Page 1

EUROPEAN ON-LINE MAGAZINE - Settembre 2014

Transport Web Snc - www.bustocoach.com

Bus To Coach TES

T

SETRA S 516 HDH

IL PRIMO DELLA CLASSE VAN HOOL, SOLARIS E SCANIA ALLA IAA - IBE DI RIMINI - HESS/VOSSLOH KIEPE - DAIMLER - RENAULT TRAFIC - FLASH NEWS - HIGH TECH STORE


RIVISTA ON-LINE abbinata a www.bustocoach.com - Settembre 2014 DA SCOPRIRE ALLA IAA DI HANNOVER

BusToCoach

European on-line magazine Direttore responsabile

Marino Ginanneschi

marino.ginanneschi@bustocoach.com

Redazione e rapporti internazionali

Elena Prearo

elena.prearo@bustocoach.com

Foto e video

Marco Degano

marco.degano@bustocoach.com

VAN HOOL Debutta la nuova Serie EX con motori Paccard Euro VI. RUBRICHE

SOLARIS Grandi cambiamenti per gli Urbino da 12 e 18 metri. APPUNTAMENTI

SCANIA Tra i modelli in mostra anche il nuovo CityWide ibrido. PROVA SU STRADA

FLASH NEWS Optare, ADL, Solaris, Iveco, Daimler e Volvo.

Amministrazione

Transport Web di Marco Degano & C Snc I 20149 Milano Via Silva 33

E-mail: bustocoach@bustocoach.com Internet: www.bustocoach.com Registrazione Tribunale di Milano n. 140 del 16/03/2012

HIGH TECH STORE Voith, Allison Ziehl-Abegg e TM alla IAA.

INTERNATIONAL BUS EXPO Ai primi di ottobre il Salone italiano dell’autobus.

SETRA Consumi al minimo per il 13,3 metri S 516 HDH.

IN PRIMO PIANO

***

BusToCoach® Magazine è inviato mensilmente via mail a 12.000 operatori europei del trasporto passeggeri in autobus. Se vuoi iscriverti alla nostra mailing list comunicalo a: bustocoach@bustocoach.com

HESS Con Vossloh Kiepe i filobus biarticolati per Lucerna.

DAIMLER Il trasporto del futuro sarà a guida autonoma.

RENAULT Arriva il nuovo Trafic. Anche in versione Combi.


FLASH NEWS

BusToCoach on-line Magazine - Settembre 2014

OPTARE PER L’AUSTRALIA

IVECO BUS ALLA IAA

veco parteciperà alla 65esima edizione del Salone operatore australiano Donric Group ha preIprogramma Internazionale dei Veicoli Commerciali (IAA), in L'so in consegna due autobus Optare Solo SR. ad Hannover dal 25 settembre al 2 ottobre Destinati alla Gold Bus, una delle sei società del

2014. In uno stand di oltre 2.500 metri quadrati, Iveco offrirà ai visitatori del Salone un’esposizione completa della propria gamma. In particolare, Iveco Bus sarà presente con il Nuovo Daily Minibus e un Crossway Low Entry da 12 metri, un autobus universale adatto sia al trasporto urbano sia interurbano. In un’area dedicata alle motorizzazioni Euro VI, Iveco darà nuovamente risalto al sistema tecnologico di riduzione catalitica Hi-SCR (High Efficiency SCR), brevetto di FPT Industrial.

MERCEDES E SETRA AD HANNOVER

gruppo, i due veicoli sono impiegati come scuolabus per un programma di istruzione speciale svolto in collaborazione con il Dipartimento per l’Istruzione di Victoria per studenti con disabilità intellettive associate a disabilità fisiche, sociali, emotive, comportamentali, multiple e sensoriali. Gli Optare Solo SR sono low floor e conformi alla normativa ECE-R66 antiribaltamento. Donric Group è una grossa società di autobus e pullman in Australia con una flotta di 360 mezzi.

ADL PLAXTON PER POLSKIBUS

Salone Internazionale del Veicolo IndustriaAL le (IAA) di Hannover, Daimler presenterà nuovi modelli di autobus ed equipaggiamenti. Per il

marchio Mercedes-Benz sarà in mostra una variante aggiuntiva del Citaro G, snodato disponibile opzionalmente con il motore compatto a sei cilindri in linea OM 936 h, montato in posizione orizzontale. Un vantaggio del nuovo modello è la maggiore capacità (fino a otto passeggeri in più) grazie al peso contenuto del motore e al ridotto spazio di installazione. Un’altra anteprima firmata Mercedes-Benz è il Tourismo con un nuovo equipaggiamento di sicurezza costituito dall’SPA Lane Assistant e dal sistema di frenata di emergenza avanzato AEBS, il turistico Travego con il nuovo Active Brake Assist 3 (ABA 3) e lo Sprinter ultima serie. Contrassegnati dal logo Setra sono invece i ComfortClass 500 MD, nuova famiglia di ‘mid-decker’. E poi l’S 511 HD nel formato compatto di 10,47 metri e l’S 519 HD nella taglia da 14,95 metri, il più lungo autobus da turismo della gamma Setra. Il MultiClass LE è un’altra nuova proposta di Setra per il Salone di Hannover. Si tratta di un low entry per il servizio rurale disponibile nelle taglie da 12,33 e 13,04 metri.

