Page 1

N. 133 - Venerdì 18 Maggio 2018

DENTRO LA PASSIONE

TESTATA GIORNALISTICA SETTIMANALE della provincia di FROSINONE iscritta al Roc al N. 23884 Direttore Responsabile: Marco Ceccarelli Redazione: Tel. 393.6239680 - tusport.redazione@gmail.com Editore: Globalpress s.r.l. - P. Iva 02714820590 globalpress.amministrazione@gmail.com Stampa: Centro Offset Meridionale s.r.l. - Caserta Tiratura media 6.000 copie

€ 0,50

GRATUITO - Edizione lancio

SALA STAMPA

ALESSANDRO FRARA «RISCRIVIAMO LA STORIA»

···

MORENO LONGO «VINCIAMO CON LA TESTA»

L'ULTIMA BATTAGLIA PAGINA 5

FOTO DE "LA VOCE DEL MATUSA"

IN UN BENITO STIRPE SOLD-OUT IL FROSINONE RICEVE IL FOGGIA

GIALLAZZURRI A CACCIA DEI TRE PUNTI CON I SATANELLI PER FESTEGGIARE IL RITORNO NEL GOTHA DEL CALCIO ITALIANO IL TECNICO MORENO LONGO CONFERMA IL 4-2-3-1 CON PAGANINI, CIANO E DIONISI IN APPOGGIO ALL'UNICA PUNTA CITRO


2

VENERDÌ 18 MAGGIO 2018

il MATCH

IL FROSINONE CON UNA VITTORIA SAREBBE PROMOSSO, MA GUAI A SOTTOVALUTARE LA COMPAGINE DI STROPPA

LEONE, SERVE UN ULTIMO RUGGITO

Antonio VISCA

U

n ultimo sforzo, un ultimo ruggito per ottenere qualcosa di meraviglioso. Il Frosinone affronta il Foggia nell’ultima gara del campionato cadetto, al Leone serve una vittoria per ottenere la massima serie. I giallazzurri affronteranno un avversario che non ha più niente da chiedere a questo torneo, ma assolutamente da non sottovalutare. I rossoneri sono, infatti, una delle migliori compagini in questo girone di ritorno, avendo realizzato più punti anche dei ciociari. Non solo, perché la squadra di Stroppa, in tutta la stagione, è una delle migliori anche per rendimento esterno. Guai a sottovalutare dunque i pugliesi, è il più grande errore che la truppa di Longo potrebbe commettere. Il Frosinone visto nelle ultime uscite lascia però sereni i tifosi canarini. Le ultime tre vittorie sono arrivate proprio grazie alla caparbietà, all’umiltà e al voler vincere a tutti i costi. Il Leone è arrivato a questo punto dopo un campionato di alti e bassi, ma che lo ha visto sempre protagonista tra le primissime posizioni. Vincere vorrebbe dire tanto, sia per la squadra che per la città. Proprio per questo lo stadio sarà esaurito in ogni ordine di posto, con il settore ospiti, vis-

ATTENTI A QUEI DUE I possibili "uomini partita" del Frosinone scelti da Tu Sport

···

CAMILLO CIANO

I possibili "uomini partita" del Foggia scelti da Tu Sport

···

IN ALTO IL CENTROCAMPISTA GIALLAZZURRO, MIRKO GORI (FOTO TMW)

to il divieto di trasferta per i foggiani, anch’esso vestito completamente di giallazzurro. La formazione che scenderà in campo dal primo minuto dovrebbe essere la stessa di Chiavari, con una sola variazione. In porta ci sarà Mauro Vigorito. La linea a quattro di difesa vede Matteo Ciofani sulla

destra e Nicolò Brighenti sulla sinistra, poche chance per il recuperato Crivello di prendersi una maglia da titolare. La coppia centrale vedrà Emanuele Terranova e Luka Krajnc, con quest’ultimo che sostituirà lo squalificato Ariaudo (che in ogni caso non avrebbe giocato per infortunio). I due

mediani saranno Mirko Gori e Raman Chibsah. I tre che agiranno dietro la punta di riferimento saranno Federico Dionisi sulla sinistra, Camillo Ciano nel mezzo e Luca Paganini sulla destra. In avanti confermato Nicola Citro. Mister Stroppa dovrebbe affidarsi al consueto 3-5-2, modulo che

···

···

OLIVER KRAGL

ha fatto le fortune dei pugliesi in questo girone di ritorno. In porta ci sarà Noppert. La difesa a tre vedrà Calabresi, Camporese e Loiacono. Ai lati del centrocampo ci saranno Gerbo e Kragl, quest’ulti-

FABIO MAZZEO

mo favorito su Rubin. In mezzo spazio ad Agazzi, Rame’ e Deli. La coppia d’attacco sarà Beretta e Mazzeo, altro ex della sfida e capocannoniere della compagine pugliese con 18 gol messi a segno.

I BOMBER GIALLAZZURRI

Promosse in Serie A

Play Off

Play Out

Retrocedono in Lega Pro

RISULTATI 41^ GIORNATA

CIANO D. CIOFANI DIONISI CITRO

14 13 10 4

SODDIMO M. CIOFANI TERRANOVA CRIVELLO

3 3 3 2

MAIELLO PAGANINI ARIAUDO SAMMARCO

42^ GIORNATA

CLASSIFICA 41^ GIORNATA

SERIE B

···

FEDRICO DIONISI

2 2 1 1

BEGHETTO CHIBSAH GORI

1 1 1


3

il match

VENERDÌ 18 MAGGIO 2018

dI frosinone i n io z a m r o f e l erITE e foggia sugg u sport" "t i d e n io z a d e dalla r

Campionato Nazionale Serie B ConTe quarantaduesima Giornata

VS

Venerdì 18 Maggio 2018 ore 20.30 Stadio: Benito Stirpe Arbitro: Juan Luca Sacchi di Macerata Assistenti: Christian Rossi de La Spezia e Manuel Robilotta di Sala Consilina

27

VALUTAZIONE DIFFICOLTÀ MATCH: PERCHÉ FOGGIA: I rossoneri verranno al Benito Stirpe senza particolari pressioni, cosa che potrebbe facilitarli nel corso dei 90 minuti. Nel girone di ritorno sono una delle migliori formazioni cadette, avendo totalizzato ben 35 punti finora. La squadra di Stroppa con il 3-5-2 ha trovato anche maggior solidità difensiva ed in trasferta ha un ottimo score. Mazzeo e Kragl sono due ex da tenere particolarmente sotto osservazione.

13

IL BORSINO

BRIGHENTI

KRAJNC

TERRANOVA

M. CIOFANI

23

32

26

5

35

GORI

CHIBSAH

17

28 CIANO

PAGANINI

18 DIONISI

20 CITRO

19

9

MAZZEO

BERETTA

18

11

DELI

KRAGL

6 LOIACONO

25

26

29 RAMÉ

31 CAMPORESE

GERBO

AGAZZI

foggia 3-5-2

PERCHÉ FROSINONE: I giallazzurri aspettano questa sfida da quasi un anno. Il destino ha dato ai giallazzurri l’occasione di riscattarsi dopo la clamorosa beffa dell’anno scorso. Le motivazioni per questa partita sono tutte per i padroni di casa che con una vittoria otterrebbero qualcosa di straordinario. Il Foggia giocherà a viso aperto e questo potrebbe favorire gli uomini di Longo, dotati di maggior tecnica rispetto ai pugliesi.

-3-1 frosinone 4-2

VIGORITO

31 CALABRESE

22 NOPPERT

FEDERICO DIONISI, ORA LA FIRMA PIÙ IMPORTANTE Stefano PANTANO

L

a vittoria sofferta in quel di Chiavari porta la firma inconfondibile di Federico Dionisi. Il numero 18 canarino ha fornito una prova di grinta e sacrificio, ma soprattutto di carattere. Sì, perché sbagliare un rigore dopo 35 minuti di gioco in una gara decisiva taglierebbe le gambe a qualsiasi giocatore. E invece no, Kiko non si è fatto condizionare dai pensieri negativi e, nean-

che dieci minuti dopo, ha voluto e trovato il gol vittoria. Uno scatto repentino sul filo del fuorigioco e un tocco preciso con il mancino che non ha lasciato scampo al portiere della Virtus Entella Paroni. Il lancio della maglia e l’urlo a squarciagola sotto il settore riservato ai sostenitori ciociari testimoniano l’importanza di questa rete per l’attaccante reatino e soprattutto per il Frosinone. Per la punta classe ’87 si tratta del decimo sigillo in

campionato, doppia cifra meritata in una stagione travagliata dopo la scomparsa lo scorso ottobre di sua madre Nadia. E proprio

a lei ha voluto dedicare il gol – il cinquantesimo con la casacca giallazzurra – che ha deciso la sfida del Comunale. La fascia di capitano lo ha responsabilizzato ulteriormente, sono diminuite le proteste nei confronti degli arbitri e di conseguenza il numero di cartellini gialli ricevuti. A 31 anni da compiere il prossimo 16 giugno, sta portando a compimento un processo di maturazione che lo fa essere senza alcun dubbio uno dei top player

della categoria. Dionisi non opta mai per giocate scontate e, anzi, ha sempre abituato il pubblico ciociaro a marcature mai banali. Basti pensare alla doppietta del 16 maggio 2015 nel match con il Crotone che ha consegnato il pass per la Serie A alla formazione allora guidata da Roberto Stellone. Senza dimenticare un’altra doppietta, stavolta all’Empoli, il 28 settembre dello stesso anno che ha consegnato ai canarini la prima, storica, vittoria

nel massimo campionato. Immancabile, poi, il suo sigillo nei derby con il Latina, una delle vittime preferite dell’ex Livorno: cinque gol in quattro sfide con i pontini che sono valse altrettanti successi ai frusinati. Quando c’è da scrivere la storia, insomma, Kiko ci mette sempre lo zampino. L’augurio dei tifosi giallazzurri è che anche questa sera contro il Foggia sia lui a decidere la sfida e a condurre i suoi verso il traguardo tanto A…gognato.

ciociari favoriti


4

VENERDÌ 18 MAGGIO 2018

il diario-bioritmi

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI E I PRINCIPALI EVENTI DELL'ULTIMA SETTIMANA DEI GIALLAZZURRI

SETTE GIORNI IN PILLOLE

SERVIZIO A CURA DI STEFANO PANTANO

Venerdì 11

Sabato 12

Domenica 13

Lunedì 14

SALA STAMPA Gennaro Volpe in conferenza: «Il Frosinone è una squadra che andrà in Serie A. Serviranno cuore e grinta, dobbiamo giocare come se fosse l'ultima partita della nostra vita» FROSINONE – Saranno circa 700 i tifosi canarini che sosterranno la squadra nell’ostica trasferta di Chiavari SERIE B – Vittoria fondamentale in chiave salvezza per l'Avellino che al "Partenio-Lombardi" supera 1-0 lo Spezia. Decisiva la rete dell'esperto Castaldo a dieci minuti dal termine

LA PARTITA – Il Frosinone espugna il Comunale di Chiavari grazie alla rete allo scadere del primo tempo di Dionisi. Giallazzurri ora a +2 sul Parma e a +3 sul Palermo SALA STAMPA – Moreno Longo: «Questa vittoria è un altro passo avanti verso il nostro obiettivo. Ringrazio i tifosi, ci hanno trasmesso grande carica: è stato come giocare in casa» SALA STAMPA – Gennaro Volpe: «C'è il rammarico di non aver fatto gol, la squadra ha dato tutto»

MIXED ZONE – Il difensore Matteo Ciofani: «Vittoria che volevamo a tutti i costi. Ora manca l'ultimo ostacolo. Siamo una squadra esperta, sarà fondamentale tenere il profilo basso» MIXED ZONE – Il centrocampista Moussa Koné: «Contro il Foggia dovremo vincere ad ogni costo, sfruttando al massimo il fattore campo» SERIE B – L’ex tecnico canarino Roberto Stellone, ora alla guida del Palermo: «I play-off non mi preoccupano, li ho già fatti in C con il Frosinone»

FROSINONE – Seduta mattutina al "Benito Stirpe" per i giallazzurri. Lavoro differenziato per Maiello, Soddimo e Crivello CURIOSITÀ – Il presidente Maurizio Stirpe si è aggiudicato il premio "Giuseppe Prisco". L'evento, tenutosi presso il teatro Marruccino di Chieti, ha visto primeggiare il patron ciociaro nella categoria Dirigenti di Società SERIE B – Raffaele Maiello è stato premiato a Rimini al Gran Galà Top 11 di Serie B come uno dei migliori centrocampisti del torneo cadetto

Martedì 15

Mercoledì 16

FROSINONE – Allenamento pomeridiano a Ferentino per i canarini. Crivello e Soddimo sono tornati in gruppo, differenziato per Maiello. Ariaudo si è sottoposto a esami strumentali che hanno evidenziato un’infrazione dello scafoide del piede sinistro, stop di un mese per lui L’AVVERSARIO – L’attaccante del Foggia, Fabio Mazzeo, ha parlato in conferenza della sfida dello “Stirpe”: «Sappiamo cosa ci aspetterà, il Frosinone deve vincere assolutamente. Andremo lì per fare la nostra partita»

Giovedì 17

SALA STAMPA - Alessandro Frara in conferenza: «Stiamo preparando la gara con tranquillità ed entusiasmo. Non vediamo l’ora di giocare» FROSINONE – Seduta a Ferentino per la squadra giallazzurra. Ai box Ariaudo, lavoro differenziato per Maiello L’AVVERSARIO – Per la sfida con il Frosinone, mister Stroppa dovrà rinunciare a Enrico Guarna. Il portiere rossonero ha riportato un trauma distorsivo al ginocchio destro a seguito di scontro di gioco in allenamento

SALA STAMPA – Moreno Longo in conferenza: «Oltre a cuore e gambe, serviranno testa e cervello. Siamo felici che lo stadio sia sold out» L’AVVERSARIO – Giovanni Stroppa: «Andremo a Frosinone per cercare di fare la partita. Saremo professionisti e professionali» TIFOSI – Vietata la trasferta ai tifosi foggiani. I 1.025 biglietti del settore Curva Sud-Ovest sono stati polverizzati in poche ore dai sostenitori ciociari

· · · MAURIZIO STIRPE

IN ATTESA DELLA GARA CON IL FOGGIA ANALIZZIAMO LO STATO DI FORMA DEGLI UOMINI DI MISTER LONGO

MATTEO CIOFANI EROICO, DIONISI ANCORA DECISIVO MATTEO CIOFANI - Un guerriero. Combatte su ogni pallone e vince spesso e volentieri i duelli con gli avversari. Nonostante i crampi, è quello che negli ultimi minuti corre più di tutti. Incarna appieno lo spirito del Leone

FEDERICO DIONISI - Sbaglia il rigore, ma dopo pochi minuti manda in estasi i tifosi canarini con il suo decimo gol stagionale. È lui che sta trascinando in questo momento il Frosinone. Vero capitano

NICOLÒ BRIGHENTI – Esemplare. Ancora una volta è uno dei migliori in campo tra le fila giallazzurre. Puntuale e preciso negli interventi, insuperabile nell’uno contro uno. Monumentale

···

I GIOCATORI CANARINI

···

NESSUNO IN PARTICOLARE – Contro la Virtus Entella nessun calciatore ha giocato al di sotto della sufficienza. Prestazione brillante, anche se negli ultimi minuti la compagine di Longo era un po’ sulle gambe

MATTEO CIOFANI

···

FEDERICO DIONISI

SERVIZIO A CURA DI ANTONIO VISCA


5

Sala stampa

VENERDÌ 18 MAGGIO 2018

«IL FOGGIA HA OFFERTO UN OTTIMO CALCIO NEL GIRONE DI RITORNO, VA AFFRONTATO CON LO SPIRITO GIUSTO»

LONGO: «BISOGNA VINCERLA CON LA TESTA» La carica del tecnico: «Possiamo aprire l'ultima porta che ci permetterebbe di coronare un sogno»

Antonio VISCA

M

ister Longo ha parlato alla vigilia dell’importantissima sfida tra Frosinone e Foggia. Queste le sue parole: Cosa dirà ai ragazzi poco prima di scendere in campo? «Dirò ai ragazzi che scenderanno in campo che dovranno avere la voglia di andare a vincere la partita e quella di entrare in campo con serenità e lucidità. Saranno 95 minuti nei quali cuore e gambe non basteranno, ma serviranno testa e cervello».

letture dei momenti della partita saranno fondamentali. Dobbiamo essere bravi ad imporre il nostro gioco e a mettere la partita sui binari giusti per noi».

