__MAIN_TEXT__
feature-image

Page 1

N. 207 - Venerdì 26 Febbraio 2021

PASSIONE PER L'INFORMAZIONE

TESTATA GIORNALISTICA SETTIMANALE della provincia di FROSINONE iscritta al Roc al N. 23884 Direttore Responsabile: Marco Ceccarelli Redazione: Tel. 393 6239680 - tunews.redazione@gmail.com Editore: Globalpress S.r.l. - P. Iva 02714820590 globalpress.amministrazione@gmail.com Stampa: Centro Offset Meridionale s.r.l. - Caserta Tiratura media 6.000 copie

www.tunews24.it

SPETTACOLO PROVINCIA

€ 0,70

GRATUITO - Edizione lancio

Emergenza Covid, impennata di contagi Ben 239 nuovi casi e 4 morti a Torrice, Alatri e Isola Liri: la Asl mette in guardia

RICATTI A LUCI ROSSE PAGINA 5

REVENGE PORN, 30ENNE FINISCE NELLA RETE DEGLI AGENTI DELLA SQUADRA MOBIILE: UN ARRESTO E 3 INDAGATI SECONDO LE INDAGINI DELLA POLIZIA AVREBBERO DIFFUSO ILLECITE IMMAGINI O VIDEO SESSUALMENTE ESPLICITI FROSINONE

Ennesimo disastro annunciato, la scuola elicotteri vola a Viterbo PAGINA 2

POLITICA

Transizione Ecologica, Ilaria Fontana nominata Sottosegretario di Stato PAGINA 3

CULTURA E SPETTACOLO

UN MECCANISMO DIABOLICO VOLTO A OTTENERE MATERIALE PORNOGRAFICO DALLE VITTIME, TUTTE GIOVANI CADUTE NEL TRANELLO DELL'AGUZZINO FERENTINO

PAGINA 8

Sportello Suap e Commercio, il Comune diventa... smart

ALATRI

PAGINA 8

Festival Internazionale della Canzone Valeria Altobelli chiamata in Albania PAGINE 6-7

ANAGNI

PAGINA 8

Giovani Dem, Alessandro Torre Nuova domenica ecologica eletto nella Segreteria regionale con visite guidate da mattina a sera


2

"I

VENERDÌ 26 FEBBRAIO 2021

frosinone e provincia

dati contenuti nel Rapporto 2020 dell’Osservatorio Federlazio sull’Edilizia nel mostrano come la pandemia abbia congelato anche nella provincia di Frosinone quelle flebili speranze di ripresa del settore che si erano pur timidamente affacciate nel 2019". Così il presidente della Federlazio di Frosinone, Nino Polito, commenta la fotografia sullo stato delle imprese edilizi sul territorio ciociaro, sottolineando come “la pandemia abbia congelato anche nella provincia di Frosinone quelle flebili speranze di ripresa del settore che si erano pur timidamente affacciate nel 2019”. “Fermo restando in provincia

FEDERLAZIO, IL PRESIDENTE POLITO: URGE RILANCIO 4.0

Edilizia, sempre più in crisi il trend decrescente del settore dal 2012 al 2019 in termini di numero di imprese (-3,7%) e di numero di addetti (-25%), il 2019 aveva comunque ridato un po’ di fiato al comparto almeno rispetto all’anno precedente. E parliamo di un settore, quello delle costruzioni, che nella provincia di Frosinone concentra il 15,3% delle imprese e il 13,2% dell’occupazione: dal che si può comprendere quanto la pandemia abbia impattato sul tessuto economico locale. Lo stesso andamento delle compravendite di immobili nella provincia, sempre nel periodo 2012-2019

(con una crescita del solo 4,9% contro una media del 24,9% dell’intera regione), evidenzia una specifica criticità nella nostra provincia”. “A questo va aggiunto – prosegue Polito – che la crisi non ha investito tutte le imprese edili in egual misura, ma ha fatto selezione sul mercato, acuendo la distanza tra le imprese più solide e più strutturate, che hanno resistito meglio, e le imprese più piccole e più tradizionali, che invece sono state travolte”. “Per il futuro occorrerà – conclude il Presidente della Federlazio di Frosinone – che le im-

■ ■ ■ IL PRESIDENTE DI FEDERLAZIO

FROSINONE, NINO POLITO

prese intenzionate a rilanciarsi sui mercati adottino strategie fondate su investimenti legati alla cosiddetta Edilizia 4.0 – ovvero a una edilizia che guardi alla sostenibilità ambientale, all’economia circolare, al ri-

sparmio energetico nella scelta dei materiali, alle applicazione digitali nella progettazione – e che partecipino anch’esse alla rivoluzione tecnologica che sta interessando più in generale l’industria manifatturiera”.

ENNESIMA SCONFITTA PER FROSINONE. PERDE PURE LA STORICA E GLORIOSA SCUOLA ELICOTTERI

Il capoluogo a capofitto

Il sindaco Nicola Ottaviani: "È uno scippo". Il senatore Massimo Ruspandini: "Disastro per l'indotto" Dario FACCI

ACEA ATO 5, SPORTELLI APERTI SU APPUNTAMENTO

È

vero. Frosinone perde anche la prestigiosissima scuola del 72esimo Stormo, presso l'Aeroporto Moscardini. La faccenda del trasferimento a Viterbo dove è in animo la costituzione di un hub interforze è iniziata a circolare un anno fa, quando a lanciare l'allarme era stato il sindaco Ottaviani. A fugare ogni dubbio circa l'ennesima sconfitta del capoluogo ciociaro è stato proprio il Capo di Stato Maggiore dell'Areonautica Militare, il Generale Alberto Rosso presente a Frosinone in occasione della cerimonia della consegna delle Aquile. Queste le parole del Generale in un'intervista rilasciata all'emittente locale Itr che chiedeva, appunto, della possibilità che la scuola elicotteri lasciasse Frosinone: "Mi sembra che sia giusto e onesto dire le cose vere, senza nasconderle, senza giri di parole. Come sapete questo progetto di realizzazione di una scuola interforze a Viterbo si sta piano piano concretizzando. C'è una piena sintonia tra lo Stato Maggiore dell'Esercito e l'Aeronautica affinché si mettano insieme risorse per condividere questa responsabilità. Purtroppo le contrazioni finanziarie e di personale dettate dalla legge impongono drastiche riduzioni. Oggi, per dire un numero, l'A-

G ■ ■ ■ SOPRA L'AEROPORTO MILITARE MOSCARDINI DI FROSINONE E ACCANTO IL CAPO DI STATO MAGGIORE DELL'AERONAUTICA MILITARE, IL GENERALE ALBERTO ROSSO

eronautica consta di circa 40.000 militari, entro il 2024 dovremo essere 33.800. Quindi purtroppo le riduzioni diventano indispensabili". L'intervista continua con altre affermazioni interessanti. Il Generale dice che in qualche modo è allo studio un sistema per evitare che l'indotto generato dalla scuola crolli. Dice anche che fino al 2025 l'attività a Frosinone andrà avanti normalmente. Il fatto è che è difficile ora immaginare che non risulti danneggiato un sistema molto importante come quello frusinate che vede uno degli stabilimenti per la realizzazione di elicotteri (la celeberrima Agusta, oggi Leonardo) sostanzialmente in simbiosi con uno dei centri di addestramento per elicotteristi più importante d'Europa. Risulta anche molto difficile comprendere come

un simile sistema non sia stato adeguatamente difeso in fase decisionale. Insomma non si vede perché il centro interforze si debba fare a Viterbo e non a Frosinone. La politica debole che caratterizza questo territorio ha colpito ancora una volta? A fronte di un drappello di parlamentari che così nutrito numericamente non è mai stato la rappresentanza della provincia di Frosinone risulta infatti assai labile. Viterbo mise i bastoni tra le ruote al progetto di realizzazione dell'Aeroporto civile e a Frosinone, ottenendone l'autorizzazione sul suo territorio (per mano del ministro Fioroni). Poi, ovviamente, non se ne fece nulla. Ora la dicotomia si ripresenta ma i giochi, questa volta, sono stati fatti senza che nessuno da queste parti se ne accorgesse o quasi. In-

somma Frosinone perde un altro pezzo pregiato, dopo aver perso sostanzialmente tutti gli altri. A partire dal Distretto militare, poi dalla sede della Banca d'Italia e poi una cascata di "partenze" fino ad arrivare alla Camera di Commercio, la più recente. Ci sono reazioni. Il sindaco Ottaviani attacca senza mezzi termini: "da Guerini uno scippo al territorio" scrive. E poi" “Nel diritto penale, per ‘scippo’ - ha dichiarato il sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani – si intende lo spossessamento della cosa mobile altrui, senza violenza alla persona, ma con un’azione repentina e magari anche con destrezza. Verrebbe da chiedersi come possa definirsi, allora, un’azione politica ai danni di un intero territorio che aveva acquisito, nel proprio patrimonio economico e so-

ciale, da oltre mezzo secolo, non un semplice bene mobile, ma un intero pezzo di storia e di produttività, grazie alla scuola di volo del 72° stormo, ove sono transitati migliaia di allievi, di formatori e di professionisti del volo. Stiamo ancora attendendo di essere convocati dal Ministro Guerini per sapere quale sarà il destino di quell’area, di quelle famiglie e del relativo indotto" (...). Anche il sen. Ruspandini ha sparato alzo zero: "La partenza dell'Aeronautica Militare e della scuola volo causeranno ingenti danni economici in tutto il territorio. Basti pensare che ben 500 persone, tra militari e civili, abbandoneranno la Provincia di Frosinone". Secondo Ruspandini ora non si può perdere il treno per essere selezionati come centro regionale di Protezione Civile.

li sportelli commerciali di Frosinone e Cassino sono nuovamente aperti al pubblico dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 16.30. L’accesso è possibile esclusivamente su appuntamento tramite l’app gratuita Ufirst. La prenotazione può essere effettuata con l’app gratuita Ufirst (scaricabile dagli store di Apple e di Google). Sull’app, basterà selezionare i servizi per Frosinone o Cassino e quindi ‘Acea Ato 5’: saranno mostrati i giorni e gli orari disponibili, da poter selezionare secondo le proprie esigenze. Sarà necessario lasciare un proprio numero telefonico. Il servizio è disponibile anche sul web, tramite il portale www. ufirst.com/it. L’accesso agli sportelli sarà consentito solo con mascherina e previa misurazione della temperatura corporea. La misura si rende necessaria in rispetto alla vigente normativa igienico-sanitaria e di distanziamento sociale imposta dalle regole anti Covid. Acea ricorda che tutti i servizi sono disponibili tramite lo Sportello Digitale, grazie ad un sistema di videochiamata con l’operatore.


