Page 1

Riso di vino e d’ d’acque acque Le Terre delle Colline Novaresi e del Sesia


Itinerario nelle terre

1

Riso di vino e d’ d’acque acque Le Terre delle Colline Novaresi e del Sesia


2

Itinerario nelle terre

Riso di vin di vin vi n e d’ d d’ac ’a ac a c Nasco dall'impronta di Comuninrete, 22 Comuni delle Terre delle Colline Novaresi e del Sesia, in provincia di Novara. Sono il logo del progetto “Riso di vino e d'acque”, nel percorso di valorizzazione e promozione delle Terre delle Colline Novaresi e del Sesia sono la mascotte.


Itinerario nelle terre

no n o acque cqu cq c cque que que qu ue

3

Di “Riso di vino e d’acque” sono il logo e di questa pubblicazione la voce narrante. A ben vedere sono un sorriso, quello delle Terre delle Colline Novaresi e del Sesia. In concreto, lavoro al progetto di valorizzazione integrata delle molteplici risorse culturali, turistiche e paesaggistiche delle Terre. 22 piccoli borghi della provincia di Novara, ricchi di storia, arte, architettura, cultura, tradizioni e varietà di paesaggi e prodotti tipici. Terre attraversate da acque di fiume, rogge e fontane, tra monti con grotte, colline di vigneti e boschi, pianure di risaia, dove è palpabile la stretta relazione tra la terra, le acque e l’uomo. Terre di campanili, piazze, castelli, rocche, ricetti, torri, palazzi, santuari e chiese, abbazie e oratori campestri, opere d’arte, tradizioni e cultura materiale e immateriale. Terre attraversate da antiche vie, strade di campagna e arterie viarie e ferroviarie dove il lavoro dell’uomo e le trasformazioni del territorio sono tangibili. Terre dove le tracce del passato, del presente e del futuro si fondono nelle storie e nella vita delle comunità dei 22 borghi uniti in rete per valorizzare, insieme, le Terre delle Colline Novaresi e del Sesia.


4

Itinerario nelle terre

Scorci e percorsi d’arte, cultura, storia e sapori

Abbazia San Nazzaro Sesia

Rocchetta di Proh - Briona

Chiesa Parrocchiale - Maggiora

Se un visitatore delle Terre chiedesse quali bellezze e luoghi emblematici visitare e scoprire racconterei: Q il museo diffuso d’arte sacra con oratori campestri, pievi romaniche e la pregevole abbazia fortificata benedettina di San Nazzaro Sesia, unica nel suo genere in tutto il Piemonte; Q i tanti castelli e ricetti in ciottoli di fiume e mattoni, testimonianza del passato medievale nei borghi delle Terre; Q il ricco patrimonio di arte e architettura barocca con chiese ornate di dorature, stucchi e suggestivi dipinti; Q l’architettura neoclassica dell’Antonelli, evidente riferimento di paesaggio per il territorio delle Terre; Q la cultura popolare e i musei etnografici, segni, beni e luoghi della memoria e tradizione nelle Terre; Q la varietà di paesaggi e di habitat naturali da scoprire, dalla fascia fluviale del Sesia che alimenta le risaie del novarese alle rogge e fontanili; dalla terrazza delle Colline novaresi, cuore della produzione di vini blasonati, ai parchi e riserve naturali: Monte Fene-


Itinerario nelle terre

ra, all’imbocco della Valsesia, stazione preistorica fra le maggiori dell’Italia nordoccidentale; Baraggia del Piano Rosa, spartiacque tra l’Agogna e il Sesia, paesaggio di brughiera simile alla savana; Lame del Sesia, paesaggio delle metamorfosi del fiume con le caratteristiche ‘lame’ (piccoli stagni), habitat diversi dove incontri cicogne, aironi, ibis e specie animali e botaniche rare; Q l’enogastronomia con vini doc e docg, grappe e passiti, risotti della tradizione e gustosi prodotti tipici, dai salumi ai formaggi dop gorgonzola e toma, al miele e ai dolci tipici...; Q di antichi percorsi, la romana via Settimia, poi la medievale Biandrina, ma anche di testimonianze della storia passata, dalla Preistoria ai giorni nostri: qui sono passati proprio tutti. Accompagnerei il visitatore nei numerosi itinerari tematici conosciuti che si snodano lungo la provincia: dall’archeologia alle antiche pievi, abbazie, oratori campestri inseriti nella “Transromanica”, percorso culturale europeo e poi ancora dai castelli-ricetti ai palazzi ville e giardini storici, al Seicento nel novarese e all’itinerario Antonelliano tra le Colline e il Fenera, dai musei e luoghi della cultura materiale alle vie verdi del riso, delle acque e del vino fino ai numerosi percorsi nella natura a piedi, a cavallo e in bicicletta lungo i tanti sentieri.

