__MAIN_TEXT__

Page 1

Transport Web Snc - www.bustocoach.com

EUROPEAN ON-LINE MAGAZINE - Novembre / Dicembre 2020

Bus To Coach INTERCITY

L’INTOURO CHE VERRÀ MERCATO UE - SCENARI FUTURI - AMSTERDAM - FUEL CELL - VOLVO - eTROFIT - MERCEDES - MAN eTGE - ADL - SOLARIS - IBE RIMINI - RUBRICHE


RIVISTA ON-LINE abbinata a www.bustocoach.com - Nov. / Dic. 2020 FILO DIRETTO

BusToCoach

RUBRICHE

European on-line magazine Direttore responsabile

Marino Ginanneschi

marino.ginanneschi@bustocoach.com

Redazione e rapporti internazionali

Elena Prearo

elena.prearo@bustocoach.com

MERCATO UE Cala del 26,5% in nove mesi.

STUDI Le previsioni sulle emissioni dei trasporti.

AMSTERDAM Massicci investimenti nella mobilità.

Pubblicità

HIGH TECH STORE OmniPlus, Valeo, MAN, WebFleet.

E-mail: bustocoach@bustocoach.com

Amministrazione

Transport Web & C Snc I 20148 Milano Via Versilia 22

E-mail: bustocoach@bustocoach.com Internet: www.bustocoach.com Registrazione Tribunale di Milano n. 140 del 16/03/2012

*** BusToCoach® Magazine è inviato mensilmente via mail a 12.000 operatori europei del trasporto passeggeri in autobus. Se vuoi iscriverti alla nostra mailing list comunicalo a: bustocoach@bustocoach.com

FLASH NEWS In diretta dal mondo dei trasporti.

AUTOBUS A IDROGENO Nuovi ordini nelle città europee.

VOLVO Ricarica elettrica con tecnologia Schunk.

E-TROFIT Un kit per elettrificare il ANNUNCI parco circolante. Uno spazio per vendere e comprare.

IN PRIMO PIANO

SOLARIS MAN TRUCK & BUS ALEXANDER DENNIS MERCEDES Anche elettrico il Urbino LE 15 metri I nuovi Enviro 500 La nuova gamma elettrico. TGE Combi. per Berlino. Intouro.

IBE RIMINI Ha prevalso l’ottimismo.


BusToCoach on-line Magazine - Novembre/Dicembre 2020

Cari lettori

Con questo numero, BusToCoach Magazine termina le pubblicazioni e parallelamente, a partire dal primo gennaio 2021, anche il sito BusToCoach.com cesserà di essere attivo sulla rete Internet. Dopo dieci anni di presenza nel panorama internazionale dell’informazione specializzata nel settore del trasporto passeggeri in autobus, riteniamo sia giunto il momento di concludere una esperienza che per stare al passo con i tempi avrebbe bisogno di rinnovate energie per adeguarsi ai cambiamenti a cui il sistema della comunicazione sarà chiamato a rispondere nel medio periodo. Dieci anni fa abbiamo puntato tutto sulla comunicazione on-line, anticipando quella che oggi è una tendenza generalizzata, spesso scontrandoci con visioni più tradizionali delle modalità di comunicazione ma anche riscuotendo l’apprezzamento e il riconoscimento crescente della nostra professionalità. Di questo vogliamo ringraziare tutti coloro con cui abbiamo condiviso questo percorso, siano essi parte del mondo produttivo di questo settore, del panorama fieristico o semplicemente colleghi di altre testate giornalistiche, e specialmente con chi il puro rapporto professionale ha nel tempo sconfinato nella più ampia dimensione della stima e perchè no, dell’amicizia. In definitiva, possiamo dire che fin qui “è stato bello” e quindi auguri di buona continuazione a tutti.


KENT C 10

97 POSTI TOTALI IN 10,7 METRI. Disponibile anche nelle versioni da 12 e 18 metri.

DA 8 A 18 METRI

SEMPRE L’URBANO IDEALE Distributore per lʼItalia: Mauri Bus System Srl Via Caravaggio, 8 - 20832 Desio (MB) - Italy Office +39 0362 626247 - Fax +39 0362 629189 - www.mauri-bus.it


BusToCoach on-line Magazine - Novembre / Dicembre 2020

FLASH NEWS

ELETTRICI ADL IN NUOVA ZELANDA

IT-TRANS DIVENTA VIRTUALE

sola di Waiheke, Nuova Zelanda. Qui Alexander Dennis ha isto il rapido aumento delle infezioni da Covid-19 oltre all’eIAuckland consegnato sei autobus elettrici a Fullers360 per i servizi di Vspansione delle aree a rischio in tutto il mondo, la conferenza Transport. Altri due autobus elettrici saranno forniti a internazionale sulla digitalizzazione del trasporto pubblico ‘IT

Waiheke Bus Company (controllata di Fullers360) prima di Natale. La metà di tutti gli autobus dell’isola saranno così convertiti al funzionamento a emissioni zero. Alla cerimonia di consegna, ADL ha annunciato la sua rinnovata partnership con il produttore locale Kiwi Bus Builders. L’accordo includerà anche l’assemblaggio di autobus elettrici, che per il mercato neozelandese veniva fino ad oggi effettuato all’estero. Oltre ai modelli a due assi come quelli per l’isola di Waiheke, i partner produrranno autobus elettrici a tre assi da 12,6 metri progettati da ADL per i requisiti specifici della Nuova Zelanda, dunque con una capacità di 78 passeggeri senza il permesso per il sovrappeso. I primi di questo tipo in Nuova Zelanda. Mentre il Paese si prepara a trasformare completamente la sua flotta di autobus a veicoli a emissioni zero entro il 2035, l’autorità locale sosterrà fino a 100 posti di lavoro presso Kiwi Bus Builders.

SCANIA GIOCA IN CASA

Trans’ in programma il 1-3 dicembre 2020 viene annullata come evento dal vivo e rilanciata sul web. A darne comunicazione gli organizzatori, ovvero l’Associazione internazionale dei trasporti pubblici UITP e Messe Karlsruhe, la fiera di Karlsruhe, per altro recentemente dichiarata zona a rischio di contagio. «Abbiamo seguito molto da vicino gli sviluppi nelle ultime settimane e siamo stati in costante comunicazione con le autorità competenti. La loro ultima valutazione ci ha chiarito che una cancellazione dell’evento in loco è purtroppo inevitabile», dichiarano Mohamed Mezghani, segretario generale UITP, e Britta Wirtz, amministratore delegato di Messe Karlsruhe.

PLAXTON IN SCOZIA

lexander Dennis ha fornito sei Plaxton Panorama a A due piani a Park’s of Hamilton per il collegamento express Scottish Citylink. I mezzi sono entrati in fun-

stersund, Svezia. Scania consegnerà altri urbani Ö elettrici a Vy Buss. Si tratta di 10 Scania Citywide LF da 12,3 metri di ultima generazione. Questi

veicoli entreranno a far parte della flotta degli elettrici Scania di Vy operativi dal 2017. Sette dei nuovi autobus saranno in circolazione a partire da luglio 2021, mentre i restanti arriveranno nell’estate 2022. A quel punto un terzo dei servizi urbani a Östersund sarà elettrificato. Altre linee urbane funzionano con biocarburanti rinnovabili. «Abbiamo iniziato con la realizzazione di un’infrastruttura di ricarica per le auto elettriche e ora stiamo continuando con gli autobus elettrici», dice Anne Sörensson, manager per la progettazione del traffico verde presso la città di Östersund. «Lo consideriamo essenziale nel nostro obiettivo di diventare privi di fossili ed efficienti dal punto di vista energetico entro il 2030».