VENERDÌ 26 FEBBRAIO 2021

FROSINONE e provincia

3

LE INDAGINI SONO STATE CONDOTTE DAI POLIZIOTTI DELLA SQUADRA MOBILE, AGLI ORDINI DEL VICEQUESTORE FLAVIO GENOVESI

Revenge porn, 30enne nella rete Un arrestato e tre indagati. I reati contestati: diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti

L

a Polizia di Stato di Frosinone ha eseguito, nei confronti di un trentenne residente a Roma, un’ordinanza di applicazione della misura cautelare detentiva, emessa dal Tribunale di Frosinone, ed ha indagato altre tre persone in stato di libertà, per il reato di diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti, fenomeno noto come “Revenge Porn”. L’uomo è stato posto agli arresti presso l’abitazione. Vittime diverse ragazze residenti in Ciociaria. L’indagine L’Autorità Giudiziaria ha integralmente recepito le risultanze investigative, frutto di una complessa indagine che ha portato alla luce un vero e proprio meccanismo diabolico, messo in piedi dall’arrestato, volto ad ottenere dalle sue vittime materiale pornografico. Di vittime infatti bisogna parlare perché, una volta ricevuta la prima denuncia ed avviate le prime investigazioni, ci si è trovati di fronte a decine di giovani ragazze cadute nella rete del trentenne. Le modalità Il sistema ideato era piuttosto contorto e funzionava come una sorta di circolo vizioso dal quale sembrava impossibile sottrarsi una volta entrati. L’arrestato attraverso i social network

L'UNICA CIOCIARA NEL GOVERNO DRAGHI

L'onorevole Ilaria Fontana è il nuovo Sottosegretario alla Transizione ecologica

I ■ ■ ■ NELLA FOTO SOTTO IL DIRIGENTE DELLA SQUADRA MOBILE FLAVIO GENOVESI

poi utilizzava per ottenere nuove immagini del medesimo tenore.

Instagram e Facebook, utilizzando il profilo “mauro. colafigli.50”, contattava giovani donne, in particolare residenti in alcuni centri della provincia di Frosinone, e attraverso una serie di minacce, riusciva a farsi inviare materiale fotografico dal contenuto sessualmente esplicito che

Il precedente Una giovane vittima già due anni fa era caduta nella rete di predatori sessuali informatici ma credeva di essere riuscita a liberarsi da questa persecuzione cambiando numero di telefono e cancellando i propri profili social, fino a quando nel novembre scorso non aveva ricevuto nuove richieste di produrre materiale fotografico, dietro la minaccia di divulgare immagini dal contenuto sessualmente esplicito che la ritraevano e che si riferivano agli episodi risalenti a due anni prima che l’avevano coinvolta. Questa volta però la ragazza ha scelto di sottrarsi a tali richieste estorsive, sebbene sempre più insi-

stenti e condite da minacce di ogni genere, e si è affidata agli investigatori della Squadra Mobile della Questura di Frosinone, che sono riusciti a far luce su una vicenda complessa e dai contorni ancora indefiniti, potendosi ritenere che il fenomeno sia molto più diffuso ed abbia coinvolto molte più vittime di quelle che attualmente si conoscono. Indagini in corso Il coinvolgimento nelle richieste estorsive di altre tre persone, due uomini ed una donna, tutte residenti nella provincia di Frosinone, ha portato alla denuncia in stato di libertà dei tre ma non si esclude che oltre agli odierni indagati non ci siano altri soggetti coinvolti, per l’identificazione dei quali le indagini proseguono senza sosta.

laria Fontana è il nuovo Sottosegretario di Stato alla Transizione ecologica. E’ l’unica rappresentante del frusinate nel Governo presieduto da Mario Draghi. Laurea in scienze biologiche, è stata eletta nella circoscrizione Lazio 2 nel collegio uninominale di Cassino nella lista Movimento 5 stelle e proclamata deputata il 12 marzo 2018. In questi anni numerose sono state le sue battaglie a favore dell’ambiente. Nei giorni scorsi è intervenuta sul decreto milleproroghe. «Grazie al contributo del Movimento 5 stelle, il decreto milleproroghe contiene numerosi provvedimenti in grado di creare i presupposti per una ripartenza del Paese su basi più eque e con politiche orientate alla transizione ecologica e alla sicurezza dei cittadini». Ha evidenziato Ilaria Fontana. «La norma che, prorogando il regime di maggior tutela, dà un anno di respiro a famiglie e microimprese, evitando che il primo gennaio 2022 debbano anche subire gli effetti di un probabile aumento delle bollette di luce e gas, porta sollievo a chi è più in difficoltà in questa fase difficile Siamo orgogliosi di aver convinto le altre forze di maggioranza dell’importanza del nostro emendamento, così come siamo orgogliosi di aver ottenuto la proroga al 30 settembre 2021 dei tempi per approvare il Pitesai, il Piano per la transizione energetica sostenibile delle aree idonee, e la conseguente moratoria delle autorizzazioni a nuove trivelle”.


PAGINA 4

26 FEBBRAIO 2021


VENERDÌ 26 FEBBRAIO 2021

FROSINONE e provincia

5

EMERGENZA COVID, 239 NUOVI CASI E 4 MORTI A TORRICE, ALATRI E ISOLA DEL LIRI. ALTO IL RISCHIO A MONTE S. G. CAMPANO

Impennata di contagi in Ciociaria

L'allarme del Dg Asl D'Alessandro: la presenza delle varianti inglese e brasiliana rende più veloce e insidioso il virus

S

ono 239 i nuovi casi di covid in provincia di Frosinone, su un totale di 1383 tamponi effettuati. I guariti ammontano a 77. Quattro i decessi: un uomo di 89 anni residente a Torrice, un uomo di 65 anni residente a Torrice, un uomo di 72 anni residente ad Alatri e un uomo di 81 anni residente ad Isola del Liri. “Quest’oggi si è verificata una ulteriore impennata del numero dei casi in Provincia con incremento particolare in alcuni comuni come nell’ultima settimana”. Ha evidenziato il Dg Asl Pierpaola D’Alessandro. “La presenza di varianti del virus (inglese e brasiliana) rende

I

n controtendenza alle drammatiche chiusure di negozi nelle citta’ è boom per i mercati contadini con quasi 1200 realtà aperte che contribuiscono a mantenere vivo il tessuto economico e sociale nelle aree urbane. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati della Fondazione Campagna Amica a dieci anni dall’istituzione dei primi mercati con un sistema di regole più restrittivo rispetto alla legislazione nazionale da cui ha preso vita una rete presente in modo capillare in tutto il Paese. “La crisi provocata dalla pandemia come evidenziato da Confcommercio – sottolinea Carlo Picchi Direttore di Coldiretti Frosinone e Latina – sta portando alla chiusura di molti negozi tradizionali che oltre ad effetti su redditi e lavoro determina un impatto negativo con la riduzione dei servizi di prossimità, ma anche un indebolimento del sistema relazionale,

■■■

NELLA FOTO IL DG ASL DI FROSINONE PIERPAOLA D'ALESSANDRO

più veloce ed insidioso il contagio. A tal proposito l’ultima circolare del Ministero della Salute sollecita a prestare particolare attenzione anche ai contatti casuali e non prolungati

che possono essere anch’essi a particolare rischio. “Pertanto si raccomanda ancora una volta a tutta la popolazione di osservare le regole basilari di prevenzione

rappresentate da distanziamento personale, uso di mascherina, frequente lavaggio mani ed astensione dagli assembramenti e di non sottovalutare questo messaggio”. “Anche in famiglia si dovrà prestare la massima attenzione, visto che si sta dimostrando uno degli ambiti più importanti di propagazione dell’epidemia”. La situazione più preoccupante è a Monte San Giovanni Campano con 42 casi; Frosinone 27; Sora 19; Alatri 17; Veroli 13; piedimonte San Germano 12; Cassino 11; Anagni 9, Ripi 9 e Boville Ernica 9. Tutti gli altri comuni 69 casi.

