Page 1

N. 229 - Venerdì 30 Luglio 2021

Direttore Responsabile: Marco Ceccarelli Redazione: Tel. 393 6239680 - tunews.redazione@gmail.com Editore: Globalpress S.r.l. - P. Iva 02714820590 globalpress.amministrazione@gmail.com Stampa: Centro Offset Meridionale s.r.l. - Caserta Tiratura media 6.000 copie

www.tunews24.it

€ 0,70

SPETTACOLO FROSINONE

PASSIONE PER L'INFORMAZIONE

TESTATA GIORNALISTICA SETTIMANALE della provincia di FROSINONE iscritta al Roc al N. 23884

GRATUITO - Edizione lancio

Opere pubbliche per 20 milioni, con 17 favorevoli via libera in Consiglio al programma triennale dei lavori

PAGINA 2

STOP ALLA VIOLENZA DI GENERE

IL PROCURATORE DELLA REPUBBLICA GUERRIERO ALZA L'ATTENZIONE SU UN FENOMENO IN CRESCITA IN PROVINCIA DI FROSINONE NELL'ULTIMO ANNO E MEZZO AUMENTATI I CASI A CAUSA DEI LOOKDOWN FROSINONE

Cascata dello Schioppo, chiesto che sia monumento naturale PAGINA 2

FROSINONE E PROVINCIA

Un cartellone ricco di eventi nel primo weekend di agosto PAGINA 5

FERENTINO

Partito Ferentino Acustica: grandi musicisti per 4 serate

PAGINA 7

COLLEPARDO

PAGINA 9

Trisulti, Bannon via per sempre Futuro accordo Regione-Ministero

VEROLI

PAGINA 11

"Psycroma - il colore, la mente" doppia mostra Fanfarillo-Gaetani

VEROLI

PAGINA 13

Premio Veroli alla Memoria tra gli ospiti anche Martufello


2

VENERDÌ 30 LUGLIO 2021

frosinone

MONUMENTO NATURALE 'CASCATA DELLO SCHIOPPO': IL SOSTEGNO DI BUSCHINI PER L’ISTITUZIONE

"O

ggi in Consiglio Regionale ho depositato un ordine del giorno, collegato alla pl 294 attualmente all’attenzione dell’aula, che impegna la Regione alla istituzione del monumento naturale 'Cascata dello Schioppo' a Frosinone”. Così in un comunicato, ieri, il Consigliere Regionale Mauro Buschini, dopo aver presentato il documento condiviso con le Associazioni che da anni si occupano della tutela e va-

lorizzazione dell’area naturalistica nel capoluogo. “Si tratta -continua Buschini- di un polmone verde situato nel centro urbano, comprendente l’area fluviale lungo il Cosa, si estende per circa 150.000 metri quadrati e comprende anche aree di valenza storica ed archeologica”. “Sono luoghi- prosegue- che meritano una tutela ed un risanamento am- Brutta ODV”, “Zerotremilacento bientale. Mi sento di ringraziare le Arte Pubblica Relazionale”, “RigeAssociazioni “Frosinone Bella e nesi”, “Ci Vediamo in Provincia!”e

Circolo Legambiente “Il Cigno di Frosinone APS”, riunite nel Coordinamento “Schioppo Bene Comune”, che in questi anni, con il loro attivismo, spesso sole, hanno lavorato duramente per valorizzare quest’area, tenendo sempre alta l’attenzione come dimostra la recente raccolta firme inviata al Presidente della Regione. Con il riconoscimento di “Monumento Naturale” potremo fare il primo passo verso il “Parco del Fiume

Cosa”, puntando immediatamente alla realizzazione di un percorso naturalistico nel cuore della città, la messa in sicurezza della cascata e la bonifica immediata, grazie alle prime risorse che potremo ottenere”. “Spero- conclude Buschini- che nei prossimi giorni questo odg venga approvato nell’ambito della Pl 294 e si dia inizio all’iter. Proteggere questi luoghi è, ormai, una corsa contro il tempo”.

APPROVATO L’AGGIORNAMENTO DEL PROGRAMMA TRIENNALE DEI LAVORI CITTADINI 2021-2023 E DELL’ELENCO ANNUALE 2021

Opere pubbliche per 20 milioni Via libera in Consiglio comunale con ben diciassette voti favorevoli e solo uno contrario

I

l consiglio comunale di Frosinone ha approvato l’aggiornamento del Programma triennale dei lavori pubblici 2021-2023 e dell’elenco annuale 2021. I voti a favore sono stati 17 e uno contrario. L’amministrazione Ottaviani, infatti, mediante l’assessorato ai lavori pubblici coordinato da Fabio Tagliaferri, ha recentemente presentato la propria candidatura anche a finanziamenti statali ai fini della richiesta di contributi, per il triennio 20212023, per investimenti in progetti di rigenerazione urbana e per il miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale. È stata quindi riscontrata la necessità di procedere ad un aggiornamento del Programma triennale dei lavori pubblici 2021 – 2023 e dell’Elenco annuale 2021, con una serie di interventi, per i relativi importi, facendo riferimento ai cronoprogrammi di spesa comunicati nell’istanza di candidatura. Tra questi, vi sono i lavori di raddoppio dell'ascensore inclinato e realizzazione di un nuovo percorso pedonale di collegamento ai fini del potenziamento del sistema di mobilità sostenibile tra Frosinone alta e bassa, per un importo pari a € 3.500.000,00; la riqualificazione del complesso di proprietà comunale “Cinema-teatro Nestor” destinato a servizi culturali e socio-ricreativi, per

€ 7.968.488,53; i lavori di realizzazione del parcheggio interscambio a raso "Salvo D'Acquisto" a servizio del sistema pubblico di mobilità sostenibile, per € 1.500.000,00; gli interventi di riqualificazione e adeguamento funzionale degli spazi interni ed esterni dell'edificio comunale polivalente sito in via Giuseppe Mazzini da adibire a servizi culturali, per € 1.600.000,00; i lavori di realizzazione delle infrastrutture del nuovo sistema intelligente per la mobilità sostenibile BRT (bus rapid transfer), linea scalo ferroviario – piazzale De Matthaeis, per € 2.500.000,00; i lavori di adeguamento e completamento dell'edificio scolastico della scuola primaria Madonna della Neve, per € 2.300.000,00; gli interventi di realizzazione di un'area

polivalente attrezzata nel parco urbano Matusa ai fini della promozione delle attività ricreative e sportive per € 600.000,00. Il totale degli importi è pari a € 19.968.488,53. L’elenco

annuale dei lavori pubblici 2021 menzionati sarà oggetto di successiva approvazione/presa d’atto in fase di presentazione della Nota di aggiornamento al DUP e dello schema di bilancio di

previsione. Il programma con i nuovi investimenti per 20 milioni di euro è stato approvato dal consiglio comunale di Frosinone, nella seduta odierna, con 17 voti favorevoli della maggioranza e un solo voto contrario espresso dalla minoranza, da parte del consigliere Stefano Pizzutelli. Nell’ambito degli interventi previsti dall'amministrazione Ottaviani, per lo stesso periodo, appaiono, tra gli altri, il completamento delle infrastrutture per la mobilità (quartiere Colle Timio), il miglioramento della sicurezza stradale e delle piste ciclabili, con la riqualificazione e la messa in sicurezza dell’area della Stazione ferroviaria; nel medesimo quadro, vanno inclusi il completamento del verde pubblico a Corso Lazio e la realizzazione, nella medesima area, della nuova scuola elementare e della nuova scuola materna. Nel programma triennale sono compresi, inoltre, l’ampliamento del museo civico archeologico, il sistema di piste ciclabili in città, la messa in sicu-

rezza del complesso dei Piloni, e poi Folium urban forestry (progetto concepito dall’amministrazione Ottaviani per il risanamento della qualità dell’aria e la riduzione delle emissioni di materiale particolato in atmosfera, con la messa a dimora e la cura di nuovi alberi sul territorio comunale); il potenziamento e l’adeguamento della viabilità ciclabile e recupero delle aree verdi site in corso Francia; la riqualificazione e l’adeguamento dell’auditorium “Colapietro”; la manutenzione straordinaria e il contestuale adeguamento funzionale dell’edificio comunale sito in via Portogallo; l’adeguamento dell’asilo nido “Pollicino”. Infine, l'apertura della nuova sede comunale, in cui saranno ospitati anche un'area museale e la pinacoteca, costituirà un ulteriore elemento di coesione sociale attorno a un investimento infrastrutturale, che la città attendeva da oltre 70 anni, dopo la distruzione del vecchio palazzo comunale, durante i bombardamenti del settembre del 1943.