TEMSA ENTRA NELL’ORBITA SKODA

IL

produttore turco si prepara a tornare in attività grazie a Škoda Transportation, azienda europea leader nella produzione di treni, metropolitane, filobus e tram ribassati. Lo ha annunciato l’azienda turca dalle pagine del proprio sito web, specificando che “ExSa, consociata di Sabancı Holding, e PPF IndustryCo, azionista di controllo di Škoda Transportation, hanno completato tutti i processi ufficiali per l’acquisizione di Temsa Transportation Vehicles”. L’azienda turca aveva interrotto l’attività produttiva dal dicembre 2019 per difficoltà finanziarie subentrate dopo l’acquisizione da parte di un fondo di investimento svizzero.

zione sulle linee “Saltire Cross” che collegano le sei principali città della Scozia con servizi frequenti ogni 60 minuti da Glasgow o Edimburgo. Costruito secondo le specifiche Citylink Gold, i nuovi Plaxton Panorama su telaio Volvo B11RLE dispongono di 71 sedili reclinabili con ulteriore spazio per le gambe dei passeggeri i quali sono maggiormente distanziarsi durante il viaggio. Oltre all’area dedicata alle sedie a rotelle, 14 posti sono accessibili senza gradini al piano inferiore. Le cappelliere a tutta lunghezza su entrambi i piani alloggiano il bagaglio a mano mentre le valigie sono sistemate nella bauliera posteriore. I sei autobus sono la terza consegna del due piani Plaxton Panorama per la rete scozzese Citylink, fanno seguito ai cinque veicoli per il servizio AIR che collega Glasgow con l’aeroporto di Edimburgo e 18 pullman per la linea 900 tra i centri di Glasgow ed Edimburgo.

FILOBUS SOLARIS IN NORVEGIA

eolis Norge ha preso in consegna quattro filoarticolati SolaK ris. I veicoli fanno parte di un ordine lanciato nel 2019 per un totale di dieci Trollino 18. L’inaugurazione ufficiale è prevista

per l’inizio di dicembre. I Trollino per Bergen sono i primi filobus Solaris ad approdare Norvegia. Sono alimentati da un motore elettrico da 240 kW e provvisti di batterie da 55 kWh che consentono una percorrenza di oltre 11 km senza il collegamento alla rete aerea. Le batterie vengono caricate durante la guida attraverso la tecnologia “in motion chargin” con collettori di corrente montati sul veicolo per il collegamento alla catenaria. Leggi le News complete su: https://bustocoach.com/


FLASH NEWS

BusToCoach on-line Magazine - Novembre / Dicembre 2020

RATP PROVA I SOLARIS A IDROGENO

CITARO ELETTRICI PER LA BRETAGNA

lotta di autobus completamente elettrificata entro il 2030. È autobus a idrogeno di Solaris sarà testato a Parigi dalL' la compagnia di trasporto pubblico RATP. L’obiettivo è Fl’obiettivo di Rennes, capoluogo della Bretagna, nella Francia sperimentare questa tecnologia nel traffico passeggeri. I test nord-occidentale. In quest’ottica, il municipio di Rennes ha fir-

verranno effettuati per diverse settimane a sud di Parigi. «Il gruppo RATP, impegnato nello sviluppo di città intelligenti e sostenibili, è orgoglioso di collaborare con Solaris per testare il suo autobus a idrogeno Urbino 12», ha detto Marie-Claude Dupuis, vicedirettore generale del gruppo RATP. «L’idrogeno è davvero un problema importante per gli anni a venire. Raccogliendo questa sfida e testando nuove energie, il Gruppo continua ad essere in prima linea nella transizione energetica». L’autobus a idrogeno Urbino 12 utilizza un insieme di celle a combustibile con una potenza di 70 kW per generare energia.

A OSLO SI VIAGGIA IN MAN

UN SETRA PER I CALCIATORI

nibuss ha rinnovato il parco autobus con 127 U MAN Lion’s City alimentati a biocarburante HVO (Hydrogenated Vegetable Oil). La dotazione è

costituita da 71 Lion’s City L LE, 33 Lion’s City LE e 23 Lion’s City GL. Veicoli con lunghezze comprese tra 12 e 18,75 metri e una capienza di 43-57 posti. Tutti a norma Euro 6. Le prime unità sono state recapitate a fine di giugno e ora l’intera flotta è in servizio sulle strade di Oslo. «Abbiamo scelto il MAN Lion’s City perché noi e il nostro cliente, Ruter AS, intendiamo raggiungere obiettivi climatici impegnativi e l’unico modo per raggiungerli è con veicoli innovativi. La scelta del biocarburante HVO rispetto al diesel convenzionale ridurrà le emissioni fino al 90 percento», ha detto Øystein Svendsen, amministratore delegato di Unibuss. Unibuss è una delle compagnie di autobus più rispettose dell’ambiente in Norvegia. Da anni, infatti, si batte per un trasporto pubblico sostenibile.

K

mato una dichiarazione di intenti per l’acquisto di 92 urbani full electric della gamma Mercedes-Benz eCitaro. L’ordine previsto comprende 59 articolati e 33 autobus standard. Veicoli che dovrebbero andare in consegna tra il 2022 e il 2025. «Siamo assolutamente lieti di ricevere il più grande ordine di esportazione ad oggi per il MercedesBenz eCitaro da Metropole Rennes e di supportare il distretto nell’attuazione dei suoi ambiziosi obiettivi climatici», afferma Mirko Sgodda, capo della divisione ‘Marketing, vendite e servizi ai clienti’ presso Daimler Buses. I pantografi consentono la ricarica intermedia fuori dal deposito e quindi estendono l’autonomia dei mezzi.

ELETTRICI VDL IN FINLANDIA

oiviston Auto Group ha scelto la tecnologia VDL per l’elettrificazione di parte della flotta nelle città finlandesi di Lahti e Kuopio. L’ordine comprende 31 VDL Citea LLE-115 Electric. Di questi autobus, 13 saranno consegnati a Kuopion Liikenne Oy, responsabile del trasporto pubblico a Kuopio, mentre i restanti 18 mezzi andranno a Koiviston Auto Oy per il servizio a Lahti. I veicoli hanno 35+4 posti a sedere con spazio per una sedia a rotelle o due passeggini. Sono dotati di un pacco batterie High Energy da 282 kWh con ricarica via presa CCS2 a Kuopio e mediante pantografo a tetto per Lahti. Le basse temperature invernali, che vanno anche sotto i 30 gradi, impongono elevate richieste ai veicoli.

assimo comfort a bordo del nuovo Setra S 516 M HDH consegnato alla squadra di calcio tedesca. Ne sono un esempio le 30 poltroncine da turismo con

raffinati rivestimenti in pelle, poggiagambe e tavolini regolabili elettricamente. Il Setra TopClass è inoltre dotato di due tavoli ribaltabili nella parte posteriore del veicolo, sistema di climatizzazione TopAir, cucina con macchina da caffè completamente automatica, quattro schermi da 19 pollici e impianto audio con quattro subwoofer. Massima sicurezza con un pacchetto completo di sistemi di assistenza alla guida. Tra questi, l’Active Brake Assist ABA 4 che avverte in pochi millisecondi di una potenziale collisione con pedoni in movimento e, se necessario, avvia automaticamente una frenata parziale. L’autobus a tre assi è alimentato da un motore Euro 6d.

