Page 1

N. 121 - Venerdì 12 Ottobre 2018

Direttore Responsabile: Marco Ceccarelli Redazione: Tel. 393 6239680 - tunews.redazione@gmail.com Editore: Globalpress S.r.l. - P. Iva 02714820590 globalpress.amministrazione@gmail.com Stampa: Centro Offset Meridionale s.r.l. - Caserta Tiratura media 6.000 copie

€ 0,50

NEWS

FROSINONE SPETTACOLO

PASSIONE PER L'INFORMAZIONE

INSERTO DELL'EDIZIONE ODIERNA DELLA TESTATA GIORNALISTICA TU SPORT

GRATUITO - Edizione lancio

Un mare di rifiuti nel lembo che separa l'area lacustre di San Giovanni Incarico da quella boschiva di Arce

PAGINA 2

POLITICA DA SCULACCIARE L'ECONOMIA CIOCIARA È SEMPRE PIÙ A PICCO: I DATI FOTOGRAFANO L'INARRESTABILE CROLLO DEL PIL GHIOTTA OCCASIONE PER IL PRESIDENTE NAZIONALE BOCCIA DI STRIGLIARE EUROPA, GOVERNO E REGIONE FERENTINO

Gruppo d'Acquisto Solidale, presentato ieri il progetto che rispetta l'ambiente PAGINA 6

FROSINONE

Contro le ludopatie il progetto "Punta in alto" della Cittadella Cielo PAGINA 5

VEROLI PAGINA 3

TAJANI, ZINGARETTI E SALVINI OSPITI DELL'ASSEMBLEA GENERALE DI UNINDUSTRIA IN PROGRAMMA MARTEDÌ PROSSIMO ALL'AUDITORIUM DELLA TECNICA DI ROMA LA NOSTRA È TRA LE 15 PROVINCE CRESCIUTE MENO IN PASSATO. E IL TREND PROMETTE MALE

Un cerchio magico intorno al sindaco Cretaro per la sua ricandidatura PAGINA 9


2

VENERDÌ 12 OTTOBRE 2018

frosinone e provincia

TANTI I RIFIUTI SUL LEMBO CHE SEPARA L'AREA LACUSTRE DI SAN GIOVANNI INCARICO DA QUELLA BOSCHIVA DI ARCE

Un lago con vista... discarica per la "gioia" dei campeggiatori Marcello GELFUSA

U

na discarica abusiva con vista sul lago: frigoriferi ed altri elettrodomestici, materassi e recipienti in vetro, scarti di materiale edile e calcinacci, copertoni e paraurti di automobili… c’è persino un water! Rifiuti accatastati nel tempo sul lembo di terra che separa l’area lacustre di San Giovanni Incarico da quella boschiva di Arce, nei pressi del caseggiato dell’ex casello ferroviario 113. Ma quel che è peggio - considerato che nel comune arcese ed in quello sangiovannese è da anni iniziata la raccolta differenziata dei rifiuti e quella dei materiali ingombranti - è che esiste ancora più di qualche persona incivile che non ha voglia di separare plastica, carta, allumino, vetro e rifiuti di cucina ed ha preso a gettare i sacchetti dell’immondizia che produce, in loco; così la già preesistente discarica ha preso ad ingrossarsi ancora di più. Alla luce di quanto state vedendo, non ci resta che prendere atto di come ‘la mamma degli imbecilli sia sempre in cinta’: in quale maniera si potrebbero altri-

Il lago di Posta Fibreno, prezioso scrigno naturalistico

E

menti definire coloro che, considerando le sponde del lago di San Giovanni Incarico e la porzione di bosco nei pressi di Isoletta d’Arce alla stregua di un immondezzaio, hanno preso a scaricarvi ogni sorta di rifiuto. Le immagini, seppur eloquenti, non riescono a dare l’esatta percezione dello scempio

perpetrato ai danni di un luogo di pregio dal punto di vista naturalistico. Sarà davvero un ‘bello’ spettacolo per i campeggiatori provenienti da tutta la provincia, alcuni anche dai limitrofi territori campani e romani, che ancora scelgono questo luogo per trascorrervi il weekend.

sistono luoghi magici capaci di catturare la fantasia e l’anima di chi abbia in sorte il piacere di scovarli. Tra questi merita una particolare menzione il lago di Posta Fibreno, che con l’inimitabile fascino dei suoi suggestivi scenari è capace di ammaliare anche il visitatore più disincantato. Situato ai piedi del centro storico del paese, il bacino lacustre è una vera e propria oasi di pace e tranquillità; un prezioso scrigno naturalistico che consente al visitatore, tramite sentieri e percorsi di immergersi in scorci e paesaggi mozzafiato. Da quando poi sul finire degli anni Ottanta nell’invaso e nei terreni che lo circondano (una porzione di territorio pari a circa quttrocentoquaranta ettari) è stata istituita a fini protezionistici della biodiversità animale e vegetale una riserva naturale, il luogo è divenuto via via anche punto di riferimento per gli amanti del birdwatching che tramite la presenza di ben integrati capanni da osservazione hanno la possibilità di ammirare senza disturbarla la nutrita e variegata avifauna presente tra i canneti. Anche i fondali del lago, grazie alla limpidezza delle acque, sono altrettanto apprezzati dagli amanti delle immersioni subacquee. Caratteristica è inoltre l’isola galleggiante, i cui spostamenti (dovuti al vento ed alle correnti lacustri sotterranee) sono ben visibili dal sovrastante centro storico del paese. Alcuni locali, ben integrati nel paesaggio naturale, offrono poi a chi viene con il solo intento di fare una passeggiata lungolago o un giro in pedalò la possibilità di una piacevole sosta-ristoro. Ogni anno con la riapertura delle scuole torna infine in pieno fermento l’attività del ‘Laboratorio Territoriale’, che attraverso la promozione e la conoscenza della natura si prefigge di gettare un seme che consenta di far germogliare fra le nuove generazioni una coscienza ecologica, per cui la tutela e la salvaguardia dell’ambiente siano da considerare azioni importanti da non trascurare. M.Gelfusa


VENERDÌ 12 OTTOBRE 2018

frosinone e provincia

3

MARTEDÌ A ROMA L'ASSEMBLEA GENERALE DEGLI ASSOCIATI DI UNINDUSTRIA: TRA I RELATORI ANCHE IL PRESIDENTE NAZIONALE VINCENZO BOCCIA

Una nuova politica industriale

Mille imprenditori chiederanno a Tajani, Zingaretti e Salvini misure incisive per la crescita economica Detektor

L'

educazione è un tema che scalda gli animi. Prende la testa e la pancia, a volte anche la mano. La sculacciata si posiziona in un limbo di controversa efficacia educativa. Da un lato ci sono i sostenitori della teoria che “un ceffone al sedere non ha mai fatto male a nessuno”, dall’altro quelli che ritengono che “alzare le mani non vada bene”. Partendo dal presupposto che per la prima volta nella storia dell’umanità la prossima generazione starà peggio di quella che l’ha preceduta, e chi fa impresa viene visto più come un nemico che un amico, allora farebbe bene il presidente degli industriali italiani a usare le maniere forti, seppur virtualmente, nei confronti dei signori della politica. Con tre lo potrà fare direttamente. Facendo ben capire loro che la tenuta delle imprese, negli ultimi anni, è stata figlia per la massima parte della caparbietà e del coraggio degli imprenditori, piuttosto che di coloro che si sono succeduti alla guida del Governo. Le aziende, infatti, ancora faticano a comprendere perché le istituzioni sono poco amiche di chi mantiene la produzione in Italia. L’occasione propizia per assestare qualche pacca sul sedere è l’assemblea generale di Unindustria, l’Unione degli Industriali e delle imprese di Roma, Frosinone, Latina, Rieti,

Inarrestabile il crollo del Pil in Ciociaria I dati parlano chiaro: la nostra è tra le 15 province cresciute meno in passato e che crescerà meno in futuro Disoccupazione giovanile al 37% contro il 26,5 della media nazionale

Viterbo che si terrà alle 10 del 16 ottobre, all’Auditorium della Tecnica a Roma. Il tema è proprio dibattere di politica economica e industriale nel nostro Paese e specificamente nel Lazio, alla presenza di un migliaio di imprenditori associati. All’appuntamento, almeno secondo programma, sono stati invitati il governatore della Regione Lazio Nicola Zingaretti, il presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani, il vice presidente del Consiglio dei Ministri e Ministro dell’Interno

