Page 1

N. 186 - Venerdì 28 Febbraio 2020

PASSIONE PER L'INFORMAZIONE

TESTATA GIORNALISTICA SETTIMANALE della provincia di FROSINONE iscritta al Roc al N. 23884 Direttore Responsabile: Marco Ceccarelli Redazione: Tel. 393 6239680 - tunews.redazione@gmail.com Editore: Globalpress S.r.l. - P. Iva 02714820590 globalpress.amministrazione@gmail.com Stampa: Centro Offset Meridionale s.r.l. - Caserta Tiratura media 6.000 copie

www.tunews24.it

SPETTACOLO FROSINONE

€ 0,70

GRATUITO - Edizione lancio

La sede dell'ex Banca d'Italia acquistata dal Comune: tra storia e operazione finanziaria

NELLE SABBIE MOBILI PAGINA 2

L'INDAGINE CONGIUNTURALE DI FEDERLAZIO SULLE PMI EVIDENZIA LA STAGNAZIONE ECONOMICA L'ASSOCIAZIONE DI CATEGORIA: SOLAMENTE UN EFFETTO SHOCK POTREBBE RILANCIARE LE AZIENDE CIOCIARE FROSINONE

Allarme Coronavirus Tavolo tecnico dei sindaci PAGINA 2

FERENTINO

Al Filetico la pietra d'inciampo data in dono dal Ministero PAGINA 7

ISOLA DEL LIRI

INTANTO IL PRESIDENTE DELL'ASI DI FROSINONE FRANCESCO DE ANGELIS TRACCIA LA ROTTA PER IL FUTURO E PROMETTE INVESTIMENTI MA ANCHE LA SBUROCRATIZZAZIONE NEL RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI ALATRI

PAGINA 9

Topi nella ex "Dante Alighieri" Ordinata la chiusura fino a domani

CEPRANO

PAGINA 10

Centinaia di bambini in piazza per la due giorni di Carnevale

Città Creative Unesco 2021 Avanzata la candidatura PAGINA 11

VEROLI

PAGINE 13-14-15-16

Premio alla Memoria 2020 Successo per la seconda edizione


2

frosinone e provincia

A

nche la provincia di Frosinone si mobilita per l’emergenza Coronavirus. Nonostante, infatti, non ci siano casi accertati nel territorio, le massime istituzioni e l’Azienda sanitaria locale hanno predisposto le misure per prevenire e gestire l’eventuale diffusione del virus Covid-19. IERI IL TAVOLO Nel pomeriggio di ieri, in-

VENERDÌ 28 FEBBRAIO 2020

DOPO IL SUMMIT DI DOMANI VERRANNO DIFFUSE LE LINEE GUIDA GENERALI

Coronavirus, ieri tavolo operativo alla Asl Sabato la conferenza dei sindaci

fatti, si è tenuto un incontro operativo, convocato dalla Prefettura, dopo l’emanazione dell’ordinanza da parte del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. Il tavolo, al quale sono state invitate tutte le autorità del territorio, è servito a presentare le linee guida della campagna operativa

predisposta dal sistema sanitario regionale. LA DECISIONE Nella giornata di sabato 29 febbraio, alle ore 9, invece, è stata convocata la conferenza sanitaria dei sindaci, in attesa del decreto del Governo, in via di emanazione, sulla prevenzione della diffusione

del Covid-19. I sindaci, infatti, chiedono indicazioni e, soprattutto, un coordinamento informativo e metodologico per evitare di andare in ordine sparso. Ecco perché è stato ritenuto opportuno un confronto con le massime autorità sanitarie e tecniche della Asl, sotto il coordinamen-

to del direttore generale, Stefano Lorusso, e del presidente della conferenza dei sindaci, Nicola Ottaviani, per evitare anche

fake news ed attività in ordine sparso che rischiano di ingenerare confusione nella potenziale utenza sanitaria.

IL COMUNE DI FROSINONE HA ACQUISTATO IL PALAZZO DELLA BANCA D'ITALIA CON LA FORMULA DEL 'RENT TO BUY'

Riscatto cittadino lungo 76 anni

L'immobile, nato come delegazione apostolica, ospitò la gendarmeria pontificia e i Carabinieri reali Dario FACCI

"I

l Sindaco ha comprato la Banca d’Italia senza soldi!”. Una battuta che nel dissacrante Carnevale frusinate ci sta tutta ma la realtà non si discosta poi di molto. Il Comune di Frosinone, infatti, ha trovato il modo di entrare in possesso per dieci anni e poi di acquisire la proprietà dello storico Palazzo Munari, cioè lo stabile ottocentesco che fino al 2008 era stato la sede della Banca d’Italia nel capoluogo ciociaro. Quando fu costruito, nel 1854 e posto a pochi metri dalla rocca di Frosinone, sede della Delegazione Apostolica, ospitava la Gendarmeria pontificia. Poi divenne sede dei reali Carabinieri. L’immobile presenta una superficie totale di 3.468,46 mq, di cui 1631 per locali, 429 per abitazioni, 268 per archivi. Si tratta di un palazzo di grande pregio e finalmente, va detto, Fro-

■■■

IN BASSO UNA FOTO STORICA, A DESTRA IL PALAZZO AI GIORNI NOSTRI

sinone torna ad avere una sede municipale degna del nome. Il palazzo comunale di Frosinone, molto bello, si trovava infatti in piazza della Libertà, ma i bombardamenti al termine della seconda guerra mondiale lo hanno completamente raso al suolo, come poco meno del 90% di Frosinone. Sono trascorsi la bellezza di 76 anni prima che Frosinone tro-

vasse riscatto da quel terribile momento. Ma come ci sono riusciti Ottaviani e il suo assessore alle Finanze Riccardo Mastrangeli alle prese con un ente di risanamento e dunque impossibilitato a chiedere un centesimo di prestito? Tirando fuori dal cilindro su consiglio degli uffici finanziari del’Ente, un meccanismo che si chiama “rent to buy”, cioè “Affit-

tare per comprare”. In sostanza, per dieci anni ancora, quello stabile resterà di proprietà della Banca d’Italia con tutti i costi di manutenzione ordinaria e le tasse. Il comune pagherà un canone annuale ed entrerà nella piena proprietà del bene solo dopo il completo pagamento della cifra pattuita. Ecco come nel dettaglio: l’opzione prevede l’acquisto entro

la fine del nono anno dalla stipula, con un prezzo di vendita pari a 1.650.000 euro, per un canone annuo di 153.000 euro. L’acconto (del 77,10%) è fissato a 117.963 all’anno; godimento (22.90%) a 35.037 euro all’anno. Saldo prezzo di 470.370 euro al rogito per un totale, in caso di opzione acquisto al decimo anno, di 2.000.370 euro; totale trattenuto, in caso di mancata opzione di acquisto al decimo anno, 1.176.111 euro (canoni godimento in aggiunta al 70% delle quote versate in acconto, 82.574,10 euro all’anno). Da un punto di vista della contabilità economico-patrimoniale del Comune, l’operazione sarà contabilizzata in affitti passivi per la “quota di godimento” e in debito verso Banca d’Italia per la quota di “acconto prezzo”. In contabilità finanziaria, entrambe le poste, a natura ricorrente, saranno contabilizzate negli affitti passivi, con storno in sede di contabilità economica

patrimoniale della parte riferita all’acconto in conto prezzo. Ai fini dell’opzione finale di acquisto, il Comune dovrà procedere ad accantonare le quote necessarie per un eventuale riscatto calcolato in un decimo del prezzo finale, fermo restando l’indicazione delle risorse finanziarie in tale lasso di tempo necessarie per tale acquisizione, che prevede anche la vendita o la messa a rendita dei beni di proprietà comunale liberati dal trasferimento nella nuova sede. C’è chi sostiene che non sia un buon affare. Pignoli! La convenienza c’è eccome ma non è questo il punto. Frosinone guadagna in prestigio e in identità, finalmente. A proposito, i socialisti dicono da anni che il comune sarebbe dovuto andare in quel palazzo. “Perché non lo avete comprato quando eravate al governo?” gli hanno contestato alcuni stolti. La risposta è semplice: all’epoca quel palazzo non si poteva comprare.


VENERDÌ 28 FEBBRAIO 2020

frosinone e provincia

3

LA FEDERLAZIO HA PRESENTATO LA CONSUETA INDAGINE CONGIUNTURALE SULLO STATO DI SALUTE DELLE IMPRESE CIOCIARE

Pmi tra stagnazione e recessione

L'associazione sollecita la riduzione della pressione fiscale e un piano di grandi investimenti

L

a Federlazio ha presentato la consueta Indagine Congiunturale sullo stato di salute delle Pmi della provincia di Frosinone riferita al secondo semestre 2019. Svolta su un campione rappresentativo di imprese associate, è stata illustrata nel corso di una conferenza stampa. Presenti Carlo Baldassini di Arken, il Ceo di Seeweb Antonio Baldassarra e il presidente del consorzio Asi, Francesco De Angelis. L’INTERVENTO “Nessun altra parola che non sia “stagnazione”, “immobilità” o “recessione” riesce a dare il senso di questo lungo, apparentemente interminabile ciclo attraversato dal sistema produttivo della nostra provincia e in particolare dal tessuto delle Pmi. Le nostre analisi di questi ultimi semestri – ha detto Baldassini – ripropongono immutabilmente una lettura dello stato di salute dell’economia locale sostanzialmente monocorde, dove diventa arduo rinvenire apprezzabili mutamenti da un semestre all’altro”. L’ANALISI “Quanto emerge dalle risposte degli intervistati in relazione ai principali indicatori esaminati – ordinativi, fatturato, produzione, investimenti – non lascia spazio ad incertezze interpretative, ma concorre coerentemente a stilare una diagnosi piuttosto impietosa dell’economia locale, dove naturalmente non mancano pure le eccezioni che sono da valorizzare, difendere e sostenere”. “C’è solo da aggiungere – non che questo sia confortante però – che tale quadro non rappresenta un’anomalia locale, ma risulta purtroppo in linea con quanto sta accadendo a livello regionale e nazionale, dove i dati sulla crescita e le stime previsionali lasciano pochi spiragli a sentimenti di ottimismo. Il che fatalmente si riverbera sul piano provinciale: sarebbe ben difficile, del resto, immaginare un’isola felice quando tutto il mare intorno è in tempesta”. L’APPELLO “Appare ormai evidente che in assenza di uno shock – che potrebbe essere innescato, solo per fare qualche esempio, da una sensibile riduzione della pressione fiscale o da un piano di grandi investimenti pubblici su alcuni nodi cruciali di questo paese, come

ad esempio l’energia e infrastrutture materiali e immateriali, o da una combinazione dei due interventi – sarà piuttosto difficile che possa esservi una decisa ripartenza della economia nazionale tale da trasmettere i suoi effetti anche sui singoli territori. Quegli interventi sarebbero

fondamentali anche per tutto il sistema delle Pmi, le quali, sia nel loro ruolo di fornitori delle grandi imprese, sia come soggetti presenti autonomamente sul mercato, potrebbero agganciare la eventuale ripresa e a loro volta rimbalzarla sul resto del sistema circostante. Che è esattamente

quello di cui tutti abbiamo bisogno”. “La delibera della Regione Lazio di martedì scorso, che ha stanziato 3,4 milioni di euro per interventi infrastrutturali nell’area di crisi complessa di Frosinone, è senz’altro un’ottima notizia che va nella giusta direzione e che potrebbe

rappresentare un importante contributo a imprimere quella scossa che tanto serve oggi al sistema imprenditoriale. Ma noi dobbiamo essere sempre consci del fatto che l’afflusso di risorse finanziarie sul territorio è indubbiamente condizione necessaria, ma purtroppo non sufficiente”.

