Issuu on Google+

EE FR

S ES R P

TrapaniOK IL PRIMO QUOTIDIANO DELLA PROVINCIA DI TRAPANI

ERICE, IL CONSIGLIO COMUNALE SI SPOSTA DALLA VETTA A VALLE

WWW.TRAPANIOK.IT

Polverini che fai qui?

Cosa non si fa in campagna elettorale... Oggi, se avete voglia di fare quattro passi potete incontrare uno dei personaggi più in voga, per ora, nei media nazionali: la presidente dimissionaria del Consiglio Regionale del Lazio, Renata Polverini. La signora arriva in Sicilia per fare un po’ di campagna elettorale. Ha lasciato il Lazio, dove per ora probabilmente non se la passa tanto bene, (è stata travolta con la sua giunta di centro-destra nello scandalo delle spese pazze del partito coi fondi pubblici) e viene a raccontare alla gente di Sicilia come si possa ben amministrare. Fidatevi di lei... ne avrà di cose da raccontare. Oggi, stando all’agenzia di stampa Adn Kronos, la Polverini arriva a Trapani, alle ore 11, per incontrare i cittadini insieme al candidato all'Ars Francesco Salone che, dopo essere risultato il primo degli eletti al consiglio comunale del capoluogo, ha deciso di mettersi alla prova anche alle Regionali. Sempre se vi va, alle ore 15.30 é previsto un incontro con gli elettori, esponenti politici e della lista civica presso il comitato elettorale di via Marsala 141. Alle 19, infine Polverini terrà il comizio conclusivo alla Casina delle Palme. Domani, invece, se ne andrà a Palermo per chiudere la campagna elettorale insieme al candidato alla presidenza della Regione Sicilia, Nello Musumeci. Vederla accanto a Francesco Salone, giovane rampante della politica locale, non avrà prezzo.

.it

Mercoledì 24 Ottobre 2012, n°20 Anno XII 3000 copie distribuite

La maggioranza che appoggia il sindaco Giacomo Tranchida ha dato via libera alla novità

Era uno degli obiettivi che il sindaco di Erice, Giacomo Tranchida, si era posto già nella passata legislatura: far sì che gli abitanti del territorio ericino potessero seguire, da vicino, le riunioni del consiglio comunale. Per arrivare a questo obiettivo era necessario, però, approvare l’atto relativo che consentisse lo spostamento delle sedute consiliari dalla vetta alla valle. Ieri la maggioranza consiliare che appoggia Tranchida, con il voto a sostegno del consigliere Giuseppe Vassallo (Mps), ha finalmente dato il via libera all’importante atto che consente l’indizione delle riunioni di consiglio comunali in tutto il territorio ericino, dalla vetta (dove per la gran parte continuerà a tenersi) a valle, frazioni comprese. La prima riunione, stando alle prime indiscrezioni raccolte, si potrebbe tenere a fine novembre per affrontare l’importnte questione relativa alla Zona Franca Urbana, altro obiettivo del sindaco Tranchida che non si è mai fermato dopo lo “scippo” operato dallo Stato, lo stesso Stato

che aveva firmato i documenti per avviare l’iter previsto per la nascita della ZFU ad Erice. “Da oggi la politica ericina sarà più vicina ai cittadini della valle permettondo loro di “controllare” l’operato degli amministratori eletti, fino ad oggi chiusi e comodomante isolati nel “fortino” dell’aula consiliare di Erice vetta”. A parlare è Gian Rosario Simonte, consigliere comunale Pd e primo firmatario della proposta di delibera in questione. Simonte precisa che “con la variazione approvata non viene minimamente toccato

il principio per il quale Erice capolugo è ed rimane la sede istituzionale del comune e sede principale delle adunanze, considerando però, magari per una volta, i cittadini della valle e delle frazioni Ericini di serie A”. Il consiglio comunale ericino, pertnto, da ieri si potrà tenere anche nelle frazioni e non più nella sola sede della vetta. Ma la rivoluzione prevista dalla delibera approvata ieri mattina non finisce qui: le sedute del consiglio comunali saranno rese fruibili anche attraverso le moderne tecnologie, grazie alle riprese in