Matteo Salvini. I primi (-33 punti). La caduta si sinate. Anche alla luce aspetta da Boccia è queldue ormai in odore di es- è arrestata nel 2017, tut- del fatto che la metà dei la di chiedere a gran voce sere il futuro di Pd e FI e tavia le previsioni di cre- contribuenti della Cio- che il lavoro e lo svilupil terzo il padrone asso- scita del prossimo trien- ciaria dichiara redditi al po siano messi al cenluto della Lega. nio sono attorno allo 0,5 di sotto dei 15mila euro e tro dell’agenda politica A fare gli onori di casa per cento, valore insuffi- la media pro-capite è di e che il confronto con Filippo Tortoriello. Ma ciente per poter parlare circa 4mila euro inferio- le rappresentanze sia la ci sarà pure base su cui il presidencostruire le te nazionanuove strale di Contegie di svifindustria luppo. Vincenzo La stabilità Boccia. Il finanziaria capo degli di un Paese, imprendise qualcuno tori italiani l'avesse di■ ■ ■ NICOLA ZINGARETTI ■ ■ ■ MATTEO SALVINI potrà, se ■ ■ ■ ANTONIO TAJANI menticato, vorrà, usare come esem- di ripresa. La nostra è tra re a quella nazionale. Le è la condizione indispenpio i numeri che dicono le 15 province italiane rilevazioni sulla ricchez- sabile per la fuoriuscita che dal 2007 ad oggi l’e- che è cresciuta meno in za segnalano, poi, una dall’attuale “pasticcio” conomia della provincia passato, ed è tra le 15 che provincia con valori me- politico. Le dinamiche di Frosinone ha perso crescerà meno in futuro. dio bassi. E la disoccupa- internazionali, infatti, 15 punti di Pil, un crollo È per questo che occor- zione giovanile tra i 18 e sono cambiate e chi si asche ha coinvolto tutti i re, così come sostiene 29 anni è al 37 per cento sume la responsabilità di comparti, in particola- Unindustria, una nuo- contro il 26,5 della media governare una nazione re il manifatturiero (-22 va politica economica, italiana. non può tardare a compunti) e le costruzioni soprattutto per il Fru- La sculacciata che ci si prenderlo.


PAGINA 4

12 OTTOBRE 2018


VENERDÌ 12 OTTOBRE 2018

FROSINONE

5

ILLUSTRATO IN CONFERENZA STAMPA DA NUOVI ORIZZONTI PRESSO LA CITTADELLA CIELO

"Punta in alto", progetto con focus sulla ludopatia Egidio CERELLI

I

l tema molto interessante: “Punta in alto”, prevenzione e contrasto delle dipendenze con focus specifico sulla ludopatia è stato proposto da Nuovi Orizzonti presso la Cittadella Cielo in Frosinone. Proprio alla vigilia del 25° anniversario inaugurando il nuovo anno con diverse attività e progetti in linea con la propria mission originaria. Fin dai primi anni ’90 la fondatrice Chiara Amirante(nella foto in alto) si è dedicata all’ascolto del grido inascoltato di tanti giovani finiti in tunnel infernali accogliendoli nella prima comunità avviata a Roma. «Fin da subito sono nati progetti e attività per i giovani col desiderio di non fermarsi all’accoglienza e ad intervenire su chi già vive il disagio ma soprattutto cercando di prevenirlo soprattutto in quelle fasce di età più a rischiocosì l’incipit di don Davide Banzato che ha presentato il progetto “Punta in alto” in conferenza stampa-. La prevenzione nelle scuole creando alleanze educative con dirigenti e insegnanti scolastici è stata una priorità portata avanti negli anni arrivando ad incidere nei territori in cui si è presenti. Ogni anno in media nelle Regioni in cui Nuovi Orizzonti ha un Centro si è arrivati ad incontrare dai 1.000 ai 3.000 studenti». Il un nuovo Progetto permetterà di incidere maggiormente nel territorio nazionale in ben 10 Regioni italiane ampliando gli obiettiviaggiungeva il moderatore

■■■

A DESTRA LA FONDATRICE DI NUOVI ORIZZONTI CHIARA AMIRANTE; SOTTO IL PROF. ALESSANDRO RICCI DELL'UNIVERSITÀ SALESIANA, DON DAVIDE BANZATO E PAOLO BRIGO. SOTTO LA LOCANDINA

Paolo Brigo, project manager del progetto»-.«Punta in alto è uno dei progetti nazionali che verrà realizzato con il finanziamento concesso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per l’annualità 2017 a

valere sul fondo per il finanziamento di progetti e attività di interesse generale nel terzo settore i cui all’art. 72 del decreto legislativo n° 117/2017- sottolineava do Davide. Esso insiste su una vasta rete territoriale e si inserisce in contesi scolastici e di comunità nei quali l’Associazione Insieme Verso Nuovi Orizzonti opera con proprie sedi ed ha già in attivo delle collaborazioni con scuole pubbliche e associazioni territoriali». Il progetto prevede la realizzazione delle attività all’interno degli istituti scolastici di secondo grado, oltre che l’organizzazione di eventi

di disseminazioni delle pratiche progettuali, destinate alla comunità territoriali. Si attiveranno azioni in 23 Istituti scolastici dislocati in 10 Regioni spiegava il sacerdote responsabile di Cittadella Cielo in Frosinone». Da qui l’idea di intervenire all’interno delle scuole perché, secondo il prof. Alessandro Ricci dell’Università Salesiana…« in un mondo fluido come quello della diffusione della ludopatia, i minori costituiscano una popolazione che necessita di particolare attenzione, sia perché un ingresso precoce nel mondo del gioco d’azzardo aumenta la probabilità di uso problematico in età adulta, sia perché la propensione dei giovanissimi alla sperimentazione, anche di tipo esplorativo è molto elevata. Questo trova conferma nei dati disponibili: la ludopatia sembra infatti coinvolgere circa un terzo degli studenti minorenni frequentanti le scuole superiori. Gli Istituti coinvolti sono essenzialmente istituti professionali dove le “nuove dipendenze” hanno maggiore appiglio. Infatti gli studenti degli istituti professionali,

rispetto a quanto rilevato nelle altre tipologie di istituti scolastici, sembrano coinvolti maggiormente nel gioco con le slot machine ed i videopoker, sia nei maschi (23,0%) sia, in misura minore, nelle femmine (10,1%)». Quali gli obiettivi da raggiungere? «Prevenzione e contrasto delle dipendenze, ivi inclusa la ludopatia- aggiungeva don Davide-,formazione extra-scolastica, finalizzata alla prevenzione della dispersione scolastica e al successo scolastico e formativo, alla prevenzione del bullismo e al contrasto della povertà educativa». Le attività necessarie si concretizzano con la produzione e la diffusione di materiali informativi.«Certamente! L’attività prevede la preparazione e la divulgazione di materiali informativi di base (poster permanenti, depliant, quaderni interattivi per minori, roll up di prevenzione, vele informative), scientificamente accreditati per vari settori (scuole, associazioni, comunità)- aggiungeva lo stesso sacerdote-. «L’attività è incentrata sull’attuazione di campagne informative su internet e concorsi creativi rivolti agli studenti attraverso social network- sottolineava Paolo Brigo-. Saranno attivati dei percorsi formativi che porteranno gli studenti a realizzare campagne informative sul tema della ludopatia. Nella scuola verrà realizzata una pagina Facebook ad hoc sul tema

delle nuove dipendenze con focus sulla ludopatia. La pagina verrà gestita ed aggiornata dagli studenti coinvolti nel progetto, coordinati da esperti nel settore della comunicazione. Inoltre, grazie al coinvolgimento delle forze di pubblica sicurezza locali, saranno attivati dei tavoli di condivisione per analizzare fenomeni di pubblicità ingannevole che attrarre i minori verso il gioco d’azzardo. Il gioco d’azzardo su internet è una nuova forma di gioco che rappresenta un rischio particolare per i giovani. Pertanto stimoli e testimonianze positive provenienti da famiglia, scuola e comunità fanno la differenza: presenza, protezione e supporto, calore affettivo, controllo discreto, accettazione, autonomia, gratificazione e regole chiare favoriscono la resilienza». «Diceva bene Paolo –proseguiva don Davide-. Su queste tematiche prevediamo di organizzare negli istituti scolastici formazione specifica per i docenti della durata di 15 ore con l’obiettivo di trasmettere strumenti e competenze adatte a sensibilizzare gli studenti ad un corretto uso di internet e dei social network». «Non solo- altro intervento del prof. Ricci-L’attività prevede l’attivazione di programmi di prevenzione e lavoro di contrasto sulle distorsioni cognitive dei ragazzi relative alla ludopatia. L’obiettivo di questa azione è quella di cambiare le credenze errate sul gioco d’azzardo. Attraverso le attività laboratoriali gli educatori potranno cogliere anticipatamente il deficit del con-

trollo degli impulsi emotivi e comportamentali dei giovani coinvolti, intervenendo tempestivamente per il potenziamento dell’autocontrollo e della regolazione emotiva e di supporto educativo alla famiglia. Per raggiungere l’obiettivo utilizzeremo tecniche che intervengano sull’intelligenza emotiva e razionale come laboratori esperienziali sul teatro e sulla comunicazione». La conclusione di Don Davide Banzato. «Prevediamo di organizzare un’attività formativa destinata agli educatori e agli insegnanti per dare strumenti che possano permettere di riconoscere i fattori di rischio e prevenzione da gioco patologico. La formazione si svolgerà nel periodo di giugno/luglio 2019 attraverso l’organizzazione di una “summerschool” di 4 giorni per un totale di 32 ore di formazione on site. Al fine di prevenire le ricadute delle persone con GAP si intende collaborare con i SERD territoriali per rafforzare le azioni di sostegno famigliare, reinserimento socio lavorativo e Follow Up attivando 10 percorsi di accompagnamento della durata 12 mesi presso le comunità terapeutiche di Nuovi Orizzonti a Montevarchi (AR), Pistoia (PT), Marino (RM), Piglio (FR), Trento (TN)»«Il raggiungimento della condizione di astinenza dal gioco, rafforzamento delle motivazioni che sostengono la condizione di astinenza dal gioco d’azzardo, apprendimento di modalità adattive per affrontare i problemi e le difficoltà, lavoro sulla storia di vita personale, miglioramento delle capacità relazionali sia all’interno del proprio nucleo familiare che nell’ambiente esterno, riduzione dei rischio di trasmissione della dipendenza da gioco ad altri familiari, modificazione dello stile di vita, recupero della capacità lavorativa»- l'invito finale di don Davide. Non rimane che l’invito di dare un futuro ai nostri giovani, insegnando loro a sognare puntando in alto e scommettendo su se stessi!».