È QUANTO EMERGE DA UN'ANALISI DELLA COLDIRETTI

Crollano i negozi, crescono i mercati contadini

dell’intelaiatura sociale e spesso anche della stessa sicurezza sociale”. Un andamento contrastato solo – precisa Carlo Picchi – dalle aperture dei nuovi mercati degli agricoltori di Campagna Amica che sempre piu’ frequentemente trovano spazio nei centri delle città. Secondo l’indagine Coldiretti/Ixe’ gli acquisti nei mercati del contadino sono risultati in crescita del 26% nel 2020, trainati da una nuova sensibilità degli italiani verso i cibi salutari ma anche dalla volontà di recuperare un contatto diretto con chi coltiva i prodotti che si portano in tavola, nonostante le limitazioni imposte dalla pandemia. A spingere la spesa nei farmers market dall’agricoltore è soprattutto la possibilità di trovare prodotti stagionali, a km zero e di qualità

direttamente dagli agricoltori. “Una rete che – continua il Direttore Picchi – ha svolto un ruolo positivo garantendo gli approvvigionamenti alimentari anche alle fasce piu’ deboli della popolazione come gli anziani, grazie anche all’attivazione di servizi a domicilio. Senza dimenticare l’impegno per la solidarietà attraverso l’iniziativa la spesa sospesa nei mercati di Campagna Amica: nel 2020 sono oltre 5 milioni i chili di prodotti tipici Made in Italy, a chilometri zero e di altissima qualità distribuiti gratuitamente dagli agricoltori della Coldiretti per garantire un pasto di qualità ai più bisognosi di fronte alla crescente emergenza provocata dalla pandemia Covid”. Un risultato reso possibile dal fatto che l’Italia è l’unico Pae-

se al mondo che può contare su una unica rete organizzata Campagna Amica che mette a disposizione delle famiglie mercati contadini a livello nazionale sia all’aperto che al chiuso con una varietà di prodotti che – spiega la Coldiretti – vanno dalla frutta alla verdura di stagione, dal pesce alla carne, dall’olio al vino, dal pane alla pizza, dai formaggi fino ai fiori. Nei mercati dei contadini di Campagna Amica, che a Frosinone si tiene il sabato in Piazza Falcone e Borsellino mentre a Latina il mercoledì e il sabato in via don Minzoni 1, – conclude Picchi – è anche possibile trovare specialità del passato a rischio di estinzione che sono state salvate grazie all’importante azione di recupero degli agricoltori e che non trovano spazi nei normali canali di vendita dove prevalgono rigidi criteri dettati dalla necessità di standardizzazione e di grandi quantità offerte.

SUMMIT CON FABIO LORETO Imprese commerciali in crisi, Confcommercio guarda alla ripresa

I

l vice presidente Confcommercio Lazio Sud, con delega allo sviluppo delle province di Frosinone e Latina, Fabio Loreto, chiama a raccolta i presidenti delle sedi territoriali per stilare un bilancio delle attività svolte in questo anno segnato dall’emergenza Covid19. Ma soprattutto per programmare quelli che saranno i progetti di sviluppo economico da porre in essere secondo le direttive dettate dall’Associazione. Hanno dato il loro contributo alla riunione, che si è svolta in modalità videoconferenza, anche il direttore generale Salvatore Di Cecca, l’amministratore Vincenzo Di Lucia e il vice presidente vicario e presidente Fipe Italo Di Cocco, che tra l’altro ha portato i saluti del presidente Giovanni Acampora. Fabio Loreto, che ha invitato a lavorare in sinergia, ha posto una serie di questioni importanti per ripartire in vista delle nuove sfide a cui Confcommercio Lazio Sud è chiamata a rispondere: dalla progettazione ai bandi regionali, dalla lotta contro l’usura e alla programmazione mirata per aiutare tutti i settori dell’economia territoriale colpiti dalla crisi legata alla pandemia. “Confcommercio è da sempre vicina alle imprese – ha dichiarato il vicepresidente Fabio Loreto – e mai come in questo periodo dobbiamo essere più propositivi e collaborativi. Solo la condivisione di idee e progetti ci permetterà di superare questo momento di grande difficoltà. Il lavoro di squadra è l’unica ricetta per aiutare le imprese a uscire dalla crisi. Frosinone e Latina – ha concluso – devono diventare un unico territorio su cui operare senza alcuna distinzione. Formazione, programmazione, progettazione e lotta all’usura devono diventare per noi un obiettivo comune su cui lavorare ed ottenere risultati concreti“.


6

CULTURA E SPETTACOLO

VENERDÌ 26 FEBBRAIO 2021

LA POLIEDRICA ARTISTA DI SORA SARÀ PROTAGONISTA A MAGGIO NELLA RTV KLAN, LA PIÙ GRANDE TV DEI BALCANI

Valeria Altobelli al Festival internazionale della canzone

L’ha voluta nel suo programma Ardit Gjebrea, produttore e presentatore della sua Kenga Majike, anchorman definito il Pippo Baudo dell’Albania Egidio CERELLI

V

aleria Altobelli la poliedrica artista ciociara parteciperà a fine maggio al Festival internazionale della canzone nella categoria Big. L’ha voluta il ‘Pippo Baudo’ della RTVKLAN, la più importante televisione dei Balcani con sede in Albania. Ardit Gjebrea che è produttore e presentatore dei maggiori eventi-spettacoli della TV con la sua Kenga Majike. I programmi più importanti sono Domenica In ed appunto il Festival Internazionale della canzone. Prima di parlare della tua nuova avventura ti chiedo, tante le canzoni ma ultimamente una l’hai trasformato in un’arma contro la violenza riadattandola in 6 lingue “Vero. Ho avuto l’onore di riadattare in 6 lingue cantate, 15 parlate e 23 scritte e l’ho fatto con “I’m standing with you”, brano portante del film “Atto di fede” (Breakthrough), che ha ricevuto una nomination a i Premi Oscar 2020 come “Miglior canzone originale”. Lo stesso brano, oggi, è al centro di una nobile iniziativa fortemente voluta da Diane Warren contro un nemico altrettanto spietato: il Covid19. Per questa nuova versione di “I’m standing with you”, riarrangiato per i medici eroi della pandemia dalla compositrice Sharon Farber e diretto da Gev Miron, è stato realizzato un videoclip per il quale Diane Warren ha chiamato a raccolta 15 interpreti prove-

nienti da tutto il mondo, a supporto della Fondazione delle Nazioni Unite Fondo di risposta di solidarietà Coronavirus per l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS)”. “Ricevere la mail di Diane Warren durante la pandemia è stata una sorpresa incredibile. Dopo il progetto ‘I’m standing with you’, realizzato a sostegno delle vittime di

violenza di genere, Diane, luce in questi giorni così bui, mi chiedeva di sostenere Sharon, compositrice ebrea talentuosissima, nella declinazione del suo successo, nominato agli Oscar quest’anno, nella realizzazione di un progetto che rappresentasse un dolce ‘grazie’ ai medici e agli infermieri in prima linea durante questa emer-

genza planetaria. Ho coinvolto, con grande gioia, la mia cara amica Sumi Jo, soprano di fama internazionale, presente anche nel video realizzato a dicembre e presentato alla CNN da me, Diane Warren e John Debney e il talentuoso Federico Paciotti, artista straordinario e amico fraterno insieme alla stessa Sumi. Conosco il loro cuore, oltre

che il loro talento, ed è stato semplice e straordinario coinvolgerli in questo grande progetto con artisti provenienti dai 6 continenti. La musica parlerà ai cuori di chi è stato così esposto in questa lotta contro un nemico invisibile. È il minimo che noi artisti potessimo fare per ringraziare chi ha dato tutto se stesso, senza chiedere nulla in cambio.

Sono davvero commossa”. “Gli artisti, insieme a un’orchestra di 160 elementi composta da professionisti medici della Texas Medical Symphony Orchestra, hanno dedicato questo omaggio musicale a coloro che sono in prima linea nella risposta alla pandemia. I video sono stati registrati dalle rispettive nazioni da ogni artista. Sa emozionar-


VENERDÌ 26 FEBBRAIO 2021

CULTURA E SPETTACOLO

7

LA BIOGRAFIA DI VALERIA ALTOBELLI

Nasce a Sora, conosciuta in tutto il mondo

V

aleria Altobelli , sorana doc. ha partecipato a 12 anni al musical Forza Venite Gente, poi frequentò il liceo classico e si laureò in Giurisprudenza. Dopo la laurea, nel 2004 vinse Miss Mondo Italia. Nel 2005 rappresenta l'Italia a Miss Mondo Cina e nel 2007 partecipa alla sessantottesima edizione di Miss Italia e nell'edizione successiva diventa l'inviata. In seguito diventa uno dei volti più amati di Forum. Nel 2016 partecipa al film Tiramisù. L'anno dopo partecipa alla settima edizione di Tale e quale show imitando in ordine di puntata Marina Rei, Whitney Houston, Donatella Rettore, Fiorella Mannoia, Anna Oxa, Annie Lennox, Noa e Paola Turci classificandosi all'ottavo posto. Poi partecipò alla sesta edizione del torneo di Tale e quale show imitando in ordine di puntata Franco Battiato, Cher e Loredana Bertè classificandosi al quarto posto. Nel 2018 partecipa alla settima edizione del torneo di Tale e quale show imitando in ordine di puntata Gigliola Cinquetti, Elisa e Mia Martini classificandosi al sesto posto.

si e sa regalare emozioni”. Valeria è sposata con un grande sportivo, Simone Venier olimpionico di canottaggio padre di Gioele. In tre parole per te la famiglia cosa è? «La famiglia in tre parole? Ne userei una: è tutto. Sia quella di origine, sia quella che ci si crea. Nella vita si puo sbagliare tutto ma non si può sbagliare nel costru-

irsi una famiglia. Laciami dire che mio figlio è il più grande dei miei sostenitori. Mi dice "tu adesso devi arrivare prima"; è piccolo e pensa che il primo posto possa fare bene”. Ci sono tante persone che fanno il tifo per te in tutto ciò che fai. «Li ringrazio tutti dal più profondo del cuore, me ne sono accorta quando

partecipavo ai vari spettacoli, da Miss Italia a Tale Quale show. Soprattutto i miei conterranei o le persone di tutta Italia che mi scrivono ancora. E tutto ciò è fantastico, ti rendi conto di quanto bene arrivi. Io faccio questo lavoro proprio per conoscere più persone possibile. La gente è lo spettacolo più bello del mondo. Spero che questo

lavoro mi permetta di continuare a conoscere sempre più persone, perché ne ho conosciute tantissime veramente straordinarie». Ed ora un’altra bella avventura. Partirai già a fine marzo per le cosiddette ‘prove tecniche di trasmissione’ per poi cimentarti nel Festival Internazionale della canzone a fine maggio.

