Page 1

Venerdì 13 Luglio 2018

Direttore Responsabile: Marco Ceccarelli Redazione: Tel. 393 6239680 - tunews.redazione@gmail.com Editore: Globalpress S.r.l. - P. Iva 02714820590 globalpress.amministrazione@gmail.com Stampa: Centro Offset Meridionale s.r.l. - Caserta Tiratura media 6.000 copie

€ 0,50

NEWS

FROSINONE

PASSIONE PER L'INFORMAZIONE

INSERTO DELL'EDIZIONE ODIERNA DELLA TESTATA GIORNALISTICA TU SPORT

GRATUITO - Edizione lancio

Teatro tra le Porte e Festival dei Consevatori, in estate il Centro Storico torna a vivere Online anche il sito web di Frosinone Alta

PAGINA 2-4

LA STRAGE DEGLI INNOCENTI

IN POCHE ORE UNA RAGAZZINA PERDE LA VITA IN UN INCIDENTE IN PISCINA E UNA BIMBA LOTTA PER SOPRAVVIVERE IN COMA A SOLI DUE ANNI E GIÀ ORFANA DELLA GIOVANE MADRE, DECEDUTA NELLO SCHIANTO IN SUPERSTRADA ALL' INTERNO L'INSERTO

FOOD

VICO NEL LAZIO

Il presidente della Corte Costituzionale Giorgio Lattanzi sabato nella cittadina ernica PAGINA 2

BOVILLE ERNICA

PAGINA 3

FERENTINO

Finalmente riapre il parco per bambini ed anziani nel centro storico della città PAGINA 7

ALATRI

Al via il festival della chitarra tra musica e tanti artisti nazionali Pompeo: «Eccellenza tutta nostra» PAGINE 7

Parcheggi e strisce blu, cittadini e commercianti contro l'Amministrazione PAGINA 5


2

spettacolo & cultura

VENERDÌ 13 LUGLIO 2018

BUONA LA PRIMA CON "IL GUFO E LA GATTINA". PROSSIMO APPUNTAMENTO MERCOLEDÌ

Il “Teatro tra le Porte” riempie piazza Valchera S e fosse stato ospitato all’interno di una struttura tradizionale, per lo spettacolo “Il gufo e la gattina” si sarebbe parlato di “tutto esaurito”. La pièce che ha visto Rita Forte e Pietro Longhi interpretare la strana coppia formata da uno scrittore (Felix) e una cantante (Dora), per la regia di Silvio Giordani, è stata invece portata in scena a piazza Valchera, nel centro storico di Frosinone. La splendida location è apparsa, mercoledì sera, gremita più che mai in occasione dell’apertura della nuo-

■■■

NELLA FOTO LA FOLTA PLATEA INTERVENUTA IN OCCASIONE DELLA PRIMA TEATRALE AL CENTRO STORICO

va edizione del “Teatro tra le porte”. La rassegna teatrale estiva, organizzata, anche quest’anno, dall’amministrazione Ottaviani con il contributo della Banca Popolare del

Frusinate, ha mostrato, dunque, di poter contare su un pubblico affezionatissimo di spettatori provenienti da tutta la provincia. <Anche quest’anno, in

virtù di un cartellone coinvolgente e a ingresso totalmente gratuito, la rassegna teatrale estiva in piazza Valchera costituirà un’avvincente anteprima della stagione teatrale di prosa che, dal prossimo autunno, ritornerà all'interno del teatro comunale Nestor - ha dichiarato il sindaco Nicola Ottaviani - Grazie alla programmazione culturale messa in campo dal Comune di Frosinone, da sei anni, l’esodo che le famiglie e i giovani frusinati erano costretti a compiere, d’estate, alla volta di manifestazioni

SABATO SERA

ospitate dai comuni limitrofi e fuori provincia, è finalmente venuto meno: il nostro capoluogo si è ormai riappropriato del ruolo che la storia e la posizione geografica gli avevano tributato nel corso del tempo. Per la nostra amministrazione, la cultura costituisce un patrimonio condiviso, un elemento di identità e di coesione sociale, che va coltivato e promosso con ogni mezzo e che, soprattutto, deve essere accessibile a tutti. Tali propositi si sono concretizzati, inoltre, con l’acquisizione di due teatri comunali, divenuti di proprietà pubblica, e la realizzazione di due stagioni teatrali ogni anno, una classica e l'altra estiva>. L’appuntamento con il “Teatro tra le porte”, in piazza Valchera alle 21.15, ad ingresso gratuito, tornerà il 18 luglio. Paola Minaccioni sarà la protagonista assoluta della serata in un live elettrizzante in cui darà vita ai suoi personaggi più noti nati tra Tv e radio, in un vortice di comicità irresistibile: un’istantanea sui nostri tempi, una pausa dalla nostra quotidianità, per ridere insieme, anche e soprattutto di noi.

D'Alessio in concerto al Centro Le Sorgenti

U

n grande appuntamento con la musica leggera italiana è fissato per domani (sabato 14 luglio) presso il Centro commerciale Le Sorgenti di Frosinone. A partire dalle ore 21, infatti, ci sarà il concerto di Gigi D'Alessio. L'ingresso dell'evento è gratuito. Per l'occasione le attività commerciali del centro resteranno aperte fino alla mezzanotte.


VENERDÌ 13 LUGLIO 2018

frosinone e provincia

3

IN POCHE ORE UNA RAGAZZINA DI APPENA 13 ANNI PERDE LA VITA IN UN INCIDENTE IN PISCINA E UNA BIMBA LOTTA PER LA SOPRAVVIVENZA DOPO UNO SCHIANTO

La Ciociaria piange

La piccola, di appena due anni, è in coma e già orfana della giovane madre, deceduta nel sinistro in superstrada

I

n poche ore tre tragedie hanno colpito la Ciociaria. Due persone morte e una in coma. Due di loro sono piccoli angeli innocenti di 2 e 13 anni. Quest’ultima è deceduta per un incidente in piscina. La più piccola, invece, è in come e ora lotta tra la vita e la morte. Ed è già orfana della giovane madre, deceduta nello schianto in superstrada. Si è verificato tutto mercoledì. La 13enne, frusinate residente a Morolo, ha visto la morte intorno alle 17 nella piscina di un hotel di Sperlonga, dove era in vacanza. All'improvviso, stando ad una prima ricostruzione dei fatti che sono ancora in fase di accertamento da parte degli inquirenti, sarebbe stata risucchiata verso il fondo della piscina, forse a causa di un’anomalia nell’impianto. Inutile ogni tentativo di divincolarsi: immediatamente soccorsa, è morta nella notte nel reparto Rianimazione dell'ospedale "Gemelli" di Roma dove era ricoverata Troppo gravi sarebbero statti, secondo i primi riscontri, i danni provocati al suo organismo dalla lunga permanenza sul fondo della piscina senza

ossigeno. Un dolore incolmabile quello lasciato dalla 13enne nei parenti e negli amici che hanno sperato fino alla fine che posse farcela. E invece la drammatica notizia non è tardata ad arrivare. Sull'accaduto è stata aperta un’inchiesta da parte della Procura della Repubblica che vuole vederci chiaro e per questo ha disposto il sequestro della struttura dove si sono verificati i fatti per i riscontri di rito. La piccola di due anni coinvolta nell’incidente stradale, sempre mercoledì, è ancora viva, anche

se le sue condizioni sono gravissime. La piccola è ricoverata in Rianimazione al "Bambin Gesù" di Roma, dove è stata trasferita in eliambulanza dall'ospedale "Santa Scolastica" di Cassino. È rimasta coinvolta nel tragico incidente sulla superstrada Cassino-Sora nel quale è morta la madre 38enne originaria di Pontecorvo. È morta sul colpo nell'ammasso di lamiere in cui si è ridotta la sua Lancia Y. Tragedie immani che hanno colpito la Ciociaria, che da due giorni piange i propri figli.


4

VENERDÌ 13 LUGLIO 2018

frosinone

SUL PORTALE MESSO IN CAMPO DAL VULCANICO ASSESSORE ROSSELLA TESTA AZIONI INTRAPRESE E OBIETTIVI FUTURI

Un Centro storico con il... www: nasce il sito web di Frosinone Alta

N

ei giorni scorsi, l’assessore al centro storico Rossella Testa ha presentato ufficialmente il sito internet dedicato al Piano di gestione, progetto ideato dall’Amministrazione Ottaviani con lo scopo di riqualificare la parte alta della città, rilanciandone, nello stesso tempo, il tessuto economico, sociale e culturale. Il sito è raggiungibile all'indirizzo http://frosinonealta.comune.frosinone.it/ frosinone-alta/ ed è stato realizzato da Iacopo Spaziani. Lo spazio web, di facile navigazione,

■■■

NELLA FOTO SOTTO LA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO CHE HA PORTATO ALLA CREAZIONE DEL SITO WEB DI FROSINONE ALTA; IN ALTO A DESTRA L'ASSESSORE COMUNALE AL CENTRO STORICO ROSSELLA TESTA

contiene tutte le azioni intraprese, e gli obiettivi futuri, dell’assessorato, di concerto con il gruppo di lavoro creato ad hoc. Sono inoltre indicati, sul sito, i portatori di interesse che hanno sottoscrit-

to, nei mesi scorsi, l’adesione a impegnarsi nella realizzazione degli obiettivi del Piano in sinergia con il Comune: Banca Popolare del Cassinate, Confcommercio Lazio sud, Unione artigiani

italiani, Immobileuro, Pro Loco di Frosinone, associazione culturale ViviCiociaria, agenzia immobiliare Vittorio Veneto, Confimprese Frosinone, associazione culturale Rione Giardi-

no, asd Maluma, Made In, Accademia di Belle arti di Frosinone, Confartigianato. «Il progetto ideato dall’Amministrazione Ottaviani ha raccolto la partecipazione, mai av-

venuta prima, di tutte le associazioni di categoria presenti sul territorio - ha dichiarato Rossella Testa - Per la prima volta, sono stati messi a confronto tutte le categorie della società: solo conoscendo le esigenze dei diversi attori (sociali, produttivi, commerciali) della città, è possibile giungere a una soluzione efficiente e, appunto, condivisa e partecipata. Con il Piano, non si procede per tentativi ma adottando un metodo scientifico, mettendo in risalto le peculiarità e le risorse del territorio, valorizzate per attrarre visitatori e sviluppare l'economia e l'occupazione. L’obiettivo perseguito è quello della crescita: culturale, sociale ed economica che, dal centro, si irradi a tutta la città».


VENERDÌ 13 LUGLIO 2018

alatri

5

SUL PIEDE DI GUERRA I COMMERCIANTI DELLA ZONA, CHE SI DICONO PENALIZZATI DALLE SCELTE DELL'AMMINISTRAZIONE

Le strisce della discordia! Polemiche roventi in città dopo la sistemazione di stalli a pagamento nella zona dell'ex stazione

G

rana strisce blu ad Alatri. Il Comune procede con la riorganizzazione degli stalli a pagamento in diverse zone della città, provocando però il malcontento di gruppi di famiglie e proprietari di esercizi commerciali, del centro storico e della zona immediatamente fuori le mura del vecchio borgo. A protestare sono infatti residenti del centro storico che non hanno a disposizione parcheggi privati e che sono quindi costretti ad utilizzare i parcheggi pubblici per sistemare la loro auto. Con la presenza più massiccia di strisce blu la situazione è diventata infatti molto più complicata. Ci sono poi i commercianti che spesso si ritrovano i loro negozi circondati di soste a pagamento. Situazioni spesso al limite, con gli esercenti che hanno chiesto all'Amministrazione l'introduzione di più parcheggi "normali",

L

unedì scorso c'è stata l'inaugurazione della nuova sede del Club del Frosinone Calcio "Armata Ciclopica", presso il Bar Cricco in via Ss.155 Maddalena 34/A. Oltre ai tanti appassionati alatrensi del Frosinone, è intervenuto il Direttore Marketing Salvatore Gualtieri e Alessandro Frara. Una nuova ripartenza in vista della seconda partecipazione dei canarini di mister

■■■

NELLA FOTO LE NUOVE STRISCE BLU DISEGNATE NELLA ZONA DELLA EX STAZIONE A RIDOSSO DI ATTIVITÀ COMMERCIALI

magari anche a tempo, ma comunque non a pagamento. A tal proposito un caso che ha fatto discutere tantissimo, con roventi polemiche anche sui social, è avvenuto nella zona dell'ex stazione, dove il Comune ha deciso di risistemare decine di parcheggi a pagamento dove prima non esistevano. Questo fatto ha provocato infatti vibranti proteste da parte dei commercianti della zona. In un primo momento sembrava che potessi esserci una marcia indietro da Piazza San-

ta Maria Maggiore, ma così non sarà. Il risultato? Negozi sempre più vuoti, con i cittadini ancor più invogliati a spostarsi verso i grandi centri commerciali presenti tra la zona periferica della città e il capoluogo. Insomma, un braccio di ferro pesante, con l'Amministrazione comunale sempre più nel mirino e con il moribondo commercio della città ormai prossimo al funerale. E intanto le strisce blu rimangono vuote... Car. Cap

NEI GIORNI SCORSI C'È STATA L'INAUGURAZIONE DELLA NUOVA SEDE DEL CLUB DEL FROSINONE CALCIO

L'Armata è pronta a seguire i Canarini in serie A

Longo al campionato di serie A. Il Club nasce nell'Agosto del 2015 ed è il primo club ricono-

sciuto e registrato del Frosinone Calcio. Ad oggi conta più di cento iscritti. Hanno spiegato

i responsabili: «Ringraziamo i club dei comuni limitrofi che hanno accettato il nostro invito.

