Page 1

TOOCLICK · D01 Guida della proposta di buone prassi per un prototipo di macchina fotografica adattata a persone con disabilità visiva


TOOCLICK · D01 Guida della proposta di buone prassi per un prototipo di macchina fotografica adattata a persone con disabilità visiva

Contatto: E-mail: info@trescucarachas.org Web: www.trescucarachas.org Facebook: Trescucarachas Organizzazione No profit Twitter: @trescucarachas


La fotografia é uno strumento di espressione personale, artistica e documentale, peró la fotografia non é uguale per tutti, c’è una grande quantitá di persone con problemi visivi per i quali la fotografia é molto piú di un hobby, é uno strumento che gli permette avvicinarsi a quello che i loro occhi non possono vedere direttamente. Il caso delle persone con disabilitá visiva non é unico, ci sono persone con difficoltá di apprendimento o persone anziane che potrebbero beneficiarsi di questa macchina fotografica. Esiste una grande quantitá di persone e potenziali clienti a cui piacerebbe scattare fotografie ma che hanno bisogno di speciali adattamenti, come é giá successo con i telefoni cellulari. TooClickD01 é una macchina fotografica con una grande adattabilità per tutti i tipi di persone e situazioni eterogenee, diretta in particolar modo a persone con disabilitá visiva, una soluzione in piú per superare barriere. Parole chiave: trescucarachas, fotografia, ipovisione, disabilitá visiva, non vedenti che fanno foto, macchina fotografica adattata, cecitá, arti, capacitá artistiche, adattamento, mirino sportivo, riquadro intuitivo, schermo tattile, braille, visore, superare barriere, fotografia e disabilitá, tooclick D01. Autori: Toni Valls, Mataró, Francesca Biacchessi, Ferran Folgado Fusté.

ABSTRACT: Photography is a tool of personal, artistic and documental expression. But photography is not universal, there are a lot of people all over the world with visual problems and difficult access to photography. For people with visual problems photography more than a hobby is an intersting tool which allow to bring near what their eyes don’t allow to see. The case of visual disabled people is not unic, there are also people with learning difficulty or old people with visual problems. So, there is a large quantity of people and potencial costumers who would like take pictures but who need special adaptations, as the mobil phones had. Trescucarachas since 2009 works with photograhy and visual disabled people, now we offered our experience with this proposal guide for the first camara adapted for people with visual problems: the TooClick D01. TooClick D01 is a camera with a great adaptability for every kind of people and situations, is heterogeneous and suitable for people with visual problems because, in this case, doesn’t exist only one solution to cross the barriers. Keywords: photography, blind, blind people, blind people who made photos, adapted cameras, blindness, arts, artistics hability, adaptation, touch screen, braille, blind photographers, blind photography, prototipe, tooclick D10 Authors: Toni Valls Mataró, Francesca Biacchessi, Ferran Folgado Fusté.


INTRODUZIONE:

La fotografia come patrimonio culturale umano e di crescita personale: La fotografia é uno strumento di espressione artistica che ha permesso all’umanitá di sperimentare e trasmettere sensazioni, sentimenti e diverse realtá attraverso le immagini, che si convertono in arte, antropologia o storia. Ma una fotografia evoca ricordi, una gran parte del nostro passato lo ricordiamo solo attraverso le foto dell’album di famiglia, la fotografia é importante per il fotografo ma anche per la persona fotografata. Nel 2009 abbiamo iniziato con la nostra prima esperienza nel campo della fotografia e disabilitá visiva, adesso come Trescucarachas vogliamo avvicinare la fotografia a questo collettivo con una forma pratica, allontanadoci dalle regole prestabilite tra disabilitá e fotografia, per trarre il massimo dalle abilitá personali di ognuno.

