__MAIN_TEXT__

Page 44

ITINERARI MTB TREMILA

www.natisoneinbici.it

INFORMAZIONI

UTILI AUSTRIA

SLOVENIA

UDINE PORDENONE

TORVISCOSA

GORIZIA

TRIESTE

Il giro è lungo 24,7 km, di cui 21 su sterrato o strade bianche. Non ci sono dislivelli ed è tutto pedalabile. E’ consigliata la mountain–bike per i tratti sugli argini, che però possono essere evitati prendendo le innumerevoli strade bianche che solcano la zona. L’unico punto d’appoggio, a parte Torviscosa, è il ristorante “Casa al Traghetto” in località Baiana, ma presso le idrovore ci sono delle fontane d’acqua, di risorgiva, leggermente sulfuree. Il periodo migliore va da fine febbraio a maggio, quando gli argini sono puliti. In estate e in autunno non si riesce a pedalare sugli argini perché sono invasi dalla vegetazione e bisogna seguire le strade bianche. Molto facile incontrare branchi di caprioli, veloci lepri e pingui nutrie che nuotano nei canali o prendono il primo sole sugli argini. Lunghezza: 24,7 km Dislivello: 5 m Sterrato: 85 % Pedalabilità: 100 % Tempo: circa 2 ore Difficoltà: S0/MC

A CURA DI STEFANO OSSO

A

vete presente quei film girati nelle pianure degli Stati Uniti, con sterminati campi che si estendono per chilometri e chilometri, attraversati da polverose strade bianche di cui non si vede la fine? Avete anche presente quei film ambientati nei paesi bassi, dove case isolate sono unite da una fitta

44 | 06 03 2019 | TremilaSport+

rete di canali? E infine, avete presente quei thriller la cui trama si dipana tra impianti post–industriali e atmosfere da Gotham City? Bene, mettete tutto questo assieme e otterrete il set sul quale si svolge questo giro. Partendo dalla sorprendente Torviscosa, una cittadina futurista con una incredibile “torre di controllo” al suo centro, si raggiungeranno i limiti settentrionali della laguna di Grado e Marano correndo sugli argini dei fiumi Ausa e Corno, le cui acque sono tenute a un livello più alto rispetto a quelle dei canali grazie a poderose idrovore. E proprio su questi argini, un paio di metri sopra il livello del mare, corrono i tratti più interessanti del percorso, con panorami unici sull’ambiente lacustre e con lo sguardo che arriva fino alle montagne.I mesi di marzo e aprile sono gli unici in cui si può percorrere questo giro pedalando sopra gli argini. Poi la fitta vegetazione palustre li invade e quindi sono preclusi fino alla pulizia successiva, solitamente effettuata alla fine di febbraio. Chi volesse fare il giro in altri periodi, può comunque usufruire della rete di strade bianche che solcano i campi coltivati e che permettono interessanti varianti.

Curiosità “Sette canne, un vestito”: questo il titolo di un cortometraggio del 1949, diretto da Michelangelo Antonioni, e girato a Torviscosa. Il titolo si ispira alla fabbrica, costruita nel ventennio fascista, dove le canne di palude che erano coltivate in questa zona, venivano trasformate in “rayon” — noto anche come “viscosa”— la seta artificiale, tuttora utilizzata dagli stilisti di tutto il mondo nelle loro collezioni di alta moda.

Profile for Tremilasport

n. 05 TremilaSport 06-03-2019  

n. 05 TremilaSport 06-03-2019