Issuu on Google+


1#The Morning 1#The Morning 1#The Morning


TrustMeMagazine 1# Morning Issue

Credits Fondatori:Gloria Giangrande, Susanna Luna Bellandi Editori: Susanna Luna Bellandi,Gloria Giangrande Foto: Bree Apperley, Noran Bakrie, Dani Bembibre Belda, Casia Bromberg, Debbie Carlos, Charlie Engman, Jeana Hansen, Tania Lёshkina, Ella May, Minimiam (Akiko Ida e Pierre Javelle), Chad Moore, Pictures&co(Roxanne & Julie), Germàn Paley, André Pinces, Eva Rodbro, Claire Sloan, Joël Tettamanti, Andrew Tyson. Illustrazioni e dipinti: Susanna Luna Bellandi, Jessica Joan Delorme, Johannes Ekholm, Michele Guidarini, Stina Löfgren, Jack Longstreth, Michelle Hammenfeldt, Heiko Müller, Kagami Shinoara, Francesca Ungolo, Gabriela Vainsencher. Works of art: Melanie Bilenker, Cheeming Boey, Rachel Denny, Ben Hansen, Gloria Giangrande, Joshua Longo. Parole: Gloria Giangrande, Susanna Luna Bellandi Cover by: Tania Lёshkina Sede:Trust Me magazine,Firenze,Italia Per informazioni o submission: info@trustmemagazine.com www.trustmemagazine.com Advertising/ for all advertising inquires contact: info@trustmemagazine.com


Trust Me Mag

è un magazine di tutto e niente e molto di più. Nasce da una piccola cosa, una parola, un simbolo, un numero, un immagine, concetti molto astratti, tale può rimanere, oppure moltiplicarsi, sfuggire dal controllo di chi la sfoglia e suggerire innumerevoli altre vie di uscita. Trust me. Trust me or just what you see. Suggerisce senza dare per certo. Trust me è un caleidoscopio che si può girare, ruotare, sfogliare, guardare in senso opposto, le sue parti non hanno un ordine imposto per priorità o importanza, puoi strappare le sue pagine e riordinarle nell’ordine che preferisci. O immaginarlo nella tua testolina. Trust me è una raccolta calibrata di ingredienti, che mantengono la loro identità, ma danno vita poi a un gusto sempre nuovo. La redazione di ogni suo numero è ridisegnata di volta in volta. Puoi usarlo in molti modi: come una guida alle realtà creative sparse per il mondo o lasciarti trascinare così com’è fidandoti. Puoi chiudere gli occhi non guardarlo neanche ma se ti fidi, puoi aprirlo, scegliere una pagina a caso e da lì iniziare, farti ispirare dalle sue storie e dal modo in cui sono raccontate. Puoi utilizzarlo per fare costruzioni di carta, puoi annotarci sopra le tue impressioni, strapparne le pagine e rimetterle nell’ordine che ti pare, oppure staccare le pagine e tappezzarci la tua stanza, puoi metterlo sotto al tavolo per impedirgli di traballare, puoi usalro per proteggerti dalla pioggia, per riempire un buco nella tua libreria, puoi arrotolarlo e usarlo come cannocchiale e guardarci dentro. Trust me, or just what you see.


1#issue

The Morning Alba,9.00 la mattina presuppone un sacco di scelte. e un sacco di autocontrollo. Mi alzo o dormo altri 5 minuti.Maglietta bianca o grigia (quella nera é a lavare), bus o bici, all bran con tante fibre o brioche con la nutella. Comunque vada, il mattino é

sempre un inizio.