Un ringraziamento speciale ai vecchi iscritti, ai nuovi e a tutti i tifosi che hanno partecipato e che

sono pronti a vivere le emozioni del Frosinone in Serie A.Vi aspettiamo».


PAGINA 6

13 LUGLIO2018


VENERDÌ 13 LUGLIO 2018

ferentino

7

È INIZIATO IERI SERA IL FESTIVAL MUSICALE TANTO ATTESO IN TUTTA LA CIOCIARIA. IL PRIMO EVENTO DEL PROGRAMMA DELL'ESTATE

Al via il Festival della chitarra Il sindaco Pompeo: «Un'eccellenza in ambito culturale che ospiterà molti artisti famosi»

È

partita la sedicesima edizione del Festival “Ferentino Acustica”, la manifestazione musicale iniziata ieri sera e che si prolungherà per tutto il fine settimana, presso piazza Mazzini. La manifestazione è organizzata dall’associazione Pro Loco con il patrocinio del Comune di Ferentino. La direzione artistica è affidata al Maestro Giovanni Pelosi, il coordinamento degli Open Mic è di Leonardo Baldassarri e il service è della Associazione Culturale Compl8. «La rassegna Ferentino Acustica si è confermata tra le eccellenze della nostra programmazione in ambito culturale. Concerti serali nell’accogliente e centralissima piazza Mazzini, con un evento che apre il calendario del programma dell’estate 2018, con tante le iniziative consolidate che ospiteranno artisti famosi e di grande richiamo» afferma il sindaco Antonio Pompeo. Un grande inizio per la serata di ieri che ha visto esibirsi Giovanni Ferro, Fulvio Montauti e Tonino Tomeo e in seguito un saggio degli allievi dei corsi introduttivi alla chitarra acustica. Questa sera si partirà alle 17 presso il cortile del palazzo Roffi-Isabelli con un “Open Mic!”, a seguire alle 21 in piazza Mazzini ci sarà un’apertura flash con i Flaco Flowers, reduci da Sanremo Rock e con

■■■

Rotary Club Frosinone, il Cavalier Luigi Annunziata è il nuovo Presidente

N

Paolo Damiani, Lucrezio De Seta, Giovanni Pelosi, Ernesto Bassignano, con Stefano Ciuffi ed Edoardo Petretti e Stefano Barbati con Marco Di Blasio;

L'ASSESSORE MANZELLA ALLO SPAZIO ATTIVO «REALTÀ DINAMICA E PIENA DI ENERGIA»

«L

LA PROCLAMAZIONE AL RISTORANTE "LE ANTICHE VASCHE"

NELLE FOTO DUE ARTISTI E AL CENTRO IL SINDACO ANTONIO POMPEO

a visita che ho fatto allo Spazio Attivo di Ferentino e al Palmer, che ha sede al suo interno, mi ha restituito l’immagine di due realtà piene di energia e che si influenzano positivamente l’una con l’altra, contaminandosi, in un certo senso». Così l’assessore regionale allo Sviluppo Economico, Gian Paolo Manzella. «Qui nascono progetti, si fa formazione innovativa per le scuole, si aiutano le imprese a lavorare con le nuove tecnologie. Dobbiamo investire sulla rete degli Spazi Attivi, farla sempre più fitta, moltiplicare questi luoghi e farli conoscere. Mi piace pensare - prosegue l'assessore - che tra qualche anno Viterbo, Bracciano, Ferentino, Latina, Rieti saranno i più vecchi di un circuito di molti spazi regionali aperti al territorio, in cui lavorare e cogliere le opportunità. A partire da quelle europee. Venire qui mi ha confermato che la strada intrapresa è giusta e complimenti a Lazio Innova – l’agenzia di sviluppo regionale che gestisce queste strutture – per il lavoro fatto. Il mio impegno è lavorare per questo obiettivo di innovazione diffusa, sempre più alla portata di tutti».

a seguire i The Billboards, con Sara Berni e Daniele Bazzani. La rassegna musicale continua sabato 14 luglio a partire dalle ore 17 presso il cortile del palazzo Roffi-Isabelli con un “Open Mic!”, a seguire alle 21 in piazza Mazzini si esibiranno Giovanni Monoscalco, Reno Brandoni, Edoardo De Angelis e Mimmo Locasciulli. Infine domenica 15 luglio alle 18 presso palazzo Roffi-Isabelli, ci sarà la presentazione del presentazione del libro “Sulle labbra del tempo Area tra musica, gesti ed immagini” di Diego Protani e Viviana Vacca, con la presenza dell’autore; a seguire presso piazza Mazzini chiuderanno la manifestazione sonora gli artisti: Paolo Giordano, Sergio Caputo, Pierangelo Mugavero e Marcello Capra.

ei giorni scorsi, nella splendida cornice del Ristorante "Le Antiche Vasche" di Ferentino, si è svolta la cerimonia del "Passaggio della Campana" del Rotary Club Frosinone. Il Cavalier Luigi Annunziata è il nuovo Presidente del Club che ha sostituito il Dottor Massimo Uccioli. Alla cerimonia hanno presenziato il Prefetto emerito di Frosinone, la dottoressa Emilia Zarrilli, il Past Governor, il professor Gianni Gasbarrini Fortuna, il presidente della Commissione Distrettuale della Rotary Foundation, la dottoressa Claudia Conversi, l’assistente del Governatore, il dottor Sergio Ricciuti, il presidente uscente del Rotaract Frosinone, il dottor Gianmarco Gallo e il presidente Incoming del Rotaract, il dottor Gianmarco Scala. Numerosa la presenza di soci e amici, tra cui il Presidente di Latina, il professor Giuseppe Bonifazi, il presidente di Cassino, il dottor Elio Compagnone e le rappresentanti dell’Inner Wheel Frosinone Fiuggi. “Personalmente ho vissuto un’esperienza emozionante il presidente è un privilegiato

perché vive il Rotary in maniera più intensa: ne segue le vicende più da vicino e ne comprende l’importanza. Ho capito, alla fine del mio percorso, di avere più bisogno io del Rotary di quanto il Rotary abbia bisogno di me” ha affermato il dottor Massimo Uccioli. “La ruota del Rotary continua a girare – ha dichiarato il Presidente Cav. Luigi Annunziata – per la quinta volta mi è stato affidato l’onere e l’onore di presiedere il Club per il suo 60° compleanno. Come Socio fondatore posso, con voi, riconoscere che nella nostra lunga storia rotariana ci siamo affermati sia a livello distrettuale, esprimendo un Governatore nella persona di Gianni Gasbarrini Fortuna, sia nel nostro territorio, sia all’estero realizzando numerosi progetti”. Al Presidente Uccioli vanno i miei complimenti – ha concluso il Presidente della Commissione Distrettuale della Rotary Foundation dott.ssa Claudia Conversi – per l’impegno, l’energia e l’entusiasmo con cui ha guidato il Club, caratteristiche che hanno determinato l’ottenimento dell’Attestato Presidenziale.


8

VENERDÌ 13 LUGLIO 2018

boville ernica - VEROLI

BOVILLE ERNICA - DOPO ANNI DI IMMOBILISMO BUROCRATICO LA GRANDE NOVITÀ GARANTITA DALLA GIUNTA PERCIBALLI

Il Parco di nuovo ai cittadini

Riapre finalmente al pubblico domani sabato 14. Subito cinque serate di cultura con “Biblioparco”

U

fficialmente ripulito e sistemato, il parco pubblico di Boville Ernica torna nella disponibilità dei cittadini. I cancelli verranno riaperti sabato 14 luglio. E per sugellare questo importante risultato ci saranno cinque serate di letture animate a tema con l’iniziativa “Biblioparco”. Un risultato raggiunto grazie al lavoro sinergico del primo cittadino, del vicesindaco e dell’assessore alla Cultura. «Si tratta di un altro dei tanti obiettivi del nostro programma elettorale centrati a meno di un mese dal nostro insediamento»- spiega il vicesindaco Benvenuto Fabrizi, assessore con delega ai lavori pubblici e all’urbanistica. Era stato proprio il vicesindaco Fabrizi, in passato, a ottenere dalla Regione Lazio un cospicuo finanziamento per l’abbattimento delle barriere architettoniche e la messa a norma degli impianti. E sempre lui, nella recente campagna eletto-

■ ■ ■ NELLE FOTO IL PARCO DI BOVILLE ERNICA, IL SINDACO ENZO PERCIBALLI CON IL SUO VICE

BENVENUTO FABRIZI E ACCANTO L'ASSESSORE ALLA CULTURA ANNA MARIA FRATARCANGELI

DOMANI SERA, SABATO, FESTA IN "ONORE" DEL SINDACO, NON ANCORA... SANTO

F

esta di ringraziamento per la lista civica "Tu Protagonista" che ha eletto a primo cittadino Enzo Perciballi. Si svolgerà quasi fosse una processione patronale, con la partenza del corteo da Casavitola, patria natia del neo sindaco alle ore 19 di sabato 14 luglio per arrivare a Porta san Nicola dove ci sarà un momento conviviale con tanta musica. Sarà l'occasione per presentare ufficialmente ad di fuori dell'aula consiliare i nuovi amministratori, assessori e consiglieri. rale, ne aveva annunciato l'imminente e rapida riapertura in caso di vittoria. Promessa mantenuta. «Il parco è già pulito e sistemato – aggiunge l'alter ego del primo cittadino – Abbiamo provvedu-

to agli ultimi ritocchi e da domani sabato i cittadini potranno tornare a usufruirne». Per sugellare il risultato è stata già programmata la prima iniziativa. «Si chiama Biblioparco – spiega l’assessore

alla Cultura Anna Maria Fratarcangeli – Cinque serate di letture animate a tema in cui abbiamo previsto la rappresentazione della lettura sotto forma di teatro. Grazie all’impegno del collega di

Giunta Benvenuto Fabrizi e del sindaco Perciballi abbiamo potuto subito intraprendere anche un percorso culturale». «Quanto fatto in meno di un mese è il risultato di un ottimo lavoro di squa-

dra che paga sempre» il commento soddisfatto del sindaco Perciballi, il quale aggiunge: «Siamo l’amministrazione della gente, fra la gente e per la gente». E.C.