SEMPLIFICAZIONE, TEMPI CERTI E AUTORIZZAZIONE UNICA PER LE IMPRESE, DE ANGELIS: DALLE PAROLE AI FATTI

L'impegno del presidente Asi

L

a sede è quella di Federlazio a Frosinone. L’occasione è topica: la conferenza stampa per commentare i risultati dell’indagine congiunturale sulle piccole e medie imprese della provincia di Frosinone condotta dalla stessa associazione. Con il presidente del Consorzio Asi, al tavolo de relatori, Carlo Baldassini di Arken e il Ceo Seeweb Antonio Baldassarra. Entrambi hanno sollecitato interventi concreti per la provincia di Frosinone. È in questo contesto che Francesco De Angelis ha puntato l’attenzione sulla situazione attuale delle imprese ma, al tempo stesso, fornito una speranza per il futuro, “nel quale – ha detto – alle parole dovranno sostituirsi i fatti”.

sull’autorizzazione unica ed è in questa direzione che muove i suoi passi il futuro consorzio regionale. Nel progetto del Consorzio unico, infatti, per il quale abbiamo lavorato in sinergia con la Regione Lazio, abbiamo approvato un provvedimento importante per la legge di bilancio che può segnare una svolta: l’autorizzazione unica sugli investimenti superiori ai cinque milioni di euro. È un punto importante perché questo significa contenere in un’unica autorizzazione tutti i pareri necessari per poter realizzare un progetto”. “La norma – ha proseguito il presidente del Consorzio Asi – è stata approvata e ora dobbiamo lavorare per renderla attuativa. Dico di più: il Consorzio regionale farà da supporto alla Regione nel supporto delle pratiche, sì da mettere concretamente in campo lo snellimento burocratico per accorciare i tempi degli investimenti e delle imprese. Non avremo più decine e decine di pareri che, di fatto, significano decine e decine di passaggi in altrettanti uffici: avremo un parere unico e un unico ufficio. L’impresa non può restare appesa e, in questo senso, dobbiamo anche riconsiderare la valenza del silenzio-assenso”.

IL NODO DELLA TEMPISTICA “La prima sfida che noi dobbiamo vincere con gli altri paesi – ha detto De Angelis – è quella dei tempi: noi dobbiamo ridurli perché quelli delle imprese e della pubblica amministrazione non sono gli stessi della politica, che può stare a discutere a lungo, l’impresa no. Ha bisogno di tempi certi per mettere a frutto i suoi investimenti e realizzare il suo progetto. Non basta più soltanto parlare di snellimento e semplificazione: dobbiamo chiederci cosa facciamo concretamente per risolvere questo problema. Innanzitutto dobbiamo semplificare, snelliLA RIVOLUZIONE DEL CONSORZIO re, dare tempi certi: l’incertezza è il nemico più REGIONALE: UNA NUOVA MISSION temibile per chi vuole fare impresa”. Torna indietro nel tempo, De Angelis, sottolineando come ora sia il momento di cambiare LA SVOLTA DELL’AUTORIZZAZIONE UNICA rotta: “Il consorzio nasce ai tempi della Cassa “Una soluzione – ha continuato – sarà la norma del Mezzogiorno, a quasi sessant’anni dall’isti-

tuzione, è necessario ripensare alle sue funzioni, affinché sia utile al territorio. Oggi la mission dei Consorzi è limitata e superata: serve una rivoluzione. La costituzione del Consorzio regionale, che si sostituisce ai cinque Consorzi industriale, significa non solo razionalizzare ma affrontare anche il tema della loro funzione: incentivi alle imprese, internazionalizzazione, attrazione d’investimenti, aree produttive ecologiche attrezzate (Apea), gestione dei fondi strutturali”. Il potere attrattivo della bellezza Quindi il richiamo alla ‘grande bellezza’ di Paolo Sorrentino per utilizzare questo concetto a favore dei luoghi dove insistono le aree industriali: “Anche la bellezza – ha detto – avrà un potere attrattivo: dobbiamo curare di più le aree industriali, con spazi verdi, segnaletica adeguata, piantumazione di tanti nuovi alberi. Penso che dovremmo coinvolgere l’Accademia delle Belle Arti, una realtà culturale da esaltare”. I SITI DISMESSI E LA REINDUSTRIALIZZAZIONE Ultimo passaggio quello sul gran numero di siti dismessi, che da anni gravano sull’area industriale: “quei siti – ha fatto notare De Angelis – non possono restare come sono oggi, ovvero un fardello sulla nostra economia e sul nostro paesaggio. Ma quei siti possono essere reindustrializzati, grazie a investimenti importanti – vedi i 3,4 milioni di euro appena deliberati dalla Regione”. “Su questa strada andremo avanti e altri interventi seguiranno nei prossimi mesi. Faremo un grande lavoro sulle infrastrutture e sulla viabilità per rendere più attrattivo e competitivo il territorio e le imprese. E a breve – ha concluso – ci sarà anche una grande sorpresa.


PAGINA 4

28 FEBBRAIO 2020


VENERDÌ 28 FEBBRAIO 2020

5

frosinone e provincia

L'AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE VARA UN PIANO PER L'ADEGUAMENTO SISMICO DEGLI ISTITUTI CIOCIARI

Scuole, pioggia di investimenti

Sono quattordici i plessi interessati per un investimento totale di ben 5 milioni di euro

I

nterventi per le verifiche di vulnerabilità sismica e progettazione, adeguamento delle strutture alle norme antisismiche: la Provincia di Frosinone ha ottenuto numerosi finanziamenti per le scuole superiori del territorio. Sono 14 gli istituti che saranno oggetto di verifiche sulla vulnerabilità sismica e relativa progettazione per un importo totale di quasi 5 milioni di euro: l’Itas di Alvito, l’Istituto ‘Nicolucci’ di Isola del Liri, il liceo scientifico di Frosinone, il liceo classico ‘Carducci’ di Cassino, l’Istituto magistrale di Frosinone, il liceo classico ‘Norberto Turriziani’ di Frosinone (per edificio e palestra), l’Istituto magistrale di Alatri, l’Itis e l’Istituto Psicopedagogico di Pontecorvo, il liceo classico ‘Martino’ Filetico di Ferentino, l’Istituto Alberghiero di Fiuggi, l’Istituto Psicopedagogico scientifico ‘Sulpicio’ di Veroli, il liceo socio psicopedagogico ‘Vincenzo Gioberti’ di Sora e il Liceo classico scientifico di Arpino. A questi si aggiungono altri due istituti che sono stati inseriti in elenco: l’Istituto ‘Cesare Baronio’ di Sora (finanziato sia per l’edificio scolastico sia per la palestra) e l’Istituto ‘Tulliano’ di Arpino. I FINANZIAMENTI PER L’ADEGUAMENTO SISMICO Ulteriori 8 i finanziamenti chiesti e ottenuti dall’Amministrazione provinciale dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento Casa Italia per interventi di adeguamento antisismico. Questi gli istituti d’istruzione superiore nei quali saranno effettuati lavori finalizzati ad adeguare le strutture scolastiche alle norme vigenti in materia di sicurezza e relativi requisiti antisismici: l’Istituto ‘San Benedetto’ di Cassino (4.023.171,68 euro), l’Istituto ‘Cesare Baronio’ di Sora (2.700.000 euro); il Liceo

■■■

A LATO L'INGRESSO DEL PALAZZO DELLA PROVINCIA DI FROSINONE; SOTTO DA SINISTRA IL PRESIDENTE ANTONIO POMPEO CON IL CONSIGLIERE MASSIMILIANO QUADRINI E IL CONSIGLIERE ALESSANDRA SARDELLITTI

CONCORSO AUTO STORICHE L’Accademia in visita alla collezione di auto Marignani

I

classico ‘Vincenzo Simoncelli’ di Sora (5.099.034,40 euro); l’Istituto ‘Tulliano’ di Arpino (2.969.197,63 euro); l’Ipsia ‘Righi’ di Cassino (1.122.897,17 euro); l’IIS Brunelleschi-Da Vinci di Frosinone (1.715.347,57 euro); il Liceo pedagogico ‘Varrone’ di Cassino (2.835.000 euro) e l’Istituto Omnicomprensivo di Alvito (3.298.884,26 euro). Oltre a questi, per il 2019, sono stati già accordati finanziamenti per interventi di adeguamento antisismico all’Istituto professionale ‘Luigi Angeloni’ di Frosinone (2.495.000 euro) e all’IIS ‘Vincenzo Gioberti’ di Sora (4.417.512, 34 euro). LE DICHIARAZIONI DI POMPEO, QUADRINI E SARDELLITTI “Continua la nostra azione di ricognizione, verifica e intervento – dicono il presidente della Provincia di

Frosinone, Antonio Pompeo e i consiglieri delegati all’Edilizia Scolastica, Massimiliano Quadrini e alla Pubblica Istruzione, Alessandra Sardellitti – sugli istituti scolastici di competenza della Provincia. Questi nuovi finanziamenti, che si aggiungono a quelli

già ottenuti relativamente alle richieste del 2018, ci consentiranno di intervenire su altrettante strutture per garantire il rispetto di tutte le normative antisismiche”. “L’edilizia scolastica – concludono Pompeo e Quadrini – è tra le funzioni fonda-

mentali della Provincia: la sicurezza degli studenti e di tutti coloro che quotidianamente frequentano gli istituti è tra le nostre priorità e uno dei punti principali dell’agenda di qualsiasi Amministrazione che abbia a cuore il territorio e la salute dei suoi cittadini”.

l fascino di una vettura d’epoca è esclusivo e ineguagliabile. Per preservarne il valore storico, sociale e culturale e diffonderlo alle nuove generazioni, il presidente dell’Associazione Culturale Motorismo Storico e della Federazione Veicoli d’Epoca, dottor Corrado Collalti, insieme all’Arneo Veicoli Storici e con il patrocinio dell’Amministrazione Provinciale, ha messo in campo un’iniziativa riservata agli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Frosinone, istituzione con cui si è avviato un rapporto di collaborazione. In attesa di esaminare le opere, diversi ragazzi dell’Accademia hanno avuto modo di visitare, nei giorni scorsi, la Collezione Marignani, che raccoglie straordinarie vetture d’epoca. Accompagnati dalla direttrice dell’Accademia Loredana Rea e dal presidente dell’Associazione Culturale Motorismo Storico e della Federazione Veicoli d’Epoca, Corrado Collalti, gli studenti sono stati ricevuti dalla signora Marignani e hanno avuto la possibilità di osservare da vicino le bellissime automobili. È stata bandita la prima edizione di un concorso che prevede l’assegnazione di 6 borse di studio da 500 euro ciascuna, con l’intento di coinvolgere i più giovani nella realizzazione di un progetto creativo che, utilizzando i linguaggi della pittura, della scultura e del design, possa stimolare una riflessione sull’importanza di indirizzare l’attenzione delle nuove generazioni su particolari e rari veicoli d’epoca.


