Page 1

EUROPEAN ON-LINE MAGAZINE - Settembre 2013

Transport Web Snc - www.bustocoach.com

Bus To Coach MERCEDES CITARO EURO VI

NON TEME CONFRONTI SOLARIS - MODENA BUS - OPTARE - IVECO PER LA JUVENTUS - VAN HOOL - TEST IVECO DAILY WAY - FLASH NEWS - HIGH TECH - CONTINENTAL


RIVISTA ON-LINE abbinata a www.bustocoach.com - Settembre 2013 FILO DIRETTO

BusToCoach

AUTOBUS USATI ON LINE Sul sito www.bustocoach.com è attiva la sezione dedicata all’usato.

European on-line magazine Direttore responsabile

Marino Ginanneschi

marino.ginanneschi@bustocoach.com

Redazione e rapporti internazionali

Elena Prearo

elena.prearo@bustocoach.com

SOLARIS Elettrici e diesel gli Urbino per l’Austria.

MODENA BUS Nuovo marchio italiano dall’alleanza MCI e Tekne.

OPTARE Da 9 e 12 metri per il mercato interno.

IN PRIMO PIANO

Foto e video

Marco Degano

marco.degano@bustocoach.com

Amministrazione

Transport Web di Marco Degano & C Snc I 20149 Milano Via Silva 33

E-mail: bustocoach@bustocoach.com Internet: www.bustocoach.com Registrazione Tribunale di Milano n. 140 del 16/03/2012

***

BusToCoach® Magazine è inviato mensilmente via mail a 12.000 operatori europei del trasporto passeggeri in autobus. Se vuoi iscriverti alla nostra mailing list comunicalo a: bustocoach@bustocoach.com

CONTINENTAL Tre nuovi pneumatici su misura per i bus. RUBRICHE

FLASH NEWS Breda, Irizar, Man, VDL, Setra, Volvo.

HIGH TECH STORE ZF, Michelin, Yokohama, Continental, Masats.

IVECO BUS Il Magelys veste i colori della Juventus.

VAN HOOL In versione Sleeper Coach l’Astromega TDX 29.

PROVE SU STRADA

IVECO BUS 300 km di extraurbano con il Daily Way da 7,7 metri.

MERCEDES Il nuovo Citaro Euro VI sulle strade di Milano.

Se vuoi vendere o comprare un autobus usato, questa è la strada giusta. Puoi fare la tua inserzione o cercare tra i veicoli in vendita. *** Puoi accedervi andando sul sito e selezionando la Directory USATO oppure entrare direttamente al link www.bustocoach.com/it/ content/annunci


FLASH NEWS

BusToCoach on-line Magazine - Settembre 2013

BREDAMENARINI IN RIPRESA

EURO VI IN FINLANDIA

primo semestre 2013 si chiude positivaIL mente per BredaMenarinibus che mette a segno un’inversione di trend rispetto agli anni

passati. La società del gruppo Finmeccanica si è aggiudicata commesse per 120 autobus. Ordini che, inclusi i servizi post vendita, valgono circa 35 milioni di euro. L’azienda fornirà autobus delle serie Avancity+ e Vivacity+ nelle versioni diesel Euro 5/EEV e a metano, e l’elettrico Zeus. I veicoli sono destinati ad aziende di Bologna, Potenza, Padova, Ancona, Pescara, Gorizia, Vicenza, Napoli e, fuori dall’Italia, Cordoba in Spagna. Da notare che circa il 90% degli ordini riguarda autobus a con alimentazione a gas metano o elettrica, prodotti sui quali BredaMenarinibus continua ad investire in ricerca e sviluppo.

IRIZAR i6 A QUOTA 1.000

rizar ha consegnato il 1000esimo Irizar IOrmaiztegi. i6 prodotto in Spagna nell’impianto di La serie i6 è stata lanciata alla

Fiera internazionale dell’autobus di Madrid (FIAA) nel 2010. Questo modello è stato venduto in tutto il mondo raggiungendo mercati quali l’Australia dove è stato presentato ufficialmente nel luglio 2012, il Sud Africa, Brasile, Sud America, Messico e, naturalmente, l’Europa. L’Irizar i6 è attualmente prodotto come veicolo integrale e viene inoltre carrozzato sui telai di tutte le marche presenti sul mercato.

IBRIDI MAN IN SPAGNA

Bus & Coach fornirà i primi VDL Citea con motori Euro 6 in Finlandia. Sono 29 veicoli destinati a Pohjolan

Liikenne, una delle più grandi società di autobus finlandesi per i servizi locali, regionali e a lunga percorrenza, con una flotta di 470 autobus. La consegna è prevista a dicembre 2013 e i Citea verranno utilizzati sulle linee di Helsinki. L’ordine è costituito da 9 Citea LLE-120 da 12 metri, 15 Citea SLE-129 nella versione da 12,9 e 5 Citea XLE-145 a tre assi in taglia 14,5 metri. Questi non sono solo i primi Citea Euro 6 per la Finlandia, ma anche il primi con porte scorrevoli completamente elettriche.

SETRA 500 IN NORVEGIA

onsegnato a Brustad Busstrafikk il primo auC tobus Setra della gamma ComfortClass 500 per la Norvegia. Il due assi S 516 HD è anche il

500esimo Setra recapitato nel paese scandinavo. Il veicolo è dotato di 48 sedili Setra Voyage, di una cambusa completa di macchina da caffè e di un moderno sistema audio/video. L’S 516 HD è equipaggiato della maggior parte dei sistemi di assistenza alla guida disponbili sul mercato. Questi includono l’Adaptive Cruise Control così come il sistema di frenata BAS PLUS. Il bus operator norvegese ha optato anche per il pacchetto Visibilità offerto in esclusiva da Setra, soluzione che oltre ai fari bi-xeno comprende un sistema di pulizia dei fari ad alta pressione e l’illuminazione ambientale per le manovre di retromarcia.

V

200 IBRIDI PER BOGOTÀ

olvo Bus America Latina fornirà 200 autobus azienda di trasporto pubblico di Barcelibridi a Bogotà, capitale della Colombia. Gli aclona (TMB) si affida ancora una volta quirenti sono il Consórcio Express che ha acquistato al marchio Man per la fornitura di autobus 156 veicoli e GMovil con 44 mezzi. I bus saranno ibridi. E così l’appalto dei 10 urbani a traoperativi sul sistema BRT TransMilêmio di Bogotà zione ibrida viene aggiudicato a Man Truck ed entreranno in servizio a dicembre 2013. I veicoli & Bus Iberia con il Lion’s City Hybrid da saranno carrozzati da Busscar e Superpolo in Colom12 metri. L’arrivo di questi autobus (previsto bia mentre il telaio sarà prodotto nello stabilimento di Volvo Buses a Curitiba in Brasile. per fine 2013) porterà la flotta degli ibridi L’accordo prevede, oltre al telaio, un contratto per la protezione della batteria di 12 anni e Man in dotazione alla TMB a 21 macchine. Il Man Lion´s City Hybrid è spinto da una un contratto di servizio della durata di cinque anni. L’ibrido Volvo marcia interamente in coppia di motori elettrici di 75 kW. Gli ultracondensatori sul tetto recuperano l’energia in modalità elettricia fino a 15-20 km/h. A velocità più elevate, l’autobus riceve un’alimenfase di frenata tazione supplementare da un piccolo motore diesel a 4 cilindri alimentato a biodiesel.