“Devo tutto a te che mi hai permesso di conoscere un grande personaggio che è Ardit. E poi sono immensamente grata a lui per questa grande opportunità. Conosco molto bene i Balcani e soprattutto l'Albania ed il Kosovo, dove sono stata ospite in un importantissimo programma televisivo. Ho sentito spesso parlare del Kenga Majike, festival

meraviglioso che, a detta dei miei amici che vivono nei Balcani, è più seguito ed importante dell'Eurovision! So quanto i nostri vicini di casa amino l'Italia e la lingua italiana. Lo dimostrano le scenografie del festival, realizzate dal grande Gaetano Castelli, scenografo storico di Sanremo e caro amico a cui mando un grandissimo in bocca al lupo!” Parli come se già fossi come a casa tua. “Già come arrivi all'aeroporto dedicato a Madre Teresa hai davvero una visione che va oltre il visibile ed il tangibile. Questa atmosfera di incanto e miracolo è esattamente quella che porto nel cuore. Farò più di una sorpresa al grande Ardit e al popolo albanese con il pezzo che canterò. Sono stata inserita tra i Big. Tenetevi pronti perché non posso svelare tutto hic et nunc! A questo punto voglio ringraziare il mio caro amico giornalista Egidio Cerelli, con cui ho lavorato tante volte nelle sue mitiche organizzazioni di spettacolo, che ha reso possibile questa ennesima "pazzia", come direbbe lui stesso, perché mi ha permesso di conoscere un personaggio produttore e presentatore dell’evento!” Ed allora tutti pronti a tifare Italia! “E che la mia terra sia con me anche in questa avventura perché, come sempre, mi dimostra tanto affetto con tanto amore! E tu sarai con me in questa magica… trasferta” Covid permettendo…. Ad maiora!


8

VENERDÌ 26 FEBBRAIO 2021

FERENTINO-ALATRI

ALATRI - NOMINATO RESPONSABILE DELL'ORGANIZZAZIONE, TESORERIA E TESSERAMENTO

ANAGNI - L'INIZIATIVA DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE E DELLA PRO LOCO

S

L

Giovani Dem, Alessandro Torre Domenica una nuova giornata ecologica eletto nella Segreteria regionale con visite guidate, sia mattina che pomeriggio

i è svolta nei giorni scorsi l’assemblea congressuale dei Giovani Democratici del Lazio. Eletto nella segreteria regionale, come Responsabile dell’organizzazione, tesoreria e tesseramento Alessandro Torre di Alatri L’intervento “I Giovani Democratici di Frosinone – ha dichiarato Torre – sono una grande squadra ed è grazie al lavoro svolto insieme che sono riuscito a raggiungere questo importante risultato. Il lavoro che da domani aspetta i Gd del Lazio sarà molto e mi

■■■

IL NEO ELETTO ALESSANDRO TORRI DI ALATRI

carica di una responsabilità importante: riuscire ad intercettare e farmi portavoce dei bisogni e delle esigenze delle tante ragazze e ragazzi che, a maggior ragione in questo periodo, chiedono ri-

sposte alle istituzioni. Un ringraziamento particolare – conclude – lo devo a Luca Fantini e ad Massimiliano Iula, con cui negli anni abbiamo costruito tanto in provincia di Frosinone”.

e visite guidate e la giornata ecologica della scorsa domenica sono state un successo di pubblico. L’Amministrazione Comunale e la Pro Loco intendono dunque riproporre l’iniziativa per domenica 28 febbraio, anche per soddisfare le tante richieste di partecipazione alle visite rimaste inevase a causa del ristretto numero dei gruppi dovuto alle norme anti-Covid. Domenica 28 febbraio ad Anagni si svolgeranno quindi due sessioni di visite guidate, una la mattina e l’altra il pomeriggio, e, contestualmente, nell’ambito dell’attuazione dei provvedimenti per il miglioramento della qualità dell’aria il centro storico sarà interamente pedonalizzato da Via Onorato Capo a Piazza Guglielmo Marconi e sarà vietato parcheggiare nelle piazze Ruggero Bonghi, Cavour ed Innocenzo III, dalle ore 8 alle 18. Il vicesindaco ed assessore all’Ambiente, Vittorio D’Ercole dichiara: «L’Amministrazione ha voluto riproporre la giornata eco-

logica oltre che per consentire una migliore fruibilità della città ai tanti turisti, soprattutto perché, in linea con quanto fatto sin dall’inizio del mandato, monitorare e migliorare la qualità dell’aria, considerando in particolare che sta cambiando lo stile di vita delle persone, è fondamentale. Naturalmente tutte le iniziative connesse alla giornata ecologica si svolgeranno nel massimo rispetto delle normative anti-Covid, come i cittadini ed i turisti hanno dimostrato di voler e saper fare». Soddisfatto anche l’assessore alla Cultura e Turismo, Carlo Marino: «Programmare queste giornate aiuta a vivere meglio la città e l’economia cittadina, ponendo Anagni all’avanguardia sulle politiche turistiche del territorio. Voglio ringraziare l’assessore D’Ercole per lo spirito di squadra con il quale abbiamo organizzato questa iniziativa ed il presidente della Pro Loco Peppino Scandorcia per il coordinamento impeccabile».

FERENTINO - OLTRE AL RICEVIMENTO IN PRESENZA ANCHE IL SERVIZIO DI VIDEOCHIAMATA FERENTINO - OLTRE 1.800 NUOVI LOCULI

Sportello Suap e Commercio, il Comune diventa... smart

U

na modalità innovativa, digitalizzata e sicura per avvicinare ancora di più il cittadino all’Amministrazione comunale, nel pieno rispetto delle normative anti-Covid. È con questo obiettivo che il Comune di Ferentino ha attivato, per la durata del periodo di emergenza sanitaria legata all’epidemia Covid-19, il servizio di videochiamata con l’Ufficio SUAP e Commercio, in aggiunta al ricevimento in presenza nelle giornate di mercoledì (dalle ore 9:00 alle ore 12:30) e giovedì (dalle ore 15:00 alle ore 17:30). Sarà possibile, dunque, per gli utenti che vogliano contattare i suddetti uffici, richiedere un appuntamento per un colloquio con videochiamata (attraverso l’applicazione di teleconferenza “Google Meet”) con il personale dell’Ufficio SUAP e Commercio, da tenersi il lunedì dalle ore 9:00 alle ore 12:30, inviando con congruo anticipo una richiesta via mail all’indirizzo commercio@comune.ferentino.fr.it. Per coloro che siano sprovvisti degli strumenti idonei ad effettuare il colloquio in videochiamata in autonomia

"U

n’opera attesa e necessaria per la nostra comunità che oggi finalmente inizia il suo iter per la realizzazione di una nuova area cimiteriale, in grado di ospitare oltre 1.800 loculi secondo costruzioni perfettamente adeguate e integrate con l’ambiente circostante e le strutture già esistenti. Un altro passo importante della nostra Amministrazione che continua senza sosta a lavorare per rendere Ferentino una città all’avanguardia”. Così il sindaco di Ferentino, Antonio Pompeo, nell’annunciare il bando di gara per la realizzazione della nuova area cimiteriale, che consentirà di aggiungere a quelle esistenti altre 1.887 strutture per la sepoltura. Un’opera da oltre tre milioni e mezzo di euro che consentirà di ampliare l’attuale area cimiteriale, accessibile da nuovi ingressi ma anche dal cimitero monumentale. Loculi esterni e interrati che, nell’ottica del rispetto dei vincoli paesaggistici e delle strutture già esistenti – cantere, edicole funerarie e blocchi di loculi – presentano struttura e disposizione di notevoli livelli estetici ma, soprattutto, perfettamente inseriti nel contesto esistente che sarà di gran lunga migliorato, principalmente dal punto di vista dell’ordine.

