Page 1

EE FR

S ES R P

TrapaniOK

L’INFORMAVELOCE SU CARTA DELLA PROVINCIA DI TRAPANI

SETTE NUOVI VOLI PER L’ESTATE RYANAIR PUNTA ANCORA SU BIRGI WWW.TRAPANIOK.IT

di Nicola Baldarotta

Voli e volontà

La cosa che potrebbe far sorridere i più è che abbiamo rischiato veramente di vedere svanire un sogno, forse il più tangibile poichè anche vissuto in parte, e c’è chi ancora si aggrappa ad aspetti secondari come l’aggiunta della specifica “Marsala” alla definizione di “Aeroporto di Birgi”. E’ vero, il Vincenzo Florio viene identificato (e riconosciuto anche nelle definizioni tecniche internazionali) come l’aeroporto di Trapani. Siamo veramente sicuri, però, che è solo per questo motivo che i turisti che arrivano a Birgi si indirizzano solamente verso il capoluogo snbobbando il resto della provincia? C’è del vero, per carità, ma non basta aggiungere un nome proprio di città ad un nome proprio di aeroporto per far arrivare vacanzieri spendaccioni a frotte... Chiamiamolo pure aeroporto di Trapani-Marsala, poco conta ai fini di un incremento turistico se poi non siamo in grado di offrire un adeguato supporto in termin i di logistica e di servizi a quei turisti che vorremmo vedere scorrazzare per le vie cittadine. Serve cambiare mentalità. Non dovrebbero venircelo a dire dall’Irlanda, dovremmo essere già in grado di rendercene conto da soli: un aeroporto che funziona può far arrivare o partire centinaia di migliaia di persone. Per farle rimanere a casa nostra, però, serve organizzare una rete, una strategia di attrazione turistica che possa realmente promuovere tutto il territorio provinciale, puntando sulle specificità delle singole città o paesi che dir si voglia. Serve collegare il territorio, serve garantire l’acqua, serve aprire i musei e organizzare eventi... serve tenere aperti gli uffici informazioni e serve tanta buona volontà. Il resto è solo confusione...

.it

Mercoledì 19 Dicembre 2012, n°58 Anno XII 3000 copie distribuite

Superata la crisi dovuta alla guerra libica, l’aeroporto Vincenzo Florio torna ad essere competitivo

L’aeroporto Vincenzo Florio, di Birgi, torna a credere in una stagione di rilancio che possa, finalmente, far dimenticare il brutto periodaccio legato alla guerra in Libia e che ha costretto la compagnia Ryanair a ridimensionare le tratte da e per l’aeroporto trapanese. Ieri mattina la compagnia aerea irlandese ha annunciato una crescita significativa per l’estate 2013 a Trapani, con 7 nuove rotte per/da Bratislava, Goteborg, Kaunas, Lubecca, Manchester, Rzeszow e Varsavia. Intervenendo durante la conferenza stampa organizzata ieri mattina proprio nella sala riunione dell’aeroporto di Birgi, Michael Cawley di Ryanair ha dichiarato: “Questa è la prima estate dalla crisi libica in cui Ryanair è libera di operare senza restrizioni NATO. Le nuove rotte Ryanair da Trapani avranno inizio ad aprile e saranno disponibili per la prenotazione su www.ryanair.com da oggi”. Un annuncio di grande impatto per il territorio della provincia di Trapani che, ormai è un dato di fatto sul quale nessuno può sin-

dacare, ha vissuto un periodo di crescita economica (soprattutto legata al turismo) grazie alla presenza di Ryanair nell’aeroporto Florio. Crescita che, stando ai dati riportati dallo staff di Ryanair, continuerà. Ryanair crescerà a Trapani, infatti, come segue:

• 35 rotte • 7 nuove rotte: Bratislava, Goteborg, Kaunas, Lubecca, Manchester, Rzeszow e Varsavia. • 290 voli settimanali (più 24%) • 1,75 milioni di passeggeri (più 17%) • 1.750** posti di lavoro a Trapani.

mosa arena di 10.000 posti della capitale belga. Prevista una tournée internazionale per i prossimi anni in prestigiosi teatri del mondo. Giuseppe Marino che interpreta nel musical il ruolo dei "Lost Boys" è stato scelto dopo aver superato le audizioni, organizzate dalla produzione belga-olandese a Parigi, Bruxelles e Roma.

