Page 1

N. 195 - Venerdì 20 Settembre 2019

DENTRO LA PASSIONE

TESTATA GIORNALISTICA SETTIMANALE della provincia di FROSINONE iscritta al Roc al N. 23884 Direttore Responsabile: Marco Ceccarelli Redazione: Tel. 393 6239680 - tusport.redazione@gmail.com Editore: Globalpress S.r.l. - P. Iva 02714820590 globalpress.amministrazione@gmail.com Stampa: Centro Offset Meridionale s.r.l. - Caserta Tiratura media 6.000 copie

www.tunews24.it

€ 0,70

GRATUITO - Edizione lancio

IL MATCH

CONFERMA IN VISTA PER ZAMPANO CHANCE DAL 1' PER NOVAKOVICH

LEONE SERVE PIÙ GRINTA

PAGINE 2-3

FROSINONE

A CACCIA DEI 3 PUNTI CON IL VENEZIA SALA STAMPA Mister Nesta sulle prossime partite «Saranno tre sfide molto importanti in cui ci sarà spazio per tutti»

PIANETA BASKET Convincenti segnali di crescita per la Virtus di coach Vettese Domani ultimo test amichevole

PAGINA 7

PAGINA 8


2

VENERDÌ 20 SETTEMBRE 2019

IL MATCH

IL GIOCO C’È E SI È VISTO MA MANCA LA GIUSTA CATTIVERIA PER NON LASCIARE NIENTE ALL’AVVERSARIO

TORNIAMO AD ESSERE SPIETATI ···

Antonio VISCA

S

condannato i ciociari alla seconda sconfitta su tre partite disputate fino-

ra. Stasera con il Venezia il Frosinone è atteso ad una pronta risposta.

Promossa in Serie A

Accedono ai Playoff

Accedono ai Playout

Retrocedono in LegaPro

PROGRAMMA 4^ GIORNATA

SERIE B CLASSIFICA 3

^

RISULTATI 3^ GIORNATA

GIORNATA

i apre questa sera una settimana molto importante per il Frosinone. La sfida con il Venezia, infatti, darà il via al primo tour de force del campionato per i canarini. Tre match attenderanno la truppa di Nesta da qui alla fine della prossima settimana, gare che inevitabilmente tracceranno un primo bilancio per i giallazzurri. Al momento la classifica non sorride, con solo tre punti conquistati e ben due sconfitte all’attivo. Avvio di cadetteria che, punti alla mano, non è stato dei più semplici. C’è da dire che il Frosinone, nonostante i risultati, ha fatto intravedere ottime cose, specialmente a Chiavari. Contro la Virtus Entella è stata una gara per gran parte dominata dai frusinati, con il portiere avversario risultato di gran lunga il migliore in campo tra i ventidue. Ma due episodi (il rigore fallito da Ciano e l’ingenuo fallo di Salvi all’ultimo minuto) hanno di fatto

ALCUNI SCATTI DELLA GARA IN TRASFERTA PERSA A CHIAVARI CON UN GOL NEL FINALE SU RIGORE DI MANCOSU

Per l’occasione mister Nesta dovrebbe modificare leggermente l’undici visto in Liguria. Il modulo, come di consueto, sarà il 4-3-1-2. In porta agirà Bardi. La linea a quattro di difesa dovrebbe rivedere, dopo lo spostamento sulla corsia opposta nel match con l’Entella, Zampano sulla destra e Beghetto sulla sinistra. Nel mezzo sembrerebbe toccare ancora una volta al duo Ariaudo-Capuano. Tornato dalla squalifica Nicolò Brighenti che comunque dovrebbe partire dalla panchina, anche se non è esclusa la

sua presenza dal 1’ sulla corsia di destra, con il conseguente passaggio

di Zampano sulla sinistra. Panchina per Salvi. A centrocampo recupera Maiello che sarà il regista. Paganini e Haas saranno gli altri due interpreti della mediana giallazzurra. Pronto a fare il suo esordio, se necessario, lo svedese Rohden che inizialmente partirà dalla panchina. Sulla trequarti confermato Ciano. Si giocano due maglie, invece, Trotta, Novakovich e Dionisi, con i primi due che al momento sembrerebbero favoriti sull’attaccante di Rieti. Panchina, infine, per Citro.

ATTENTI A QUEI DUE I possibili "uomini partita" del Frosinone scelti da Tu Sport

···

···

ANDRIJA NOVAKOVICH

CAMILLO CIANO

I possibili "uomini partita" del Venezia scelti da Tu Sport

···

···

RICCARDO BOCALON

ADRIANO MONTALTO

I BOMBER GIALLAZZURRI DIONISI PAGANINI

1 1


3

IL MATCH

VENERDÌ 20 SETTEMBRE 2019

I frosinone d i n io z a m r o f e l rITE e VeneziA sugge sport" u "t i d e n io z a d e dalla r

Campionato Nazionale Serie B Quarta giornata

VS

VALUTAZIONE DIFFICOLTÀ MATCH: PERCHÉ VENEZIA: I lagunari arrivano in Ciociaria con una gran voglia di rivalsa dopo il passo falso dell'ultimo turno con il Chievo. La squadra arancioneroverde è a quota tre punti in graduatoria, frutto dell'unico successo ottenuto in quel di Trapani. Mister Alessio Dionisi può contare su un tandem offensivo di ottimo livello. Bocalon e Montalto costituiscono infatti un duo di assoluto valore per la categoria e, specialmente sulle palle alte, rappresentano un pericolo per la difesa del Frosinone.

2

BEGHETTO

CAPUANO

ARIAUDO

ZAMPANO

13

3

15

11

8

7

HAAS

MAIELLO

PAGANINI

28 29

CIANO

18

TROTTA

H NOVAKOVIC

24

9 MONTALTO

-2 VeneziA 4-3-1

PERCHÉ FROSINONE: I canarini vanno a caccia di riscatto dopo la beffarda sconfitta contro la Virtus Entella. A quota tre punti come il Venezia, la squadra di Nesta cercherà di far valere il fattore campo per tornare al successo. Chance dal primo minuto per l’ultimo acquisto Andrija Novakovich che, nei 45 minuti disputati a Chiavari, ha ben impressionato, sfiorando il gol in almeno tre circostanze. Sulla trequarti, invece, Camillo Ciano cercherà di vendicare il rigore sbagliato sabato scorso.

22 BARDI

-1-2 frosinone 4-3

Venerdì 20 Settembre 2019 ore 21:00 Stadio: Pierluigi Penzo Arbitro: Giovanni Airoldi della sezione di Molfetta Assistenti: Filippo Bercigli di Valdarno Michele Lombardi di Brescia

BOCALON

25 LOLLO

IL BORSINO

14

ZUCULINI

FIORDILINO

MALEH

FELICIOLI

4

16

23

13

21

MODOLO

CREMONESI

2 FIORDALISO

12 LEZZERINI

I LAGUNARI SONO A QUOTA TRE PUNTI COME IL FROSINONE. NELL'INFRASETTIMANALE OSTICA TRASFERTA AL CURI

SFIDE DA NON FALLIRE CONTRO VENEZIA E PERUGIA Stefano PANTANO

L'

avvio di campionato del Venezia è stato altalenante, con un successo esterno e due ko tra le mura amiche. La squadra lagunare è uscita sconfitta dal "Pier Luigi Penzo" contro la Cremonese e il ChievoVerona, mentre nella trasferta di Trapani è arrivata l’unica vittoria del torneo. Gli arancioneroverdi hanno grande voglia di rivalsa dopo la passata stagione, conclusa con la retrocessione decretata dal play-out contro la Salernitana. Dopo il caos Palermo, comunque, il club presieduto da Joe Tacopina è stato riammesso in serie cadetta, categoria che il “Leone Alato” ha tutte le intenzioni di mantenere quest’anno. Il nuovo corso della squadra è iniziato con l’arrivo in panchina di Alessio Dionisi, re-

duce da una brillante esperienza con l’Imolese in Serie C. Tra i pali la società ha dato fiducia al portiere scuola Fiorentina Luca Lezzerini, mentre come secondo è stato ingaggiato l'ex Palermo Alberto Pomini. Il reparto arretrato vede capitan Marco Modolo e l’ex SPAL Michele Cremone-

si fare coppia al centro, mentre sulle corsie laterali spazio a Alessandro Fiordaliso, classe '99 arrivato in prestito dal Torino, e Gian Filippo Felicioli, classe '97 prelevato a titolo definitivo dal Milan. In cabina di regia ecco Luca Fiordilino, ingaggiato a parametro zero dopo il fallimento

del Palermo, mentre sulle mezzali spazio all’argentino Franco Zuculini e all’italo-marocchino Youssef Maleh. Con Mattia Aramu squalificato per due turni, mister Dionisi ha due alternative per il ruolo di trequartista: da una parte l’ex Carpi Lorenzo Lollo per un assetto più guardingo, dall’altra il fantasista classe ’96 scuola Roma Francesco Di Mariano. A comporre il tandem d’attacco troviamo il veneziano doc Riccardo Bocalon, determinante nel successo esterno di Trapani, e Adriano Montalto, approdato in Laguna sul finire della sessione estiva del calciomercato in prestito dalla Cremonese. Opzioni da giocare a gara in corso sono l'ex canarino Gianmarco Zigoni e il neoacquisto Alessandro Capello, reduce dall'esperienza al Padova conclusa con 8 reti in

29 partite che non hanno però evitato la retrocessione in Serie C ai biancorossi. Il Venezia ha costruito un organico con il giusto mix di esperienza e gioventù affidando la guida tecnica a un allenatore emergente come Alessio Dionisi. Per il Frosinone è una sfida da vincere in previsione anche dell’ostica trasferta di Perugia di martedì. Grifone che è partito forte in questa stagione, raccogliendo due vittorie e un pari nelle prime tre giornate. Affrontarlo al “Curi” nel clima di entusiasmo che si è creato anche a seguito del colpo di mercato Diego Falcinelli dal Bologna non sarà semplice. Per Nesta sarà un bel banco di prova contro la sua ex squadra, ma se il Frosinone vuole recitare un ruolo da protagonista in Serie B non può fallire questo doppio appuntamento.


PAGINA 4

20 SETTEMBRE 2019


BIORITMI

VENERDÌ 20 SETTEMBRE 2019

5

IN ATTESA DELLA GARA CON IL VENEZIA, ANALIZZIAMO LO STATO DI FORMA DELLA SQUADRA DI ALESSANDRO NESTA

ERRORI DECISIVI PER CIANO E SALVI

SERVIZIO A CURA DI STEFANO PANTANO

ANDRIJA NOVAKOVICH – L’attaccante statunitense di origini serbe è subentrato a inizio ripresa a Dionisi destando da subito un’ottima impressione. Il numero 18 canarino si mette in luce sia nel gioco di sponda per i compagni che andando in profondità. Inoltre, va vicino al gol in tre occasioni dimostrando già un buono stato di forma. La sensazione è che possa rivelarsi molto importante per le sorti del Frosinone. NICOLAS HAAS – Nella prima frazione non si mette particolarmente in evidenza, mentre nella seconda sale di tono e ne giova tutta la squadra. Bravo nel giocare spesso la palla in verticale, da una sua iniziativa arriva il calcio di rigore che poi Ciano fallisce. FRANCESCO ZAMPANO – All’esordio dal primo minuto in stagione si fa trovare pronto, pur venendo schierato sulla fascia sinistra di difesa anziché, come di consueto, a destra. Attento in fase di contenimento e propositivo in avanti, l’ex Pescara è certamente tra le sorprese dell’ultima uscita di campionato.

···

CAMILLO CIANO

···

ANDRIJA NOVAKOVICH

· · · NICOLAS HAAS

CAMILLO CIANO – Il fantasista di Marcianise non riesce a incidere e appare spesso fuori dal gioco. Ha la sfortuna di sbagliare il rigore della possibile vittoria che taglia le gambe ai suoi. Il Frosinone ha bisogno delle sue giocate e dei suoi gol ALESSANDRO SALVI – Partita da dimenticare per il terzino ex Cittadella. Rimane spesso bloccato in difesa non riuscendo a fornire adeguato supporto a Paganini sulla corsia destra. Si fa ammonire piuttosto ingenuamente nel primo tempo. A tempo scaduto commette un fallo inutile appena dentro l’area di rigore che costa la sconfitta ai suoi.

···

MARCELLO TROTTA

MARCELLO TROTTA – Lavora tanto per la squadra, nel primo tempo serve una gran palla a Dionisi che, però, si vede negare la gioia del gol da Contini. Ci mette tanto impegno, specie nella ripresa quando si ritrova spesso a crossare dalla fascia per il nuovo entrato Novakovich. LUCA PAGANINI – Prestazione generosa come al solito per il numero 7 giallazzurro. Viene preso particolarmente di mira dagli avversari che non gli risparmiano colpi abbastanza duri. Nel finale tenta ancora la fortuna di testa, come contro l’Ascoli, ma stavolta la sfera non si insacca.