VOLVO RILANCIA CON GLI IBRIDI

olvo Buses lancerà ufficialmente alla IAA di V Hannover il Volvo 7900 Electric Hybrid. Il veicolo può funzionare come un autobus elettrico in aree

selezionate, ma può viaggiare come ibrido su qualsiasi percorso. La tecnologia plug-in riduce il consumo di carburante e anidride carbonica fino al 75% rispetto a un autobus diesel convenzionale mentre il consumo totale di energia è ridotto del 60%. Al Salone di Hannover Volvo Buses presenterà anche una tecnologia di frenata automatica per la gamma autobus. Il Forward Collision Warning e l’Emergency Braking di Volvo garantiscono la frenata anche in prossimità di oggetti fermi in curva.

produttore britannico AlexanderDennis IL (ADL) ha ricevuto un ordine per 20 Plaxton Elitei. I veicoli sono destinati a PolskiBus.com, un

business che ha portato oltre cinque milioni di passeggeri dal suo debutto nel giugno 2011 a Varsavia. Il modello Elitei è stato lanciato nel Regno Unito nel 2012 ed è pensato servizi interurbani e turistici ad alta capacità, con possibilità di rapida salita e discesa per le sedie a rotelle. La parte superiore può ospitare fino a 71 passeggeri mentre quella più bassa altri quattro, o tre più una sedia a rotelle. Questo modello è disponibile sia con guida a sinistra che a destra per il Regno Unito e altri mercati. I 20 Elitei per PolskiBus.com saranno tutti su base Volvo B11RT Euro5 a tre assi con trasmissione Volvo I-Shift.

SOLARIS INVESTE SU BOLECHOWO

olaris Bus & Coach sta incrementando la propria S capacità produttiva mediante l’espansione della fabbrica di Bolechowo, in Polonia. Il progetto, il cui

investimento ammonta a 11 milioni di euro, prevede l’ampliamento del capannone di produzione a 7.500 metri quadrati e l’ampliamento degli uffici di altri 5 mila metri quadrati. «L’impianto sarà utilizzato per la fabbricazione del nuovo Solaris Urbino, la cui presentazione ufficiale è prevista in settembre alla IAA Commercial Vehicles di Hannover», ha detto Dariusz PhD Michalak di Solaris Bus & Coach. «Ora stiamo producendo 1.300 veicoli all’anno, numero che dovrà essere incrementato nei prossimi anni». L’espansione dello stabilimento è partita nel mese di agosto e sarà completata nel secondo semestre del 2015. Il progetto sarà parzialmente finanziato dal Fondo europeo per lo sviluppo regionale.


BusToCoach on-line Magazine - Settembre 2014

van hool inaugura la serie ex Sotto i riflettori della IAA di Hannover il produttore belga presenterà la gamma EX con motorizzazione Paccar Euro VI l Salone Internazionale del Veicolo InduA striale (IAA), in programma ad Hannover dal 25 settembre al 2 ottobre 2014, Van Hool

presenterà in anteprima mondiale la gamma EX. Una nuova piattaforma di autobus da turismo destinati al mercato europeo del trasporto passeggeri. La serie EX sarà inizialmente commercializzata in due altezze e in tre diverse lunghezze. È poi prevista un’estensione di gamma ma di più, almeno per ora, non è dato sapere. I veicoli a due o tre assi possono essere utilizzati, a seconda della configurazione, per il trasporto di turisti, nei collegamenti di linea o per i servizi interurbani. Tutti i modelli EX sono equipaggiati di motore Paccar MX11 a norme Euro VI in abbinamento al cambio manuale GO. Volendo, si

può optare per i cambi automatici ZF Astronic e ZF Ecolife. «Con la gamma EX, Van Hool vuole raggiungere nuovi clienti in tutta Europa e penetrare in nuovi mercati», ha detto Filip Van Hool, amministratore delegato della società. «I modelli della gamma EX saranno commercializzati a prezzi molto competitivi. E questo grazie al mantenimento di una serie limitata di opzioni e alla produzione in un Paese, la Macedonia, dove i costi complessivi di produzione sono i più bassi dell’Europa occidentale». I modelli della piattaforma EX verranno dunque costruiti nell’impianto Van Hool di Skopje, la capitale della Repubblica di Macedonia. Il debutto su strada è previsto nel primo trimestre 2015.

Altri articoli su Van Hool: www.bustocoach.com/it/node/1475/articoli-costruttore-europa


BusToCoach on-line Magazine - Settembre 2014

SOLARIS RINNOVA GLI URBINO

In prima visione alla IAA di Hannover i nuovi autobus della gamma Solaris Urbino da 12 e 18 metri. In produzione dall’inizio del prossimo anno nche Solaris ha in serbo novità per l’ediA zione 2014 della IAA. Il costruttore di Bolechowo presenterà per la prima volta al

pubblico i nuovi autobus della gamma Urbino con la versione da 12 metri e la variante articolata da 18. L’Urbino di ultima generazione presenta diverse migliorie. Il veicolo è innazitutto più leggero e promette un minor consumo di carburante. Nonostante il peso ridotto, la robustezza è stata potenziata. Il tetto è stato invece abbassato senza compromettere l’altezza interna. E con un più basso centro di gravità il mezzo risulta più agevole e sicuro nella guida. L’adozione di nuove sospensioni lo rende inoltre ancor più maneggevole. In termini di design, il nuovo Urbino predilige linee dinamiche rispetto a quelle arrotondate del predecessore e si uniforma ai canoni stili-

stici della gamma Solaris. Gli interni offrono maggiore comfort grazie all’assenza di vibrazioni, alla luminosità dell’abitacolo, alle porte più alte e larghe e all’ampliamento dell’area priva di podesti per i sedili. L’illuminazione interna ed esterna è affidata a luci a Led a basso consumo energetico. La cabina del conducente risulta più ergonomica con la postazione di guida rialzata. Accorgimento che, unito al parabrezza panoramico, va ad incrementare la visibilità. Il nuovo Urbino non è stato progettato solo per l’impiego di motori diesel Euro VI (di piccole e di grandi dimensioni), ma anche per le alimentazioni a gas, ibrida diesel-elettrica e completamente elettrica. Ordinabile fin da subito, il veicolo sarà in produzione a partire dall’inizio del prossimo anno. Altri articoli su Solaris: www.bustocoach.com/it/node/961/articoli-costruttore-europa


