__MAIN_TEXT__

Page 1

N. 222 - Sabato 24 Ottobre 2020

DENTRO LA PASSIONE

TESTATA GIORNALISTICA SETTIMANALE della provincia di FROSINONE iscritta al Roc al N. 23884 Direttore Responsabile: Marco Ceccarelli Redazione: Tel. 393 6239680 - tunews.redazione@gmail.com Editore: Globalpress S.r.l. - P. Iva 02714820590 globalpress.amministrazione@gmail.com Stampa: Centro Offset Meridionale s.r.l. - Caserta Tiratura media 6.000 copie

www.tunews24.it

€ 0,70

GRATUITO - Edizione lancio

SALA STAMPA

MISTER NESTA IN CONFERENZA «NON TORNEREMO SUL MERCATO» PAGINA 5

ALL'ADRIATICO PER VINCERE

IL FROSINONE FA VISITA AL PESCARA ULTIMO ALLA RICERCA DEL QUARTO RISULTATO UTILE DI FILA UNA SFIDA DA NON SOTTOVALUTARE IL MATCH Curado si riprende il posto in difesa In attacco ballottaggio Ciano-Dionisi Massimo Oddo si gioca la panchina

BASKET Virtus, contro Formia un altro ko che sancisce l'addio alla Supercoppa Ora con Rieti per salvare la faccia

PAGINE 2 e 4

PAGINA 11


2

SABATO 24 OTTOBRE 2020

IL MATCH

IL FROSINONE AFFRONTA IL FANALINO DI CODA PESCARA: ODDO DOPO QUATTRO GIORNATE È GIÀ A RISCHIO ESONERO

LEONE, NON AVER PIETÀ

Antonio VISCA

T

ATTENTI A QUEI DUE I possibili "uomini partita" del Frosinone scelti da Tu Sport

Accedono ai Playoff Retrocedono in LegaPro

LA CLASSIFICA È AGGIORNATA PRIMA DELL'ESITO DI EMPOLI-PISA GIOCATA IERI SERA

però non sembra nei piani di Nesta per questa partita. Restano dunque favoriti i primi tre, con Tabanelli e Rohden leggermente avanti rispetto a Kastanos, apparso stanco per i tanti impegni ravvicinati. Sulla corsia di destra agirà ancora una volta Salvi. Ex della sfida, Zampano potrebbe di nuovo agire sulla sinistra a discapito di Beghetto e D’Elia. Ma qui il ballottaggio è veramente serrato. Problemi di abbondanza anche in avanti per mister Nesta. Rimangono i problemi in zona gol visti anche l’anno scorso, ma tutti e cinque gli attaccanti in rosa sono potenzialmente dei titolari. E per questo il tecnico romano difficilmente inizierà una partita con lo stesso attacco visto nel match precedente: a Pescara dovrebbe toccare a Parzyszek e Ciano.

···

CAMILLO CIANO

···

PIOTR PARZYSZEK

I possibili "uomini partita" del Pescara scelti da Tu Sport

···

CRISTIAN GALANO

···

LEDIAN MEMUSHAJ

I BOMBER GIALLAZZURRI NOVAKOVICH SZYMINSKI SALVI

RISULTATI 3^ GIORNATA

^

SERIE B CLASSIFICA 4

Promossa in Serie A Accedono ai Playout

dovrebbe riaccomodarsi in panchina a discapito di Curado. A completare la difesa a tre ci saranno capitan Brighenti sul centrodestra e Ariaudo nel mezzo. Resta indisponibile anche per questo match Szyminski. In settimana, intanto, è stato sottoposto ad un intervento in artroscopia per la ricostruzione del crociato anteriore e per la riparazione del menisco interno ed esterno dell’arto destro, il figlio d’arte Riccardo Baroni che ne avrà per almeno 6 mesi. A centrocampo l’unico che sembra certo del posto è Maiello. Per gli altri due posti è battaglia a quattro: Tabanelli, Rohden, Kastanos e Carraro. Entrato negli ultimi 30 secondi di partita, Carraro potrebbe giocare al fianco di Maiello in caso di centrocampo a due con il trequartista, opzione che

RISULTATI 4^ GIORNATA PROGRAMMA 5^ GIORNATA

prime otto posizioni. Nesta per l’occasione dovrebbe affidarsi al consueto 3-52, cambiando qualche interprete rispetto alla sfida con la Virtus Entella. A difendere i pali ci sarà come sempre Bardi. Martedì sera in difesa è tornato titolare dopo diverso tempo Capuano, con il Pescara però

GIORNATA

ra Frosinone ed Entella, nel turno infrasettimanale, è finita con un pareggio a reti bianche. I ragazzi di Nesta hanno giocato per tutti i 94 minuti nella metà campo avversaria, ma ciò non è bastato per trovare il gol che avrebbe consentito ai giallazzurri di portare a casa la terza vittoria consecutiva. A rendersi più pericolosi, in una partita dominata dai ciociari, sono stati Dionisi, con una traversa da fuori area, Rohden e, negli ultimi minuti, Tabanelli con un colpo di testa che ha costretto al miracolo il portiere avversario. Ma si poteva e doveva far di più considerando anche i problemi di formazione che avevano i liguri. Ora i giallazzurri se la dovranno vedere con il Pescara, attualmente ultimo in classifica. Nell’ultimo turno gli abruzzesi, dopo una scialba prestazione, hanno ricevuto un sonoro 4-0 dal Venezia. Oddo, per forza di cose, si gioca gran parte del proprio futuro proprio contro il Frosinone del suo amico Nesta. Nessuno si sarebbe immaginato un avvio così stentato da parte dei biancocelesti, accreditati dai più come una delle pretendenti alle

1 1 1


24 OTTOBRE 2020

PAGINA 3


4

SABATO 24 OTTOBRE 2020

L'AVVERSARIO

I frosinone d i n io z a m r o f le erITE e PESCARA sugg sport" u "t i d e n io z a d dalla re

Campionato Nazionale Serie B Quinta giornata

VS

Sabato 24 ottobre 2020 ore 16:00 Stadio: Stadio Adriatico - Giovanni Cornacchia Arbitro: Matteo Gariglio di Pinerolo Assistenti: Prenna Emanuele della sezione di Molfetta e Eugenio Scarpa della sezione di Collegno VALUTAZIONE DIFFICOLTÀ MATCH:

23

-2 frosinone 3-5

PERCHÉ PESCARA: Gli abruzzesi hanno iniziato decisamente male il proprio campionato. Un solo punto conquistato in quattro gare, troppo poco per una squadra partita con ambizioni di play-off dopo la travagliata ultima stagione con la salvezza ottenuta in extremis. Tante assenze per Oddo che però può contare sull’esperienza di giocatori come Memushaj e Galano. L’albanese ha già segnato al Frosinone nel match dello scorso 17 luglio con un preciso calcio di punizione.