VEROLI - PER IL PIANO TRIENNALE STRATEGICO DI SVILUPPO E TURISMO NEL LAZIO

"La Regione delle meraviglie", nel centro storico la tappa dell'importante iniziativa al Filonardi ed a Palazzo Campanari

A

Veroli la tappa in provincia di Frosinone dell’iniziativa “la Regione delle Meraviglie”. Gli stati generali del turismo del Lazio si svolgeranno venerdì 13 luglio 2018 nel centro storico di Veroli quando Istituzioni, operatori ed esperti di settore, rifletteranno insieme sulle necessità, le criticità ed i punti di forza, per definire insieme una posizione condivisa su visione e strumenti da mettere in campo per l’attuazione del triennale Piano Strategico di Sviluppo del Turismo nel Lazio. «Siamo onorati di poter ospitare questo evento promosso dalla Regione Lazio nella nostra città” – dice il sindaco, Simone Cretaro - Si tratta di un risultato importante perché dopo anni di impegno sulla valorizzazione turistica del nostro territorio, riusciamo ad avere una strategica vetri-na di livello regionale. Di questo dobbiamo ringraziare il presidente Zingaretti, l’assessore Bonaccorsi ed il consigliere regionale Mauro Buschini per l’attenzione e la sensibilità dimostrata nei nostri confronti”» La giornata degli stati generali del turismo del Lazio prevede un pro-

■ ■ ■ IL SINDACO SIMONE CRETARO

gramma molto intenso e ricco, che si snoderà dalle 10 alle 18 con interventi istituzionali, presentazione di progetti e best practices, tavoli tematici, dibattiti. Sedi dell’iniziativa saranno, nella mattinata per il momento istituzionale l’hotel Filonardi, mentre per i tavoli tematici del pomeriggio il prestigioso Palazzo Campanari, dimora storica di indubbio valore storico ed artistico, messa gentilmente a disposizione per

l’occasione dai proprietari. I tavoli tematici verteranno sull’enogastronomia, agriturismo, sui cammini, su turismo rurale e sportivo, sulla cultura ed archeologia, riforma della L.R. n.13, innovazione, sturt up ed im-prese, infrastrutture e viabilità, convegnistica. I partecipanti ai tavoli, con ingresso libero e prenota-zione al tema che interessa, avranno un facilitatore che coordinerà ed orienterà la discussione, recepirà proposte sui vari contributi che si intendono dare nell’innovazione del turismo nel Lazio. «Sarà importante e strategico confrontarsi su tutti questi temi – conclude il sindaco Cretaro – e pertanto invito e sensibilizzo tutti gli operatori pubblici, privati, associazioni e volontari che sono impegnati a vario titolo nel settore del turismo a partecipare all’evento perché il confronto è un fattore fondamentale per una crescita su basi condivise». Anche da Veroli, quindi, uscirà il contributo al processo di costruzione del Piano Strategico di Sviluppo del Turismo nel Lazio.(E.C.)

■■■

SOPRA LO CHEF MARIO QUATTROCIOCCHI DELL'HOTEL RELAIS FILONARDI


veroli

VENERDÌ 13 LUGLIO 2018

9

IMPORTANTE TASSELLO NEL MOSAICO DELLA STRUTTURA SANITARIA VEROLANA CHE ANNOVERA ANCHE ALTRI PRESTAZIONI

All'Ini Città Bianca arriva la Moc Intervista alla reumatologa dottoressa Stefania Cioschi che è la responsabile del nuovo servizio

L'

Ini Città bianca ha inserito tra le prestazioni ambulatoriali erogate all’utenza anche la MOC. La responsabile è la dottoressa Stefania Cioschi. In che cosa consiste questo nuovo servizio? «La MOC (mineralometria ossea computerizzata) è un esame che consente di misurare la densità minerale dell’osso, ossia la quantità di calcio presente»- così la dottoressa Cioschi-. Come viene effettuato l' esame? «Con un apparecchio a raggi X che studia il tessuto osseo del paziente quantificando l’assorbimento dei raggi da parte dell’osso e quindi la sua densità minerale». In che modo e perchè viene utilizzata? «La MOC è in genere utilizzata per diagnosticare l'entità di una eventuale osteoporosi e la sua evoluzione dopo la terapia». Si sente spesso parlare di tale inconveniente. Ma che cosa è l’osteoporosi? «E' è una malattia caratterizzata da un impoverimento dell’osso determinato da modifiche ormonali, quali quelle che si verificano nella donna in menopausa, che è considerato il soggetto a maggior rischio di osteoporosi. Si stima che un terzo delle donne caucasiche oltre i 50 anni soffre di osteoporosi e che più del 75% dei casi non venga diagnosticato». Come si caratterizza tale patologia? «Da fragilità ossea esponendo la donna al rischio di fratture anche spontanee, vale a dire in assenza di traumi». Come comportarsi di conseguenza? «E'molto importante che tutte le donne si sottopongano alla MOC al momento della menopausa. La MOC in questi casi va ripetuta ogni uno/due anni per valutare l’evoluzione della osteoporosi». L’uomo? «Nell’uomo l'osteoporosi può essere determinata da varie cause, soprattutto di tipo metabolico o neoplastico».

■■■

LA SETTIMANA

NELLE FOTO LA DOTTORESSA STEFANIA CIOSCHI E IL NUOVO MACCHINARIO PER LA MOC

Perché dimezzare i posti a disposizione dei chioschi a Prato di Campoli?

■ ■ ■ NELLA FOTO UN CHIOSCO DELLA PASSATA STAGIONE

Egidio CERELLI

I

Un esempio. «Tumori, male assorbimento di vitamina D ( che ha il compito di fissare il calcio alle ossa). Va anche detto che la MOC non necessita di alcuna preparazione specifica. Determina un assorbimento di raggi molto modesto per il paziente, e dura circa tre minuti». Come si svolge tale esame? « Il paziente viene fatto sdraiare su un lettino dove lo strumento di emissione dei raggi X è posto sotto il materassino ed è accoppiato ad un braccio mobile che contiene il rilevatore dei raggi e che scorre lungo il corpo del paziente. I distretti ossei che vengono esaminati sono in genere la colonna lombare ed il collo del femore». E' in regime sanitario pubblico oppure privato? «Il servizio viene erogato in regime privato al costo di 40 euro; è possibile usufruire dela MOC e della valutazione specialistica ad un prezzo complessivo di 80 euro» . Quali i rimedi dopo l'esame? «Dopo l’esecuzione della MOC se lo specia-

lista ritiene che l’osteoporosi non sia tale da giustificare una terapia viene consigliato un regime dietetico ad hoc ed un successivo controllo ad uno/due anni». In che cosa consiste tale terapia? « Il regime dietetico consigliato in questi casi è l'alimentazione a base di latte intero, pesce, formaggi e legumi, ossia alimenti ricchi di calcio e di vitamina A e D. Qualora invece lì’osteoporosi sia di entità rilevante il medico specialista prescriverà una terapia specifica ed accertamenti di laboratori».Ci sono richieste per un esame che presso l'INI Città Bianca è una novità? «Abbastanza- conclude la dottoressa Stefania Cioschi- ci stiamo adoperando affinchè i nostri pazienti che sono numerosi siano messi a conoscenza di simili esami che vanno ad aggiungersi ai già numerosi che propone la struttura sanitaria di INI Città Bianca» Per informazioni ci si può rivolgere all'ufficio prenotazioni al numero 07753380.

l teatro di strada comincia tra poco a Veroli. Quello politico invece da tempo si è insediato dove canta il 'cuculo'. Da lassù si rimirano le valli del Cosa e del Liri, quando il temporale con lampi e fulmini ha squarciato il cielo quasi improvvisamente. I Monti ernici appaiono inconfondili peculiarità con il sole che tramonta e si rinfrange creando immagini quasi teutoniche. E nella conca dei monti c'è il nostro pianoro, quello dove il riposo è d'obbligo e naturale oltre a far bene all'animo ed al corpo. Dove potevi gustare la sera soprattutto, ma non dispiacendo anche di giorno, prodotti che possono dichiararsi senza inganno tipici; dove la brace cuoce bistecche e salsicce che insieme ad un buon bicchiere (di birra o di vino) aiutano a raddoppiare quel menù fatto con le mani della massaia locale per le fettuccine insieme a 'secondi' appunto di buona carne di abbacchio o di polli nostrani. E' bandito il pesce con la lumaca di mare. Su prenotazione puoi gustare quelle della montagna che in alcuni siti si chiamano 'ciammaruche' in altre 'ciammotte'. Ma sempre lumache sono. Quest'anno rimane però difficile gustare tante leccornie di casa. I posti che i due locatari -gestori dei chioschi sono stati dimezzati pur se l'asta è partita da una bella sommetta. Si partiva infatti dai 7500 euro per poter accapararsi quella cinquantina di metri in meno. Dicono per scoraggiare chi si sacrifica per una intera stagione lassù per cucinare e guadagnare qualcosa se Giove Pluvio lo protegge. Se invece arrivano temporali son dolori. Perchè tanto accanimento senza un minimo di rispetto nei confronti di coloro che vanno incontro a sacrifici non indifferenti facendo investimenti? Lo chiediamo all'assessore alla montagna ed al suo team. Quale è il male così grande e grave da portare le menti degli amministratori a cotanto comportamento dopo che per anni si è andati avanti in modo normalissimo ma con la voglia di lavorare per ...sfamare quanti salgono sul più bel pianoro che è Prato di Campoli? Tra l'altro, a che serve pagare all'entrata il tiket senza avere quale riscontro servizio alcuno? Siamo alle solite! Forse perchè il team di Viglianti e company è andato in letargo sino a giugno, mese in cui è uscito solamente il bando di gara? Team che aveva gridato al mondo intero che «a Prato di Campoli ci saranno grandi novità». La prossima grande novità sarà il parcheggio aperto che invaderà buona parte del prato, alla faccia dell'inquinamento o di quant'altro.


10

VENERDÌ 13 LUGLIO 2018

vico nel lazio

SABATO POMERIGGIO NEL CENTRO STORICO DEL PAESE CI SARÀ IL PRESIDENTE DELLA CORTE COSTITUZIONALE

Arriva Giorgio Lattanzi

Festa per l'illustre concittadino che sarà accolto dalle autorità locali e provinciali Egidio CERELLI

D

opo un ricco e divertente week end della settimana scorsa con cavalieri ed amazzoni, poco sotto le centinaia, in giro nei boschi della pedemontana cittadina ernica di Vico nel Lazio arriva un altro importante appuntamento, ‘istituzionale’ questa volta. Una giornata da incorniciare tra le più belle di Vico: sabato 14 luglio 2018 i cittadini possono abbracciare e ascoltare il "loro" Giorgio, e fare festa. Giorgio Lattanzi, Presidente della Corte Costituzionale dal 8 marzo 2018. Nato a Roma nel 1939. Originario e cittadino onorario di Vico nel Lazio, dove ha casa e torna di frequente. Nel 1962 si laurea in giurisprudenza e due anni dopo entra in magistratura. Nel 1985 entra in Cassazione e diventa Presidente della 6° sezione penale. È stato docente universitario presso la Luiss e ha scritto nume-rosi testi in materia di diritto e procedura penale (ne è uno dei massimi esperti). È stato eletto

■■■

NELLE FOTO IL PRESIDENTE DELLA CORTE COSTITUZIONALE GIORGIO LATTANZI (A DESTRA E IN BASSO) INSIEME AL SINDACO DI VICO NEL LAZIO CLAUDIO GUERRIERO (A SINISTRA)

giudice costituzionale nel 2010. Alle ore 18: 30 il presidente della Corte Costituzionale Giorgio Lattanzi sarà accolto in Piazzale 24 Maggio, dove riceverà il saluto del Sindaco Claudio Guerriero delle più alte autorità della Provincia e renderà gli onori ai Caduti con la deposizione di una Corona d'Alloro. Poi tutti in Piazza del cimintorio per la conferenza del Presidente sul tema "La Costituzione e noi". Infine, in piazza Vittorio Emanuele la festa popolare in onore del Presidente con musiche, balli e... per tutti le delizie gastronomiche della casa. La locale Banda musicale e il Gruppo Folk le "25 Torri" renderanno la serata ancora più gioiosa.

ALLA LOCANDA DEGLI ERNICI LA DECIMA EDIZIONE DEL COUNTRY FESTIVAL

D

ella manifestazione “Country festival” della settimana scorsa o r ganizzata da Massimo Tullio con i suoi amici della Locanda dei Monti Ernici si può dire che è stata eccezionale e tutti sono rimasti soddisfatti della quattro giorni. Tante degustazioni dei prodotti locali presso la Locanda dei Monti ernici con galoppate, meglio dire 'trekking' a cavallo nella meravigliosa terra al di sotto della Monna e della Rotonaria alla ricerca di bontà naturali della zona. Tanto turismo e divertimento serale con balli e danze di taranta e tarantelle ciociare. Le vere leccornie sono state le tagliatelle, pasta e fagioli con cotiche, carne alla brace ed anche della ottima pizza dalle specialità della casa all'altezza della situazione e della clientela che si è riversata nella accogliente cucina dell'agriturismo che Massimo con suo padre ed amici gestisce sotto alla cittadina di Vico nel Lazio. Il saluto del sindaco Claudio Guerriero ha dato un senso istituzionale alla decima edizione della manifestazione del Country festival.