···

LUCA PAGANINI


PAGINA 6

20 SETTEMBRE 2019


VENERDÌ 20 SETTEMBRE 2019

SALA STAMPA

7

MISTER ALESSANDRO NESTA SULLE PROSSIME SFIDE: «TRE GARE DIFFICILI MA DECISAMENTE IMPORTANTI»

«VOGLIAMO RISCRIVERE LA STORIA DEL CLUB»

Antonio VISCA

P

er presentare la sfida con il Venezia, è intervenuto in conferenza stampa mister Alessandro Nesta: «Abbiamo sbagliato due partite su tre. Credo che le prossime siano importanti. Tutti i match valgono tanto ma i prossimi, visto il nostro inizio, sono decisamente importanti. Saranno tre sfide difficili, con squadre forti. In casa abbiamo fatto le cose migliori, anche se a Chiavari le cose sono state fatte bene. È mancata un po’ di cattiveria, ma la prestazione c’è stata. Gol presi? Io non butto la croce addosso ai difensori, anche perché se fai gol cambia la partita. Ovvio, specie sulle palle inattive soffriamo un po’ e alcuni movimenti difensivi sono da migliorare, ma è tutta la squadra che deve crescere, non solo un reparto. Quando durante una partita fai 15-20 minuti forti, devi concretizzare, altrimenti si fa dura. Settimana? Brucia ancora per Chiavari, se avessimo vinto sarebbe stata sicuramente migliore. Ma siamo pronti per le prossime sfide. Contro l’Ascoli in casa ci siamo fatti rispettare anche fisicamente e non è una questione di caratteristiche di un calciatore, è questione di mentalità. Se tu non metti la giusta cattiveria in quel che si fa, rischi di perdere e subire anche fisicamente gli avversari. I parametri con cui decido la formazione sono tanti, poi c’è da considerare le

tre partite ravvicinate. E sicuramente farò delle scelte anche in base a questo. Capuano ha fatto molto bene a Chiavari. Il giorno che è stato chiamato in causa ha fatto subito una prestazione importante. Torna Brighenti, ma vediamo chi gioca. Ci sono, come detto, tante partite ravvicinate e lo spazio può esserci per tutti. Non credo che solo l’esperienza conti in questa categoria, ma in generale nel calcio. Contano le motivazioni. L’anno scorso è stata una stagione difficile. Il mio obiettivo è ricreare entusiasmo. Ricreare l’energia positiva è la cosa più importante. Abbiamo visto che le neopromosse, magari

con calciatori più scarsi rispetto ai nostri, stanno facendo bene. Questo perché hanno entusiasmo e vanno a mille. Noi siamo l’inverso. L’obiettivo principale, quindi, è ricreare entusiasmo. Quando ai calciatori si riaccenderà la fiammella, credo che la squadra possa fare molto bene. I 91 anni? Come per ogni club nella storia ci sono alti e bassi. Io posso dire che quello che ha fatto quest’anno la gente qua sottoscrivendo così tanti abbonamenti dopo un’annata difficile, è qualcosa di veramente importante. A me piace la mentalità che hanno i tifosi. Speriamo di scrivere anche noi un pezzettino di storia».


8

VENERDÌ 20 SETTEMBRE 2019

PIANETA basket

BASKET - NEL WEEKEND L'ULTIMO TEST CON VALMONTONE PRIMA DEL VIA PREVISTO IN TRASFERTA A POZZUOLI

VIRTUS IN CRESCITA VERSO L'ESORDIO

Per gli uomini di coach Luca Vettese molto buone le indicazioni avute dalle ultime uscite

D

opo l'inizio balbettante di pre season, la Virtus Cassino sta scaldando pian piano i motori, con le ultime tre uscite che hanno mostrato una squadra in crescita tecnica e fisica. L'ultima amichevole ha visto gli uomini di coach Vettese passare contro Isernia, con un perentorio 85-53. A parlare a fine gara è stato uno degli atleti sui quali la dirigenza ha puntato tantissimo nell'operazione di rifondazione totale portata avanti dal Ds Leonardo Manzari, quel Mauro Liburdi autore di una prestazione da 22 punti con 4 rimbalzi e 4 assist: «Sono estremamente soddisfatto della prova mia e dei compagni. Stiamo crescendo giorno dopo giorno,partita dopo partita ed è questa una cosa di cui dobbiamo essere più che felici. Stiamo lavorando intensamente con il preparatore atletico e con il coach per farci trovare pronti ai nastri di partenza. Stiamo cercando di trovare la giusta quadratura da un punto di vista di alchimie di gioco e di meccanismi difensivi che adesso stanno incominciando ad intravedersi. Al di là della differenza di categoria con Isernia, siamo stati davvero molto bravi nella circolazione della palla in attacco, ma anche nel chiudere le maglie e nell’aiutarci in difesa. Credo che stiamo lavorando nella direzione giusta e che arriveremo pronti alla prima giornata di campionato, che è l’unica cosa che conta». Prima della gara contro Isernia

P

rosegue a ritmi forsennati la pre-season della Scuola Basket Frosinone che sarà chiamata a giocare tre partite nel giro di quattro giorni. Il primo appuntamento, in ordine temporale, sarà quello con il I Torneo “Città di Frosinone”, in programma nel weekend presso il palasport di Via Casaleno. Martedì 24, invece, la formazione frusinate sarà di scena a San Cesareo per la gara del secondo turno di Coppa contro la Lazio, nel tentativo di guadagnare il pass per le Final Four della competizione. Prima però bisognerà pensare al torneo in cui la Scuba, da società organizzatrice, vuole fortemente ben figurare. Ad aprire le danze ci saranno Fortitudo Anagni e Pallacanestro Veroli che si sfideranno domani alle ore 17, al termine del primo match si giocherà la se-

···

ALCUNI MOMENTI DEGLI ULTIMI TEST GIOCATI DALLA VIRTUS CASSINO

era arrivata la vittoria contro la Virtus Valmontone in un test anche più probante vista la forza riconosciuta ai casilini. In questo caso a parlare era stato Simone Lasagni, autore di un buona prova costellata da tante triple andate a segno: «Sono molto contento della prova mia e dei miei compagni. Siamo partiti veramente bene, intensi, solidi e avendo chiaro in testa cosa dovevamo fare in campo. Abbiamo sciori-

nato un basket spumeggiante, ed infatti abbiamo chiuso sul +13 a fine primo quarto. Poi è naturalmente emersa la qualità di Valmontone, che si è rifatta sotto e ci ha messo in difficoltà. Siamo stati bravi, però, a non farci prendere dallo spavento e a tenere la gara sui nostri binari. Non solo offensivamente, ma anche difensivamente, abbiamo disputato una discreta partita. È stato un buon test in vista della prima

di campionato». E ancora contro Valmontone la Virtus Cassino tornerà a giocare in questo weekend. Domani, infatti, la sfida si giocherà a campi invertiti, questa volta a Cassino. Per gli uomini di coach Vettese questo sarà l'ultimo impegno prima del via ufficiale al campionato previsto per il 28 settembre con la trasferta sul campo della Virtus Pozzuoli. Car. Cap.

MARTEDÌ PROSSIMO, INVECE, DOPO L'ESORDIO VINCENTE CON IL ROMA EUR, LA TRASFERTA A SAN CESAREO CON LA LAZIO

SCUBA, WEEKEND DI AMICHEVOLI PENSANDO ALLA COPPA Domani e domenica in programma il Trofeo "Città di Frosinone" con Anagni, Veroli e Colleferro

conda semifinale fra i ragazzi di Calcabrina e la Pallacanestro Colleferro di Donato Avenia, ex lungo della Virtus Roma e della Nazionale. Il giorno seguente, negli stessi orari, andranno in scena la finale per il terzo posto e la finalissima. <Il nostro cammino di avvicinamento al campionato è molto particolare - dichiara il tecnico gialloblù Francesco Calcabrina -, perché ci ritroveremo ad affrontare tanti impegni ravvicinati. Giocheremo tre partite in quattro giorni con un dispendio di energie notevole, anche per questo motivo nel torneo cercheremo di dare molto spazio ai giovani. Ci teniamo a fare bene in questa manifestazione

ma terremo in considerazione la gara di martedì che vale l’accesso alle Final Four della Coppa Lazio. Colleferro è una squadra dall’età media molto bassa - dice il coach riguardo gli avversari di saba-

to - perciò mi aspetto uno stile di gioco molto simile a quello di Roma Eur, prima formazione incontrata in Coppa. Mi aspetto qualche miglioramento nella nostra metà campo, specialmente nella transizione difensiva, per cercare di concedere meno giocate in contropiede. Al contempo proveremo ad essere ancora più fluidi in attacco. Saranno tre test utili perché a questo punto della stagione giocare il più possibile ci serve per renderci conto dei limiti su cui bisogna lavorare>. L’appuntamento, dunque, è per domani e domenica per vivere due giorni di full immersion nel basket locale. Nel frattempo la Scuba sarà impegnata anche

al Parco Matusa per lo “Sport Village”, nell’ambito del quale la società allestirà un campo di basket all’aperto per dare luogo a dimostrazioni e tornei. Il corner scubino sarà presente da domani (venerdì 20 Settembre) fino a domenica, giorno conclusivo della manifestazione, e resterà a disposizione di appassionati e curiosi dalle 16 alle 19. IL PROGRAMMA DEL I TORNEO “CITTÀ DI FROSINONE” Sabato 21 Settembre ore 17 Fortitudo Anagni - Pallacanestro Veroli; ore 19 Scuola Basket Frosinone - Pallacanestro Colleferro; Domenica 22 Settembre ore 17 Finale 3°/4° posto; ore 19 Finale 1°/2° posto


VOLLEY-MOTORI

VENERDÌ 20 SETTEMBRE 2019

9

VOLLEY - CONTINUA L'AVVICINAMENTO DELL'ARGOS VOLLEY AL VIA DEL CAMPIONATO DI SUPERLEGA

L

a Globo Sora continua a lavorare duro in vista dell'inizio della stagione. Saranno ancora quattro le settimane di preparazione in vista del via previsto per il 20 ottobre con la trasferta a Verona. Dopo le buone indicazioni avute dalla prima uscita contro Siena, il gruppo di Colucci avrebbe dovuto giocare in settimana contro Ortona, ma il match è stato annullato a causa di una serie di guai fisici legati alla preparazione. Nulla di grave ma avrebbe avuto poco senso andare in campo senza diversi giocatori, non avendo la possibilità di poter provare i meccanismi sui quali si sta lavorando tanto. Negli ultimi giorni a parlare è stato coach Maurizio Colucci: «In considerazione della settima appena trascorsa, lunga e piena di lavoro è stata una buona partita. Nel complesso la squadra si è comportata bene, ha avuto un buon atteggiamento abbastanza aggressivo. Ciò che abbiamo messo in campo in fatto di tecnica, è stato discreto, anche se durante la settimana alcune di queste cose sembravano

GLOBO, DOMENICA TRIANGOLARE CONTRO TUSCANIA E CALCI

funzionassero meglio, ma prima del prossimo test match avremo modo di rimetterle a punto lavorandoci. Non abbia-

mo fatto assolutamente male, è normale che su alcune cose siamo ancora indietro, lo sapevamo e ricominceremo

ad allenarle perché certi meccanismi hanno bisogno di un pochino più di tempo». Lavori in corso, dunque.

Nel prossimo weekend, domenica prossima, la squadra giocherà un triangolare a Tuscania con Calci e Tuscania. Gio-

vedì prossimo, invece, è prevista una amichevole a Latina contro la Top Volley. C.C.

MOTORI - LE PROVE SPECIALI SI TERRANNO DOMANI E DOMENICA IN TUTTO IL TERRITORIO DELLA VALLE DEL LIRI

ROMBANO I MOTORI PER IL RALLY DELLA CIOCIARIA

È

stata presentata ad Arce, presso la prestigiosa sala conferenze della XV Comunità Montana la 6° edizione del Rally della Ciociaria in programma il prossimo 21-22 settembre. La gara che ripropone lo stesso scenario della passata edizione, con qualche piccola variazione, ha riscoperto e riportato in vita le prove speciali fra le più belle della storia del rally del centro sud che animerà l’intera Valle del Liri. Presenti all'evento il consigliere provinciale e presidente dell'ente montano Gianluca Quadrini, il consigliere provinciale Daniele Maura, gli organizzatori Daniele Martini e Massimo Arcese, l'equipaggio vincitore dell'anno scorso il pilota Giannetti Emanuele ed il navigatore Marco Lepore, il famoso navigatore rally Emanuele Inglesi Official, navigatore a livello professionistico nel mondo dei rally, delegato regionale del Lazio Aci Sport che cura la gestione del motosport laziale, adetto alla sicurezza e supervisore a livello nazionale, affinché le

gare vengano svolte nel miglior modo e con la massima sicurezza possibile, il sindaco di Arnara Massimo Fiori, i consiglieri comunali Lorella Biordi, Romanino Cimaomo, Luigi Bianchi e Alessandro Mosticone, il presidente delle Guardie Forestali Ambientali Rocco Simone, molte testate giornalistiche e numerosi appassionati di rally. La manifestazione è stato pa-

trocinata e sostenuta dall'ente montano. Sarà ancora una volta la città di Isola del Liri ad ospitare le verifiche tecniche e sportive, unitamente al quartier generale della competizione (direzione gara, segreteria, centro classiche e sala stampa), con partenza e arrivo in Via Roma. La manifestazione organizzata dalla HP Sport con il supporto di tanti appassio-

nati locali, torna dunque alla ribalta con i suoi nove comuni (Isola del Liri, Monte san Giovanni Campano, Arpino, Arce, Santopadre, Fontana Liri, Rocca d’Arce, Veroli) interessati dalla competizione. La giornata di sabato 21 settembre sarà molto intensa ed inizierà al mattino con le verifiche sportive e tecniche, seguite dallo shakedown, il test con le vetture da gara.