URBINO ELETTRICI PER FRIBURGO

operatore tedesco Freiburger Verkehrs ha firmato un conL' tratto con Solaris Bus & Coach per la fornitura di 15 autobus elettrici. Il lotto comprende cinque Urbino 12 Electric

e dieci Urbino 18 Electric in veste articolata. Gli autobus sono azionati da un assale con due propulsori elettrici integrati da 125 kW ciascuno. Sono provvisti di batterie Solaris High Power (180 kWh per gli autoarticolati e 150 kWh per la versione standard). L’azienda ha optato per la ricarica rapida tramite pantografo sul tetto dell’autobus. Sarà inoltre possibile ricaricare le batterie utilizzando un tradizionale sistema plug-in. I primi autobus Solaris consegnati a Friburgo sono datati 2016. Ammontano invece a 230 gli elettrici ad oggi forniti o commissionati a Solaris dai propri clienti tedeschi. Leggi le News complete su: https://bustocoach.com/


BusToCoach on-line Magazine - Novembre / Dicembre 2020

MERCATO UE -26, 5% IN NOVE MESI

La pandemia impatta sul comparto europeo dell’autobus con una riduzione di oltre un quarto delle immatricolazioni tra gennaio e settembre 2020 esante il bilancio dei primi nove mesi P del 2020 per il comparto automotive. Nell’Unione europea, le immatricolazioni di

automobili cedono il 28,8% mentre i veicoli commerciali lasciano sul terreno il 24,5% (dati ACEA). Per quanto riguarda il settore autobus, i mezzi oltre le 3,5 tonnellate targati tra gennaio e settembre ammontano a 20.426 su 27.772 con un calo del 26,5%. I dati sono preceduti dal segno meno un po’ in tutta Europa. Nel bacino occidentale i mercati più colpiti sono Spagna e Italia. La prima vede ridurre l’immatricolato a 1.397 unità con una flessione di 45,7 punti percentuali rispetto all’anno precedente. In Italia i 2.227 nuovi autobus su strada evidenziano un decremento del 32,1%.

Riescono a contenere le perdite Francia (4.311 veicoli, -14%) e soprattutto la Germania (4.350 unità, -5,7%). Nel Nord Europa i ribassi oscillano tra il 30 e il 40%. In sofferenza l’Irlanda dove le immatricolazioni diminuiscono del 73,5%. Contrastata la situazione a Est con Paesi come Croazia, Romania e Slovenia che arrivano a perdere rispettivamente il 60%, 64,3% e 77,8%, e mercati che incrementano i numeri come la Repubblica Ceca (+4,2%), l’Ungheria (+32,1%) e, in particolare, Cipro con un progresso a quattro cifre (1068,4%). Fuori dai confini UE, il Regno Unito riduce di quasi un terzo le matricole (-29,6%) mentre nell’area di libero scambio EFTA, di cui fanno parte Islanda, Norvegia e Svizzera, le immatricolazioni risultano inferiori del 46,8%.

Immatricolazioni Bus & Coach in Europa - Trend 12 mesi

Ottobre

Novemb.

Dicemb.

Gennaio

Febbraio

Marzo

Aprile

Maggio

Giugno

Luglio

Agosto

Settembre


BusToCoach on-line Magazine - Novembre / Dicembre 2020

POSSIBILI SCENARI FUTURI

Previsioni e aspettative di 346 esperti internazionali sulla transizione verso i trasporti Co2 neutrali nello studio realizzato nell’ambito del progetto T4<2°

decarbonizzazione nei trasporti e le LA politiche più efficaci al centro dello studio realizzato nell’ambito di T4<2° (Tran-

sport for under 2 degrees), progetto commissionato dal Ministero degli Esteri tedesco per sviluppare raccomandazioni globali che promuovano un settore dei trasporti sostenibile e rispettoso del clima. Responsabili del progetto sono Deutsche Gesellschaft für Internationale Zusammenarbeit (GIZ), il World Economic Forum (WEF) e Agorà Verkehrswende. L’indagine è stata realizzata mediante interviste qualitative su un panel di 346 partecipanti di 56 Paesi (sviluppati e in via di sviluppo), principalmente esperti di trasporti ed energia.

Modalità di alimentazioni nel trasporto urbano a metà del secolo

autovetture

Elettrico a batterie

due e tre ruote

Elettrico con fuel cell

taxi e minibus

trasporto pubblico

Con motore a combustione

Riguardo alla decarbonizzazione, la maggioranza degli intervistati ritiene sia possibile nei trasporti entro metà secolo (2040-2060). Sul fronte delle misure, emerge la richiesta di una maggiore azione normativa. Importante anche incentivare il cambiamento comportamentale perché le persone hanno bisogno di modificare le proprie abitudini di trasporto, deliberatamente o meno. Gran parte degli esperti predilige misure che incidono sul prezzo del carburante, in primis una ‘carbon tax’, seguita dall’eliminazione forzata dei motori a combustione, che per gli intervistati deve iniziare entro 10 anni, e dall’introduzione di zone a emissioni zero. Il secondo punto, pur auspicabile, è ritenuto meno probabile. Più facile che si punti su politiche di risparmio del carburante così come l’UE e altre regioni stanno facendo. Per gli intervistati lo strumento politico più efficace per decarbonizzare i trasporti è l’investimento nel trasporto pubblico. Tuttavia, solo il 52% considera tale investimento come la misura più probabile da attuare. Alla domanda su quale delle due opzioni dominerà tra la tecnologia delle batterie o le celle a combustibile, gli esperti si aspettano che la mobilità elettrica a batteria assuma un ruolo guida.


BusToCoach on-line Magazine - Novembre / Dicembre 2020

AMSTERDAM RILANCIA SUL TPL

La Capitale olandese annuncia investimenti aggiuntivi nel trasporto pubblico con il cosiddetto ‘pacchetto corona’ da 235 milioni di euro Consiglio regionale dei trasporti di IL Amsterdam, nei Paesi Bassi, ha annunciato un finanziamento aggiuntivo destinato al

trasporto pubblico. È il cosiddetto ‘pacchetto corona’ da 235 milioni di euro che consiste in 30 milioni per investimenti in infrastrutture (2021) e 205 per sostenibilità, inclusività e prevenzione nelle ore di punta (2021 e oltre). Gran parte di ciò andrà nella transizione verso un trasporto in autobus completamente privo di emissioni. Presentato alla Giunta regionale, il pacchetto si va ad aggiungere ai regolari investimenti in mobilità che consistono in circa 130 milioni di euro all’anno. I fondi aggiuntivi servono a rimodellare la mobilità nella regione dopo la crisi del Covid-19, a rendere nuovamente attraenti i trasporti pubblici e a stimolare l’economia. Si investirà così in progetti di sicurezza stradale e trasporto pubblico, in autobus a emissioni zero e nei collegamenti fuori dalle ore di punta. La regione dei trasporti di Amsterdam vede

la crisi del coronavirus come un’opportunità per attuare i cambiamenti necessari a rendere la mobilità nella regione di Amsterdam a prova di futuro. «Affrontare le immense folle nelle ore di punta, avanzare davvero verso un trasporto senza emissioni, affrontando punti cruciali. Le idee c’erano, ma il tempo ora richiede azioni e investimenti anticiclici che daranno all’accessibilità nella regione il salto di qualità che merita», sostiene Sharon Dijksma, presidente dei Trasporti nella regione. Qui sta investendo in tutte le aree in concessione in autobus a emissioni zero e relative infrastrutture di ricarica. Nella capitale, ad esempio, la nuova serie di autobus di GVB sarà interamente finanziata e verranno forniti i collegamenti alla rete elettrica. L’obiettivo è che tutti gli autobus nei Paesi Bassi siano privi di emissioni entro il 2030. Come passaggio intermedio, si punta a un trasporto pubblico privo di emissioni del 95% entro il 2025.


