Issuu on Google+

Sabato 13 ottobre 2012

Notizie di rilievo: Sciacca, dai un calcio alla sfortuna: il Catania ti aspetta Maran: “Vivo un momento bellissimo, sono orgoglioso” Spolli: ”A Milano ci sarò, vorrei rimanere a lungo” Ultimo allenamento settimanale, Gomez e Bergessio show Pasqualin: “Ecco perché Bergessio non lascerà Catania”

Altre notizie Legge stadi, deputato spiega perché non decolla Compagnoni: “Scambio VargasGomez si può fare” Inter, Gargano: “Testa al Catania, JuveNapoli non la guarderemo nemmeno” Primavera, la Reggina scavalca il Catania. Risultati e classifica Corner, il Catania tra le squadre più pericolose Mercato, Kurtic verso la permanenza a gennaio E ALTRO ANCORA…

Sciacca, dai un calcio alla sfortuna: il Catania ti aspetta Catania continua ad attendere l‟esplosione di Fabio Sciacca. Cresciuto nelle giovanili del club rossoazzurro mettendo in mostra un potenziale notevole, Walter Zenga decise di promuoverlo in Prima squadra nella seconda parte della stagione 2008-09, avendo individuato nel ragazzo doti tecniche non indifferenti e caratteristiche che sarebbero potute tornare utili al Catania. La duttilità, l‟abilità nel recuperare palla, nel dare profondità alla squadra e negli inserimenti, sono stati elementi sufficienti per suggerire al tecnico dell‟Italia Under-20 Francesco Rocca

di convocarlo nel 2009 per disputare prima il torneo Quattro Nazioni, poi il Mondiale di categoria. La maglia azzurra ha confermato le impressioni positive, purtroppo però gli è mancata la necessaria continuità a seguito dei frequenti problemi fisici che ne hanno frenato la crescita. Reduce dalla positiva esperienza in prestito al Grosseto, in questo campionato Sciacca ha totalizzato un paio di presenze e pochi giorni fa, sfortunatamente, si è dovuto sottoporre a intervento chirurgico per la ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro. L‟ennesimo capitolo di un

ragazzo che ancora non è riuscito a dimostrare tutto il suo valore ripagando la fiducia del Catania e del presidente Pulvirenti in primis. Ma la società dell‟Elefante non smette di credere in lui e, con pazienza, aspetta il miglior Sciacca, prodotto di un vivaio che si sta impegnando a sfornare nuovi talenti per il Catania. del domani.

Maran: “Vivo un momento bellissimo, orgoglioso di questo Catania” Mister Rolando Maran è entusiasta del brillante avvio di stagione sulla panchina etnea alla prima esperienza in Serie A. Il tecnico di Rovereto però ammette che questo Catania può ancora migliorarsi. Queste le dichiarazioni dell‟allenatore rossoazzurro ai microfoni di Sky: “Speravo che la partenza fosse di quelle giuste, lo è stata. Merito di questa

squadra che ha avuto sin dal primo giorno di allenamento l‟approccio giusto. Dobbiamo avere ulteriori stimoli, andare oltre il nostro massimo, vogliamo superare la nostra asticella. La cosa più importante è che il Catania faccia bene e ottenga risultati. Mi rende orgoglioso sentir parlare del 'Catania di Maran'. Sto vivendo un momento bellissimo a

livello personale e sono stato accolto benissimo in Sicilia. Vogliamo continuare su questa strada, possiamo raggiungere risultati ancora migliori”.


TuttoCalcioCatania Pagina 2

Spolli: “A Milano ci sarò, vorrei rimanere a lungo. Piedi per terra” Abbiamo evidenziato le dichiarazioni di Nicolas Spolli a La Gazzetta dello Sport. Entusiasta il difensore argentino di rimanere a Catania, contro l’Inter ci sarà: “Con l‟Inter sarò pronto e quindi a disposizione di Maran. Sto bene fisicamente, ho lavorato molto intensamente per raggiungere questa stato di forma e condizione fisica. A Catania mi sono sempre sentito a casa e sono veramente felice di essere rimasto qui, spero di rimanere ancora per tanto tempo. Obiettivi? Prima di tutto pensiamo alla salvezza, poi quello che arriverà sarà tutto guadagnato. Rimaniamo con i piedi per terra”, le parole di Spolli.

Qui Torre del Grifo: ultimo allenamento settimanale concluso con lo show di Bergessio e Gomez Ultimo allenamento settimanale per il Catania a Torre del Grifo caratterizzato da una sfida in famiglia che ha visto scendere in campo anche alcuni giocatori che fanno parte della rosa della Primavera etnea allenata da Giovanni Pulvirenti. Partitella briosa, con gli argentini Bergessio e Gomez che si sono messi in grande evidenza, andando più volte a segno. Adesso è tempo di meritato riposo per la comitiva rossoazzurra. La ripresa degli allenamenti è fissata per martedì pomeriggio, a porte chiuse.