Il Rally scatterà nel tardo pomeriggio di sabato con i concorrenti che affronteranno subito la prova di Monte San Giovanni Campano (da ripetere due volte), prima del riordino notturno. Domenica mattina, gli equipaggi si sfideranno sulle restanti prove speciali: ‘Isola-Arpino’, ‘Fontana Liri’ e la lunga, quanto impegnativa “piesse” della ‘Bagnara’.


10

VENERDÌ 20 SETTEMBRE 2019

CALCIO MINORE

DELISIO E SENESE, CLASSE 2004 DEL MARANO, TESSERATI DAL CLUB DI TERZA SERIE

DAL TORNEO RE CECCONI ALLA C CON IL PONTEDERA

D

ue ragazzi del 2004 tesserati con il Marano di Napoli, Delisio Antonello ottimo difensore centrale e Senese Giovanni ottimo esterno destro sono stati ingaggiati dal Pontedera calcio che milita in serie C. Il Marano è una società all'avanguardia forse una delle migliori della Campania. Gestita dall'ottimo responsabile Enzo Esposito. Ci diceva Gabrieli questo torneo ha portato fortuna a tanti arbitri come Gabriele, Minotti, Andreozzi, D'Agostino, Pecoraro, Lemma, Diana, Mattei, Ceccarelli e Pietrino Tagliaferri attualmente presidente del comitato di Frosinone. Voglio citare alcuni giocatori che hanno raggiunto la serie A B e C cresciuti nella Pro Ceccano e visionati dal

sottoscritto, grazie all'esperienza del grande maestro Volfango Petrarca che mi diceva sempre così “vai vai, a Gabriè vai tranquillo, sei un grande lassù qualcuno ci ama”.

Calciatori come Mario Faccenda cresciuto nella Pro Ceprano, Germano Piga (Fiorentina), come Gianni Testa (Inter), Iannarilli, Mastracci, Coccia, Capua in serie A con

la Lazio, Vittorio Mollo al Catanzaro e al Fondi, Riccardo Mandarelli (Latina), Luciano Gabrieli (Gualdo e Savoia), Minotti, Lisi, Gabriele, Genovese e Mandarelli nel

Frosinone in serie C. Forse qualcuno mi sfugge chiedo scusa, voglio ricordare che a questa manifestazione hanno partecipato campioni come Nesta, Di Vaio, Di Biagio, Pinzi e tanti altri grazie a Volfango Patarca. Anche quest'anno la quarantunesima edizione del torneo Luciano Re Cecconi si svolgerà nell'impianto sportivo di Ceprano, grazie all'apporto di Mario Faccenda che sponsorizza la società di Ceprano promossa in prima categoria, un grazie al presidente Pietro Caviti che con la sua pazienza e conoscitore del calcio si è preso questa responsabilità, grazie presidente, un grazie a

tutto lo staff. Voglio ringraziare il sindaco del comune di Ceprano Marco Galli che ci da la possibilità di organizzare questa manifestazione nazionale di calciatori giovani, infatti circa 300 ragazzi correranno su un rettangolo di gioco, un grazie anche al vicesindaco Vincenzo Cacciarella che mi aiuta personalmente per andare incontro a delle spese. Un grazie particolare alla ditta Brico Io di Ceprano senza questa ditta non si potrebbe organizzare questo torneo. Quindi vi lascio con un in bocca al lupo e vi do appuntamento al prossimo 2020.

CALCIO-PROMOZIONE - INTERVISTA AL GIOVANE DI LEGA SEKOU MAMADOU, TRA I MIGLIORI NELLE PRIME DUE USCITE DI CAMPIONATO DEL CECCANO

N

el giorno dell’esordio casalingo del Ceccano nel campionato di Promozione, coinciso con un pareggio 2-2 nel derby con il Monte San Giovanni Campano grazie alle reti di Bignani e Alessio Carlini, sono da rimarcare ed evidenziare due aspetti che hanno destato interesse e ammirazione sia tra gli addetti ai lavori che nella tifoseria rossoblù: la prova maiuscola del “colored” Sekou Mamadou e il rinnovato protocollo benefico da parte della società presieduta da Thomas Iannotta con l’associazione “Altre…Menti” alla quale, dall’anno scorso, viene devoluto il 40% degli incassi. Proprio per questo Marco Massa, presidente dell’associazione, ha voluto ringraziare il Ceccano Calcio 1920 per il rinnovato connubio tra le due realtà: “Vorrei ringraziare il Ceccano Calcio 1920, in particolare il presidente Thomas Iannotta e il direttore generale Sergio Milo - si limita a dire Marco Massa – per aver rinnovato il protocollo d’intesa con la nostra associazione. Naturalmente il ringraziamento va anche agli sponsor e ai tifosi che hanno sottoscritto l’abbonamento, oltre a quelli che acquisteranno ogni domenica il biglietto d’ingresso allo stadio. Un contributo che continuerà ad essere utile nel prosieguo delle attività ludiche e di integrazione rivolte ai nostri ragazzi”. Tornando alla prova di Sekou Mamadou contro il Monte San Giovanni Campano, il giovane di lega classe 2000 è felice per la sua prova e per il calore e gli attestati di stima che sta ricevendo in questo mo-

«FELICE DI ESSERE IN UNA SQUADRA CHE PUNTA IN ALTO E VINCE IN SOLIDARIETÀ»

mento. “In effetti sono molto contento delle due prove sin qui fornite - esordisce l’attaccante rossoblù – Domenica ho fornito l’assist per il gol di Bignani e, per ben due volte, sono andato vicino al gol. Pazienza sarà per un’altra volta, l’importante è che vinca la squadra, anche se ci siamo andati vicini. Ma soprattutto sono felicissimo per gli attestati di stima che sto ricevendo in questi giorni, soprattutto dai piccoli tifosi rossoblù. Ho trovato un ambiente splendido dove mi trovo a mio agio”. Nato in Gambia, e più precisamente a Salikenie, il primo gennaio del 2000, è arrivato in Italia nel 2018 e, dopo tre mesi al Cassino, è finito nel Sora in Eccellenza ed ora al Ceccano. “Debbo rin-

graziare Gianluigi Del Vescovo, titolare della Pizzeria “Penelope” di Frosinone dove lavoro, per avermi segnalato alla dirigenza rossoblù, in particolare al direttore sportivo Livio Pizzuti. Ho accetto con entusiasmo di venire qui, anche se sono sceso di categoria. Voglio ripartire dalla Promozione per contribuire a portare più in alto possibile il Ceccano e magari emulare il mio connazionale Barrow, anche se il mio idolo è Ronaldo”. Un giudizio sui tuoi compagni, staff, società e, soprattutto tifoseria? “Come ho già detto sono capitato in un ambiente splendido, composto da giocatori magnifici, uno staff tecnico molto professionale e una società come poche e che non ti fa mancare proprio nulla. Ma soprattutto

sono rimasto favorevolmente impressionato dall’affetto che mi hanno riservato i tifosi rossoblù, Voglio promettere massimo impegno e tanto lavoro per regalare loro le soddisfazioni che meritano e magari raggiungere tutti insieme qualche obiettivo che ci siamo prefissati”. Infine ci tiene ad esternare una considerazione sull’impegno sociale del Ceccano. “E’ raro trovare società che si dedicano al sociale – conclude Sekou Mamadou – Qui a Ceccano so che si sta aiutando un’associazione che si dedica ai ragazzi autistici. Anche questo aspetto rappresenta per me un onore nel difendere i colori rossoblù e nel regalare tante gioie a chi soffre e ha bisogno quindi di tutto il sostegno possibile”.


N. 166 - Venerdì 20 Settembre 2019

PASSIONE PER L'INFORMAZIONE

TESTATA GIORNALISTICA SETTIMANALE della provincia di FROSINONE iscritta al Roc al N. 23884 Direttore Responsabile: Marco Ceccarelli Redazione: Tel. 393 6239680 - tunews.redazione@gmail.com Editore: Globalpress S.r.l. - P. Iva 02714820590 globalpress.amministrazione@gmail.com Stampa: Centro Offset Meridionale s.r.l. - Caserta Tiratura media 6.000 copie

www.tunews24.it

SPETTACOLO

€ 0,70

GRATUITO - Edizione lancio

Ferentino è... musica, arte, cultura e non solo Domani sera i concerti di Shapiro e Vandelli in piazza Matteotti ed Elodie al Vascello

NEVE TUTTO L'ANNO PAGINA 7

NETTO AUMENTO DELLE TOSSICODIPENDENZE IN CIOCIARIA, FROSINONE SECONDA PROVINCIA DEL LAZIO LA FOTOGRAFIA SCATTATA DAL SER.D. EVIDENZIA 5.000 INTERVENTI IN PIÙ RISPETTO ALL'ANNO PRECEDENTE FROSINONE E PROVINCIA

Il lavoro ci sarebbe... ma solo per gli operai specializzati PAGINA 5

BOVILLE ERNICA

Operazione scuole sicure Amministrazione in campo PAGINA 13

FERENTINO

OLTRE AL CONSUMO DI STUPEFACENTI, L'ALLARME RIGUARDA ANCHE L'ALCOL E IL GIOCO D'AZZARDO. IL CONSIGLIERE MAGLIOCCHETTI: «UNA SITUAZIONE DA MONITORARE CON MAGGIORE ATTENZIONE» CEPRANO

PAGINA 14

VEROLI

PAGINA 9

Impianto per lo stoccaggio dei rifiuti Una pioggia di opere pubbliche Scontro tra Galli e l'opposizione Il sindaco Cretaro traccia la rotta

La fotografia testimone del tempo alla mostra d'autore "Foto Festival" PAGINA 7

ALATRI

PAGINA 8

Un lungo week-end all'insegna della musica e dello street food


2

VENERDÌ 20 SETTEMBRE 2019

frosinone E PROVINCIA

"ONORATI PER ESSERE STATI SCELTI TRA LE 3 LOCATION ITALIANE"

Costruire scientificamente una vita straordinaria A Terme Pompeo Filippo Ongaro e il suo metodo Il 4 ottobre la presentazione del nuovo libro

V

enerdì 4 ottobre alle ore 18 Filippo Ongaro presenta a Terme Pompeo di Ferentino il suo nuovo libro “Il Metodo Ongaro®”. È un grande onore per l’azienda essere scelta tra le 3 location in tutta Italia per un evento così importante. Sicuramente un grande sogno realizzato, quello di far conoscere dal vivo colui che è stato l’ispiratore del nuovissimo Ambulatorio dello Stile di Vita e del relativo programma Medical Fitness Élite Top: l’unico allenamento integrato Food, Fitness & Mind con check-up epigenetico del DNA. Tutti gli step del “Metodo” che è possibile attuare nel Centro Terme Pompeo sono racchiusi nel codice #4561 e precisamente: - Si tratta di un percorso di crescita personale finalizzato a migliorare i 4 fondamenti di una vita a pieno: nutrizione, nutraceutica, allenamento fisico e lavoro interiore; - Per fare questo è necessario ottimizzare 5 risorse

Terme Pompeo sarà presto la prima struttura certificata

interiori e comportamentali: le nostre percezioni, il modo in cui interpretiamo la realtà, la focalizzazione mentale ossia la concentrazione, la capacità di adattamento e le connessioni con le altre persone; - In genere per fare questo ci vogliono 6 mesi di lavoro; - Ed è bene avere 1 ideale da raggiungere; per lui quello del guerriero dell'anima, persona forte e resiliente. La sfida principale da affrontare quando si vuole stare meglio è intanto capire bene cosa vuol dire

stare bene, poi occorre impostare un lavoro su se stessi e riuscire a mantenerlo nonostante gli impegni e la vita sempre più complessa di tutti noi. Per questo ci vuole un metodo, un approccio scientifico che minimizzi le perdite di tempo e massimizzi i risultati e soprattutto un supporto, un aiuto, una guida, come i Wellness Coach Terme Pompeo. Conoscere il Metodo Ongaro® e iniziare ad agire una “medicina preventiva” unisce i tasselli della cura del benessere psico-fisico a quelli dell'aumento della prestazione e della crescita personale per dare vita ad un miglioramento a 360°. L’evento è a numero chiuso e con prenotazione obbligatoria. Per tutti i dettagli: Medical Fitness Terme Pompeo – 0775.396360.