BusToCoach on-line Magazine - Settembre 2014

proposte firmate scania

Nello stand Scania alla IAA, prodotti e servizi mirati al contenimento dei consumi e alla sostenibilità ambientale. Come il Citywide con sistema di trazione ibrido Scania onsumi e ambiente. Due voci che pesaC no sempre più nelle scelte e nei bilanci delle aziende. E i costruttori rispondono con

la ricerca e lo sviluppo di tecnologie mirate. Su questi due fattori ha puntato in modo particolare Scania che alla IAA di Hannover proporrà, oltre ai veicoli, soluzioni ad hoc per il contenimento dei consumi e la sostenibilità ambientale. Come la versione evoluta dell’Eco-roll, il sistema avanzato con il quale il cambio Scania Opticruise agisce in combinazione con lo ‘Scania Active Prediction’ per risparmiare carburante. Oppure il retarder ordinabile nella versione che limita i consumi grazie al disinserimento meccanico quando non è attivo. Inoltre fornisce una maggiore potenza di frenata (4.100 newtonmetri invece di 3.500). Sul fronte motori, il produttore svedese met-

terà in vetrina il 13 litri Scania nella nuova versione da 450 cavalli con sistema SCR di post-trattamento dei gas di scarico. Per quanto riguarda il trasporto passeggeri, salirà in passerella il Citywide con sistema di trazione ibrido Scania. Veicolo equipaggiato di motore Scania da 9 litri a norme Euro VI con potenza di 250 cv e tecnologia EGR più SCR. Lungo 12 metri e provvisto di tre porte (due doppie e l’ultima singola), il CityWide ibrido alloggia 33 passeggeri seduti. Tra gli altri autobus in mostra, si vedrà lo Scania OmniExpress nella taglia da 14,2 metri per 53 passeggeri seduti con il nuovo 13 litri Scania Euro VI da 450 cv, compatibile al 100% con il biodiesel. E poi ancora lo Scania Touring da 12 metri con 49 sedili e un allestimento che include cucina di bordo, impianto radio Bosch con Cd/Dvd/Mp3 Actia e retrocamera.

Altri articoli su Scania: www.bustocoach.com/it/node/1465/articoli-costruttore-europa


BusToCoach on-line Magazine - Settembre 2014

L’AUTOBUS VA IN SCENA A RIMINI

AUTOBUS USATI ON LINE Sul sito www.bustocoach.com è attiva la sezione dedicata all’usato

Se vuoi vendere o comprare un autobus, qui trovi la strada giusta. Puoi fare la tua inserzione o cercare tra i veicoli in vendita. Trovare gli indirizzi di chi tratta l’usato o sapere quanto vale ogni singolo modello sul mercato italiano.

Dal 9 all’11 ottobre si svolgerà alla fiera di Rimini la sesta edizione dell’International Bus Expo. Unica occasione italiana per conoscere le ultime novità di prodotto

turismo in autobus al centro della sesta ediIsilzione dell’IBE, l’International Bus Expo che terrà all’interno del TTG Incontri, il salone

del turismo professionale organizzato da TTG Italia (società del Gruppo Rimini Fiera) e giunto ormai alla 51esima rassegna. Sulla passerella dell’IBE saliranno non solo veicoli ma anche componenti, accessori e proposte legate ai servizi alla clientela. Tra i grossi nomi del comparto autobus non mancheranno Evobus con i marchi Mercedes e Setra, Iveco Bus, Irizar, Van Hool, VDL, Volvo. Ci saranno anche Isuzu e Optare Group, quest’ultimo ben intenzionato ad entrare sul mercato italiano attraverso un rivenditore locale il cui nome non è stato ancora comunicato ufficialmente.

E poi gli allestitori di minibus, come Indcar, Hi Tech Bus, Sitcar, D’Auria e la tedesca Ov Steinborn. Presenti, inoltre, le associazioni di categoria e la stampa specializzata, incluso BusToCoach a rappresentare i nuovi media. Una novità di questa edizione sarà, poi, la possibilità di provare i veicoli su un circuito appositamente allestito all’esterno dei padiglioni fieristici. L’IBE sarà anche l’occasione per dare voce ai protagonisti del settore e affrontare le principali tematiche del trasporto in autobus attraverso tavole rotone e convegni organizzati in collaborazione con l’Anav, l’associazione nazionale autotrasporto viaggiatori. L’appuntamento con l’International Bus Expo è alla fiera di Rimini dal 9 all’11 ottobre. Altri articoli sui Saloni internazionali: www.bustocoach.com/it/node/2439/articoli_nref_eventi

Puoi accedervi andando sul sito e selezionando la Directory USATO oppure entrare direttamente al link www.bustocoach.com/it/content/annunci


BusToCoach on-line Magazine - Settembre 2014

HIGH TECH STORE

DA SCOPRIRE ALLA IAA DI HANNOVER VOITH

ZIEHL-ABEGG

lla IAA di quest’anno, produttore di motori elettrici A Voith presenterà la sua IL Ziehl-Abegg presenta la secompetenza in prodotti e conda generazione del mozzo ruota

servizi sotto il motto “Driven by Efficiency”. Nel padiglione 17 su Stand A 14, si potranno vedere il premiato VIAB Turbo Retarder Clutch (combinazione di turbogiunto e rallentatore in un unico circuito idrodinamico), il rallentatore secondario ad acqua Aquatarder SWR e la trasmissione automatica DIWA.6 per autobus urbani e interurbani. Voith espone anche il suo nuovo rallentatore idraulico VR 115 CT per il mercato cinese, i suoi compressori d’aria LP 725 e LP 490, il retarder a olio 115 HV “ricostruito da Voith “, così come il sistema telemetrico DIWA SmartNet. I vantaggi e le elevate prestazioni dei componenti Voith sono illustrati nello stand Voith non stare solo attraverso esibizioni full-size e animazioni di prodotto, ma anche da presentazioni multimediali. In queste clip multimediali, utenti finali e operatori provenienti da Sud America, Europa e Asia potranno dire la loro, parlare delle loro esperienze con i prodotti e servizi Voith.