BusToCoach on-line Magazine - Novembre / Dicembre 2020

OPZIONE IDROGENO IN EUROPA

TMB Barcellona sceglie l’H2.City Gold da 12 metri di Caetano Bus (8 unità) mentre National Express West Midlands opta per il due piani di Wrightbus (20 unità) elle ultime settimane due operatori euN ropei hanno lanciato ordini per autobus a idrogeno. L’azienda trasporti di Barcello-

na (TMB) ha puntato sull’H2.City Gold da 12 metri del costruttore portoghese Caetano Bus. Otto le unità commissionate. I veicoli a pianale ribassato saranno provvisti di celle a combustibile Toyota e avranno un’autonomia di oltre 400 chilometri, così come dichiarato dal produttore. L’allestimento prevede tre porte, spazio per 94 passeggeri a bordo, prese USB e vari dispositivi di sicurezza tra i quali il sistema di videosorveglianza, telecamere al posto dei tradizionali specchietti retrovisori e lo Shield Plus di Mobileye per evitare situazioni pericolose per pedoni e ciclisti. A Birmingham, nel Regno Unito, Natio-

nal Express West Midlands ha ordinato a Wrightbus 20 bipiano fuel cell. In servizio da aprile 2021, saranno i primi bus a due piani a idrogeno al mondo. L’acquisto rientra nel ‘Clean Air Hydrogen Bus Pilot’, progetto pilota del municipio di Birmingham finalizzato a dare il via al mercato dell’idrogeno come catalizzatore per la prossima generazione di bus fuel cell, per la produzione di idrogeno e lo sviluppo di infrastrutture di rifornimento. Di qui la collaborazione con ITM che produrrà ed erogherà l’idrogeno. I nuovi autobus saranno allestiti secondo lo standard ‘platinum’ di National Express West Midlands, quindi Wi-Fi gratuito, prese USB e spazio extra per le gambe dei passeggeri.


BusToCoach on-line Magazine - Novembre / Dicembre 2020

VOLVO LANCIA PANTO UP

Uscirà nell’autunno 2021 la nuova soluzione di ricarica per gli elettrici di Volvo Buses basata sulla tecnologia più recente di Schunk produttore svedese diversifica l’ofIL ferta dei sistemi per la ricarica dei propri autobus a trazione elettrica e annuncia l’uscita di una terza opzione che si va ad affiancare a quelle attualmente previste per gli autobus Volvo (Oppcharge e Combo2/CCS). Si tratta di un sistema di ricarica mediante pantografo installato sul tetto dell’autobus, denominato ‘panto up’. Tale soluzione si basa sulla tecnologia più recente messa a punto da Schunk, con vantaggi quali installazione compatta e basso peso aggiuntivo a bordo. Diversamente dal sistema OppCharge, dove la ricarica avviene tramite pantografo montato sulla stazione di ricarica (panto down), con Panto up la ricarica viene eseguita via pantografo sul tetto, il tutto sempre alle fermate o nel deposito degli autobus. Con Combo2/CSS, la ricarica si effettua invece via cavo in deposito. Panto up sarà disponibile come alternativa

per il modello Volvo 7900 Electric e per la variante 7900 Electric Articulated. La commercializzazione sul mercato europeo partirà nell’autunno 2021. «Con una gamma flessibile di alternative per la ricarica degli autobus, soddisfiamo le diverse richieste e desideri dei nostri clienti e apriamo la strada a una transizione più rapida e semplice al traffico degli autobus elettrificato», ha sottolineato Ulf Magnusson di Volvo Buses. La gamma delle varie soluzioni per la ricarica ad alta efficienza è stata presentata da Volvo Buses in occasione dell’evento che si è tenuto il 21 ottobre a Göteborg, città svedese che per molti aspetti segna il ritmo del trasporto pubblico elettrificato. L’evento rientra nel progetto Assured dell’Unione Europea, il cui scopo è incoraggiare l’elettrificazione dei veicoli utilizzati nel traffico urbano attraverso l’interoperabilità tra diversi produttori di veicoli e caricabatterie. Altri articoli su Volvo Buses: https://bustocoach.com/costruttore/volvo-bus-corporation/


BusToCoach on-line Magazine - Novembre / Dicembre 2020

SOLUZIONE ELETTRICA IN KIT

Da e-troFit ulteriori proposte di elettrificazione pronte nei prossimi due anni per i modelli più comuni in circolazione sulle strade europee specialista della conversione elettriLO ca di autobus diesel, e-troFit, presenterà ulteriori soluzioni di elettrificazione

pronte nei prossimi due anni per i modelli di autobus più diffusi in Europa. A settembre, l’azienda ha consegnato a Landshut, Germania, il primo bus adattato con un kit di serie. È un Mercedes Citaro C1 628045, un vecchio modello ancora ampiamente utilizzato in tutta Europa, soprattutto nella regione sud-orientale con circa 1.000 veicoli. Per il luglio 2021, etroFit punta a fornire una soluzione di elettrificazione seriale per il Citaro C1 Facelift 628083. Il lancio è previsto nel luglio 2021. Secondo il produttore di Ingolstadt, circa 7.500 bus di questo tipo circolano sulle strade europee. Sarà poi la volta del Citaro C2, «veicolo con il maggior potenziale per le aziende di trasporto e gli operatori dei Paesi di lingua tedesca», sostiene la società di retrofit. I kit di conversione in serie per il C2 628033 saranno disponibili da ottobre 2021 e per il C2 628035 da aprile 2022.

Oltre ai Mercedes, e-troFit aggiungerà presto veicoli MAN al suo portafoglio. Attualmente sta lavorando ai kit per il MAN Lion City A21, probabilmente disponibili da dicembre 2021. L’azienda sta inoltre valutando l’inserimento di ulteriori prodotti di diversi marchi. «Il potenziale di mercato si aggira intorno alle 8 mila conversioni entro i prossimi dieci anni», deduce etroFit dalla sua analisi di mercato. «Nel 2030 ogni decimo urbano a emissioni zero di nuova immatricolazione ve ne sarà uno elettrificato con tecnologia e-troFit». I prezzi di vendita dei kit comprensivi di trasformazione della gamma vanno da circa 300 a 360 mila euro, in base al modello. I componenti contenuti nei kit provengono da Voltabox, ZF e Valeo, tra gli altri. «Attualmente stiamo riscontrando un forte aumento della domanda. In Europa, come negli altri mercati, le città e i comuni necessitano di soluzioni sostenibili, economiche e allo stesso tempo tecnologicamente affidabili per ridurre le emissioni di CO2 nei trasporti pubblici», dice l’amministratore delegato Andreas Hager.


COMPONENTI ON LINE Su www.bustocoach.com trovi tutti i Fornitori di componenti per autobus in Italia e in Europa.