VENERDÌ 30 LUGLIO 2021

frosinone e provincia

3

NELL’ULTIMO ANNO, A CAUSA DELLA "RECLUSIONE"DOVUTA AL COVID, COLPITE SOPRATTUTTO LE DONNE ALL’INTERNO DEGLI AMBIENTI DOMESTICI

Violenza di genere, lotta senza sosta

Il Procuratore della Repubblica Antonio Guerriero alza il livello di attenzione nella lotta al contrasto di tali reati

"Q

uesta iniziativa serve a creare una conoscenza integrata su un fenomeno – la violenza domestica e tutte le forme di violenza e maltrattamento di genere – che non può più essere considerato come emergenza temporanea, qual è la pandemia, per le ricadute che ha sul piano economico, giudiziario, istituzionale e sanitario. Definiamo le strategie da poter mettere in campo per dare una risposta ai cittadini, che si aspettano soluzioni. Ecco, dunque, che la prima azione da compiere è la raccolta dei dati, l’individuazione delle problematiche e delle prassi virtuose da utilizzare. Tutto questo si tradurrà concretamente, in autunno, in un convegno al quale ciascuno di noi porterà il proprio contributo da mettere in rete con gli altri, per affrontare il fenomeno in maniera condivisa, interattiva e soprattutto rafforzata grazie alle modalità del sistema integrato”. Il procuratore della Repubblica di Frosinone, Antonio Guerriero, si espone in prima persona e alza il livello di attenzione nella lotta al contrasto dei reati e dei fenomeni che nell’ultimo anno e mezzo hanno colpito soprattutto le donne all’interno degli ambienti domestici. TAVOLO PREPARATORIO AL CONVEGNO In un vertice interistituzionale convocato ieri pomeriggio nella sala conferenze del tribunale di Frosinone, il procuratore ha riunito, insieme al presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Frosinone e a quello della Provincia di Frosinone, parte delle rappresentanze istituzionali del territorio e le associazioni che operano in difesa delle donne. All’invito del dottor Guerriero hanno risposto subito, oltre al presidente degli Avvocati di Frosinone Vincenzo Galassi e al presidente della Provincia Antonio Pompeo, il presidente del Consorzio per lo Sviluppo Industriale Francesco De Angelis; il dottor Flavio Genovesi, dirigente della Squadra Mobile della Questura di Frosinone; il capitano della Compagnia dei Carabinieri di Frosinone, Luca D’Alessandro; il capi-

■ ■ ■ IL PROCURATORE CAPO DELLA REPUBBLICA ANTONIO GUERRIERO DURANTE IL TAVOLO DA LUI ORGANIZZATO

tano Angelo Guglietta del Comando Gruppo Guardia di Finanza di Frosinone; la dottoressa Nisia Lucchetti, dirigente Assistente Sociale della Asl di Frosinone; la dottoressa Elena Perozzi dell’Ordine degli Psicologi del Lazio. All’appello hanno risposto anche le associazioni che sul territorio affrontano ogni giorno il contrasto al fenomeno della violenza di genere dalla parte di vittime, donne e minori: Silvio Reale e Angela Ciardi (Consorzio Intesa), Anna Mendillo e Sonia Sirizzotti (Auser del Frusinate, Osa), Michaela Sevi (Calcutta Onlus), Maria Rosaria Ruggeri (Cooperativa Sociale Diaconia), Elena Viscogliosi (Risorse Donna Onlus), Patrizia Palombo (Telefono Rosa), Marlene Frisoni (Sos Donna). LE PAROLE DEL PROCURATORE “Questo non è un convegno – ha spiegato ancora – ma un tavolo operativo con cui iniziamo a capire perché un fenomeno come quello dell’emergenza epidemiologica abbia avuto un impatto di tale rilevanza sulla società. Se l’anno scorso abbiamo dovuto affrontare l’emergenza, oggi siamo chiamati a svolgere un’azione di ricerca interdisciplinare per trovare soluzioni in difesa delle vittime della violenza di genere ma anche per rispondere in maniera concreta all’assistenza ai fragili. E la nostra azione deve essere comune: un fenomeno tanto complesso non può essere affrontato con superficialità. Serve un primo intervento di raccolta dati degli effetti registrati:

l’incremento, la mancanza delle denunce, l’incidenza dei reati, ma anche i metodi di miglioramento delle indagini, l’attenzione rivolta alle vittime per evitare la reiterazione. Oggi andiamo ad individuare quali siano le prassi virtuose che possano contribuire a trovare soluzioni”. “Partiamo da voi – ha poi detto rivolgendosi alla platea degli operatori – che conoscete nel dettaglio ogni aspetto della questione perché ogni giorno l'affrontate, ognuno per la propria competenza. Al prossimo tavolo allargheremo i lavori agli altri rappresentanti dei settori economici (Confindustria, Camera di Commercio e associazioni di categoria), quelli scolastici e sindacali perché l’obiettivo deve essere il lavoro di squadra. Sappiamo bene che all’emergenza sanitaria è legata quella economica: sappiamo che un terzo delle aziende è destinato alla chiusura per la mancanza di interventi per arginare la crisi; che un altro terzo

non ha avuto problemi e che un altro terzo, di fronte alle notevoli perdite è riuscito ad individuare quelle strategie virtuose per affrontare e superare il momento di difficoltà. Ecco, l’analisi di queste cifre può aiutarci a capire verso quale direzione muoverci. Non dimentichiamo, inoltre, l’assistenza ai fragili, gli anziani, i minori, i portatori di handicap, i soggetti con problematiche mentali, gli autistici. Sono tantissimi quelli che hanno registrato disagi rilevanti durante l’emergenza, con effetti devastanti anche di ordine pubblico. Come operare l’assistenza per queste persone fragili? Come arginare i dati sui livelli di povertà? Ognuno di noi, senza protagonismo, può lavorare assicurando un contributo di azione e dare una risposta da mettere in rete con gli altri. Ecco il sistema integrato. La differenza la fa la cultura dell’organizzazione, questo è il senso di questo incontro e degli altri che seguiranno”.

L’INTERVENTO DI ANTONIO POMPEO Piena la condivisione del presidente della Provincia, Antonio Pompeo che prendendo la parola ha ricordato anche l’impegno promosso nei mesi scorsi a guida dell’ente provinciale: “L’approccio è sicuramente quello giusto: per affrontare i fenomeni di cui stiamo parlando è necessario prima muoversi con l’analisi dello stato dei fatti. Ringrazio il Procuratore anche per avere accolto l’iniziativa messa in campo dalla Provincia. Abbiamo fatto una scelta concreta nei mesi scorsi quando abbiamo deciso di utilizzare i fondi per l’emergenza Covid per rispondere al grido di allarme delle vittime della violenza di genere. Abbiamo scelto di fornire sostegno a tutte le persone che durante la pandemia hanno subito violenza e maltrattamenti e lo abbiamo fatto attraverso il progetto ARTEMIS, tramite l’azienda speciale Frosinone Formazione e Lavoro, con l’amministratore unico, avv. Fabrizio Zoli, consapevoli e convinti che il primo impegno che siamo chiamati a svolgere sia quello rivolto al sociale. La nostra risposta al Procuratore che si sta facendo coordinatore di un sistema integrato è ovviamente di collaborazione piena. E mi sento di rivolgere ancora una volta un ringraziamento a tutta la rete dei servizi sociali e a quella dei tanti volontari che ogni giorno si muovono sul territorio per accogliere e sostenere donne e minori. Alla collaborazione e al confronto non ci sottrarremo mai”. Di “iniziativa interessante

e stimolante” ha parlato il presidente del Consorzio per lo Sviluppo Industriale, Francesco De Angelis che, oltre a confermare la propria disponibilità nel piano di azione comune, ha ripercorso l’analisi del fenomeno legato al periodo pandemico: “Abbiamo dovuto fare i conti con un nemico invisibile e gli effetti devastanti del fenomeno sono sotto gli occhi di tutti. Ne sanno molto le associazioni che lavorano a stretto contatto con le famiglie. Dobbiamo intervenire, come dice il Procuratore e come ribadisce il Presidente Pompeo con un’azione congiunta. La sofferenza per la crisi ha investito tutto il settore industriale e noi che siamo il Paese delle piccole e medie imprese sappiamo bene che la crisi economica ha avuto effetti sulle famiglie. Le iniziative promosse dal Consorzio per migliorare i servizi a disposizione delle aziende (l’ultimo intervento è quello sulla fiscalità di vantaggio) hanno avuto riscontri positivi. Per questo capire come finalizzare le risorse diventa importante e fondamentale, come lavorare insieme per fare qualcosa di buono per questo territorio”. Tra le soluzioni avanzate a conclusione della giornata, tutti i presenti hanno trovato una sintesi nella necessità di attivare corsi di formazione per sostenere le vittime della violenza nel reinserimento al lavoro. “Solo la dignità del lavoro può rendere le persone davvero autonome e pronte ad affrontare le difficoltà con coraggio” ha concluso il procuratore Guerriero.


PAGINA 4

30 LUGLIO 2021


VENERDÌ 30 LUGLIO 2021

spettacolo e cultura

LA KERMESSE PARTIRÀ OGGI CON LA MIKELY FAMILY BAND E SI CHIUDERÀ IL PROSSIMO PRIMO AGOSTO

In Valcomino torna ‘Via di Banda’ La Bpc main partner del festival

T

orna Via di Banda, il Festival più allegro, colorato e festoso dell’estate. Via di Banda, anche quest’anno, anima la Val di Comino con un ricco programma di eventi, per una manifestazione dinamica e coinvolgente dedicata alle bande musicali e alle arti di strada. La manifestazione si terrà dal 30 Luglio al 1 Agosto 2021 a San Donato Val di Comino. Si parte Venerdì 30 Luglio con MIKELY FAMILY BAND, band ciociara che eseguirà brani classici dello swing, e BANDAKADABRA, banda di strada che si esibirà insieme a MR T BONE, cantante, trombonista, compositore, arrangiatore italiano che è ormai diventato un artista di fama internazionale. Sabato 31 luglio, la Zastava Orkestar, marching band che già in passato è stata ospite del Festival e poi il grande Roy Paci con gli Aretuska. Domenica 1 agosto ad animare Via di Banda ci saranno la marching band Sassinfunky e Rocco Papaleo in duo con il pianista Arturo Variante nel suo “Recital”. Con loro anche Alessandro D’Alessandro. «L’edizione di quest’anno – spiega il Direttore Artistico e ideatore della manifestazione Gianluca Terenzi – così come quella del 2020 è stata partico-