Anche noi, da quando abbiamo immaginato questo progetto ci siamo trovate a fare decine di scelte, di tutti i tipi, e come una persona appena sveglia, un po’ intontita dal sonno, ci siamo soffermate ore e ore su qualunque cosa, spesso in realtà prive di importanza. E quando sono arrivati i lavori dei collaboratori, sono arrivate altre scelte, quali si quali no, dove, come. Volevamo tornare sotto il piumone e dormire altri 5 minuti. Il mattino ci sembrava un buon inizio, ci sembrava un titolo portafortuna, per qualcosa che non sappiamo ancora esattamente come sarà, ma alla quale guardiamo con molta fiducia. Abbiamo scelto il mattino come tema, e non ad esempio alba o nascita o qualunque altra cosa sottintedesse il principio di qualcosa, perché il mattino é una condizione temporale assolutamente soggettiva. Quando inizia il mattino, quanto dura? cosa c’é prima del mattino. Per alcuni significa tornare a casa, per altri inizia alle 5.00, per altri ancora (beati loro) alle undici.Per alcuni é il rumore della sveglia per altri il silenzio della città addormentata. E’ legato a una serie di rituali, é meccanico, obbligato ma al tempo, stesso fortemente emotivo. Potremmo continuare elencando cosa ci piace tanto del mattino,o cosa ci piace tanto in generale o stilare un decalogo di cosa é o non é Trust Me. E’ abbastanza comune in una rivista. Bhè non ne abbiamo voglia, e forse ancora non lo sappiamo neanche troppo bene. Prendiamoci il nostro tempo! Quello che sappiamo é che ci piace questa rivista che abbiamo tra le mani, ci piacciono i lavori che ci sono, uno per uno, e tutti insieme. E’ la nostra, vostra creatura e avremo cura di lei! Speriamo che piaccia anche a voi leggerla, tanto quando noi ci siamo divertiti a farla. Al mattino l’aria é fresca, e la luce é giusta perché le foto vengano bene.


Minimiam (Akiko Ida & Pierre Javelle) One or two sugar


Leggendo il racconto Wilkie Fahnstock, The Boxed Set della raccolta “Demonology” di Rick Moody, rifletto su quanto una raccolta di canzoni possa influenzare un periodo della nostra vita, un momento della giornata, una lettera che stiamo scrivendo. Quando ero più piccola facevo apposite compilation su cassetta, appena alzata premevo play sullo stereo e avevo tutta l’energia necessaria per vestirmi,lavarmi,fare qualcosa. Adesso che ho tutta la musica su mp3, mi fa un po’ più fatica fare dei cd, quindi mi alzo sempre di cattivo umore. A parte questi ricordi, neanche troppo originali, ecco una nostra personalissima playlist delle migliori canzoni ”good moody” dedicate al mattino.

Ben Hansen Bolt- Rain


A side

B side

Wake Up_The Arcade Fire Saturday Sun_Nick Drake Green Screen_Sleeping at last in the morning_Junior Boys Good Morning, Good Morning – The Beatles Wake Up Boo! – The Boo Radleys Sunday Morning_Velvet underground Im Gonna Be (500 miles)_The Proclaimers

Walking On Sunshine_Katrina & The Waves Expectations_Belle & Sebastian A Well Respected Man_The Kinks Wake Me Up Before You Go-Go_Wham Sunday Morning Coming Down_Kris Kristofferson/Johnny Cash In the morning_ First Aid Kit Wake Up And Live_Bob Marley Plastic sun_Sonic Youth In the morrning_Razorlight


Ben Hansen Self Portrait on the left page: Montain Dot poster


Ben Hansen Morning Series Photos by Jeana Hansen


Johannes Ekholm Hangover made for a solo exhibition at Pekka Showroom, Helsinki (curated by my agency Agent Pekka).


Chad Moore Daniel Sleeping


Casia Bromberg Morning Series


Michelle Hammenfeldt Fridge Prev.page:Chocolate Next.page:Body Lotions

Michelle Chocolates


Charles Engman Morning Series/ Charlie Engman part 1 Morning Series/ part 1


Charlie Engman Morning Series/ part 2


Charlie Engman Morning Series/ part 3


Francesca Ungolo Morning Words


cred MINIMIAM www.minimiam.com contact(a)minimiam.com La giapponese Akiko Ida ed il francese Pierre Javelle, con il progetto Minimiam, hanno reso la loro passione per il cibo, l’arte, il design e la fotografia, una miscela incantevole e suggestiva. I soggetti preferiti delle loro fotografie, sono miniature ludiche che vivono in paesaggi gastronomici così perfetti da sembrare possibili. A vedere le loro fotografie viene voglia di essere una di quelle persone in miniatura per affogare in quelle delizie.