6

VENERDÌ 12 OTTOBRE 2018

frosinone-ferentino

FROSINONE - DOMENICA 21 ALLA SCOPERTA DI LUOGHI IN CUI IL FASCINO DELLA CIOCIARIA È RIMASTO INTATTO

Un tuffo nella grande bellezza Porte aperte per le dimore storiche

U

n tuffo nella grande bellezza. La prima “Giornata delle dimore storiche del Lazio” in programma domenica 21 ottobre sarà un’occasione per scoprire parte dell’immenso patrimonio di dimore, ville, parchi e giardini storici su tutto il territorio laziale, decine di luoghi in cui il fascino e la suggestione della storia sono rimasti intatti. Sarà il primo evento ideato dalla Regione Lazio, con il supporto di Lazio Innova, dell’Associazione Dimore Storiche Italiane e dell’Associazione Parchi e Giardini d’Italia, per promuovere la “Rete delle dimore storiche” costituita nel 2017 in applicazione della Legge regionale n. 8 del 2016 e che al momento raccoglie 109 siti pubblici e privati selezionati attraverso un avviso pubblico. A queste dimore saranno destinati 500 mila euro per interventi di manutenzione e recupero attraverso un avviso pubblico che sarà pubblicato nel mese di novembre, mentre dal 1° novembre al 30 dicembre saranno straordinariamente aperti i termini per presentare le nuove candidature. Valorizzare il patrimonio culturale del Lazio è un obiettivo fondamentale per il Presidente della

N

asce il primo G.A.S. (gruppo di acquisto solidale) di Ferentino. Il progetto è stato presentato ieri alle 18.30 presso la trattoria Mulino e Pastificio. Il piano di lavoro nasce per iniziativa dell’associazione di promozione sociale “Benvenuti al Sud”, scrupolosamente attiva su tutto il territorio della Ciociaria nella promozione e valorizzazione dei prodotti alimentari di qualità, nonché delle tradizioni enogastronomiche territoriali. Tale iniziativa ha ottenuto il contributo della Regione Lazio e dell'Arsial (Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l'Innovazione dell'Agricoltura del Lazio). Ma che cos’è un G.A.S.? I gruppi di acquisto solidale sono gruppi di acquisto, organizzati spontaneamente, che partono da un approccio critico al consumo e che vogliono applicare i principi di equità, solidarietà e sostenibilità ai propri ac-

Dalle Marche la Copagri Frosinone-Latina lancia un appello per sostenere le imprese agricole del Lazio sud

■■■

IN BASSO LA CASA MUSEO DI ADA E GIUSEPPE MARCHETTI A FUMONE; A DESTRA LA ROCCA JANULA DI CASSINO

N Regione Nicola Zingaretti convinto che sostenere la bellezza significhi dare impulso anche allo sviluppo del territorio, dell’economia e del turismo. ALCUNI LUOGHI VISITABILI DOMENICA 21 IN CIOCIARIA Saranno aperti per la prima volta al pubblico: il settecentesco Palazzo Visocchi di Atina con decorazioni e arredi neoclassici tra cui un raro esemplare di carta da parati prodotta a inizio Ottocento con il sistema della macchina continua dalle Cartiere Lefevre di Isola del Liri. Inoltre, nella provincia di Frosinone sarà possibile visitare: la Casa madre della congregazione delle suore cistercensi della carità che è stata la casa-fortezza dei Papi di Anagni, costruita seguendo la partizione della Domus Aurea e ancora oggi splendidamente affrescata e

sede di fatti storici memorabili tra cui l’incontro di pace tra Gregorio IX e Federico II di Svevia e l’oltraggio dello schiaffo a Bonifacio VIII; la Casa Museo Ada e Giuseppe Marchetti di Fumone le cui origini risalgono all’XI secolo, usata come prigione per personaggi illustri per oltre 500 anni (secondo alcune fonti qui Bonifacio VIII fece segregare Celestino V, il primo papa della storia a rinunciare al Soglio pontificio), poi divenuta dimora principesca e oggi dedicata all’archeologo e senatore del regno Giuseppe Marchetti e, ancora, la Badia S. Maria di Anagni; la Rocca Janula di Cassino; il Castello Succorte di Fontana Liri; la Villa Nota Pisani di Isola Liri; la Casa Lawrence di Picinisco e il Convento San Francesco di Roccasecca. Per consultare l’elenco e avere info complete basta visitare il sito www. dimorestorichelazio.it.

el cuore del Maceratese, colpito dal terremoto del 2016, la Copagri di Frosinone e Latina, rappresentata dal responsabile Fabrizio Neglia, ha lanciato un appello a sostegno delle aziende del basso Lazio. Lo ha fatto in occasione della settima edizione della manifestazione nazionale “Agricoltura in Festa” nella città di Tolentino. La confederazione dei produttori agricoli ha scelto le Marche per dimostrare la propria vicinanza a una zona che soffre ancora per il sisma e per ricordare che l’agricoltura e i suoi prodotti, grazie anche al turismo enogastronomico, possono essere un volano per il recupero di un territorio gravemente ferito. «La manifestazione ha rappresentato un momento importante per la nostra organizzazione – ha sottolineato Neglia – e siamo contenti che si sia tenuta in queste zone che presentano ancora forti difficoltà a richiamare visitatori e turisti, base per una ripartenza economica del territorio». Le province di Frosinone e Latina da tempo lamentano difficoltà dovute in gran parte alle perdite economiche subite ma non solo: «I problemi della nostra agricoltura – sottolinea il presidente Neglia – sono tanti: dai danni causati dalla fauna selvatica, cinghiali e caprioli in particolare, alle condizioni meteo letteralmente impazzite che provocano allagamenti e carenza idrica, fino alla mancata introduzione di innovazione che impedisce spesso di alzare la qualità delle produzioni. A mio avviso però l’aspetto che ci penalizza maggiormente è l’insufficienza di aggregazione o di filiera, l’incapacità da parte delle aziende del territorio di riuscire a fare sistema tra loro».

FERENTINO - IL PROGETTO DELL'ASSOCIAZIONE "BENVENUTI AL SUD", È STATO PRESENTATO IERI

Nasce il primo Gruppo d'Acquisto Solidale Equità e solidarietà i principi cardine di chi fornisce prodotti nel rispetto dell'ambiente

quisti (principalmente prodotti alimentari o di largo consumo). Perché solidale? Un gruppo d’acquisto diventa solidale quando decide di utilizzare i principi di economia unita, partecipe e sostenibile come criterio guida nella scelta dei prodotti, che li connota come esperienze nel campo del consumo critico e consapevole. Tali principi di equità e solidarietà, si estendono naturalmente ai piccoli produttori che forniscono i prodotti nel rispetto dell’ambiente e della collettività. Quanto è importante far parte di un G.A.S.? Perché essere un consumatore informato è ormai un’esigenza fondamentale. Acquistare un alimento che gode di una tracciabilità trasparente dalla produzione alla

trasformazione, sapere se chi lo ha prodotto ha rispettato le risorse naturali e le persone che lo hanno trasformato, qual è l'impatto sull'ambiente in termini di inquinamento, imballaggio, trasporto: è questo che fa un consumatore critico. Secondario, ma altrettanto fondante, è il richiamo all'importanza delle relazioni sociali ed umane o del legame fra tradizioni agricole e gastronomiche. Per rendere la presentazione del G.A.S. una vera esperienza immersiva, verrà riprodotto un incontro tipo tra “gasisti” e produttori locali di alimenti di qualità (prodotti agroalimentari con certificazione biologica, DOP, IGP, DOC, DOCG), i quali offriranno una piccola degustazione delle loro produzioni. Tutto mediante l'ausilio di ecostoviglie e packaging plastic free, al fine di sensibilizzare la cittadinanza alla lotta al consumo di plastica.


