Page 1

Bus To Coach MERCEDES CITARO

Transport Web Snc - www.bustocoach.com

EUROPEAN ON-LINE MAGAZINE - Marzo 2018

L’IBRIDO È “MILD” BUSWORLD TURCHIA - IDROGENO - SCANIA - PREMIATI IN SPAGNA - L’IMMATRICOLATO 2017 IN ITALIA E IN EUROPA - SOLARIS - MERCEDES - RUBRICHE


RIVISTA ON-LINE abbinata a www.bustocoach.com - Marzo 2018 RUBRICHE

BusToCoach

European on-line magazine Direttore responsabile

Marino Ginanneschi

marino.ginanneschi@bustocoach.com

Redazione e rapporti internazionali

Elena Prearo

elena.prearo@bustocoach.com

Pubblicità

FLASH NEWS In diretta dal mondo dei trasporti.

ADV SPAZIO s.r.l.

HIGH TECH STORE Masats, ZF/e.GO Mobile, Hankook.

FILO DIRETTO

ANNUNCI Uno spazio per vendere e comprare.

I 20129 Milano Via G. Modena 6 Tel. +39 02 7000 4031

E-mail: bustocoach@advspazio.it

Amministrazione

Transport Web & C Snc I 20148 Milano Via Versilia 22

E-mail: bustocoach@bustocoach.com Internet: www.bustocoach.com Registrazione Tribunale di Milano n. 140 del 16/03/2012

BUSWORLD TURCHIA A Izmir in aprile l’edizione 2018.

IDROGENO Parte il piano europeo JIVE 2.

SCANIA Guida autonoma e autobus elettrici.

FERQUI - INDCAR Mini e midi bus dell’anno in Spagna.

IN PRIMO PIANO

***

BusToCoach® Magazine è inviato mensilmente via mail a 12.000 operatori europei del trasporto passeggeri in autobus. Se vuoi iscriverti alla nostra mailing list comunicalo a: bustocoach@bustocoach.com

MERCATO EUROPA Nel 2017 la crescita non c’è stata.

MERCATO ITALIA È cresciuto del 20% ma non basta.

SOLARIS Nel 2017 vendite a livello record.

MERCEDES Tecnologia “Hybrid Mild” per il Citaro.


VECTIO U

39 POSTI A SEDERE IN 9,3 METRI. Disponibile anche con sollevatore e in versione Low Entry.

DA 7 A 12 METRI

SEMPRE IL “LINEA” IDEALE Distributore per lʼItalia: Mauri Bus System Srl Via Caravaggio, 8 - 20832 Desio (MB) - Italy Office +39 0362 626247 - Fax +39 0362 629189 - www.mauri-bus.it


FLASH NEWS

BusToCoach on-line Magazine - Marzo 2018

AUTOBUS IVECO CON SERVIZI ITxPT

IL MERCEDES TOURISMO IN TOUR

ondividere lo stesso linguaggio e la stessa rete con evipartito il 20 febbraio da Riccione, ‘Drive me’, il tour C denti vantaggi in termini di servizi, prestazioni, manuten- È italiano del Mercedes-Benz Tourismo. Ben 14 le tappe zione. Questo l’obiettivo di ITxPT (Tecnologie Informatiche in 11 regioni per un totale di 4 mila chilometri. Due i veicoli

per il Trasporto Pubblico), associazione fondata dall’Unione Internazionale del Trasporto Pubblico (UITP) insieme a partner dell’industria e dei trasporti, tra cui Iveco Bus. Si punta a cooperare per l’attuazione di standard per sistemi IT plugand-play applicati al trasporto pubblico. A tale proposito Iveco Bus informa che «mette a disposizione l’architettura elettrica e lo spazio fisico necessari per applicare i servizi ITxPT alla sua gamma di veicoli urbani, interurbani e da turismo». Questa nuova architettura standardizza i collegamenti elettrici e informatici dei dispositivi di bordo (sistemi ausiliari, sistemi d’informazione per i passeggeri, indicatori di destinazione, gestione dei biglietti, trasmissione dei percorsi, conteggio dei passeggeri, videosorveglianza, e via dicendo), oltre che dei sistemi di back-office (server, compatibilità software, ecc..).