ZAMPANO

TABANELLI

MAIELLO

RODHEN

93

21

8

7

2

CURADO

ARIAUDO

BRIGHENTI

SALVI

4

15

30 28

PARZYSZEK

CIANO

24 CAPONE

11

37

IL BORSINO

GALANO

MAISTRO

19

MEMUSHAJ

VALDIFIORI

OMEONGA

LO MASCIANGE

8

10

40

5

16

DRUDI

BOCCHETTI

14

-1 PESCARA 4-3-2

PERCHÉ FROSINONE: I canarini arrivano da tre risultati utili consecutivi e vogliono proseguire la propria striscia positiva. Si troveranno al cospetto di un avversario in difficoltà visto l’ultimo posto in graduatoria. I giallazzurri dovranno approfittare delle lacune difensive dell’undici di Oddo e incrementare il proprio bottino di gol. La partita con la Virtus Entella fa ben sperare dal punto di vista del gioco, anche se è mancato il guizzo decisivo sotto porta.

22 BARDI

BALZANO

1 FIORILLO

IL PESCARA È ULTIMO IN CLASSIFICA AD APPENA UN PUNTO. L’EX PERUGIA SI GIOCA LA PANCHINA CON IL FROSINONE

ULTIMA SPIAGGIA PER MASSIMO ODDO

Stefano PANTANO

I

l campionato del Pescara è iniziato nel modo peggiore possibile, dopo quattro turni il "Delfino" si ritrova infatti in ultima posizione. In quattro partite la squadra abruzzese ha raccolto un solo punto, arrivato alla prima giornata contro il Chievo, ottenendo tre ko di fila nelle restanti uscite. L'ultimo incontro in quel di Venezia si è concluso con un perentorio 4-0 in favore dei lagunari, un risultato che fa traballare non poco la panchina di Massimo Oddo. Il tecnico pescarese è reduce dalla retrocessione in Lega Pro con il Perugia dopo aver perso i play-out proprio contro la squadra della sua città. Il presidente Daniele Sebastiani sta facendo le dovute riflessioni in queste ore e, in caso di ko con il Frosinone, potrebbe arrivare l’esonero per il campione del mondo 2006. A sostituirlo potrebbe essere proprio un suo ex compagno di nazionale, Luca Toni, che dopo aver preso il patentino da allenatore è a caccia di una panchina. In lizza anche Pillon e Pecchia. Tornando al campo, i biancazzurri sono in una situazione di emergenza sia in difesa che in attac-

co. Il reparto arretrato sarà orfano di Nzita, espulso contro il Venezia, Bellanova e Antei, mentre quello offensivo sarà privo del colombiano Ceter e dell’ex Cosenza Raúl Asencio, già assente nelle ultime due uscite con Empoli e Venezia. Dovrebbe essere del match l'ex

Salernitana Maistro, autore finora degli unici due gol abruzzesi in campionato. Mister Oddo opterà ancora per il 4-3-2-1. Tra i pali conferma per Vincenzo Fiorillo, a difesa della sua porta agiranno Drudi e uno tra Scognamiglio e l’ex canarino Bocchetti centralmente.

Sulla corsia destra difensiva spazio a Balzano, insidiato però da Ventola, mentre a sinistra, con Nzita squalificato, è ballottaggio tra Masciangelo e il polacco Jaroszynski. Come vertice basso del centrocampo scalpita per rientrare Valdifiori, sulle mezzali dovrebbero

invece agire Omeonga e Memushaj, che si gioca il posto con Busellato. Per quanto riguarda il reparto avanzato, Galano e Maistro dovrebbero agire in appoggio a Capone. In caso di mancato impiego di Maisto, Oddo potrebbe optare per uno tra l'ex Primavera della Roma

Riccardi e il serbo classe 2000 Bocic sulla trequarti. Il Pescara arriva dunque in condizioni difficili al match con il Frosinone, che però non dovrà fare l’errore di sottovalutare un avversario in difficoltà ma determinato a risollevare al più presto le proprie sorti.


SABATO 24 OTTOBRE 2020

SALA STAMPA

5

MISTER NESTA È FIDUCIOSO: «SERVIRÀ QUALCHE SETTIMANA PER VEDERE LA NOSTRA VERA FORZA»

«SIAMO UNA SQUADRA FORTE»

C

onferenza stampa con il Media Center del Club per il tecnico Alessandro Nesta alla vigilia dell’ultimo allenamento prima della partenza per Pescara. Terza partita in otto giorni. Sarà più importante la condizione fisica o la capacità di essere concreti sotto porta per portare a casa un altro successo in trasferta a Pescara? “Entrambe, questa è la prima volta nella stagione in corso che giochiamo tre partite in 8 giorni. I giocatori non sono ancora abituati al ritmo di impegni così ravvicinati ma qualcuno dovrà pure giocarle. Quanto al discorso relativo agli attaccanti, sono abbastanza tranquillo. Tutte le squadre non hanno omogeneità per una serie di motivi: chi sta meglio, chi peggio, chi proviene da un infortunio, chi è arrivato dopo. All’inizio è un problema di tante squadre, sappiamo bene chi deve lavorare di più e chi meno”. Alcune delle squadre favorite (Monza, Spal, Brescia e Lecce) stanno faticando. Nei primi 5 posti ci sono 4 delle formazioni che hanno disputato i playoff la stagione scorsa. Che idea si è fatto del campionato dopo questi primi 4 turni? “Come tutti gli anni, prima che le squadre riescano ad esprimere tutto il loro potenziale trascorre un po’ di tempo. E’ fisiologico. Dob-