Ci saranno novità di formazione? «Abbiamo dato continuità alla formazione nelle ultime partite e la daremo anche questa volta. Non ci saranno grossi cambiamenti, ma valuteremo fino all'ultimo le condizioni di ogni singolo calciatore. Maiello proverà a fare la rifinitura con la squadra, in base alle risposte che ci darà vedremo se riusciremo a recuperarlo per la partita». Che gara ti aspetti con il Foggia? «L'unica cosa che dobbiamo tenere presente è che il Foggia ha fatto 35

· · · L'ALLENATORE DEI CANARINI (FOTO FROSINONE CALCIO) punti nel girone di ritorno, ha offerto un ottimo calcio facendo meglio in

trasferta che in casa. Per cui dovremo affrontarla con lo spirito giusto. Le

Come ha vissuto la settimana la squadra? «Ci siamo allenati con entusiasmo e serenità. Credo che ognuno dei miei ragazzi si sia comportato al meglio nel corso della settimana. La benzina è fondamentale per disputare la partita di domani, ma le motivazioni riempiranno il nostro serbatoio fino a farlo

traboccare. Possiamo aprire l'ultima porta che ci permetterebbe di coronare un sogno». Lei invece che giorni ha trascorso? «In questa settimana ho avuto la voglia di arrivare presto alla sfida di domani sera perché l'attesa in questi casi diventa più lunga. Personalmente l'ho vissuta con grande serenità e con grande freddezza perché so benissimo cosa dobbiamo fare per raggiungere il risultato e so che non sarà facile avere la meglio di un Foggia che è una buonissima squadra».

PAROLA AL CAPITANO: «VOGLIAMO CENTRARE UN TRAGUARDO STORICO PER NOI, PER I TIFOSI E PER LA SOCIETÀ»

LA RICETTA DI FRARA: «TRANQUILLITÀ ED ENTUSIASMO» Stefano PANTANO

I

l capitano Alessandro Frara è intervenuto in conferenza stampa in vista del match con il Foggia in cui il Frosinone si gioca il pass diretto per la Serie A: «La stiamo preparando con tranquillità e con grande entusiasmo. Gli ultimi risultati ci hanno dato una grandissima spinta a livello psicologico. Abbiamo l'obiettivo lì ad un passo e vogliamo ottenerlo ad ogni costo». Il centrocampista classe ‘82 è determinato a centrare la terza promozione in maglia giallazzurra: «Come i compagni che hanno conquistato con me gli altri campionati, mi auguro di raggiungere nuovamente questo obiettivo che sarebbe storico, sia per noi che per l’intera città e per la società che ha investito tanto. Stiamo attendendo con ansia la partita con il Foggia, non vediamo l’ora che arrivi per scendere in campo e conquistare questo storico traguardo».

L’undici di Stroppa, però, non va assolutamente sottovalutato: «Non dobbiamo pensare che il Foggia, non avendo conquistato i play-off ed essendo già salvo, venga qua tranquillo. Questo è l’errore più grande che noi calciatori possiamo commettere. Affronteremo una squadra che ha fatto un girone di ritorno molto importante e dovremo impiegare una determinazione feroce. Dovremo conquistarci tutto sul campo, come abbiamo sempre fatto, perché non ci ha mai regalato niente nessuno. Stiamo svolgendo una settimana, come sempre, con grande professionalità e serietà, in ritiro ci concentreremo su questa che per noi è la partita della vita». L’aspetto mentale sarà fondamentale nella sfida con i rossoneri: «Penso che, arrivati in fondo a una stagione così logorante e difficile, la testa racchiuda un po’ tutto. Se si ha la lucidità mentale, si riescono a gestire meglio le situazioni. Questa squadra ha dei valori, non solo tecnici, importan-

ti». A distanza di tre anni, il Frosinone si trova di nuovo a giocarsi la promozione diretta in massima serie: «La differenza principale tra quel campionato e questo è che allora venivamo dalla Lega Pro ed è stata una scalata incredibile. Eravamo una sorpresa, da una matricola nessuno si aspettava che alla fine della stagione avremmo vinto. Questa volta siamo partiti con i favori del pronostico, abbiamo avuto delle pressioni maggiori per tutto l’anno. Abbiamo avuto anche un periodo di calo prima del finale e poi, con grande caparbietà, siamo riusciti di nuovo a ritornare su. Sono state due stagioni diverse. Alla fine, però, quando si arriva vicini all’obiettivo, l’entusiasmo è sempre lo stesso». Frara preferisce concentrarsi sulla gara con i satanelli, per decidere il suo futuro, nonostante un contratto in scadenza a giugno, c’è tempo: «La mia concentrazione e la mia testa sono tutte su questa partita. È veramente troppo importante. Per quan-

· · · ALESSANDRO FRARA (FOTO FROSINONE CALCIO) to mi riguarda, è sempre venuto prima il Frosinone di Frara e sarà così anche questa volta. Speriamo che le cose possano andare bene e dalle prossime settimane penseremo anche al punto di vista personale. Da un punto di vista fisico stiamo bene, ma stiamo ancora meglio da quello mentale. Dove non arriveremo con il fisico, dovremo arrivare con la mentalità». Battuta finale ancora sul suo futuro: «Non ho mai detto di voler smettere di giocare. Frara sta bene fisicamente, ha ancora 35 anni, non 40. Quindi vedremo», chiosa il numero 7 canarino. 


6

VENERDÌ 18 MAGGIO 2018

l'avversario

LA SQUADRA PUGLIESE HA MANCATO PER UN SOFFIO I PLAY-OFF. RUOLINO DI MARCIA IMPRESSIONANTE NEL GIRONE DI RITORNO CON BEN 35 PUNTI OTTENUTI

STROPPA RILANCIA IL FOGGIA I rossoneri chiudono al nono posto in graduatoria. Stroppa si affida agli ex Kragl e Mazzeo per impensierire la difesa canarina

Stefano PANTANO

condizioni non ottimali del capitano Cristian Agnelli e l’assenza di Leandro Greco. Come mezzali, invece, dovrebbero agire Davide Agazzi e Francesco Deli, in vantaggio sull’ex Latina Luigi Scaglia. In avanti Fabio Mazzeo, capocannoniere rossonero con 18 centri, farà coppia con Giacomo Beretta, già in gol nella sfida d’andata in terra dauna, che è insidiato però dalle candidature di Roberto Floriano e Francesco Nicastro. Ancora ai box per infortunio il francese Mathieu Duhamel e l’ex Under 21 Francesco Fedato. Il Foggia arriva alla sfida del “Benito Stirpe” senza esigenze di classifica, ma con tanta voglia di ben figurare in un palcoscenico così importante. La squadra di Stroppa ha raccolto ben 35 punti sui 57 totali nel girone di ritorno e non va assolutamente sottovalutata. Servirà, dunque, il miglior Frosinone per ottenere bottino pieno e festeggiare quel traguardo inseguito per tutta la stagione.

I

l Foggia ha mancato di un soffio l'approdo ai play-off. I satanelli sono noni a quota 57 punti, tre in meno del Perugia che è anche in vantaggio negli scontri diretti. La squadra pugliese ha raccolto 16 vittorie e altrettante sconfitte oltre a 9 pareggi, realizzando in totale 64 reti a fronte delle 66 subite che ne fanno la terza difesa più perforata del campionato. Dopo aver riportato i satanelli in cadetteria a distanza di 19 anni, mister Giovanni Stroppa ha dovuto accantonare lo zemaniano 4-3-3 per passare a un più guardingo 3-52. Con Enrico Guarna ai box per infortunio, la titolarità dei pali è passata all’olandese Andries Noppert, arrivato a gennaio dal NAC Breda. Alle sue spalle, invece, ecco il portierino classe '97 Stefano Tarolli, titolare nella gara d’andata disputata allo “Zaccheria”. Il terzetto difensivo dovrebbe es-

···

A SINISTRA L'ALLENATORE GIOVANNI STROPPA

sere composto da Arturo Calabresi, Michele Camporese e Giuseppe Loiacono, con Denis Tonucci che avrà un turno di riposo e Luca Mar-

tinelli pronto a subentrare in corso d’opera. Completano il roster del pacchetto arretrato l’altro ex Latina Giuseppe Figliomeni e il laterale

mancino Alessandro Celli oltre all’infortunato Marco Zambelli. Sulla corsia destra spazio all’ex Latina Alberto Gerbo, mentre a sinis-

tra l’ex di turno Oliver Kragl è in ballottaggio con Matteo Rubin. In cabina di regia occasione per il talentino francese 27 Kyllan Ramé visteVIGORITO le 13

26

32

23

M. CIOFANI

TERRANOVA

KRAJNC

BRIGHENTI

LA REDAZIONE DI "TU SPORT" ANALIZZA I NUMERI ED IL POTENZIALE DEI PROSSIMI AVVERSARI DEL FROSINONE 35

5

CHIBSAH

GORI

SATANELLI TERZA PEGGIOR DIFESA DELLA B 17

28

18

PAGANINI

CIANO

DIONISI

20

CITRO

Le statistiche VALUTAZIONE SQUADRA:

19 MAZZEO

11

18

29

26

25

KRAGL

DELI

RAMÉ

AGAZZI

GERBO

MICHELE CAMPORESE

···

57 PUNTI 16 VITTORIE 9 PAREGGI 16 SCONFITTE 9 POSIZIONE IN CLASSIFICA 64 GOL FATTI 66 GOL SUBITI 30 PUNTI IN CASA 27 PUNTI IN TRASFERTA 70 AMMONIZIONI 3 ESPULSIONI

9 BERETTA

6

31

31

LOIACONO

CAMPORESE

CALABRESE

22 NOPPERT

SOPRA LA PROBABILE FORMAZIONE CHE AFFRONTERÀ I CANARINI SOTTO COME CAMBIA RISPETTO ALLA GARA D'ANDATA 27

9

FLORIANO

BERETTA

23

18

4

26

8

RUBIN

DELI

AGNELLI

AGAZZI

FEDATO

6

31

14

LOIACONO

CAMPORESE

MARTINELLI

12 TAROLLI


VENERDÌ 18 MAGGIO 2018

il campionato-l'angolo del tifoso

7

I PIEMONTESI BATTONO LE FERE, MA I RISULTATI DAGLI ALTRI CAMPI CONDANNANO LE BIANCHE CASACCHE

PRO VERCELLI E TERNANA SALUTANO LA B

Il Parma vince con il Bari e continua a sperare nel secondo posto. Il Cesena impone il pari a reti bianche al Palermo ···

Stefano PANTANO

I

l quarantunesimo turno di Serie B ha dato i primi verdetti nella parte bassa della classifica. Salutano il torneo cadetto la Ternana e la Pro Vercelli, cui non basta il successo interno ottenuto proprio contro le fere. All'ultima spiaggia, invece, la Virtus Entella che cede di misura al Frosinone e si trova ora terzultima a tre lunghezze dal Novara. Proprio nell'ultimo turno di regular season le due compagini si affronteranno al "Piola" in quello che è un vero e proprio spareggio. Tutto in bilico anche in zona play-out con ben sette compagini a giocarsi la salvezza diretta. Ascoli e Avellino sono appaiate a quota 45 punti, ma i marchigiani sono attesi dalla sfida del “Del Duca” contro il Brescia, cui basta un pari per firmare la permanenza in cadetteria. Gli irpini, invece, andranno a far visita alla Ternana e con un successo festeg-

A SINISTRA IL CENTROCAMPISTA DELLA PRO VERCELLI GIUSEPPE VIVES. IN BASSO IL TECNICO DELLA TERNANA LUIGI DE CANIO

gerebbero la salvezza a prescindere dai risultati delle concorrenti. Sfida relativamente semplice per il Cesena che rice-

ve la visita di una Cremonese già salva dopo il roboante 5-1 rifilato nella scorsa giornata al Venezia. Lagunari che al

“Penzo” se la vedranno con il Pescara, al quale manca un punticino per chiudere il discorso salvezza. Il pareggio interno

con il Novara costa il posto a Roberto Breda, con il patron Santopadre che ha affidato la guida tecnica ad Alessandro Nesta.