Agente Pasqualin: “Ecco perché Bergessio non lascerà Catania” L‟attaccante argentino Gonzalo Bergessio via da Catania alla riapertura del calciomercato per trasferirsi alla Fiorentina? E‟ una possibilità ma di difficile concretizzazione secondo il noto procuratore italiano Claudio Pasqualin che, interpellato da firenzeviola.it, spiega perché, a suo avviso, Bergessio non andrà alla corte di Vincenzo Montella: “Bergessio piace a Montella, che lo conosce benissimo: ma credo sia molto difficile che lasci Catania, anche perché gli etnei son molto ambiziosi”, le parole di Pasqualin.


TuttoCalcioCatania Pagina 3

Legge stadi, deputato spiega perché non decolla Claudio Barbaro, deputato FLI, spiega perché non decolla la legge sugli stadi. Lo fa concedendo un‟intervista a gazzettagiallorossa.it: "In questo momento la vicenda è completamente in mano ai senatori e avrei piacere che si risolvesse al più presto

per tutti coloro che ci hanno lavorato. Purtroppo però, ci sono delle perplessità sopratutto all'interno del Pd, che non stanno permettendo il buon esito del progetto. La maggior parte delle perplessità sono più che altro sull'aspetto ambientale, che sulla

proposta. Da parte nostra, sappiamo che qualsiasi stadio che si vada a costruire, non deve avere impatti ambientali nocivi. Queste è stato messo in preventivo e abbiamo fatto di tutto per rispettare le normative vigenti".

Compagnoni: “Scambio Vargas-Gomez si può fare” Il noto giornalista Sky Maurizio Compagnoni dice la sua sull‟ipotesi di scambio che coinvolgerebbe Alejandro Gomez del Catania e il cileno Eduardo Vargas attualmente in forza al Napoli. Ecco il punto di vista di Compagnoni, presente al Teatro Sannazaro per la trasmissione televisiva „Goal Show‟: “Questa è un‟operazione di mercato fattibile a mio avviso. Mi risulta infatti che Gomez desideri giocare in una big e Napoli sarebbe la piazza ideale per lui, mentre Vargas ha dimostrato di avere potenzialità importanti ma l‟avrei già mandato in prestito. Penso che a gennaio il cileno ex Universidad debba lasciare Napoli perché non lo ritengo ancora pronto per la realtà partenopea. Dovrebbe andare in una piazza minore”.

Inter, Gargano: “Testa al Catania, Juve-Napoli non la guarderemo nemmeno” Il centrocampista dell‟Inter Walter Gargano, prelevato nella sessione estiva di calciomercato dal Napoli, parla ai microfoni di Sky dal ritiro della Nazionale uruguaiana: “Se l‟Inter avrà la testa rivolta a Juventus-Napoli? Il campionato è apertissimo e lungo, sono trascorse appena 7 giornate. Dobbiamo esclusivamente pensare al nostro prossimo avversario, il Catania. La partita dello Juventus Stadium non la guarderemo nemmeno”, assicura Gargano.

Corner: Catania tra le squadre più pericolose Catania molto pericoloso nei calci d‟angolo. La formazione rossoazzurra è la regina dei corner insieme con Lazio e Torino, avendo siglato finora 2 gol sfruttando la bandierina. Tenendo conto esclusivamente dei cross nati dagli esterni, invece, in Serie A la squadra che sfrutta il meglio il gioco aereo è il Siena, che ha realizzato tre reti. Milan e Juventus ancora a secco, l‟Inter ha realizzato la prima rete domenica scorsa con Samuel, attraverso la battuta di un calcio di punizione. La stessa compagine nerazzurra, avversaria del Catania nel prossimo turno di campionato, è stata colpita di testa una sola volta, dal centrocampista del Siena Francesco Valiani.


TuttoCalcioCatania Pagina 4

Primavera: la Reggina scavalca il Catania, risultati e classifica Si è disputata la sesta giornata del campionato Primavera. Nel girone C non sono scese in campo Catania, Roma, Lazio e Napoli, con sole due squadre vittoriose: il Lanciano, che vincendo a Terni ottiene i primi tre punti della stagione, e la Reggina che rifila un tris al Crotone e scavalca in classifica il Catania. Pari a reti inviolate tra Vicenza e Pescara, il Bari ferma in extremis il Palermo sull‟1-1. Domenica si giocherà Juve Stabia-Ascoli. Di seguito risultati e classifica: Bari-Palermo 1-1 Rinviata Catania-Roma Rinviata Lazio-Napoli Reggina-Crotone 3-1 Ternana-Lanciano 1-2 Vicenza-Pescara 0-0 14/10 14.30 Juve Stabia-Ascoli Classifica: Napoli 12 Lazio 11 Juve Stabia 11 Palermo 11 Roma 10 Reggina 9 Catania 7 Pescara 7 Crotone 6 Vicenza 6 Bari 6 Lanciano 4 Ascoli 4 Ternana 3

Mercato: Kurtic verso la permanenza anche a gennaio Seguito da molte compagini di Serie A nella finestra di calciomercato estiva tra cui il Catania, Jasmin Kurtic alla fine ha avvertito la fiducia del Palermo, che lo ha riscattato dal Varese decidendo di non privarsi di lui. Il centrocampista sloveno è felice di rimanere nella sponda rosanero della Sicilia, finora ha collezionato 4 presenze in campionato e Gasparin gli ha confermato che lo terrà in buona considerazione. Sembrano, quindi, esserci le condizioni affinchè a gennaio Kurtic prosegua con soddisfazione l‟avventura palermitana.