JOHANNES EKHOLM www.johannesekholm.com/ info@johannesekholm.com Saranno il gelo di Finlandia e le rigide stagioni che danno ai lavori di questo illustratore e art director tonalità deciso e mai scontato. I lavori sono impeccabili come le forme di solidi geometrici, ma poi improvvisamente si sfaldano, si sciolgono diventano più umani.

CASIA BROMBERG www.casiabromberg.carbonmade.com casiabromberg@gmail.com E’ una fotografa svedese di Stoccolma. Per la maggior parte del suo tempo, si occupa di fotografia artistica ma sta lavorando anche come fotografa freelance facendo un sacco di cose diverse, con un particolare occhio di riguardo per i ritratti. Per il momento è anche studentessa di fotografia alla Fotohögskolan.

CHARLIE ENGMAN www.flickr.com/photos/cengman charlie.engman@gmail.com Al momento si trova a Chicago, Charlie Engman fotografo dei dettagli non tralasciabili. L’effetto è accattivante, c’è un aria di mistero e di sentimentalismo. E’ un fotografo flessibile, preferisce lasciare sempre qualche elemento al caso, e questa libertà gli offre un certo sviluppo di composizione. Siamo liete di aver dato un particolare spazio alle sue foto colme di colori e di vita vera.

BEN HANSEN www.benhansendesign.com/ hello@benhansendesign.com Nato ad Austin, TX questo graphic designer dal gusto molto sofisticato e dallo stile pulito ci offre per questo numero di Trust Me alcuni tra i suoi lavori più audaci. Ogni lavoro si scosta dall’altro come d’altronde ogni dettaglio al suo interno...e nel loro insieme ci catturano.

CHAD MOORE www.thesethingshappensometimes.com/ chadmooreholla@mac.com Chad Moore direttamente da NY. La valenza estetica delle fotografie di Chad non è legata alla composizione o ad una tecnica particolarmente avanzata, piuttosto è il contenuto che rende ogni sua immagine interessante. Ogni suo scatto rappresenta la gioventù, ragazzi che si divertono, scorrazzano in giro per la città ad ogni ora del giorno e della notte e che sembrano partecipare attivamente di ogni suo singolo scatto.

MICHELLE HAMMENFELDT www.michellehammenfeldt.com/ MICHELLEHAMMENFELDT(a)gmail.com Nel suo progetto Laurie Wilson,Michelle, ha disegnato e cercato di capire la vita di una sconosciuta attraverso gli oggetti che le appartenevano. Realizza disegni molto delicati, ma pieni di dettagli,con le matite colorate, é fissata con i film, la tv e google. E si ispira a tutto ciò che trova su internet (quindi tutto ciò che esiste?). E questo é un po’ anche quello che facciamo noi.

FRANCESCA UNGOLO www.behance.net/francescaungolo francesca.ungolo@isiadesign.fi.it Nata a Mola di Bari,24 anni fa, é stata attratta dall’arte fin da quando era piccola. Ha un tratto sottile, che non tralascia nessun dettaglio, ci piacciono molto i suoi ritratti riesce a cogliere con pochi tratti lo sguardo di una persona. Non abbiamo avuto occasione di conoscerla come pittrice, ma le sue illustrazioni sono piene di significati e riescono a tirarci su di morale

from Akiko


dits CLAIRE SLOAN www.clairesloanphotography.com ccsphotography@gmail.com Nasce 19 ani fa nel Nord della California, USA Con la sua 35mm ed il suo entusiasmo immortala preziosi momenti che andrebbero altrimenti irrimediabilmente perduti. Sta studiando l’arte alla UC Davis. Il suo lavoro è una documentazione di persone e luoghi che non riesce proprio a dimenticare e che non dimenticherà mai.

ANDRE’ PINCES pincesphoto.blogspot.com/ andre@pincesphoto.com Fotografo canadese from Vancouver. Si occupa principalmente di fashion e commercial photography. Fotografie di luce sempre sorprendente.