L'


BusToCoach on-line Magazine - Settembre 2013

Ordini e consegne per Solaris Bus&Coach

A Tutto URBINO

Il Solaris Urbino da 12 metri è stato commissionato in 43 unità dall’austriaca ÖBB Postbus. E sempre in Austria, a Klagenfurt, è entrato in servizio l’Urbino 8,9 LE elettrico

compagnia di trasporto pubbliLA co austriaca ÖBB Postbus rinnova la fiducia nel produttore polacco Solaris Bus&Coach e lancia un ordine per 43 autobus. Modello è l’Urbino con lunghezza da 12 metri. I 43 veicoli saranno consegnati tra il 2013 e il 2017 e la commessa è parte del piano di rinnovo della flotta di ÖBB Postbus. Nei prossimi cinque anni la società austriaca ordinerà un massimo di 700 autobus urbani e interurbani. E grazie a questo programma di investimenti, la percentuale di veicoli accessibili salirà all’87

per cento della flotta entro il 2017. Appartiene alla gamma Solaris anche il veicolo entrato in servizio a Klagenfurt, sempre in Austria. Si tratta dell’Urbino 8,9 LE in versione elettrica. Acquistato da Stadtwerke Klagenfurt nell’ambito del progetto dell’Unione Europea ‘Cemobil’, il mezzo collega il centro città e il campus universitario nella periferia della città lungo la stazione centrale. L’Urbino 8,9 LE è dotato di batterie non solo per il sistema di trazione, ma anche per l’impianto di aria condizionata, riscaldamento, servosterzo elettrico e controllo elettrico delle porte. Inoltre, è stato installato per la prima volta un sistema di condizionamento con CO2 come refrigerante e scambiatore di calore incorporato. Altri tre Solaris elettrici sono stati recentemente venduti in Germania: uno con sistema di ricarica induttiva è stato acquisito da Braunschweiger Verkehrs-AG in Bassa Sassonia, e due da Rheinbahn AG a Düsseldorf.


BusToCoach on-line Magazine - Settembre 2013

Nasce il marchio italiano ModenaBus

Voglia di CRESCERE Con un Mefili Open Top da 8,5 metri, ha fatto la sua prima apparizione in pubblico il marchio ModenaBus, frutto dell’integrazione tra la MCI di Modena e la Tekne

identità per gli autoNUOVA bus costruiti finora in Italia dalla MCI (Mediterranea Costruzio-

ni Industriali). Sarà ModenaBus il marchio che distinguerà gli attuali modelli delle serie Lery, Calliope e Mefili per il mercato italiano ma anche le varianti e i veicoli speciali per l’export. Entro fine anno si formalizzerà la nascita della nuova società frutto dell’integrazione tra la MCI di Modena e la Tekne di Poggiofiorito (CH), azienda a sua volta specializzata nella trasformazione e fornitura di veicoli off-road pesanti e nella progettazione e produzione di sistemi elettronici. Oltre alle sedi di Poggiofiorito (sede centrale) e Modena (engineering, prototipi e produzione piccole serie) il marchio ModenaBus potrà contare sulle sedi di Termoli (in via di atti-

vazione per la produzione di serie), Guastalla (commerciale e post vendita) e Johannesburg in Sud Africa per l’esportazione di veicoli speciali in Africa Australe attraverso la consociata Autumn Star Trading Nei primi giorni di agosto, un primo Mefili Open Top 9-280 marcato ModenaBus lo si è visto girare per le strade di Roma nell’ambito di una dimostrazione pratica delle sue prerogative di autobus turistico scoperto. Allestito su telaio camionistico DAF LF55, con motorizzazione Euro V EEV da 224 cavalli, è lungo 8,5 metri e ha una capacità di 42 passeggeri più un posto disabili (con apposita pedana omologata). In acciaio inox la struttura e in alluminio le pannellature esterne. Lo stesso veicolo è stato consegnato alla Tourist Service di Catania per svolgere servizio nel centro di Messina.


BusToCoach on-line Magazine - Settembre 2013

Optare gioca in casa

Da 9 a 12 METRI

L’operatore britannico Perryman’s Buses sceglie l’Optare Versa da 11,7 metri con motore Cummins mentre Thames Travel punta sul midibus Solo SR su meccanica Mercedes

dozzina di autobus della gamUNA ma Optare Versa è stata commissionata da Perryman’s Buses, azienda di trasporto passeggeri situata nel Regno Unito. I veicoli sono nella taglia da 11,7 metri e montano motore Cummins ISBe con potenza di 201 cavalli (150 kW) e cambio automatico Allison a cinque marce con convertitore di coppia e retarder elettromagnetico Klam che si attiva automaticamente in frenata. Otto di questi autobus sono stati richiesti con sedili Esteban Civic V3 mentre gli altri con selleria Re-

scroft completa di cinture di sicurezza a tre punti di attacco. L’allestimento prevede il sistema TVCC della serie Timespace V400 8 e annuncio vocale di fermata Mobitec collegato a un display interno a Led. All’insegna del marchio Optare sono anche i 6 midibus Solo SR recapitati al bus operator britannico Thames Travel. Destinati a cinque nuovi itinerari di Bicester nell’Oxfordshire, i veicoli sono equipaggiati di motore Mercedes-Benz OM 904 LA a norme Euro 5 e cambio automatico Allison 2100 a cinque marce. Il midibus Solo si sviluppa su una lunghezza di 9 metri e ha una capienza di 29 passeggeri, di cui 23 seduti. Sei le sedute ribaltabili: tre nella postazione carrozzella e altre tre nello spazio passeggini. Anche in questo caso la selleria è targata Esteban con il modello Civic V2. I mezzi sono forniti di indicatori di percorso a Led prodotti da Hanover Displays.