■ ■ ■ LA LOCANDINA DELL'EVENTO

CHE SI TERRÀ A SAN DONATO VAL DI COMINO

larmente complessa dal punto di vista organizzativo. Il rispetto delle normative legate all’epidemia Covid, infatti, ci impone una serie di accortezze e di restrizioni che, in qualche modo, ci hanno spinto a ripensare la manifestazione. Ecco perché Via di Banda – Via di BOOM, come l’abbiamo rinominata quest’anno – torna con

una veste nuova, nella quale, però, non viene snaturato lo spirito della manifestazione: la musica, in particolare la musica delle formazioni bandistiche, resta la protagonista principale, accompagnata dalle arti di strada. Sulla scia di quanto fatto l’anno scorso, quando abbiamo chiuso la manifestazione con una serata speciale con Neri Marcoré, abbiamo proposto un mix tra la tradizione delle bande marcianti e i grandi artisti internazionali, come Roy Paci e Rocco Papaleo. Saranno tre serate piene di divertimento, di allegria, di musica, nelle quali, però, rispetteremo tutte le normative anticovid: gli eventi si terranno in Piazza Cavour e potranno accedere 400 spettatori, così da garantire il necessario distanziamento. Inoltre è necessario prenotarsi o, per le ultime due serate, acquistare il biglietto». La Banca Popolare del Cassinate, anche quest’anno, è sponsor

dell’evento, come spiega il Presidente Vincenzo Formisano: «Abbiamo sostenuto Via di Banda fin dalla prima edizione. Quello che più ci ha affascinato, è stata la formula, originale e innovativa, con la quale questo festival riesce a trasformare uno dei borghi più belli del nostro territorio in un grande palcoscenico a cielo aperto, favorendo l’incontro tra diverse forme artistiche e musicali. Le vie e le strade di San Donato si trasformano in un vortice di magia, di divertimento, di allegria. Uno spirito profondo e sbarazzino al tempo stesso, quello di Via di Banda, una lettura della vita, del territorio, dell’arte capace di sorprendere e coinvolgere gli spettatori. E questo spirito è mantenuto anche nella nuova “formula”, nella quale l’emergenza Covid ha imposto alcuni limiti. Eppure, è un meraviglioso segnale di speranza il fatto che Via di Banda non si sia mai fermata e sia l’anno scorso, che quest’anno, abbia saputo rallegrare la nostra estate, diventando un esempio di “resilienza”, di tenacia, di allegria. La Banca c’è stata e c’è anche quest’anno, al fianco di chi crede nella cultura, di chi non si arrende di fronte alle difficoltà, di chi è capace di vedere e valorizzare la bellezza del nostro territorio». Mirko Tong

5

PRESSO L'ARENA MATUSA

Cinema sotto le stelle a Frosinone dal 2 agosto fino al 10 settembre

"T

eatro, musica e cinema: l’offerta culturale estiva del capoluogo è, da anni ormai, ricca ed eclettica – ha dichiarato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani - Grazie alla programmazione culturale messa in campo dal Comune di Frosinone, si è ormai consolidata l'inversione di tendenza del turismo culturale, tanto è che la città di Frosinone è divenuta meta e principale centro di interesse culturale per giovani, anziani e famiglie, provenienti dall'intero basso Lazio, per fruire delle offerte culturali che offre il territorio del capoluogo. Anche quest’anno, non poteva mancare la rassegna dedicata alla settima arte, attraverso la celebrazione del cinema sotto le stelle all'arena Matusa. Il cartellone, pensato per soddisfare il gusto degli spettatori di ogni età, costituirà, nel rispetto delle norme di sicurezza, l’ennesima piacevole occasione di aggregazione e crescita culturale offerta dal nostro capoluogo". La manifestazione è organizzata dal Multisala Nestor con l’amministrazione Ottaviani, con il coordinamento dell’assessorato alla cultura di Valentina Sementilli. Partenza lunedì 2 agosto con l’action movie “Songbird”, chiusura il 10 settembre con “Maledetta primavera”, con Micaela Ramazzotti e Giampaolo Morelli. Il programma completo è reperibile online.

DA MERCOLEDÌ AL VIA GALLINAROCK, QUEST'ANNO IN PARTENARIATO CON LA ASL: TAMPONI GRATIS E POSSIBILITÀ DI VACCINI

È

iniziato il conto alla rovescia. Un evento totalmente plastic free, con l’interpretariato nella lingua italiana dei segni, la Rai media partner ufficiale, a cui ora si aggiunge la Asl, che garantirà per il gran finale tamponi anticovid gratuiti e la possibilità di vaccinarsi sul posto. Parliamo del GallinaRock, il Festival che dal 4 al 6 agosto festeggerà in grandissimo stile la tredicesima edizione. Senza interruzioni, giacché, tra i pochissimi in Italia, non si era fermato neppure lo scorso, regalando una straordinaria diretta social, streaming e tv. Ora il GallinaRock torna dal vivo nella storica location di Parco San Leonardo. Il format ideato e diretto da Luigi Vacana divenuto da subito tra gli appuntamenti più attesi dell’estate, un palco che anche porta bene, se pensiamo che da qui sono

passati, insieme ai nomi più blasonati della musica italiana e internazionale, anche band che non avevano ancora conosciuto il successo del grande pubblico. Basta citare i KuTso o i Marta sui Tubi, ma anche Lo Stato Sociale e tanti altri. Un Festival anche impegnato su molti fronti, dalle politiche sociali, all’ambiente, passando per la tutela della salute: cosi quest’anno il GallinaRock sarà totalmente plastic free e vede l’Asl di Frosinone aderire con i progetti “Vaccini in Tour” e “Tamponi di sera”, che faranno tappa qui il 6 agosto. A riprova dell’indiscussa qualità del format la delibera della Rai, per la Media partnership ufficiale attraverso Rai Radio Live. Un evento da record, anche sul piano dei numeri, che ha visto calcare il proprio palcoscenico da oltre 230 band per un

totale di circa 1.200 musicisti. Volti noti, ma anche band emergenti che qui si sfidano a ritmo di rock, che hanno fatto del GallinaRock uno dei contest più importanti della Penisola. Cresce dunque l’attesa e non mancherà proprio nulla, ad iniziare dal GallinArtRock’,

la cornice artistica con estemporanee, mostre e performance. Un’area creativa la cui direzione è affidata all’Accademia di Belle Arti di Frosinone, la stessa Accademia che produrrà in esclusiva l’artistico riconoscimento alla band vincitrice del contest.


PAGINA 6

30 LUGLIO 2021


VENERDÌ 30 LUGLIO 2021

FERENTINO

7

UN ALTRO 'MUST' DELLA PROGRAMMAZIONE ESTIVA CHE NON HA CONOSCIUTO BATTUTE D'ARRESTO NEANCHE DURANTE LA PANDEMIA

'Ferentino Acustica', partiti!

Antonio Pompeo: grandi musicisti italiani per 4 serate animeranno di emozioni e note il cuore del paese

L

a XIX edizione in assoluto e la seconda nell'epoca Covid. Partita ieri una delle rassegne più apprezzate e riuscite dell'estate ferentinate: la kermesse di 'Chitarra Acustica', sotto l'attenta guida del direttore artistico Giovanni Pelosi. L’edizione 2021 ha deciso di puntare tutto su grandi musicisti italiani, rispetto agli artisti internazionali che hanno calcato il palco nelle precedenti edizioni, anche nel rispetto delle normative che regolano gli spostamenti internazionali. Novità 2021 anche la collaborazione con il Fiuggi International Guitar Festival e con la manifestazione ‘Cultura In Corso’ che si terrà ad Anagni, i cui rispettivi direttori artistici comporranno il cast della manifestazione in qualità di chitarristi. Altra novità assoluta, la partecipazione al festival di due attori professionisti: Renato Marchetti e Jerry Mastrodomenico che proporranno una striscia con stralci di repertorio teatrale in ciascuna delle quattro serate del Festival. Alla schiera dei cantautori, da alcuni anni ben rappresentata da artisti come Edoardo De Angelis, Ernesto Bassignano e Giorgio Cordini, si aggiungeranno quest’anno Mario Castelnuovo e Michele Gazich. Naturalmente non mancheranno i chitarristi, nè gli ensemble strumentali: dal duo, orgoglio locale, di Valentino Arduini (voce, chitarra e armonica) e David Addesse (chitarra e voce), al gruppo, capitanato dal nostro Giovanni Monoscalco, dei Quart’Essenza, a Danny Trent, chitarrista fingerstyle dalla tecnica mirabolante. Sono gli ospiti della prima serata, c chiusa dalla storica prima presenza di Michele Ascolese, colonna chitarristica della discografia italiana (da Vanoni e Paoli, a Fabrizio De Andrè). La serata di venerdì vedrà succedersi sul palco Fabio Macera, chitarrista jazz pro-

IL PROGETTO È STATO PRESENTATO DAL SINDACO

"La nostra città raddoppia: dopo il Teatro Romano avrà anche un Auditorium"

U

■ ■ ■ NELLA FOTO A SINISTRA IL SINDACO ANTONIO POMPEO,

IN ALTO LA LOCANDINADELL'EVENTO

veniente da Anagni, poi ci saranno Mario Castelnuovo ed Ernesto Bassignano. In chiusura un altro chitarrista formidabile e storico per la nostra discografia: Marco Manusso. Ad aprire la serata di sabato 31 luglio Roberto Fabbri, famoso nel mondo per la sua attività didattica e concertistica. Seguirà il duo Anita Camarella (voce) e Davide Facchini (chitarra, che ha portato lo swing italiano anche a Nashville. Novità assoluta, la presenza di uno strumento della migliore tradizione italiana, nelle

mani del migliore esponente: Alessandro D'Alessandro e il suo organetto. Nella serata conclusiva, quella di domenica 1° agosto si esibiranno Luca Francioso, chitarrista, autore e scrittore, Giorgio Signorile, chitarrista classico piemontese i cui brani fanno ormai parte del repertorio concertistico di molti altri chitarristi, ci sarà l’inedito duo Giorgio Cordini (chitarra e voce) e Michele Gazich (chitarra e voce). A chiudere il festival il polistrumentista (chitarra, dobro, mandolino) Stefano Tavernese, con il percussionista Armando ‘Guitarmando’ Serafini, nel duo ‘River Blonde’. Per assistere alle serate è necessario prenotare o inviando un messaggio WhatsApp al numero 353.3756695 o cliccando sul link https://www.eventbrite.it/o/comune-di-ferenti-

no-33776571453. "Cresciuta di anno in anno, - dicono il sindaco di Ferentino, Antonio Pompeo, e l'assessore a Cultura e Turismo, Angelica Schietroma ormai 'Ferentino Acustica' è entrata di diritto tra i grandi eventi non solo della nostra città ma dell'intero territorio e ha sempre avuto il merito di garantire anche un importante indotto turistico ed economico, richiamando centinaia di spettatori e turisti, rimasti affascinati dalle bellezze e dal patrimonio storico-artistico di Ferentino. Nonostante la pandemia e le difficoltà, la rassegna non ha conosciuto stop e quest'anno torna nella sua veste migliore con artisti italiani di indiscusso livello. Siamo certi che sarà un altro grande successo di pubblico che per quattro serate renderà la nostra città ancora più bella e accogliente".

