Page 1

COMUNION 1199 aall 2255 ddee m maay yoo ddee 22001111

2011. Año Mariano. 50º centenario de la proclamación de la Virgen del Buen Remedio como co-patrona de la Orden. 2011 Marian Year. 50th Anniversary of the Proclamation of Our Lady of Good Remedy as Co-Patrones of the Order. 2011. Anno Mariano. 50º centenario della proclamazione della Vergine del Buon Rimedio come co-patrona dell’Ordine. 2011. Année mariale. 50ème anniversaire de la proclamation de Notre Dame du Bon Remède comme co-patronne de l'Ordre.

sumario – contents – sommario – sommaire 1. Fr. Juan Molina, USA Province, Named associate director of the United States Conference of Catholic Bishops (USCCB) Office of National Collections and director for the Church in Latin America / El P. Juan José Molina, de la Provincia de los Estados Unidos, nombrado director asociado de la Oficina de Colectas Nacionales y director para Iglesia en América Latina. 2. Nuovo sito web del Istituto di Medea. 3. Facciamo memoria di alcuni documenti nel 50º anniversario della proclamazione della Vergine del Buon Rimedio come co-patrona dell’Ordine. 4. Cumpleaños – Birthdays – Compleanni – Anniversaires.

Fr. Juan Molina, USA Province, Named associate director of the United States Conference of Catholic Bishops (USCCB) Office of National Collections and Director for the Church in Latin America (Taken from http://www.usccb.org/comm/archives/2011/11-097.shtml) WASHINGTON (May 12, 2011) — Trinitarian Father Juan J. Molina has been named associate director of the United States Conference of Catholic Bishops (USCCB) Office of National Collections and director for the Church in Latin America. Father Molina is currently serving as policy advisor for Latin America and Global Trade in the Office of International Justice and Peace at USCCB and previously served as advocacy program coordinator in the Southwest regional office of Catholic Relief Services.


“Father Molina’s qualifications and skills made him a perfect choice for this position,” said Patrick Markey, executive director of the USCCB Office of National Collections. “Father Molina’s knowledge of the region, his existing relationships with the Church in Latin America, and his deep knowledge and broad experience in the work of the Church will help him transition well into a program that is already recognized for the excellent work Father Andrew Small did to support the USCCB’s commitment to the Church in Latin America, especially regarding Haiti.” In March, the Vatican appointed Oblate of Mary Immaculate Father Andrew Small as national director of the Pontifical Missions Societies, based in New York City. During his two years of service as director for the Church in Latin America, Father Small oversaw the grant making program and the development of plans to help the reconstruction of the Church in Haiti in the wake of last year’s earthquake. As director of the USCCB effort to support the Church in Latin America, Father Molina will be responsible for the bishops’ grant initiative for the Church in the region, including the work to support the Haitian bishops’ Partnership for Reconstruction of the Church in Haiti (PROCHE by its acronym in French). Father Molina is a priest of the Order of the Most Holy Trinity (the Trinitarians). He holds a Ph.D. in economics and a master’s degree in international political economy and development, both from Fordham University. He also received a Master of Arts degree in spirituality from the Washington Theological Union in Washington and speaks several languages. The USCCB Office of National Collections manages eight of the national collections held in Catholic parishes throughout the year. The Collection for the Church in Latin America received over $7.1 million in donations from 150 U.S. Dioceses in 2010. The bishops’ Subcommittee on Latin America approved grants for 22 countries in the region totaling $7,563,961 that year. The special appeal for the Church in Haiti received over $84 million, of which 60 percent was committed for aiding the victims of the Earthquake and 40 percent has been committed for church reconstruction. For more information on the USCCB’s work in Latin America, visit: www.usccb.org/latinamerica *******

