Issuu on Google+

EE FR

S ES R P

TrapaniOK

L’INFORMAVELOCE SU CARTA DELLA PROVINCIA DI TRAPANI

IL CONSIGLIO COMUNALE VUOLE AIUTARE IL SINDACO DAMIANO WWW.TRAPANIOK.IT

di Nicola Baldarotta

Colpa dei giornalisti

Gli sprechi alla Regione? Colpa dei giornalisti, è chiaro... Ieri il Presidente della Regione, Rosario Crocetta, ha deciso di licenziare (come aveva preannunciato) 21 giornalisti dell’ufficio stampa regionale assunti con contratto quand’era Presidente Totò Cuffaro. Si scopre che Crocetta aveva già licenziato i giornalisti nella prima decade di novembre salvo poi avere la comunicazione ufficiale solo ieri. Licenziati per risparmiare. Gli sprechi alla Regione, dicevamo, sono tutti imputabili alla “pletora” di giornalisti che hanno fatto funzionare in questi anni l’ufficio stampa del massimo Palazzo di Governo siciliano. Obiettivamente, come messo in risalto da diverse testate giornalistiche anche internazionali, l’ufficio stampa regionale era praticamente sovradimensionato. A Palermo, per il Presidente, c’erano più giornalisti di quelli che ci sono alla Casa Bianca. Suonava strano, in effetti... Le modalità di licenziamento, però, lasciano alquanto sgomenti. La parola “giornalisti”, anche grazie a questi provvedimenti, sta divenendo sempre più associata a quella di “opportunisti”. Mangiatori a sbafo degli apparati statali e/o regionali e/o locali... così, sempre più spesso, veniamo additati di essere quando invece siamo, per la gran parte, precari come i tanti che stentano a portare il pane a casa. Pur avendo, per la gran parte di quanti sono iscritti all’albo professionale, competenze, serietà e libertà intellettuale. La colpa è dei giornalisti se le cose vanno male... così ha voluto lasciar intendere il Presidente Crocetta. Magari ha ragione e se non adotterà nessun ricambio dello staff ad uso e consumo personale allora chapeau!.

.it

Venerdì 7 Dicembre 2012, n°50 Anno XII

3000 copie distribuite

In aula, ieri sera, presentati i due nuovi assessori. La giunta, però, è ancora da completare

Il sindaco, Vito Damiano, ha preso subito la parola quando ad inizio seduta il presidente del consiglio comunale Peppe Bianco gliel’ha concessa. Con poche parole ha ufficializzato la nomina dei due nuovi assessori al consiglio comunale ed ha subito precisato che. “Credevo che stasera avrei potuto presentare la giunta al completo ma invece, per ora, presento solo i due nominati l’altro ieri”. Non si trova, dunque, ancora intesa fra le parti politiche (ed in particolare con il gruppo che fa riferimento all’onorevole Paolo Ruggirello). Andrea De Martino e Giuseppe Solina, per ora, bastano al sindaco per potere rimettere in funzione la giunta e quindi deliberare quei provvedimenti che tanto servono alla città. De Martino, per ricordarlo ai lettori, è espressione del Pdl (ma la parte che fa riferimento ad Alleanza per la Sicilia di Peppe Bica) mentre Solina è espressione diretta del sindaco. Almeno fino a smentita ufficiale. Mancano due assessori e, soprattutto, manca la parte femminile della giunta Damiano. Manca

anche l’accordo vero con il senatore d’Alì (checcè ne dicano nel suo entourage). Il sindaco, però, forse anche con sua sorpresa, ieri sera s’è ritrovato l’appoggio (o quanto meno un patto di non belligeranza) della to-

talità del consiglio comunale. Mimmo Fazio ed i suoi compresi. Tutti gli interventi in aula sono stati praticamente simili: “siamo contenti che la giunta possa riprendere ad operare. Vi auguriamo buon lavoro nell’interesse della

L’assessore Solina è sorpreso La sua nomina ad assessore al Comune di Trapani ha fatto gridare all’accordo sottobanco fra centrosinistra e sindaco Damiano. Solina, ingegnere, era infatti stato vicesindaco di Mario Buscaino. Ma è stato anche dirigente al Comune capoluogo con altri due sindaci, Laudi-

cina e Fazio compresi. Di chi è espressione, dunque? Ieri glielo abbiamo chiesto. “La mia nomina ad assessore ha sorpreso me prima che voi. Non sono stato indicato da nessuno, c’è solo una conoscenza personale con il sindaco Damiano e credo abbia valutato soltanto le credenziali professionali.

Non c’è nessun gioco politico”.

collettività”. Un po’ più incisivo è stato il capogruppo del Partito Democratico, Enzo Abbruscato, il quale ha chiaramente invitato sindaco ed assessori a far “dimenticare la brutta faccenda delle dimissioni dei quat-

tro assessori a cinque mesi dal loro insediamento, facendo vedere che adesso l’amministrazione è in grado di potere lavorare per la città”. La sensazione è che in aula si stia cercando di dare una mano d’aiuto al sindaco Damiano, magari allentando un po’ la presa dell’opposizione a tutti i costi o non pressando ulteriormente su nomine in giunta che possano accontentare i vari gruppi consiliari. Soprende la morbidezza dei tre della Lista Fazio. In aula, ieri sera, l’intervento ufficiale del gruppo, affidato alla voce dell’ex vicepresidente del consiglio Pino Ruggirello, è stato soft e quasi di apertura. “Non siamo mai stati opposizione - ha precisato Ruggirello - ma minoranza. Lo siamo dall’inizio della legislatura e continuamo ad esserlo, minoranza e non opposizione. Siamo qui. Se il sindaco ritiene di doverci interpellare non ci tireremo indietro quando si tratterà di dare seguito a provvedimenti per la città ed i cittadini trapanesi”. Ascia di guerra per ora sotterrata. Buon lavoro alla giunta Damiano.

La Pica propone l’autotassazione La città capoluogo non può sopportare, economicamente, il peso dell’installazione delle luminarie natalizie. Lo abbiamo scritto tutti e sulla questione si sono anche sviluppati diversi punti di vista fra chi le vuole a tutti i costi e chi, invece, non ne sente l’esigenze. Ieri in consi-

glio, il rappresentante del Pdl Totò La Pica ha proposto ai colleghi consiglieri di autotassarsi per consentire la raccolta dei fondi necessari ad avere la città illuminata per le feste natalizie. In aula consiliare, dopo la proposta di La Pica, si sono praticamente dileguati quasi tutti i consiglieri la-

sciando l’aula quasi deserta. Niente luci, dunque.


2

TrapaniOK

UP

Linda Guarino

DOWN

Presidente Crocetta

Dove e Quando

Rosso Corallo

Dove e Quando

ALFABETA - Personale

Valderice, il commissario approva il bilancio preventivo

L’attivista di Legambiente è stata premiata

Da ieri l’ufficio stampa regionale non opera

Espone Platimiro Fiorenza Torre di Ligny domani

Espone Pia Marchingiglio Torre di Ligny - Stasera

Immediata presa di posizione di Pd e Udc in merito

L’approvazione dello strumento finanziario è stata agevolata dall’azzeramento di giunta disposto dal sindaco Camillo Iovino la settimana scorsa. Da Palermo è arrivato il Commissario ad acta Francesco Riela che ha, così, ha anticipato i tempi dell’approvazione del bilancio pluriennale 2012 – 2014 licenziato dal settore finanziario lunedì 3 dicembre. Il Sindaco Camillo Iovino ha commentato: “un bilancio difficile dopo i tagli dei Governi Regionale e Nazionale; tagli che hanno interessato tutti i settori, compreso i costi della politica – sono previsti tagli alle indennità ed al consiglio comunale -; sugli investimenti è stato data priorità al completamento dell’informatizzazione ed al cofinanziamento dei progetti regionali sulle fognature e sul risparmio energetico della pubblica illuminazione. Si dovrebbe concludere positivamente la vicenda dei nove precari per la trasformazione dei contratti a tempo indeterminato. Un budget è

SOCIETA’

stato previsto per una possibile proroga per i rimanenti precari in attesa che arrivino urgenti riposte dalla Regione sul loro futuro”. Il sindaco di Valderice si rende conto che l’approvazione da parte di un ispettore regionale non sarà ben vista dalle parti politiche di opposizione ed infatti, anticipando la presa di posizione di Pd e Udc, così precisa: “Entro oggi completerò la giunta, spero che l’approva-

zione del bilancio da parte del commissario non presti il fianco a basse speculazioni politiche che portino a dire che ci sia stato un disimpegno da parte dell’amministrazione comunale, la bozza di bilancio è stata seguita meticolosamente dall’assessore al bilancio Enzo D’Angelo che vi ha lavorato fino all’ultimo”. Manco a farlo a pposta, immediata è arrivata la presa di posizione di Pd e Udc che così commentano l’appro-

vazione del bilancio da parte di un Commissario regionale. A Valderice non era mai accaduto che venisse nominato dalla Regione Siciliana un commissario per sostituire il Sindaco e la Giunta nell’approvazione dello schema di bilancio di previsione. La Regione Siciliana, infatti, è stata costretta, dinanzi alla mancata adozione dello schema di Bilancio di Previsione 2012 da parte del Sindaco Iovino e della sua Giunta, a nominare un commissario per far fronte a questa gravissima inadempienza dell’amministrazione comunale che, con il suo modo di governare, sta determinando tutte le condizioni per il dissesto finanziario del Comune di Valderice. Quello che sta accadendo a Valderice è gravissimo. Iovino, se vuole bene questa città, farebbe bene a dimettersi. Un’Amministrazione Comunale che non riesce ad approvare un Bilancio di Previsione ha il dovere di riconoscere il proprio fallimento e trarne le conclusioni”.

Ai Salesiani, domani sera, un recital su don Pino Puglisi

Dall’oratorio di Don Pino Puglisi di Palermo a quello Don Bosco di Trapani il passo è breve e si scrive all’interno di un musical “Lamore più grande” per riscattare la memoria del prete di Brancaccio ucciso nel '93. Lo spettacolo, previsto per il giorno dell’Immacolata, sabato 8 dicembre, alle 21:00, è pronto a raccontare la storia di Don Puglisi, nei locali dell’oratorio salesiano in via G.Battista Fardella, n 28. E sono proprio i giovani dell’oratorio ad aver pensato, scritto ed organizzato il musical per l’uomo che verrà beatificato il prossimo 25 mag-

gio 2013 «Pensando a quale messaggio trasmettere è nato un testo che parla della grande figura di Don Pino Puglisi che si è prodigata con tutte le sue forze per togliere i ragazzi dalla strada, lottando contro il sistema mafioso. Egli si è servito di uno strumento che noi, appartenenti alla famiglia salesiana, conosciamo bene: l’Oratorio. Da qui anche l’accostamento a San Giovanni Bosco e al suo sistema preventivo». Proprio Don Pino Puglisi diceva «Le nostre iniziative e quelle dei volontari devono essere un segno per fornirci altri modelli, soprattutto

ai giovani. lo facciamo per poter dire: dato che non c'è niente, noi vogliamo rimboccarci le mani-

che e costruire qualche cosa. E se ognuno fa qualcosa, allora si può fare molto...»

CRONACA

Venerdì 7 Dicembre 2012

Omicidio Anastasi Confronto fra gli amanti

I fatti relativi all’omicidio Anastasi dello scorso 4 luglio, sono tornati a raccontarsi in aula ieri quando, a confrontarsi, sono state ancora una volta, le versioni di Salvatore Savalli, marito della vittima, e Giovanna Purpura l’amante che da tempo viveva a casa della coppia insieme ai 3 figli. Versioni che continuano a non combaciare. Adesso entrambi ambisono alla pena minore che intercorre tra assassino e complice. A luglio fu Savalli a denunciare la scomparsa della moglie: in un primo interrogatorio raccontava ai Carabinieri di essersi trovato in auto, nelle campagne di Erice, con la moglie e i tre figli adolescenti, e di essere sceso dalla macchina per accompagnarli a fare pipì. E’ in quel frangente che avrebbe sentito lo sportello della macchina richiudersi e, tornato sul posto non avrebbe trovato più né l'auto né la moglie. Una versione poco credibile che veniva smentita dagli stessi figli i quali, accusavano il padre di averli convinti a confermare il suo racconto. In realtà, i bambini non erano con i genitori al momento della scomparsa della madre. A Savalli, a quel punto, mancava un alibi così ritrattò la storia dicendo di essere andato nella campagna con la moglie, al nono mese di gravidanza, per incontrare la sua amante ed interrompere la relazione extraconiugale che aveva ormai da tempo. Nemmeno questa sarà

la versione definitiva dei fatti. Il cadavere di Anastasi veniva ritrovato a circa 20 km dal luogo indicato dal marito come quello dell'ulPiù tardi Savalli accuserà l’amante di essere colpevole di aver ucciso Maria in un raptus di follia. Ma Giovanna non ci sta e, dal canto suo, dice di aver impedito che il marito l’ammazzasse di botte senza però riuscirci. Ieri i due amanti, entrambi rinchiusi nel carcere di San Giuliano, si sono rivisti dopo 5 mesi. Cambiati certo, ma non al punto da dire la verità ai sostituti procuratore Andrea Tarondo e Sara Morri che indagano sull’omicidio. Savalli e Purpura, assistiti dai loro difensori, gli avvocati Giuseppe De Luca e Michele Renda, hanno confermato le loro versioni addossandosi le responsabilità del delitto. «Si tratta di posizioni insanabili ed incompatibili», ha detto il procuratore Marcello Viola che ha presenziato al confronto. Un delitto, questo, del quale si sono occupati anche i criminologi Roberta Bruzzone, per Savalli, e Francesco Bruno, per Purpura, ma che continua a rimanere un giallo. (m.a.)

TRAPANI

Doppio appuntamento con l’arte a Torre di Ligny

Arte, cultura e tradizioni si danno un doppio appuntamento al Museo Torre di Ligny con Alfabeta di Pia Marchingiglio e Rosso Corallo di Platimiro Fiorenza. Da oggi e fino al 21 Dicembre, Pia Marchingilio, esporrà Alfabeta: una personale di pittura dove l’artista trapanese traccia i segni del passato e del presente attraverso un viaggio di segni e colori, nell’alfabeto regalandoci molteplici e sempre singolari suggestioni. Da domani 8 dicembre, protagonista sarà anche Platimiro Fiorenza con il suo “Rosso Corallo Tra Sogno e Materia”. Fino al 23 dicem-

TrapaniOK.it

Editore: EDI.SI. srl via Vincenzo Bellini, 2 91100 TRAPANI P.iva 02446660819

Reg. Tribunale di Trapani N°273 del 17-10-2001 Direttore Responsabile: Nicola Baldarotta direttore@trapaniok.it Redazione Sport: Giuseppe Favara

bre, la mostra di preziosi, rende omaggio ad un grande maestro, tra gli ultimi artigiani di una lunga tradizione, capace di rinnovare l’arte antica del corallo. Entrambe le mostre sono state possibili grazie all’associazione Euploia che cura il Museo Torre di Ligny, il Comune di Trapani, l’Assessorato alle Strategie di Sviluppo e alle Politiche Sociali

Redazione Web: Marina Angelo redazione@trapaniok.it Impaginazione: Francesco Vivona Per la pubblicità: Tel. 347/3918692

Foto: Agenzia Trapani Press Trapani Ok - Free Press lo trovi nei migliori bar di Trapani, Erice, Paceco, Valderice (frazioni comprese) Stampa in proprio


3

TrapaniOK

UP

Tomoterapia A Palermo per curare il tumore al cervello

DOWN

Messineo Coinvolto nella fuga di notizie Stato/Mafia

Dialettologia

ITALIANO: vergogna/vergognarsi SICILIANO: vivogna/affruntarisi

Dove e Quando

Don Pino Puglisi 8 Dicembre musical h 21 oratorio salesiano

Precari verso la scadenza consumati dalla lunga attesa

Sembrava fatta ed invece. Invece la data di scadenza non può essere cancellata nemmeno dalle magliettine blu indossate dai precari di Valderice. Ventiquattro giorni e tutti a casa, il messaggio non sbiadisce. Una piccola rassicurazione sembrava essere arrivata proprio dalla Regione Sicilia che, dopo una lunga trattativa fatta a Roma, faceva intravedere una nuova era per i precari degli enti locali siciliani. Ma con le persone, il lavoro e le famiglie non si scherza, si sa, soprattutto con i tempi che corrono. E corrono talmente veloci da essere arrivati quasi alla fine: 31 dicembre 2012. Con una circolare inviata a tutti i sindaci, l’assessorato regionale al Lavoro invitava «a procedere senza indugio alla adozione dei provvedimenti necessari ad assicurare la prosecuzione dei contratti in scadenza». Per la dirigente Anna Rosa Corsello, che tra l’altro firmava la circolare, la Regione si impegnava dunque a finanziare il rinnovo dei contratti: «La prosecuzione dei rapporti di lavoro è espressamente prevista dall’articolo 7 comma 1 della legge 241 del 2010 e pertanto la relativa copertura finanziaria dovrà obbligatoriamente essere garantita nell’ambito della

ECONOMIA

legge di bilancio. Le proroghe – continuava la nota della Corsello per il rinnovo dei contratti in scadenza proprio il 31.12.2012 - potranno essere fatte da sindaci e presidenti di Provincia per un numero di anni uguale a quello previsto dal contratto scaduto: la maggior parte dei precari attualmente è in servizio per 5 anni ma ce ne sono altri che hanno contratti da 1 o due anni». Il tutto si sottolineava poi, solo e soltanto con una copertura finanziaria. Ed ecco la parolina magica per non far quadrare i “conti”. Non a Valderice, almeno, dove, proprio mercoledì sera, a stenti e con molte polemiche, si riusciva a far tornare quelli per l’approvazione del bilancio (con il contributo di un consulente esterno). Ma i precari sono ancora con il fiato sospeso, consumati dall’attesa di poter fare (possibilmente non il 31.12.2012) un so-

Per le imprese consulenze e finanziamenti

Si è svolto ieri mattina, presso i locali CNA di Trapani, un seminario sul credito. Durante la conferenza, alla quale hanno partecipato il Direttore ARTIGIANCASSA Dott. Rosario Lo Porto, il Segretario CNA Luigi Giacalone, del Responsabile commerciale UNIFIDI

TRAPANI

Francesco Cicala, si è appreso che gli sportelli CNA sono disponibili, per una adeguata consulenza sul credito alle Imprese e che fra gli altri prodotti bancari, ARTIGIANCASSA offre finanziamenti per liquidità fino a 30.000 Euro e per investimenti senza limiti con tassi a partire dal 3,80% pagabili da 5 anni in poi. Le Imprese artigiane e commerciali che volessero usufruire di tali prestazioni, possono rivolgersi a qualsiasi sportello CNA del territorio trapanese.

spiro di sollievo per la scampata tragedia. Mercoledì le magliette in scadenza hanno dato il “benvenuto” alla giunta Crocetta ponendosi come “post-it” per non far dimenticare i rinnovi dei contratti sia ai 9 deputati trapanesi all’Ars, sia all’intera giunta. Il giorno successivo, dopo l’approvazione del bilancio valdericino, hanno ricevuto una specifica sulla questione che li riguarda direttamente e che, almeno per il momento, ha contribuito ad aumentare solo la produzione di bile. Nel documento si legge: «In riscontro alla Vs nota del 3/12/2012, acclarata al protocollo gen. N.28769, in cui si chiede di prevedere la quota parte a carico del bilancio per la prosecuzione dei contratti in scadenza al 31/12/2012, alla luce della circolare n2 del 30.11.2012 del Dirigente Generale del dipartimento Reg.le del Lavoro a firma della

D.ssa Corsello, si coglie l’occasione per precisare quanto di seguito. La menzionata circolare, che invita gli Enti a non indugiare nell’adozione degli adempimenti necessari alla prosecuzione dei contratti in scadenza al 31/12/2012 con l’assicurazione che verrà prevista nel bilancio regionale la relativa copertura finanziaria, in realtà non è rivolta a tutte le tipologie di precari ma solamente a quelli i cui contratti in scadenza nel 2012 presuppongono la possibilità di prosecuzione per il secondo quinquennio e ai contrattisti ex legge n 16/2006 il cui contributo regionale è storicizzato. Per i contrattisti il cui contributo regionale risulta già erogato per complessivi anni 10, come nel caso in questione, come precisato nella circolare n.1 del 5 ottobre espressamente richiamata dalla circolare n.2, e come confermato, per le vie brevi, dal competente Assessorato, allo stato attuale non è previsto alcun contributo regionale.» Parole, queste, che sono state lette secondo una chiave di lettura assai stonata e che suona come “licenziamento”. Riusciranno a brindare il 31.12.2012 al nuovo anno ed al rinnovo? Lo sapremo entro i prossimi ventiquattro giorni M.A.

TRAPANI

Nuovo comandante al 37° stormo di Birgi

Si è svolta ieri mattina la cerimonia per il cambio del comandante alla base militare Trapani Birgi. Il nuovo comandante del 37° stormo è il colonnello Lorenzo De Stefano che succede ai due

anni del colonnello Mauro Gabetta . La parata si è svolta alla presenza delle massime autorità civili, religiose e militari come i generali Tiziano Tosi e Roberto Nordio

Tre nuovi centri per la Curia Vescovile

Per chi non se ne fosse accorto o per chi ancora non lo sapesse, la Curia Vescovile di Trapani ha cambiato assetto. L'Amministratore apostolico, l’arcivescovo Alessandro Plotti, ha provveduto a costituire tre centri pastorali che raggruppano uffici e servizi diocesani per un lavoro sinergico

comune ancora più efficace. Alla base della scelta c'è il desiderio, condiviso dal consiglio presbiterale della Diocesi e dai direttori degli Uffici di Curia, di un maggior coordinamento e di una pastorale unitaria e d'insieme che si rafforzi anche nelle scelte operative. I tre centri saranno coordi-

nati da un sacerdote che curerà il lavoro d’insieme degli Uffici che rientrano nella sua area. Il primo centro – quello per il Culto e la santificazione – sarà diretto da don Alberto Genovese, direttore spirituale del Seminario che da anni si occupa della formazione del clero e dei diaconi. Il secondo

centro - per la Catechesi e l’evangelizzazione – sarà guidato da don Alessandro Damiano, vicario giudiziale della Diocesi.Il terzo centro - Promozione della carità e servizi socio-caritativi – sarà diretto da mons. Sergio Librizzi, direttore della Caritas diocesana.

Il meteo in provincia

Mattina 11° ONO Sera 14° SO

TRAPANI

Venerdì 7 Dicembre 2012

Pomeriggio 15°ONO

Notte 14° SO

Diventare cittadini europei Un concorso per giovani Tutti i giovani studenti delle scuola secondarie di 1° e 2° grado delle Istituzioni Scolastiche della provincia sono state invitate dalla La Commissione per gli Affari Generali, Regolamenti e Personale del Consiglio Provinciale, in vista della festa dell’Europa del 9 maggio 2013, proclamato “Anno Europeo dei cittadini”, alla VI edizione del concorso “Diventare cittadini europei”, promosso dall’Associazione del Consiglio dei Comuni e delle Red’Europa gioni (A.I.C.C.R.E.), dal Consiglio Italiano del Movimento Europeo (C.I.M.E.), in collaborazione con l’Association Europeenne des Enseignants Sezione Italiana – (A.E.D.E.), con il Centro Italiano di Formazione Europea (C.I.F.E.) e con il Movimento Federalista Europeo (M.F.E.). La partecipazione al concorso - che prevede che gli studenti partecipanti siano invitati a redigere o realizzare un articolo, (anche in forma d’intervista), un saggio breve, un manifesto o un video sui temi del processo d’integrazione europea - è libera, vo-

lontaria e completamente gratuita e, pertanto, non comporta oneri aggiuntivi né per i singoli studenti partecipanti né per i partecipanti riuniti in gruppo, classe o scuola, né per la Provincia Regionale di Trapani. I testi elaborati, secondo il previsto regolamento, dovranno pervenire entro il 19 aprile 2013 al Consiglio Italiano Movimento Europeo (C.I.M.E.) – Piazza della Libertà 13 – 00192 ROMA – e-mail: segreteria@movimentoeuropeo.it (i prodotti pervenuti oltre il 21 aprile 2013 non potranno più essere presi in considerazione dal comitato valutatore). Per la Commissione per gli Affari Generali, Regolamenti e Personale del Consiglio Provinciale di Trapani composta dai Consiglieri: Giovanna Benigno (Presidente), Antonio Reina, Pietro Russo, Antonio Ricciardi e Gianpiero Giacalone - l’iniziativa può costituire un efficace contributo teso ad approfondire la conoscenza delle finalità della Comunità Europea e delle sue istituzioni R.T.

FAVIGNANA

Linda Guarino ambientalista 2012

Il premio “Luisa Minazzi – Ambientalista dell’anno 2012”, assegnato ogni anno da Legambiente e La Nuova Ecologia è andato a Linda Guarino, docente di inglese presso l’istituto comprensivo “A. Rallo” di Favignana. Premiata ieri pomeriggio, la professoressa, nata in Basilicata, ma da diversi anni a Favignana dove, oltre ad insegnare, ha imparato a comprendere la particolarità di questi luoghi e ad affrontare i problemi con il necessario rispetto, è stata scelta tra 8 finalisti dai lettori de la Nuova Ecologia e i soci di Legambiente totalizzando 592 preferenze. «In un mondo che si sviluppa solo grazie alla capacità di creare innovazione in ogni settore – ha detto la Guarino - è evidente il ruolo sempre maggiore del capitale cognitivo. La scuola è centrale in questo processo e l’esperienza di questo riconoscimento mi ha confermato la grande attenzione della nostra comunità, perché i ragazzi, a partire dai luoghi di apprendimento, diventino soggetti attivi, capaci di costruire nuove prospettive anche professionali in un contesto sempre mag-

giore».Soddisfatto il sindaco di Favignana e presdente dell’Area Marina Protetta, Lucio Antinoro, che dice: «Il fatto che quest’anno sia un’insegnante a ricevere il premio conferma quanto la cultura e il sapere siano importanti in Italia, nonostante i tagli e le difficoltà che la scuola sta attraversando, e in particolare in luoghi con maggiori difficoltà e spesso dimenticati come le isole minori. Mi complimento con la professoressa Guarino per il lavoro svolto in favore delle scuole delle nostre isole. L’Amministrazione è grata per tutto questo».