È

stato una vera e propria spina nel fianco destro dell’Entella sin dai primi minuti, mettendo in difficoltà chiunque gli capitasse di fronte. Francesco Zampano è anche lui giustamente rammaricato per un pareggio strettissimo. Zampano, stava per realizzare un gol, peccato, sarà per la prossima volta. Giocando bene come oggi il Frosinone potrà dire la sua fino in fondo? “Oggi abbiamo disputato una buona gara, siamo partiti molto bene. Dobbiamo però sfruttare le palle gol che ci capitano. Speriamo di fare meglio nella prossima”.

biamo aspettare qualche settimana ancora prima di vedere la forza di ogni squadra”. Per Maiello sarebbe la terza gara in otto giorni. Se non dovesse giocare, in quella posizione di campo vede meglio Kastanos, Carraro o Vitale? “Abbiamo altre soluzioni. Maiello ha corso tanto, ha fatto un buon avvio di campionato, un elemento molto importante per noi. Vediamo se ha recuperato alla fine l’allenamento. E faremo le nostre valutazioni. Carraro prima di venire qui

si è allenato dalle sue parti, è chiaramente un po’ indietro nella condizione. Anche Vitale è un’alternativa come lo sono altri giocatori in quel ruolo”. In difesa è ipotizzabile il rientro di Curado? E ancora: ha chiesto alla società di tornare sul mercato dopo l’infortunio a Baroni? “La scorsa stagione l’abbiamo giocata con 5 centrocampisti e altrettanti difensori. Vedremo cosa c’è a disposizione. Baroni ha avuto un brutto infortunio però abbiamo tante

alternative, ci si è fermato Szyminski ed è un problema per noi però abbiamo Curado, Capuano, Brighenti e Ariaudo. E poi ad esempio anche un quinto come Salvi può fare il terzo di difesa”. Che effetto le farà incrociare Massimo Oddo? O è ormai diventata un’abitudine sfidare i vecchi compagni? “E’ sempre un piacere incontrarlo, un ottimo allenatore. Massimo è stato compagno di squadra, un gran bravo ragazzo e debbo dire che noi ci seguiamo sempre. E poi sono curio-

so di conoscere anche che tipo di calcio propongono quelle persone, poi diventati allenatori, con le quali c’è un rapporto duraturo nel tempo”. Come ha trovato la squadra dopo il pari con l’Entella? “Delusa, un po’ arrabbiata nel modo giusto. Tutti hanno avvertito il rammarico di non aver portato a casa la vittoria. Una squadra consapevole che sta accrescendo allo stesso tempo la qualità di gioco, la padronanza del campo, ha imparato a non far uscire l’avversario dalla propria metà campo. Passi in avanti sono stati fatti e sappiamo che dobbiamo compierne altri”. Come sta Novakovich? È ipotizzabile vedere l’americano in coppia con Parzyszek oppure nel gioco delle coppie lo vede solo con Ciano o Dionisi? “Può essere una soluzione la coppia Parzyszek-Novakovich che nell’ultima gara aveva male alla caviglia, problemi che si porta dallo scorso campionato e che lo hanno costretto ad uscire nella gara di ritorno con lo Spezia, sommato all’inconveniente agli adduttori che aveva avuto. Novakovich deve lavorare, giocare e crescere perché una struttura fisica come la sua deve prendere i giri”. In queste partite ha alternato sempre le coppie di attacco, qual è quella che le dà più garanzie al

momento per provare a scardinare la difesa del Pescara? “Non ce ne è una in particolare. Tutti gli attaccanti devono capire l’importanza che assumono quando vengono chiamati in campo. Pochi allenatori possono permettersi di avvicendare due punte al 60’ con altre due dello stesso livello. Abbiamo cinque cambi, quindi c’è la possibilità di modificare e far entrare chi rimane fuori dall’inizio. E dal 70’ in poi ci troviamo a giocare un’altra partita, farlo con due punte fresche è un grande vantaggio. Bisogna solo capire il meccanismo”. Il Pescara ha un solo punto in classifica e viene dalla pesante sconfitta subita a Venezia. Il Frosinone invece viene da un pareggio con l’Entella, dove ha messo in mostra un bel gioco. Cosa dirà ai suoi ragazzi nel preparare la partita in modo da evitare cali di tensione o una sottovalutazione del match? “Quando vai a Pescara non puoi sottovalutare mai. E’ impossibile quando ti trovi di fronte gente come ad esempio Galano e altri. La serie B è talmente livellata che non puoi sottovalutare nessuno. Puoi sbagliare partita perché l’avversario ti sorprende ma farlo perché hai sottovalutato l’avversario è impossibile”.

sultato a Pescara io credo dipenda da noi. Siamo una delle squadre più importanti della serie B, dobbiamo cercare di pre-

parare bene la partita e giocarla come sappiamo per portare a casa i tre punti”. Fonte: frosinonecalcio.com

Fonte: frosinonecalcio.com

L'ESTERNO È STATO AUTORE DI UNA PROVA DI QUALITÀ SULLA CORSIA SINISTRA

FRANCESCO ZAMPANO NEL POST ENTELLA «SERVIVA MAGGIORE CONCRETEZZA»