n auditorium a Ferentino per i cittadini, per i ragazzi delle nostre scuole, per il grande mondo dell'associazionismo che merita di avere una casa e, più in generale, per ospitare iniziative, manifestazione e qualsiasi altro evento necessiti di uno spazio al coperto. Il progetto, presentato nei giorni scorsi presso gli uffici dell'Amministrazione provinciale di piazza Gramsci, è stato finanziato con i fondi del decreto Bianchi che consentirà il completamento del II lotto dell'Itis 'Don Morosini' di Ferentino, dove sorgerà l'edificio dell'auditorium. Una superficie complessiva di circa 1.800 metri quadrati, che prevede anche un parcheggio esterno e un asse viario di collegamento per consentire all'auditorium di essere pienamente raggiungibile in occasione degli eventi programmati. Il nuovo edificio sarà caratterizzato da elevati standard di sicurezza strutturale, costruzione ecologica, performance energetica, innovazione tecnologica e rispetto per l'ambiente, secondo le linee guida Miur e i nuovi indirizzi Upi. Un'altra opera importante che va ad aggiungersi agli altri obiettivi raggiunti dall'Amministrazione comunale guidata dal sindaco Antonio Pompeo che l'ha inserita nel suo programma elettorale e che ora diventerà realtà. "Con la presentazione del progetto relativo all'auditorium – sottolinea Antonio Pompeo, nella doppia veste di sindaco di Ferentino e presidente della Provincia – centriamo un altro importante obiettivo che avevamo inserito nel nostro programma elettorale. Un'opera di cui la città aveva bisogno e che, a breve, diventerà realtà. Un impegno che ho preso con la cittadinanza e che oggi sono orgoglioso di portare a meta, a dimostrazione del continuo lavoro di questa Amministrazione. Un risultato che mi onora doppiamente, nel mio ruolo di sindaco e presidente della Provincia, e che dimostra la grande attenzione al mondo della cultura, di cui la nostra città è ricca. Dopo la bella notizia sul teatro romano, ora quella della realizzazione di un auditorium: un altro obiettivo centrato, un'altra promessa mantenuta".


PAGINA 8

30 LUGLIO 2021


VENERDÌ 30 LUGLIO 2021

COLLEPARDO

9

REGIONE LAZIO E MINISTERO SI MUOVONO SUBITO PER STUDIARE NUOVI PERCORSI PER TORNARE A FAR VIVERE LA SPLENDIDA STRUTTURA RELIGIOSA

Ora un futuro da valorizzare

Dopo anni di battaglie legali, a Trisulti allontanata definitivamente la Dignitatis di Steve Bannon

F

inalmente. Dopo un contenzioso durato anni, i seguaci di Steve Bannon, già guru dell'ex Presidente americano Trump, sono stati costretti ad abbandonare l'Abbazia di Trisulti. Naufraga dunque definitivamente il progetto di costruire una scuola europea per la cultura sovranista. Lo storico edificio religioso torna dunque ad essere bene comune. Tutto era nato nel 2018 quando la Certosa era stata data in gestione alla Dignitatis. Una assegnazione però viziata da alcune irregolarità, come poi ratificato anche dal Consiglio di Stato. Il Ministero ha dunque revocato la concessione e nei giorni scorsi c'è stato lo sgombero, con Benjamin Harnwell, presidente del "Dignitatis Humanae Institute", che ha lasciato la Certosa di Trisulti. A questo punto si apre la partita legata al futuro della struttura. Si è già mossa la Regione Lazio. La Regione e il Ministero della Cultura – Direzione regionale Musei Lazio hanno infatti sottoscritto un accordo per la riapertura al pubblico e la valorizzazione della Certosa di Trisulti. Grazie all’accordo sottoscritto è stato individuato un percorso di valorizzazione della Certosa, anche inserendolo nel lavoro già avviato dalla Regione Lazio sui siti archeologici e naturalistici ricadenti tra i comuni di Pastena e Collepardo, restituendole così il giusto valore e la naturale valenza di luogo di attrattività. Ha spiegato il Presidente Zingaretti: «La Certosa di Trisulti rappresenta un vero e proprio tesoro del Lazio poco noto che vogliano riscoprire e valorizzare. Lo faremo grazie all’intervento della Regione e del Ministero della Cultura, perché rappresenta una risorsa preziosa per lo sviluppo del nostro territorio. In questo momento storico c’è bisogno di investire sulla cultura e sulle bellezze del patrimonio artistico del nostro Paese. Per questo come Regione

■ ■ ■ NELLA FOTO IN ALTO LA CERTOSA DI TRISULTI; IN BASSO DA SINISTRA: IL CONSIGLIERE REGIONALE SARA BATTISTI E IL PRESIDENTE DELLA REGIONE LAZIO NICOLA ZINGARETTI

Lazio faremo la nostra parte e lavoreremo per renderla fruibile al pubblico. E’ un luogo bellissimo. Un esempio importante di rinascita per il Lazio e per l’Italia che restituiremo al mondo». In particolare la valorizzazione della Certosa di Trisulti seguirà le seguenti linee strategiche: ripristino della fruizione pubblica mediante la riattivazione di percorsi di visita guidati; potenziamento, nell’ambito delle politiche nazionali, regionali e locali dello sviluppo di un percorso turistico-culturale, anche integrato, attraverso la promozione di programmi di sviluppo turistico; collabo-

razione nella programmazione delle iniziative, al fine di garantire la loro coerenza con le finalità istituzionali e l’altissimo prestigio storico-artistico e architettonico del bene e la loro più ampia divulgazione restauro e rifunzionalizzazione della Certosa di Trisulti; coinvolgimento nel processo di valorizzazione concordato, secondo principi di sussidiarietà orizzontale, di soggetti, anche collettivi, istituzionali e non, espressione della società civile, capaci di apportare contributi di esperienza, di collaborazione, di sinergie operative, da integrarsi con provvedimenti attuativi autonomi.

Inoltre saranno promosse attività condivise di studio e di ricerca sulla Certosa di Trisulti. Il progetto di valorizzazione si articolerà in più fasi. Nella prima fase è previsto il ripristino della fruizione pubblica mediante l’organizzazione e la programmazione di visite guidate e compartecipazione delle parti alle attività di custodia; la programmazione di iniziative di animazione territoriale (a titolo esemplificativo convegni, incontri, mostre, concerti) mettendo in rete la riapertura della Certosa di Trisulti con gli interventi posti in essere dalla Regione Lazio, in collaborazione con la propria società in house LAZIOcrea S.p.A., per la valorizzazione del Pozzo di Antullo e del patrimonio speleologico rappresentato dalle Grotte di Pastena e Collepardo; la riapertura al culto della Chiesa di San Bartolomeo mediante il coinvolgimento della Diocesi di Anagni – Alatri, oggetto di separato accordo da parte della Direzione Regionale Musei Lazio. E proprio riguardo quest'ultimo aspetto è stato il Vescovo Lorenzo Loppa a far capire che si muoverà per fare in modo che la Cer-

tosa torni ad avere anche una "normale" vita religiosa. Nella seconda fase, poi, sarà elaborato un progetto complessivo di rifunzionalizzazione dell’intero complesso della Certosa di Trisulti che possa ospitare progetti di alta formazione e di residenze per studenti universitari con il coinvolgimento delle Università della Regione Lazio e delle Università di livello internazionale. Quello legato alla "liberazione" della Certosa è stato uno dei temi principe dei giorni scorsi, tanto da calamitare l'attenzione di politici ed istituzioni. Ha spiegato il Consigliere regionale Mauro Buschini: «In questi anni abbiamo assistito ad una dura e lunga battaglia legale che ha visto, proprio in questi giorni, la fine con la riconsegna delle chiavi della certosa ai funzionari del Mibact. La Regione Lazio ha immediatamente redatto un accordo da sottoscrivere con la Direzione regionale Musei Lazio per ripristinare, innanzitutto, la fruizione pubblica mediante riattivazione di percorsi di visita guidati; il potenziamento e lo sviluppo di un percorso turistico-culturale in cui la certosa sia posta al centro dell’azione; il restauro e la propria rifunzionalizzazione. Tutte le misure poste in essere garantiranno la piena fruibilità ai cittadini e la sicurezza che questo monumento fondamentale della Ciociaria rimanga nel patrimonio pubblico. Un sentito grazie al presidente Nicola Zingaretti, a tutta la giunta regionale ed al capo gabinetto Albino Ruberti, al Ministero della Cultura. È una grande vittoria di tutto il nostro territorio, delle as-

sociazioni e del comune di Collepardo». A parlare è stata anche Sara Battisti: «Con la riconsegna della chiavi della Certosa di Trisulti ai funzionari del Ministero dei Beni culturali, si chiude la parentesi sovranista dell’associazione Dignitatis Humanae Institute, legata all’esponente dell’ultradestra americana Steve Bannon. L’ultimo atto necessario per restituire la Certosa alla nostra comunità a seguito della revoca della concessione confermata, dopo un lungo iter legale, con la sentenza del Consiglio di Stato che, quattro mesi fa, si è espresso in via definitiva sulla vicenda. Sarà importante lavorare gomito a gomito, partendo proprio dall’ascolto di quella rete associazionistica e di comunità locali, con l’obiettivo di costruire progetti di rilancio in grado di restituire questo patrimonio alla collettività. La Regione Lazio sarà parte attiva di questo percorso anche e soprattutto in funzione dell’enorme lavoro di valorizzazione turistica del nostro territorio che si sta portando avanti». Nelle ultime ore c'è stato anche l'intervento del Presidente di Uncem Lazio e Presidente della XII Comunità Montana dei Monti Ernici Achille Bellucci: «Una circostanza da festeggiare davvero, per la quale sono doverosi i ringraziamenti a tutti coloro che si sono battuti per invertire la sorte dell’abbazia. Al contempo dobbiamo auspicare che la popolarità riacquisita da questo bene millenario proprio per le note vicende di cui sopra sia di ausilio per una fase di riassetto, restauro e rilancio. Della Certosa e di tutto il suo straordinario circondario. Un auspicio suffragato dalla tempestività del presidente Nicola Zingaretti, che ha già attivato un percorso con il Mibact non solo per una celere restituzione alla fruizione collettiva ma anche e direi soprattutto per una centralità nel sistema turistico al quale la Regione Lazio sta lavorando alacremente. Un sistema che veda i territori provinciali integrati in una visione finalmente unica del Lazio, in cui la montagna della nostra regione può recitare un ruolo da protagonista». Car. Cap.