5

Baraggia del Piano Rosa

Cicogna nera - Parco del Fenera

Gorgonzola e miele

Oratorio di San Pietro - Fara Nov.


6

Itinerario nelle terre

Ad est del Sesia

Madonna della Fontana San Nazzaro Sesia

Santa Maria dei Campi - Landiona

San Lorenzo - Mandello Vitta

Qa San Nazzaro Sesia ammiri il complesso fortificato dell'abbazia benedettina dedicata ai Santi Nazzario e Celso (1040), con campanile e chiostro riccamente affrescato da scene della vita di San Benedetto. Poco distante una ghiacciaia del 1871 e il Museo dei Ceppi. In campagna il santuario della Madonna della Fontana con affreschi del Peracino e dell'Avondo e l'Oratorio di San Rocco; Q a Landiona incontri l'oratorio di Santa Maria dei Campi (XII sec.) con pregevoli affreschi di Bartulonus da Novara e dei Cagnola, il castello costruito dai nobili Caccia (1280) con torre del XV sec., ora sede comunale, il palazzo Porta, antichi mulini e numerosi fontanili; Qa Mandello Vitta l'antica parrocchiale romanica di San Lorenzo (XII sec.) nella piazza principale, con facciata in ciottoli di fiume, ricca di affreschi e la torre medievale, posta all'ingresso del paese, originariamente destinata al controllo e al pagamento dei pedaggi del borgo franco.


Itinerario nelle terre

7

Dal Sesia al Parco Naturale del Monte Fenera Q a Sillavengo circondato da risaie, trovi le antiche Chiese di Santa Maria Nova (XIV sec.) e Santa Maria Vetere nel cimitero e il pregevole organo del Gavinelli (XVII sec.) nella parrocchiale di Santa Maria delle Grazie; Parrocchiale - Sillavengo

Q a Carpignano Sesia la romanica chiesa di San Pietro, già dipendenza di Cluny, con affreschi del XII sec. all'interno del ricetto medievale (1100) in cui si conserva il cinquecentesco torchio a peso, la parrocchiale di Santa Maria Assunta, con tele del Peracino, l'antica chiesa di Santa Maria di Lebbia lungo la strada Biandrina e i numerosi fontanili; Q a Briona porta delle Colline novaresi, incontri il castello Solaroli (XV sec.), già abitato nel 1597 dal Caccetta che si dice abbia ispirato la figura manzoniana di don Rodrigo, la chiesa romanica di Sant'Alessandro al cimitero con affreschi dei secoli XIV-XV e l’oratorio di San Bernardo con un pregevole ciclo di affreschi (XV sec.). A sud vedi le risaie

Abside San Pietro Carpignano Sesia

Sant'Alessandro - Briona


8

Itinerario nelle terre

con la rocchetta di Proh e la cella romanica di Santa Maria con affreschi quattrocenteschi;

Parrocchiale - Fara Novarese

Ricetto Castello - Sizzano

Parrocchiale - Ghemme

Q a Fara Novarese borgo di origine longobarda incontri la chiesa romanica dei Santi Pietro e Paolo al cimitero con rari affreschi di vita contadina del XV sec., la parrocchiale dei Santi Fabiano e Sebastiano (XVII sec.) con affreschi, tele e altari barocchi e lo scurolo di San Damiano. Dominano il borgo il Castello e il Castellone; Q a Sizzano ammiri la parrocchiale di San Vittore con testimonianze romane, paleocristiane e romaniche, il castello ricetto semianulare che ingloba la parrocchiale, la chiesa romanica di San Grato, l'oratorio di San Rocco (1630), il palazzo Caccia Trivulzio di Rovasenda e il suo bel parco; Q a Ghemme incontri tracce medievali nel ricettocastello tra i meglio conservati del Piemonte con ediďŹ ci in ciottoli di ďŹ ume disposti a spina di pesce, ďŹ nestre ogivali con cornici in cotto e vie acciottolate, la parrocchiale di Santa Maria Assunta, con opere del Settecento di Pianca e dei Peracino e lo scurolo della Beata Panacea, opera dell'architetto ghemmese Antonelli;