■■■

IL GRUPPO CHE HA PARTECIPATO ALLA MANIFESTAZIONE DELLA QUATTRO GIORNI A VICO CON MASSIMO TULLIO IMPEGNATO AD AFFETTARE LA PORCHETTA, DANZE E TANTA BIRRA

Ora si sta già programmando l'edizione del prossimo anno. Per continuare a gustare le prelibatezze assag-

giate in occasione dell'evento si può comunque tornare alla Locanda dei Monti Ernici.


N. 22 - Venerdì 13 Luglio 2018

IL GUSTO DELLA PASSIONE

FOOD

INSERTO DELL'EDIZIONE ODIERNA DELLA TESTATA GIORNALISTICA TU SPORT Direttore Responsabile: Marco Ceccarelli Redazione: Tel. 393.6239680 - tufood.redazione@gmail.com Editore: Globalpress s.r.l. - P. Iva 02714820590 globalpress.amministrazione@gmail.com Stampa: Centro Offset Meridionale s.r.l. - Caserta Tiratura media 6.000 copie

€ 0,50

GRATUITO - Edizione lancio

IL BAZAR DELLE SPEZIE

PEPE DI CAYENNA In realtà non indica un pepe ma una specie di peperoncino della pianta Capsicum annuum, forse la più coltivata al mondo che, oltre alla varietà di Cayenna, comprende il peperoncino comune diffuso in Italia. Il nome Cayenna deriva della città della Guyana francese e spesso viene erroneamente usato per indicare qualsiasi varietà. Un peperoncino dall'azione tonica e stomachica, utile contro il mal di testa e il mal di denti. L'effetto termoregolatore e sudorifero lo rende efficace contro il raffreddore, la congestione e la tosse.

IL BASILICO È IL RE INDISCUSSO DELLA BELLA STAGIONE. PROTAGONISTA NEGLI ORTI, SUI BALCONI E IN TAVOLA

Il profumo dell'estate

Artico, genovese, limone, liquirizia, menta e rosso, sono alcune delle varietà esistenti Stefania VITTI

È PRONTO IN TAVOLA...

(PER 8 PERSONE)

FARINA 00 (250 GR) ZUCCHERO A VELO (250 GR) BURRO (250 GR) LIEVITO PER DOLCI (1/2BUSTINA) UOVA (6) FRAGOLE (250 GR) CONFETTURA DI FRAGOLE (150 GR) BASILICO (20 FOGLIE) OLIO D'OLIVA, ZUCCHERO SEMOLATO E SALE Q.B.

Un rimedio per il buonumore

I

l basilico è ricco di vitamine, sali minerali, flavonoidi e antiossidanti, utili per proteggere il corpo dall’invecchiamento e per contrastare l’azione dei radicali liberi. Inoltre favorisce la digestione e il corretto funzionamento dello stomaco. La tradizione popolare lega il basilico a quei rimedi naturali in grado di rendere vivace la mente e di donare buonumore. Il segreto del potere benefico del basilico da questo punto di vista sarebbe soprattutto nel suo colore brillante e nel suo profumo. È considerato un tonico per il sistema nervoso e per la mente, in particolare in caso di stress, di stanchezza e di affaticamento.

Il segreto è nell'acidità

L'

abbinamento oggi proposto è ideale per far sposare al meglio il vino con il famoso pesto alla genovese. In questo caso deve avere la funzione di sgrassare la bocca dall’untuosità rilasciata dalla salsa. Per poter assolvere a tale compito, deve possedere una certa acidità. E dal punto di vista della freschezza sono meglio i vini bianchi anziché quelli rossi. Il vino Pigato può rivelarsi un’ottima soluzione. Si tratta di un vino bianco di colore giallo paglierino. Al naso esprime profumi floreali, frutta gialla e bianca. In bocca ha una buona struttura, è armonioso, piacevolmente fruttato con una freschezza alquanto calibrata.

a tutta la fascia costiera. Vi sono poi le varietà come il basilico limone, il basilico menta, o liquirizia, dalle fo-

glie molto sottili e scure e dai bellissimi fiori color viola intenso, che, oltre ad avere tutte le caratteristiche e proprietà

del basilico classico, hanno delle particolari fragranze che ricordano altre aromatiche o frutti. Infine, ecco una

Cake alle fragole e basilico

L

avate le fragole e tagliatene 150 g a pezzettini. Cuocetele per 10 minuti con 60 g di confettura, frullate con un mixer a immersione. Mettete in frigo le fragole rimaste coperte con pellicola. Frullate le foglie di basilico con un pizzico di zucchero e olio. Montate per almeno 10 minuti le uova con un pizzico di sale, lo zucchero a velo e il lievito setacciati. Incorporate gradualmente il burro fuso freddo e la farina.

Versate metà del composto in una ciotola e incorporate il frullato di fragole. Amalgamate alla metà rimasta il pesto di basilico. Fate riposare i 2 composti in frigo per un'ora ora. Foderate lo stampo da plum cake con carta da forno bagnata e strizzata e versate i 2 composti aromatizzati, alternando i colori e creando almeno 4 strati. Cuocete in forno già caldo a 170°C per circa 15 minuti. Praticate al centro del dolce, senza to-

glierlo dal forno, una linea di 2 cm di profondità: consentirà una cottura perfetta anche nel cuore. Proseguite la cottura per almeno 25 minuti. Lasciate intiepidire il dolce. Spennelate la superficie con 50 g di confettura di fragole scaldata a fuoco basso. Tagliate a fettine 100 g di fragole e disponetele sul cake. Frullate le fragole rimaste con la confettura rimanente e servite il cake con la salsina ottenuta.

varietà veramente pregiata: il basilico rosso. Le sue foglie sono bellissime, grandi e di un bel colore vivo: caratte-

L'ANGOLO DI...VINO

INGREDIENTI

MANGIAR SANO CONVIENE

I

l basilico è il re dell’estate tra le piante aromatiche da utilizzare in cucina. Ogni anno affolla i nostri balconi e terrazzi, profuma di buono le nostre estati, e non può mancare in un piatto freddo, insieme a un filo di buon olio extravergine. Botanicamente è noto con il nome Ocimum basilicum e appartiene alla famiglia delle Lamiaceae. In alcuni Paesi, è conosciuto o come l’Erba di San Giuseppe. Chiamarlo re dell'estate trova conferma anche nel suo nome che deriva dal latino “basilicum” e dal greco “basilikon phyton” e significa “pianta regale e maestosa”. Inoltre “basileus” significa re. Non tutti lo sanno ma esistono diverse varietà di basilico: troviamo quello comune, più conosciuto di tutti; c'è il basilico artico tra i più profumati, particolarmente fresco e pungente. Il basilico cannella che ha origini messicane ed è una varietà dalle foglie scure e dai fiori color malva. Il basilico genovese che cresce in un quartiere collinare della città ligure, estendendosi poi

ristiche che lo rendono una pianta ornamentale, perfetta da coltivare sul balcone insieme alle altre aromatiche.


II

FOOD

VENERDÌ 13 LUGLIO 2018

Eventi di gusto

A GIULIANO DI ROMA ARRIVA LA FESTA DELLA VALLATA PER RISCOPRIRE I SAPORI LOCALI

"I maccaruni cugli feri": una ricetta tradizionale che va oltre il tempo Monica D'ANNIBALE

I

l piatto tipico di Giuliano di Roma che non ha eguali in tutta la Ciociaria e forse anche nel resto d’Italia è senz’altro un primo piatto: “i maccaruni cugli feri”. La caratteristica di questa pasta è che, dopo aver fatto l'impasto con acqua e farina, si utilizza un "ferro" per darle la forma di uno spaghetto bucato. Da qui il nome tipico di "maccaruni cugli feri". Nasce come piatto molto povero, tipico della tradizione contadina locale ed assume pian piano i connotati di una ricca pietanza prelibata da diventare il piatto della domenica o il primo da servire nelle occasioni speciali. La base del prodotto resta tuttora molto semplice: si tratta di un impasto di acqua e farina, ottenuta dal grano macina-

È

NELLA FOTO ALCUNI DEI COMPONENTI DELL'"ASSOCIAZIONE LE DUE CONTRADE" CHE ORGANIZZA LA FESTA DELLA VALLATA

to nei molini a pietra, ora, purtroppo, non più attivi. Secondo la tradizione i maccheroni vanno preparati avvolgendo la pasta attorno a un ferretto, solitamente il classico ferro da calza. L'abilità consiste nello sfilare il ferro senza rovinare il

Danilo Scenna il nuovo presidente dei Giovani Imprenditori Agricoli di Coldiretti. L’elezione è avvenuta nei giorni scorsi durante l’assemblea tenuta presso il mercato Campagna Amica del Circo Massimo. Scenna ha creato uve biologiche nel Parco Nazionale D'Abruzzo, puntando sull’innovazione applicata alla tradizione e creando così la D.S. Bio specializzata in agricoltura biologica. Danilo Scenna è di Pescosolido ed è laureato in Economia e Management. Nel 2012 ha fondato la D.S. Bio, creata con l’obiettivo di perseguire una viticoltura sostenibile attraverso il giusto connubio tra tradizione e innovazione. I vini della sua azienda vengono ricavati esclusivamente da uve prodotte con il metodo dell’agricoltura

"bucatino", procedura che, in dialetto, assume proprio il nome di "sfilatura" e data la difficoltà, il prodotto finale non viene quantificato in peso ma in numero. È uso comune, quindi, l'espressione delle massaie del posto: "So sfilato 500 maccaruni cugli feri".

Dopo questa prima fase, la pasta prodotta viene lasciata riposare per almeno un giorno in un luogo asciutto e spolverata con un misto di farina bianca e gialla, onde accelerarne il processo di asciugatura e semi irrigidimento. La cottura, in molta ac-

qua bollente, è inferiore a dieci minuti ed il condimento tipico è un ragù a base di carne di capra che viene preparato a cottura molto lenta; il piatto è pronto dopo un'abbondante spolverata di formaggio caprino locale. La variante al ragù di carne è un sugo molto leggero a base di pomodori e funghi galletti, "calutegli" nel dialetto locale. Questo piatto prelibato lo potrete assaporare il 28 luglio presso la “Festa della Vallata”, arrivata quest’anno alla sua terza edizione,

con un mix di tradizione, impegno e passione degli organizzatori. La festa si terrà dal 27 al 29 luglio in località Valvazzata ed è organizzata dall’associazione “Le 2 contrade”, con il patrocinio del Comune di Giuliano di Roma. Inoltre, ci saranno anche altri piatti tipici della cucina giulianese che rispecchiano la tradizione gastronomica ciociara, come la sagna e fagioli, la capra al sugo e gli arrosticini di pecora. Tutte le serate saranno animate da musica live ’80-‘90 e balli di gruppo.

ASSEGNATI GLI OSCAR GREEN PER I PROGETTI PIÙ INNOVATIVI

Coldiretti, Scenna eletto presidente dei Giovani Imprenditori Agricoli biodinamica sulle colline di Pescosolido, nel versante frusinate del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Quelle uve hanno ricevuto importanti riconoscimenti anche a livello internazionale. «Sono veramente onorato di aver ricevuto questo incarico – ha spiegato Scenna – Ci sono tante questioni da affrontare insieme e progetti da portare avanti attraverso il confronto con il territorio». Nel corso della giornata sono stati assegnati anche gli Oscar Green: concor-

so promosso da Giovani Impresa per premiare i progetti più innovativi, ma anche per promuovere un’agricoltura sana e sostenibile. Sei le categorie in gara quest’anno: il premio Creatività è andato a Claudio Lorenzini, di Rieti, per un progetto basato su birre innovative: senza glutine, bio, prodotte con il pane di recupero. L’Oscar Green per la sostenibilità è stato assegnato a Denis Carnello, di Latina, per la potatura delle piante d’alto fusto con il metodo Tree Climbing. La vin-

citrice del premio Campagna Amica è stata Camilla Petrucci, di Rieti, che ha ampliato l’offerta della sua azienda ideando tre creme (cacao, nocciola e pistacchio) con l’olio Sabina Dop. Luca Mancini, di Viterbo, ha vinto la categoria “Fare Rete” ed ha avuto il merito di riscoprire la canapa. L’Oscar Green per il Sociale è andato ad Antonia Ferrante, di Viterbo. Ha trasformato l’agriturismo “Il giardino di Corbezzoli” in un luogo dove puntare sull’integrazione sociale. A Giorgia Pontetti, di Rieti, è stato assegnato il premio “Impresa3.terra” per l’azienda Ferrari Farm. È una realtà che coltiva frutta, verdura ed erbe aromatiche in pieno campo e in serre idroponiche sterili, ermetiche e computerizzate di nuovissima generazione. M.D.A.