OMNIPLUS

VALEO

GmbH. Il sistema consente alle compagnie di autobus di gestire digitalmente i propri viaggi charter e di pubblicizzare l’offerta tramite la piattaforma ‘bus-angebot.com’ o sul proprio sito web. Il nuovo servizio è ancorato all’area di monitoraggio di Omniplus On che include anche la gestione del tempo, la pianificazione operativa e il monitoraggio. Introdotto sul mercato dal 2013, il sistema di charter online di EBA sarà messo a disposizione nel portale Omniplus On tramite un link. La cooperazione tra Daimler Buses ed EBA è iniziata nell’agosto 2020 con il lancio del servizio per la Germania. Una volta completata l’integrazione tecnica nei prossimi mesi, sarà possibile prenotare il servizio di Charter Management nel Portale Omniplus On.

oltre il 95% di virus, incluso il Covid-19, batteri o muffe grazie alla tecnologia con luce ultravioletta, simile a quella impiegata a scopi medici o in ospedale. I raggi UV impediscono la diffusione dei microbi evitando così il ricorso a prodotti chimici per la sanificazione. I moduli sono efficaci per tutto il tragitto con passeggeri a bordo e solo l’aria che circola nel box di ventilazione viene purificata dalla luce così da non esporre le persone. Disponibili come soluzione indipendente, sotto forma di box, o integrati nei condizionatori, i dispositivi Valeo funzionano su autobus di tutti i tipi e dimensioni e in ogni condizione atmosferica. Possono essere adattati a sistemi di ventilazione esistenti o utilizzati come retrofit su veicoli privi di climatizzatore. Le prime applicazioni sono state realizzate sui bus di un costruttore brasiliano ma Valeo sta pianificando l’importazione anche sui mercati europei, americani e asiatici.

WEBFLEET

MAN TRUCK & BUS

insieme all’ONG Justdiggit. Il calcolatore è costruito con i dati del software WebFleet per la gestione della flotta, considerando il consumo medio di carburante e i valori di percorrenza. In una seconda fase, lo strumento genera la quantità necessaria per compensare le emissioni di carbonio della flotta. Ciò si basa sui calcoli di Justdiggits dei costi medi indicativi della riduzione di una tonnellata di CO2 mediante il rimboschimento delle terre aride in Tanzania. Grazie a tali informazioni, i clienti possono scegliere di aderire al programma supportando Justdiggit e avere un impatto reale su clima, natura e persone. La piattaforma mostra anche quanti metri quadrati saranno rinverditi, gli alberi ripiantati, l’acqua risparmiata e quante popolazioni locali verranno aiutate.

& Bus che passano alla trazione elettrica, offre ora nuova gamma di stazioni di ricarica sviluppata in collaborazione con le società partner Heliox (Paesi Bassi) e SBRS (Germania). Il vantaggio è dato dal fatto che la stazione di ricarica viene fornita direttamente dall’organizzazione di vendita MAN. Disponibile in 28 paesi europei, la gamma copre un ampio spettro di requisiti: dalle unità di ricarica mobili alle soluzioni per flotte di grandi dimensioni. La gamma di potenze va da 25 kW a 300 kW. Ciò consente di creare una soluzione su misura per ogni cliente. È anche possibile caricare più veicoli da una singola unità. Su richiesta, Heliox o SBRS possono fornire anche installazione e assistenza. La priorità assoluta è la disponibilità dell’infrastruttura di ricarica in combinazione con i veicoli elettrici MAN.

portale di servizi digitali Omniplus On di Daimler Buses aleo ha sviluppato un purifiIL viene ampliato con il sistema di charter online offerto Vcatore d’aria per la cabina dein collaborazione con la società viennese EBA Bus Alliance gli autobus in grado di eliminare

Cerca la scheda di presentazione dell’azienda direttamente ai link

https://bustocoach.com/fornitori-in-italia/ https://bustocoach.com/fornitori-in-europa/

Scegli la categoria di prodotto che ti interessa ai link

https://bustocoach.com/componenti-in-italia/ https://bustocoach.com/componenti-in-europa/

e leggi la scheda dei componenti offerti.

HIGH TECH STORE

BusToCoach on-line Magazine - Novembre / Dicembre 2020

AN Transport Solutions, timare le emissioni annuali di CO2 in base alle dimensioni del S parco e al tipo di veicoli. È possibile grazie alla piattaforma Mil servizio di consulenza a ‘Rendi ecologica la tua flotta’ lanciata da WebFleet Solutions 360° per i clienti MAN Truck


BusToCoach on-line Magazine - Novembre / Dicembre 2020

PRIMA DI TUTTO “EFFICIENZA”

Con la presentazione del nuovo Intouro, Daimler Buses rimodella l’offerta degli autobus interurbani. Sul mercato a partire dalla seconda metà del prossimo anno

nteprima virtuale per il nuovo Intouro di A Mercedes che ridisegna l’offerta di Daimler Buses nel segmento degli autobus intercity, a partire dal prossimo anno. Oltre a sostituire l’attuale serie di modelli, il nuovo Intouro andrà a prendere il posto dei Setra MultiClass 400 UL e UL Business già usciti di produzione. Ossia, il segmento degli autobus interurbani a pianale alto (860 mm da terra) sarà coperto dal nuovo Mercedes-Benz Intouro, mentre il Setra LE Business rappreINTOURO K

senterà il segmento low-entry. I primi ad entrare sul mercato, a partire dalla seconda metà del 2021 saranno l’Intouro da 12,18 metri e l’Intouro M da 13,09 metri che sostituisce le precenti versioni a due assi da 12,64 metri (M) e 13,32 metri (L), cui seguiranno nella primavera del 2022 il compatto Intouro K (10,75 metri di lunghezza) e l’Intouro L, lungo 14,88 metri, il primo Intouro a tre assi della serie. Sempre per il 2022 è annunciata l’introduzione degli Intouro in

INTOURO

INTOURO M

INTOURO L

Lunghezza mm 10.750 12.180 13.090 14.880 Larghezza mm 2.550 2.550 2.550 2.550 Altezza mm 3.365 3.365 3.365 3.365 Passo mm 5.270 6.080 6.990 7.180+1.600 Altezza pavimento mm 860 860 860 860 Diametro d’ingombro mm 18.340 21.460 23.830 24.060 Posti totali max 47+1 55+1 63+1 71+1 Motore OM 936 OM 470 Cilindrata litri 7,7 10,7 Potenza cv (kW)/giri 299-353 (220-260)/2.200 394 (290)/1.600 Coppia Nm/girI 1.200-1.400/1.200 1.900/1.000-1.400 Cambio manuale GO 190, automatico ZF o Voith, automatizzato GO 250 Peso totale kg 18.000 24.000

versione ibrida. Con il nuovo Intouro non cambierà solo la segmentazione delle lunghezze. Miglioramenti strutturali, modularità degli allestimenti e nuovi sistemi di sicurezza caratterizzano il passaggio verso standard più elevati dell’efficienza complessiva del veicolo. La catena cinematica vede la conferma del ben conosciuto motore OM 936 da 7,7 litri per gli Inouro a due assi, nelle due tarature da 299 e 353 cavalli, mentre per il tre assi da 14,9 metri è previsto il 10,7 litri OM 470 da

