Page 1

Transport Web Snc - www.bustocoach.com

EUROPEAN ON-LINE MAGAZINE - Ottobre 2017

Bus To Coach

POLE POSITION BUSWORLD EUROPE

TEMSA - BYD - OTOKAR IN ITALIA - ANTEPRIME BUSWORLD: ADL, DAIMLER, IRIZAR, IVECO, MAN, OTOKAR, SOLARIS, VAN HOOL, VDL, VOLVO - RUBRICHE


RIVISTA ON-LINE abbinata a www.bustocoach.com - Ottobre 2017 RUBRICHE

BusToCoach

FILO DIRETTO

European on-line magazine Direttore responsabile

Marino Ginanneschi

marino.ginanneschi@bustocoach.com

Redazione e rapporti internazionali

Elena Prearo

elena.prearo@bustocoach.com

Pubblicità

ADV SPAZIO s.r.l. I 20129 Milano Via G. Modena 6 Tel. +39 02 7000 4031

FLASH NEWS In diretta dal mondo dei trasporti.

HIGH TECH STORE Konvekta, Masats, Allison, Eberspächer.

ANNUNCI Uno spazio per vendere e comprare.

IN POLE POSITION AL BUSWORLD DI KORTRIJK

TEMSA Per le squadre di calcio, non solo turche.

E-mail: bustocoach@advspazio.it

Amministrazione

Transport Web & C Snc I 20148 Milano Via Versilia 22

E-mail: bustocoach@bustocoach.com

MAN TRUCK & BUS

ADL

IRIZAR

IVECO BUS

OTOKAR

SOLARIS

Internet: www.bustocoach.com Registrazione Tribunale di Milano n. 140 del 16/03/2012

***

BusToCoach® Magazine è inviato mensilmente via mail a 12.000 operatori europei del trasporto passeggeri in autobus. Se vuoi iscriverti alla nostra mailing list comunicalo a: bustocoach@bustocoach.com

VAN HOOL

VDL

VOLVO

DAIMLER

BYD A Torino i 12 metri elettrici.

OTOKAR A quota 300 le consegne in Italia.


KENT C 10

97 POSTI A SEDERE IN 10,7 METRI. Disponibile anche nelle versioni da 12 e 18 metri.

DA 9 A 18 METRI

SEMPRE L’URBANO IDEALE Distributore per lʼItalia: Mauri Bus System Srl Via Caravaggio, 8 - 20832 Desio (MB) - Italy Office +39 0362 626247 - Fax +39 0362 629189 - www.mauri-bus.it


FLASH NEWS

BusToCoach on-line Magazine - Ottobre 2017

I NUMERI DEGLI ELETTRICI SOLARIS

VOLVO ELECTRIC IN NORVEGIA

iù di 3 milioni di chilometri percorsi in quattro anni, quasi società di trasporto norvegese Tide Buss ha comP 80 veicoli in regolare servizio in Europa e nuovi ordini per LA missionato 25 elettrici Volvo 7900. Per il produttore oltre 100 unità. Sono i numeri degli autobus elettrici di Solaris svedese si tratta della commessa più importante per autobus

Bus & Coach. Veicoli che si possono vedere in Austria, Svezia, Finlandia, Germania, Spagna, Italia, Polonia su percorsi diversi quanto a topografia, tasso di occupazione e condizioni climatiche. Il produttore polacco ha mosso i suoi primi passi nella mobilità elettrica nel 2001 con il filobus Trollino. Nel 2006 ha presentato l’ibrido Urbino, il primo autobus a trazione ibrida prodotto serialmente in Europa. La versione completamente elettrica è stata lanciata nel 2011. Poi è seguita la variante media con l’Urbino 8,9 LE Electric. Nel 2013, a un paio d’anni dal debutto, sono iniziate le vendite in serie degli autobus elettrici Solaris. Il primo è stato venduto a Klagenfurt in Austria.

SU MAN I NEW CITY DI CASTROSUA

completamente elettrici. I veicoli serviranno quattro linee di Trondheim coprendo distanze tra i 12 ei 15 km per ciascuna tratta. Il servizio partirà nell’agosto 2019. Volvo Buses si occuperà inoltre della manutenzione di mezzi e batteria a un costo fisso mensile. Gli autobus verranno riforniti in modalità rapida mediante ricarica di opportunità ai capolinea. Le stazioni di ricarica saranno basate sull’interfaccia aperta OppCharge, il che significa che potranno essere sfruttate anche da altri bus elettrici. I mezzi utilizzeranno energia rinnovabile in modo che siano totalmente privi di emissioni. Oltre al Volvo 7900 Electric, la gamma di Volvo Buses comprende modelli ibridi e ibridi elettrici (ibridi plug-in). Ad oggi, più di 3.600 autobus elettrificati Volvo sono stati venduti a livello mondiale.

DAIMLER AIUTA IL TEXAS

compagnia iberica di trasporti Vitrasa (GrupLA po Avanza) ha presentato lo scorso agosto 24 nuovi autobus destinati al rinnovo della propria flotta

costituita da 124 veicoli. Sono tutti su telaio MAN con carrozzeria New City prodotta in Spagna da Castrosua. Si tratta di 20 unità da 12 metri e 4 articolati da 18. I primi dispongono di 26 sedili, due postazioni carrozzella e 80 posti in piedi mentre gli articolati alloggiano 42 passeggeri seduti, due sedie su ruote e 108 persone in piedi. Tra le novità, il soffietto traslucido nella parte superiore in modo da potenziare la luminosità nella zona retrostante del veicolo. La dotazione di bordo di tutti i mezzi include aria condizionata, anti-nebbia, connessione internet gratuita, diverse prese USB e una mezza dozzina di telecamere per la videosorveglianza.