Sei in un buon momento di condizione, cosa c’è di diverso rispetto agli ultimi mesi della passata stagione. Ti consideri soddisfatto oggi? “Lo scorso anno è stato un po’ travagliato. Il mister fa le sue scelte, io sono a disposizione e quando decide di schierarmi non ho problemi, sia a destra che a sinistra. E non mi reputo soddisfatto perché so che posso dare di più. L’importante è che la squadra faccia bene e disputi un campionato di alto livello”. A sinistra hai dimostrato di trovarti alla gran-

de. Quanto tieni a partire titolare sabato contro la tua ex squadra? “A sinistra comunque ho giocato spesso, sia a Pescara che ad Udine e anche a Castellammare di Stabia. Se il mister mi darà l’occasione mi farò trovare pronto come sempre, non ci sono problemi. Logicamente sarà una partita speciale per me, avrò di fronte una squadra nella quale sono stato valorizzato ed ho disputato stagioni bellissime. E comunque l’importante è che il Frosinone faccia una grande prestazione, al di là del fatto che

io giochi o meno”. Cosa vi è mancato oggi per portare a casa i 3 punti? “Un po’ di concretezza all’inizio, abbiamo giocato bene ma serviva un po’ pepe in più là davanti. Siamo una grande squadra e per questo bisogna fare gol. Adesso ci rimbocchiamo le maniche per fare una grande prossima partita”. E adesso si va a Pescara, ultimo in classifica, che partita ti aspetti? “Ho visto che hanno perso 4-0. Ma anche noi oggi potevamo vincere ed abbiamo pareggiato. Il ri-


PAGINA 6

24 OTTOBRE 2020


SABATO 24 OTTOBRE 2020

BIORITMI

7

ARCHIVIATE LE SFIDE CON ASCOLI ED ENTELLA, ANALIZZIAMO LO STATO DI FORMA DELLA SQUADRA DI MISTER NESTA

IN EVIDENZA BARDI E SALVI, L'ATTACCO NON PUNGE SERVIZIO A CURA DI STEFANO PANTANO

FRANCESCO BARDI – Se con l’Entella è chiamato a una partita di ordinaria amministrazione, contro l’Ascoli salva i suoi in più occasioni risultando decisivo nel successo di misura allo “Stirpe” NICOLÒ BRIGHENTI – Il capitano giallazzurro sta attraversando un ottimo stato di forma. Decisivo in diverse circostanze sia contro l’Ascoli che con l’Entella, nella gara di martedì sera per poco non trova il gol con una bella girata di destro MARCOS CURADO – L’argentino ha avuto un ottimo impatto con la realtà frusinate. Con l’Ascoli si conferma tra i migliori fornendo una prova attenta. Si proietta anche in avanti per cercare la via della rete FEDERICO DIONISI – Spacca la partita con l’Ascoli quando entra in campo portando esperienza e qualità nelle giocate. La traversa gli nega la gioia del gol contro l’Entella, prestazione generosa la sua ALESSANDRO SALVI – Un suo eurogol decide la sfida con l’Ascoli. È padrone della corsia destra, dove riesce a farsi apprezzare per quantità e qualità. Prova a ripetersi anche con la Virtus Entella, ma il muro biancoceleste tiene FRANCESCO ZAMPANO – Mister Nesta lo schiera titolare a sinistra contro l’Entella e viene ripagato con una prova importante. Costante spina nel fianco della difesa biancoceleste, è uno dei pochi calciatori canarini in grado di saltare l’uomo. Una dote che in Serie B fa la differenza IL PRIMO TEMPO CON L’ENTELLA – La prima frazione contro i liguri mette in mostra un Frosinone aggressivo e propositivo come non si vedeva da parecchio tempo. È mancato soltanto il gol a suggellare un primo tempo di alto livello

CAMILLO CIANO – Prestazione abbastanza incolore contro l’Ascoli, con Nesta che lo richiama in panchina all’intervallo. Con l’Entella entra bene servendo una gran palla a Rohdén, che però sciupa tutto. Sbaglia qualche giocata di troppo nell’assalto finale. Da un giocatore della sua classe ci si aspetta qualcosa di più SALVATORE D’ELIA – Scelto titolare nella sfida da ex con l’Ascoli, soffre particolarmente l’imprevedibilità di Chiricò che sulla corsia di competenza fa ciò che vuole. Si fa vedere poco in fase offensiva IL PRIMO TEMPO CON L’ASCOLI – L’approccio nel match con i bianconeri non è stato dei migliori. In diverse occasioni i marchigiani hanno rischiato di punire il Frosinone, salvato soltanto da un ottimo Bardi

LORENZO ARIAUDO – Entra a freddo con l’Ascoli dopo l’infortunio di Szyminski e, dopo qualche minuto di rodaggio, prende in mano le redini della difesa. Prova senza sbavature anche con la Virtus Entella, che a dirla tutta si fa vedere poche volte in avanti GRIGORIS KASTANOS – Nesta apprezza le sue qualità e lo impiega in entrambi i match. In mediana fa sentire la sua forza fisica, non disdegnando comunque giocate di fino. Buona l’intesa con Dionisi. Le tante partite disputate in questi giorni si fanno sentire e con l’Entella sbaglia qualche appoggio nella ripresa prima di uscire stremato RAFFAELE MAIELLO – Contro l’Ascoli parte in sordina, poi cresce nella ripresa e ne giova anche tutta la squadra. Nel match con l’Entella detta bene i tempi e si fa apprezzare anche in fase difensiva PIOTR PARZYSZEK – Si vede poco nella sfida con l’Ascoli, Nesta lo richiama in panchina poco prima dell’ora di gioco. Contro l’Entella subentra a Novakovich a inizio ripresa e manovra un paio di buoni palloni per i compagni. Da una sua giocata nasce la ghiotta occasione che porta Rohdén a tu per tu con il portiere Borra. Gli attaccanti, però, hanno bisogno di gol, l’auspicio è che l’ex Piast Gliwice possa sbloccarsi presto


8

SABATO 24 OTTOBRE 2020

LA PARTITA

AI GIALLAZZURRI NON BASTA UNA BUONA PROVA DI SQUADRA PER SCARDINARE LA DIFESA B

IL FROSINONE IMPA

Stefano PANTANO

FROSINONE 0 VIRTUS ENTELLA 0 Frosinone (3-4-1-2): Bardi; Brighenti, Ariaudo, Capuano; Salvi, Maiello, Kastanos (94' Carraro), Zampano (77' Beghetto); Rohdén (77' Tabanelli); Dionisi (64' Ciano), Novakovich (46' Parzyszek). A disposizione: Iacobucci, Marcianò, Curado, Ardemagni, D’Elia, Tribuzzi, Vitale. Allenatore: Nesta. Virtus Entella (3-5-2): Borra; Chiosa, Pellizzer, Poli; Coppolaro, Koutsoupias (78' Cardoselli), Paolucci, Brescianini (59' Toscano), Costa (59' Pavic); Brunori (67' Mancosu), Petrovic (78' De Luca). A disposizione: Balducci, Albertazzi, Cleur, De Santis, Bonini, De Col, Meazzi. Allenatore: Tedino. Arbitro: Pezzuto della sezione di Lecce. Note: partita a porte chiuse. Ammoniti: Capuano, Ciano, Brighenti (F); Coppolaro, Mancosu, Toscano, Pellizzer (E). Recuperi: 0' pt; 4' st.