«PERDERE A QUESTI LIVELLI NON PIACE A NESSUNO, IL FOGGIA FARÀ LA SUA PARTITA»

Stefano PANTANO

I

Contro l'Entella una vittoria sofferta ma che può avere un peso notevole per il Frosinone. Che gara hai visto? «Forse non il miglior Frosinone della stagione, e credo sia normale visto che siamo agli sgoccioli del campionato, ma ho rivisto la tigna che ci ha sempre contraddistinto, la voglia di fare tre punti più di ogni altra cosa. A volte questo basta per ottenere il massimo». I giallazzurri hanno cambiato sia

Il protagonista dell’angolo del tifoso di questa settimana: «Ho cercato di isolarmi in questi giorni, ma l’attesa è tanta»

il modulo che il modo di giocare. Cos'è scattato secondo te dopo il ko di Cesena? «Il ko di Cesena poteva tagliare le gambe, ma non scordiamoci che qualche giornata fa il Parma era sotto di noi di 13 punti e ora a soli 2 lunghezze. Sono stati mesi difficili ma ci siamo rialzati alla grande. Credo che a volte anche i malumori dei tifosi non facciamo bene a questi ragazzi che, fatti alla mano, hanno dimostrato di voler raggiungere l’obiettivo. Basta ricordare gli ultimi 5 minuti contro il Carpi passati sulla bandierina dell’angolo». Come stai vivendo questi giorni che separano alla partita? «Dal fischio finale di Chiavari ho cercato di isolarmi. Ma più si avvicina e più inevitabilmente il pensiero va a

···

l Frosinone è ad un passo dal traguardo. Manca un ultimo sforzo al Frosinone per realizzare il proprio obiettivo. Una vittoria con il Foggia vorrebbe dire staccare il pass per la massima serie, ma non sarà facile perché si affronta una delle migliori formazioni del girone di ritorno. Per l’occasione, nella nostra rubrica settimanale, abbiamo contattato Francesco Zangrilli. Ricordiamo sempre che chiunque voglia essere contattato dalla nostra redazione può mandare una mail a tusport.redazione@gmail.com.

···

ZANGRILLI: «CI ASPETTA LA SOLITA BATTAGLIA»

venerdì sera, quando si deciderà tutto! Ansie e paura hanno fatto parte di tutti i tifosi ciociari in questi giorni, per fortuna l’attesa sta per finire. ». Il Foggia è una delle migliori squadre in questo girone di ritorno. Che gara ti aspetti? «Non credo a chi pensa che il Foggia sarà privo di motivazioni, perdere a questi livelli non piace a nessuno, sarebbe mancanza di rispetto verso maglia città e tifosi. Ci aspetta la solita battaglia, l ultima (si spera). Da innamorato di questi colori, comunque vada, ne sarà valsa la pena». Il tuo pronostico? «Stavolta non voglio giocare con la dea bendata. Se volete ve lo dico venerdì alle 22 e 30 circa».

L’allenatore ex Miami FC esordirà sul campo dell’Empoli capolista, che non si ferma neanche a Brescia espugnando 0-2 il “Rigamonti”. Sale così a 27 la striscia di risultati utili consecutivi conquistati dai toscani. La lotta per il secondo posto vede il Frosinone a +2 sul Parma, reduce dal successo interno con il Bari, e a +3 dal Palermo, fermato sul pari al “Barbera” dal Cesena. I canarini attendono ora la visita del Foggia, i ducali affronteranno al “Picco” lo Spezia, mentre il Palermo è atteso dall’impegno sul campo della Salernitana. Questo il programma completo delle gare della quarantaduesima giornata che si disputeranno in contemporanea questa sera alle ore 20:30: Ascoli-Brescia, Bari-Carpi, Cesena-Cremonese, Cittadella-Pro Vercelli, Empoli-Perugia, Frosinone-Foggia, Novara-Virtus Entella, Salernitana-Palermo, Spezia-Parma, Ternana-Avellino, Venezia-Pescara.


PAGINA 8

18 MAGGIO 2018


VENERDÌ 18 MAGGIO 2018

stadio

9

L'OSSERVATORIO NAZIONALE SULLE MANIFESTAZIONI SPORTIVE HA VIETATO LA TRASFERTA AI TIFOSI FOGGIANI

IL BENITO STIRPE SARÀ SOLD-OUT Esauriti in poche ore i 1.025 biglietti del settore Curva Sud-Ovest: lo stadio sarà interamente colorato di giallazzurro

Stefano PANTANO

L'

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive ha vietato la trasferta ai tifosi del Foggia per la gara di questa sera in programma alle 20:30 al “Benito Stirpe”. Accolto dunque l’appello del sindaco Nicola Ottaviani, che aveva richiesto di evitare che i sostenitori rossoneri raggiungessero l’impianto frusinate vista l'accesa rivalità tra le due tifoserie: «Dopo i risultati che sono maturati nella penultima giornata di campionato di Serie B – aveva così dichiarato sabato scorso il primo cittadino – l’ultima partita si traduce in un incontro sostanzialmente irrilevante per la classifica della squadra pugliese. A questo punto, anche allo scopo di evitare inutili situazioni di criticità, dopo i recenti trascorsi che hanno coinvolto le due tifoserie, abbiamo formalizzato una richiesta ufficiale al tavolo del comitato dell’ordine pubblico e della sicurezza per valutare l’ipotesi di riservare l’ingresso al Benito Stirpe solo ai ti-

fosi di casa. Il Prefetto e il Questore hanno già attivato le istruttorie amministrative puntuali ed articolate, per assumere la decisione più oculata». Dopo l’ufficialità della decisione del comitato di sicurezza, il Frosinone Calcio ha così potuto mettere in vendita i

1.025 tagliandi del settore Curva Sud-Ovest che, in poche ore, sono andati letteralmente polverizzati. Contro i pugliesi il “Benito Stirpe” sarà dunque sold-out, con oltre 16 mila tifosi giallazzurri pronti a trascinare la squadra di Longo verso il sogno chiamato Serie A.

In prima linea, come sempre, ci sarà la Curva Nord che ha invitato i supporter ciociari a colorare la città e a recarsi con largo anticipo allo stadio al fine di preparare nel migliore dei modi la coreografia e, soprattutto, far sentire il proprio calore ai calciatori canarini.


10

champions soccer ciociaria

VENERDÌ 18 MAGGIO 2018

NEL FRATTEMPO IL PROSSIMO 24 MAGGIO È IN PROGRAMMA UNA CONFERENZA STAMPA DURANTE LA QUALE CI SARÀ IL SORTEGGIO DEL TORNEO

CHAMPIONS, ECCO IL GIURAMENTO

Nel corso della cerimonia del 10 giugno tutte le squadre dovranno sottoscrivere un messaggio con i valori dell'evento

I

l giuramento sarà una delle novità importanti della Champions Soccer Ciociaria, il torneo di calcio a 11 tra le squadre dei novantuno comuni della Provincia di Frosinone, ideato e organizzato dal Cavalier Dante Abballe. Il torneo che vedrà disputare, nei campi di calcio della provincia di Frosinone 251 partite, con la gara inaugurale e quella finale che si disputeranno allo Stadio Benito Stirpe, avrà, all'interno del contesto della manifestazione calcistica, alcune novita' inedite per un torneo amatoriale di calcio. Tra queste il giuramento. Ripercorren-

··· NELLE FOTO IL DISCOBOLO ADOLFO CONSOLINI MENTRE LEGGE IL GIURAMENTO DEGLI ATLETI, IL CAVALIERE DANTE ABBALLE IDEATORE DELLA CHAMPIONS SOCCER E IL PREMIO CHE VERRÀ DONATO ALLA SQUADRA VINCITRICE

do quanto accadeva nell'antica Grecia, prima di iniziare i giochi olimpici, gli atleti partecipanti giuravano di rispettare i principi di un sano agonismo sportivo e di essere leali nei confronti degli avversari, intesi come tali

soltanto nel momento della competizione. Ciò avveniva, attraverso un passaggio molto suggestivo e pieno di significato, dove gli atleti leggevano un testo in cui vi era scritta la formula del giuramento Così, per volonta del

Cavalier Dante Abballe, sarà riproposto questo momento, cosi significativo, all'interno della parata inaugurale della Champions Soccer Ciociaria che ci sarà il 10 giugno 2018, allo Stadio Benito Stirpe di Frosinone e che aprirà, di fatto, il torneo calcistico tra le squadre dei novantuno Comuni della Provincia di Frosinone. I duemila atleti delle 91 delegazioni comunali

che sfileranno sul campo del Benito Stirpe con a capo i rispettivi Sindaci, giureranno ognuno, attraverso la lettura di un testo preparato da esperti dell' Università di Cassino e del Lazio Meridionale, lealtà verso gli avversari e rispetto delle regole. Senza dubbio una novità, questa introdotta dal Cavalier Dante Abballe, suggestiva e piena di significato con un

messaggio chiaro indirizzato ai tanti giovani che parteciperanno alla Champions Soccer Ciociaria. Intanto il 24 maggio, nel corso di una conferenza stampa, che si terrà alla sede della Provincia di Frosinone, sarà illustrata, nei dettagli, tutta la Champions Soccer Ciociaria e saranno effettuati i sorteggi che comporranno i gironi delle squadre.


VENERDÌ 18 MAGGIO 2018

basket-Atletica

11

A PARLARE ALLA VIGILIA È STATO IL TM FURIO DE MONACO: «NELL'ULTIMA USCITA SIAMO STATI PRESUNTUOSI E SUPERFICIALI»

DOPO L'1-1 LA SERIE SI SPOSTA A ROMA Nella semifinale play off la Virtus viene sconfitta in gara due e, stasera e domenica, giocherà sul campo della Luiss

L

a Virtus Cassino aveva la possibilità di trovare il 2-0 nella serie di semifinale play off contro la Luiss Roma, mettendo una bella ipoteca sul passaggio del turno. E invece in gara due a Cassino si è vista una squadra spenta, che ha perso all'ultimo tiro, ma che non ha mostrato l'approccio che ha invece caratterizzato il primo atto della serie. Tra Virtus e Luiss è dunque 1-1, con la contesa che si sposta a Roma. Si inizierà questa sera e si replicherà domenica. Cassino dovrà a tutti i costi vincere una delle due sfide che andranno in scena nella capitale, per conquistarsi almeno la possibilità di tornare a giocare la bella di fronte al proprio pubblico.

··· NELLE FOTO ALCUNI DEI PARTICOLARI DI GARA DUE DELLA SERIE DI SEMIFINALE PLAY OFF TRA VIRTUS CASSINO E LUISS ROMA GIOCATA NEI GIORNI SCORSI SUL PARQUET DEL PALASPORT DI CASSINO

A parlare dopo gara due è stato il Tm Furio De Monaco che ha subito chiarito il suo pensiero sulla gara: «Non sono state a mio parere le

percentuali al tiro nostre e loro, ad aver indirizzato la partita di quest’oggi. Ci eravamo raccomandati di non entrare in campo in ma-

niera presuntuosa e superficiale, cosa che è stata completamente disattesa. Avevamo chiesto di mantenere la concentrazione alta,

l’intensità, tutte componenti che questa sera sono mancate. Evidentemente non siamo stati abbastanza bravi, noi staff tecnico, a far

recepire il messaggio ai ragazzi». Continua De Monaco: «Ci è mancata, inoltre, la pressione difensiva, che è andata a tratti, la voglia di andare tutti a rimbalzo, perchè la Virtus da quel punto di vista non può reggersi solo e soltanto su Simone. Insomma, sono stati i particolari ad indirizzare la partita, e a conferma di ciò, ci sono i tre punti di scarto finale» Il pensiero è ora rivolto a gara tre di venerdì sera: «Cercheremo di perfezionare e di limare quello che ci è mancato, e vedremo cosa ne verrà fuori. Certo è, che aver perso il fattore campo e non aver portato a casa il foglio-rosa davanti allo straordinario pubblico di questa sera, non è una cosa di cui essere contenti». Car. Cap.

OLTRE 600 ATLETI PER LA MANIFESTAZIONE ORGANIZZATA DALL'ASD ATLETICA CECCANO

GRANDE SUCCESSO PER LA "STRACECCANO" ESULTANO RAHMANI E MAGRINI

H

a impiegato 37' e 52'' Rahmani Abdelkader, portacolori della top Run Fondi, per aggiudicarsi la 14esima edizione della 'StraCeccano', gara podistica sulla distanza dei 9,300 chilometri, organizzata dall'Asd Atletica Ceccano, andata in scena domenica mattina, patrocinata dal comune Città di Ceccano sotto l'egida della Fidal. Sul traguardo posto a piazzale Impastato l'algerino ha preceduto di 3'' Ibrahim Fanè, tesserato con la Polisportiva Ciociara Antonio Fava, mentre sul terzo gradino è salito Alfonso Marcoccio dell'Atletica Arce. In campo femminile la vittoria è andata a Simona Magrini della Olibanum Overrunners su Fabiola Desiderio della Top Run Fondi, vincitrice l'anno scorso. Anche questa edizione, come quelle precedenti, e alla quale hanno partecipato quasi 600 atleti, è stata indirizzata a sensibilizzare le coscienze degli atleti e dei loro accompagnatori al tema della mortalità infantile per malnutrizione, ed al valore della donazione del sangue. Proprio per questo l'Atletica Ceccano ha deciso di continuare la collaborazione con L'Unicef, rappresentata per l'occasione dall'avvocato Antonio Gargaruti, e l'A-

··· NELLE FOTO, A SINISTRA L'ARRIVO DI RAHMANI ABDELKADER, A DESTRA LA VINCITRICE TRA LE DONNE SIMONA MAGRINI

vis di Ceccano, presieduta da Alessandra Massa. Ancora una volta comunque notevole l'organizzazione dell'Atletica Ceccano, presieduta dall'instancabile e professionale Gerardo Gatta. Da rimarcare anche il perfetto servizio d'ordine curato dalla Polizia Municipale, dai Carabinieri e dalla Protezione Ciivile, men-

tre il dottor Stefano Tiberia e la Croce Rossa Italiana hanno assicurato il servizio sanitario. Ricco il programma prima della partenza data dal sindaco Roberto Caligiore nel Piazzale Impastato. Sotto l'abile regia dello speaker Antonio Sorrenti, con gli addetti della Icron a ricevere le inscrizioni, aprono la mattinata la banda musicale del

maestro Bartolini e le ragazze pon-pon guidate da Cristina Bartolini tra l'entusiasmo dei presenti. E' toccato quindi a Luisa Tiberia, del direttivo dell'Atletica Ceccano e consorte di Gerardo Gatta, in occasione della festa della mamma, porgere un omaggio floreale in un momento veramente toccante alle signore Lorena Quattrociocchi, Antonella Lisi e Michelina Bonocore per la scomparsa dei loro figli. Tra le società al primo posto si è classificata l'Endurance Training di Frosinone, davanti alla Polisportiva Ciociara Franco Fava e l'Atletica Colleferro Segni. Il presidente Gerardo Gatta ha voluto ringraziare tutti i partecipanti e quanti hanno collaborato alla riuscita della splendida mattinata di sport, socializzazione e aggregazione.