■ ■ ■ NELLA FOTO IN ALTO IL SINDACO

DI FERENTINO ANTONIO POMPEO, AL LATO LA LOCANDINA DELL'INIZIATIVA

e dalla propria abitazione, lo stesso servizio potrà essere effettuato direttamente dagli uffici dell’ente di piazza Matteotti, in locali appositamente attrezzati per tale necessità e con l’ausilio del personale preposto che assisterà chiunque ne abbia bisogno. L’appuntamento verrà confermato attraverso successiva mail inoltrata al richiedente dal personale dell’Ufficio SUAP e Commercio. Per accedere alla piattaforma di Google Meet è necessario avere un account Google e per le videochiamate di Meet si può scarica-

Ampliamento del cimitero, indetta la gara

re l’app per dispositivi mobili Meet o l’app per dispositivi mobili Gmail oppure utilizzare la versione corrente di uno dei seguenti browser: Google Chrome, Mozilla Firefox, Microsoft Edge e Safari di Apple. Pompeo: imperativo mettere in campo ogni azione a garanzia di sicurezza “Con questo nuovo servizio – dichiarano il sindaco di Ferentino, Antonio Pompeo e l’assessore alle Attività Produttive, Angelica Schietroma – non solo forniamo ai cittadini la possibilità di raggiun-

gere gli uffici restando comodamente a casa, ma mettiamo anche a disposizione, per chi fosse impossibilitato a collegarsi autonomamente, una sala attrezzata con monitor, computer e stampante che può essere utilizzata come postazione internet in totale sicurezza e nel rispetto di tutte le normative anti-Covid”. “Purtroppo siamo ancora nel pieno dell’emergenza sanitaria e questo ci impone di continuare ad osservare le regole per garantire la nostra incolumità e la salute di tutti”.

Pompeo: opera necessaria che la città attendeva da tempo “Finalmente – continua il primo cittadino – prende forma un progetto che, a causa di vicende indipendenti dalla volontà dell’Amministrazione comunale, è rimasto solo sulla carta. Oggi, grazie al capillare lavoro degli uffici dell’Ente e al supporto della Stazione Unica Appaltante della Provincia di Frosinone, un’opera importante che attendeva di vedere la luce può finalmente partire e i cittadini che avevano in precedenza acquistato loculi e cantere, entreranno in possesso degli spazi di sepoltura”.


VENERDÌ 26 FEBBRAIO 2021

VEROLI

9

APPROFITTO DELL’AMICIZIA CON IL GRANDE COLLEGA FRANZ CORIASCO PER RIFLETTERE INSIEME CON LUI SUI PROBLEMI DI QUESTI TRISTI GIORNI

Attenzione al virus subdolo e nemico invisibile La prima ondata seguita da una seconda ci deve far riflettere sul nostro modus vivendi. Attenti però alla… terza, più pericolosa delle altre

Egidio CERELLI

A

ncora una volta approfitto dell’amicizia che mi lega al collega Franz Coriasco, autore di importanti programmi RAI. Giornalista, scrittore e autore radiotelevisivo e teatrale è anche critico musicale per diverse testate. Franz riesce a farci vivere da agnostico e quasi da ateo in mondi non sconosciuti ma che spesso evitiamo. Con il suo ultimo volume “Il Dio dei senza Dio” scrive che secondo la fede cristiana, Dio è Amore. “Ma come è possibile crederci davanti al dolore del mondo?- si chiede- Una frase del Vangelo, pronunciata da Gesù poco prima di morire, “Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?”, è lo spunto e il viatico di Coriasco per leggere, da un’originale prospettiva agnostica, il grande mistero di Dio e uno dei passaggi nevralgici del cristianesimo. A mezza via tra il saggio teo-filosofico, il pastiche e il racconto autobiografico, nelle pagine s’incrociano il sacro e il profano, la mistica e la cronaca, virgolettati autorevoli e le digressioni spicciole dell’autore, un agnostico travagliato, anomalo, bisognoso d’interrogare e d’interrogarsi. Temi altissimi e talvolta complessi, ma offerti al lettore – credente o meno che sia – con un approccio diverso da quello dei trattati teologici e con uno stile sempre divulgativo e leggero: alla ricerca di nuove ipotesi di dialogo e di fraternità tra credenti e non credenti; le stesse suggerite all’autore dalle sue personali frequentazioni con Chiara Lubich e la beata Chiara Badano e da Papa Francesco quando giorni fa ha detto…”Mi rifiuto di dividere tra credenti e non credenti. Davanti a Dio siamo tutti figli”. Un grande spunto ecumenico ed universale . Ed ha spesso trattato anche dei momenti difficili della grande attualità. Ovvio il riferimento al virus subdolo ed invisibi-

le che però noi dobbiamo debellare. Per questo insieme a lui vogliamo fare una interessante ed opportuna riflessione. Ci siamo di nuovo dentro fino al collo “E non solo negli ospedali intasati e tracimanti di dolore. Ci siamo di nuovo dentro a quest’inquietudine profonda che ci fa tremare ad ogni dolorino, che ci fa nutrire di numeri e di grafici durante i tiggì e che ci si stringe al collo come una garrota, incasinando il lavoro e le convivenze. Ci siamo di nuovo dentro: alla caccia ai colpevoli e agli strali contro l’inadeguatezza e la confusione della classi politiche (uso il plurale perché anche in questo il malessere parrebbe planetario). E ci siamo ancora dentro perché siamo tutti bravi a chiudere le stalle dopo che le vacche son fuggite; circondati dai soliti furbetti, dagli incoscienti, dagli autarchici dell’ognun per sé, dai negazionisti e dai terrorizzati. Ci siamo ancora dentro con le nostre mascherine tenute sotto il naso o sotto il mento, con le file per i tamponi, con le nostre overdose vitaminiche o di lattoferrina, con i virologi a sbrodolare sentenze l’uno contro l’altro armati”. Si chiama paura, e occorre distinguerla dal panico o dal terrore Ché in questi giorni servono soprattutto buon senso, raziocinio, e prudenza, anche nelle esternazioni. Solo che troppi, rispetto alla prima on-

data, questa paura non ce l’hanno più, come se averla già vissuta e scampata li avesse resi più forti, addirittura immuni: soprattutto ai divieti e alle raccomandazioni. “Questo popolo di idioti, va trattato, ed è tristissimo dirlo, in un solo modo: con controlli asfissianti, e multe salatissime. Perché se ci risiamo dentro fino al collo è soprattutto colpa loro”. Prendiamo a prova inconfutabile quanto sta accadendo in questi giorni da noi. Da dove è arrivata un’altra ondata di positivi, di contagiati e purtroppo anche di morte? Da un rigurgito umano incosciente. Non entriamo nel merito delle concause ma…Quanto stanno facendo gli addetti ai lavori è tanto. Ma non basta. C’è altro che ci riguarda da vicino perché poco prudenti. Ed allora che farne di tutta questa nostra inadeguatezza, dei nostri quotidiani sconcerti e smarrimenti? La “prima ondata” ha provato a dirci che ci vuole autogestione prudenziale che noi abbiamo eluso. Apertura degli impianti sciistici, delle scuole chiuse e chi più ne ha più ne metta, è una sorta di populismo senza avere una coscienza che tocchi prima di tutto noi stessi. No ad assembramenti e poi le immagini tradiscono pure gli increduli. Che poi le autorità debbano controllare sempre e comunque, ma facendosi rispettare anche diventando impopolari, è quantomeno indispen-

sabile. Fatevi una passeggiata davanti alle scuole, ai Bar. L’assembramento è all’ordine del giorno con chi sfida il vicino per adeguarsi al personaggio bossetto di turno, con tatuaggi pure in testa, dal fumo di sigarette e non solo che lo costringono

ad abbassare la mascherina per poi non sazio a sorseggiare coram populo birra a più non posso. Arriva ‘madama’ e tutto sembra normale. E non urliamo come quelle filastrocche stile “andrà tutto bene” Teniamole solo come eventuale coadiuvante personale, almeno per rispetto ai milioni di morti ed a chi nel mondo ha perso un lavoro. Fa rilevare il collega Coriasco che..” ne usciremo solo e soltanto se ciascuno di noi farà la propria parte, senza limitarsi a lagnarsi di chi non la sta facendo”. E’ arrivato in soccorso ‘sto benedetto vaccino”, ma questo dramma planetario non si riduca ad un ricordo aneddotico, ma abbia reso noi e il povero mondo che ci circonda almeno un po’

diversi, e magari addirittura migliori. Non solo drammi seppur cercati e non senza accorgersene. Ed allora siamo fiduciosi nel futuro, ma prima con noi stessi protagonisti. Preserviamo la speranza, certo, ma quella che si costruisce con la fatica e l’ascetica, non quella nutrita solo dall’ottimismo ottuso degli ignoranti e dei cretini”. La nostra terra purtroppo pullula di ‘trasgressori pericolosi’ che oltre a far male a loro stessi propagano quella maledetta molecola pure a chi gli è a fianco. Atteniamoci tutti alle regole, alle normative vigenti al fine di cominciare da noi stessi a debellare il nemico invisibile. Ce la faremo se noi stessi ci impegniamo in prima persona.