Non esistono soluzioni universali: Il colletivo delle persone con disabilitá visiva é molto eterogeneo, con diversi bisogni e gradi di autonomia. Solo la cecitá implica la totale assenza di vista, il resto delle persone ipovedenti conservano resti visivi spesso utili a mantenere l’autonomia personale e in alcuni casi la lettura e la scrittura con tinta, l’ipovisione é molto eterogenea e ogni caso va trattato in maniera individuale. Nonostante tutto ci sono parametri, come ad esempio il campo visivo e la AVL, che creano una grande varietá e livelli di ipovisione. Per questo il prototipo TooClick·D01 offre diverse alternative per adattarsi alla visione del fotografo con diversi modelli e diverse opzioni.


Il collettivo delle persone ipovedenti ha a sua disposizione diversi strumenti di aiuto. Come giá detto questo é un collettivo molto eterogeneo per il quale non ci sono singole soluzioni. Frequentemente l’ipovisione é frutto della combinazione di varie patologie, creando casi unici in ogni persona. Nei casi piú gravi di perdita di visione periferica ma con un resto visivo centrale, l’autonomia della persona viene seriamente colpita obbligando l’uso del bastone o l’aiuto di un cane guida. Con l’applicazione di una lente grandangolare queste persone possono aumentare il loro campo visuale fino a un 30% e sfruttare al massimo il loro resto visivo. Questo non é che un esempio dei diversi strumenti a loro disposizione, visto che esistono lenti d’ingrandimento, binocoli, ingranditori digitali portatili o lettori. Ovviamente quello che serve per gli uni non serve per gli altri, un tasto luminoso che serve ad alcuni puó essere indifferente o addirittura molestare altri. Tutti gli aiuti sono comunque validi per aumentare l’integrazione e migliorare l’autostima, visto che spesso queste patologie sono accompagnate da stress, apatia o rinuncia.


La relazione del collettivo ipovedente e la fotografia. La nostra esperienza personale dopo tre corsi: Tra le persone ipovedenti é relativamente facile incontrare dei fotografi, la spiegazione é semplice, molti di loro erano fotografi quando hanno cominciato a perdere la vista, altri trovano in essa uno strumento complementare che li aiuta nella vita di tutti i giorni. Il loro vincolo alla fotografia é un tema poco conosciuto che adesso con la fotografia digitale si sta sviluppando maggiormente anche se ci sono esempi di fotografi che usavano o usano macchine fotografiche analogiche. Incluso esistono esempi di persone non vedenti interessate alla fotografia offrendo una percezione speciale nel momento dello scatto con gli altri sensi, realizzando immagini innnovative, svincolate dai referenti classici come si puó vedere ad esempio in “Sight Unseen” del California Museum of Photography della California Riverside University. Esistono esperienze di corsi diretti a persone ipovedenti come quella del 2001 di Rebecca McGinnis, anni dopo appaiono altri progetti come quello di Ojo en Foco Film o quello di Trescucarachas tra gli altri. Nella nostra esperienza abbiamo incontrato difficoltà previste e non applicando un problem solving en route (Davis & Gardner, 1993, p.35). Senza dubbio peró i partecipanti hanno mostrato un grande entusiasmo, voglia di imparare e di esprimersi, molti hanno spiegato che la fotografia li aiuta a poter contemplare un intorno che non possono vedere a occhio nudo: montagne, uccelli o oggetti lontani, o addirittura gli serve per leggere il nome della via dove si trovano. La fotografia permette ingrandimenti, maggior contrasto rispetto alla realtá e poter avvicinare l’immagine alla giusta distanza focale, in modo da poter essere vista al momento o contemplata tranquillamente a casa. Molte persone possono vedere la fotografia come un hobby, uno strumento o entrambi, Beatrice, alunna del corso, cosí lo spiegava durante l’inaugurazione della mostra di fotografia in cui partecipava come autrice: “Io non posso controllare i miei occhi, ho difficoltá a mettere a fuoco un’immagine”...“Per me é stato importante questo corso perché mi ha mostrato che una foto si puó costruire... mi aiuta a decidere cosa posso fotografare, che cosa si puó mostrare attraverso l’immagine, attraverso questi punti di riferimento mi ha dato la possibilitá di vedere meglio quello che non posso vedere da sola” Beatrice Daziale, 2012.


