Teresa Nicola, è nata nella casa paterna di vicolo Ritanotto, casa nella quale ha sempre abitato e dove vive tuttora il figlio Pier Antonio con la propria famiglia. Vita operosa quella di Maddalena (Lena per gli amici) carignanese purosangue, divisa tra famiglia e lavoro di “buta-file” presso il Lanificio Bona (l’italiano “rammendatrice” lo ha sempre rifiutato), una operosità che si esprimeva anche nel tempo libero quando con l’amato Lino, poi sposato nel 1937, andava in barca lungo il nostro fiume Po a pescare o a raccogliere legna oppure nelle scampagnate in bicicletta in compagnia della tante comitive di Carignanesi di quel tempo. Maddalena e Lino furono anche una presenza fissa ed assidua durante tanti anni di ferie estive di Carignanesi a Bobbio Pellice paese dove molti li ricordano con affetto e simpatia. A vederla oggi Lena non dimostra cento anni, la sua figura esile il viso sempre sorridente dove il tempo pare essersi fermato, trasmette a chi le rivolge un saluto un senso di serenità e pace; un bel pomeriggio per tutti gli ospiti ed amici che hanno partecipato numerosi ed in allegria, allietati da musica, canti e dolcini. Tanti auguri Maddalena ❚ P.L. Becchio

Gatto smarrito. Click si è perso alla Quadronda Smarrito domenica 6 febbraio, zona Quadronda, gatto europeo adulto, colore miele di nome Click. Chi avesse notizie è pregato di telefonare ai numeri 011.9697936 - 339.3045490. Ricompensa. ◆

CARIGNANO - LA LOGGIA CANDIOLO - OSASIO

Uno tra i più grandi gruppi di Imprese Funebri della Provincia Torinese

UFFICIO: SAN REMIGIO, Via Umberto I n. 39 - 011 9699487 - CARIGNANO

CORTESIA e PROFESSIONALITA’ PER UNA CERIMONIA DI ESTREMO SALUTO www.iltramonto.com E-mail: info@iltramonto.com baravalle@iltramonto.com SOLUZIONI DI PAGAMENTO PERSONALIZZATE

in bacheca

IMPRESE FUNEBRI RIUNITE DAL 1979

L.go Otto Martiri, 3 - Carignano (To) - Via Umberto I, 19 - Polonghera (Cn) P.zza C. Battisti, 14 - Sommariva del Bosco (Cn)

24 ore su 24 ≈ Tel. 011.9697219 - 0172.54246

smise nel 1982 con la nascita del nipote Andrea, tanto desiderato: nonna a tempo pieno, curò anche la consuocera Caterina Virano vedova Albertino, classe 1911, deceduta nel 1988. Fino a quando Mariella non è arrivata alla pensione, Lucia ha continuato ad occuparsi di Andrea ed, all’occorrenza, anche di Roberto. Lucidissima, subisce gli affettuosi rimproveri della figlia che, pur definendola una “marescialla”, la vorrebbe ancora attiva come un tempo: Lucia, invece, ha speso tante e tali energie che adesso vuole riposare, “stare un po’ calma” e non le si può certo dar torto. ❚ Marilena Cavallero

Da quando ci hai lasciati non c’è giorno che non pensi a te. Ricordo quando, ragazzino, ti vedevo passare la sera per le vie del rione sul tuo trattore OM rosso al ritorno dalle tue “arbrere”, lo sguardo serio, i baffi già di monarchica fattura, il “caplin” ed il foulard d’ordinanza. Poi i primi incontri al bar Bornengo, il locale trendy dell’epoca o, meglio, la piola del rione, dove a volte partecipavi alle mitiche partite a scopa con Giuàn Madona e compagnia. Erano innumerevoli le accese discussioni, le imprecazioni, quando non riusciva la giocata per il sette bello. La leggenda di paese già narrava che, giovane, avevi declinato l’offerta di tuo padre di regalarti una Fulvia coupè, mito dei ragazzi di allora, preferendo acquistare l’OM 45 che ti ha accompagnato per tutta la vita nella tua passione. Le prime chiacchierate quando hai saputo delle mie scelte professionali: la tua voglia di conoscere, di approfondire aspetti sempre nuovi del tuo lavoro, con un approccio analitico ed anticonformista, espressione di intelligenza e di uno spirito libero. Poco avvezzo ad accettare imposizioni e torti, ancor più se dovuti a scelte dell’autorità, sei stato additato come il piantagrane che faceva “causa a tutti” e che “presto avrebbe dilapidato in avvocati” il patrimonio di famiglia. Non è andata così. Spesso hai ragione tu e, a distanza di vent’anni – si sa, la giustizia ha i suoi tempi - hai piegato l’autorità civica con tua somma soddisfazione, non solo economica, ma soprattutto morale. A poco a poco il nostro rapporto è diventato più profondo e ad ogni incontro la tua tipica frase “ven si dutur che dou cuntetne una…” mi scaldava il cuore perché sapevo essere l’inizio di una simpatica chiacchierata tra amici, spesso ornata delle tue battute fulminanti. Dopo la morte di Rachele avevo notato i primi sintomi della tua sofferenza. A dicembre, nel nostro ultimo incontro a casa tua, ho percepito, nel tuo raccontare, un rancore ed una rabbia che mi hanno disorientato. Ti ho chiamato il pomeriggio del 24 per annunciarmi, come facevo sempre prima di una visita. Mi hai lasciato basito nel dirmi che non avevi voglia di parlarmi: tu che mi dicevi sempre “pasa da sì, dutur…”. Tu che telefonavi anche per le piccole cose. Volevo farti gli auguri di Natale e non ci sono più riuscito. Te li faccio oggi e ti voglio dire che, finché vivrò, porterò dentro di me il dolore, il rammarico, di non essere riuscito ad aiutarti: a volte la parola disinteressata di un amico può mitigare almeno un po’ l’abiezione del deserto in cui viviamo. Forse avrei dovuto cercare di essere più invadente… Hai scelto di lasciarci lo stesso giorno che, giovanissimo, hai perso la mamma, segno di un dolore mai sopito. Voglio pensarti oggi nella fresca ombra di una arbrera a discutere di confini… Riposa in pace Vittorio, galantuomo amico mio. Mi mancherai. ❚ ‘l dutur

I

spazio

10 Febbraio 2011

Dal 15 Marzo 2008 Funerali completi, scritta lapidi, arte funeraria, trasporti funebri in tutta Italia ed all’Estero

LA LOGGIA, Via Bistolfi n. 9 LA LOGGIA LA PIOBESE, Corso Italia n. 5 PIOBESI T.SE VINOVESE, Via Marconi n. 70/a VINOVO LA CANDIOLESE, Via Roma n. 5 CANDIOLO OSASIO - Abitazione, tel. 333/9858968 SERVIDIO ANTONIO PACOTTO LUCIANO

VIOTTO FLAVIO ROLFO PAOLO

333/3211052 338/5248598

333/9858968 338/7080636

SI RICORDA CHE DAL MESE DI OTTOBRE LA CREMAZIONE E’ SEMPRE COMPRESA NEI NOSTRI SERVIZI FUNEBRI


20 Febbraio 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Il Comune moltiplica gli investimenti

Cronache dallo sport CALCIO A 5 FEMMINILE NOME: Valentina COGNOME: Groppo RUOLO: Fascia PIEDE PREFERITO: Destro NUMERO DI MAGLIA: 9 - Curriculum sportivo/calcistico; o meglio: hai praticato altri sport? Da quando giochi a calcetto? Dove hai giocato? Come sei arrivata nel Carignano, da quanti anni e il motivo? Ho praticato il karate per un anno, ma la mia passione è sempre stata il calcio, perché come sport mi ha sempre affascinato. Purtroppo però ero una bambina abbastanza timida e, essendoci solo squadre maschili a quell’età, ho abbandonato l’idea, limitandomi a giocare tra amici. Solo all’età di 15 anni mi sono convinta che forse era arrivato il momento di provarci e allora sono andata a giocare per un anno a calcio a 11. L’anno dopo sono approdata nel Carignano calcio a 5, dove tutt’ora gioco. - Hai passato tanti anni a giocare a calcetto! In tutta sincerità, Valentina: la voglia è ancora quella degli inizi o si sta rivelando in calo? Questo per me è il sesto anno di gioco… Se devo essere sincera, un po’ di calo soprattutto in questa stagione c’è stato per me, forse anche perché gli impegni sono aumentati. Però non ti nego che la passione per questo sport c’è sempre! - Hai vissuto la stagione passata da grande protagonista, su questo non c’è dubbio. In questa stagione invece fatichi a ingranare: cosa è successo al bomber che è in te? Eh… La scorsa stagione è andata alla grande per me, ho segnato tanti gol, quest’anno invece ho qualche difficoltà in più… Non so cosa sia successo, magari i pochi allenamenti mi hanno fatto perdere un po’ il senso del gol. - Quest’anno ti confronti con una nuova compagna, l’altra Valentina del gruppo: com’è l’intesa in campo tra di voi? Quest’anno, a mio parere, abbiamo perso un grande punto di riferimento sia dentro che fuori dal campo, ossia Patrizia Pianotti. Credo che Vale però sia l'elemento giusto per cercare di sostituirla: lei come Patty, infatti, tiene molto la palla lì davanti ed è capace di far salire la squadra per andare in porta. Con lei l’intesa è buona, lo è stata soprattutto nella prima fase del campionato, dove ci scambiavamo assist a vicenda. - Dopo tanti anni in cui giochi qui puoi dirlo: cosa ti piace di

più di questa squadra? Di questa squadra cosa mi piace?! L'essere squadra! Tutti si sentono importanti, sia chi gioca di più, sia chi gioca di meno e proprio questi ultimi danno sempre la carica a chi entra in campo, non pensando alle rivalità, ma pensando solo al bene della squadra… - Secondo te, qual è un punto di forza del Carignano femminile? Un punto di forza della squadra è sicuramente il nostro Mister: con la sua grinta, le sue urla e la sua caparbietà, dà forza alla squadra anche nei momenti più difficili, sottolineando sì le cose sbagliate, ma evidenziando soprattutto le cose che di buono si fanno. - Come vedi il prosieguo di stagione, dopo un inizio scoppiettante e un presente in salita? Cosa ti aspetti dalle prossime partite? L’inizio è stato fantastico, per parecchie partite non sapevamo cosa fosse la sconfitta. Magari ci siamo montate un po’ troppo la testa. Eh eh eh…Abbiamo avuto un calo netto, anche a causa dei pochi allenamenti settimanali, ma ora come ora non bisogna guardare indietro, occorre solo pensare a far bene nelle partite che contano. Prima le vincevamo tutte e non vedo perché ora non si possa tornare a far bene. - Posso chiederti un’ ultima cosa? Potresti fare un appello a Mister Pianotti che si confonde sempre tra te e l’altra Valentina della squadra? Un appello al Mister?! Ma forse non c’è bisogno: il tono della sua voce basta a capire se chiama me o l’altra Vale… A parte gli scherzi, comunque, cosa posso dire….“Mister: troviamo un soprannome a una delle due, no?” - Vale, grazie mille per la tua disponibilità e in bocca al lupo per la continuazione di stagione! NOME: Valentina COGNOME: Vandoni RUOLO: mmmh….. PIEDE PREFERITO: destro NUMERO DI MAGLIA: 8 - Curriculum sportivo/calcistico; o meglio : hai praticato altri sport? Da quando giochi a calcetto? Dove hai giocato? Come sei arrivata nel Carignano, da quanti anni e il motivo: Gioco a calcetto da sempre ma non mi sono fatta mancare

Ko invernale per le ragazze del Carignano esperienze nel nuoto, nella pallavolo e in tanti altri sport. Ho iniziato a giocare a calcio all’oratorio e poi insieme agli amici d’infanzia abbiamo creato una squadra mista. Io e mia sorella gemella eravamo le uniche ragazze a giocare nel torneo. Questa esperienza mi ha formato e rafforzato. Verso la fine del campionato con gli uomini, il presidente dell’attuale Kick Off ha notato me e mia sorella e ci ha proposto di andare a giocare nel torneo femminile. Presa l’occasione al volo, abbiamo iniziato a giocare finalmente con le donne. La prima squadra è stata il Grugliasco Taurus, l’attuale Kick Off. Ho giocato con loro per tre anni poi per scelte personali sono andata a giocare nel Carpe Diem per un anno, e adesso eccomi qui in questa squadra spettacolare grazie ad una amica che gioca da anni, anzi, da sempre nel Carignano. E poi a dirla tutta mi piace troppo il paese. - Colgo l’occasione ufficiale per darti il benvenuto tra noi, Valentina! Sei il nuovo acquisto di questa stagione sportiva del Carignano: contenta della tua scelta? Contentissima. Mi sono subito sentita a mio agio. Ho scoperto lo spirito di questa squadra che rappresenta uno dei valori che nello sport, e credo anche nella vita, conta di più…la lealtà. - Come è stato il passaggio dalla tua squadra di provenienza al Carignano? E quali sensazioni ti suscita questo nuovo ambiente? Un grande “no comment” per la mia ex squadra. In questa squadra, invece, sicuramente contano le qualità di ogni giocatrice, ma la competizione fra di noi è assolutamente sana e sportiva e l’ambiente è decisamente più sereno e rilassato. Ringrazio chi mi ha convinto a venire a giocare nel Carignano. - Le tue nuove compagne stanno imparando a conoscerti e dicono che il tuo unico difetto è il fatto di parlare un po’ troppo, ogni tanto: vero o falso? Falsissimo, sono così buona e cara… Scherzo! Purtroppo è vero. Anche nella vita al di fuori dal campo sono così chiacchierona: devo sempre dire la mia, mi piace confrontarmi. Però sto imparando a distinguere la vita dal campo e dopo l’ultima espulsione ho imparato che se non voglio essere linciata dalle mie compagne, da Susy (la nostra dirigente) e dal Mister è meglio che impari a stare zitta e a risparmiare il fiato per cor-

Febbraio 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Carignano. Per le giovani atlete del calcetto A5 femminile, che da qualche mese hanno cominciato a presentarsi attraverso interviste su questo giornale, ora è giunto il momento di parlare di risultati. Purtroppo, ultimamente, le loro prestazioni non sono più state così brillanti come nel passato, ben cinque sconfitte consecutive, Ma, c'è un forte ma, come spiega mister Giovanni Pianotti: “A differenza delle altre squadre le calciatrici della Polisportiva hanno dovuto interrompere gli allenamenti settimanali per motivi climatici presentandosi quindi agli incontri in svantaggio psico-fisico. Non è pensabile, purtroppo, che continuino gli allenamenti serali nello spazio loro concesso sulla piastra polivalente all’esterno del Liceo Norberto Bobbio, con il gelo di questo periodo, infatti, è arrivato il ko del Carignano Calcio A5 femminile”. Le fanciulle di mister Pianotti mai come quest’anno sono incappate in un periodo così negativo, circostanza strana per il team di Carignano, da sempre capace di recuperare partite iniziate in salita con volontà e carattere e di affrontare le grandi squadre vendendo cara la pelle. A volte, però, volontà e carattere non bastano, ma occorrono anche una buona dose di brillantezza atletica, di resistenza e di tenuta fisica, caratteristiche che, ultimamente, il Carignano sembra non poter avere. “Dipende dall’impossibilità di allenarsi con continuità a causa dell’indisposizione del campo agibile - spiega ancora Pianotti - e la non disponibilità per due ore settimanali del campo di calcetto al coperto di via Roma, dovendo dare priorità (per motivi di cassa) alle richieste d’affitto. Peccato, le ragazze della Polisportiva si ritrovano 'senza casa' e in crisi di risultati e prestazioni, la mancanza di allenamenti costanti incide notevolmente anche sul versante infortuni: mai così tanti guai muscolari come quest’anno”. Pianotti conclude con una nota di fiducia: “Comunque, lo spirito di sacrificio e volontà non mancano, con l’arrivo della primavera la nostra squadra dimostrerà tutto il suo valore continuando a lottare per provare a qualificarsi per le fasi finali del campionato Top Five”. Si ricorda ai tifosi le partite casalinghe sono state posticipate alle ore 22 per i motivi sopra descritti, “sperando – dice ancora il Mister - che non vi siano altre richieste d’affitto altrimenti dovranno esibirsi a notte fonda, orario assolutamente poco idoneo per ragazze che si vogliono divertire e cercare di coinvolgere una piccola parte della cittadinanza”. ◆ rere! Comunque grazie per averlo definito come l’unico difetto,eh?! - Saggia decisione, le tue compagne apprezzeranno di sicuro… Eh eh eh… Procediamo: un inizio di stagione fantastico, vittorie importanti, tanti goal. Sei stata determinante in tante partite, poi infortuni e condizione in calo: qual è la ricetta per sbloccarsi e tornare a offrire buone prestazioni? Per prima cosa gli infortuni devono risolversi e poi… è importante ritrovare la grinta persa. Dobbiamo però aver voglia di puntare su questa squadra e credere di più in noi, partendo dal Mister ed arrivando a ogni singola giocatrice. Tutti abbiamo un lavoro e una vita che ci impegna, ma la passione per il calcio e per la squadra deve essere uno stimolo per ritrovarci ogni volta e far bene! - Qual è, secondo te, un punto di forza del Carignano femminile? Un parere da new entry! Il vero punto forte è Susy. È lei che ci tiene tutte unite e che si preoccupa dell’umore della squadra. Non dimentichiamo il Myster

che ci dà la giusta grinta in campo e ci insegna a giocare. - Come vedi il prosieguo della stagione, dopo un ultimo periodo piuttosto negativo? Un consiglio da giocatrice esperta. Difficile dirlo. Ogni partita è diversa dall’altra e bisogna affrontare il futuro pensando al presente… Chiaro no? A parte gli scherzi… Quello di quest’anno è un campionato bizzarro, spesso i risultati delle partite anche più prevedibili sono inaspettati. Quindi quello che conta è la grinta che si mette in campo e non le doti calcistiche di ogni singola giocatrice. - Posso chiederti un’ ultima cosa? Potresti fare un appello a mister Pianotti che si confonde sempre tra te e l’altra Valentina della squadra? Ma vogliamo parlare dell’ultima arrivata? Ora rischiamo di essere in tre a chiamarci Valentina! Mister… se siamo fortunati chiami la Valentina giusta al momento giusto! - Vale, grazie mille per la tua disponibilità e in bocca al lupo per la continuazione di stagione. ◆

