Page 1

FIORENTINA - JUVENTUS

78

anno IV n. 9 - 2011

by Fotocronache/Germogli

copia omaggio

VINCERE!!


3 Editore: Publialpi sas Direttore Editoriale: Massimo Pieri Direttore responsabile: Luigi Laserpe

SOMMARIO pag. 4

Editoriale a cura di Luigi Laserpe

pag. 5

Un Beldì vedremo ... di Paolo Beldì

pag. 6

Numeri, statistiche e curiosità di Roberto Vinciguerra

pag. 12

La foto storia di Fiorentina-Juventus

pag. 16

Sfide allenatori

pag. 18

Quiz per i tifosi

pag. 19

Le figurine raccontano: Fiorentina-Juventus

pag. 20

Inchiesta sugli Stadi Italiani: Milano di Niccolò Gramigni

pag. 22

Di quartiere in quartiere di Pietro Lazzerini

Reg. Trib. FI n. 5632 del 26 gennaio 2008

pag. 24

Intervista ad Alessio Tendi di Sandro Bennucci

Stampa: Grafiche Cappelli - Firenze

pag. 26

A scuola di tattica di Saverio Pestuggia

Progetto grafico: Star Graphic sas - Firenze

pag. 28

Calendario partite 2011 Ritorno

pag. 29

Viola nel cuore di Leonardo Vonci

pag. 30

Pallanuoto Firenze di Elisabetta Failla

Hanno collaborato: Paolo Beldì, Sandro Bennucci, Elisabetta Failla, Niccolò Gramigni, Pietro Lazzerini, Saverio Pestuggia, Roberto Vinciguerra, Leonardo Vonci Foto: Fotocronache Uff. pubblicità: Alessandro Cioppi Amministrazione: Publialpi sas, via Scialoia 55 - 50136 Firenze Sede operativa: viale De Amicis, 159 - 50137 Firenze Tel. 055 2480265 alpi0606@gmail.com

copia omaggio n. 78 (n. 9) aprile 2011 - anno IV


4

5

Non siamo provinciali Sin da piccolo ho sempre sentito parlare della partita con la Juve come la partita dell’anno. Bastava battere i gobbi per salvare una stagione anche se fallimentare. Insomma si poteva rischiare la serie B ma era importante vincere con la vecchia signora. Ma con il passare degli anni mi convincevo che in fondo non era poi questo granché battere la Juve, se poi la domenica dopo si perdeva con una squadra di bassa classifica, era in effetti un comportamento da provinciale. Io penso che si debba vincere comunque, sia con la Juve, ma anche con le altre squadre perché credo che Firenze, i tifosi viola e la Fiorentina non possono e non devono accontentarsi di una vittoria con una squadra antipatica per sentirsi soddisfatti. Firenze è una città ammirata in tutto il mondo e così famosa, che, pensate, nei giorni scorsi aprendo il motore di ricerca più conosciuto la pagina si apriva con il disegno del Duomo del Brunelleschi...!!! Può una città cosi importante e famosa adattarsi al ruolo di squadra provinciale felice solo per aver battuto una squadra del nord???? No...!!!! Perché noi fiorentini siamo abituati a pensare in grande. Quindi battiamo i gobbi e facciamolo con stile noi siamo la Fiorentina la squadra di Firenze..non una provinciale ! Luigi Laserpe

Un Beldì vedremo …. Ancora i numeri bianchi .... Sono sempre accusato di essere filo-governativo, riferendomi alla Fiorentina, ma c’è una cosa che non condivido da un po’ di tempo: il colore dei numeri sulle maglie. Già, il viola non è considerato fra i colori più portafortuna, ma l’abbinata delle nostre divise viola con il numero color oro mi sembra proprio un richiamo funebre! Non so se la scelta dipenda dallo sponsor, ma, oltre ad evocare tristi momenti, trovo che il color oro non aiuti molto, anche per la visibilità di leggere bene il numero della maglia indossata. Essendo, questo, un anno poco fortunato, almeno dall’anno prossimo ripristiniamo quel bel colore bianco di una volta per la numerazione dei nostri giocatori! Volendo trovare anche il pelo nell’uovo, a me piacerebbe che anche la tonalità del color viola tornasse quella di un tempo, forse più scuro, ma che risaltava da matti sul verde del manto erboso. Ve l’ho già ricordato, no? Io rimasi quasi abbagliato la prima volta che vidi la Fiorentina allo stadio perché, abituato a vederla in televisione in bianco e nero, per me la maglia della Fiorentina, sapevo che fosse viola, ma in tivù risultava di un grigio scuro ... Non vi dico l’emozione quando dal vivo vidi risaltare il colore dei miei eroi sul color verde del campo!!! Sì, avevo visto anche foto a colori della squadra, ma dal vivo era un’atra cosa!!!! Già che ci sono vorrei anche il ritorno ai calzettoni di una volta col risvolto bianco. Beh, per me quello è un altro ricordo indelebile: non posso dimenticare il calzettone abbassato arrotolato sulle caviglie del mio idolo Kurt Hamrin ... Insomma, una volta tanto, sono stato anch’io critico con la mia squadra. Contenti? Dai, scherzo! Tra l’altro oggi giochiamo contro una squadra che nei miei ricordi è rimasta come la vedevo una volta in tivù, cioè in bianco e nero!!!! Paolo Beldì


6

7

Numeri e statistiche

ASSOCIAZIONE CALCIO FIORENTINA

FIORENTINA

di Roberto Vinciguerra

ACF

FIORENTINA (1926) data nascita

Naz.

Presenze in Serie A Totali

Fiorentina 2010-11

Reti in Serie A Minuti

Totali

Fiorentina 2010-11

Portieri 1 Sebastien Frey (I) 12 Marcos Vinicius Santos Miranda 33 Andrea Seculin 35 Vlada Avramov 84 Artur Boruc 89 Norberto Murara Neto

18/03/1980 06/03/1992 14/07/1990 05/04/1979 20/02/1980 19/07/1989

FRA BRA ITA SER POL BRA

370 0 0 5 22 0

173 0 0 5 22 0

9 0 0 1 22 0

858 0 0 94 2107 0

-446 0 0 -7 -23 0

-174 0 0 -7 -23 0

-10 0 0 -2 -23 0

Difensori 2 Per Billeskov Kroldrup 5 Alessandro Gamberini 14 Cesare Natali 16 Felipe Dalbelo Dias de Souza (ceduto) 23 Manuel Pasqual 25 Gianluca Comotto 29 Lorenzo De Silvestri 31 Michele Camporese

31/07/1979 27/08/1981 05/04/1979 31/07/1984 13/03/1982 16/10/1978 23/05/1988 19/05/1992

DAN ITA ITA BRA ITA ITA ITA ITA

204 237 233 162 167 247 93 9

113 159 33 23 167 72 46 9

15 29 16 5 29 18 20 9

1265 2774 1266 236 2714 1561 1595 611

6 5 6 7 3 11 2 1

3 5 0 0 3 0 2 1

0 1 0 0 1 0 1 1

Centrocampisti 4 Marco Donadel 6 Juan Manuel Risco Vargas 7 Mario Alberto Santana 15 Cristiano Zanetti (ceduto) 18 Riccardo Montolivo 19 Daniel Kofi Agyei 20 N’Dyaie Papa Waigo (ceduto) 21 Gaetano D’Agostino 22 Adem Ljajic 28 Mario Ariel Bolatti (ceduto) 30 Nikola Gulan 32 Marco Marchionni 40 Cristiano Piccini 45 Federico Carraro 85 Valon Behrami

21/04/1983 05/10/1983 23/12/1981 10/04/1977 18/01/1985 01/01/1992 20/01/1984 03/06/1982 29/09/1991 17/02/1985 23/03/1989 22/07/1980 26/09/1992 23/06/1992 19/04/1985