El P. Juan José Molina, de la Provincia de los Estados Unidos, nombrado director asociado de la Oficina de Colectas Nacionales y Director para Iglesia en América Latina. (Tomado de http://www.usccb.org/comm/archives/2011/11-097sp.shtml) WASHINGTON (12 de mayo de 2011) — El padre trinitario Juan José Molina ha sido nombrado director asociado de la Oficina de Colectas Nacionales y director para la Iglesia en América Latina en la Conferencia de Obispos Católicos de los Estados Unidos (USCCB, por sus siglas en inglés). Actualmente, el padre Molina es asesor de política para Latinoamérica y comercio mundial en la Oficina de Justicia y Paz Internacional en USCCB. Con anterioridad trabajó como coordinador del programa de Incidencia en la oficina regional del Sudoeste de Catholic Relief Services. “Las cualidades y talentos del padre Molina hacen de él una persona perfecta para esta posición,” afirmó Patrick Markey, director ejecutivo de la Oficina de Colectas Nacionales de USCCB. “El conocimiento que el padre Molina tiene de la región, sus relaciones ya existentes con la Iglesia en América Latina y su conocimiento profundo y amplia experiencia de trabajo eclesial harán fácil la transición a un programa ya reconocido por el excelente trabajo que el padre Andrew Small ha realizado en apoyo del compromiso de la conferencia episcopal estadounidense con la Iglesia en América Latina y especialmente con Haití.”


El pasado mes de marzo, el Vaticano nombró al padre Andrew Small, de la congregación de Oblatos de María Inmaculada, director nacional de la Asociación de Misiones Pontificias, basada en la ciudad de Nueva York. Durante sus dos años al frente de la oficina para la Iglesia en América Latina, el padre Small supervisó el programa de ayudas a Latinoamérica y el desarrollo de planes para ayudar a la reconstrucción de Haití tras el devastador terremoto del año pasado. Como director de los esfuerzos de USCCB en apoyo de la Iglesia en América Latina, el padre Molina será responsable del programa de ayudas económicas a proyectos de la Iglesia en la región, incluyendo el apoyo al Programa para la Reconstrucción de la Iglesia en Haití, (conocido como “PROCHE” por su acrónimo en francés). El Padre Molina es sacerdote la Orden de la Santísima Trinidad, comúnmente conocidos como “los Trinitarios”. Posee un doctorado en ciencias económicas y un grado de maestría en política económica internacional y desarrollo, ambos por Fordham University. También obtuvo una maestría en espiritualidad de Washington Theological Union, en Washington, y habla varios idiomas. La Oficina de Colectas Nacionales de USCCB gestiona ocho de las colectas nacionales que se realizan en parroquias católicas durante el año. La colecta para la Iglesia en América Latina recaudó más de 7,1 millones de dólares en donativos procedentes de 150 diócesis de los EE.UU en 2010. El Subcomité de obispos para América Latina aprobó ayudas para 22 países en la región por un valor total de 7.563.961 de dólares en ese año. La colecta especial para la Iglesia en Haití recibió 84 millones de dólares, de los cuales el 60 por ciento fue dedicado para ayuda directa a las víctimas del terremoto y el 40 por ciento ha sido comprometido para la reconstrucción eclesial. Para mayor información sobre el trabajo de USCCB en América Latina, visite: www.usccb.org/latinamerica

Nuovo sito web del Centro Residenziale “Villa Santa Maria della Pace” (Medea), Provincia d’Italia Nord. Abbiamo il piacere di presentarvi il sito internet del Centro Residenziale “Villa S. Maria della Pace”, oramai giunto alla sua piena stesura: www.istitutomedea.it La denominazione del sito intende richiamare due elementi che contraddistinguono e connotano il nostro Centro. Il secondo concerne la localizzazione geografica, Medea, piccolo comune nella provincia di Gorizia. Il primo ci riporta all’evoluzione storica del Centro Residenziale, dove il termine “Istituto” rievoca la storia passata, le diverse fasi di sviluppo della struttura e, in proiezione, il futuro prossimo, con le sue inevitabili sfide e le sue preziose opportunità di ulteriore crescita. Già dalla prima pagina, l’home page, il visitatore del sito ha modo di osservare le tre macrostrutture che vanno a costituirne l’ossatura: le sezioni “Centro Residenziale”, “Associazione Culturale Il Cerchio” e l’ “Associazione Sportiva Schultz”, ossia la struttura centrale e le sue dirette emanazioni. Dunque, tre realtà, strettamente interconnesse e purtuttavia aventi specifici contenuti, come lo si può constatare sfogliando le pagine virtuali. Il sito internet è stato realizzato seguendo l’esigenza di diffondere, attraverso un mezzo mediatico potente ed universale, i contenuti del nostro lavoro, la filosofia della nostra operatività e la nostra modalità di contribuire in modo determinante al miglioramento della qualità di vita delle persone con disabilità ospitate. Il visitatore potrà trovare utili informazioni sul Centro Residenziale e sulle attività svolte, inoltre potrà


contattare direttamente i referenti citati per questioni di proprio specifico interesse e potrà contribuire ad arricchire il sito tramite propri contributi. Buona visione! Il Direttore del Centro Residenziale “Villa S. Maria della Pace” Padre Pietro Lorusso.