Opere pubbliche e maggiore spesa per il sociale: approvato il bilancio di previsione 2011 Carignano. Si allunga la lista degli investimenti in opere pubbliche e aumenta la spesa per il sociale. Nel corso dell’ultima seduta del Consiglio comunale, giovedì 27 gennaio scorso , è stato approvato il bilancio di previsione per l’esercizio 2011. Mauro Corpillo, assessore al bilancio, spiega i punti qualificanti del documento, che rappresenta la prima parte del bilancio triennale 2011-2013: “Quest’anno è stato particolarmente difficile far quadrare il bilancio di previsione, essenzialmente per due motivi. Per prima cosa ci siamo trovati di fronte, nella parte corrente, a minori trasferimenti da parte dello Stato e della Regione al bilancio ordinario e contemporaneamente abbiamo dovuto rispettare i parametri del patto di stabilità, che imponevano certi vincoli (il non poter utilizzare, per la parte corrente, gli oneri di urbanizzazione: ricordo che gli anni precedenti si poteva arrivare fino al 75%, ma noi non siamo mai andati oltre il 30%) e il rispetto di altri, quali, ad esempio, l’aumento degli oneri per indebitamento. Soprattutto, però, c’era da mantenere l’impegno contratto con i cittadini di non aumentare di 1 euro la pressione fiscale comunale e di far fronte al notevole incremento della spesa sociale”. Difficile, a queste condizioni, riuscire a far quadrare i conti. “Far tornare i conti, con minori entrate e maggiori uscite - conferma Corpillo - è stata un’impresa a dir poco titanica. Abbiamo dovuto procedere a tagli drastici per quanto riguarda le spese per l’acquisto di beni e servizi (con una riduzione del 1617% rispetto all’anno scorso), stiamo pensando, sempre in un’ottica di risparmio, all’istallazione di un impianto fotovoltaico e cerchiamo di contenere all’osso le spese correnti. E cerchiamo di tagliare il meno possibile sulla manutenzione ordinaria e sul sociale. A questo proposito vorrei ricordare che noi, nel sociale, ci siamo sempre mossi a più livelli”. L'Assessore elenca: “Dall’aumento del contributo al Cisa 31 (attualmente, quasi 30 euro per abitante), alle varie iniziative promosse dalla Provincia (i ‘cantieri di lavoro’con sussidi ai disoccupati), e dalla Regione (aiuti alle fasce deboli per riscaldamento, affitto e raccolta rifiuti). In più ci siamo mossi in maniera auto-

noma, finanziando al 100% le cosiddette ‘borse lavoro’. Dal primo bilancio di inizio mandato ad oggi, l’investimento nel sociale da parte dell’Amministrazione è aumentato del 60%”. Il bilancio di previsione per l’esercizio 2011 chiude in pareggio sulla cifra di 12.091.497 euro. Analizzando le voci del capitolo “entrate” si nota che quelle tributarie ammontano a 2.254.400 euro, in aumento rispetto all’anno scorso perché è aumentata un po’ la compartecipazione all’Irpef da parte dello Stato. In calo, invece, i trasferimenti, che provengono dallo Stato, dalla Regione e da altri enti e ammontano a 1.538.002. Praticamente Mauro Corpillo invariate, rispetto all’anno scorso, le entrate extra tributarie, 1.456.539 euro, mentre è più che decuplicata (4.463.556 euro) la cifra relativa ai trasferimenti di capitali, derivante dalle vendite del patrimonio, compresi gli oneri di urbanizzazione, e dai fondi che si prevede arrivino dalla Regione per finanziare i vari progetti, dal PQU alle scuole. Un balzo notevole anche per l’accensione dei prestiti, 1.386.000 euro, 1 milione in più dell’anno scorso, necessari a finanziare i nuovi progetti, dalla riqualificazione di piazza Liberazione alla realizzazione della nuova scuola materna, che l’Amministrazione ha deciso per lo sviluppo futuro di Carignano. Nel capitolo “uscite”, sono diminuite le spese per il personale, 1.642.750 euro, per il pensionamento di alcuni dipendenti. In diminuzione anche la voce Beni e servizi, 1.750.861 euro, 100 mila in meno rispetto all’anno scorso, che riguarda tutto ciò che comporta far andare avanti la macchina comunale. Minori anche i trasferimenti, 631.874 euro, ovvero i contributi, ad enti, ad associazioni o a Comuni con i quali vengono espletati servizi. La voce più importante è quella degli investimenti, 6.499.556 euro, quasi quintuplicata rispetto al 2009. “Questo il bilancio ordinario spiega Mauro Corpillo - A fronte di riduzioni di spesa corrente, che abbiamo dovuto affrontare, si contrappone un notevolissimo incremento della spesa prevista per gli in-

vestimenti. Sembra una contraddizione, ma non lo è. Nel 2010 sono finalmente arrivati a conclusione gli iter progettuali per lo sviluppo futuro della città che questa amministrazione aveva impostato agli inizi del mandato e che si sviluppano in due direzioni: il PQU, per quanto riguarda la parte pubblica (la parte privata, il commercio, non è ancora stata finanziata, ma è evidente che si va in questa direzione), con l’iniziale riqualificazione di piazza Liberazione, e il nuovo polo scolastico, che per il momento prevede la costruzione della scuola materna. Nel 2010 è arrivata la conferma da parte della Regione del cofinanziamento di 319.000 euro per il PQU e di 1.420.000 euro per la scuola, dei quali 420.000 euro già accertati e 1 milione (per il fatto che la scuola risponde a criteri di bioarchitettura e di risparmio energetico) ancora ‘in itinere’”. Corpillo prosegue: “Dovendo mettere in cantiere investimenti di tale portata, abbiamo dovuto far tornare i conti anche in presenza di minori entrate, perché se c’è la crisi ci sono anche meno progetti edilizi e quindi minori oneri di urbanizzazione (quelli previsti quest’anno portano solo in cassa 500.000 euro); per fortuna abbiamo avuto la conferma dei trasferimenti da parte della Regione, ma abbiamo dovuto comunque far fronte per la restante parte con le nostre risorse, che derivano dalla vendita di beni propri. E così abbiamo messo a bilancio 1.700.000 euro: 1 milione pensiamo di ricavarlo dall’attuale scuola materna di via Forneri e 700mila dall’ex caserma dei carabinieri di via Quaranta. E allora, oneri di urbanizzazione, più la vendita dei beni, più i contributi da parte della Regione: la restante parte sono mutui, che abbiamo previsto di accendere per un totale di 1.386.000 euro, circa 900 mila per scuole e 370 per piazza Liberazione e 150 mila per il restauro degli affreschi del duomo”. E conclude: “Questo è il quadro generale nel quale ci siamo mossi. Ovviamente, ipotizzando questi nuovi indebitamenti, anche in questo caso dobbiamo rispettare i famosi parametri del patto di stabilità che impongono di poter stipulare mutui se è stato rispettato il patto negli

9

“Tra minori entrate e patto di stabilità far quadrare i conti è stato difficile” Carignano. “Come sindaco non posso che complimentarmi con l’assessore Corpillo e con coloro che hanno partecipato alla stesura del bilancio, dall’assessore ai lavori pubblici a quello all’edilizia privata, e con tutti gli Assessori in generale, in quanto tutti ci hanno messo del buon senso e dell’inventiva per cercare di mantenere gli equilibri di bilancio. Siamo riusciti non dico a fare miracoli ma quasi… E’ stato veramente difficile far quadrare i conti tra minori entrate, patto di stabilità e incremento delle spese, soprattutto per il sociale. Non dobbiamo dimenticare che quest’anno il Comune di Carignano ha ricevuto 300 mila euro in meno di trasferimenti, per i motivi di finanza pubblica che tutti conosciamo. Detto questo, a livello generale, vorrei sottolineare alcuni aspetti, in particolare. Innanzitutto, gli stessi sindacati hanno riconosciuto che, se c’è una voce di bilancio in forte crescita, è quella relativa al sostegno alla crisi occupazionale, sia tramite le borse lavoro, sia tramite interventi vari, compresi i trasferimenti al Cisa 31. Sono 5 anni che amministro e sono 5 anni che troviamo un’intesa con i sindacati, che si esprimono positivamente sul nostro bilancio. Mi sembra piuttosto singolare che ci siano affermazioni diverse da parte di consiglieri, quando le stesse parti sociali approvano l’operato dell’Amministrazione. Per quanto riguarda le iniziative importanti, e mi riferisco in particolare al piano degli investimenti, richiede sì grandi risorse ma è necessario, per dare uno sviluppo alla città. Sulla questione dell’indebitamento del Comune, ho già risposto alle minoranze in Consiglio comunale: prendendo in esame soltanto le partite correnti, il Comune di Carignano, a parte gli investimenti, movimenta quasi 6 milioni di euro; tra interessi e capitale dobbiamo restituire, ogni anno, poco meno di 450 mila euro, una cifra più che accettabile per quanto riguarda la finanza pubblica. Se non ci fosse quell’indebitamento vorrebbe dire, in termini finanziari, che il Comune non crede in se stesso, non fa investimenti. E quindi la città rimarrebbe immobile.. Passiamo alle osservazioni che sono state fatte in Consiglio comunale da consiglieri di minoranza e, purtroppo, anche di maggioranza: mi sento di affermare che la manutenzione del patrimonio viene fatta in maniera puntuale. Cito, ad esempio, gli interventi all’ex palazzo comunale di piazza San Giovanni: abbiamo ripristinato il tetto, il porticato e attualmente stiamo rifacendo la facciata, che purtroppo è stata rovinata dagli agenti atmosferici. Per quanto riguarda la riconversione degli edifici di proprietà comunale, avremo a breve un incontro con una fondazione intenzionata all’utilizzo della villa ex Bona. Non sempre, però, le iniziative vanno a buon fine: se così fosse, avrei i poteri di mago Merlino. Un conto è accusare di immobilismo, di non fare; un altro conto è cercare di fare, anche se non sempre le ciambelle riescono col buco. Dire che non abbiamo fatto, è scorretto. Sul tema del risparmio energetico, mi dispiace verificare che le persone o non capiscono o non si informano. Tanto per cominciare è stata fatta una circolare a firma mia e dell’assessore Corpillo per l’interdizione delle stufette elettriche nell’ambito dei locali comunali e abbiamo limitato a 20 gradi la temperatura dei termostati, proprio per contenere i consumi. L’obiettivo di un amministratore deve essere sì quello di risparmiare sul breve periodo, ma soprattutto di attrezzarsi per avere una fonte energetica alternativa di ampio respiro sul lungo periodo. Infine, credo che anche il Piano triennale delle opere pubbliche, messo a punto dall’assessore Albertino e approvato all’unanimità dalla Giunta, sia un piano bilanciato. Insieme a nuove realizzazioni ci sono anche interventi di manutenzione e conservazione dell’esistente, pianificati nell’arco dei tre anni. Se si potesse fare tutto in un anno, non avrebbe più senso chiamarlo Piano triennale. ◆

I conti del Comune di Carignano Entrate - Tributarie - Extra tributarie - Contributi - Trasferimenti di capitali - Accensione prestiti - Servizi conto terzi totale

2.254.400 euro 1.456.539 euro 1.538.002 euro 4.463.556 euro 1.386.000 euro 993.000 euro 12.091.497 euro

Uscite - Personale - Beni e servizi - Trasferimenti - Imposte e tasse - Rate mutui - Fondo accantonamento - Investimenti - Servizi conto terzi totale

1.642.750 euro 1.750.861 euro 631.874 euro 112.600 euro 444.425 euro 16.431 euro 6.499.556 euro 993.000 euro 12.091.497 euro

anni precedenti, prevedendo anche che nel pagamento futuro delle rate venga rispettata una certa quota compatibile con le entrate correnti. In

sostanza, quest’ultimo bilancio del mandato è stato in assoluto il più complesso da redigere, un’autentica fatica, pari a quella di Sisifo”. ◆


Febbraio 2011 21

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Cronache dallo sport Questo spazio è dedicato esclusivamente alle attività che intendono proporre occasioni irripetibili. Il costo di queste inserzioni pubblicitarie è stato fissato, in accordo con la tipografia Nuova Grafica Carignanese, a prezzi agevolati.

LUMACHE fresche, vive, già spurgate conservate, surgelate - Piatti pronti Specialità calabresi

“OFFERTA PROVA” SCONTO 50% su tutti i vasetti di prodotti calabresi CARIGNANO - Via Forneri, 3 - Tel. 349.3198086

“Fino al 28 febbraio Trapunte -20%. Dal 1 marzo 10% di sconto su un acquisto minimo di 50 € e 15% di sconto su un acquisto minino di 110 €”

Via F.lli Bona, 17 - Angolo via Umberto I° - CARIGNANO - Tel 011.9690023

PROFUMERIA - PELLETTERIA - SOLARIUM VISO E CORPO

BUTTERFLY

A ERT OFF ino al af valid aio 2011 bbr 28 fe

SCONTO del 40% su BORSE

Kipling - piquadro - The Bridge P.zza Carlo Alberto, 25 - CARIGNANO - Tel. 011.9697885 R P LOINN ER C OV A O LI

Chiuso il mercoledì pomeriggio

Erboristeria Peirotti e Perin

L’ARCOBALENO

SCONTI dal 10% al 20% P.zza S. Giovanni 12/A - Tel. 011/9697978 - 10041 CARIGNANO (TO)

Ago Filo & C. Parco Giochi TENDAGGI e TESSUTI - COMPLEMENTI D’ARREDO Giocattoli e cartolibreria

Via Salotto, 23 - Carignano - Tel. 011.9699196

% 0 2 O T SCON I N I A Z i sugl

fino ad esaurimento

di Cesare Gianluca e Cometti Gianluigi Ti aspetta

CONFEZIONI PERSONALIZZATE - PREVENTIVI GRATUITI OGGETTISTICA - ARTICOLI REGALO

OFFERTA DEL MESE FINO AD ESAURIMENTO SCORTE SCONTO 30% su una VASTA GAMMA di TESSUTI per TENDAGGIO e ARREDAMENTO Via Umberto I, 13 - Tel. 011.9699120 - Carignano (TO) Per presentare le novità: yogurt, ghiaccioli, caramelle, frappè, cioccolatini, monoporzioni e nuovi gusti di gelato...

a Carignano P.zza Liberazione 5 per l’inaugurazione one della in occasi

CALCIO PROMOZIONE

ATLETICA P.E.C.

Il Carignano sogna nel derby poi crolla con il Tre Valli

Gare indoor e nuovi traguardi

Carignano. Un ottimo Carignano riprende la stagione dopo la pausa invernale sconfiggendo per 2-0 il Carmagnola nell’atteso derby del girone C del campionato di Promozione. La partita è decisa da due giocate di Andrea Zacchino, che insacca la doppietta personale e porta tre punti fondamentali alla squadra di mister Scudieri, apparsa in forma dopo il grande lavoro nella preparazione invernale. 39 Dopo questa sfida due settimane di Mirafiori stop, con altrettante amichevoli e alle- Olmo 38 namenti intensi e costanti, fino alla Orbassano Gabetto 36 gara giocata sul sintetico del Mirafiori Csf Carmagnola 32 contro il Tre Valli, sfida fondamentale Saviglianese 30 per la salvezza. Partita dura e con Cavour 28 poche occasioni, Carignano solido Corneliano 28 ma poco alla volta meno preciso nel Pedona Borgo corso della partita, anche a causa delSan Dalmazzo 25 l’improvviso caldo, fino alla beffa fiTre Valli 23 nale, su un lancio da una trentina di Bsr Grugliasco 23 metri la difesa si fa trovare imprepa22 rata e il bomber del Tre Valli si trova li- Vigone Bene Narzole 22 bero di colpire di testa a pochi passi 21 dall’estremo difensore carmignanese Pro Dronero Carignano 21 Alessandro Guglielmo. Nel finale anche un infortunio al gi- Sommariva Perno 13 nocchio per il giovane Mattia Mo- Pozzomaina 11 schini, tra i più positivi del periodo, ancora da valutare l’entità del danno, ma è probabile che il ragazzo debba stare lontano dai campi per un po’. Una tegola ulteriore per i Carignanesi, apparsi anche molto nervosi al triplice fischio finale, che si somma all’assenza di Domenico Lamorte, fuori trenta giorni per una frattura al polso. Servono punti per uscire definitivamente dalla zona calda, le sfide con Grugliasco e Pozzomaina nelle prossime settimane dovranno regalare i tre punti necessari. ◆ R. D. P.