PAGINA 10

30 LUGLIO 2021


VENERDÌ 30 LUGLIO 2021

VEROLI

11

LA MOSTRA DAL TITOLO “REALTÀ RIFLESSE” SARÀ INAUGURATA DOMANI E RIMARRÀ APERTA FINO A DOMENICA 15 AGOSTO

Una doppia esposizione d'arte

Saranno Roberta Fanfarillo e Paolo Gaetani a concludere la prima edizione di “Psycroma – il colore, la mente” Egidio CERELLI

S

aranno Roberta Fanfarillo e Paolo Gaetani a concludere la prima edizione di “Psycroma – il colore, la mente”, con una doppia esposizione nella sala d’arte Crystal a Veroli. La mostra dal titolo “Realtà riflesse” sarà inaugurata sabato 31 luglio a partire dalle ore 18,00 e rimarrà aperta fino a domenica 15 agosto. Per i due artisti, alatrense lei e verolano lui, si tratterà di un ritorno a presentare lavori in tandem, dopo mostre che li hanno visti fianco a fianco già in passato in altre occasioni. Tuttavia nella piccola galleria di via Casalunga si tratterà comunque di un debutto per i lavori di realismo di Gaetani, e per quelli su lamina di alluminio di Fanfarillo.

Roberta Fanfarillo, classe ’67 di Alatri, ha approcciato il mondo dell’arte grazie agli insegnamenti di Benedetto De Santis, un altro artista alatrense che le ha fornito le prime conoscenze tecniche e di storia dell’arte per una iniziale formazione della

sua sfera emotiva. “Interpretare, piuttosto che rappresentare la realtà” è la linea guida lungo la quale si muove l’artista, proponendo il proprio lavoro anche presso un piccolo studio nel centro di Alatri, chiamato [Civico]61. “Posso fidarmi dell’auten-

ticità dell’arte, affidandomi completamente a lei, appagando l’inesauribile desiderio di completezza e conoscenza di me stessa”. Paolo Gaetani, nato a Veroli nel 1961, ha iniziato la sua attività artistica negli anni Ottanta, frequentando lo studio di un grandissimo artista inglese che ha vissuto nella città ernica: Francis Cox. Punta molto sulla sperimentazione, impostando la sua ricerca sullo studio e sull’utilizzo di colori, toni e linee. Dipingere attraverso il “dosaggio e l’accostamento di luci ed ombre, giocando con i colori e i toni – questa è la poetica di Gaetani – oppure, al contrario, catturare la vera forma degli oggetti, per rappresentarli in modo reale nelle loro forme e nei loro colori”.


PAGINA 12

30 LUGLIO 2021


VENERDÌ 30 LUGLIO 2021

VEROLI

13

MANCA UNA SETTIMANA ALLA TERZA EDIZIONE DELL'EVENTO ORGANIZZATO DALLA VEREVENT PROMOTION

M

ancano pochi giorni per la terza edizione del Premio Veroli alla memoria. Premio che intende ricordare quanti personaggi verolani hanno contribuito negli ultimi decenni a comporre quel mosaico della storia della cittadina ernica. Le due edizioni ne hanno ricordato una trentina di verolani ed anche alcuni personaggi non verolani ma che hanno avuto a che fare con Veroli. Venerdì prossimo 6 agosto saranno dieci i familiari che ritireranno la pergamena a ricordo del loro caro. La Verevent Promotion, Associazione culturale, organizzatrice della terza edizione del Premio alla memoria sta ultimando i lavori di preparazione per l’evento che si terrà a Veroli nella location di piazza Santa Maria Salome. La Verevent di cui il presidente è Egidio Cerelli ha come soci Pierluigi Renzi, Roberto Magnante e Caterina Oddi. La serata prevede il riconoscimento a otto verolani che si sono distinti in vita per l’amore verso la città di Veroli come storici, professori, musicisti, balie, imprenditori, commercianti e sacerdoti. Inoltre la pergamena verrà consegnata anche ai familiari di due personaggi extra: a Mario Coratti, ideatore dei Fasti Verulani e di tanti altri eventi (ritirerà la pergamena il figlio Costantino pre-

'Premio Veroli alla memoria', tanti gli ospiti: oltre a Gianmarco Carroccia anche Martufello Green Pass. Confermiamo altresì che senza il biglietto invito non si può accedere nella location di Piazza Santa Salome. Il tutto è stato possibile anche con il patrocinio della Regione Lazio, Comune di Veroli, Amministrazione provinciale e Pro Loco oltre appunto agli sponsor.

■ ■ ■ IL SINDACO SIMONE CRETARO CON LA CONSIGLIERA DELEGATA ALLA CULTURA FRANCESCA CERQUOZZI;

IN ALTO DA SINISTRA: GAETANO CASTELLI, GIANMARCO CARROCCIA E MARTUFELLO

paratore atletico di mister Conte) ed a Daniele Nardi l’alpinista che ha lasciato tragicamente la sua vita sul Nanga Parbat due anni fa. Da Sezze arriveranno una dozzina di suoi familiari insieme ai genitori. Durante la manifestazione è prevista una sfilata di moda della Free Smile. Quest’anno l’Associazione ha deciso di rivolgersi a professionisti con l’ospite d’eccezione che è il cantante che in questi giorni sta facendo un lungo tour con Mogol, considerato l’erede di Lucio Battisti che proporrà una decina di canzoni, con il comico Martufello amico dei parenti del setino Daniele Nardi, Gaetano e Chiara Castelli, sce-

nografi di Sanremo insieme a Manuel Bellucci oltre alla presenza del direttore della fotografia di XFactor. La serata sarà presentata da Aurora Folcarelli davanti alla troupe di Teleuniverso con diverse postazioni che successivamente metterà in onda per diversi giorni il resoconto del Premio alla memoria. Anche Rai/3 proporrà un servizio sull’evento verolano che è l’unico nella Regione Lazio. E’ previsto all’inizio dopo la presentazione del programma con gli sponsor anche un video che è stato girato dallo studio Castelli a Veroli e che verrà proiettato su un maxi schermo a cura della Clean System di Luisa

Magnante. Stando alla normativa vigente antiCovid sono previsti duecento posti a sedere e si potrà accedere solo con l’invito prenotato presentando la card Green Pass o la certificazione del tampone fatto due giorni prima. La Precedenza ovviamente spetta ai familiari dei premiandi ed agli sponsor che hanno contribuito alla organizzazione della manifestazione. Va detto che i posti sono ormai tutti esauriti. Non sono ammessi né fotografi né cameramen perché a tutti l’organizzazione garantisce, a richiesta, sia foto che immagini televisive. Ricordiamo che è obbligatorio essere muniti di

I SALUTI Il sindaco Cretaro e la delegata alla cultura Francesca Cerquozzi… «la Città di Veroli, con il “Premio alla Memoria”, esprime un doveroso riconoscimento ai suoi cittadini che si sono contraddistinti per impegno, passione, professionalità, altruismo ed altre capacità, nei settori di impiego e professione o in attività di volontariato che li hanno visti protagonisti durante il relativo percorso di vita. Un Premio, quindi, dall’indubbio valore umano che conferma la forte simbiosi tra la nostra Città ed i suoi amati cittadini. Un legame sentito, indissolubile nel tempo, che grazie alla memoria appunto, viene portato alla ribalta nel corso di una serata interamente dedicata a persone che hanno contribuito a scrivere pagine importanti della storia di Veroli. Il “Premio alla Memoria”

è giunto alla terza edizione e quest’anno, causa l’elevato livello di pandemia da Covid durante la naturale ricorrenza invernale, è stato inserito nel cartellone di Veroli Estate 2021. L’obiettivo è, infatti, anche quello di continuare a valorizzare lo straordinario patrimonio storico, artistico, archeologico e paesaggistico del nostro bellissimo ed accogliente centro storico,ponendo al centro dell’attenzione i suoi stessi Protagonisti». Possiamo aggiungere che l’ideatore del Premio alla memoria, unico del suo genere in tutta la Regione Lazio, è stato il giornalista Egidio Cerelli che in fatto di eventi è un grande maestro-organizzatore. QUESTI I PREMIANDI Armando Anania - musicista, Luigi Bracaglia - commerciante, Carolina Cerelli - balia, Don Nivardo Buttarazzi - Abate Casamari, Don Checco Mancini - rettore Basilica Santa Salome, Elio Pigliacelli - imprenditore, Calogero Sciandrone professore, Giuseppe Trulli - professore e storico. PREMI EXTRA Mario Coratti - ideatore Fasti Verulani e Daniele Nardi - alpinista degli ottomila.