DEBBIE CARLOS www.debbiecarlos.com debbie.carlos@gmail.com Nasce a LA, adesso vive a Chicago. Le sue fotografie ci piacciono perché sembrano non avere pretese, ma in realtà sono una vera rivelazione! Sfrutta la fotografia come strumento di sperimentazione artistica, si spinge ai limiti dell’immagine, la deforma, la trasforma in qualcosa di diverso. Non ama le immagini nitide anzi esalta la loro grana e le imperfezioni create dal tempo, esaspera quasi questi elementi, ingrandendoli e soffermandosi su particolari.

MICHELE GUIDARINI www.micheleguidarini.com michele.guidarini@gmail.com Dice di sé: “Io sono figlio di una montagna, il Monte Amiata e di due pasticceri. Io sono il figlio di David Lazzaretti e dei Clash. I personaggi dei miei quadri camminano nella mia mente e attraversano i miei sogni. Io li catturo, non devo correre via, li domo in cornici dorate. Riflettono me, sembrano te. Mi guardano, ti guardano.” Dei suoi disegni e lavori vari ci colpisce la spontaneità e “l’ingenua” freschezza.

to Michele

KAGAMI SHINOHARA しのはら かがみ www.kagamishinohara.com kagamishinohara@hotmail.com Nata a Nagano,in Giappone. Le piacciono i funghi, ma non la maionese. I suoi disegni sembrano quelli di lei da piccola. Il suo tratto indeciso riesce però a segnare con precisione spiazzante ciò che vuole rappresentare. Racconta “La via dove abita ancora la mia famiglia é pazzesca. Quasi tutte le famiglie su quella strada hanno come cognome Shinohara. Non c’é tantissimo di cui occuparsi lì quindi per divertirsi o 1. Si coltivano le verdure più “nuove” per mostrarle con orgoglio alle tue vicine, o 2. Si spettegola delle altre Shinohara e poi ci si spia.”

DANI BEMBIBRE BELDA www.danielbembibre.com me@danielbembibre.com

talking to me Designer & art direction da Barcelona. Ama i colori decisamente desaturati e le forme improbabili. La sua passione sono le LP covers,che realizza per varie etichette indipendenti. I suoi progetti editoriali non sono mai solo layout, non sono mai solo type o copywriting. Come: Put Things In Order,manifesto editoriale, materico, ironico, animistico. sorry for the noise

BOEY CHEEMING www.iamboey.com rectangletriangle@gmail.com Il suo appartamento è pieno di tazze monouso bianche decorate con onde, pesci e uccelli, scene di noodle bar, squarci di vita in Malesia, San Francisco e ora, Orange County.Il polistirolo inconsistente, ma è forte anche in altri modi,quando cade non si rompe.La prima tazza é stata disegnata in una piccola caffetterie. Si sedette e non aveva carta con sé, quindi, afferrata una tazza, cominciò a disegnare. Improvvisamente, una lampadina si accese nella sua testa.

ANDREW THOMAS TYSON www.andrewtyson.com info@andrewtyson.com Soft e sensuali le immagini di Andrew ritraggono ragazze che sanno di essere ritratte e sprigionano in ogni foto un sentimento sincero e molto femminile. In quasi tutte le foto i soggetti guardano dritto nella camera e di conseguenza negli occhi di noi che le guardiamo. Allora chi è che spia chi?


Claire Sloan Innocent Beauty

“There’s a certain innocent beauty found in anything that is bathed in


morning light. and in anyone caught between dreaming and awakening.�


Kagami Shinohara ToshbrushToothpaste


André Pinces THE BREAKFAST series


André Pinces THE BREAKFAST series


Dani Bembibre Belda In the morning


Debbie Carlos Montrose Harbor, 6:30 am


Debbie Carlos Montrose Harbor, 6:30 am


Susanna Luna Bellandi Rooster


Cheeming Boey Foam cups Styrofoam coffee cups.  Tutti ne hanno preso in mano almeno una, tutti ci si sono scottati la ligua, ne hanno mordicchiato il bordo e poi le hanno buttate via. Per Cheeming boey, la tazza di polistirolo é un punto di partenza, una tavolozza bianca, una superficie da riempire di segni. Apprendiamo nel blog a A cup of Sharpie, come questa passione sia nata per caso, in una caffeteria (e dove se no) dove non avendo fogli di carta a usato una tazza come blocco per gli schizzi. Da allora ha sperimentato diversi mezzi e stili, trasformando (riciclando) ogni tazza che aveva tra le mani in un opera d’arte. A volte impiega anche mesi per tatuarne una, le maggiore fonti di ispirazione sono le cene con gli amici e l’artista giapponese Hokusai. La tazza in polistirolo é un oggetto economico, é un oggetto pop, é un oggetto usa e getta, é l’emblema