ALLISON

llison Transmission A presenterà la sua vasta gamma di trasmissioni

presso l’Esposizione Veicoli Commerciali IAA di Hannover (25 settembre-2 ottobre). I prodotti vanno dai modelli Serie 1000/2000 per i veicoli commerciali leggeri alle Serie 3000 e 4000 per i veicoli medi e pesanti, e l’unità off-highway Serie 6000. Nell’edificio Allison a due piani nell’area esterna sud (N65), saranno esposte le trasmissioni per veicoli militari cingolati, i trattori stradali TC10TMfor e la trasmissione Torqmatic®Series appositamente progettata per la città e applicazioni interurbani di autobus e pullman. Saranno inoltre visibili i sistemi ibridi paralleli H 40/50 EP e H 3000.

motorizzato ZAwheel alla IAA Veicoli Commerciali. L’azionamento elettrico senza ingranaggi per gli autobus urbani è stato lanciato sul mercato alla IAA del 2012 . Da allora, VDL Bus & Coach, Hybricon e eBUS Europa hanno optato per una collaborazione con Ziehl-Abegg. Lo ZAwheel di seconda generazione è considerevolmente più potente: la coppia è stata aumentata da 2.100 Nm a 2.700 Nm; la potenza nominale è salita da 99 kW a 113 kW per ruota. L’assale di trazione ottimizzato in versione low-floor semplifica la conversione dei veicoli diesel. Un sistema di monitoraggio permette all’operatore di guardare virtualmente nel motore di ogni ruota on-line con precisione istantanea. I cicli di ricarica possono essere ottimizzati e eventuali punti di funzionamento anomalo possono essere rilevati velocemente.

TM Technischer

ello stand della TM (E08 N padiglione 11) sarà possibile vedere la nuova cucina di

bordo Multi Plus 3G, evoluzione della precedente Multi Plus. La macchina del caffè CP 40 non è stata solo migliorata per quanto riguarda la sua funzionalità, ma ha anche subito un lifting importante. L’intero cubicolo della cucina di bordo ha ora un profilo leggermente curvo, e quindi si inserisce perfettamente nelle caratteristiche stilistiche del settore autobus. Maniglie retroilluminate a LED le rendono visibili anche di notte e conferiscono un look futuristico alla cucina. Le opportunità di personalizzazione comprendono l’installazione di piani a scomparsa, l’applicazione di una fascia in alluminio superiore con l’eventuale logo del costruttore e la possibilità di avere due macchine del caffè CP 40.


BusToCoach on-line Magazine - Settembre 2014

FILOBUS BIARTICOLATI A LUCERNA

Consegnato a Lucerna il primo dei nove filobus a doppia articolazione carrozzato dalla svizzera Hess con equipaggiamento elettrico di Vossloh Kiepe 12 giugno scorso è stato presentato IL alla stampa il primo filobus a doppia articolazione destinato a Lucerna, caratteristi-

ca cittadina della Svizzera tedesca. Si tratta del light Tram4 BGGT-N2D carrozzato dalla svizzera Hess con equipaggiamento elettrico di Vossloh Kiepe. L’azienda di trasporto pubblico di Lucerna, ‘Verkehrsbetriebe Luzern’, ne ha ordinati nove di questi esemplari per un costo unitario attorno a 1,4 milioni di franchi svizzeri (circa 928 mila euro). Le consegne saranno ultimate entro fino anno, con la messa in servizio dell’ultimo dei nove filobus al più tardi il 15 dicembre 2014.

Il look esterno è accattivante ed insolito per la città di Lucerna con la livrea bianca, rossa e blu che non manca di attirare l’attenzione. Il frontale si rifà a quello di un tram o di una carrozza delle Ferrovie Svizzere con le ruote carenate su tutti gli assi, la sagoma aerodinamica e il parabrezza panoramico che potenzia la visibilità alla guida e la sicurezza. Le caratteristiche di questo veicolo indicano la direzione che il trasporto filoviario di Lucerna dovrebbe prendere per il futuro: quella di un trasporto regionale tipo ‘Rbus’, dove la ‘R’ sta per rapido. Il filobus si sviluppa su una lunghezza di 24,7 metri ed è equipaggiato di quattro doppie porte con apertura scorrevole più una singola vicino alla postazione di guida. La capacità di trasporto raggiunge i 220 passeggeri, di cui 56 seduti e 164 in piedi. Gli interni offrono ampi corridoi e un comfort di

marcia che lo rivalutano rispetto al modello precedente. Il sistema di annuncio sonoro fornisce informazioni sul numero di linea e la destinazione mentre i tre doppi monitor a soffitto illustrano dettagli come il percorso di linea e i collegamenti lungo il tragitto, oltre ad intrattenere con notizie, previsioni del tempo e informazioni varie. L’illuminazione degli interni è con luci a Led. Particolarmente piacevole è l’ambientazione luminosa resa dalla sezione articolata trasparente. Tre i climatizzatori per la zona passeggeri. Il nuovo Tram4 ha un peso a vuoto di 25,4 tonnellate. A pieno carico raggiunge un peso totale di 40 tonnellate. L’altezza degli ingresso è di circa 330 millimetri da terra. Il primo e il quarto asse sono sterzanti mentre il secondo e il terzo sono azionati da due motori elettrici con una potenza di 160 kW ciascuno. Le batterie sono ora con tecnologia

agli ioni di litio e garantiscono un’autonomia di marcia al di fuori della linea aerea di contatto. I nove filobus faranno servizio sulla linea 1 tra Kriens-Obernau e Maihof che, con circa 10 milioni di passeggeri all’anno, è la più popolare della Svizzera centrale. Tale linea è ora contraddistinta da un logo che ricompare alle fermate, a terra, sui pannelli e sulla selleria dei veicoli. L’arrivo dei nuovi mezzi manderà in pensione la maggiorparte dei filobus a due assi Naw/ Hess BT5-25 fino ad oggi in funzione a Lucerna. Dieci di questi saranno venduti in Cile alla ‘Empresa de transport Colectivos Eléctricos’ (ETCE) della capitale Valparaíso.