12

VENERDÌ 11 GIUGNO 2021


N. 258 - Venerdì 30 Luglio 2021

DENTRO LA PASSIONE

TESTATA GIORNALISTICA SETTIMANALE della provincia di FROSINONE iscritta al Roc al N. 23884 Direttore Responsabile: Marco Ceccarelli Redazione: Tel. 393 6239680 - tunews.redazione@gmail.com Editore: Globalpress S.r.l. - P. Iva 02714820590 globalpress.amministrazione@gmail.com Stampa: Centro Offset Meridionale s.r.l. - Caserta Tiratura media 6.000 copie

www.tunews24.it

€ 0,70

GRATUITO - Edizione lancio

CALCIOMERCATO

INGAGGIATI CHARPENTIER E ZERBIN NOVAKOVICH VERSO LA STELLA ROSSA PAGINA 3

OPEN DAY CON IL PARMA

LA LEGA B HA UFFICIALIZZATO LA PROGRAMMAZIONE DELLE PRIME DUE GIORNATE DELLA CADETTERIA SI PARTE DALLO "STIRPE" VENERDÌ 20 AGOSTO CONTRO I DUCALI

MISTER GROSSO RITROVA BUFFON SALA STAMPA Grosso: «L'obiettivo è arrivare pronti per le partite che contano» Domani test con la Ternana allo Stirpe

BASKET Virtus Cassino, il nuovo roster prende corpo: dopo Lestini, rimane Teghini e firma Visentin

PAGINA 2

PAGINA 5


2

VENERDÌ 30 LUGLIO 2021

SERIE B

IL FROSINONE CEDE 1-2 ALLA VITERBESE SUL CAMPO DI FIUGGI. IN GOL IL NUOVO ACQUISTO ZERBIN

PRIMA SCONFITTA IN AMICHEVOLE

Stefano PANTANO

N

ella terza amichevole del precampionato è arrivata la prima sconfitta per il Frosinone. A Fiuggi i giallazzurri sono stati battuti 1-2 dalla Viterbese, compagine militante in Serie C. La squadra di Fabio Grosso ha accusato i notevoli carichi degli ultimi giorni oltre agli impegni ravvicinati. Sabato scorso, infatti, Brighenti e compagni avevano affrontato l’Alatri, imponendosi 11-0 contro la formazione che disputerà il prossimo campionato di Promozione. Nella prima frazione i leoni si sono schierati con Ravaglia in porta, Brighenti e Koblar terzini, mentre al centro della difesa hanno agito Szyminski e il giovane Bevilacqua. In cabina di regia Maiello, con Gori e Vitale come mezzali. Nel reparto avanzato Satariano riferimento centrale, supportato a destra da Tribuzzi e a sinistra da Iemmello. Panchina per i nuovi acquisti Charpentier e Zerbin, out Novakovich, il cui futuro sembra essere sempre più lontano da Frosinone. Il primo squillo della gara è della Viterbese che al 7’ ci prova dalla distanza con un destro di Calcagni che si spegne di poco a lato. Tre

minuti più tardi, sugli sviluppi di una rimessa laterale di Brighenti, Iemmello lavora bene un pallone al limite dell’area ma calcia alto sopra la traversa. Al 16’ è Vitale a tentare la sorte da oltre venticinque metri, il suo mancino però viene alzato sopra la traversa dal portiere ospite. La Viterbese prende campo e al 29’ passa con Errico, calciatore ceduto in prestito ai gialloblù proprio dal Frosinone: il centrocampista entra in area da sinistra, evita l’intervento di Brighenti e infila Ravaglia sotto le gambe. La prima frazione si conclude con i canarini più propositivi alla ricerca del pareggio senza tuttavia riuscire a trovare il guizzo giusto. Nella ripresa Gros-

so manda subito in campo De Lucia per Ravaglia, Gatti per Brighenti, Zampano per Koblar e Haoudi per Iemmello. Al 51’ il nazionale maltese Satariano soffia palla a Ricci, entra in area e conclude con il mancino ma la sfera è preda facile del portiere. Al 56’ entrano anche Boloca, Ciano, Rohdén e Zerbin. Proprio il nuovo acquisto trova il gol del pari cinque minuti dopo il suo ingresso. Tutto nasce da una grande azione in slalom di Zampano che entra in area da sinistra e appoggia in mezzo per l’accorrente Zerbin che insacca con un destro potente e preciso. Neanche il tempo di esultare, però, che la Viterbese si riporta avanti: sugli sviluppi di un

calcio d’angolo da destra la difesa frusinate non riesce a spazzare la palla che arriva dalle parti di Camilleri, lesto a trafiggere De Lucia. Grosso dà spazio anche al giovane Giordani e all’altro nuovo arrivato Charpentier che, al minuto 80, sfiora il gol di testa su invito di Zampano, che si conferma tra i più in forma del gruppo canarino. L’esterno ex Pescara sfiora anche il gol su angolo di Ciano mancando di poco il bersaglio. Dopo tre minuti di recupero, l’arbitro Ghinelli manda le squadre negli spogliatoi. Il Frosinone raccoglie il primo ko del precampionato. Domani pomeriggio è in programma un’altra amichevole, avversaria la Ternana neopromossa

in Serie B. La sfida si disputerà alle ore 17:00 allo stadio “Benito Stirpe”, che ospiterà anche i match con Avellino (mercoledì 4 agosto, ore 18:00) e Benevento (sabato 7 agosto, ore 19:00). FROSINONE-VITERBESE 1-2 Frosinone I tempo (4-33): Ravaglia; Brighenti, Szyminski, Bevilacqua, Koblar; Gori, Maiello, Vitale; Tribuzzi, Satariano, Iemmello. Frosinone II tempo (4-33): De Lucia; Bevilacqua, Gatti, Szyminski (81’ Giordani), Zampano; Gori (58’ Boloca), Maiello (58’ Rohdén), Haoudi; Tribuzzi (74’ Charpentier), Satariano (58’ Ciano), Vitale (58’ Zerbin). A disp.: Palmisani, Pahic, Jirillo, Cangianiello.

Allenatore: Fabio Grosso. Viterbese (4-3-3): Bisogno; Fracassini (74’ Marenco), Mbendè (46’ Camilleri), Var der Velden (46’ Ricci), Ricchi; Calcagni (46’ D’Uffizi), Salandria, Errico (35’ Simonelli); Aromatario, Tassi (63’ Pampano), Volpicelli (46’ Zanon). A disp.: Chicarella, Borsellini, Natale, Fedel. Allenatore: Alessandro Dal Canto. Arbitro: Riccardo Ghinelli di Roma 2. Assistenti: Fabrizio Almanza di Latina e Daniele Tasciotti di Latina. Marcatori: 29’ Errico, 61’ Zerbin, 65’ Camilleri. Note: spettatori 200 circa. Angoli: 15-2 per il Frosinone. Ammonito: 80’ Pampano (V). Recuperi: 1’ pt; 3’ st.

SUL MERCATO: «LA SQUADRA VA INTEGRATA. IL DIRETTORE ANGELOZZI SA COME OPERARE E FARÀ LE COSE AL MEGLIO»

GROSSO: «CI FAREMO TROVARE PRONTI»

M

ister Grosso non fa drammi dopo la sconfitta in amichevole contro la Viterbese. Il tecnico giallazzurro ha parlato nel post gara presso l’area stampa allestita nel piazzale del centro sportivo “Capo I Prati” di Fiuggi: «Siamo in piena preparazione, abbiamo fatto buone cose ed altre sono da migliorare. Lo sapevamo anche prima e lo abbiamo constatato durante. Continueremo a lavorare per cercare di arrivare pronti quando sarà il momento». La squadra ciociara si presenta ai nastri della stagione 2021/22 con un organico rinnovato:

«Come abbiamo detto già all’inizio, prima di partire per il ritiro, abbiamo tanta voglia di dimostrare le nostre qualità. Siamo un gruppo molto rinnovato che va ancora integrato. Stiamo lavorando bene e tanto, oggi a tratti si è visto che eravamo affaticati. Ma è giusto che sia così adesso, abbiamo tante partite in pochi giorni, compresi scontri di un certo livello. Cercheremo di fare del nostro meglio, sapendo bene di avere sempre voglia di non lasciare la posta agli avversari. In questo momento non conta la posta in palio, conta crescere e migliorare per arrivare pronti quando sarà il

momento». Il presidente Stirpe ha parlato di anno di transizione: «Non ragiono nell’arco di un’annata, ragiono giorno dopo giorno. Stiamo lavorando sodo, oggi sicuramente eravamo un po’ sulle gambe però va bene così. Va bene trovare delle difficoltà, va bene cercare di superarle. A tratti ci siamo riusciti, a tratti le abbiamo subìte. Sono tutti spunti che ci serviranno a migliorarci perché abbiamo tanti margini per farlo. Samo un gruppo nuovo che deve conoscersi e cercheremo di farlo il prima possibile perché all’inizio del campionato ci attende subito una grande partita». Chi-

osa finale sul mercato: «La squadra va ancora integrata, c’è tempo per farlo. Siamo un gruppo con tanti ragazzi giovani al proprio interno e siamo contenti di questo. Stiamo lavorando per cercare di migliorarci,

il direttore Angelozzi lo sa meglio di noi e sicuramente farà le cose al meglio per questa squadra. Noi parliamo molto, ci confrontiamo. Sappiamo quello che vogliamo fare e di cosa c’è bisogno. Sono contento dei rag-

azzi che ci sono, sia dei più grandi che dei più giovani. L’impegno nel lavoro è sempre molto grande e questa è la cosa determinante per cercare di migliorarsi durante tutto l’anno». S.P.