VENERDÌ 13 LUGLIO 2018

eccellenze del territorio

FOOD

III

DUE LE COMPETIZIONI NAZIONALI, IL "PIZZA DAY'S" E IL "TROFEO NASHVILLE" CHE HANNO PREMIATO L'AZIENDA LOCALE

Un vero trionfo del gusto e della tradizione

Frosinone sul podio della pizza senza glutine grazie al laboratorio "Piubbuono"

I

l laboratorio Piubbuono - Gluten Free Bakery ha vinto il titolo per la migliore pizza senza glutine in due differenti competizioni a livello nazionale, il “Pizza Day’s” e il “Trofeo Nashville”, che si sono svolte recentemente. Il primo riconoscimento è andato alla “pizza della casa”, un vero e proprio trionfo del gusto e della tradizione ciociara: primo sale di bufala di Amaseno, pancetta e pâtè di cicoria dell’azienda Quattrociocchi, fiore all'occhiello della produzione agricola nostrana. Al “Pizza Day’s” sono state premiate anche le pizze dolci della casa, tra cui frutta e crema di nocciola. “Pizza Day’s” è un evento che si tiene annualmente a Roma e che quest’anno ha celebrato i 129 anni della pizza margherita, creata per la prima volta nel 1889. L'evento, organizzato dal maestro pizzaiolo Marco Di Pietro, è stato articolato in tre giorni all'insegna di laboratori, spettacoli e degustazioni. Nel corso delle tre giornate si è tenuta anche la terza edizione del Trofeo Roma dedicato alle categorie: pizza classica, napoletana, alla pala e pizza senza glutine, ed è proprio per quest’ultima che il laboratorio Piubbuono si è aggiudicato il primo premio. A Frosinone si è tenuta la seconda competizione nazionale, il “Trofeo Nashvil-

UN FORNO ATTENTO ALLE INTOLLERANZE

N

le” di pizza e pinsa romana realizzato con il patrocinio del comune di Frosinone e che ha ospitato nella propria giuria dei maestri pizzaioli già campioni nelle proprie categorie di riferimento. In questa occasione Piubbuono ha ottenuto il primo premio per la “pizza dessert”, a base di crema di nocciola Quattrociocchi e realizzata dalla giovane Letizia Caponera, collaboratrice

presso il laboratorio. In entrambi gli importanti eventi culinari, quindi, il laboratorio ciociaro, primo e unico nel suo genere a Frosinone, è stato decretato vincitore. «Siamo solo all'inizio e questi riconoscimenti ci incoraggiano a proseguire con rinnovata passione» ha espresso con grande soddisfazione Silvana Longo, titolare dell'azienda artigianale.

ato a maggio 2017, “Piubbuono – Gluten Free Bakery” è il primo locale a Frosinone totalmente pensato per chi mangia senza glutine per necessità o per scelta. Nel suo primo anno di attività si è fatto conoscere nella provincia per la qualità dei suoi prodotti, in particolar modo per il pane artigianale realizzato con farine alternative di teff e di riso, nonché per la pizza, appunto già vincitrice di due importanti premi. Non solo pane e pizza ma anche cucina, fritti, dolci e tanti prodotti da forno. Tutto rigorosamente artigianale e naturalmente gluten free. Piubbuono Bakery è presente sulla “Guida per l’alimentazione fuori casa senza glutine” di AIC – Associazione Italiana Celiachia. I prodotti realizzati a mano ogni giorno sono esclusivamente a base di ingredienti naturalmente privi di glutine come alcune farine alternative, ad esempio quella di quinoa, di amaranto e di riso oppure farine deglutinate di primissima scelta. Per questo motivo il laboratorio rappresenta una garanzia per i molti celiaci della provincia che hanno finalmente a portata di mano la possibilità di mangiare fuori casa senza il rischio della contaminazione da glutine. Il laboratorio è attento anche alle specifiche esigenze di chi deve gestire più di una intolleranza e realizza in molti casi prodotti senza lattosio o senza proteine del latte, selezionando accuratamente le materie prime per garantire al consumatore celiaco (e non) un prodotto di elevata qualità.

SARANNO IN TOURNÉE DAL 16 LUGLIO AL 1° AGOSTO

I giallazzurri in partenza per il Canada con loro le eccellenze enogastronomiche

S

i avvicina la partenza dei giallazzurri che trascorreranno, a partire dal 16 luglio, 15 giorni in Canada. Una tournée in un paese non scelto a caso ma in cui si trova una delle più importanti comunità ciociare in tutto il mondo. «Abbiamo scelto 'per amore della tua Terra' come slogan della prima tournée in Canada perché è il luogo in cui è presente una delle comunità ciociare più numerose al mondo. Questo è l'inizio di un progetto che porterà nel tempo il Frosinone Calcio nei luoghi dove vivono i ciociari all'estero. L'obiettivo è lo sviluppo del nostro Brand in parallelo con la promozione del territorio ciociaro, della propria cultura, delle tradizioni e delle

eccellenze enogastronomiche. Un progetto che si differenzia per unicità perché continuativo e strutturato nel tempo» spiegano dalla società calcistica. «Per noi la promozione del brand Frosinone Calcio - precisa Salvatore Gualtieri, direttore Marketing & Comunicazione-Rapporti Istituzionali deve essere accompagnata necessariamente dalla promozione e sviluppo del territorio ciociaro, quindi della Cultura, dei valori, della tradizione e delle eccellenze enogastronomiche. Quindi non vogliamo portare solo la squadra ma l’intero territorio in quel Paese. E daremo la possibilità alle Aziende ciociare di seguire il Frosinone nel tour».


IV

FOOD

VENERDÌ 13 LUGLIO 2018

I SAPORI DELLA TRADIZIONE

LA CUCINA NOSTRANA PROTAGONISTA ALL'EVENTO DI PRESENTAZIONE DEL FESTIVAL DEL PEPERONCINO CON EMANUELA CRESCENZI

La Ciociaria spopola in Senato Chef in Tacco 12 continua ad incantare con i piatti della tradizione e con quel suo tocco piccante

L

a Ciociaria sbarca in Senato, degnamente rappresentata dalla ormai famosa "Chef in Tacco 12" Emanuela Crescenzi. Lo scorso mrecoledì a Palazzo Madama si è svolto un interessante incontro sulla presentazione delle 26esima edizione del Peperoncino Festival, la manifestazione culturale e gastronomica che ogni anno si svolge a Diamante, in provincia di Cosenza. Presente all'evento anche la delegazione romana dell'Accademia del peperoncino Ipse Dixit di cui è membro la nostra chef. Nell'incontro non si è parlato solo del famoso peperoncino calabrese e della manifestazione di respiro nazionale ed internazionale; grande protagonista è stata infatti la cucina ciociara ed il connubio con questo prezioso cornetto piccante. Da tempo infatti Chef in Tacco 12 porta avanti un progetto culinario in cui cucina nostrana e peperoncino si sposano alla perfezione. Una passione che, ci svela in anteprima la nostra affezionata

EMANUELA CRESCENZI NELLA FOTO A SINISTRA IN COMPAGNIA DEL SENATORE GIANFRANCO RUFA, A DESTRA CON IL SENATORE MASSIMO RUSPANDINI

Emanuela, farà da filo conduttore per il suo prossimo libro in uscita a breve. Accanto alle ricette della tradizione troveremo gli esperimenti studiati

ad hoc per offrire quel tocco in più ai già eccezionali piatti di cui possiamo andare fieri in tutto il mondo. Orgogliosi di questa partecipazione anche i

due senatori ciociari Massimo Ruspandini e Gianfranco Rufa, presenti alla giornata e che non potevano non essere immortalati assieme ad Emanuela.

La bandiera della cucina della nostra tradizione continua a sventolare in alto e di questo non possiamo che essere ben felici.

A FROSINONE "IL GUSTO IN PIAZZA" OFFRE ANCHE IL SERVIZIO TAKE AWAY Monica D'ANNIBALE

U

n mix perfetto tra ambiente dinamico e buon cibo. Il posto ideale per la cena e per il pranzo, per una pausa da lavoro, una pizza tra amici, uno spuntino veloce, ma anche per un aperitivo. “Il gusto in piazza – pizzeria bistrot” non offre solo un’ottima pizza ma anche una variegata scelta di primi piatti adatti allo stile di vita di oggi, prodotti con materie prime di piccoli artigiani locali e non solo, a cotture equilibrate rispettose del contenuto nutrizionale dei

Dal contadino alla tavola. Un'ampia scelta di piatti ciociari e di vini delle cantine locali e di tutta Italia

cibi, come il risotto allo zafferano con fior di zucca, alici e burrata; gli spaghetti pesce spada alla mediterranea con pomodorini freschi, olive, capperi e basilico; i fagottini ripieni di funghi e guanciale. “Il gusto in piazza” offre anche il servizio take away, con un’ampia scelta di piatti da asporto. Ogni giorno troverete un menù di primi piatti diversi e tutti ispirati alla tradizione con ricette semplici ma mai

banali, pronte a soddisfare ogni vostra esigenza. Inoltre da “Il gusto in piazza” potrete trovare un menù ricco di proposte tra carni, verdure, insalate da abbinare a vini di piccoli viticoltori provenienti dalle cantine delle varie regioni d’Italia, distillati di aziende locali, e per gli amanti della birra un’ampia scelta di birre alla spina. Solo delle vere prelibatezze che potrete assaporare non solo nel locale in via Tiburtina a Frosinone, ma anche a casa o dove preferite, grazie al pratico servizio take away su prenotazione.

FOOD Per la tua pubblicità su questo inserto

393-6239680 globalpress. adv@gmail.com


N. 141 - Venerdì 13 Luglio 2018

DENTRO LA PASSIONE

TESTATA GIORNALISTICA SETTIMANALE della provincia di FROSINONE iscritta al Roc al N. 23884 Direttore Responsabile: Marco Ceccarelli Redazione: Tel. 393.6239680 - tusport.redazione@gmail.com Editore: Globalpress s.r.l. - P. Iva 02714820590 globalpress.amministrazione@gmail.com Stampa: Centro Offset Meridionale s.r.l. - Caserta Tiratura media 6.000 copie

€ 0,50

GRATUITO - Edizione lancio

SALA STAMPA

IL PRESIDENTE STIRPE: «FAREMO 12 ACQUISTI» PAGINA 5

MERCATO INFUOCATO SEI VOLTI NUOVI PRIMA DELLA PARTENZA PER LA TOURNÉE IN CANADA ABBONAMENTI

Prelazione al via giovedì 19 luglio Il 6 agosto scatta la vendita libera Stirpe: «Obiettivo 10 mila abbonati» PAGINA 4

BASKET B - CASSINO Francesco Paolin primo nuovo italiano della Bpc Virtus PAGINA 9

CONTRATTO ANNUALE PER L'ESTERNO SINISTRO CRISTIAN MOLINARO IN DIRITTURA D'ARRIVO L'AFFARE GOLDANIGA CON IL SASSUOLO IN USCITA MATTEO CIOFANI E DANILO SODDIMO. SALUTA CRIVELLO

VOLLEY - SUPERLEGA Il giovane Caneschi confermato alla corte di coach Barbiero PAGINA 10