Itinerario nelle terre

Q a Romagnano Sesia trovi l'oratorio di San Martino di Breclema dell'XI sec., la parrocchiale di San Silano su resti dall'abbazia dell'XI sec., la Cantina dei Santi con affreschi del XV sec., la chiesa della Madonna del Popolo con opere di Tarquinio Grassi, la torre del Pretorio, il ponte medievale di collegamento tra le sponde del fiume, il giardino botanico e l'imponente villa Caccia antonelliana, in cui ha sede il Museo Storico Etnografico della Bassa Valsesia;

9

Villa Caccia - Romagnano Sesia

Q a Prato Sesia secondo la tradizione paese natale di Fra’ Dolcino, vedi i resti del castello di Sopramonte (XII sec.) e della torre, la chiesa di Santa Maria, già oratorio del castello con pregevoli affreschi, la parrocchiale di San Bernardo da Mentone (XIV sec.), la chiesa della Madonna della Quercia, l'oratorio di San Sebastiano e un antico mulino; Q a Grignasco ammiri la chiesa di Santa Maria delle Grazie, di impianto romanico, con cicli di affreschi quattrocenteschi e cinquecenteschi, la parrocchiale di Santa Maria Assunta, opera tardo barocca di Vittone con pregevoli tele, l'oratorio di San Graziano in posizione panoramica, circondato da vigne, e nel cimitero l'antica pieve di Santa Maria di Bovagliano;

Madonna della Quercia Prato Sesia

San Graziano - Grignasco


10

Itinerario nelle terre

Q a Boca s'innalza nel parco del Fenera il monumentale santuario del Santissimo CrociďŹ sso, opera dell'Antonelli e luogo di fede e devozione popolare di primaria importanza. In mezzo ai vigneti incontri la fortezza affrescata di Montalbano e nel borgo la parrocchiale, ora dedicata a San Gaudenzio, alla quale accedi attraverso una scenograďŹ ca scalinata;

Santuario del S.S. CrociďŹ sso - Boca

Casa Antonelli - Maggiora

Parrocchiale - Cavallirio

Q a Maggiora trovi la parrocchiale barocca dello Spirito Santo, ricca di dipinti e bassorilievi con la scala d'accesso allo scurolo di Sant'Agapito, progettata dall'Antonelli, il palazzo di residenza del grande architetto che ha lasciato un segno anche nel piano regolatore cittadino e nel cimitero; Qa Cavallirio l'oratorio romanico campestre di San Germano (X-XI sec.), con abside semicircolare e archetti pensili, gli oratori dell'Assunta di epoca barocca con pregevole pala d'altare e di San Rocco con affreschi del Peracino. In collina, in mezzo ai vigneti, le cappelle delle Tre Madonnine e i resti di antica torre.


Itinerario nelle terre

11

Lungo l’Agogna Q a Caltignaga fuori dall'abitato, trovi i resti di un acquedotto romano, l'oratorio di San Salvatore dell'XI sec., con cicli di affreschi nel cimintero del borgo, l'oratorio dei Santi Nazzario e Celso nel cimitero di Sologno, il castello già Caccia (XV sec.) con fossato e giardino all'italiana e lo scenografico castello di Morghengo; Q a Barengo dominato dal poderoso castello già Caccia (XV sec.), trovi all'interno del cimitero l'antica parrocchiale di Santa Maria di Campagna, con pregevoli affreschi del Quattrocento, l'oratorio di San Rocco, affrescato dalla bottega dei Cagnola e la parrocchiale di Santa Maria Assunta a ridosso della collina in prossimità del castello; Q a Cavaglietto trovi l'ara romana conservata nelle sale dell'ottocentesco palazzo comunale, la parrocchiale di San Vittore Martire del Seicento, gli oratori di San Grato e San Nicolao e i resti della cella monastica cluniacense femminile di San Pietro (XI sec.), nella cascina Monastero;