ITA PER ARG ITA ITA GHA SEN ITA SER ARG SER ITA ITA ITA SUI

215 144 196 226 215 1 23 196 32 22 4 217 1 1 76

182 75 106 33 183 1 8 17 32 22 4 50 1 1 11

27 19 26 6 23 0 1 17 23 10 4 22 1 0 11

2263 1261 1959 384 2092 0 26 1083 1377 183 189 1278 17 0 840

4 15 21 4 16 0 2 21 3 0 0 23 0 0 0

4 10 15 0 13 0 2 3 3 0 0 7 0 0 0

1 2 4 0 2 0 0 3 3 0 0 1 0 0 0

Attaccanti 8 Stevan Jovetic 9 Khouma Elhadji Babacar 10 Adrian Mutu 11 Alberto Gilardino 24 Alessio Cerci 27 Haris Seferovic 46 Pietro Iemmello

02/11/1989 17/03/1993 08/01/1979 05/07/1982 23/07/1987 22/02/1992 06/03/1992

MNE SEN ROM ITA ITA SUI ITA

58 21 238 347 44 0 0

58 21 107 101 18 0 0

0 17 15 30 18 0 0

0 440 1236 2772 996 0 0

8 1 95 139 1 0 0

8 1 54 45 1 0 0

0 0 4 11 1 0 0

20/02/1969

SER

76

32

32

Allenatore Sinisa Mihajlovic

Fondazione:

1926 (rifondata il 1° agosto 2002)

Sede:

Viale Manfredo Fanti, 4 50137 FIRENZE

Vai su www.tutto-viola.it per leggere tutte le statistiche aggiornate

Consigliere e azionista di riferimento: Andrea Della Valle Vice Presidente e A.D.: Mario Cognigni Amministratore Delegato:Sandro Mencucci Direttore Sportivo e Resp. Area Tecnica:

Pantaleo Corvino

Stadio: Capienza:

“Artemio Franchi” (1931) 45.809 (105x68) Viale Manfredo Fanti, 4 50137 FIRENZE

Colori ufficiali: Sito ufficiale: Nick name: Main sponsor: 2° sponsor: Sponsor tecnico:

Viola www.violachannel.tv i Viola, i Gigliati Mazda Save The Children Lotto

Il quadro completo della situazione disciplinare dei viola in campionato: Nona ammonizione: Donadel Settima ammonizione: Comotto (Diffidato) e Pasqual (Diffidato) Sesta ammonizione: Natali Quinta ammonizione: Kroldrup Quarta ammonizione: Mutu Ter za ammonizione: Boruc (Diffidato), Gilardino (Diffidato) e Marchionni (Diffidato) Seconda ammonizione: Ljajic, D’Agostino, De Silvestri, Gamberini, Santana e Montolivo Prima ammonizione: Bolatti, Cerci, Felipe, Frey, Gulan, Vargas e Zanetti. Espulsi: Felipe (doppia ammonizione), Kroldrup, Montolivo e Vargas Giornate di squalifica già scontate: Kroldrup (3), Donadel (2), Pasqual (1), Natali (1), Felipe (1), Comotto (1), Vargas (1), Mutu (1) e Montolivo (1))

PALMARES 2 Scudetti 1 Coppa delle Coppe 6 Coppa Italia 1 Supercoppa di Lega Italiana 1 Coppa Grasshoppers 1 Mitropa Cup 1 Coppa di Lega Italo-Inglese 1 Coppa dell’Amicizia ITA-SVI [per nazioni] 2 Coppa Amicizia ITA-FRA [per nazioni] 3 Campionato di Serie B 1 Campionato di Serie C2 8 Torneo di Viareggio 1 Campionato Riserve 1 Campionato Cadetti 2 Campionato Juniores 1 Campionato “De Martino” 3 Campionato Primavera 3 Coppa Italia Primavera 2 Campionato “Berretti” 5 Campionato Allievi Nazionali

(1956 e 1969) (1961) (1940, 1961, 1966, 1975, 1996 e 2001) (1996) (1957) (1966) (1975) (1961) (1959 e 1960) (1931, 1939 e 1994) (2003) (1966, 1973, 1974, 1978, 1979, 1982, 1988 e 1992) (1935) (1958) (1958 e 1959) (1964) (1971, 1980 e 1983) (1980 e 1996, 2011) (1976 e 1979) (1968, 1970, 1986, 1989 e 2009)


8

9

Gli ex di Fiorentina-Juventus Giorgio Chiellini (JUVENTUS) alla Fiorentina nel 2004/05: 42 presenze (37 in Serie A e 5 in Coppa Italia) e 3 reti (in Serie A).

Felipe Melo de Car valho (JUVENTUS) alla Fiorentina nel 2008/09: 40 presenze (29 in Serie A, 1 in Coppa Italia, 8 in Champions League e 2 in Coppa UEFA) e 2 reti (in Serie A).

Alexander Manninger (JUVENTUS) alla Fiorentina nel 2001/02: 30 presenze (24 in Serie A e 6 in Coppa Italia).

SERIE A “TIM”2010-11 33° giornata (14° giornata di ritorno) Domenica 17 aprile 2011, ore 15:00 Roma-Palermo (and. 1-3) Sab. 16.04 – ore 18:00 Milan-Sampdoria (1-1) Sab. 16.04 – ore 20:45 Parma-Inter (2-5) Sab. 16.04 – ore 20:45 Catania-Lazio (1-1) Cesena-Bari (1-1) ChievoVerona-Bologna(1-2) Fiorentina-Juventus (1-1) Genoa-Brescia (0-0) Lecce-Cagliari (2-3) Napoli-Udinese (1-3) Dom. 17.04 – ore 20:45

MARCATORI 26 25 19 18

– – – –

Di Natale (5 rigori, Udinese) Cavani (4, Napoli) Di Vaio (1, Bologna) e Eto’ò (5, Inter) Matri (1, Cagliari 11-Juventus 7)

Marco Marchionni (FIORENTINA) alla Juventus dal 2006/07 al 2008/09: 78 presenze (38 in Serie A, 25 in Serie B, 10 in Coppa Italia e 5 in Champions League) e 7 reti (2 in Serie A, 1 in Serie B e 4 in Coppa Italia).

Adrian Mutu Fabio (FIORENTINA) Quagliarella alla Juventus dal (JUVENTUS) gennaio 2005 al giugno 2006: alla Florentia 44 presenze Viola dall’Agosto (33 in Serie A, 3 2002 al Gennaio in Coppa Italia e 2003: 8 in Champions 15 presenze (12 League) e 9 reti (7 in Serie in Serie C2 e 3 A, 1 in in Coppa Italia Champions di Serie C) ed League e 1 in 1 rete Coppa Italia). (in Serie C2).

Marco Storari (JUVENTUS) alla Fiorentina nel 2008/09: 2 presenze (1 in Serie A ed 1 in Coppa Italia).

Luca Toni (JUVENTUS) alla Fiorentina dal 2005/06 al 2006/07: 71 presenze (67 in Serie A e 4 in Coppa Italia) e 49 reti (47 in Serie A e 2 in Coppa Italia). Con la Fiorentina si è laureato capocannoniere del campionato 2005/06 con 31 reti.

CLASSIFICA MILAN

NAPOLI INTER LAZIO UDINESE ROMA JUVENTUS PALERMO CAGLIARI FIORENTINA BOLOGNA GENOA CHIEVO CATANIA LECCE PARMA SAMPDORIA CESENA BRESCIA BARI NB: Bologna penalizzato di 3 punti

68 65 63 57 56 53 51 44 43 42 40 39 36 36 34 32 32 31 30 21

Vai su www.tutto-viola.it per leggere tutte le statistiche aggiornate

Statistiche di Fiorentina - Juventus a cura di Roberto Vinciguerra Fiorentina e Juventus si incontreranno per la 160 ° volta: 143 partite in Serie A, 12 in Coppa Italia, 2 in Coppa UEFA e 2 in Divisione Nazionale. Il bilancio dei 159 incontri precedenti è il seguente: - 36 vittorie per la Fiorentina (31 in Serie A e 5 in Coppa Italia), - 52 pareggi (47 in serie A, 4 in Coppa Italia ed 1 in Coppa UEFA) - 71 vittorie per i bianconeri (65 in serie A, 3 in Coppa Italia, 1 in Coppa UEFA e 2 in Divisione Nazionale) - 181 i gol fatti dai toscani - 269 reti per i bianconeri Le due squadre s’incontreranno a Firenze per l’81 ° volta*. Bilancio delle 80 partite casalinghe: - 29 vittorie per i gigliati (25 in Serie A e 4 in Coppa Italia) - 31 i pareggi (27 in Serie A, 3 in Coppa Italia ed 1 in Coppa Uefa) - 20 vittorie per la Juve (19 in Serie A ed 1 in Divisione Nazionale) - 112 le reti segnate dalla Fiorentina nel capoluogo toscano - 91 i gol della Juventus a Firenze * in realtà le gare disputate nel capoluogo toscano sono 79, in quanto Fiorentina-Juventus 0-0 valida per la finale di ritorno di Coppa UEFA del 16.05.1990 si disputò ad Avellino. Il primo incontro della storia fra le due squadre si disputò a Torino il 7 ottobre 1928 in Divisione Nazionale: JUVENTUS - FIORENTINA 11 - 0 [Munerati 3 Testa 2 Galluzzi 3 Voyak 3]