Perché adattare una macchina fotografica per persone con disabilitá visiva? Coma abbiamo giá detto la fotografia oltre a un hobby é uno strumento per poter analizzare le immagini, che unita al computer e alle nuove tecnologie aiuta a comprendere meglio l’intorno e la percezione dello spazio, ridurre la possibilitá di incidenti o ricordare immagini ben definite (Scott Nelson, Art Beyond sight, p28). Un esempio di ricerche parallele tra persone ipovedenti e schermi digitali é quello della Dottoressa Muriel Saunders del Life Span Istitute (Universidad de Kansas) che insieme agli esperti della Junior Blind of America hanno mostrato la possibilitá di convertire un Ipad in uno strumento educativo interessante per lo sviluppo di bambini con DVC (Disabilitá Visuale Corticale) aprendo nuove prospettive nel campo della riabilitazione neurologica. Adattare una macchina fotografica per persone ipovedenti puó inoltre essere utile a persone con difficoltá di apprendimento o a persone anziane. Non dimentichiamo che non é un adattamento escludente, il prototipo proposto TooClick D01 puó essere facilmente adattato a qualsiasi profilo di cliente che voglia una macchina fotografica robusta, intuitiva e facile da usare. Questo vuole essere “un altro faro nel cammino della integrazione” come ha espresso Eugenio Saltarel (Presidente Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Genova) dopo aver visitato la nostra mostra fotografica audioguidata alla bilbioteca Berio di Genova, la fotografia é un forma di essere uno in piú, senza etichette, uno stimolo per andare avanti.


Che benefici puó ottenere la marca che accolga il prototipo TooClickD01? Questa é una grande opportunitá per avvicinare la fotografia a un settore della popolazione che attualmente non viene considerata nel momento del disegno di una nuova macchina fotografica, avvicinando cosí la fotografia a un nuovo settore con grandi possibilitá di fedeltá. Parliamo ora dei potenziali beneficiari di una macchina adattata: oltre alle persone ipovedenti, 124 milioni nel mondo secondo la OMS, tra il 5 e il10% delle persone sopra i 70 anni di etá soffre di degenerazione maculare senile. Secondo la Federazione Mondiale dei Ciechi piú di 161milioni di persone al mondo soffrono di deficienza visuale, 124 milioni sono ipovedenti e 37 milioni non vedenti. Si migliorerá l’accesso alla fotografia a tutte queste persone,inoltre la semplificazione di una macchina fotografica altamente interattiva puó essere ben accolta da vari settori del pubblico con diverse disabilitá o che semplicemente preferisce far foto in modo rapido e semplice sfruttando i vantaggi della macchina fotografica adattata TooClickD01. Senza dubbio inoltre l’adattamento offre interessanti linee di ricerca da seguire per coprire le necessitá che sorgono quando la popolazione continentale invecchia ed invecchia in maniera attiva. A chi va diretto: A tutte quelle persone con disabilitá visiva, alle persone anziane che, come hanno giá capito le marche di telefoni cellulari, nel futuro saranno la maggior parte della popolazione europea, visto che giá da anni si sta invertendo la piramide delle etá europea. Va diretta a tutte quelle persone che vogliono fare o continuare a fare fotografie ma che fino ad adeso non hanno potuto per mancanza di mezzi adeguati, la TooClickD01 é diretta a tutti coloro che hanno bisogno di semplicitá e adattabilità nel momento dello scatto.