streaming. Soddisfatto, ovviamente, il primo cittadino Giacomo Tranchida il quale afferma: “Erice oggi é più Grande, poiché piu' grande é diventata la saggezza politica che con generosit°, oltre le storiche Mura Puniche, dalla difesa passa al contrattacco culturale. Di converso, oggi e' ancor più grande la nostra determinazione poichè' ancor più' oggi condivisa e partecipata dalla comunita' ericina di valle e non solo, a maggior ragione davanti a tale significativo atto politico di grande apertura storico-culturale, che maggiormente accomuna tutti gli ericini nel perseguire e concretizzare Progetti e Idee per la promozione di Erice capoluogo / centro storico, in primo luogo faro di luce per la promozione territoriale dell'intero territorio dell'ex agro e oltre, con benefici per tutti”. Sull’atto, approvato dopo un serrato dibattito, è intervenuto il consigliere Vincenzo Caico che contesta il provvedimento: “si vuole continuare ad isolare la

Vinta un’altra auto su un volo Ryanair. Ieri la compagnia irlandese ha regalato alla passeggera Maria Artale, siciliana, una nuova Fiat 500 dopo essere diventata l’ultima fortunata vincitrice di un Gratta e Vinci Fly to Win di Ryanair a bordo del volo Ryanair Trapani-Cagliari a luglio. Si tratta della seconda autovettura

vinta a bordo di un volo Ryanair Sicila-Sardegna. La prima era stata consegnata l’anno scorso, ad aprile. Significativo il fatto che entrambi i voli erano condotti dallo stesso pilota. I gratta e vinci Ryanair sono estremamente popolari tra i passeggeri, che vedono la possibilità di vincere premi che vanno dai voucher di

Vetta che dopo aver perso negli anni Pretura,Scuola Elementare,Istituto Alberghiero, in cui molti degli esercenti ericini si sono formati, si vuole defraudare la Vetta anche della sede legittima e prestigiosa del Consiglio che da decenni ospita non solo il Consiglio stesso ma anche gli uffici e il personale connesso all’espletamento di tale attività. Il motivo addotto è “per avvicinare il cittadino a partecipare alle sedute del consiglio” adducendo come giustificazione la presunta difficoltà a raggiungere la vetta . Ritengo che “per avvicinare i cittadini alle sedute del consiglio non basta spostarlo in altra sede (vedi il Comune di Trapani che pur trovandosi in una sede accessibile non mi risulta essere meta di numerosi cittadini che vi assistono ai lavori), bisogna invece dare vita a una più “buona politica “ nel senso di provvedimenti sostanziali e condivisi che devono essere adeguatamente pubblicizzati riguardo a tempi e modi di attuazione”.

Vinta un’altra autovettura su un volo Ryanair dalla Sicilia alla Sardegna

volo Ryanair a una Fiat 500 ogni mese, oltre alla possibilità di aggiudicarsi un fantastico premio di 1 milione di euro, il tutto con una puntata di soli €2. I gratta e vinci sostengono anche una serie di enti di beneficenza in tutta Europa, tra cui l’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze e i parchi gioco a L’Aquila.


 2

TrapaniOK

Dove e Quando

Gianfranco Fini a Trapani

Venerdì H 20.00 al Giardino Eden Chiusura elezioni Livio Marrocco

Dove e Quando

Giacomo Scala - Comizi

Oggi H 18.30 ad Alcamo Oggi H 21.30 Buseto Palizzolo

VERSO LE ELEZIONI

Una famiglia in prima linea

Più che un comitato elettorale, quello di via Giovan Battista Fardella a Trapani, sembra un focolare domestico. L’onorevole Paolo Ruggirello, deputato regionale uscente e ricandidato alla Regione nella lista “Musumeci Presidente”, può contare oltre che sull’appoggio di parecchi sostenitori bipartisan (ha recuperato vecchie amicizie politiche ed ha annoverato nuovi sostenitori anche in partiti come il Pdl), sopratutto su quello della propria famiglia. E’ la sorella Bice, infatti, che rappresenta, in un certo senso, la “chioccia” per tutti quelli che si avvicinano alle idee ed ai programmi politici del fratello candidato. Ed è stata lei, narrano le cronache politiche,

ad avere suggerito la candidatura di Paolo nella lista di Musumeci. Lei, Bice, al comitato accoglie tutti con il sorriso sempre stampato sulle labbra e dispensa consigli e pacche sulle spalle ai tanti cittadini che vanno a raccontare le loro difficoltà chiedendo più attenzioni per chi non arriva a fine mese. E così, tra un incontro elettorale e l’altro, la base operativa di via Fardella diventa anche centro di aggregazione e raccolta di suggerimenti. Fatto, questo, che è stato notato dallo stesso candidato alla Presidenza, nello Musumeci. (nella foto, a sinistra Bice Ruggirello e poi i coniugi Ruggirello Paolo e Maria).