HIGH TECH STORE

BusToCoach on-line Magazine - Settembre 2013

SPENDERE MENO

M

ichelin Solutions, divisione del Gruppo Michelin operativa da maggio 2013 in Europa, propone tra suoi servizi Effifuel. Una soluzione innovativa destinata ai gestori di flotte professionali per ridurre le spese di carburante. A tale scopo, Michelin Solutions offre un pacchetto che comprende: corsi di guida economica tenuti da esperti, analisi e report periodici sui dati raccolti in merito al consumo di carburante, l’installazione di display telematici per tenere sotto controllo i parametri, l’outsourcing e l’ottimizzazione della gestione degli pneumatici. I contratti sono quadriennali e gli obiettivi, misurati in l/100 km, vengono definiti tenendo conto di diversi fattori quali la tipologia e lo stato del mezzo, gli itinerari, il peso del carico, il comportamento alla guida del conducente. «L’idea non è di sostituirsi ai fleet manager», spiega Franck Estoquié di Michelin Solutions, «ma di fornire loro risorse, dati e consigli per ottimizzare le operazioni e coinvolgerci nel processo. Se raggiungiamo l’obiettivo comune, condividiamo i guadagni. Altrimenti Michelin Solutions rimborsa le spese sostenute in proporzione ai risultati ottenuti».

PER ASSE ANTERIORE

aggiore durata e usura più omoM genea. Sono i punti di forza dell’ultimo pneumatico lanciato dal-

la giapponese Yokohama: il 104ZR Spec-2 dedicato all’asse anteriore di autocarri e autobus. Questo modello rappresenta una evoluzione del precedente 104ZR grazie all’impiego di mescole più resistenti, durature e tecnologicamente più avanzate. Rientra, inoltre, nella collaudata gamma Zenvironment caratterizzata da prodotti meno inquinanti che adottano materie prime e mescole studiate per ridurre l’impatto ambientale. E non solo. La resistenza al rotolamento della versione Truck Zenvironment viene minimizzata influendo sui consumi e su una guida più efficiente. Il disegno del battistrada richiama quello del predecessore e garantisce direzionalità e tenuta con i 5 cordoli longitudinali intervallati da scanalature che ottimizzano il drenaggio dell’acqua.

ZF PER GLI AUTOBUS EURO VI

IN

vista dell’entrata in vigore della normativa Euro 6, ZF lancia la nuova generazione dell’asse AV 133 per autobus ribassati. Dopo le già importanti modifiche introdotte a fine 2011, l’AV 133 verrà ulteriormente potenziato nel 2014 in stretta cooperazione con la clientela. L’integrazione funzionale di console e connessioni renderà il nuovo AV 133 molto più leggero e andrà così a compensare il peso aggiuntivo della trasmisAV 133 sione Euro 6. L’impiego di materiali alternativi, poi, semplificherà le applicazioni ‘heavy duty’ (vedi gli autobus a doppia articolazione) in quanto progettato per coppie elevate. L’AV 133 potrà essere impiegato anche sui veicoli elettrici o ibridi. E potrà essere facilmente integrato su mezzi già esistenti poiché presenta gli stessi punti di collegamento all’asse del modello precedente AV 132. Sul fronte della mobilità alternativa, ZF ha presentato all’ultima edizione dell’Uitp di Ginevra la versione per la produzione di serie dell’AVE 130, l’assale a trazione elettrica AVE 130 per autobus low floor con geometria del cambio potenziata. Oltre 200 le unità impiegate a partire dal 2010 in test su strada in diverse città europee, tra cui Stoccarda e Amburgo. Con un carico di 13 tonnellate, l’AVE 130 può essere impiegato anche sui grossi autobus urbani. Le ruote sono azionate individualmente mediante motori asincroni raffreddati ad acqua. Il contributo nel risparmio di carburante si aggira intorno al 30 per cento rispetto ad un veicolo diesel. Dedicate ai midibus, le sospensioni per ruote indipendenti ZF RL 55 EC. I vantaggi sono più d’uno: ridotto diametro di volta, RL 55 EC minor inclinazione laterale, maggiore comfort e manovrabilità. Il design ne consente l’impiego non solo sugli autobus a pianale alto ma anche su quelli con la sezione anteriore ribassata. Altro plus è dato dalla maggiore leggerezza rispetto a un assale rigido con conseguente ritorno in termini di consumo di carburante.

360° DI VISIBILITÀ

ontinental, società c multinazionale del comparto automotive, ha

sviluppato il nuovo sistema di telecamere a 360 gradi ProViu. Rivolto al settore delle costruzioni ma disponibile anche per gli autobus, ProViu fornisce immagini tridimensionali relative all’ambiente in cui agisce il veicolo grazie alle numerose microcamere digitali ad alta risoluzione installate esternamente e dotate di lenti grandangolari con angoli superiori a 180 gradi che favoriscono in tempo reale il controllo sui quattro lati del mezzo. Una centralina elettronica unisce le quattro immagini digitali, ottimizzate automaticamente per contrasto e luminosità, visualizzandole su un display nella cabina di guida. Premendo un tasto, il sistema commuta la modalità in 2D e 3D. Nella modalità a due dimensioni, la visibilità del conducente rileva le immediate vicinanze, mentre in modalità 3D si ottiene un’immagine d’insieme dell’area circostante. Le manovre diventano così più facili e meno rischiose. E grazie al sistema di rilevazione in tempo reale di eventuali ostacoli, i punti ciechi non sono più un problema.

MASATS PER MINIBUS

spagnola MaLA sats ha fornito 29 porte scorrevoli della

serie 028B per l’Aptineo, minibus da 21 posti carrozzato Indcar su telaio Iveco 70C17EEV. Il veicolo è destinato al Nord Europa ed è provvisto di un’ampa porta scorrevole elettrica con doppio vetro per rendere più agevole e veloce l’accesso in vettura. La rapida apertura, unita alla maggiore larghezza di 1.100 millimetri, contribuisce a ridurre il tempo di sosta ad ogni fermata. Inoltre, questo tipo di porta scorrevole ha bisogno di meno spazio esterno durante il movimento laterale. La porta 028B è provvista di bordo sensibile e di un sistema di sensibilità aggiuntivo gestito mediante centralina elettronica.


CONTI CITY PLUS HA3

BusToCoach on-line Magazine - Settembre 2013

Pneumatici Continental Generazione 3

Su misura per L’AUTOBUS

Non più una riconversione di utilizzo dal truck all’autobus. I nuovi pneumatici Continental della terza generazione sono pensati apposta per il trasporto passeggeri. Tre modelli per coprire tutti gli impieghi

autobus meritano un approccio GLI particolare, anche da parte dei costruttori di pneumatici. Quelli della Con-

messo in pratica. I prodotti che escono dalle fabbriche dei grandi costruttori internazionali di autobus tinental ne sono più che convinti e lo hanno sono oggi un concentrato di tecnologia. Dalle parti meccaniche agli impianti elettrici, fino alla molteplicità dei sistemi CONTI URBAN HA3 di sicurezza impiegati, Il suo desioccasione deltutte le parti di un autobus gn garantisce le fermate degli sono frutto di un processo qualità di guida autobus. continuo di ricerca ingesuperiori ed un Anche in condielevato livello zioni di manto gneristica ed è un dato di di tenuta, senstradale partifatto che il distacco dalle za alcuna percolarmente baorigini camionistiche è dita in comfort gnato e scivodiventato totale. Anche se o sicurezza. La loso, la nuova simili, i componenti imcarcassa robumescola e lo sta, con le cinspeciale depiegati hanno sempre un ture triangolari sign del battiche di particolare, di spea quattro strati, strada con procifico. Non può che essee i fianchi (rinfonde lamelle re così, non si trasportano forzati entrambi assicurano cose ma persone. Le esiulteriormente un’ottima tegenze dei passeggeri sono da una magnuta di strada, gior densità una rumorosidiverse (comfort e sicudi corde d’actà contenuta e rezza in primis) ma anche ciaio) formano un alto livello le condizioni di viaggio una struttura di comfort di sono diverse e particolari particolarmente guida durante a seconda del tipo di eserrobusta che resiste ai frequenti l’intera vita utile del pneumaticizio che gli autobus sono contatti con il marciapiede in co. chiamati ad assolvere.