Foro per cavalletto Coperchio batteria e scheda di memoria

Superfice rugosa per localizzare il flash

Attivare /Disattivare audio

Attivare tasti illuminati


On / Off

Ganascia per flash esterno /Supporto per lenti d’ingrandimento Messa a fuoco Riquadro per inquadratura intuitiva II

Zoom Attivare / Disattivare flash

Paesaggio Ritratto Macro

Attivare schermo Contrasto I Contrasto II Negativo Altre opzioni

MenĂş

Riproduttore delle immagini scattate

Riquadro per inquadratura intuitiva I


TooClick D01: TooClickD01 di Trescucarachas é una proposta per una macchina fotografica adattata, é un modello di esempio che si puó applicare a tutti i modelli di macchine fotografiche compatte o reflex con le adeguate modifiche. Il fine della macchina fotografica TooClickD01 é quello di offrire una macchina fotografica che si adatta alle persone e va incontro alle esigenze di chi ha piú difficoltá ad avvicinarsi alla fotografia. Caratteristiche morfologiche: · Schermo grande. · Obiettivo di difficille accesso alle ditate. · Forma o superficie che facilita la differenza tra fronte e retro. · Tasti con diverse forme e rilievi per un facile riconoscimento tattile. · Tasti con controllo per illuminarsi o spegnersi a seconda delle esigenze e del momento. · Rilievo intorno al flash e/o leggermente rialzato per evitare di tapparlo durante lo scatto. · Rilievo intorno al visore. · Cristallo di protezione dell’obiettivo. · Cinghia per la mano. · Resistente.


Caratteristiche tecniche: · Istruzioni audio e Braille nel modello specifico. · (in esse si fará una completa descrizione della forma per facilitare la comprensione per come tenerla. Inoltre si specificará la necessitá di non toccare l’obiettivo e il flash, il bisogno di pulire periodicamente la lente per evitare impronte invisibili.) · Semiautomatica o totalmente automatica, con possibilitá di interazione semplificata, senza menú ad albero o con menú molto semplice con audio. · Grande visore con quadricola oltre allo schermo, opzione di riquadro per inquadratura intuitiva. · Tasti lenti. · Possibilitá di registrare un audio per ogni foto per aiutare a ricordare l’ambiente di quel momento. · Tipografie e grafici grandi nel modello con schermo, possibilitá modo audio. · Sostituzione del menú per tasti semplici. · Esempio tasto inquadratura: panorama, foto di gruppo, ritratto. · Ogni tasto offre tutte le funzioni cambiando dopo ogni pressione per esempio: Giorno, Giorno Nuvoloso, Notte. · Scatto con BIP e suono di scatto ben definito per evitare lo scatto prima della messa a fuoco.


· Messa a fuoco e scatto one shot. ·Medizione valutativa · Messa a fuoco intelligente a seconda del programma, selezione oggetti, visi... · Grandangolo e zoom concreti a seconda delle necessitá (Primo piano, paesaggio, gruppi). · Sistema orizzonte retto (nel modo paesaggio) avvisando con una leggera vibrazione quando la macchina fotografica é storta. Puó aiutare a realizzare foto con orizzonti retti peró non limita la creativitá se si vogliono creare foto con inquadrature che distorgono l’ immagine. · Ganascia superiore per flash o lente/visore. Visori: Ci saranno diverse opzioni: visore, riquadro con cornice o entrambi. Schermo: Un bottone per accendere e spegnere lo schermo e per cambiare il contrasto della stessa. Per esempio “On- contrasto1 – contrasto2 – contrasto3- altre opzioni – off” Facilitá per lo zoom e la navigazione intuitiva delle immagini, possibilitá di schermo tattile. Nel riquadro posteriore si puó mettere un protettore di tessuto che inoltre fará ombra quando si metta il riqadro oltre i 90º.


In questo modo ridurremo le molestie alla vista quando si usa lo schermo. Per i piú cauti ci sará una protezione rigida con la stessa funzione di parasole che si puó applicare con un semplice click e proteggerá lo schermo quando si chiude il riquadro. Possibilitá di un modello con solo audio senza schermo e senza parasole ma con i due visori e i due riquadri. Riquadri per inquadratura: 2 riquadri: uno anteriore (piani chiusi) e uno posteriore (per grandangolare), pensati per scatti intuitivi. Quando non si usano si possono introdurre nel corpo della macchina fotografica o addirittura essere usati come manico. Visore: Si applica come il flash esterno, in modo che ogni fotografo possa averne uno personalizzato alla sua vista.