BusToCoach on-line Magazine - Settembre 2014

ome sarà il modo di guidare tra dieci C anni? Come cambierà il rapporto tra autista e mezzo di trasporto? Quale sarà il nuovo

profilo professionale dell’autista? A queste domande Daimler risponde con il Future Truck 2025 con sistema “Highway Pilot”, ossia un progetto di guida autonoma applicato a un Actros 1845 Mercedes-Benz (la cui veste definitiva verrà svelata alla IAA di Hannover a fine settembre), con semirimorchio Aerodynamics Trailer (già presentato alla IAA del 2012). Si tratta di una anticipazione dell’autocarro di linea del futuro, in grado di viaggiare in modo autonomo sulle autostrade e strade di grande comunicazione europee. Per il trasporto merci sarà una realtà nel 2025 mentre per il trasporto passeggeri si può per ora solo supporre la probabile estensione del sistema, con le dovute varianti. Ma come funziona? Semplice, dopo essere entrati in autostrada e aver disposto il veicolo sulla sua corsia di marcia alla velocità di 80 km/h, l’autista del Future Truck 2015 attiva l’ “Highway Pilot” (la funzione è comunque sempre facoltativa) e il veicolo passa alla modalità di guida autonoma. L’autista può ruotare il sedile di 45° verso destra e dedicarsi a tutt’altro grazie a una consolle centrale ridisegnata in stile ufficio, completa di un tablet

Comunicazione da veicolo a veicolo Wi-Fi / Portata 500 metri Comunicazione da veicolo a infrastrutture. Wi-Fi / Portata 500 metri Radar laterale su entrambi i lati 170° / Portata 60 metri Telecamera frontale stereoscopica 45° / Portata 100 metri Radar a lungo raggio 18° / Portata 250 metri Radar a corto raggio 130° / Portata 70 metri

SOLO DA GUARDARE. PER ORA

Alla IAA di Hannover, Daimler presenterà il Future Truck 2025 con “Highway Pilot”. Un sistema di guida autonoma che anticipa il trasporto di linea del futuro. Sicurezza, efficienza e connettività sono i fattori principali. E per l’autista una evoluzione professionale

estraibile con touchscreen per svolgere altre attività e comunicare con il mondo esterno. Resta comunque il suo ruolo attivo in cabina di guida. Egli deve infatti essere in grado di riprendere il controllo manuale del mezzo in qualsiasi momento. Per tale motivo due telecamere monitorano il posto di guida e un

sensore il sedile. Sorpassi, cambi di corsia o uscita dall’autostrada sono manovre che devono essere eseguite in prima persona dall’autista, così come il suo intervento viene richiesto a fronte di situazioni particolari (cantieri o ostacoli sulla strada). In questi casi, prima di un’eventuale disattivazione del sistema “Highway Pilot” il conducente viene avvisato con un segnale dapprima ottico e successivamente acustico, affinché possa riprendere in tempo la guida manuale. In condizioni di marcia ‘normale’ il sistema “Highway Pilot” mantiene sempre una distanza di sicurezza di 60 metri dal veicolo che lo precede, corregge velocemente la traiettoria per mantenere il veicolo al centro della corsia, oppure si accosta al limite della striscia di demarcazione a destra o sinistra a seconda dei messaggi che riceve (veicolo di soccorso in avvicinamento o veicolo fermo in corsia di emergenza), per tornare successivamente alla posizione normale. Tutto questo grazie a sensori radar sul frontale e sulle fiancate, una telecamera stereoscopica dietro il parabrezza e precise cartine tridimensionali. “Highway Pilot” è completato dai sistemi di comunicazione V2V e V2I (Vehicle

to Vehicle e Vehicle to Infrastructure) che consentono uno scambio di informazioni tra l’autocarro e gli altri veicoli, come pure con il mondo al di fuori dell’autostrada. Il tutto è integrato con i sistemi di assistenza alla guida già presenti sui veicoli pesanti di Mercedes-Benz: sistema di mantenimento della distanza, Stop-and-Go Assist, sistema di assistenza alla frenata di emergenza, Active Brake Assist 3, sistema antisbandamento e cartine tridimensionali per il Tempomat previdente Predictive Powertrain Control. A cui si aggiungono i prodotti telematici FleetBoard che vanno dalla gestione flotte (fleet management) alla gestione trasporti fino alle soluzione App per conducente e azienda. Insomma, con il Future Truck 2025 si delinea un sistema dei trasporti incentrato su sicurezza, efficienza nei consumi e connettività, con al centro un autista alleggerito dai carichi di stress della guida e che attraverso la disponibilità di sistemi di comunicazione elettronica a bordo veicolo, potrà sfruttare i tempi lasciati liberi dalla guida autonoma per svolgere quelle attività di pianificazione che lo qualificheranno quale effettivo ‘manager dei trasporti’. Su questo scenario Daimler è decisa a giocare il ruolo di leader tecnologico in Europa. Altri articoli su Daimler: www.bustocoach.com/it/node/1694/articoli-costruttore-italia


BusToCoach on-line Magazine - Settembre 2014

RENAULT TRAFIC ATTO TERZO

Il produttore francese mette sul mercato il nuovo Trafic. Più pratico, confortevole, spazioso. E attento ai consumi. Molteplici le configurazioni anche per la versione ‘combi’ anni di presenza sul mercato e 1,6 34 milioni di esemplari prodotti. Sono i numeri del Trafic, il commerciale della gam-

ma Renault alla vigilia del terzo rinnovo di gamma. Il nuovo Trafic cambia look, aggiorna

motorizzazioni e allestimenti, oltre ad offrire una maggiore capacità di carico e un migliore comfort. Dal punto di vista estetico, il Trafic terza serie si distingue per il frontale slanciato e robusto

IL NUOVO RENAULT TRAFIC COMBI L1H1

L2H1

Numero posti

5/6

8/9

5/6

8/9

Lunghezza mm

4.999

4.999

5.399

5.399

Larghezza mm

1.956

1.956

1.956

1.956

Altezza mm

1.971

1.971

1.971

1.971

Passo mm

3.098

3.098

3.498

3.498

Sbalzo anteriore mm

933

933

933

933

Sbalzo posteriore mm

968

968

968

968

Bagagliera (litri)

3.200

1.000

4.000

1.800

MTT (kg)

2.740

2.800

2.845

2.895

Motore

dCi 90

dCi 115

Energy dCi 120

Energy dCi 140

Cilindrata c.c.

