Page 1

“DomeniCamminando” in collina torinese Ho la sveglia più contenta, oggi segna sette e trenta La mia mente ancor sonnecchia, quindi niente Bardonecchia Siamo in corso Moncalieri, per la Festa dei Sentieri Tanta folla c’è in partenza, si attraversa con prudenza Prendo via Santa Lucia, più tranquilla spero sia Quanti visi sconosciuti, forse a cena li ho veduti Altri son di Pro-Natura, calma e cheta l’andatura Molti al bar di Cavoretto, un caffè ed un cornetto C’è chi porta a spasso il cane, chi gia sente le caldane Per fortuna ci si aspetta, oggi proprio non c’è fretta Non disdegno sul cammino, di ammirare il melograno C’è un cespuglio ben “Fiorito”, aggettivo un po’ svilito Mi ricorda un grasso furbo, era a spasso con il turbo Oggi è “al fresco” e gli fa bene, per scontare le sue pene. Ma torniamo al color lilla, un bel fiore che sfavilla. Strada Creusa attraversiamo, tra villette e boschi stiamo Quanto umido in collina, muffa in casa qui è regina Mai un trek fu più spiato, telecamere in agguato Gli abitanti hanno paura, son protetti da alte mura Non temete, siamo buoni, rubiam solo le emozioni. C’è una pianta a foglia strana, quasi sembra una banana. Continuiamo nella danza, siamo alla Rimembranza Parco pubblico creato, nel ricordo del caduto Dedicato alla Vittoria, Grande Guerra fu la gloria Su Bric della Maddalena, Faro domina la scena. Dopo aver raggiunto il colle, or discendono le folle Con noi gruppo “Revigliasco”, ma di vino neanche un fiasco Tra di noi anche ciclisti, ma non li ho ancora visti. Passo al pianobar del Bric, forse anche troppo chic Dietro, c’è la cappelletta, con simpatica vecchietta.


Giù, nel tunnel di fogliame, siamo forse in Suriname? Sembra d’essere in Guyana, in realtà siamo a Testona. E’ la mezza e col violino, due signori fan l’inchino Ci attendevan tutti quanti, giusto a cominciare i canti Bravo il coro a deliziarci, poi si penserà a sfamarci Sono applausi con lo schiocco, tranne una che ha l’abbiocco. Cai di Moncalieri attende, per offrirci un buon presente Che tartine prelibate, vino, succhi e bicchierate Ringraziamo del bel gesto, per le torte è ancora presto Pranzo al sacco tutti insieme, poi caffè, castagne e creme. Sono in piena digestione, quando sento una canzone In piazzetta c’è chi danza, occitana è antica usanza Venticinque festeggiati, sono gli anni celebrati E’ una festa ormai “d’argento” e c’è un grande movimento. “Spicciolando” salutiamo, al ritorno ci accingiamo Chi campestre vuol rientrare, poco deve anticipare Noi tranquilli ce ne stiamo e l’asfalto percorriamo. Ecco il Po e la sua riva, tutti han l’aria un po’ giuliva. Alla Prossima!

Enzo, Sentieri Collina (Torino e Moncalieri), 14/10/12

Sonetto XXII Festa dei sentieri  

Dai nostri soci: Enzo.

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you