Giardino del castello - Caltignaga

Castello - Barengo

Parrocchiale - Cavaglietto


12

Itinerario nelle terre

Parrocchiale - Cavaglio d'Agogna

Q a Cavaglio d'Agogna incontri la parrocchiale di San Mamante con pregevole dipinto di Lorenzo Peracino rafďŹ gurante il martirio del patrono, un antico mulino sulla roggia Molinara, l'oratorio di San Rocco del Seicento e la casa degli Spagnoli e, a nord dell'abitato la chiesa della Madonna della Neve;

Scurolo antonelliano Fontaneto d'Agogna

Q a Fontaneto d'Agogna trovi tracce del castello visconteo con parte di affreschi (XV sec.) e resti dell'abbazia di San Sebastiano (X sec.), la parrocchiale della Beata Vergine Assunta con una tavola di Sperindio Cagnola e una pregevole tela di Tanzio da Varallo, adiacente l'imponente scurolo Antonelliano di Sant'Alessandro;

Battistero romanico - Cureggio

San Genesio - Suno

Q a Cureggio ammiri la parrocchiale di Santa Maria Assunta, antica pieve, con il suo campanile romanico, il battistero romanico di San Giovanni a pianta ottagonale, con una vasca battesimale paleocristiana. A Marzalesco la chiesa della Madonna della Neve con pregevoli affreschi; Q a Suno trovi l'antica pieve di San Genesio, l'oratorio campestre della Madonna della Neve con affreschi del XV sec., nel borgo la parrocchiale della Santissima TrinitĂ , il castello Della Porta e il museo degli attrezzi agricoli. Nei vigneti l'osservatorio astronomico, unico nel novarese.


Itinerario nelle terre

13

La rete dei 22 Comuni Barengo Boca Briona Caltignaga Carpignano Sesia Cavaglietto Cavaglio d’Agogna Cavallirio Cureggio Fara Novarese Fontaneto d’Agogna Ghemme Grignasco Landiona Maggiora Mandello Vitta Prato Sesia Romagnano Sesia San Nazzaro Sesia Sillavengo Sizzano Suno oltre 41.000 abitanti con superficie di 296 Kmq.


14

Territori paesaggi itinerari cultura e natura Ora lascio il campo alle immagini per far provare emozioni e insolite prospettive, far apprezzare e, forse, anche amare le nostre Terre e capire il cuore del nostro progetto

La pianura del riso


15

I vigneti delle Colline Novaresi

Grignasco - I vigneti di Ara

Le Colline Novaresi con lo sfondo del monte Rosa


16

Le mondine nelle risaie del Novarese

Il ďŹ ume Sesia

Itinerari cicloturistici nel Parco del Fenera


17

Percorsi ippici

Antico torchio - Carpignano Sesia

Ibis Sacri - Parco delle Lame del Sesia

Ponte medievale sulla Roggia Mora


18

Castello Ricetto - Ghemme

Ponte medievale - Romagnano Sesia

Parrocchiale di San Lorenzo - Mandello Vitta

Oratorio di Santa Maria Nova - Sillavengo


19

Chiesa di San Pietro - Carpignano Sesia

Chiesa della Madonna dei Campi - Landiona

Particolare della tela del Tanzio - Fontaneto d'Agogna


20

Prodotti tipici Per scoprire i prodotti e i sapori autentici che nascono nelle Terre vieni a conoscere e gustare le numerose varietĂ di riso, miele, formaggi DOP, salumi, dolci e vini DOC e DOCG.


21


22

o t u n e v n e b l i i e S e r r e T e r t s o n e nell Per saperne di pi첫 visita il sito: www.risodivinoedacque.it e scrivi a: info@risodivinoedacque.it Segreteria di coordinamento del progetto: Agenzia Turistica Locale della provincia di Novara Baluardo Quintino Sella, 40 - 28100 Novara Tel. 0321.394059 - Fax 0321.631063 info@turismonovara.it - www.turismonovara.it


23

La Provincia di Novara e la rete dei 22 comuni

CartograďŹ a Legenda


24

Appunti di viaggio

Itinerario nelle terre

RisodiVinoedAcque  

Le Terre delle Colline Novaresi e del Sesia

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you