Carignano. Con la fine delle feste è ripresa l’attività agonistica caratterizzata, in questi mesi, dalle gare indoor, alcune delle quali anche a livello nazionale e così l’Atletica Pec è ripartita di slancio verso nuovi traguardi. Domenica 16 gennaio hanno dato il via gli Esordienti e i Ragazzi con la partecipazione al meeting giovanile indoor “Città di Bra”, dove era previsto un biathlon (60 metri piani e 60 metri ostacoli). I buoni risultati non si sono fatti attendere, infatti primo posto per Sara Mercadante (categoria Esordienti), seguita a breve distanza dalle compagne di squadra Irene Mattio, Miriam Giughera, Francesca Dejoma, Lucia Pejretti e Margherita Vecchietti. Nella corrispondente categoria maschile vittoria sfiorata (secondo posto) per Daniele Migliore e buoni piazzamenti per Alessandro Monge Cuniglia, Carlo Margaria, Simone Fava, Paolo Margaria, Simone Ferrarese ed Edoardo Baggiani. Ottimo terzo posto per Giacomo Bottero nella categoria Ragazzi, nonostante i pochi allenamenti dovuti a problemi di salute, mentre Nadia Tomasetig si è classificata quinta,

LOTTA Francesco Boggio bronzo al Campionato Italiano Esordienti Carignano. Il calendario nazionale di lotta del 2011 è iniziato con il Campionato Italiano Esordienti di Stile Libero, in programma il 5 febbraio nel PalaFijlkam di Ostia, l'impianto riservatoalle manifestazioni di lotta, judo e karate. La gara, riservata ai giovani lottatori al limite di 15 anni, ha visto la partecipazione di una quarantina di società provenienti da ogni parte d'Italia. La Polisportiva Carignano ha partecipato con tre ragazzi che hanno ben figurato, nonostante lo stile libero sia poco congeniale alla scuola greco-romana dei fratelli Benso. Il promettente Francesco Boggio, nella categoria kg 53, ha tenuto una condotta di gara molto intelligente, conquistando una medaglia di bronzo importante. Sconfitto di misura in semifinale da un ragazzo faentino, poi vincitore della categoria, Francesco ha vinto il girone di assegnazione del terzo posto, superando tutti gli avversari e battendo per schienata nella finalina un ragazzo barese. Al terzo posto di Francesco si è aggiunto il bel quinto posto di Edoardo Genero che nella categoria 42, purtroppo, non è riuscito a conquistare la medaglia di bronzo, sconfitto nella finale per il terzo posto da un avversario di Termini Imerese. Nella cat. 42 era in gara anche il giovanissimo Giovanni Freni, il quale non è riuscito a superare i quarti di finale terminando la gara al 10° posto. Comunque con questa prima medaglia i segnali sono positivi per la nuova stagione agonistica, in vista dei prossimi campionati nazionali esordienti di greco-romana in programma a marzo, sempre a Ostia, ai quali la Polisportiva Carignano conta di partecipare con una compagine più numerosa. ◆

°

30

confermando i costanti miglioramenti dell’ultimo periodo. Sempre lo stesso giorno, ma a 600 km di distanza, e più precisamente ad Ancona, due dei nostri atleti (Allievi) erano impegnati nei 400 metri piani e nel lancio del peso. Si tratta di Eleonora Destefanis che concludeva il doppio giro di pista indoor in 1:07:13 al quindicesimo posto e di Mattia Mirenzi, che con un lancio di 15,12 m si posizionava al secondo posto, stabilendo il suo record personale, impresa ripetuta, ma questa volta con il primo posto e col titolo di Campione Regionale, domenica 6 febbraio, al Palaindoor di Aosta. La settimana seguente sono partiti alla volta di Ancona i Cadetti per partecipare al meeting nazionale giovanile “Città di Ancona” presso il Palace Banca Marche, struttura all’avanguardia con una bellissima pista da 200 metri al coperto. Per questi atleti era la prima trasferta lunga e sicuramente la vista dell’imponente strut-

CENTRO STAMPA LITOGRAFICO - DIGITALE STUDIO GRAFICO

ANNIVERSARIO

19

8 1 - 2 0 11

VIA SALOTTO, 15 CARIGNANO (TO) Tel. / Fax 011.96.97.872 E-mail: loris@ngc.191.it

tura li ha intimoriti un pochino, ma si è trattato solo di un momento, perché una volta in pista hanno tirato fuori tutta la loro grinta, dimostrando la loro buona preparazione atletica e ottenendo ottimi risultati personali. Nelle Cadette, 600 metri piani, medaglia d’argento per Elena Oreglia con il tempo di 1:49,90, decimo posto per Beatrice Campigotto con 1:59,18 e tredicesimo posto per Gaia Bechis con 2:06,06. Nella stessa distanza, ma maschile, si piazzavano, all’undicesimo posto Edoardo Mazzola con 1:45,08, al quindicesimo posto Fabio Mengozzi con 1:48,95 (incredulo di essere riuscito a ottenere questi risultati dopo solo sei mesi di pratica nell’atletica), ventunesimo Matteo Pejretti con 1:56,18, che però ha corso avendo già alle spalle la gara dei 60 hs, sua specialità, conclusa al decimo posto in 11,38 sec. Medaglia di bronzo nella marcia per Gioele Rosso, che ha provato per la prima volta la distanza dei 3000 m, essendo appena passato di categoria, finendo la gara in 17:53,00, ad una manciata di secondi dai primi due classificati. L’attività indoor prosegue per tutto il mese di febbraio e per i primi quindici giorni di marzo coinvolgendo tutte le categorie. ◆ M. P.

SPURGO POZZI NERI FOGNATURE

“da Carignano Ieri, Oggi, Domani”

PIEMONTE SPURGHI

telefonate

CARMAGNOLA - TEL. 011.9722198

al 339.7292300

Per le inserzioni pubblicitarie su


22 Febbraio 2011

ospiti

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

ILLUSTRI ILLUSTRI concittadini

Lorenzo Valerio Bona (seconda parte) Affascinato dal mondo dell'arte e delle lettere, versificatore lui stesso (secondo quanto dichiarò lo scrittore Angiolo Biancotti in Plastici, 1930), Valerio Bona conobbe negli anni Venti l’intellettuale spezzino Ettore Cozzani, e fu probabilmente uno dei finanziatori della rivista “L’Eroica”, diretta da Cozzani stesso. Nel variegato mondo di artisti che ruotava attorno alla rivista milanese, Bona stabilì alcuni contatti destinati a maturare nel tempo e contribuì alla rivista con recensioni, firmandosi "Uno qualunque", oppure con le iniziali "L.V.B.". Nel 1927 all'asta dell'Opera Nazionale Mutilati ed Invalidi di Guerra svoltasi alla Galleria Pesaro di Milano, Bona acquistò un'opera del tutto particolare, una serie di fotografie dei disegni della Via Crucis del pittore ferrarese Gaetano Previati ritoccate e ridisegnate dall’autore. Esposta nel 1928 in una mostra a Carignano, la Via Crucis di Previati rimase presso la famiglia sin verso il 1968, quando ricomparve a Dogliani, nella parrocchiale (oggi sostituita da copie). Forse negli stessi anni strinse amicizia con lo scultore genovese Eugenio Baroni, autore del famoso monumento a Giuseppe Garibaldi a Quarto dei Mille, anch'egli legato a Cozzani (che gli dedicherà più pagine sulla sua rivista) ed anche lui reduce dall'altipiano della Bainsizza, dove combatté nel giugno del 1917. Negli anni 1930-31, Valerio Bona fece decorare il suo studio privato ed un locale adiacente della sua villa di Carignano (l’antica Villa Provana del Sabbione, in Via Monte di Pietà a Carignano) da Adalberto Migliorati, un pittore perugino assai apprezzato da Cozzani; l’artista, coadiuvato dal fratello Viero, vi rappresentò soggetti tratti dalla saga dei Nibelunghi (in omaggio alle letture wagneriane del committente) alter-

nate a soggetti religiosi: all’interno della Villa spicca ancora uno Sposalizio della Vergine, in stile neoquattrocentesca, che celebra in una fantastica rappresentazione tutti i componenti della famiglia Bona. Cozzani pubblicherà immediatamente sulla sua rivista i dipinti, e, nel 1940, stamperà per conto del Bona un volume di scritti e memorie sull’industriale. Nel 1938 Valerio fece costruire sulla collina di S. Vito in strada Revigliasco a Torino, una grande villa fastosa (Villa Primosole), disegnata dall'ingegner Ezio Lorenzelli, affrescata da Viero ed Adalberto Migliorati, e per la quale il disegnatore di giardini e paesaggista fiorentino Pietro Porcinai (1910-1986), con il socio designer Maurizio Tempestini, realizzò il giardino, in parallelo con quello della villa di Federico Maggia, socio a sua volta di Valerio alla V.E. Fratelli Bona. A partire dal 1935 Valerio Bona seguì con attenzione lo svolgimento del concorso per il Monumento ad Emanuele Filiberto di SavoiaAosta a Torino, schierandosi con tutto il suo peso politico dalla parte di Eugenio Baroni, il cui bozzetto risultò alla fine vincitore, dopo un durissimo contrasto con Arturo Martini; a fianco di Baroni si schierarono anche tutte le associazioni degli ex combattenti, in particolare l'Arma di Artiglieria a cui Bona apparteneva, facendo pressioni presso il Governo fascista e presso il Comune di Torino affinché vincesse il progetto celebrativo di Baroni. Quest’ultimo morì precocemente il 25 giugno 1935: pertanto, per legato testamentario, fu Bona a seguire le fasi di completamento e fusione delle statue (affidate allo scultore romano Publio Morbiducci), sino alla realizzazione dell'insieme, già pensato per Piazza Vittorio Veneto e poi definitivamente sistemato in Piazza Castello. Secondo alcuni critici, la testa del duca, riprodurrebbe le fattezze di Valerio Bona,

in omaggio alla determinazione dello stesso nella scelta del bozzetto; in effetti i tratti fortemente delineati della statuaria fascista ne rammenterebbero alcuni tratti, sfumandoli, senza delinearli del tutto e quindi lasciando l’osservatore nell’incertezza.L'industriale donò in seguito al Museo di artiglieria di Torino una versione in miniatura delle sculture di Baroni, tutt'ora conservate. Celebrato sulle pagine dell' Eroica dal fedelissimo Cozzani, il monumento, inaugurato il 4 luglio 1937, fu l'ultimo atto di un'avventura culturale, ma anche e soprattutto politica ed ideologica, destinata ad affievolirsi e trasformarsi dopo la Seconda Guerra Mondiale.L'amicizia fra Cozzani e Bona continuò comunque sino alla morte di Bona stesso, con lettere, scambi di saluti, visite a mostre ed a conferenze, come testimonia l'epistolario dell'industriale. Nel dopoguerra, Valerio Bona donò alla Città di Carignano la sua copia in bronzo della Vittoria per il Monumento al San Michele, di Baroni, perché divenisse Monumento ai Caduti della Seconda Guerra Mondiale: dapprima sistemata di fronte al Sacrario dell’antica chiesa di San Remigio, negli anni Novanta del XX secolo fu poi portata in Largo Otto Martiri. Bona tenne stretti contatti anche con il giornalista e scrittore livornese Vittorio Emanuele Bravetta (1889-1965), autore di molti inni fascisti, come il Canto dei fanciulli fascisti, l''Inno degli universitari fascisti ("Siamo fiaccole di vita"), l'Inno dei Giovani Fascisti ("Fuoco di Vesta"), l'Inno della Somalia Italiana, della Marcia delle Legioni, l’Inno dell'Italia imperiale, Inno Mediterraneo, Adesso viene il bello. L’industriale fu anche amico, committente e collezionista del pittore (18741956), a sua volta amico di Cozzani e frequentatore del cenacolo dell'Eroica. Paolo Castagno

Accademia Scacchistica

“ALFIERI DEL PO” A cura di Daniela Tontini

Impegni a Vinovo e al Campionato italiano Lunedì 17 gennaio è iniziata a Vinovo in piazza Rey, la prima edizione del torneo del Castello della Rovere.; la manifestazione, che terminerà il 21 febbraio,vede la partecipazione di 28 giocatori provenienti da tutta la provincia e suddivisi in due tabelloni composti da 14 scacchisti ciascuno. Gli Alfieri del Po, soddisfatti della risposta ottenuta anche in considerazione dei vari tornei concomitanti più conosciuti,intendono con questo evento diffondere e far conoscere il gioco degli Averbakh - Boudi-Bueno (Polanica Zdroj 1975) scacchi anche nei comuni intorno a Carignano ed in questa ottica è gradita la visita di curiosi e/o appassionati per assistere alle combattute partite che si svolgono ogni lunedì a partire dalle ore 20.30 fino a tarda serata. Quasi in contemporanea con la fine di questo torneo si avrà l'inizio del Campionato italiano a squadre a cui gli Alfieri del Po parteciperanno con due squadre denominate Campochiaro e Camposcuro. Continua intanto l'ascesa nella graduatoria mondiale di Fabiano Caruana (1992 elo 1721) arrivato in questi giorni al 25esimo posto e numero 1 del mondo degli under 20. Vista la giovane età è lecito sognare di vederlo, chissà, lottare presto per diventare campione del mondo! Soluzione mese di gennaio 2011 Non vedendo la possibilità di salvare l’Alfiere,von Popiel abbandonò.In realtà egli Il BIANCO muove e vince avrebbe potuto salvare l’incontro e vincerlo giocando 1... Ag1! Mossa spettacolare Il mese prossimo la soluzione che attacca la Donna bianca e contemporaneamente minaccia il matto in h2.

La pedina A cura di Franco Benedetto Lo dicono le pedine: anche se siamo di legno, chi vuol trattare con noi, deve aguzzare l’ingegno. Soluzione mese scorso

(24 - 20) A 23 - 27 (26 - 30) 16 x 23 (32 - 28) 23 x 32 (30 x 14) A= mossa forzata

Il BIANCO muove e vince in 7 mosse 1

2 5

9

3 6

10 13

17

11 14

18 21

25

12

19

16 20

23 27

30

8

15

22 26

29

4 7

24 28

31

32

Curiosità damistiche Osservando il problema qui pubblicato, si può notare la sua caratteristica estetica: è simmetrico nella disposizione dei pezzi secondo l’asse diagonale dalla casella 1 alla 32 sia nel colore che nel valore dei suddetti. Per queste qualità i problemi di questa fattura sono molto apprezzati dai problemisti vista la difficoltà di composizione, dovendo abbinare l’estetica alla tecnica.

VIGILI SU CARIGNANO I pompieri: chi sono e cosa fanno Obiettivo sicurezza Il mese scorso abbiamo introdotto questo importante argomento, la sicurezza, descrivendo le origini dei dispositivi pirotecnici e quelli che siano gli effetti più evidenti di un loro incauto utilizzo. Proseguiamo il percorso con una breve, e semplice, descrizione tecnica e qualche, sempre utile, consiglio per un loro corretto utilizzo. Il prossimo mese vedremo come conservarli e come comportarsi in presenza di dispositivi inesplosi, visto anche l’approssimarsi del Carnevale. • Botti e fuochi senza danni (seconda parte) Occorre fare una considerazione tecnica che forse può far percepire meglio il pericolo derivante dall’utilizzo dei fuochi d’artificio. Dentro gli artifici pirotecnici ci sono normalmente tre componenti, il combustibile (carbone), il comburente (materiali che contengono ossigeno) e additivanti per gli effetti pirotecnici (metalli), questi tre elementi, una volta innescati, reagiscono fra di loro e con l’ossigeno dell’aria generando una combustione più o meno veloce, i cui effetti, oltre a quelli tradizionali del calore, della fiamma luminosa e del fumo, possono essere la generazione di un onda d’urto chiamata “botto” (sovrapressione e suono) e la colorazione delle fiamma e dei fumi. Pertanto fra un fuoco ed un’esplosione non c’è molta differenza se non nella velocità con cui avviene il fenomeno; se prendessimo una torcia che gocciola fiammelle per usarla in casa o su un balcone, tutti assocerebbero l’azione ad un evidente pericolo, ma se facessimo la stessa cosa con un fuoco d’artificio, pochi considererebbero l’azione pericolosa, eppure, il fuoco d‘artificio non è nient’altro che una combustione più veloce, ma sempre un fuoco a tutti gli effetti come ci ricorda il nome. Il vero problema è l’inconsapevolezza della maggior parte di noi che non considera i botti pericolosi e anzi li reputa indispensabili per festeggiare e salutare occasioni importanti. L’arte del fuoco un tempo riservata alle feste dei nobili e alle cerimonie militari, dall’Ottocento in poi è divenuta parte integrante della festa in generale, ma l’uso ricreativo dei giochi pirotecnici spesso si trasforma in tragedia, come purtroppo leggiamo ogni volta sulle cronache. Le accortezze da avere nell’utilizzo dei giochi pirotecnici sono moltissime ma ora elenchiamo delle semplici regole che possono ridurre o eliminare il rischio, per se stessi, gli altri e le cose. - Accertarsi di acquistare dei dispositivi pirotecnici omologati e realizzati nel rispetto delle leggi vigenti, soprattutto evitando di affidarsi ad esercizi e bancarelle “clandestine”. - Individuare una zona sicura dove lanciarlo e, una volta innescato, evitare di fare gli “eroi” ritardando il tempo con bisogna sbarazzarsene in sicurezza. - Non indirizzare mai i fuochi verso le persone o gli animali, i danni fisici e psichici che si possono arrecare sono gravi e imprevedibili …come le reazioni di questi soggetti !!! - Non indirizzare mai i fuochi verso balconi, finestre, bidoni dell'immondizia e auto. - In caso di vento non usare quelli a razzo e comunque non lanciarli mai controvento. - Non usare mai in luoghi chiusi e, meno che mai, in locali pubblici.

CURIOSITA’ ECOLOGICHE a cura di "Legambiente Il Platano" Piemonte nucleare In Piemonte le argomentazioni dei nuclearisti sono affidate a celere e carabinieri. Quanto accaduto a Condove all'alba del 7 febbraio in occasione del passaggio di un treno carico di scorie nucleari proveniente da Saluggia e diretto in Francia è una brutta premessa al nuovo corso atomico progettato dal Governo. Mancanza di trasparenza e militarizzazione del territorio non ci sembrano un metodo praticabile per la gestione di rifiuti e impianti nucleari. La mancanza di trasparenza su tutta la filiera del ciclo dei rifiuti del nostro “vecchio” nucleare è grave ed è grave che in Piemonte non venga rispettata la legge regionale che prevede che i cittadini residenti nei territori attraversati dai convogli carichi di scorie vengano debitamente informati sui trasporti e sui piani di emergenza associati. E’ chiaro che la gestione delle scorie radioattive, per non parlare dei nuovi impianti che il governo vorrebbe realizzare, non può avvenire all’oscuro delle popolazioni e senza condivisione. Da Saluggia, dove è al momento custodito l’85% dei rifiuti nucleari italiani, senza informare la popolazione, partono le barre per l’impianto di trattamento di La Hague; nessuno dice che i rifiuti radioattivi torneranno poi in Italia, nessuno dice come saranno solidificati e portati via da Saluggia i rifiuti radioattivi liquidi, quelli che da oltre trent’anni costituiscono un rischio enorme. Intanto, all’oscuro della popolazione, va avanti l’autorizzazione per i nuovi depositi. E' grave che la Regione Piemonte, con diverse dichiarazioni di neutralità sulla questione sia del presidente Cota che dell'Assessore all'Ambiente, sia l'unica anche tra quelle amministrate da Lega e PdL a scegliere di non tutelare i propri cittadini ed a rischiare di far cadere proprio sul Piemonte e su Saluggia l'unico sito per centrali in Italia. A primavera si voterà il nuovo referendum contro il nucleare: è importante che, vista la mancata difesa del nostro territorio da parte delle istituzioni locali, ce ne facciamo carico tutti come cittadini.