TECNOBUS PASSA DI MANO

suo piccolo Gulliver elettrico l’ha resa famosa a IL fine millennio nel trasporto passeggeri. Circa 500 gli esemplari venduti di questo bus a batteria in formato

‘tascabile’, e non solo in Italia. Stiamo parlando della Tecnobus, azienda pioniera nella mobilità elettrica e il cui marchio e know how vengono ora rilevati da Enertronica Spa, azienda operativa nel settore delle energie rinnovabili, del risparmio energetico e nella progettazione e produzione di sistemi elettromeccanici. L’annuncio è stato dato dalla stessa Enertronica che in un comunicato, precisa: «Il progetto prevede la nascita di una nuova società, che sarà denominata BusX e controllata all’85% da Enertronica, la cui missione sarà la produzione e commercializzazione di mini autobus e veicoli commerciali speciali, esclusivamente elettrici».

NO AL TRASPORTO PUBBLICO GRATUITO

protagonisti su strada, entrambi equipaggiati con il FleetBoard per monitorare i vari momenti del road show. Ad ogni tappa verranno effettuate prove su strada, training di prodotto e di servizi, incontri con gli area manager, offerte di finanziamento Mercedes-Benz Financial Services. Ecco il link per conoscere le tappe in calendario e registrarsi http://www.lacittadellautobus.it/iscrizione-drive-me/

LO SCANIA TOURING PIACE

circa nove mesi dal debutto italiano in occasione A del 100° Giro d’Italia, il turistico Touring di Scania comincia a fare breccia tra gli operatori del settore. I

clienti aumentano e i mezzi consegnati nella Penisola ammontano ad oggi a una decina di unità. «È difficile esprimere a parole le grandi potenzialità di questo veicolo e gli eccellenti consumi registrati sia in occasione di prove su strada con clienti del settore granturismo che nei test con la stampa di settore», commenta Roberto Caldini, direttore Buses & Coaches di Italscania. «Siamo estremamente soddisfatti dei risultati ottenuti sul fronte dei consumi, una dimostrazione in più del fatto che si tratti di un veicolo di grande eccellenza, in perfetto stile Scania». «Tra i clienti che utilizzano già lo Scania Touring», precisa Antonino Brancato, responsabile vendite Scania Touring, «anche Nudo Viaggi di Cosenza che, da settembre ad oggi, ha superato i 100 mila km e ci conferma la sua soddisfazione sia per quanto riguarda le prestazioni che i consumi. Entro pochi giorni, dopo il primo autobus già consegnato a Gaffuri Viaggi, verranno consegnati nuovi Scania Touring ad Autoservizi Merli, Autolinee Moretti, Giotto Bus, Salvadori Bus Itermar e T.A.M.».

AL VIA IL RINNOVO DELLA FLOTTA GTT

governo tedesco propone di sperimentare il trasporto consiglio di amministrazione del Gruppo Torinese IL pubblico gratuito in cinque città del Paese. L’obiettivo è rientrare negli obiettivi climatici comunitari visto che la Ger- IL Trasporti (GTT) ha deliberato l’acquisto di 178 nuovi mania è uno degli otto stati europei, insieme a Francia, Italia e autobus per il servizio urbano. L’azienda prevede l’acquisi-