BRT A IDROGENO IN FRANCIA

società Daimler statunitensi Mercedes-Benz LE US International, Mercedes-Benz Financial Services e Daimler Trucks North America hanno de-

voluto un milione di dollari a sostegno delle persone colpite dall’uragano Harvey in Texas. La donazione andrà alla Croce Rossa americana e sarà utilizzata per intervento immediato, assistenza d’emergenza e altri servizi necessari alle vittime di una delle più grandi tempeste della storia degli Stati Uniti. Si stima che circa 30 mila persone avranno bisogno di riparo temporaneo e assistenza finanziaria. La Croce Rossa americana opera a Houston, Texas e in altre città e stati colpiti dall’uragano che lo scorso agosto si è abbattuto su vaste aree del sud-est del Texas e della Louisiana. Chi volesse dare il proprio contributo alla Croce Rossa americana può farlo attraverso il sito www.redcross.org

FORNITURA SCANIA IN NORVEGIA

an Hool fornirà il primo sistema BRT (Bus Rapid Transit) produttore svedese acquisisce una grossa commessa a V completo di bus articolati da 18 metri alimentati a idrogeno a Pau, in Francia. L’ordine comprende otto autobus della se- IL Kristiansand, sud-ovest di Oslo. Si tratta di 140 veicorie Exqui.City con una fonte di alimentazione ibrido-elettrica. li. Di questi, 70 sono ibridi: mai così tanti in un unico lotto per

L’idrogeno e l’ossigeno vengono convertiti in elettricità nella cella a combustibile mediante un processo di elettrolisi in tempo reale mentre le batterie al litio e i motori elettrici forniscono potenza aggiuntiva ove necessario. L’energia rilasciata in fase di frenata può essere anche riutilizzata. Le uniche emissioni sono vapore acqueo. Il veicolo è il cosiddetto ‘tram-bus’ da 18,62 metri con una capacità di 125 passeggeri e un’autonomia di circa 300 km. Gli otto Exqui.City verranno consegnati all’SMTU-PPP (Syndicat Mixte de Transports urbains - Pau Portes des Pyrénées) e STAP (Société de Transport de l’Agglomération Paloise) nella seconda metà del 2019.

Scania. L’ordine è anche il più importante per la controllata Norsk Scania in Norvegia. Tutti i veicoli possono funzionare a biodiesel. La commessa comprende i modelli Scania Citywide LE Suburban Hybrid, Scania Citywide Suburban e Scania Higer A30. Gli autobus entreranno in servizio nel luglio 2018 e saranno gestiti dalla società di trasporto Boreal Buss per conto dell’operatore di trasporto pubblico Agder Kollektivtrafikk. Boreal Buss gestisce già 170 autobus Scania in Norvegia. L’accordo prevede inoltre un contratto di sette anni per il programma di riparazione e manutenzione Scania Fleet Care.


BusToCoach on-line Magazine - Ottobre 2017

TEMSA PER LE SQUADRE DI CALCIO

Non solo in Turchia i team calcistici scelgono pullman Temsa. In Italia, Serbia e Bulgaria le ultime consegne con i modelli Maraton e HD 12 'italiana Ternana, la serba Partizan e la L bulgara Botev Plovdiv. Tre squadre di calcio europee accomunate dal brand Temsa. Marchio selezionato per il pullman riservato alle trasferte di calciatori e staff. La Ternana, squadra che gioca nella serie B del Campionato di calcio italiano, ha puntato sul Maraton recapitato dall’importatore Troiani Srl. E così ha fatto anche Partizan, team che ha vinto la Super Liga serba nella

stagione 2016/2017. Ha invece optato per il Temsa HD12, Botev Plovdiv, uno dei team di maggior successo in Bulgaria. Il Temsa Maraton va forte anche tra i club calcistici della Turchia, dove ha sede la stessa Temsa. Tra le squadre che lo hanno adottato, Galatasaray, Besiktas e Başakşehir della Super League turca. E poi, ancora, Adanademirspor, Adanaspor e Kocaelispor.


BusToCoach on-line Magazine - Ottobre 2017

DALLA CINA BUS ELETTRICI PER TORINO Prima flotta in Italia di autobus elettrici in taglia lunga. Sono 23 unità prodotte da BYD. A settembre c’è stata la consegna dei primi tre esemplari naugurati nel Capoluogo piemontese i primi Imissioanti tre autobus a trazione elettrica dei 23 comlo scorso anno al costruttore cinese BYD. Prodotti nello stabilimento di Shenzen, sono tutti nella versione da 12 metri. Si tratta della prima flotta di elettrici puri in taglia lunga ad entrare in servizio in Italia. Aggiudicati a fine 2016 mediante gara d’appalto, i bus sono destinati in gran parte al Gruppo Torinese Trasporti (GTT) che ne metterà in rete venti unità mentre le restanti cinque andranno alla società Servizi Urbani Novaresi (SUN). I mezzi opereranno su linee di trasporto che collegano i centri urbani con aree suburbane. BYD fornirà inoltre un servizio completo di assistenza per dieci anni. I veicoli trasportano fino a 77 passeggeri, di cui 21 seduti, e una carrozzella. Hanno

un’autonomia di 310 chilometri e un consumo di 104 kWh ogni 100 chilometri. Due gli impianti di ricarica tradizionale nei depositi GTT. La livrea è stata realizzata dagli allievi della scuola di pittura dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino. ll finanziamento per l’acquisto dei veicoli è di circa 15 milioni di euro (13,5 gestiti dalla Regione Piemonte e 1,5 dalla Città di Torino). «I 23 autobus sono costati circa 8,5 milioni di euro», precisano dal GTT. «La cifra restante è a disposizione per l’aggiudicazione di altri lotti relativi a bus elettrici più piccoli, esattamente da 6,5 e 9 metri. Con questi due nuovi lotti, che sono in via di aggiudicazione, ne saranno acquistati un’altra ventina, destinati anche ad altre città del Piemonte».


BusToCoach on-line Magazine - Ottobre 2017

OTOKAR N° 300 IN ITALIA

In compagnia di altre nove unità è stato consegnato in Italia, alla Amag Mobilità, il trecentesimo autobus Otokar. Un traguardo importante per la Mauri Bus System settembre i cittadini di Alessandria DA possono avvalersi di un trasporto pubblico urbano più confortevole. Sono in-

fatti entrati in servizio i nuovi autobus ribassati da 12 metri acquistati con fondi propri da Amag Mobilità, la società subentrata al fallimento di ATM Alessandria lo scorso aprile. Si tratta di 10 Kent C della Otokar, forniti a tempo di record dalla Mauri Bus System di Desio, distributore esclusivo del marchio turco sul territorio italiano. Hanno una capacità di trasporto di 26 passeggeri seduti più 82 in piedi e un disabile in carrozzella al quale è riservata l’area fronte porta centrale e la pedana manuale per l’imbarco. Il motore è il Cummins Euro 6 da 278 cavalli abbinato

al cambio automatico Voith Diwa.4. Oltre alla rampa manuale, gli autobus sono equipaggiati con impianto di climatizzazione, indicatore di percorso, obliteratrice e sistema di video sorveglianza interna e esterna a 8 telecamere. Per la Mauri Bus System, questa commessa ha fatto registrare anche il traguardo dei 300 autobus Otokar consegnati in Italia, un risultato che dimostra il radicamento sul mercato e l’apprezzamento ottenuto dagli operatori nazionali. Da parte di Amag Mobilità (posseduta all’85% dalla Line Spa del Gruppo Zoncada) i nuovi 10 autobus Otokar rappresentano un importante passo verso la riqualificazione del servizio (2,3 milioni di euro il valore dell’investimento) che segue gli interventi già fatti prima dell’estate, a partire dal ricondizionamento del parco autobus, e l’avvio del risanamento operativo dell’azienda.