N. 236 - Venerdì 26 Febbraio 2021

DENTRO LA PASSIONE

TESTATA GIORNALISTICA SETTIMANALE della provincia di FROSINONE iscritta al Roc al N. 23884 Direttore Responsabile: Marco Ceccarelli Redazione: Tel. 393 6239680 - tunews.redazione@gmail.com Editore: Globalpress S.r.l. - P. Iva 02714820590 globalpress.amministrazione@gmail.com Stampa: Centro Offset Meridionale s.r.l. - Caserta Tiratura media 6.000 copie

www.tunews24.it

€ 0,70

GRATUITO - Edizione lancio

L'INTERVISTA

LA STORIA DI BAYEMI TRA CAMERUN E IL FUTURO DA PROCURATORE IN ITALIA

ORA O MAI PIÙ

PAGINA 5

DOPO LO 0-0 CON IL PESCARA LA SQUADRA DI NESTA CERCA I TRE PUNTI PER RIMANERE IN SCIA DEI PLAY-OFF IL MATCH Ariaudo si riprende le redini della difesa Rohdén a supporto di Iemmello e Nova Ciano torna a disposizione di Nesta

BASKET Cassino lotta ma con Rieti è ko Leonardo Manzari striglia i senatori Domani in trasferta contro Pozzuoli

PAGINA 2

PAGINA 7


2

VENERDÌ 26 FEBBRAIO 2021

il MATCH

IN SETTE GIORNI TRE SFIDE DETERMINANTI PER IL FUTURO DEL CAMPIONATO GIALLAZZURRO. SI PARTE DOMANI A CREMONA

SETTIMANA DECISIVA

Antonio VISCA

I

ATTENTI A QUEI DUE I possibili "uomini partita" del Frosinone scelti da Tu Sport

^

SERIE B CLASSIFICA 24

Promossa in Serie A

Accedono ai Playoff

Accedono ai Playout

Retrocedono in LegaPro

poco prolifico. Contro i grigiorossi Nesta confermerà il 3-4-1-2. In porta agirà come di consueto Francesco Bardi. La difesa sarà orfana dello

RISULTATI 24^ GIORNATA PROGRAMMA 25^ GIORNATA

toria, cinque pareggi e tre sconfitte. Un ritorno che sicuramente darà qualità e nuove idee ad un attacco che si è dimostrato finora davvero

GIORNATA

l Frosinone cerca il rilancio in campionato. Gli uomini di Nesta sono attesi da una settimana determinante per la propria stagione, con tre gare ravvicinate che diranno tanto sul prosieguo del campionato e su dove possa realmente arrivare questa squadra. Si parte dalla sfida con la Cremonese, poi toccherà martedì pomeriggio al Monza, in casa, e sabato prossimo al Cosenza. Domani i giallazzurri affronteranno un altro grande ex come Daniel Ciofani, peraltro reduce da una doppietta decisiva nel derby contro il Brescia. Con l'arrivo di Pecchia, i lombardi si sono rilanciati conquistando undici punti nelle ultime sette partite. Per l’occasione mister Nesta recupera, almeno per la panchina, Camillo Ciano, infortunatosi lo scorso 27 dicembre, durante il match con il Pordenone. Quella del talento di Marcianise è stata un’assenza molto pesante per i canarini. Nelle nove partite giocate senza l’ex Cesena, il Frosinone ha raccolto solamente otto punti, frutto di una vit-

squalificato Szyminski, al suo posto Lorenzo Ariaudo. Pacchetto arretrato che sarà completato da Nicolò Brighenti sul centrodestra e Marco Capuano sul centrosinistra. Sulle corsie di centrocampo spazio ancora una volta ad Alessandro Salvi sulla destra e a Francesco Zampano sulla sinistra. La coppia centrale sarà formata da Raffaele Maiello e Grigoris Kastanos. Sulla trequarti agirà Marcus Rohden, mentre in avanti ancora spazio ad Andrija Novakovich e a Pietro Iemmello. Siederanno in panchina i recuperati Brignola, Millico, Tribuzzi e, come scritto in precedenza, Ciano.

···

···

PIETRO IEMMELLO

MARCUS ROHDÉN

I possibili "uomini partita" della Cremonese scelti da Tu Sport

···

···

DANIEL CIOFANI

JAIME BÁEZ

I BOMBER GIALLAZZURRI

NOVAKOVICH PARZYSZEK CIANO IEMMELLO ROHDEN KASTANOS

6 4 2 2 2 2

ARIAUDO MAIELLO SALVI SZYMINSKI TABANELLI ZAMPANO

1 1 1 1 1 1


VENERDÌ 26 FEBBRAIO 2021

3

L'avversario I frosinone d i n io z a m r o f le ggerITE u s E S E N O M E R C e u sport" "t i d e n io z a d e dalla r

Campionato Nazionale Serie B Venticinquesima giornata

VS

Sabato 27 febbraio 2021 ore 14:00 Stadio: Giovanni Zini Arbitro: Antonio Rapuano della sezione di Rimini Assistenti: Oreste Muto di Torre Annunziata e Marco Trinchieri di Milano Quarto ufficiale: Daniel Amabile di Vicenza VALUTAZIONE DIFFICOLTÀ MATCH:

BARDI

-1-2 frosinone 3-4

PERCHÉ CREMONESE: La "Cremo" è reduce dal successo nel derby lombardo contro il Brescia, deciso da una doppietta dell'ex canarino Daniel Ciofani. Proprio il bomber di Cerchio costituisce uno dei maggiori pericoli della squadra grigiorossa insieme alla velocità dell'uruguaiano Báez e alla fantasia del talento scuola Napoli Gaetano. Mister Pecchia ha riportato entusiasmo nella squadra che vuole i tre punti contro il Frosinone per allontanarsi dalla zona play-out. Il tecnico di Lenola ha ottenuto finora tre vittorie e due pareggi a fronte di due ko.

3

15

23

CAPUANO

ARIAUDO

BRIGHENTI

2

ZAMPANO

KASTANOS

MAIELLO

SALVI

93

37

8

7 18

ROHDEN

10

H NOVAKOVIC

IEMMELLO

9 CIOFANI

95 70

32

IL BORSINO

PINATO

GAETANO

BAEZ

19

6

CASTAGNETTI

GUSTAFSON

3 VALERI

25

15

RAVANELLI

BIANCHETTI

21 ZORTEA

-2-3-1 CREMONESE 4

PERCHÉ FROSINONE: I giallazzurri finora hanno fatto vedere le migliori prestazioni fuori casa. Mister Nesta recupera, almeno per la panchina, giocatori che possono cambiare il corso della partita come Ciano, Brignola, Boloca e Tribuzzi. Con il ritorno al 3-4-1-2 la fase difensiva sembra più affidabile rispetto al 4-3-3. Dopo un mese di gare disputate ogni tre giorni, il Frosinone ha avuto una settimana piena per preparare al meglio il match con la Cremonese.

22

28 I

CARNESECCH

IL TECNICO DI LENOLA PUNTA SUI GOL DI DANIEL CIOFANI PER CONDURRE I GRIGIOROSSI ALLA SALVEZZA

L’EFFETTO PECCHIA RILANCIA LA CREMONESE

Stefano PANTANO

L

a prima metà della stagione della Cremonese è stata al di sotto delle aspettative. Così il club grigiorosso, approfittando della mini-sosta invernale, ha deciso di esonerare Pierpaolo Bisoli e affidare la guida tecnica a Fabio Pecchia. Il tecnico nato a Formia ma originario di Lenola ha fatto il suo esordio sulla panchina lombarda lo scorso 17 gennaio, sbancando 0-2 il campo del Pescara. Successivamente sono arrivati due pareggi con la SPAL in casa e con il Cittadella in trasferta oltre a una vittoria con il Pisa allo "Zini". Le due sconfitte consecutive con Venezia e Lecce hanno rallentato la ripresa della "Cremo", che però ha avuto modo di riscattarsi nell'ultimo turno espugnando il "Rigamonti" e facendo così suo il derby con il Brescia. Mattatore dell’incontro l’ex centravanti canarino Daniel Ciofani, autore di una doppietta. Sono tanti gli ex giallazzurri tra le fila dei lombardi, a partire dallo stesso Pecchia che ha vestito la maglia del Frosinone nella stagione 2007/08 collezionando 26 presenze e un gol contro il ChievoVerona. A loro

si aggiungono Emanuele Terranova e Luca Valzania che però non saranno della sfida: il primo a causa di problemi muscolari, mentre il secondo è squalificato per somma di ammonizioni. Nei giorni scorsi è stato riscontrato un caso di Covid nella rosa della squadra, tuttavia il nominativo del tesserato non è stato ancora comunicato. Mister Pecchia, comunque, ripartirà dal

collaudato 4-2-3-1 delle ultime uscite. Tra i pali si è imposto il giovane classe 2000 Marco Carnesecchi, che ha scalzato Enrico Alfonso e Giacomo Volpe. Al centro della difesa agiranno Matteo Bianchetti e Luca Ravanelli, al rientro dopo la squalifica, mentre sulle fasce spazio a Nadir Zortea a destra ed Emanuele Valeri a sinistra. Vanno verso la panchina Alessandro Fiordaliso

e Alessandro Crescenzi, non saranno invece del match, oltre a Terranova, anche Luca Coccolo e Michele Fornasier. In mediana restano da valutare le condizioni di Paolo Bartolomei, uscito malconcio dalla gara di Brescia, al suo posto è pronto lo svedese Samuel Gustafson per affiancare Michele Castagnetti. Sulla trequarti Gianluca Gaetano è certo del posto, men-

tre sugli esterni dovrebbero agire l’uruguaiano Jaime Báez a sinistra e uno tra Marco Pinato, Cristian Buonaiuto e lo sloveno Zan Celar a destra. Tra le opzioni a partita in corso ci sono l’ex Foggia Francesco Deli, il “canterano” Matteo Ghisolfi e il classe ’98 Filippo Nardi. Il riferimento offensivo sarà ovviamente Daniel Ciofani, autore di 7 reti in 24 gare di campionato. Pron-

ti a dar manforte dalla panchina l’esperto Fabio Ceravolo e il giovane scuola Milan Lorenzo Colombo; è in dubbio invece l’ex Cittadella Luca Strizzolo a causa di una contrattura muscolare. La Cremonese va a caccia di punti per staccarsi dalla zona playout e si affiderà alla ritrovata verve in zona gol del bomber Ciofani per scardinare la difesa del Frosinone.