Vota il migliore giocatore viola della partita

Fiorentina - Juventus ______________________________ da inviare a: Publialpi sas viale De Amicis, 159 - 50137 Firenze o via e-mail a: tuttoviola@hotmail.it

Il primo incontro della storia fra le due squadre a Firenze (Stadio di via Bellini) si disputò il 10 febbraio 1929 in Divisione Nazione: JUVENTUS - FIORENTINA 0-4 [Voyak, Sanero, Cevenini III 2] La Fiorentina piegò per la prima volta la Juventus l’8 gennaio 1933 in Serie A a Firenze: FIORENTINA - JUVENTUS 1-0 Petrone] [P L’ultima vittoria dei gigliati a Firenze contro i bianconeri risale, invece, al 13 dicembre 1998 in Serie A: FIORENTINA - JUVENTUS 1-0 Batistuta] [B

L’ultima vittoria dei viola contro la Juventus risale al 2 marzo 2008 in Serie A a Torino: JUVENTUS - FIORENTINA 2-3 Gobbi, Sissoko, Camoranesi, Papa Waigo, Osvaldo] [G L’ultima vittoria della Juventus contro la Fiorentina risale al 6 marzo 2010 in Serie A a Firenze: FIORENTINA-JUVENTUS 1-2 [Diego, Marchionni, Grosso] L’ultima partita giocata dalle 2 squadre risale al 27 novembre 2010 in Serie A a Torino: JUVENTUS - FIORENTINA 1-1 Motta autorete, Pepe] [M

IL TABELLINO DELLA GARA D’ANDATA SERIE A 2010-11 - 13° giornata Torino, Stadio «Olimpico» - Sabato 27 novembre 2010, ore 20:45 JUVENTUS-FIORENTINA

1-1 (0-1)

JUVENTUS (4-4-2): Storari; Motta [82 Lanzafame], Bonucci, Chiellini, Grosso; Krasic, Aquilani [58 Pepe], Felipe Melo, Marchisio; Del Piero [58 Iaquinta], Quagliarella. A disposizione: Manninger, Soerensen, Traoré, Sissoko. All.: Luigi Delneri

Note: Ammonizioni: 44 Bonucci, 63 Pasqual, 80 Felipe, 82 Comotto, 88 Felipe, 90+2 Marchisio, 90+5 Pepe. Espulsioni: 88 Felipe (doppia ammonizione) Possesso palla: 56-44. Tiri totali (nello “specchio”-fuori): 19 (10-9) – 9 (4-5). Angoli: 8-6. Fuorigioco: 2-2. Falli commessi: 4-5 Recupero: 1’ e 5’. Spettatori: 21.740

FIORENTINA (4-2-3-1): Boruc; Comotto, Gamberini, Camporese [70 Felipe], Pasqual; D’Agostino, Donadel; Santana, Ljajic [65 Marchionni], Vargas; Gilardino [56 Babacar]. A disposizione: Avramov, De Silvestri, Bolatti, Cerci. All.: Sinisa Mihajlovic ARBITRO: Paolo Valeri di Roma MARCATORI: 4 Motta autorete (F), 83 Pepe (J)


10

11

JUVENTUS FOOTBALL CLUB data nascita

Naz.

Presenze in Serie A Totali

Vai su www.tutto-viola.it per leggere tutte le statistiche aggiornate

(1897)

Gianluigi Buffon Alexander Manninger Marco Storari Marco Costantino

Juventus 2010-11 Totali

Juventus

2010-11

28/01/1978 04/06/1977 07/01/1977 08/05/1991

ITA AUT ITA ITA

415 137 155 0

247 27 23 0

10 0 23 0

-370 -176 -197 0

-211 -30 -30 0

-10 0 -30 0

14/05/1986 14/08/1984 28/11/1987 08/05/1981 08/10/1989 01/05/1987 14/05/1980 09/05/1983 17/09/1986 25/02/1991 06/03/1992 14/04/1992

ITA ITA ITA ITA FRA ITA CZE ITA ITA ITA ITA DEN

125 173 199 171 9 69 87 97 79 0 0 15

17 134 40 9 9 30 87 1 50 0 0 15

17 28 14 9 9 30 13 1 6 0 0 15

2 15 12 6 0 1 3 4 2 0 0 0

0 12 2 0 0 0 3 0 0 0 0 0

0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

26/06/1983 22/01/1985 01/01/1977 19/01/1986 07/07/1984 30/08/1983 05/04/1983 01/11/1984 18/03/1991 10/10/1991 03/12/1990 25/03/1993 13/04/1993

BRA FRA BOS ITA ITA ITA URU SER AUT ITA ITA ITA ITA

83 71 58 106 130 167 99 28 0 1 0 0 0

54 71 58 80 28 24 13 28 0 1 0 0 0

25 18 7 28 28 24 13 28 0 1 0 0 0

6 3 7 10 11 20 22 6 0 0 0 0 0

4 3 7 10 2 3 0 6 0 0 0 0 0

1 0 0 4 2 3 0 6 0 0 0 0 0

Difensori 2 3 6 15 17 19 21 26 29 34 39 43

Marco Motta Giorgio Chiellini Fabio Grosso Andrea Barzagli Armand Traoré Leonardo Bonucci Zdenûk Grygera Leandro Rinaudo Paolo De Ceglie Vittorio Ferrero Vincenzo Camilleri Frederik Soerensen

Centrocampisti 4 5 7 8 14 23 25 27 35 36 37 40 46

Felipe Melo Mohamed Lamine Sissoko Hasan SalihamidÏiç Claudio Marchisio Alberto Aquilani Simone Pepe Jorge Andrés Martinez Milos Krasic Marcel Büchel Manuel Giandonato Filippo Boniperti Leonardo Spinazzola Matteo Liviero

Attaccanti 9 10 18 20 32 38 41

Vincenzo Iaquinta Alessandro Del Piero Fabio Quagliarella Luca Toni Alessandro Matri Alberto Libertazzi Niccolò Giannetti

21/11/1979 09/11/1974 31/01/1983 26/05/1977 19/08/1984 01/01/1992 12/05/1991

ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA

262 449 197 216 136 1 1

86 449 17 8 10 1 1

19 27 17 8 10 1 1

23/06/1950

ITA

296

32

32

Allenatore Luigi Delneri

FOOTBALL CLUB

Reti in Serie A

Portieri 1 13 30 31

JUVENTUS

88 182 61 101 43 0 0

30 182 9 2 7 0 0

4 5 9 2 7 0 0

Fondazione:

1 novembre 1897

Sede:

Corso Galileo Ferraris, 32 - 10128 TORINO

Presidente: Presidenti onorario: A.D. e Dir. Generale: Dir. Generale Area Sportiva:

Andrea Agnelli Gianpiero Boniperti e Franzo Grande Stevens Jean-Claude Blanc

Stadio: Capienza:

Stadio “Olimpico” (1933) Corso Sebastopoli - 10136 TORINO 27.994

Sito ufficiale: Sponsor 1° maglia: Sponsor 2° maglia: Sponsor tecnico:

www.juventus.com BetClic Balocco Nike

Giuseppe Marotta

PALMARES 27 Scudetti

I RISULTATI IN TRASFERTA DELLA JUVENTUS IN QUESTA STAGIONE: Europa League Europa League Serie A Serie A Europa League Serie A Europa League Serie A Serie A Serie A Serie A Europa League Serie A Serie A Serie A Serie A Serie A Serie A Serie A Serie A Serie A