Altri articoli su Otokar: www.bustocoach.com/it/node/1375/articoli-costruttore-europa


BusToCoach on-line Magazine - Ottobre 2017

HIGH TECH STORE

KONVEKTA

ocus sull’elettromobiliF tà con la pompa di calore 2.0 Konvekta CO . Unica nel2

la sua funzione e modalità di funzionamento con l’utilizzo di refrigerante CO2, garantisce un rendimento termico (COP) di oltre 4 e consente di risparmiare il 98% del consumo di combustibile annuo per un riscaldamento aggiuntivo. L’autonomia del bus elettrico aumenta del 40%. I nuovi moduli di immagazzinamento energetico forniscono contemporaneamente riscaldamento e raffreddamento. Ciò significa, per esempio, che le batterie possono essere raffreddate mentre il vano passeggeri viene riscaldato. A Kortijk, Konvekta presenta anche la nuova unità di climatizzazione Taurus, a prova di condizioni climatiche estreme. Design robusto ed elevate prestazioni. La KL20E è invece la più piccola unità compatta a tetto nella gamma di prodotti Konvekta. Oltre alle dimensioni ridotte e compatte, questo prodotto è otticamente gradevole, potente e garantisce un facile montaggio (solo tre ore per l’installazione complessiva) e servizio.

MASATS IN ASIA

produttore di IL porte Masats ha firmato un accordo

con SMRT Automotive Services, società di riparazioni che appartiene a SMRT Corporation, fornitore leader di trasporto multimodale a Singapore. Sulla base di tale accordo, SMRT Automotive Services diventerà fornitore autorizzato dei servizi Masats a Singapore. La società iberica offrirà una formazione regolare ai dipendenti SMRT, i quali effettueranno manutenzione e riparazioni sulle apparecchiature Masats sia per i veicoli che per altri. Nel 2001 Masats ha cominciato a fornire apparecchiature per il mercato locale. Più di 800 veicoli in circolazione a Singapore hanno porte Masats, principalmente porte scorrevoli interne ed elettriche. Con questo accordo, Masats rafforza la sua presenza nel mercato asiatico e i rapporti con gli operatori locali.

DYNACTIVE SHIFTING

lteriori riduzioni U di carburante con il nuovo software di ri-

sparmio energetico Dyn Active Shifting sviluppato da Allison Transimission. La tecnologia FuelSense 2.0 dotata di DynActiveShifting consente un risparmio aggiuntivo fino al 6% grazie a una combinazione di funzionalità aggiornate. FuelSense 2.0 è disponibile in tre pacchetti. Tutti e tre dispongono di Dynamic Shifting. FuelSense 2.0 Plus e Max includono la funzione migliorata ‘Neutral at Stop’, in cui il consumo di carburante e le emissioni vengono abbassate riducendo o eliminando il carico sul motore a veicolo fermo. FuelSense 2.0 Max comprende una maggiore velocità di accelerazione, funzionalità che attenua la guida aggressiva controllando automaticamente la coppia del motore. Oltre ai cinque livelli di controllo attualmente disponibili, quest’ultima versione offre una maggiore precisione limitando l’accelerazione del bus a una velocità personalizzata. Il DynActive Shifting verrà proposto al Busworld 2017. Qui Allison fornirà inoltre delle anticipazioni su nuove e più avanzate trasmissioni.

EBERSPÄCHER

berspächer Sütrak E presenta nuovi prodotti di raffreddamento,

riscaldamento e ventilazione sostenibile al Busworld. In primo piano l’impianto AC250, piattaforma concepita per l’impiego di CO2 come gas refrigerante naturale. La soluzione modulare permette di gestire nell’immediato i refrigeranti di comune utilizzo ed è al contempo pronta per l’uso futuro di CO2. Il sistema è stato adattato per soddisfare i requisiti di bus elettrici, ibridi e filobus. Punto di forza: la pompa di calore integrata caratterizzata da un’innovativa funzione di inversione del flusso d’aria. Altro prodotto di punta è la 5a generazione del condizionatore AC353-5, impianto da tetto in grado di fornire performance ottimali in qualunque area climatica. Fino al 10% il risparmio sul consumo di refrigerante ed energia elettrica. La gamma di potenze frigorifere va da 27 a 48 kW. Per i bus da turismo, inclusi i due piani, viene proposta l’unità di evaporazione V188 che può essere installata sul tetto. Il peso contenuto e il ridotto ingombro verticale dell’unità, che consente di minimizzare la resistenza dell’aria, favoriscono l’efficienza complessiva del sistema. La possibilità di utilizzare fino al 100% aria esterna garantisce una climatizzazione al massimo del comfort.


BusToCoach on-line Magazine - Ottobre 2017

ANTEPRIMA BUSWORLD

MAN TRUCK & BUS Tra le prime visioni dei marchi MAN e Neoplan, i nuovi MAN Lion’s per i segmenti Coach e City. E il Neoplan Tourliner ultima serie nella versione a due assi da 13 metri

iverse le anticipazioni che MAN Truck D & Bus ha in serbo per il Busworld 2017. Per il marchio MAN, oltre all’ultima edizione del MAN Lion’s Coach di cui abbiamo già parlato su BusToCoach Magazine di Settembre 2017, si vedrà il nuovo MAN Lion’s City. Per il brand Neoplan sarà invece in prima visione la variante da 13 metri a due assi del Tourliner di ultima generazione. Senza dimenticare i nuovi motori e la catena cinematica ottimizzata MAN già conforme ai parametri New MAN Lion’s Coach

Euro 6c. E le offerte della Casa in materia di sicurezza, sistemi di assistenza alla guida e formazione. Il costruttore tedesco coglierà poi l’occasione per aggiornare il pubblico sugli sviluppi di un urbano completamente elettrico e di un veicolo ibrido di base nell’ambito del progetto EcoChamps. Ma cominciamo dal Lion’s City, modello che presenta non poche innovazioni sia in termini di efficienza che di comfort ed ergonomia. Esternamente, si caratterizza per l’inconfondi-