A

l “Benito Stirpe” il Frosinone non riesce a sfondare il muro della Virtus Entella e deve accontentarsi di un pareggio. Per il “Leone” si tratta del terzo risultato utile consecutivo in attesa del prossimo impegno sul campo del Pescara. Mister Nesta ritrova Capuano in difesa, mentre in avanti si affida alla coppia Dionisi-Novakovich. Il tecnico biancoceleste Tedino risponde con una formazione dall’età

media abbastanza bassa (25.6 anni contro i 28.6 dei padroni di casa) affidandosi in attacco al tandem Brunori-Petrovic. Il primo squillo è dei ciociari: al 3' Zampano recupera palla a centrocampo, attacca sulla sinistra e serve Dionisi che dal limite lascia partire un gran destro che si stampa sulla traversa a Borra battuto. Al 5' liguri accennano

una timida reazione con Brescianini che da trenta metri non riesce a impensierire Bardi. Sul ribaltamento di fronte Novakovich lavora un buon pallone per Rohdén, il cui tiro dal vertice destro dell’area termina alto. Ancora lo svedese pericoloso al 14' con una conclusione dai venti metri bloccata a terra da Borra. Alla mezz’ora Dionisi

prova a sorprendere Borra con un tiro-cross, ma il portiere biancoceleste alza in angolo. Sugli sviluppi del corner mischia in area chiavarese con i giocatori del Frosinone che non riescono a trovare la stoccata decisiva facilitando l’intervento dell’estremo difensore ospite. Al 37' azione insistita dei frusinati con Salvi che libera al tiro Kastanos, la

conclusione del cipriota finisce però in curva sud. Tre minuti più tardi Zampano affonda a sinistra, appoggia per Dionisi che scarica dietro per l’accorrente Maiello, il cui destro si spegne alto. Un primo tempo decisamente di marca canarina, con il risultato che tuttavia non si schioda dallo 0-0. La ripresa inizia con l’ingresso di Parzyszek al

posto di Novakovich, autore di un primo tempo di sacrificio. Frosinone subito all’attacco con Dionisi che mette in mezzo per Rohdén, la girata del numero 7 viene bloccata senza problemi da Borra. Al 53' Dionisi va via in velocità sulla destra, ma a tu per tu con il portiere viene fermato da Pellizzer che si rifugia in angolo. Al minuto 56 Maiello rigioca


SABATO 24 OTTOBRE 2020

LA PARTITA

9

BIANCOCELESTE. LA SQUADRA DI NESTA SI SCONTRA CONTRO IL MURO INNALZATO DA TEDINO

ATTA CON L’ENTELLA

in area un pallone respinto su azione d’angolo pescando Brighenti che controlla e gira con il destro, Borra dice no e respinge. L’Entella soffre la vivacità del Frosinone, che al 69' ha l’occasione più limpida del match: Parzyszek apre a sinistra per il neo entrato Ciano che arriva quasi sul fondo e crossa basso per Rohdén che a centro area deve solo

superare Borra, ma il suo tiro a botta sicura viene salvato in angolo da Poli. Al 76' Ciano metti i brividi a Borra con una punizione mancina da posizione de-

filata. Ci prova anche il nuovo entrato Tabanelli, il portiere ospite però si oppone nuovamente. L’Entella si fa vedere con una conclusione vel-

leitaria di Pavic da venticinque metri che è facile preda di Bardi. Il forcing finale del Frosinone non sortisce effetti, è 0-0 allo “Stirpe”.


10

SABATO 24 OTTOBRE 2020

primavera-LEGA B

I RAGAZZI DI MISTER MARSELLA DOPO LO STOP CON IL LECCE VANNO A PAREGGIARE IN LIGURIA. OGGI SARANNO DI SCENA A PESCARA

PAREGGIO DI RIGORE A LA SPEZIA

S

PEZIA: Pucci, Sommovigo (12’st Daniello), Gabelli (28’st Scremin G.), Martini (20' st Vietina), Masi, Bertola, Gaeta, Pietra, Bellucci (28' st Scremin S.), Chietti, Gaddini (12' st Mariotti). A disposizione: Gavellotti, Vannucchi,, Nobile, Scieuzo, Afi, Giorgi. Allenatore: Bonacina FROSINONE: Trovato, Maestrelli, Coccia, Schiavella (1' st Bruno), Vecchi, Nigro (1' st Potenziani), Maugeri, Selvini (43' st Jirillo), Morelli, Vitalucci, Peres. A disposizione: Vilardi, Potenziani, Pacetti, Mattarelli, Battisti, Bruno, Jirillo, Piacentini, Di Palma. Allenatore: Marsella. Arbitro: sig. Emanuele Frascaro di Firenze; assistenti sigg. Giuseppe Lipari di Brescia e Michele Piatti di Como. Marcatori: 23' pt Masi (S), 10' st rig. Vitalucci (F) Note: ammoniti: Sommovigo, Scremin (S), Maestrelli (F); recuperi: 0’ pt; 3’ st. Ottimo pareggio per il Frosinone Primavera nel recupero della prima giornata del campionato di categoria. La squadra di Marsella era reduce dallo 0-3 casalingo con il Lecce, voleva muovere la classifica e alla fine di 90’ vibranti ha centrato l’obiettivo. La partita si è svolta all’Intels Training Center ‘Ferdeghini’, location degli Aquilotti. L’avvio di gara è tutto di marca spezzina, anche i ragazzi di Bonacina, fermo a 0 punti, cercano l’intera posta. Si mette quindi in evidenza Gaddini che scatta bene sulla fascia sinistra e calcia da posizione defilata, sulla respinta di Trovato arriva Gaeta che da favorevole spedisce sul fondo. Era nell’aria,