VENERDÌ 30 LUGLIO 2021

3

calciomercato-serie b

I DUE CLASSE ’99 ARRIVANO IN CIOCIARIA CON LA FORMULA DEL PRESTITO. NOVAKOVICH PIACE ALLA STELLA ROSSA

UFFICIALI ZERBIN E CHARPENTIER

Antonio VISCA

I

l Frosinone negli ultimi giorni ha acquistato altri due calciatori: Alessio Zerbin e Gabriel Charpentier. L’esterno offensivo, arrivato in prestito dal Napoli, nonostante la giovane età, vanta già una discreta esperienza tra i professionisti, con più di 80 presenze (e 8 gol) in Serie C divise con le maglie di Viterbese, Cesena e Pro Vercelli. Proprio nell'ultima stagione con i piemontesi, il classe ‘99 ha fatto vedere le sue cose migliori. Zerbin può giocare su entrambi i lati in un attacco a 3. Destro naturale, le sue caratteristiche principali sono la velocità e l'uno contro uno. Dopo pochi minuti dall'ufficialità di Zerbin, è arrivata anche quella di Gabriel Charpentier, attaccante di proprietà del Genoa. Il calciatore classe 1999 arriva in Ciociaria con la formula del prestito con diritto di riscatto e contro-riscatto.

Nonostante la mole (188 cm di altezza) il francese ha tra le sue caratteristiche migliori anche la velocità. Charpentier dopo aver fatto molto bene nella prima parte della stagione 19/20 con l'Avellino

(15 presenze e 6 gol) ha subito diversi infortuni che, nell'ultima annata con le maglie di Reggina prima e Ascoli poi, lo hanno costretto a disputare solo 70 minuti in tutta la stagione. Sul fronte uscite, ancora

I CANARINI APRIRANNO LA B VENERDÌ 20 AGOSTO CONTRO IL PARMA

V

IL FROSINONE INAUGURA CAMPIONATO E VAR

ia libera ufficiale al Var in Serie B a partire dall’inizio del prossimo campionato: nella stagione 2021/2022, infatti, verrà introdotta la tecnologia anche nel campionato cadetto. Ad affermarlo è stato qualche giorno fa il segretario generale della Figc Marco Brunelli, che nella sua informativa durante il consiglio di Lega ha annunciato che è stata completata la formazione degli arbitri Var e Avar per attivare la tecnologia anche nel campionato di Serie B. Di conseguenza, il consiglio ha approvato all'unanimità la delibera che certifica l'utilizzo del Var dalla prima giornata della stagione 202122. Proprio il Frosinone inaugurerà la tecnologia di supporto agli arbitri. La Lega Serie B, infatti, ha ufficializzato date e orari delle prime due giornate cadette. Sarà proprio il match tra il Frosinone di Fabio Grosso ed il Parma di Gianlu-

nessuna offerta concreta per gli esuberi Krajnc, Ardemagni, D’Elia, Tabanelli e Trotta. Proprio quest’ultimo sembra il calciatore con più mercato, anche se ancora non è pervenuta nessuna offerta ufficiale

ma solamente piccoli sondaggi da parte di Avellino, Cosenza e Palermo. Su Krajnc, invece, è sempre vigile il Fortuna Dusseldorf. Qualche giorno fa il direttore canarino Guido Angelozzi,

in un’intervista rilasciata a Sky, ha rivelato che la Stella Rossa di Belgrado sembrerebbe interessata ad Andrija Novakovich. Da qui ai prossimi giorni sono attesi sviluppi in merito.

CALCIOMERCATO FROSINONE STAGIONE 2021/22 ACQUISTI: Federico Ravaglia (p – Bologna, prestito), Victor De Lucia (p – FeralpiSalò, svincolato), Federico Gatti (d – Pro Patria, definitivo), Lukas Klitten (d – Aalborg, definitivo), Luka Koblar (d – NK Maribor, definitivo), Hamza Haoudi (c – Livorno, svincolato), Alexander Satariano (a – St. Andrews FC, svincolato), Alessio Zerbin (a - Napoli, prestito), Gabriel Charpentier (a - Genoa, prestito). CESSIONI: Francesco Bardi (p – Bologna, definitivo), Giuseppe Marcianò (p – Monterosi Tuscia, prestito), Thomas Vettorel (p – Carrarese, prestito), Alessandro Iacobucci (p – svincolato), Lorenzo Ariaudo (d – svincolato), Marco Capuano (d – svincolato), Alessandro Salvi (d – svincolato), Luigi Vitale (d – svincolato), Riccardo Baroni (d – rescissione consensuale), Francesco Verde (d – rescissione consensuale), Mattia Tonetto (d – Monterosi Tuscia, prestito), Andrea Errico (c – Viterbese, prestito), Michele Volpe (a – Viterbese, prestito), Piotr Parzyszek (a – MKS Pogon Szczecin, prestito), Hide Vitalucci (a – Pergolettese, prestito), Pierluca Luciani (a – Monterosi Tuscia, prestito). Legenda: Giocatore (ruolo – squadra di provenienza, formula)

igi Buffon ad inaugurare la stagione 2021/2022. La gara si giocherà venerdì 20 agosto alle ore 20:30 al Benito Stirpe.

La seconda giornata, invece, vedrà i giallazzurri sfidare in trasferta il Vicenza sabato 28 agosto alle ore 18:00.


4

IL CALENDARIO

VENERDÌ 30 LUGLIO 2021

X: da definire in base alla posizione del ChievoVerona. In caso di mancata ammissione, il suo posto sarà preso dal Cosenza.


VENERDÌ 30 LUGLIO 2021

basket

5

LA VIRTUS ANNUNCIA L'ARRIVO DI DIVERSI GIOVANI, MA ECCO LA CONFERMA ANCHE DI UNALTRO SENATORE

DOPO LESTINI ECCO TEGHINI

T

empo di nuovi arrivi ma anche di conferme importanti in casa Virtus Cassino. Nei giorni scorsi abbiamo raccontato della prima conferma, quella di Federico Lestini e delle firme dell'ala Uchenna Ani e del centro Keller Cedric Ly-Lee. Ultimi due colpi, invece, l'arrivo di Eric Visentin e l'ufficializzazione della permanenza a Cassino di Michael Teghini. Michael Teghini, in forza già dalla scorsa stagione nelle fila del club della città martire, vestirà per i prossimi 3 anni ancora la maglia delle ‘V’ cassinati. «Una scelta semplice commenta il presidente della Virtus, Leonardo Manzari - Abbiamo deciso, insieme all’area tecnica e all’area sportiva, di sviluppare un roster e una programmazione fondata innanzitutto su un perno per noi fondamentale: Mike (Teghini, ndc). Le fortune e le sorti della nostra formazione, adesso, sono nelle mani sue, nonché nostro prossimo capitano, e di Federico Lestini, i due ‘veterani’ e chiocce che abbiamo individuato sin dalla scorsa annata agonistica, e, secondo

le nostre previsioni, capaci di guidare i nostri giovani prospetti a migliorare e crescere. Con il ragazzo ci siamo sentiti per tutta l’estate, sa della fiducia che la società ripone in lui, e di fronte ad un contratto in scadenza il prossimo anno, abbiamo subito avanzato al suo entourage la volontà di prolungarlo per altre due stagioni. Abbiamo raggiunto, dunque, questo accordo con reciproca soddisfazione delle parti, e non vediamo l’ora di rivedere Mike in campo. È un ragazzo sincero, un professionista esemplare e dal cuore d’oro. Siamo convinti che, insieme, possa avere inizio un ciclo di vittorie,

che possa, speriamo, non esaurirsi con la fine del contratto, ma che vada ben oltre. Lo scorso anno ha dato dimostrazione, solamente in parte, di ciò che è capace. Siamo convinti che possa fare, anche lui, ancora meglio. Io, insieme al mio staff, crediamo davvero tanto in lui, e siamo soddisfatti della scelta che abbiamo deciso di prendere». «Sono molto soddisfatto per questo rinnovo - commenta Teghini Desidero ringraziare il Presidente e tutta la società per la fiducia in me riposta. Questi ulteriori 3 anni di contratto, sono la dimostrazione che il nostro è un rapporto solido, di stima reciproca

e destinato a durare a lungo nel tempo. Sarò, inoltre, anche il capitano, e di questo ne sono veramente felice. È un ruolo che mi responsabilizza e che cercherò di svolgere al meglio per aiutare i miei compagni. Sono carico, pronto e fortunato di far parte di questo coraggioso progetto tecnico, sportivo e strutturale a cui la società ha voluto dar vita: un roster giovane, talentuoso, senza dimenticare la costruzione del nuovo palazzetto, una grandissima ambizione del club che pian piano sta prendendo forma. Sono davvero felice di trascorrere questa parentesi di vita sportiva a Cassino. Non

vedo l’ora di allacciare gli scarpini e di iniziare questa nuova stagione che si preannuncia, senza dubbio, difficile, ma, allo stesso tempo, emozionante ed entusiasmante». Oltre a Teghini, poi, è stato ufficializzato l'acquisto di Eric Visentin, in forza lo scorso anno alla Real Sebastiani Rieti. Per Visentin due anni di contratto. A parlare di Visentin il Ds Alberto Manzari: «Anche Eric rappresenta una nostra prima scelta e un profilo da noi seguito per tutta la scorsa stagione. Abbiamo prospettato a lui e al suo entourage un’importante prospettiva di crescita,un percorso di due anni con un ruolo di

primo piano nel nostro nuovo progetto tecnico. L’ingaggio di Eric, testimonia la bontà delle nostre intenzioni: costruire una squadra giovane con alcuni dei migliori prospetti del panorama nazionale con l’obiettivo di puntare ai posti più alti possibili della graduatoria. Sono convinto che lo staff saprà lavorare in maniera ottima con tutti loro, mettendoli nella condizioni di performare nella maniera più idonea possibile alle ambizioni che come club abbiamo. Da parte di tutta la società, un caloroso ‘in bocca al lupo’ ad Eric per questa sua nuova esperienza all’ombra dell’abbazia». C.C.