Spagna, dove le emissioni di diossido di azoto e polveri sottili non sono rientrate al 30 gennaio 2018 nei limiti previsti dagli standard comunitari. I costi sono stimati in circa 13 miliardi di euro annui. In Italia ammonterebbero ad almeno 8 miliardi all’anno, considerando il sistema di trasporto pubblico nel suo complesso. «Riteniamo che una spesa del genere non sarebbe né sostenibile né giustificabile», ha dichiarato Giuseppe Vinella, presidente ANAV, «...un settore economico completamente sussidiato rischia di fare passi indietro in quel processo di industrializzazione, recupero di efficienza e produttività, competitività e innovazione che riteniamo imprescindibile per determinare un salto di qualità del sistema». 

zione di 40 unità da 12 metri e 34 nella taglia da 18 metri con alimentazione a gasolio e motorizzazione Euro VI oltre a 40 veicoli da 12 metri a metano con motorizzazione Euro VI. È inoltre prevista l’opzione, da esercitarsi entro il 31 marzo 2019, per ulteriori 64 autobus (51 da 18 metri a gasolio e 13 da 12 metri a metano). L’acquisto dei 178 autobus sarà possibile grazie al cofinanziamento della Regione Piemonte del 50% del costo dei veicoli. La spesa prevista è di circa 51 milioni e 500 mila euro. Il totale è intorno agli 80 milioni di euro.


FLASH NEWS

BusToCoach on-line Magazine - Marzo 2018

TELAI MAN PER I DUE-PIANI DI SYDNEY

ELETTRICI SOLARIS IN ITALIA

ella Capitale australiana sono in servizio dalla fine dello scor3 febbraio Solaris Bus & Coach ha consegnato 12 auN so anno 38 bus a piano doppio su telaio MAN A95. I veicoli IL tobus elettrici alla ATB di Bergamo. Il prossimo marzo, sono carrozzati dal produttore malese Gemilang mentre il telaio è altri 10 Urbino a trazione elettrica faranno capolino nella flotta

stato fornito da Penske Commercial Vehicles, partner di vendita di MAN Truck & Bus in Australia e Nuova Zelanda. Il telaio MAN A95 per autobus a pianale ribassato è alimentato da un motore diesel a sei cilindri da 320 cv (235 kW) conforme ai parametri Euro 5. È abbinato al cambio automatico ZF Ecolife con rallentatore idraulico integrato. Tra le varie dotazioni di sicurezza, il sistema di frenata elettronica (EBS), il programma elettronico di stabilità (ESP) e la protezione antiribaltamento (ROP). «Dopo vari progetti di successo con il telaio MAN A95 a Singapore e Hong Kong, questa fornitura segna un’ulteriore espansione della nostra presenza sul mercato e siamo lieti di averlo fatto anche nel segmento degli autobus urbani a due piani in Australia», ha dichiarato Christian Schuf di MAN Truck & Bus Asia Pacific. «Per continuare a soddisfare l’ampia gamma di richieste del mercato, il telaio A95 è disponibile da inizio anno anche in versione Euro 6c».

CITEA ELETTRICI IN LUSSEMBURGO

dell’ATM di Milano. L’elettrico Urbino per il mercato italiano è azionato da assali con due motori di trazione integrati da 125 kW di potenza ciascuno. L’elettricità è stoccata in un set di batterie Solaris High Energy con una capacità totale di 240 kWh. Quello italiano è un mercato importante per Solaris Bus & Coach che finora ha consegnato quasi 850 veicoli. Nel solo 2017, ammontano a 225 i bus Solaris recapitati in Italia. Anche il più grande contratto per il produttore polacco proviene dal mercato italiano, si tratta dei 360 InterUrbino commissionati dal COTRAL a Roma.

ELETTRICI IRIZAR IN SPAGNA

7 febbraio, l’EMT (Empresa Municipal de TranIL sportes) di Madrid ha presentato i suoi primi autobus a trazione 100% elettrica. Si tratta di 15 Irizar

operatore Voyages Emile Weber ha messo in serviL’ zio i primi autobus VDL Citea a trazione elettrica in Lussemburgo. Questi Citea LLE-99 Electric misurano 9,9

metri e coprono una distanza di circa 1.400 km al giorno. Vengono riforniti durante il giorno mediante un sistema di ricarica di opportunità via pantografo sul tetto mentre di notte la ricarica è in modalità lenta. In qualità di fornitore del sistema, VDL è responsabile sia della dotazione degli autobus elettrici che delle stazioni di ricarica, compresa l’installazione e l’implementazione del progetto.