OGGI A FROSINONE LA CORSA CICLISTICA DEL XX SETTEMBRE ROMA-NAPOLI-ROMA OGGI IN PRIMA LINEA CON "NUOVI ORIZZONTI"

Il ciclismo storico fa tappa in piazzale Vittorio Veneto

F

aranno tappa a piazzale Vittorio Veneto, nel centro storico del capoluogo, venerdì 20 settembre, i partecipanti alla rievocazione della corsa ciclistica del XX settembre, Roma-Napoli-Roma. L’INIZIATIVA L’iniziativa non agonistica, organizzata dalla Nova Unione Velocipedistica Italiana, vedrà il passaggio e la sosta a Frosinone di circa 25 ciclisti, su mezzi dei primi anni del ‘900 e abbigliamento d’epoca. Presente un punto accoglienza messo a disposizione dall’assessorato al Centro storico, coordinato da Rossella Testa.

NELLA FOTO SOTTO L'ASSESSORE ■ ■ ■ AL CENTRO STORICO ROSSELLA TESTA

LE PAROLE DI ROSSELLA TESTA «Saremo onorati di accogliere i partecipanti a questa importante rievocazione storica – ha dichiarato l'assessore al Centro storico di Frosinone Rossella Testa – che porta avanti, con ammirevole rispetto filologico, una gloriosa tradizione»

ha concluso l’assessore al Centro storico, Rossella Testa. LA GARA CICLISTICA I “velocipedisti” con partenza da Roma (museo storico dei bersaglieri di Porta Pia); percorrendo la via Casilina, passeranno da viale Roma giungendo quindi in piazzale Vittorio Veneto intorno alle 8, per poi proseguire per corso della Repubblica e

viale Napoli in direzione Ceprano-Cassino-Caserta, per un totale di 235 km. La gara è disputata il 20 settembre per celebrare la presa di Porta Pia: tuttavia, dato il tracciato, presto assunse il nome di “Roma-Napoli-Roma”, divenendo una delle competizioni italiane del periodo e svolgendosi con continuità a partire dal 1902.

Don Davide Banzato festeggia i 13 anni di sacerdozio

T

redici anni da quando mons. Boccaccio pose le mani sul capo di don Davide Banzato ordinandolo sacerdote. Lunedi l’anniversario della ordinazione sacerdotale . È oggi un sacerdote dell'Associazione internazionale "Nuovi Orizzonti" fondata da Chiara Amirante, dove dal 2000 al 2017 ha seguito l'Area Evangelizzazione, prevenzione e sensibilizzazione e dal 2010 è Assistente Spirituale Generale di Nuovi Orizzonti. E' nato il 17 febbraio 1981 a Padova ed è stato ordinato sacerdote il 23 settembre 2006. Si è laureato in teologia con specializzazione in morale con una tesi sul tema "La sequela nel pensiero di Bonhoeffer". Dopo esperienze di missione in varie zone d'Italia, in Brasile e in Bosnia Erzegovina, attualmente risiede a Frosinone presso la "Cittadella Cielo", sede centrale di Nuovi e i Padri Sinodali. All’amico sacerdote …ad maiora. Egidio Cerelli


VENERDÌ 20 SETTEMBRE 2019

frosinone e provincia

3

RAPPORTO SULLE DIPENDENZE DA DROGA, ALCOL E GIOCO D’AZZARDO, IL CONSIGLIERE MAGLIOCCHETTI: DATI ALLARMANTI. SOPRATTUTTO SUGLI STUPEFACENTI

Sempre più... "dipendenti"

Nel 2017 il Ser.D. ha erogato 180mila prestazioni. Nel 2018 si sono registrati quasi cinquemila casi in più

I

l Dipartimento di epidemiologia della Regione Lazio ha pubblicato, sul proprio sito, la relazione 2018 sul fenomeno delle dipendenze nel Lazio. Dall'analisi di questi dati si evince la gravità della situazione nella provincia di Frosinone riguardo alle dipendenze in generale ma anche e soprattutto per quanto riguarda l'assunzione delle droghe. Si tratta dell’aggiornamento annuale circa lo studio, le analisi e la raccolta dati del variegato mondo delle dipendenze da sostanze stupefacenti, alcool, gioco d’azzardo ed altre tipologie, elaborato dal DEP Lazio. L’INTERVENTO «Il report – spiega il consigliere comunale di Frosinone Danilo Magliocchetti – si basa sui dati delle persone in trattamento per dipendenze patologiche nella regione Lazio nel 2018, raccolti attraverso il sistema informativo regionale (SIRD); descrive la popolazione in trattamento presso i servizi pubbli-

■ ■ ■ IN ALTO DANILO MAGLIOCCHETTI

ci (Ser.D) e privati, quali comunità terapeutiche residenziali e semiresidenziali gestite da enti del privato sociale accreditato, per le tre principali aree di intervento: droga, alcol e disturbo da gioco d’azzardo». L’ANALISI «Il rapporto è corredato da un allegato tecnico che riporta in dettaglio le tabelle descrittive sui soggetti, sulle caratteristiche di uso di sostanze o di gioco d’azzardo e sugli interventi effettuati a livello regionale e di singola sede di intervento. Ebbene - evidenza Magliocchetti

- anche per il 2018, così come era stato per il 2017, il SerD della ASL di Frosinone si rivela tra i migliori per prestazioni quali/ quantitative. Questa ulteriore conferma di merito, certifica la grandissima professionalità competenza e dedizione del personale e del Responsabile del SerD di Frosinone, che costituisce, ormai da tempo, una vera e propria eccellenza nel Lazio. Lo testimoniano, come di consueto, i numeri.Nel 2018, infatti, il SerD di Frosinone ha fornito ben 210.081 prestazioni, di cui 184.206 per sostanze stupefacenti, 23.094 per alco-

ol, 1.146 per gambling (gioco d’azzardo), più ulteriori 1.635 prestazioni per altre tipologie di dipendenze non codificate. Le oltre 210 mila prestazioni si sono concretizzate, limitandosi ai soli numeri più significativi, in: somministrazione farmaci 178.965; colloqui 11.853; visite 5.528; relazioni certificazioni 1.321; psicoterapia 2.280; predisposizione programma terapeutico 2.001». LA CRITICITÀ «Come è agevole constatare, una mole di lavoro enorme, non solo dal punto di vista quan-

titativo, ma soprattutto qualitativo, se si pensa ai 160.000 casi di farmaci somministrati, solo per sostanze stupefacenti. Oltre al dato straordinario di Frosinone per prestazioni totali, secondo solo a quella di Viterbo con 226.917 prestazioni, escluse ovviamente alcune Asl di Roma, notevolmente più grandi della locale ASL, per territorio e utenza. Quello che deve indurre, ulteriormente e maggiormente, a far riflettere è il numero, drammatico, relativo alle prestazioni per sostanze stupefacenti, quasi 185.000, che testimonia, oltre ogni ragionevole dubbio, che il fenomeno in provincia di Frosinone è quantomai vivo, concreto, reale e, purtroppo, in crescita. Nel 2017, infatti, - conclude Magliocchetti - il Serd di Frosinone aveva erogato 180.098 prestazioni per droga. Nel 2018 si sono registrati quasi 5000 casi in più. Un dato che non si può nè minimizzare, nè sottovalutare. Ma monitorare, con scrupolo e attenzione».


PAGINA 4

20 SETTEMBRE 2019


VENERDÌ 20 SETTEMBRE 2019

FROSINONE E PROVINCIA

IL SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR, REALIZZATO DA UNIONCAMERE, HA ELABORATO I DATI RELATIVI AI PROGRAMMI OCCUPAZIONALI

AAA cercasi operai specializzati

Le imprese prevedono di avere difficoltà nel trovare i profili desiderati

S

istema Excelsior, tremila le opportunità di lavoro previste in Ciociaria. Il Sistema Informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere, ha elaborato i dati relativi ai programmi occupazionali delle imprese della provincia di Frosinone per il mese di settembre 2019. L’indagine è stata realizzata adottando la tecnica di rilevazione CAWI (Computer Assisted Web Interviewing), somministrando quindi un questionario incentrato sui profili professionali e i livelli di istruzione richiesti dalle imprese. I NUMERI Nel complesso saranno 3130 le opportunità di lavoro previste nel mese di settembre, delle quali il 44% prevede un contratto di lavoro stabile a tempo indeterminato e il 56% destinato a contratti a termine o predefiniti. Tra i profili più richiesti figurano gli operai specializzati (47%) seguiti

lavoro. L’andamento esaminato lascia presagire entrate occupazionali di ben 8450 unità entro il mese di novembre.

dalle professioni commerciali o nel settore dei servizi (17%). Nel 16% delle opportunità la richiesta riguarda dirigenti, specialisti e tecnici, gli impiegati sono richiesti nel 5% dei casi. LE FIGURE RICERCATE Proprio a causa della scarsa reperibilità, in 25 casi su 100 le imprese prevedono di

avere difficoltà nel trovare i profili desiderati ( in particolare personale specializzato: tecnici delle vendite, del marketing e della distribuzione commerciale, specialisti della formazione e insegnanti, progettisti ed ingegneri), il 23 % delle assunzioni sarà riservato ai giovani con meno di 30 anni. Al personale laureato è destinato il 13 % dei posti di

I SETTORI Quelli che investiranno maggiormente sull’assunzione di personale sono i servizi di trasporto, logistica e magazzinaggio, seguono il settore delle costruzioni, dei servizi alle persone, del commercio, dei servizi di alloggio e ristorazione, del settore turistico in generale. La maggior parte delle imprese interessate a reclutare nuovo personale è al di sotto dei 50 dipendenti (69%). Per tutto il mese di settembre le assunzioni previste nell’intero territorio regionale saranno 47.700; 435mila in tutta Italia. L’indagine è stata realizzata da Unioncamere in collaborazione con l’Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro. 154mila in totale le imprese intervistate.

5

L'INIZIATIVA DEL COMUNE

Trasporto alunni disabili, rete tra Enti

I

l settore servizi sociali, pubblica istruzione, commercio e mobilità sostenibile (U.O. Pubblica Istruzione) rende noto che è possibile, fino al 27 settembre, presentare le istanze relative al trasporto delle persone con disabilità frequentanti le Istituzioni scolastiche secondarie statali e paritarie di II grado o i Percorsi Triennali di Istruzione e Formazione Professionale. Si punta alla creazione di una rete di collaborazione tra enti territoriali finalizzata a garantire ad ogni studente con disabilità il raggiungimento della propria sede scolastica o della sede di svolgimento del percorso formativo alternanza Scuola/ Lavoro. Le istanze, con il modulo di iscrizione debitamente compilato (disponibile anche sul sito istituzionale dell’ente, all’indirizzo www.comune.frosinone.it) dovranno essere inoltrate in busta chiusa con la dicitura “Trasporto Scolastico Studenti con Disabilità” tassativamente presso l’ufficio di Protocollo Generale (Piazza VI Dicembre) o in forma telematica a mezzo posta certificata (pec@pec. comune.frosinone.it).


PAGINA 6

20 SETTEMBRE 2019


VENERDÌ 20 SETTEMBRE 2019

ferentino

7

CRESCE L'ATTESA PER I DUE CONCERTI PIÙ IMPORTANTI IN PROGRAMMA DOMANI SERA: SHAPIRO E VANDELLI IN PIAZZA MATTEOTTI ED ELODIE AL VASCELLO

"Ferentino è" tra musica e arte Pompeo: «La rassegna è un'eccellenza nel panorama delle manifestazioni storico-artistiche del territorio»

P

arte ufficialmente oggi la rassegna “Ferentino è” con una mattinata all’insegna della storia e della cultura che nel pomeriggio prevede altre visite guidate e in serata ancora tanta musica: dalla piazzetta Santa Lucia a Capocroce. Purtroppo il maltempo di ieri ha annullato il percorso enogastronomico “Cantine Aperte” e gli eventi musicali in programma nel quartiere Santa Lucia. Un programma ricco di appuntamenti, eventi, manifestazioni, mostre, percorsi, visite guidate, giochi e concerti per salutare l’estate ma, soprattutto, per far conoscere a cittadini, turisti e visitatori le tante bellezze di cui una città d’arte come Ferentino va orgogliosa. Si prosegue domani, tra gli altri eventi spicca, al Vascello, il Lancio della Forma di Formaggio alle 16.30; seguita dalla Festa degli antichi mestieri e sapori; dalla IX edizione della “Festa della pizza” e, a chiudere, i due momenti musicali più importanti: Shapiro e Vandelli in piazza Matteotti a partire dalle 21.30 e la special guest Elodie, che si esibirà in località Vascello dalle 23.30. Infine, domenica 22 settembre, nella giornata con-