PAGINA 6

28 FEBBRAIO 2020


VENERDÌ 28 FEBBRAIO 2020

ferentino-ANAGNI

7

FERENTINO - NELLA MATTINATA DI LUNEDÌ AL LICEO "MARTINO FILETICO" E ALLA SCUOLA PRIMARIA CAPOLUOGO DUE APPUNTAMENTI PER LA CRESCITA

Memoria viva per non dimenticare

Il sindaco Pompeo: «È giusto che i nostri ragazzi diventino ambasciatori della libertà e dei diritti umani»

R

icordare il passato per non commettere gli stessi errori. Avere consapevolezza della drammaticità di eventi e accadimenti storici che possano indicare la strada da percorrere per costruire un futuro migliore, nel quale le giovani generazioni saranno cittadini e amministratori. Conoscere i giusti comportamenti e le regole da osservare per agire con responsabilità anche in casi di emergenza, rischio e pericolo. Il tutto attraverso un costante e proficuo interscambio tra scuola e istituzioni. Una mattinata all’insegna delle buone pratiche, quella di lunedì scorso, che ha visto protagonisti gli studenti di Ferentino che hanno ricevuto la visita del sindaco Antonio Pompeo, accolto dalla dirigente scolastica Concetta Senese. Primo appuntamento si è tenuto al “Martino Filetico”, dove, sul pavimento, è stata posizionata una delle cento pietre d’inciampo donate dal Miur agli istituti scolastici italiani in occasione della Giornata della Memoria. «È giusto e doveroso che i nostri ragazzi – ha detto Pompeo – diventino ambasciatori della libertà e dei diritti umani che devono vincere sempre sull’odio e sulla prevarica-

S

abato 29 febbraio presso l’Hotel Bassetto di Ferentino, Convivium Perenne festeggerà il suo 68° appuntamento e lo farà con due ospiti molto speciali: Alessandro Vigliani e Francesca Mattiello, rispettivamente Presidente e Vice Presidente dell’Associazione “Itinarrando – l’Arte di camminare raccontando”. Alessandro, Guida AIGAE (Ass. It. guide ambientali escursionistiche) e Francesca, già specialista in “Organizzazione e marketing per la comunicazione d’impresa”, nonché preziosa spalla di Alessandro sono esperti e appassionati escursionisti. Sabato sera ci racconteranno come nasce e cosa anima la loro passione tanto da averne fatto il proprio lavoro: come l’intenzione di far conoscere a quante più persone possibile le meraviglie del nostro patrimonio artistico e naturalistico e il benessere psicofisico del cosiddetto “cammino lento”. L’Associazione Itinarrando nasce nel 2015

ANAGNI - IERI L'INAUGURAZIONE

Ristrutturata e ampliata la scuola di San Filippo

U

n altro passo avanti per l’amministrazione Natalia in materia di scuole: ieri è stata inaugurata la Scuola di San Filippo che è stata ampiamente rinnovata sia all’interno che all’esterno; un provvedimento che i cittadini aspettavano da tempo.

zione. Ricordare significa rispettare ma, soprattutto, imparare dagli errori del passato per diventare cittadini responsabili e coscienziosi». Il sindaco ha poi fatto visita alla Scuola Primaria Capoluogo, accolto dalla dirigente scolastica Angela Marone, dove lunedì si è svolto il secondo dei cinque appuntamenti con il progetto

“Crescere in sicurezza”, ideato e realizzato dall’Associazione di Protezione Civile A.V.E.R. (Associazione Volontari Emergenza Radio) con l’obiettivo di diffondere la cultura della prevenzione e della solidarietà ma, soprattutto, di insegnare ai ragazzi comportamenti consapevoli in caso di allerta o emergenza. In una parola: resilienza. Presente anche la comandante della Polizia locale di Ferentino, Rosalinda Di Nunzio. «Un progetto assolutamente valido – ha detto Pompeo – soprattutto perché trasmette ai ragazzi l’importanza di conoscere regole e comportamenti corretti da adottare in caso di pericolo. Anche attraverso questo tipo di formazione e didattica la scuola assolve il compito fondamentale di farsi veicolo nella promozione di una cultura improntata alla sicurezza e alla prevenzione».

FERENTINO - DOMANI L'EVENTO PRESSO L'HOTEL BASSETTO

Itinarrando: Convivium Perenne festeggia il 68°appuntamento

con lo scopo di valorizzare il patrimonio artistico e culturale del Lazio meridionale, percorrendolo a passo lento appunto. Nel 2017, Alessandro Vigliani – già Presidente – fece la scelta condivisa da tutti i soci di ampliarne gli orizzonti uscendo fuori dai confini regionali, per abbracciare tutto il centro Italia con escursioni in diverse zone del nostro Paese. Non solo, l’attività di Itinarrando

si estende a visite guidate, cammini prolungati, corsi di formazione e presentazioni di libri. Le escursioni o, che dir si voglia, camminate lente sono sempre accompagnate da interessanti se non avvincenti informazioni storiche, nozioni geologiche e, non da meno, da narrazioni che fanno rivivere i miti e le leggende propri della nostra Terra, animando quelle tradizioni

locali distintive del territorio e di cui il rito “dell’uomo cervo” rappresenta un caratteristico esempio. Attraverso i loro racconti è possibile raggiungere per esempio la vetta del Monte Marrone e scoprire un eremo dove, nel secolo scorso, si trasferì niente meno che il pittore Charles Moulin che ne fece la sua dimora abituale. Proseguendo, potremo far visita anche all’eremo di San Francesco con sosta dovuta al Santuario dello stesso e, sorto proprio nel punto in cui – narra la leggenda – un bambino tirò un sasso per volere del Santo. Si ringraziano per la collaborazione la dottoressa Elena D’Alessandris, lo Studio Archimedia 81, lo Chef executive dell’Hotel Bassetto, Marco Perciballi ed il dottor Marco Sarandrea.

LE PAROLE DEL SINDACO Al taglio del nastro erano presenti, oltre al sindaco Daniele Natalia ed al consigliere subdelegato alla Pubblica Istruzione Riccardo Ambrosetti (FdI), anche gli assessori D’Ercole, Cicconi, Chiarelli e Retarvi ed i consiglieri Cardinali e Pietrucci. Il sindaco Daniele Natalia ha dichiarato: “Abbiamo inaugurato questa mattina il plesso scolastico di San Filippo, una scuola rinnovata in una delle contrade più popolose di Anagni. Questa iniziativa fa parte del più ampio “piano scuole” iniziato con la ristrutturazione dell’asilo nido comunale il mese scorso e che prosegue a San Filippo per continuare poi, in base alle priorità d’intervento, con gli altri istituti scolastici di Anagni.Per noi garantire ad alunni, docenti e personale delle scuole vivibilità e sicurezza è una missione che va al di là della prassi amministrativa e dell’azione politica”. L’INTERVENTO DI AMBROSETTI Il consigliere subdelegato alla Pubblica Istruzione Riccardo Ambrosetti spiega: “Abbiamo iniziato i lavori dalla scuola di San Filippo perché, in base alla documentazione stilata dai tecnici, era quella che prima di altre necessitava di interventi urgenti. Da tanto tempo questa importante contrada della città aspettava un intervento per la scuola ed oggi finalmente abbiamo inaugurato un istituto rinnovato ed in linea con gli standard più moderni per vivibilità, sicurezza e comfort. Nello specifico i lavori effettuati hanno riguardato in particolare il rifacimento totale della pavimentazione all’ingresso esterno, la sostituzione delle gronde, delle ringhiere e del cancello della scuola dell’infanzia e dei sanitari, il rifacimento completo delle pitture interne ed esterne, la sostituzione delle tende esterne e l’installazione ex novo di quelle interne, l’impermeabilizzazione totale della palestra, la tinteggiatura interna ed esterna della scuola dell’infanzia ed il recupero del locale ex anagrafe che torna a disposizione della scuola dell’infanzia”. LA NOVITÀ L’inaugurazione odierna è accompagnata anche da una novità politica per l’amministrazione Natalia: il sindaco ha concesso al consigliere Ambrosetti anche la subdelega all’Edilizia Scolastica riconoscendo all’esponente di Fratelli d’Italia il lavoro finora svolto e, soprattutto, accentrando e rafforzando l’incisività amministrativa in campo scolastico che è uno dei perni del programma politico della maggioranza di Daniele Natalia.


PAGINA 8

28 FEBBRAIO 2020


VENERDÌ 28 FEBBRAIO 2020

alatri-torre cajetani

9

ALATRI - DOPO LA PULIZIA VIA ALLA PROCEDURA DI DERATTIZZAZIONE NELLA EX "DANTE ALIGHIERI"

Scuola chiusa per topi

Dopo l'ennesimo episodio, ecco l'ordinanza del sindaco valida fino alla giornata di domani

D

iverse segnalazioni di possibile presenza di topi erano arrivate già il mese scorso. In settimana c'è stata l'ennesima conferma. Gli alunni della ex "Dante Alighieri", infatti, lunedì scorso, hanno trovato all'interno della struttura, i resti di un arancio apparentemente morso da un roditore e degli escrem e n t i all'interno dei bagni. C'è stata subito la richiesta di intervento da parte dei responsabili del plesso, con i bambini che sono stati tutti portati via dalla famiglie. E' seguita anche l'ordinanza di chiusura da parte del

TORRE CAJETANI - SI TERRÀ IL 15 MARZO

Domenica di ritiro spirituale per tutte le Confraternite

I Comune. Si spiega dal Comune: «A seguito delle verifiche e degli interventi effettuati ieri, avendo interpellato i responsabili distrettuali del servizio SISP della ASL di Frosinone e supportato nella fase decisionale dalla

struttura tecnica e dagli assessori e dai consiglieri di maggioranza, il Sindaco ha deciso di intervenire sulla questione della presenza di roditori nel plesso della ex Dante Alighieri di Alatri afferente all'Istituto comprensivo I.C.1°, disponendo la chiusura dei locali fino a sabato». Si spiega come si interverrà: «L’ intervento concordato con la scuola, prevede per le

competenze dell’istituto scolastico, una prima fase di pulizia approfondita dei locali, eliminando soprattutto ogni residuo alimentare che possa in qualche modo attrarre i roditori. Solo in un secondo tempo si interverrà mettendo in opera i dispositivi di derattizzazione previsti e consentiti dalle leggi». Concludono da Piazza Santa Maria MAggiore: «Siamo fiduciosi che questo intervento potrà essere risolutivo della problematica. Era necessario che si intervenisse, anche a supporto dell’Istituzione scolastica, che più volte ha denunciato le proprie difficoltà nella gestione dell’evento, soprattutto per tutelare la salute dei nostri bambini e la serenità delle famiglie». Nel weekend si avrà o meno la conferma che la situazione di emergenza è rientrata e che i bambini potranno rientrare a scuola la prossima settimana. C.C.