New MAN Lion’s City

bile design MAN con i fari anteriori marcati, il tipico profilo frontale nero con la modanatura cromata e la linea laterale in vetro abbassata, in grado di migliorare anche i Life Cycle Costs (LCC) poiché fa parte di un rivestimento segmentato. La tecnologia a led viene adottata sia per i fari anteriori e posteriori (per la prima volta full led) sia nell’abitacolo con illuminazione a led indiretta e continua, oltre a una luce opzionale. Le aree operative vengono contraddistinte in modo funzionale mediante colori chiari e scuri. Rivista e ottimizzata anche la postazione di guida con una nuova disposizione degli interruttori e della strumentazione. La mezza porta di accesso rialzata e il sedile sollevato migliorano la posizione del conducente in relazione ai passeggeri che si imbarcano sul veicolo. Il nuovo MAN Lion’s City è da settembre in fase di test presso alcune aziende selezionate. Per la gamma Neoplan Tourliner, in passerella

salirà il due assi da 13.103 millimetri, versione che completa la rinnovata serie presentata lo scorso anno. La capacità raggiunge i 59 passeggeri con la possibilità di ricavare due posti carrozzella èè


E-MOBILITY

orte dell’esperienza pluriennale nelle F catene cinematiche e componenti elettrificati del Lion’s City Hybrid, MAN sta

NEOPLAN Tourliner

nella versione senza barriere completa di elevatore montato sopra l’asse anteriore. I 14,3 metri cubi riservati ai bagagli ne consentono l’impiego sia su tratte interurbane che per le escursioni di una o più giornate. L’assenza di

dislivelli interni offre svariate possibilità di configurazione in base alle esigenze di servizio. Un contributo all’impiego flessibile lo offre poi la massa totale massima di 19,5 tonnellate.

SICUREZZA

ttobre 2017, ci siamo. La norma ECE O R66.02 che contiene direttive più severe in materia di resistenza della sovra-

struttura dei veicoli, è entrata in vigore. Le nuove disposizioni verranno applicate ai mezzi immatricolati dal 9 novembre 2017. E non solo agli autobus in classe III ma anche ai bus di linea in classe II. A tale proposito MAN Truck & Bus tiene a precisare che tutti i suoi autobus, compresi quelli di classe I, presenteranno una struttura estremamente resistente al ribaltamento. «La nostra intenzione è quella di garantire la massima sicurezza a tutti i passeggeri che viaggiano nei nostri autobus di linea, indipendentemente dalla classe del veicolo», ha ribadito Rudi Kuchta, Head of Sales Bus presso MAN Truck & Bus.

Per soddisfare i requisiti previsti dalla legge, MAN inserisce nel telaio dei veicoli componenti in acciaio ultraresistente. Questo materiale conferisce alla sovrastruttura la resistenza necessaria e fa sì che l’energia prodotta durante un ribaltamento venga assorbita in modo ottimale. Tutto ciò comporta modifiche solo marginali all’equipaggiamento dell’abitacolo. La sicurezza durante la guida è un altro aspetto a cui MAN presta particolare attenzione. Per questo anche gli autobus di linea sono equipaggiati di ABS di serie e opzionalmente di ESP, di luci e tergicristalli automatici nonché di un sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici, il TPM (Tyre Pressure Monitoring).

muovendo i suoi passi verso la produzione di autobus elettrici. La tabella di marcia prevede la presentazione di una versione preserie a batteria nel 2018 e il collaudo con prove sul campo di una vettura demo in collaborazione con più gestori europei. L’inizio della produzione in serie di un urbano 100% elettrico è invece prospettato a fine 2019. «MAN punta all’utilizzo di una tecnologia di ricarica ben definita, tramite interfaccia CCS», spiegano dalla Casa tedesca. È stato anche effettuato un sondaggio su circa 200 clienti europei. «I feedback ottenuti ci hanno permesso di capire che nell’uso quotidiano è più importante garantire un servizio flessibile e funzionante senza ricariche intermedie. Per fare questo, MAN si avvale di un approccio modulare che consente di scegliere e combinare il numero di accumulatori. La maggior parte dei clienti ha affermato di desiderare un’autonomia di 200 km Per quanto riguarda la trazione alternativa, oltre allo sviluppo di una versione preserie a batteria (vedi riquadro sopra), il produttore è al lavoro su un ibrido nell’ambito del progetto di ricerca europeo EcoChamps. Obiettivo del consorzio costituito da 26 partner, è mettere a punto una catena cinematica ibrida efficiente, compatta, robusta ed economica da impiegare in diversi settori. In qualità di partner per le applicazioni autobus, MAN Truck & Bus sta sviluppando un piano per realizzare un veicolo di base dotato di catena cinematica elettrica. «A seconda delle esigenze del cliente», puntualizzano i responsabili MAN del progetto, «sarà possibile integrare una fonte di energia diversa come ad esempio un generatore diesel o una pila a combustibile. Di conseguenza anche un veicolo puramente elettrico che viene caricato in deposito, potrà essere attrezzato con una maggiore capacità di accumulo». Questo ibrido di base verrà presentato nel corso del quarto trimestre 2017.

al giorno in condizioni reali di utilizzo». Nell’ambito del progetto, MAN ha stretto partnership innovative con varie aziende di trasporti e anche con Losch Luxembourg, importatore del gruppo Volkswagen. L’obiettivo è promuovere la collaborazione con l’inserimento di bus alternativi nel trasporto urbano. I partner parteciperanno inoltre all’introduzione della vettura demo, grazie alla quale a partire dal 2018 più città potranno usufruire di bus elettrici. Prevista, entro tale data, anche l’adesione di altre città europee.

Sul fronte motori, MAN ha approfittato delle modifiche alle norme sulle emissioni per rivedere la gamma dei sistemi di propulsione. E con la catena cinematica ottimizzata, i motori offrono ora più coppia e potenza garantendo al contempo una riduzione dei consumi. A breve il propulsore D2676 LOH Euro 6c da 420 cavalli rimpiazzerà il D2066 LOH da 400 cv sugli autobus da turismo delle gamme MAN e Neoplan e sui telai. Da notare che, per la prima volta, il D26 potrà utilizzare come carburante anche gli oli vegetali idrogenati (HVO). Tutti i telai per autobus interurbani e turistici sono disponibili con i nuovi sistemi per migliorare sicurezza e comfort, dalla regolazione della velocità in funzione della distanza di sicurezza ACC (Active Cruise Control), all’assistenza alla frenata di emergenza EBA (Electric Brake Assist) al controllo della corsia di marcia LGS (Lane Guard System). Il sensore luci/pioggia viene offerto come optional dall’inizio del 2017.