I

l Festival si muove su diversi piani, seguendo nei suoi intenti e nelle sue linee di programma, un obiettivo ben preciso sin dalla sua prima edizione del 2013: far conoscere e diffondere la cultura fotografica, soprattutto nella scuola, dove trova il luogo privilegiato nel farsi promotore dei valori della fotografia d’autore. La VII edizione di "Ferentino Foto Festival", uno spazio aperto dove condividere la passione per la fotografia e l’arte, in programma da oggi fino a domenica. Nel corso degli anni è diventato un appuntamento per dialogare in modo consapevole su alcuni aspetti della fotografia oggi, sulle trasformazioni tecniche e dei media legate all’utilizzo del digitale, che si è diffuso in qualsiasi categoria sociale, a tutti i livelli di conoscenza, trasformando le nostre pratiche di espressione e comunicazione, la nostra stessa percezione del mondo. I nostri occhi

clusiva di “Ferentino è”, sarà quella dell’VIII Edizione della “Giornata dell’Arte – Lorenzo Cocco” a cura del Gruppo Archeologico Volsco; di visite guidate, giochi e sport in piazza fino agli appuntamenti clou del pomeriggio: alle 16 da piazza Mazzini partirà la Sfilata del corteo storico, accompagnata dalla banda giovanile ‘Città di Ferentino’ e con figuranti e musici del 2° Istituto Comprensivo; la compagnia teatrale “Le Strenghe”, il Gruppo Storico Città di Priverno, sbandieratori e figuranti della città di Anagni e l’Antica Fanfara

Città di Paliano. Sempre alle ore 16, inoltre, andrà in scena il Palio di San Pietro Celestino con la tradizionale “Giostra dell’anello” e alle ore 20 si chiuderà al Vascello con lo spettacolo di intrattenimento “Ferentino è… in danza e balli social”. Un calendario variegato che certamente incontrerà il favore di grandi e piccini, giovani, famiglie e anziani, quello messo a punto dall’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Antonio Pompeo, insieme all’Associazione Pro Loco del presidente Luigi Sonni, con il patrocinio della Pro-

vincia e della Regione Lazio. «Ogni anno – è il commento del sindaco di Ferentino, Antonio Pompeo – l’entusiasmo, lo spirito di collaborazione, l’impegno e la vitalità con cui tutti insieme lavoriamo a una nuova edizione di “Ferentino è”, contribuiscono a rendere la nostra rassegna di punta una vera e propria eccellenza nel panorama delle manifestazioni storico-artistico-culturali del territorio, con un’offerta completa di eventi e appuntamenti che incontrano il favore di tutte le fasce d’età». «Siamo finalmente arriva-

ti all’appuntamento con un evento tanto atteso da parte di tutta la cittadinanza – ha detto l’assessore alla Cultura, Angelica Schietroma – reso possibile grazie a un efficiente e costante lavoro di squadra che ci ha consentito di curare ogni aspetto nei minimi dettagli. L’importanza che ‘Ferentino è’ riveste per la nostra città è almeno duplice: da un lato incentivare il turismo per far conoscere e valorizzare le nostre bellezze, dall’altro dare un impulso alla nostra economia con il coinvolgimento delle attività commerciali».

LA VII EDIZIONE DELL'EVENTO È IN PROGRAMMA DA OGGI FINO A DOMENICA

Ferentino Foto Festival, uno spazio per condividere la passione per la fotografia d'autore e l'arte

e la nostra mente attraversano ogni giorno milioni di immagini. Noi stessi siamo immagine da condividere, da commentare, da usare, come un souvenir turistico, come autocelebrazione dell’apparire, come un’offerta merceologica, in cui contano numeri, followers, like, influencer. Troppo spesso si alzano polveroni. Nel deserto dei Tartari

Drogo ha atteso per anni, inutilmente, il suo nemico! Si è passati dai bagni di acidi ai numeri binari, dalla lentezza della pellicola, che contiene in sé i momenti dell’attesa e della rivelazione, al frenetico scatto digitale: è cambiato il modo di fare fotografia. In quest’epoca postfotografica, in cui le immagini connesse fluidificano nei

social network fino a perdersi confusamente nella rete in un indistinto rumore di fondo, c’è ancora spazio per la vera fotografia, quella che ferma e sospende i nostri sguardi, che ci interpella e ci invita ad interrogarci, capace di fissarsi saldamente nella memoria collettiva? Ma qual è la vera fotografia, oggi? In “Che cos’è

l’arte?” Lev Tolstoj dice: “(...) è un’attività umana che (...) un uomo, consapevolmente, per mezzo di certi segni, trasmette agli altri i sentimenti che ha vissuto. Lo fa in modo tale che sono contagiati e li vivono anche loro”. Se condividiamo questo pensiero possiamo riferirlo in modo più inerente alla fotografia, sia come fonte di storia, testimone del tempo, memoria collettiva di un determinato contesto storico-sociale, sia come testimonianza di vita, legata alla dimensione privata del ricordo e alla sua capacità rievocativa, cioè come fonte di storie. Con questa tensione di pensieri questa fotografia si impone come uno spazio silenzioso in questo mondo così chiassoso di immagini, capace di evocare, recuperare il passato ed essere modello di riferimento da cui imparare, da cui prendere ispirazione. Questa fotografia silenziosa scava dentro la nostra

mente, apre un varco nella memoria dei pensieri, ci impone delle domande, simili a quelle che Buzzati ci suggerisce per bocca del suo ufficiale nella solitaria Fortezza Bastiani, ammonendoci sugli errori fatti. Se sappiamo ascoltarle, le fotografie possono darci delle risposte a quello che siamo. Se documentano la nostra epoca, la nostra vita, il nostro tempo, restano e hanno un valore nel futuro, per farci riscoprire ogni volta quel senso di appartenenza fatta di eventi, di sensazioni, di gesti, per farci ritrovare quello che siamo in ciò che siamo stati. In questa direzione la fotografia si riappropria dei suoi luoghi, quelli della memoria. Ha il suo ruolo, la sua funzione, la sua identità nel caos accelerato dei media; attraversa l’istante e con forza resiste alle distanze del tempo, per offrirsi a noi come un dono da condividere, da ricordare, da custodire.


8

VENERDÌ 20 SETTEMBRE 2019

ALATRI APPUNTAMENTO DOMENICA ALLE ORE 21.00 A COLLELAVENA

A

ntonella Ruggiero ad Alatri domenica 22 Settembre. Apriranno il Concerto il cantautore Luciano D’Abbruzzo e la band Abba Celebration. Attesa nella frazione di Collelavena per il Concerto di Ruggiero, che inizierà domenica sera alle ore 21:00 a conclusione dei festeggiamenti in onore della Madonna Addolorata. Le manifestazioni religiose si erano già concluse la scorsa domenica, quando era previsto il concerto della cantante, rinviato a seguito di una improvvisa laringite dell’Artista. Grazie al lavoro e all’impegno del Comitato dei Festeggiamenti ed al management della cantante,

La magica voce di Antonella Ruggiero Un concerto per veri intenditori

il concerto è stato prontamente riprogrammato. Il nome di Antonella Ruggiero ha attraversato gli

ultimi decenni della musica italiana; con le sue canzoni ha raccontato e seguito in parallelo l’e-

voluzione e la traiettoria dei costumi, del gusto del grande pubblico. Prima con i Matia Bazar e

poi, dagli anni novanta, con una carriera solista, tanto variegata quanto di successo, la sua abilità di interprete, intrecciata ad una naturale curiosità, al desiderio di spaziare oltre i confini delle formule e dei linguaggi tradizionali, ha saputo toccare campi e punti virtualmente molto distanti tra loro. Ad accompagnare Antonella un quartetto formato da: Fabrizio Buongiorno al basso, Claudio Romano alla batteria, Lino Pariota alle tastiere, Licio Lamonea alla chitarra. Nel repertorio, oltre ai nuovi successi, brani amatissimi ed intramontabili come: “Per Un’ora D’amore”, “Cavallo Bianco”, “Vacanze Ro-

mane”, “Solo Tu”, “Stasera Che Sera” e tanti altri. Ad aprire il concerto il Cantautore Luciano D’Abbruzzo a presentare il nuovo singolo appena pubblicato, la reinterpretazione di Margherita di Riccardo Cocciante, quale omaggio allo stesso e alla Musica d’Autore. Il singolo sarà presente nel nuovo album dell’artista, che uscirà il 4 Ottobre per Sony Music. Per la stessa etichetta quest’anno, ha già pubblicato un EP, “Come Acqua”. A seguire i singoli Tempo e L’Ultima Estate. Luciano recentemente ha aperto i concerti della cantante brasiliana Rosalia de Souza e di Fabio Concato sarà protagonista di un tour in Italia e all’estero.

PARTE QUESTA SERA ALLE ORE 19.00 LA TRE GIORNI DELLO "SCATENATISSIMO FESTIVAL 2019". TANTI GLI EVENTI IN PROGRAMMA

Tra musica e birre, ecco lo street food

Ospite d'onore James Senese accompagnato dalla band Napoli Centrale. Organizzazione dell'associazione La Pecora Blu

S

catenatissimo Festival 2019 ai nastri di partenza. A partire da venerdì 20 settembre fino a domenica 22, ad Alatri la tre giorni dedicata al cibo da strada, all’ottima musica, alle migliori birre artigianali (Birre Damare distribuita da Mi Da Group in Provincia di Frosinone) e ai grandi eventi di musica dal vivo, si rinnova nella location e giunge alla terza edizione dopo gli straordinari successi nelle due precedenti. L’APPUNTAMENTO A Piazzale Chiappitto, tutti i giorni a partire dalle 19:00. Venerdì 20, nella serata inaugurale, l’ospite di punta sarà Giancane, noto artista folk rock/cantautorale del panorama nazionale che si è imposto nel corso dell’estate 2019 in diverse città italiane con esibizioni live di altissimo livello per il suo stile nei concerti live. Lo spettacolo continuerà con Charlie Fuzz + Caraibi, innovativa formazione ciociara rivelazione della stagione estiva. Lo Scatenatissimo Festival 2019 proseguirà sabato, sempre dalle ore 19:00. A salire sul palco sarà il duo Dapowa, ta-

■■■

NELLA FOTO SOTTO L'OSPITE D'ONORE JAMES SENESE

glio super giovanile grazie al repertorio indie/ pop e alla travolgente allegria. L’altro ospite musicale sarà la formazione 4Play, riconosciuti e accreditati sul territorio, un vero e proprio spettacolo tutto da ammirare. L’occasione giusta per godere di un grande spettacolo mentre si beve una particolare birra artigianale, gustando un tipico

panino ciociaro versione gourmet o dei tacos messicani da food truck di altissimo livello con prodotti rivisitati in chiave street food. Un festival davvero per tutti i gusti. IL CONCERTO Qualunque siano le preferenze musicali, la serata della domenica sarà imperdibile: sul palco di Scatenatissimo Festival,

ospite d’onore della kermesse, salirà James Senese insieme all’orchestra Napoli Centrale, la formazione che ha accompagnato Pino Daniele in tutta la sua strepitosa carriera. Senese, voce e sassofonista della formazione, con Gigi De Rienzo, Ernesto Vitolo e Agostino Marangolo, ha un’esperienza decennale che lo ha visto collaborare con artisti di fama internazionale. Sullo stile revival si esibiranno sul palco anche gli Original

Pulp Project, con un mix dai Queen a Nada. Un mix perfetto di musica e gusto: saranno decine le tipologie di cibo street food da gustare tutte da accompagnare con un rinfrescante boccale di birra. Tutte le info dell’evento sono disponibili sulla pagina Facebook La Pecora Blu. L’INTERVENTO “Dopo gli straordinari successi delle prime due edizioni – ha spiegato Paolo Cataldi, presidente dell’Associazione La Pecora Blu – abbiamo

deciso di rinnovare lo street food alatrense, un evento che ha varcato i confini provinciali, con una nuova location e con un ospite d’onore dallo stile totalmente diverso rispetto al passato come il sassofonista James Senese. Una nuova scommessa della Pecora Blu, che siamo sicuri di vincere visti gli incredibili riscontri che stiamo già ottenendo. Vi aspettiamo da venerdì 20, dunque, con ottimo cibo, birre di grande qualità, musica e divertimento per tutti i gusti e per tutte le età”.