Shamrock Rovers-Juventus Sturm-Juventus Bari-Juventus Udinese-Juventus Manchester City-Juventus Inter-Juventus Salzburg-Juventus Bologna-Juventus Milan-Juventus Brescia-Juventus Genoa-Juventus Lech Poznan-Juventus Catania-Juventus ChievoVerona-Juventus Napoli-Juventus Sampdoria-Juventus Palermo-Juventus Cagliari-Juventus Lecce-Juventus Cesena-Juventus Roma-Juventus

0-2 1-2 1-0 0-4 1-1 0-0 1-1 0-0 1-2 1-1 0-2 1-1 1-3 1-1 3-0 0-0 2-1 1-3 2-0 2-2 0-2

2 2 1 3 2 1 9

Coppa Intercontinentale Coppa Campioni Coppa delle Coppe Coppa UEFA Supercoppa UEFA Coppa Intertoto Coppa Italia

4 1 1 1 7

Supercoppa Italiana Mundialito per Club Coppa delle Alpi Campionato di Serie B Torneo di Viareggio

4 3 2 1 3 1 1

Campionato Primavera Coppa Italia Primavera SuperCoppa Primavera Campionato “De Martino” Campionato “Berretti” Campionato Allievi Nazionali Campionato Giovanissimi Naz.

(1905, 1926, 1931, 1932, 1933, 1934, 1935, 1950, 1952, 1958, 1960, 1961, 1967, 1972, 1973, 1975, 1977, 1978, 1981, 1982, 1984, 1986, 1995, 1997, 1998, 2002, 2003) (1986, 1997) (1985, 1996) (1984) (1977, 1990, 1993) (1985, 1997) (2000) (1938, 1942, 1959, 1960, 1965, 1979, 1983, 1990, 1995) (1996, 1998, 2003, 2004) (1983) (1963) (2007) (1961, 1994, 2003, 2004, 2005, 2009, 2010) (1963, 1972, 1994, 2006) (1995, 2004, 2007) (2006, 2007) (1960) (2002, 2004, 2005) (2006) (1998)


12

13

FIORENTINA-JUVENTUS: la foto-storia della gara Fiorentina-Juventus 3-0 (23.10.1960) – La Gazzetta dello Sport aprì con un titolo a 9 colonne sul successo viola

Fiorentina-Juventus 1-0 (08.01.1933) - Il gol di Petrone stende i campioni d’Italia. La Juve registra la sua prima sconfitta a Firenze (Gazzetta dello Sport)

Fiorentina-Juventus 2-0 (20.01.1974) - Merlo porta in vantaggio i viola su rigore Fiorentina-Juventus 2-0 (26.02.1956) - Nell’anno del tricolore gigliato anche la Juventus subì la sua “razione” al Comunale fiorentino (Gazzetta dello Sport)

Fiorentina-Juventus 3-0 (23.10.1960) - Il raddoppio di Kurt Hamrin (Gazzetta dello Sport)

FiorentinaJuventus 2-0 (20.01.1974) La Gazzetta dello Sport titolò così sul successo viola

Fiorentina-Juventus 4-1 (11.05.1975) - I giocatori viola festeggiano il poker insieme al tecnico Nereo Rocco

Fiorentina-Juventus 1-0 (08.01.1933) - La vista dello stadio fiorentino dall’alto (Gazzetta dello Sport)

Fiorentina-Juventus 2-2 (16.06.1957) – La favolosa sforbiciata di Virgili al 90° minuto.

Fiorentina-Juventus 2-1 (22.12.1957) – Cede la balaustra della “Maratona”: a Firenze si rischia la strage

Fiorentina-Juventus 2-1 (07.04.1973) - Un giovane Desolati regala il successo ai gigliati

Fiorentina-Juventus 4-1 (11.05.1975) La Fiorentina rovinò clamorosamente ed inaspettatamente la festa scudetto della Juventus (Gazzetta dello Sport)


14

15

Vai su www.tutto-viola.it per leggere tutte le statistiche aggiornate

LA STAGIONE DELLA FIORENTINA 2010-11

LE GARE GIOCATE Fiorentina-Juventus 0-0 (16.12.1984) – Il biglietto della partita Fiorentina-Juventus 1-1 (26.02.1978) - Il pareggio del generosissimo Galdiolo (in basso sulla destra)

Fiorentina-Juventus 1-0 (06.04.1991) - Il gol di Fuser che valse i due punti per la Fiorentina

Fiorentina-Juventus 1-0 (06.04.1991) - La memorabile parata di Mareggini sul rigore tirato da De Agostini Fiorentina-Juventus 1-0 (06.04.1991) - Il Guerin Sportivo dedicò la prima pagina al famoso gesto di Baggio che, per la prima volta da avversario a Firenze, raccolse una sciarpa viola nel momento in cui usci dal campo sostituito. FiorentinaJuventus 1-2 (27.10.2010) – Mutu pareggia su rigore allo scadere

Fiorentina-Juventus 2-1 (06.01.1980) - La staffilata di Tendi è imprendibile per Zoff

Dom Dom Sab Mer Dom Dom Dom Sab Mar Dom Dom Mer Sab Sab Sab Mar Dom Sab Mar Gio Dom Sab Dom Sab Mer Dom Dom Mer Dom Dom Dom Dom Dom Dom Dom

29-08-10 12-09-10 18-09-10 22-09-10 26-09-10 03-10-10 17-10-10 23-10-10 26-10-10 31-10-10 07-11-10 10-11-10 13-11-10 20-11-10 27-11-10 30-11-10 05-12-10 11-12-10 14-12-10 06-01-11 09-01-11 15-01-11 23-01-11 29-01-11 02-02-11 06-02-11 13-02-11 16-02-11 20-02-11 27-02-11 06-03-11 13-03-11 20-03-11 03-04-11 10-04-11

ore 20:45 ore 15:00 ore 18:00 ore 20:45 ore 15:00 ore 15:00 ore 15:00 ore 20:45 ore 20:45 ore 20:45 ore 12:30 ore 20:45 ore 18:00 ore 20:45 ore 20:45 ore 20:45 ore 15:00 ore 18:00 ore 21:00 ore 15:00 ore 15:00 ore 18:00 ore 15:00 ore 18:00 ore 20:45 ore 15:00 ore 12:30 ore 18:30 ore 15:00 ore 15:00 ore 15:00 ore 15:00 ore 12:30 ore 15:00 ore 15:00

SERIE A SERIE A SERIE A SERIE A SERIE A SERIE A SERIE A SERIE A COPPA ITALIA SERIE A SERIE A SERIE A SERIE A SERIE A SERIE A COPPA ITALIA SERIE A SERIE A COPPA ITALIA SERIE A SERIE A SERIE A SERIE A SERIE A SERIE A SERIE A SERIE A SERIE A SERIE A SERIE A SERIE A SERIE A SERIE A SERIE A SERIE A

FIORENTINA Lecce FIORENTINA Genoa FIORENTINA FIORENTINA Sampdoria FIORENTINA FIORENTINA Catania FIORENTINA Roma FIORENTINA Milan Juventus FIORENTINA FIORENTINA Udinese Parma Bologna FIORENTINA Napoli FIORENTINA Lazio FIORENTINA Parma Palermo FIORENTINA FIORENTINA Bari FIORENTINA Chievo FIORENTINA Cesena FIORENTINA

-

Napoli FIORENTINA Lazio FIORENTINA Parma Palermo FIORENTINA Bari Empoli FIORENTINA Chievo FIORENTINA Cesena FIORENTINA FIORENTINA Reggina Cagliari FIORENTINA FIORENTINA FIORENTINA Brescia FIORENTINA Lecce FIORENTINA Genoa FIORENTINA FIORENTINA Inter Sampdoria FIORENTINA Catania FIORENTINA Roma FIORENTINA Milan

1-1 1-0 1-2 1-1 2-1 1-2 2-1 2-1 1-0 0-0 1-0 3-2 1-0 1-0 1-1 3-0 1-0 2-1 2-1 1-1 3-2 0-0 1-1 2-0 1-0 1-1 2-4 1-2 0-0 1-1 3-0 0-1 2-2 2-2 1-2

I FIORENTINA-JUVENTUS DELLA

CURVA FIESOLE Immagini tratte da fototifoviola.tifonet.it

Fiorentina-Juventus 1-0 (06.04.1991)

I PROSSIMI IMPEGNI

Fiorentina-Juventus 3-3 (27.11.1983) – Antognoni in tuffo realizza il momentaneo 1-1.