Riprogettato in tutte le sue parti lo specialista dei servizi regionali di linea. Dalla messa a punto della mescola al disegno del battistrada, ora con scanalature longitudinali pronunciate per una manovrabilità ottimale e profonde lamelle tridimensionali per migliorare le prestazioni sul bagnato e il comportamento in frenata, per tutta la vita utile del pneumatico. Le scanalature larghe e chiuse delle spalle offrono ai pneuma-

tici una speciale stabilità laterale su strade male asfaltate o strade di montagna tortuose. Le fasce laterali chiuse si combinano con la nuova mescola della gomma del battistrada per un comportamento particolarmente confortevole e poco rumorosa durante la guida. La struttura laterale rinforzata armonizza le normali flessioni del pneumatico, contribuendo nettamente alla riduzione del consumo di carburante.

precedente Generazione 2, spingendosi però in avanti per quanto riguarda percorrenza chilometrica, bassa resistenza al rotolamento, qualità della carcassa e ricostruibilità del pneumatico. Quindi, efficienza economica, ma anche sicurezza e comfort. Tre i modelli proposti, in grado di coprire tutte le aree di utilizzo, dai servizi di linea urbani (Conti Urban) e regionali (Conti CityPlus) fino al segmento degli auPOTENZIATA LA PRODUZIONE tobus a lunga percorrenza Verranno proefficienza (Conti Coach). dotti nello produttiva. Per dimostrare le loro quastabilimento Nonostante lità è stato scelto il DriContinental la situazione di Puchov, in economica ving Camp di Pachfurth, Slovacchia, i difficile per in Austria, dove i nuovi nuovi pneul’Europa, alla pneumatici sono stati sotmatici della Continental toposti a prove di frenata e Generazione prevedono tenuta di strada sul bagna3. Con un inuna forte to con risultati nettamente vestimento di domanda di 100 milioni pneumatici superiori a quelli ottenuti di euro, il più sul medio tercon analoghi veicoli equigrande sito produt- di pneumatici per mine in questa area, paggiati con pneumatici tivo di Continental truck e bus all’anno, oltre ad un ulteriore della seconda generaziopasserà dalla attu- migliorando macchi- potenziamento dei ne. Ma vediamo da vicino ale capacità pro- nari e infrastrutture mercati dell’ Euroduttiva di 2,6 milio- al fine di raggiun- pa orientale, Medio i punti salienti dei nuovi ni a oltre 3 milioni gere la massima Oriente e Africa. pneumatici. Il Conti Urban HA3 per

Questa è quindi la premessa da cui sono partiti quelli della Continental nel mettere a punto dei modelli specifici per autobus, all’interno della nuova generazione di pneumatici per i veicoli commerciali (la terza) presentata alla IAA di Hannover dello scorso anno. I pneumatici per autobus della Generazione 3 fanno ovviamente proprie le qualità della


piuttosto severe (neve e ghiaccio). Il Conti CityPlus HA3, Lo specialista un’eccellente specifico per il trasporto delle lunghe frenata sul badistanze. Cargnato per tutta suburbano e regionale, cassa con cinla durata del nella misura 295/80 R ghia triangolare pneumatico, 22,5 e marcatura M+S si a quattro strati con un profilo caratterizza per avere una che garantisce chiuso sulle buona resa chilometrica, solidità struttuspalle, aperperformance di frenata rale, mantiene to al centro fino a un 50% e con quattro eccellenti durante tutta più a lungo la scanalature la vita del pneumatico e pressione di longitudinali, un’importante riduzione gonfiaggio (in riduce la rudella resistenza al rotoconfronto alla morosità e la lamento. Ha un consumo tecnologia tradiresistenza al zionale) e dimirotolamento, di carburante (efficienza nuisce l’usura e comporta energetica) di Classe C, del materiale quindi un nouna aderenza sul bagnato grazie ad una tevole rispardi Classe A e una rumorominore ossidamio di carbusità esterna di 69 decibel zione. rante. Mescola di La combina(classificata con una sola gomma speciale zione di scaonda sonora). appositamente sviluppata per nalature longitudinali continue Il Conti Coach HA3 per il trasporto passeggeri, nuovo e lamelle sottili garantisce una il trasporto a lunga distandesign del battistrada a lamel- trasmissione sicura delle forze za su strade veloci, misure le tridimensionali per offrire di frenata e sterzata. 295/80 e 315/80 R 22,5, combina massima sicuil trasporto pubblico in ambito urbano, è di- rezza, comfort di guida ottimale e resistensponibile nelle misure 275/70 R 22,5 e 315/60 za al rotolamento ulteriormente migliorata. R 22,5 anche con marcatura M+S. Il suo pun- Inoltre, la distribuzione bilanciata della presto di forza è la resa chilometrica, cresciuta del sione nella superficie di contatto con il suolo 20% rispetto all’HDU della Generazione 2, aumenta la resa chilometrica e la durata del senza compromettere le doti di ricostruibilità. pneumatico assicurando quindi l’economicità Una vita utile più lunga per tenere a freno i del pneumatico stesso. costi. I dati riportati sulla Etichetta Europea, Da primato i valori riportati sulla etichetta introdotta dallo scorso anno secondo il Rego- Europea. Classe B per il consumo di carlamento 1222, danno per la misura standard burante, Classe A per la frenata su fondo 275/70 un valore di Classe D per quanto bagnato e 70 decibel di rumorosità esterna. riguarda il consumo di carburante (A è il va- Sarà anche per questo che non è prevista la lore più basso e G il più alto) dovuto alla re- versione M+S per gli impieghi invernali. Nel sistenza al rotolamento; Classe B invece per caso, c’è sempre l’HSW 2 Coach, sviluppato lo spazio di frenata sul bagnato (decisamente già nel 2010 appositamente per l’utilizzo su buono: A è il più breve e G il più lungo) e una autobus e pullman. rumorosità esterna di 70 decibel, oltre 3 deci- È prevista invece una versione rinforzata bel inferiore ai limiti che entreranno in vigore Conti Coach ED (Extra Duty) per strade imnel 2016 (rappresentata graficamente con una pegnative come quelle della Turchia e una onda sonora; tre onde indicano il superamento versione Conti Coach AC (Active Cool), resistente alle alte temperature del Medio Oriente del limite). Nella misura 275/70 R 22.5 sono disponibili e del Nord Africa. anche le versioni Conti Urban Scandinavia Per tutti i nuovi pneumatici della Generazione HD3 per l’asse trattivo e Scandinavia HA3, 3, è garantita la possibilità di essere riscolpiti per l’uso cittadino in condizioni climatiche e ricostruiti.