12

VENERDÌ 18 MAGGIO 2018

Volley

NEL CORSO DELL'APPUNTAMENTO È PREVISTA ANCHE LA CHIUSURA DELLA QUINTA EDIZIONE DELL' "OASI DEI SAPORI VOLLEY CUP"

FESTA FINALE CON UN OSPITE SPECIALE

Domenica il momento conclusivo per le attività dell'Argos Volley, alla presenza di Monsignor Antonazzo

Q

uinta edizione dell’ “Oasi dei Sapori Volley Cup”, la manifestazione che negli ultimi due anni non è più solamente la fase finale dell’omonimo torneo interscolastico ma anche Tappa di Minivolley e Torneo delle Diocesi Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo. Domenica 20 maggio dunque arriva la festa di fine stagione anche per tutte le attività dell’Argos Volley diverse da quelle della SuperLega: a partire dalle ore 9:00 il PalaGlobo “Luca Polsinelli” sarà inondato e colorato dall’allegria e la spensieratezza di centinaia di bambini e ragazzi che, divisi solo da una rete e accanto ai loro beniamini della Serie A, potranno mettere in pratica tutto quello che hanno imparato in questo periodo di attività non solo sportiva ma anche formativa. La kermesse conosciuta come #CuoreFedePassione, racchiuderà di fatto una serie di eventi, ma tutti questi sono mossi dagli stessi valori, quelli che Monsignor Gerardo Antonazzo – vescovo della Diocesi di Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo, ospite d’onore della manifestazione a partire dalle ore 15:30, ci tiene a spiegare e a sottolineare, rafforzandoli con la sua presenza. «Tutti ci te-

···

A SINISTRA IL VESCOVO MONSIGNOR GERARDO ANTONAZZO INTERVSITATO DALL'UFFICIO STAMPA DELLA ARGOS VOLLEY

niamo ad essere presenti a questa splendida giornata di festa per i bambini e non solo, me compreso, per due motivi fondamentali e importantissimi racchiusi proprio nel nome di questo grande progetto, #CuoreFedePassione. La Fede, il Cuore e la Passione, prendono tutta la vita di ogni persona, in particolare dei giovani. Forse la passione e il cuore un po’ di più ma la sfida è proprio questa, riuscire a far avvicinare allo stesso livello anche la fede, ed è per questo motivo che la Chiesa si interessa delle persone attraverso lo sport. Va bene il cuore e i giovani ce lo mettono in tutti i modi; va bene la pas-

sione nel senso della partecipazione viva, attenta, dinamica e coinvolgente; però se c’è anche la fede la persona scopre una completezza nella propria vita che non può che portare benessere. Un cuore non aperto alla fede funziona un po’ a metà, va un po’ per conto suo rischiando di rinchiudersi anche in forme di isolamento e di egoismo, mentre la fede spalanca il cuore, ha degli orizzonti più ampi e più completi e dunque lo aiuta ad aspirare ininterrottamente ai grandi ideali della vita, sia essi fisici, morali, sociali che spirituali. Il cuore e la passione, se incontrano anche l’annuncio e l’espe-

rienza della fede, aiutano la persona a formarsi a 360°. L’altro motivo per il quale quest’anno la festa conclusiva ci sta particolarmente a cuore, è perché subito dopo seguirà un convegno diocesano. Noi dedicheremo tre sere del mese di giugno al rapporto tra famiglia e giovani, analizzeremo come rafforzare e potenziare un rapporto educativo a livello di relazioni familiari».«Purtroppo – continua il vescovo -, il progetto che ambiziosamente e professionalmente l’Argos Volley porta avanti assieme alla diocesi, si scontra con i forti ritardi che la Chiesa riporta nei confronti del mondo dei giovani, ma noi

ci crediamo moltissimo e non ci stancheremo mai di incoraggiare le singole realtà e le singole comunità a dare valore a questa alleanza. E quello che ci fa ben sperare è che questo stesso ritardo non viene assolutamente riscontrato nel coniugare l’interesse delle singole comunità della diocesi con questa opportunità che l’Argos Volley e tutto il suo movimento, offre. Sicuramente dobbiamo fare molto di più per far crescere questo interesse, ma l’ottima scelta di sposare l’Argos Volley è stata strategica in quanto abbiamo trovato una porta già sfondata, e per questo, per tutte le opportunità che ci

dà, ringraziamo la società e tutte le persone che lavorano alacremente al progetto. Adesso spetta a noi come comunità cristiana cogliere questa alleanza per dire che attraverso lo sport abbiamo molto da insegnare ai ragazzi, anche come esperienza della fede. Ai bambini e ragazzi che parteciperanno, e a tutti gli adulti che faranno si che la festa riesca nel migliore dei modi, voglio dire che attraverso lo sport impariamo due cose fondamentali, che la vita è tutta una sfida da affrontare, niente è semplice e ci vuole quella forma di allenamento non solo fisico ma anche temperamentale e caratteriale. Un allenamento che educa alla vita, richiede sempre impegno, coraggio e perseveranza: questa è la grande sfida da affrontare. La seconda cosa è che quando affrontiamo con serenità e con serietà ogni genere di sfida, da quella dello sport a quella della vita, non si è mai sconfitti. Si può anche trovare qualche difficoltà durante il cammino, perdere qualche battaglia, ma non la guerra».

SANTUCCI, MATTEI E ROSSO HANNO ASSISTITO ALLE PARTITE DEI RAGAZZI DELLE SCUOLE MEDIE

UN'ULTIMA GIORNATA DA INCORNICIARE

P

rotagonisti del martedì mattina sono stati gli alunni delle prime medie, nello specifico quelli della I^ C della Rosati di Sora, della I^A di Monte San Giovanni Campano e della I^B di San Rocco di Sora. Le tre classi si sono affrontate in tre partite, al termine delle quali si sono classificati i monticiani e i ragazzi della Rosati. Ad aprire i giochi proprio le due formazioni volate all'ultimo step del torneo: si sono imposti i ragazzi di M.S.G.C. con il risultato di 2-0. La Rosati ha poi affrontato e battuto nel “derby sorano” i concittadini di San Rocco, sempre con il risultato tondo di 2-0. 2-0, poi, anche del M.S.G.C. contro i bianconeri di San Rocco che così restano fuori dalla giornata conclusiva di domenica 20 maggio. Poco conta, però. Perché i giovanissimi partecipanti si sono divertiti, cercando di far tesoro di un'esperienza che vuole essere solo positiva e regalare piccoli insegnamenti per il futuro, come spiegano gli stessi protagonisti. “Siamo arrivati fin qui sconfiggendo l'al-

tra prima del nostro istituto – esordisce Giacomo della I^B di San Rocco – e di questo siamo orgogliosi. Oggi abbiamo giocato altre due partite ed è andata male, ma non importa perché ci siamo divertiti tantissimo. Per noi, vincere è solo qualcosa in più”. A Giacomo si unisce la compagna di classe, Michela, che dice: «Per noi è stato bello prendere parte a questa competizione e abbiamo fatto del nostro meglio, confrontandoci con altri ragazzi come noi.

Una bellissima mattinata che non vediamo l'ora di ripetere, il prossimo anno, nonostante il risultato negativo. E poi avere vicino gli atleti della serie A che ci davano consigli, ci spronavano, è fantastico!». Per la “capolista” parla Lorenzo:«Sono troppo felice e soddisfatto per come è andata! Siamo i primi del nostro girone, abbiamo giocato bene come volevamo e adesso aspettiamo davvero con tanta ansia la finale. Personalmente sono conten-

to per tante cose che in allenamento non ci uscivano bene, come la battuta, e che invece oggi siamo stati più bravi a fare grazie ai campioni della Biosì Indexa Sora». Conclude, per gli studenti, Beatrice della Rosati:«Abbiamo raggiunto due grandi obiettivi: classificarci per domenica e trascorrere delle ore utilissime e ricreative. Abbiamo imparato tanto, soprattutto nel rapporto con le altre squadre, a come si sta in campo, a come ci si aiuta tra compagni. Ora vediamo cosa succederà il 20, speriamo bene!». I giovanissimi hanno avuto per l'occasione tre uomini di esperienza della Biosì Indexa Sora a guidarli nell'avventura: il capitano Mattia Rosso, il libero Marco Santucci e il centrale Andrea Mattei, che si sono adoperati anche in veste di arbitri.


VENERDÌ 18 MAGGIO 2018

il personaggio

13

FU PREZIOSO GREGARIO DI ATLETI COME MOSER E BUGNO, MA SEPPE RITAGLIARSI ANCHE GIORNATE DA PROTAGONISTA

QUELLA VOLTA SULLA CIMA COPPI... Intervista a Franco Vona, uno dei corridori ciociari più completi di tutti i tempi, professionista per dieci anni

Marcello GELFUSA

L

a scorsa settimana ha avuto inizio il Giro d’Italia. E se parli di ciclismo, in provincia di Frosinone il pensiero va immediatamente a Franco Vona. L’atleta di Ripi è stato l’unico campione conclamato dello sport del pedale espresso dalla Terra ciociara. Dieci stagioni da professionista (dal 1987 al 1996) in cui si è rivelato preziosissimo gregario per i mostri sacri Francesco Moser, prima, e Gianni Bugno, poi; ma anche atleta capace di ‘scrivere’ in prima persona pagine indelebili. Pagine come quella del 5 giugno 1994. Ci pare ancora di sentire la telecronaca del mitico Adriano De Zan: «… in condizioni atmosferiche proibitive, al termine di un’estenuante ed interminabile salita, c’è un corridore solo al comando, si tratta di Vona. Franco Vona transita ora sulla Cima Coppi, mentre tutti i migliori della graduatoria inseguono attardati di diversi minuti…» Quel giorno, pur non riuscendo poi a tagliare per primo il traguardo, il nostro portacolori con quella sua impresa dal sapore antico fece vivere una gioia indimenticabile ai tanti appassionati ciociari davanti alla televisione. «Sì – conferma Vona che oggi, alla soglia delle cinquantaquattro primavere, vive a Ripi ed in bici-

···

NELLE FOTO FRANCO VONA, IERI, SULLA SUA AMATA DUE RUOTE IN UNA DELLE TANTE GARE CHE LO HANNO VISTO PROTAGONISTA, E OGGI

cletta continua ad andarci anche se solo per svago -, è più rimasto scolpito nella memoria di molti sportivi quel mio passaggio in testa sullo Stelvio durante il Giro d’Italia del 1994, che altre tappe della Corsa rosa in cui magari sono riuscito a vincere la gara». Di allora - è risaputo - chi ricopre il ruolo di gregario (di prima scelta, ma pur sempre "al servizio" della punta di diamante della propria squadra) non può vantarne tanti al termine di una carriera fatta essenzialmente di sacrificio ed abnegazione; e nel caso specifico di Vona le vittorie al Giro d’Italia si possono contare sulle dita di una sola mano: la tappa Merano-Innsbruk nel 1988 e quelle di Sulmona e di Corvara Alta Badia

nel 1992. Millenovecentonovantadue che è indubbiamente stato l’anno d’oro del ciclista ripano… «Quell’anno – il nostro interlocutore accenna un sorriso, mentre annuisce con il movimento della testa - mi piazzai sesto nella graduatoria finale del Giro ed undicesimo in quella del Tour de France»; nobilitando – aggiungiamo noi - la partecipazione alla corsa a tappe francese con due secondi posti in due fra le tappe più dure di quel tour: la prima al Sestrières e la seconda all’Alpe d’Huez. Prestazioni che gli valsero la convocazione in maglia azzurra per disputare il Mondiale che nell’estate di quell’anno si corse sulle strade spagnole e vide l’affermazione di Gianni

Bugno; quest’ultimo molto dovette per la conquista della maglia iridata alla dedizione durante la corsa da parte del fido gregario Franco Vona. Fido gregario di tante gare, a cominciare dal vittorioso Giro d’Italia del 1990. Ma Bugno non è l’unico a dover ringraziare Franco. Un altro grande del ciclismo italiano che deve molto al ciclista ciociaro è stato Francesco Moser… «Con Francesco ho esordito a ventitre anni come professionista». E il campione trentino gli è rimasto legatissimo; al punto che, quando in passato è stata ventilata una sua elezione ai vertici dirigenziali del ciclismo italiano, "Capitan" Moser si è ricordato del fedele scudiero di tante corse proponendogli

di entrare a far parte di un eventuale entourage in Federazione…«Al di là di un personale coinvolgimento, ho sempre guardato con favore al progetto di Moser, perché lui rappresenta ciò di cui il ciclismo italiano attualmente necessita: un volto nuovo, trasparente, che possa risollevare le sorti di uno sport che da anni sta attraversando una fase delicata». I continui scandali legati al doping hanno un po’ allontanato questo sport dal cuore della gente. Lo stesso Vona, pur avendo davanti a se ancora qualche stagione "buona", arrivato ad un certo punto preferì scendere dalla bicicletta e chiudere con un mondo in cui lui, atleta tanto schivo e taciturno quanto "pu-

lito", non si rispecchiava più. «In effetti – conferma - correre a metà degli anni Novanta stava diventando difficile». A trentadue anni, non erano certo sudore e fatica a spaventare l’indomito scalatore ciociaro; ma, come lui stesso ci spiega, «quando in salita cominciai ad accumulare distacchi di svariati minuti da alcuni colleghi, a cui la stagione precedente infliggevo distacchi anche superiori, capii che era arrivato il momento di smettere, perché quello non era più il "mio" ciclismo». Sebbene i tempi di Coppi e Bartali, ma anche quelli di Mercks e Gimondi, fossero passati da un pezzo, il ciclismo dei suoi tempi era uno sport che si "nutriva" ancora di aspetti romantici; al di là delle vittorie, era fatto di gesta epiche, di imprese che facevano appassionare anche chi non era mai salito su una bicicletta. Per molti, l’ultimo alfiere di quel ciclismo è stato Marco Pantani. «Marco è stato un campione immenso; uno che praticando un ciclismo antico in chiave moderna è stato davvero capace di entusiasmare la gente. Anche chi non aveva mai avuto modo di appassionarsi a questa disciplina sportiva, tramite le sue imprese aveva scoperto il ciclismo. Uno come lui credo che manchi a tutto il movimento delle due ruote». Sì, uno come Pantani manca davvero all’intero movimento ciclistico italiano. Come - del resto - un nostro portacolori, uno dello spessore di Franco Vona, manca oramai da troppo tempo nell’élite dello sport del pedale.