VENERDÌ 12 OTTOBRE 2018

alatri

7

SI ATTENDONO DUNQUE FINALMENTE FATTI CONCRETI, CON IL SINDACO CHE ASSICURA CHE IL COMUNE VIGILERÀ SULLA SITUAZIONE

Ex Ipab osservato speciale

La Regione, con un decreto, ha nominato un Commissario ad Acta per la gestione della situazione dell'edificio

I

l sindaco di Alatri ingegner Giuseppe Morini porta a conoscenza che con un decreto del Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e a seguito dell’ordinanza relativa alla messa in sicurezza dell’immobile ex Ipab sito in via Rodilossi è stato nominato il Commissario ad Acta che dovrà procedere a tutti gli adempimenti previsti nella richiesta alla Regione, in primis, con la massima urgenza, di rimuovere ogni pericolo per la pubblica incolumità. Spiega Morini «Il Commissario, il dottor Mario Fossataro, avrà pieno incarico per azioni finalizzate all’eliminazione dei pericoli per la sicurezza dei cittadini causati dalla precarietà delle con-

dizioni dell’immobile: si procederà, infatti, alla rimozione di tutti i componenti instabili dell’edificio. Il commissario – continua il sindaco

Morini – avrà l’incarico, inoltre, di effettuare una verifica strutturale globale del fabbricato con le relative misure conseguenti e di proce-

dere all’eliminazione dei rifiuti solidi dentro i locali interessati. Un’operazione significativa, per la messa in sicurezza di uno stabile importante

del nostro centro storico: tengo a ringraziare il consigliere regionale Mauro Buschini per aver contribuito ad ottenere questo risultato, e il

IL COMUNE ANNUNCIA, ADDESSE RIVENDICA LA PATERNITÀ DEL PROVVEDIMENTO

Tecchiena, videosorveglianza nella zona del semaforo

I

mportanti novità per la zona di Tecchiena. L'Amministrazione, infatti, ha comunicato che è stata affidata ad una ditta specializzata, per un maggior controllo ambientale, l’installazione di nuovi sistemi di videosorveglianza e telecamere presso l’area del semaforo della popolosa contrada. Verranno, inoltre eseguiti lavori di manutenzione e sostituzione di componenti e cavi sul sistema tutt’oggi presente nell’importante snodo viario lungo la trafficata strada regionale 155 per Fiuggi. Il tutto per fornire alla cittadi-

A

nanza e alle forze dell’ordine un valido ausilio che migliori la sicurezza della popolazione. Sulla questione è inter-

lla presenza del curatore Armando Frusone è stato presentato, presso la sala conferenze della Biblioteca,il progetto dei "Venerdì dell'Arte". Gli incontri saranno 15, dalle ore 17: inizieranno il 12 ottobre con Giotto e si concluderanno l'11 gennaio 2019 con Gli Illustratori della Divina Commedia. Questo il calendario: il 12 ottobre, Giotto e gli affreschi della basilica superiore di Assisi; 19 ottobre, Giotto e la Cappella degli Scrovegni; 25 ottobre, Beato Angelico e la Cappella Niccolina , e Luca Signorelli e la Cappella di San Brizio; il 2 novembre Masaccio e la Cappella Brancacci ; il 9 novembre Piero Della France-

venuto il consigliere Roberto Addesse: «Finalmente anche Tecchiena avrà qualche telecamera di videosorveglianza.

Voglio ringraziare l’amministrazione per questa iniziativa, ricordo che fu anche una mia interrogazione consiliare del 24 agosto del 2016 a sollecitare tale intervento, e fu proprio grazie alla mia interrogazione che si venne a conoscenza che il sistema di videosorveglianza comunale non era perfettamente efficiente in occasione del falò in piazza. Mi auguro che l’amministrazione metta finalmente le mani ed investa nell’aggiornare ed estendere alle altre zone del territorio il sistema, la sicurezza dei nostri cittadini passa anche attraverso il buon funzionamento del sistema di videosorveglianza».

SI INIZIERÀ OGGI CON UN INCONTRO SUGLI AFFRESCHI DI GIOTTO

Via al "Venerdì dell'Arte" Presentata l'iniziativa del professor Armando Frusone

sca con la Storia della vera croce; il 16 novembre Benozzo Gozzoli e la Cappella dei Magi nel Palazzo Medici Riccardi; il 23 novembre Andrea Mantegna con la Camera degli sposi: il 30 novembre appuntamento con Vittore Carpaccio con la Leggenda di Sant'Orsola e la Scuola di San Giorgio. Questi gli incontri del mese di dicembre: il 7 Michelangelo e la Volta

della Cappella Sistina; il 14 dicembre il Restauro della Cappella Sistina; il 21 dicembre Raffaello e le Stanze Vaticane; il 28 dicembre il Tintoretto con la Scuola grande di San Rocco. Un solo appuntamento nel mese di gennaio 2019, il 4 il professor Armando Frusone parlerà de La quinta del sordo di Francisco Goya, e del Fregio di Beethoven di Klimt.

presidente Nicola Zingaretti. Ora – conclude Morini – verificheremo che tutte le procedure siano portate avanti nei tempi previsti».

UN FENOMENO MUSICALE

Calcutta, ecco il libro di Antonio Coletta

S

abato scorso, presso il Coworking Gottifredo di Alatri, Antonio Coletta ha raccontato Edoardo D'Erme, in arte Calcutta, mostrando immagini, facendo sentire audio e leggendo pagine del suo libro "Calcutta Amatevi in disparte", da giovedì in tutte le librerie a 14 euro e cinquanta. Ma chi è Antonio Coletta e cosa c'entra un trentaquattrenne come lui con Calcutta, un idolo dei giovanissimi? Spiega l'autore nella premessa del libro: «Io, invece, a trentaquattro anni posso vantarmi di aver conosciuto Edoardo D’Erme – in arte Calcutta – nel gennaio del 2013, prima che diventasse mainstream, e di aver lavorato gratuitamente, per un anno circa, come suo ufficio stampa».


8

veroli - BOVILLE ERNICA

VENERDÌ 12 OTTOBRE 2018

PRESSO INI CITTÀ BIANCA TRA LE TANTE PRESTAZIONI AMBULATORIALI EROGATE AL CITTADINO IN TEMPI BREVI

Servizio otorinolaringoiatrico La consulenza è del dottor Giancarlo Cavaniglia con la foniatra Gisella Soave

Egidio CERELLI

BOVILLE - BOTTA E RISPOSTA TRA SINDACO E ASD BOVILLE

L'

INI Città Bianca ha tra le prestazioni ambulatoriali erogate all’utenza la Consulenza Otorinolaringoiatrica. Lo Specialista Otorinolaringoiatra si interessa di tutte le affezioni che riguardano le orecchie, il naso e la gola, sia nel bambino sia nell’adulto. Presso il Poliambulatorio di Ini Città Bianca è responsabile della consulenza specifica il dottor Giancarlo Cavaniglia già primario presso l’ospedale di Frosinone ancor prima di Anagni. Con lui collabora anche la dottoressa Gisella Soave, foniatra. «Noi curiamo tutte le affezioni infiammatorie acute e croniche, nonché la patologia neoplastica del Distretto Testa-Collo- ci dice ricevendoci nel suo studioCi interessiamo di quelle patologie croniche e/o iperplastiche delle cavità paranasali (sinusiti croniche, poliposi nasali, etc.), inoltre si può eseguire lo screening e la prevenzione delle ipoacusie infantili, professionali, degenerative». Il dottor Cavaniglia

«Nessun furto al Montorli Presa solo roba nostra»

Egidio CERELLI

L’ ■ ■ ■ NELLE FOTO IL DOTTOR GIANCARLO CAVANIGLIA

riceve il martedì ed il giovedì. «Qui presso l’ambulatorio INI Città Bianca è possibile eseguire visite specialistiche sia in regime di convenzione con il SSN sia in regime di libera professione ed esami strumentali a tariffa agevolata, equivalente al ticket della prestazione in regime di convenzione». Sono a disposizione dello specialista una colonna video-endoscopica per il controllo del naso, delle orecchie,

della laringe con rilascio di una documentazione fotografica della eventuale patologia ed un esame stroboscopico delle alterazioni della voce. «Posso aggiungere che è possibile anche eseguire la visita con le manovre funzionali per la diagnosi dei disturbi del sonno e delle apnee notturne, oltre ad esami audiometrici ed impedenziometrici per la diagnosi ed il controllo delle ipoacusie sia dei bambini oltre i 3 anni sia degli adulti». Dunque un lavoro specifico di interventi preventivi e terapeutici attuando anche una valutazione della funzionalità dell’organo dell’equilibrio ed eseguire le manovre liberatorie in caso di Vertigine Parossistica Benigna.Per informazioni rivolgersi al centro di prenotazione di Ini Città Bianca 07753380 con costi bassi, senza essere inserito nelle lunghe liste di attesa.