Giuseppe Marino si è formato alla SPID Dance Academy, scuola di danza, teatro e canto con sede a Milano. Ha intrapreso la sua carriera di danzatore professionista partecipando ad importanti produzioni di teatro e musical e si è esibito nei più grandi teatri italiani. Non possiamo che fare i complimenti a Giuseppe Marino.

Numeri che dimostrano come la strada seguita negli anni passati sia stata più che vincente. Per festeggiare il ritorno ad un piena operatività, infatti, Ryanair ha festeggiato il suo programma estivo 2013 a Trapani lanciando una promozione con posti a partire da 8euro per viaggiare sul

suo network europeo a gennaio, che saranno prenotabili entro la mezzanotte (24:00) di domani (20 dicembre). Le 7 nuove rotte Ryanair da Trapani, come si diceva, avranno inizio ad aprile e saranno in vendita su www.ryanair.com da oggi. Cantare vittoria però non è ancora dovuto considerato che lo stesso Michael Cawley ha sottolineato la scarsa attenzione mostrata dai politici e dal mondo imprenditoriale verso l’aeroporto: "Trapani è l'aeroporto che cresce di più ma chiediamo ai politici e agli imprenditori di supportarci nella crescita dello scalo. I politici locali dovrebbero perorare questa causa a Roma. Gli imprenditori del comparto turistico-ricettivo, invece, dovrebbero fornire il loro supporto, incrementando la capacità del territorio di attrarre il flusso turistico, creando le condizioni per spingere gli stranieri a scegliere Trapani per le vacanze. Sul futuro di Birgi? "Abbiamo presentato un piano di sviluppo - ha concluso Cawley che prevede, per i prossimi anni, un ulteriore incremento di 500.000 passeggeri".

Ballerino trapanese nel cast internazionale del Musical “Peter Pan”

Giuseppe Marino, danzatore trapanese, fa parte del casting internazionale del musical "Peter Pan" del regista belga Luc Petit. Lo spettacolo Peter Pan, un perfetto mix di teatro, danza, canto ed effetti visivi, vede sul palco più di 80 artisti e sarà in scena a Bruxelles dal 20 dicembre al 6 gennaio presso Forest National, la fa-


2

TrapaniOK

UP

Matteo Angileri

DOWN

Aeroporto V. Florio

Dove e Quando

Consiglio comunale

Dove e Quando

Presepi di corallo

Provincia, “I lavoratori precari vanno tutelati” parola di Poma Per lui un importante incarico in Provincia

Per l’estate prossima sono stati incrementati voli

Domani sera, Palazzo Cavarretta - Trapani

Al Museo di Torre di Ligny Fino al 21 dicembre

Venerdì pomeriggio fissato un incontro risolutorio

“Il problema è politico ma a livello regionale. La Regione Siciliana deve dare una risposta positiva. Intanto ho invitato anche il Commissario Straordinario dell’Ente a prendere parte all’incontro previsto per venerdì 21 dicembre con l’Ufficio di Presidenza del Consiglio, i Capigruppo, il Segretario Generale e i Dirigenti interessati. In quella sede tutti i rappresentanti del Consiglio Provinciale spingeranno perché si vada incontro alle esigenze dei lavoratori, ricercando almeno una soluzione mediana”. Lo afferma il Presidente Peppe Poma sintetizzando la posizione del Consiglio Provinciale ai cui lavori ieri, lunedì sera, ha assistito la gran parte degli oltre 200 dipendenti precari i quali, non condividendo le proposte fin qui formulate dall’Amministrazione, sulla base peraltro di quanto disposto dalla vigente legislazione in materia, dopo un’assemblea spontanea che ha fatto seguito alla conclusione della seduta consiliare, con la partecipazione del Segretario Generale della CGIL trapanese, Mimma Augurio, hanno

POLITICHE 2013

Slitta a sabato o, al massimo a domenica, la Direzione provinciale del Partito Democratico di Trapani a causa della convocazione, per la stessa giornata, della Direzione Regionale del partito che si terrà alle 15.30 presso il Jolly Hotel di Palermo. In provincia di Trapani, anche se dimissionario, il direttivo sarà presieduto dall’onorevole Baldo Gucciardi nella qualità di segretario provinciale. Ci sono da stabilire i candidati alle politiche nazionali 2013. Parecchi i pretendenti che saranno proposti dalle diverse aree provinciali del Partito Democratico. Per Trapani sembra in pole position l’avvocato Dario Safina, presidente provinciale del Pd.

anche minacciato l’occupazione dell’Aula “Piersanti Mattarella”. Tutto comunque è rimasto nei limiti della civile contestazione da parte di persone che, in taluni casi anche dopo più di vent’anni di lavoro, seppur precario, reclamano piena chiarezza e prospettive certe a pochi giorni di distanza dalla scadenza del 31 dicembre 2012 che per molti di loro potrebbe anche significare l’ulteriore pesante ridimensionamento di uno stipendio già asfittico.

TRAPANI

L’Amministrazione, com’è noto, ha già avviato le procedure per la stabilizzazione del personale precario con riguardo ai soli processi assunzionali previsti dalla specifica normativa, limitatamente cioè al personale da inquadrare nei livelli retributivi-funzionali (cat. A e B) per i quali non è richiesto il titolo di studio superiore a quello dell’obbligo. Il percorso rimane tuttavia subordinato al rispetto di tutta una serie di vincoli finanziari in materia di spesa per il perso-

nale, formulati nel gennaio scorso dalla Corte dei Conti Siciliana, per cui sarebbe necessario procedere alla contrattualizzazione al minimo di 18 ore settimanali di tutti gli aventi diritto rispetto alle attuali 30 ore. In altri termini, si prospetterebbe un vero e proprio salasso retributivo che ha provocato la decisa reazione degli interessati anche perché, come viene precisato nella relazione fornita dal Dirigente di Settore su richiesta del Presidente del Consiglio, laddove si volesse procedere all’assunzione per 24 ore settimanali, il numero minimo, nel rispetto del turnover, sarebbe di circa 82 unità, mentre per 30 ore settimanali, tale minimo scenderebbe a circa 55 unità. Questa ipotesi è stata praticamente respinta da tutti i Consiglieri intervenuti nel prolungato dibattito: da Daidone a Chiofalo, da Russo ad Ortisi, da Sucameli al Presidente Poma, da Passalacqua a Ricciardi. Comune denominatore: occorre fare la dovuta chiarezza ed assicurare un futuro dignitoso a tutti i lavoratori interessati.

Il litorale di Marausa va sistemato Sopralluogo del Sindaco e dei funzionari

Sopralluogo tecnico, ieri mattina, sul litorale di Marausa, da parte del sindaco Vito Damiano insieme al dirigente dell’8° settore Eugenio Sardo ed ai funzionari della Protezione Civile Comunale. Il sopralluogo si è reso necessario poichè il Sindaco ha voluto rendersi conto della grave situazione ulteriormente compromessa dalle recenti mareggiate che hanno provocato danni alla carreggiata che costeggia il mare e che rischia di compromettere le opere realizzate negli anni decorsi.

Mercoledì 19 Dicembre 2012

L’OPINIONE DI...

“Il Palazzo di Giustizia non è un porto di mare”

Da cronista di giudiziaria, desidero mettere a disposizione dei lettori di Trapaniok la mia testimonianza: il Palazzo di giustizia non è il Colosseo, né un porto di mare. Se c’è stata una falla sui controlli all’ingresso, come è stato denunciato da queste pagine, è da classificare come un evento assolutamente eccezionale. Sicuramente non è la regola. Un sottufficiale dell’Arma, appena qualche mese addietro, non avendola riconosciuta (nonostante fosse scortata) ha addirittura bloccato all’ingresso Teresa Principato, procuratore aggiunto di Palermo. (Dell’episodio sono testimone oculare). Tuttavia, nessun sistema è mai perfetto. Ma un’eccezione, una rarissima eccezione, non deve e non può essere scambiata per pressapochismo. Dopo aver avuto un dialogo telefonico con il direttore, Nicola Baldarotta, inerente l’articolo “Senza controlli in Tribunale”?, ho accolto con piacere l’invito ad intervenire sull’argomento, perché ritengo che, in un momento delicato come quello attuale, è indispensabile sgomberare il campo da possibili equivoci. Il Palazzo di vetro sta attraversando un periodo carico di tensione: nel parcheggio, video sorvegliato, è stata manomessa l’auto blindata del pm Andrea Tarondo; da una delle stanze del Tribunale, molto probabilmente,

PROVINCIA

è scomparso un proiettile che faceva parte dei reperti balistici relativi all’omicidio di Mauro Rostagno. In un ascensore sarebbero stati trovati dei messaggi intimidatori nei confronti del procuratore capo, Marcello Viola, in città da un anno. E’ di questi giorni la notizia di un presunto “corvo”. Insomma, gli ingredienti per far salire la tensione ci sono tutti. Immaginare il Palazzo come un supermercato, dove ognuno entra ed esce liberamente, può portare a gratuite considerazioni, può far pensare che qualcuno dall’esterno sia entrato per manomettere l’auto del magistrato o per scrivere dentro un ascensore. No, la questione è molto più complessa e, nel contempo, estremamente delicata. Ecco perché è necessario, opportuno e indispensabile non confondere una possibile falla nel sistema di sicurezza con i mali del Palazzo. Perché i mali sono molto più gravi e subdoli, difficili da scoprire e, quindi, naturalmente, da sconfiggere. Una lettura affrettata e semplicistica dei fatti potrebbe, involontariamente, fuorviare, attribuendo facili responsabilità, su fatti gravissimi, a carico di soggetti estranei al contesto. Trapani era ed è una città dei misteri. E di questo dobbiamo tenerne sempre conto. Ancor di più quando le nubi si addensano nei centri nevralgici del potere! Gianfranco Criscenti

Matteo Angileri presidente

Il sindaco ha disposto, oltre agli interventi necessari e urgenti di messa in sicurezza la realizzazione di un ulteriore

stralcio di lavori per il completamento del marciapiede e la protezione e salvaguardia di quello esistente.

Matteo Angileri è il nuovo Presidente della Commissione Consiliare Permanente “Lavori Pubblici, Appalti di Servizi e Trasporti” del Consiglio Provinciale di Trapani. La nomina è avvenuta stamani alla unanimità dei componenti della stessa Commissione che, oltre al neo Presidente, sono i Consi-

glieri Provinciali: Salvatore Campanella (Vice Presidente), Andrea Burzotta e Gaspare Canzoneri. “Ringrazio i colleghi per la fiducia accordatami – ha dichiarato Matteo Angileri – e certamente posso garantire che non lesinerò sforzi, nell’ambito delle importanti competenze della Commissione”.

TrapaniOK.it

Redazione Web: Marina Angelo redazione@trapaniok.it

Editore: EDI.SI. srl via Vincenzo Bellini, 2 91100 TRAPANI P.iva 02446660819 Reg. Tribunale di Trapani N°273 del 17-10-2001 Direttore Responsabile: Nicola Baldarotta direttore@trapaniok.it Redazione Sport: Giuseppe Favara

Grafica: Francesco Vivona Per la pubblicità: 333/4181132 Foto: Agenzia Trapani Press

Trapani Ok lo trovi nei migliori bar di Trapani, Erice, Paceco, Valderice (frazioni comprese) Stampa in proprio Responsabile processi stampa Pasquale Strazzera


3

TrapaniOK

UP

Donna paralizzata Ha mosso il proprio braccio col pensiero

DOWN

Crollo palazzine PA Sono 4 le vittime trovate sotto le macerie

Dialettologia

ITALIANO: fiato

Dove e Quando

Natale con maestranze Venerdì h 19:30 chiesa del Purgatorio

Il “Pop ancestrale” di Pia conquista la città capoluogo SICILIANO: ciatu

Successo per la personale “Alfabeta” dell’artista trapanese

21 lettere, quelle che compongono l’alfabeto italiano, 21 opere singolari. Sono quelle in mostra presso i Magazzini dell’arte contemporanea di via Custonaci, in pieno centro storico a Trapani, realizzate dall’artista trapanese Pia Marchingiglio. La mostra si intitola, appunto, ALFABETA e propone, per ogni lettera dell’alfabeto, un pezzo di vita (possa essere una canzone o una leggenda mitologica) interpretato abilmente dall’estro di Pia Marchingiglio che ha usato i colori ancome a voler cestrali, rappresentare un tuffo nel passato, che venivano utilizzati nei graffiti. L’ocra è la protagonista assoluta delle tele di Pia Marchingiglio. Un elemento, un simbolo, un richiamo... tutti vengono ripetuti non in maniera ossessiva ma quasi ipnotica. E’ la danza della vita che prende forma attraverso le lettere... A come Alfa, E come Eros, e così via... Pia tocca le tele con i pennelli della sua anima e invita lo spettatore a compiere una sua, personale, riflessione su quello che

TRAPANI

viene immortalato nelle tele. Un lavoro complesso ma semplice, allo stesso tempo, che si richiama moltissimo alla Pop Art di Andy Warhol ma, a differenza di quest’ultimo, non eccede in colori sgargianti o fosforescenti. L’artista, tra l’altro, è andata oltre ed ha scelto di coinvolgere coloro che andranno a visitare la Personale finendo la “collezione esclusiva” proprio in questi giorni. Mancano, infatti, ancora cinque lettere dell’alfabeto e, quindi, altrettante opere che Pia Marchingiglio, da oggi, finirà proprio nella Galleria

Nuove ambulanze all’Azienda ospedaliera

Sono state consegnate ieri mattina le 10 ambulanze acquistate dall’ASP di Trapani, per un importo di spesa pari ad € 800 mila. Dopo la consegna ufficiale, è stato avviato l’iter di collaudo da parte di una apposita commissione e contestualmente si è dato seguito all’iter assicurativo degli stessi mezzi. Le nuove ambulanze tra qualche giorno saranno consegnate ai vari presidi ospedalieri : Trapani, Marsala, Castelvetrano, Mazara, Alcamo e Salemi.Tre dei nuovi automezzi di soccorso sono corredati di culletta termica neonatale, queste ambulanze verranno destinate agli ospedali di Tra-

pani, Marsala e Castelvetrano. Questa mattina alle ore 10.30, invece, verrà inaugurato il punto ristoro all’interno della Cittadella della Salute. Il nuovo servizio è stato affidato ad un cooperativa sociale di tipo B promossa dalla Diocesi di Trapani e darà spazio lavorativo a tre persone diversamente abili, a cui l’ASP di Trapani ha concesso i locali in comodato d’uso. Con la realizzazione di questo servizio, si raggiunge, dunque, anche un obiettivo volto alla riabilitazione del paziente psichiatrico che trova nell’inclusione sociale uno dei suoi punti cardine.

dei Magazzini d’Arte contemporanea diretti da Antonio Sammartano. L’esposizione è stata inaugurata la settimana scorsa al Museo di Torre di Ligny, dove in collaborazione con l’associazione Euploia presieduta dalla vulcanica Ivana Inferrera, ha attratto centinaia di persone. Pia Marchingiglio è nata a Trapani nel 1965, città in cui ha vissuto fino al 1983, anno in cui si è trasferita a Roma dove ha frequentato l’Accademia di Belle Arti – allora diretta da Toti Scialoja – conseguendo il diploma di laurea

TRAPANI

in Pittura. Durante gli anni di frequenza all’Accademia, ha ricevuto commissioni per la realizzazione di opere pittoriche sia da privati che da aziende (tra tutte, la Banca Popolare di Milano). In questo periodo espone in diverse occasioni presso varie organizzazioni artistico-culturali dislocate in tutto il Paese: Galleria di Ripetta ed ex Stabilimenti Peroni, a Roma, Biblioteca Comunale di Perugia, Centro Servizi Culturali del Comune di Trapani, Dal Dicembre del 2003 ha nuovamente iniziato ad esporre con la personale organizzata presso i Mulini di San Cusumano, ad Erice mare. Dell’Agosto del 2006 è l’esposizione all’ex Convento di San Carlo, ad Erice. L’ultima esposizione nel dicembre 2010, in occasione della personale “Due mani di pittura (… e altri utili accorgimenti)” patrocinata dalla Fondazione Pasqua 2000, che ha trovato splendida cornice nella Chiesa degli Artisti, nel centro storico di Trapani. ALFABETA è visitabile tutti i giorni dalle 17 alle 20.30, il fine settimana fino alle 23.

Per non dimenticare l’agente Montalto

A margine dell’incontro tenuto tra alcune scolaresche degli Istituti “Salvatore Calvino”, Simone Catalano”, “Nunzio Nasi”, “Collodi Sturzo” e le detenute della Sezione Egeo, organizzato sabato scorso dal Consigliere Comunale di Trapani e Presidente dell’Associazione Contro tutte le violenze,, Aurora Ranno, è stata consegnata alla signora Liliana Riccobene, vedova dell’agente di Polizia Penitenziaria ucciso dalla Mafia il 23.12.1995,Giuseppe Montalto, la pergamena dell’intitolazione della Casa Circondariale di Alba, alla memoria dell’agente ucciso. Il Comandante della P.P. dr. Giuseppe Romano ha affermato«l’intitolazione della Casa Circondariale di Alba, è stata voluta fortemente dai colleghi della polizia penitenziaria di quella città perché, proprio in quell’istituto, Giuseppe Montalto aveva iniziato la sua breve carriera. Questo è un segno tangibile della vicinanza dei vertici del Dipartimento Amministrazione Penitenziaria verso la famiglia e fa parte di una serie di

iniziative volte a ricordare tutti i caduti della Polizia Penitenziaria». Il Direttore dr. Renato Persico ha invece dichiarato:«Abbiamo scelto di consegnare alla vedova la pergamena, inviata dal Capo del Dipartimento, durante l’incontro con le detenute poichè nell’ambito del progetto sulla legalità denominato “Ci sono anch’io….a me la parola” ci è sembrato naturale parlare di un appartenente al Corpo di Polizia Penitenziaria, ucciso barbaramente dalla Mafia e insignito della medaglia d’Oro al valor Civile alla memoria, e onorarne quindi il ricordo davanti ad una platea di studenti, interessati e a tratti commossi dalla rievocazione dell’episodio da parte della vedova Montalto»

Il meteo in provincia

Mercoledì 19 Dicembre 2012

Mattina 13° NO Sera 13° NNO

Nata a Palermo, la panella, una frittella di farina di ceci, ha conquistato, poi, il palato dell’intera regione fin’anche ad essere esportata in Italia e all’estero. Una regola antica era quella di mangiare le panelle sempre con il pane, così, il panino con le panelle è il classico street food siciliano capace di prendere per la gola grandi e piccini. Quella che vi proponiamo oggi è, dunque, la ricetta delle panelle di Pietro Lombardo. Ingredienti per 6 persone: 500 gr di farina di ceci, 1 litro e mezzo di acqua, sale, pepe, olio. Prendete una pentola antiaderente (per evitare che l’impasto si attacchi sul

fondo), aggiungete la farina e, servendovi di una frusta, amalgamate con l’acqua che verserete un pò alla volta. Quando avrete versato tutta l’acqua continuate a mescolare per evitare la formazione di grumi. Quello fin’ora ottenuto è un impasto piuttosto liquido. Aggiungete un pò di sale e pepe e accendete il fuoco a fiamma bassa ricordandovi di girare continuamente con un cucchiaio di legno fino a quando il composto non avrà preso consistenza. Dopo circa 10/15 minuti, non appena l’impasto sarà denso al punto da iniziare a staccarsi dai bordi della pentola, spegnete il fuoco e

Pomeriggio 15°NNO

Notte 11° N

Le panelle di Pietro Lombardo versate l’amalgama in una teglia non troppo grande. Lasciare raffreddare la pasta di ceci. Poi, quando il composto si sarà raffreddato, capovolgete la teglia e tagliare a strisce prima e a fette poi la crema di ceci ormai compatta. Nel frattempo, in una padella scaldate bene l’olio e procedete immergendo le fette di panelle precedente-

mente tagliate a triangolo, a rettangolo di circa 10×5 cm o secondo la forma che preferite. Lasciare dorare su entrambi i lati quindi adagiare su della carta assorbente. Aggiungere, se necessario, ancora un pò di sale, pepe e, per chi lo preferisce, un po’ di succo di limone. Nella tradizione palermitana, all’impasto si aggiunge anche un pò di prezzemolo e, nel panino, spesso si affiancano alle panelle le crocchè di patate oppure, la carne montana. Buon appetito. Inviate le vostre ricette a redazione@trapaniok.it

VALDERICE

Muore durante partita a calcio Giuseppe Minaudo, 56 anni di Valderice ha giocato la sua ultima partita di calcio. Un malore, probabilmente dovuto ad un infarto, l’ha fatto accasciare a terra. Inutili i soccorsi per Giuseppe, non c’è stato nulla da fare. Minaudo, tecnico di radio-

logia nell'ospedale "Sant'Antonio Abate" di Trapani, sposato con figli, è il cognato del sindaco di Erice Giacomo Tranchida. Oggi alle 9:30 nella chiesetta di Fico, è previsto l’ultimo saluto per il cinquantaseienne valericino.


Il Trapani e Pirrone ci credono: “Il campionato è ancora aperto” 4

TrapaniOK - SPORT

E

Il centrocampista granata, tornato titolare con la Reggiana, fissa bene gli obiettivi ’ un Trapani carico quello che arriva al prossimo impegno di campionato in programma sabato prossimo al Provinciale. A far visita ai granata sarà la Cremonese, una vecchia conoscenza del campionato scorso e che ha tanta voglia di rimettersi in carreggiata per continuare a sperare di rientrare nella corsa ai play-off. Una griglia dei play-off di cui fa pienamente e meritatamente parte il Trapani che è reduce da una sensazionale vittoria esterna contro la Reggiana, un successo che i ragazzi di Roberto Boscaglia hanno voluto a tutti i costi, anche dopo essersi trovati immeritatamente sotto di un gol, come dimostrano le parole del centrocampista granata Giuseppe Pirrone: “Non meritavamo di essere sotto e – ammette - quindi lottavamo su ogni pallone, mettendocela tutta per rimontare e riprenderci quello che ci era stato tolto. Eravamo sotto di 1-0 immeritatamente, poi per fortuna siamo stati bravi a rimontare completamente. Viste le tante occasioni ed il gioco espresso era un peccato trovarsi sotto, però siamo stati capaci e bravi a crederci. La partita si è messa bene e alla fine, soffrendo un po’, l’abbiamo chiusa a nostro favore”. Una partita unica ed una prestazione maiuscola di tutti i giocatori che hanno saputo

Giuseppe Pirrone in azione contro la Reggiana

“Venerdì scorso non avremmo meritato la sconfitta, ci abbiamo sempre creduto” riscattare nel migliore dei modi il ko della giornata precedente contro l’Albinoleffe. Un match che ha evidenziato lo strapotere dell’intera rosa granata, visto che, anche chi ha giocato meno, si è fatto trovare prontissimo: “Tutta la squadra ha fatto un’ottima partita però – prosegue Pirrone adesso dobbiamo dare continuità a quanto fatto venerdì scorso. Abbiamo risposto tutti bene sul campo, anche chi ha

giocato meno fin qui ha tenuto bene il campo fisicamente. Ho saputo che avrei giocato pochi minuti prima di scendere in campo, ci speravo di essere tra i titolari”. Il Trapani è una squadra dal calcio spettacolare e ha dimostrato che può affidarsi a tanti giocatori, sottolineando la non dipendenza da Mancosu e mostrando la grande crescita di Giovanni Abate, giunto già a quota sette reti in campionato: “Siamo in

CALCIO MINORE, MERCOLEDI’ DI RECUPERI

In Prima Categoria spicca Borgata-Favignana Mercoledì di recuperi nelle categorie minori. In Eccellenza si recupererà il big match della 14° giornata tra San Giovanni Gemini ed Akragas, mentre in Promozione sarà la volta del match tra Canicattì e Atletico Corleone. In Prima Categoria spicca senza dubbio la gara d’alta classifica tra la Borgata Terrenove, in quarta posizione, ed il Favignana secondo. La sfida, valevole come recupero della

DOVE TROVI IL TRAPANI OK -TRAPANI AgipCaffè Anymore! Cafè Aris caffe Bar Amsterdam Bar Armonia dei sapori Bar Ced Centro Bar Ciclone Bar Colonna

Bar Efri Bar Exedra Bar Gallery Bar Giovanni e Nino Bar Italia Bar Ligny Bar Magic Bar Mediterraneo

Bar Morana Bar Moulin Rouge Bar Movida Bar Nocitra Bar Piccadilly Bar Todaro Better Mazzola Cafè de la Plaza

dodicesima giornata, metterà di fronte due squadre che vorranno a tutti i costi conquistare i tre punti. I marsalesi, dopo qualche risultato altalenante in campionato, cercheranno di prendere l’ultimo treno per la corsa al primo posto, mentre gli egusei hanno tutte le intenzioni di agganciare in testa il Castellammare. Il match, in programma alle 14.30, è tuttavia ancora in dubbio per le avverse condi-

Caffe Miro Caffe mojto Caffe salemi Ciuri ciuri Coffe and go Confartigianato Grimon Cafè Mahiki Cafè Melograno Cafè Number One

Punto G. Red Passion Ricevitoria (Cicala) Ricevitoria Nicolosi Savoir fair cafè Sciuscià Cafè Svalutation Cafe

Sweet C@fè Tabaccheria Milo Torre pali -ERICE Bar Kennedy Bar Milo Bar Monticciolo Caffè Baraonda Caffè delle

zioni atmosferiche che potrebbero non consentire agli aliscafi di partire da Favignana. L’altro recupero del girone A in programma è Jatina-Don Orione. Due recuperi anche in Seconda Categoria: questa mattina alle 10.30 si giocherà AvvenireRenzo Lo Piccolo Terrasini, mentre nel pomeriggio, alle 14.30, la Libertas Marsala andrà a far visita alla capolista Ezio Roma Calcio Isola. (g.f.)

Rose La coffea Arabica Radio Londra Roxi Bar -NAPOLA Caffe Erice -VALDERICE Avenue Cafè Bar Sport

Bar Venere G & G – Caffè Vespri Sunset Cafè -BONAGIA Bonfiglio Miramare -XITTA Bar Ritrovo -PACECO

Bar Mazzara Bar Sombrero Bar Tiffani House cafe' Pasticceria Sugamiele Vogue Cocktail Bar -GUARRATO Bar dello Sport

tanti in squadra e tutti possono giocare e dare il loro contributo. Cerchiamo sempre di giocare la palla e creiamo tantissime occasioni. Molte partite – continua Pirrone - si decidono sui calci piazzati, noi invece riuscivamo a deciderle attraverso delle bellissime azioni. Abate? Ha già fatto tanto, è vicino al suo record personale e ha ancora tempo per fare meglio. Gambino? Si allena sempre bene, anche lui aspettava questo momento. Lui è fondamentale per il nostro gioco, è imprevedibile e speriamo che possa continuare così perchè ci può dare una grossa mano”. Una mano che potrà servire in un campionato diventato più equilibrato del previsto, anche per quanto riguarda il discorso primo posto: “Il campionato è ancora aperto, ultimamente il Lecce ha avuto qualche problema, però noi dobbiamo guardare a noi stessi e pensare partita dopo partita. Il nostro obiettivo è arrivare tra le prime cinque, si pensava che il Lecce potesse essere più in alto, ma così non è e noi non possiamo che essere contenti e cercare di approfittarne. La Cremonese? Mi ha portato bene l’anno scorso, però quest’anno sarà tutta un’altra storia. Vedremo – conclude Pirrone - di preparare al meglio questo incontro”. Giuseppe Favara

Mercoledì 19 Dicembre 2012

NONO SUCCESSO PER L’EKLISSE’

Devastante Pallavolo Trapani Anche Vibo Valentia finisce Ko

La marcia continua. L’Eklissè Occhiali Trapani archivia la pratica Callipo Sport Vibo Valentia in appena 3 set e può confermarsi in testa al girone H di B2 senza problemi grazie alla nona vittoria in nove giornate. Decisamente troppo alto il gap tecnico tra le due formazioni: i giovanissimi calabresi (l’intero starting six è composto da atleti under 18), oltre a un gioco decisamente prevedibile, hanno mostrato delle incertezze eccessive in fase di ricezione. Nel sestetto titolare di Trapani invece una novità: Aiuto tiene a riposo Burriesci e schiera sin dal fischio d’inizio Geraldi. La banda saccense ripagherà la fiducia accordatagli dal tecnico con una quantità impressionante di ace, meritandosi così il titolo di top scorer della partita con 13 punti. Se il primo set rimane in bilico fino alla seconda pausa tecnica è solamente perché l’Eklissè tarda un po’ a trovare il giusto ritmo. Quando però Mazza e Marino decidono di andarci

giù pesante, la tenzone volge in breve a conclusione e il parziale si chiude sul 25-19. Scollinata la difficoltà dell’avvio di gara diventa tutto più semplice: Tamburello distribuisce equamente le sue palle tra l’opposto catanese e i primi tempi per Blanco e Aiuto può avviare in anticipo il turnover. Entrano Lunetto in regia, Consiglio al centro e Castiglione al posto di Mazza. Finisce 25-14, senza troppi complimenti. Torchia, mister di Vibo, cerca di spezzare il ritmo con i time-out e le sostituzioni che però non riescono a sortire alcun effetto e Trapani appare come una montagna da scalare. Aiuto può quindi optare per la linea verde senza alcun timore: ci sarà così gloria pure per Margagliotti e Genna. I conti vengono chiusi con un netto 25-19 in un set senza storia. Il 22 ad Augusta si punterà a chiudere questo favoloso 2012 con la vittoria numero 10. Silvestro Bonaventura


trapaniok 18-12-12  

trapaniok 18-12-12

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you