Venerdì 18 Maggio 2018

Direttore Responsabile: Marco Ceccarelli Redazione: Tel. 393 6239680 - tunews.redazione@gmail.com Editore: Globalpress S.r.l. - P. Iva 02714820590 globalpress.amministrazione@gmail.com Stampa: Centro Offset Meridionale s.r.l. - Caserta Tiratura media 6.000 copie

€ 0,50

NEWS

ECONOMIA

PASSIONE PER L'INFORMAZIONE

INSERTO DELL'EDIZIONE ODIERNA DELLA TESTATA GIORNALISTICA TU SPORT

GRATUITO - Edizione lancio

Mise e Saxa Gres firmano l'accordo programma da 29 milioni di euro per la ex Ideal Standard: ad Anagni la soddisfazione del ministro Calenda

CHE ZOZZERIA!

PAGINA 4

PER GLI ADDETTI ALLE PULIZIE NEGLI ISTITUTI CIOCIARI È PARTITO LO SCIOPERO AD OLTRANZA DOPO 10 MESI SENZA STIPENDIO, IERI LA PROTESTA AL MIUR. LEZIONI SCOLASTICHE A RISCHIO

A

ddetti alle pulizie nelle scuole sul piede di guerra. Dopo dieci mesi senza stipendio e allo stremo delle forze incrociano le braccia e iniziano lo sciopero ad oltranza. Ieri la manifestazione di protesta davanti al ministero della Pubblica istruzione: ancora nessuna soluzione all'orizzonte. A rischio il regolare svolgimento delle lezioni scolastiche in molti istituti ciociari. Lunedì nuovo vertice per tentare di trovare un accordo. Ma le speranze sono davvero poche.

ALATRI

Polemiche in città per il cantiere in piazza: in arrivo un grosso silos per il cemento

PAGINA 3

PAGINA 8

VEROLI

FROSINONE

«Rifondiamo il Partito Democratico» Francesca Cerquozzi la probabile candidata contro il sindaco Cretaro PAGINA 9

Nuovi Orizzonti, giornata di festa e di formazione: con la fondatrice Chiara Amirante presente anche Nek PAGINA 2


2

VENERDÌ 18 MAGGIO 2018

frosinone

PRESSO IL PALASPORT DOMENICA PROSSIMA PRESENTE TRA GLI ALTRI ANCHE NEK

Nuovi Orizzonti, una giornata di festa e di formazione

Egidio CERELLI

U

■■■

NELLE FOTO A FIANCO CHIARA AMIRANTE CON NEK DURANTE UN EVENTO DELLO SCORSO ANNO; na giornata di FeSOTTO LA LOCANDINA DELLA FESTA DI DOMENICA E ACCANTO LA CITTADELLA CIELO CON GLI OSPITI sta, Formazione, Testimonianze e Preghiera con Chiara Amirante che guiderà i vari incontri mensili, fornendo esercizi concreti e pratici per una palestra spirituale da continuare tutto il mese. L'appuntamento è per domenica 20 maggio presso il Palasport di Frosinone. Quest’anno oltre a Chiara ci saranno tanti suoi amici come Filippo Neviani (in arte Nek) e sarà presente anche S.Em. Card. Marc Oullet per celebrare i suoi 50 anni di saon Davide Banzato è none proprio l’anno scorso ha ferenza, dall’abbandono, dalla di guarigione del cuore e di cerdozio con un sacerdote dell'Asso- inaugurato la Cittadella Cielo, violenza, vittime dei terribili rigenerazione psico-spirituanoi. Il Cardiciazione internaziona- ha iniziato il percorso di una tentacoli di piovre inferna- le. In questi anni la Comunità nale Ouellet le "Nuovi Orizzonti" fondata vita nascosta, ma ricca di speli. ridotti, dalle seduzioni del Nuovi Orizzonti ha visto miè collabora- da Chiara Amirante, dove ha ranza per tanti diseredati nei ‘ mondo- così Chiara- Dal gri- gliaia di giovani, provenienti da tore di Papa seguito l'Area Evangelizzazio- ‘deserti’ di Roma entrando in do lancinante del popolo della esperienze estreme o in cerca di F r a n c e s c o ne, prevenzione e sensibiliz- punta di piedi nelle dolorosisnotte… un raggio di luce, una senso per la loro vita, ricostruin qualità zazione diventando Assistente sime storie del ‘popolo della certezza: L’Amore è più forte, ire se stessi alla luce dell’amore di Prefetto Spirituale Generale di Nuovi notte’. «Non immaginavo di l’Amore vince. L’Amore fa mi- e passare dalla ‘morte’ alla vita. della Con- Orizzonti. Dal 2016 è stato no- incontrare un popolo così sterracoli perché Dio è Amore!». Un’incredibile impresa, un gregazione minato "Missionario della Mi- minato di disperati, di persone Da qui l’idea di una comunità vero miracolo che non avrebbe per i vescovi sericordia" da Papa Francesco. sole, di emarginati, di mendidi accoglienza come la Citta- potuto realizzarsi senza l’aiuto e presidente Chiara Amirante la fondatrice canti di amore, sfregiati nella della Cielo dove proporre un di Dio, di centinaia di volontari della Pon- di Nuovi Orizzonti che a Frosi- profondità del cuore dall’indifcammino di conoscenza di sé, e di tantissimi amici. tificia commissione per l’America 10.00 – Giornata di Spi- duta da S.Em. Card. Marc usufruendo anche di un tato anticipatamente su Baby Club per i bambini Latina. ritualità con testimonian- Oullet. Saranno disponi- servizio navetta gratutito. www.iscrivi.me oppu- da richiedere all’accreQuesto il programma di ze e intervento di Chiara bili vari Punto Ristoro al Ogni contributo sarà de- re richiesto al momen- dito ed un ampio pardomenica prossima. Alle Amirante, alle 13.00 – Palazzetto, ma è anche voluto per sostenere le to dell’accredito fino ad cheggio Per altre info ore 09.00 – Accredito e Pranzo 14.45 – Celebra- possibile mangiare nella spese della giornata. esaurimento dei buoni. Tel 0775.502353 – email: Confessioni, quindi alle zione Eucaristica presie- vicina Cittadella Cielo Il buono pasto va preno- È disponibile un servizio info@nuoviorizzonti.org.

DON DAVIDE BANZATO "MISSIONARIO DI MISERICORDIA" SACERDOTE DI NUOVI ORIZZONTI

D

È

trascorso ormai un anno da quando il nostro collega Maurizio Berardi, che tutti scherzosamente chiamavamo Kevin, ci ha lasciati. Era la notte tra il 13 ed il 14 maggio 2017 quando, mentre percorreva la superstrada Sora-Ferentino rimase a piedi e, scendendo dalla sua Fiat Uno, venne travolto da un’auto che sopraggiungeva. Aveva solamente 37 anni. All'interno della redazione il suo incarico era quello di ritirare i giornali appena stampati in tipografia e di distribuirli nei vari locali della provincia di Frosinone. Una morte, la sua, che nessuno si aspettava e che ha lasciato un grande vuoto oltre che un immenso dolore. Tristezza, in questi giorni, sui volti dei colleghi che hanno ricordato l’anniversario del triste evento. Tra le tante parole spese per commemorarlo, anche una bre-

DOMANI POMERIGGIO A TECCHIENA LA MESSA DI SUFFRAGIO PER RICORDARLO

Un anno senza il collega Maurizio Berardi: un vuoto incolmabile per la redazione di Tu News

■ ■ ■ MAURIZIO INSIEME AD ALCUNI COLLEGHI IN REDAZIONE E A DESTRA CON IL GIORNALE TU SPORT CHE DISTRIBUIVA

ve lettera scritta dal collega Lorenzo, che riportiamo di seguito. "Ti lascio queste poche righe, che in questo momento sono il

massimo che riesco scrivere... Ad un anno di distanza da quando ci hai lasciato, ci sembra ancora di sentire le tue risate, la tua

inconfondibile simpatia, il tuo carattere esuberante e profondamente amichevole con le persone a te vicine. Hai trasformato le

giornate più grigie in splendidi momenti da ricordare. Ci hai lasciato un vuoto enorme, che difficilmente il tempo riuscirà a riempire. Da me, da noi tutti della redazione, colleghi ed amici, avrai sempre il nostro affetto e tutta la riconoscenza per ciò che ci hai lasciato. Grazie infinite "Toro", sarai sempre nei nostri cuori. Ciao amico mio... Grazie ancora, non ti dimenticheremo mai...". Per tutti coloro che vorranno partecipare al ricordo, domani (sabato 19) alle ore 18 presso la Chiesa Cuore Immacolato di Maria, in contrada Laguccio a Tecchiena di Alatri, avrà luogo la messa di suffragio per Maurizio.


VENERDÌ 18 MAGGIO 2018

frosinone e provincia

3

LAVORATORI ANNUNCIANO SCIOPERO AD OLTRANZA E PRESIDI DAVANTI AGLI ISTITUTI, STOP ANCHE AI SERVIZI ESSENZIALI

Nessuno pulirà più le scuole

Dopo 10 mesi senza stipendio, ieri la manifestazione davanti al Miur. Nuovo tavolo in programma per lunedì Stefania VITTI

L

avoratori e lavoratrici delle pulizie nelle scuole pubbliche della provincia di Frosinone e Latina pronti allo sciopero ad oltranza. Servizio interrotto in decine di scuole della Ciociaria. Da ieri hanno incrociato le braccia e lo faranno almeno fino a lunedì, giorno in cui è previsto un secondo incontro al Miur. Già ieri sindacati (Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltrasporti-UIL) e lavoratori hanno manifestato davanti al Ministero della pubblica Istruzione rivendicando i loro diritti, calpestati da troppo tempo. Uomini e donne arrivati all’esasperazione con 10 mesi di stipendi arretrati. La protesta di ieri era stata annunciata nei giorni scorsi dalle sigle sindacali. Una battaglia che, non per volere dei dipendenti, si sta trasformando in una guerra che sta per mettere a rischio il regolare svolgimento delle attività scolastiche. Non saranno più garantiti nemmeno i servizi essenziali. «È l'ultimo tentativo di ricevere risposte definitive e quindi scongiurare il pericolo di mettere a rischio addirittura il corretto svolgimento dell’anno scolastico, visto che le scuole, se dovesse andar male l’incontro al Ministero, non le pulirà più nessuno» così scrivevano in una nota congiunta le sigle sindacali provinciali preannunciando l'inizio dello sciopero e la manifestazione nella Capitale. Una situazione arrivata al limite e che ha avuto origine diversi anni fa. «Dal 2014, - scrivono - data in cui le aziende Ma.ca, Servizi Generali e Smeraldo si sono aggiudicate l’appalto per i servizi di pu-

■■■

NELLE FOTO LA PROTESTA DAVANTI AL MIUR. A LATO, GIOVANNI GIOIA, SEGRETARIO FILCAMS CGIL FROSINONE-LATINA ED ELISA CAMELLINI, SEGRETARIA NAZIONALE FILCAMS CGIL

lizia, ausiliariato e di ripristino del decoro delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado del lotto 5 della Convenzione Consip (province di Frosinone e Latina) che va avanti questa odissea. Da allora i lavoratori, che già percepivano prima stipendi molto bassi, vivono una situazione di grave precarietà per le erogazioni delle retribuzioni ritardate, decurtate o non pagate affatto, per la mancata consegna dei contratti di lavoro; per l’assenza degli adempimenti sulle norme di sicurezza; per l’utilizzo per i lavori di personale esterno all’appalto che lavora al loro posto. A tale situazione le Organizzazioni Sindacali e i lavoratori hanno risposto con denunce, decreti ingiuntivi, richiesta di avvio della procedura di messa in fallimento delle società per manca-

ti paga-menti, scioperi, segnalazioni alle Prefetture, a tutti gli organi competenti, rivolgendosi alla Consip, al Miur, al Ministero del Lavoro, agli Ispettorati del Lavoro e addirittura una denuncia all’Anac per l’estromissione della RTI dall’appalto». L'estremissione è avvenuta nel dicembre 2017, con notevole ritardo, da parte di Consip che ha risolto la convenzione alle aziende in questione per gravissime irregolarità contrattuali e normative. «E da qui il paradosso, sembrava un nuovo inizio per i lavoratori ed invece è iniziato un inferno an-cora peggiore: dal 1° dicembre ad oggi, le aziende in questione (Ma.ca, Servizi Generali e Smeral-do), nonostante la risoluzione della convenzione, stanno continuando ad operare sull’appalto! Una situazione inaccettabile

per un Paese civile che, in barba alle regole e alla legalità, dovrebbe cacciar via chi non rispetta le leggi e non permettere che rimangano al loro posto anche dopo aver appurato tutte queste irregolarità continuando a beneficiare dei soldi dei contribuenti e facendo scaturire una vera e propria emergenza sociale per i lavoratori ridotti sul lastrico, costretti a lavorare gratis da più di 9 mesi, senza avere neanche più la possibilità di mettere benzina alla macchina per andare a lavorare; sfratti, pignoramenti, donne di 50/60 anni che dormono in macchina e anche si-tuazioni più gravi che hanno portato più volte le lavoratrici sui tetti delle scuole e anche a gesti estremi». Braccia incrociate almeno fino a lunedì pomeriggio, quando è stato riconvocato il tavolo al

quale sono stati invitati l’Usr del Lazio, il Ministero del Lavoro, l’Anac e la Consip. «Considerando importante anche l’impegno preso dal Miur (che però non può essere esaustivo per lavoratori che non percepiscono salario da 10 mesi!) è stato sciolto il presidio ma

non lo sciopero generale ad oltranza con presidi fuori dagli istituti scolastici che hanno lo scopo di sensibilizzare anche il corpo docente, gli studenti ed i cittadini. Nella giornata di oggi verranno denunciate le aziende anche per condotta antisindacale visto che mentre i lavoratori stavano protestando sotto al Miur in sciopero, hanno inviato in loro sostituzione squadre di lavoratori esterni all’appalto, per pulire le scuole! Addirittura nei giorni scorsi l’invio di squadre esterne è avvenuto anche in tarda serata o in piena notte senza nessun controllo sugli accessi da parte dei dirigenti scolastici e mettendo a rischio anche la sicurezza degli istituti e l’incolumità degli studenti. In occasione invece dell’incontro di lunedì 21 maggio al Miur, i lavoratori torneranno in presidio sotto al Ministero e chiederanno, come unica condizione per rimuovere lo sciopero ad oltranza che, loro malgrado, metterebbe a rischio anche la chiusura dell’attuale anno scolastico, due risposte: stipendio e un nuovo appalto che veda definitivamente fuori le aziende Ma.ca, Servizi Generali e Smeraldo».