CONTI COACH HA3


BusToCoach on-line Magazine - Settembre 2013

Iveco Magelys per i calciatori della Juventus

Cose da CAMPIONI

Un Magelys tutto speciale per i giocatori della Juventus che dopo aver viaggiato per cinque anni sulla versione a due assi ora godono della spaziosità dell’HDH da 13,8 metri partire dalla prossima stagione 2013A 2014 sarà un Magelys HDH di Iveco Bus ad accompagnare la Juventus nelle diverse

HDH di Iveco Bus è equipaggiato con motore FPT Industrial Cursor 10 da 450 Cv e cambio ZF Astronic. trasferte italiane e europee. Prende il posto del Inoltre, il veicolo è dotato dei più innovativi precedente Magelys HD a due assi in servizio sistemi di sicurezza, tra cui l’Adaptive Cruper la Juventus dal 2008 che a sua volta passa ise Control (ACC) che mantiene costante la in dotazione al Settore Giovanile. velocità di crociera al livello scelto dal conRealizzato in colore nero e personalizzato con ducente ed è in grado di valutare l’eccessiuna pellicola adesiva che riproduce il logo e il vo avvicinamento al veicolo che precede e nome della squadra sulla fiancata, il Magelys il Lane Departure Warning System (LDWS) che segnala acusticamente quando il veicolo esce dalle linee che ANCHE PER I CALCIATORI TEDESCHI delimitano la corsia di Firmato Iveco Bus, della Bundesliga, la ti da Iveco Bus: il marcia senza che siano anche il pullman prima divisione del Magelys Pro. stati azionati gli indicadestinato ai calcia- campionato di calcio La versione è queltori di direzione. tori dell’Eintracht tedesco. Il veicolo è la da 12,8 metri Francoforte per la il top di gamma dei con motore Cursor Con i suoi 13,8 metri stagione 2013/2014 granturismo prodot- 10 EEV da 450 cv di lunghezza il Magelys e cambio automaHDH ha 44 posti a setizzato a 12 marce. dere su sedili in pelle di Personalizzato con i colore nero con cuciture colori del Club tedebianche e una speciale sco, il mezzo dispone di alcuni tavoli da imbottitura lombare. quattro postazioni Sulla penultima fila ciascuno al centro sono previsti anche dei dell’abitacolo, mopoggiagambe con pienitor da 19 pollici e dini ripiegabili sotto ai connessione Wi-Fi. sedili.

Tra gli altri accessori a bordo, oltre alle pellicole oscuranti sulle finestre laterali, sono previste uscite USB e ingressi per cuffie personali (sullo schienale dei sedili), prese

a 220 volt sulle pareti, un frigorifero, un sistema Wi-Fi 4G e un impianto video con tre schermi LCD da 19 pollici, motorizzati e abilitati alla ricezione dei canali satellitari e digitale terrestre. Con il Magelys HDH per la Juventus, Iveco Bus rafforza il proprio legame con i protagonisti più prestigiosi dello sport nazionale, come fatto di recente con le consegne dei propri autobus alla Nazionale Italiana di Calcio e alla Federazione Italiana Pallacanestro.


BusToCoach on-line Magazine - Settembre 2013

Van Hool Astromega TDX29 ‘Sleeper Coach’

... e Buon RIPOSO

Pullman durante il giorno, carrozza letto di notte. Inedita versione del due piani Astromega TDX29 appositamente allestito in una decina di unità per il Gruppo Stagecoach

versione speciale dell’AstroUNA mega TDX29, l’imponente due piani in taglia extra long della gamma Van Hool, è stata realizzata per il gruppo Stagecoach nel Regno Unito. Gli inglesi lo chiamano ‘sleeper coach’, pullman attrezzato per le trasferte notturne con tanto di letti a bordo. Ma questo non è un semplice autobus cuccetta. La sua particolarità è data dalla duplice configurazione che ne fa una vettura per i servizi di lusso durante il giorno e una carDIMENSIONI Lunghezza mm 14.960 Larghezza mm 2.550 Altezza con AC mm 4.000 Passo mm 7.250+1.300 Sbalzo anteriore mm 2.740 Sbalzo posteriore mm 3.670 Motore Daf MX 340 Potenza cv (kW)/giri 462 (340)/1.900 Coppia max Nm/giri 2.300/1.000 Cambio ZF As-tronic Posti a sedere n. 55+1+1 Posti letto n. 42 Peso totale kg 24.000

rozza letto per i collegamenti notturni. Merito dei sedili che si trasformano, all’occorrenza, in comodi letti. Sedili appositamente realizzati nell’atelier belga di Van Hool per soddisfare le specifiche richieste del cliente. Una decina gli esemplari prodotti per Stagecoach ad un costo di 500 mila sterline ciascuna (circa 755 mila euro), il primo recapitato nell’aprile 2013 e l’ultimo lo scorso luglio. Il veicolo si sviluppa su tre assi e ha una portata massima di 55 passeggeri oltre ad accompagnatore e conducente. L’area viaggiatori è suddivisa in una serie di compartimenti da due o quattro posti. L’allestimento prevede confortevoli poltrone rivestite interamente in pelle, ciascuna con tavolino e presa per la corrente. Non manca la connessione Wi-Fi gratuita e la toilette. A bordo c’è poi l’occorrente per servire drink durante il viaggio. La versione notturna viene ricavata trasformando i sedili passeggero in 42 postazioni letto. E in questo caso ai viaggiatori viene offerto un kit che contiene cuscino, mascherina per gli occhi, spazzolino da denti e dentifricio. A richiesta viene fornita una coperta e per i più esigenti c’è perfino l’opzione del completo da notte. Con i suoi 14,96 metri di lunghezza, il TDX29 è il più grosso dei turistici a piano doppio della gamma Astromega che compren-

de il TDX25 da 13,1 metri e il TDX27 da 14,1. Sotto al cofano c’è il Paccar Daf MX 340 con potenza di 462 cavalli, motore abbinato al cambio automatico ZF AS-Tronic a 12 marce con retarder integrato. Le ruote sono le Alcoa Durabright in alluminio. La flotta degli ‘sleeper coach’ viene gestita dall’operatore Megabus.com (che fa parte del Gruppo Stagecoach) per i servizi esclusivi di trasporto passeggeri mentre la notte viene dirottata sulle linee che collegano 11 località scozzesi a Londra. I tempi di percorrenza sono paragonabili a quelli dei treni cuccetta, garantendo collegamenti tra Edimburgo e Glasgow con la Capitale britannica in meno

di otto ore. E al prezzo di sole 15 sterline (poco più di 17 euro) per tratta. Il primo servizio è stato inaugurato l’8 luglio e i restanti sono entrati via via in funzione nel corso dell’estate. «Questi veicoli sono i primi del genere al mondo e sappiamo che in tanti stanno già pensando al loro utilizzo», ha detto Elizabeth Esnouf, amministratore delegato della divisione pullman di Stagecoach UK. «Il feedback dei passeggeri in fase di prova è stato molto positivo, con la maggior parte delle persone che hanno dichiarato di voler utilizzare nuovamente il servizio e di consigliarlo agli amici».