Facciamo memoria di alcuni documenti nel 50º anniversario della proclamazione della Vergine del Buon Rimedio come co-patrona. In ocassione del L anniversario di detta Proclamazione, facciamo notare che 25 anni fa la Famiglia Trinitaria celebrava anche la Prima e storica Assemblea Intertrinitaria di Majadahonda (Madrid) nel 1986. Quest’anno, allo stesso modo, oltre l’anniversario, celebriamo la V Assemblea Intertrinitaria di Avila. Riportiamo di seguito un documento commemorativo dell’epoca. “XXVº ANNIVERSARIO DELLA DICHIARAZIONE DELLA MADONNA DEL BUON RIMEDIO QUALE PATRONA DELL’ORDINE In occasione del XXVº anniversario della dichiarazione della Madonna del Buon Rimedio quale patrona dell’Ordine, il giorno 10 marzo 1961, il Papa Giovanni XXIII dichiarava la Vergine Santissima, invocata col titolo di Madonna del Buon Rimedio, PATRONA DELL’ORDINE. Con tale dichiarazione, il Vicario di Cristo, col voto favorevole della Sacra Congregazione, rispondeva alla richiesta che il P. Michele Nardone, Ministro Generale di allora, gli aveva rivolto per espresso desiderio del Capitolo Generale del 1959. Siamo, pertanto, dinanzi ad un anniversario che pensiamo debba essere ricordato e celebrato con grande gioia da tutti noi. DINANZI AD UNA NUOVA OPPORTUNITÀ. Non è questo il momento di fare neppure un pur breve riassunto della storia mariana del nostro Ordine, dalle sue origini ai nostri giorni. Ci porterebbe troppo lontano. È vero che, a giudicare dai dati di cui attualmente disponiamo, possiamo asserire con certezza che nell’Ordine è stato sempre coltivato un filiale e costante culto a Maria. Tuttavia, attendiamo ancora da parte dei nostri studiosi nuovi apporti, che contribuiranno certamente a porre più in rilievo la devozione mariana della nostra vocazione. Riteniamo opportuno richiamare alla memoria che, fin dalla prima metà del secolo XVII, vari insigni trinitari cominciarono a chiamare la Vergine del Rimedio PROTETTRICE, AVVOCATA e insieme PATRONA DELL’ORDINE. Esprimendosi così, si facevano certamente, eco del sentire di molti dei loro confratelli. E, nel Capitolo Generale, celebrato a Roma nel 1688, si dichiarava che la “Santissima Madre di Dio sia ritenuta Patrona di tutto l’Ordine, precisamente sotto il titolo DEL RIMEDIO, e che si celebri in suo onore una festa, col panegirico e la maggiore solennità permessa dalle possibilità di ogni casa” (Min. Gen. Ser. 129). Questo, tuttavia, –è ovvio– non dava carattere giuridico liturgico al PATROCINIO di Maria sotto questo titolo. Di qui il desiderio, molte volte espresso, di ottenere dalla Santa Sede la dichiarazione ufficiale. Grazie ai progressi della mariologia e della ecclesiologia e ad una maggiore presa di coscienza tra di noi dopo il Vaticano II del nostro carisma trinitario-redentivo, l’invocazione DEL RIMEDIO ci appare oggi ancora più densa, bella ed attuale. Questo l’Ordine lo ha espresso fedelmente nelle nuove Costituzioni e nei testi liturgici della festa.