Fiorentina-Juventus 3-3 (09.04.2005) – Pazzini porta in vantaggio i viola

Fiorentina-Juventus 1-2 (06.03.2010) – Il Tutto-Viola di quella gara

Dom Sab Dom Dom Dom Dom

17-04-11 23-04-11 01-05-11 08-05-11 15-05-11 22-05-11

ore 15:00 ore 15:00 ore 15:00 ore 15:00 ore 15:00 ore 20:45

SERIE A SERIE A SERIE A SERIE A SERIE A SERIE A

FIORENTINA Cagliari FIORENTINA Inter FIORENTINA Brescia

-

Juventus FIORENTINA Udinese FIORENTINA Bologna FIORENTINA

-

Fiorentina-Juventus 1-0 (13.12.1998)


16

17

by Fotocronache/Germogli

Sfide allenatori

Sfide Mihajlovic-Delneri: quarto confronto fra i due tecnici. L’attuale allenatore gigliato è imbattuto contro Delneri. 2008-09 Serie A Atalanta-Bologna —— 0-1 2009-10 Serie A Sampdoria-Catania —— 1-1 2010-11 Serie A Juventus-Fiorentina 1-1 Sfide Mihajlovic-Juventus: nei 4 precedenti una vittoria, due pareggi ed una sconfitta per Mihajlovic che è ancora alla ricerca del primo successo casalingo contro la Juventus. 2008-09 Serie A Juventus-Bologna —— 4-1 2009-10 Serie A Juventus-Catania 1-2 1-1 2010-11 Serie A Juventus-Fiorentina 1-1 Sfide Fiorentina-Delneri: 15° confronto ufficiale tra Delneri e la Fiorentina con il bilancio che vede 6 successi per la squadra viola, 4 pareggi e 4 successi per il tecnico friulano. Bilancio in negativo per l’ex tecnico doriano anche nello stadio fiorentino dove, su 6 gare, ha raccolto 2 vittorie, un pareggio e 4 sconfitte (un punto nelle ultime 5 trasferte fiorentine) 2001-02 Serie A Chievo-Fiorentina 2-2 2-0 2004-05 Serie A Roma-Fiorentina —2-1 2004-05 Coppa Italia Roma-Fiorentina 1-0 —2005-06 Serie A Palermo-Fiorentina —0-1 2006-07 Serie A Chievo-Fiorentina 0-1 0-1 2007-08 Serie A Fiorentina-Atalanta 2-2 2-2 2008-09 Serie A Fiorentina-Atalanta 2-1 2-1 2009-10 Serie A Fiorentina-Sampdoria 1-0 0-2 2010-11 Serie A Juventus-Fiorentina 1-1

RENDIMENTO MENSILE DELLE SQUADRE DI MIHAJLOVIC

Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Totale

G 1 4 4 9 7 14 15 11 8 3 0 76

V 0 1 1 2 3 5 4 5 1 1 0 23

N 1 1 1 5 2 6 5 3 3 2 0 29

P 0 2 2 2 2 3 6 3 4 0 0 24

Media Punti/gara 1,00 1,00 1,00 1,22 1,57 1,50 1,13 1,64 0,75 1,67 0,00 1,29

GLI ULTIMI 5 FIORENTINA-JUVENTUS 01.12.2005 Coppa Italia Fiorentina-Juventus Pazzini, Bojinov, Pessotto, Mutu] [P

2-2

04.12.2005 Serie A Fiorentina-Juventus [Trezeguet, Pazzini, Camoranesi]

1-2

27.10.2007 Serie A [Iaquinta, Mutu rig.]

Fiorentina-Juventus

1-1

31.08.2008 Serie A [Nedved, Gilardino]

Fiorentina-Juventus

1-1

06.03.2010 Serie A Fiorentina-Juventus [Diego, Marchionni, Grosso]

1-2


18

19

Le figurine “raccontano” gli ex storici della gara

Quiz per i tifosi viola Chi sono questi tre ex giocatori viola ?

1970-71

1980-81

1990-91

GIULIANO SARTI Fiorentina 1954-63 Juventus 1968-69

KURT ROLAND HAMRIN Juventus 1956-57 Fiorentina 1958-67

CLAUDIO GENTILE Juventus 1973-84 Fiorentina 1984-87

ROBERTO BAGGIO Fiorentina 1985-90 Juventus 1990-95

MASSIMO ORLANDO Juventus 1990-91 Fiorentina 90-94 e 95-97

MORENO TORRICELLI Juventus 1992-98 Fiorentina 1998-02

RENATO BUSO Juventus 1985-89 Fiorentina 1989-91

Se pensi di avere indovinato almeno due nomi di questi tre ex giocatori della Fiorentina invia la tua risposta a:

tuttoviola@hotmail.it Le soluzioni al numero di Fiorentina-Milan verranno pubblicate nel prossimo numero

ANGELO DI LIVIO Juventus 1993-99 Fiorentina 1999-05


20

21

Inchiesta sugli Stadi Italiani: San Siro di Milano di Niccolò Gramigni Dopo aver analizzato lo “Stadio Olimpico” di Roma, voliamo a Milano per descrivere lo stadio più grande d’Italia, il “Giuseppe Meazza” (dal 1980, prima si chiamava solo “San Siro”). Situato in Via Piccolimini 5, “San Siro” ospita ben 80018 spettatori. UN PO’ DI STORIA – Tutto inizia nel 1925 quando l’allora presidente del Milan Piero Pirelli decide di

costruire uno stadio per ospitare le prodezze dei giocatori rossoneri (il derby inaugurale fu però un dramma per il Milan, sconfitto dall’Inter per 6-3): inizialmente ospita 35mila spettatori, poi il Comune di Milano lo acquista e lo amplia, portandolo a 55mila, grazie ai lavori curati dall’ingegner Bertera e dall’architetto Perlasca. Dal 1947-48 anche l’Inter inizia a giocare a “San Siro”, che intanto è in continua evoluzione. Nel 1955, infatti, i cittadini milanesi assistono ad

un’altra ristrutturazione: viene realizzato il secondo anello e la capienza viene portato a 100mila spettatori, poi ridotti a 85mila (di cui 25mila in piedi) per motivi di sicurezza. Il 25 aprile 1956 viene inaugurato il secondo anello in quella che sarà una festa dello sport: si gioca Italia-Brasile e gli azzurri battono gli invincibili verdeoro per 3-0 (doppietta di Virgili e autorete di De Sordi). Nel 1967 il pubblico di “San Siro” assiste alla prima partita in notturna, nel 1980 viene intitolato a Giuseppe Meazza, uno dei giocatori italiani più grandi di tutti i tempi. MONDIALI – L’evento che cambia ancora la fisionomia del “Meazza” è il Mondiale 1990, in Italia. Gli architetti Giancarlo Ragazzi, Enrico Hoffer e l’ingegner Leo Finzi propongono un progetto che lascia a bocca aperta: la costruzione del terzo anello e la copertura di tutti i posti a sedere. Vengono così realizzate undici torri cilindri-

che in cemento armato, quattro delle quali fanno da sostegno alla struttura e lo stadio viene diviso in 4 settori: rosso e arancione per le tribune, verde e blu per le curve. Il Mondiale ha un grande successo e il “Meazza” viene ammirato dagli amanti del calcio: l’8 giugno 1990 Milano ospita la partita di apertura dei Mondiali, Argentina-Camerun (clamoroso 0-1 finale) anche se – curiosamente – “San Siro” non ospiterà ne semifinali, né finale. CAPIENZA – La capienza attuale è di 80018 spettatori, così suddivisi: Primo anello (28107), Secondo anello (32366), Terzo anello (19545), Sky box (300), Tribuna d’onore (304), Tribuna Stampa (223), Postazioni per disabili (244). SALA EXECUTIVE – Una delle parti di maggior fascino di tutto l’impianto è la Sala Executive, situata sotto il 1° anello rosso: si tratta di un’area dove è possibile vivere l’emozione del “Meazza” al 100% sia per quanto riguarda la partita (una vetrata permette di vedere il terreno di gioco) sia per quanto riguarda gli eventi pre e post gara.