Altri articoli su MAN Truck & Bus: www.bustocoach.com/it/node/1469/articoli-costruttore-europa


BusToCoach on-line Magazine - Ottobre 2017

ANTEPRIMA BUSWORLD

ALEXANDER DENNIS A Kortrijk due veicoli della serie Enviro200 e 500. Un bipiano da 12,9 metri realizzato per la svizzera PostAuto e una versione a piano singolo da 10,4 mt con guida a destra

nche proposte dal mercato britannico A quest’anno al Busworld con AlexanderDennis (ADL) nel padiglione 1 (stand 113).

Una presenza che, a detta dello stesso produttore, si deve ai recenti successi conseguiti sul mercato europeo continentale come l’ordine per i 19 bipiano a triplo asse commissionati dall’operatore svizzero PostAuto. E sarà proprio uno di questi esemplari a tener banco nel parterre di ADL. Un due-piani, l’Enviro500, il cui design modulare è stato adattato alle esigenti richieste del vettore elvetico. Nella classica livrea gialla dei postali svizzeri, il veicolosi sviluppa su 12,9 metri di lunghezza, dispone di tre accessi e di un paio di

scalette per l’accesso al piano superiore. Gli interni climatizzati offrono un massimo di 79 posti a sedere. I veicoli, tutti in Classe I, sono sono destinati ad impieghi urbani e regionali. L’altro modello che si vedrà a Kortrijk è un Enviro200 a piano singolo con guida all’inglese, veicolo destinato alla flotta della compagnia di trasporti Abellio di proprietà delle ferrovie olandesi. La taglia da 10,4 metri è una delle diverse opzio ni previste per l’Enviro200 che parte dai 9 metri e arriva fino ai 12 metri di lunghezza con una capienza massima di 46 passeggeri seduti. Leggerezza, efficienza e maneggevolezza sono i plus dell’Enviro200. «Nell’Europa continentale ADL prevede un ingresso graduale sul mercato per garantire che tutti i veicoli siano pienamente supportati dai servizi completi di assistenza post-vendita dell’azienda», precisa il produttore britannico. «Questi includono il potente strumento AD Connected che consente agli ingegneri di pianificare al meglio la manutenzione e di ridurre ulteriormente il già basso TCO (Total Cost of Ownership) della gamma Enviro».

Altri articoli su Alexander Dennis Limited: www.bustocoach.com/it/node/910/articoli-costruttore-europa

ANTEPRIMA BUSWORLD

IRIZAR

Gamma Irizar al completo. In evidenza l’i8, il nuovo Irizar i6S e l’i4H in versione ibrida. Sul fronte dei mezzi 100% elettrici, l’ie bus e l’ie tram da 18 metri

nche quest’anno Irizar prenderà parte A al Busworld di Kortrijk. Con 1.600 metri quadri di spazi espositivi, il produttore

iberico metterà in campo la sua nuova generazione di modelli e le svariate soluzioni tecnologiche riguardanti i pullman integrali e gli autobus ibridi. All’interno dello stand, saranno in primo piano il turistico i8 di fascia alta, il nuovo Irizar i6S e l’i4H, quest’ultimo in versione ibrida. Presso un altro stand, Irizar si concentrerà sulla mobilità elettrica illustrando la grande scommessa per il futuro con le soluzioni integrali di elettromobilità cittadina, chiavi in mano. E questo grazie ad Irizar e-mobility, la nuova azienda del Gruppo creata di recente e dedicata agli autobus 100% elettrici così come ai principali sistemi di infrastruttura per la carica, la trazione e lo stoccaggio di energia. Il tutto progettato e realizzato con tecnologia 100% europea del Gruppo e con la garanzia del servizio Irizar. A completare la sfilata dei prodotti Irizar

sulla passerella del Busworld, ci saranno anche l’urbano a trazione elettrica da 12 metri battezzato ‘ie bus’ (Irizar electric bus) e l’ie tram (Irizar electric tram), un autobus articolato da 18 metri in versione tram. Si tratta, in entrambi i casi, di veicoli 100% elettrici a zero emissioni. A ciò si aggiunge il sistema di carica a pantografo che Irizar presenterà in esclusiva mondiale. «Questa nuova generazione di autobus e pullman oltre alle svariate soluzioni tecnologiche che spaziano dagli autobus integrali, ai 100% elettrici, passando per la tecnologia ibrida su autobus di classe II per i servizi urbani e interurbani», dichiarano dal quartier generale di Irizar, «consente al marchio di coprire tutti i segmenti del trasporto passeggeri, sia pubblico che privato, urbano, interurbano e a lunga percorrenza e di occupare il ruolo di leader nel settore della mobilità sostenibile». La presentazione di tutte queste novità si terrà il 20 ottobre alle 11.30 presso lo stand 405 di Irizar (padiglione 4).

Altri articoli su Irizar: www.bustocoach.com/it/node/987/articoli-costruttore-europa


BusToCoach on-line Magazine - Ottobre 2017

ANTEPRIMA BUSWORLD

ANTEPRIMA BUSWORLD

IVECO BUS

OTOKAR

Il marchio di CNH Industrial anticipa il lancio del Crossway Low Entry Natural Power con una soluzione particolare per l’alloggiamento delle bombole di gas. Il resto a sorpresa veco Bus non svela tutte le sue carte per Isorprese: la partita Busworld Europe, ma promette “La fiera Busworld 2017 sarà par-

ticolarmente ricca di sorprese. E chissà… forse il Crossway potrebbe riservare novità inaspettate!” Per ora annuncia ‘solo’ l’anteprima mondiale per il Crossway Low Entry Natural Power, equipaggiato con il motore di nuova generazione CURSOR 9 NP. Da sottolineare l’aspetto innovativo del design grazie all’integrazione delle bombole di gas nel tetto. Incassate nella parte anteriore della struttura, sporgono solo in parte, riducendo l’altezza complessiva del veicolo. Si tratta di una soluzione esclusiva, tutelata da brevetto, che ottimizza il baricentro del veicolo per massimizzare la stabilità ed il comfort di autisti e passeggeri e consente di utilizzare il veicolo senza particolari restrizioni. Con il Crossway LE Natural Power, Iveco Bus amplia quindi la gamma del suo cavallo di battaglia per i servizi di linea interurbani, venduto finora in quasi 30mila unità.