Dove e Quando

Camillo Oddo incontra

Comitati elettorali via Fardella e Piazza Ciaccio Montalto

Il meteo in provincia

Mattina 17° SSO

Pomeriggio 21°SO

VERSO LE ELEZIONI

E’ TEMPO DI PRIMARIE NEL PD

Il comitato provinciale pro Matteo Renzi è nato

Il programma di Abbruscato

In quest’ultima settimana di campagna elettorale penso sia corretto illustrare alcuni dei punti del programma elettorale di Rosario Crocetta, quelli che ho maggiormente contribuito a sviluppare già da quando è iniziata questa fantastica rivoluzione per il cambiamento della nostra Sicilia. Punti “possibili”, che nascono dalla mia esperienza personale come cittadino e come amministratore. Azioni concrete che danno anche la misura complessiva di come Rosario Crocetta e gli uomini che, come me, lo sostengono, pensano concretamente al futuro della nostra terra. Avviare una strategia concreta di fuoriuscita dal precariato dei lavoratori impegnati negli EE.LL. Il necessario reperimento di risorse applicando un’idea “vera” e “dimostrata” in altre realtà. Sfruttando le norme già esistenti per l’energia rinnovabile (fotovoltaico per esempio), generando ri-

VERSO LE ELEZIONI

sparmi nell’ordine del 50% del costo dell’energia negli EE.LL., si possono liberare risorse sufficienti per rimpinguare i capitoli relativi al costo del personale exLSU ecc. che, con la loro costante presenza nei comuni e nelle province, sopperiscono alla atavica assenza di nuove assunzioni. Puntare su nuovi indirizzi per il settore della formazione professionale, superando l’inadeguatezza e l’incompetenza dimostrata ultimi anni. La Formazione deve essere uno strumento per indirizzare le nuove generazioni verso settori che offrano reali sbocchi lavorativi, legati al territorio. Non più corsi precostituiti dettati da visioni obsolete del mercato del lavoro. Se vogliamo migliorare l’offerta del turismo investiamo nella formazione di giovani per essere competitivi nel mondo. Finanziamo la legge 24 con criteri europei. Restituiamo valore al grado di dirigenti e funzionari della Regione Sicilia. Non è possibile rimandare ancora una seria revisione delle indennità di tutte le cariche politiche, a cominciare dallo stesso Presidente; se dobbiamo attuare una vera spending review, cominciamo proprio da chi è responsabile di questo sfacelo. Vincenzo Abbruscato

Antonio d’Alì: “Trapani ha bisogno di un nuovo ospedale” «Sui temi dell'edilizia sanitaria registriamo ancora un ennesimo annuncio pre-elettorale per cercare di confondere i trapanesi riproponendo vecchi schemi di sperpero di denaro pubblico - così ha commentato il senatore d'Alì alcuni articoli di stampa comparsi oggi sui quotidiani . In particolare sappiamo che sono insufficienti tre milioni e 600 mila euro per la radioterapia se fatta come pubblico intervento; mentre se ne spenderebbero molto meno con un risultato più semplice e

Mercoledì 24 Ottobre 2012

rapido ed efficiente attraverso una convenzione con una struttura privata». «Quello che è più scandaloso - approfondisce d'Alì - sono i 14 milioni (ma esistono veramente gli uni egli altri?) per lavori di manutenzione per l'ospedale Sant'Antonio Abate. Abbiamo più volte detto e sostenuto che con queste, ed anche inferiori, cifre Trapani potrebbe avere un nuovo ospedale moderno funzionale e meglio ubicato. Evidentemente questa classe politica e burocratica regionale uscente conferma la sua inca-

pacità e la sua inutilità, oltre che la strumentalità negli annunci, e non riesce ad avere idee nuove». «Spero che la nuova classe politica regionale, quale uscirà dalle urne il 28 ottobre - conclude d'Alì - sia più giovane avveduta e capace. Dobbiamo costruire il nuovo ospedale a Trapani, non spendere ogni anno milioni e milioni per rabberciarne uno che ha fatto ormai il suo tempo e non è funzionale alla salute dei cittadini». F.P.