Febbraio 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Pensionati: “partecipazione positiva” I Sindacati al Tavolo Anziani del Piano di Zona La sera del 10 gennaio si è tenuta, a Carmagnola, una assemblea pubblica sul Rinnovo del Piano di Zona dei Comuni del Distretto. Il Piano di Zona è l'atto di programmazione attraverso il quale Comuni, Cisa 31 e Asl individuano obiettivi ed azioni per il prossimo triennio sulle politiche sociali e socio-sanitarie. La legge prevede che alla costruzione di obiettivi ed azioni siano coinvolti i Sindacati, le associazioni, il terzo settore. Come Sindacati dei Pensionati di Cgil, Cisl, Uil, unitariamente abbiamo partecipato al Tavolo Anziani. Noi consideriamo positiva questa partecipazione al Tavolo Anziani; c'è stato ascolto sulle nostre proposte, le conclusioni sono state condivise e riguardano obiettivi che consideriamo importanti. Ciò è stato possibile per l'impegno dei coordinatori e di tutti i partecipanti. Nel documento presentato questa sera ci sembra che il lavoro del nostro gruppo sia riportato correttamente ma, questo è il primo problema, dividere gli obiettivi con risorse certe e dagli obiettivi dove le risorse non sono immediatamente disponibili, implica che su questi ultimi, dobbiamo tutti da subito impegnarci per ottenere i finanziamenti necessari, altrimenti si finirà per accantonarli cosa che per noi non è accettabile! Questo lo diciamo anche perché il Piano di Zona prevede quattro anni per la sua attuazione il che ci fa ritenere che esista il tempo per la sua completa realizzazione. La nostra posizione è legata al fatto che i Livelli Essenziali sulla non autosufficienza sono obiettivi “obbligatori”, quindi risposte che i Comuni, attraverso il Consorzio, e la Regione, attraverso l'Asl, devono dare. Per gli anziani come è noto si pone come prioritario il tema della non autosufficienza. Mancano posti letto nelle strutture assistenziali, l'assistenza domiciliare è carente, mancano gli assegni di cura, peraltro previsti da una legge regionale, l'assistenza ai malati di Alzheimer è insufficiente, questo è contro il diritto degli anziani e delle loro famiglie all'assistenza per cui è necessario trovare delle risposte. Che esista un diritto delle persone anziane non autosufficienti all'assistenza non lo diciamo solo noi, lo dicono le leggi nazionali e regionali fatte da Governi del centro-sinistra e da Governi del centro-destra. In particolare la definizione dei livelli essenziali è stata fatta, in un DPCM, da Sirchia, Ministro della Sanità del Governo di centro destra, nel novembre 2001. I livelli essenziali valgono per tutte le prestazione sanitarie e per la non autosufficienza, ma anche per la disabilità, i minori a disagio, la psichiatria, la tossicodipendenza. Abbiamo ben presente che i Comuni da soli possono affrontare solo una parte del problema, perché parliamo di prestazioni integrate dove la parte sanitaria è preminente e le risorse a disposizione dei Comuni sono scarse. Tuttavia noi non possiamo tornare indietro a prima della legge 328/2000 e per fare questo dobbiamo cambiare le decisioni della Regione che sono pesanti e vanno contro i servizi ed i diritti dei cittadini. L'idea di ridurre gli sprechi, di per se giusta, non può essere applicata per tagliare i servizi agli anziani; che questo stia avvenendo lo testimonia il fatto che la lista d'attesa nella nostra Provincia, in un anno è schizzata da circa 8.000 anziani non autosufficienti che aspettano una risposta dai servizi (a fine 2009) a oltre 15.000 alla fine del 2010. Per il 2011 purtroppo è facile prevedere che, se non si cambia, le cose peggioreranno ancora di più, perché la Regione intende “tagliare” di 150 milioni di euro la spesa sanitaria e sta tagliando spesa sociale ai Consorzi (per il Cisa 31 la riduzione prevista è di oltre 100.000 euro). Altro errore della Regione è quello di considerare i settori della sanità e dell'assistenza di scarsa importanza per lo sviluppo. Noi diciamo che dare i servizi alle persone anziani, disabili, ai minori significa anche dare lavoro ai giovani, alle donne, con tutto quel che comporta in questo momento di crisi. In questa situazione tutte le risorse della comunità devono essere utilizzate, certamente non in sostituzione dei servizi pubblici, ma per ridurre ed attenuare i problemi delle persone in difficoltà e delle famiglie. Ciò vale anche per la prevenzione. Per le persone anziane prevenzione vuol dire agire per ridurre la non autosufficienza. Su questo, i Sindacati dei pensionati di CGIL CISL UIL, che nel Distretto rappresentano migliaia di anziani, a fronte di progetti condivisi con le Istituzioni, sono disponibili a fare la loro parte. ❚ I Sindacati dei Pensionati SPI-CGIL, FNP-CISL, UILP-UIL

7

Rifiuti: da marzo novità nella raccolta Sulle spese di smaltimento incide la mancata differenziazione Carignano. Nelle case delle famiglie sono arrivati i calendari del Covar sulla raccolta rifiuti nel 2011. A partire dal 1° marzo ci saranno delle novità: riguardano essenzialmente parziali modifiche dello stradario, in quanto alcune vie sono state cambiate di zona per motivi di organizzazione del lavoro da parte del Consorzio. E sono mutate anche le giornate di esposizione in queste zone, per cui i cittadini sono pregati di controllare attentamente le date dei passaggi e di prendere nota delle eventuali variazioni. Per avere maggiori informazioni, contattare direttamente il Covar al numero verde 800.639.639 oppure consultare il sito www.covar14.it. “Quest’anno sulla bolletta sarà ri-

portato il 100% dell’importo spiega l’assessore Giorgio Albertino - che coprirà tutto il preventivo del 2011, senza conguagli, e sarà pagabile in un’unica soluzione oppure in quattro rate. Fino all’anno scorso c’era sempre un conguaglio relativo al periodo precedente. In questo modo sarà possibile, da parte del Consorzio, ridurre i costi di emissione delle bollette nel territorio”. “Dopo questa comunicazione, poiché è un tema che mi sta particolarmente a cuore, rinnovo nuovamente l’invito, a tutti i cittadini di Carignano, a porre una grande attenzione alla differenziazione dei rifiuti. Perché, come ho già segnalato più volte, la non differenziazione dei rifiuti comporta mag-

Il bonus bebè si ritira all’Urp dell’Asl Voucher dalla Regione per l’acquisto di pappe e pannolini Bonus bebé in arrivo: servirà per acquistare pannolini e pappe Da lunedì 14 febbraio gli Uffici Relazioni con il Pubblico dell’Asl TO5 sono a disposizione delle mamme e dei papà per fornire informazioni e consegnare i relativi voucher a chi ha i requisiti per ottenerlo. Il bonus, un'iniziativa della Regione Piemonte, consiste in 250 euro sotto forma di voucher, del valore di 10 euro ciascuno, per un totale di 25 voucher per carnet. - Requisiti necessari per ottenere il carnet: - residenza sul territorio dell’Asl TO5; figli nati nell’arco temporale dal 1° gennaio 2011 al 31 dicembre 2011; certificazione ISEE, successiva alla data di nascita del neonato, non superiore a 38.000 euro. - Documenti necessari per il ritiro, da parte di un genitore o dei genitori, del carnet: dichiarazione di nascita rilasciata dalla Struttura Ospedaliera o, in alternativa, certificato di nascita; certificazione ISEE del nucleo familiare, successiva alla nascita; documento d’identità, in corso di validità, del genitore. - Utilizzo del carnet: I voucher potranno essere utilizzati per l’acquisto di prodotti per l’igiene e l’alimentazione della prima infanzia, presso una rete di esercizi qualitativamente varia (farmacie, parafarmacie, supermercati della grande, media e piccola distribuzione). - Punti di distribuzione: gli Uffici Relazioni con il Pubblico dell’Asl TO5 (dalle ore 9 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 15.30). Lunedì: Urp Carmagnola via Ospedale 13 tel. 011.9719.33 - urp.carmagnola@aslto5.piemonte.it; martedì: Urp Nichelino via Debouché 8 tel. 0116802.071 - urp.nichelino@aslto5.piemonte.it; mercoledì: Urp Chieri - Via Vittorio Emanuele 40 A tel. 011.9429.3903 urp.chieri@aslto5.piemonte.it; giovedì Urp Moncalieri via Vittime di Bologna 40 tel. 011,6824.341 - urp.moncalieri@aslto5.piemonte.it. - Il cittadino residente nel territorio dell’Asl TO5 potrà rivolgersi ad ognuno di questi uffici indipendentemente dal proprio distretto di appartenenza. “L’ASL TO5 ha deciso di affidare agli Uffici Relazioni con il Pubblico il compito di informare e consegnare ai genitori, che ne hanno diritto, il bonus bebè - spiega Vito Plastino, neo commissario dell’Asl TO5 - Si tratta di una scelta strategica, proprio per creare un momento di accoglienza ai neo-genitori e di informazione sui vari servizi presenti a tutela della salute materno-infantile: il benvenuto dell’Azienda ai propri nuovi assistiti”. ◆

giori costi di smaltimento, che ricadono su tutta la collettività. Se facciamo riferimento al bilancio preventivo 2011, appena approvato, i costi sono ancora diminuiti a livello generale, però siamo costretti a mantenere lo stesso importo dell’anno scorso perché spendiamo oltre 20 mila euro in più per lo smaltimento dell’Rsu. Insomma, abbiamo lo stesso livello di spesa del 2010, perché diminuisce la “differenziata”: diversamente i costi sarebbero diminuiti. Noi paghiamo la raccolta a seconda dell’esposizione, ovvero le volte in cui vengono esposti i cassonetti; perciò, riducendo l’esposizione dei cassonetti della Rsu, riduciamo i costi della raccolta. E questo comporta un risparmio che viene un po’ a compensare i maggiori costi della “differenziata”. Siamo passati da un 70-74% ad 60-63%, una percentuale che, oltre a negarci il fatto di essere “virtuosi”, ci costa oltre 20 mila euro. Al di là dell’invito, sarà compito nostro effettuare dei controlli rigorosi, in accordo con il Consorzio, per verificare il contenuto del cassonetti del “talquale” e comminare eventuali sanzioni”. Continua Albertino: “Un’altra situazione vergognosa è l’abbandono dei rifiuti lungo le strade e nelle bealere. In questo caso paghiamo, come cittadini, due volte: per lo smaltimento che va fatto in ogni caso e per la raccolta. Una notevole opera di bonifica è stata fatta dalle persone interessate dalle borse-lavoro, che hanno raccolto sacchi neri buttati qua e là. Stesso discorso per l’abbandono dei rifiuti ingombranti, dagli pneumatici, ai mobili, agli elettrodomestici: potrebbero essere smaltiti comodamente all’Ecostazione della Molinetta; funziona benissimo ed è aperta quattro giorni la settimana (per il ritiro gratuito degli oggetti è possibile contattare il numero verde 800.639.639). In conclusione: la bolletta del Covar quest’anno non aumenta e, al contrario, sarebbe diminuita se avessimo avuto lo stesso livello di raccolta differenziata. Da due anni il Comune non interviene più con una quota integrativa per alleggerire le bollette dei carignanesi: quindi, essendo riusciti, gli ultimi anni, ad abbassare i costi a carico dei cittadini, arrivando fino a una riduzione del 17 per cento, possiamo dire che la spesa della raccolta rifiuti è diminuita anche senza l’intervento del Comune”. ◆


6

Febbraio 2011

Lettere al giornale segue da pag. 5 335.7471944, CANILE DI CHIERI O119433028. VETERINARI DI CARIGNANO: dott. Bosio 011.9693272, dott.ssa Colonna 011.9693311, dott. Monasterolo 011.9697460. In caso di ritrovamento di cani in autostrada bisogna contattare il 112 e spiegare dove ci si trova, interverrà la Polizia stradale competente in zona; oppure si può chiamare il numero di Pronto-Fido 334.1051030. In caso voleste segnalare un maltrattamento di animale, potete farlo contattando le guardie zoofile Lida allo 011.2476131, potranno così essere effettuati i controlli necessari e si potrà migliorare la qualità della vita di molti animali indifesi vittime della superficialità e della cattiveria umana. “Il semplice fatto che il mio cane o il mio gatto mi amino più di quanto io ami loro è una realtà innegabile, che mi colma sempre di una certa vergogna”. (Konrad Lorenz) I Volontari Lida Sezione di Carignano

L’ex consigliere Pierluca Costa precisa Leggendo la lettera che il nostro Sindaco ha pubblicato sul Vostro giornale in risposta alle affermazioni di un gruppo politico locale, ho notato che nonostante la volontà di chiarire con la più cristallina verità il battibecco oggetto del “botta e risposta”, qualche dettaglio che mi coinvolge direttamente è stato omesso. Mi riferisco al punto in cui il Sindaco spiega in che modo è stato eletto l’assessore Lanfredi al CdA del Covar 14. Cito quanto riportato nella lettera: “è stato chiesto al Comune di Carignano (…) di proporre una persona all’altezza e in questo caso l’amministrazione, al completo, ha indicato l’assessore Lanfredi, per la sua esperienza.” Forse il Sindaco non ricorda che quella candidatura è costata le mie dimissioni da consigliere comunale che in quel momento, evidentemente, facevo parte della sua amministrazione.

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani” Forse non ricorda che quella candidatura è stata comunicata ai consiglieri comunali in sede di maggioranza soltanto il 27 gennaio 2009, mentre la stessa era già stata presentata il 19 gennaio. Quindi, l’amministrazione non era proprio al completo come invece sostiene il Sindaco, né tanto meno ha condiviso all’unanimità questa decisione. A prova di quanto detto, si era aperto poi un forte dibattito sui giornali locali (questo compreso), iniziata da una mia lettera in cui suggerivo di ritirare la candidatura di Lanfredi dal CdA del Covar 14 e finita con la comunicazione della mia uscita dal comune di Carignano, cosa che in gergo giornalistico è stata definita “sbattendo la porta”, proprio per evidenziare il fatto di non essere stata silenziosa. Non mi sembra pertanto che la descrizione del Sindaco rispecchi la realtà dei fatti accaduti. Pierluca Costa

La posizione della Lega Nord Carignano sul bilancio e l’astensione del consigliere Gattino Esimio Direttore, con riferimento all’articolo apparso su “Il Mercoledì” in data 2 febbraio u.s. dal titolo “Cossolo pronto a lasciare”, non intendiamo scendere in polemica anche se gli spunti non mancano: certe parole si commentano da sole. Semplicemente desideriamo precisare che la lettura data all’astensione del consigliere dott. Giuseppe Gattino sul punto n. 10 dell’ordine del giorno del Consiglio Comunale tenutosi il 27 Gennaio “Approvazione Bilancio di Previsione 2011, relazione previsionale e programmatica 2011-2013, bilancio pluriennale 2011-2013, programma triennale lavori pubblici 20112013” è chiaramente distorta: si tratta infatti di un messaggio, un segnale sulle opere che consideriamo prioritarie, un’assunzione di responsabilità nell’esclusivo interesse dei cittadini, di quella “gente” che quotidianamente ascoltiamo. Con lo stesso spirito di responsabilità l’assessore al Bilancio dott. Mauro Corpillo, da sempre elemento di punta del nostro gruppo politico, e

Mario Nelini, nella sua veste di capogruppo della maggioranza (Lista Civica “Insieme per Carignano”), hanno votato a favore: bilancio ineccepibile, espressione in cifre di proposte provenienti dai vari Assessorati, riferito ad iniziative progettualmente apprezzabili per il futuro, meno attento ai problemi immediati. Il dott. Giuseppe Gattino, eletto nella lista “Insieme per Carignano”, in quota Lega Nord, come si evince dal testo da lui stesso presentato in Consiglio e che qui si legge, avrebbe gradito, all’interno del bilancio 2011, uno spazio per queste voci, più volte ed in più sedi portate a conoscenza del Sindaco e della maggioranza. In particolare, per quanto riguarda gli interventi segnalati sulla scuola media, fra l’altro di modesta entità (così come i bagni di piazza Savoia), sono oggetto di una documentazione fotografica a disposizione di tutti i consiglieri: pochi lavori sono stati eseguiti dagli operai che rientravano nel progetto “Borse lavoro”, nell’estate 2010. Ringraziamo per lo spazio. Il Direttivo della sezione Lega Nord - Carignano

Consigliere Gattino: “Perché mi sono astenuto” La presente per replicare alle critiche del Sindaco in merito alla mia astensione dal voto sul Bilancio di Previsione. Con rammarico devo sottolineare che le sue dichiarazioni non corrispondono al vero. Confermo e ribadisco di aver più volte riferito al Sindaco ed alla maggioranza le criticità in oggetto, fornendo documentazione fotografica dei danni alle strutture cittadine più sensibili. L’Amministrazione tutta è stata coinvolta quindi, come si dice in questi casi, “non potevano non sapere”. Segue quindi il testo integrale del mio intervento in Consiglio, così come verbalizzato dal Sig. Segretario. I cittadini potranno così valutare la correttezza del mio operato. Grazie per lo spazio concesso. Cordialità, Il consigliere Giuseppe Gattino All’Ufficio di Segreteria del Comune di Carignano. Il sottoscritto Giuseppe Gattino, consi-

gliere comunale, con incarico del Sig. Sindaco al Patrimonio, visto lo Schema di Bilancio di Previsione 2011e relativi allegati, Relazione Previsionale e Programmatica 2011-2013 e Bilancio Pluriennale 20112013, intende presentare alcune osservazioni in merito alla priorità delle opere previste. Considerato che viene esaminato l’ultimo Bilancio di Previsione che questa Amministrazione è chiamata ad approvare, si evidenziano alcuni punti che avrebbero dovuto trovare adeguato spazio, tra le voci di spesa, almeno quest’anno. Fin dal mio arrivo in maggioranza avevo presentato alcune istanze. Le principali riguardavano: - la manutenzione straordinaria della Scuola Media; - parcheggio nei pressi dell’Ufficio Postale; - bagni P.zza Savoia. Purtroppo non si è tenuto conto di questi suggerimenti; quindi ritengo di sottolineare in questa sede che: - Sarebbe auspicabile una puntuale manutenzione ordinaria e straordinaria del Patrimonio Comunale esistente: - arredo urbano (marciapiedi, cestini, verde, parcheggi, pulizia e decoro della Città, servizi igienici P.zza Savoia); - edifici ed attrezzature scolastiche (specie Scuola Media); - aree cimiteriali (viali, alberate, tombini scarico). - Sarebbe importante attivarsi per la riconversione ed il riutilizzo di alcuni edifici comunali (P.zza S.Giovanni, ex villa Bona), che sono abbandonati da anni; - Sarebbe corretto, per esempio, che l’installazione di nuovi impianti fotovoltaici fosse preceduta da un puntuale intervento per il risparmio energetico, mediante il contenimento degli sprechi negli edifici pubblici; - Sarebbe inderogabile una maggiore sensibilizzazione dell’utenza, sull’importanza della raccolta differenziata, sia da parte del Comune che del COVAR; intensificando contestualmente l’azione di contrasto all’abbandono selvaggio di rifiuti; In questi tempi di così grave crisi economica ed occupazionale - Sarebbe più opportuno destinare l’attuale contributo “a terzi” per la Chiesa di San Remigio (quota del Comune) per l’istituzione di ulteriori borse

CENTRO REVISIONI M.B.E.

lavoro, lasciando ai privati il merito del recupero di questo importante simbolo della nostra Città. Alla luce di quanto esposto, pur ritenendo ambiziosi i grandi piani d’investimento, considero assolutamente prioritari ad inderogabili i sopracitati interventi. Ritengo pertanto di non poter dare un voto favorevole al punto n.10 dell’ordine del giorno di questo Consiglio Comunale del 27 Gennaio 2011. Esprimo quindi il mio dissenso con l’astensione al voto.