ASD Boville Ernica Calcio risponde all’articolo del Sindaco Perciballi con un comunicato stampa. a firma del suo presidente. «Intanto sarebbe stata più gradita tra persone civili, una telefonata per chiedere lumi in merito. Comunque, la merce e le attrezzature in quanto di proprietà della ASD Boville Ernica Calcio, sono state semplicemente riprese e parcheggiate in un magazzino dell’Associazione, qualche giorno prima della riconsegna delle chiavi della struttura sportiva, avvenuta nel mese di giugno. Le cose elencate sono state da noi acquistate e sono materiali che il prossimo anno ci serviranno per riprendere la nostra attività dove ci permetteranno di farlo, visto che siamo stati messi in condizione di andare via per le richieste esose. Staremo comunque a vedere se agli altri è stato chiesto altrettanto! Gravi quindi le accuse del Sindaco prive di fondamento, quei beni sarebbero dovuti restare lì solo nel caso in cui fossero stati acquistati dal Comune, ma siccome non è così ed il Sindaco ne dovrebbe essere informato in quanto detiene le carte contabili i bilanci e quant’altro, non comprendiamo il motivo reale di questo affronto! O forse lo comprendiamo e probabilmente non c’entra lo sport! Ogni Associazione sportiva dovrebbe avere i materiali necessari ed un defibrillatore proprio, obbligatorio per Legge dal 2017 ed aver sostenuto dei

corsi per l’utilizzo dello stesso. Noi lo abbiamo fatto! Reputiamo inoltre che sopra al Montorli abbiamo comunque lasciato tanto di nostro. Gli spogliatoi rifatti interamente con miscelatori temporizzati per risparmiare il consumo di acqua, l’impianto idraulico, una caldaia nuova installata tre anni fa, l’impermeabilizzazione sul tetto spogliatoi, i condizionatori nelle sale riunioni, segreteria e palestra, il locale lavanderia con lavatrici funzionanti, le porte da gioco di varie dimensioni, i mobili nei locali, etc…. Cosa pensava il nostro Sindaco? Gestire e curare una struttura e le varie categorie calcistiche, costa molto, perché bisogna investire del proprio, pensava forse il contrario ? Da quanto letto, ci sorge una domanda sulla modalità di reperimento materiali ed attrezzature, annunciata dal Sindaco: per caso a comperare quanto necessario, sta provvedendo con le Casse Comunali? Se così fosse, ricordiamo che a noi, è stato negato persino il pagamento dell’omologa del campo, oltre al resto e non vorremmo che si faccia a chi figli e a chi figliastri. Ci stupisce tutto questo interessamento ed impegno da parte del Sindaco, visto che non lo abbiamo mai visto sul campo e data la sua esternazione del 25 luglio scorso, asserendo che non gli interessava di fare nulla per la nostra causa, quella dei nostri giovani !». Dunque una querelle che forse arriva da quella campagna elettorale che aveva visto il sindaco eletto con altri candidati rimasti al chiodo.


veroli

VENERDÌ 12 OTTOBRE 2018

9

IN UN INCONTRO DI QUALCHE GIORNO FA LE SEI LISTE CHE APPOGGIARONO L'ATTUALE PRIMO CITTADINO

«Rivogliamo Cretaro sindaco» Forse si aggiungerà anche il gruppo del PD che stenta però a ritrovare la sua identità politica LA SETTIMANA

Sembra la tela di Penelope quella degli amministratori nello gestire la res publica Egidio CERELLI

U

n giorno è tutto ok. Nel successivo si ritorna alla vigilia. Le comunicazioni arrivano tramite stampa. Quella con cui ci si confida per apparire. Quella che permette a qualcuno di essere amministratore. Si annunciano e lo si fa a turno lavori in corso quando le cose sono ancora frammentarie e diremmo nell’indecisione. Scuola Valente un rebus che lascia molte illazioni per i lavori che venivano annunciati a più riprese con appalti certificati. Ora invece sembrano persino essere arrivati a termine ancor prima di dare il nulla osta per una gara di appalto apparsa quantomeno amletica. Sarebbe opportuno, caro sindaco che con i tuoi collaboratori tu avessi quantomeno un vis a vis logistico per non cadere in trappole dialettiche di oratori approssimativi. Come si fa ad annunciare coram populo che «presto inizieranno i lavori alla Valente (edificio scolastico chiuso dal sindaco D’Onorio il giorno dopo il terremoto amatriciano e hinterland limitrofo) e che la gara d’appalto è stata fatta e quindi a prestissimo l’apertura del cantiere?». Perché simili annunci da parte di un delegato ai LLPP quando a distanza di qualche mese altro delegato (ed anche lo stesso) fanno sapere che si deve ricominciare daccapo. La ditta che aveva vinto la gara con ribasso (31%) pretendeva dapprima una metà dei fondi previsti dal bando per poi far sapere che non era più essa ditta ma altra, pensate di Palermo, a realizzare i lavori. L’approssimazione è stato sempre detto che non ha mai pagato se non dazio nei confronti del committente. Come mai allora cari amministratori questi contrattempi? «La burocrazia o meglio gli iter burocratici hanno fatto questi brutti scherzi». Ed allora, funzionari, uffici, direzione dei lavori ed ovviamente progettisti che fine avete fatto? Una parte delle colpe del vulnus burocratico vi appartiene. Andiamo avanti. Va bene che le casse comunali, come gridate ai quattro venti, sono…”solide” ma che fine ha fatto l’inizio dei lavori anche del restaurando e quindi del completamento del Cereate? Il Comune a quanto è dato sapere avrebbe già restituito due tranches del mutuo sportivo ed ancora i lavori sono in mente Dei. E’ questo il modo di gestire con oculatezza la res publica? Anche qui la rabbia di qualche amministratore è giustificata per un ritardo non previsto per il ‘varo’ della nave che doveva salpare dalla riva del vicino biondo Amaseno. Un affaire per il Comune quello del contratto-convenzione con i monaci di Casamari che lascia pendere la bilancia verso i ‘frates’ amici del sindaco Cretaro. Scriviamo questo giacché ci sovviene quella ipotesi di acquisizione da parte del Comune anche del La Mosca più centrale e più idoneo per un vero centro sportivo. Ed era quanto in un primo tempo si ipotizzava. Poi arrivarono i monaci e venne firmato l'accordo-convenzione. Dunque, una gestione troppo approssimativa quando ad avere deleghe son più di un amministratore come accade nel pianeta LLPP. Tra l'altro altri interventi dialettici di pseudo programmazione li leggemmo per Prato di Campoli. Faremo questo, faremo quest'altro. Nulla in verità è stato realizzato nel nostro pianoro se non l'aumento del quantum da pagare per il suolo pubblico occupato dai titolari dei chioschi che operavano nel pianoro (quest'anno con il maltempo a farla da padrone). Ed allora assessore al ramo serve ancora vedere vossignoria con la delega alla montagna, non dell'ambiente perchè anche in questo campo le crepe aumentano vieppiù. Ed ora vi ripresentate di nuovo nella prossima primavera ai cittadini verolani per chiedere ancora l'elemosina del voto. Memento homo quia pulvis es et in pulverem reverteris.

Egidio CERELLI

E'

ufficiale. Alea iacta est. Il dado è tratto. Il sindaco Simone Cretaro sarà di nuovo candidato per sedere sulla sua già quinquennale cadrega. Il mandato lo ha ricevuto giorni fa dai rappresentati delle sei liste che gli permisero di raccogliere suffragi per 51,73%. A queste liste, Adesso Giovani, PSI, Lista per Veroli, PDV (Progetto democratico per Veroli), Cittadini di Veroli, Impegno Civico dovrebbe aggiungersene un’altra. Spontanea la domanda: ed il PD di Viglianti, Campanari, Lombardi, Parente, Trulli, Iannarilli e Verro con chi sarà? Se anche questi baldi amministratori dovessero accodarsi per far votare Simone Cretaro non ci sarebbero santi che potranno annullare il rinnovo del potere all'uomo di Colleberardi trasferitosi in c entro storico a Veroli. Se poi si aggiunge che ci sarebbero associazioni pronte a scendere in campo per lo stesso figlio del già sindaco Americo, ebbene non crediamo che si possa vedere una lista di Destra, Grillina o quant'altro che possa tentare l'avventura elettorale per ambire al posto di primo cittadino. Questi furono i risultati delle amministrative del 2014. Diamanti Marino 887 pari al 6,8%,

■■■

SOTTO LA FOTO DEL SINDACO SIMONE CRETARO

Barbara Zeppieri 333 voti pari al 2,57%, Danilo Campanari 3755 voti pari al 29,62%, Simone Cretaro 6693 voti pari al 51,73%. Gianfranco Rufa 1101 voti pari all’8,5% ed infine Magliocca 167 voti pari all’1,2%. I votanti furono 13780 su 18334 pari al 75,16%. Dunque, se Cretaro è uscito allo scoperto altri candidati per ora arrancano nello scendere in campo. Diamanti voglia non ne ha, D’Onorio lo vor-

rebbe più di qualcuno di nuovo in campo, la voce di Francesca Cerquozzi rimbalza come eco ma poca la sostanza. A Destra veri candidati non ce ne sono anche se il senatore Gianfranco Rufa lascia intendere che il mese di novembre potrebbe portare qualche grossa novità che i ragazzi della Lega starebbero studiando al fine di trovare un vero candidato. Qualcuno intanto fa sapere che se anche il PD si unirà alle sei liste civiche che hanno dichiarato di essere al fianco di Cretaro, ebbene allora vien da dire che….« cari concittadini verolani, volenti o nolenti, dovete sopportare ancora per altri cinque anni la faccia di Cretaro sulle foto ufficiali con la fascia da sindaco di Veroli». Nella speranza però che non ci siano al suo fianco gli stessi volti che hanno operato nei cinque anni di sua gestione. All’interno della maggioranza comunque si registrano non pochi malcontenti con mugugni che si notano più che in aula consiliare nelle piazze della città. Non vogliamo entrare nel merito del modus vivendi (a livello amministrativo) di alcuni amministratori apparsi quasi come il Giano bifronte. Per ora da Veroli la notizia è solo una…Simone Cretaro è ufficialmente il candidato numero 1 a sindaco della città. Gli altri, per ora sonnecchiano.