“La mia vicinanza a Renzi non nasce ora ma qualche anno addietro, oggi mi sento di sostenere con forza la sua candidatura a Premier quale esponente del Partito Democratico”. A parlare è la battagliera Annamaria Angileri, consigliere provinciale. Ieri mattina, nella la sala del gruppo consiliare del Pd della Provincia Regionale di Trapani, ha presen-

tato il comitato "Trapani per Renzi premier" che sosterrà la candidatura del sindaco di Firenze alle primarie del centrosinistra, previste a novembre. Diverse le iniziative che verranno messe in atto nei prossimi giorni - ha detto il coordinatore del comitato "Trapani per Renzi premier", Marcello Linares (l’unico uomo nella foto).

In occasione delle elezioni regionali del 28 ottobre prossimo, come nelle passate consultazioni, l'ufficio stampa della Regione siciliana comunichera' i dati sul numero dei votanti e il raffronto con la precedente analoga tornata elettorale. In particolare, le rilevazioni sulla percentuale di affluenza alle urne saranno effettuate domenica alle ore 12, alle 19 e alle 22, alla chiusura definitiva dei seggi. Lunedì prossimo, dopo l'inizio dello scrutinio, previsto

dalle ore 8, aggiornamenti, in tempo reale, anche per quanto riguarda l'elezione del presidente della Regione. Tutti i risultati saranno consultabili anche via internet. In collaborazione con la societa' 'Sicilia e Servizi', è stato infatti predisposto un sistema di elaborazione e diffusione dei dati, consultabile attraverso il link "Elezioni regionali 2012" sulla homepage del sito della Regione all'indirizzo web: www.regione.sicilia.it

Regionali, i risultati on line

Doriana Licata a Pantelleria

Ieri mattina la candidata all’ARS con il Partito dei Siciliani, Doriana Licata ha incontrato i cittadini di Pantelleria con i quali ha preso un impegno ben preciso: “Ci schiereremo in prima linea per affrontare assieme agli abitanti di questa meravigliosa Isola le criticità che ne attanagliano l’esistenza. Apriremo un confronto diretto con i panteschi per discutere del problema dei collegamenti, oltre che di quello ancor più urgente dell’ospedale, e accoglieremo le loro proposte, per trovare insieme le soluzioni”.

TrapaniOK.it

Editore: EDI.SI. srl via Vincenzo Bellini, 2 91100 TRAPANI P.iva 02446660819 Reg. Tribunale di Trapani N°273 del 17-10-2001 Direttore Responsabile: Nicola Baldarotta direttore@trapaniok.it Redazione Sport: Giuseppe Favara Redazione Web: Marina Angelo redazione@trapaniok.it Impaginazione: Francesco Vivona Per la pubblicità: Tel. 347/3918692 Foto: Agenzia Trapani Press Trapani Ok - Free Press lo trovi nei migliori bar di Trapani, Erice, Paceco, Valderice (frazioni comprese) Stampa in proprio


3

TrapaniOK

UP

Damiano Ok ristrutturazione liceo Classico Ximenes

DOWN

Ku Klux Klan Torna e brucia una ragazza in America

Dove e Quando

Sciopero ksm Spa 8 nov fermi 4 ore sicurezza Birgi-Pantelleria

Dove e Quando

Settimana della luce 25 ott h21 SS. Salvatore Fontanelle TP

Le divise all’Ars dicono No ai tagli alla sicurezza

Hanno manifestato Polizia, Polpen, VVFF e Forestale

“Si tagli chi può” ma non tocchiamo le forze dell’ordine. Sembra quasi questo il monito che si è impadronito della protesta del personale della Polizia di Stato, della Polizia Penitenziaria e Forestale con i Vigili del Fuoco, aderenti alle sigle sindacali maggiormente rappresentative del Comparto Sicurezza, S.I.A.P., SILP per la Cgil, COISP, ANFP, OSAPP, SINAPPE, CONFSAL e CGIL Funzione Pubblica “comparto sicurezza”. Sono loro che hanno manifestato davanti alle sedi del Ministero dell’Interno, della Giustizia, delle Politiche Agricole, del Lavoro, e davanti a tutti gli uffici nei territori delle Provincie, tra cui Questure e Commissariati di P.S.. A Trapani, una piccola delegazione si è riunita davanti la Prefettura mentre, il resto dei colleghi ha raggiunto il "sit-in di protesta", dalle 9 alle 13, davanti a Palazzo d'Orleans, sede della Presidenza della Regione. Questa volta, la divisa l’hanno messa per difendere la sicurezza: quella del loro lavoro e di tutti i cittadini. Non è lontano il novembre del 2007 quando, dopo la cattura dei fratelli Lo Piccolo, la giustizia

portava a casa il ringraziamento da parte della gente. Persone comuni che accoglievano con un caloroso applauso gli agenti della polizia che avevano portato a termine non soltanto un’operazione per la quale ricevere messaggi di stima da parte delle maggiori cariche dello Stato. Avevano contribuito a salvare la gente da altro male. E a fare notizia, quella volta, insieme alla cattura del superlatitante Salvatore Lo Piccolo,del figlio Sandro e di Gaspare Pulizzi e Andrea Adamo fu il Grazie della gente. E furono ancora gli applausi della gente a fare rumore insieme alla cattura, nel novembre del 2009, del boss Domenico Raccuglia. Lotta che hanno condiviso insieme alla

VALDERICE

Battibecchi sul porticciolo

Il consiglio comunale di Valderice, tornato a riunirsi in sessione ordinaria, ha affrontato la delicata questione relativa al porticciolo di Bonagia. In aula

il dibattito ha messo in evidenza le posizioni divergenti dell’opposizione consiliare (che ha chiesto lumi al Sindaco) e dell’amministrazione.

DOVE TROVI IL TRAPANI OK - TRAPANI Bar Al Centro Mouline Rouge Grimon Cafè Bar sciuscià La caffetteria Bar Gallery Bar Nocitra Bar Italia

Aris Caffè Bar Colonna Cafè Mirò Bar Todaro Bar Ciclone Numer One L'esco Pazzo Bar exedra Ricevitoria Nicolosi

Anymore! Cafè Armonia dei sapori Bar Melograno Bar arabica Ricevitoria Cicala Cafè Torre Pali Bar Enjoy Agip caffè Ciuri Ciuri

gente. Perché i poliziotti, i carabinieri, e tutte le forze dell’ordine in generale sono figli del popolo che vuol cambiare e pulire la società. A fare notizia, poi, furono anche le condizioni di lavoro che vivevano i poliziotti, gli straordinari non pagati fino alla benzina per le auto che mancava. Il messaggio è chiaro. Tagliare le risorse alle forze dell’ordine equivale a tagliare la sicurezza degli italiani. E a condividere le rivendicazioni degli operatori di Polizia, delle Forze Armate, dei Vigili del Fuoco e Soccorso Pubblico, arriva anche il Presidente Peppe Poma che, a nome e per conto dell’intero Consiglio Provinciale ha trasmesso una nota al Ministro dell’Interno, Prefetto

TRAPANI

Anna Maria Cancellieri, “Nell’esprimere solidarietà a tutti gli operatori in lotta mi permetto ricordare alla S.V. i tagli già operati a partire dalla Finanziaria 2009, dove la scure del precedente Governo ha tolto al comparto sicurezza risorse pari ad oltre 1 miliardo di euro per il triennio 2009/2011, tagli che sono poi proseguiti con la manovra finanziaria 2010 e con l’ulteriore diminuzione di circa 600 milioni di euro per il triennio 2011/2013. – ha sottolineato il Presidente Poma – Tutto ciò, mentre gli operatori di Polizia, delle Forze Armate e dei Vigili del Fuoco, da troppo tempo ormai, versano in un vero e proprio stato di disagio, sia a livello locale che nazionale, mentre si trovano a dovere fronteggiare la criminalità organizzata e mafiosa (specie in questa provincia terra, purtroppo, tra gli altri, del boss Matteo Messina Denaro), gli innumerevoli casi di quotidiana illegalità, le varie situazioni di emergenza anche meteorica e ambientale, gli incidenti di varia natura che si susseguono quotidianante”. Marina Angelo

Furto di energia elettrica

Agenti della polizia, nel corso dei controlli su circa 60 esercizi commerciali, hanno riscontrato 4 contatori manomessi (1 a Trapani e 3 ad Alcamo). Il funzionamento era stato alterato

tramite l’apposizione di magneti capaci di provocare un errore di misura dell’energia elettrica in difetto sino a meno 88%. Denunciati i titolari degli esercizi commerciali.

Dove e Quando

Polverini Oggi a Trapani per Musumeci

VALDERICE

Mercoledì 24 Ottobre 2012

Il meteo in provincia

Sera 18° SSO

Notte 17° SSo

Arrestato stalker

Quando il vicino viene arrestato per stalking, si può tornare a lavorare in pace. Almeno a Crocci dove, un falegname, è potuto ritornare finalmente al suo quotidiano lavoro senza preoccuparsi del vicino. Lo stalker, un uomo di 60 anni, lo aveva più volte accusato di infastidire la quiete del vicinato ma, non potendo chiudere la sua attività per compiacere il vicino, il falegname ha continuato a portare avanti la sua regolare attività. Una cosa che non è stata gradita al sessantenne che, ha iniziato a perseguitare l’onesto lavoratore. Ingiurie, minacce, e atteggiamenti persecutori perpetuati nel tempo hanno fatto scattare, nei suoi confronti, la denuncia per stalking. «Se è vero infatti, ha commentato il Magg. Leonardo Acquaro, che il reato viene commesso nella maggior parte dei casi da uomini che non accettano la fine di una relazione e iniziano a perseguitare l’ex partner(o viceversa), lo stalking non è esclusiva solo di

rapporti amorosi». Questo caso ne è la prova. Le minacce avevano iniziato a preoccupare ed intimorire non solo il proprietario della falegnameria ma anche i suoi familiari. Per questo, hanno deciso di denunciare l’uomo che, sebbene avesse egli stesso interpellato sia l’Arpa sia il comune di Valderice, resosi responsabile del reato di stalking gli veniva vietato di avvicinarsi al falegname ed alla falegnameria. Un divieto che, però, ha rotto alimentando i suoi atteggiamenti di persecuzione nei confronti del lavoratore. Per questo i Carabinieri della Stazione di Valderice, capeggiati dal Comandante Maresciallo Capo Giuseppe Candela, sottoposto agli arresti domiciliari l’uomo, di cui non sono state rese note le generalità. Un reato, quello di stalking che a Valderice, ci racconta il Magg. Leonardo Acquaro, non ha un’eccessiva incidenza. Il più recente, infatti, risale a quasi anno fa. Marina Angelo

Codice di autoregolamentazione In vista delle prossime elezioni regionali in programma il 28 Ottobre 2012, la EDI.SI.  Srl, editrice del quotidiano di informazione cartaceo “TrapaniOK” e del sito online di informazione “www.trapaniok.it”, adotterà i principi alla base della Legge N. 28/2000 “Disposizioni per la parità di accesso ai mezzi di informazione durante le campagne elettorali e referendarie e per la comunicazione politica”. La EDI.SI.  Srl comunica l’ intenzione di pubblicare nei propri spazi messaggi politici elettorali a pagamento. La EDI.SI.  Srl applica un Codice di autoregolamentazione visibile e accessibile a tutti, utenti e operatori del settore, direttamente sul sito www.trapaniok.it Condizioni a) La proposta commerciale riservata alle forze politiche e ai singoli candidati prevede l’applicazione del listino in vigore al momento della richiesta. b) le tariffe per l’accesso agli spazi, come autonomamente determinate dalla scrivente, sono regolate in funzione dello spazio e del tempo utilizzato. Il tariffario è messo a disposizione di tutti ed è possibile richiederlo a mezzo mail all’indirizzo amministrazione@trapaniok.it Regole commerciali a) Le campagne saranno accettate sino a esaurimento dello spazio disponibile. La posizione in cui inserire i messaggi verrà scelta dai partiti e/o dai candidati in base alle disponibilità al momento dell’acquisto. Il criterio di prenotazione è d’ordine cronologico all’acquisto. b) la prenotazione degli spazi da parte dei soggetti interessati dovrà pervenire non oltre il 25 ottobre 2012. La testata terrà conto delle prenotazioni, unicamente, in base alla loro progressione temporale; PER MAGGIORI INFORMAZIONI inviare una mail a: amministrazione@trapaniok.it

ANNUNCI

Trapani (Pizzolungo) novità appena arrivata Andree giovanissima massaggiatrice alta, bella, e delicata ti aspetta tutti i giorni ambiente riservato tel. 320/0836267 Trapani Elena massaggiatrice italiana, max relax ti aspetta ogni giorno tel. 349/4523019

____________________________________IMMOBILIARE

Punto G Savoir far caffè Bar Giovanni e Nino Bar Mediterraneo Caffè lieto Svalutation cafè Bar magic Fardella 78 Bar piccadilli

Confarartigianato Caffè Mojito Caffè Salemi Swett Cafè - ERICE Bar Kennedy Tabacchi Milo Coffè and go Roxy Bar

Radio Londra Caffè Delle Rose Bar Milo - NAPOLA Urban Tribe Caffè Erice - VALDERICE Bar dello Sport Sunset Cafè

Caffè Vespri Avenue Caffè Bar Venere - BONAGIA Bonfiglio Mar Miramare - XITTA Bar Ritrovo - PACECO

House Cafè Pasticceria Sugamiele Bar Mazzara Vogue Cocktal Bar Bar Tiffany Bar Mirage Bar Sombrero - GUARRATO

Bar dello sport - CUSTONACI Forno a legna Il Fornaio

Trapani affittasi appartamento per poche ore h 24 tel. 320/0689265 Trapani, via Livio Bassi appartamento al 1° piano di mq 83 circa ,soleggiato con 3 balconi ad angolo, composto da soggiorno, 2 camere da letto + cucina abitabile + bagno e ripostiglio no spese condominiali, vendesi euro 92.000,00 trattabili tel. 339/6904404 Trapani - Affittasi per brevi periodi , anche giornalmente, appartamento arredato, max relax e max riservatezza. Tel. 348/1019581


4

TrapaniOK - SPORT - A cura di Giuseppe Favara

Mercoledì 24 Ottobre 2012

LE PAROLE DI BOSCAGLIA

“È stato il mio miglior Trapani”

Punizione troppo severa per il Trapani Il Lecce fa bottino pieno al Provinciale

U

Un gol del palermitano Foti castiga i granata nel big-match contro la capolista na triste quanto veritiera condanna per il Trapani calcio è arrivata lunedì sera dopo il big-match perso, immeritatamente, contro il Lecce: il campionato è aperto solo per la zona play-off. Se c’era ancora qualche piccolo spiraglio per quanto riguardava il primo posto, è stato cancellato dall’ennesimo successo dei salentini che ora viaggiano a vele spiegate in testa con 22 punti, ben 12 di vantaggio sul Trapani. La terza sconfitta stagionale dei granata, la seconda subita al Provinciale, è stata certamente la meno meritata per la compagine di Roberto Boscaglia che ha fatto davvero di tutto per riuscire a rosicchiare almeno un punto alla corazzata leccese, lunedì in versione “provinciale”. E’ stato di sicuro, come ammesso anche dallo stesso Boscaglia, il miglior Trapani della stagione che si è trovato di fronte un Lecce cinico e a tratti remissivo. Il rammarico più grande è dunque quello di aver giocato una splendida partita corale, ma che non ha fruttato alcun punto alla banda granata. I salentini di Franco Lerda invece se ne sono tornati

Salentini costretti a difendersi I granata escono tra gli applausi a casa con le tasche piene dopo una partita in cui sono riusciti a finalizzare l’unica occasione concessagli dal Trapani su una disattenzione difensiva. Per tutto il resto della gara i granata hanno cercato in tutti i modi di abbattere il muro difensivo eretto dai giallorossi che si sono affidati ai lanci lunghi per Foti o

alle ripartenze dell’indomabile Chiricò per impensierire la retroguardia trapanese. Non si può davvero appuntare nulla al Trapani visto lunedì sera, se non il fatto di non essere riuscito ad impensierire mai Benassi: troppi cross bassi mal sfruttati e qualche leziosismo di troppo in avanti. Boscaglia le ha tentate

tutte inserendo Romeo, Gambino e Docente per gli sfiancati Madonia, Mancosu e Abate, ma il risultato non è cambiato in alcun modo. L’unico sussulto è arrivato nel finale con una sforbiciata ravvicinata di Docente che però è stata respinta dalla difesa ospite. Del big-match di lunedì sera, oltre ai notevoli ascolti registrati su RaiSport1, rimangono le cattive condizioni del terreno di gioco e il segnale distensivo dei tifosi verso la squadra, applaudita prima, durante e dopo la gara. Un grande gesto nei confronti di una squadra che ha dato battaglia per 94’ contro una compagine che fino a qualche mese fa lottava per la salvezza in serie A e che è stata messa alle corde come mai le era successo in questa stagione. Vedere il Lecce di Giacomazzi, Esposito e Chevanton arrancare in difesa non è roba da poco, al Trapani va dato questo merito. Per ritornare a far punti bisognerà attendere la trasferta di domenica prossima col Portogruaro. I granata, ora settimi con 10 punti, non possono più perdere terreno nei confronti delle altre rivali.

“Abbiamo fatto la nostra gran bella partita, una delle migliori da quando io sono qua, per carattere, forza, grinta e naturalmente potevamo finalizzare meglio. Contro una squadra così forte abbiamo fatto una gran partita. Sono soddisfatto perchè abbiamo chiuso il Lecce nella loro metà campo specialmente nella ripresa. Abbiamo sempre tenuto il pallino del

gioco in mano e purtroppo in una ripartenza abbiamo subito gol e questo ci è costato la partita. Non posso rimproverare nulla, è stato fatto tutto quasi alla perfezione e in questo quasi c’è il gol del Lecce. Mi hanno fatto piacere gli applausi finali del pubblico che voglio ringraziare apertamente per il grande sostegno. Questo è il pubblico che desideriamo”.

Nordi s.v.: Inoperoso per tutto il match, non può nulla sul gol di Foti. Rizzi 7: Un treno sulla fascia sinistra. Contiene alla grande Falco e si propone repentinamente in avanti dando il via alle migliori occasioni granata. Avrebbe meritato il gol con quel destro (suo piede non preferito) di poco alto sulla traversa. Pagliarulo 6,5: Da buon foggiano disputa il suo derby personale nel migliore dei modi. In mezzo alla difesa è un muro invalicabile che fa a sportellate con Foti innervosendolo. D’Aiello 5,5: Liscia il cross di Chiricò destinato a Foti e questo pesa tanto sulla sua gara e sulla sconfitta granata. Lo Bue 6: Soffre tremendamente Chiricò per un breve periodo del primo tempo, ma poi gli prende le misure e lo costringe a cambiare fascia. Manca un po’ in fase offensiva. Tedesco 6,5: Mette tutta la sua esperienza a favore dei compa-

gni di squadra e si fa sentire sempre in mezzo al campo. Caccetta 6,5: Si prodiga in fase difensiva arpionando palloni in ogni zona del campo, poco incisivo in inserimento. Sfiora la rete con un colpo di testa dei suoi. Basso 5,5: A tratti latita troppo sulla fascia destra e risulta impreciso nei tanti cross messi in mezzo. Abate 5,5: Tanto lavoro là davanti, come al solito, ma stavolta poco produttivo. Esce stremato. Madonia 6: Prova ad accendere le idee in attacco ma non punge come potrebbe. Mancosu 5,5: Tanta corsa ma pochi palloni giocabili. Romeo, Gambino e Docente 5,5: Entrano a partita in corsa ma non incidono più di tanto, il muro giallorosso è invalicabile. All. Boscaglia 6,5: Le tenta tutte, sparando tutte le sue cartucce a disposizione. Gli dice male solo il risultato.

LE PAGELLE DEL TRAPANI


trapaniok 24-10-12