1.598

1.598

1.598

1.598

90 (66)/3.500

115 (84)/3.500

120 (88)/3.500

140 (103)/3.500

260/1.500

300/1.500

320/1.500

340/1.500

Potenza cv (kW)/giri Coppia Nm/giri

che rispecchia la nuova identità del marchio Renault con il logo in evidenza, i retrovisori integrati sul vetro laterale, i gruppi ottici dalla forma allungata, il fascione anteriore avvolgente e protettivo. Il look degli interni diventa più automobilistico coniugando praticità e comfort. Fino a 14 i vani portaoggetti per un volume complessivo di oltre 90 litri. Cambiano anche le misure che diventano più generose sia in termini di lunghezza (+210 cm) che di carico. Motore è l’R9M nelle versioni single turbo (90 o 115 cv) o Twin Turbo S&S (120 o 140 cv). A livello di consumi, il Trafic di ultima generazione tocca i 5,7 l/100 km con il dCi 120 S&S. Secondo la Casa, gli acquirenti beneficeranno di una riduzione dei consumi di 1 l/100 km rispetto al precedente Trafic, pari a un risparmio di 1.200 euro in 3 anni. Per quanto riguarda la sicurezza attiva, l’ESP di ultima generazione è di serie sull’intera gamma insieme alle più recenti tecnologie

in materia di sicurezza attiva. Da segnalare, inoltre, il miglioramento della visibilità posteriore grazie allo specchio “Wide View”, al parking camera e al retrovisore a doppia sfera. La versione Combi del nuovo Trafic trasporta fino a nove persone con un volume del bagagliaio che va da un metro cubo per la variante L1 a 1,8 m3 per l’L2. Di serie la porta laterale destra vetrata scorrevole completa di vetro apribile (la sinistra è disponibile in opzione) e il controllo della pressione degli pneumatici. Le configurazioni sono molteplici grazie alle modularità delle panchette posteriori. La capacità di carico del trasporto persone può essere aumentata anche aggiungendo un box portatutto da tetto oppure un portabiciclette sulle barre da tetto o sul rimorchio. Con il lancio del Trafic III, la produzione passa dallo stabilimento spagnolo di Valladolid al sito Renault di Sandouville, in Francia, mentre il nuovo Master e Kangoo continuano ad essere prodotti a Batilly e a Maubeuge. Il nuovo Trafic è disponibile in concessionaria a partire dal mese di settembre.


BusToCoach on-line Magazine - Settembre 2014

SETRA - TopClass S 516 HDH Percorsi

Strada Statale

km

km/h

km/litro

43,4

62,0

4,06

Autostrada Salita

40,5

75,9

2,42

Autostrada Discesa

52,2

66,6

5,66

Autostrada Pianura

206,3

94,5

5,11

TOTALE

342,4

81,5

4,45

Indice Prestazioni 0

CONSUMI RILEVATI

km/litro

5,66 4,06

4,45

2,42

Strada Statale Discesa Autostrada MEDIA TOTALE

Salita Autostrada Pianura Autostrada

non credere. La prova su strada del DA Setra TopClass S 516 HDH si è conclusa con risultati che lasciano senza pa-

DIMENSIONI

Lunghezza mm 13.325 Larghezza mm 2.550 Altezza con AC mm 3.880 Passo mm 6.300+ 1.350 Sbalzo anteriore mm 2.890 Sbalzo posteriore mm 2.785 Bagagliera m3 11,4 Diametro di volta mm 21.510 Serbatoio gasolio litri 520 Serbatoio AdBlue litri 40 Peso a vuoto kg 16.400 Peso in prova kg 21.100

5,11

9,07

IL SOGNO DIVENTA REALTA’

role. Mai visto un consumo così basso su un super high decker a tre assi. È vero che fin dal suo debutto la Serie 500 è stata presentata come un campione assoluto in termini di riduzione dei consumi, grazie alle nuove motorizzazioni Euro VI, ma qui si va oltre le più rosee previsioni: 4,45 km/litro (22,47 litri/100 km) compresa la quota equivalente in gasolio di AdBlue (2,72% rispetto al gasolio consumato). Un balzo senza precedenti, considerando che per i turistici a tre assi in Euro V, raggiungere i 4 km/litro è sempre stato un sogno pressoché irrealizzabile.

T E S T


IL PERCORSO DI PROVA

PASSEGGERI

Posti seduti n. 46+1+1 Altezza interna mm 2.100 Altezza corridoio mm 1.575 Larghezza corridoio mm 355 Larghezza ingressi mm 620/615 Volume cappelliere m3 1,54

Comfort

Sedili tipo Voyage Supreme A.C. controllo autom. Riscaldamento Convettori Botole a tetto 2 manuali Vetri Doppi Audio/Video CMS, DVB-T Toilette Si Cucina Completa

Si guarda in alto 4

stelle per l’allestimento interno dell’S 516 HDH. Quindi, 46 posti passeggero (più hostess e autista e due tavolini) con sedili Setra Voyage Supreme super accessoriati, montati su base rialzata di 140 millimetri rispetto al corridoio, a sua volta posizionato a 1.575 millimetri da terra e accessibile da una scala centrale a cinque gradini con bordo in alluminio da 250 millimetri di altezza più uno iniziale a uscita automatica all’apertura della porta. Sulla scala anteriore i gradini sono quattro da 230 millimetri più due di accesso al corridoio. Ai lati della scala centrale, la cabina toilette e la cucina. All’interno, l’eleganza dei rivestimenti si abbina a un gradevole senso di spaziosità, effetto dei 2.100 millimetri di altezza libera e dell’ampiezza del tetto vetrato TopSky Panorama colorato (circa 13 metri quadrati di superficie).