2

VENERDÌ 13 LUGLIO 2018

CALCIOMERCATO

IN ATTACCO POTREBBE SPUNTARE UN NOME A SORPRESA. PRESSING SU LAZOVIC

FATTA PER MOLINARO E GOLDANIGA

Antonio VISCA

D

opo aver ufficializzato gli acquisti di Marco Sportiello e Lorenzo Crisetig, il Frosinone ha raggiunto l’accordo anche con Cristian Molinaro, ex calciatore del Torino. Per il classe ’83 visite mediche e firma sul contratto, che lo legherà al Frosinone per un anno, martedì scorso, ufficialità che è arrivata ieri sera. Altro calciatore ad un passo dal vestire la maglia canarina è il difensore centrale Edoardo Goldaniga. L’ormai ex Sassuolo sembrerebbe aver accettato il contratto di due anni proposto dal Frosinone. Alla società emiliana va invece una cifra intorno al milione di euro. Non è finita qua perché il presidente Stirpe ha annunciato sei acquisti prima della partenza per il Canada e all’appello ne mancano due, presumibilmente un attaccante e un centrocampista laterale. In attacco i tre nomi che sono stati accostati al Frosinone nelle ultime ore sono quelli di Marco Sau, Stipe Perica e Samuel Di Carmine. Di questi tre attaccanti quello che sembra più veritiero, al momento, è il centravanti dell’Udinese, ma da quanto raccolto dalla nostra redazione ci sono alte probabilità che nessuno dei tre arrivi a Frosinone. In avanti, quindi, si ha la sensazione che da qui a pochi giorni la dirigenza frusinate metta a segno un colpo a sorpresa. Per il ruolo di centrocampista laterale, continuano i contatti con Darko Lazovic, calciatore di proprietà del Genoa. Il serbo nella passata stagione ha collezionato 20 presenze con la maglia rossoblù. Non ci sono sviluppi sul-

···

IN FOTO DALL'ALTO VERSO IL BASSO: CRISTIAN MOLINARO, DARKO LAZOVIC ED EDOARDO GOLDANIGA

la trattativa che potrebbe portare Luca Rigoni in giallazzurro, con l’ex calciatore del Palermo (attualmente svincolato) che sembrerebbe restio ad accettare la destinazione giallazzurra. Trattativa in stand-by quella che prevede lo scambio Bardi-Scuffet con l’Udinese. Dalle ultime notizie in nostro possesso, l’affare dovrebbe definitivamente saltare nei prossimi giorni, con Bardi confermato nel ruolo di vice Sportiello. Chi dovrebbe salutare la Ciociaria è invece Mauro Vigorito, sul portiere forte interesse del Lecce. Pugliesi che continua-

no il pressing su Matteo Ciofani che piace anche al Pescara. Proprio gli abruzzesi dovrebbero essere la prossima destinazione di Danilo Soddimo e Roberto Crivello, attualmente svincolato. Valigie in mano anche

per Adriano Russo che difficilmente partirà per il ritiro in Canada. Da Brescia ci giungono voci di un forte interesse delle rondinelle per Lorenzo Ariaudo, ma il numero 15 con ogni probabilità rimarrà a Frosinone.

I

LORENZO CRISETIG: «SENSAZIONI POSITIVE»

I neo acquisto del Frosinone, Lorenzo Crisetig, ha parlato ai microfoni del Media Center del club canarino raccontando come è nata la trattativa che l’ha portato in Ciociaria: «La trattativa è stata abbastanza veloce. Terminati i playoff di Serie B con la promozione del Frosinone c’è stato un primo contatto, si è iniziato a parlare di questo possibile trasferimento. Poi c’è stato il periodo delle vacanze, nelle due settimane precedenti ad oggi si è intavolata una trattativa con il Bologna e, non appena le due società hanno trovato l’intesa, in pochi giorni abbiamo definito anche l’accordo personale ed è stato possibile questo mio arrivo». Il centrocampista, approdato in giallazzurro dal Bologna in prestito con diritto di riscatto, è rimasto favorevolmente impressionato dall’ambiente che ha trovato: «Le sensazioni sono molto positive, Frosinone è una bella realtà. La gente è molto calorosa, lo stadio è bellissimo. Ho trovato un gruppo molto affiatato e in cui c’è grande voglia di lavorare. Tutto questo è già un fattore di positività».


3

calciomercato

VENERDÃ&#x152; 13 LUGLIO 2018

LE PERCENTUALI DEGLI AFFARI IN ENTRATA E IN USCITA DEL CALCIOMERCATO GIALLAZZURRO

IL BORSINO DELLE TRATTATIVE IN CORSO IN ENTRATA

IN USCITA FRANCESCO BARDI

SIMONE SCUFFET

40%

Portiere Udinese

90% 100% 70% 40% 30% 50% 50%

Esterno destro

70%

Centrocampista

80%

Centrocampista

60%

Trequartista

80%

NICOLA CITRO

SAMUEL DI CARMINE Attaccante, Perugia

80%

DANILO SODDIMO

STIPE PERICA Attaccante, Udinese

Difensore

PAOLO SAMMARCO

MARCO SAU Attaccante Cagliari

80%

EMMANUEL BESEA

LUCA RIGONI Centrocampista Svincolato

Difensore

LUCA MATARESE

ANTONINO RAGUSA Esterno destro Sassuolo

50%

MATTEO CIOFANI

DARKO LAZOVIC Esterno destro Genoa

Portiere

ADRIANO RUSSO

CRISTIAN MOLINARO Esterno sinistro Svincolato

50%

MAURO VIGORITO

EDOARDO GOLDANIGA Difensore Sassuolo

Portiere

30%

Attaccante

70%


4

CAMPAGNA abbonamenti

VENERDÌ 13 LUGLIO 2018

"VORREI CHE FOSSE OGNI GIORNO DOMENICA" LO SLOGAN SCELTO DAL CLUB GIALLAZZURRO PER IL RITORNO IN SERIE A

ABBONAMENTI, SI PARTE GIOVEDÌ 19

I vecchi abbonati potranno far valere la prelazione fino al 4 agosto. Lunedì 6 scatta la vendita libera Stefano PANTANO

I

l Frosinone Calcio ha presentato la campagna abbonamenti per la stagione 2018/2019. «Vorrei che fosse ogni giorno domenica» lo slogan scelto dalla società giallazzurra per lanciare la sottoscrizione in vista della Serie A. Nella conferenza stampa di presentazione, il presidente Maurizio Stirpe ha spiegato i motivi che hanno portato a stabilire i prezzi dei tagliandi: «Quanto ai costi degli abbonamenti ci siamo andati a confrontare con quelli che potevano essere i nostri dirimpettai negli ultimi due anni, quindi quelle società che possono avere la struttura, la dimensione e l’organizzazione del Frosinone. Non abbiamo inserito tutto quello che una struttura come la nostra mette a disposizione a livello di comfort. In tal caso, se lo avessimo fatto, avremmo dovuto alzare i prezzi in maniera considerevole. Ne esce fuori questa proposta che ha una logica: i 2.500 euro della Tribuna Autorità parametrizza l’abbonato non ad uno spettatore ma ad un mini-sponsor e quindi è giusto che gli si chieda un contributo. Gli altri prezzi sono coerenti alle medie prese dalle altre società». L’obiettivo del patron ciociaro è ambizioso: «Voglio superare i 10.000 abbonamenti. Un obiettivo alla portata del Frosinone visti anche i bei numeri dell’ultima stagione». ABBONAMENTI Gli abbonamenti sono divisi in tre fasce: - Intero; Ridotto (Abbonati stagione 2017/18, Over 70, Donne e Ragazzi da 13 a 18 anni); Under 14. Non è prevista la possibilità di effettuare il cambio nominativo nel corso della stagione. Questi i prezzi nel dettaglio: • Tribuna autorità - Intero: € 2.500; Under 14: € 1.600. • Tribuna centrale - Intero: € 1.500; Ridotto: € 1.200; Under 14: € 960. • Tribuna laterale - Intero: €

··· IN ALTO LO SLOGAN DELLA CAMPAGNA ABBONAMENTI 2018/2019 DELCLUB CANARINO, NELLE ALTRE FOTO I PREZZI DI ABBONAMENTI E BIGLIETTI PER IL CAMPIONATO DI SERIE A

1.100; Ridotto: € 880; Under 14: € 705. • Tribuna superiore - Intero: € 850; Ridotto: € 680; Under 14: € 545. • Tribuna Est - Intero: € 600; Ridotto: € 480; Under 14: € 385. • Curva Nord/Sud - Intero: € 290; Ridotto: € 230; Under 14: € 185. • Disabile 100%: Omaggio Accompagnatore pagante Fino ad esaurimento posti. • Disabile <100%: Ridotto Accompagnatore pagante Fino ad esaurimento posti. DATE E MODALITÀ La prima fase è riservata

ai vecchi abbonati che potranno far valere il loro diritto di prelazione da giovedì 19 luglio fino a sabato 4 agosto. Per loro sarà possibile acquistare il titolo sia online che presso i punti vendita Vivaticket. Nel caso in cui l’abbonato voglia cambiare il proprio posto o anche il proprio settore, dovrà recarsi nei punti vendita Vivaticket per effettuarlo. La vendita libera scatterà, invece, lunedì 6 agosto. Sarà possibile acquistare l'abbonamento sia online che presso i punti vendita Vivaticket. I nuovi abbonati avranno

la possibilità, a partire dal 19 luglio, di sottoscrivere online la fidelity card necessaria per procedere all’acquisto dell’abbonamento. Per quanto riguarda gli investitori del Crowdfunding, i vecchi abbonati potranno recarsi esclusivamente presso il Frosinone Store per confermare il proprio diritto di prelazione. Stessa cosa per i nuovi che potranno dunque sottoscriverlo solamente presso il Frosinone Store. BIGLIETTI Sono stati comunicati, inoltre, i biglietti per le gare interne della stagione 2018/2019. Due le tipologie: una prima riservata alle gare con le sei big (Inter, Juventus, Lazio, Milan, Napoli e Roma) e un’altra alle restanti: «Chi fa l’abbonamento ha un vantaggio – spiega il presidente Stirpe –, perché compra queste sei partite al prezzo dell’abbonamento ma ha la pos-

sibilità di vedere tutte le altre partite gratis. È stata un’operazione di promozione ulteriore». Anche per i biglietti non sarà possibile effettuare il cambio nominativo. I prezzi con le big: • Tribuna autorità - Intero: € 300; Ridotto: 240; • Tribuna centrale - Intero: € 180; Ridotto: € 160; • Tribuna laterale - Intero: € 140; Ridotto: € 125; • Tribuna superiore - Intero: € 110; Ridotto: € 100; • Tribuna Est - Intero: € 80;

Ridotto: € 70; • Curva Nord/Sud - Intero: € 40; Ridotto: € 35. Questi, invece, i prezzi nelle restanti sfide interne: • Tribuna autorità - Intero: € 170; Ridotto: 140; • Tribuna centrale - Intero: € 120; Ridotto: € 105; • Tribuna laterale - Intero: € 90; Ridotto: € 80; • Tribuna superiore - Intero: € 70; Ridotto: € 65; • Tribuna Est - Intero: € 50; Ridotto: € 45; • Curva Nord/Sud - Intero: € 30; Ridotto: € 25


sala stampa

VENERDÌ 13 LUGLIO 2018

5

IL PRESIDENTE SULLA SQUALIFICA: «LE DUE GARE A PORTE CHIUSE CI FARANNO PERDERE UN MILIONE DI EURO»

STIRPE: «OBIETTIVO 12 ACQUISTI» Antonio VISCA

Non saremo noi a stabilire lo stadio in cui giocheremo nelle giornate di squalifica. Lo deciderà la Lega e sarà in uno di quegli stadi in cui gioca una sola squadra di Serie A. La prima giornata di squalifica verrà scontata in Coppa Italia».