SKY BOX – I 300 Sky box sono un vero e proprio lusso all’interno dello stadio. Si trovano sia sul 1°anello rosso che sul 1°anello arancio, al proprio interno troviamo salotti, tv al plasma, aria condizionata e arridirittura cucina e bagno privati. Si tratta di aree utilizzate maggiormente nei giorni dove si svolgono eventi calcistici, ma possono essere affittate anche negli altri giorni, per riunioni o congressi.

CONCERTI – Non solo calcio al “Meazza”: infatti ogni anno si tengono anche numerosi concerti. Il primo, in tal senso, è quello di Bob Marley del 27 giugno 1980. GIUDIZIO – La Uefa ha dato all’impianto le 5 stelle, il massimo per quanto riguarda sicurezza, confort e aspetto estetico. In effetti l’impianto sportivo di Milano è bellissimo, la vista è buona in ogni settore e alcuni servizi – come lo Sky box – sono decisamente piacevoli, anche se molto costosi.


22

23

Di quartiere in quartiere. Per le strade di San Frediano di Pietro Lazzerini

E fu così che dopo una stagione ricca di insoddisfazione e frustrazione, arrivammo alla partita per antonomasia. Novanta minuti che magari non cambieranno la sorti di un intero campionato, ma l’umore dei tifosi sicuramente si. Per onorare questa tradizione anti-juventina, la rubrica di oggi avrà come base tutta San Frediano. Uno di quei quartieri dove ancora oggi si

respira fiorentinità e amore per la città in ogni angolo. Dove i turisti ci sono, ma in quantità minore e molto più silenziosa. E soprattutto quartiere pieno di tifosi Viola da generazioni e di ogni generazione, tutti pronti per dire la propria sulla Fiorentina ed il mondo che la circonda. Non devo fare molti passi per iniziare con le interviste, perché appena arrivato tra le stradine che compongono questo magnifico quartiere, una signora mi riconosce (non so come ha fatto, ma va bene lo stesso) e mi inizia a parlare senza che io le abbia posto nessuna domanda: “Se dopo questo pareggino striminzito con i’ Cesena si vince contro i’ Milan e contro i gobbacci, si salva tutta la stagione! Non c’è soddisfazione più bella che vedere quei brutti strisciati rientrare nì tunnel con due o tre pere né cestello! E ti dirò di più, se si vince e mi tengo anche Mihajlovic, perché vorrebbe dire che non è brodo come l’è sembrato fino ad un mese fa!” In effetti vincere due partite come quelle che stiamo per affrontare, non sarebbe affatto male, però ho l’impressione che sarà molto dura. Saluto la simpatica

signora e continuo a camminare alla ricerca di qualche altra testimonianza. Dopo pochi passi fermo un signore che molto gentilmente risponde subito Oh vediamo di che alla mie domande: “O pasta siamo fatti veramente via… Adesso che son rientrati praticamente tutti, voglio vedere che cosa riusciremo a combinare. Le partite che dobbiamo affrontare son difficili, ma mica impossibili! Se finiamo bene quest’anno, almeno il prossimo si riparte con una marcia in più!” Un discorso che non fa una piega. Nessuna illusione, ma almeno la certezza di poter ripartire al meglio fin da questo ultimo scampolo di campionato, sarebbe già qualcosa. Nel mio continuo gironzolare, fermo un ragazzo molto giovane e di buon grado lui mi risponde immediatamente: “Penso che nonostante l’odio contro i gobbi, non entrerò nemmeno contro la Juve, perché ormai questo campionato l’è belle finito da un pezzo. A questo punto non ci resta che sperare nella prossima stagione, ma con quest’andazzo la vedo di molto dura!” Non tutti hanno ritrovato quel timido entusiasmo che ci ha permesso di tornare

a sperare nell’Europa. Molti sono ancora arrabbiati sia con la squadra che con i nostri dirigenti. Come sempre però uno spiraglio di speranza sembra essere presente anche nei critici più duri e tutto continua ad andare avanti. Continuando imperterrito decido di porre qualche domanda sul giocatore al centro di tutte le discussioni dell’ultimo periodo, capitan Montolivo. La prima persona con il quale mi fermo a chiacchierare sembra avere le idee chiarissime sul giocatore di Caravaggio: “Facciano icchè vogliono ma per me non si deve vendere per nessuna ragione al mondo. Chi capisce di calcio lo vede subito che quando gioca lui nel posto che vuole lui, la Fiorentina cambia marcia. Dobbiamo legarlo con tre doppi nodi alla maglia Viola, dargli la fascia da capitano fissa e mettergli in mano l’intero gioco della squadra. Vedrete che a queste condizioni, ci farà veramente godere!” Pensavo di trovare prima qualche critico, visto che nell’ul-

timo periodo ho sentito parlare molto contro a Montolivo e poco a favore, ma come sempre i tifosi hanno smentito i miei preconcetti. Andando avanti con le interviste, decido di fare anche una domanda secca sulla possibilità di arrivare in Europa League, con la risposta del primo intervistato al riguardo che appare molto netta: “L’Europa? Per carità di Dio! Quest’anno lasciamola agli altri, chi ce lo fa fare di iniziare la preparazione come le galline? In queste ultime partite noi bisognerebbe fare solo una cosina intelligente, buttare dentro qualche ragazzetto della Primavera e vedere di che pasta sono fatti! Se i Della Valle rilanciano quest’estate come hanno detto, l’Europa si rivedrà il prossimo anno, che problema c’è?!” L’idea di inserire nella rosa della prima squadra qualche ragazzo della Primavera, reduci dalla grande vittoria in Coppa Italia, sembra essere molto diffusa. Firenze ha fame di giovani coraggiosi che trascinino la Fiorentina ai fasti della formazione ye-ye, magari sognando anche il terzo agognato scudetto. Prima di concludere questo bel giro “Diladdarno”, voglio fare un’ultima domanda sulla Juve, e la persona che fermo non vedeva l’ora di dire la sua: “Nella mia vita ho visto tante sfide contro la Juventus. Ho visto rubare singole partite o interi scudetti. Ho visto sconfitte immeritate e coppe

derubate. Per me la partita con la Juve è la sfida dell’anno. Vincere contro i gobbi è la più grande gioia che un tifoso Viola possa vivere. Certo uno scudettino o una bella coppa sarebbero gioie anche superiori, ma in tempi di magra come questi, la cosa più spontanea che mi viene da dire è… Juve m…!!!!” Con questa finezza possiamo chiudere la rubrica di questo numero. Non posso far altro che condividere l’idea dell’ultimo signore intervistato e prepararmi a vivere un’altra grande battaglia contro la squadra più odiata della storia del tifo Viola. La stagione non sarà certo ricordata come una delle migliori della nostra storia, ma una bella vittoria contro la Juve sicuramente verrebbe ricordata felicemente durante tutti i prossimi campionati. Quindi forza ragazzi, almeno per questa partita, regalateci una GIOIA!