BIBLIOGRAFIA:

Elisabeth Salzhauer Axel,Nina Sobol Levent, Ph.D. (2003). Art beyond sight: a resource guide to art, creativity, and visual impairment. AFB (American Foundation for the Blind) ISBN:978-0-89128-850-3

WEBGRAFIA: Data di consultazione 18/03/2012: Brendan Lynch (2011) iPad research promising for children with cortical visual impairment.KU (Kansas University). http://www.news.ku.edu/2011/october/5/ipad.shtml Data di consultazione 18/03/2012: Beatriz Oyarz谩bal C茅spedes, ONCE.(2005) informe sobre el congreso internacional sobre rehabilitaci贸n de la baja visi贸n y habilidad visual.Roma. http://www.juntadeandalucia.es/averroes/caidv/interedvisual/ftp/informe_congreso_ roma_rvbvyhv.pdf Data di consultazione 17/03/2012: Samuel White, Hanjie Ji, and Jeffrey P. Bigham. (2010).Easy snap:Real-time Audio Feedback for blind Photography. University of Rochester Computer Science. Rochester,New York, USA. ACM 978-1-4503-0271-5/10/10. http://hci.cs.rochester.edu/pubs/pdfs/easysnap.pdf Data di consultazione 17/03/2012: Ben Dobbin (2005) Kodak engineer had revolutionary idea: the first digital camera. The Associated Press. Data di consultazione 17/03/2012: Luigi Fusi. Ipovisione, La Guida Completa. (2010). Occhio.it,magazine online. http://it.occhio.it/1507-ipovisione.html


Data di consultazione 18/03/2012: Felipe Yagüe. “El apoyo emocional y la atención psicológica es uno de los puntos sobre los que podemos crear y desarrollar nuestros deseos e intereses” Associacio Discapacitat Visual Catalunya. (consultada 2012). http://www.b1b2b3.org/es/serveispersonals/areapsicologica.html Data di consultazione 17/03/2012: Mª Angeles Nuñez (2001) III Congreso “La Atención a la Diversidad en el Sistema Educativo” La deficiencia visual.O.N.C.E, Salamanca .Universidad de Salamanca. Instituto Universitario de Integración en la Comunidad (INICO) campus.usal.es/~inico/actividades/actasuruguay2001/10.pdf Data di consultazione 17/03/2012: GARCÍA VISO, M. (1992): Diagnóstico y valoración de discapacidades. Documentos 22/90. Madrid: Real Patronato de Prevención y Atención a Personas con Minusvalía. Data di consultazione 17/03/2012: Manuel Bueno Martín.(2005). Definiciones y clasificaciones en torno a la discapacidad visual. La baja visión y la ceguera. Interedvisual. http://sapiens.ya.com/eninteredvisual/ftp/def_bajavision_ceguera.pdf Data di consultazione 18/03/2012: A.P.Accardo,P.Bruno,C.Busettini. Paradigmi di stimolazione per la coordinazione e l’alterazione della coordinazione binoculare. Dipartimento di elettrotecnica,elettronica de informatica,Università di Trieste,Dept of Phisiological Optics,Bhirmingham Alabama,USA. Data di consultazione 17/03/2012: Brian X.Chen (2009) Blind Photographers Use Gadgets to Realize Artistic Vision.Wired online. http://www.wired.com/gadgetlab/2009/07/blind-photographers/ Data di consultazione 18/03/2012: http://www.disabili.com/prodotti-/24341--ipad-leredita-tecnologica-di-steve-jobsaiuta-i-bambini-ciechi Douglas McCulloh (2009). Sight Unseen.UCRCMP University of California Riverside. California Museum of Photography http://www.cmp.ucr.edu/exhibitions/sightunseen/