A LONDRA GLI ELETTRICI BYD-ADL

ie bus da 12 metri con una portata di 76 passeggeri e un’autonomia giornaliera dichiarata dal costruttore superiore ai 200 km. Sono veicoli provvisti di Eco Assist che assiste in tempo reale il conducente per ottimizzare la guida riducendo il consumo energetico e aumentando l’autonomia. Irizar e-mobility ha fornito inoltre 15 caricatori per la ricarica notturna in deposito. I mezzi presteranno servizio sulle tre linee del centro di Madrid. L’Irizar ie bus è già in circolazione da quasi 4 anni in una decina di città europee. La versione elettrica da 18 metri, l’Irizar ie tram presentato a fine 2017, ha ricevuto i premi di Autobus dell’anno 2018 in Spagna e Veicolo industriale ecologico 2018 in Spagna.

5° BUS STORE SHOW A VARSAVIA

altro lotto di autobus elettrici puri targati BYD ADL UN è entrato in funzione su una quarta rotta nella Ca9-10 marzo si svolgerà la quinta edizione del BusStore pitale britannica. Si tratta della linea 153 gestita da Go-Ahe- IL Show, il salone annuale a cura del brand BusStore di ad London per conto dell’Agenzia dei trasporti londinesi, la Daimler. Per la prima volta a Varsavia, la rassegna propone

Transport for London (TfL). La nuova flotta è composta da 11 Enviro200EV prodotti dalla cinese BYD in collaborazione con il costruttore britannico AlexanderDennis (ADL). Sono autobus a piano singolo da 10,8 metri, simili agli altri già in dotazione alla Go-Ahead. Altri operatori riceveranno elettrici BYD ADL nei prossimi mesi in seguito agli appalti aggiudicati alla partnership anglo-cinese. BYD ha venduto più di 14 mila autobus elettrici a livello globale nel 2017 e i veicoli forniti in collaborazione con ADL a Londra, Liverpool e Nottingham hanno già macinato oltre 1,6 milioni di km in servizi senza emissioni sulle strade del Regno Unito.

un’ampia selezione di autobus da turismo, di linea e minibus, modelli a pianale ribassato, rialzato e a due piani, sia nuovi che usati. Più di 1.000 gli operatori del settore intervenuti nella passata edizione e provenienti da 21 Paesi. E anche per quest’anno gli organizzatori si aspettano una massiccia partecipazione. L’appuntamento è al Ptak Expo di Varsavia (padiglioni D ed E ) dove gli autobus esposti saranno disponibili anche in prova. Notizie e informazioni potranno essere fornite dai consulenti OMNIplus sui servizi post-vendita così come dagli esperti Mercedes-Benz Financial Services sul finanziamento dei veicoli.


FLASH NEWS

BusToCoach on-line Magazine - Marzo 2018

IN CECHIA GLI URBINO CNG

TURISMO IN SETRA NEI PAESI BALTICI

ll’inizio di gennaio Solaris Bus & Coach ha firmato un compagnia di trasporti Vilneda Uab ha introdotto A contratto con la società di trasporti Dopravní Podnik di LA nella propria flotta nove autobus da turismo contrasOstrava, Repubblica Ceca, per 40 Urbino 12 CNG. Il valore segnati dal marchio Setra. La fornitura comprende otto veicoli

del contratto è di circa 45 milioni di złoty (l’equivalente di 12 milioni di euro). Si tratta del secondo più grande ordine di bus Solaris CNG nella Repubblica Ceca. I veicoli saranno equipaggiati di bombole in materiale composito con una capacità totale di 1.575 litri. I passeggeri a bordo saranno fino a 80. Tra le altre dotazioni, lampade a LED, aria condizionata, Wifi, prese USB. I primi 24 saranno recapitati entro fine 2018 e i rimanenti nel primo quadrimestre 2019. «Dopo il completamento delle consegne previste entro l’anno», precisa il produttore polacco, «il totale di veicoli Solaris sul mercato ceco supererà le 1.000 unità tra autobus e filobus».