Il rispetto e l'educazione dove sono finiti? Rispetto ed educazione dove sono finiti? Questa lettera è indirizzata a tutti i possessori di cani, che non rispettano assolutamente né le leggi né le persone. Premetto che io possiedo un cagnolino di ormai quindici anni e girando spesso per Carignano non sono poche le volte che mi imbatto negli escrementi dei cani. E’ inutile secondo me prendere un cane e dire che si amano gli animali, quando poi non si fa nulla per dimostrarlo, e sì perché non raccogliendo gli escrementi di quest’ultimo non solo si manca di rispetto nei confronti delle persone ma anche dei nostri stessi amici. Molto spesso gli escrementi sono molto consistenti quindi di cani di taglia medio-grossa, sarebbe quindi opportuno che questi personaggi la prossima volta scelgano cani di taglia più piccola, così che riescano sia a raccogliere gli escrementi sia a tenerli al guinzaglio, visto e considerato che molti che hanno cani di taglia grossa non sono nemmeno in grado di tenerli. Un'ultima considerazione volevo farla in merito a ciò che hanno scritto nel numero 103 di dicembre i Verdi per la Pace, che chiedono da chi sia stato sollecitato lo smantellamento dell’area destinata ai cani: 1°, dal buon senso, perché la zona dove era situata non aveva nulla a che vedere con il rispetto dei cani visto che era adiacente a una discarica; 2°, perché probabilmente gli stessi di cui sopra l’avrebbero sommersa di escrementi. Penso e credo che come motivazioni siano più che giustificate, non credete? Piero Portigliatti

di FERRERO Emilio

Nel 2011 • tutte le auto immatricolate nel 2007 sono da revisionare: • tutte quelle revisionate nel 2009 Via Galimberti, 43 - 10040 PIOBESI T.SE - Tel. 011.9650256 - Fax. 011.9650126 centrorevisioni.mbe@gmail.com

REVISIONIAMO • AUTOVETTURE • AUTOCARRI SINO A 35 QL. • FURGONI CAMPER • TELONATI • FUORISTRADA • 4WD

Febbraio 2011 23

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

CA R I G N A N E S I CA S S ET T I Questo mese: Alla scoperta dell'America Prosegue e si conclude il racconto di un viaggio in America, a firma di Silvana e Piero Ornaghi. Parlando del territorio, non posso descrivere tre mesi di viaggi, però posso riportare qualche appunto. Un mattino presto con Silvana e Gigi siamo partiti per lo Stato del Montana per vedere nel loro ambiente naturale i bisonti. Il percorso con l'auto, una Chrysler 3800 di cilindrata, si svolge su strada nazionale a due corsie e per centinaia di chilometri il paesaggio è questo: sia sulla destra che a sinistra laghi, fiumi, piccole pianure e colline dai 100 ai 600 metri di altitudine, ricche di larici, cedri e, in minima quantità, pioppi. Dopo circa un'ora di viaggio un orso bruno giovane attraversa la carreggiata da sinistra a destra, in un tratto in cui la strada nazionale taglia in due la foresta. Va sottolineato che tutto il Nord America o quasi è regno dell'orso bruno, del più grande grizzly, del puma (leone di montagna), dell'alce, del cervo. In qualche raro punto lo Stato Federale mette un grande cartello con la figura di due orsi e relativo avviso: se vuoi prendere questa strada secondaria che sale e si inoltra nella foresta per fare un picnic, mentre sei a tavola può arrivare l'orso, quindi...! Dopo circa tre ore arriviamo nel regno dei bisonti. Lì il territorio è collina e pianura tipo prateria per decine di chilometri. L'ingresso è caratterizzato da un piccolo museo nel quale sono esposti in vetrine o su pedane tutti gli animali esistenti in questa zona, dal bisonte allo scoiattolo, al cervo, al puma, all'alce, pure le aquile nere e bianche sul capo, molto numerose. Questo è il “National Bison Range”. La grande emozione è stata quella di fare riprese fotografiche vicinissimi a questi magnifici esemplari di bisonti. Molti turisti provenienti da altri Stati americani non hanno sempre la fortuna di trovarli qui in quanto si spostano da una pianura all'altra valicando colline e monti. Il viaggio è proseguito per Polsen, attraverso chilometri di altre colline e montagne desertiche (riserva indiana), ad un certo punto ci siamo trovati davanti a un bellissimo lago (enorme sia in lunghezza che larghezza), il Flathead. Siamo rientrati nell'Idaho (che confina a nord con il Canada, aovest con lo Stato di Washington e l'Oregon., a est con il Montana e lo Wyoming) dopo un viaggio di ottocento chilometri attraverso paesaggi fantastici: pinete, laghi, fiumi con le famose rapide; uno di questi fiumi si poteva attraversare mediante una passerella del tipo di quelle tibetane, oscillante, lunga un centinaio di metri e ad una altezza di 8-10 metri. Io non ho avuto il coraggio di attraversare: mi sono fatto fotografare all'inizio! Siamo stati a cena da un vicino di Luigi nel suo ranch, a circa un chilometro dal nostro, da Rob e da sua moglie Amy. Rob fa l'idraulico in un'impresa di Sandpoint ed ha il patentino dello Stato federale americano come guida per la caccia all'orso in Alaska. Terminata la cena, mi accompagna in una camera dove erano esposte alle pareti decine di pistole a tamburo e altre (dal 1895 a quelle recenti), poi fucili e infine due o tre modelli di archi e frecce. Rob riceve ogni anno per fine settembre l'invito e l'incarico da parte di clienti di un certo livello economico di cacciare l'orso bruno o il grizzly. Allora parte da Sandpoint con l'aereo per l'Alaska e poi là prosegue con potenti fuoristrada. Il tutto è organizzato a seconda del tipo di cattura: con la pistola, con il fucile o con l'arco. E a questo punto mi mostra e mi fa prendere in mano queste tre armi. La mia curiosità è stata questa: l'orso, dopo essere stato colpito , quanti passi può ancora fare? Con la pistola e il fucile da sei a dieci passi, con l'arco due o tre al massimo; la punta della freccia è un cono costituito da tante lamelle in acciaio taglienti, larghe circa tre millimetri. Un altro personaggio tipicamente americano lo abbiamo conosciuto un mattino, quando arriva fin davanti alla porta del nostro ranch una bellissima auto, una spider Pontiac color avorio guidata da un signore molto distinto sui 65-68 anni, che si chiama Ken. Il signor Ken è diventato amico di Gigi e della sua famiglia in quanto gli ah dato lezioni di inglese per diversi mesi. E' sceso dall'auto con un bel mazzo di fiori e l'ha offerto a mia moglie Silvana; poi, accomodati tutti in salotto con the e pasticcini, ha narrato alcuni fatti e situazioni della sua vita. At-

tualmente vive a Sandpoint ma è un ex pilota di aerei caccia bombardieri americani ed è stato in Vietnam. Un giorno, durante una missione, volava in formazione con altri aerei quando l'aereo alla sua destra con l'ala tocac l'ala del suo che, immediatamente, ha preso fuoco; lui, rendendosi conto della situazione disperata, schiaccia il pulsante di espulsione del suo seggiolino e viene proiettato fuori, poi giù con il paracadute; la stessa manovra la esegue il pilota che ha provocato l'incidente; sotto di loro c'era la giungla con i vietcong, e la discesa è avvenuta per il primo tratto in caduta libera poi con il paracadute aperto; l'atterraggio d entrambi è andato bene, subito hanno scavato una piccola fossa e si sono ricoperti di foglie e rami. Lì la giungla è fittissima, ma i vietcong passavano armati fino ai denti a decine, avanti e indietro tutto il giorno, a pochissimi metri da loro. L'aviazione americana li ha cercati per tre giorni, con trentadue aerei da combattimento; alla sera del terzo giorno furono tratti in salvo, sfiniti. Un altro vicino di casa di Gigi è Nico, che abita in un ranch con la moglie Belinda e il figlio di 14 anni. Nico è pilota di elicotteri in Alaska per conto di una società americana. Un mattino ci dice che, appena dopo pranzo, avrebbe portato Gigi e me con il fuoristrada a pescare nel vicino Stato del Montana, in un lago a 1400 metri in mezzo alla foresta che, fino ai primissimi anni del '900, era meta dei pellerossa, in località Kleark Fork. Così alle ore 13.30 Nico con il suo Dooge 5900 di cilindrata a sette posti e cassone posteriore si ferma davanti al nostro ranch. Gigi ed io abbiamo caricato le nostre canne da pesca, attrezzature e valigia frig, mentre il signor Nico appoggia sul piano del cassone una grossa pistola Colt a tamburo ed un grosso pugnale; notando il mio stupore, ha spiegato il perché di queste armi. Un anno prima, nello steso luogo in cui ci avrebbe portati, era accaduto questo fatto. Il lago si trova su un altopiano circondato a sud-est da una fitta foresta di larici, pini e cedri e dalla riva opposta, cioè a nord est, da altissime pareti di roccia chiara e grigia con ripiani dove i pellerossa arrivavano a cavallo, sia per la pesca che per la caccia grossa; Nico, dopo circa un'ora di pesca tutto solo, sente una specie di fruscio nella foresta alle sue spalle, si volta e vede un orso bruno enorme a non più di 7-8 metri che lo fissa immobile; il pensiero di Nico in quell'attimo. Se mi butto in acqua l'orso mi segue e, nuotando molto veloce, mi raggiunge e attacca ed io non ho né un pugnale né una pistola, niente per difendermi; mettersi a camminare sul sentiero del ritorno impossibile, c'era lui a sbarrare la strada. Cosa fare? Sono passati dieci interminabili minuti di paura e poi, per fortuna, la situazione si è sbloccata con l'arrivo di un alce; a quel punto l'orso si gira e lentamente si inoltra nella foresta, e pure l'alce se ne va. Tra l'altro l'alce, a seconda dell'umore, può anche dare delle cornate! Ecco la ragione per cui Nico ha infilato la sua Colt nel cinturone e il pugnale sul fianco, perché da quella volta si è ripromesso che non sarebbe mai più andato a pescare senza armi. Quel pomeriggio abbiamo pescato trenta trote Arcobaleno, color alluminio-argento sotto la pancia, buonissime e con poche spine. Un mattino di luglio siamo partiti tutti per il Montana dove lo Stato federale ha creato una zona, Ross Cedar Creek, con sentieri, torrentelli, ponti in legno ad arco e tavoli e panche per il picnic, all'inizio di una grane foresta di cedri; qui si possono ammirare e toccare questi magnifici alberi giganti con oltre quattrocento anni di vita e di circa quaranta metri di altezza. Noi abbiamo immortalato tutto con bellissime riprese fotografiche. Il diametro di questi alberi secolari può essere può essere abbracciato da 6-8 uomini, la base dei tronchi è formata da decine di piccoli tronchi che a circa due metri si uniscono e formano un unico tronco. Non è possibile descrivere tre mesi di intense esperienze, ma è veramente forte l'emozione di essere stati nella vera America; come territorio, come popolo e come organizzazione sociale... non tutto, ma qualche piccola regola la dovremmo imparare, chissà...! Affettuosi saluti da due carignanesi contenti e felici di aver messo la testa fuori dal finestrino su questo nostro magnifico pianeta. Seconda parte - fine

Invitiamo i lettori a cercare tra le vecchie carte diari, lettere e quaderni e a segnalarci (corso Cesare Battisti 60, al giovedì mattina dalle ore 9 alle 12) le probabili scoperte per un’eventuale pubblicazione.

Sulle orme di Giuseppe Verdi L’associazione Tra Me propone una gita a Busseto Per celebrare i 150 anni di unità d’Italia, l’Associazione di promozione sociale Tra Me (Carignano, Via Silvio Pellico 34 c) ha preparato un pacchetto di iniziative che potranno sicuramente trovare il gradimento del pubblico, grazie alle diverse proposte culturali: presentazioni di libri, concerti, gite nei territori italiani legati al Risorgimento.Si inizia sabato 12 marzo, con una escursione ai luoghi verdiani, per conoscere meglio uno dei più grandi autori di musica lirica, il cui nome è indissolubilmente legato ai moti risorgimentali. Infatti, la scritta Viva Verdi!, che compariva sui muri delle case nelle città dominate dall’Austria (ad esempio Milano) aveva il duplice significato di onorare il grande compositore ma anche di inneggiare al sovrano sabaudo (“Viva Vittorio Emanuele re d’Italia), identificato dai politici e dagli intellettuali di parte della penisola come l’unico in grado di realizzare l’unità. La gita proposta da Tra Me permetterà di visitare alcuni luoghi simbolici a Busseto: la villa Sant'Agata, per lungo tempo dimora di Giuseppe Verdi, il teatro Verdi, il Museo Nazionale Verdi di Villa Pallavicino, il Museo di Casa Barezzi (il luogo della prima formazione musicale ed affettiva del giovane artista). Si parte da Carignano con bus GT, a disposizione per i vari spostamenti. L’occasione è ghiotta anche per degustare liberamente le tante specialità di una terra ricca di sorprese gastronomiche; al momento della prenotazione dell’escursione è possibile riservare alcuni posti presso alcuni locali tipici di Busseto, entrambi nel centro storico della città: in entrambi i locali si possono trovare i prodotti del territorio: taglieri di salumi (Culatello di Zibello, prosciutto crudo, coppa, salame, strolghino, ciccioli, lardo pancettato, mortadella, pancetta, spalla cotta e tanti altri), formaggi, salse artigianali, dolci tipici come crostate, sbrisolona, torta Luisa, torta del Maestro, spongata classica e al cioccolato; vini e liquori tipici. Associarsi a tra Me permette di usufruire dei molti servizi che l’Associazione offre (e consultabili sul sito: www.tramecarignano.com). Il costo è di 48 euro per i soci dell’associazione, e di 68 per i non soci. Per prenotare l’escursione, occorre telefonare al n. 3347671104. ◆

L’Auser ringrazia per la donazione A dicembre 2010 è mancata la sorella di un nostro collega volontario, la signora Caterina Cavigliasso ved. Pautasso. In memoria della signora è stata fatta una raccolta fondi da destinare ad associazioni locali. A noi sono stati donati 200 euro per i quali si ringraziano i familiari e parenti tutti che hanno dato il loro contributo e ai quali rinnoviamo la nostra partecipazione al loro dolore. ❚ Auser Carignano

I nati nel 1951 festeggiano Pranzo di leva al Lago Maggiore domenica 10 aprile La classe 1951 festeggia i sessant'anni con un pranzo di leva domenica 10 aprile al Lago Maggiore. Programma: • Ritrovo e partenza ore 8.30 davanti alle scuole medie (Via Tappi), destinazione Lago Maggiore • Arrivo a Stresa per imbarco sul battello con destinazione Isola Bella con visita facoltativa dell’isola e del palazzo Borromeo • Al termine della visita trasferimento tramite battello verso l’Isola Dei Pescatori dove verrà consumato il pranzo al ristorante “L’Imbarcadero” • Rientro a Carignano in serata. • Sabato 9 aprile Messa in suffragio dei coscritti defunti nel Duomo alle ore 18; 30 • Costo 60 euro, da versare all’atto della prenotazione entro il 13 marzo. Per adesioni e informazioni: - Giovanni Sona tel. 348.6906606; - Roberto Chicco tel. 348.7011012; - Marinella Rovei tel. 338.9880223.◆


paesi

Nuovo automezzo donato all’associazione Tesa Lo Scudo sarà utilizzato dai volontari per il trasporto di anziani e ammalati

Vinovo. Domenica 13 febbraio l'associazione Tesa-Soms ,che da molti anni opera nel paese per il trasporto di anziani ed ammalati alle strutture sanitarie della zona, ha ricevuto un nuovo automezzo Fiat Scudo in sostituzione di un mezzo ormai obsoleto e consunto dal servizio. La ditta Mgg Italia, specializzata nel settore pubblicitario, con la sponsorizzazione di alcune ditte vinovesi, ha effettuato questo cambio di automezzo. E quindi alle ore 15 sotto l’ala comunale don Donadio si sono dati appuntamento, per la cerimonia di consegna, la Direzione della Tesa guidata dal presidente Stefano Magliano, le autorità civili e religiose e un folto gruppo di volontari. ◆

Il Giorno della Memoria a Vinovo Videoletture, una mostra e uno spettacolo per ricordare Vinovo. Come già negli anni scorsi, il Giorno della Memoria è stato celebrato anche a Vinovo con alcune iniziative. Giovedì 27 gennaio presso la Biblioteca Civica sono state tenute una serie di videoletture su temi inerenti la giornata a cura dell’Associazione Culturale H12 e del Presidio di Lettura femminile di Vinovo. Contemporaneamente è stata inaugurata la mostra di Giuseppe Basile intitolata “Il Lager con gli occhi di un bambino”. Il giorno successivo alla sera presso il Teatrino delle Scuole Medie la compagnia teatrale Arcoscenico ha presentato uno spettacolo teatrale dal titolo “Verso la libertà”, di Patrizia Giacometti ed Antonella Verga, pièce tratta dal film “Train de vie” erodotta dalla Compagnia dell’Arco sotto il patrocinio del Comune di Vinovo. Un numeroso pubblico attento e partecipe ha assistito allo spettacolo, interpretato da attori non professionisti di Vinovo e None. ◆

Lions e Filarmoniche per una buona causa Concerto all’Auditorium a favore della Madonnina Vinovo. Si è svolta venerdì 28 gennaio scorso, presso la sala dell’Auditorium di Vinovo, una manifestazione a sfondo umanitario. Il Lions Club 2001 di Nichelino,Vinovo, Stupinigi e Candiolo ha organizzato una serata musicale con il concerto delle bande musicali “Giuseppe Verdi” di Vinovo, e “Giacomo Puccini” di Candiolo, il cui ricavato ad offerta, oltre il biglietto, è stato devoluto alla casa di accoglienza La Madonnina di Candiolo. L'evento è stato senz'altro un successo, con i quattrocento posti a sedere tutti occupati. Sono intervenuti i sindaci di Vinovo Maria Teresa Mairo e Candiolo Valter Molino, il parroco di Candiolo don Carlo Chiumento, mentre Antonio Spatrisano, presidente del Lions Club 2001, ha introdotto l’iniziativa spiegandone anche i motivi e gli scopi. La serata è iniziata con i tre inni nazionali: oltre a quello di Mameli e dell'Europa anche quello degli Usa, in omaggio all’origine dei Lions Club. La Casa della Madonnina, aperta da alcuni anni a Candiolo, accoglie i parenti dei pazienti ricoverati presso l’IRCC di Candiolo cioè l’Ospedale Oncologico, che quotidianamente devono assistere i propri congiunti e sono distanti dalle proprie abitazioni. ◆ G. C.