Già disponibili nella gamma degli urbani Urbanway, le motorizzazioni a metano rappresentano secondo Iveco Bus “l’unica soluzione realmente matura, conveniente, priva di prodotti derivati dal petrolio, rilevante e atta a rispondere alle sfide della mobilità sostenibile di oggi e domani”. I vantaggi sono particolarmente notevoli in termini di livelli di particolato ed emissioni acustiche. Con il gas naturale, i livelli di particelle rasentano infatti lo zero e le emissioni di NOx sono ridotte di oltre un terzo. Anche i livelli di rumore sono dimezzati, con una conseguente garanzia di silenziosità per autisti, passeggeri e ambiente esterno. Inoltre, la gamma Natural Power è compatibile al 100% con il biometano ricavato da scarti riciclati. Il vantaggio ambientale si esprime anche in un risparmio di CO2 fino al 95%. Impegnato da oltre 20 anni nel campo delle trazioni alternative, Iveco Bus mette ora a disposizione anche del trasporto di linea extraurbana la soluzione Natural Power.

Altri articoli su Iveco Bus: www.bustocoach.com/it/node/972/articoli-costruttore-europa

In mostra il nuovo turistico da 10 metri, l’urbano Kent C con motore a metano e un ConceptCity ribassato da 8,4 metri con motore anteriore. E altro ancora

terzetto di novità annunciate dal UN costruttore turco per i mercati europei. Si comincia con il nuovo turistico Ulyso da 10 metri che andrà a prendere il posto degli attuali Vectio T. Linea estetica più caratterizzata, interni completamente ridisegnati e capacità fino a 43 passeggeri. Il motore è potenziato a 320 cavalli con il Cummins ISB6.7E6 e il cambio è manuale o automatico firmato ZF. La seconda novità segna l’ingresso di Otokar nel settore degli autobus a trazione alternativa. Si tratta infatti del 12 metri low floor Kent C con motore a metano. ConceptCity 8.4 Infine, una proposta particolarmente interessante per il trasporto urbano in taglia corta. Si tratta del ConceptCity, un 8,4 metri completamente ribassato nella zona passeggeri. Rialzato di un gradino invece il posto Kent C CNG

guida occupato sul lato destro dal cofano che nasconde il motore. Montato longitudinalmente, è il piccolo Cummins ISB4.5 da 145 cavalli (107 kW) di potenza e 632 Nm di coppia massima, abbinato al cambio manuale Eaton ESO6206. L’assale anteriore è di tipo rigido, le sospensioni pneumatiche e l’impianto frenante EBS prevede dischi davanti e tamburi dietro. Nella protoserie non è previsto il rallentatore. Con una larghezza di 2,33 metri, dalle due porte laterali a doppia anta (con rampa manuale su quella anteriore) possono salire e prendere posto su sedili Kiel 21 passeggeri più 35 in piedi e un disabile in carrozzella. Nello stand ci saranno pure un urbano low entry Vectio C da 10 metri con motore Cummins e un Territo U da 13 metri con allestimento per i servizi scolastici. Ulyso


BusToCoach on-line Magazine - Ottobre 2017

ANTEPRIMA BUSWORLD

ANTEPRIMA BUSWORLD

SOLARIS

VAN HOOL

Il produttore di Bolechowo presenterà l’Urbino nella nuova versione elettrica da 18 metri e in edizione ibrido-serie e diesel nella taglia da 10,5 metri otto le insegne del Busworld ci sarà anche S Solaris Bus & Coach, immancabile presenza dal 2001 in quel di Kortrijk.

In vetrina modelli a trazione elettrica, ibrida e diesel. Nei suoi 18 metri di lunghezza, il Solaris Urbino 18 electric derivato dall’Urbino di nuova generazione inaugurato nel 2014. Il veicolo è dotato di un assale motore ZF con motori elettrici integrati. Il sistema di stoccaggio dell’energia è costituito da batterie Solar Power High Power da 240 kWh. Il modello in fiera disporrà di batterie ricaricabili sia mediante presa tradizionale che via pantografo a tetto. «Ciò che è importante per gli operatori», precisa il costruttore polacco, «è che la nuova generazione del Solaris Urbino Electric 18 non è

solo una versione testata ma un prodotto seriale maturo». Tra le prime consegne, quella per l’MPK di Cracovia a cui Solaris ha fornito venti unità in estate, di cui tre articolate. Il secondo veicolo in mostra sarà il nuovo Urbino 12 ibrido serie, uno dei 208 esemplari destinati all’operatore belga TEC. Si tratta dei primi bus Solaris che, oltre ad adottare l’unità ibrida HybriDrive dell’americana BAE Systems, utilizzano la tecnologia degli ultracapacitori, nota per essere affidabile, altamente efficiente e in grado di ridurre il costo totale di proprietà (TCO). Il mezzo è equipaggiato di motore elettrico e di un diesel Cummins ISB4.5E6 da 4,5 litri (210 cv). Altro modello sotto i neon, l’Urbino nella taglia da 10,5 metri. Costruito sulla base di un modulo Solaris da 12 metri, è stato accorciato di un metro e mezzo tra la prima porta e il secondo asse. Ridotto anche il passo da 5.900 a 4.450 millimetri. Sotto il cofano dell’esemplare in esposizione, un Cummins ISB6.7E6C da 209 cv in alternativa al DAF MX11. Dentro, 23 sedili, sistema di condizionamento ad alta efficienza, illuminazione a LED moderna (ambra) e porte USB sui corrimano per la ricarica di dispositivi mobili.