BusToCoach on-line Magazine - Settembre 2013

IVECO BUS - DAILY WAY 50C17 T E 500 € 80. S T km

km/h

km/litro

Strada Statale

121

65,4

9,71

Autostrada

160

92,3

8,8

Salita

14

33,6

3,53

Discesa

13

41,1

28

TOTALE

308

71,4

8,8

Percorsi

listino

o di Prezz Italia in

Indice Prestazioni

0

DIMENSIONI Lunghezza mm 7.748 Larghezza mm 1.996 Altezza mm 2.745 Passo mm 4.750 Sbalzo anteriore mm 998 Sbalzo posteriore mm 2.000 Diametro di volta mm 17.700 Serbatoio gasolio litri 90 Peso a vuoto kg 4.020 Peso in prova kg 5.190 Peso totale kg 5.600

Consumi al MINIMO

9.2 10

anni di storia, otto generazioni di mo35 delli e ancora una volta il Daily di Iveco si prepara a nuove sfide. Quelle imposte dal passaggio ormai prossimo alle motorizzazioni Euro VI. Se ne parlerà sicuramente nei prossimi mesi. Nel frattempo resta in campo con tutto il suo bagaglio di affidabilità. Ne facciamo il punto mettendo alla prova un Daily Way a passo allungato da 22 posti più autista. Ossia la versione pensata per i servizi di linea a corto raggio e in genere per trasferimenti che richiedono innanzitutto economicità di gestione. Per gli impieghi propriamente turistici è invece più indicata la gamma che va per l’appunto sotto il nome di Daily Tourys.


IL PERCORSO DI PROVA

ZONA PASSEGGERI

Posti seduti n. 22+1 Altezza interna mm 1.830 Altezza pavimento mm 705 Larghezza corridoio mm 360 Larghezza porta mm 600 Cappelliere m3 0,71

ZONA AUTISTA

Larghezza cockpit mm 900 Profondità cockpit mm 1.200 Altezza cockpit mm 1.700 Escursione sedile mm 200

COMFORT

Sedili fissi Sedile autista molleggiato A.C. sì Riscaldamento convettori Botola a etto emergenza Vetri singoli Audio/video radio CD

Abito da Lavoro

ono 22+1 i posti a bordo del S Daily Way 50C17, con sedili a schienale fisso e poggiatesta integrato, disposti su file 2+1. Gli ultimi quattro in coda sono di tipo autoportante, con attacchi di sicurezza che ne consentono la



facile rimozione attraverso il portellone posteriore a doppia anta apribile di 180 gradi. Semplice l’allestimento interno, con cappelliere aperte su entrambi i lati del soffitto (senza i set delle dotazioni personali) e finestre laterali con vetri singoli e parte superiore apribile a scorrimento. Al clima interno ci pensa un impianto a tetto con uscita libera posteriore (optional da 4.700 uro) abbinato alla climatizzazio-

ne automatica del posto guida. Per il riscaldamento, interviene invece il termoconvettore a pavimento sul lato sinistro alimentato da un riscaldatore supplementare (optional da 1.090 euro). Per l’autista, una plancia in mate-

riale soft touch con il cruscottino ellissoidale fronte autista, completo di display multifunzione. Nel plinto centrale la radio, il controller del clima e il tachigrafo digitale. Sul veicolo in prova anche l’etilometro (optional).

Il nostro Daily Way 50C17 è lungo 7,7 metri (le altre versioni sono da 5,9, 6,9 e 7,3 metri) ed è spinto dal tre litri Iveco da 170 cavalli (125 kW), abbinato al cambio meccanico manuale a sei marce di FPT (volendo si può richiedere anche l’automatizzato sequenziale AGile). Zavorrato a 5.190 chili (il carico massimo ammesso è di 5.600 chili)) ha percorso i 308 chilometri da Milano al Passo del Penice e ritorno via Piacenza (160 i chilometri di autostrada), consumando in media un litro di gasolio ogni 8,8 chilometri. Viaggiando alla media dei 71,4 chilometri all’ora. Risultati decisamente buoni che gli fanno guadagnare un indice prestazioni di 9,2 (prodotto di velocità e consumo) su una scala da uno a dieci. Meglio del già ottimo risultato ottenuto sullo stesso percorso dal VDL MidEuro (su base Mercedes Sprinter con motore da 190 cavalli): a sostanziale parità di carico aveva ottenuto un indice di 8,5 punti, facendo in media i 7,89 km/litro. Anche i risultati intermedi confermano il giu-


90

450 400

60

300

30

150

1.000 1.500 2.000 2.500 3.000 3.500

Giri/min

FRENI Dischi integrali. Impianto idraulico a controllo elettronico con ABS, ASR, Hill Horder, HBA (Hydraulic Brake Asistant), LAC (Load Adaptive Control), HRB e HFC.

PNEUMATICI Bridgestone Duravis 195/75 R 16 SICUREZZA 110/108R, posteriori gemellati. ESP9, estintore a polvere da 6 kg.

EEV di Serie

CAMBIO 3.500 3.000

20

35

54

81

a

2a



Nm

SOSPENSIONI Meccaniche a ruote indipendenti sull’asse anteriore con molle a balestra paraboliche trasversali (longitudinali sul posteriore), ammortizzatori idraulici a doppio effetto e barra di torsione.