l delegato Vescovile e vicario generale don Alberto Ponzi e il Segretario Diocesano Aldo Fanfarillo del coordinamento delle Confraternite della Diocesi di Anagni-Alatri, hanno invitato tutti i Priori, i componenti dei Direttivi, le Consorelle e i Confratelli, facenti parte a 42 Confraternite presenti in 14 Comuni della Diocesi, a partecipare al “Ritiro Spirituale” che si terrà a Torre Cajetani domenica 15 Marzo 2020 presso la chiesa di Santa Maria Assunta. I confratelli e le consorelle rafforzano la vocazione di fedeltà a Cristo ed alla Chiesa e l’impegno fecondo di carità, anno per anno, nello spirito dei “ritiri Spirituali” svoltisi a Vallepietra (2010), ad Anagni (2012), a Porciano (2013), a Collepardo (2014), a Piglio (2015), a Fumone (2016), a Fiuggi (2017) ad Alatri (2018) ad Acuto (2019) ed ora a Torre Cajetani. Il ritiro spirituale a Torre Cajetani, giunto alla decima edizione, a detta di Aldo Fanfarillo, Segretario delle Confraternite facenti parte della Diocesi Anagni-Alatri: «L'evento si svolgerà secondo un programma consolidato dai precedenti ritiri tenutisi da 9 anni nelle varie città della Diocesi, e vuole essere un appuntamento fisso annuale durante il quale i confratelli e le consorelle possano incontrarsi, ascoltare relazioni su argomenti spirituali e pratici per la conduzione e gestione delle nostre Confraternite. Siamo convinti, termina Fanfarillo, che tutto questo sia necessario alla nostra formazione e preparazione spirituale di fede che i nostri confratelli e le nostre consorelle stanno percorrendo per diventare sempre più cristiani consapevoli, maturi ed in prima linea nel servizio alle loro chiese particolari ed a tutto il popolo di Dio secondo le direttive del nostro Statuto».


10

È

uno degli appuntamenti più attesi dell'anno e anche per il 2020 verrà ricordato con grande piacere. Parliamo del Carnevale cepranese che ha richiamato come sempre in piazza centinaia di persone. Dopo l'antipasto della giornata di domenica, con uno spettacolo destinato ai bambini, il clou si è avuto nel pomeriggio di martedì con la sfilata dei carri provenienti anche da altri paesi del circondario e con una marea di bambini che hanno riempito Piazza Martiri di via Fani. Tanta musica, maschere antiche ispirate alla tradizione, ma anche maschere legate a personaggi moderni cari ai più piccoli, coriandoli,

VENERDÌ 28 FEBBRAIO 2020

ceprano-ripi CEPRANO - MARTEDÌ LA TRADIZIONALE SFILATA DEI CARRI

Pienone per la festa di Carnevale tra musica, balli e maschere di ogni tipo

stelle filanti: un clima di felicità e goliardia ha fatto da contorno ad un pomeriggio piacevole. Im-

mancabili i carri, costruiti con tanti sacrifici da appassionati del carnevale che hanno cominciato a

lavorare diversi mesi fa. Soddisfazione da parte del comune: «Grazie a tutti i partecipanti, al Presidente, ai ragazzi tutti per la ventata di gioia e colori che hanno portato in piazza, a Diego, a Jacopo, a Simone, alla Pro Loco di Strangolagalli e a quanti hanno lavorato alla realizzazione dei carri. Grazie anche ai Vigili Urbani, alla Protezione Civile, alla Anc la Benemerita, per il fondamentale supporto logistico. Ceprano è anche questo, una città che sa divertirsi con intelligenza». C.C.

CEPRANO - SODDISFATTO IL SINDACO MARCO GALLI: «RACCOGLIAMO I FRUTTI DELLA PASSATA LEGISLATURA»

Un 2020 tutto "in cantiere"

Dai lavori per il centro storico a quelli su strade, strutture pubbliche, scuole e rischio idrogeologico

I

nizio di 2020 col botto per il Comune di Ceprano, impegnato su diversi fronti per quanto riguarda i lavori pubblici. Scuole, strade, centro storico, frane, ambiente, sono oggetto di diversi interventi, in corso o che entreranno nel vivo in breve tempo, che si spera potranno cambiare in meglio il volto della città. Su questo argomento ci sono state nei giorni scorsi le parole del sindaco Galli: «Rendiamo sicuri i giochi della Villa Comunale, pensando al nostro futuro, ai nostri figli e partiamo, finalmente, con i lavori al Centro Storico, recuperando il nostro passato. Poi inizieremo a ristrutturare

D

CEPRANO - OGGI Cineforum, appuntamento con "Coco"

le scuole, pensando al domani della comunità e riprenderemo i lavori a Palazzo Vespignani, un gioiello del nostro passato. L’attività svolta nel corso della passata legi-

ura la risposta del Sindaco e della maggioranza al gesto messo in atto dai tre consiglieri Luca D’Arpino, Chiara Crescenzi e Loretana Sementilli con la costituzione del gruppo “AmiAmo Ripi”. Il Sindaco e l’Amministrazione nelle persone dei consiglieri Zannetti, De Angelis, Crecco, Cortina e Botticelli, dichiarano: «Non siamo più disposti a tollerare prese di posizione offensive nei confronti non solo della maggioranza, accusata pesantemente di personalismi e “contentini

slatura sta producendo i suoi effetti benefici e, grazie al lavoro di programmazione e progettazione, l’Ente sta godendo di numerosi finanziamenti che andranno ad incidere

direttamente sulla qualità della vita della nostra comunità. Ci sarà un sovraccarico di lavoro per gli uffici dell’Ente, afflitti da carenze che una normativa inadeguata e lontana anni luce dai bisogni dei territori ci impedisce di coprire, e ci saranno

difficoltà per i cittadini che dovranno pazientare per gli eventuali contrattempi e piccoli disservizi. Il nostro obiettivo è portare avanti il cambiamento iniziato a maggio del duemilaquattordici, trasformando visivamente la città».

RIPI - CONTRO IL GRUPPO "AMIAMO RIPI"

Strali velenosi del Sindaco contro i consiglieri dissidenti degni della vecchia politica”, ma anche dell’intero popolo di Ripi che a soli otto mesi dalle elezioni si trova davanti a tre consiglieri critici e litigiosi, i quali continuano a sbandare e a voler dare spallate a questa Amministrazione. Nonostante il leit motiv della campagna elettorale di circa un anno fa sia stato “Insieme si può”, i tre consiglieri hanno deciso di “mettersi in proprio”

contravvenendo allo spirito di squadra che doveva essere uno dei nostri punti di forza e contravvenendo all’impegno preso con gli elettori. Chiediamo spiegazioni ai tre consiglieri in merito al loro comportamento non consono alla carica di amministratori votati dal popolo. Dopo aver ripetutamente cercato di coinvolgerli nelle scelte politiche del paese, chiediamo

loro di svolgere un ruolo attinente alle deleghe assegnate, visto che sino ad ora ciò non è avvenuto». Concludono dal Comune: «Una cosa è certa: questa Amministrazione non cederà ai ricatti di chi vuole artatamente solo mettersi in mostra, mettendo in conto un eventuale ritorno al voto, che non ci spaventa, ma che bloccherebbe l’ente con inevitabile commissariamento con notevole danno alla cittadinanza. Concludiamo: si scrive “AmiAmo Ripi”, si legge “TradiAmo Ripi”».

I

l Comune di Ceprano, in collaborazione con il Laboratorio delle Idee, ha organizzato il progetto “CineAmico”, un cineforum per i più piccoli. Dopo gli incontri dei mesi scorsi, per oggi è previsto il quarto appuntamento con i grandi classici della Disney - Pixar. All'interno della sala consiliare "S. Pertini", infatti, dalle ore 16.30, verrà proiettato il cartone animato "Coco". A seguire ci sarà anche un laboratorio creativo. Spiegano i responsabili del progetto: «Il progetto nasce con l’intento di sfruttare l’enorme potenziale educativo offerto dal cinema per spingere i giovani ad interrogarsi su importanti temi sociali». In totale sono previsti otto appuntamenti. C.C.


VENERDÌ 28 FEBBRAIO 2020

sora-isola del liri

11

ISOLALIRI - IL PROGETTO È STATO PRESENTATO NEI GIORNI SCORSI. OBIETTIVO: OTTENERE L'AMBITO RICONOSCIMENTO

Candidata a Città Creativa Unesco

Il sindaco Quadrini: «Un sogno che perseguiamo con decisione e grande convinzione»

I

sola del Liri candidata 2021 Media Arts Unesco, il sindaco: la città lo merita In tanti hanno partecipato all’iniziativa ‘Grand Media Tour – Il patrimonio culturale per le politiche di sviluppo locale’ , che ha visto la presentazione della candidatura della Città delle cascate nel Network delle Città Creative Unesco per le Media Arts 2021. È stato lanciato il tema del ruolo del patrimonio culturale sullo sviluppo futuro del territorio. PRESENZE E RELATORI ILLUSTRI All’iniziativa ha partecipato il presidente del Consiglio Regionale Mauro Buschini, che ha annunciato di supportare la città in questo importante percorso di sviluppo territoriale. L’evento ha visto la partecipazione dell’Accademia Nazionale di San Luca con il professor Francesco Moschini Segretario Generale, dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale con il Rettore Giovanni Betta, dell’Università degli Studi di Roma Tre, dipartimento di architettura ed urbanistica con il professor Simone Ombuen, dell’Università degli studi di Roma La Sapienza, Dipartimento di Informatica con la dottoressa Delfina Santoro che ha presentato

la gamification. L’Accademia e le Università sono partner del progetto, i professori relatori inoltre sono anche membri del Comitato Scientifico di candidatura. Di rilievo anche la partecipazione della Città Creativa UNESCO di Fabriano con l’architetto Vittorio Salmoni, suo Focal Point Unesco e coordinatore di tutte le città creative UNESCO italiane: “Isola del Liri ha le carte in regola per entrare nel Network. Il suo comitato scientifico è importante, e la proposta media arts, mancante in Italia, è calzata sui temi della città”. L’iniziativa ha visto la partecipazione attiva dell’Or-

dine degli Architetti di Frosinone, del Fai delegazione di Frosinone e del Centro di Studi Sorani Vincenzo Patriarca che per l’occasione, come suo contributo alla candidatura, ha donato alla città la mostra dossier sul Grand Tour, e al cui Presidente,

professor Gulia sono andati i ringraziamenti del sindaco. L’evento ha visto la partecipazione del nuovo partner il sistema museale ‘Museumgrandtour’ con una relazione tenuta dalla responsabile del sistema, dottoressa Di Gregorio.