del 21 secolo. E anche un oggetto sul quale la penna a sfera affonda e che assorbe in maniera unica il colore di un pennarello. Spesso si considera solo la tela o la carta un mezzo nobile per l’arte,invece anche gli oggetti imperfetti non speciali essere belli e stimolanti per il proprio lavoro. E alla fine nelle prove venute male, si può sempre bere un caffé e poi buttarle via. Come tutti i comuni mortali.


LA PRIMA SIGARETTA di Massimo Cipriani Aveva una strana abitudine. La sera, proprio prima di dormire, sceglieva con accuratezza una sigaretta. Nel pacchetto la riconosceva, soppesava, ne controllava la perfezione della forma. Poi, sempre accuratamente, segnava proprio vicino alla punta della prescelta: P.S.. E la poggiava delicatamente sul comodino. Dormivano vicini. Al mattino era come ricevere un regalo prezioso: accendeva la sua, solo sua Prima Sigaretta e il giorno appariva migliore. illustrazioni di MICHELE GUIDARINI


Andrew Tyson Untitled Portraits


Andrew Tyson Untitled Portraits


Andrew Tyson Untitled Portraits


Andrew Tyson Untitled Portraits


Melanie Bilenker 1. Brassiere, 2. Brushing, 3. Button, 4. Drying.

“As I work to memorialize quiet everyday moments, many of my favorites take place in the still hours of morning.� M.B.

Button Brooch 2007 1 3/4" x 1 1/2" x 3/8" 4.4 x 3.8 x 1cm Materials: Gold, sterling silver, ebony, resin, pigment, hair Photo: Kevin Sprague Brassiere Locket 2009 1 1/8" x 1 5/8" x 3/8" (locket), 18" (chain) 2.9 x 4.1 x .9 cm (locket), 46 cm (chain) Materials: Gold, ebony, resin, pigment, hair Photo: Melanie Bilenker Brushing Teeth Brooch 2009 1 3/4" x 2 3/8" x 1/2" 4.4 x 6 x 1.3 cm Materials: Gold, ebony, resin, pigment, hair Photo: Melanie Bilenker Drying Locket 2009 1 1/4" x 2" x 3/8" (locket), 18" (chain) 3.1 x 5 x .9 cm (locket), 46 cm (chain) Materials: Gold, ebony, resin, pigment, hair Photo: Melanie Bilenker


Saturday Brooch 2008 2 1/8” x 1 1/2” x 3/8” 5.3 x 3.8 x .8 cm Gold, ebony, resin, pigment, hair Photo: Ken Yanoviak


Pictures and co.

‘Never as tired as when i’m waking up’

Il titolo si riferisce ad una canzone degli LCD Soundsystem. Questa opera rappresenta gli istanti prima di svegliarti, quella sensazione tra sogno e e veglia che accompagna il momento nel quale abbandoni la dimensione onirica per iniziare la tua vita di tutti i giorni.


Noran Bakrie

“In The Morning” The series hold a balance, representing the continuity of the life of time. For example, in 6 AM, the picture of the left was taken in Candidasa, while on the right in Lovina. Different days, different places, different mornings, but in the same time, there is a line keeps attaching, a dot that keeps connecting from one morning to another, and will continue repeating - maybe it will slowly evolving but the same pattern appears. I’m just saying that time never kills (memories, broken hearts, hatred, love), as days passing by, it’s us people who does. :) All the pictures are taken in Bali mornings. © 2009 Noran Bakrie