4

bioritmi

VENERDÌ 26 FEBBRAIO 2021

LO STATO DI FORMA DEI CANARINI SECONDO LA VALUTAZIONE DELLA REDAZIONE DI "TU SPORT" DOPO LA PARTITA CON IL PESCARA

BARDI SALVA IL RISULTATO, MAIELLO PROPOSITIVO

SERVIZIO A CURA DI STEFANO PANTANO

FRANCESCO BARDI – Svolge ordinaria amministrazione per tutta la partita, fatta eccezione a inizio ripresa quando uno scivolone di Brighenti spalanca la porta a Odgaard che però viene chiuso in uscita bassa dal portiere giallazzurro. Un intervento prodigioso che fa il paio con quello di Chiavari su Brunori. Per il numero 22 canarino si tratta dell’ottavo “clean sheet” stagionale RAFFAELE MAIELLO – Il numero 8 giallazzurro è uno dei più propositivi dei suoi. Dopo una prima frazione in chiaroscuro, sale in cattedra nella ripresa. La sua costante spinta però non basta al Frosinone per trovare il gol vittoria contro un avversario che si difende in undici

MISTER NESTA – A sorpresa lascia fuori Ariaudo piazzando come perno centrale della difesa Szyminski, che non demerita anche se si trova in chiara difficoltà nel dover impostare l’azione. Il tecnico sceglie di non far riposare Rohdén che, però, è apparso davvero sulle gambe e poco lucido nelle giocate. Perché non iniziare con un elemento fresco come Boloca e poi giocarsi la carta Rohdén solo nel finale? Certo, è facile parlare con il senno del poi ma già a Chiavari lo svedese aveva dimostrato di aver bisogno di tirare un attimo il fiato ATTACCO POCO PUNGENTE – La squadra ciociara non riesce quasi mai a pungere, fatta eccezione per un paio di tentativi dal limite dell’area o su punizione nel primo tempo e per il colpo di testa di Brighenti nel secondo. Iemmello stavolta non incide, Novakovich fa a sportellate con Scognamiglio senza riuscire a trovare il guizzo, mentre Parzyszek si vede poco dal suo ingresso. C’è da dire che la squadra fatica a costruire opportunità per le punte, che vengono così lasciate in balia dei difensori avversari senza i necessari rifornimenti CALCI PIAZZATI INCONCLUDENTI – A Chiavari Maiello ha trovato il gol su calcio di punizione che mancava da troppo tempo. Con il Pescara ci provano sia lui che Iemmello e addirittura Salvi, senza impensierire Fiorillo. Anche sui calci d’angolo – battuti sempre “corti” – il Frosinone non riesce a rendersi pericoloso. In attesa di Ciano…


VENERDÌ 26 FEBBRAIO 2021

L'intervista

5

L'EX PORTIERE VIVE A FROSINONE DAL 2008 E ADESSO HA INTRAPRESO L'AVVENTURA DA PROCURATORE SPORTIVO

LA STORIA DI BAYEMI CHARLES LWANGA ARRIVATO IN ITALIA PER SALVARSI LA VITA Antonio VISCA

C

i sono diverse belle storie che legano il mondo del calcio con la nostra terra, una delle quali è sicuramente quella di Bayemi Charles Lwanga, ex giocatore camerunense arrivato in Italia per salvarsi la vita nel 2003. L’ex portiere, che è stato selezionato per cinque volte dalla nazionale del proprio Paese e che ha vinto anche una coppa a livello di club (sempre in Africa) negli anni 80, è arrivato nel Bel Paese per sottoporsi a terapie di dialisi. “Sono stato accolto - ci dice il classe ’62 - dalla signora Antonella Fratantuono, allora capo sala in dialisi all’ospedale di Campobasso. Poi mi sono trasferito cinque anni dopo a Frosinone, dove ho continuato le mie cure, per via del lavoro di mia moglie”. L’ex portiere poi ci racconta il suo approccio con il gioco più bello del mondo: “Ho mosso i primi passi da calciatore come tutti i bambini in Africa, giocando a calcio per strada. I miei genitori erano contrari al gioco del calcio, perché veniva visto come uno sport per delinquenti. Ma i miei insegnanti notarono subito qualcosa in me e iniziai la mia carriera

da calciatore da adolescente, prima da centravanti e poi mi ritrovai a giocare tra i pali. Addirittura, nella mia città, mi soprannominarono Dino Zoff e per me fu davvero un vanto visto che seguivo sempre con ammirazione il calcio italiano”. Ma non solo calcio, nella vita di Bayemi anche atletica leggera, baseball e softball: “Al liceo mi sono ritrovato a fare anche l’atletica leggera. Nei campionati universitari sono campione nel triplo salto e

campione nei 400 metri. Ho acquisito inoltre la laurea in scienze motorie per poter insegnare, professione che ho svolto per 10 anni in Africa. Esperienza lavorativa che mi ha portato a fare uno stage per il comitato olimpico internazionale (CIO) per dirigente sportivo essendo segretario generale della federazione camerunense di baseball e softball. La malattia e la scelta di venire in Italia: “Nel 2003 mi sono ammalato gravemente e da allora

ho dovuto combattere in dialisi per salvarmi la vita. Ho scelto l’Italia perché in Camerun non potevo curarmi e perché sono sempre stato attratto da questo Paese. E la scelta mi ha premiato. Grazie ai medici italiani ho avuto salva la vita visto che nel 2016 ho subito un trapianto di reni all’Ospedale Umberto I di Roma. Non posso che ringraziare loro e la città di Frosinone per avermi accolto”. L’ex portiere che diventa procuratore: “Tra una seduta di

dialisi e l’altra ho avuto il tempo di diventare un procuratore sportivo. Ho sostenuto l’esame e sono iscritto alla FIGC come agente dal 2008. Da allora purtroppo, a causa della mia malattia, ho avuto poco tempo per svolgere la mia professione, ma da un paio di anni a questa parte mi sto dando da fare e ho in squadra due-tre calciatori interessanti. Mi piace lavorare con i giovani e il mio obiettivo, perché no, è poter portare un giorno un grande talen-

to al Frosinone Calcio”. Proprio sul campionato che sta svolgendo adesso la truppa giallazzurra Charles conclude la sua bella intervista: “Da cinque-sei anni siamo abituati a vedere il Frosinone lottare per grandi obiettivi. L’attuale però, complice anche il Covid, non sembra essere una stagione favorevole per gli uomini di Nesta. Sarà determinante ritrovare lo spirito che ha sempre contraddistinto questa squadra negli ultimi campionati”.

DOPO I SUCCESSI CON SALERNITANA E COSENZA, I CANARINI PROVANO IL DEFINITIVO SALTO DI QUALITÀ

IL FROSINONE OSPITA IL PISA PER IL TRIS DI VITTORIE

A

rriva da due vittorie di fila ottenute contro Salernitana e Cosenza, deve recuperare una gara con il Benevento ma per la Primavera del Frosinone è già il momento di confermare quanto di buono è stato fatto in queste ultime settimane. Al Comunale di Ferentino è di scena (sabato 27 febbraio, ore 11.30) il Pisa di mister Paffi che nell’ultimo turno ha impattato in casa con il Pescara (0-0) primo in classifica. Neroazzurri a 13 punti, giallazzurri a 9 e da qui è facile evincere che la squadra di Mar-

sella per rientrare nelle posizioni che contano deve mettere in cassa-

forte la vittoria. Il tecnico del Frosinone in settimana ha recu-

perato De Blasio che era reduce da un lungo stop. Ma perde i due portieri di

riserva, Vilardi e l’under 17 Palmisani. Alle spalle di Trovato – che è stato inserito nella top 11 del girone B della Primavera 2 al pari di uno strepitoso Maugeri, entrato in corsa nella gara col Cosenza – c’è un altro Under 17, Marasca, classe 2004. La settimana di preparazione non è corsa via in maniera semplice perché alle defezioni dei due portieri ed a quelle dei vari Morelli, Santi e Luiso (ricadute per problemi muscolari), Pacetti (noie persistenti ad un ginocchio), D’Agostino e Vecchi si è aggiunta la

tegola dell’infortunio del terzino-cursore Coccia (alle prese con una noia alla caviglia). In casa con la Salernitana e a Cosenza il tecnico Marsella ha cambiato assetto alla squadra, facendo di necessità (alla voce emergenza) virtù e passando al 4-2-3-1 dopo aver iniziato la stagione con il 3-5-2 in ossequio ai dettami tattici della prima squadra e sviluppato anche. Contro i toscani tutto dipenderà soprattutto dall’allenamento di rifinitura previsto per domani. frosinonecalcio.com