24

25

Alessio Tendi: “Il gol della vita lo segnai alla Juve” di Sandro Bennucci «Credo di aver avuto tutto dalla vita», allarga le braccia Alessio Tendi. E d’un fiato spiega: «Sono fiorentino, ho giocato nella Fiorentina e ho fatto un gol alla Juventus. Se mi avessero fatto firmare un contratto prima di nascere non avrei chiesto di più». Il ricordo che ancora gli riempie occhi e cuore è legato al campionato di trentuno anni fa: stagione 1979-80. Per la Fiorentina non era un bel periodo: si trovava a navigare laggiù, verso il fondo classifica, con Udinese, Catanzaro e Pescara. Lo scudetto lo lo vinse l’Inter allenata da Eugenio Bersellini, il sergente di ferro. Ma nemmeno la Juve andava bene, nonostante fosse farcita, come sempre, di campioni. Tendi ne «fece fuori» addirittura tre, di quei campioni, tre prima di trovare l’incrocio dei pali, battendo Zoff con un’irripetibile staffilata. Racconta: «La partita era cominciata bene, avevamo aggredito la Juve senza darle la possibilità di metterci sotto. Al 17’ eravamo andati addirittura in vantaggio con Gigi

Sacchetti, mediano di buone possibilità che era arrivato in viola giovanissimo...». E allora? Ecco, come un navigato giocatore di carte, Tendi «succhiella» la memoria di quel giorno. Era il 6 gennaio, la Befana, del 1980. Franchi quasi pieno, gente imbacuccata e già scaldata dalla prodezza di Gigi Sacchetti. La Juve non ci sta a essere sotto e prova a forzare la difesa viola. Franco Causio, detto il «Barone», ala dal dribbling secco, prova a entrare nell’area viola dalla parte di Tendi. Ma non fa i conti con la grinta e con i riflessi del terzino: che gli ruba la palla e scende rapidissimo sulla fascia. Non vede nessun compagno smarcato e continua a correre come un ossesso. Ricorda: «Mi venne incontro uno sbrigativo come Furino, bravo e caparbio, ma anche giocatore senza troppi fronzoli. Poteva stendermi, ma preferì affrontarmi in dribbling. Vinsi io, che proseguii la fuga verso Zoff. Cercò di fermarmi un grande difensore, il povero Gaetano Scirea. Nemmeno lui ci riuscì. Ero a trenta metri da Zoff: davanti a me non c’era

più nessuno, ma avanzando ancora avrei rischiato di essere risucchiato. Ero dalla parte della curva Fiesole. Pensai: ‘Ora tiro’. Mi aggiustai la palla e lasciai partire la bordata della vita. Non chiusi gli occhi: vidi Zoff in volo. Invano perchè non la vide... Un gran gol. La Fiesole esplose, come tutto lo stadio. Io piansi, semisoffocato dai compagni: era il mio primo gol in serie A. Proprio alla Juve. Che riuscì ad accorciare le distanze con Bettega, ma non a pareggiare». La sconfitta di Firenze bruciò molto a Torino. Gianni Agnelli se la prese coi suoi, rei di aver subìto un gol «da un operaio del pallone». Tendi, appunto.

Felicissimo anche per l’arrabbiatura dell’Avvocato. Ma non si montò la testa: continuò a giocare con la solita umiltà, nel suo duro ruolo, e segnò un altro gol, il secondo e ultimo in viola, contro il Cagliari. Se ne andò da Firenze, Alessio, nell’estate del 1981: destinazione Como. Perchè dalle rive del Lario approdò a Firenze Pietro Vierchowood. Tendi giocò 21 partite nel Como. Poi passò alla Pistoiese e all’Omegna e chiuse in Toscana, nel Castelfiorentino. Oggi lavora, fa l’assicuratore, ma dichiara con orgoglio di essere responsabile della scuola calcio dedicata a Ferruccio Valcareggi, a Settignano. E finisce di raccontarsi con queste parole: «Il mio presente è fatto di polizze e d’insegnamento ai ragazzi. Ovvio che il cuore continua a battere per i viola. E spero che un altro terzino della Fiorentina sappia fare, nel prossimo confronto con la Juve, quel che feci io: un gol da trenta metri, un gol pesante, un gol da raccontare per i prossimi trent’anni».


26

A scuola di tattica .... con il professore Saverio Pestuggia Secondo match di cartello al Franchi per la Fiorentina ancora in cerca di obiettivi per questo finale di campionato. Gli ottimisti sperano in una qualificazione Uefa invero abbastanza difficile mentre la maggioranza auspica un incremento nell’utilizzo dei giovani, freschi vincitori della Coppa Italia Primavera. Non e’ certo il match con la Juventus il momento migliore per provare i ragazzi anche perché i bianconeri potrebbero essere dei rivali nella corsa all’Europa League e perché il match con le “strisce” e’ sempre il più sentito della stagione. Tra i bianconeri ci sono Rinaudo, Sissoko, Quagliarella e Iaquinta che hanno finito la stagione in anticipo e altri come Buffon, De Ceglie e Motta che potrebbero essere in campo anche se non al meglio. Del Neri non ha molte scelte a disposizione per il suo classico 4-3-3 che vede Storari, vero eroe di Roma, in porta a tenere in caldo il posto per Buffon; davanti a lui Bonucci e il fiorentino Barzagli al centro con Sorensen e Traore a correre sulle fasce, due giocatori non certo eccezionali su cui la Fiorentina dovrebbe fare la partita in

SCHIERAMENTO TATTICO: JUVENTUS

fase di attacco. Centrocampo basato sull’ex viola Felipe Melo con accanto Marchisio e Aquilani che dopo un inizio incerto ha recuperato la forma dei tempi romani. In attacco l’unico dubbio, anche se Del Piero dovrebbe partire dal fischio iniziale, lasciando in panchina Pepe autore del gol contro i viola nella gara di andata. Sulla destra Krasic che, dopo un inizio di campionato esplosivo, ha ridi-

mensionato il suo rendimento ed infine al centro Matri, molto bravo in contropiede, ma un po’ a disagio nel breve. Anche se non sara’ una Juve superstar, Firenze attende con ansia la partita che come negli anni passati, potrebbe dare un senso alla stagione della Fiorentina. Il pubblico ci sara’, i viola lo seguiranno?


28

29

Viola nel cuore

SERIE A 2010/2011 - GIRONE DI RITORNO Giornata 20: 16/01/2011 Juventus – Bari Inter – Bologna Catania – Chievo Napoli – Fiorentina Lecce – Milan Cagliari – Palermo Brescia – Parma Cesena – Roma Lazio – Sampdoria Genoa – Udinese

2 4 1 0 1 3 2 0 1 2

1 1 1 0 1 1 0 1 0 4

Giornata 23: 02/02/2011 Udinese – Bologna Roma – Brescia Sampdoria – Cagliari Cesena – Catania Fiorentina – Genoa Bari – Inter Palermo – Juventus Milan – Lazio Parma – Lecce Chievo- Napoli

1 1 0 1 1 0 2 0 0 2

1 1 1 1 0 3 1 0 1 0

Giornata 27: 27/02/2011 Juventus – Bologna Cesena – Chievo Bari – Fiorentina Catania – Genoa Sampdoria – Inter Cagliari – Lazio Brescia – Lecce Milan – Napoli Roma – Parma Palermo – Udinese

1 1 1 2 0 1 2 3 2 0

0 0 1 1 2 0 2 0 2 7

Giornata 31: 03/04/2011 Parma – Bari Brescia – Bologna Genoa – Cagliari Cesena – Fiorentina Milan – Inter Roma – Juventus Napoli – Lazio Catania – Palermo Chievo – Sampdoria Lecce – Udinese

1 3 0 2 3 0 4 4 0 2

2 1 1 2 0 2 3 0 0 0

Giornata 35: 01/05/2011 Milan – Bologna Sampdoria – Brescia Catania – Cagliari Napoli – Genoa Cesena – Inter Lazio – Juventus Chievo – Lecce Parma – Palermo Bari – Roma Fiorentina – Udinese

Giornata 21: 23/01/2011 Palermo – Brescia Roma – Cagliari Parma – Catania Milan – Cesena Chievo – Genoa Udinese – Inter Sampdoria – Juventus Bologna – Lazio Fiorentina – Lecce Bari – Napoli

1 3 2 2 0 3 0 3 1 0

0 0 0 0 0 1 0 1 1 2

Giornata 24: 06/02/2011 Brescia – Bari Bologna – Catania Napoli – Cesena Lazio – Chievo Parma – Fiorentina Cagliari – Juventus Genoa – Milan Lecce – Palermo Inter – Roma Udinese – Sampdoria

2 1 2 1 1 1 1 2 5 2

0 0 0 1 1 3 1 4 3 0

Giornata 28: 06/03/2011 Udinese – Bari Napoli – Brescia Bologna – Cagliari Fiorentina – Catania Sampdoria – Cesena Inter – Genoa Juventus – Milan Lazio – Palermo Chievo – Parma Lecce – Roma

1 0 2 3 2 5 0 2 0 1

0 0 2 0 3 2 1 0 0 2

Giornata 32: 10/04/2011 Cagliari – Brescia Bari – Catania Palermo – Cesena Inter – Chievo Juventus – Genoa Sampdoria – Lecce Fiorentina – Milan Bologna – Napoli Lazio – Parma Udinese – Roma