vista anche la pressione dei ‘bianchi’ e così al 23' arriva il vantaggio dei padroni di casa. C’è un calcio di punizione per i liguri, va sulla battuta Gabelli che con una traiettoria maligna va a colpire il palo, sulla conseguente ribattuta c’è Masi che infila in rete

per il vantaggio dello Spezia. Il Frosinone prova a reagire con un calcio di punizione di Vitalucci che termina alto. In avvio di ripresa il Frosinone agguanta il pareggio. Il giallazzurro Morelli viene atterrato in area di rigore dello Spezia e per il signor

Frascaro di Firenze ci sono tutti gli estremi per la concessione del calcio di rigore. Dagli undici metri Vitalucci infila alle spalle di Pucci. La chimica del match cambia all’improvviso, il Frosinone tenta il colpaccio anche perché lo Spezia dà l’impressione di aver subito un contraccolpo psicologico dopo il gol del pari dei canarini. Al 62’ lo scatenato Vitalucci – galvanizzato dalla rete – entra in area di rigore e calcia, palla di poco a lato. Ancora Frosinone padrone del campo, alla mezz’ora grande ripartenza di Coccia che serve in corsa Selvini, ottima l’uscita di Pucci che evita il raddoppio del Frosinone. Da un’occasione fallita, il rischio di incassare la rete della sconfitta è l’essenza del calcio: nel finale la formazione di Bonacina ha la sua grande occasione, ma sul tiro-cross di Daniello ci sono le mani dell’ottimo Trovato a sventare il pericolo. Il triplice fischio finale vede i canarini incassare un ottimo punto, grazie ad una prova di intelligenza tattica e di carattere. Fonte: frosinonecalcio.com

LEGA B - MOLTI I TEMI TOCCATI

VAR E LINEE GUIDA DIRITTI TV IN CONSIGLIO DIRETTIVO

I

l consiglio direttivo della Lega B si è riunito martedì in teleconferenza toccando diversi e importanti temi di carattere economico, organizzativo, sportivo e relativo ai diritti audiovisivi. È stato ratificato il regolamento relativo alla gestione delle gare, e agli eventuali rinvii, nei casi di positività Covid emanato in via d’urgenza la scorsa settimana dal presidente Mauro Balata. Si è affrontata, quindi, la questione diritti televisivi, definendo il testo delle linee guida per il prossimo triennio 2021-2024 da portare ora alla prossima Assemblea per la discussione e l’approvazione definitiva. Il project leader Var della Lega Serie B Filippo Merchiori ha poi aggiornato

il Consiglio direttivo sul progetto dell’introduzione della tecnologia in B, relazionando in particolar modo sulla prosecuzione della formazione

arbitrale e degli operatori del partner tecnologico. Altri temi all’ordine del giorno del Consiglio direttivo hanno riguardato i criteri della formazione di bilancio di esercizio, il concorso miglior campo di gioco e, infine, i settori giovanili delle società.giovanili delle società.


24 OTTOBRE 2020

PAGINA 11


12

SABATO 24 OTTOBRE 2020

BASKET-MOTORI

BASKET - PER GLI UOMINI DI LUCA VETTESE, CONTRO LA META FORMIA, SECONDA SCONFITTA CONSECUTIVA

VIRTUS, SUPERCOPPA ADDIO

I

nizio di stagione da dimenticare per la Virtus Cassino, costretta al secondo ko consecutivo contro la Meta Formia. Una sconfitta che sancisce l'uscita dalla Supercoppa Centenario per la formazione di coach Luca Vettese. Rispetto alla prima uscita contro la Luiss Roma, oltretutto, per i Lupi cassinati è arrivata una prestazione non certo all'altezza. Mentre nella prima uscita, dopo un buon primo tempo, la squadra era calata alla distanza in virtù di una condizione non ancora all'altezza, nella sconfitta contro Formia si è vista una squadra che dopo un buon inizio ha giocato solo a strappi, non riuscendo mai a mettere le mani sul match. A mancare, dunque, è stato anche il giusto atteggiamento. E proprio su questo ci sarà da lavorare moltissimo, per cercare di farsi trovare pronti alle sfide del campionato. Intanto, a chiudere il trittico delle gare di Supercoppa, domenica prossima, sul parquet del Palasport Ponte Grande di Ferentino, è in programma la sfida contro Rieti, compagine ancora imbattuta e soprattutto formazione che si presenta ai nastri di partenza del campionato come una delle possi-

S

i è disputata sabato e domenica scorsa la XVII edizione della gara in salita Poggio-Vallefredda, organizzata dal Moto Club Franco Mancini 2000 di Isola del Liri. La gara ciociara, nonostante la stagione autunnale certamente non favorevole a questo tipo di competizioni e le problematiche connesse al Covid 19, si conferma ancora una volta la regina delle gare in salita italiane, facendo registrare il più alto numero di iscritti delle gare disputate in questo travagliato 2020. Fortunatamente nonostante il periodo autunnale con conseguente temperatura dell’asfalto non certo caldissima, nel corso della gara non si sono registrati incidenti degni di nota. A dettare legge aggiudicandosi il Memorial Giorgio Peticca (riservato al miglior tempo assoluto)

bili protagoniste. Cassino dovrà cercare prima di tutto di trovare qualche risposta in più dal campo, facendo di tutto per cercare di uscire almeno a testa alta da una competizione fino a questo momento totalmente da dimenticare. Sul fronte dei singoli, comunque, nell'ultima uscita contro Formia è arrivata qualche risposta in più dai big della squadra, su tutti Negos Visnjic, autore di 27 punti, con un confortante 9/11 da due. Per Lestini, Grilli e Rischia, invece, un

buon bottino di punti, anche se, soprattutto per gli ultimi due, con percentuali e scelte da migliorare. Ancora poco, invece, dalla panchina, l'aspetto questo che ha fatto la differenza contro i giovani rampanti di Formia. In casa Virtus Cassino, nel post partita, nessuno ha rilasciato dichiarazioni, sintomo questo di una società che, già da queste prime settimane di stagione, si sarebbe aspettato sicuramente qualcosina in più dal gruppo di coach Vettese. Car. Cap.