Noran Bakrie 1. Bali, 6 am 2. Bali, 7 am 3. Bali, 8 am


Joshua Longo This morning


Joshua Longo Beaver Next page: Morning ritual


Tania LŃ‘shkina MORNING serie


MORNING

photographer Tania LŃ‘shkina stylist Aldene Johnson models Francesca Miles@Select Models, Rory McKee


Jake Longstreth Matinee

Matinee


Jake Longstreth Track field

TRACK FIELD


JoĂŤl Tettamanti Here and on the next 6 pages: Untitled Images From the studies Ilulissat / Greenland / 2008


Siamo a ILULISSAT / GREENLAND / 2008 Ilulissat è la città delle piccole case colorate. Ilulissat (o Jakobshavn) è un villaggio di 4,533 abitanti della Baia di Disko, in Groenlandia; appartiene al comune di Qaasuitsup, il cui nome significa gli iceberg in Kalaallisut (lingua groenlandese); un nome molto appropriato, dato che in questa zona si staccano immensi iceberg dal ghiacciaio di Sermeq Kujalleq (o Icecap), largo 5 km e di spessore sconosciuto, il più grande ghiacciaio del mondo al di fuori dell’Antartide. La maggior parte degli iceberg sostano poi nel fiordo gelato, il Kangia, una delle mete più ambite del turismo groenlandese. Ilulissat è formato da piccole casette di colori vivaci; il cimitero è un grande cumulo di pietre, da cui ogni tanto sbucano vecchi corpi. È un centro di grande turismo: oltre al fiordo gelato, raggiungibile dal vecchio eliporto a 1,5 km di distanza, vi sono sentieri per escursionisti segnati da tumuli di pietre: quello per le rovine di Sermermiut e Holms Bakke, dove il 13 gennaio la cittadinanza si riunisce per dare il bentornato al sole (l’opposto del Sole di mezzanotte), quello per Vandsøen, quello per Akinnaq e altri.

Le foto di Tettamanti sono immobili come gli istanti che ritrae. Prendono posto nel 1# numero di Trust Me dedicato al mattino proprio perchè ritraggono un luogo galleggiante nel gelido mare di Groenlandia dove la mattina quando inizia non ha mai fine. Sembra di starci dentro mentre osserviamo il bianco della luce assoluta e piatta che tocca queste terre, sembra di essere li con le guance gelate.


GermĂ n Paley Wake Up


GermĂ n Paley From left to right: Placidez Cucina Pliegues


cred MELANIE BILENKER www.melaniebilenker.com mrb@melaniebilenker.com Ognuno ha le sue manie, si sa, ma cucire con minuziosa precisione con i capelli ancora non l’avevamo vista. La creazione di una composizione coinvolgente è alla base di ogni suo lavoro visivo. Ogni pezzo è un istante congelato nel tempo, catturato ad angoli dispari. La cosa sorprendente è che questi dipinti in miniatura sono fatti di oro, argento, ebano, resina, pigmenti e capelli!

NORAN BAKRIE www.noranbakrie.com hello@noranbakrie.com Da quando si é persa in un supermercato a 7 anni, ed é stata attaccata da un rinoceronte ad 8, Noran, ha deciso che la sua vita poteva essere abbastanza interessante da essere raccontata, Designer, fotografa illustratrice, ci ha colpito per le sue atmosfere oniriche, i colori pastosi e il forte taglio autobiografico che caratterizza tutto ciò che fa.

TANIA LESHKINA http://leshkina.com/ tleshkina@gmail.com Uno dei due progetti che Tania Leshkina presenta nel suo website si intitola Balance, equilibrio, una serie di autoritratti, nei luoghi ed alle ore del giorno più disparate. Tania fotografa Tania, fotografa la sua stanza, fotografa sua madre in mezzo alla neve.Tania si definisce una white maniac e fotografa tutto ciò che le passa per la testa.19 anni,trasferitasi dalla russia all’inghilterra, semplice, schietta, immediata, brillante.