VENERDÌ 20 SETTEMBRE 2019

veroli

9

INTERVISTA A TUTTO CAMPO AL SINDACO SIMONE CRETARO SUI LAVORI ED INTERVENTI SUL TERRITORIO COMUNALE

Milioni di investimenti «L'edilizia scolastica ha avuto una grande fetta di fondi per la riqualificazione e la messa in sicurezza»

Egidio CERELLI

A

cento giorni dall’insedia mento della nuova Amministrazione comunale abbiamo posto alcune domande al sindaco Simone Cretaro, al secondo mandato da sindaco, sempre eletto alla prima tornata delle competizioni elettorali del 2014 e dello scorso maggio 2019. Entriamo nel vivo con i pubblici, la prima tappa di un percorso che nelle prossime settimane toccherà vari argomenti che caratterizzano la programmazione dell’Amministrazione comunale e che interessano i cittadini, sempre più attenti a verificare lo stato delle promesse elettorali dei politici per valutarne l’operato. Partiamo dagli investimenti, cosa le viene in mente per prima cosa? «Sicuramente la scuola. La programmazione effettuata sta dando risultati davvero straordinari sull’edilizia scolastica dove abbiamo investito molto perché siamo da sempre sensibili a migliorare costantemente la vivibilità degli istituti delle scuole dell’obbligo al fine di dare sicurezza ad alunni e studenti e loro famiglie, agli insegnanti ed al personale Ata. Come non evidenziare l’attivazione dell’intervento di adeguamento sismico e strutturale della scuola Valente, un complesso che una volta ultimato diventerà il fiore all’occhiello del 1° Istituto Comprensivo, grazie ad un investimento di un milione di euro per avere nuovamente a disposizione ambienti confortevoli e sicuri dove poter ospitare numerosi alunni della scuola dell’Infanzia e della Primaria». Sempre nel settore scolastico altri fondi sono pronti per la scuola media del Giglio. «Un altro ingente intervento programmato e che ha già il progetto esecutivo pronto per andare in gara entro quest’anno riguarda sempre per miglioramento strutturale proprio la Caio Mario del Giglio, dove sono previsti interventi complessivi per circa un milione e mezzo di euro, comprensivo di efficientamento energetico». Sull’efficientamento energetico, è stato ultimato l’intervento presso la scuola primaria e dell’infanzia del Crocifisso. «Parliamo di circa 250 mila euro, mettendo a disposizione il plesso prima dell’inizio del nuovo anno scolastico. Si tratta di ingenti investimenti, possibili grazie alla programmazione ed all’accesso a contributi regionali e di bilancio comunale, finalizzati a dare cer-

CROCIFISSO, OK PER LA RETE FOGNARIA

B

uone notizie per le fogne del Crocifisso. «Per quanto concerne la rete fognante della contrada del Crocifisso, abbiamo iniziato l’iter per l’adeguamento del depuratore delle Molette. L’Acea ha presentato il progetto di fattibilità al nostro Ente lo scorso 12 settembre e contestualmente è stato approvato dalla Giunta. Trattasi di un progetto necessario per ottenere le autorizzazioni all’adeguamento del depuratore, propedeutico a ricevere gli scarichi della rete fognante del Crocifisso, garantendo il regolare funzionamento. Un iter questo di esclusiva competenza dell’Acea e sul quale il Comune di Veroli darà tutto il massimo supporto al fine di consentire finalmente la funzionalità della rete fognante della popolosa contrada ». tezze sull’edilizia scolastica quale fondamentale fattore di crescita delle nostre future giovani generazioni». Altri settori su cui si è intervenuti? «Abbiamo continuato ad investire sulla dotazione delle strutture sportive e sui servizi ad esse connessi. Mi riferisco, in particolare, alla sistemazione esterna del Pala

Coccia già partita e che si andrà caratterizzando sempre più – con una spesa che si aggirerà sui 500 mila euro – sulla realizzazione dei parcheggi a servizio del palazzetto dello sport. Non dimentichiamo, infatti, che trattasi di una struttura sportiva all’avanguardia, che sta ospitando eventi di livello nazionale ed internazionale, che hanno determinato una indubbia attenzione sulla nostra città e, quindi, hanno richiamato migliaia di spettatori ed appassionati sul nostro territorio». Passiamo al Cereate di Casamari. «A breve un altro investimento in tale settore, caratterizzerà la realizzazione a Casamari, dell’im-

pianto sportivo “Cereate”, moderno campo di calcio comprensivo anche di una pista di atletica leggera con quattro corsie di esercizio, nonché di batterie da 100 e 110 metri, pedane di salto in lungo, salto in alto e salto con l’asta tutte per competizioni». A quanto ammonta l'investimento? «A circa 2 milioni di euro. Anche questo è frutto di accurata programmazione e finanziamento con il Credito Sportivo a tasso zero. Infatti oltre a dare una dotazione impiantistica moderna, consentirà una riqualificazione dell’intera area di prossimità della monumentale abbazia cistercense, con parcheggi, marciapiedi ed adeguamento dell’asse viario». Polivalente. «Sarà oggetto di una riqualificazione e messa a norma. Saranno effettuati interventi per circa 250 mila euro, al fine di dotare la struttura di una nuova area gioco con pavimentazione ed illuminazione moderna e gradinate adeguate alle nuove norme di sicurezza che consentiranno all’impianto di poter ospitare manifestazioni sportive e di intrattenimento all’aperto». Interventi di manutenzione ordinaria e riqualificazione urbana. Dalle sedi comunali al decoro, alla pubblica illuminazione. Quali in programma e quali realizzati?

«L’Amministrazione, nonostante l’esiguo tempo a disposizione, sin dall’insediamento ha cercato di dare continuità all’azione della trascorsa legislatura, puntando molto sugli investimenti di riqualificazione urbana finalizzati a dare risultati sia nell’immediato che nel medio lungo periodo. L’attenzione al decoro è sempre massima sul territorio comunale e viene portata avanti un’azione ordinaria attraverso l’impiego di manodopera in economia, qual è quella derivante dall’impiego degli operai comunali. Basti pensare agli interventi di manutenzione programmata ed eseguiti nei vari plessi scolastici come dicevamo sopra. Come pure, tutta la segnaletica orizzontale in rifacimento soprattutto dinanzi ed in prossimità dei plessi scolastici, al fine di garantire e migliorare la sicurezza nell’entrata ed uscita da scuola». San Martino. «Presto partirà lariqualificazione dell’area di San Martino con un investimento di oltre mezzo milione di euro. Con tale intervento cambieremo, migliorandolo, l’ingresso in città con i lavori che incideranno sullo chalet, sul cosiddetto viale del peccato ed area adiacente. Realizzando nuovi e confortevoli spazi e verde pubblico, che caratterizzeranno anche le aree con giochi per bambini ed intrattenimento grazie alla realizzazione di un campetto di basket di prossimità. Tutte aree ad impatto zero per quanto concerne le barriere architettoniche, grazie anche ad un ascensore leggero in dotazione dal parcheggio del polivalente fino alla zona sovrastante». Lei, sindaco, è stato nominato dalla Regione Lazio, garante dei lavori finanziati in via straordinaria a tutela e salvaguardia del territorio comunale. Di cosa si tratta? «Le copiose piogge che nello scorso ottobre 2018 interessarono anche Veroli, con ingenti danni

sull’assetto del territorio, hanno determinato la necessità di dover intervenire con bonifiche sui corsi d’acqua e fossi demaniali, con il rifacimento di strade di collegamento comunali ed altri interventi a tutela e salvaguardia del suolo. Si tratta di interventi di circa un milione e mezzo di euro che l’Amministrazione è riuscita a reperire grazie alla tempestività dell’azione politico-tecnico-amministrativa e contabile messa in campo per l’occasione. Abbiamo realizzato nell’immediato opere cantierabili direttamente dall’Ente in quanto sotto soglia comunitaria ed altre sono state oggetto di gare di appalto e si andranno a realizzare secondo una tempistica davvero accelerata che vede, appunto, il sindaco quale garante di tutta una complessa operazione attivata a salvaguardia del territorio». Costone di San Leucio. «Un ulteriore intervento di elevata ingegneria ambientale, anche questo di importo di circa un milione e mezzo di euro, riguarderà anche il costone di San Leucio, dove verranno realizzate opere per la messa in sicurezza dell’area attraverso la salvaguardia del paesaggio ed a tutela della pubblica incolumità. Pubblica illuminazione su tutto il territorio comunale. Come si sta procedendo? «La strada che stiamo perseguendo è quella dell’ammodernamento di tutta la rete esistente ed alla realizzazione di nuove linee, nel rispetto della nuova normativa ambientale finalizzata al conseguimento del risparmio energetico e dell’abbattimento dell’inquinamento luminoso. Pertanto, stiamo sostituendo le vecchie lampade con quelle a led e stiamo realizzando i nuovi impianti con le lampade a led. E tutto ciò, oltre che per raggiungere anche l’obiettivo di diminuire la spesa di gestione degli impianti».


PAGINA 10

20 SETTEMBRE 2019


VENERDÌ 20 SETTEMBRE 2019

S

abato 21 e domenica 22 settembre si celebrano in tutta Italia le Giornate Europee del Patrimonio che nell’edizione 2019 sono ispirate al tema “Un due tre… Arte! Cultura e intrattenimento”. Questo slogan rappresenta un’occasione per riflettere sul benessere che deriva dall’esperienza culturale e sui benefici che la fruizione del patrimonio culturale può determinare in termini di divertimento, condivisione, sperimentazione ed evasione. Anche il Museo Civico Archeologico di Veroli partecipa all’evento con una

VEROLI

11

PRESSO LA GALLERIA LA CATENA, SABATO GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO

Convegno ispirato al tema "Un due tre... Arte! Cultura e intrattenimento!" giornata ricca di “cultura”! Sabato presso la galleria La Catena, porterà i saluti il sindaco Simone Cretaro insieme alla consigliera delegata Francesca Cerquozzi e Francesca Della Porta direttrice del Museo Civico archeologico di Veroli. Relatori, Daniela Quadri-

■■■

NELLA FOTO ACCANTO IL SINDACO SIMONE CRETARO E LA CONSIGLIERA DELEGATA FRANCESCA CERQUOZZI

no funzionario archeologico SABAP RFR-LT-RI, Emanuela Caserta, professionista archeologo collaboratore SABAP RM-MET,

Cristina Martinez Labarga, Università degli Studi di Roma Tor Vergata. Quindi visita al Museo Civio archeologico.

PER LA PRO LOCO UN GRANDE SUCCESSO ARRIVATO DOPO TANTI SACRIFICI FATTI DAL COMITATO ORGANIZZATORE

Pantasema, altra edizione doc Tantissimi gli spettatori presenti sia sabato notte che nel pomeriggio della domenica

Egidio CERELLI

Q

uesto il commento della Pro Loco Veroli sulla Pantasema 2019. E' stata una edizione che si è chiusa con un bilancio che va al di sopra di ogni più rosea aspettativa. Il secondo weekend di settembre, iniziato dalle 20.00 del sabato con la “Notte della Pantasema, ha visto una partecipazione di pubblico straordinaria La moltitudine di gente che si è radunata a Veroli soprattutto durante la tradizionale sfilata, sta a significare che la nostra Pantasema è ancora viva. La ProLoco, che si è fatta un po’ timoniera nel riportare la festa alle vecchie glorie, non senza una punta di campanilismo, si sente di affermare che solo a Veroli possiamo vantarci di avere una festa come la Pantasema che con questa edizione davvero partecipata e speciale ha dimostrato di essere la festa dei volontari che ci credono e di Veroli tutta. Se non vi fosse un vero e sincero attaccamento alla tradizione non avremmo avuto un tale successo. Ci teniamo particolarmente a ringraziare tutti coloro che hanno lavorato in sinergia, mettendo in seconda fila i propri impegni personali e la propria vita quotidiana. Il ringraziamento più grande però va a chi ha lavorato a testa bassa per mesi, senza fare polemica, anche nel momento in cui

sono stati criticati di fare qualcosa che non ci apparteneva più. Il comitato era composto da Ferdinando Zeppieri, DiMario Gabriella, Fontana Fabio, Anna Maria Capogna, Fabrizio Trulli, Nadine Magnante, Maria Cristina Minotti, Luigi Rutini, Paola Pepe, Gianluca Gabrielli, Simone Brugnetti e Pino DiCastro al quale rivolgiamo un immenso “Grazie”. così come a chi ha fatto sì che questo grande spettacolo potesse prendere forme artistiche e culturali di grande spessore: alla scuola Exp di BrunaPagliaroli che ci ha regalato, attraverso i loro bravissimi allievi, momen-

ti emozionanti, divertenti e bellissimi nell’esibizione e nei costumi. Un grazie doppio a Bruna Pagliaroli per aver messo in scena un suggestivo flash mob ed animato la sfilata con scatenate e ritmate danze. Grazie alla Palestra FlexNFit di ValentinaMattacola che ci ha deliziato con delle dimostrazioni di Karate e grazie ancora alla #RochelleDanceStudio di #GiovannaZeppieri e ai suoi ospiti per averci regalato momenti di arte e danza di prestigio assoluto. Questa edizione della Pantasema non è stata solo goliardia, ma anche inclusione. Grazie all’Associazione Cul-

turale-Musicale “QuintoRigo”, ai suoi straordinari ragazzi che hanno saputo insegnarci, più di chiunque altro, il valore assoluto inclusivo della musica. Grazie ai realizzatori dei carri allegorici, “pochi ma buoni”, come si direbbe in altre circostanze, ma anche tutti gli altri, simpaticissimi partecipanti in maschera, perché ognuno di loro ha voluto mettere quel qualcosa in più che ha fatto sì che la festa di quest’anno diventasse speciale. Grazie alle Forze dell’Ordine, sempre presenti a svolgere un ruolo fondamentale nel gestire tutta la parte legata all’ordine pubblico. Grazie ai “Locali del Centro”, pronti ad accogliere e sempre all’altezza di ogni situazione. Grazie all’Amministrazione comunale che ha seguito ed appoggiato ogni singola iniziativa di questa “folle” scommessa. Grazie anche a chi ci ha criticato, fonti di ulteriore carica; a loro l’invito di unirsi a noi ed aiutarci a migliorare».