4

VENERDÌ 18 MAGGIO 2018

frosinone E PROVINCIA

IERI LA VISITA DEL MINISTRO CALENDA E LA FIRMA DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA

Ex stabilimento Ideal Standard, ora il sogno Saxa diventa realtà

È

stata avviata ieri, ad Anagni, alla presenza del Ministro Carlo Calenda e del Presidente di Saxa Francesco Borgomeo, la fase conclusiva dell'istruttoria tecnica relativa al Contratto di Sviluppo per la riconversione del sito ex Ideal Standard di Roccasecca. L’operazione, voluta dal Ministero dello Sviluppo Economico, è frutto dell’interesse da parte di Saxa Grestone S.p.A., la newco partecipata al 100% dal Gruppo Saxa Gres, ad acquisire il sito. Nell’ambito di un piano di ristrutturazione globale, la multinazionale Ideal Standard aveva avviato la chiusura del sito di Roccasecca dove attualmente sono occupati circa 300 addetti, oltre all’indotto che conta circa 500 lavoratori. La riconversione del sito di Ideal Standard e l’acquisizione da parte di

■■■

NELLA FOTO A LATO IL MINISTRO CALENDA ACCOLTO CALOROSAMENTE NELLO STABILIMENTO DI ANAGNI, IN ALTO IL SALUTO CON IL PREFETTO EMILIA ZARRILLI

Saxa Grestone è il risultato di un lungo percorso intrapreso dal Mi.Se per favorire la salvaguardia dei circa 300 lavoratori interessati dalla chiusura, in un territorio già duramente colpito dalla crisi di imprese. Questo percorso ha portato alla firma dell’accordo di programma, tra il Mini-

stro Carlo Calenda e il Presidente di Saxa Gres Francesco Borgomeo. Presente all’evento anche il Prefetto di Frosinone Emilia Zarrilli, che aveva già visitato l’azienda lo scorso 21 aprile supportandone la vocazione industriale e territoriale. L’accordo, sottoscritto anche dalla Regione Lazio

e da Invitalia oltre che dal Mise, prevede investimenti pari a 29,5 milioni di euro, e la nascita della prima fabbrica di produzione di sampietrini e pavimentazione per l’arredo urbano in un percorso di economia circolare. Infatti, oltre un terzo delle 300.000 tonnellate totali

di materie prime utilizzate saranno ceneri provenienti dal termovalorizzatore locale gestito dall’Acea, testimonianza della forte vocazione di Saxa Gres al recupero dei materiali inutilizzati. «Come promesso - ha dichiarato il ministro Calenda - sono stato oggi (ieri) in visita a Saxa Gres ed all’ex stabilimento Ideal Standard di Roccasecca. Qui c’è l’Italia che lavora e che produce. Inizia davvero una bella storia: un impianto industriale che riparte dopo una crisi profondissima con dei prodotti innovativi e, sopratutto, con tutti gli operai tutelati. Non c’è soddisfazione più grande di questa. Complimenti a Francesco Borgomeo ed ai lavoratori». «Oggi stiamo vivendo un giorno di grande soddisfazione, - ha commentato Francesco Borgomeo, presidente di Saxa - è il

coronamento di un lavoro svolto in tanti anni di ricerca e sviluppo, nonché il risultato di un processo di riconversione industriale che ha davanti a sé grandi prospettive. Questo accordo è la testimonianza che il lavoro di squadra da parte di azienda, sindacati e istituzioni porta a risultati straordinari. La nascita del primo eco-distretto ceramico è infatti frutto di un impegno corale, che mi auguro si possa riproporre per altre aree di crisi come quelle presenti in questa provincia». Sempre ad Anagni, è stato anche presentato il piano industriale di Saxa Gres, piano che testimonia un modello industriale di successo in un’area del Paese in crisi, l’unica azienda al mondo a produrre un tipo di piastrella spessorata fino ai 3 centimetri e un sampietrino in gres porcellanato.

SODDISFATTI SARA BATTISTI (PD), LORETO MARCELLI (M5S) E PASQUALE CIACCIARELLI (FI)

N

ominati mercoledì tutti i presidenti (e rispettivi vice) delle dodici commissioni permanenti in Regione. Tre importanti incarichi sono stati conferiti ad altrettanti consiglieri della provincia di Frosinone eletti nelle ultime elezioni regionali dello scorso 4 marzo. Il consigliere regionale del Pd Sara Battisti è stata eletta Vicepresidente della Commissione Affari istituzionali e statutari, affari istituzionali, partecipazione, risorse umane, enti locali, sicurezza, lotta alla criminalità, antimafia presieduta da Rodolfo Lena. Eletto alla

Nominati i vertici e i vice delle Commissioni Conferiti gli incarichi a tre consiglieri ciociari

■ ■ ■ SARA BATTISTI

■ ■ ■ PASQUALE CIACCIARELLI

■ ■ ■ LORETO MARCELLI

presidenza della Commissione Cultura, spettacolo, sport, turismo, il consigliere di Forza Italia Pasquale Ciacciarelli. Al consigliere del Movimento 5 Stelle Loreto Marcelli è andata la nomina per la vicepresidenza della Commissione Sanità, politiche sociali, integrazione sociosanitaria, walfare presieduta da Giuseppe Simeone. Grande l'entusiamo e la soddisfazione manifestata dal trio ciociaro per gli incarichi ricevuti. Orgogliosi dei risultati raggiunti, motivo di vanto per tutto il nostro territorio, anche gli esponenti dei rispettivi partiti.


VENERDÌ 18 MAGGIO 2018

5

amministrative 2018

CINQUANTUNO CANDIDATI A SINDACO PER 15 COMUNI DELLA PROVINCIA. IL 10 GIUGNO APPUNTAMENTO ALLE URNE

Che la sfida abbia inizio! Stefania VITTI

L

a gara è iniziata, i 51 candidati a sindaco della provincia di Frosinone hanno superato la linea di partenza ed adesso stanno correndo per tagliare il traguardo con la fascia tricolore. Domenica 10 giugno solo in 15 saliranno sul gradino più alto del podio. Le liste con centinaia di aspiranti consiglieri comunali sono state presentate lo scorso sabato, la battaglia è entrata nel vivo nei comuni di: Anagni, Amaseno, Aquino, Arpino, Atina, Boville Ernica, Ferentino, Filettino, Fiuggi, Pico, Pignataro Interamna, Serrone, Torrice, Villa Latina e Villa Santa Lucia. Occhi puntati soprattutto sulla città gigliata che vede la ricandidatura di Antonio Pompeo. Quattro i comuni commissariati in cui si andrà alle urne anticipatamente rispetto alla naturale conclusione del mandato amministrativo: Anagni, Fiuggi, Pignataro Interamna e Villa Latina. Due i Centri che (superando i 15.000 abitanti) potrebbero andare al ballottaggio previsto per il 24 giugno: Anagni (21.441) e Ferentino (20.966). Filettino sarà il Centro con il minor numero di elettori, solo 476. Dovrà raggiungere il quorum l'unica candidata a sindaco di Pico, Ornella Carnevale. È stato escluso dalla corsa Pier Luigi Lepore con la Lista Uniti per Pico. Quello del 10 giugno sarà un appuntamento riservato a quasi 90 mila aventi diritti al voto su una popolazione complessiva che supera di poche unità i 100 mila.

BOVILLE

ANAGNI

FERENTINO

FIUGGI

TORRICE

MARTA DIANA

SANDRA TAGLIABOSCHI

ANTONIO POMPEO

FABRIZIO MARTINI

MAURO ASSALTI

ORLANDO CERVONI

DANIELE NATALIA

FABIO MAGLIOCCHETTI

ALIOSKA BACCARINI

ALFONSO SANTANGELI

ENZO PERCIBALLI

FERNANDO FIORAMONTI

MAURIZIO BERRETTA

MARTINA INNOCENZI

DAVIDE SAVONE

RENATO GENOVESI

MARIA LA PASTINA

FRANCO COLLALTI

ANTONIO SCASCITELLI

DOMENICO DI COSIMO

NELLO DI GIULIO

GIUSEPPE VIRGILI

CANDIDATI SINDACO CANDIDATI SINDACO CANDIDATI SINDACO

CLAUDIO IORI

FABIO GENOVESI

VIVIANA CACCIATORI

DANIELE TASCA

CANDIDATI SINDACO CANDIDATI SINDACO

I AT D I O ND DAC A C SIN LI A DEG I TR AL ECI DI UNI M CO

AMASENO: Antonio Como, Ernesto Gerardi, Giuseppe Guarcini, Manfredo Bianchi AQUINO: Libero Mazzaroppi, Fausto Tomassi ARPINO: Fabio Forte, Dino Giovannone, Gianluca Quadrini, Renato Rea, Antonella Zarrelli ATINA: Adolfo Valente, Fabio Caira FILETTINO: Luca Saturnini, Paolo De Meis, Gianni Taurisano PICO: Ornella Carnevale PIGNATARO INTERAMNA: Benedetto Mario Evangelista, Benedetto Murro SERRONE: Natale Nucheli, Giancarlo Proietto VILLA LATINA: Luciano Persichini, Luigi Rossi VILLA SANTA LUCIA: Antonio Iannarelli, Nunzia Maria Vitale


PAGINA 6

18 MAGGIO 2018


VENERDÌ 18 MAGGIO 2018

7

ferentino

POMPEO: «SOPRATTUTTO COSÌ SI AFFERMA IL DIRITTO ALLO STUDIO. PROSSIMI ANCHE I LAVORI DI VALORIZZAZIONE ALL'ITIS

Campanella accesa, alla Cola

Dopo i lavori di ampliamento inaugurata la Scuola Primaria intitolata al concittadino ferentinate

U

n’atmosfera gioiosa e una cerimonia impeccabile hanno fatto da cornice all’inaugurazione dei lavori di ampliamento della scuola Simone Cola a Ferentino: le coreografie e i canti dei bambini, la festa dei genitori, la soddisfazione degli amministratori, del dirigente scolastico e del corpo docente e ausiliario. Il Comune ha messo a disposizione dei giovani studenti una struttura moderna e più colorata, completando gli interventi in tempi rapidissimi. Un edificio rinnovato, ampliato, più funzionale ed esteticamente curato anche all’esterno, con lotti comunicanti attraverso passerelle e coperture. Insomma un vero e proprio gioiello, ma soprattutto un edificio sicuro e rispondente a tutti gli ultimi dettami sull’efficientamento energetico. Senza contare la particolare valorizzazione dell’area verde esterna per le attività all’aperto. «A questi giovani che rappresentano il nostro futuro – ha spiegato il sindaco Antonio Pompeo – mettiamo a disposizione un edificio moderno ed efficiente, assolvendo al nostro dovere di amministratori di garantire scuole sicure. Soprattutto così si afferma il diritto allo

LA STRUTTURA SERVIRÀ UN VASTO BACINO DI UTENTI

L'ambulatorio infermieristico diventa finalmente realtà

P studio, come stabilisce la nostra Costituzione. Dopo il plesso Belvedere e la Simone Cola, puntiamo a valorizzare un’altra struttura importante della nostra città come l’Itis, frequentata da studenti di tutta la provincia». «Molto significativo – ha concluso Pompeo – il fatto che questo plesso è intitolato ad un nostro concittadino, Simone Cola, che tanto si è speso per affermare il valore della pace. Ecco, questa cerimonia ci ricorda quanto è importante continuare a difendere questo principio di convivenza, proprio a partire dai ragazzi». «Continua l’impegno costante dell’Amministrazione nel set-

tore della scuola – ha dichiarato l’assessore Francesca Collalti - Strutture sicure e funzionali, oltre ad un coinvolgimento continuo e costante nelle varie iniziative cittadine degli studenti e dei docenti. L’educazione e la crescita dei nostri ragazzi sono un fondamento della nostra comunità». Soddisfazione per il completamento dei lavori è stata espressa, infine, anche dal dirigente scolastico Salvatore Laino che ha rivolto un plauso all’Amministrazione comunale e al sindaco Antonio Pompeo, evidenziando l’attenzione del Comune alle necessità del mondo della scuola che ha potuto riscontare a Ferentino.

resso la Casa della Salute di Ferentino sarà attivato l’Ambulatorio infermieristico, per assicurare un’assistenza sempre più appropriata e continuativa e favorire l’integrazione tra la rete dei servizi ospedalieri e territoriali. L’ambulatorio verrà attivato tutti i giorni, da lunedì a sabato e agli utenti saranno garantite tutte le prestazioni di natura infermieristica, oltre a rappresentare un punto di ascolto sanitario per informazioni e orientamento sulla prevenzione. Un altro servizio, dunque, che potenzia ancor di più l’offerta della Casa della Salute di Ferentino, così come era stato spiegato quando la struttura è stata inaugurata. Ossia, l’impegno per l’aumento progressivo delle prestazioni erogate. Anche in questo caso, così come in occasione dell’inserimento della Casa della salute a Ferentino nel piano aziendale

della Asl, il risultato è il frutto della collaborazione del dialogo tra la Regione Lazio del presidente Nicola Zingaretti e il sindaco di Ferentino Antonio Pompeo. «Voglio ringraziare il presidente Zingaretti – ha spiegato Pompeo – nel momento in cui si è presentata l’opportunità di potenziare la Casa della Salute di Ferentino con il servizio Ambulatoriale infermieristico, mi sono attivato. Il presidente Zingaretti ha subito accolto le richieste, considerando di assoluta necessità la presenza dell’Ambulatorio infermieristico a Ferentino, tenuto conto dell’ampio bacino di utenza che serve. Continueremo così anche in futuro. Dopo anni di tagli e chiusure, abbiamo invertito la tendenza e ora puntiamo a potenziare l’offerta socio sanitaria della nostra Città, proprio a partire dalla valorizzazione del ruolo e delle attività della Casa della salute».