394 cavalli di potenza. Invariata anche la scelta dei cambi (manuale, automatico o automatizzato) in modo da permettere il miglior abbinamento in funzione del tipo di servizio da svolgere. La versatilità è infatti la caratteristica principale del nuovo Intouro che personalizzando gli allestimenti può spaziare dal classico impiego come autobus interurbano di linea al turismo leggero, dalla navetta allo scuolabus. Si può scegliere tra diversi tipi di indicatore di destinazione, così come la seconda porta


può essere a una o due ante, con sollevatore carrozzella automatico o semiautomatico. Anche per gli specchi retrovisori esterni c’è una doppia scelta. Possono essere quelli standard su staffe, estremamente economici e facili da sostituire in caso di danneggiamento, oppure quelli di tipo integrale che fanno parte del pacchetto di allestimento «Exterieur» per autobus più adatti a gite e brevi viaggi. A seconda dell’impiego, l’Intouro può essere progettato senza cappelliere e senza condotto di circolazione dell’aria, con cappelliere a

base traforata o, in caso di impiego per gite turistiche, con base chiusa. Inoltre, è disponibile anche la versione con condotti di circolazione dell’aria e kit di servizio con lampade di lettura individuali o bocchetta dell’aria nonché con una combinazione di entrambi. Anche per i posti a sedere sono disponibili

SEMPRE MEGLIO

el processo di continua N innovazione tecnologica degli autobus offerti da

Mercedes-Benz, dopo l’introduzione nel 2018 dell’eCitaro elettrico da 12 metri e quest’anno della versione da 18 metri (vedi articolo su

BusToCoach Magazine di Settembre), è ora disponibile a richiesta per entrambi i modelli la possibilità di equipaggiare i veicoli con batterie allo stato solido al posto di quelle tradizionali agli ioni di litio (NMC). I vantaggi sostanziali sono una maggiore densità energetica (+25%) che si traduce in maggiore autonomia del veicolo (fino a 220 km) e una

maggiore durata, tanto da far estendere a dieci anni la garanzia di base. Novità anche per lo Sprinter City 75 da 8,5 metri che aumenta la propria versatilità d’impiego attingendo alla possibilità di montare per i 19 posti a sedere i sedili imbottiti InterStar con cinture di sicurezza. Inoltre, lo Sprinter City 75 è ora disponibile con la nuova parete divisoria vetrata a tutta larghezza per proteggere i conducenti dal rischio di infezione.

diverse varianti, potendo scegliere tra gli Inter Star Eco (ISE) per i servizi di linea o i Travel Star Eco (TSE) per i servizi turistici. Tra le altre varianti si annoverano il tratto di podeste rimovibile di fronte alla porta centrale o un doppio sedile girevole nella zona della porta 2 a larghezza doppia per massimizzare la capacità dei posti a sedere. Visti i problemi creati dal Covid-19 è ancora più importante poter contare sui moduli di climatizzazione a tetto (da 32 a 39 kW di potenza) che garantiscono un ricambio permanente di aria pulita nell’abitacolo. A temperature moderate, la quantità di aria pulita arriva in questo modo fino all’80% con un ricambio completo ogni 2-4 minuti. Per quanto riguarda la postazione di guida, il nuovo Intouro dispone di un volante multifunzione rivestito in pelle Composition e una plancia portastrumenti con telaio cromato e scomparti con inserti di colore ‘grigio ferro’. La strumentazione di serie è analoga a quella degli autobus da turismo ed è già predisposta

per l’installazione di registratori di cassa e sistemi di pagamento. Tra gli optional c’è anche il nuovo sistema di accesso Keyless Start, grazie al quale il motore si avvia semplicemente premendo un pulsante, mentre la dotazione di serie comprende un freno di stazionamento elettromeccanico. Per l’assistenza alla guida, l’Intouro è equipaggiato con il sistema automatico di attivazione della frenata di emergenza Active Brake Assist 5. A richiesta il Sideguard Assist per il riconoscimento dei pedoni durante le svolte. Entrambi i sistemi di assistenza supportano il conducente e proteggono gli utenti della strada più esposti ai pericoli del traffico. Infine, grazie all’ottimizzazione dell’aerodinamica della carrozzeria e ad un minor peso, ridotto di circa 300 chilogrammi a seconda della variante del modello, il consumo di carburante si riduce fino al 3% rispetto alla serie precedente. E per l’assistenza può avvalersi dei servizi digitali di OMNIplus ON. Altri articoli su Mercedes: https://bustocoach.com/costruttore/evobus-italia-spa/


BusToCoach on-line Magazine - Novembre / Dicembre 2020

IL COMBI ELETTRICO FIRMATO MAN

MAN eTGE COMBI

Lunghezza mm 5.986 Larghezza mm 2.040 Altezza mm 2.590 Passo mm 3.640 Posti totali max 8 Motore elettrico sincrono Potenza cv (kW)/giri 136 (100)/0-3.300 Coppia Nm 290 Batterie ioni di litio Capacità batterie kWh 35,8 Peso totale kg 3.500

ella gamma dei minibus MAN, accanN to ai TGE City e TGE 4x4 Intercity, c’è lla variante full electric con l’eTGE Combi. Inaugurato un anno fa al Busworld di Bruxelles, è il primo minibus completamente elettrico nella gamma di veicoli MAN. Basandosi sul furgone elettrico eTGE, è un veicolo di classe M1 con una capacità massima di otto persone. La flessibilità a bordo è garantita dal sistema con fissaggio alle guide Airline che consente di modulare la disposizione dei sedili e di integrare, all’occorrenza, un elevatore per sedia a rotelle nella sezione posteriore. La selleria è completa di cintura di sicurezza

L’eTGE è l’opzione full electric per il trasporto fino a otto passeggeri nel portafoglio del produttore tedesco

a tre punti e dell’opzione di riscaldamento. Alla trazione ci pensa il motore sincrono trifase montato direttamente sull’asse motore. Ha una potenza massima di 136 cv (100 kW) a 3.300 giri e una coppia di 290 NM. Le batterie agli ioni di litio da 35,8 kWh hanno un ingombro limitato e sono sistemate sotto il pavimento. L’autonomia tecnica massima è di 173 km secondo il NCGE (Nuovo Ciclo di Guida Europeo) e di 114 km secondo la WLTP (Worldwide Harmonized Light Vehicles). Per la ricarica del veicolo ci vogliono circa cinque ore e mezza se effettuata presso un wallbox a corrente alternata da 7,2 chilo-

watt. Se invece il punto di carica è a corrente continua con presa di carica combinata (CCS) e potenza di 40 chilowatt, bastano 45 minuti massimo per ricaricare il mezzo fino all’80%. Le dotazioni di sicurezza comprendono l’assistente di ausilio al parcheggio con protezione fiancata, telecamera anteriore per i sistemi di assistenza alla guida, telecamera di retromarcia, impianto di regolazione e limitatore della velocità di marcia, sistema di osservazione dell’area circostante con funzione di frenata d’emergenza City e il sistema di assistenza alla frenata di emergenza EBA (Emergency Brake Assist). Altri articoli su MAN Truck & Bus: https://bustocoach.com/costruttore/282/


BusToCoach on-line Magazine - Novembre / Dicembre 2020

ELETTRICO TRE ASSI LOW ENTRY

L’Urbino 15 LE Electric, primo autobus a batteria della gamma Solaris in grado di viaggiare su percorsi interurbani, ha fatto la sua prima apparizione in rete

romessa mantenuta. Lo aveva annunciato P a inizio anno e il 20 ottobre, nonostante i tempi difficili della pandemia, Solaris ha svelato via web la sua ultima creatura: l’Urbino 15 LE Electric. Sugli schermi internazionali è andato dunque in scena il primo autobus Solaris a batteria in grado di prestare servizio anche al di fuori dei confini urbani. Merito dell’autonomia che, a quanto garantisce il produttore, arriva fino ad alcune centinaia di chilometri con una singola carica.