LE PAROLE DEL SINDACO “Un sogno che perseguiamo con decisione e grande convinzione – ha detto il sindaco della Città di Isola del Liri, Massimiliano Quadrini a margine dell’importante iniziativa – Siamo ben consapevoli dello straordinario dinamismo culturale che da qualche tempo contraddistingue la nostra straordinaria città. Sono convinto che Isola del Liri, con la sua identità storica e culturale, meriti questo riconoscimento e grazie all’impegno di tanti professionisti, che ringrazio, sabato abbiamo presentato ufficialmente la candidatura”. Massimiliano Quadrini sindaco di Isola del Liri “Vogliamo condividere il talento di Isola del Liri e affidare la sua particolare storia a beneficio della ricchezza di cui l’Unesco è voce. Le fabbriche, l’in-

dustrializzazione, il fiume e lo ‘spirito operaio’ sono alla base del modello di sviluppo turistico-culturale che si è affermato in questi anni. Lo stesso spirito che ha contribuito a creare e sviluppare una serie di eventi che costituiscono indubbiamente elementi di attrattività e orientano generazioni di artisti che oggi contribuiscono ad alimentare l’offerta culturale del territorio”. “Per questo – hanno detto ancora il sindaco Massimiliano Quadrini unitamente all’assessore all’Unesco della Città di Isola del Liri, Sara D’Ambrosio e l’assessore alla Cultura Massimo D’Orazio – la città di Isola del Liri può considerarsi all’avanguardia, capace di riconvertirsi e guardare con fiducia al futuro. La città merita di fatto di entrare nei Media Art Unesco e la città lavora con impegno per raggiungere l’obiettivo. Siamo orgogliosi”.

SORA - LA GRAVE CARENZA È STATA DENUNCIATA DALL'ASSOCIAZIONE SORA 2.0 SORA - UNA SCENA RACCAPRICCIANTE TRA LE CASE DI VIA SANTA LUCIA

Altro che gel igienizzanti, nelle scuole Ancora siringhe e fazzoletti sporchi di sangue, la denuncia dei cittadini mancano sapone e carta igienica

L'

emergenza Coronavirus ha portato a richiedere che nelle scuole venisse fornito il materiale igienico sanitario per una maggior tutela della salute dei bambini. È quanto stato fatto anche dall'Associazione Sora 2.0 che ne ha evidenziato la necessità alla consigliera delegata del comune di Sora, Floriana De Donatis. Ebbene a seguito della richiesta, fanno sapere dall'associazione, sono giunte numerose segnalazioni dei genitori che hanno denunciato la mancanza di prodotti per l'igiene personale dei bambini,

parliamo della carta igienica, del sapone per lavare le mani, asciugamani o altro per asciugarsi. Altro che gel igienizzanti, nelle scuole manca l'ABC dell'igiene. L'appello all'Amministrazione comunale "Abbiamo avuto modo di

constatare personalmente la veridicità di queste segnalazioni, e ci troviamo costretti a mostrare tutto il nostro rammarico per questa grave mancanza. Già in passato avevamo sollecitato l'Amministrazione a provvedere in prima persona alla distribuzione in tutte le scuole di questi prodotti, ritenendo sconcertante la scelta di gravare i genitori delle spese per il loro acquisto. Invitiamo pertanto chi di dovere a far fronte a questa esigenza, allegerendo da questa incombenza i genitori degli alunni delle scuole primarie ed elementari sorane."

S

iringhe, fazzoletti sporchi di sangue, cucchiaini e altri oggetti che sembrano andare a comporre il kit utilizzato per l'assunzione di droga. Il tutto è stato trovato a Sora, poco più avanti della Cattedrale di Santa Maria Assunta, tra le abitazioni di via Santa Lucia. Non è la prima volta che capitano episodi del genere. Un mese fa, a poche centinaia di metri da lì si era verificato un fatto analogo. Lungo il muro che delimita il campetto di calcio della parrocchia frequentato da tanti giovani, un passate si era trovato davanti ad una scena a dir poco raccapricciante, una 'discarica' di siringhe usate e fazzoletti intrisi di sangue. Oggi una nuova denuncia da parte di un

cittadino che, oltre ad aver documentato con foto la triste realtà, ha raccontato di essersi trovato faccia a faccia con chi stava facendo uso di droga prima che lo stesso scappasse via. "È uno schifo" questo il commento più frequente accompagnato da "Nessuno fa nulla per mettere fine a questa situazione". Ed è comprensibile la richiesta di aiuto da parte dei residenti che sono stufi di vedere uno squallore del genere quasi davanti alla porta di casa. Cresce la preoccupazione per la propria incolumità e per quella dei propri figli esposti a tale pericolo e con essa si rinnova la richiesta di maggior controlli e l'installazione di dispositivi di videosorveglianza.


12

VENERDÌ 28 FEBBRAIO 2020

veroli

ALLA RISCOPERTA DELLA GASTRONOMIA CIOCIARA: TUTTI HANNO AMMIRATO MARIO QUATTROCIOCCHI, LO CHEF DALLE MANI MAGICHE

La Domus Hernica su Rai 2

Domenica l'eccellenza verolana nel programma televisivo "In viaggio con Marcello" LA SETTIMANA

Coronavirus: un po' di Quaresima e meno Carnevale fa bene Egidio CERELLI

F

ranz Coriasco giornalista, scrittore ed autore radiotelevisivo lo abbiamo incontrato qualche tempo fa al Sacro Cuore quando venne presentata la beata Chiara Luce Badano. Lui raccontò momenti di dolore e di gioia di una ragazza che era stata colpita da male incurabile facendo riflettere sulla vita piena di dolore ma con lo sguardo verso il suo Gesù. Lo abbiamo già ospitato nella nostra settimana ed oggi lo facciamo ancora per un tema di grande attualità. Ovviamente è lui stesso ad offrirci questa nobile opportunità che ci rende felici e più umili, ben consci della riflessione che ci permette di fare insieme a voi amici lettori. «Coronavirus è entrato nel gruppo”, già si legge su molte confraternite di Whatsapp. “Capisci che l’Italia è in preda al panico quando vedi che la gente comincia ad affidarsi alla scienza” twittano i sarcastici giullari di Spinoza.it. E via andare: l’ultima cena leonardesca desolatamente vuota, la bagnacauda come soluzione perché tiene lontane le persone, “Non prendete il Covid-19, che tanto in autunno arriva il 20”; il tizio che chiama lo Spallanzani dicendo che ha la malaria e si sente rispondere di non far perder tempo con tali minuterie. Va così. E’ sempre andata così, dai tempi di Boccaccio: il miglior antidoto alla paura è ancora quello sforzarsi di non prenderla troppo sul serio; e diciamocelo, in questo noi italiani siamo sempre stati bravini. Dove siamo scadenti invece è nel non lasciare che l’emotività irrazionale trituri la logica, e nell'applicare il senso di responsabilità, personale e collettivo. I media innanzi tutto, che da un lato invitano a non farsi prendere dal panico e dall’altro lo scatenano, sommergendoci di dati inquietanti, snobbando quelli rassicuranti. Leggevo che l’inquinamento dell’aria provoca nella sola Italia ottantamila vittime l’anno: immaginiamoci l’effetto che farebbe avere aggiornamenti continui sui decessi causati da questi disastri in termini di presa di coscienza delle catastrofi ambientali in corso. E invece sembra che non esista che il coronavirus, e chissenefrega se le borse vanno a picco, il nostro spread va in orbita, e i pil di mezzo mondo ansimano. Tocca aspettare che i media metabolizzino anche questa, ma nel frattempo credo che proverò a cogliere questo problema come un’opportunità: per esempio sfruttando la moria di appuntamenti e di planning che mi stanno saltando come birilli come occasione per rallentare e guardarmi dentro. Hai visto mai che un po’ di quaresima e un carnevale in meno non faccia bene anche a un non credente…». E lui è un non credente.

Egidio CERELLI

D

omenica scorsa 23 febbraio, su RAI 2 durante la popolare trasmissione televisiva “In Viaggio con Marcello”, lo chef Mario Quattrociocchi titolare del ristorante Domus Hernica di Veroli, ha realizzato un percorso sui piatti di eccellenza della gastronomia ciociara. Coadiuvato dal suo braccio destro Roberto Zigoni, lo chef Mario Quattrociocchi - allievo di Gualtiero Marchesi e cresciuto con Fabio Tacchella, entrambi indiscussi maestri della cucina italiana – ha preparato la mitica “minestra con il pane sotto” dove le materie prime, le verdure di campo stagionali ed il pane di Veroli, hanno esaltato la biodiversità di quello che un tempo veniva definito “il piatto povero”. Ha proseguito con la “stracciatella”, un tipico piatto proteico con brodo di gallina, uova, parmigiano e buccia di limone categoricamente biologico, che un tempo era destinato alle donne in generale ed alle “balie”, in particolare, per favorire il naturale mantenimento e sviluppo del latte. Anche il “timballo di fini fini” con rigaglie e pro-

sciutto, le “ciammaruche” con mentuccia di campo, peperoncino ed olio extravergine di oliva del territorio e “l’agnel-

lo abbuoto” con patate e verdura cotta, tutto accompagnato con il vino “cesanese”, per finire poi con la “casata di Pon-

tecorvo” un sorprendente dolce-salato, sono stati elaborati con maestria davvero sublime, tanto da sorprendere il conduttore RAI della trasmissione Marcello Masi e dei suoi compagni di tavola Rocco Tolfa e Carlo Cambi. «E’ stata una bella esperienza – ci ha detto lo chef Mario Quattrociocchi – perché occasione per esaltare e promuovere la nostra genuina cucina che ha secoli di storia e dei prodotti tipici della nostra terra. Mi auguro di aver contribuito a contaminare gli spettatori ed attirare l’attenzione sulla proposta enogastronomica di qualità della provincia di Frosinone».

DOPO IL SULPICIO LE 'OFFICINE CULTURALI' ALLA CAIO MARIO

Il conduttore Mario Pietrama presenta "Incursione nei classici, odissea: il viaggio dell’uomo verso l’oltre”

C

ontinuano le iniziative delle “Officine Culturali” a Veroli. Giovedì e venerdì di questo fine mese è stata programmata l’iniziativa nelle scuole “Incursione nei classici, Odissea: il viaggio dell’Uomo verso l’Oltre”. Il conduttore dell’incursione è Mario Pietramala, attore professionista diplomato alla Scuola di Recitazione del Teatro Stabile di Genova, laureato in Scienza della Comunicazione, educatore ed esperto teatrale con varie esperienze nei teatri nazionali. L’iniziativa, promossa dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con Frosinone Teatro Officina “Bon Voyage” nell’ambito del programma Officine Culturali 2019/2020 della

Regione Lazio, assessorato alle Politiche Giovanili, è iniziata nella giornata di giovedì con il coinvolgimento degli studenti del Liceo “G. Sulpicio” di Veroli che hanno partecipato all’originale lezione-spettacolo e sono stati coinvolti

anche in un laboratorio sul “grande racconto di Ulisse” che, come dice l’autore Mario Pietramala “continua a rivolgersi ad ognuno di noi e ci ricorda che il destino dell’uomo è di addentrarsi nel mondo, all’insegna della scoperta, dell’incontro, della

conoscenza”. “Ringraziamo i dirigenti ed il corpo docente dell’Istituto superiore Sulpicio e degli Istituti comprensivi del territorio per l’adesione a tali appuntamenti” – dice la consigliera delegata alla Cultura, Francesca Cerquozzi, che aggiunge:“E’ un contributo alla crescita culturale delle giovanissime generazioni che hanno modo di assistere a delle perfomanceteatrali ad elevato spessore didattico-culturale. Iniziative messe a disposizione del territorio a titolo gratuito, che contribuiranno ad avvicinare da protagonisti i più i giovani verso la cultura ed ogni altra forma di riflessione che generi positività nell’individuo con indubbi benefici per l’intera società”. Questa mattina le incursioni sono di scena nelle scuola media Mazzini e, a seguire, nella scuola media Caio Mario del Giglio.