Perciò, possiamo sperare con fondamento che il patrocinio di Maria, MADRE DEL BUON RIMEDIO, ci porterà ad onorarla –in risposta generosa e filiale– “con perenne e ardente amore” e “mossi dal suo esempio, ci dedichiamo in modo speciale ad apportare sollievo e rimedio ai più bisognosi” (Giovanni XXIII). Pensiamo che dobbiamo essere tutti molto interessati a celebrare questo XXVº ANNIVERSARIO. Il titolo ci suggerisce e dice e ci chiede di più, forse, che ai nostri predecessori; in ogni caso, esso ci onora e ci è di grande stimolo. Nelle Costituzioni, siamo invitati a contemplare Maria “Madre di Dio Figlio, Figlia prediletta del Padre e Sacrario della SS.ma Trinità quale segno ed esempio luminoso di consacrazione religiosa” (cfr. nº. 52). Dobbiamo approfondire maggiormente come dobbiamo intendere il Patrocinio della nostra Madre Santissima, invocata precisamente col titolo di MADONNA DEL BUON RIMEDIO, e in che senso Ella debba essere per noi segno e ispirazione per il nostro stile di vita evangelica e nel compimento della nostra missione redentiva. ****** Abbiamo celebrato da poco un duplice importantissimo incontro, all’insegna di “SIAMO FAMIGLIA”. Ora, non c’è famiglia senza MADRE. Maria, fin dalle origini della Chiesa, aiuta i credenti a ricevere lo SPIRITO, ad essere e sentirsi così comunità (cfr. Hebr. 1,14). Ella vuole aiutare anche noi, riuniti, “dall’unità del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo” ad essere e a fare famiglia, a vivere “la perfetta comunione che esiste tra le Divine Persone, esprimendo l’unità nella pluralità e la pluralità nell’unità” (Const. 32). Pensiamo, per tutto questo, che sarà molto conveniente che consacriamo un periodo di tempo a prender maggior coscienza del dono inestimabile fattoci dalla SS.ma Trinità, che si è degnata di dare al suo Ordine il grande regalo del PATROCINIO DI MARIA, Madre, Fonte e Modello di “RIMEDIO”, per riscoprire Maria nostra PATRONA, la sua figura profetica, quale modello di comunione con Dio-Trinità, e di impegno liberatore riguardo ai poveri, per tenere in maggior conto quello che significa per noi, e, attraverso noi, per i nostri fratelli nella fede, questo anniversario che ci disponiamo a commemorare”.

Cumpleaños y Efemérides 19 al 25 de mayo de 2011

19

P. José Luis Obispo, de la Provincia de España Sur, nacido en Buendía (Cuenca) en 1960 Fra. Jean Bernard Rafidisoa, de la Provincia de Madagascar, nacido en Antsiriribe (Antsirabe) en 1964

20

Fra. Francis Kulathinkal, del Vicariato de la India, nacido en Kodikulam (Kerala) en 1967 P. Francisco José Medina, de la Provincia de España Sur, nacido en Jaén en 1980 P. Sibi Rocky Puthussery, del Vicariato de la India, nacido en Cheethappara en 1980


Fra. Michele Bonifacio, de la Provincia de Italia Norte, nacido en Caltanissetta (Sicilia) en 1938 P. Poulose Chalackal, del Vicariato de la India, nacido en Thrissur en 1958 22

P. José Milton Villalba, del Vicariato de España Sur, nacido en Pincal (Chuquisaca - Bolivia) en 1979 Fra. Jean Emile Randriamiheja Fanomezantsoa, de la Provincia de Madagascar, nacido en Ambohijanahary (Ampoarafaravola) en 1983 P. Lorenzo Cipollone, de la Provincia de Italia Norte, nacido en Cese di Avezzano (L'Aquila) en 1929

24

P. Binoj M. Puthenpurackal, de la Delegación Provincial de la India, nacido en Muttuchira en 1981 Las Monjas Trinitarias recuerdan el aniversario del inicio de vida de las Monjas Recoletas en El Toboso.

25

P. Serge Baudelaire Nkodia, de la Provincia de Italia Sur, nacido en Linzolo (Congo) en 1968

A todos y a cada uno en particular llegue la cordial felicitación de la Orden, junto con la seguridad de un especial recuerdo ante el Altar del Señor. ¡Feliz Cumpleaños! Happy Birthday! Bon Anniversaire! Sto Lat! Tanti Auguri! Arahaba Tratry Ny Fety!

22. Comunión  

19 al 25 de mayo de 2011

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you