12

VENERDÌ 20 SETTEMBRE 2019

VEROLI

SI TERRÀ PRESSO LA CINE SALA TRULLI, CHIUSA DOPO CHE NON È STATA RINNOVATA LA CONVENZIONE PER PROIEZIONI DI FILM

Presto una scuola di teatro

Intanto sono aperte le iscrizioni per quanti vorranno partecipare alle lezioni dei corsi che saranno gratuiti

Egidio CERELLI

T

utto pronto per le iscrizioni per l’apertura a Veroli della “Scuola di Teatro”. L’iniziativa, che verrà attivata nell’ambito del progetto Officine Culturali 2019/2020 della Regione Lazio in collaborazione con il Comune di Veroli e Frosinone Teatro Officina Bon Voyage, sarà completamente gratuita per i partecipanti alla scuola che sarà articolata in lezioni settimanali di tre ore che si terranno dal prossimo mese di ottobre presso la struttura comunale Cine Sala Trulli, ormai con il cinema ormai un solo ricordo. «L’originalità e potenzialità delle Officine Culturali – spiegano il sindaco, Simone Cretaro e la consigliera delegata alla Cultura, Francesca Cerquozzi – sono interessanti e creative in quanto strumento per ricercare e scoprire artisti emergenti e sono di stimolo tra i giovani proprio per ricercarne e stimolarne l’indubbia creatività verso forme di spettacolo dal vivo e quale strumento di socializzazione positivo sulle relazioni umane e sociali. Frosinone Teatro Officina Bon Voyage, è stata riconosciuta

LA SETTIMANA

Che si cominci subito a ragionare su un progetto per Prato di Campoli Egidio CERELLI

A

e finanziata dalla Regione Lazio. Dunque,, rappresenta un’opportunità anche per il nostro territorio”. La scuola è aperta a tutti, senza limiti di esperienza ed età, e dopo il periodo formativo prevede la realizzazione di un saggio spettacolo finale che i partecipanti terranno sempre a Veroli. E’ prevista, inoltre, la presentazione ufficiale mercoledì 16 ottobre. «Abbiamo pensato di aprire la scuola nei locali che sono adiacenti alla biblioteca comunale ed alla scuola media – aggiunge la consigliera, Francesca Cerquozzi – per dare valore prettamente

culturale e massima attenzione alle giovanissime generazioni. Le strutture culturali attive sul territorio – scuole, biblioteca, teatro stesso – dovranno collaborare in sinergia tra loro affinché possano contaminarsi tra loro e generare un valore aggiunto virtuoso in grado di far emergere la creatività e le potenzialità intellettuali di tutti, nessuno escluso. E, pertanto, siamo fiduciosi nell’investimento della nuova Scuola di Teatro». Per ogni utile informazione: bonvoyageproduzioni@gmail. com oppure tel. 348 4668340 Sara.

A VEROLI PRESSO L'ABBAZIA DI CASAMARI

S

abato e domenica a Casamari annuale Assemblea Diocesana. Si svolgerà a pochi giorni dalla XIV Giornata nazionale per la Custodia del creato “Coltivare la biodiversità” e dal Sinodo sull’Amazzonia “Nuovi Cammini per la Chiesa e per una Ecologia Integrale”, sarà quindi un’occasione di approfondimento e confronto per promuovere la riflessione e la presa di coscienza su temi quali l’inquinamento, lo sfruttamento delle risorse e la salvaguardia del creato. Anche l'appuntamento mensile con gli Incontri biblici 2019-2020 – che riprenderanno martedì 5 novembre – proporranno letture e riflessioni su queste tematiche. Il programma della due giorni all'Abbazia cistercense di Casamari (in territorio di Veroli) prevede l’inizio alle 16 di sabato. In apertura, il giornalista Luigi Accattoli intervisterà il vescovo Ambrogio Spreafico, seguirà la suddivisione dei partecipanti in cinque gruppi. Uno, dedicato ai giovani e guidato dall’equipe diocesana di pastorale giovanile ed altri quattro che vedranno

Sabato e domenica assemblea diocesana

il coinvolgimento di altrettanti esperti che porteranno il loro contributo: Andrea Masullo, Direttore Scientifico di Greenaccord; Domenico Gaudioso, esperto di clima, già dirigente ISPRA; Paolo Piacentini, presidente FEDERTREK; Giuseppe Onufrio, Direttore Greenpeace Italia. La domenica, invece, sarà dedicata ad illustrare brevemente quanto emerso nei vari gruppi

di studio del giorno precedente. A questo momento di sintesi, seguirà la Celebrazione eucaristica in occasione della 14ª Giornata nazionale per la custodia del creato: la Messa – animata dal coro diocesano – sarà presieduta dal vescovo Spreafico e concelebrata da sacerdoti e religiosi della nostra diocesi. Due giorni importanti per la nostra Diocesi. E.C.

rchiviata la Pantasema si torna al lavoro usato. Anche i circa cento gatti che scorazzano dando fastidio di giorno e di notte ai residenti di un agglomerato di Viale Roma, dove i cittadini sono inviperiti anche perché qualche donna della zona prepara anche da mangiare a mamme e figli delle gattine. «Sono troppi e non ce la facciamo più a sopportarli»-. Ed allora, vigili, se potete fatevi una passeggiata da quelle parti perché un paio di donne ivi residenti ci hanno telefonato per informarci appunto dello stato di abbandono in cui vivono. Ci informano che non sono arrabbiati solamente per i numerosi gatti ma anche per le erbacce che spontanee sono nate in zona. In effetti il loro 'casino' lo si nota anche di giorno quando li vedi rincorrersi, mentre di notte chi va in calore non fa dormire i residenti per i miagolii 'amorosi'. Prato di Campoli. Ci avviciniamo all’autunno e, come è capitato negli anni passati, gli ‘abusivi e non’ si diletteranno non solo alla raccolta della legna secca, ma financo, a tagliare tronchi ancora verdi di faggi. Anzi l’anno scorso è stato permesso di vendere la legna raccolta a chi ne avesse fatto richiesta al costo di euro 7,5 a quintale. Se da un attento monitoraggio il Comune dovesse rendersi conto che di legname ce ne sarà anche quest’anno dovrebbe essere lo stesso Ente con una sua squadra a fare la raccolta e quindi vendere la direttamente la legna e con il ricavato, che ne so, si potrebbe provvedere anche il ripristino della staccionata divelta e persino a svolgere sul pianoro interventi mirati per una accurata manutenzione. Visto che ci siamo, sindaco ed assessore al ramo, perchè non si comincia a pensare di redigere e quindi proporre un bando di gara per l’affidamento della gestione del pianoro per il prossimo anno . E ciò includendo non solo il ticket inutile del pagamento dell’entrata così come in questi ultimi anni, ma persino prevedendo anche i servizi necessari per venire incontro ai gitanti che già da Pasqua cominceranno di nuovo a salire a Prato di Campoli. Tempo ne avete a disposizione e l’invito serve anche a fare qualche gita montanara in quei siti come il nostro. Questo per visionare ed imparare quindi il modo di comportarsi con i cittadini quando salgono sul pianoro. Andare nel vicino Abruzzo non costa molto, egregi amministratori. Tra l'altro, visto che ci siamo, pensate in tempo anche al bando che prevede l'installazione dei chioschi per non arrivare al caos registratosi quest'anno a ferragosto. Siate chiari e precisi per non avere di nuovo una estate 'ingarbugliata, come nel passato. I panini sul pianoro sono come la manna. Un’idea ottima è invece stata partorita dalla mente del rettore della Concattedrale dedicata alla Patrona Santa Maria Salome, don Angelo Maria Oddi. Un concorso fotografico per un calendario il cui ricavato possa servire per alcune opere manutentive della Basilica. E’ una iniziativa lodevole e che va perseguita. «Dopo una esperienza di 10 anni ci è sembrato giusto, supportati non solo dai giovani che hanno iniziato questo percorso ma con degli amici professionisti, di indire un primo concorso fotografico aperto a tutti- scrive don Angelo, rettore della Basilica dedicata alla Patrona Santa Salome- Siamo nfatti convinti che anche attraverso l'emozione antica di una fotografia si può fare un servizio di riumanizzazione di una società che ha perso la capacità di lasciarsi suggestionare dalla meraviglia che ci circonda. Nel nostro piccolo riteniamo che questo sia davvero una goccia che ci aiuta ad essere più umani.» Tra l’altro la nostra città di immagini fotografiche ne propone tantissime per cui ognuno, professionista e non, può dilettarsi negli scatti. Buon lavoro, amici verolani. Altra interessante inziativa la propone il circolo Lamasena con Puliamo “Aromari” il giardino della abbazia di Casamari. L’appuntamento è previsto per sabato 28 settembre dalle ore 8,30 del mattino. Puliamo il mondo è una iniziativa attraverso la quale ognuno può testimoniare la bellezza di un luogo a cui è legato. «Con il nostro impegno- scrive il circolo Lamasena- racconteremo un piccolo pezzo dell’Italia che ci impegna e partecipa per fare comunità al fine di costruire un mondo migliore. Noi cominciamo da Casamari».


VENERDÌ 20 SETTEMBRE 2019

13

BOVILLE ERNICA-M.S.G.CAMPANO

BOVILLE ERNICA - GLI EDIFICI SCOLASTICI SAREBBERO A NORMA PER I LAVORI ESEGUITI SULLE STRUTTURE DEI VARI PLESSI SITI SUL TERRITORIO COMUNALE

Interventi manutentivi per le scuole

«La nostra Amministrazione si sta preoccupando di fornire gli strumenti necessari agli operatori per lavorare meglio» Egidio CERELLI

I

l sindaco con l'assessore alla ribalta per la scuola. «Il futuro dei nostri figli dipende soprattutto dalla loro istruzione, il cui compito è affidato agli insegnanti e alle famiglie- scrive il primo cittadino Enzo Perciballi-. Ma il Comune deve fare la propria parte, prendendosi cura delle strutture necessarie, ossia in primo luogo gli edifici scolastici. Ed è sulla scorta di questa premessa che anche per l’anno scolastico 2019-2020 la nostra Amministrazione comunale si è preoccupata e si sta preoccupando di fornire gli strumenti che consentano agli operatori di lavorare meglio, attraverso la manutenzione, spesso anche risolvendo problemi ormai datati». Si aggiunge anche l'assessore all’Istruzione Anna Maria Fratarcangeli che, in sinergia con l’intera l’Amministrazione e gli uffici comunali sta lavorando quotidianamente perché tutto proceda per il meglio. «Abbiamo già provveduto alla pulizia delle aree esterne, alla disinfestazione e derattizzazione e alla manutenzione di tutti i plessi scolastici – spiegano i due– con sostituzione di vetri rotti, tinteggiatura ove necessario, riparazioni e sistemazione dei servizi igienici, in un caso è stato anche necessario rimuovere un nido di calabroni. In particolare abbiamo provveduto a far ritinteggiare anche il locale

BOVILLE ERNICA /LA SETTIMANA

■■■

L'ESTERNO DI UN PLESSO SCOLASTICO

I cittadini si lamentano di buche e discariche abusive lungo le strade

G adibito a mensa e il soffitto di un’aula in cui lo scorso inverno c’era stata una sporadica infiltrazione d’acqua piovana a causa della rottura di alcune tegole. Sempre per la scuola di San Lucio ricordiamo che è stato finanziato un nostro progetto che prevede di renderla efficiente dal punto di vista energetico con annesse alcune opere di manutenzione». Non solo a san Lucio ma anche al plesso della Scrima. «Infatti un altro intervento importante da sottolineare riguarda la scuola De Andrè di Scrima. Nello spazio esterno antistante l’ingresso al nido abbiamo realizzato la pavimentazione in cemento risolvendo un grave problema: con le piogge, soprattutto in inverno, si creava fango con gravi disagi per i familiari e per i bimbi. A risentirne era anche l’igiene stessa dei locali in quanto spesso la poltiglia finiva anche sul pavimento interno». Altri interventi sono in programma e a breve termine saranno eseguiti. Non solo la struttura ma anche i servizi saranno migliorati. «Stiamo provvedendo a

comprare nuovo materiale per la mensa, ovvero piatti, bicchieri, congelatori e finalmente una lavastoviglie per San Lucio, l’unico plesso che non ne era ancora dotato» evidenziano ancora il sindaco Perciballi e l’assessore Fratarcangeli, i quali concludono informando che... «Continueremo a fornire i registri e la carta igienica, nel rispetto di quanto previsto dalle normative secondo cui il Comune è tenuto a fornire immobili, registri e carta igienica. Non invece il materiale didattico, come qualche tempo fa qualcuno voleva lasciar intendere a puro scopo di propaganda politica. La scuola è il luogo in cui i nostri bambini e ragazzi costruiscono il proprio futuro: è per questo che andrebbe lasciata fuori dalle sterili polemiche che dovrebbero lasciare spazio a proposte migliorative». Comunque gli interventi sono una normale e necessaria manutenzione che si è obbligati a fare. E' una normale routine nche l'acquisto del materiale scolastico necessario per svolgere le lezioni.