Inter: lunedì ripresa allenamenti, in 6 salteranno il Catania Due giorni di riposo per l‟Inter, che ieri ha disputato il suo ultimo allenamento settimanale sui campi del centro sportivo "Angelo Moratti" di Appiano Gentile. I nerazzurri torneranno a sudare lunedì 15 ottobre, nel pomeriggio. Sicuri indisponibili per la gara col Catania lo squalificato Nagatomo, Stankovic, Sneijder, Mariga, Mbaye e Chivu.


TuttoCalcioCatania Pagina 5

Argentina travolge Uruguay, Andujar in panchina Ancora in panchina il portiere del Catania Mariano Andujar. Il ct argentino Sabella gli ha preferito Sergio Romero (Sampdoria) che ha preso parte al match stravinto contro l'Uruguay. Tris albiceleste nel match valido per la qualificazione ai Mondiali 2014. Grande protagonista il solito Messi, autore di una doppietta. L‟altra realizzazione argentina porta la firma di Aguero.

Ricchiuti, domenica presente allo stadio di Rimini Il centrocampista argentino attualmente in forza al Catania Adrian Ricchiuti ha più volte sottolineato il suo legame con la squadra e la città di Rimini. Ebbene domani non mancherà all‟appuntamento con le celebrazioni del Rimini per il centenario biancorosso. Prima Ricchiuti seguirà da tifoso la partita in programma con il Bassano Virtus alle ore 17.30, poi rimarrà allo stadio Romeo Neri che diventerà teatro della festa vera e propria a cui parteciperanno anche altre vecchie glorie del passato riminese.

Invasione juventina a Catania, si mobilita in particolare club di Catanzaro La prossima partita casalinga del Catania in campionato è in programma il 28 ottobre alle 12.30, avversaria la Juventus. Per l‟occasione un gran numero di tifosi juventini provenienti dalla Sicilia e dal Sud Italia si recheranno allo stadio Angelo Massimino per non far mancare il proprio sostegno alla „Vecchia Signora‟. In particolare si preannuncia corposo il numero di soci di un club calabrese che parteciperà alla trasferta etnea: lo Juventus Club Catanzaro, associazione costituita nei giorni scorsi che mira a condividere con i tifosi concittadini e dell´hinterland la passione per i colori bianconeri.


TuttoCalcioCatania Pagina 6

Lo Monaco: “A Palermo mi sento a casa” L‟amministratore delegato del Palermo Pietro Lo Monaco torna a manifestare la propria soddisfazione per aver accettato la proposta del club del presidente Zamparini. “Ho già avuto modo di dire che mi sento terrone al 100% e se sono a Palermo non è motivo di disagio per me - spiega l‟ex dirigente del Catania in conferenza stampa - Del resto so di voler contribuire a fare grande il Palermo per la gioia dei tifosi rosanero. Mi sento a casa qui”.

Parma, Parolo: “Ecco cosa ci ha insegnato Catania

Zamparini: “Il mio Palermo con i mezzi di Berlusconi…”

Marco Parolo, centrocampista del Parma, trae insegnamento dalla sconfitta maturata a Catania. Riportiamo di seguito le parole più significative rilasciate dall‟ex giocatore del Cesena alla Gazzetta di Parma: “Giusto essere arrabbiati ma anche giusto prendere le cose con la giusta moderazione. Nelle prime sei gare siamo stati a volte anche belli, forse poco concreti. Ecco, dalla gara di Catania arriva un insegnamento: quel poco che hanno creato lo hanno tramutato in gol. Non è facile avere continuità di rendimento. Diciamo che in un anno se sbagli due o tre partite va già bene. Questa con il Catania è una, l'archiviamo e la prendiamo come un passo falso ma anche come insegnamento”.

Il presidente rosanero Maurizio Zamparini sogna di avere i mezzi di Berlusconi per il suo Palermo. Io con i mezzi di Berlusconi avrei fatto una squadra come quella che fanno gli sceicchi all‟estero - ha dichiarato Zamparini a ilcalcissimo.com - Con tutti i soldi che ha lui, non avrei mai venduto Thiago Silva né Ibrahimovic. Evidentemente Galliani lo ha considerato un poveraccio e gli ha smontato la squadra per rimettergli i conti a posto. Però adesso non si possono lamentare di Allegri”.


CALCIO CATANIA DAY: riepilogo notizie di ieri, sabato 13 ottobre (giornalino)