SVELATI I 12 IRRINUNCIABILI PUNTI CHIAVE TRA GLI OBIETTIVI PROGETTI VENTENNALI DOMANI LA PRESENTAZIONE DEL PROGRAMMA

La carica dei 48, per Beretta L'impegno di Collalti Qualità e persone capaci, e una città a misura d'uomo per lo sviluppo del paese la ricetta del sindaco uscente

M

artedì sera i tanti volontari che lavorano dietro le quinte, 48 candidati consiglieri comunali e un candidato sindaco, hanno dato il via alla campagna elettorale della Coalizione Civica per Ferentino per Maurizio Berretta Sindaco. Un programma elettorale che fonda le sue ragioni, soprattutto, ma non esclusivamente, nei seguenti punti di programma, chiari e irrinunciabili, con l’inclusione e la partecipazione attiva perché si concretizzino: - la dignità del lavoro; - il sociale che piace a noi; - riqualificazione ambientale e sanità; - una città sicura;

- una nuova mobilità urbana; - riqualificazione urbana e sicurezza stradale; - l’accessibilità universale allo sport; - una città turistica e ospitale; - studio e cultura; - una macchina amministrativa funzionale; - gestore idrico; - tutela degli animali. «Tanto entusiasmo con tutti gli addetti ai lavori della nostra coalizione ha commentato Beretta - siamo pronti a ricucire il tessuto sociale disgregato, con impegno passione e dedizione cambieremo questa città. Una Città a misura d’uomo, dove non deve mancare lavoro; curata nei particolari e soprattutto ospitale».

P

er l’elezione diretta del Sindaco e del Consiglio Comunale alle Elezioni Amministrative del 10 giugno nel Comune di Ferentino, il candidato sindaco, l'avvocato Franco Collalti e le liste che lo sostengono (Cambiare, Forza Italia, Insieme per Ferentino e Lega) ufficializzano il programma elettorale che riportiamo di seguito nei punti salienti, tutti da sviscerare e approfondire: - Risorse, gestione economica ed amministrativa del Comune; - Un ruolo da protagonisti per i Ferentinati; - Servizi; - Ferentino città turistica; - Pianificazione Urbanistica: un visione a 20 anni.

«Il mio programma – spiega lo stesso avvocato candidato alla fascia tricolore, Franco Collalti - mette al centro lo Sviluppo, affrontando il rapporto tra ambiente, salute e lavoro e i nuclei tematici di turismo, commercio, servizi e decoro urbano, con la particolare intenzione di accogliere e sperimentare le migliorie suggerite dai concittadini e di coinvolgere tutte le aziende del territorio, attuando un'apposita rotazione degli affidamenti». Collalti, sabato alla presentazione delle liste a sostegno della sua candidatura, aveva dichiarato: «Non una semplice firma, ma un impegno verso la nostra città».

S

aranno le Terme Pompeo ad ospitare l’apertura della campagna elettorale del candidato a sindaco di Ferentino Antonio Pompeo e delle liste che lo sostengono, prevista per domani, a partire dalle 18. «Si parte ufficialmente per questa campagna, da vivere in mezzo alla gente - ha dichiarato Pompeo - Mi auguro che possa essere leale e serena, condotta da tutti nel rispetto delle regole e della normale dialettica che ogni competizione elettorale prevede. Sono pronto per continuare, come mi piace ripetere da tempo, a scrivere una bella storia per la nostra città, fatta di progetti, di opere pubbliche, sviluppo socio culturale,

turismo; di conti in ordine e tasse che scendono, di sostegno a chi è in difficoltà. Si riparte dai tanti risultati raggiunti in questi anni, per migliorare ancora. La mia è una ricetta semplice: persone capaci e idee vincenti. La squadra che mi sostiene è forte e coesa. Esperienza ed entusiasmo, tanti giovani, tante donne, diversi rappresentanti del mondo delle associazioni e delle professioni. Un gruppo vincente. E poi ci sono le idee e i progetti, di grande qualità. Nel corso della serata illustreremo gli obiettivi dei prossimi cinque anni per rendere la nostra città ancora più sviluppata, moderna, sicura e con maggiori opportunità per tutti».


8

VENERDÌ 18 MAGGIO 2018

alatri

NEL SALOTTO DELLA CITTÀ VERRÀ POSIZIONATO UN MODERNISSIMO SILOS DI CEMENTO: LA CITTÀ CONTINUA A VOLARE

Arriva il nuovo "monumento" Farà il boom con i turisti?

A

giorni in Piazza Santa Maria Maggiore verrà posizionato un nuovo monumento. In tempo per l’arrivo del primo caldo e in vista delle piacevoli serate di inizio estate. Il monumento sarà alto 7,50 metri e alto 2,50 metri. Un monumento moderno, in ferro, che richiamerà senza dubbio un gran numero di turisti. Ad annunciarlo è stata la stessa amministrazione che svela alla cittadinanza che tipo di opera verrà posizionata nel salotto della città. Si tratterà di un moderno silos per il cemento, di quelli di nuova generazione, intendiamoci.

■■■

IN CITTÀ È TANTA L'IMPAZIENZA CHE GIÀ INIZIANO A CIRCOLARE LE PRIME INDISCREZIONI SU COME VERRÀ POSIZIONATO IL MONUMENTO

Spiegano dall’amministrazione: «L'istallazione dello stesso che in un pri-

mo momento, da accordi presi con la ditta esecutrice, non doveva avveni-

re si è resa oggi indispensabile per velocizzare e rendere maggiormente

efficienti le operazioni di intonacatura delle murature interne del

Palazzo ed evitare il via vai continuo di camion e mezzi d'opera lungo tutto il corso. Ci scusiamo in anticipo per il disagio che sarà eventualmente provocato al momento dell'istallazione dell'impianto. La Polizia Locale provvederà a disporre tempestivamente quanto necessario per garantire la sicurezza dello svolgimento delle operazioni e la relativa segnaletica». Intanto, da notizie che trapelano dalle stanze comunali di Piazza Santa Maria Maggiore, da quando si è saputo del posizionamento dell’importante monumento, si sono moltiplicate le richieste di poter visitare la città. Sono inoltre schizzate alle stelle le prenotazioni nelle strutture museali. Insomma c’è grande impazienza per quello che a tutti gli effetti può essere considerato l’evento dell’anno. C.C.

AGEVOLAZIONI PER CHI HA VISITATO LA MOSTRA DEL CRISTO SVELATO ANDRANNO IN SCENA GLI ALLIEVI DELLA SCUOLA

Sistema museale urbano, sconti per gli appassionati

I

l consigliere delegato alla cultura del Comune di Alatri Carlo Fantini comunica che tutti i possessori del biglietto d’ingresso alla mostra del “Cristo svelato”- La Pietà di Girolamo Troppa ospitata nella chiesa degli Scolopi avranno diritto ad un’agevolazione: un euro di sconto sul biglietto d’ingresso al Museo civico di Alatri, ed al Cristo nel Labirinto. Tale opportunità è valida fino al 30 settembre 2018. Il Cristo nel Labirinto e il Museo civico, così come l’area ar-

cheologica dell’Acropoli fanno parte del Sistema museale urbano (Smu). Il “Cristo nel Labirinto” è un affresco misterio-

so del XIV secolo. Nel museo, invece, insistono tra l’altro una sezione demo antropologica, una parte archeologica molto interessante con sale dedicate ai recuperi della Guardia di finanza, all’antica Aletrium con il tempietto etrusco-italico. Comunque una struttura sempre in work in progress. A tal proposito il 19 maggio si svolgerà un’interessante mostra di quadri e materiale dedicato al “Costume ciociaro del ‘800’ curato da alcune classi del liceo Pietrobono e dall’insegnante Maria Scerrato.

Rassegna "Alatri a Teatro": si chiude il prossimo 27 maggio con "Le allegre comari di Windsor"

A

latri a Teatro. Verso la conclusione la serie di spettacoli della Sezione Invernale delle Officine Culturali della Regione Lazio con il patrocinio del Comune di Alatri. Il tutto a cura dell'Associazione "Frosinone Teatro" e "Officina Bonvoyage". Dopo gli appuntamenti del 14 febbraio, 25 febbrario, 16 marzo e 15 aprile, si chiuderà il 27 maggio alle ore 18 con il Saggio Spettacolo della Scuola di Teatro di Alatri "Le Allegre Comari di Windsor", da W. Shakespeare. Regia di Luca Simonelli con gli Allievi Attori della Scuola di Teatro di Alatri.


VENERDÌ 18 MAGGIO 2018

veroli

9

NELL'INTERVISTA LA CONSIGLIERA COMUNALE FRANCESCA CERQUOZZI ATTACCA IL PARTITO DOPO LA DEBACLE ELETTORALE

«Rifondare il Pd cittadino»

Molti vedono la giovane come la prossima candidata alle prossime Amministrative del 2019 Egidio CERELLI

F

rancesca Cerquozzi la giovane verolana candidata alla Camera è un pò arrabbiata con i verolani che hanno pensato a far propaganda politica agli ‘stranieri’ più che per lei. Fa una sorta di riflessione a voce alta deve far meditare i politicanti di casa. «Le elezioni del 4 marzo scorso ci consegnano un cambio di fase talmente radicale da non poter lasciare alibi a nessuno. Questo voto ci dice che dobbiamo rimetterci a studiare, a capire, ad ascoltare. Tutti nessuno escluso. Perché tutti – classe dirigente, amministratori, militanti - abbiamo fallito. Che cosa abbiamo sbagliato?»- è l’incipit del suo sfogo che va capito e giustificato in toto. «Sicuramente non siamo riusciti a comunicare il nostro messaggio agli elettori. Non siamo riusciti a far capire cos’è il Partito Democratico, per cosa si batte e quali sono i valori, i principi e i macro obiettivi perseguiti». Ciò premesso, è anche vero che è mancata una prerogativa di base: la po-

S

■■■

NELLA FOTO ACCANTO LA BELLA CONSIGLIERA COMUNALE DEL PD FRANCESCA CERQUOZZI, GIÀ CANDIDATA ALLA CAMERA DEI DEPUTATI

litica, infatti, dovrebbe essere costruzione di senso, di un’idea, un progetto di società, e deve necessariamente prevedere la partecipazione delle persone attraverso un vero confronto e un dibattito. «Un dibattito che a Veroli non c’è stato - prosegue la bella romanista che ha presenziato l’altra sera alla presentazione della lista “Insieme per Crescere 2.0” con candidato a sindaco Renato Genovesi-.

abato e domenica a Borgo Santa Croce terza edizione di "Saperi e Sapori". «Il protagonista il pane di Veroli – dice l’assessore all’artigianato, al commercio e alle politiche del lavoro Luca Renzi – Non è affatto casuale neanche la scelta del luogo, Santa Croce da sempre fucina di commercianti e artigiani, con una predilezione per la preparazione della classica ciambella». L'evento, se Giove Pluvio lo permetterà, proporrà anche i produttori di settore provenienti da Amaseno, Val di Comino e zona Pontina per promuovere le proprie specialità. Occasione questa per promuovere anche le bellezze artistiche del Borgo un tempo sede dell'artigianato locale e di tutta la cittadina ernica. Gli stand gastronomici avranno al loro fianco anche eventi culturali, grazie all'impegno proofuso anche questa volta

C’è qualcuno che ricorda una iniziativa politica organizzata nell’ultimo anno? Niente di niente. Bisogna ricostruire, quindi, una dimensione collettiva del partito con un atto fondativo che segni un nuovo inizio e una nuova relazione, attiva e dialogante, tra il circolo locale Pd e il suo popolo di riferimento: i verolani». Per fare questo occorre dare segnali chiari. «C’è bisogno, infatti, di

persone che credono davvero negli ideali fondanti del Partito Democratico. Non si tratta di sostenere una personalità piuttosto che un’altra, o meglio non si tratta solo di questo. Ciò che conta sono, appunto, le idee e i valori che il Partito Democratico rappresenta e persegue. Solo nella condivisione di queste prerogative sarà possibile credere e lottare per il Partito, sempre e non a momenti alterni».

Insomma c’è bisogno di militanti che sappiano mettere i valori per i quali il PD si batte prima del proprio destino personale. «Certamente! – sottolinea la Cerquozzi- In questo senso, il lavoro dei circoli è assolutamente fondamentale. Il circolo verolano deve avere una sede aperta e attiva: non è pensabile utilizzarla solo 24 ore all’anno, giusto il tempo di registrare le iscrizioni! Oggi più che mai il Partito è chiamato a svolgere anche una funzione sociale ed è importante, quindi, avere dei luoghi a disposizione nei quali si possa accedere liberamente, senza chiedere il permesso a nessuno». È quanto è mancato a Veroli. «Per questo, ora è necessario ripartire tutti insieme al fine di collaborare con il Commissario Maurizio Cerroni, nominato alcuni giorni fa dal Segretario Reggente Provinciale Domenico Alfieri. Solo insieme potremo ricominciare ad occuparci di Politica, quella con la P maiuscola che si occupa dei veri problemi dei cittadini». In effetti Cerroni, ex Sindaco di Ceccano, ha una grande esperienza

politica e sicuramente saprà dettare una linea chiara, limpida, semplice ma allo stesso tempo precisa e puntuale. «Sono sicura – prosegue la nostra interlocutrice - che Maurizio non agirà come un semplice notaio, ma ci darà una mano a ritrovare quell’unità che abbiamo perso ormai da molto tempo - dalle amministrative del 2014 - ma che oggi, più che mai, è necessaria». Tra un anno ci saranno le Amministrative a Veroli. Dicono che potresti essere la candidata del Pd, anche perché Cretaro non è iscritto al Pd. «Staremo a vedere ponderando tutte le ipotesi che verranno proposte- conclude Francesca Cerquozzi- Solo quando il PD sarà di nuovo al centro del dibattito pubblico e sarà in grado di affrontare temi e questioni importanti per i verolani, allora potrà pensare a come gestire le sfide future» . In mollti credono in lei ipotizzando una sua candidatura per le prosssime elezioni amministrative. Potrebbe essere lei del PD l'avversario politico di Simone Cretaro senza tessera politica che potrebbe tuttavia ricandidarsi.

SABATO E DOMENICA PRESSO IL BORGO DI SANTA CROCE

Terza edizione dell'evento artigianale "Saperi e Sapori"

■ ■ ■ SOPRA LA LOCANDINA DELLA MANIFESTAZIONE,AL CENTRO

UN BANCO ANNI PASSATI,I DUE ASSESSORI RENZI E VERRO

dall’assessore Cristina Verro che informa i nostri lettori dicendo che «sabato le vie del borgo medioevale verranno allietate dalle note itineranti di musica na-

poletana, domenica dall’ormai consueto incontro con i ‘Tanto pe canta’ che a Veroli sono ormai di casa. Appuntamento sabato pomeriggio e domenica per l'im-

portante evento al fine di percorrere insieme un viaggio alla riscoperta del passato, tra tradizione e ricordi ed anche gustare i prodotti di oggi.