Altri articoli su Solaris: www.bustocoach.com/it/node/961/articoli-costruttore-europa

Nel maxi stand del produttore belga, diversi modelli delle gamme TX ed EX oltre a una coppia di Exqui.City in versione ibrida e filobus da 24 metri

l Busworld 2017 rappresenta un’occasione Ianno speciale per Van Hool poiché cade nel 70° di attività della società. E i riferimenti

a questo importante anniversario non mancheranno nello stand di 2 mila metri quadri prenotato a Kortrijk. Una decina i modelli che il produttore belga metterà sotto ai riflettori. Quattro appartengono alla gamma TX (TX11 Alicron, TX16 Astron, TX17 Altano, TDX27 Astromega) e altrettanti alla famiglia EX (EX17 H, EX16 M, EX16 M, EX15 H). Per quanto riguarda i primi, come precisa lo stesso costruttore, i cambiamenti apportati all’Astromega nel corso del 2017 saranno ora applicati anche agli altri modelli TX. Rispetto, invece, alla piattaforma EX, oltre alle significative riduzioni di peso dei veicoli a due assi, l’intera gamma è stata oggetto di alcune migliorie sia nella parte esterna in termini di stile che all’interno, come la cabina di guida rivisitata e il cruscotto dal nuovo design. A questi veicoli verrà affiancata una coppia di Exqui.City. Il primo è un articolato da Altri articoli su Van Hool: www.bustocoach.com/it/node/1475/articoli-costruttore-europa

18 metri in versione ibrida equipaggiato di motore diesel e confezionato per la città di Belfast in una trentina di unità. L’esemplare in esposizione verrà inaugurato alla presenza di rappresentanti del governo e dell’operatore dei trasporti di Belfast. L’altro Exqui.City è un filobus a doppia articolazione con lunghezza di 24 metri. Si tratta di uno dei 20 veicoli commisionati a Linz, in Austria. Il mezzo dispone di una batteria indipendente grazie alla quale è possibile scollegarlo dalla rete di alimentazione aerea per poi proseguire in marcia autonoma.


BusToCoach on-line Magazine - Ottobre 2017

ANTEPRIMA BUSWORLD

VDL BUS & COACH VDL Bus & Coach porterà in fiera veicoli a trazione elettrica, urbani leggeri e compatti, autobus da turismo. Modelli declinati nelle gamme Citea, MidCity e Futura l Busworld 2017 il costruttore olandeA se spazierà dagli ultimi sviluppi nella mobilità elettrica, al trasporto in città con il leggero Citea LLE e il compatto MidCity, al turismo con tre opzioni della gamma Futura. Il segmento degli elettrici sarà rappresentato da un tris di modelli: il Citea SLFA-181 Electric in una versione inedita, il Citea SLF-120 Electric a disposizione per prove di guida e, nell’area esterna, un Citea LLE-99 Electric con tanto di stazione di ricarica rapida. Per il trasporto urbano in formato lungo ci sarà il VDL Citea LLE, campione in leggerezza della famiglia Citea. Nuovi sviluppi hanno contribuito a ridurre il peso a vuoto, rendendolo ancora più leggero. Il modello completamente attrezzato da 12 metri pesa meno di 9 mila chili. Oltre alla riduzione del peso a vuoto, insieme alla funzione Start-Stop e a un

sistema integrato di rigenerazione, è stata raggiunta una riduzione del consumo di carburante tra il 4% e l’8% rispetto al modello della precedente generazione. Sotto ai riflettori ci sarà il Citea LLE-127, la variante più lunga da 12,7 metri con tre accessi. L’estensione del passo ha fatto guadagnare quattro posti in più rispetto al 12 metri. Sempre sul versante urbano, VDL metterà in campo il MidCity. Veicolo che, grazie alle dimensioni compatte (8.061 millimetri in lunghezza), al passo allungato di 70 cm e al lungo sbalzo posteriore, risulta alquanto manovrabile e ideale per i tragitti nei centri storici o lungo le strade strette. Infine il turismo con l’inossidabile Futura. In prima visione il Futura FHD2-135 da 52+1+1 posti affiancato dal Futura FDD2-141 a piano doppio da 14,1 metri in configurazione 74+1+1, soluzione di trasporto confortevole e adeguata sia per un mercato esigente della vacanza che per i passeggeri che viaggiano per affari su rotte intercity. In aggiunta, il Futura FHD2-106 con una capacità di 40+1+1 posti. L’appuntamento con VDL Bus & Coach è allo stand 404, padiglione 4.

Altri articoli su VDL Bus & Coach: www.bustocoach.com/it/node/1483/articoli-costruttore-europa

ANTEPRIMA BUSWORLD

VOLVO BUS

Al centro delle proposte che Volvo Buses presenterà al salone di Kortrijk, la trazione elettrica con il Volvo 7900 Electric, la sicurezza e la guida autonoma

lettromobilità, sicurezza attiva e soluzioni E per autobus ‘pensanti’. Sono alcune delle tematiche che l’azienda svedese affronterà al Busworld 2017 con veicoli e prodotti in esposizione. Per il segmento dell’e-mobility, Volvo Buses punterà i riflettori sull’ultima versione della sua offerta elettrica: il Volvo 7900 Electric unitamente al sistema di ricarica OppCharge. L’ e l e t t r i c o Volvo 7900 è entrato in funzione all’inizio dell’estate 2017 con le prime quattro unità nella città di Differdange, in Lussemburgo. «Da allora», tiene a precisare Volvo Buses, «sono stati firmati diversi altri contratti, con Harrogate in Inghilterra e Malmö in Svezia tra le città che hanno piazzato ordini per autobus elettrici Volvo». Il costruttore annuncia, poi, che per il prossimo anno intende testare versioni articolate completamente elettriche in regolare servizio di linea nella città natale di Göteborg, dove

sono già in rete mezzi da 10 o 12 metri a trazione elettrica e ibrido-elettrica. Le vendite di Volvo Buses di mezzi ibridi, ibridi elettrici ed elettrici puri ammontano a più di 3.500 unità a livello mondiale. A Kortijk, Volvo Buses presenterà inoltre una serie di soluzioni nel campo della sicurezza attiva e della guida autonoma, sia per gli urbani che per i modelli destinati alle lunghe percorrenze. Il “thinking bus simulator” (simulatore per autobus pensante) permetterà ai visitatori di vedere come funzionano in situazioni realistiche sistemi quali il Volvo Dynamic Steering (VDS), il sistema di rilevamento dei pedoni e dei ciclisti e il Bus Stop Docking Concept, tra i principali. Per quanti vorranno cimentarsi alla guida dei veicoli, ci sarà la possibilità provare il Volvo 7900 Hybrid Articulated e il Volvo 9900 completo di VDS. Volvo Buses sarà allo stand 502 nel padiglione 5..