IBRIDI VOLVO A CRACOVIA

della gamma Setra ComfortClass e un modello a piano doppio della serie S 431 DT. I mezzi fanno parte di un ordine per un totale di 32 unità. I nove autobus saranno affittati a vari tour operator dei Paesi baltici (Lituania, Lettonia, Estonia) oltre che in Europa occidentale e Scandinavia. Vilneda Uab offre servizi di noleggio autobus e minibus per charter locali e internazionali non programmati. Fondata nel 1995, la società lituana è partner commerciale di Setra a partire dal 2007.

TELAI VOLVO PER ALTA CAPACITÀ

25 gennaio, Volvo Buses ha svelato in occasione IL del Volvo Ocean Race di Hong Kong un nuovo telaio a norme Euro VI destinato ai pullman a due piani

compagnia di trasporto municipale di CracoLA via (MPK) ha disposto un ordine per una dozzina di autobus articolati a trazione ibrida. L’azienda si

è affidata a Volvo Buses per questa fornitura puntando sull’articolato Volvo 7900 Hybrid. I veicoli saranno fabbricati nello stabilimento di Volvo Buses a Wroclaw, in Polonia, dove gli ibridi vengono prodotti in serie a partire dal 2010. La consegna è prevista per la seconda metà dell’anno. «In totale, Volvo ha venduto più di 3.800 autobus elettrificati in 22 Paesi», fa sapere il produttore polacco, «i principali mercati sono Regno Unito, Colombia e Spagna».

ELETTRICI VDL PER L’AIA

e studiato per le esigenze di trasporto ad alta capacità nell’area Asia-Pacifico e oltre. Il telaio B8L a tre assi è prodotto a Borås, in Svezia. Alimentato dal collaudato motore Volvo D8Kda 8 litri, eroga 350 cv (258 kW) e 1.400 Nm di coppia tra 1.200 e 1.600 giri/minuto. Il Volvo D8K è abbinato a una trasmissione ZF 6AP1600C completamente automatica e adotta la tecnologia common rail. Controllo elettronico della stabilità (ESP), sistemi di frenatura elettronica, (EBS), antiscivolo, limitatore di accelerazione e dispositivo di avviamento in salita sono tutti di serie sul telaio. Il B8L può anche essere equipaggiato con il modulo I-Coaching di Volvo, un dispositivo montato sul cruscotto per fornire al conducente feedback istantanei sulle sue prestazioni di guida.

ANCHE EXTRA-LONG I FILOBUS SOLARIS

società di trasporto pubblico dell’Aia, HTM, ha LA firmato un contratto con VDL Bus & Coach per la dipartimento di sviluppo di Solaris Bus & Coach sta consegna di cinque Citea SLF-120 Electric, con la possibilità IL progettando un filobus bi-articolato di oltre 24 metri. di un’opzione per ulteriori tre unità. Per il vettore olandese La trazione sarà affidata a due motori che azionano due assi

questo è il primo passo nella transizione verso il trasporto in autobus a zero emissioni. VDL fornirà inoltre l’infrastruttura di ricarica, compresa l’installazione completa e la gestione del progetto. Gli autobus saranno caricati rapidamente durante il giorno mediante la ricarica di opportunità via pantografo a tetto. «Questo è il nono progetto di VDL Bus & Coach nei Paesi Bassi nella transizione verso il trasporto con autobus a zero emissioni: insieme, tutti gli elettrici VDL in funzione coprono una media di 21 mila chilometri al giorno», ha sottolineato il produttore olandese.