10

VENERDÌ 18 MAGGIO 2018

BOVILLE ERNICA-veroli

BOVILLE ERNICA - IN OCCASIONE DEL XXVI ANNIVERSARIO DELLE STRAGI DI CAPACI E DI VIA D'AMELIO

L'Istituto comprensivo statale di nuovo sulla nave della Legalità

Egidio CERELLI

L

a Nave della legalità salpa anche quest'anno dall’Istituto Comprensivo Statale di Boville Ernica,direzione Palermo! In occasione del XXVI anniversario delle stragi di Capaci e Via D'Amelio . La Scuola Secondaria di I grado dell’Istituto Comprensivo di Boville Ernica, ha fatto centro di nuovo “contro la mafia”, avendo scelto il cammino prioritario della Legalità per i cittadini di oggi e di domani. Anche quest’anno, per la terza volta, è risultata tra i vincitori del concorso nazionale indetto dalla Fondazione Falcone, a seguito del Protocollo di Intesa con il Miur, e con il Patrocinio della Polizia di Stato. L’Istituto già due anni fa è stato riconosciuto sulla “buona strada” verso la Legalità, con la partecipazione a Roma all’evento “Palermo chiama Italia”, dove gli studenti si sono uniti in un unico coro, un’unica voce per dire "no" a tutte le ma-

■ ■ ■ IN ALTO FALCONE E BORSELLINO ED AL CENTRO IL LAVORO DELLA SCUOLA

fie. Poi dallo scorso anno, sempre più impegnati e convinti, hanno raggiunto questo prestigioso traguardo del viaggio sulla “nave della Legalità. Tutta la popolazione scolastica dei tre settori dell’Istituto, Scuola dell’Infanzia, Scuola Primaria e Scuola Secondaria di I grado, ha fatto un percorso didattico-formativo sistematico per tutto l’anno scolastico, riflettendo a lungo, con testi, rappresentazioni, videoproiezioni, rassegne culturali, componimenti letterari, creazioni artistiche

e musicali, sul sacrificio di uomini e donne dello Stato che hanno creduto e si sono impegnati per affermare i valori della giustizia e della libertà nel nostro Paese. “Angeli custodi: l’esempio del coraggio, il valore della memoria” è il tema del percorso di riflessione individuato per le celebrazioni del XXVI Anniversario delle stragi di Capaci e di Via D’Amelio che si terranno il 23 maggio 2018, a Palermo , e l'Istituto sarà presente per la seconda volta con una delegazione di 4 studen-

ti, 1 docente e il Dirigente Scolastico , prof.ssa Nisia Bianchi, sulla NAVE DELLA LEGALITA’; a Palermo, migliaia gli studenti accoglieranno la delegazione, con una cerimonia dall’alto valore educativo e simbolico, nel momento conclusivo di un lungo percorso di Educazione alla Legalità che l’Istituto Comprensivo di Boville Ernica da tempo ha deciso di portare avanti e di farne la sua bandiera . Tutti gli alunni hanno prodotto, con i mezzi espressivi ritenuti a loro più idonei ,

degli elaborati che hanno messo in risalto l’importanza della memoria di quei tragici eventi, grazie al percorso formativo che hanno svolto con i loro insegnanti nel corso dell’apprendimento annuale. I vincitori del concorso si sono cimentati, anche questa volta, nella produzione di un dipinto realizzato con tecnica mista, di cm 70 x100, sotto la guida della Prof.ssa di Arte Annunziata Scarano, di due canzoni, con testi e musica scritti da loro, coadiuvati dai Professori Augusto Colasanti ed Emilio Fiorini. Con questi elaborati, pittorici e canori, i ragazzi hanno celebrato l’evento in cui persero la vita Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Paolo Borsellino e le loro scorte formate dagli agenti della Polizia di Stato Antonio Montinaro, Vito Schifani, Rocco Dicillo, Agostino Catalano,

Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina, che rappresentano l’esempio e la consapevolezza di chi rischia ogni giorno la propria vita per proteggere un’altra persona. La delegazione che si reca a Palermo sulla Nave della Legalità, dal 22 al 24 Maggio, composta da Giulia Margagnoni, Michela Iori, Giulia Piscitello, Giulia Fratarcangeli, la docente Annunziata Scarano , Referente del Progetto Legalità, la Dirigente Nisia Bianchi, porterà in alto il vessillo che l’Istituto Comprensivo Boville Ernica, ha fatto proprio il dovere di tutti di tenere vivo il ricordo di chi si schiera dalla parte della legalità, di chi riafferma con l’impegno personale, quotidiano, il valore della vita e dell’onestà, della giustizia e della libertà. Buon viaggio e ad maiora!

VEROLI - PER RISOLVERE L'ANNOSO PROBLEMA DEL PARCHEGGIO

Egidio CERELLI

O

ggi esiste in centro la ZTL che per gli orari previsti non dovrebbe far male a nessuno. Anzi potrebbe dare maggiore impulso di sera alle attività dei commercianti. Nell'occasione però ci torna in mente quel parcometro di 'fioriniana' memoria che salvò quel centro storico ricco di parcheggi selvaggi che nessuno riusciva a sistemare civilmente. Ci pensò il sindaco Carlo Fiorini a far posizionare parcometri o parchimetri nelle due piazze più importanti della cittò. <Ti

Parcometri per il centro storico?

Basterebbero due ausiliari per controllarne la funzionalità regolando così il traffico

ricordi quando più di un consigliere manifestò in piazza con manifesti?- ci dice un tantino risentito- ebbene successivamente si fu costretti allo smantellamento dei parchimetro di piazza Palestrina. Oggi si vive con tanta di quella rabbia poiché non si riesce a trovare, come peraltro hai benissimo evidenziato più di una volta tu>. Non ha torto il dottor Fiorini giacché è la triste realtà degli ultimi tempi in un cen-

tro storico che langue, che ha visto sparire tanti residenti oltre che tanti commercianti e con questo ha lasciato in giro un permissivismo selvaggio con tanto caos. Un ritorno all'antico sarebbe auspicabile come si può notare in tutti gli altri centri storici (vedi le vicine città di Ferentino e di Alatri). Ed allora, che ne dite di un ritorno del parcometro con due ausiliari a controllarne l'efficienza?

■ ■ ■ IL PARCOMETRO CHE ERA IN PIAZZA PALESTRINA


VENERDÌ 18 MAGGIO 2018

boville ernica

11

CINQUE LE CANDIDATE DELLA LISTA "INSIEME PER CRESCERE 2.0". DOMENICA SERA SARANNO ALLE 18 A MADONNA DELLE GRAZIE

Le donne di... Renato Genovesi

«Siamo convinte di aver fatto la scelta giusta nel segno della continuità amministrativa»

C

inque sono le donne che sono candidate con la lista "Insieme per crescere 2.0" che ha come candidato a sindaco il dottor Renato Genovesi. Di loro riportiamo il breve intervento che hanno avuto la sera della presentazione ufficiale. Le stesse che domenica pomeriggio si presenteranno di nuovo al popolo di Boville alle ore 18 di domenica prossima nella popolosa frazione della Madonna delle Grazie. L'unica che è tuttora ancora assessore della Giunta uscente di Piero Fabrizi è Antonella Bernardi. ANTONELLA BERNARDI «Mi sono ricandidata per finire il programma intrapreso da cinque anni a questa parte. Sono molto soddisfatta della mia scelta politica perché sono coerente con me stessa avendo la stima della gente che mi ha votato ! Continuerò ad ascoltare le problematiche che ogni cittadino ci presenterà! Sono stata sempre me stessa e continuerò a farlo con più impegno di prima. Nel programma ci saranno tante proposte a cui pensare se torneremo a guidare il nostro paese. Nostra intenzione è di non farci la guerra gli uni con gli altri! Affronterò questa campagna elettorale con la massima tranquillità ! JENNY MALANDRUCCOLO «Sono laureata e specializzata in scienze della comunicazione. Ho scelto di candidarmi con Renato Genovesi sindaco perché lo conosco da quando ero piccola e sono certa che lui è il solo, dotato di grande intelligenza, di umiltà e di

TUTTI PRONTI PER LA CONTESA ELETTORALE Egidio CERELLI

■ ■ ■ RENATO GENOVESI

■ ■ ■ ANTONELLA BERNARDI

■ ■ ■ JENNY MALANDRUCCOLO

■ ■ ■ GIUDITTA SAPIENTI

■ ■ ■ MARTA FRATARCANGELI

■ ■ ■ FRANCESCA PATRIZI

sindaco, Renato Genovesi, e dei miei compagni che sono con me candidati nella lista “Insieme per crescere 2.0”. Tutto questo perché in loro ho notato la sensibilità nei confronti delle attività sportive intese come strumento di crescita, di educazione e di formazione dei giovani come momento di condivisione per gli adulti e gli anziani. Sono contenta ed orgogliosa dunque di dar parte di una lista, di un gruppo di persone eccellenti sul piano delle competenze e delle capacità amministrative ed il mio impegno nei confronti di tutti i miei compaesani sarà proprio quello di essere parte attiva e presente nella gestione della cosa pubblica e del nostro territorio e di trasmettere i giusti valori anche con il linguaggio universale dello sport. La nostra lista con Renato Genovesi candidato a sindaco soddisfa tutti i miei sogni e spero anche quelli dei miei concittadini».

la è un obiettivo primario. I bambini sono la nostra continuità quindi nostro dovere farli crescere in un ambiente formativo educativo sano e armonioso. Un paese non può ad oggi dirsi in crescita se non valorizza, non tutela, non affianca quelli che saranno gli uomini di domani».

smisurata creatività, in grado di portare avanti un progetto già magistralmente intrapreso da Piero Fabrizi. Ho avuto il piacere di collaborare già con l'amministrazione uscente durante uno stage universitario, dove ho potuto constatare il grande lavoro che c'è dietro ogni attività e dove ho rafforzato la mia passione e la voglia di fare in favore di Boville. Ma c'è ancora molto da progettare, da inventare. Il nostro gruppo, trascinato dal leader Renato Genovesi, può dare ancora tanto alla nostro amato paese». GIUDITTA SAPIENTI «Sono laureata in scienze motorie presso l’Università Roma- Foro Italico. La mia professione è insegnante di discipline sportive e ludico sportive. In questo ultimo anno sono diventata moglie e madre. Mi sono candidata perché ammiro la serietà e l’onestà del nostro candidato

MARTA FRATARCANGELI «Sono originaria di Boville e sono residente in Panicelli.Sposata e mamma di due bambine. Vicina alla scuola e alle famiglie come rappresentante di classe alla primaria per 5 anni, per 3 anni membro del consiglio di istituto dell'istituto comprensivo di Boville e Rappresentante di classe anche al liceo Sulpicio di Veroli. Sono stata e sono tuttora anello di congiunzione tra scuola, insegnante e famiglie. Questo è il motivo principale della scelta della lista “Insieme per crescere2 .0” con Renato Genovesi candidato a sindaco, in quanto la scuo-

FRANCESCA PATRIZI «Ho 28 anni, sposata e mamma da sei mesi. Laureata in Scienze dell'Educazione e in Scienze Pedagogiche, ho sempre lavorato nel sociale e nel campo dell'educazione, in particolare con bambini ed adulti con disabilità. Credo fortemente dell'inclusione sociale, nell'uguaglianza dei diritti, nelle pari opportunità, basi di un paese giusto ed efficiente. L'anno scorso ho svolto il Servizio Civile presso i Servizi Sociali del Comune e ciò mi ha avvicinato ai bisogni dei miei concittadini. Attualmente collaboro come educatrice presso la Sezione Primavera "La Casetta delle favole" in località Scrima. Ho svolto volontariato, facendo parte di associazioni, esperienza che ha maturato in me il concetto di dare, donare senza avere nulla in cambio. Il mio interesse è rivolto verso il sociale, particolarmente promosso dal nostro programma, che pone attenzione ai bisogni sociali, economico ed educativi del nostro paese. Infine devo dire che Renato Genovesi è per tutti noi una garanzia». E lui l'interessato? «Ho ascoltato con attenzione quanto da loro detto anche se emozionate sabato sera. Ne sono oltremodo felice ed orgoglioso».

I

91 candidati si sono presentati al popolo baucano: 84 in qualità di consiglieri e 7 quali sindaci. Se ne son sentite di tutti i colori durante i rispettivi incontri di presentazione delle liste. Ognuno rivendicando per sé più virtù che difetti dimenticando l’aneddoto che recita “riconoscere sì le proprie capacità ma anche i propri difetti”. In altre parole si è cercato di vedere a tutti i costi la pagliuzza nell’occhio dell’avversario che la trave nel suo. Basti pensare che il discorso centrale dell’intervento del candidato a sindaco di "Tu Protagonista", Enzo Perciballi si concludeva coram populo…<abbiamo scelto ■ ■ ■ MARTA DIANA piazza San Pietro anziché il chiostro perché siamo in tanti>. Oppure realizzando una mappa del territorio con i candidati di zona. Ebbene sì questa è la verità che forse poteva appartenere, se proprio vogliamo essere cinici e non franco- ■ ■ ■ ORLANDO CERVONI bollati ad isterici e populistici pensieri a Memmo Di Cosimo che in piazza dedicata ad un altro Santo, San Francesco, alla prima uscita ha raccolto tanti accoliti amici. Il chiostro non è stato però scarso a presenze data l’ora non tarda e quin- ■ ■ ■ ENZO PERCIBALLI di meno adatta. Tant’è che i circa trecento sono stati attenti per oltre due ore ad ascoltare gli interventi di Renato Genovesi, del sindaco uscente Piero Fabrizi e di altri candidati sino alla fine quando insieme hanno sorseggiato un buon bicchie- ■ ■ ■ FABIO GENOVESI re di vino senza brindare per l’auspicabile successo. Buone le presenze alle due presentazioni che hanno visto protagonisti la donna candidata Marta Diana dal nuovo look sui ‘santini’ troppo 'computerizzata' la sua immagine, era più at- ■ ■ ■ DOMENICO DI COSIMO traente prima con le bionde e lunghe trecce, ed il Che Guevara. Il simpaticone di Orlando Cervoni si è presenatato in quel di Zì Pierino. Non ha centrato l’obiettivo prefissatosi l’idea del candidato di centrodestra Claudio Iori di proporsi al ■ ■ ■ CLAUDIO IORI popolo in aula consiliare. I pentastellati hanno proposto onorevoli a più non posso per far riascoltare quella ormai nota ‘nenia’ politica che sa più di nazional-popolare che di locale etnia politica. Dunque le contese sono aperte e si andrà avanti sino alla mezzanotte di venerdì 8 giugno. I guanti di sfida sono stati lanciati. Chi riuscirà a colpire con gli “schioppetti baucani” per far fuori l’avversario?

Tu SPORT n. 133  
Tu SPORT n. 133  
Advertisement