Per le inserzioni pubblicitarie su

“da Carignano Ieri, Oggi, Domani” telefonate al 339.7292300

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

“Sipari sel Piemont” fino a marzo

segue da pag. 3

La Loggia. E' in corso, al teatro della Scuola Elementare “Beppe Fenoglio” (via Vinovo 1), “Sipari sel Piemont”, la ormai tradizionale Rassegna Regionale di Teatro Amatoriale in Piemontese, che anche quest'anno, giunta alla diciannovesima edizione, presenta cinque fra le migliori compagnie dialettali del Piemonte. Il cartellone è il seguente. - Sabato 26 febbraio “Sun truvame en paradis” Due atti di Christian La Rosa Compagnia d'la Vila di Verzuolo Regia di Carlo Antonio Panero - Sabato 12 marzo “J' emigrant” Tre atti di Luigi Oddoero Compagnia Piccolo Varietà di Pinerolo Regia di Luigi Oddoero - Sabato 26 e domenica 27 marzo “El ciabot cun la surpreisa” Tre atti di Ennedi Compagnia La Bertavela di La Loggia Ingresso 7 euro. Per prenotazioni: Colorificio Marisa Fabaro (cell. 368.7732388 - tel. 011.9628692). Per informazioni: Dino Nicola tel. 011.9628619. ◆

tutto per informare i cittadini in merito agli animali smarriti, ritrovati o di quelli in attesa di adozione ospiti presso le strutture competenti o ancora presso privati; - controlli, anche con guardie zoofile, allo scopo di soccorrere animali maltrattati o mal tenuti, richiedendo modifiche su recinti, catena e quant'altro non risultasse conforme alle norme vigenti in materia di governo di animali domestici; - sterilizzazioni delle colonie feline del territorio (attualmente a Carignano il problema del randagismo è praticamente inesistente); - azione di volantinaggio per promuovere adozioni o ricerca di animali smarriti; - collaborazione con canili dei paesi limitrofi per favorire adozioni o ritiro cani in difficoltà; - recupero di gatti feriti, malati o investiti, cure, interventi veterinari e assistenza fino al ritrovamento dei proprietari o di una nuova famiglia adottiva; - contributo economico e appoggio a proprietari indigenti per sterilizzazione gatte e cani che avevano partorito più e più volte;

Rassegna “Cinema diffuso”: ogni giovedì a 3 euro Villastellone. Proseguono al Cinema Oratorio Jolly “I Giovedì del Jolly”, nell'ambito di “Piemonte al cinema - Il cinema diffuso - Sguardi d'autore sul mondo”, una rassegna di film d'autore promossa da Regione Piemonte, Aiace e Agis in collaborazione con Anica. La Rassegna si svolge appunto, come ormai d'abitudine, il giovedì sera alle ore 21. Il biglietto per ciascun spetttacolo cosa 3 euro. Date e film: 17 febbraio “Figli delle stelle”, di Lucio Pellegrini (Italia 2010); 24 febbraio “Hereafter”, di Clint Eastwood (Usa 2010); 3 marzo “Tamara Drewe”, di Stephen Frears (UK 2010). Il Cinema Oratorio Jolly si trova in via San Giovanni Bosco 2, tel. 011.9696034. ◆

FOCACCERIA PIZ-STOP Tel. 011.9692038 - Cell. 333.3145082

Via C. Battisti, 28 CARIGNANO > > > > >

Lettere al giornale

Rassegna teatrale in dialetto con la compagnia Bertavela

Ancora film d���autore al Jolly

PIZZA AL TAGLIO PIZZA AL TEGAMINO FOCACCIA DI RECCO SALATINI - PIZZETTE PASTE SECCHE

FORNITURE PER BAR SOCIETA’ SPORTIVE - ASSOCIAZIONI ORARI: dal lunedì al sabato 6.00 - 20.00 • Domenica 16.30 - 20.30

Febbraio 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani” - gestione delle pagine del canile di Moncalieri "dog's holiday" e di quello di Carmagnola presenti sul sito www.adottauncane.net (con inserimento e rimozione degli appelli con foto dei cani e dei gatti in cerca di famiglia); Tulle le azioni sopra dettagliate sono state finanziate con contributi comunali, raccolta fondi in occasione delle sagre e manifestazioni locali, organizzazione della cena vegetariana annuale, tessere Lida e offerte di privati. Invece lo spazio di cui ha usufruito la Lida sul giornale “Da Carignano - Ieri Oggi Domani” è stato messo a disposizione dal giornale stesso a titolo assolutamente gratuito. Consideriamo il bilancio delle nostre attività positivo, abbiamo infatti conseguito tutti gli obiettivi che ci eravamo posti quando abbiamo iniziato la nostra attività. Pensiamo di aver seminato bene e come ben sapete le idee non si possono fermare. Abbiamo migliorato molte situazioni e prima di prendere la decisione di cessare la nostra attività ci siamo preoccupati di fare in modo che il nostro lavoro non fosse perso e che gli animali venissero tutelati. Il Comune ha infatti stipulato una convenzione con il canile rifugio anche per i gatti,

questo farà si che la situazione attuale non degeneri, il nostro lavoro sarà svolto da persone che hanno dimostrato in questi anni serietà e professionalità, quindi in caso di ritrovamento di gatti abbandonati o feriti si potrà fare riferimento alla struttura di Corso Savona 140, telefono 011 6409398. Un ringraziamento particolare a tutte le persone che hanno creduto in noi sostenendoci nei modi più svariati, collaborando in modo attivo, economicamente e moralmente. Un grazie al Comune per la collaborazione attiva e la tempestività nel recepire le nostre istanze. Vorremmo ancora ripassare insieme a voi alcune importanti procedure e fornivi alcune pratiche e utili informazioni in materia di “animali di affezione”. In caso di ritrovamento di un cane vagante sul territorio dovete avvisare le Autorità competenti (Vigili urbani del Comune in questione, oppure i Carabinieri nel caso di ritrovamenti notturni o in orari di chiusura degli Uffici comunali). Le Autorità sono obbligate a contattare immediatamente il numero del Servizio cattura del Canile sanitario al quale il Comune in questione è convenzionato. Il Servizio cattura (generalmente reperi-

FRANCHISING IMMOBILIARE 3 LOCALI - 80 mq ca.

4 LOCALI - 85 mq ca.

bile 24 ore su 24) provvederà al ritiro del cane. In molti fanno l'errore di portarsi e tenersi il cane in casa e non sempre si preoccupano di avvisare le autorità. Ricordate che il cane potrebbe avere un cip e quindi un proprietario in pena che lo sta cercando disperatamente! I Canili sono attrezzati di lettori cip grazie ai quali è facile rintracciarlo e restituirgli il cane in tempi brevi con un gran risparmio di stress per l'animale. E' vero che non tutti i proprietari si preoccupano tanto dei loro cani e non sempre prendono le precauzioni necessarie ad evitarne la fuga, però se il cane è regolarmente intestato ad una persona, non potete appropriarvene senza seguire la procedura! Inoltre ricordate che in Canile il cane potrà ricevere velocemente le prime cure sanitarie qualora ce ne fosse bisogno! Se proprio volete poi fare una buona azione per il cane che avete trovato, potete preoccuparvi di telefonare in Canile per averne informazioni, e se il cane risultasse essere sprovvisto di cip e nessuno lo avesse cercato, trascorsi i dieci giorni di sanitario, potreste magari adottarlo e portarvelo finalmente a casa così come avevate pensato di fare prima! Il cane dal Canile uscirà provvisto di re-

In centro paese. Ingresso, tinello, cucinino, due camere, bagno e ripostiglio. Cantina. Doppia area. Panoramico. Euro 105.000,00

2 LOCALI - 50 mq ca.

golare cip e libretto sanitario aggiornato con le vaccinazioni e le cure fatte. Nel caso invece di ritrovamento di un cane morto sul ciglio della strada, non ignoratelo solo perchè è morto! Se vicino vedete delle case, provate a chiedere se qualcuno lo conosceva, nel caso non trovaste il proprietario notificate il tutto ai Vigili del Comune di competenza. I Vigili avvieranno la prassi di recupero e smaltimento del corpo ed informeranno i veterinari dell’ Asl competente ai quali competerà invece verificare se il cane era identificato o meno tramite chip. Qualora il cane risultasse essere di proprietà, si procederà ad avvisare “chi avrebbe dovuto preservalo da ogni male e non l'ha fatto” e a multarlo! Vi ricordiamo che il Comune di Carignano è attualmente convenzionato, sia per il sanitario che per il rifugio, con il Canile Dog's Holiday di Corso Savona 140 a Moncalieri, numero di telefono 011.6409398 . Numeri utili: POLIZIA MUNICIPALE DI CARIGNANO 011.9698431, CARABINIERI DI CARIGNANO 011.9690020. Canili ai quali sono convenzionati i Comuni limitrofi: CANILE DI CARMAGNOLA segue a pag. 6

VALUTAZIONI GRATUITE

Casa semindipendente

In centro paese, appartamento ristrutturato di recente. Ingresso, tinello, cucinino, 3 camere e bagno. Euro 158.000,00

4 LOCALI - 110 mq ca.

Casa semindipendente 130 mq. su due livelli. Possibilità di creare due unità abitative con ingressi indipendenti. Euro 160.000,00

Ingresso living su sala, cucina abitabile, due camere, bagno e ripostiglio. Cantina e box auto. Euro 210.000,00

In centro paese, casa di 100 mq., disposta su due livelli, ingresso living su sala, cucinino, tre camere e bagno. Cantina con le volte. Cortile e tettoia privati di 100 mq. Euro 195.000,00

3 LOCALI - 80 mq ca.

Casa semindipendente in Borgata

Ingresso living su sala, cucina a vista, due camere e bagno. Ristrutturato a nuovo. Euro 165.000,00

180 mq. di abitazione su due livelli, cortile privato di 400 mq. e magazzino privato di 70 mq. Euro 280.000,00

Casa d’epoca Nel centro storico. 80 mq. su due livelli con cortile e terrazzo privati. Euro 245.000,00

Rustico in Borgata 500 mq. di abitazione su due livelli: 300 mq. ristrutturati e 200 mq. da ristrutturare. 300 mq. di tettoie, 600 mq. di cortile e 240 mq. di orto. Possibilità di ampia bi-trifamiliare.Euro 550.000,00

3 LOCALI - 80 mq ca.

Casa semindipendente

Villa d’epoca

2 LOCALI - 65 mq ca.

Centro storico, ingresso, ampia sala, cucina, camera e bagno. Termoautonomo. Ristrutturato. Euro 135.000,00

In centro paese. Ristrutturato a nuovo. Euro 133.000,00

3 LOCALI - 80 mq ca.

Nel centro storico, casa libera su tre lati, 140 mq. su due livelli, 200 mq. di cortile privato e 80 mq. di tettoia. Possibilità di bifamiliare. Euro 295.000,00

In centro paese, villa d’epoca indipendente di 400 mq. disposta su due livelli più torre. Circondata da un parco privato di 1700 mq. e depandace di 90 mq. Euro 1.200.000,00

Villa semindipendente

Villa singola in Borgata

Ingresso su tinello, angolo cottura, camera, bagno e ripostiglio. Euro 87.000,00

3 LOCALI - 70 mq ca.

In centro paese, 230 mq, sala, cucina, tre camere, mansarda, 5 bagni, taverna, cantina, box auto e giardino privato. Euro 415.000,00

Ingresso, sala, cucinino, due camere e bagno. Doppia area. Euro 125.000,00

4 LOCALI - 130 mq ca.

Casa semindipendente

In centro paese. Ingresso, ampio salone, cucina abitabile, due camere e bagno. Doppia cantina. Euro 158.000,00

140 mq. su due livelli. Possibilità di creare due unità abitative con ingressi indipendenti. Taverna e cortile privato. Euro 200.000,00

In zona residenziale. Ingresso, soggiorno con angolo cottura, due camere, bagno e ripostiglio. Cantina. Euro 125.000,00

5

In borgata servita, 120 mq. su un unico livello: ingresso, sala, cucina, due camere, bagno e ripostiglio. Taverna, tre box e 600 mq. di giardino. Euro 430.000,00

AFFILIATO: STUDIO CARIGNANO sas • Via Silvio Pellico, 31 • CARIGNANO

TEL. 011.9699659 - E-mail: to2c2@tecnorete.it

Ogni agenzia ha un proprio titolare ed è autonoma

Altri

24 Febbraio 2011


Febbraio 2011 25

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Agenda - “L'oro e la seta”.Torino, Fondazioen Accorsi - Museo di Arti Decorative (via Po 55). Fino al 29 maggio. - “Modernikon. Arte contemporanea dalla Russia”. Torino, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (via Modane 16). Fino al 27 febbraio. - “Vittorio Emanuele II. Il re galantuomo”. Torino, Palazzo Reale (piazza Castello) e Racconigi, Castello (piazza Carlo Alberto). Fino al 13 marzo 2011.

- “China power station”. Torino, Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli (Lingotto, via Nizza 230). Fino al 27 febbraio. - Museo “Le Nuove”. Torino (via Paolo Borsellino 1). - Museo di antropologia criminale “Cesare Lombroso”. Torino (via P.Giuria 15).

“KM011”, arti a Torino dal ‘95 a oggi Museo Regionale di Scienze Naturali, mostra aperta fino al 3 aprile E' possibile utilizzare per una mostra d’arte il modello di consumo sostenibile a filiera corta noto come “chilometro zero”? Sì! La mostra-evento “KM011. Arti a Torino. 1995-2011” ne è un esempio. In esposizione al Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino (via Giolitti 36) dall’11 febbraio 2011, il progetto ideato da Luca Beatrice e prodotto dalla Regione Piemonte racconta al pubblico le straordinarie contaminazioni tra arti visive, architettura, cinema e letteratura, che hanno accompagnato la trasformazione di Torino dal 1995 a oggi, da città della grande industria a capitale della cultura contempo-

ranea. “KM011” si snoda in quattro filoni tematici:arti visive; architettura; cinema, letteratura. Per quanto riguarda le arti visive la mostra comprende opere di pittura, arte concettuale, video, fotografia e tutti gli altri linguaggi contemporanei prodotti dal 1995 al 2011, in un percorso tra le tre ultime generazioni di artisti, oggi tra i 50 e i 20 anni circa. Il primo capitolo è incentrato sulla “rivoluzione figurativa”, pittorica e fotografica, che prese il via già alla fine

Poesia e tanto jazz al Circolo Carignano, via Vittorio Veneto: gli appuntamenti di febbraio

ONORANZE FUNEBRI L’ANNUNZIATA - S. BARTOLOMEO Fondate nel 1974 da Servidio Nicola operano su tutto il territorio nazionale e mettono a disposizione della propria clientela gli uffici di Vinovo, via Cottolengo 58/1 e Trofarello, via Torino 52. Tuttora, la moglie Annamaria Celano con i soci Marco Luison e Domenica Dileo - Vitagliano, onorando il ricordo del suo fondatore, gestiscono in modo esemplare due agenzie di Onoranze Funebri nella provincia di Torino garantendo sempre il massimo della sensibilità e umanità di cui sono capaci.

Cellulari: Annamaria 348.9304299 • Marco 338.6881770 • Domenica 349.8326659 Svolgiamo funerali completi dalla vestizione della salma alla fotoceramica. Disponiamo di auto funebre di ultima generazione, di un locale per l’esposizione di feretri. Offriamo la nostra professionalità per il disbrigo di tutte le pratiche Siamo reperibili 24 ore su 24 ai numeri:

011.9623936 - 011.6490292

L'Associazione Culturale Il Circolo di Carignano (via Vittorio Veneto 11) propone per il mese di febbraio i seguenti appuntamenti, tra poesia e musica. - Venerdì 18 febbraio - ore 21.30 Poesia al Circolo “Altrove” Poesie di Andrea Bolfi Poeta genovese che collabora con la Cascina Roccafranca di Torino per un progetto multimediale che fa dialogare arte figurativa, danza, fotografia d'autore, musica e poesia. Serata in collaborazione con il Festival “Poeti in Aia - Poesia scrittura ed Interventi d'Arte, promosso dall'Associazione Progetto Cultura e Turismo Carignano” nell'ambito del Progetto PoEtica/Mente - Domenica 20 febbraio - ore 21.30 Jazz al Circolo Sollo-Ballestrero Duo Erika Sollo voce, Pietro Ballestrero chitarra I due musicisti uniscono in questo progetto i loro ‘spazi’ musicali, dando vita a uno spettacolo caratterizzato da atmosfere mediterranee, sonorità rarefatte ed intime che si alternano a ritmi più energici e briosi, e dall'uso “strumentale”della voce. Un repertorio ricercato e vario in cui confluiscono brani di jazz contemporaneo europeo e soprattutto italiano, musica d'autore brasiliana e qualche incursione nel rock/pop: da Bill Frisell a Sting, da Bebo Ferra a Djavan. - Venerdì 25 febbraio - ore 21.30 Jazz al Circolo Tessarollo Tauficstringsgame Duo Luigi Tessarollo chitarra, Roberto Taufic chitarra Luigi Tessarollo e Roberto Taufic presentano il duo “StringsGame - Jogo De Cordas”, progetto realizzato a quattro mani con cui hanno pubblicato l’omonimo CD e un DVD live e con cui hanno rappresentato il jazz italiano alle Olimpiadi invernali di Torino. Questo abbinamento permette di ascoltare in veste nuova e originale i due artisti, che si presentano con un repertorio che fonde e integra le loro diverse connotazioni stilistiche maturate in esperienze artistiche differenti ma affini. Il loro interesse reciproco per la musica brasiliana, la musica jazz, la melodia mediterranea e i ritmi inusuali ha permesso questo connubio e la realizzazione di un repertorio in cui la scelta e l’esecuzione dei brani fa emergere le diverse personalita espressive, sia improvvisative che compositive e di arrangiamento. Il concerto, con connotazioni latino - mediterranee e jazz, presenta l’esecuzione di brani originali per due chitarre e arrangiamenti di melodie di noti compositori (Gerswhin, Lobo, Parker, Diaz, ecc.). ◆

degli anni ‘80 per svilupparsi nel decennio successivo. Nei maturi anni ‘90 si afferma invece la sovrapposizione degli stili e dei linguaggi, le opere risentono dell’ambientazione metropolitana, dell’intimismo domestico, della teoria dei non luoghi. Ulteriore sguardo è dedicato alle emergenze contemporanee, al materiale magmatico e “in fieri” che domina il presente, rivelando una straordinaria vivacità del panorama torinese. Significativa anche la presenza di “Street Artists”. La sezione della mostra dedicata all'architettura, curata da Barbara Brondi e Marco Rainò, presenta una rassegna di professionisti torinesi attivi dagli anni '90 all’interno dei confini dell’area metropolitana, capaci di sviluppare progetti in altre città d’Italia e all’estero. Partendo dai progetti realizzati, è messo in mostra quel processo creativo che porta alla costruzione di uno spazio abitabile, in un inventario compreso tra la scala domestica e quella urbana. La sezione cinema è rappresentata da un film inedito di Marco Ponti, “Il cinema a Torino (è una lunga storia d'amore)”, montaggio di scene d'amore e passione dei film torinesi negli ultimi quindici anni. Baci, abbracci, corpi che si amano, che corrono dall'amata, che piangono per amore, che ridono, insomma, tutto ciò che è l'anima di una bella storia d'amore. Colonna sonora del film è “The Power Of Love” dei Motel Connection, cover del celebre singolo dei Frankie Goes To Hollywood. A completamento del progetto KM011, tre serate a tema coordinate da Enrico Remmert e incentrate sulla straordinaria vitalità del panorama letterario torinese (15 febbraio, 1 marzo, 15 marzo). Fino al 3 aprile 2011. Orario: tutti i giorni: 10-19 (chiuso il martedì). Per informazioni: 800 329 329. ◆

Biblioteca civica, orari di apertura La biblioteca civica (secondo piano del Municipio, via Frichieri 13; tel. 011.9698481) osserva il seguente orario di apertura per il servizio di lettura e prestito: lunedì 14.30-18, martedì 14.30-18, mercoledì 14.30-18 e 20.30-23, giovedì 9-12 e 14.30-18, venerdì 14.30-18, sabato 9-12. Tel. 011.9698442-481-482. Museo civico “Giacomo Rodolfo” Il museo di storia, arte e archeologia locale (secondo piano del Municipio, via Frichieri 13) è aperto ogni terza domenica del mese, in occasione di manifestazioni cittadine e su prenotazione. Orario: 10-12, 15-18. Visite per le scuole su prenotazione (tel. 011.9698442). Sindacato Pensionati a Carignano A Carignano lo Spi (Sindacato Pensionati Italiani) C.G.I.L., Lega di Carmagnola (via Fossano 4), si trova in via Quaranta 4 (tel. 011.9697865). Orari di apertura per il pubblico: martedì, giovedì e venerdì dalle 9 alle 11.30. Patronato Inca: primo e terzo giovedì di tutti i mesi, dalle ore 15 alle 17. Caf Acli per le famiglie Quando la tua famiglia conta c’è il Caf Acli. Per 730, Unico, Isee e Red pensionati: conta su di noi! A Carignano (via Roma 18, presso il Campo Giochi): tutti i martedì dalle 9 alle 12. A Carmagnola (piazza IV Martiri 21): lunedì dalle 14 alle 17, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12. Donazioni del sangue I prelievi si effettuano nella sede di via San Remigio 46 (ex ospedale civile, piano terra, ingresso dal cortile). Le prossime date per donare il sangue sono le seguenti: - Adac: mercoledì 9 e domenica 13 marzo ; dalle ore 8.30 alle 11.30. - Fidas: venerdì 25 e lunedì 28 febbraio; dalle ore 8 alle 11.