Dietro alle cappelliere di tipo aperto (1,5 m3 la capienza totale), sotto al condotto di ventilazione sono inseriti i nuovi service set con bocchette, spot e luci fisse a Led. Per l’illuminazione generale, a fianco del tetto ve-

trato sono disposte due bande continue a Led a luce indiretta. A garantire il clima interno ci pensa un impianto integrato con controllo separato della temperatura per le zone passeggeri e autista. L’aria trattata dall’impianto

ad acqua-glicole viene soffiata attraverso feritoie nelle cappelliere e verso le finestre laterali. L’aria calda è fornita da convettori a pavimento con ventilatore assiale per dirigere il flusso sui piedi dei passeggeri.

Lo si vede dal confronto diretto con il modello precedente, quel S 416 HDH Special Edition provato tre anni fa sullo stesso percorso (vedi BusToCoach del luglio 2011) e anche allora con peso complessivo di oltre 21 tonnellate. Alla fine del test, la lancetta dei consumi si era fermata sui 3,64 km/litro e la velocità media era stata di 80,3 km/h, inferiore agli 81,5 km/h dell’S 516 HDH. Con il nuovo TopClass il taglio dei consumi è da record: meno 18,2% ossia, 5 litri in meno ogni 100 chilometri. A voi il piacere di tradurlo in denaro risparmiato per ogni anno di lavoro, giusto per stemperare l’impatto con un prezzo di acquisto del mezzo che, super accessoriato come il veicolo in prova, supera i 400 mila euro. Ma come si è arrivanti a tagliare i consumi in questo modo? La spiegazione è tutta nella progettazione accurata di ogni parte dei TopClass 500. A partire dalla sagoma esterna che attraverso numerosi test


AUTISTA AUTISTA



Altezza piattaforma mm 1.035 Larghezza cockpit mm 900 Profondità cockpit mm 1.950 Altezza cockpit mm 2.170 Escursione sedile mm 250

Dotazioni

Sedile tipo Isri 6860 Finestrino Elettrico Parasole Doppio, elettrico Tendina sx Manuale Frigorifero sì

Guidare rilassati

ollocata a poco più di un C metro da terra e 50 centimetri più in basso del corri-

doio, la postazione di guida vede una plancia completamente ridisegnata in modo da renderla più avvolgente, avvicinando di 50 millimetri gli strumenti all’autista. Nel piccolo cruscotto centrale, un display a colori ad alta risoluzione e quattro strumenti circolari che indicano la velocità di marcia, il regime del motore e il livello momentaneo della riserva di carburante e di AdBlue. Per selezionare le pagine sul display, c’è il sistema “Stacks&Cards” che attraverso i tasti sul volante permette un’efficiente navigazione tra i singoli gruppi di menu (come ad esempio le informazioni sul percorso o i dati momentanei del veicolo) e i relativi sottomenu (cards). Sul volante multifunzione, anche i tasti per attivare il Tempomat, azionare i sistemi di assistenza

e agire sul Coach Multimedia System. Tutte operazioni che l’autista può quindi effettuare senza mai togliere le mani dal volante, compresa la selezione del cambio, comandato dalla leva sul piantone dello sterzo. L’autista dispone inoltre di una

chiave elettronica multifunzione che attraverso il collegamento radio bidirezionale con il menu Stack&Cards permette di controllare a distanza lo stato del veicolo ma anche fare il test delle luci e regolare la temperatura dell’abitacolo.

effettuati in galleria del vento ha portato ad ottenere un coefficiente di resistenza aerodinamica (Cd o Cx) pari a 0,33, un record di livello automobilistico. Anche grazie all’abbassamento di alcuni centimetri dell’assetto di marcia a velocità autostradale, attraverso il sistema di controllo elettronico delle sospensioni (ENR). Ma come è successo per la nuova ComfortClass 500, il protagonista assoluto di queste performance è la catena cinematica. Comune a tutti i modelli della TopClass 500, il 12,8 litri OM 471 fa parte della nuova generazione dei motori Blue Efficiency Power di Mercedes, capaci di alte prestazioni, efficienza nei consumi e costi di manutenzione ridotti. Sull’S 516 HDH oggetto della nostra prova, è stata montata la versione da 510 cavalli (375 kW), la più potente. Il cambio è l’ottimo GO 2508 (powerShift 3) automatizzato a 8 marce con retarder secondario ad acqua della Voith. Infine, per dare un ulteriore taglio ai consumi interviene anche il PPC (Predictive Powertrain Control), il sistema offerto sui modelli Setra che controlla automaticamente la velocità intervenendo direttamente sulla selezione delle marce del cambio per risparmiare carburante. Utilizzando il sistema GPS di localizzazione, è in grado di conoscere in anticipo la presenza di salite o discese e quindi agire di conseguenza. Ad esempio, nelle discese il sistema può sfruttare la funzione EcoRoll che mette il cambio in folle per ridurre i consumi oppure evitare di scalare marcia in presenza di dossi leggeri. Sulle lunghe distanze, con il PPC si possono ottenere risparmi di carburante superiori al 4%. Più in generale, il comportamento su strada dell’S 516 HDH è da primo della classe. Nonostante l’altezza sfiori i 3,9 metri, le so-