1a

125 120

MOTORE: FPT Industrial F1CE3481 Cilindrata cc 2.998 Alesaggio/corsa mm 95,8/104 Geometria 4 in linea Posizione Anteriore Potenza 170 cv (125 kW)/3.500 giri Coppia Nm 400 a 1.250-3.000 giri Iniezione Common rail Rapporto di compressione 19:1 Coppa olio litri 7 Classe d’inquinamento EEV Trattamento gas Egr+filtro Vita veicolo in prova km 15.800

giri/min

kW

MOTORE MOTORE

3

30

45

110

a

140 6a

5a

4

2.000 1.000 0

15

60

75

Km/h

90

105

120

135

150

TRASMISSIONE Il veicolo in prova monta il cambio manuale FPT 2840.6 a sei marce più retro. Rapporto di trasmissione Accelerazione 0-100 km/h

4,18 sec. 34,1

attesa di vedere cosa ci IN riserverà il passaggio all’Euro VI, il Daily Way affida

le sue prestazioni al quattro cilindri il linea F1 sviluppato da FPT Industrial, con cilindrata di tre litri, turbina di aspirazione a doppio stadio, EGR e iniezione common rail. Montato sotto il cofano anteriore sviluppa una potenza massima di 170 cavalli (125 kW) a 3.500 giri e una coppia di 400 Nm disponibile tra 1.250 e 3.000 giri. All’uscita c’è il cambio manuale a sei marce, sempre di FPT, con trasmissione cardanica all’asse posteriore con rapporto di riduzione 4,18:1 e ruote gemellate da 16 pollici. Le emissioni inquinanti sono ridotte alla classe EEV tramite il sistema di ricircolo dei gas (EGR) e il filtro antiparticolato allo scarico. Di tipo meccanico le sospensioni (a ruote indipendenti davanti), con molle a balestra, ammortizzatori idraulici e barra di torsione

sto equilibrio tra prestazioni e consumi del Daily Way che ha fatto il record dei consumi sui 121 chilometri di strade statali (quasi i 10 chilometri con un litro) e ha affrontato la salita al passo Penice (1.149 metri di altitudine) alla media dei 33,6 km/h. La distanza tra gli assi, allungata a 4.750 millimetri, smorza ogni accenno di beccheggio durante il passaggio sulle giunzioni dei viadotti e la manovrabilità complessiva del veicolo non ne risente, stante un diametro minimo di ingombro di 17,7 metri. Le sospensioni sono di tipo meccanico (a ruote indipendenti sull’asse anteriore) ma volendo si possono avere quelle pneumatiche sul posteriore. È invece di serie l’ESP9 che integra l’impianto frenate con tutti i suoi sistemi di sicurezza. Frutto dell’ultimo restyling la revisione complessiva della postazione di guida, il miglioramento dell’insonorizzazione, l’aggiunta della regolazione assiale del volante e l’aumento della escursione longitudinale del sedile, ora pari a 200 millimetri. Esternamente, il caratteristico disegno del frontale, con calandra satinata che incorpora la griglia di ventilazione e gruppi ottici con luci diurne integrate e fendinebbia con funzione Fog cornering (optional da 250 euro). Sul Daily Way le finestre laterali sono a cristalli singoli, con parte superiore apribile a scorrimento e la porta laterale vetrata per l’accesso dei passeggeri è una rototraslante all’indietro con azionamento elettrico e dispositivo antischiacciamento. Per l’accesso in cabina dell’autista resta la porta sinistra a battente comune a tutti i Daily mentre sulla testata posteriore c’è la porta a due ante con vetri atermici.

anteriore. L’impianto frenante su dischi autoventilati si avvale dell’ESP9 di ultima generazione, completo di

HRB (Hydraulic Rear Wheel Boost) per potenziare la forza frenante sull’asse posteriore in caso di frenata di emergenza, HFC

(Hydraulic Brake Fade Control) e RMI&ROM (Roll Movement Intervention & Roll Over Mitigation).

MINIBUS A CONFRONTO km/h

Iveco Daily Way 50C17, 7,7 m

71,4

8,8

9,2

73

7,89

8,5

VDL MidEuro Vip, 8 m

km/litro

Indice

Modello


BusToCoach on-line Magazine - Settembre 2013

MERCEDES - Citaro 12,1 Euro VI .000

€ re2zz8o5netto in P

a Germ

nia

Percorsi

km

km/h

km/litro

1° Giro in Milano

26

15,4

2,035

2° Giro in Milano

26

16,6

2,045

TOTALE

52

16

2,04

Indice Prestazioni 0

7,25

10

km/litro

CONSUMI RILEVATI 2,035

1° Giro

2,045

2° Giro

2,04

MEDIA TOTALE

stato il primo a presentarsi sul mercato È con le motorizzazioni conformi alle norme Euro VI che saranno obbligatorie per tutti

DIMENSIONI Lunghezza mm 12.135 Larghezza mm 2.550 Altezza con AC mm 3.120 Passo mm 5.900 Sbalzo anteriore mm 2.805 Sbalzo posteriore mm 3.430 Diametro di volta mm 22.200 Serbatoio gasolio litri 260 Serbatoio AdBlue litri 32 Peso in prova kg 15.600 Peso totale ammesso kg 18.000

Davanti a

TUTTI

nel 2014, raccogliendo subito il consenso (e gli ordini) delle aziende di trasporto europee più attente a cogliere il valore delle innovazioni. A distanza di un anno dall’introduzione dei nuovi motori BlueEfficiency Power, secondo step del passaggio al Citaro di nuova generazione lanciato nel 2011 dopo 13 anni di onorata carriera e oltre 30mila unità vendute, oggi il nuovo Citaro Euro VI è già un prodotto maturo. Mentre i concorrenti arrivano a ridosso della scadenza del 2014 con il fiato corto, nella maggior parte dei casi con prototipi visti solo alle fiere di settore. Il nuovo Citaro non teme smentite e dimostra di essere un prodotto senza incognite mettendosi a disposizione di BusToCoach per la prova in esercizio simulato sulle strade di Milano. Primo tra gli urbani Euro VI a mettersi in gioco.

T E S T


IL PERCORSO DI PROVA

ZONA PASSEGGERI

Posti seduti+in piedi n. 31+1H+65 Altezza interna mm 2.313 Altezza pavimento mm 370 Larghezza corridoio mm 665/460/550 Larghezza ingressi mm 1.210

ZONA AUTISTA

Altezza da terra mm Larghezza cockpit mm Profondità cockpit mm Altezza cockpit mm Escursione sedile mm

600 930 1.630 2.080 235

COMFORT

Sedili passeggero City Star Eco Sedile autista Isri A.C. separata Riscaldamento convettori Botole a tetto 2 elettriche Illuminazione neon (Led) Pedana elettrica (manuale)

Attento ai particolari l’estetica esterna del Se nuovo Citaro promette modernità ed eleganza, l’allesti-

mento interno conferma in pieno queste doti aggiungendo funzionalità e comfort per passeggeri e autista. Impossibile non restare colpiti dal senso di spazio e luminosità del padiglione con finestre ad altezza maggiorata e la continuità dei suoi rivestimenti chiari, interrotta solo dai nuovi mancorrenti in alluminio a sezione ovale con montanti verniciati (in rosso sul veicolo in prova) a sagoma differenziata. Rivestimenti chiari anche per i 31 sedili (due dei quali ‘jumbo’) con fissaggio a cantilever nella zona centrale. A fianco della porta centrale lo spazio per la

carrozzella disabili, imbarcabile attraverso una pedana elettrica (di serie è manuale). C’è spazio per altri 65 passeggeri in piedi. Luci al neon a due colori sulla doppia fila di plafoniere a soffitto, a cui si aggiungono i corpi

verticali sotto ai tegoli con luci frontali e spot a led. Le tre porte sono a doppia anta con apertura esterna pneumatico-elettrica parallela alla fiancata, fatta eccezione sulla prima porta dove le ante restano incli-

nate per evitare gli ingombri di ruota e specchi. Il posto guida è rialzato, con chiusura posteriore e porta di accesso ad apertura anteriore completa di vela in vetro. Ergonomica la disposizione dei comandi.