“Bestie” in mostra al Filatoio di Caraglio Animali fantastici e reali dal Medioevo a oggi “Bestie” al Filatoio di Caraglio (Cuneo) non è una mostra di zoologia. E' una stupefacente carrellata dentro un fantastico mondo popolato da creature nate dalla mente (talvolta dagli incubi) dell'uomo. Più che di animali in pelle e ossa si tratta di proiezione di miti, chimere, sogni, paure, speranze, illusioni. "Creature" che artisti, dal Medioevo ad oggi, hanno fissato in dipinti, sculture, ceramiche. Nel tentativo di dare una possibile "sistematizzazione" ad un argomento così tentacolare, i curatori Alberto Cottino e Andreina d'Agliano hanno diviso la grande rassegna per temi, individuando in decine di musei e collezioni italiane di grande prestigio una notevole selezione di dipinti, sculture, arti applicate per esemplificarli. Animali leggendari e fantastici: i Mostri. Qui ad essere indagato è uno dei filoni più ricchi dell'animalistica, sia nell'arte figurativa che nella trattatistica. Draghi, chimere, centauri, arpie, basilischi, sfingi, fenici, grifoni, leviatani, sirene, tritoni, unicorni trionfano dalla scultura medievale alla pittura barocca, con infiniti significati simbolici. Dai mostri al cane e al gatto e, con loro, gli animali domestici, protagonisti di una ricca e documentata sezione, spesso essi stessi associati a simboli: la fedeltà è, per antonomasia, caratteristica del cane. Ad essere esposte in questa ultima sezione saranno opere riproducenti scene classiche legate al cane, ritratti di donna con cane o con gatto, ma anche animali destinati al lavoro (ad esempio le vacche maremmane ed i buoi dei macchiaioli, ma anche di pittori del Novecento che dipingono la vita contadina), ai cavalli, agli animali da cortile (numerosi i dipinti a partire dal Seicento raffiguranti galline, polli, tacchini, pavoni). - “Bestie. Animali reali e fantastici nell'arte europea dal Medioevo al primo Novecento”. Caraglio (Cuneo), Il Filatoio (via Matteotti, 40), dal 26 febbraio al 5 giugno. Orario: giovedì - sabato: 14.30 -19, domenica: 10 -19. Per informazioni: tel. 0171 .618 260 - www.marcovaldo.it. ◆

Compro Oro COMPRO e Orologi

ORO VECCHIO USATO E DA ROTTAMARE (ROTTO)

A’ T I V O N

Carignanese

COMPRO VECCHI OROLOGI

ALL’INTERNO VASTO ASSORTIMENTO DA POLSO E DA TASCA, DI OGGETTI IN ORO E OROLOGI D’EPOCA IN ACCIAIO, ARGENTO PER I TUOI ACQUISTI A PREZZI DA FAVOLA E IN ORO ANCHE ROTTI

NON RITIRIAMO OROLOGI AL QUARZO e DA DONNA ORARIO: Dal martedì al venerdì 9,30 - 12,30 / 15,00 - 18,00 Sabato mattina 9,30 - 12,30 Chiuso sabato pomeriggio e lunedì mattina

Valutazioni GRATUITE senza impegno

Pagamento immediato e in contanti

MASSIME VALUTAZIONI Via F.lli Vercelli, 106 • 10022 CARMAGNOLA (TO) - Tel. 011.9778552


26 Febbraio 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

AVVISO

A.A.A. ANNUNCI

Non tutti gli annunci sono gratuiti. Invitiamo gli inserzionisti ad attenersi alle condizioni riportate qui a lato. Grazie.

Gli annunci (5 euro ogni singola offerta immobiliare; 10 euro attività commerciali, ricerche di personale, ecc.; gratuiti gli altri) devono essere consegnati entro il 5 del mese. L’eventuale ripetizione di un annuncio deve essere rinnovata di volta in volta. Recapiti: Redazione, corso C. Battisti 60; Pedigree, via Savoia 1; Cartolibreria Luigi, via Savoia 13; dacarignano@hotmail.com

Per le inserzioni pubblicitarie su

“da Carignano Ieri, Oggi, Domani” telefonate

al 339.7292300

OK

3

U

6 9

MEN

2

#

5

C

8

1

7

4

0

Vendesi BMW 120, diesel, maggio 2007, km 25000, unico proprietario, colore blu monaco. Tel. 338.6034339.

IMMOBILI Affitto in Carignano alloggio di 90 mq composto da ingresso living su salone e cucina, 2 camere e 2 bagni; con box. Tel. 392.3907305. Box auto nuovo vendesi a Carmagnola, in via Magone, 8,5 x 2,8 mt, prezzo da concordare. Tel. 338.6034339. Terreno agricolo per uso orto, in Carignano, frazionabile in più parti e dotato di impianto di irrigazione. Trattativa riservata. Tel. 011.9777018 (no agenzie). Casetta in montagna vendo, vicinanze Crissolo, composta da camera, cucina, cantina più servizi, acqua, luce, terreno a bosco, strada asfaltata. A 35.000 euro trattabili. Tel. 011.9693759. Affittasi alloggio composto da cucina-soggiorno, camera, bagno, terrazzo, centro Carignano. Tel. 011.9699161 (ore ufficio). Affittasi alloggio composto da cucina-soggiorno, camera, bagno, terrazzo, 3° piano con ascensore, box auto, in Carignano. Tel. 011.9699161 (ore ufficio). Vicino a Sanremo, Santo Stefano al Mare, bilocale, 5 posti letto, affittasi a referenziati. Tel. 328.8121581. Carignano centro. Locale commerciale più magazzino, affittasi a referenziati. Tel. 347.6087633. Carmagnola, piazza Martiri, 2 uffici mq. 70, affittasi solo a referenziati. Tel. 328.8121581. Carignano affittasi box auto centrale. Tel. 334.1000254. Vendesi attività in centro Piobesi

M

AUTO e moto

Torinese di fotografia, cartoleria, oggettistica etnica, bigiotteria, giocattoli e idee regalo con due belle vetrine, riscaldamento autonomo, bagno privato. Tel. 334.2094643 393.4063342. M+

Ragazza 26enne, bella presenza, buon uso pc, automunita, esperienza impiego d'ufficio, cerca urgentemente lavoro in Carmagnola e limitrofe. Tel. 347.9177955. Signora 50enne italiana, seria e volenterosa, automunita, con esperienza cerca urgentemente lavoro come colf, pulizie, aiuto cucina, stiratrice e assistenza in Carignano e limitrofi. Tel. 334.1548255. Ragazza di 32 anni con esperienza cerca lavoro come babysitter, collaboratrice domestica o assistenza anziani. Tel. 347.7113281. Disegno su muri interni ed esterni; idee originali per la tua casa o negozio. Prezzi modici. Tel. 366.1975157. Ragazza rumena cerca lavoro come badante di giorno o di notte, baby sitter, pulizie e stiro. Con referenze. Tel. 327.3741867. Ragazza ventiduenne piemontese, seria e volenterosa cerca lavoro per pulizie solo al mattino, astenersi perditempo. Tel. 366.4844496 (dopo le ore 19). Signora rumena 48enne, referenziata, cerca lavoro come baby sitter, badante, pulizia o stiro a ore. Tel. 329.5328162. Eseguo lavori come taglio erba e tappeti verdi, pulizia giardini, tinteggiatura case. Tel. 342.1669036 (ore pasti). Signora italiana offresi per pulizie casalinghe e stiro. Claudia. Tel. 333.5031175. Signora 50enne rumena cerca lavoro come badante o collaboratrice domestica con anni di esperienza, assistenza anziani, orario diurno o notturno. Tel. 320.6159899 - 334.8324288. Signora rumena 45enne referenziata, non fumatrice senza impegni familiari cerca lavoro come badante o colf fissa. Tel. 328.1544708. Ragazza con esperienza cerca lavoro come baby sitter. Tel. 366.4886307. Ragazzo rumeno 19enne cerca qualsiasi lavoro purché serio. Tel. 339.1252023. Ragazza rumena di 34 anni, conoscenza lingua italiana, dinamica, cerca lavoro come baby sitter, commessa, aiuto anziani, collaboratrice domestica in Carignano o dintorni. Massima serietà. Tel. 011.9697446 -380.4764646.

Studentessa universitaria impartisce ripetizioni di matematica e chimica a ragazzi/e di scuole medie inferiori e superiori. Tel. 338.4269800.

*

LAVORO

VARIE Vendo mobili arte povera: vetrina 100x35 + vetrina 55x35 altezza 175 cm, tavolo 100x100 cm allungabile con prolunghe. Prezzo da concordare. Tel. 339.7823089. Navicella ed ovetto bebè Comfort in buono stato blu e bianco vendesi a 50 euro. Tel. 348.2738296. Sdraietta Giordani verde, come nuova, vendesi a 30 euro. Tel. 348.2738296. Si regala camera da letto matrimoniale color legno (senza il letto), in buono stato. Tel. 347.3880882. Serratura per porta blindata vendesi a 35 euro. Tel. 339.2814572. Piscina rettangolare, pareti in pvc con pompa di filtraggio, dimensioni 415x220x80 cm., nuova, vendesi. Tel. 338.6034339. Lettino bimbi con sponde e cassettone, in legno pieno ciliegio, come nuovo, con ruote e dondolino culla, rete doghe legno ortopediche vendesi a 100 euro. Tel. 347.3529821. Vendesi televisore 29 pollici con mobiletto angolare a piani a 80 euro. Tel. 339.2814572. Vendesi giubbotto in pelle Combipel taglia 50 a 65 euro. Tel. 339/2814572. Volete sostenere il giornale sottoscrivendo un abbonamento annuale? Il giornale sarà inviato all’indirizzo che voi indicherete. Costo di 11 numeri: 30 euro per spese di spedizione fuori Carignano, 15 euro per il recapito a Carignano. Rivolgersi alla Tipografia: Nuova Grafica Carignanese - via Salotto 15 - tel. 011.96.97.872.

IMPRESE FUNEBRI RIUNITE DAL 1979

24 ORE: FARMACIE DI TURNO N.B. Il servizio notturno funziona esclusivamente per le urgenze e le ricette mediche. Orario delle farmacie di guardia notturne e festive: dalle 8.30 alle 8.30 del giorno successivo.

Febbraio M 15 CASTAGNOLE M 16 CARMAGNOLA (Comunale) G 17 CARIGNANO (Pozzati) V 18 PANCALIERI S 19 CARMAGNOLA (Amedei) D 20 CARMAGNOLA (Amedei) L 21 PIOBESI M 22 CARIGNANO (Cossolo) M 23 CARMAGNOLA (Appendino) G 24 VILLASTELLONE V 25 LOMBRIASCO S 26 CARMAGNOLA (Borgo Vecchio) D 27 CARMAGNOLA (Borgo Vecchio) L 28 PIOBESI

Marzo M 1 CASTAGNOLE M 2 CARMAGNOLA (Comunale) G 3 PANCALIERI V 4 LOMBRIASCO S 5 CARMAGNOLA (Don Bosco) D 6 CARMAGNOLA (Comunale) L 7 PIOBESI M 8 CARIGNANO (Cossolo)

M G V S D L M M G V S D L M M G V S D L M M G

9 CARMAGNOLA (San Bernardo) 10 VILLASTELLONE 11 CARIGNANO (Pozzati) 12 CARMAGNOLA (San Bernardo) 13 CARMAGNOLA (Don Bosco) 14 CARMAGNOLA (Borgo Vecchio) 15 CASTAGNOLE 16 CARMAGNOLA (Borgo Vecchio) 17 PANCALIERI 18 LOMBRIASCO 19 CARMAGNOLA (Comunale) 20 CARMAGNOLA (San Bernardo) 21 PIOBESI 22 VILLASTELLONE 23 CARMAGNOLA (Amedei) 24 CARIGNANO (Pozzati) 25 PIOBESI 26 CARMAGNOLA (Don Bosco) 27 CARMAGNOLA (Don Bosco) 28 CARIGNANO (Cossolo) 29 CASTAGNOLE 30 CARMAGNOLA (Don Bosco) 31 PANCALIERI

DOVE TROVARLE. A Carignano: Cossolo, via Salotto 6 (tel.011.9697160);Pozzati, piazza Carlo Alberto 1 (tel.011.9697164).A Carmagnola: Amedei, via XX Settembre 1 (tel. 011.9723196); Appendino, via Valobra 149 (tel. 011.9723195); Comunale, via Ronco 49 (tel. 011.9770941); Don Bosco, via Chieri 2/A (tel. 011.9716668); Ferrari, via Fratelli Vercelli 1 (tel. 011.9715017); Salsasio, via Pascoli 8 (tel. 011.9771267); San Bernardo, via del Porto 171/a (tel. 011.9712300). A Castagnole: piazza Vittorio Emanuele 14 (tel. 011.986673). A Lombriasco: via San Giovanni 5 (tel. 011.9790330). A Moncalieri: Borgo Navile, via C.Colombo 2 (tel. 011.642578); Castelvecchio, str.Genova 192 (tel.011.6471233);Ceriana, str.Carignano 13 (tel.011.642143);De Grazia, str.Stupinigi 14 (tel.011.6056355); Magnani, str.Genova 14 (tel.011.642425); Maldini, P.za Vittorio E II (tel. 011.642529); Parizia, via Tenivelli 3/a (tel. 011.642722); Premi, str. Carignano 72 (tel. 011.646621); S.Maria, C.so Roma 24 (tel. 011.645589); S.Matteo, C.so Roma 73 (tel.011.6067769);S.Monica, Str.Torino 71 (tel.011.6610416);S.Pietro, via Sestriere 32 (tel. 011.6069830); Superga, C.so Roma 45/6 (tel. 011.6051684);Tosi, str. Genova 264 (tel.011.6810281).A Nichelino: Comunale 1, via Moncenisio 38 (tel.011.6809814);Comunale 2, P.za A.Moro 50 (tel. 011.6272448); Crocera, via Martiri 2 (tel. 011.6273092); Dallocchio, via Torino 137 (tel. 011.6809061); Debouchè, l. delle Alpi 16 (tel. 011.6890416); Della Stazione, via Torino 224 (tel. 011.621964); Erbetta, via Torino 106 (tel. 011.623829); Largo Giusti, L.Giusti 56 (tel. 011.6279560); Sangone cnc, via Torino 20 (tel. 011.6064866); Sant'Edoardo, via Buonarroti 1/c (tel. 011.6051471). A Osasio: via Torino 41 (tel. 011.9793303). A Pancalieri: via Principe Amedeo 22 (tel. 011.9734441).A Piobesi: corso Italia 13 (tel.011.9657012).A Racconigi: Barberis, via Stefano Tempia 6; Maritano snc, via Francesco Morosini 12 (tel. 0172.85361); Quaglia, via Angelo Spada 20 (tel. 0172.85048). A Villastellone: piazza Libertà 26 (tel. 011.9696063). Orari di apertura: 8.30-12.30; 15.15-19.15.

Mensile indipendente di informazione, attualità e cultura. Distribuito gratuitamente a Carignano, frazioni e dintorni. Reg. Tribunale di Torino n. 5537 del 7.8.2001

Direttore responsabile Cristina Cavaglià Direttore editoriale Massimo Bessone

San Remigio Il decoro, l’assistenza, il rispetto, sono vostri diritti! Offrirveli è nostro dovere! CARIGNANO Via Umberto I n. 39 - Tel. 011/9699487 OSASIO Abitazione - Tel. 333/9858968

Collaborano Daniele Bosio, Luca Bruno, Gervasio Cambiano, Carlo Cavaglià, Marilena Cavallero, Roberto Dal Prete, Stefania Falcone, Matteo Grassedonio, Giuseppe Manescotto, Claudio Montemarano, Angela Pastore, Cristina Pejretti, Massimo Pejretti, Massimo Peretto, Daniela Previale, Nadia Tonda Turo, Daniela Tontini, Bruno Valinotti, Flavio Viotto Proprietà UCAP, Unione Commercianti Artigiani Professionisti di Carignano; via Frichieri 13, Carignano Grafica, impaginazione e stampa Nuova Grafica Carignanese s.n.c di Bordone e Scifo, via Salotto 15, Carignano Redazione: corso Cesare Battisti 60, tel. 011.9697525, Carignano e-mail: dacarignano@hotmail.com Pubblicità: 339.7292300 “Da Carignano - Ieri Oggi Domani” non beneficia di contributi p u b b l i c i m a s i f i n a n z i a e s c l u s i v a m e n t e c o n g l i i n t r o i t i d e r i v a nti dalle inserzioni pubblicitarie e dagli annunci a pagamento e con le eventuali offerte dei lettori.