IN UNO SPIAZZO IMMERSO TRA IL FOGLIAME DI UNA FAGGETA DI PRATO DI CAMPOLI

Album di "immondizia umana" da aggiornare con un paio di foto di extra service di momenti d'amore fedifrago

L

a sorpesa ci ha presi in contropiede mentre salivamo la ripida scoscesa che ci portava in una faggeta ai margini del pianoro di Prato di Campoli. Per terra vicino ad un grande masso ci appaiono mutandine, slip e quant'altro si possa immaginare dopo un incontro di una toccata e fuga di appassionati innamorati non già della sola montagna bensì anche di amori viscerali di spasimanti, forse più da amanti occulti che di innamorati focosi per il gran caldo della nottata. Lasciare sparso un pò ovunque quanto di più intimo si possa avere non sa di stupro ma di volentrosa voglia di darsi alla fuga forse perchè scoperti improvvisamente mentre erano avvincolati su quel plaid tra la boscaglia. Qualcuno asseriva di aver notato la coppia avvinghiata sotto quel masso e senza tante remore, appena scoperta, si sia data a gambe lasciando quelle delizie a testimonianza del loro fedifrago connubio di una serata d'amore.


N. 150 - Venerdì 12 Ottobre 2018

DENTRO LA PASSIONE

TESTATA GIORNALISTICA SETTIMANALE della provincia di FROSINONE iscritta al Roc al N. 23884 Direttore Responsabile: Marco Ceccarelli Redazione: Tel. 393.6239680 - tusport.redazione@gmail.com Editore: Globalpress s.r.l. - P. Iva 02714820590 globalpress.amministrazione@gmail.com Stampa: Centro Offset Meridionale s.r.l. - Caserta Tiratura media 6.000 copie

€ 0,50

GRATUITO - Edizione lancio

IL PUNTO

DAL 21 OTTOBRE I CANARINI NON POSSONO PIÙ SBAGLIARE PAGINA 2

AGONIA SENZA FINE LA CSA RIMANDA ANCORA LA DECISIONE SU FROSINONE-PALERMO Persiste il clima di incertezza in merito alle possibili sanzioni per il club di Stirpe Una "non decisione" che complica ulteriormente i piani societari

VOLLEY SUPERLEGA Per la Globo Sora esordio da brivido: domenica a Modena contro l'Azimut fresca vincitrice della Supercoppa

BASKET A2 Virtus Cassino, dopo il ko a Roma arriva la prima casalinga con la Novipiù Casale Monferrato

PAGINA 6

PAGINA 7


2

VENERDÌ 12 OTTOBRE 2018

il punto

IL FROSINONE È COSTRETTO AD OTTENERE TANTI PUNTI IN QUESTO MINI-CICLO PRIMA DELLA TERZA SOSTA

IL 21 INIZIA UN MINI-CICLO IMPORTANTE

Antonio VISCA

···

NELLE FOTO: CAPOZUCCA, CIOFANI, STIRPE E GUALTIERI; LONGO E IL SUO VICE MIGLIACCIO; CAMPBELL (FOTO FABRIZIO RENZI)

Gironi Champions League

Gironi Europa League

Preliminari Europa League

Retrocedono in Serie B

CSA: DECISIONE RINVIATA

L PROGRAMMA 9^ GIORNATA

a Corte Sportiva d'Appello Nazionale non si è ancora pronunciata in merito ai noti fatti della finale play-off Frosinone-Palermo. Riunitasi nella giornata di ieri a Roma, la CSA ha comunicato nel tardo pomeriggio di aver rinviato la propria decisione. Continua a regnare l'incertezza, dunque, attorno alle possibili sanzioni per il club giallazzurro che rimane di nuovo sulle spine. Una "non decisione" che complica ulteriormente i piani societari.

RISULTATI 8^ GIORNATA

al proprio pubblico. Il Frosinone nelle ultime due partite ha fatto in-

CLASSIFICA 8^ GIORNATA

Frosinone non può permettersi ulteriori passi falsi e in queste tre gare deve racimolare più punti possibili. Oltre queste tre sfide, prima della sosta di novembre ci sarà l’impegno casalingo con la Fiorentina. Anche in quel caso, nonostante si affronti una compagine di caratura superiore, i canarini dovranno far di tutto per gettare il cuore oltre l’ostacolo. La salvezza passa anche da queste partite, specie davanti

travedere miglioramenti a livello qualitativo e di gioco, sfiorando il pareggio sia con Genoa che con Torino. Gli uomini di Longo sono alla ricerca di un ulteriore step che gli permetta di poter essere definitivamente competitivi. I recuperi di condizione di tre giocatori importanti come Daniel Ciofani, Joel Campbell e Rai Vloet possono aiutare in tal senso. Il calendario poi, dopo aver fatto confrontare i frusinati con diverse big, ora presenta sfide sulla carta più semplici e alla portata. Dai Frosinone, nulla è perduto!

SERIE A

D

opo otto giornate disputate, il Frosinone si ritrova penultimo in classifica con un solo punto all’attivo, conquistato grazie al pareggio per 0-0 contro il Bologna. Un bottino troppo misero per puntare alla salvezza e già nel prossimo mese, vedendo il calendario, i canarini si giocheranno gran parte del proprio destino. Empoli - Quella di domenica 21 ottobre, può essere considerata già una gara da dentro o fuori, almeno per quanto riguarda Moreno Longo. La società nonostante le sei sconfitte consecutive, ha rinnovato la fiducia verso il tecnico piemontese. La sensazione però è che se il Frosinone dovesse steccare anche contro i toscani, la dirigenza non possa far altrimenti che prendere provvedimenti che riguardano la guida tecnica. Quando siamo ormai all’ottava giornata, il distacco dal quartultimo posto si fa già considerevole. Aspettare ulteriormente non gioverebbe a nessuno, solo alle avversarie. Gli impegni prima della sosta di novembre Detto della sfida contro gli azzurri, i frusinati avranno altre due gare con delle dirette concorrenti, ovvero Spal e Parma. Si fa presto a capire quanto queste tre sfide siano importanti per una compagine alla disperata ricerca di sé stessa. Purtroppo il


il diario-bioritmi

VENERDÌ 12 OTTOBRE 2018

3

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI E I PRINCIPALI EVENTI DELL'ULTIMA SETTIMANA DEI GIALLAZZURRI

SETTE GIORNI IN PILLOLE

SERVIZIO A CURA DI STEFANO PANTANO

Venerdì 5

Sabato 6

Domenica 7

Lunedì 8

LA PARTITA- Non basta una buona reazione nella ripresa al Frosinone per uscire indenne dall’Olimpico, il Torino si impone 3-2 grazie alle reti di Rincon, Baselli e Berenguer che rendono vani i gol di Goldaniga e Ciano SALA STAMPA – Longo: «La squadra è viva e combatte, sta migliorando e crescendo. Continuo a lavorare e non perdo fiducia»SALA STAMPA – Mazzarri: «Il gol del 2-1 loro era chiaramente da annullare: quattro arbitri più il Var, nessuno ha visto un fallo sul nostro portiere»

MIXED ZONE – Camillo Ciano: «C'è rammarico per essere usciti sconfitti dopo una prestazione di livello. Dobbiamo continuare su questa squadra e avere fiducia» MIXED ZONE – Il difensore granata Emiliano Moretti: «Avevamo il controllo della partita, peccato per le due reti subite. Siamo stati bravi a riprendere la situazione» PRIMAVERA– Vince 2-1 in rimonta la Primavera di D'Antoni contro il Perugia. Cerroni e Angeli rispondono a Metelli e portano così i canarini al terzo posto

L'AVVERSARIO – IIl centrocampista dell’Empoli, Ismael Bennacer, sulla sfida con il Frosinone: «Dobbiamo giocare come facciamo sempre. Certo dobbiamo cercare punti, perché dopo 8 partite ne abbiamo solo 5. Noi però dobbiamo andare avanti su questa strada» SERIE A – Colpo esterno del Parma che vince in rimonta sul campo del Genoa, il Chievo va ko 3-1 con il Milan. Cade anche l'Atalanta tra le mura amiche con la Samp, mentre l'Inter vince 2-1 a Ferrara contro la SPAL

FROSINONE – Terzo e ultimo giorno di riposo per la squadra di Longo, che alla ripresa non potrà contare sui nazionali Joel Campbell (Costa Rica), Emil Hallfredsson (Islanda), Luka Krajnc (Slovenia) e Andrea Pinamonti (Italia U20) L'AVVERSARIO– Fabrizio Corsi, presidente dell’Empoli: «Dobbiamo sfruttare la sosta per prepararci al meglio a una partita, quella di Frosinone, che già diventa importantissima. Ripartiamo dalla buona prestazione con la Roma per continuare a crescere»