Altri articoli su Volvo Bus: www.bustocoach.com/it/node/1454/articoli-costruttore-europa


BusToCoach on-line Magazine - Ottobre 2017

ANTEPRIMA BUSWORLD

DAIMLER BUSES

Novità a tutto campo per i marchi Setra e Mercedes. Dal due piani S 531 DT al Mercedes Tourismo RHD, passando per il Citaro Hybrid, lo Sprinter City 45 e i servizi Omniplus On annuncia più che mai ricca di novità la SI presenza di Daimler Buses al salone di Kortrijk. Per il marchio Setra ci sarà il debut-

to internazionale del due piani S 531 DT, del quale abbiamo ampiamente trattato su BusToCoach Magazine di settembre, affiancato da un terzetto di modelli (S 515 HDH, S 511 HD e S 415 LE Business) con equipaggiamenti speciali. Per il marchio Mercedes saranno tre le novità assolute: l’urbano Citaro Hybrid, la nuova gamma dei turistici a pianale rialzato Tou-

rismo RHD (vedi BusToCoach Magazine di luglio/agosto) e il minibus Sprinter City 45. Verrà inoltre presentato il sistema di assistenza alla frenata Active Brake Assist 4 con riconoscimento dei pedoni (vedi BusToCoach Magazine di settembre) e i nuovi servizi digitali di assistenza Omniplus On. Per non ripetere quanto già scritto sui nuovi Setra S 531 DT e Mercedes Tourismo RHD, concentriamo l’attenzione sul Citaro Hybrid. Qui il generico termine ibrido nasconde in realtà una soluzione particolare, finora mai vista

sugli autobus. Per capirne il senso, è utile ricordare che Mercedes Benz può vantare una esperienza di circa 50 anni in fatto di trazioni ibride sugli autobus, a partire dal primo OE 302 del 1969 fino al Citaro G BlueTec Hybrid del 2007. Quest’ultimo adottava un sistema ibrido-serie con motori elettrici sulle quattro ruote posteriori, tecnicamente ideale per i servizi urbani ma economicamente troppo dispendioso per le aziende di trasporto europee che hanno premiato, laddove c’era interesse per gli autobus ibridi, le soluzioni con tecnologia ibrido-parallela. Ora Mercedes torna alla carica con una so-

luzione già annunciata lo scorso anno per le autovetture Mercedes Serie S. Si tratta di un sistema MHEV (Mild Hybrid Electric Vehi-

èè


OMNIPLUS ON

al 2018 le aziende di trasporto potranno D disporre di tutte le informazioni necessarie a rendere più efficiente l’impiego della loro flotta di autobus usufruendo di Omniplus On. Una gamma di servizi digitali che consente il collegamento in rete tra veicolo, azienda e servizi di assistenza. Omniplus On integra servizi esistenti come Fleetboard (per il monitoraggio degli stili di guida, registrazione dei dati di viaggio, localizzazione, manutenzione, tempi di guida) con una serie di nuovi sistemi digitali. Tra questi, l’Omniplus On Uptime per il controllo in tempo reale delle condizioni del veicolo, compresa l’intera tecnologia dotata di sensori, prelevabile attraverso la rete bus dati CAN. Sono una trentina le funzioni e i componenti sotto controllo, tra i quali le porte, la gestione del motore e il sistema di cle) ossia un sistema ibrido leggero a 48 volt, più economico e meno gravoso in termine di ingombro e peso (solo 156 kg in più del diesel) rispetto a un full-hybrid ma con risparmi di carburante inferiori. Con il contributo del nuovo sistema di sterzo elettroidraulico, il Citaro Hybrid può arrivare a ridurre i consumi dell’8% rispetto alla versione diesel. Il motore elettrico di tipo sincrono ad eccitazione permanente da 14 kW di potenza è colNew MERCEDES Tourismo RHD

post-trattamento dei gas di scarico. A sua volta, Remote Bus permette di consultare attraverso la WLAN dell’autobus, quindi sullo smartphone dell’autista, informazioni relative alla pressione dei pneumatici, il livello dei serbatori, l’illuminazione esterna, la chiusura degli sportelli. Infine, con la nuova Driver App l’autista è in grado di effettuare tutti i controlli necessari prima della partenza, sulla base della check-list messa a punto dall’azienda che a sua volta può riceverne la documentazione. Omniplus On sarà disponibile dall’inizio 2018 per gli autobus Mercedes Citaro, Capacity e nuovo Tourismo, oltre che per i Setra ComfortClass e TopClass Serie 500. Tutti monteranno di serie il box telematico “Fleetboard Bus Data Center” per il trasferimento dei dati.

locato tra il motore a diesel OM 936 da 299 cavalli (220 kW) e il cambio automatico ZF. Ovviamente il motore elettrico non consente di percorrere tratte in full-electric. La sua funzione è quella di supportare il motore termico nelle fasi di spunto, migliorandone il rendimento. In fase di frenata funge da generatore di corrente che viene accumulata in 16 condensatori a doppio strato (supercap) con capacità complessiva di 2 Ah, posizionati sulla parte posteriore del tetto. SETRA S 531 DT

MERCEDES Sprinter City 45

Un inverter trasforma la corrente continua accumulata in corrente alternata per il motore elettrico. Motore elettrico e inverter sono raffreddati ad acqua che passa attraverso un radiatore supplementare alloggiato sul lato

posteriore sinistro. La trazione ibrida di Mercedes sarà disponibile a richiesta su tutti i modelli della gamma Citaro con motore OM 036, comprese le versioni con motore termico a gas. L’altra novità di cui non abbiamo ancora parlato è lo Sprinter City 45. Un minibus finora disponibile solo con guida a destra e quindi destinato al mercato britannico, ora con guida a sinistra per tutti gli altri mercati europei e non solo. È realizzato sulla base dello Sprinter furgone a passo lungo (4.325 mm), con sbalzo posteriore allungato in modo da raggiungere i 7,36 metri di lunghezza totale. In questo modo è possibile aggiungere sulla parte rialzata posteriore una quarta fila di sedili portando a 13 il numero dei posti a sedere a cui si aggiungono fino a nove posti in piedi nella parte centrale ribassata, o il posto carrozzella più quattro sedili ribaltabili. Il motore è da 105 o 120 kW e il City 45 può essere richiesto con peso totale a terra di 5,3 tonnellate.

Altri articoli su Daimler Buses: www.bustocoach.com/it/node/1694/articoli-costruttore-italia


BusToCoach on-line Magazine - Ottobre 2017

ValiditĂ fino al 31.12.2017

ANNUNCI

Profile for Transport Web & C. SNC

BUSTOCOACH EUROPEAN ON-LINE MAGAZINE - Ottobre 2017  

BusToCoach è la prima piattaforma online completamente GRATUITA. Offre informazione sui veicoli per il trasporto persone in Europa attravers...

BUSTOCOACH EUROPEAN ON-LINE MAGAZINE - Ottobre 2017  

BusToCoach è la prima piattaforma online completamente GRATUITA. Offre informazione sui veicoli per il trasporto persone in Europa attravers...