Issuu on Google+

RACCHETTinVALLE 6febbraio2011 -PRAGELATO

LACORSA CAMMINATACONLACIASPOLEAI PIEDI


1 WEEKEND DI FESTA 1 GIORNO DI CORSA 2000 PARTECIPANTI 10 KM DA PERCORRERE GRUPPI FOLKLORISTICI e SPORTIVI


LA PARTECIPAZIONE Oltre 2000 ciaspolatori giĂ  dalle prime ore del mattino si sono dati appuntamento nei pressi dell'impianto olimpico dei trampolini per misurarsi su un percorso suggestivo e innevato disegnato tra gli angoli piĂš incantevoli delle borgate di Pragelato e delle sue vallate.


PRAGELATO

Pragelato, una delle principali sedi di gara dei XX Giochi olimpici invernali di Torino 2006, è un comune di 452 abitanti a 82 km da Torino. Si trova in Val Chisone e fa parte della Comunità Montana Valli Chisone e Germanasca.


IL PERCORSO 10 km

Dopo la partenza, situata nei pressi dei trampolini olimpici, i partecipanti si sono imbattuti immediatamente in due salite tecniche molto impegnative per poi giungere sulla pista dello sci nordico affrontando la compressione tecnica fino al lungo falsopiano intervallato da magnifici boschi di larici. Una volta arrivati alla frazione di Pattemouche, gli atleti hanno fatto ritorno verso la borgata di Traverses, costeggiando la sponda del Chisone per poi successivamente tagliare il traguardo. Lungo il percorso sono state collocate numerose postazioni di animazione come il Nordix Ski Park, struttura appositamente studiata per acrobazie (salti e paraboliche) simili allo snowboard e allo sci ma con gli sci da fondo, suonatori di ghironda, ballerini di danze occitane, etc.


SKI JUMP HOTEL L’hotel-residence che si affaccia sui trampolini olimpici è stato il quartier generale dell’organizzazione. Per tre giorni è stato il luogo di iscrizioni, della consegna ciaspole, dei pettorali, dei pacchi gara e delle premiazioni. Ha ospitato lo staff, gli ospiti vip e i top runner. E’ stato la location della cena di apertura dell’undicesima Racchettinvalle.

Pragelato


LA CENA Tutti gli eventi Turin Marathon sono caratterizzati dal clima di festa in cui lo sport è uno dei pretesti per poter stare insieme. Gli ospiti hanno potuto gustare alcuni delle eccellenze enogastronomiche piemontesi e liguri. Prodotti che consentono di manifestare la grande qualità del cibo italiano nel mondo.


LA MUSICA La band che ha accompagnato la manifestazione ha dimostrato ampiamente di meritarsi il successo che sta ottenendo sui palcoscenci italiani. La Vagaband, formazione scelta da Turin Marathon per spettacolarizzare l’evento Racchettinvalle, ha proposto una scaletta di classe formata da brani propri e una selezione di cover di grandissimo impatto, riarrangiate con classe. Elena, Elvis, Domenico e Daniele hanno suonato in maniera eccellente ottenendo l’applauso di tutti gli ascoltatori.


LA FESTA Turin Marathon ha il merito di essere un grande aggregatore di persone. Gli eventi spot, che crea a corollario di quelli sportivi, diventano occasione unica per incontrare amici, top manager di aziende importanti, giornalisti di chiara fama, dirigenti sportivi e atleti internazionali. Il party di Racchettinavalle è stato contrassegnato dalla grande convivialità tra le persone presenti: dai Sindaci ai rappresentanti delle Associazioni, delle Comunità Montane e delle Proloco, dai dirigenti de La Stampa a quelli della RAI fino agli sponsor e ai fornitori che hanno collaborato a creare un evento di grande successo.


ASPETTO TURISTICO Uno degli obiettivi, che Racchettinvalle in questi anni si è prefissata, è stato quello di diventare un volano turistico per Pragelato e i comuni vicini e l’indotto generato è stato di grande impatto. La scelta alberghiera di Pragelato è molto ampia, dagli hotel più lussuosi agli accoglienti due stelle. Una gamma di possibilità per accontentare ogni cliente e partecipante; sono stati creati pacchetti turistici ad hoc destinati ai podisti e ai camminatori.


Allestito nella zona della partenza arrivo ha ospitato espositori di molte aziende (numerose quelli liguri). Racchettinvalle è stata un’occasione importante che ha visto nascere una collaborazione tra mare e montagna. Nella borgata Traverses è stato predisposto un punto di ristoro con prodotti tipici dell’enogastronomia locale. Gonfiabili e striscioni pubblicitari sono stati posizionati sul percorso di gara e hanno messo in rilievo la visibilità dei partner.