PAGINA 6

26 FEBBRAIO 2021


VENERDÌ 26 FEBBRAIO 2021

basket-VOLLEY-pallanuoto

7

BASKET - DOPO IL KO CON RIETI E LE PAROLE DURE DI MANZARI, I LUPI DOMANI FANNO VISITA A POZZUOLI

VIRTUS, IMPOSSIBILE SBAGLIARE

D

opo il brutto scivolone in trasferta contro Formia, la Virtus Cassino è costretta alla resa contro la capolista Rieti, anche se dopo un match ben giocato dagli uomini di coach Vettese e sicuramente condizionato da qualche scelta arbitrale almeno discutibile. Cassino rimane a dieci punti in classifica in compagnia di Formia e Sant’Antimo. Domani i Lupi giocheranno in trasferta sul campo di Pozzuoli. A parlare dopo l’ultima sfida è stato il Presidente Leonardo Manzari che non ha nascosto la sua grande amarezza: «Resta l’amarezza per una sconfitta maturata al termine di una gara combattuta testa a testa contro, ricordiamolo, la prima della classe. Resta però l’ennesima sconfitta in una stagione sfortunata in termini di risultati. Penso alle sei sconfitte maturate sul filo di lana. È un fatto, punto». Manzari non risparmia critiche nei confronti dei suoi: «Poi devo chiedermi, perché negli arrivi testa a testa non riusciamo mai a mettere la testa avanti? Ecco, questo è quello che dobbiamo chiederci tutti. Sono deluso dal fatto che alcuni di noi, atleti esperti e di navigata esperienza, ricordiamolo, nel momento decisivo scompaiono dal parquet. È quello che cercheremo di risolvere presto e subito, con le buone o con le cat-

VOLLEY GIOVANILI - SONO INIZIATE LE FASI PRELIMINARI

IL PUNTO SULLE FASI DI QUALIFICAZIONE ALL’ECCELLENZA REGIONALE DELL'ARGOS

L'

tive, anche a costo di scelte dolorose. Dobbiamo tutti e dico tutti onorare la maglia che indossiamo. In un periodo storico come questo, essere a Cassino deve essere un grande privilegio. Chi non sta bene, mi chieda pure di andare a casa. Non accetto di vivere di rammarichi con un team com-

posto da gente esperta ma con poca voglia di vincere. Qui nessuno é fesso e certe cose sono chiarissime. Le nostre aspettative erano e restano alte. Vincere almeno due delle gare perse sul filo di lana ci avrebbe consentito di guardare alla classifica con altro spirito. Mi aspetto di più da atleti

esperti che sono a Cassino con il massimo del rispetto da parte nostra, ma che non rispettano, al contempo, in alcun modo, il proprio lavoro. Questo non é tennis, ma uno sport di squadra. La porta è quella, se non si sta bene». Conclude Leonardo Manzari: « Rispetto massimo per tutti, ma mi aspetto altrettanto rispetto per la maglia che si indossa e soprattutto per il lavoro retribuito che si svolge. Mi rendo conto di non chiedere nulla di speciale. Desidero che ognuno faccia un sereno esame di coscienza e che capisca i propri errori. Sono in credito con tutti, e dico tutti, i componenti del roster della Virtus Cassino». Parole durissime da parte di Manzari. Vedremo se ci sarà una immediata reazione in trasferta. C.C.

PALLANUOTO - NEL GIRONE DEI GIALLOBLÙ SONO INSERITE CAMPUS ROMA, C.C. LAZIO, LIBERTAS ROMA EUR E VILLA YORK

D

opo quasi un anno senza partite ufficiali, il 20 febbraio riprende il campionato di serie B. La Rari Nantes Frosinone, inserita nel gruppo 5, riposerà nella prima giornata, visto che ogni girone composto dalla FIN conta cinque squadre, e inizierà la sua stagione sabato 6 marzo. Per evitare spostamenti, la Federazione ha pensato a una frammentazione dei vecchi gironi da dieci, cercando di mettere insieme tutti club della stessa regione. Ci è riuscita, appunto, nel girone dei gialloblù. Oltre alla squadra del presidente Vincenzo Russo, nel gruppo 5 sono inserite le romane Campus Roma, C.C. Lazio, Libertas Roma Eur e Villa York. Proprio contro quest’ultima, si aprirà il campionato della Rari Nantes Frosinone, mentre tutte le altre inizieranno sabato 20 febbraio. L’appuntamento per l’esordio 2020/21 è al Foro Italico, in orario ancora da stabilire.

RARI NANTES FROSINONE, IL 6 MARZO SI RICOMINCIA DA DOVE S’ERA LASCIATO

Proprio il riposo alla prima giornata - oltre a regalare due settimane di tempo in più di preparazione alla squadra - fa sì che si riprenda proprio da lì dove tutto s’era fermato. Come non ricordare, infatti, che l’ultimo allenamento della stagione 2019/2020

era avvenuto proprio il 6 marzo. Era un venerdì come tanti, quando alla fine della seduta alla Comunale di Anzio, coach e gruppo squadra appresero la notizia dell’annullamento della partita dell’indomani a Bari. Da quel 6 marzo 2020 a questo del 2021, il mondo è stato stravolto. Tutto è cambiato, non solo nello sport, ma anche e soprattutto nella vita di tutti i giorni. Non ci siamo allenati per mesi e mesi, poi lo abbiamo fatto a singhiozzo. Ritrovarci in piscina è stato ed è un modo per non pensare per qualche ora a tutto ciò che ci circonda e vivere la felicità di giocare a pallanuoto. Ora, la Rari Nantes Frosinone è pronta a dare battaglia per raggiungere i suoi obiettivi, con l’entusiasmo di sempre: si ricomincia a fare sul serio!

impegno e la passione delle giovani atlete della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora è tutto ciò che anima la società Argos Volley. Qualche settimana fa il via alle fasi preliminari di eccellenza regionale, qualche gara disputata e già il lungo periodo di stop forzato causa Covid, è alle spalle. Le ragazze di coach Pica e quelle della coppia Vermiglio Cancelli, sono scese in campo come se mancassero solamente dal giorno prima, il tempo di vivere la naturale emozione legata all’età e poi via, con l’agonismo puro. A prendere parte alla fase di qualificazione dei Campionati di Eccellenza Regionale, l’under 15 dei coach Vermiglio e Cancelli, e le under 17 e 19 di mister Pica. L’11 febbraio i giochi sono stati aperti dalle quote rosa under 19 in trasferta nella capitale a casa di Roma7 Volley, la gara è stata combattuta ma purtroppo il risultato è stato favorevole alle padrone di casa. Sei giorni dopo lo stesso gruppo esordisce tra le mura amiche del PalaGlobo “Luca Polsinelli” dove, con una bella prestazione merita gli applausi di tutti, anche se il risultato non è stato quello sperato. Dopo la vittoria del primo set, il Giro Volley ha alzato l’asticella che ha segnato la differenza per l’1-3. Ma Ciraudo e compagne erano li, a scappare avanti, a tenere testa, restando concentrate e fedeli al loro gioco pulito e ordinato. “Con la squadra under 19 – spiega coach Salvatore Pica -, stiamo affrontando un girone – formato da Roma 7 Volley, Revolution Volley Roma, e Giro Volley Roma -, che ci vede come la squadra più piccola per età. Le ragazza infatti, a eccezione del capitano Sara Gabriele, sono tutte under 17 ma stanno lottando punto a punto contro compagini che presentano un’ottima organizzazione di gioco unita a fisicità e tecnica importanti. Un percorso soddisfacente, per me e per le atlete, data la difficoltà della categoria”. La terza e ultima gara di questa fase di qualificazione con gare di sola andata, è in programma venerdì 26 febbraio al PalaGlobo “Luca Polsinelli” alle ore 19 contro Revolution Volley, con live streaming sulla pagina ufficiale Facebook dell’Argos Volley. L’Under 17 invece ha aperto le danze nel proprio palazzo domenica 14 febbraio, e lo ha fatto con una importante vittoria piena sull’Intent Volley Zagarolo dai parziali di 25-8; 25-20; 25-15. Sabato scorso invece tutto altro scenario si è visto a Fondi contro la Maplo a imporsi duramente. “Con l’under 17 – continua la guida tecnica volsca -, il percorso in gara fatto finora è stato un po’ più altalenante: dopo aver vinto la prima partita casalinga contro Zagarolo, in maniera netta e convincente, siamo inciampati sul campo di Fondi. Una partita che ci ha visti sin dall’inizio con un atteggiamento passivo, poco organizzati e molto fallosi. Una giornata storta che speriamo di cancellare nel più breve tempo possibile in vista dei prossimi impegni. Tutto sommato le ragazze stanno rispondendo in maniera positiva a questa nuova ripartenza dei campionati, nonostante ancora le comprensibili difficoltà che si possono incontrare dopo un anno di assenza dalle competizioni ufficiali”. L’ultima gara della fase di qualificazione attende le quote rosa under 17, mercoledì 24 febbraio alle ore 19:30 in casa del CsPeterPan. L’under 15 invece ha subito un piccolo slittamento del calendario che ha rimandato la disputa della prima gara allo scorso sabato, con Sora a Fondi in casa delle pari età del Caseificio Porta di Roma. Anche per le piccole dei coach Vermiglio e Cancelli un brutto pomeriggio da dimenticare, proveranno a rifarsi mercoledì 24 febbraio quando saranno nuovamente in trasferta a Roma dal CsPeterPan. Domenica 28 febbraio invece, finalmente esordiranno al PalaGlobo “Luca Polsinelli” contro l’Intent Zagarolo.


Profile for tusport.redazione

TU NEWS n. 207  

TU NEWS n. 207  

Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded