Issuu on Google+

EE FR

S ES R P

TrapaniOK

L’INFORMAVELOCE SU CARTA DELLA PROVINCIA DI TRAPANI

L’IDEA NUOVA DI CAMILLO IOVINO SPIAZZA I PARTITI A VALDERICE WWW.TRAPANIOK.IT

di Nicola Baldarotta

Morire di non lavoro

Proviamo ad essere contenti e soffermiamoci a commentare una buona notizia. Finalmente, dovremmo dire... ma c’è sempre un ma. Lo sapete, no? La buona notizia è questa: i dati del rapporto annuale regionale dell’Inail, Istituto nazionale infortuni sul lavoro, dimostrano un calo di morti bianche in Sicilia. Le morti bianche sono quelle che avvengono sul posto di lavoro. Quante volte abbiamo scritto di operai travolti da blocchi di marmo, o braccianti agricoli schiacchiati dai mezzi pesanti... o di muratori che cadono dalle impalcature? Tante, troppe. Quest’anno le “morti bianche” sono in netto calo. Si parla del 21 per cento in meno rispetto al 2011. Nel 2012 sono morte 56 persone sul posto di lavoro, mentre nel 2010 ne sono morte 71. Tranne nella provincia di Caltanissetta, nelle altre provincie siciliane le disgrazie sul lavoro si sono ridotte o sono rimaste stabili. Secondo i dati forniti dall’Inail, dei 56 incidenti mortali, 30 sono avvenuti nel settore industriale, 26 nel settore della gestione dei servizi. Per quanto riguarda il resto degli infortuni, in Sicilia, come nel resto d’Italia, si registra un calo del 6,6% rispetto al 2010. Le province col più alto indice di incidenti sono quelle di Catania (6.937), Palermo (6.658) e Messina (4.518). Si muore meno a causa del lavoro. Esultiamo ma con garbo perché, purtroppo, il lavoro è anche meno e i dati ne tengono conto. Quindi siamo salvi a metà: da un lato ci salviamo perché le imprese hanno finalmente capito che la sicurezza è fondamentale, dall’altro invece siamo fritti perché i dati occupazionali in Sicilia sono in netto calo. Non moriamo di lavoro ma di non lavoro.

.it

Mercoledì 28 Novembre 2012, n°43 Anno XII 3000 copie distribuite

Oggi sarà azzerata la giunta comunale: “Non si può più stare appresso alle logiche politiche”

Le dimissioni di Francesco Stabile hanno aperto le danze a Valderice ed il sindaco ha deciso di non aspettare più. Oggi, in mattinata, incontra la stampa per comunicare quanto era nell’aria già da qualche tempo: la giunta comunale sarà azzerata (del resto lo aveva annunciato lui stesso agli assessori, nei giorni scorsi) e verranno quasi certamente scelti nuovi assessori tecnici. Il rimescolamento dell’esecutivo da parte del sindaco Camillo Iovino ha origini politiche. Iovino ha provato a mantenersi, in questi quattro anni e mezzo di sindacatura, equidistante ma non gli è stato consentito. Non fino in fondo, quanto meno. Via via ha perduto quell’entusiasmo che ne caratterizzava i primi anni da sindaco e, una volta per stare appresso al Pdl, un’altra per stare appresso a tutti gli altri partiti e referenti politici, s’è visto inglobare in quella che ormai viene considerata come la malapolitica per antonomasia: l’immobilismo. Ma non ci sta, Iovino, a passare per uno che poteva fare ed invece non ha fatto. Lo vuole fare capire forzando un po’ la

mano specialmente adesso che mancano pochi mesi al rinnovo di sindaco e consiglio comunale.

In primavera, infatti, il Comune di Valderice tornerà al voto. Camillo Iovino però ha smessodi

pensare ad una sua ricandidatura e quindi ha deciso di usare le “maniere forti” per potere, almeno, portare a compimenti quei 6-7 provvedimenti necessari per il territorio. Su tutti, certamente, il bilancio di previsione e poi la questione, delicatissima, dei precari comunali. Iovino non si ricandida, ormai appare quasi certo (oggi ne darà conferma, molto probabilmente) e questa decisione spiazzerà tutti i giochi politici che finora sono stati fatti all’ombra del primo cittadino valdericino. Una scossa, insomma, alla sonnolente vita politica pedemontana. La giunta sarà totalmente azzerata, questo

L’assessore all’approvvigionamento idrico del Comune di Favignana, Vincenzo Bevilacqua, ha partecipato ieri mattina a Palermo a un’importante riunione svoltasi al Dipartimento Regionale delle Acque e dei Rifiuti, alla presenza dei sindaci di tutte le isole minori della Sicilia, per discutere ed elaborare un programma di assegnazione delle

risorse idropotabili per l’anno 2013 alle isole minori con navi cisterna. Dalla riunione è emerso che nonostante lo scorso anno ci sia stata una diminuzione dell’assegnazione dell’acqua, dovuta all’aumento dell’Iva, alle Egadi si registra adesso un incremento di assegnazione: da 130 mila metri cubi d’acqua del 2012, a 157 mila metri

cubi per il nuovo anno. Le Egadi sono l’unico arcipelago ad aver avuto tale incremento. Il tutto è dovuto a una maggiore e documentata presenza turistica nel territorio, all’esigenza di migliorare i servizi, al dover compensare i guasti al dissalatore di Nubia e Bresciana che tanti disservizi hanno causato nel tempo. <Il risultato – dice Bevilacqua - è

Sarà aumentato l’approvvigionamento idrico alle isole Egadi

sembra l’orientamento del primo cittadino, ma con qualche distinguo. Probabilmente due o tre assessori per ora in carica saranno richiamati a prestare la loro collaborazione perchè ritenuti, oltre che validi, certamente non colpevoli dello stato di cose a Valderice. Gli altri dovrebbero essere tutti professionisti esterni alla politica. Un governo Monti valdericino, insomma, è quello a cui Iovino sta cercando di lavorare e per arrivare a questa determinazione metterà da parte i partiti. Se glielo lasceranno fare, ovviamente. A Valderice, intanto, le polemiche sull’aumento dell’Imu continuano a tenere banco.

il frutto di una costante presenza e delle buone relazioni intraprese con l’Assessorato in questione proprio per raggiungere tale obiettivo, importantissimo per noi dal momento che l’incremento di acqua è fondamentale per la crescita del territorio>. Soddisfazione è stata espresa anche dal sindaco Lucio Antinoro.


2

TrapaniOK

UP

Vita Barbera

DOWN

Sindaco Vito Damiano

Dove e Quando

Consiglio Comunale

Dove e Quando

Primarie centrosinistra

I Riformisti si rinnovano Segreteria a Vita Barbera

E’ lei la nuova segretaria dei socialisti in provincia

Sicuro che la Bizzi vada via per la Spending Review?

Stasera H 19.00 Palazzo Cavarretta

Domenica prossima in tutta Italia

PALERMO

Mercoledì 28 Novembre 2012

E’ il giorno del professore Zichichi nuovo assessore

La pacecota sarà affiancata da tre vice territoriali

E’ stato un direttivo provinciale affollato quello del Partito Socialista che si è tenuto ieri sera nella sede storica di via Argenteria a Trapani, ufficio di segreteria dell’onorevole Nino Oddo. I lavori sono stati aperti dalla relazione del segretario uscente Piero Spina il quale ha espresso la soddisfazione dei socialisti per il rientro all'Assemblea regionale Siciliana, dopo una legislatura di intervallo, del presidente provinciale del partito onorevole Nino Oddo. L'avvocato Spina, dimessosi dalla carica il giorno della presentazione delle liste elettorali per le Regionali di fine ottobre, ha confermato la volontà di riprendere l'impegno politico a pieno titolo nel gruppo dirigente del partito ma ha espresso l'intendimento di essere utilizzato in un ruolo diverso in uno dei prossimi appuntamenti elettorali. Per lui probabilmente ci sarà spazio per la candidatura a sin-

TRAPANI

Salutato felicemente il ritorno all’Ars dei socialisti e di Nino Oddo daco di Santa Ninfa, in primavera. Grandi apprezzamenti ma anche una precisa richiesta di impegno sono stati rivolti al

Il sindaco non vuole più l’addetto stampa Bizzi

Il sindaco di Trapani, Vito Damiano, ha chiesto la risoluzione anticipata del rapporto di lavoro (nella qualità di consulente per la comunicazione) stipulato dopo il suo insediamento a Palazzo d’Alì con la giorna-

lista trapanese Cinzia Bizzi, già responsabile della comunicazione dell’ex sindaco del capoluogo Mimmo Fazio. Bizzi aveva avuto affidato un incarico a tempo fino al 31 dicembre prossimo. L’incarico, adesso, verrà espletato fino al 16 di dicembre. Per Damiano si tratta di una scelta doverosa per rispettare i tagli imposti dalla cosiddetta spending review. La comunicazione del sindaco sarà gestita dall’ufficio stampa comunale.

rieletto deputato regionale Nino Oddo, il quale ha assicurato duro lavoro accanto al governatore Crocetta e

TRAPANI

l’intenzione di trovare una soluzione anche per la crisi che è in atto al Comune di Trapani. Dopo un ampio dibattito, nel corso del quale si è preso atto fra l'altro dell'adesione al Psi dell'ex assessore del comune di Trapani Salvatore Giacomazzi, nonchè dell'impegno dei socialisti per il ballottaggio nelle primarie della coalizione previste per domenica a favore di Pierluigi Bersani, si è proceduto all'elezione della nuova segreteria provinciale. Come anticipato nei giorni scorsi, su proposta congiunta di Spina ed Oddo è stata eletta all'unanimità l'avvocato Vita Barbera, consigliera comunale di Paceco. La neo segretaria sarà coadiuvata da tre vice con responsabilità territoriali: si tratta di Katia Marino, petrosilena, per la l'area marsalese, Vito Messina (presidente consiglio comunale di Vita) per la Valle del Belice ed infine Enzo Loria (Custonaci) per l'agro ericino.

Il Comune paga 30mila euro di straordinari

Il dirigente del settore personale del Comune, Antonio Piacentino, ha disposto il pagamento degli emolumenti straordinari per il

personale comunale in servizio al 1°, 3° e 6° settore per il periodo che va dal primo gennaio al 31 luglio 2012. La spesa aggiuntiva, per il Comune, è di 30.755,61 euro così ripartita: 810 euro circa per i dipendenti del 1° settore, 19 mila per i dipendenti del 3° settore (che è quello dove insiste la Protezione Civile) e, per finire, 10mila euro circa per il personale del settore sesto dell’amministrazione comunale.

Domani alle ore 11:00, presso la sala Alessi di Palazzo d'Orleans, il Presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta incontrerà la stampa per presentare il nuovo assessore ai Beni Culturali, prof. Antonio Zichichi. La nomina del fisico trapanese è stata salutata positivamente negli ambienti politici trapanesi ma ha riscosso consensi più ampi al di fuori dei confini territoriali del capoluogo. Dalle nostre parti sono stati soprattutto il senatore Antonio d'Alì e l’assessore ericino Laura Montanti ad esporsi sull’incarico accettato da Zichichi. Il senatore d’Alì ha commentato la nomina del professore Antonino Zichichi quale assessore alla cultura del Governo Regionale guidato da Rosario Crocetta

come “Assolutamente apprezzabile la scelta del Presidente Rosario Crocetta di nominare la più alta personalità del mondo scientifico in Sicilia e tra le più apprezzate nel mondo. Finalmente, dopo anni di incredibile trascuratezza, viene riconosciuto il ruolo dell'eccellenza culturale del Centro di Cultura Scientifica Ettore Majorana e del suo fondatore che sarà, sicuramente garanzia di qualità per le decisioni importanti che il Governo Regionale dovrà prendere in ordine allo sviluppo della ricerca, alle questioni energetiche e a quelle legate alle emergenze planetarie in un contesto mediterraneo che può divenire, grazie a Zichichi, protagonista delle scelte mondiali. A queste considerazioni non possiamo non unire l'attenzione per il territorio trapanese su cui certamente il professore Zichichi non mancherà di attirare l'attenzione del nuovo Governo Regionale”.Laura Montanti, Assessore alla Cultura del Comune di Erice ha dichiarato invece: “Un sincero augurio rivolgo al prof. Nino Zichichi, al quale Erice è particolarmente vicina, certa che l'immagine culturale dell'Isola guadagnerá in autorevolezza e rispetto grazie alla sua presenza a così alti livelli istituzionali”.

DALLA PROVINCIA

14mila euro per l’impianto elettrico del Comando

Sarà rifatto l’impianto elettrico del Comando Provinciale di Trapani, sito in via Orlandini. L’Ente Provincia Regionale ha affidato l’incarico di redigere il progetto esecutivo per la manutenzione straordinaria dell’impianto, all’ingegnere Giacomo Rizzo di Campo-

TrapaniOK.it

Editore: EDI.SI. srl via Vincenzo Bellini, 2 91100 TRAPANI P.iva 02446660819 Reg. Tribunale di Trapani N°273 del 17-10-2001 Direttore Responsabile: Nicola Baldarotta direttore@trapaniok.it Redazione Sport: Giuseppe Favara Redazione Web:

bello di Mazara a cui sarà corrisposta una parcella di 14.500 € circa. Il costo complessivo per la manutenzione dell’impianto elettrico dell’immobile, di proprietà della Provincia, è di circa 180mila euro già inserito al punto n° 40 del Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2012/2014. La necessità di procedere con l’adeguamento dell’impianto elettrico del Comando Provinciale dei Carabinieri è stata, negli anni, sollecitata da tutti i Comandanti che si sono succeduti. L’ultima nota risale allo scorso settembre.

Marina Angelo redazione@trapaniok.it Impaginazione: Francesco Vivona Per la pubblicità: Tel. 347/3918692 Foto: Agenzia Trapani Press Trapani Ok - Free Press lo trovi nei migliori bar di Trapani, Erice, Paceco, Valderice (frazioni comprese) Stampa in proprio


3

TrapaniOK

UP

Prezzemolo Il nostro spazio al gusto e alla cucina

DOWN

Monti I tagli mettono in ginocchio pure Sanità

Dialettologia

ITALIANO: sedia

SICILIANO: seggia

Dove e Quando

Karaoke Playsome stasera dalle 22:00

Il tassista-mostro passa dal carcere ai domiciliari

Augugliaro schiacciato dalle accuse di violenza e spaccio E’ il 24 ottobre scorso quando il quarantenne trapanese Emanuele Augugliaro, tassista, viene arrestato in flagranza di reato dagli uomini della Sezione di Polizia Giudiziaria del Corpo Forestale in servizio presso la Procura di Trapani unitamente ai colleghi del Nucleo Operativo regionale dello stesso corpo. Augugliaro veniva sorpreso nel suo taxi di servizio, appartato in riva al mare nella spiaggetta vicino lo stabilimento Castiglione a San Cusumano, mentre abusava di una giovane 24enne V.S., affetta da minorazione psichica. Un arresto frutto di una costante attività investigativa. Per lui si aprivano le porte del Carcere di S. Giuliano. A schiaffarlo in cella, le accuse di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione, violenza sessuale, atti osceni in luogo pubblico e spaccio. Ma ieri, Augugliaro è stato trasferito ai domiciliari su disposizione del Gip, Antonio Cavasino,

TRAPANI

che ha accolto l'istanza di scarcerazione dei difensori dell'indagato, Michele Renda e Salvatore Alagna. Un punto a favore della difesa, dunque, che, ha sottolineato come lo stato di salute dell’assistito non erano compatibili con una restrizione in carcere. Ad avvalorare questo stato di necessità sono stati anche i referti medici del tassista. Lo stesso, infatti, ricordiamo che cinque giorni prima dell’arresto era

stato colto da un infarto e ricoverato in ospedale in attesa di subire un intervento di angioplastica. Ma, due giorni prima del fermo, sotto la sua responsabilità, firmava per lasciare il nosocomio trapanese. Il freddo delle manette ai polsi gli ha fatto ricordare che il suo cuore non era forte come credeva e, dicendo di sentirsi male, si è fatto accompagnare in ospedale dove, all’U.O Cardiologia del-

l’Ospedale Sant’Antonio di Trapani, ha subito un piccolo intervento cardiovascolare. Dimesso dopo qualche giorno era stato tradotto in carcere. Ma del “mostro” si è continuato a parlare. Sarebbe infatti Augugliaro che avrebbe accusato, tra gli altri, Napoli, il poliziotto arrestato dai colleghi per spaccio di sostanze stupefacenti. Un’accusa, quella di Augugliaro, che sa poco di collaborazione e più di “tornaconto” perché il suo fascicolo è, e resta, assai sostanzioso. Accuse pesanti per il quarantenne che mescolano la pedofilia e lo sfruttamento della prostituzione con la droga, la stessa che oltre a spacciare, pare utilizzasse per abbassare le difese delle sue vittime che si sceglieva accuratamente minori e povere così da poterle “accontentare” con pochi spiccioli, o di una sigaretta, in cambio di favori sessuali per lui ed i suoi amici. Marina Angelo

Cinquanta sfumature di protesta

“Diffidenza normale nei riguardi del governo Monti- a detta dei sindacati di Cgil e Cisl- finché le riforme si faranno tagliando risorse”. Questa la risposta di sue grandi organizzazioni di lavoratori garanti di diritti, alle recentissime riduzioni di fondi, avvenute per mano del governo con sempre nuovi ed atroci decreti legislativi. Gli ultimi, nonché tanto discussi “tagli” ai finanziamenti scolastici, hanno definitivamente esaurito la pazienza del corpo insegnanti e alunni, facendo si che in tutta Italia, da qualche settimana, studenti e docenti hanno mo-

strato e dimostrato la loro indignazione attraverso l’unico, vero modo, consentito alle “gentes”: la PROTESTA. La situazione a Roma,Torino e Milano costituisce ormai da molti giorni la prima pagina delle più importanti testate giornalistiche. Così io, studente trapanese, lecitamente mi domando:«Qual è la realtà della mia città, della MIA Trapani? Qual è l’idea e quali sono gli obbiettivi dei miei coetanei? Cosa stanno vivendo e concretamente facendo per raggiungerli?».Nello specifico, il giorno 26/11/2012, i rappresentanti degli istituti “Buonar-

roti-Ximenes”. “V.Florio”, “G.B. Amico”, “Rosina Salvo” e “L.Da Vinci” si sono riuniti e, “prendendo in mano” le redini della situazione, hanno deciso di perseguire legalmente e con il massimo della civiltà il fine comune a tutti: dimostrare la propria indignazione nei confronti di un governo che sempre più riduce i diritti dei singoli cittadini, cancellando la speranza di un futuro migliore. Riporto “in diretta”, l’esperienza che sto vivendo nel liceo d’istruzione Superiore “Buonarroti-Ximenes”. Metto per iscritto le attività di dissenso del corpo studenti, attuato mediante l’eccelso appoggio dei docenti e della dirigente, dott.ssa Nuccia Farina, che si sono dimostrati molto disponibili nei confronti di noi ragazzi e dei nostri progetti. In sede, siamo impegnati a portare a compimento innumerevoli laboratori formativi in ambito didattico - disciplinare. Liberamente, secondo ciò che il singolo studente ha prediletto, gli allievi si sono recati in differenti aule, ciascuna adibita allo svolgimento di ogni laboratorio: un laborato-

rio di giornalismo, più di un laboratorio di cineforum, un laboratorio alimentato da un dibattito storico politico. Il frutto degli insegnamenti ricavati quest’oggi, confluirà nella protesta di venerdì 30 novembre, ove ciascun istituto potrà esercitare il diritto-dovere di manifestare la propria opinione, ricordando “sine ullo dubio” che alle fondamenta di ogni reclamato riconoscimento deve corrispondere un grande senso di responsabilità, coerenza e giustizia. Con ciò, noi studenti vogliamo ribadire che ci sono settori, come quello della scuola, in cui non si possono effettuare “tagli”, perché ne andrebbe del futuro del nostro Paese. Continuare a ridurre le risorse della scuola provocherà, in modo inevitabile, una reazione di disaccordo e lotta tra noi studenti. Cosa pensa, questo governo, di ottenere agendo in questi termini? Proteste. Null’altro che proteste da parte di chi vive ed opera nella scuola: non più solo cinquanta, ma cinquecento, cinquemila di queste sfumature. Ornella Cianni

Il meteo in provincia

Mercoledì 28 Novembre 2012

Mattina 20° SSO

Pomeriggio 18°OSO

La nostra Isola è un piacere anche per chi viene a trovarci tanto che ritorna. Non dimentica i tramonti, le opere d’arte, il mare ma nemmeno la tavola imbandita con i prodotti tipici della nostra terra e delle nostre acque. Tra piatti ricchi che si alternano a quelli poveri ci prova gusto. Le nostre specialità culinarie, vengono ricordate nei racconti, di parole e foto, al ritorno di vacanze. E a dire il vero l’apprezzamento della nostra cucina non sfugge nemmeno agli amici che notano oltre l’abbronzatura anche qualche chilo pronto ad andare via come la doratura sulla pelle a dieta di sole. Abbiamo dunque pensato di dare spazio al gusto con la nuova rubrica “Prezzemolo”. Un nome che arriva da un ingrediente scelto non a caso visto che si sposa bene con molti piatti. Prezzemolo, che sta sempre nel mezzo, verrà proposto ogni mercoledì, al centro della settimana, e voi, con le vostre ricette ed i vostri piatti, sarete i protagonisti. Oggi è Anna Candela a proporre la prima ricetta tradizionale e, al tempo stesso particolare: “SFINCI DI RICOTTA” Ingredienti per 6 persone: 500 gr di ricotta, 4 uova intere,

Il meteo in provincia

Sera 15 OSO

Notte 14 OSO

La ricetta di Anna Candela: Sfinci di ricotta 2 bicchieri di plastica di farina 00, 1 bustina di lievito, 2 bustine di vaniglia e 4 cucchiai di zucchero. All’interno di una terrina versare gli ingredienti uno alla volta e mescolare con una frusta o un cucchiaio di legno fino a quando il composto non si sarà amalgamato. Mentre si lascia riposare l’impasto per per 15/20 minuti si provvederà a prendere una padella ampia e profonda ed a ricoprirla di olio abbondante ( potete prendere anche una pentola e riempirla per metà d’olio di olio come a fare una friggitrice tradizionale) Quando l’olio sarà caldo versatevi il composto a cucchiai, un pò alla volta. All'inizio il composto precipiterà al fondo,subito dopo verrà a galla assumendo la forma di una pallina. Quando le sfinci saranno completamente dorate, scolatele su carta assorbente, adagiatele su di un vassoio, cospargetele di zucchero al velo e servite.

FAVIGNANA

Scoperte archeologiche

Francesco Ernandez, uno studente di Archeologia Navale di Trapani, ed il suo professore Francesco Torre, durante lo studio della tesi di Laurea, ha fatto un’importantissima scoperta nella Grotta dell’Ucciria a Favignana. In una seconda visita, e in una grotta adiacente,La Grotta delle stalattiti, la Dr.ssa Simona Torre, Presidente dell’Associazione Lucy, associazione di Preistoria che gestisce la Mostra Permanente di Preistoria di Paceco, scopriva altri segni pittorici, anche questi dipinti in nero, ancora in fase di studio e di interpretazione. Si tratta di un complesso pittorico di figure antropomorfe maschili stilizzate e di alcuni animali,

molto simili a quelle rinvenute nella Grotta del genovese di Levanzo. Molto probabilmente furono create quando ancora le due isole erano unite alla terraferma. Si tratta di 5 figure maschili monocrome nere di stile schematico, attribuibile all’Eneolitico e di alcune figure di animali di non facile interpretazione. Alcuni sembrano dei pesci, altri degli animali come caprioli o lepri. La scoperta è stata regolarmente denunciata alla Soprintendenza di Trapani che esercita la tutela e il dirigente, la dott.ssa Rossella Giglio, ha espresso notevole interesse per l’eccezionale scoperta e sarà effettuato un sopralluogo al più presto.

ANNUNCI

____________________________________IMMOBILIARE

Trapani affittasi appartamento per poche ore h 24 tel. 320/0689265 Trapani, via Livio Bassi appartamento al 1° piano di mq 83 circa ,soleggiato con 3 balconi ad angolo, composto da soggiorno, 2 camere da letto + cucina abitabile + bagno e ripostiglio no spese condominiali, vendesi euro 92.000,00 trattabili tel. 339/6904404 Trapani - Affittasi per brevi periodi , anche giornalmente, appartamento arredato, max relax e max riservatezza. Tel. 348/1019581


4

È Mancosu l’arma granata in più: “Questo Trapani può arrivare in alto” TrapaniOK - SPORT

L

Il pari di Pavia è ormai alle spalle, la sfida contro il San Marino è in arrivo a quinta rimonta consecutiva subita in trasferta è stata subito archiviata dal Trapani che ieri si è rimesso al lavoro per preparare il prossimo impegno contro il San Marino al Provinciale. C’è da lavorare tanto sul poco cinismo o sull’atteggiamento della squadra sui calci piazzati, episodi da migliorare per non ripetere più gli stessi errori e cominciare ad essere costanti anche lontani dalle mura amiche: “Andiamo spesso in vantaggio – ammette Matteo Mancosu - ma purtroppo non riusciamo a chiudere partita. E’ un problema che dobbiamo risolvere perchè sono punti pesanti in campi difficili contro squadre che stanno su. Lavoreremo in settimana per provare a chiudere meglio le partite una volta passati in vantaggio. Dà fastidio lasciare due punti, però è un girone talmente equilibrato in cui comunque è difficile vincere su tutti i campi. Ci dispiace, però non c’è tempo per pensare, dobbiamo guardare avanti, pensare al San Marino e cercare di vincerla, ormai non si può più tornare indietro”. Difetti evidenziati soprattutto in trasferta che vengono accentuati da alcuni episodi sfortunati che compromettono poi, quasi sempre, il risultato finale. A Pavia, così come nelle altre precedenti sfide

Matteo Mancosu in azione

L’attaccante sardo: “Dà fastidio lasciare due punti, ma questo è un campionato difficile” esterne, un gol fortunoso e qualche distrazione di troppo sulle palle inattive: “Sono sempre episodi, una palla buttata in area ed un rigore. Non è una questione di essere messi sotto dalle squadre ma di qualcosa che dobbiamo migliorare. Però – prosegue Mancosu possiamo vedere il lato positivo perchè, andando in vantaggio per primi, vuol dire che giochiamo a calcio e proviamo sempre a portare la vittoria a

casa. Ultimamente non ci sta riuscendo ma lavoreremo per riscattarci”. Il riscatto potrà già arrivare domenica contro i “titani” del San Marino, una squadra che lunedì ha pareggiato 2-2 in casa contro l’Entella nel posticipo della 13^ giornata e che in classifica ha due punti in meno rispetto al Trapani (17): “Il San Marino? Mi ha fatto un’ottima impressione perchè soprattutto nel secondo tempo li ho visti molto

HISTORIC RALLY CITTA’ DI TRAPANI

Domina la Porsche 911 sc di Andrea Raiti La quinta edizione dell’Historic Rally Città di Trapani è stata vinta dal pilota busetano Andrea Raiti che, sulla sua Porsche 911 sc, ha staccato 1’14.5 la coppia seconda classificata, i palermitani Oliveri Oliver e Francesco La Franca su Porsche 911 Sc, e di 1.32.5 gli alcamesi Francesco Ospedale e Sergio Raccuglia su Volkswagen Golf Gti. Raiti ha dominato la gara sin dalla prima prova speciale, quando era stato avvicinato dall’equipaggio for-

DOVE TROVI IL TRAPANI OK -TRAPANI AgipCaffè Anymore! Cafè Aris caffe Bar Amsterdam Bar Armonia dei sapori Bar Ced Centro Bar Ciclone Bar Colonna

Bar Efri Bar Exedra Bar Gallery Bar Giovanni e Nino Bar Italia Bar Ligny Bar Magic Bar Mediterraneo

Bar Morana Bar Moulin Rouge Bar Movida Bar Nocitra Bar Piccadilly Bar Todaro Better Mazzola Cafè de la Plaza

mato da Gandolfo e La Placa, sfortunati protagonisti di una toccata che ha estromesso la vettura. Al quarto, quinto e sesto posto tre equipaggi palermitani,Red Devil” e Salvatore Principalo su Fiat X1/9, Quintino Gianfilippo e Sergio Scimeca su Alfa Romeo Alfetta Gt.e Mario De Luca e Mario Ravetto Antinoro su Porsche 911. “Sarei stato felice già di completare la gara – ha dichiarato Raiti al termine della gara -

Caffe Miro Caffe mojto Caffe salemi Ciuri ciuri Coffe and go Confartigianato Grimon Cafè Mahiki Cafè Melograno Cafè Number One

Punto G. Red Passion Ricevitoria (Cicala) Ricevitoria Nicolosi Savoir fair cafè Sciuscià Cafè Svalutation Cafe

Sweet C@fè Tabaccheria Milo Torre pali -ERICE Bar Kennedy Bar Milo Bar Monticciolo Caffè Baraonda Caffè delle

quindi è comprensibile la mia felicità pere essere riuscito a vincere. Mi sono approcciato a questa specialità con umiltà, stando a sentire quanto mi suggeriva il mio navigatore. Aldilà della vittoria, il momento più emozionante è stato disputare le tre prove della Castello di Venere di Erice, prove in notturna. Tagliare le curve a fari accesi è emozionante. Credo che alla fine ho fatto una esperienza positiva che va ripetuta”. (g.f.)

Rose La coffea Arabica Radio Londra Roxi Bar -NAPOLA Caffe Erice -VALDERICE Avenue Cafè Bar Sport

Bar Venere G & G – Caffè Vespri Sunset Cafè -BONAGIA Bonfiglio Miramare -XITTA Bar Ritrovo -PACECO

Bar Mazzara Bar Sombrero Bar Tiffani House cafe' Pasticceria Sugamiele Vogue Cocktail Bar -GUARRATO Bar dello Sport

bene davanti. Dobbiamo stare attenti – confessa l’attaccante sardo - è una squadra temibile però noi in casa ultimamente stiamo giocando bene e riusciamo a vincere e vogliamo continuare così. Sappiamo della nostra forza e prepareremo le partite che mancano alla fine dell’andata per fare sempre meglio”. Matteo Mancosu, attaccante ventottenne granata, è sicuramente una delle migliori sorprese di questo Trapani 2012/2013, il classico uomo in più e quel giocatore che può rompere gli equilibri. Fin qui sei reti stagionali (5 in campionato ed 1 in Coppa Italia) per un centravanti che fino all’anno scorso giocava in Seconda Divisione: “Se giocavo lì vuol dire che meritavo quella categoria, quest’anno ho avuto questa opportunità e spero di dimostrare il mio valore aiutando il Trapani ad essere protagonista di un’annata importante. Voglio dare il mio contributo per arrivare, insieme ai miei compagni, il più in alto possibile. Non so perchè non sia arrivato prima qua, credo che il mister in passato abbia ritenuto opportuno tenere gli attaccanti che aveva per svariati motivi. Adesso però – conclude - fortunatamente sono qua e sono contentissimo”. Giuseppe Favara

Mercoledì 28 Novembre 2012

VOLLEY B2 MASCHILE

Inarrestabile Eklissè TP Primo posto in solitaria

E adesso chi li ferma più? La domanda è legittima dopo la settima affermazione consecutiva in altrettante gare di campionato per l’Eklissè Occhiali Trapani, specialmente dopo una vittoria così netta sul campo della Spes Group Leonforte, una delle formazioni più in forma del girone. La sfida al vertice contro i bianconeri ha visto infatti prevalere l’Eklissè con uno stratosferico 3-0, che ha consentito ai ragazzi di mister Aiuto di cogliere la prima vittoria esterna da 3 punti. Una dimostrazione di forza non solo nel punteggio, ma anche per il modo in cui la gara è stata condotta. Trapani infatti stavolta è stata in grado di mantenere il controllo del match sin dal primo set concedendo pochissimo agli avversari sia in fase di attacco che in ricezione. Il punteggio del primo parziale, 25-19, è stato frutto della vena offensiva di Mazza, ancora una volta in grande spolvero, autore a fine gara di 13 punti.

Decisamente più combattuto il secondo, giocato punto a punto. La svolta la si ha solamente sul 22 pari. Il rientrante Blanco, con un primo tempo e due muri, chiude il set 25-23, dimostrando che l’affaticamento all’addominale è ormai acqua passata. L’ingresso di Geraldi e Lunetto nel terzo set poi ha permesso ad Aiuto di mischiare le carte in tavola. L’equilibrio stavolta si spezza molto prima, sul 13 pari, quando il primo arbitro ammonisce Pellegrino, tecnico di Leonforte, e gli schemi per la formazione di casa saltano. L’Eklissè coglie l’occasione al balzo e ottiene, infilando un break di 5 punti, l’allungo decisivo. A Tamburello e soci non resta altro che amministrare il vantaggio. Sarà infatti il solito Mazza a mettere a segno il punto del definitivo 25-19 che consegna all’Eklissè il primo posto solitario in vetta al girone H con 17 punti. Silvestro Bonaventura


trapaniok 28-11-12