Con un peso complessivo di 15.600 chili (zavorra pari a circa la metà del carico utile), impianto di climatizzazione sempre acceso (oltre i 30 gradi la temperatura esterna), motore da 299 cavalli (220 kW) e cambio automatico ZF, il Citaro da 12,1 metri ha percorso i due giri in città da 26 chilometri l’uno, con fermate simulate ogni 500 metri, consumando in media un litro di gasolio ogni 2,04 chilometri. Viaggiando alla media dei 16 chilometri all’ora. Letto così, nella fredda oggettività dei numeri, il consumo rilevato sembrerebbe buono ma non ottimo. Ma sono d’obbligo un paio di precisazioni. Innanzitutto il traffico. Milano è una città che non fa sconti: strade strette disseminate di semafori e automobili in gran quantità. Lo testimoniano i valori della velocità media riscontrata: 16 chilometri all’ora, nonostante il percorso di prova in città preveda un buon 40% su corsie riservate agli autobus (ma anche ai molti taxi e veicoli autorizzati). Seconda considerazione, su questo percorso urbano non abbiamo finora potuto provare altri veicoli concorrenti (anche in Euro V) e quindi manca un termine di paragone. Occorrerà aspettare le prossime prove.


235 220



205 Nm 175

1.200

145

850

115 1.000 1.200 1.400 1.600 1.800 2.000 2.200

giri/min

PNEUMATICI Michelin XZA2 148/154M

Egr + Scr e Filtro

FRENI Impianto pneumatico a controllo elettronico EBS con ASR e Retarder idraulico. Dischi Knorr SN 7.

SICUREZZA ESP, resistenza strutturale ECE R 29 275/70 R 22,5 e R 66/01, antincendio vano motore e videosorveglianza interna.

CAMBIO 20

2.200 1.750

1a

MOTORE

SOSPENSIONI Pneumatiche integrali con controllo elettronico del livello e kneeling (50 mm). Sospensioni a ruote indipendenti sull’asse anteriore con barra stabilizzatrice. Asse posteriore ZF AV132/83.

giri/min

kW 265

MOTORE: Mercedes OM 936 Cilindrata cc 7.694 Alesaggio/corsa 110/135 Geometria verticale 6 in linea Posizione posteriore Potenza 299 cv (120 kW)/2.200 giri Coppia Nm 1.200 a 1.200-1.600 giri Iniezione Common rail 2.400 bar Rapporto di compressione 17:1 Coppa olio litri 30 Classe d’inquinamento Euro VI Trattamento gas EGR+SCR+filtro Vita veicolo in prova km 31.365

con turbocompressore a gas di scarico asimmetrico con turbina a due stadi. L’Euro VI è ottenuto attraverso l’utilizzo composto del sistema di ricircolo dei gas di scarico (Egr), dell’Scr Mercedes con

a

2

48 a

3

68

94

4a

110

6a

5a

875

0

15

30

45

60

Km/h

75

90

105

120

TRASMISSIONE Il veicolo in prova monta il cambio automatico ZF Ecolife 6AP 1200 B a sei marce più retro con retarder idraulico integrato. Rapporto di trasmissione 5,771 Accelerazione 0-50 km/h sec. 13,9

isposizione a torre per il D gruppo motore del Citaro 12,1 Euro VI, con armadio

tecnico nell’angolo sinistro in coda dell’abitacolo e molto spazio dietro al portellone posteriore. Protagonista assoluto il nuovo motore verticale Om 936 della serie BlueEfficienty Power di Mercedes. Si tratta di un 7,7 litri da 220 kW di potenza (299 cavalli) e 1.200 Nm di coppia massima costante tra 1.200 e 1.600 giri. Per impieghi più impegnativi è disponibile anche la versione potenziata a 260 kW (354 cavalli). Le parti innovative di questo motore riguardano l’impiego di una testata dei cilindri a flusso trasversale con quattro valvole per cilindro azionate da due alberi a camme (pressione d’iniezione fino a 2.400 bar), l’impiego del VCP (albero a camme di scarico variabile), sovralimentazione

35

iniezione di AdBlue a monte del catalizzatore e di un filtro antiparticolato allo scarico. Tra le molte altre innovazioni del nuovo Citaro, la presenza di un modulo di recupero dell’energia in frenata.

Sappiamo che il Citaro Euro V si è sempre distinto anche per i suoi bassi consumi, così come non dubitiamo dei test fatti da Daimler lo scorso ottobre a Wiesbaden (Germania) con la supervisione di Dekra, che hanno certificato un consumo del Citaro Euro VI (con stessa catena cinematica del nostro) inferiore dell’8,5% rispetto al Citaro Euro V. Analoghi risultati del test per il Setra S 515 HD sono stati sostanzialmente confermati dalla prova di BusToCoach dello scorso luglio. Più in generale, il nuovo Citaro dimostra di essere un passo avanti tutti in quanto a comportamento su strada, silenziosità interna, manovrabilità, sicurezza e comfort. Frutto di innumerevoli accorgimenti tecnici che in fase di progettazione hanno interessato ogni parte del veicolo. Richiamiamo a titolo di esempio la struttura portante (protetta da cataforesi a immersione), realizzata con elementi di collegamento prestampati che allontanano le saldature dai punti critici di snodo. Dietro al frontale un elemento a deformazione programmata per la protezione dell’autista. Grazie a questi e ad altri interventi il nuovo Citaro risponde sia alla direttiva ECE R 29 sulla resistenza all’impatto (prova del pendolo di Charpy) sia alla ECE R 66/01 sul rovesciamento che entrerà in vigore nel 2017. Sempre sul tema della sicurezza, l’impianto frenante è completo di Esp (Electronic Stability Program) e sul veicolo in prova era montato anche il sistema antincendio ad acqua con sei punti di spruzzo nel vano motore alimentati dal serbatoio supplementare sul tetto. Ottimizzati anche tutti gli assorbimenti di energia, dalle batterie agli alternatori (in parallelo) al compressore, a due stadi per limitare i consumi.

BUSTOCOACH EUROPEAN ON-LINE MAGAZINE - Settembre 2013  

BusToCoach è la prima piattaforma online completamente GRATUITA. Offre informazione sui veicoli per il trasporto persone in Europa attravers...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you