JOEL TETTAMANTI www.tettamanti.ch joel@tettamanti.ch Joel, svizzaro, ma nato in Cameroon 32 anni fa. E’stato in alcuni posti dove spesso non arriva la nostra immaginazione. I luoghi di cui ci racconta sono silenziosi,spesso coperti di neve, ma non senza anima, riesce a cogliere sempre quell’elemento di disordine, quel punto luce, quel frammento di normalità che ci dice che li c’é vita. E’ un bravo narratore. Sbirciate il suo sito, senza parole, senza spiegazioni, ha lasciato anche noi senza parole.

PICTURES & CO./ Julie&Roxanne www.picturesandco.tv picturesandco@gmail.com Inanzitutto Pictures and co. sono due ragazze come noi, sono amiche, hanno 25 anni e sono francesi. Realizzano foto delicate e poetiche, storie fotografiche, e ritratti molto intimi che nascondono dietro servizi di moda. Collaborano per riviste di musica indie (the rodeo), e hanno ritratto, tra gli altri, Soko e Lisa li lund.

JOSHUA LONGO www.longoland.com longoland@gmail.com Laureato in industrial design al Pratt institute (dove adesso insegna), un po’ fissato con mostriciattoli ed eroi dei fumetti. Il lavoro di Joshua oscilla tra le due e le tre dimensioni: illustrazioni, libri, sculture, oggetti d’arredo. Ritrae le persone che incontra nella metro, compone musica e da grade vorrebbe fare il motivatore.Vive a Brooklin, Ny, con la sua ragazza e il suo cane.

JAKE LONGSTRETH www.jakelongstreth.com turnip202@yahoo.com Se mi dovessi immaginare Jake longstreth che dipinge, lo immaginarei che si alza di prima mattina, e che gira per le strade quando ancora non c’é nessuno in giro, finche non trova il soggetto perfetto. Jake longstreth dipinge paesaggi neutri, fortemente umanizzati ma privi dell’elemento umano. Sono quei posti nei quali ti vorresti ritirare quando non vuoi parlare con nessuno, ma dai quali pensi di non poter tornare più indietro..

GERMAN PALEY www.flickr.com/people/germanpaley/ germanpaley@gmail.com German Paley é un fotografo Argentino, ma in primo luogo dobbiamo dire che é una di quelle persone che abbiamo conosciuto all’inizio del nostro progetto e che sono state così gentili, entusiaste e disponibili che ci hanno veramente dato tanta voglia di continuare. Ci é subito piaciuto perché si può cogliere la grana delle sue foto analogiche,ruvida, vissuta, imperfetta, testimone.

from Melanie


dits GABRIELA VAINSENCHER gabrielavainsencher.blogspot.com/ gabrielav@gmail.com Parla tre lingue e si sente il risultato di tre differenti culture. Gabriela principalmente é una disegnatrice, disegna e dipinge su carta, ma anche su media differenti, spesso accompagna i suoi lavori con testi, riflessioni, giochi di parole, che diventano parte dell’opera stessa. Come in un diario scritto grafico, Gabriela riporta, trasforma, reinterpreta, tutto ciò che le capita.

HEIKO MULLER www.heikomueller.de/ info@heikomueller.de Heiko, da Amburgo, volta é così iperrealista da sembrare un pittore fiammingo, a volte così inquietante e fantastico da sembrare un misto tra una libro di fiabe ed fumetto noir.Animali mutanti, uccelli mannari, orsi demiurghi,si mischiano a scene di religione, superstizione, combattimento. Le creature di Heiko fanno un po’ paura, ma forse non vanno prese troppo sul serio.

JESSICA JOAN DELORME jessicadelorme.carbonmade.com jessica.delorme@gmail.com Ansia, monotonia, femminilità sono alcuni dei temi che si trovano nelle sue tele, in una composizione confusa, quasi astratta. Jessica costruisce le sue tele strato per strato, in maniera aggressiva a e fortemente materica. Una composizione carica e molto fisica, che sembra stia per raggiungere la terza dimensione.

