Page 46

ITINERARI MTB TREMILA

www.natisoneinbici.it

INFORMAZIONI

UTILI AUSTRIA

SLOVENIA

POZZUOLO DEL FRIULI PORDENONE

UDINE

GORIZIA

TRIESTE

Il giro è lungo 20 km, di cui quasi 15 su sterrati e strade bianche e ha un dislivello trascurabile. Non presenta difficoltà di sorta e può essere percorso tranquillamente anche con una citybike (magari trascurando l’anello dei Cjastiei). I periodi migliori sono quelli secchi perché nel guado meridionale c’è quasi sempre acqua e nei periodi di piogge il Cormor può diventare un fiume impetuoso impossibile da guadare. Punti di appoggio si trovano ogni pochi chilometri e lungo le strade, anche quelle bianche, non è difficile incontrare runners, gente che passeggia o altri cicloturisti. Lunghezza: 20,1 km Dislivello: 40 m Sterrato: 73 % Pedalabilità: 100 % Tempo: circa 2 ore/2 ore e mezza Difficoltà: S0/TC

A CURA DI STEFANO OSSO

I

l Cormor, un corso d’acqua di 64 chilometri che scorre dalle colline moreniche alla laguna di Grado e Marano, nel primo tratto ha un regime torrentizio ed è quasi sempre asciutto, ma nel medio e basso corso diventa un fiume con una discreta portata. In questo percorso lo guaderemo due volte per il cui i mesi migliori per farlo sono quelli più siccitosi, quindi febbraio e luglio/ agosto; l’alternativa è bagnarsi i piedi,

46 | 6 02 2019 | TremilaSport+

che se in estate può essere piacevole, durante il periodo invernale è meno simpatico. Il giro, non essendo lungo, con dislivello nullo e privo di difficoltà di sorta, si presta bene sia per gite familiari che per riprendere contatto con la sella dopo il fermo invernale. Da Pozzuolo del Friuli si scende verso Mortegliano, si guada una prima volta il Cormor nei pressi della ex Polveriera, si ridiscende nuovamente a Mortegliano, si risale a Santa Maria di Sclaunicco e a Carpeneto, e infine si torna a Pozzuolo attraversando nuovamente il Cormor e passando per i Castellieri protostorici.Il Castelliere occidentale, sull’altura dei “Cjastei”, è circondato da un fossato boscoso solcato da alcuni sentieri che danno la possibilità di divertirsi con la mountain-bike con diverse varianti, rapidi e brevi saliscendi, veloci zig-zag tra gli alberi e un paio di interessanti rampe dalle quali tentare anche qualche salto. Chi non volesse cimentarsi con le acrobazie può invece tranquillamente continuare il giro scendendo dolcemente verso villa Gradenigo Sabbatini, ora sede dell’ERSA.

Curiosità A nord di Pozzuolo, su due alture separate da una strada bianca, ci sono i resti di due anctichi Castellieri: villaggi protostorici circondati da fortificazioni a difesa degli abitanti. I primi insediamenti risalgono al periodo eneolitico, quindi agli ultimi secoli del III millennio a.C., poi i complessi furono utilizzati dall’età del bronzo a quella del ferro, e infine dal periodo romano all’alto medioevo. Di quelle costruzioni ora non resta nulla ma è facile immaginare come avessero potuto svilupparsi. Alcune tabelle spiegano lo sviluppo di questi antichi abitati.

Profile for Tremilasport

n. 03 TremilaSport 06-02-2019  

n. 03 TremilaSport 06-02-2019  

Advertisement