1 1 2 2 3 1 1 0 2 1

1 1 2 0 2 2 2 2 0 2

Giornata 36: 08/05/2011 Palermo – Bari Brescia – Catania Cagliari – Cesena Juventus – Chievo Inter – Fiorentina Udinese – Lazio Roma – Milan Lecce – Napoli Bologna – Parma Genoa – Sampdoria

Giornata 22: 30/01/2011 Cagliari – Bari Lecce – Cesena Brescia – Chievo Lazio – Fiorentina Catania – Milan Inter – Palermo Genoa – Parma Bologna – Roma Napoli – Sampdoria Juventus – Udinese

2 1 0 2 0 3 3 0 4 1

Giornata 25: 13/02/2011 Sampdoria – Bologna Cagliari – Chievo Palermo – Fiorentina Bari – Genoa Juventus – Inter Brescia – Lazio Catania – Lecce Roma – Napoli Milan – Parma Cesena – Udinese

3 4 2 0 1 0 3 0 4 0

1 1 4 0 0 2 2 2 0 3

Giornata 29: 13/03/2011 Milan – Bari Lecce – Bologna Chievo – Fiorentina Brescia – Inter Cesena – Juventus Roma – Lazio Parma – Napoli Genoa – Palermo Catania – Sampdoria Cagliari – Udinese

1 0 0 1 2 2 1 1 1 0

1 1 1 1 2 0 3 0 0 4

Giornata 33: 17/04/2011 Cesena – Bari Chievo – Bologna Genoa – Brescia Lecce – Cagliari Parma – Inter Fiorentina – Juventus Catania – Lazio Roma – Palermo Milan – Sampdoria Napoli – Udinese

Giornata 37: 15/05/2011 Fiorentina – Bologna Cesena – Brescia Milan – Cagliari Lazio – Genoa Napoli – Inter Parma – Juventus Bari – Lecce Sampdoria – Palermo Catania – Roma Chievo- Udinese

SONO RIMASTI SOLO I MONUMENTI

1 1 3 0 2 2 1 0 0 2

di Leonardo Vonci

Giornata 26: 20/02/2011 Lazio – Bari Udinese – Brescia Inter – Cagliari Napoli – Catania Parma – Cesena Lecce – Juventus Chievo – Milan Bologna – Palermo Genoa – Roma Fiorentina – Sampdoria

1 0 1 1 2 2 1 1 4 0

0 0 0 0 2 0 2 0 3 0

Giornata 30: 20/03/2011 Juventus – Brescia Napoli – Cagliari Udinese – Catania Lazio – Cesena Bari – Chievo Bologna – Genoa Inter – Lecce Palermo – Milan Sampdoria – Parma Fiorentina – Roma

2 2 2 1 1 1 1 1 0 2

1 1 0 0 2 1 0 0 1 2

Giornata 34: 23/04/2011 Juventus – Catania Bologna – Cesena Roma – Chievo Cagliari – Fiorentina Inter – Lazio Genoa – Lecce Brescia – Milan Palermo – Napoli Udinese – Parma Bari – Sampdoria

Giornata 38: 22/05/2011 Bologna – Bari Inter – Catania Genoa – Cesena Palermo – Chievo Brescia – Fiorentina Lecce – Lazio Udinese – Milan Juventus – Napoli Cagliari – Parma Roma – Sampdoria

06/04/1991 - 17/04/ 2011, quante cose cambiano in 20 anni! Di quella atmosfera magica che si respirava nel ‘91 sono rimasti solo i monumenti che la Fiesole dipinse sui gradoni del Comunale. Il resto dello stadio era tutto biancoviola, solo la tristezza del formaggino interrompeva la poesia. La coreografia fu così organizzata: 1 - Fare entrare i tifosi per tempo e farli rigorosamente sedere ai loro posti. 2 - Dallo spazio che intercorre tra il parterre e la curva lavoravano gli architetti del Collettivo (ricordo Dimitri, Massimo, Stefano) che comandavano i ragazzi muniti di nastro stradale biancorosso per disegnare il perimetro dell’opera d’arte. 3 - Consegna dei cartoncini bianchi e viola per creare il colore e di bandierine bianche con giglio rosso nel parterre. 4 - Tutto era ponto, solo al cenno dalla balaustra centrale si alzò al cielo la più bella e innovativa coreografia della storia del tifo. Solo il potere, la prepotenza, i soldi malefici avevano tolto a Firenze l’uomo più amato insieme a Giancarlo Antognoni della storia viola, chi ha vissuto quel periodo può testimoniare che

Roberto Baggio era uno di noi, quella coppa Uefa vissuta a Perugia era tutta sua, quel funambolo di Caldogno ci stava per regalare un sogno che solo i Signori di Torino ci tolsero ad Avellino. Peccato! Fiorentina-Juve non esiste più, per loro venire a Firenze era un incubo, addirittura veniva disturbato il loro sonno al sabato sera nel ritiro, quando venivano ad assaggiare il terreno di gioco il muro viola era presente (pensionati e signore attaccati al vetro come gechi

che sprigionavano odio per il bianconero). Per trovare un biglietto dovevi quasi prostituirti, c’era la psicosi di mancare la partita!!! Insomma, lo confesso, quando mi sono trovato Giovanni Trapattoni con la tuta viola mi sembrava come Ignazio La Russa che organizza la Festa de l’Unità. Caro Trap: per i veri Ultras viola i gobbi presenti a Catanzaro rimarranno sempre un boccone amaro!!! Battiamoli!


30

NGM MOBILE FIRENZE PALLANUOTO INTERVISTA A OLGA CAMICIOTTOLI di Elisabetta Failla Olga Camiciottoli è il portiere della Firenze Pallanuoto con una lunga carriera alle spalle iniziata a 18 anni con la Rari Nantes Floretia di cui è stata una delle fondatrici della squadra femminile di pallanuoto e partecipando a tutti i campionati dalla serie c alla A1. Dopo tre anni di stop, nel 2009 ha ripreso a giocare con la Firenze Pallanuoto dividendo il suo tempo fra la famiglia , il suo lavoro di insegnante della scuola dell’infanzia e lo sport. Come ti trovi in squadra? Bene, c’è un gruppo forte che riesce sempre a superare le difficoltà che ha incontrato. Questo è un fattore determinante per una squadra. E noi, tutte insieme, smettiamo di piangerci addosso, ci rimbocchiamo le maniche e andiamo avanti per cercare di raggiungere i nostri obiettivi. Durante la partita sei

l’ultima difesa. Ti senti sola in questo ruolo? Mai perché ho una grande fiducia nelle mie compagne, anche se è vero che, dopo do me, c’è inevitabilmente il gol delle avversarie. Quindi c’è anche la mia responsabilità nel risultato dell’incontro. Cosa ne pensi della squadra di quest’anno? La squadra è stata costruita bene all’inizio pensando all’obiettivo da raggiungere cioè la promozione in A1. Tutte noi ci impegniamo per centrarlo facendo quadrato per sopperire ad eventuali assenze delle nostre compagne. Pensi che ci riuscirete? Fino ad ora in questo campionato abbiamo fatto il bello I ragazzi che volessero avvicinarsi a questo entusiasmante sport possono accedere alla scuola di pallanuoto maschile e femminile presso la piscina Isolotto a Firenze in Via Bandinelli 61, tel. 055 719073 oppure presso il Centro Sportivo Paganelli, Viale Guidoni 208, tel. 055 4379787

e il cattivo tempo da sole. Abbiamo subito una sola sconfitta contro il Cagliari durante il girone di andata che abbiamo rimediato lo scorso 3 marzo vincendo in casa. Domenica scorsa abbiamo vinto il derby contro il Prato, secondo in classifica, allungando la distanza a nove punti. Abbiamo quindi le capacità individuali e di gruppo per riuscire quest’anno a passare in A1. La volontà c’è e, soprattutto, non abbiamo voglia di arrenderci.

Con l’ultima vittoria la Firenze Pallanuoto è saldamente in testa alla classifica con 9 punti su “Cavalieri di Prato”.


Fiorentina-Juventus  

Tutto-Viola il giornale dei tifosi della Fiorentina

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you