M

ercoledì si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della nuova campagna abbonamenti e dell’organigramma societario 2018/2019. Il presidente Maurizio Stirpe ha parlato di questo, del mercato e di molto altro. ORGANIGRAMMA «Stefano Capozucca non c'è nell'organigramma perché è un consulente, dal momento che abbiamo ritenuto che fosse necessario confrontarci con qualcuno che conosce molto bene la Serie A. Alessandro Frara sarà un collaboratore dell'area tecnica. Con Alessandro mi lega un rapporto di lunga data che è stato molto intenso, sempre franco e leale ed è giusto che il Frosinone sappia guardare al futuro prendendo le energie migliori che ha al suo interno. Gli ho chiesto di fare questo sacrificio, perché smettere quando si ha

ancora voglia di giocare è un sacrificio. Farà il corso per diventare direttore sportivo e per lui si profilano chance importanti. Anche per quanto riguarda Massimo Zappino ho voluto dargli questa opportunità, farà il preparatore dei portieri in una delle squadre giovanili. Ringrazio entrambi per avere accettato la nostra proposta». QUESTIONE SQUALIFICA E NUOVE REGOLE

ALLO STADIO «La prima notizia che voglio darvi è che non si potrà fumare all'interno dello stadio. Metteremo a disposizione dei tifosi dei corner point, ma all'interno dello stadio non si potrà fumare. Abbiamo avuto un comportamento esemplare per tutto il campionato per poi rimangiarci tutto nell'ultima gara. Nelle due gare di squalifica dello stadio non è stato tanto penalizzata l'invasione quanto altri

aspetti, come ad esempio l'arbitro colpito da un oggetto. Sotto questo punto di vista non si può transigere, soprattutto perché giochiamo in uno stadio senza barriere. Bisogna fare di necessità virtù e la storia serve a migliorarci. Partiamo con questo handicap delle due giornate di squalifica che fa perdere circa un milione di euro alla società. Spero che questa storia sia servita e che nel futuro non si ripetano più queste situazioni.

CALCIOMERCATO E OBIETTIVI «Il primo anno di Serie A abbiamo seguito una politica che era necessaria. Adesso dobbiamo operare dei cambiamenti organizzativi radicali, non solo dai calciatori, ma a partire dai dirigenti e dall'organizzazione del club. Noi abbiamo irrobustito tutte le strutture della società e lo dobbiamo fare anche con gli artefici del lavoro. Noi opereremo tra i 10 e i 12 innesti nel nuovo campionato, perché serve alla nostra squadra. Operando questi cambiamenti non siamo sicuri di raggiungere l'obiettivo, ma proveremo a colmare il gap che, almeno in partenza, è molto elevato. Il

mercato lo divideremo in tre fasi: entro il 16 luglio daremo al mister sei innesti nuovi, ed entro il 10 agosto altri sei per consentirgli di giocare in Coppa Italia con una rosa competitiva. Poi la terza fase sarà fino alla fine del mercato nella quale può succedere di tutto con le opportunità che capiteranno. L'unico obiettivo che il Frosinone ha quest'anno è quello di salvarsi e proverà a farlo in tutti i modi. Quando il Frosinone tornerà in Serie B dovrà trovare un nuovo presidente, perché non sono disposto a rimanere in serie cadetta. Questo non vuol dire disimpegnarsi, ma magari strutturare la catena di comando in maniera diversa. L'unico interesse che conterà sarà quello del Frosinone. Eder? A chi non piacerebbe riportare Eder a Frosinone. Attualmente però non è un giocatore alla portata del Frosinone. Magari tra qualche anno potrebbe essere possibile, ma non oggi».


PAGINA 6

13 LUGLIO 2018


i personaggi

VENERDÌ 13 LUGLIO 2018

7

C'È GIÀ FERMENTO IN CIOCIARIA PER QUANDO IL CINQUE VOLTE PALLONE D'ORO SCENDERÀ SUL PRATO DELLO STADIO FRUSINATE

CRISTIANO RONALDO AL "BENITO STIRPE" A far scoccare la scintilla tra CR7 e la Juventus l'applauso dello Stadium nella sfida di Champions League

Marcello GELFUSA

G

aleotto fu quell’ap-

plauso tributatogli dai tifosi della Juventus dopo quella rete in rovesciata segnata all’Allianz Stadium nel corso della gara di andata valevole per i quarti di finale dell’ultima Champions League tra bianconeri e Real Madrid. Da inguaribile romantico di un calcio d’altri tempi mi piace immaginare che sia scoccata lì la scintilla tra Cristiano Ronaldo e la Vecchia Signora. Perché se sui social gira il filmato di un’intervista in cui il fuoriclasse portoghese dichiara (in tempi non sospetti) che la “Giuve” era una tra le squadre che più lo “gustava” da bambino, un po’

···

A DESTRA ALESSANDRO DEL PIERO, LEGGENDA DELLA JUVENTUS. IN BASSO IL DIRETTORE UMBERTO CELANI E LO SPLENDIDO GOL IN ROVESCIATA DI CRISTIANO RONALDO ALLO STADIUM CONTRO I BIANCONERI NELLA GARA D'ANDATA DEI QUARTI DI FINALE DI CHAMPIONS LEAGUE

bambini fa tornare anche noi (che l’età adolescenziale l’abbiamo messa alle spalle da almeno mezzo secolo) l’ufficialità della notizia che CR7 dalla prossima stagione agonistica vestirà la casacca a strisce verticali bianche e nere. Come c’era da aspettarsi, dalle 17 e 34 dello scorso martedì 10 luglio 2018 la ‘Cristianoronaldo-mania’

è deflagrata anche dalle nostre parti; e c’è chi non sta più nella pelle al solo pensiero di quando l’asso del calcio mondiale capace di aggiudicarsi per ben cinque volte il Pallone d’oro calcherà l’erba del Benito Stirpe di Frosinone. Di questi ultimi sette giorni in cui il sogno ora dopo ora ha assunto via via i contorni della realtà, tutti

Anche a Frosinone è CR7 mania Il racconto: «Ronaldo, io, Umberto Celani e Pinturicchio...» coloro che hanno il cuore "zebrato" conserveranno – calcisticamente parlando – il ricordo di una settimana a dir poco memorabile. Personalmente, purtroppo, ho un rammarico: non poter disquisire con il

collega (solo di passione bianconera, per carità!) Umberto Celani di Cristiano Ronaldo alla Juventus. Ho sempre vissuto con un po’ di timore reverenziale il rapporto con il Direttore; ma quando si trattava di commentare le vicende della nostra Juve ogni mia remora caratteriale magicamente si liquefaceva. Se chiudo gli occhi lo immagino domandarmi (lui che stravedeva per Alex Del Piero) chi preferissi in un parallelo ultragenerazionale tra Cristiano e Pinturicchio; e se avessi propeso per il primo mi avrebbe sicuramente fatto notare che come Ronaldo era sta-

to acclamato a scena aperta dopo il gol in rovesciata all’Allianz Stadium, a Del Piero anni prima era stata altresì tributata una lunga ovazione alla sua uscita dal terreno di gioco del Santiago Bernabeu di Madrid dopo aver messo a segno nel corso della gara una pregevole doppietta… Poi mi avrebbe congedato con un «Comunque, se ti capita, vedi se riesci a portami una maglietta di Cristiano Ronaldo con sopra il suo autografo». Alché io, mentre dentro di me già stavo architettando un piano per tentare di accontentarlo, avrei risposto in maniera evasiva «Sì, se capiterà…».

SONO TRASCORSI 12 ANNI DAL SUCCESSO NELLA COPPA DEL MONDO IN GERMANIA IN FINALE CON LA FRANCIA

AMARCORD MONDIALI: L'ITALIA DI LIPPI

A

volte una fotografia descrive una sensazione, uno stato d’animo, meglio di mille parole. Ce n’è una scattata durante la conferenza stampa il giorno dopo la vittoria dell’Italia al Mondiale del 2006 che ritrae l’allora commissario tecnico Marcello Lippi accanto alla coppa conquistata la notte prima: il ct azzurro laureatosi da poche ore campione del mondo guarda il trofeo come farebbe un innamorato che contempla incantato la propria amata. «Non ho mai avuto modo di vedere la foto di cui mi parli – commenta Marcello Lippi, raggiunto telefonicamente mentre sta trascorrendo un breve periodo di vacanza nella sua Viareggio -, ma immagino che dal mio viso traspaia gioia, soddisfazione. Vincere quella coppa è stato umanamente il massimo a cui uno che lavora nel calcio possa aspirare, il coronamento di una carriera e di un sogno. Io prima del Mondiale avevo avuto modo di vincere diversi scudetti, la Champions League, la Coppa Intercontinentale… ma una gioia così non l’avevo mai provata». Lei ha sempre tenuto a sottolineare che la vittoria dell’Italia ai Mondiali del 2006 fu soprattutto merito di un gruppo di giocatori in possesso di

grinta cuore e determinazione. Ma è innegabile che quel formidabile gruppo fu Marcello Lippi a formarlo prima ed a guidarlo poi… «È sicuramente più facile scegliere e gestire un gruppo di persone, quando hai a che fare con ragazzi che abbinano un alto rendimento in campo a doti non comuni fuori dal terreno di gioco. Io in quegli anni in cui sono stato alla guida della Nazionale ho potuto contare sull’apporto di bravi calciatori sia dal punto

di vista tecnico-tattico e fisico, sia sotto l’aspetto delle qualità umane; e mi sto riferendo a tutti: ad iniziare da chi (come Amelia e Peruzzi) durante quel Campionato del Mondo non disputò nemmeno un minuto, a finire con chi (come Grosso) realizzo il gol decisivo ai fini della vittoria finale su calcio di rigore». A proposito di quei calci di rigori che hanno contraddistinto quell’indimenticabile notte del 9 luglio 2006, lei ha dichiarato che alla fine di tempi supplementari, quando si trattò di scegliere i cinque rigoristi, ricevette l’adesione praticamente dell’intera squadra: tutti si dissero pronti a calciare dal dischetto, persino Buffon. Ha mai provato ad immaginare se fosse toccato a lei, considerato il suo passato di calciatore, a doversi cimentare in uno di quei cinque tiri dagli undici metri? «Non ci ho mai pensato. Probabilmente, come tutti i miei giocatori, mi sarei offerto per calciarne uno; ma onestamente dirlo ora a distanza di dodici anni è sin troppo facile». Dopo la vittoria al Mondiale la sua popolarità è divenuta, per così dire, trasversale: nel senso che prima, pur potendo vantare grandi successi in carriera, a causa dei suoi trascorsi da

allenatore della Juventus era amato solo da una metà degli appassionati di calcio del nostro Paese, mentre dopo la conquista della Coppa del Mondo il consenso nei suoi confronti ha travalicato le diverse fedi calcistiche. «È il potere che ha qualsiasi atleta che rappresenti l’Italia in un avvenimento, sia esso un mondiale di calcio o un olimpiade, che si conclude con una vittoria. Addirittura, la mediaticità dell’evento ti porta ad essere conosciuto anche da chi sino ad allora era praticamente a digiuno di quella disciplina sportiva in cui sei riuscito a primeggiare ai massimi livelli mondiali portando in alto il nome del tuo Paese». E vero che ancora oggi, a tanti anni di distanza da quell’impresa calcistica, le capita di incontrare gruppetti di appassionati di calcio che l’accolgono con quel ‘po-po-po-po-po-po-po, po-popo-po-po-po-po… che ha caratterizzato i festeggiamenti dei tifosi italiani immediatamente dopo la vittoria al mondiale del 2006? «Sì, qualche volta è successo. E confesso che sentire quel motivetto mi fa rivivere le sensazioni indelebili di un’esperienza straordinaria». Un’esperienza straordinaria proprio perché coronata da un risultato che rimarrà tra le pagine più fulgide della storia del nostro calcio, ma soprattutto nel cuore di tutti gli italiani. M.Gelfusa