G

iacinto Mancini è presbitero della diocesi di Frosinone-Veroli-Ferentino e parroco della Collegiata di Monte San Giovanni Campano. Fin da molto giovane si è interessato al cantoliturgico. Nel corso degli anni la sua attenzione si è spostata sull' elemento testuale dei canti della Messa. Su tale argomento ha conseguito il dottorato in teologia dogmatica. L'ultima sua opera in merito è "A

.O., un cittadino di Boville, ha scritto sul suo profilo Facebook: «Ho percorso circa 20 chilometri del territorio di Veroli e non ho trovato una strada con una buca. Appena rientravo mi sono reso conto di essere di nuovo a Boville per le buche disseminate lungo le strade». Una cittadina sempre di Boville ha scritto…«Non so se vi rendete conto della strada che sto percorrendo durante questa mia camminata. Guardate le discariche che vi sono. Invito gli amministratori a fare una passeggiata lungo i percorsi che io faccio quasi ogni giorno». Viene però spontanea la riflessione dell’amministratore che posta con tanto di foto alcuni lavori che sta eseguendo l’ACEA sul territorio comunale rientranti in progetti –convenzione tra i due ENTI firmati anni fa. Loro, invece, che cosa fanno? Rilasciano dichiarazioni sia per gli interventi di manutenzione che di ripristino del manto stradale rovinato per gli stessi lavori. Come se fossero loro, gli amministratori ad avere realizzato l’opera. Ma non ci facciano ridere se non sanno nemmeno riparare una buca. L’ultima volta abbiamo scritto con l’aiuto di qualche consigliere di opposizione della inefficienza che non li porta ad operare nemmeno per inerzia. Abbiamo titolato…'Amministrazione festarola'. Ebbene è proprio così. Solo le feste vedono in prima fila i padroni della res publica casarecci. Peraltro come nel caso ultimo con tshirt e cravatta con tanto di logo..io amo Bauco. Come si fa a millantare onori senza tener conto invece degli oneri cui un buon amministratore è soggetto? E’ vero, serve anche un po’ di giustificata baldoria ma altresì è indispensabile svolgere in pieno ciò che il mandato elettorale impone. Non vogliamo entrare nei meandri della maggioranza, ma l’uccellino ci ha fatto sapere che un amministratore ‘attivo’ non

si presentava più in assise consiliare giacchè qualcuno gli aveva fatto qualche sgarro di natura amministrativa. Una multa di troppo avrebbe frenato la voglia di seguitare a portare avanti il mandato perché il suo superiore non lo avrebbe agevolato. Rumors? Diceva il grande ‘zio Giulio’ che “a pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca”. Ed allora egregi reggitori della cosa pubblica baucana in fin dei conti non siete nullafacenti, ma dovreste altresì ricordarvi di tanto in tanto che i cittadini vi hanno votato perché piaceva loro il vostro programma. Questo che fine ha fatto? Se non siete capaci nemmeno a rattoppare le buche ed i cittadini se ne lamentano, come potete stare un giorno sì e l’altro pure su FB a voi caro, per bitumazioni realizzate da altri ENTI? Vedi Amministrazione provinciale ed in ultimo ACEA. Avete dato tuttavia un buon esempio mettendovi le mani in tasca per saldare le spese per l’estate baucana, visto che la Regione ha bocciato la vostra richiesta di contributo. Ed allora fate un altro sforzo: finite le feste cominciate a lavorare per il popolo e non dite a chi vi contesta ..”il popolo ha eletto noi”. Per fare che cosa vivaddio?!

M.S.G.C. - IL LIBRO DEL PARROCO DON GIACINTO

Canti e ‘messaggio della liturgia’ per sacerdoti e loro collaboratori

te, Signore, sia gradito il mio canto". Questo studio è un dono provvidenziale ai sacerdoti che curano le celebrazioni e alla Chiesa tutta [ ... ] un aiuto di grande importanza per qualificare il canto e il modo migliore per rendere lode a Dio nelle nostre celebrazioni liturgiche. In quanto pastori, il

nostro compito è quello di tenere sempre presente il valore inestimabile che si cela nella liturgia e custodire il suo essere in relazione con l'arte e in particolar modo con la musica sacra, che canta ed esprime la nostra fede cattolica». Il libro offre innanzitutto gli elementi base del canto liturgico.

Partendo poi da quello che l'autore definisce il peccato originale della riforma nell' ambito del canto liturgico - ossia la scelta del Consilium di affidare alle Conferenze Episcopali l'elaborazione di repertori di canti per le celebrazioni nella lingua del popolo - lo studio propone una soluzione che consenta di superare i problemi legati ai contenuti testuali dei canti processionali della Messa.


14

I

l Baby Pit Stop UNICEF dell'IPAB Ospedale Civico Ferrari di Ceprano apre, con una cerimonia fissata per domani alle ore 10.30, la propria "area di sosta" dedicata alle mamme che hanno necessità di allattare il proprio bambino o di provvedere al cambio del pannolino. Questo servizio prende il nome dalla nota operazione del "cambio gomme + pieno di benzina" che viene effettuata in tempi rapidissimi durante le gare automobilistiche di Formula Uno. Nei BPS il cambio

VENERDÌ 20 SETTEMBRE 2019

ceprano L'INIZIATIVA DELL'UNICEF ALL'IPAB FERRARI DI VIA REGINA MARGHERITA

Da domani disponibile il "Baby pit stop" per allattamento e cambio pannolino

riguarda il pannolino, e il "pieno" è di sano latte materno, ricco di nu-

trienti e di anticorpi. E' una delle iniziative promosse da UNICEF e alle

quali ha aderito l'IPAB Ospedale Civico Ferrari desiderando contribuire ad offrire un servizio utile alle mamme che spesso non hanno la disponibilità di spazi riservati e protetti dove allattare. In tal modo l'Amministrazione intende dare il proprio contributo ad affermare i diritti sanciti dalla Convenzione internazionale sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, in particolare

l'art. 24 che tutela il diritto alla salute. Il Baby Pit Stop UNICEF è un servizio gratuito, riconoscibile dal simbolo che verrà affisso a partire dalla giornata di sabato sul portone principale di accesso alla struttura IPAB Ferrari sita in Via Regina Margherita, 19 a Ceprano. Per tutti coloro, mamme e non solo, che volessero approfondire i dettagli sul servizio in argomento (è infatti possibile ed anzi auspicabile che altre realtà non solo pubbliche aderiscano a tale iniziativa) l'appuntamento è fis-

sato per domani alle ore 10:30. Questo il programma della mattinata: ore 10:30 Presentazione del servizio con i seguenti interventi - Redolfi Roberto - Presidente CdA Ipab Ospedale Civico Ferrari, Galli Marco - Sindaco del Comune di Ceprano, Favilla Lucia - Presidente Provinciale UNICEF, ore 11:15 intrattenimento musicale a cura di Alessandro Blasi ed i ragazzi del DRUM CIRCLE in "fasce", ore 12 "Baby aperitivo". Per info è possibile scrivere alla mail ipabceprano@hotmail.it.

DOPO LA SOSPENSIVA DEL CONSIGLIO DI STATO PER LA COSTRUZIONE DI UN IMPIANTO DI RIFIUTI, IL M5S CRITICA LA GIUNTA GALLI

«Dall'Amministrazione solo verità farlocche»

Anche l'opposizione attacca il primo cittadino che però ribadisce: «Siamo contrari, non cambiamo idea»

T

ante volte negli ultimi mesi si è parlato della realizzazione di un impianto di stoccaggio e trattamento rifiuti in via Campo del Greco a Ceprano, nella zona dell’ex Laminatoio. Diverse sono state le tappe legate alla vicenda con gli ultimi giorni che hanno visto un ulteriore colpo di scena. Dopo che la Regione Lazio ha dichiarato l’improcedibilità delle istanze di AIA e VIA, infatti, la onlus "Comunità in Dialogo" che ha proposto il progetto ha impugnato il procedimento, ricevendo prima il parere negativo dal Tar e, ora invece, la sospensiva del procedimento da parte del Consiglio di Stato. Dunque tutto torna in ballo per una ulteriore discussione. Questa situazione non poteva che provocare duri botta e risposta da parte delle forze politiche cittadine. Dopo la diffusione della notizia a nome dell'Amministrazione hanno parlato il sindaco Galli e l'Assessore Guerriero: «In attesa di conoscere le motivazioni della sentenza del Consiglio di Stato che ha accolto la sospensiva richiesta dalla Comunità InDialogo, ribadiamo, con ancora più decisione, la netta contrarietà dell'amministrazione all'apertura dell'impianto

■■■

NELLE FOTO L'EX LAMINATOIO E UNO STRISCIONE DI PROTESTA APPARSO IN ZONA MONTECITORIO

di stoccaggio di rifiuti pericolosi e non, presso l'exlaminatoio. Un'operazione puramente commerciale, senza alcun valore sociale portata avanti nonostante un'intera città sia contraria a questa mefistofelica apertura. Sono tre anni che tecnicamente e politicamente diciamo no a un nuovo impianto di stoccaggio di rifiuti, ma adesso la questione è divenuta anche sociale». Da parte dell'Amministrazione, poi, un attacco preciso alla Onlus che ha proposto il progetto: «Devono spiegare come una comunità di recupero dalle tossicodipendenze giustifica i suoi legami con un imprenditore dei rifiuti della provincia interessato all'affare; in che modo giustifica la disponibilità dei capitali occorrenti per l'intera operazione e come, moralmente ed eticamente, motiva l'apertura di un impianto di stoccaggio da 40 mila tonnellate l'anno all'interno del S.I.N., in una zona che ha visto, purtroppo, un'alta incidenza di ma-

lattie gravi e morti per patologie tumorali. Ormai ci conosciamo molto bene con gli artefici, sulla carta, ripetiamo, sulla carta di questa pessima e oscura operazione commerciale. Soggetti che sanno perfettamente che l'Amministrazione Galli non cambierà mai idea». Concludono Galli e Guerriero: «Semmai, ci auguriamo, che "qualcuno" accenda i riflettori su una vicenda poco chiara da centinaia di migliaia di euro (milioni). Nel qual caso, offriremo totale sostegno e massima collaborazione. Ceprano non è più terra di conquista. Non siete i benvenuti e non lo sarete mai» Sulla vicenda sono intervenuti anche gli esponenti del M5S, da sempre molto attivi sulla questione: «Abbiamo sperato in questi mesi, post elezioni, che la situazione dell'ex laminatoio fosse finita nel migliore dei modi. Speravamo che le parole in campagna elettorale, da parte degli amministratori, competenti, fossero

portatrici di un briciolo di verità e speranza per i cittadini interessati. Nulla di tutto questo. Sapevamo che la cosa sarebbe finita in questo modo, ritenendo l'ordinanza presentata facilmente impugnabile e solo di facciata, finalizzata ad acquisire il tempo necessario e far passare le amministrative». Ed ecco l'attacco politico all'Amministrazione: «Nella lettura degli atti relativi alla progettazione, alla richiesta di autorizzazione VIA, AIA ecc. balzò alla nostra attenzione il comportamento avuto dalla amministrazione cepranese. Sapevano della richiesta e della possibilità che venisse installato un sito di lavorazione rifiuti pericolosi e non, da circa 2 anni, già nel 2016. Furono assenti in due delle tre CDS "conferenze dei servizi", come risulta agli atti. Comportamento irrispettoso e irresponsabile, quando ad operarlo è una amministrazione che

dovrebbe essere dedita alla salvaguardia e alla difesa dei cittadini. Unico atto documentato, una missiva a firma dell'assessore all'ambiente del Comune di Ceprano e del Sindaco, in cui si dava parere negativo all'apertura del sito. Saputa la notizia, come gruppo M5S, ci mettemmo subito a disposizione della comunità proponendo una petizione popolare che ci diede modo di raccogliere circa 500 firme contro l'apertura del sito di lavorazione. Petizione che inoltrammo ai vari organi di tutela e competenza. Fummo additati come disfattisti, incompetenti, allarmisti, portatori di paure e generatori di odio. Fummo aggrediti in pubblica piazza da vari amministratori e competenti portatori di verità poi rivelatesi farlocche». Conclude il M5S: «A distanza di mesi e visti gli esiti, unica certezza con nostra grande soddisfazione, aver fatto tutto quello che era a

nostra disposizione per il bene e l'incolumità di tutti nessuno escluso. È arrivato il momento di rispedire ai mittenti le accuse e la cattiveria che ci sono piombate addosso. Il tempo non è mai abbastanza, i galantuomini sono estinti, gli elicotteri stanno scaldando i motori e le verità vengono sempre a galla». Poche parole, invece, da parte dei consiglieri di opposizione Colucci, Castaldi, Viselli e Polisena, con il riferimento comunque al fatto che l'Amministrazione potesse sapere già nel 2016: «A piccoli passi ma arrivano...non ci scordiamo che le documentazioni erano state tenute secretate dal 2016». Da parte di tutti, dunque, parole durissime, con l'interà comunità che spera che questa non diventi l'ennesima pagina buia di una politica incapace di incidere veramente sul futuro di un territorio già martoriato. Car. Cap.


Profile for tusport.redazione

TU SPORT n. 195  

TU SPORT n. 195  

Advertisement