SUCCESSO PER IL PRIMO TROFEO 3VS3 ALLA MEMORIA DI SERGIO LONGO. SABATO ANCHE IL MEMORIAL D'ALIESIO

GRANDI EVENTI PRESSO IL CAMPO ALL’APERTO D omenica 25 luglio nell’incantevole scenario del nuovo campo da basket costruito a tempi di record presso il parco Adventurland di Cassino, si è concluso il primo trofeo 3 vs 3 dedicato alla memoria del presidentissimo Sergio Longo. Tante le formazioni che si sono scontrate a viso aperto per aggiudicarsi il torneo. Alla fine dopo tante gare equilibrate nella finale si sono imposti i ragazzi della formazione All you can eat, composta da Ausiello, De Pippo e De Francesco, che hanno battuto gli avversari del team Movimento 5 falli formato da Izzo, Pagano, Lena con il punteggio 71-57 Sabato 24 invece sempre sullo stesso parquet si è

disputato il memorial dedicato allo sfortunato atleta del basket Cassino Domen-

ico D’Aliesio, scomparso in maniera tragica agli inizi degli anni 90 ma mai dimenticato

dalla dirigenza e soprattutto dai suoi vecchi compagni che, ogni anno lo hanno voluto de-

gnamente ricordare. Alle presenza di un buon gruppo di sportivi si sono affrontati senza esclusione di colpi gli amici di Domenico tra cui Gianni Fionda, Andrea Cavaliere, Luigi Pagano, Claudio Francioni, Pino Valente, Oreste Vassalli Pier Paolo Colagiacomo, che coadiuvati da alcuni giovani del vivaio del basket Cassino, hanno dato vita a momenti di sport intenso e di profonda commozione. A far da cornice a questa bella manifestazione, che la nostra società ogni anno ripropone per non dimenticare i suoi figli, anche la famiglia di Domenico con in testa il papà Marcello ancora provato dopo tutti questi anni da un dolore profondo e incancellabile. Domenico sempre con noi della grande famiglia del basket Cassino.


PAGINA 6

30 LUGLIO 20201


VENERDÌ 30 LUGLIO 2021

SPORT VARI

7

CALCIO - PROSEGUE IL LAVORO DEL PRESIDENTE ROSSOBLU GIANLUCA MASI SUL SETTORE GIOVANILE

CECCANO, LA JUNIORES A LIBURDI

I

l Ceccano Calcio 1920 è lieta di annunciare di aver raggiunto l’accordo con Giovanni Liburdi per la guida tecnica del gruppo della juniores. Il club del presidente Gianluca Masi sta continuando il grande lavoro sul proprio settore giovanile, anche grazie all'affiliazione con la Totti Soccer Academy e con la stretta collaborazione con il Ceccano Academy. Un percorso concretizzato con la scelta di Liburdi come tecnico della juniores. “Accogliamo a braccia aperte mister Liburdi.” - dichiara Gianluca Masi - “Un profilo importante e che conosce bene l'ambiente, vista la sua lunga militanza con i colori rossoblù. Da subito c'è stata intesa sul progetto di valorizzazione dei giovani ceccanesi e confidiamo nella sua lunga esperienza ceccanese per la realizzazione di quanto ci siamo prefissati”. Il tecnico Giovanni Liburdi esprime la sua soddisfazione per l’importante incarico ricevuto dalla società.

ACCOLTO IL RICORSO DELLA SOCIETÀ CON A CAPO SILVIA PARENTE

L'ASSITEC VOLLEYBALL UFFICIALMENTE IN A2

“Ho accettato con piacere la proposta del presidente e della dirigenza, dopo aver parlato del progetto che ho trovato molto valido. È chiaro l’indirizzo della valorizzazione dei giovani di ceccano affinché anche in prima squadra arrivino tanti giovani in rosa. Il mio compito sarà quello di preparare i ragazzi a fare il salto dalla juniores alla prima squadra, e l’obiettivo è quello di vederne il più possibile giocare in promozione. Sono ceccanese e per tanti anni ho vestito la

maglia rossoblu, quindi credo fortemente nel progetto di un Ceccano Calcio composto da tanti giovani della nostra città. Una squadra di giovani ceccanesi che può portare a riempire nuovamente le gradinate del Popolla, come qualche anno fa stagioni in cui, indipendentemente dalla categoria, i tifosi venivano a sostenere noi calciatori ceccanesi”. Liburdi parla anche di strutture e dell’accordo con il Ceccano Academy: “faccio un appello al comune e

a chiunque possa dare una mano, affinché si trovi una soluzione per permettere alla nostra società di fare calcio in maniera idonea. È fondamentale creare delle strutture che ci permettano di impostare un lavoro di qualità anche per il prossimo futuro, viste anche le condizioni critiche del Popolla. Sono molto contento anche dell’accordo con il Ceccano Academy, che certamente garantirà uno sviluppo sempre maggiore del settore giovanile ceccanese”.

CALCIO - INGAGGIATO IL BOMBER CLASSE '96 DANIEL ROSSI PROVENIENTE DALL'UNIPOMEZIA

IL SORA AFFIDA LA GUIDA TECNICA A LUCA CAVALLO

L'

A.S.D. Sora Calcio 1907 ufficializza l'approdo sulla panchina bianconera del tecnico Luca Cavallo nella scorsa stagione nell'Eccellenza siciliana sulla panchina della Pro Favara che si trovava nelle primissime posizioni prima dello stop per Covid e della successiva scelta della società di non riprendere le attività a marzo. Nativo di Rossiglione (Ge), 48 anni, Il tecnico ligure è stato un calciatore di primissimo livello, bandiera del Genoa ai tempi del bomber cecoslovacco Skuhravy e quasi 300 partite tra serie A e serie B con le maglie tra le altre di Perugia, Monza, Cagliari, Siena, Pescara, Spal e Ternana, e da tecnico vanta trascorsi nel settore giovanile della Virtus Entella, nel Rivasamba (Eccellenza) e nella seconda divisione greca sulla panchina del Panileiakos. Tecnico preparato e capace

di trasmettere la propria passione e le proprie idee è in possesso della qualifica UEFA A ed ha sempre un occhio di riguardo per i giovani ed è stato responsabile a livello nazionale dell'Udinese Academy. Il neo tecnico bianconero sarà affiancato da uno staff di comprovato valore per la categoria. Il suo collaboratore sarà il fido scudiero Cassio Medeiros di origine brasiliana e che lo segue dopo le esperienze comuni alla Pro Favara

e nell'Udinese Academy, confermatissimo il preparatore atletico e sorano doc Carlo Capobianco, mentre il ruolo di preparatore dei portieri sarà ricoperto dal ritorno di Vittorio Mollo già in bianconero in serie D nelle stagioni 2013/2014 e 2014/2015 e con importanti esperienze in piazze come Latina, Fondi e Cassino. Da segnalare anche l'ingaggio del bomber classe '96 Daniel Rossi proveniente dall'Unipomezia con cui è approdato in serie D nell'ul-

tima stagione. Attaccante romano, fisicamente strutturato visto il suo metro ed ottantacinque, può giocare come prima o seconda punta ed è dotato di un mancino potente e preciso. Nelle ultime 3 stagioni ha vinto 2 volte l'Eccellenza laziale risultando uno degli attaccanti più prolifici del primo campionato regionale laziale con le maglie di UniPomezia (6 gol in 14 partite) e Nuova Florida nella stagione 2018/2019 laureandosi capocannoniere con i suoi 23 centri in 29 partite ed una Coppa Italia Regionale sempre con la maglia ardeatina. Ha mosso i primi passi in serie D con le maglie di Ostia Mare e San Cesareo, prima di consacrarsi in Eccellenza al Fregene ed al Città di Cerveteri ed esplodere con la maglia del Team Nuova Florida con cui ha disputato anche la storica stagione 2019/2020 in serie D culminata con la salvezza.

L'

Assitec Volleyball prenderà parte al Campionato Nazionale di Pallavolo Femminile Serie A2. Sarà l’unico team del Lazio che parteciperà al torneo e il secondo in assoluto incluso negli elenchi della Lega Serie A per la stagione 2021/2022. La società della presidente Silvia Parente aveva presentato domanda di ammissione dieci giorni fa ma la Lega aveva rigettato la sua iscrizione, ora accolta grazie al ricorso presentato la scorsa settimana. Un sogno quella della Serie A che l'Assitec aveva accarezzato anche nella scorsa stagione, che però si era infranto ai quarti di finale dei play off per la promozione. Un sogno che ora però è diventato realtà grazie alla caparbietà di una società che ha voluto ulteriormente alzare l'asticella e mettersi in gioco, senza fronzoli, nell'olimpo della pallavolo che conta. «Come previsto da Regolamento, - spiega la nota ufficiale della Lega Serie a Pallavolo Femminile - il Giudice di Lega ha provveduto a depositare in Lega le proprie decisioni in merito ai ricorsi presentati, accogliendo le richieste di Pallavolo Pinerolo, Polisportiva Libertas Martignacco, Volley Hermaea Olbia e Assitec Volleyball Sant’Elia, i quali, fermati in prima istanza per mancanze relative al campo di gioco, hanno provveduto a indicare un campo di gioco alternativo che possiede tutti i requisiti indicati nel Regolamento Organico di Lega». «E' una grande soddisfazione - ha spiegato, invece, l'energica presidente Silvia Parente - ora a tutti noi l'arduo compito di portare in alto i valori sportivi ed etici di un territorio che non è secondo a nessuno e che meritava di essere rappresentato tra le eccellenze della pallavolo femminile italiana. Lavoreremo duro per non sfigurare e di certo non lo faremo, per continuare lo straordinario percorso sportivo e umano che ci ha permesso di conquistare 8 promozioni in 16 anni». M. Tong


12

VENERDÌ 11 GIUGNO 2021

Profile for tusport.redazione

TU NEWS n. 229  

TU NEWS n. 229  

Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded