Page 1

EE FR

S ES R P

TrapaniOK IL PRIMO QUOTIDIANO DELLA PROVINCIA DI TRAPANI

UNA CIMICE NELL’AUTO BLINDATA DEL GIUDICE ANDREA TARONDO WWW.TRAPANIOK.IT

Trapani città aperta

Le bocche cucite della Procura di Trapani e di quella di Caltanissetta possono significare tutto ed il contrario di tutto. Possono significare che ci sono indagini serratissime e che, quindi, bisogna stare zitti per non dare vantaggio a chi ha compiuto questo gesto allarmante. Possono anche significare che non si ha la certezza di quello che è successo. Di fatto, però, rimane un dubbio grosso quanto una casa. Non sull’eventuale microspia inserita nell’auto blindata del giudice Andrea Tarondo ma sull’affidabilità dei servizi di controllo e sicurezza del Tribunale di Trapani. Come si può consentire ad estranei di entrare nell’atrio del cortile di un Palazzo di Giustizia come quello di Trapani e potere agire indisturbati mentre a) si manomette il finestrino dell’auto di scorta di un giudice b) si installa una cimice o addirittura un Gps che possano monitorare conversazioni e gli spostamenti di un giudice? Infine aggiungerei anche un punto c) siamo in un’era ad alta tecnologia (e la mafia o la criminalità organizzata sono in possesso di attrezzature all’avanguardia da questo punto di vista) e vai a manomettere l’autoblindo di un giudice per collegare fili? Non bastava attaccare una “placchetta” per controllare il giudice da lontano senza entrare nel cortile del Tribunale? A questi dubbi, vogliate perdonarci, non sappiamo oggi rispondere. Anche perché, com’è giusto che sia, dalle Procure in questione non arriva nè smentita nè conferma. Ma Trapani è la città di Gladio e dei servizi deviati, ci si può aspettare di tutto. Anche che qualcuno abbia esagerato nel riportare una “notizia”.

.it

Venerdì 19 Ottobre 2012, n°17 Anno XII 3000 copie distribuite

Episodio sospetto ed inquietante che fa sorgere dubbi sull’affidabilità dei controlli al Tribunale

Il fatto, di per sè, è più che inquietante. La possibile presenza di una microspia è stata rilevata all'interno dell’auto di servizio del procuratore Andrea Tarondo. L’automobile in sosta all’interno del parcheggio del Tribunale di Trapani ha destato il sospetto degli uomini della scorta i quali, si sono accorti che, un finestrino della BMW, l’auto assegnata al magistrato, era aperto. Uno spiffero impercettibile agli occhi dei più ma non ai loro. Così, insospettiti, hanno frugato nell’auto. Sotto al cruscotto, sono stati individuati un paio di fili scoperti che un tecnico specialista in intercettazioni ambientali ha ritenuto compatibili con quelli per l'alimentazione di microspie, rimasti dopo la rimozione della "cimice". L’auto blindata si trova adesso sotto sequestro e, per individuare la presenza di altre eventuali microspie, è stata setacciata pezzo dopo pezzo. Sulla vicenda indaga la Procura di Caltanissetta la stessa alla quale a maggio sono state affi-

date le indagini su un inseguimento in autostrada risalente al 19 aprile scorso, che ha riguardato l’auto blindata del Procuratore della Repubblica di Trapani, Marcello Viola, tallonata per 40 chilometri circa sulla A29. In quell’occasione, un’Audi grigia dai vetri oscurati, veniva notata dagli uomini della scorta sulla Palermo Trapani, tra gli svincoli di Alcamo e Segesta. Viola da Palermo stava andando a Trapani e la blindata su cui viaggiava assieme ai due uomini della tutela è stata “aggan-

ciata” per alcuni minuti, a una velocità che ha raggiunto anche i 200 chilometri orari. Si capì, subito dopo, che non si trattava di un inseguimento ma solo di un automobilista che viaggiava a velocità sostenuta in direzione aeroporto. Numerosi i messaggi di solidarietà inviati al magistrato, soprattutto da parte della classe politica. Tarondo, dal 1996, combatte in prima linea la mafia nel trapanese relativamente non solo ai rapporti che cosa nostra mantiene con l’economia della pro-

vincia ma anche come e con chi li intrattiene. Ha aperto, ad esempio, importanti piste che parlano di rapporti tra mafia e politica e ha scoperto interessanti legami che il boss Matteo Messina Denaro, aveva nel trapanese. In queste settimane proprio il Tarondo aveva denunciato come a Trapani «c’è chi soprattutto tra i politici continua a non rispettare la distanza di sicurezza dalla mafia». Legittimo chiedersi come mai sia stato possibile entrare nel cortile del Palazzo di Giustizia di Trapani e, dopo avere forzato l’auto blindata di uno dei magistrati più impegnati nella lotta alla criminalità, avere anche il tempo di manomettere i fili sotto il cruscotto per installare, così si presume, una microspia o addirittura un marchingegno Gps con il quale pedinare via satellite lo stesso giudice Tarondo. Ma a Trapani succede, o può succedere, anche di peggio. Sull'episodio in questione, riportato da alcuni organi di stampa regionali e nazionali, la Procura di Trapani sinora non si

Il consigliere comunale di Erice, Vincenzo Caico, contesta la scelta avallata dal consiglio comunale della vetta con l’approvazione della delibera sulla riduzione delle tariffe per la funivia. “Pur avendo votato favorevole all’intera delibera, ho rilevato in essa alcune criticità e, in partico-

lare la tariffa ridotta per i ragazzi fino a 14 anni ,mentre la riduzione del biglietto prima era fino a 18, e la tariffa ridotta solo per alcune associazioni sportive”. “A mio parere in questo modo afferma Caico - si esclude una fascia importante di giovani utenti a cui a mio modo di vedere deve

è espressa. Si sono espressi, invece, diversi esponenti della classe politica locale ed anche alcune associazioni. Su tutti riportiamo uno stralcio del comunicato inviato dal coordinamento provinciale di Libera: “In questi anni abbiamo avuto modo di apprezzare, infatti, l’ottimo lavoro che il magistrato emiliano ha svolto a Trapani, rendendosi protagonista di alcune tra le più importanti inchieste contro la criminalità organizzata locale. Indagini che ci hanno consentito di avere un quadro più completo dei rapporti tra la mafia, le istituzioni, il mondo delle imprese e delle professioni. Nell’esprimere la nostra solidarietà e nel ribadire la nostra stima nei confronti di Andrea Tarondo, confidiamo che le indagini avviate dalla Procura di Caltanissetta possano far piena luce su quest’episodio. Al contempo, auspichiamo un intervento da parte del Ministero degli Interni affinché venga al più presto rafforzata la protezione nei confronti di Andrea Tarondo”.

Funivia, Caico contesta la riduzione delle tariffe pur avendola votata

essere data invece particolare attenzione soprattutto considerato che con una piccola tariffa si può evitare l’uso di motocicli per recarsi in Vetta con risvolti positivi sia su inquinamento,posteggi sia per evitare pericolosi incidenti che nei fine settimana possono verificarsi.”


2

TrapaniOK

UP

Vertenza Megaservice

DOWN

Gaspare Ernandez

Dove e Quando

Beppe Grillo a Trapani

Il meteo in provincia

Mattina 15° SE

Megaservice, fatture pagate Poma: “Fermate lo sciopero” A breve saranno pagati altri 2 stipendi ai lavoratori

Nominato commissario a Favignana, contestato

Domani H 21.00 alla “Chiazza”

Pomeriggio 28°SE

Venerdì 19 Ottobre 2012

VERSO LE ELEZIONI

Alberto Di Girolamo punta sul volontariato

LISTA

Il provvedimento è stato disposto dalla Giammanco

Undici ore di riunione e di dibattito per arrivare ad un primo momento di condivisione e di serenità. Il Commissario Straordinario della Provincia Regionale di Trapani, Luciana Giammanco, ha disposto il pagamento delle fatture già verificate dagli organi competenti. A conclusione dell’importante quanto approfondito lavoro di verifica, svolto in contraddittorio per tutta la giornata di mercoledì dall’apposito tavolo tecnico, della situazione contabile dei crediti vantati dalla Mega Service S.p.A. nei confronti della Provincia Regionale di Trapani, il Commissario Straordinario dell’Ente, Dott.ssa Luciana Giammanco, ha formulato ieri mattina apposita direttiva ai competenti uffici al fine di procedere con immediatezza al pagamento e alla liquidazione delle fatture sulla cui documentazione è stata fatta piena chiarezza. Si tratta, per la precisione, di fatture in pagamento per €201.604,20 e di fatture in liqui-

dazione per €13.687,00=, per un ammontare complessivo di oltre 214 mila euro. Il tavolo tecnico, composto dal Presidente del Consiglio Provinciale, Peppe Poma, dal Segretario Generale della Provincia, Giuseppe Scalisi, dall’ingegnere Antonino Candela, responsabile dell’U.T.P., dal Presidente della Mega Service, Girolamo Signorello, dal direttore amministrativo, Salvatore Montemario (nella foto a sinistra), dal direttore tecnico, ingegnere Pietro Bruno, della stessa Società, ha inoltre accertato fatture per le quali necessita ulteriore attività istruttoria per €323.403,29.

Per queste ultime il Commissario Giammanco ha già disposto che i competenti uffici provinciali provvedano con celerità a porre in essere ogni adempimento volto a completare appunto l’iter istruttorio. “L’auspicio adesso è che i dipendenti della Mega Service possano decidere di sospendere lo sciopero, peraltro già in atto da 4 giorni, ringraziandoli in ogni caso per il senso di responsabilità sempre dimostrato anche nei momenti, come quello attuale, di maggiore difficoltà, per la cui risoluzione è interesse reciproco che si dia corso al più presto alla ripresa dei lavori già

affidati alla Società partecipata che potrà così fare affidamento su ulteriori introiti finanziari”. Lo ha dichiarato il Presidente del consiglio provinciale di Trapani, Peppe Poma (nella foto a destra) commentando il positivo lavoro svolto dal tavolo tecnico circa la situazione contabile dei crediti vantati dalla Mega Service S.p.A. nei confronti della Provincia Regionale. “Un grazie – ha aggiunto Poma – va anche ai responsabili delle organizzazioni sindacali di categoria, in particolare a Domenico Rizzo, Franco Colomba e Mimma Argurio della Cgil e Filippo Ancona della Cisl, per la disponibilità e l’importante apporto dato al migliore esito della vicenda”. Per il Presidente della Megaservice: “Questo provvedimento consentirà di pagare ai dipendenti altre due mensilità”. Anche Signorello si rivolge ai lavoratori in sciopero chiedendo loro di interrompere lo stato di agitazione. NB

VERSO LE ELEZIONI - Riceviamo e pubblichiamo

I lavoratori dell’AST suddivisi fra Ruggirello e Camillo Oddo Egr. Sig. Baldarotta Nicola, con la presente, ci preme precisare quanto segue: con riferimento a quanto pubblicato dal Vs giornale, TrapaniOK in merito all’incontro dei lavoratori dell’Azienda Siciliana Trasporti con il candidato Presidente Musumeci, non trattasi di tutti i lavoratori dell’AST di Trapani bensì di un esiguo gruppo la cui finalità è di dare sostegno, manifestando le proprie esigenze, ai candidati in riferimento. Cosa che del resto gli scriventi, nominati portavoce da un congruo numero di lavoratori dell’AST

di Trapani, espletanti le diverse mansioni nell’Azienda, hanno manifestato al candidato all’Assemblea Regionale On. Camillo Oddo, le proprie preoccupazioni inerenti le effettive difficoltà in cui versa l’AST spa e nella particolarità le esigenze della struttura di Trapani ricordando che, il trasporto nella provincia di Trapani, non solo quello finalizzato alle tratte dove i guadagni sono rilevanti e per questo interessanti a qualche compagnia privata, sono espletate dall’AST e che, per questo si rammenta, oltre al servizio dei pendolari e

studenti si effettua anche un servizio sociale in quanto sia i pensionati a basso reddito che alcuni portatori di handicap sono in possesso di particolari tessere che danno loro il diritto al trasporto. Di tutto questo, il candidato On. Camillo Oddo, sensibilizzato dalle effettive preoccupazioni dei predetti lavoratori, avrebbe attenzionato l’argomento e leproblematiche sopra descritte al candidato Presidente Crocetta. I lavoratori AST di Trapani Francesco Milana e Ignazio Pecorella

“Il mondo e i problemi del volontariato e dell’associazionismo devono essere immediatamente affrontati dalla Regione. Le istituzioni e la politica hanno il dovere di andare incontro ai meno fortunati, aiutando le associazioni che si fanno carico delle pro-

FAVIGNANA

blematiche di migliaia di cittadini”. Lo ha detto Alberto Di Girolamo, candidato alle elezioni regionali del 28 ottobre, all’incontro con gli operatori del volontariato. “L'informatizzazione potrà dare un apporto fondamentale – ha continuato di Girolamo – per garantire meno burocrazia, pratiche più veloci e trasparenti”. Nella giornata di ieri, il candidato ha incontrato i cittadini e simpatizzanti delle contrade Paolini, Rakalia e Madonna Alto Oliva, ai quali ha fatto l’unica promessa che è possibile fare: l’impegno a rivederli periodicamente e non solo nel periodo elettorale, per potersi confrontare e assieme ai cittadini poter amministrare.

Contestazioni egadine al Pdl e ad Ernandez

Il consigliere comunale del Pdl, Nino Maiorana, contesta la scelta del coordinamento provinciale del suo partito di nominare l’ex sindaco di Favignana, Gaspare Ernandez, commissario del par-

VERSO LE ELEZIONI

A seguito della richiesta di aumento delle tariffe fatta dalla compagnia Tragetti per le Isole che dovrebbe entrare in vigore a novembre, l’onorevole Paolo Ruggirello, candidato all’Ars nella lista Nello Musumeci Presidente, interviene in merito: “Tutti stanno vivendo le difficoltà finanziarie ma bisognerebbe mostrare più attenzione ai cittadini che alla fine subiscono le peggiori conseguenze. La questione è stata già stata presa in considerazione per una possibile soluzione, seppur al momento siamo in definizione della nuova classe politica regionale”.

tito nell’arcipelago eguseo. “Gaspare Ernandez con molta probabilità sarà nuovamente candidato a Sindaco nel Comune di Favignana, insomma la solita minestra riscaldata. Inutile dire che la politica del Pdl fatta in questo modo - afferma Maiorana in una nota inviata alla stampa difficilmente potrà trovare consensi tra gli abitanti delle Egadi, sono nettamente contrario a questa nomina, che sono sicuro porterà danno all’immagine del nostro partito”.

TrapaniOK.it

Editore: EDI.SI. srl via Vincenzo Bellini, 2 91100 TRAPANI P.iva 02446660819 Reg. Tribunale di Trapani N°273 del 17-10-2001 Direttore Responsabile: Nicola Baldarotta direttore@trapaniok.it Redazione Sport: Giuseppe Favara Redazione Web: Marina Angelo redazione@trapaniok.it Impaginazione: Francesco Vivona Per la pubblicità: Tel. 347/3918692 Foto: Agenzia Trapani Press Trapani Ok - Free Press lo trovi nei migliori bar di Trapani, Erice, Paceco, Valderice (frazioni comprese) Stampa in proprio


3

TrapaniOK

UP

Pappagalli Tornati in libertà se la godono sugli alberi

DOWN

Comune Castelvetrano Per evitare il crac aumenta IMU

Dove e Quando

Aperimusic Al “58 Spritz” dalle 19:00 con Mr Vince Dj

Dove e Quando

Clown da Corsia 26 ott h15 inizio corso Ospedale di Marsala

Disposte norme e regolamenti per accedere al cimitero Prosegue, intanto, la pulizia dei tombini del capoluogo

Prosegue per tutta la città di Trapani la pulizia di tombini e caditoie, programmata dall’Amministrazione Comunale al fine di evitare eventuali disagi che, in vista dell’inverno, potrebbero insorgere. Dall’inizio dei lavori gran parte della città e della frazione di Xitta è già stata setacciata dai tecnici. Ieri, ad esempio, le vie interessate sono state Corso Vittorio Emanuele (lato Nord), piazza Jolanda (nel tratto est tra Corso Vittorio Emanuele e l’incrocio con le vie Botteghelle e Curuzzella) e via Libertà (lato nord). Oggi, invece, gli interventi riguarderanno via Corallai, Corso Vittorio Emanuele (lato sud, dall’incrocio con via Duca d’Aosta fino all’incrocio con via Libertà), via Libertà (lato sud). Una segnaletica, comunque, verrà posizionata nelle zone interessate per consentire il corretto svolgimento dei lavori e avvisare di non lasciare l’auto in sosta. E i lavori, vengono estesi anche in vista della commemorazione dei defunti, festa per la quale, il Sindaco Damiano, con proprio decreto, ha

emanato una serie di disposizioni comportamentali al fine di consentire una migliore gestione del prevedibile afflusso di cittadini che andranno a fare visita ai propri defunti. In particolare, le estumulazioni di salme saranno consentite fino al 26 ottobre. Entro questa data le imprese edili che operano per conto di privati dovranno sospendere i lavori e provvedere alla sistemazione dei materiali depositati negli spazi adibiti a cantiere di lavoro, rendendoli liberi da cumuli di sabbia, terra, calce e trasportando all’esterno tutto il materiale di risulta. Il 31 Ottobre il cimitero

TRAPANI

Scrutatori sorteggiati

Si sono svolte ieri pomeriggio, in maniera regolare, le operazioni di sorteggio scrutatori alla presenza del sindaco Damiano e di alcuni consiglieri: “Abbiamo svolto un compito istituzionale e obbligatorio per consentire il regolare svolgimento delle elezioni regionali il prossimo 28 ottobre”.

DOVE TROVI IL TRAPANI OK - TRAPANI Bar Al Centro Mouline Rouge Grimon Cafè Bar sciuscià La caffetteria Bar Gallery Bar Nocitra Bar Italia

Aris Caffè Bar Colonna Cafè Mirò Bar Todaro Bar Ciclone Numer One L'esco Pazzo Bar exedra Ricevitoria Nicolosi

Anymore! Cafè Armonia dei sapori Bar Melograno Bar arabica Ricevitoria Cicala Cafè Torre Pali Bar Enjoy Agip caffè Ciuri Ciuri

Punto G Savoir far caffè Bar Giovanni e Nino Bar Mediterraneo Caffè lieto Svalutation cafè Bar magic Fardella 78 Bar piccadilli

comunale resterà chiuso al pubblico. Sarà assicurata comunque la ricezione delle salme e consentito l’ingresso alle persone al seguito del funerale.Nelle giornate dell’1 e 2 Novembre all’interno del cimitero è vietato introdurre e collocare, anche temporaneamente materiali, scale o altro se non espressamente autorizzati, svolgere qualsiasi attività non pertinente alla ricorrenza (raccogliere elemosine o mendicare all’interno del cimitero e sulle scalinate dei cancelli di accesso, nonché nella zona immediatamente adiacente al cimitero). E’ inoltre vietata la cir-

ERICE

Provinciali da sistemare

Il Sindaco di Erice, Giacomo Tranchida, ha sollecitato l’Ente Provincia Regionale di Trapani, con una nota inviata anche al Prefetto di Trapani, di provvedere alla sistemazione stradale, viaria, e alla messa in sicurezza delle strade provinciali che da valle portano alla

Confarartigianato Caffè Mojito Caffè Salemi Swett Cafè - ERICE Bar Kennedy Tabacchi Milo Coffè and go Roxy Bar

colazione di qualsiasi veicolo privato in qualsiasi fascia oraria. Inoltre, i soggetti privati che, in occasione della festività di Ognissanti e della Commemorazione dei Defunti, intendono integrare il servizio di scale fornito dall’Amministrazione Comunale presso il cimitero possono presentare apposita istanza al VI Settore, via Libica 1 Trapani, entro le ore 12.00 del 30 ottobre. La richiesta dovrà indicare, oltre ai dati anagrafici del richiedente, la tipologia di scale utilizzate, una dichiarazione sotto forma di atto notorio dalla quale si evince che le scale rispondono ai requisiti delle norme UNI EN 131 1 – 2, che le scale verranno utilizzate esclusivamente dai proprietari e che l’Amministrazione Comunale viene sollevata da ogni tipo di responsabilità per danni a persone o cose. Le autorizzazioni saranno rilasciate a titolo gratuito per un numero massimo di 50, secondo l’ordine cronologico di arrivo all’Ufficio Protocollo ed avranno validità esclusivamente per le giornate dell’1 e 2 novembre. RT

Radio Londra Caffè Delle Rose Bar Milo - NAPOLA Urban Tribe Caffè Erice - VALDERICE Bar dello Sport Sunset Cafè

Caffè Vespri Avenue Caffè Bar Venere - BONAGIA Bonfiglio Mar Miramare - XITTA Bar Ritrovo - PACECO

vetta di Erice, per quelle delle frazioni di Ballata, Tangi e, soprattutto, della strada provinciale Trapani - Pizzolungo esposta a gravissimi pericoli in conseguenza delle mareggiate invernali. Necessario, secondo il sindaco, il consolidamento di guard rail e dei muretti.

House Cafè Pasticceria Sugamiele Bar Mazzara Vogue Cocktal Bar Bar Tiffany Bar Mirage Bar Sombrero - GUARRATO

Bar dello sport - CUSTONACI Forno a legna Il Fornaio

Dove e Quando

Hallowen Party 31 ott az. agr Duca di Castelmonte Trapani

PACECO

Venerdì 19 Ottobre 2012

Il meteo in provincia Sera 23° E

Notte 20° Var.

Rapinano una gioielleria Un arresto e una denuncia

Vito Scalabrino, trapanese, 33 anni, è stato arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Trapani e della Stazione di Paceco in flagranza di reato insieme ad un complice, denunciato in stato di libertà: S.G., 36 anni anch’esso di Trapani. I due, intorno alle ore 20.00 di mercoledì sera, con il volto parzialmente coperto facevano ingresso nella gioielleria “Scarlata”, nel centro di Paceco, come finti clienti. Di lì a poco colpivano al volto la proprietaria svaligiando la gioielleria e la borsa della signora contenente la somma di € 400,00 in contanti, per un

danno complessivo di 10.000,00 Euro. Anche il marito della titolare, arrivato mentre era in corso la rapina, è' stato aggredito dai due, che si sono poi dati alla fuga a bordo di un'auto guidata da un complice. .I tre si dileguavano e abbandonavano, pochi kilometri dopo, l’automobile. I Carabinieri, allertati dai coniugi, hanno subito setacciato la zona rintracciando e perquisivano l’automobile. All’interno dell’auto trovando gli elementi necessari per risalire ai due ladri entrambi raggiunti nelle loro abitazioni. A nulla è servito l’alibi fittizio fornito da Scalabrino che, smascherato, mentre cercava di raggiungere casa dei genitori, veniva arrestato e condotto al carcere di San Giuliano. Per le due vittime sono state necessarie le cure del pronto soccorso da dove sono stati dimessi con una prognosi di 5-7 giorni.

Codice di autoregolamentazione In vista delle prossime elezioni regionali in programma il 28 Ottobre 2012, la EDI.SI. Srl, editrice del quotidiano di informazione cartaceo “TrapaniOK” e del sito online di informazione “www.trapaniok.it”, adotterà i principi alla base della Legge N. 28/2000 “Disposizioni per la parità di accesso ai mezzi di informazione durante le campagne elettorali e referendarie e per la comunicazione politica”. La EDI.SI.  Srl comunica l’ intenzione di pubblicare nei propri spazi messaggi politici elettorali a pagamento. La EDI.SI.  Srl applica un Codice di autoregolamentazione visibile e accessibile a tutti, utenti e operatori del settore, direttamente sul sito www.trapaniok.it Condizioni a) La proposta commerciale riservata alle forze politiche e ai singoli candidati prevede l’applicazione del listino in vigore al momento della richiesta. b) le tariffe per l’accesso agli spazi, come autonomamente determinate dalla scrivente, sono regolate in funzione dello spazio e del tempo utilizzato. Il tariffario è messo a disposizione di tutti ed è possibile richiederlo a mezzo mail all’indirizzo amministrazione@trapaniok.it Regole commerciali a) Le campagne saranno accettate sino a esaurimento dello spazio disponibile. La posizione in cui inserire i messaggi verrà scelta dai partiti e/o dai candidati in base alle disponibilità al momento dell’acquisto. Il criterio di prenotazione è d’ordine cronologico all’acquisto. b) la prenotazione degli spazi da parte dei soggetti interessati dovrà pervenire non oltre il 25 ottobre 2012. La testata terrà conto delle prenotazioni, unicamente, in base alla loro progressione temporale; PER MAGGIORI INFORMAZIONI inviare una mail a: amministrazione@trapaniok.

ANNUNCI

Trapani prima volta bionda 21enne, splendidi massaggi completi, vero relax, pazientissima , dolcissima elegante tutto con calma, ti aspetta. Tel. 331/3231846 Trapani affascinante e dolcissima fotomodella giapponesina, disponibilissima, completissima , tutti i giorni ti aspetta in ambiente riservato, anche la domenica tel. 377/2484619 Trapani signora bionda, gentile ed elegante ti aspetta tel. 320/4518266

____________________________________IMMOBILIARE

Trapani, via Livio Bassi appartamento al 1° piano di mq 83 circa ,soleggiato con 3 balconi ad angolo, composto da soggiorno, 2 camere da letto + cucina abitabile + bagno e ripostiglio no spese condominiali, vendesi euro 92.000,00 trattabili tel. 339/6904404 Trapani - Affittasi per brevi periodi , anche giornalmente, appartamento arredato, max relax e max riservatezza. Tel. 348/1019581


4

TrapaniOK - SPORT - A cura di Giuseppe Favara

Venerdì 19 Ottobre 2012

POLISPORTIVA REAL PACECO

La Pallacanestro Trapani Virtus Tp, brutto esordio cerca il salto di qualità Domani prima casalinga

P

Domenica sfida esterna con il forte Corato

rosegue la preparazione della Pallacanestro Trapani verso la gara di domenica prossima della terza giornata del campionato di basket Dnb. Ieri doppio allenamento per i granata di coach Priulla che completeranno il lavoro settimanale oggi pomeriggio, prima della partenza (prevista per domani pomeriggio) per la trasferta di Ruvo di Puglia contro il Corato. Le sensazioni della banda granata sono positive, soprattutto dopo la bella vittoria di domenica scorsa in casa contro Scauri. Per la guardia-play della Pallacanestro Trapani, Matias Degregori, però non è tempo di esaltarsi ma di continuare a lavorare seriamente: “Sappiamo che possiamo far meglio – ammette Degregori - e che tutto quello che accade la domenica è traduzione di come riusciamo a lavorare nel corso della settimana. Non possiamo dire di essere soddisfatti di quello che abbiamo fatto finora. Il nostro è un gruppo solido e stiamo davvero ponendo le basi dal primo giorno di preparazione per una stagione da protagonisti”. La stagione adesso passa dall’insidiosa trasferta pugliese, dove Trapani cercherà il tanto auspicato salto di qualità: “Affronteremo un’avversaria quotata, che mira

Il pivot granata Luca Ianes

alla vittoria del campionato e per questo sarà un test importante. E’ un campionato davvero difficile, ma la nostra – conclude Degregori - è una squadra che vuole scendere in campo con il piglio giusto contro qualsiasi avversaria”. Tanta voglia di migliorare e di dimostrare di essere all’altezza di una delle corazzate dell’intero torneo di Dnb, quel Corato che il pivot granata Luca Ianes non vede l’ora di affrontare: “Giocheremo contro una formazione di primissima fascia e questo ci potrebbe aiutare ad esprimerci al meglio, ad entrare in campo più sereni. Le nostre gare continuano a dimostrare che possediamo grandi margini di miglioramento, sapere di poter migliorare è sicuramente uno stimolo e – chiude Ianes - nello stesso tempo una certezza che andremo avanti”.

È

Ottimi risultati per i giovani allenati da Pino Barbata

Grasso: “C’è ancora tanto da lavorare”

niziata con una preventivabile sconfitta la stagione cestistica della Virtus Trapani nella serie C regionale. I trapanesi di coach Peppe Grasso hanno perso 69-42 all’esordio in casa dell’Aquila Palermo, una delle compagini più forti del torneo, dimostrando di essere ancora in ritardo di preparazione ma evidenziando ottime riscontri dalla difesa e palesando, invece, note negative in attacco con il solo Montalto a risultare tra i migliori in campo. Pochi allenamenti sulle gambe per i virtussini che secondo coach Grasso hanno disputato una gara troppo brutta: “Abbiamo evidenziato dei limiti anche a causa dei pochi allenamenti nelle gambe al cospetto di un avversario già rodato ed in forma. Tanta confusione soprattutto in attacco, nessuno al posto giusto con canestri facili sbagliati e scarse percentuali al tiro, insomma una partita da dimenticare. Con il lavoro in palestra nelle prossime settimane – prosegue Grasso - possiamo solo migliorare”.Per la Virtus Trapani esordio casalingo domani (alle 18.30), nella seconda giornata, contro la Mia Basket Messina. Da alcune settimane inoltre sono iniziati gli allenamenti delle giovanili, con le formazioni under 15

TERZA CATEGORIA, ECCO LA LIBERTAS TRAPANI

Coach Peppe Grasso

e 17 affidate al giovane coach Nino Colomba (premiato al recente Memorial Benvenuti come miglior coach giovane trapanese): “Il gruppo Under 17 (classe '96 e '97) riparte dalla brillante stagione dello scorso anno in cui è stata protagonista con il secondo posto regionale. Il gruppo si affaccia però alla nuova stagione decimato nei numeri: ben 5 gli elementi in meno rispetto allo scorso anno (3 mancati prestiti dalla pallacanestro Trapani e 2 ritiri) e, seppur integrato da alcuni '96, presenta una rosa risicata. L’Under 17 avrà invece l’obiettivo di essere protagonista, anche se, prima di tutto, auspico di rinsaldare il gruppo, lavorando molto sulla mentalità di squadra e dei singoli e- conclude Colomba - quello di accompagnarli nella loro evoluzione tecnica”.

Ancora ottime prestazioni per la Polisportiva Real Paceco e le sue giovani atlete. La stagione di Silvia Ingrassia e Federica Ganfolfo si è chiusa nel migliore dei modi: un quarto posto assoluto nei 1000 mt per la prima e ottimo piazzamento nel salto in lungo per la seconda ai Campionati Italiani Individuali e per regioni 2012 disputati dal 5 al 7 ottobre a Jesolo. “E’ stata una stagione ricca di soddisfazioni – ammette l’allenatore Pino Barbata - il gruppo sportivo cresce e le ragazze stanno andando alla grande, stiamo lavorando tanto e al momento stiamo raccogliendo ottimi risultati. Abbiamo delle ragazze con un futuro roseo e, per come stanno lavorando, possono certamente aspirare al top a livello nazionale. Le nostre giovani atlete ci rendono fieri e hanno anche un interesse nazionale, tanto che sono state convocate a Formia per uno stage. Ci siamo presentati, con buoni risultati alla “Sale e Saline” di domenica scorsa e adesso la preparazione ricomincerà a dicembre”. Uno splendido lavoro per una poli-

sportiva esemplare che punta sui giovani atleti all’insegna dei più sani valori dello sport. Pino Barbata, che fino a qualche anno fa allenava nelle categorie calcistiche dilettantistiche è affiancato dal Professor Giuseppe Coppola e dall’istruttore-allenatore Giovanni Criscenti: “E’ sempre stato un mio pallino – prosegue Barbata - e dopo essermi dedicato al calcio, ho intrapreso questa avventura con grandi motivazioni. Devo ringraziare tutti i miei collaboratori per lo splendido lavoro e tutti i genitori che fanno notevoli sacrifici per i loro figli”. Oltre alla Ingrassia (campionessa regionale nei 1000 mt cadette) e alla Gandolfo (capace di fare 4.85 nel salto in lungo e impegnata anche negli 80 e 300 mt), la polisportiva Real Paceco ha ottenuto notevoli risultati con la giovane Alessandra Clemente, Giuseppe Ala (campione regionale campestre), Federica Sugamiele (tra le più forti giovani atlete italiane nella categoria Allievi) e Rossella Daidone (impegnata nel triplo e nei 300 mt, tra le prime in Sicilia).

“Vogliamo riportare in alto questa società” Tra passato e presente ecco sorgere una nuova società calcistica dilettantistica a Trapani. Una società nuova ma con un nome antico: Libertas Trapani. Un nome che rievoca splendidi ricordi agli appassionati locali per una società che si contraddistinse negli anni 80 con notevoli e gloriosi risultati nelle categorie dilettantistiche, diventando un simbolo del calcio trapanese di quegli anni. Una società “resuscitata” dal giovane presidente-allenatore Vincenzo Poma che ha tutta la volontà di portare avanti un progetto interrotto più di venti anni fa: “Abbiamo voluto prendere in eredità questo nome – ha detto Poma - per portare avanti i valori di un calcio pulito, istituendo anche un codice etico. Vogliamo continuare quel progetto da dove si era fermato, sperando di emulare i fasti della vecchia società che si è fatta conoscere per i sani valori dello sport. Abbiamo la responsabilità di farci conoscere per i giusti valori e dobbiamo partire da queste basi”. Una società nuova che, dopo l’esperienza allo Sporting Rcb, ha deciso di ripartire con un nome importante dalla categoria più operaia del

calcio: “Creare una società calcistica, oggi come oggi – ha ammesso il vice presidente Nino Sugamele - non è facile, ma cercheremo di superare le difficoltà sperando di riportare in alto i valori di questa gloriosa società”. Alla presentazione della squadra, svoltasi alla Baia dei Mulini, hanno partecipato anche diversi dirigenti della storica società, tra cui anche il presidente Michele Pellegrino che ha auspicato un futuro roseo ai suoi nuovi successori. La guida tecnica è stata affidata, invece, a Pasquale Mazzotta, ex tecnico dell’ Atletico Erice e sceso in Terza Categoria perchè attirato dall’importante progetto: “C’è una società sana – ha ammesso Mazzotta - i ragazzi mi seguono

con dedizione e sto cercando di trasmettere a loro i valori più sani dello sport. Ce la metteremo tutta per fare bene, sia dal punto di vista comportamentale che a livello di risultati sportivi. Ringrazio il presidente per avermi offerto quest’occasione”. Questa la rosa completa della squadra: Adragna (anche dirigente), Bonanno, Ravazza, Valenti, Augugliaro, Culcasi, Spezia, Pisciotta, Lentini, Cammareri, Agosta, Renda, Giurlanda, Alcamo, Grimaldi, Salihu, Cipollina, Oddo, Licata, Crapanzano (capitano) ed il presidente-giocatore Poma. Il vice presidente Sugamele è affiancato dai dirigenti Rodolico, Poma, Messina, Pisciotta, Gabriele, Mineo e Busacca.

Perchè mi candido? “Perchè l'Assemblea Regionale Siciliana ha bisogno di persone concrete che sappiano risolvere i problemi della gente. Se sarò eletto mi dedicherò con lo stesso amore e con lo stesso impegno con il quale, da Presidente Nazionale dell'A.I.A.S., ho affrontato la problematica del mondo della disabilità. L'essere riuscito a risolvere molte situazioni di questo mondo difficile, penso che sia la garanzia migliore che ti offro per essere votato.”

trapaniok 19-10-12  

trapaniok 19-10-12