8

cHAMPIONS SOCCER CIOCIARIA

AL VIA LA FASE AD ELIMINAZIONE DIRETTA DELLE COMPAGINI RIMASTE IN GARA

LE SQUADRE QUALIFICATE DOPO LA FASE A GIRONI

GIRONE A1 : SGURGOLA ANAGNI GIRONE A2 : ACUTO TREVI GIRONE A3 : PIGLIO FIUGGI GIRONE B1 : ALATRI TRIVIGLIANO GIRONE B2 : TORRE CAJETANI FUMONE GIRONE B3 : VEROLI VICO NEL LAZIO GIRONE C1 : FROSINONE MOROLO GIRONE C2 : ARNARA SUPINO GIRONE C3 : CECCANO GIULIANO DI ROMA GIRONE D1: AMASENO CASTRO DEI VOLSCI GIRONE D2: VALLECORSA SAN GIOVANNI INCARICO GIRONE D3: CEPRANO VALLECORSA GIRONE E1: ISOLA DEL LIRI CASTELLIRI GIRONE E2: STRANGOLAGALLI SANTOPADRE GIRONE E3: ARCE FONTANA LIRI GIRONE F1: FONTECHIARI CAMPOLI APPENNINO GIRONE F2: BROCCOSTELLA PESCOSOLIDO GIRONE F3: SAN DONATO VAL DI COMINO SORA GIRONE G1: PICINISCO GIRONE G2: ATINA SETTEFRATI GIRONE G3: GALLINARO BELMONTE CASTELLO GIRONE H1: PIEDIMONTE S.GERMANO CERVARO GIRONE H2: VILLA SANTA LUCIA VITICUSO GIRONE H3: ACQUAFONDATA SAN VITTORE NEL LAZIO GIRONE I1 : AQUINO ESPERIA GIRONE I2 : CASTROCIELO TERELLE GIRONE I3 : PONTECORVO ROCCASECCA GIRONE L1: SAN GIORGIO A LIRI SANT'AMBROGIO SUL GARIGLIANO GIRONE L2: AUSONIA SANT'APOLLINARE GIRONE L3 : CORENO AUSONIO PIGNATARO INTERAMNA MIGLIORI TERZE QUALIFICATE: PATRICA SANT'ELIA FIUMERAPIDO ROCCA D'ARCE SANT'ANDREA SUL GARIGLIANO CASALVIERI CASSINO

VENERDÃ&#x152; 13 LUGLIO 2018


PIANETA BASKET

VENERDÌ 13 LUGLIO 2018

9

PRODOTTO DEL VIVAIO DELLA REYER, ARRIVA IN CIOCIARIA PER FARE IL DEFINITIVO SALTO DI QUALITÀ

VIRTUS, ECCO LA VOGLIA DI PAOLIN Cassino ha messo sotto contratto il play/guardia veneziano reduce dall'esperienza in B con Crema

P

La Virtus Cassino ha raggiunto un accordo con l’entourage dell’atleta Francesco Paolin per l’acquisizione delle prestazioni sportive per la stagione 2018/19. L’atleta classe ’95 è un play-guardia di 189cm, nativo di Dolo (VE) e prodotto delle giovanili della Reyer Venezia. Con la maglia dei “Campioni d’Italia 2016/17”, il nuovo giocatore rossoblù ha mancato per un tiro sulla sirena la conquista dello scudetto Under 19 nel 2014, per poi trasferirsi per il suo primo anno ‘fuori-casa’ in quel di Valsesia. Per lui, due campionati di Serie B da assoluto protagonista, riuscendo a conquistare nell’anno sportivo 2015-16 il premio di “Miglior Under del Campionato Nazionale di Serie B” grazie ai suoi 15 punti a partita in 29 minuti di campo prestazioni importanti, che gli hanno consentito l’ anno seguente, con il suo grande atletismo e la sua energia, di fare il definitivo salto di qualità con la Pallacanestro Forlì, formazione con la quale ha perfezionato le sue qualità nel campionato di Serie A2. Nella stagione 201718, la firma per la Pallacanestro Crema in Serie B, dove guida la sua squadra ai playoff con

··· NELLE FOTO ALCUNE IMMAGINI DI FRANCESCO PAOLIN NEL CORSO DELLE AVVENTURE DEGLI ANNI SCORSI

13 punti di media per gara in 32 minuti di utilizzo in campo (62% da 2; 38% da 3; 71% ai tiri liberi; 6 rimbalzi; 4 assist, ndc). Dunque, nell’annata sportiva 2018-19, Francesco sarà un nuovo atleta della Virtus Cassino.

Queste le sue prime parole da neo-rossoblù: «Non vedo l'ora di iniziare la stagione. Giocare con la maglia della Virtus Cassino, rappresenta per me un grande onore, nonché una grande opportunità per affermarmi

e misurarmi in un palcoscenico importante come la Serie A2. Per tale motivo - continua l’atleta benedettino - sto lavorando sodo per farmi trovare pronto e nelle migliori condizioni per l’inizio della stagione. Credo che la

nostra squadra, avrà come primo obiettivo, quello di far divertire coloro che ci seguiranno, e soprattutto di mantenere la categoria. Speriamo insieme di toglierci delle belle soddisfazioni».

IL CLASSE '86 HA GIÀ DISPUTATO DUE POSITIVE STAGIONI NELLA CITTÀ MARTIRE DAL 2014 AL 2016

L

MANZARI RINFORZA IL REPARTO LUNGHI CON IL RITORNO DI LUCA CASTELLUCCIA

a Virtus Cassino comunica di aver raggiunto l’accordo con l’entourage dell’atleta Luca Castelluccia, per l’acquisizione delle prestazioni sportive per la stagione 2018/19. L’atleta classe ’86, è un gradito ritorno in casa rossoblù, in quanto parte integrante del roster benedettino, che ha calcato il parquet della ‘città martire’, nelle sta-

gioni 2014/15 e 2015/16. Ala di 202cm, inizia il suo percorso cestistico all’età di 5 anni ad Ortona, sua città natale. Qui, le sue doti vengono ben presto apprezzate dalla Virtus Siena, che ne acquisisce le prestazioni sportive all’età di 14 anni. Quattro anni in Toscana per il giocatore abruzzese, che nel 2003 conquista lo scudetto juniores, continuando

a migliorare e consolidare le doti di ala moderna. Caratteristiche importanti, che gli consentono di conquistare la partecipazione con la nazionale italiana agli europei juniores di Saragoza 2004 e di Mosca 2005. Successivamente, la carriera da senior, che inizia a Pavia, in “Lega2”, per poi trasferirsi nell’ordine, ad Olbia, Patti, Gual-

do, Chieti, Padova, Torre dei Passeri, Costa Volpino e Lanciano. Nell’annata 2013/14, viene ben presto notato dal DS cassinate Leonardo Manzari, con il quale sigla un accordo biennale. Una qualificazione ai playoff nel primo anno in maglia Virtus, ed una finale nell’anno successivo, che lo consacrano come uno dei giocatori

più importanti del panorama nazionale di Serie B. Nell’ultimo anno in rossoblù, Luca ha collezio-

nato 38 presenze, con una media di circa di 27 minuti a gara, per 10.1 punti, 4.1 rimbalzi ed il 44% da tre punti.


10

VENERDÌ 13 LUGLIO 2018

VOLLEY E ALTRI SPORT

IL CLASSE '97 È CRESCIUTO IN MANIERA ESPONENZIALE, RIUSCENDO AD ENTRARE ANCHE NEL GIRO DELLA NAZIONALE

CANESCHI RIMANE PER STUPIRE Il giovane centrale della Biosì Indexa confermato nel roster che prenderà parte al campionato di Superlega

A

nche Edoardo Caneschi resta in bianconero. Ecco l'ufficialità che tutti aspettavano: il giovanissimo centrale, classe '97, farà ancora parte della banda volsca guidata da coach Mario Barbiero e promette di dare il massimo per la sua squadra. Aggregatosi la passata stagione alla Biosì Indexa Sora, la giovane promessa è diventata una certezza, tanto è che a notarlo è stato anche il mister degli azzurri, Gianlorenzo Blengini che lo ha convocato per il collegiale in vista dei Giochi del Mediterraneo che si sono tenuti a Tarragona dal 22 giugno al 1 luglio. Agli ordini del tecnico Gianluca Graziosi, Caneschi non si è dunque fermato nella stagione estiva continuando a lavorare per maturare ulteriormente come sta facendo in questi giorni a Boario Termo con la Nazionale B. «Questa conferma mi fa capire che il lavoro svolto con la società è andato molto bene – esordisce Caneschi. Nelle prime partite l'insicurezza era tanta ma man

Cosa ti ha lasciato questa prima volta in A1? «Durante questo campionato ho imparato moltissime cose, è stato un periodo veramente importante per la mia carriera, forse fondamentale, dove mi sono confrontato con il massimo livello possibile. Ho cercato di carpire ogni insegnamento possibile dal coach nonché dai compagni con maggiore esperienza e, in ultimo, anche dai tanti forti avversari che abbiamo incontrato».

mano sono riuscito ad entrare in campo con la mentalità giusta. E' stato il mio esordio in SuperLega, venivo infatti dall'A2 e credo sia normale farsi prendere dal timore della novità, dell'aumento delle difficoltà. Grazie alla società, ai compagni, al mister e a tutto lo staff tecnico con cui eravamo sempre a stretto contatto, però, le paure si sono dileguate, lasciando spazio alla vog-

lia di fare, imparare e dare il meglio per tutti. Sono felicissimo della fiducia che il club ripone in me e nei miei mezzi». Che cosa ti aspetti da questa seconda volta in massima serie? «Per questo nuovo anno ho grandissime aspettative, ogni partita giocata fino all'ultimo respiro e con ancor più grinta considerando che ci saranno

le retrocessioni. Sarà una stagione molto combattuta, tutte le concorrenti si stanno attrezzando al meglio e noi dovremo riuscire ad esprimere il massimo del potenziale e figurare come meritiamo. Abbiamo sulle spalle il bagaglio dello scorso anno e ci servirà tantissimo per affrontare mesi complicati». Quale sarà il tuo con-

tributo al collettivo sorano? «Alla mia squadra spero di riuscire a dare una grande mano in campo, sia in allenamento che in partita, e fuori, restando uniti così come lo eravamo nella passata stagione. E' importante restare compatti e creare gruppo. Spero di fare bei numeri, tanto in attacco quanto a muro e migliorare ancora».

Invece, come hai vissuto la tua esperienza estiva in azzurro? «Anche se ho avuto un piccolo infortunio, tutto è andato per il meglio. E' stato emozionante essere convocato con la Nazionale B e sono stato felice di non essermi fermato ma di aver continuato ad allenarmi e a raffinare la mia tecnica. Certamente mi sento un pizzico maturato e quello che ho appreso durante quei giorni spero di riuscire ad esternarlo nelle nuove sfide che attendono la Biosì Indexa Sora».

SI TOGLIERÀ IL VELO SUL 74° CAMPIONATO, TARGATO QUEST'ANNO CREDEM BANCA. LA TERZA SARÀ LA GIORNATA CLOU

TRA PRESENTAZIONI, MERCATO E CALENDARIO TRE GIORNI DI FUOCO AL "FICO" DI BOLOGNA

A

Bologna il 17, 18 e 19 luglio il lancio ufficiale del 74° Campionato, per la prima volta targato Credem Banca. Il Volley Mercato apre ufficialmente martedì Da martedì 17 a giovedì 19 luglio “FICO EATALY WORLD”, il più grande parco dedicato al cibo, inaugurato alle porte di Bologna lo scorso novembre, sarà l’inedita location del Volley Mercato, l’atteso primo appuntamento della nuova stagione per la nascente Serie A Credem Ban-

···

NELLE FOTO IL PATRON GIANNETTI E LA LOCATION DELL'EVENTO A BOLOGNA

ca, 74° Campionato. Il 17 e 18 luglio le sale meeting ed il Centro Congressi nel cuore del parco agroalimentare di oltre 100mila metri quadri, vetrina per tantissime im-

prese del food italiano, saranno protagonista non solo delle ultime chiusure dei tesseramenti atleti, ma anche di un ricco programma di seminari e attività per i

Club dedicate a dirigenti e uffici stampa, con la speciale partecipazione all’evento delle Leghe della Volleyball League Association e di alcuni top club europei.

Quest’anno il Volley Mercato avrà infatti uno spazio speciale organizzato in lingua inglese per gli ospiti internazionali che potranno seguire moduli di approfondimento particolari dedicati al marketing e ai social network nel volley. Il 19 luglio l’evento “La Prima Battuta” presenterà la stagione, oltre ai calendari di SuperLega e Serie A2 Credem Banca e degli eventi di Lega targati Del Monte®. Sul palco, con la regia di Marco Caronna, il giornalista RAI Alessandro Antinelli guiderà la presentazione ufficiale della stagione. Lo show sarà seguito in diretta free da Lega Volley Channel. I giornalisti interessati a partecipare a “La Prima Battuta” (unico evento dell’intero programma aperto alla stampa) possono inviare una email a press@ legavolley.it All’interno di FICO sarà allestita una sala stampa per l’intera 3 giorni per seguire passo a passo il mercato.

Tu NEWS n. 112 inserto  
Tu NEWS n. 112 inserto  
Advertisement