Martedì 9

Mercoledì 10

FROSINONE – Primo giorno di lavoro per i ciociari nel ritiro romano. Assenti i nazionali oltre a Perica per un controllo ortopedico al ginocchio sinistro. In via di recupero Ardaiz, differenziato per Maiello e Capuano. Controlli ok per Dionisi e Paganini L'AVVERSARIO – Ripresa degli allenamenti in casa Empoli. Lavorano a parte Antonelli, Mchedlidze e Pasqual SERIE A – Domenico Di Carlo: «Il Frosinone ha bisogno di trovare coraggio con un risultato. Faccio il tifo per il Leone»

SERIE A - Dopo Ivan Jurić al Genoa, subentrato a Davide Ballardini, è ufficiale anche l’arrivo di Gian Piero Ventura sulla panchina del Chievo al posto di Lorenzo D’Anna FROSINONE – Doppia seduta sul campo del Mancini Park Hotel per i canarini. Terapie per Ardaiz, lavoro a parte per Capuano, Maiello e Perica L'AVVERSARIO – Seduta mattutina per i toscani. Proseguono il loro lavoro specifico Antonelli, Mchedlidze e Pasqual, in via di recupero Rodríguez

Giovedì 11

FROSINONE – Altra doppia seduta nel ritiro romano per i giallazzurri. Torna in gruppo Maiello, terapie per Ardaiz. Lavoro personalizzato per Capuano e Perica, differenziato per Besea FIGC – In merito alle eventuali sanzioni da infliggere al club ciociaro dopo i fatti di Frosinone-Palermo, la CSA ha rimandato nuovamente la decisione L'AVVERSARIO – Partita di allenamento al "Castellani" per l'Empoli che si è imposto 2-1 sulla Primavera

· · · IN ALTO IL TECNICO MORENO LONGO (FOTO FABRIZIO RENZI)

ARCHIVIATA LA SCONFITTA DI TORINO, ANALIZZIAMO LO STATO DI FORMA DEGLI UOMINI DI MORENO LONGO

CIANO ANCORA IN GOL. HALLFREDSSON TROPPO LENTO

CAMILLO CIANO – Segna un gol da attaccante vero oltre a creare sempre pericoli sui calci da fermo. Il Frosinone si aggrappa alle sue qualità per uscire da questo momento di crisi

RAMAN CHIBSAH – Solita gara di sostanza e qualità in mezzo al campo per il ghanese, peccato solo per quel pallone dato a Perica in cui avrebbe potuto cercare direttamente la porta...

EMIL HALLFREDSSON – Da una sua palla persa ingenuamente a ridosso dell'area di rigore nasce l'azione del raddoppio del Torino. È ancora troppo lento e macchinoso


PAGINA 4

12 OTTOBRE 2018


VENERDÌ 12 OTTOBRE 2018

campionato-angolo del tifoso

5

I CLIVENSI ULTIMI IN CLASSIFICA ESONERANO LORENZO D’ANNA E SI AFFIDANO ALL’EX CT DELLA NAZIONALE

VENTURA AL CHIEVO. GENOA, TORNA JURIC Il patron rossoblù Preziosi silura Ballardini e richiama l'allenatore croato che era stato esonerato a novembre 2017

Stefano PANTANO

S

···

ettimana movimentata in Serie A nonostante la sosta per le nazionali. Salta a sorpresa la panchina di Davide Ballardini, esonerato dal presidente Enrico Preziosi dopo la sconfitta interna con il Parma. Al Genoa non è bastato il gol iniziale di Piatek, sempre più capocannoniere della Serie A con 9 gol in 7 partite, con i ducali che hanno ribaltato l'incontro grazie ai sigilli dell'ex Rigoni, di Siligardi e di Ceravolo. Il tecnico originario di Ravenna paga i troppi gol subiti in questo avvio di stagione, ben 14 che fanno della difesa rossoblù la terza peggiore del campionato dopo quelle di Chievo e Frosinone e a pari merito con quella del Sassuolo. Il patron Preziosi è andato giù duro sul suo ormai ex allenatore, rimpiazzato da Ivan Jurić, al quale era subentrato il 5 novembre 2017: «Ritengo Ballardini un allenatore scarso, in carriera ha collezionato 13 esoneri in 14 campionati.

NELLA FOTO IN BASSO VENTURA E CAMPDELLI, A LATO BALLARDINI E PREZIOSI

L’anno scorso aveva maturato un credito, ma resta un gestore di situazioni complicate. Se inizia la stagione non consente alla squadra di compiere il salto di qualità. Ha il capocannoniere della Serie A, una rosa di 25 giocatori e quattro attaccanti. Ha subito 14 reti e ha perso domenica con il Parma,

una squadra nettamente inferiore alla nostra. È una persona per bene, ma non sa mettere i giocatori in campo», la stoccata del numero uno del Grifone. Torna in sella Jurić che è atteso da un mese di fuoco: Juventus a Torino, Udinese a "Marassi", Milan e Inter fuori, Napoli e derby con la Samp in

casa. Ballardini, ma non solo, perché anche il ChievoVerona cambia allenatore. Il presidente Luca Campedelli dà il benservito a Lorenzo D’Anna, che nella scorsa stagione aveva centrato la salvezza grazie a tre vittorie su tre gare di campionato, e affida la guida della squadra all’ex commissario tecnico della Nazionale, Gian Piero Ventura. Scelta di prestigio per i clivensi che occupano attualmente l’ultima posizione in graduatoria a -1 visti i tre punti di penalizzazione da scontare per le note vicende sulle plusvalenze fittizie con il Cesena. Il trainer classe ’48 è chiamato a una sfida difficile viste le evidenti difficoltà mostrate dai gialloblù che si trovano già a sette lunghezze dalla zona salvezza. Di sicuro Ventura ha grande voglia di riscattarsi dopo la deludente esperienza in azzurro, conclusasi con la mancata qualificazione ai Mondiali 2018 e il conseguente esonero il 15 novembre 2017 dopo il doppio spareggio perso con la Svezia.

GIORGIA REALI ANALIZZA IL MOMENTO DEL FROSINONE: «PER SBLOCCARSI E RITROVARE FIDUCIA È NECESSARIA UNA VITTORIA»

«IN MANCANZA DI RISULTATI È GIUSTO CAMBIARE» un cambio di mentalità attraverso un rinnovamento. Ogni allenatore ha il compito di "legare" il proprio ideale di gioco alle qualità dei giocatori a sua disposizione e non sempre avviene questa unione. Credo che il Frosinone dovrebbe prendere in considerazione un cambio in panchina qualora non si ottengano risultati a breve termine».

Antonio VISCA

L

a truppa di Moreno Longo è in ritiro presso il "Mancini Park Hotel" di Roma per prepararsi al meglio per la partita del 21 ottobre contro l’Empoli al "Benito Stirpe". Sfida con i toscani assolutamente da vincere per ritrovare i tre punti, serenità e i giusti stimoli. Per l’appuntamento settimanale con l’angolo del tifoso, la nostra redazione ha contattato Giorgia Reali. Ricordiamo sempre che chiunque voglia essere contattato dalla nostra redazione può mandare una mail a tusport.redazione @ gmail.com. Il Frosinone è ancora alla ricerca della prima vittoria ed ha ottenuto un solo punto in otto giornate. Ti aspettavi qualcosa di più da quest’avvio? «Ovviamente questa non è la partenza che tutti speravamo di vedere. Un punto in otto giornate di campionato è senza dubbio un bilancio negativo. I canarini devono al più presto trovare una vittoria per

sbloccarsi e dare il via al proprio torneo. Nulla è ancora perduto visto che siamo solamente all'ottava giornata di Serie A». Il Chievo ha cambiato guida tecnica, così come il Genoa. Come giudichi queste operazioni e credi che anche Longo sia a rischio se non dovesse vincere contro l'Empoli? «Personalmente credo sia giusto sostituire il mister quando la squadra si trova in un momento di criticità. Se la squadra non riesce ad ottenere risultati, se non si vede un buon gioco in campo ed i giocatori non

riescono ad esprime al meglio le proprie qualità, allora c’è bisogno di

Ti sta convincendo di più questo nuovo modulo rispetto al 3-5-2? «Con il cambio dell’assetto tattico si sono visti

sin da subito dei miglioramenti, soprattutto in attacco come ci aspettavamo. Oltre al modulo anche il rientro di Daniel Ciofani ha contribuito ad essere più incisivi in zona gol. Tuttavia bisogna ancora migliorare e questa sosta deve servire alla squadra per lavorare su diversi aspetti e perfezionare il nuovo schieramento». Contro l'Empoli sembra già una sfida decisiva. Che gara ti aspetti? «La partita contro l'Empoli è importantissima,

fondamentale per la classifica, ma anche per tutto l'ambiente. Il Frosinone deve sbloccarsi definitivamente e deve a tutti i costi vincere la sua prima partita. Nelle ultime due gare si è vista una squadra in crescita. È arrivato il momento di raccogliere però dei punti pesanti. Mi aspetto quindi un Frosinone che lotterà e ce la metterà tutta per vincere davanti al suo grande pubblico». Il tuo pronostico? «Secco: 1-0, gol Daniel Ciofani».