URBINO 15 LE Electric

Lunghezza mm 14.890 Larghezza mm 2.550 Altezza mm 3.400 Passo mm 7.000+1.690 Sbalzo anteriore mm 2.750 Sbalzo posteriore mm 3.450 Posti totali max 105 Motore elettrico asincrono Potenza cv (kW) 408 (300) Batterie Solaris HE+ / HP Capacità batterie kWh 470 Sistema di ricarica Plug-in / pantografo Peso totale kg 25.000

Ma anche della flessibilità degli allestimenti e varietà delle opzioni disponibili. Cuore dell’Urbino 15 LE Electric a tre assi è il motore asincrono da 300 kW. Per aumentare l’efficienza e ridurre ulteriormente il consumo, la propulsione è stata realizzata con l’innovativa tecnologia SIC, ovvero utilizzando circuiti a base di carburo di silicio. L’energia è derivata da un set di sei batterie Solaris High Energy + di ultima generazione (quattro nella parte posteriore del veicolo e due sul tetto) con una capacità totale di 470 kWh. La ricarica può essere effettuata in modalità veloce con un pantografo convenzionale montato sul tetto oppure invertito, cioé calato sul tetto del bus presso la stazione di ricarica. Il veicolo è inoltre dotato di un connettore plug-in per la ricarica in deposito. A bordo del Solaris Urbino 15 LE Electric c’è posto per un massimo di 105 passeggeri, di cui 53 seduti. Vi sono due sedute pieghevoli aggiuntive e due sedili completi di Isofix per il fissaggio di un seggiolino per bambini. Il sistema di climatizzazione con funzione di pompa di calore utilizza il calore aspirato dall’esterno per raggiungere la giusta temperatura. Tale soluzione consente di aumentare l’efficienza energetica e, dunque, l’autonomia. Il veicolo è adattato per l’integrazione con il

sistema eSConnect per la gestione della flotta in remoto che garantisce la telemetria completa, l’analisi dei dati e la riparazione dei difetti già comparsi nonché di alcuni episodi che potrebbero emergere in futuro. Il pannello interattivo del conducente con touch screen combina molte funzioni di sicurezza avanzate. A cominciare dalle avvertenze che consigliano di allacciare le cinture di

sicurezza, luci e tergicristalli ad accensione automatica, telecamere grandangolari al posto degli specchietti laterali, sistema di assistenza alla guida attivo Mobileye Shield +. I primi due Urbino 15 LE Electric sono stati realizzati principalmente pensando agli operatori scandinavi. Motivo per cui adottano soluzioni speciali in base alle norme Busnordic e il cosiddetto pacchetto scandinavo. Altri articoli su Solaris Bus & Coach: https://bustocoach.com/costruttore/solaris-italia-srl/


BusToCoach on-line Magazine - Novembre / Dicembre 2020

DUE PIANI ENVIRO 500 A BERLINO

Consegnate a BVG le prime due unità del nuovo citybus a piano doppio di Alexander Dennis. Fino a 430 le unità previste nel contratto quadro

primi esemplari della nuova generazioIproduttore ne di autobus a due piani Enviro500 del britannico Alexander Dennis sono stati recapitati lo scorso ottobre a Berliner Verkehrsbetriebe (BVG), l’operatore dei trasporti pubblici della Capitale tedesca. Sono due veicoli della gamma Enviro 500, confezionati ad hoc sulla base dei requisiti di BVG, pur mantenendone i comprovati vanENVIRO 500 Lunghezza mm 13.798 Larghezza mm 2.550 Altezza mm 4.060 Passo mm 3.925+1.500 Sbalzo anteriore mm 3.000 Sbalzo posteriore mm 3.373 Diametro d’ingombro mm 23.072 Posti totali max 112 (80+32) +1 Motore OM 936 Cilindrata litri 7,7 Potenza cv (kw)/giri 353 (260)/2.200 Coppia Nm/giri 1.400/1.200 Cambio Voith Diwa.6 Peso a vuoto kg 16.400 Peso totale kg 26.000

taggi come la struttura leggera in alluminio che migliora il risparmio di carburante senza compromettere la longevità del mezzo. I due Enviro500 fanno parte di un contratto quadro siglato nell’ottobre 2018 per la fornitura di massimo di 430 unità. Una volta completato con successo il test programmato della coppia di veicoli consegnati, l’azienda procederà con un ordine per 198 esemplari. L’Enviro500 di Berlino veste la classica livrea gialla di BVG. Misura 13,8 metri ed è alto 4,06. Dispone di tre porte e due scale che facilitano l’imbarco e lo sbarco rapidi per i servizi urbani ad intenso traffico. La capacità massima è di 112 passeggeri, di cui 80 su sedili fissi completi di prese USB

ciascuno. Particolarmente curato l’allestimento degli interni a partire dall’illuminazione che cambia la tonalità del colore in base alla temperatura dell’aria esterna. L’indicazione in tempo reale della disponibilità di posti a sedere al piano superiore viene fornita in fondo alle scale e grandi schermi in tutto il veicolo mostrano le fermate successive, i collegamenti e altre informazioni

rilevanti per i passeggeri. I pulsanti di richiesta di arresto con feedback acustico e i corrimano tattili a tutte le porte favoriscono le persone ipovedenti. Si prevede che i primi due Enviro500 entreranno in servizio a metà novembre sulla linea 100, l’ammiraglia di Berlino, che questo autunno celebra il 30° anniversario di collegamento tra Est e Ovest della città dopo la caduta del Muro di Berlino. Altri articoli su Alexander Dennis: https://bustocoach.com/costruttore/alexander-dennis-limited/


DAIMLER BUSES

IRIZAR

U

na follia, un azzardo, la voglia di esserci a tutti i costi, l’ottimismo della volontà. Forse tutto questo è stata la 9a edizione dell’International Bus Expo (IBE) di Rimini che ha mantenuto le date di apertura programmate a metà ottobre, a differenza di tutte le altre manifestazioni fieristiche europee e non solo che, a causa della pandemia da Covid-19, nel migliore dei casi hanno rimandato al prossimo anno gli appuntamenti in programma nel 2020. Non è certo stato facile per gli organizzatori della manifestazione (Italian Exhibition Group) convincere gli attori della mobilità a dare un segnale di ripartenza nonostante le difficoltà oggettive causate dai provvedimenti di distanziamento sociale che continuano a gravare sulle aziende di trasporto, in primis su quelle che fanno attività turistiche. Tra i costruttori è stato da subito chiaro che l’IBE 2020 non sarebbe stato una occasione di business nel senso classico di avvio di trattative per l’acquisto dei nuovi veicoli. Il mercato, specialmente quello degli autobus turistici è fermo al palo. Ciò nonostante c’è stato chi ha raccolto la sfida dell’esserci ‘in TROIANI