Data di consultazione 17/03/2012: http://en.wikipedia.org/wiki/Steven_Sasson Data di consultazione 16/04/2011: Juan Alecsovich. (10/2009) Ojoenfocofilms. Argentina. http://www.ojoenfocofilms.com.ar/ Data di consultazione 11/10/2011: Joram.J.Van Rheede,Christopher Kennard,StephlenL.Hicks (2010). Simulating prosthetic vision: Optimizing the information content of a limited visual display http://www.journalofvision.org/content/10/14/32 http://www.smart-specs.com/ Data di consultazione 20/03/2012 Cristales autolimpiantes con nanotecnología Ricardo ferre (2010). Nanotecnologiaycomputadoras.blogspot.it http://nanotecnologiaycomputadoras.blogspot.it/2010/09/cristales-autolimpiantes-con.html Data di consultazione 20/03/2012 arquitecturatecnica.net http://www.arquitecturatecnica.net/noticias/vidrio-autolimpiante.php

Testi propri relazionati al progetto trescucarachas: Toni Valls, trescucarachas (03/2012). Presentació Quando la fotografía si vede con altri occhi. http://trescucarachas.org/wordpress/?paged=3 Toni Valls, trescucarachas (01/2009). Formació fotogràfica Eric Villalón a Fundació Cruyff. http://trescucarachas.org/wordpress/?p=25 Blog delle fasi anteriori al progetto: http://trescucarachas.org/wordpress/ Apparizioni nella stampa e fase empirica http://polsudsenselimits.wordpress.com/2009/01/25/una-imatge-val-mes-que-mil-


paraules-una-imagen-vale-mas-que-mil-palabras/ http://trescucarachas.org/wordpress/?p=657 http://www.elperiodico.com/es/noticias/barcelona/fotografia-medida/953849.shtml http://www.xiptv.cat/la-setmana/capitol/capitol-380 http://media0.rtve.es/resources/TE_SDIRE40/mp3/6/7/1314814577976.mp3 http://www.catradio.cat/audio/555540/Fotografiar-linvisible http://www.comradio.com/flash/reproductor/reproductor.asp?kin_audio=84831 http://www.quesabesde.com/noticias/curso-fotografia-discapacitados-visualestrescucarachas,1_7381 http://vimeo.com/20251806 http://www.viveregenova.comune.genova.it/content/fotografia-ipovedenti-barcellonatutto-nasce-dallrsquoidea-di-una-genovese http://trescucarachas.org/wordpress/?p=692 http://www.b1b2b3.org/news/es/2011/04/01/0001/finaliza-el-curso-de-fotografiacon-exito http://www.viveregenova.comune.genova.it/content/corsi-di-fotografia-ipovedentida-barcellona-genova http://trescucarachas.org/wordpress/?p=1219 http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2012/02/29/da-domani. html http://www.giovaniliguria.it/archivio-notizie-dalla-liguria/615-quando-la-fotografia-sivede-con-altri-occhi-.html http://trescucarachas.org/wordpress/wp-admin/post-new.php http://youtu.be/rcqy-YcEqLc http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2012/03/03/giornonotte.


ge_034.html RAI3 14/03/2012 http://trescucarachas.org/wordpress/?p=1477 http://youtu.be/rcqy-YcEqLc http://trescucarachas.org/wordpress/?p=1590 Recensioni: http://genova.repubblica.it/cronaca/2012/03/01/news/cultura_arte_gusto_spettacoli_gli_appuntamenti_di_oggi_in_citt-30726346/ http://www.bibliotechedigenova.it/content/cuando-la-fotografia-se-ve-con-otrosojos-quando-la-fotografia-si-vede-con-altri-occhi-0 http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Genova__alla_Biblioteca_ Berio_la_fotografia_vista__con_altri_occhi_.html?language=it http://www.genovabene.it/blog/2012/02/25/295-quando-la-fotografia-si-vede-conaltri-occhi http://247.libero.it/dsearch/trescucarachas/


TooClick D01, la macchina fotografica adattata a persone ipovedenti  

Guida della proposta per un prototipo di macchina fotografica adattata per persone con disabilità visiva