STINA LOFGREN www.stinalofgren.com sslofgren@gmail.com Illustratrice, stampatrice, graphic designer, nata 29 anni fa a Vilhelmina nella fredda Lapponia Svedese, vive e lavora a Stoccolma. Ciò che é fatto a mano, il tattile, l’humor e l’intelligenza. Queste sono le cose che colpiscono e stimolano Stina per la sua produzione artistica.Ogni illustrazione é una sfida, ogni progetto non può dirsi “già fatto” in precedenza.

to Bree

EVA RODBRO www.evarodbro.com ms.redbridge@gmail.com Ok, lo confessiamo, abbiamo contattato Eva solo perché avevamo visto il suo reportage sui teenagers in Groenlandia.Le sue immagini ci sono sembrate cosi crude e tenere al tempo stesso che la volevamo conoscere. In secondo luogo ci affascinava molto il fatto che avesse dato un volto e un paese enorme del quale praticamente non sappiamo nulla, che avesse studiato alla Rietvelt e che fosse sul punto di partire per un progetto fotografico in Texas.

ELLA MAY BAILEY flickr.com/photos/tiptoethroughthesunbeams/ dot.smashed@gmail.nom Ella May fotografa principalmente Ella May.Ella May vive in un mondo fatato.Tuttavia non é la classica ragazzina che si fotografa i piedi e che tiene un fotoblog un po’ naif. Ella prepara ogni suo scatto con attenzione, cerca la luce giusta, l’ambiente giusto finche non é perfetto. Non definisce i suoi scatti autoritratti, il soggetto che sceglie é lei stessa, solo perché riesce meglio ad autodisciplinarsi.

RACHEL DENNY www.racheldenny.com Rachel é affascinata dalla natura e dai materiali. Un cervo in città, una famiglia di falchi in un parco vicino a casa, sono elementi di contatto con un mondo altro, che pensiamo di conoscere ma che riesce sempre a sorprenderci e ad arricchire il nostro immaginario. Nel suo laboratorio crea sculture domestiche, nelle quali l’esperienza tattile é tanto importante quanto la percezione visiva.

BREE APPERLEY http://breeapperley.com/ bree.apperley@gmail.com Bree é un’ artista che ha fatto praticamente di tutto. Realizza foto molto pop, disegna pattern, edita piccole pubblicazioni con mille stimoli diversi, fa illustrazioni di moda, ha fatto la floral designer(e questo é solo una parte delle cose che abbiamo dedotto dal suo portfolio), ha un sito che sembra venire direttamente dagli anni ‘90, pieno di immagini pixelose e colori fluo.


Gabriella Vainsencher Morning Drawings

Morning Drawings, un diario per immagini, schizzi circondati da appunti, riflessioni,domande. Ogni giorno un disegno (o due o tre), su fogli di carta del medesimo formato, 15.24 x 15.24 cm, carta per lo pi첫 ruvida e spessa ,con mezzi diversi, penna a sfera,pennarelli,china, acquerelli, pigmenti.


Gabriella ha iniziato il suo progetto Morning Drawing il 22 Gennaio 2008, e da allora arricchisce il suo spazio su internet giorno dopo giorno con i suoi “disegni mattutini�.


Eva Rodbro Deer


Eva Rodbro From the project LONE STAR LOVERS From left to right: Cereal Blue eye Keelie Josh


Eva Rodbro Two painted


Heiko M端ller From left to right: Bambi Jumping Fox Giant Bear On the next page: Sleep Well


Sleep Well,,,


Gloria Giangrande Morning thoughts


Ella May Untitled


Jessica Joan Delorme Laundry


Rachel Denny Yellow antler Blue sheep


Bree Apperley Morning


editors

GLORIA GIANGRANDE www.trustmemagazine.com gloriagiangrande@hotmail.com

from Gloria to Susanna

SUSANNA LUNA BELLANDI www.trustmemagazine.com susannaluna@hotmail.it


Very Special Thanks to: Tutti i nostri collaboratori Mirko Tattarini Susanna Legrenzi Antonio Glessi Stefano Maria Bettega Matteo Palmisano Alessandra e Chiara Fabio Luciani Giulia Zappa Massimo Cipriani Michele Guidarini Mamme, Babbo, PapĂ , Irene, Camilla, Matteo, Blu il Tato Maria e Giacobbe Zip 34 e chiunque si sia fidato. Trust Me Editorial Staff


Trust Me Magazine1#_ITA