IVECO BUS

IBE 2020: LA VOGLIA DI RIPARTIRE

BusToCoach on-line Magazine - Novembre / Dicembre 2020

Unica manifestazione fieristica internazionale rimasta in calendario nel 2020, l’IBE di Rimini segna la voglia di rialzarsi per un settore tra i più colpiti dalla pandemia

presenza’, anche partecipando ai numerosi convegni e workshop che si sono svolti nella tre giorni di Rimini. Tra i grandi costruttori, quattro le presenze con stand strutturati: Iveco Bus, MAN Truck & Bus, Irizar, Daimler Buses. Su un’area di 900 metri quadrati, Iveco Bus ha voluto caratterizzarsi con proposte all’insegna della sicurezza e della sostenibilità. Attenendosi al protocollo #safebusiness, messo a punto da IBE per garantire la partecipazione in piena sicurezza di espositori e visitatori, sono stati esposti quattro veicoli rappresentativi dell’intera gamma. Un Crossway NP, ossia con motore Cursor 9 a gas naturale da 360 cavalli. Un Iveco E-WAY da

9,5 metri per l’elettromobilità a zero emissioni, con motore elettrico da 120/195 kW e batterie NMC agli ioni di litio da 360 kWh. A rappresentare i minibus, un Daily Citys per le aree urbane, disponibile in Classe A da 22 posti o in Classe I, fino a 35 passeggeri. Infine, per i turistici, un Evadys da 12,1 metri con motore Cursor 9 da 400 cavalli. Per Iveco Bus è anche l’occasione per illustrare le misure adottate sui propri veicoli al fine di salvaguardare la sicurezza e la salute di conducenti e passeggeri, secondo il protocollo “Safe Inside”, costruito su quattro pilastri che includono vetri di protezione, gel igienizzante, qualità dell’aria e trattamento di superfici e tessuti.

MAN TRUCK & BUS ‘Sosteniamo l’Italia in viaggio’ è la volontà espressa da MAN Truck & Bus con la propria partecipazione a IBE 2020. Fondamentale in questo senso il consolidamento del rapporto di fiducia con i clienti che trova conferma negli ultimi rinnovi del parco autobus di aziende quali Autolinee Liscio (25 Lion’s Intercity), Air Pullman (5 Neoplan Skyliner e un Lion’s Intercity LE) e l’Amat di Taranto (24 Lion’s City EfficientHybrid). Altro passaggio importante, la vicinanza operativa con il cliente, rafforzata con la recente apertura del MAN Center di Bologna che oltre alla vendita e all’assistenza dei veicoli MAN, si avvale di una struttura specializzata nell’allestimento e la preparazione degli autobus urbani e turistici. Quattro i veicoli in mostra nello stand MAN Truck & Bus. Un Lion’s City G da 12,18 metri con motore a gas naturale E1856 da 320 cavalli, cinque bombole CNG sul tetto per complessivi 1.690 litri di capacità e modulo EfficientHybrid. Un turistico Lion’s Coach da 12,1 metri equipaggiato di tutto punto e due Neoplan, un due piani Skyliner L da 14 metri di lunghezza e un Cityliner C da 13 metri. SITCAR / ALFABUS


CARIND

GRUPPO D’AURIA

INDCAR AUTO CUBY

CURATOLA GROUP Quattro veicoli in mostra anche allo stand Irizar. Un i8 integrale di 12 metri di lunghezza, un i6S integrale in taglia 12 metri con pedana sollevamento carrozzelle persone a mobilità ridotta, un Irizar i6 su telaio Scania sempre da 12 metri ed il primo e-bus, un autobus 100% elettrico a zero emissioni a marchio Irizar che arriva in Italia. Fa parte di un lotto di 14 unità destinate alla città di Genova. Con una lunghezza di 10,8 metri ha una capacità totale di 76 passeggeri e monta batterie da 350 kWh di capacità. Grande stand ma senza veicoli in mostra da parte di Daimler Buses che ai propri clienti ha reso disponibili fin dall’inizio degli effetti della crisi, formule personalizzate di assistenza e di agevolazioni finanziarie. A IBE anche una presenza significativa dei manager Daimler nelle varie assise di dibattito, in particolare sui temi delle ‘Opportunità da cogliere nel noleggio senza conducente’, sulla ‘Prevenzione a bordo dell’autobus’ in tempi di Covid-19 e sul passaggio agli autobus elettrici per la mobilità di domani. Sfilata di autobus made in Turchia da Troiani che alla gamma dei Temsa (HD 13, MD7 Plus, MD9 e Maraton 13) ha affiancato il BMC Neocity da 8,5 metri e lo Sprinter Genius II Plus da 7,8 metri per 22+2 posti. Da segnalare la collaborazione tra Sitcar Italia e Alfabus Europa che ha portato ad esporre insieme gli elettrici cinesi L12 e L08 (come i metri di lunghezza) il minibus urbano su Crafter, lo scuolabus su Iveco Daily e il turistico Voyager. Da qui in poi i veicoli che si sono visti a Rimini hanno rappresentato solo la categoria dei minibus (più o meno allungati), con basi

eBUS ITALIA

RISTÈ

meccaniche e allestimenti pressochè analoghi, molti importati dall’estero. Fanno eccezione le versioni urbana e scuolabus da 9,2 metri su Daily della Carind che ha esposto anche un Isuzu Novociti Life in qualità di agente di zona. Curioso il microbus da 6,1 metri su base Isuzu realizzato da Curatola Group per l’isola di Capri. Nove i posti a sedere. Così come si è fatto notare l’elettrico da 17 posti a sedere (5,5 metri di lunghezza per 1,5 di larghezza e 1,95 di altezza) realizzato dalla eBus Italia. Mostrato in versione diesel ma disponibile anche full electric, l’urbano Daily Aesio realizzato dalla Ristè di Jesi. Realizzata in Italia anche l’ultima versione dello Sprinter Grande Capri del Gruppo D’Auria che allarga l’offerta con l’elettrico Cityline da 7,7 metri della lituana Altas Auto. Con una presenza consolidata in Italia la spagnola Indcar ha portato a Rimini il suo Wing L8 da 28 posti su base Daily, come il Moby City L7 esposto con i colori della AMT di Genova a cui sono state recentemente consegnate 25 unità. Dalla Polonia, i turistici Auto Cuby su Daily e Sprinter anche con lunghezza al limite degli 8 metri. Stessa provenienza anche per i tre modelli MMi che riprendono la tradizione dei Cacciamali su base Iveco Daily a cui si aggiungono le versioni turistiche su Sprinter. Sempre dalla Polonia anche i Daily e Sprinter della Polster importati in Italia da Italbus. Infine, dalla Repubblica Ceca, la Bus Design ha portato uno scuolabus da 7,4 metri su base Crafter e un urbanino su Sprinter 516 con pedana sullo sbalzo posteriore ribassato. Altri articoli sugli Eventi Internazionali: https://bustocoach.com/articoli-eventi/

MMi

ITALBUS / POLSTER BUS DESIGN


BusToCoach on-line Magazine - Novembre / Dicembre 2020

ANNUNCI

Profile for Transport Web & C. SNC

BUSTOCOACH EUROPEAN ON-LINE MAGAZINE – Novembre/Dicembre 2020  

BusToCoach è la prima piattaforma online completamente GRATUITA. Offre informazione sui veicoli per il trasporto persone in Europa attravers...

BUSTOCOACH EUROPEAN ON-LINE MAGAZINE – Novembre/Dicembre 2020  

BusToCoach è la prima piattaforma online completamente GRATUITA. Offre informazione sui veicoli per il trasporto persone in Europa attravers...