MOTORI - SIGILLO EUROPEO PER MUTTI E PANICCIA

SUCCESSO PER LA POGGIO-VALLEFREDDA TITOLO ITALIANO PER ANTONIO PLATONE

è stato il bresciano Fabio Ricca che con il suo quad motorizzato KTM, si è permesso il lusso di mettere dietro piloti del calibro di Bonetti e Bottalico, è la prima volta in assoluto che un quad riesce a conquistare l’assoluto in una gara in salita. Da segnalare il rientro nel mondo della salita del forte pilota Sauro Valentini in sella ad una

Bimota. La direzione del M.C. Franco Mancini 2000 sprizza gioia da tutti i pori, sia per l’ottima riuscita della gara e sia per l’importante bottino realizzato dai suoi piloti, con il titolo italiano conquistato da Antonio Platone nella TT Mini e quelli europei conquistati da Pierluigi Mutti nella 125 e da Domenico Paniccia nella classe 6 Superbike. La gara è stata omaggiata anche dal meteo, che domenica ha fatto risplendere il sole su tutto il tracciato per l’intera giornata. La Poggio-Vallefredda, tra l’altro era valida anche quale prova unica del neonato Campionato Europeo Vintage, ed ha visto la partecipazione di piloti e passeggeri arrivati anche da Austria e Germania. Gli stranieri hanno molto apprezzato il tracciato ciociaro e si sono comportati molto bene, tanto che nelle premiazioni è risuonato sia l’inno tedesco che quello austriaco, ma anche l’inno di Mameli

ha riecheggiato diverse volte. Tra i premi speciali, ancora per l’ennesimo anno consecutivo, Domenico Paniccia ha portato a casa la Coppa Mimmantonio, assicurandosi così anche il diritto ad essere il protagonista del manifesto della Poggio-Vallefredda 2021, mentre il Premio Nicoli, riservato alla classe sidecar, se lo è accaparrato la coppia Manfredi-Del Sarto, infine il Trofeo Sterligweff è andato al giovane Michael Gabriele. Le normative anticovid 19, hanno messo a dura prova la macchina organizzativa del M.C. Franco Mancini 2000, ma la stretta collaborazione con il CPS (Comitato Pro Salita), capitanato da Mauro Romano, ha fatto sì che tutto si svolgesse nel migliore dei modi, facendo transitare tutti i piloti e meccanici nel punto accoglienza dove sono stati registrati ed è stata rilevata la temperatura corporea prima che acce-

dessero al Villaggio Piloti. La gara come sottolineato anche dal Presidente di giuria, il trevigiano Luigi Favarato è stata un successo totale, e non sono mancati neanche i complimenti di Klaus Riedel membro della federazione tedesca. Ora per la Poggio-Valle-

fredda, che come già detto si è confermata ancora una volta la gara di riferimento, gli occhi sono già puntati sull’edizione 2021, che da quanto trapela da fonti piuttosto accreditate dovrebbe avere una tripla titolazione. Foto: Moto Club Ferentino


SABATO 24 OTTOBRE 2020

BASKET

13

NELLA SUPERCOPPA LA FORMAZIONE DI D'ARCANGELI SUPERA LA NPC RIETI 85/72 IN UN PALACOCCIA VUOTO CAUSA NORMATIVA COVID

LA STELLA AZZURRA VINCE E CONVINCE

Egidio CERELLI

U

na settimana intensa di lavoro per la Stella Azzurra che, dopo la sconfitta contro Eurobasket di settimana scorsa, quest'oggi riesce ad imporsi sull'NPC Rieti per 85 a 72. Coach Germano D'Arcangeli schiera dal primo minuto: Nikolic, Thompson, Cipolla, Innocenti e Thioune. Partono forte i giovani stellini, entrano con grande energia ed entusiasmo dalla panchina Matteo Ghirlanda e Nicola Giorano, dando un enorme apporto difensivo. Fine primo tempo si chiude sul 44 a 35 per i nerostellati. Inizia il secondo tempo ma i giovani stellini interpretano lo stesso copione: aggressivi in difesa, instancabili su tutto il campo ed efficaci in attacco. Da evidenziare l'ottima prestazione del classe 2004 Emmanuel Innocenti che riesce a mettere a referto 15 punti. I giovani stellini riescono a mantenere ed incrementare il proprio punteggio, portandosi fino a 18 lunghezze di vantaggio. Ecco che cosa ci ha detto a fine gara. «Sono grato della fiducia del coach. Ieri ho giocato per vincere la partita"- La storia del giovane italiano classe 2004 "Se hai già qualcosa, devi essere coraggioso, perché sei sulla strada per averne di più. Si comincia sempre dal poco". Il popolo della Costa D'Avorio ha una capacità unica di far convivere pragmatismo e saggezza all’interno di poche, intense parole. Proverbi millenari che, magicamente, racchiudono realtà attuali. Su quella strada Emmanuel c'è da tempo ed il coraggio per raccogliere sempre di più non gli manca di certo. Duro lavoro, costanza ed obiettivi chiari da raggiungere. Ragazzo di nazionalità italiana Emmanuel, che di cognome fa Innocenti, classe 2004, ha compiuto sedici anni il 28 settembre. Nel corso della sua vita si è diviso tra Costa D'Avorio ed Italia. Due nazioni. Due culture. Due identità. Entrambe, nella stessa persona "Ho vissuto con mia mamma e mia nonna in Costa D'Avorio