6

VENERDÌ 12 OTTOBRE 2018

volley

SALE INTANTO LA FEBBRE IN VISTA DELLA PRIMA CASALINGA DEL 21, A VEROLI, CONTRO UN'ALTRA BIG, LA ITAS DIATEC TRENTINO

GLOBO, ESORDIO IN CASA DELLO ZAR

Domenica pomeriggio l'Argos Volley impegnata sul campo dell'Azimut Modena di Zaytsev

I

l campionato si avvicina oramai a grandi passi. Domenica la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora debutterà a Modena contro l'Azimut Leo Shoes della presidentessa Pedrini e dei tanti campioni.Il 21, però, si tornerà a casa, nel nuovo PalaCoccia di Veroli, prontissimo ad ospitare circa quattromila appassionati del grande volley italiano e in quel giorno un'altra super big, la Diatec Trentino. Le richieste per questi match si fanno già sentire ma il tifoso bianconero non deve temere di non trovare il proprio posto nel palazzetto verolano perché se è vero che #LaPassioneNonCambiaMai, come recita lo slogan della campagna abbonamenti Argos, è altrettanto vero che ogni tipologia di fidelizzazione è stata studiata a misura di supporter. La società di patron

Giannetti ha cercato di venire incontro ad ogni esigenza, soprattutto quella delle famiglie e ha progettato delle agevolazioni che riguardassero davvero un po' tutti. Sconti particolari, infatti, sono applicati agli under 16, agli over 60, alle donne, ai vecchi abbonati e ai tesserati FIPAV. Questi, nel dettaglio, i costi relativi al titolo stagionale 2018/2019, valido per le 13 partite casalinghe del Sora in categoria SuperLega in base ai vari

settori: TRIBUNA VIP 700€, NO RIDOTTO; TRIBUNA CENTRALE NUMERATA EST: 250€, RIDOTTO 180€; TRIBUNA LATERALE NUMERATA NORD-EST 250€, RIDOTTO 180€; TRIBUNA LATERALE NUMERATA SUD-EST 250€, RIDOTTO 180€; TRIBUNA CENTRALE NUMERATA OVEST 160€, RIDOTTO 140€; TRIBUNA LATERALE NUMERATA NORD-OVEST 160€, RIDOTTO 140€;

TRIBUNA LATERALE NUMERATA SUD-OVEST 160€, RIDOTTO 140€; TRIBUNA CENTRALE SUD NON NUMERATA

130€, RIDOTTO 100€; TRIBUNA CENTRALE NORD NON NUMERATA 130€, RIDOTTO 100€; CURVA SUD-OVEST NON NUMERATO 130€,

RIDOTTO 100€; CURVA NORD-OVEST NON NUMERATO 130€, RIDOTTO 100€; CURVA SUD-EST NON NUMERATO 130€, RIDOTTO 100€; CURVA NORD-EST NON NUMERATO 130€, RIDOTTO 100€. Praticamente si parte da una media di 7,70 euro a partita, un prezzo decisamente vantaggioso che permetterà all'abbonato di scegliersi il posto e pagare allo stesso modo sia le partite di cartello che le altre gare. Per sottoscrivere la propria scelta basta recarsi al PalaGlobo “Luca Polsinelli” di Sora, dove i bianconeri tengono le loro sedute di allenamento quotidiane, e rivolgersi al botteghino dal lunedì al venerdì , dalle 16.00 alle 20.00 oppure si può acquisire la tipologia di entrata stagionale desiderata con pochi clic direttamente on line, sul circuito www.liveticket.it


basket-TENNIS

VENERDÌ 12 OTTOBRE 2018

7

BASKET - SIA IL TECNICO CHE IL DS MANZARI, COMUNQUE, HANNO ESPRESSO FIDUCIA IN VISTA DEL PROSEGUIO DEL CAMMINO

VIRTUS ALL'ESAME CASALE

La squadra di coach Vettese, dopo il ko all'esordio a Roma, riceve la Novipiù di Mattia Ferrari

L'

esordio in A2 non è stato positivo, ma per la Virtus Cassino l’impatto con la nuova realtà è stato comunque buono. Sullo storico parquet del PalaLottomatica, contro la corazzata Virtus Roma, la squadra di Vettese ha lottato, arrivando a giocarsi il -9 fino a qualche minuto dalla fine, anche se alla fine a contare è stata la maggiore lunghezze dei romani di coach Bucchi. L’approccio è stato dunque buono, soprattutto in considerazione del roster accorciato per i problemi fisici che hanno costellato le scorse settimane, di una condizione fisica che non può essere ancora al top, e di una condizione psicologica che può aver fatto tremare le gambe soprattutto a chi a questi livelli non era mai arrivato. In considerazione di tutti questi fattori quello che Bagnoli e compagni hanno fatto vedere non è assolutamente da buttare. E di questo è convinto lo stesso coach Luca Vettese: «Siamo soddisfatti delle cose preparate in settimana – ha dichiarato Luca Vettese – e abbiamo iniziato bene l’incontro, con ritmi bassi per

···

A SINISTRA ALCUNE AZIONI DELLA GARA TRA ROMA E CASSINO DEI GIORNI SCORSI, A DESTRA IL PUBBLICO CASSINATE PRESENTE AL PALALOTTOMATICA, IN BASSO DESTRA I DUE MEMBRI DELLO STAFF TECNICO LUCA VETTESE E FURIO DE MONACO

i primi cinque minuti, poi però abbiamo subito il primo break. A tratti siamo riusciti a seguire il nostro piano partita, sono emerse le nostre lacune, dobbiamo lavorarci ma comunque possiamo ben sperare. Inoltre avevamo delle rotazioni ridotte». Queste invece le dichiarazioni di coach Bucchi: «Un’emozione per tutti tornare al Palaeur – ha

spiegato Piero Bucchi sia per il pubblico che per noi. Abbiamo giocato una buona partita, ma nel finale ci siamo rilassati eccessivamente. Quando possiamo spingere sull’acceleratore facciamo vedere belle cose, dobbiamo riuscire a fare ancora meglio e dare maggiore continuità all’intensità fra i vari giocatori». L’occasione per un pronto riscatto sarà

la prima sfida casalinga sul parquet del Palasport di Frosinone al cospetto della Novipiù Casale Monferrato, formazione reduce dal buon esordio casalingo contro la Benacquista Latina. E a guardare avanti in vista della continuazione del campionato è il Ds Leonardo Manzari: «Quello che mi fa pensare positivo è che siamo arrivati a giocarci un

possesso importante per scendere sotto la doppia cifra di svantaggio a pochi minuti dalla fine. E questo, contro una Virtus Roma che in questo campionato è assolutamente illegale, non può che essere un dato positivo. E’ chiaro che dobbiamo migliorare da tutti i punti di vista, ma a contare è anche il fatto che abbiamo avuto rotazioni ridotte per le assenze che

TENNIS - GRANDE PARTECIPAZIONE ANCHE PER LA TRENTANOVESIMA EDIZIONE DEL MASTER DEL TIRRENO

KARIN KNAPP OSPITE AL RIVIERA D'ULISSE

E

ra presente anche l’azzurra di Fed Cup, Karin Knapp, ex numero 38 delle classifiche Wta, ospite d'onore e nonostante la gravidanza, pronta a trattenersi per foto e autografi con i giovani tennisti in erba, alla seconda edizione del Super Master dei circuiti Riviera d'Ulisse e del Tirreno, che si è svolto sui campi del Tc Polisportiva Comunale Anzio. Un appuntamento molto sentito e che ha richiamato un gran numero di spettatori, che hanno assistito all’otti-

mo tennis che gli atleti hanno messo in campo nei match che li hanno visti protagonisti nelle diverse varie categorie. Quello del Tirreno è giunto alla sua 39esima edizione,

mentre la Riviera d'Ulisse alla sedicesima edizione. Insieme, quest’anno hanno prodotto numeri da capogiro. Genitori, parenti, amici, ragazzi, circoli di tennis hanno dato vita a un momento sportivo di grande socializzazione. Non solo competizione in campo quindi, ma tanta voglia di stare insieme. Per il secondo anno consecutivo la vittoria è andata al circuito della Riviera d'Ulisse, che ha finito per imporsi con il risultato di 6-5. Le partite sono state di buon livello,

considerato che si contendevano la vittoria i vincitori assoluti dei due Master. Non hanno sfigurato la ciociaria. I giovani atleti del Tc T2 di Frosinone, accompagnati in questa bellissima avventura, che si è protratta per tutta la durata dei mesi estivi, per concludersi con il Super Master, dalla maestra Simona Terrenzi, hanno riportato a casa ottimi risultati. Vincitore assoluto del Super Master Under 14 maschile, Edoardo Baldaccini. Bene anche Flavia Roma, Sofia D’Arpino.

avevamo. Le cose miglioreranno nel momento in cui questi problemi rientreranno. Dobbiamo però riuscire a stare tranquilli, ad iniziare dalla prossima sfida contro Casale Monferrato, consci che potremo dire la nostra in questo torneo». Per la gara tra Virtus Cassino e Novipiù Casale Monferrato la palla a due è prevista per le ore 18. Car. Cap.


Tu NEWS n. 121  
Tu NEWS n. 121  
Advertisement