Febbraio 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Lettere al giornale Il postino a Carignano quando suona? Desidero segnalare ancora una volta e sollecitare un intervento risolutivo circa la distribuzione della corrispondenza a Carignano. In alcune zone di questa città (9.200 abitanti) la corrispondenza non è mai regolare: le lettere ed il resto arrivano, se tutto va bene, una volta la settimana! Da inizio anno, e siamo a metà gennaio, è arrivata una sola volta, e quando passa il postino le lettere sono sempre 7/8, a volte anche 20 tutte in una volta sola! Per non parlare poi di quello che non arriva e va perso o arriva con date di scadenza già passate. I bollettini dell'Agenzia delle Entrate per il pagamento del canone Rai, tanto pubblicizzato, non sono arrivati, cosa che invece è avvenuta in una borgata di un piccolo paese di montagna della provincia di Cuneo. Non si riesce a capire se questa situazione dipenda dallo smistamento della corrispondenza presso l'Ufficio di Carmagnola o se dipenda invece dal locale ufficio postale.

Qualcuno può dare spiegazioni in merito e fare in modo che questa situazione finisca? G. Dellarocca

per il trasporto dei materiali, Luigi Nigra per il suo aiuto e Valerio Cesa, attuale responsabile, per il suo fattivo supporto. Colgo l’occasione per ricordare ai pensionati carignanesi che desiderano trascorrere il tempo facendo nuove amicizie, la possibilità di incontrarci presso il Gruppo in via Savoia 50 per chiaccherare, oppure giocare una partita a carte o a bocce. Un saluto particolare ai fratelli Pierino e Gabriele Abbà, gli ultimi della “vecchia guardia” che, essendo gli “anziani degli anziani”, purtroppo non possono più venirci a trovare. Cordiali saluti. Giuseppe Crivello

Ringraziamenti al Gruppo Pensionati ed invito ai pensionati carignanesi Agli amici del Gruppo Pensionati, trascorso un anno da quando ho lasciato l’incarico di coordinatore, desidero ringraziare tutti gli amici ed i volontari che hanno partecipato alla ristrutturazione del nostro locale, dei servizi igienici e della pavimentazione del cortile. In particolare desidero ringraziare: Aldo Calavita e Gigi Delmastro per i lavori in muratura, Gigi Delmastro per la realizzazione del pilonetto della Madonnina, Guido Meinardi

La Lida di Carignano dopo dieci anni costretta a chiudere La Lida sezione di Carignano, attiva da quasi dieci anni,

Le lettere, complete di firma (che sarà omessa esclusivamente su esplicita indicazione e comunque resa nota, in caso di richiesta, a eventuali diretti interessati) e di indirizzo del mittente, devono pervenire entro e non oltre il 5 del mese. Non vengono accettate le lettere anonime.

Volete sostenere il giornale sottoscrivendo un abbonamento annuale? Il giornale sarà inviato all’indirizzo che voi indicherete. Costo di 11 numeri: 30 euro per spese di spedizione fuori Carignano, 15 euro per il recapito a Carignano. Rivolgersi alla Tipografia: Nuova Grafica Carignanese - via Salotto 15 - tel. 011.96.97.872.

chiude; siamo arrivati a questa conclusione per mancanza di risorse umane. In questi anni abbiamo svolto la nostra attività impegnandoci al meglio delle nostre possibilità, purtroppo i Volontari non si sono rinnovati e le attuali forze non bastano più per portare avanti la sezione. Desideriamo fare una breve sintesi dei risultati conseguiti in questi anni: - collaborazione attiva con il Comune per il trasferimento della convenzione del canile sanitario e canile rifugio dal Roero a Moncalieri con notevole miglioramento del servizio a parità di costi. I cinque vecchi cani che erano ancora ospiti del canile Rifugio del Roero sono stati trasferiti presso la struttura di corso Savona a Moncalieri la quale è riuscita a trovare loro una nuova casa ed una nuova fa-

3

miglia nel giro di pochi mesi, occupandosi anche della loro socializzazione. E' stato inoltre possibile negli ultimi anni, grazie alla vicinanza geografica della struttura, alla professionalità e all’impegno degli operatori di Moncalieri, salvare molti altri cani dalla strada e da situazioni difficili, curarli e trovare loro una casa ed una famiglia adottiva! - collaborazione all’organizzazione di campagne di sensibilizzazione al corretto approccio e al mantenimento degli animali domestici svolte presso le scuole del distretto a cura dei veterinari locali e dell' Asl; - istituzione di una rubrica mensile sul giornale “Da Carignano - Ieri Oggi Domani” per approfondire importanti tematiche in materia e sopratsegue a pag. 4

La redazione è aperta al pubblico La redazione di “Da Carignano - Ieri Oggi Domani” si trova in corso Cesare Battisti 60, sotto il viale. Apertura al pubblico una volta alla settimana: giovedì mattina dalle ore 9 alle 12.


IMMOBILIARE DEL

BORGO VECCHIO CARIGNANO

P.za Carlo Alberto, 62 - Tel. 011.9693293 CARIGNANO centro: In posizione centrale appartamento di ampia metratura da ristrutturare. Euro 130.000,00 Carignano - Str. Piobesi: Terreno ad uso servizi di mq. 3.200 con possibilità di costruire un autolavaggio o un distributore. Carignano - Via IV novembre: Appartamento in posizione centralissima di ampia metratura sito al piano primo composto da ingresso, tinello con cucinino, tre camere, bagno, ripostiglio, cantina e box auto. Riscaldamento centralizzato, in buone condizioni. Euro 185.000,00 Carignano - Via Dante Alighieri: Vendesi n° 3 box auto, prezzi a partire da Euro 18.000,00 Carignano - Via Salotto: Appartamento situato al terzo piano composto da: cucina, tinello, camera, bagno, entrata e cantina. Euro 130.000,00 Carignano - Frazione Brassi: Vendesi numero 3 lotti terreni edificabili con concessione edilizia approvata. Mq. 550 a lotto circa con possibilità di costruzione di villetta bifamiliare. Euro 70.000,00 a lotto. Carignano via Braida: Appartamenti in piccolo condominio di nuova ristrutturazione, varie metrature, scelta dei materiali, ottime finiture, esempio: soluzione piano rialzato con ingresso living su ampio soggiorno con angolo cottura, camera da letto, bagno, ripostiglio, termoautonomo, volendo box. Euro 135.000,00 Carignano - Corso Cesare Battisti (angolo via Salotto): Appartamento quinto piano con entrata, soggiorno, cucinino, 2 camere, bagno e cantina. Euro 135.000,00 Carignano - Str. Saluzzo: Villetta indipendente su quattro lati composta al piano terra da ingresso su soggiorno, cucina, tre camere, doppi servizi, ripostiglio, serra, giardino privato e box auto, sottotetto non abitabile, al piano seminterrato locale ad uso cantina. Euro 320.000,00 Carignano - Via Moncrivello: Terreno edificabile con possibilità di bifamiliare di 170 mq. c.a. + sottotetto. Euro 140.000,00

Carignano - Via XXIV Maggio: Appartamento ultimo piano panoramico, cucina, tinello, soggiorno, ingresso, ripostiglio, 2 camere da letto, bagno, cantina, terrazzo e balcone. Riscaldamento centralizzato.

Carignano - Tetti Bagnolo: Appartamento al piano terra in bifamiliare composto da ingresso su ampio soggiorno con cucina, tre camere da letto, bagno, ripostiglio, cantina, terreno di proprietà e due posti auto privati. Euro 240.000,00

Carignano Via P. Lanteri: Appartamento al piano primo composto da ingresso, soggiorno con ampio angolo cottura, due camere, disimpegno, bagno, ripostiglio, balconi, doppia esposizione. Al piano terra cortile privato con posto auto e cantina. Recentemente e finemente ristrutturato, termoautonomo, ottima esposizione, comodo ai servizi. Euro 180.000,00

Carignano AFFITTASI o VENDESI - Via Borgo Vecchio: Locale ad uso magazzino o autorimessa piano seminterrato mq. 70 circa, nuova costruzione. Euro 250,00 mensili Carignano semicentro: Monolocale con bagno di nuova costruzione, piano primo e secondo con ascensore, con balcone e cantina, scelta dei materiali, volendo box auto, ottimo come investimento. Carignano via L. Cadorna: Appartamento di recente costruzione al piano primo con ascensore composto da ingresso su soggiorno con angolo cottura, camera, bagno, balconi, box auto e cantina, doppia esposizione, termoautonomo. Euro 165.000,00 TORINO E ALTRE LOCALITA’ Carmagnola Via G. Leopardi: Appartamento al piano quarto con ascensore composto da cucinino, tinello, soggiorno, una camera, bagno, ripostiglio, balconi, doppia esposizione, cantina, riscaldamento centralizzato, in buone condizioni. Euro 125.000,00 Piobesi centro: Appartamento di nuova costruzione: soggiorno living con angolo cottura, 2 camere, bagno, posto auto. Euro 150.000,00 Piobesi: Prenotasi villetta unifamiliare con cortile e box fuori terra. Mq. 140 circa. Ottimo capitolato con possibilità di varianti in corso d’opera, consegna primavera 2011. Euro 330.000,00 La Loggia - Vicolo Verdi: Vendesi locale commerciale di 35 mq circa in zona centrale attualmente adibito ad attività di parrucchiera. Euro 60.000,00 LA LOGGIA - Via Puccini: In prossimità di Viale Maina si prenotano ultimi due appartamenti in nuova palazzina di prossima costruzione, piano primo con mansarda regolarmente abitabile, ottimo capitolato e possibilità di varianti in corso d’opera. VENDITA DIRETTAMENTE DA IMPRESA SENZA SPESE DI MEDIAZIONE! Per maggiori informazioni rivolgersi in ufficio.

Carignano - Via Tappi: In contesto residenziale appartamento di recente costruzione sito al piano terra composto da ingresso living su soggiorno con angolo cottura, disimpegno, camera da letto e bagno, giardino e cortile privato, cantina. Possibilità di scelta dei materiali per le rifiniture interne, termoautonomo, luminoso, ottima esposizione. Volendo box auto a parte. Euro 142.000,00

Carignano via Montegrappa: Appartamenti in piccolo condominio di nuova costruzione, materiali di prima scelta e finiture di pregio, soluzioni al piano terra con giardino o piano primo con mansarda, varie metrature e soluzioni, ottima esposizione, termoautonomo. A partire da Euro 160.000,00

Carignano Via Silvio Pellico: In posizione centrale appartamento sito al piano primo composto da ingresso su ampio soggiorno, cucina abitabile, camera, bagno, disimpegno, scala interna che collega al piano sottotetto non abitabile ad uso esclusivo composto da locale unico con lavanderia. In ottime condizioni. Euro 210.000,00

Carignano - Via Cadorna: Appartamento di nuova costruzione al piano secondo con ascensore composto da ingresso su soggiorno, cucina abitabile, due camere, due bagni, terrazzo e balcone, cantina, riscaldamento autonomo, volendo box auto a parte. Possibilità di scelta dei materiali per le rifiniture interne. Euro 239.000,00

Carignano centro: Appartamento di nuova costruzione, ampia metratura, piano primo composto da: ingresso living su soggiorno, cucina abitabile, bagno, ripostiglio, due balconi, piano mansardato abitabile collegato con scala interna con due camere, bagno, terrazzo e balcone, ottime finiture, al piano interrato box e cantina. Euro 275.000,00

Carignano: Villa bifamiliare indipendente su quattro lati, disposta su due livelli, alloggio al piano terra mq. 130 c.a. composto da: salone, cucina, due camere, bagno, giardino circostante di mq. 1500 c.a. piano primo alloggio di mq. 130 c.a. composto da: soggiorno, cucina, sala da pranzo, due camere, bagno, ripostiglio, terrazzo, al piano interrato, un locale tavernetta, cantina, box auto doppio e centrale termica.

Carignano - Corso Vinovo: In costruzione nuovo appartamento al piano primo composto da ingresso living su ampio soggiorno con angolo cottura, due camere da letto, due bagni, doppia esposizione con balconi, termoautonomo con riscaldamento a pavimento, pannelli solari per l’erogazione dell’acqua sanitaria, box auto doppio. Possibilità di scelta dei materiali, ottime finiture. Euro 235.000,00

Osasio via Chisone: Vendesi villette a schiera di nuova costruzione, disposte su due livelli, piano terra con giardino privato, composto da: ingresso living su soggiorno, cucina, bagno, box auto, piano primo:due camere, bagno, sottotetto, piano interrato con locale ad uso taverna e autorimessa, strutturate con materiali di nuova concezione di bioedilizia e impianti tecnologici per il risparmio energetico, ottime finiture e scelta dei materiali.

DA 19 ANNI AL VOSTRO SERVIZIO NEL SETTORE DELLE INTERMEDIAZIONI IMMOBILIARI, PRESSO IL NOSTRO UFFICIO TROVERETE I SEGUENTI SERVIZI: Si svolgono valutazioni - VALUTAZIONI GRATUITE DI IMMOBILI CIVILI, COMMERCIALI, INDUSTRIALI, ARTIGIANALI, TERRENI EDIFICABILI; - PRATICHE DI MUTUO E FINANZIAMENTI CON AGEVOLAZIONI PARTICOLARI; - COMPRAVENDITA, CONTRATTI DI LOCAZIONE; - PRELIMINARI IN SEDE E ASSISTENZA FINO AL ROGITO NOTARILE.

PER INFORMAZIONI TELEFONARE AI SEGUENTI NUMERI:

011.96.93.293 011.96.90.539

gratuite su immobili. Si ricerca per la nostra clientela appartamenti o ville in Carignano e dintorni. Definizioni rapide.

Carignano Via Valdocco: Appartamento al piano secondo composto da ingresso, soggiorno con cucinino, camera, bagno, balcone e cantina. Libero su due arie, termoautonomo, recentemente ristrutturato, ottimo come investimento. Euro 80.000,00 tratt.

Carignano - Via Tappi: Appartamento al piano terra composto da ingresso su soggiorno, cucina, disimpegno, due camere, due bagni, ripostiglio, giardino privato e cantina. Doppia esposizione, termoautonomo, ottimo capitolato, comodo ai servizi. Volendo box auto a parte. Euro 259.500,00

Carignano Via Diaz: In contesto residenziale appartamento di recente costruzione sito al piano primo con ascensore composto da ingresso living su soggiorno con angolo cottura, disimpegno con ripostiglio, ampia camera da letto e bagno, balcone, box auto e cantina. Termoautonomo, luminoso e in ottime condizioni. Euro 140.000,00

Piobesi Torinese via Benedetto Croce: In zona residenziale, villetta a schiera con giardino privato su due lati composta al piano terra da ingresso su soggiorno, cucina abitabile, bagno, Piano primo con due camere, bagno, balconi, Piano mansardato (sottotetto non abitabile) adibito ad uso lavanderia, Piano seminterrato con ampio box auto e cantina. Riscaldamento autonomo, luminoso, con ottime finiture. Euro 320.000,00

LOCAZIONE ALLOGGI IN UFFICIO TROVERETE VARIE OFFERTE DI LOCAZIONE A PARTIRE DA EURO 300,00 MENSILI.

LOCALI COMMERCIALI ed ARTIGIANALI CARIGNANO e LIMITROFI Affittasi Carmagnola Presso la “Residenza I Giardini” ampio open space molto luminoso di mq. 110 con servizio, riscaldamento autogestito, impianto di condizionamento, sito al piano secondo con ascensore, ideale ad uso ufficio, studio tecnico, medico o attività inerenti. Eventuale possibilità di vendita. LIBERO SUBITO! Euro 950,00 mensili,spese escluse Affittasi Carignano magazzino in Piazza San Giacomo (seminterrato) Euro 220,00 mensili. Affittasi Carignano via Salotto: Locale di mq. 35 c.a. ad uso commerciale o ufficio, fronte strada con vetrina, Euro 330,00 mensili (libero). Vendesi capannone varie metrature a partire da 200 mq. in zona industriale a Carignano - La Torre. Consegna fabbricati in tempi brevi.

CARIGNANO

CARIGNANO (Borgata Brassi) Fabbricato indipendente libero su due lati, composto da due unità abitative, garage, due tettoie nel cortile, orto € 330.000,00 CARIGNANO (Corso Vinovo) Prenotiamo, alloggio di prossima costruzione con possibilità di personalizzazione, di mq. 100 composto da: soggiorno, cucina abitabile, due camere e doppi servizi. Box doppio. € 235.000,00

Tel./Fax 011.9652721 - Cell. 330.542106 - 335.291618 www.traslochivitello.it - info@traslochivitello.it

CARIGNANO Alloggio al quarto piano con ascensore, vista panoramica, completamente ristrutturato, composto da: ingresso, soggiorno, cucinotta, due camere e bagno. Cantina. € 149.000,00 CARIGNANO (borgata Brassi) Porzione di villa bifamiliare nuova di mq. 240 abitativi, composta da: P.t. soggiorno, cucina e bagno. P.1° 3 camere e bagno. Interrato e mansarda. Box doppio. Giardino privato esclusivo. € 370.000,00

CARIGNANO (Corso Vinovo) Alloggio nuovo, possibilità di personalizzazione, mq. 117 composto da: piano terreno, soggiorno, cucinotta e bagno. Piano primo: tre camere e bagno. Giardino privato. Box doppio. € 240.000,00

CARIGNANO (Via IV Novembre) Box doppio di 24 mq. € 18.000,00

Troverete altre selezionate proposte presso la nostra agenzia!


CENTRO ORTOPEDICO SANITARIO Via Valobra, 140 - Carmagnola SHOW ROOM Largo V. Veneto, 4 C C O S S

N° 105 - Anno XI - Febbraio 2011

6.000 copie - Mensile di Carignano, frazioni e dintorni

Tel./Fax 011.9771301

corso Cesare Battisti, 60 a Carignano, tel. 011.9697525

Distribuito gratuitamente a Carignano e frazioni, Vinovo, La Loggia, Piobesi Torinese, Osasio

Pag. 7

Rifiuti

Da marzo il Covar introduce novità nella raccolta

Pag. 9

Bilancio 2011 Il Comune moltiplica gli investimenti

Pag. 11

Polizia municipale Maggiore sicurezza sulle strade e in città

Pagg. 13-14

Carnevale

Tutti gli appuntamenti in calendario dal 26 febbraio all'8 marzo

dacarignano@hotmail.com

www.ucapcarignano.com


Da Carignano Ieri Oggi Domani