4

Ottimismo in casa Trapani Domenica arriva Ostuni TrapaniOK - SPORT

L

Ianes: “Adesso stiamo giocando con una discreta continuità” a Pallacanestro Trapani si avvia al match casalingo dell’undicesima giornata di campionato con tanto ottimismo. I granata di coach Flavio Priulla sono stati protagonisti ieri di una doppia seduta di allenamento in cui mancavano solo gli infortunati Svoboda e Degregori. Quest’ultimo non ha ancora superato i postumi del problema muscolare al quadricipite femorale della gamba destra e sembra essere in dubbia per la sfida contro Ostuni: “Ci attende una gara dura contro Ostuni – ha ammesso la stessa guardia granata - anche se la formazione pugliese non ha finora ottenuto risultati esaltanti, dobbiamo pensare che loro considereranno la trasferta di Trapani come una grande occasione per ribaltare il corso del campionato, di cui non saranno soddisfatti. Diventa fondamentale il nostro approccio alla gara, l’attenzione che presteremo ai prossimi quaranta minuti. Ci manca Svoboda ma Gennaro Valentino si è inserito benissimo nel gruppo, facendo vedere di essere un ottimo ragazzo e di avere anche le doti cestistiche necessarie per darci una mano. Noi vogliamo andare avanti nel nostro lavoro, la nostra è una squadra

Il pivot granata Luca Ianes in azione

che ha molti margini di miglioramento e sarà indispensabile progredire, perché rispetto al campionato di Dnb di due anni fa, che ho disputato con la maglia della Viola Reggio Calabria – conclude Degregori sicuramente questo è molto più competitivo e difficile da vincere”. Un campionato in cui Trapani sta mostrando finalmente segnali incoraggianti di continuità e in cui la compagine granata vuole assolutamente ritagliarsi uno spazio da protagonista: “E’ il lavoro quotidiano la base su cui stiamo costruendo la nostra stagione. Non è un segreto – confessa il pivot granata Luca Ianes - tutte le squadre che vogliono raggiungere il loro

obiettivo devono partire da quest’idea. Da diverse settimane, pur mostrando ancora notevoli margini di miglioramento, stiamo giocando con discreta continuità, sia all’interno delle stesse gare che di domenica in domenica. Credo che dobbiamo occuparci sempre del presente, di cosa facciamo ogni giorno in palestra. Con questo spirito, stiamo preparando la gara contro Ostuni di domenica prossima, che sappiamo essere molto difficile. Dobbiamo battere Ostuni e poi – conclude - continuare a lavorare con pazienza, ogni giorno. Sono sicuro che stimo costruendo qualcosa di importante”. Giuseppe Favara

BASKET C REGIONALE, DOMANI IL 9° TURNO

Paceco batte Alcamo e continua la scalata

Non si ferma il campionato di Basket C regionale e in questo fine settimana è in programma la nona giornata. Dopo aver scontato il turno di riposo il Basket Mazara di coach Bonanno potrà riprendere la corsa alla vetta dal match esterno di domenica pomeriggio in casa del Mia Basket Messina. Un impegno tutt’altro che proibitivo per i canarini che affronteranno una compagine reduce dal pesante ko di Cefalù (9451) e che in classifica si trova

DOVE TROVI IL TRAPANI OK -TRAPANI AgipCaffè Anymore! Cafè Aris caffe Bar Amsterdam Bar Armonia dei sapori Bar Ced Centro Bar Ciclone Bar Colonna

Bar Efri Bar Exedra Bar Gallery Bar Giovanni e Nino Bar Italia Bar Ligny Bar Magic Bar Mediterraneo

Bar Morana Bar Moulin Rouge Bar Movida Bar Nocitra Bar Piccadilly Bar Todaro Better Mazzola Cafè de la Plaza

al quartultimo posto con sei punti conquistati in sette gare disputate. Per i mazaresi i punti invece sono 12, due in meno rispetto alla capolista solitaria del torneo Cefalù. Nella scorsa giornata è arrivato un altro sorriso per il Basket Paceco che, nonostante i noti problemi del palazzetto, è riuscito a superare 70-67 la Virtus Alcamo in un accesissimo derby trapanese. L’hanno spuntato i pacecoti di coach Dino Barbera che hanno così

Caffe Miro Caffe mojto Caffe salemi Ciuri ciuri Coffe and go Confartigianato Grimon Cafè Mahiki Cafè Melograno Cafè Number One

Punto G. Red Passion Ricevitoria (Cicala) Ricevitoria Nicolosi Savoir fair cafè Sciuscià Cafè Svalutation Cafe

Sweet C@fè Tabaccheria Milo Torre pali -ERICE Bar Kennedy Bar Milo Bar Monticciolo Caffè Baraonda Caffè delle

conquistato la loro terza vittoria stagionale portandosi a quota 6 punti in classifica. Gli alcamesi invece restano fermi a quota 8. Per Paceco il prossimo turno sarà contro la Nuova Agatirno Capo d’Orlando, mentre la Virtus Alcamo sarà impegnata domani nell’altro derby contro la Virtus Trapani. I virtussini di coach Peppe Grasso sono penultimi con appena due punti e arrivano dal ko esterno contro Capo d’Orlando (88-61). (g.f.)

Rose La coffea Arabica Radio Londra Roxi Bar -NAPOLA Caffe Erice -VALDERICE Avenue Cafè Bar Sport

Bar Venere G & G – Caffè Vespri Sunset Cafè -BONAGIA Bonfiglio Miramare -XITTA Bar Ritrovo -PACECO

Bar Mazzara Bar Sombrero Bar Tiffani House cafe' Pasticceria Sugamiele Vogue Cocktail Bar -GUARRATO Bar dello Sport

Venerdì 7 Dicembre 2012

VOLLEY B2 MASCHILE, PALLAVOLO TRAPANI

Eklissè a riposo da prima della classe

A fermarli ci ha dovuto pensare il calendario. La striscia positiva dell’Eklissè (8 vittorie in altrettante giornate di campionato) si arresta per il momento, complice la sosta in campionato in coincidenza dell’Immacolata. Una pausa che consente di prendere maggiore coscienza di quanto è stato realizzato finora dai ragazzi di Aiuto. Che Trapani quest’anno potesse lottare per qualcosa in più che per il quinto posto l’ha dimostrato subito, con le vittorie in trasferta contro le due formazioni più forti del girone, vale a dire Lamezia e Cinquefrondi. A fare da contraltare il rimpianto per i punti persi contro Tremestieri e, soprattutto, Misterbianco. Proprio per questo l’ultima vittoria, contro la Luck Volley, fa guardare al prosieguo del campionato con rinnovato entusiasmo.

L’analisi di Aiuto va proprio in questa direzione. «A Reggio – ha dichiarato il tecnico – abbiamo capito quanto è importante rivedere sul momento il nostro gioco e ad adattarlo alle nuove situazioni che si creano. Dopo il terzo set occorreva fare qualcosa di diverso e ci siamo riusciti». Alla potenza offensiva dei vari Mazza, Marino e Ge-

raldi si è riusciti ad abbinare quel cambio di passo a gara in corso che dimostra che, accanto al talento, sta maturando un gruppo che a questo punto può ambire legittimamente alla promozione. «Sicuramente le vittorie che vanno susseguendosi – ha aggiunto il libero Muccione – mi danno e ci danno maggiore convinzione nei nostri mezzi. Io nel mio ruolo devo sempre mantenere la concentrazione al massimo e grazie anche al lavoro svolto dai miei compagni ci sto riuscendo». Rientro morbido contro Vibo Valentia, ultima della classe? Non ne è convinto Blanco. «Sono una squadra giovane e – ha detto il centrale – cercheranno di metterci in difficoltà. Noi lavoriamo duro per non farci sorprendere». Silvestro Bonaventura

TROFEO COSTA GAIA, FERVONO I PREPARATIVI

Il ds granata Faggiano presente al Gran galà Tutto pronto per la 26° edizione del trofeo Costa Gaia, un torneo riservato ai giovani calciatori che, come ogni anno, si svolge ad Alcamo. Martedì 18 dicembre alle 10.30 è in programma il convegno inaugurale che avrà come tema “Il rilancio e lo sviluppo dei settori giovanili alla luce della crisi economica del Paese”. Al convegno relazioneranno ospiti d’eccezione come: Gianni Rivera, Pietro Lo Mo-

naco, Giovanni Caramazza, Italo Cucci, Emma Musacchia e Rosario Argento. Il comitato organizzatore del torneo internazionale di calcio giovanile, inoltre, sta lavorando per organizzare al meglio il gran galà di presentazione che si svolgerà alle ore 18,30 dello stesso 18 dicembre, sempre ad Alcamo. La parte dedicata allo spettacolo è stata affidata al prestigiatore Mago Corrado ed al cantautore alcamese Ignazio

La Colla che ha firmato anche l’inno del Costa Gaia. Sicuri ospiti d’onore saranno il direttore sportivo del Trapani Daniele Faggiano ed il giornalista Rai Italo Cucci. Infine è stata confermata la presenza di squadre straniere provenienti da tre diversi continenti: Eastern Youth di New York (Stati Uniti), Zarzis Club (Tunisia) e il Deportivo Binissalem (Spagna), cittadina delle isole Baleari. (g.f.)


trapaniok 7-12-12