IL PETTORALE


LA GARA RACCHETTINVALLE È UNA DELLE PROVE DI COPPA ITALIA ISTITUITA DALLA FEDERCIASPOLE E HA PROCAMATO IL CAMPIONE EUROPEO DI RACCHETTE DA NEVE.

In campo maschile la gara ha preso un ritmo incalzante fin dalla prime battute. Già dal quarto chilometro, infatti, il francese Stephane Ricard ha imposto la sua dura legge passando al comando e imponendosi in 38’43” su Antonio Santi (38’57”). Filippo Barizza si è dovuto accontentare della terza piazza (39’11”).

L’EVENTO 1 weekend di festa 1 giorno di corsa 2000 partecipanti 10 km da percorrere gruppi folkloristici


LA GARA Fra le donne non ha deluso le aspettative la favorita Maria Grazia Roberti, già vincitrice delle ultime tre edizioni. La 44enne gardesana ha condotto una gara in solitaria al comando, fermando il cronometro in 45’44”. La Roberti anche quest’anno si è confermata imbattibile tra le atlete femminili. Alle sue spalle un duello tutto catalano che ha visto Laia Andreu Tria tagliare il traguardo al secondo posto (49’53”) con un distacco di 4’09” dalla prima. Terza la connazionale Monica Ardid Ubed che ha concluso la sua prestazione con il tempo di 51’36”.


LA VISIBILITA’ TELEVISIVA La promozione della gara è stata realizzata da numerose televisioni (GRP, Primantenna, Quartarete, Telestudio, Videogruppo, Telecity 7 Gold), ma soprattutto dalla Rai, che ha accompagnato l’evento durante la sua creazione e realizzazione.

Nel dettaglio: - Servizio di approfondimento sul Tg 3 Regionale sabato 5 febbraio e collegamento in diretta domenica al Tg 3 Regionale 6 febbraio alle ore 14,00 - Diretta su Rai 3 Regionale dalle ore 11,00 alle ore 12,00 (per il terzo anno consecutivo) - Servizio su Rai Sport 2 dalle ore 19,00 alle ore 20,00 - Servizio al Tg1 delle ore 20,00 di domenica 6 febbraio


LA STAMPA: QUOTIDIANI E RIVISTE

Nel corso della preparazione dell’evento i principali quotidiani e settimanali (La Stampa, Torino 7, La Repubblica, Atletica Week, Torino Cronaca, Il Corriere Sportivo, Metro, City, Eco del Chisone, Outdoor Magazine) hanno seguito Racchettinvalle, presentando il tracciato, gli atleti presenti al via, le novità e le attrattive dell’undicesima edizione. Dal punto di vista promozionale, numerose uscite di pagine pubblicitarie hanno contribuito alla promozione della manifestazione.


INTERNET Numerose le pagine internet che hanno parlato di Racchettinvalle. Sia i siti specializzati (atletica, podismo, montagna, etc.), sia quelli di opinione (blog e forum) che quelli istituzionali (città di Torino, comune di Pragelato, etc.) hanno messo in risalto l’evento Racchettinvalle e alcuni suoi partecipanti illustri.

e in più… SOCIAL NETWORK La pagina di facebook di Turin Marathon registra 5.420 fan

BLOG lastampa.it


www.turinmarathon.it LE STATISTICHE

Statistiche relative al periodo 10 gennaio-9 febbraio


IL FUTURO Il futuro di Racchettinvalle e della corsa con le racchette da neve ha degli spazi davvero ampi di azione. In Italia la nascita della Federciaspole e il suo rafforzamento non può che essere una ventata positiva per il radicamento di questo sport sul territorio Nazionale. Il progetto è quello che vorrebbe candidare questa disciplina per i Giochi Olimpici Invernali. In questo modo il numero di Nazioni partecipanti potrebbe crescere sensibilmente, andando a coinvolgere anche gli Stati, che animano i Giochi estivi. Anche l’Africa e l’Asia potrebbero aprirsi allo sport invernale, sfruttando le caratteristiche fisiche, che permettono ai loro atleti di essere protagonisti in estate. La strada da percorrere è molta, ma chilometro dopo chilometro con l’intervento di molte forze, questo obiettivo potrebbe essere raggiunto. FACCIAMO SÌ CHE LE RACCHETTE DA NEVE DIVENTINO DISCIPLINA OLIMPICA.


I nostri partners


I nostri partners


APPUNTAMENTO AL 12 FEBBRAIO 2012 CON LA DODICESIMA EDIZIONE DI

RACCHETTinVALLE


Report Racchettinvalle 2011