Nm



330

2.500

300

1.800

270

1.100

240

1.000

1.200

1.400

giri/min

1.600

1.800

Potenza 510 cv (375 kW)/1.800 giri Coppia Nm 2.500 a 1.100 giri Iniezione Common rail con X-Pulse Rapporto di compressione 17,3:1 Coppa olio litri 29 Classe d’inquinamento Euro VI Trattamento gas Egr+Scr+Filtro Vita veicolo in prova km 10.990 PNEUMATICI Continental HSL2+ EcoPlus 295/80 R 22,5 152/148M

CAMBIO

giri/min 14,6 23

1.800 1.500

34,9

3a

360

SOSPENSIONI Pneumatiche integrali con controllo elettronico del livello (ENR). A ruote indipendenti su 1° e 3° asse. FRENI Dischi integrali. Impianto pneumatico a controllo elettronico EBS con ABS, ASR, Brake Assist (BAS) e Retarder. SICUREZZA ESP, Font Collision Guard (FCG), Cruise control adattivo (ART) con frenata attiva (ABA2), Assistente di corsia (SPA), Sistema controllo pmeumatici (TPM), Allarme incendio vano motore. Retrocamera.

2a

375

MERCEDES OM 471 LA Cilindrata cc 12.803 Alesaggio/corsa 132/156 Geometria verticale 6 in linea Posizione Posteriore

1a

kW

MOTORE

55,1 a

76,3

95,8

6a

5a

4

120,5

151,4

8a

7a

1.000 500 0

0

15

30

45

60

75

90

105

120

135

150

Km/h

TRASMISSIONE Il veicolo in prova monta il cambio automatizzato Mercedes GO 250-8 PowerShift 3 a otto marce, con retarder integrato Voith ad acqua. Rapporto di trasmissione 3,583 Accelerazione 0-100 km/h sec. 40,8

Massima potenza

otto il cofano dell’S 516 HDH S pulsa il motore Mercedes OM 471 da 12,8 litri di cilindrata, con

potenza di 510 cavalli (375 kW) a 1.800 giri e una coppia massima di 2.500 Nm a 1.100 giri. Un optional montato sul veicolo in prova al posto della versione standard da 476 cavalli (350 kW). Il turbocompressore a gas di scarico è di tipo asimmetrico e al posto del precedente Pld, il sistema d’iniezione common rail si avvale ora del X-Pulse, in grado di elevare la pressione fino a 2.100 bar e garantire una iniezione modulabile ed estremamente precisa, necessaria per centrare i parametri Euro VI. A questo fine, il sistema prevede il ricircolo parziale dei gas di scarico raffreddati per ridurre le emissioni di NOx, a loro volta tenute a bada attraverso l’iniezione di AdBlue (in quantità ridotta del 40%) a monte dell’Scr. Completa il sistema di scarico un filtro anti-

particolato di lunga durata (prima manutenzione dopo 360mila chi ometri e quindi ogni 240mila). Il tutto raccolto in un unico corpo. Il gruppo motore adotta inoltre un efficace freno motore a tre stadi e una nuova frizione esente

da manutenzione e usura. Il cambio è l’ottimo GO 250-8 PS3 automatizzato a otto marce con retarder idrodinamico ad acqua della Voith con coppia frenante di 3.500 Nm. Tra gli innumerevoli sistemi di

sicurezza, oltre al Front Collision Guard per l’autista, l’S 516 HDH dispone di impianto frenante con ESP, assistente di corsia (SPA), tempomat con regolazione della distanza (ART) e l’Active Brake Assist (ABA 2).

spensioni a controllo elettronico lo tengono ben aggrappato all’asfalto, smorzando rapidamente gli accenni di rollio dopo le curve, mentre la presenza del terzo asse e il contenimento degli sbalzi (meno di 2,9 metri davanti e 2,8 dietro) escludono ogni possibilità di beccheggio sui viadotti. Preciso lo sterzo, affidato allo ZF Servocom 9098 con angolo di sterzata di 58° sulla ruota esterna. Con l’ausilio del terzo asse a sterzata elettroidraulica sotto i 50 all’ora, si riesce a girare entro un diametro di 21,5 metri (7,55 metri il diametro minimo interno). Come se si fosse alla guida di un 12 metri. Per tutto il resto l’S 516 HDH si conferma un veicolo di eccellenza, sia per il comfort dei passeggeri che usufruiscono di dotazioni complete (dalla toilette alla cucina fino alla vetratura del tetto per una visuale veramente panoramica) sia per l’autista che può contare su una nuova plancia ergonomica e sistemi di sicurezza e assistenza alla guida unici nel panorama dei veicoli concorrenti. Così come l’estetica esterna di tutti i TopClass 500 (premio “Red Dot Award Product Design 2014”) che si distingue per l’eleganza delle linee, pur nell’accentuata aggressività del frontale rispetto alla precedente Serie 400. In evidenza, una calandra nera che incorpora la scritta metallica Setra delimitata sopra e sotto da modanature cromate. Gli indicatori di direzione hanno luci a Led come pure i fari di marcia diurna, mentre per anabbaglianti e fendinebbia ci sono i bixeno. I tergicristalli sono gli Aquablade a spazzole piatte con distribuzione del liquido lavavetro direttamente davanti al bordo superiore della spazzola.

COACH: 3 ASSI A CONFRONTO Modello

km/h

km/litro

Indice

Setra S 516 HDH

81,5

4,45

9,07

Van Hool TX16 Astronef

82,5

3,52

7,26

Setra S 416 HDH

80,3

3,64

7,30

Altri articoli su Setra: www.bustocoach.com/it/node/1584/articoli-costruttore-europa

Profile for Transport Web & C. SNC

BUSTOCOACH EUROPEAN ON-LINE MAGAZINE - Settembre 2014  

BusToCoach è la prima piattaforma online completamente GRATUITA. Offre informazione sui veicoli per il trasporto persone in Europa attravers...

BUSTOCOACH EUROPEAN ON-LINE MAGAZINE - Settembre 2014  

BusToCoach è la prima piattaforma online completamente GRATUITA. Offre informazione sui veicoli per il trasporto persone in Europa attravers...