IL TABELLINO Stella Azzurra Roma – NPC Rieti 85-72 (22-18, 22-17, 24-20, 17-17) Stella Azzurra Roma: Lazar Nikolic 18 (2/5, 4/8), Thompson jr Stephen Mark 14 (3/11, 2/5), Emmanuel Innocenti 12 (4/5, 1/3), Nicola Giordano 12 (3/5, 1/2), Thioune Elhadji 8 (4/8, 0/0), Alessandro Cipolla 8 (2/6, 1/2), Dut Mabor 7 (3/4, 0/0), Leo Menalo 4 (0/2, 1/2), Matteo Ghirlanda 2 (1/1, 0/1), Matteo Visintin 0 (0/0, 0/0), Joel Fokou 0 (0/0, 0/0), Laster jr Danier ray 0 (0/0, 0/0). Tiri liberi: 11 / 21 – Rimbalzi: 25 9 + 16 (Lazar Nikolic 6) – Assist: 17 (Lazar Nikolic, Thompson jr Stephen mark, Alessandro Cipolla 4) NPC Rieti: Steve Taylor 20 (9/11, 0/5), Dalton Pepper 18 (2/6, 4/7), Francesco Stefanelli 13 (2/5, 1/6), Carlo Fumagalli 8 (3/3, 0/1), Riziero Ponziani 7 (3/7, 0/0), Claudio Tommasini 5 (0/1, 1/3), Nikola Nonkovic 1 (0/0, 0/1), Alessandro Sperduto 0 (0/0, 0/1), Alessio Fruscoloni 0 (0/0, 0/0), Giacomo Sanguinetti 0 (0/0, 0/0), Quirino De laurentiis 0 (0/0, 0/0). Tiri liberi: 16 / 31 – Rimbalzi: 41 12 + 29 (Steve Taylor 17) – Assist: 12 (Francesco Stefanelli, Riziero Ponziani 3). fino all'età di 5 anni. La guerra non mi averebbe permesso una vita serena ed armoniosa. Per un futuro migliore, sono ve-

nuto in Italia, a Morengo, dove già abitava mio papà." L'amore per il basket emerge all'età di 7 anni. Emmanuel viene

letteramente fulminato da questo sport e, poco dopo, diventa la sua più grande passione:"Nemmeno conoscevo la parola basket. Per me esisteva solo il calcio. Poi un giorno, quando avevo sei anni, il mio migliore amico, Jacopo, che giocava già da un paio di anni, mi ha chiesto di provare. Da quel momento non ho più smesso." Quando è arrivato in Italia, a Treviglio, insieme a papà Ubaldo, Emmanuel ha iniziato a muovere i suoi primi passi nel mondo del basket. Ma il ritorno in Africa da sua madre era ormai dietro l'angolo. "Non potevo ritornare in Costa D'Avorio, c'era ancora la guerra. Così con mio padre ho deciso di andare in Senegal. Era l'unico paese sicuro in cui avrei potuto stare vicino a mia madre Ho trascorso lì due anni, poi il ritorno in Italia.". La parentesi afri-

cana ha sempre di più forgiato il carattere di Emmanuel, che ha mostrato talento e determinazione a Lovere con la maglia dell'Alto Sebino. "In quel periodo ho disputato il Trofeo delle Regioni, in quanto italiano e l’anno successivo è arrivata la chiamata della Stella che non ho potuto rifiutare.

Ho partecipato anche al raduno della Nazionale Italiana a maggio. La trafila nelle giovanili in Itali gli allenamenti senza sosta e le convocaioni con la Serie A2 fino all'esordio, in una partita ufficiale di Supercoppa contro Pistoia domani alle ore 18. Fotoservizio: di Fabrizio Renzi


PAGINA 14

24 OTTOBRE 2020


SABATO 24 OTTOBRE 2020

TENNIS

15

AL CIRCOLO SAN PIETRO ENTRANO NEL VIVO I CAMPIONATI PROVINCIALI FEMMINILI DI SINGOLO E DOPPIO

PROTAGONISTA IL 'BEL' TENNIS

E

ntrano nel vivo della competizione i campionati provinciali femminili e di doppio 4.Nc – 3.1 e Quarta categoria, in corso in questi giorni sui campi del Tc Colle San Pietro di Alatri. In campo, ogni giorno, protagonista il bel tennis con le atlete che si confrontano con grande agonismo sotto l’occhio vigile del giudice arbitro Teresa Leo. E così anche ieri, complice la bella giornata primaverile in campo sono scese, per il singolare femminile per disputarsi il primo posto, Di Folco Valentina e Nobile Maria Letizia. Ad avere la meglio in due set Di Folco che ha chiuso il match con il punteggio di 6/2 7/6. Mentre nell’altro tabellone di IV Categoria, pronostico rispettato, con la semifinale tutta fa vedere tra la testa di serie numero uno, la 4.1 Federica Leonardi e la testa di serie numero 2, la 4.3 Jessica Petrongeli che hanno rispettivamente battuto

in semifinale Serena Pisa (4.4) con il punteggio di 6/2 6/2 e Noemi Palombi (4.5) 6/4 1/6 (10-7). La 1.1 Rachele Sarandrea aspetta invece la vincente tra Gioia Raponi e Gioia Fabi. Mentre Anna Carla Archilletti (1.2) dovrà giocarsi

la semifinale contro la testa di serie numero 2 Asia Salvatori (3.2). Nel doppio femminile la coppia formata da Rachele Sarandrea (3.2) e Gioia Barbuzza 3.5 aspettano in finale la coppia vincente tra Asia Salvatori 3.2 e Kasia Girolami

(3.3) che dovrà vedersela con Giulia Umani (4.3) e Sofia D’Arpino (3.5) che hanno superato in un match combatto fino all'ultima palla Patrizia Fratarcangeli (4.1) in coppia con Tania Martini ( 4.3) con il punteggio di 7/6 6/4.


PAGINA 16

24 OTTOBRE 2020


Profile for tusport.redazione

TU SPORT n. 222  

TU SPORT n. 222  

Advertisement