VENERDÌ 28 FEBBRAIO 2020

veroli

13

L'EVENTO IDEATO DAL GIORNALISTA EGIDIO CERELLI SI È SVOLTO VENERDÌ SERA PRESSO IL FILONARDI

Unanimità di consensi per la seconda edizione del Premio Veroli alla memoria

G

iù il sipario della seconda edizione del 'Premio Veroli alla memoria'. Nove i 'premiati' che hanno fatto la storia della città di Veroli coniando, ognuno, un tassello importante per un mosaico misto di imprenditoria, cultura, artigianato e commercio. L'idea venne al giornalista Egidio Cerelli ritenendo che tanti personaggi spesso alla ribalta per le loro testimonianze di vita e di ricordi venivano messi in un cantuccio. Ed allora perchè non istituire una sorta di premio alla loro memoria consegnando agli eredi una pergamena proponendo altresì durante la 'cerimonia' il ricordo della loro vita terrena? L'idea venne subito accolta dagli Enti istituzionali e dagli stessi parenti che con piacere hanno aderito alla inizitiva. Dieci il primo anno e nove nel secondo hanno caratterizzato l'unico evento nel suo genere che si tiene nella Regione Lazio. In questi giorni sono arrivate alla organizzazione già richieste per altri cinque per-

sonaggi verolani coinvolti nella vita a dare lustro alla città di Veroli. Il fatto che quest'anno anche la RAI abbia voluto dare il suo contributo con uns ervizio al TG garantisce la bontà della manifestazione che questa sera verrà irradiato per intero sulle reti di TeleUniverso. E noi di Tu News abbiamo pensato bene di proporvi un resoconto così ampio di servizi e di foto.

Main sponsor dell'evento L'Ottica di Veroli di Paola Federico insieme al titolare della location dell'Hotel Filonardi, Mario Quattrociocchi. Un mix di spettacolo e di premiazioni che ha portato a Veroli personaggi come lo scenografo dell'ultimo Sanremo (ne ha firmati ben diciotto), Gaetano Castelli, la cantante, attrice Valeria Altobelli, il dottor Sergio Mignardi presiden-

te nazionale dell'Hockey, suo fratello Daniele addetto stampa in Rai, il maestro Alfredo Santoloci, insieme al presidente del Consiglio regionale Mauro Buschini, al consigliere provinciale Germano Caperna. Tocco di classe di Atelier Nozze con la sua sfilata, colonna sonora di Giada e Lorenzo e mascotte quali Elia, Alessandro e Carolina. Alla prossima.


14

VENERDÌ 28 FEBBRAIO 2020

veroli

UN GRANDE EVENTO NELL'HOTEL RELAIS VEROLANO CHE HA VISTO LA PRESENZA ANCHE DI PERSONAGGI DEL

Nove i personaggi verolan

A

lla fine della trasmissione standing ovation. Soprattutto per i piccoli protagonisti, Elia, Alessandro e Carolina che hanno sfilato con la madrina della serata, Maria Pagliaroli. E’ stato questo un tocco in più in una manifestazione, alla seconda edizione, svoltasi presso l’Hotel Relais Filonardi, incastonato nel centro storico della cittadina ernica. Emozioni tante per i parenti dei premiandi di cui sono stati proiettati sul maxi schermo i momenti della loro vita terrena. Il Premio alla memoria, unico nel suo genere in tutta la Regione Lazio doveva testimoniare ciò che nove personaggi verolani erano riusciti a lasciare come ricordo per ciò che avevano fatto per la propria città. Si è rivelato un mix di premiazioni e spettacolo con personaggi arrivati direttamente da Sanremo o che sono alti rappresentanti del mondo dello sport ( CONI). Ed ancora un onore avere avuto Valeria Altobelli arrivata direttamente dalla CNN dove ha presentato un eccellente CD che abbiamo rivisto riadattato in 6 lingue, 15 parlate e 23 scritte, la canzone “I’m standing with you” candidata agli Oscar 2020. Lei fondatrice della Mission Onlus, NGO con forza e determinazione è riuscita a riunire artisti musicisti parolieri e attivisti di rilievo provenienti da ogni parte del mondo. Il giorno prima in America e subito senza riposare un attimo a Veroli con la sua metà Simone, campione olimpionico di canottaggio. A portare il saluto agli ospiti il sindaco Simone Cretaro. Non sono mancate le presenze della Pro Loco (presidente Gianlu-

■■■

NELLE FOTO IL GRUPPO DEI PREMIATI E ALCUNI MOMENTI DELLA CONSEGNA DELLE PERGAMENE

ca Scaccia) e dei rappresentanti dei commercianti (presidente Orlando Bracaglia), gli emeriti sindaci Giuseppe D’Onorio e Giuseppe Marcoccia. Un momento di vera arte con l’Atelier Nozze di Mimma ha attirato i circa duecento presenti con una sfilata che ha visto anche tre bambini, con occhiali messi a disposizione da Paola dell’Ottica di Veroli e con fiori dell’arte del fiore di Patri-

zio Magliocchetti. Daniele Mignardi addetto stampa della RAI era tornato da poco da Sanremo e con suo fratello Sergio presidente della Federazione Nazionale Hockey, mamma ed altri fratelli ha premiato, con premio extra Valeria Altobelli. Altro colpo della organizzazione è stato quello di riavere a Veroli l’architetto che aveva messo la firma quest’anno alla settantesima edizione di

Sanremo. Stiamo parlando di Gaetano Castelli che ha cercato di spiegare quale sia stata la peculiarità della sua scenografia che ha raccolto tanto successo. Presenti anche il senatore Gianfranco Rufa ed il presidente del Consiglio regionale del Lazio Mauro Buschini. Il buffet del post evento è stato curato nei minimi particolari dallo chef Mario Quattrociocchi come

sempre gentilissimo mettendosi sempre a disposizione con prodotti di casa offerti da Antica Norcineria Cironi, Renzi Pasticceria, Pizzeria Mordi e fuggi e Conad dei fratelli Diamanati di Casamari con International Frutta. Con lui hanno collaborato anche gli amici dei Locali del Centro. Stacchi musicali molto emozionanti con due giovanissimi cantanti Giada Ciardi e Lorenzo Fiorini. La presentatri-

ce della serata la collega giornalista di Teleuniverso, Aurora Folcarelli che aveva di fronte per le riprese televisive tre telecamere di Teleuniverso e Rai/3. Quale valletta per le premiazioni Francesca in collaborazione con Roberto Magnante. I posti degli ospiti erano riservati in modo particolare ai parenti dei premiandi ed agli sponsor. I “PREMIATI” Nella seconda edizione del Premio alla memoria, ideato ed organizzato dal giornalista Egidio Cerelli. Costantino Di Clemente, professore, Giovanni Mignardi (collaboratore di Don Remigio, Città Bianca e poi del


VENERDĂŒ 28 FEBBRAIO 2020

veroli

15

MONDO DELLO SPETTACOLO, DELLO SPORT, DELLE ISTITUZIONI, DEL GIORNALISMO OLTRE CHE DELLA CULTURA

i che sono stati 'premiati'

Veroli lancia con orgoglio una nuova eccellenza ricordando personaggi che hanno scritto la sua storia

prof. Faroni per costruzione INI CittĂ Bianca), Giovanni Papetti (Nino) storico e uomo di cultura) Igino Mazzoleni (industriale di bevande), Luigi Passe-

ri (artigiano) Mafalda Magnante (balia casa Agnelli), Mario Martellani (ristoratore), Nicandro Magnante (artigiano) Romano Pigliacelli (imprenditore).

SI RINGRAZIANO Comune di Veroli, Amministrazione provinciale, Presidenza consiglio regionale Lazio, Pro Loco, L'Ottica di Veroli di Paola Federico, Tu

News, Teleuniverso, RAI/3,Farmacia Nuova della dottoressa Alessandra Papaleo, L'arte del fiore, Locali del Centro, Semplicemente Bella, L'Arte della Costruzione,

Daves, Ferramenta Bracaglia, Il Tessitore, Frida, Picarazzi autoscuola, LDS, Domus Hernica, Peppe Shoes, Conad fratelli Diamanti, Eurosam, Ortofrutta Lella, Cle-

an System, Norcineria Cironi, Mordi e fuggi pizzeria,Renzi Pasticceria, I.T.S. G. Sulpicio, Fostostudio Riccardo, Production Music, Fix, International Frutta.


16

VENERDÌ 28 FEBBRAIO 2020

veroli

Pagine a cura di Egidio Cerelli Fotoservizio di Foto Studio Riccardo Casamari


N. 215 - Venerdì 28 Febbraio 2020

DENTRO LA PASSIONE

TESTATA GIORNALISTICA SETTIMANALE della provincia di FROSINONE iscritta al Roc al N. 23884 Direttore Responsabile: Marco Ceccarelli Redazione: Tel. 393 6239680 - tusport.redazione@gmail.com Editore: Globalpress S.r.l. - P. Iva 02714820590 globalpress.amministrazione@gmail.com Stampa: Centro Offset Meridionale s.r.l. - Caserta Tiratura media 6.000 copie

www.tunews24.it

€ 0,70

GRATUITO - Edizione lancio

VOLLEY - BASKET

ALLARME CORONAVIRUS, DECISO LO STOP PER TUTTI I CAMPIONATI PAGINA 8

INGRANIAMO LA SESTA IL FROSINONE RICEVE IN CASA LA SALERNITANA CON L'OBIETTIVO DI PROSEGUIRE LA SERIE VINCENTE

IL MATCH Confermato l'attacco Dionisi-Novakovich Beghetto si riprende la corsia mancina La Salernitana senza bomber Djurić

IL CAMPIONATO Sfida al vertice tra Benevento e Spezia L'Empoli vuole continuare la scalata In coda scontro Venezia-Cosenza

PAGINE 2-3

PAGINA 7


2

VENERDÌ 28 FEBBRAIO 2020

IL MATCH

DOMANI I CIOCIARI OSPITANO LA SALERNITANA, POI MARTEDÌ VISITA AL LIVORNO E SABATO DI NUOVO IN CASA CON LA CREMONESE

FROSINONE, OTTO GIORNI DI FUOCO

Antonio VISCA

I

nizia il momento decisivo della stagione giallazzurra. Il Frosinone, infatti, sarà atteso da tre partite ravvicinate nel giro di otto giorni, con la prima avversaria che sarà domani la Salernitana di Ventura. Del trittico ravvicinato che attenderà Brighenti e compagni, classifica alla mano, i granata sono sicuramente gli avversari più insidiosi. I campani hanno solamente 4 punti di distacco dai canarini e possono contare su calciatori capaci di fare la differenza in questa categoria. Il Frosinone però ha tutte le carte in regola per portare a sei le vittorie consecutive. La squadra di Nesta sta attraversando un ottimo momento psico-fisico ed

ha l'opportunità di dare lo strappo decisivo al campionato. Nelle prossime tre partite, due in casa e nell'infrasettimanale in trasferta con-

tro l'ultima della classe Livorno, il Frosinone, scongiuri a parte, può avere la concreta opportunità di rafforzare ulteriormente la secon-

da piazza. Mister Nesta sa bene che questo è il momento decisivo della stagione e per cercare di battere la Salernitana non farà nessun tipo di calcolo, mettendo in campo l'undici migliore senza attuare il turnover. Il modulo come di consueto sarà il 3-5-2. In porta Bardi. La difesa a tre vedrà come interpreti capitan Brighenti sul centrodestra, Ariaudo nel mezzo e Capuano sul centrosinistra. Sulle corsie di centrocampo spazio a Salvi sulla destra e Beghetto sulla sinistra, mentre nel mezzo Rohden agirà come mezzala destra, Maiello in cabina di regia e Haas da mezzala sinistra. In avanti confermata la coppia Dionisi-Novakovich. Ancora indisponibili Tribuzzi, Gori, Paganini, Ardemagni e Ciano.

ATTENTI A QUEI DUE I possibili "uomini partita" del Frosinone scelti da Tu Sport

···

Accedono ai Playout

Retrocedono in LegaPro

RISULTATI 25^ GIORNATA PROGRAMMA 26^ GIORNATA

GIORNATA ^

SERIE B CLASSIFICA 25

Accedono ai Playoff

ANDRIJA NOVAKOVICH

I possibili "uomini partita" della Salernitana scelti da Tu Sport

···

Promossa in Serie A

···

FEDERICO DIONISI

···

LAMIN JALLOW

SOFIAN KIYINE

I BOMBER GIALLAZZURRI

DIONISI CIANO PAGANINI NOVAKOVICH ROHDEN

8 7 4 2 2

CAPUANO BEGHETTO CITRO MAIELLO ZAMPANO

2 2 1 1 1


3

IL MATCH-L'AVVERSARIO

VENERDÌ 28 FEBBRAIO 2020

rosinone f I d i n io z a m r le fo uggerITE e salernitanA s i "tu sport" d e n io z a d e r a dall

Campionato Nazionale Serie B Ventiseiesima giornata

VS

Sabato 29 febbraio 2020 ore 18:00 Stadio: Benito Stirpe Arbitro: Juan Luca Sacchi della sezione di Macerata Assistenti: Pasquale Capaldo di Napoli e Edoardo Raspollini di Livorno VALUTAZIONE DIFFICOLTÀ MATCH:

-2 frosinone 3-5

IL BORSINO

BEGHETTO

HAAS

MAIELLO

10 18

DIONISI

H NOVAKOVIC

32 10

GIANNETTI

JALLOW

13

3

KIYINE

LOPEZ

27 DZICZEK

2

24 I

JAROSZYNSK

BILLONG

17

21 AKPA AKPRO

18 AYA

CICERELLI

-2

PERCHÉ SALERNITANA: I granata stanno disputando un campionato di alto livello. L’attuale quinto posto è sintomo della continuità che sta trovando la compagine guidata da mister Ventura. Contro il Frosinone il tecnico può contare sui rientri di Akpa Akpro e Cicerelli, colonne della linea mediana dei campani. L’ex CT azzurro ha tra le sue frecce uno dei centravanti più temibili della categoria. Parliamo di Djurić, giocatore che nel gioco aereo ha pochi eguali in categoria e che può costituire un fattore importante specialmente sui calci da fermo.

ROHDEN

13

11

8

17

SALVI

CAPUANO

ARIAUDO

BRIGHENTI

14

3

15

23

3-5 SALERNITANA

PERCHÉ FROSINONE: I giallazzurri vogliono portare a sei le vittorie consecutive. La truppa di Nesta, nonostante i numerosi infortuni occorsi a potenziali titolari, è in un ottimo momento psico-fisico, con Bardi che non subisce gol da più di un mese. L'intesa tra Dionisi e Novakovich sembra crescere di partita in partita, con l’attaccante americano sempre più calato nella nuova categoria, come dimostrano gol e assist fatti a Cosenza. Il Frosinone ha il secondo miglior rendimento interno della cadetteria, avendo raccolto ben 27 punti.

22 BARDI

12 MICAI

IL BOMBER DJURIĆ È COSTRETTO AL FORFAIT. IN AVANTI SPAZIO A GIANNETTI IN COPPIA CON JALLOW

OBIETTIVO PLAY-OFF PER LA SALERNITANA DI VENTURA

Stefano PANTANO

Q

uinta forza del campionato con 39 punti, la Salernitana arriva a Frosinone per dare continuità al successo dell’ultimo turno con il Livorno. Per la trasferta in Ciociaria mister Gian Piero Ventura può contare su diversi rientri importanti, come quelli di Migliorini, Cicerelli, Akpa Akpro, Di Tacchio e Djurić. L’allenatore genovese ha improntato la sua squadra sul 3-5-2: tra i pali Alessandro Micai è una certezza, completano il roster di portieri Gianmarco Vannucchi e Daniele Lazzari, tesserato dopo l’infortunio occorso a Stefano Russo.

Il pacchetto arretrato vede Ramzi Aya, arrivato nel mercato di gennaio dal Pisa, e il polacco Pawel Jaroszynsk certi del posto. Per la terza maglia è ballottaggio tra Jean-Claude Billong, autore di una buona prova nella sfida con il Livorno, e il rientrante Marco Migliorini. Pronti a dar manforte in caso di necessità il cipriota Andreas Karo e il francese Thomas Heurtaux. Ancora out il classe ‘96 Valerio Mantovani. In cabina di regia va verso la conferma l’altro polacco Patryk Dziczek, insidiato però da Francesco Di Tacchio; sulle mezzali dovrebbero agire Jean-Daniel Akpa

Akpro e uno tra Fabio Maistro e Sofian Kiyine. Il giocatore marocchino potrebbe tuttavia essere dirottato sulla destra in caso di mancato impiego di Emanuele Cicerelli, al rientro dopo una contusione al ginocchio destro rimediata nel match con il Chievo. Verso la panchina l’ex Fiorentina Leonardo Capezzi, assente l’infortunato Cristiano Lombardi. Sulla corsia mancina, invece, fiducia all’esperto Wálter López, viste le condizioni non ancora ottimali del brasiliano Felipe Curcio. Per quanto riguarda l’attacco, Milan Djurić, capocannoniere dei granata con 9 reti, non è al meglio per via di un pesto-

ne ricevuto nella scorsa partita e dovrebbe dare forfait. Al posto del gigante bosniaco ci sarà Niccolò Giannetti. Il ruolo di seconda punta se lo contendono Cedric Gondo e Lamin Jallow, con il gambiano al momento favorito sull'ivoriano. Un organico decisamente importante quello a disposizione di mister Ventura che punta con decisione ai play-off. Il Frosinone dovrà concedere il meno possibile alla formazione campana, curando minuziosamente ogni dettaglio, compresi i calci piazzati dove la fisicità dei giocatori granata può creare più di qualche grattacapo alla difesa frusinate.


PAGINA 4

28 FEBBRAIO 2020


bioritmi

VENERDÌ 28 FEBBRAIO 2020

5

ARCHIVIATA LA SFIDA CON IL COSENZA, ANALIZZIAMO LO STATO DI FORMA DELLA SQUADRA DI MISTER NESTA

NOVAKOVICH, ASSIST E GOL. BARDI PRODIGIOSO ANDRIJA NOVAKOVICH – Mette lo zampino nel gol dell’1-0 recuperando prima palla su Lazaar e servendo poi Dionisi che trafigge Perina. Trova la sua seconda rete in maglia giallazzurra a coronamento di una prestazione generosa. L’auspicio è che l’americano si sia definitivamente sbloccato… FEDERICO DIONISI – Sblocca la sfida del “San Vito” con un tocco sotto porta. Fa a sportellate con i difensori avversari senza mai cadere nelle provocazioni avversarie, nel complesso è autore di una prova di grande sacrificio FRANCESCO BARDI – Inoperoso nel primo tempo, si mette in luce nella ripresa con tre interventi provvidenziali sui tentativi del Cosenza. Dice no ai tiri da fuori di Lazaar e Bruccini, che ci prova anche di testa trovando una reazione superlativa del portiere canarino ALESSANDRO NESTA – Cinque vittorie di fila senza subire gol e in piena emergenza infortuni. Il lavoro dell’ex tecnico del Perugia sta dando i suoi frutti e il secondo posto solitario è assolutamente meritato.

SERVIZIO A CURA DI STEFANO PANTANO

···

···

ANDRIJA NOVAKOVICH

···

FRANCESCO BARDI

NESSUNO – Difficile trovare una nota negativa nella quinta vittoria di fila dei frusinati. A voler cercare il pelo nell’uovo, forse si sarebbe potuto evitare qualche rischio di troppo nella ripresa. Sulla corsia destra difensiva, infatti, Lazaar ha creato più di qualche grattacapo alla coppia Brighenti-Salvi.

MARCUS ROHDEN

MARCUS ROHDÉN – Si conferma un elemento fondamentale per la squadra ciociara. Prova di sostanza la sua, impreziosita dall’assist per lo 0-2 di Novakovich al termine di un’ottima ripartenza LORENZO ARIAUDO – Cambiano i due partner difensivi visti i rientri di Brighenti e Capuano, ma la sostanza non cambia. Quinto “clean sheet” di fila e Asencio, l’uomo più in forma del Cosenza, non vede mai la palla.

···

LORENZO ARIAUDO


PAGINA 6

28 FEBBRAIO 2020


IL CAMPIONATO

VENERDÌ 28 FEBBRAIO 2020

7

I SANNITI HANNO L'OPPORTUNITÀ DI INCREMENTARE ANCORA DAL TERZO POSTO, I LIGURI VOGLIONO CONTINUARE A SOGNARE

MATCH DI CARTELLO TRA BENEVENTO E SPEZIA

Antonio VISCA

L

a ventiseiesima giornata cadetta partirà questa sera con il match tra Virtus Entella e Crotone. Le due squadre sono reduci da risultati opposti, con i liguri che nello scorso turno hanno incassato quattro gol dalla capolista Benevento, mentre i calabresi ne hanno realizzati altrettanti al Pescara. Match di cartello sicuramente quello tra Benevento e Spezia. I liguri sono distanti due punti dal secondo posto occupato dal Frosinone mentre i sanniti sono a pochi passi dalla Serie A diretta. I campani hanno ben 19 punti di vantaggio proprio sulla squadra di Italiano ed un ulteriore successo li avvicinerebbe ancor di più alla meta. Altra sfida importante del sabato pomeriggio è senza dubbio Empoli-Pordenone. Le due compagini arrivano a questa partita da momenti di forma opposti, con i toscani che cercano la quinta vittoria di fila mentre il Pordenone vuole interrompere la striscia negativa di cinque sconfitte consecutive. Altre squadre in difficoltà sono Pisa e Perugia che si affrontano all'Arena Garibaldi per interrompere il momento negativo. Sfida delicata

GLI EFFETTI DEL CORONAVIRUS SUL CAMPIONATO CADETTO

SERIE B, SARANNO QUATTRO LE GARE A PORTE CHIUSE

I

in chiave salvezza tra Venezia e Cosenza, rispettivamente al quindicesimo e diciottesimo posto. Questo il programma della ventiseiesima giornata di Serie B: Virtus Entella-Cro-

tone, Empoli-Pordenone, Venezia-Cosenza, Cittadella-Cremonese, Pisa-Perugia, Benevento-Spezia, Juve Stabia-Trapani, Chievo-Livorno, Frosinone-Salernitana-Pescara-Ascoli.

l Presidente della Lega Nazionale Professionisti B, visto il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 25 febbraio 2020 “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”, con particolare riguardo all’art. 1 co. 1 lett. a) del predetto provvedimento, in base al quale “in tutti i comuni delle Regioni Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia, Veneto, Liguria e Piemonte sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati. Resta consentito lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonché delle sedute di allenamento, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, nei comuni diversi da quelli di cui all’allegato 1 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 23 febbraio

NUMERI E CURIOSITÀ DOPO LA 25/A GIORNATA DI SERIE B

POSTICIPATA LECCE-FROSINONE

RINVIATE LE GARE DELLA PRIMAVERA 2

DJURIC E IORI A QUOTA 5 NEL GIRONE DI RITORNO

I

l segreto del Frosinone secondo in classifica è la difesa: i ragazzi di Nesta infatti non subiscono reti da 486' e sicuramente questo contribuisce a ottenere ottimi risultati. Chi invece ha infilato il poker di successi consecutivi da quando è arrivato sulla panchina dell’Empoli è Pasquale Marino che, peraltro, può gioire perché i suoi ragazzi sono tornati a non subire reti, cosa che non succedeva dal 28 settembre scorso. Ecco le altre curiosità segnalate da Football Data: 86 - Il Frosinone centra la quinta vittoria consecutiva senza subire reti: sono adesso 486’ i minuti dell’inviolabilità della porta ciociara, con ultima rete subita da Pobega al 54’ del 2-2 dello Stirpe contro il Pordenone. 4 - Irrompe nelle zone alte della classifica l’Empoli, che centra a Perugia la quarta vittoria di fila (4 su 4 per mister Marino sulla panchina azzurra) e dopo 18 partite tiene la porta chiusa, evento che non succedeva dal 28 settembre scorso, proprio nel match di andata contro i biancorossi

2020, richiamato in premessa”; dispone lo svolgimento “a porte chiuse” delle seguenti gare, valide per la 7/a giornata di ritorno del Campionato Serie BKT 2019/2020: Cittadella-Cremonese; ChievoVerona-Livorno; Venezia-Cosenza; Virtus Entella-Crotone. Le indicazioni generali sulle ’Porte chiuse’ saranno emanate da FIGC e/o Lega e formeranno oggetto di separata e successiva comunicazione. Le altre gare della 7/a giornata si disputeranno con le disposizioni abituali.

umbri, 3-0. 5 - Quinta rete per Milan Djuric da inizio 2020, capocannoniere del nuovo anno solare accanto a Iori (Cittadella). Il giocatore della Salernitana con le sue reti decisive ha portato finora il 41% dei punti dei granata campani, 16 su 39 totali. 10 - Il Venezia si conferma squadra da trasferta e vince a Pisa 2-1: per i lagunari 10 punti nelle ultime 4 gare esterne

I

n considerazione della situazione medico-sanitaria in continua evoluzione in tutto il paese la Lega B dispone il rinvio di tutte le gare dell’8/a giornata di ritorno del campionato Primavera 2 2019/2020, programmata sabato 29 febbraio, ad altra data che verrà fissata sempre dalla Lega Nazionale Professionisti B. Slitta, dunque, il match del Frosinone di Marsella sul campo del Lecce.


8

VENERDÌ 28 FEBBRAIO 2020

volley-basket

BASKET - NON SI GIOCHERÀ NEL PROSSIMO WEEKEND. STOP ANCHE ALLE FINALI DI COPPA ITALIA

CORONAVIRUS, SI FERMA TUTTO!

L

a Federazione Italiana Pallacanestro, di concerto con la Lega Basket Serie A, la Lega Nazionale Pallacanestro e la LegA Basket femminile, preso atto dei provvedimenti governativi e regionali in tema di salvaguardia della salute pubblica, dispone la sospensione, ed il conseguente rinvio, di tutte le gare del prossimo turno di Serie A, A2 e B maschile, della Serie A1 e A2 femminile. La Federazione continuerà ovviamente a monitorare con il massimo scrupolo l'evolversi della situazione sul territorio Nazionale, riservandosi di assumere ulteriori provvedimenti. A seguito di questa comunicazione la Lega Nazionale Pallacanestro, che da giorni è in costante contatto con la FIP, ha annullato, a causa dell'emergenza coronavirus, anche la Coppa Italia LNP 2020 Old Wild West che si sarebbe dovuta svolgere nelle date previste del 6-7-8 marzo. La Lega Nazionale Pallacanestro, inoltre, ha proposto al Settore Agonistico le sue valutazioni, evidenziando la

BASKET - VITTORIA AI SUPPLEMENTARI CONTRO FORMIA

CASSINO INGRANA LA "QUINTA" LA SALVEZZA È PIÙ VICINA

I necessaria gerarchia di riorganizzazione del calendario, forzatamente sottoposto a revisione. Queste le richieste: identificare le date di recupero delle gare non disputate nello scorso weekend in Serie A2 (giornata 25) e Serie B (giornata 23); individuare la data di svolgimento dell'ultimo turno di ritorno di Serie A2 (rispetto all'1 marzo); individuare la nuova data di inizio della fase ad orologio di Serie A2 (rispetto al 15 marzo) con valutazione dell'eventuale necessità di introdurre turni infrasettimanali rispetto all'attuale calendario che ne prevede solo domenicali (ad eccezione di sabato 11 aprile, vigilia di Pasqua); ricollo-

cazione in calendario delle date della Final Eight di Coppa Italia di Serie A2 e Serie B (rispetto al 6-8 marzo), in accordo con gli organizzatori del Basket Ravenna "Piero Manetti". In particolare per logistica di fruizione di impianti e strutture ricettive, nelle nuove date di svolgimento; intendimento di LNP è di evitare il ricorso a disputare gare a porte chiuse, se non in caso di assoluta necessità/obbligo imposto da Autorità superiore. Questo a tutela delle esigenze delle Società e del diritto di fruizione dello spettacolo sportivo da parte di spettatori ed appassionati, volgendo la stagione verso la sua fase decisiva e più appassionante.

nfila la quinta vittoria consecutiva la BPC Virtus Cassino, la sesta nelle otto partite disputate in questo girone di ritorno del campionato nazionale di serie B girone D 2019-20. Ultima vittima della Virtus la Meta Formia, raggiunta in classifica dai Lupi e oltretutto anche con il fattore canestri ribaltato in virtù del +3 dell'ultima uscita contro la sconfitta di 2 punti nella gara del girone di andata. Cassino, dunque, sale al dodicesimo posto in graduatoria, in compagnia di Formia e Stella Azzurra, a quattro lunghezze da Pozzuoli, formazione che la momento sarebbe salva. Una situazione di grande fiducia per la squadra di Fantozzi, ormai lanciatissima da tutti i punti di vista. L'ultima vittoria, oltretutto, è ancor più importante perchè ottenuta non con una prestazione esaltante, almeno non in linea con le precedenti. Una prestazione nella quale la Virtus ha comunque mostrato una voglia e un carattere da grande squadra che ha portato alla fine ad esultare dopo i supplementari. Questo il commento nel post-partita del lungo cassinate, Sylvere Bryan: «Abbiamo giocato non una bellissima partita,

ma siamo molto soddisfatti del risultato. In queste giornate abbiamo lavorato insieme al gruppo per costruire una mentalità vincente e ci stiamo riuscendo. A dimostrazione di ciò, c’è una prova non ottimale e la forza del gruppo di mantenere la consapevolezza che nessuno poteva toglierci la vittoria. Stiamo lavorando bene in settimana tutti, ed il duro lavoro anche di noi lunghi sotto le plance sta incominciando a fare la differenza. sebbene possiamo tutti fare qualcosa in più. Non abbiamo alcuna intenzione di interrompere questo trend positivo». A questo punto, dopo il rinvio della gara con Corato, ci sarà solo da attendere per capire quanto si tornerà sul parquet. Car. Cap.

VOLLEY - LA FEDERAZIONE, CONGIUNTAMENTE ALLE LEGHE, HA DECISO PER IL FERMO DEI CAMPIONATI

SORA, RINVIATA LA GARA CON PERUGIA

L

a Federazione Italiana Pallavolo, congiuntamente alle due Leghe di Serie A Maschile e Femminile, rendono noto di aver deciso di sospendere l’intera attività pallavolistica nazionale a tutti livelli fino al 1 marzo compreso. Per questo motivo l'incontro tra la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora e la Sir Safety Conad Perugia in programma domenica alle ore 18 al PalaCoccia di Veroli, è rinviato a data da destinarsi. La decisione è stata assunta al termine di una riunione d’urgenza tenutasi a Bologna in conseguenza dei diversi provvedimenti che si stanno assumendo in ambito governativo – istituzionale come risposta alla emergenza sanitaria in atto in diverse zone del paese, quali le decisioni adottate dai Presidenti delle Regioni

Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna alle quali si è aggiunta la Regione Friuli Venezia Giulia e la Provincia autonoma di Trento. I tre organismi, con la

suddetta decisione, intendono porre la massima attenzione alla salvaguardia della salute comune e si impegnano a monitorare costantemente la situazione, ri-

servandosi di prendere ulteriori decisioni dandone tempestiva comunicazione. Contemporaneamente la FIPAV invierà una lettera al Ministro per

le politiche giovanili e lo sport Vincenzo Spadafora e al CONI per chiedere quali le possibili situazioni per garantire l’eventuale continuazione delle attività agonistiche

ivi compreso lo svolgimento degli allenamenti. La Lega Pallavolo Serie A auspica che le autorità competenti autorizzino incontri a porte chiuse a partire dal 2 marzo.


Profile for tusport.redazione

TU NEWS N. 186  

TU NEWS N. 186  

Advertisement