motore. La batteria da 94 Ah (58 kWh) verrà ricaricata durante la guida captando corrente dalla linea aerea tramite un tradizionale pantografo bipolare. L’energia accumulata nelle batterie verrà utilizzata per alimentare il filobus ogni volta che si stacca dalla linea elettrica. Per facilitare le manovre nel traffico urbano, il quarto asse sarà autosterzante. Il veicolo sarà inoltre dotato di servosterzo elettrico (EPS). L’abitacolo sarà dotato di 53 sedili, 16 dei quali accessibili dal pianale ribassato, e ci sarà spazio per sedie a rotelle o passeggini oltre a un vano per il trasporto di biciclette.


BusToCoach on-line Magazine - Marzo 2018

A IZMIR IL BUSWORLD TURCHIA 2018 Nuova location per l’edizione turca del Busworld in calendario dal 19 al 21 aprile. Oltre 12 mila i visitatori attesi per questa settima edizione on sarà più Istanbul ad ospitare il BusworN ld Turchia. La rassegna biennale dell’autobus più importante per il mercato interno,

ma non solo, verrà allestita quest’anno ad Izmir. Una città situata nella parte centro-occidentale del Paese, la terza per numero di abitanti dopo Istanbul e Ankara. In passerella, oltre ad autobus e pullman, ci sarà spazio anche per la componentistica, gli accessori, le proposte relative ai carburanti e le offerte di servizi. Oltre ad essere la vetrina di riferimento per il mercato locale, il Busworld Turchia è al contempo un evento di richiamo per il settore dell’autobus a livello internazionale visti i risultati conseguiti dai produttori locali sul fronte dell’export. Per questo settimo appuntamento, gli organizzatori (Busworld Kortrijk e HKF Trade Fairs) si aspettano un incremento sia di pubblico

che di espositori rispetto all’edizione passata andata in scena nell’aprile del 2016 presso l’Istanbul Expo Center. Quasi 250 espositori attesi contro i 145 intervenuti due anni fa (122 locali e 23 esteri) e circa 12.500 visitatori provenienti da 84 Paesi rispetto agli 11.078 registrati nel 2016. Le principali tematiche relative al trasporto in autobus verranno approfondite nell’ambito del ‘Busworld Acad e m y Tu r k e y Congress’ giunto alla terza edizione. Tra gli argomenti in agenda, le tendenze di mercato, gli autobus a trazione elettrica, sicurezza e tecnologia nei mezzi di trasporto pubblico. Il Busworld Turchia 2018 si svolgerà dal 19 al 21 aprile presso la fiera di Izmir (padiglioni A e B). Per maggiori informazioni si rimanda al sito ufficiale http://www.busworldturkey.com/en/ Altri articoli sui Saloni Internazionali: www.bustocoach.com/it/node/2439/articoli_nref_eventi


BusToCoach on-line Magazine - Marzo 2018

IDROGENO TRA ORDINI E PROGETTI

L’Europa spinge sui bus fuel cell col piano JIVE 2 mentre in Cina parte il più grosso ordine per autobus a idrogeno. E Toyota guarda ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020

25 gennaio è scattata la seconda fase IL di JIVE (Joint Iniziative for hydrogen Vehicles across Europe), progetto lanciato lo scorso anno con l’obiettivo di promuovere la commercializzazione degli autobus provvisti di celle a combustibile a idrogeno mediante l’impiego su larga scala di mezzi e infrastrutture. Coordinato da Element Energy e sovvenzionato con 25 milioni di euro da parte di Fuel Cell and Hydrogen (FCH JU), il piano JIVE 2 porterà al dispiegamento di 152 autobus elettrici a celle di combustibile in 14 città europee tra Francia, Germania, Islanda, Norvegia, Svezia, Paesi Bassi, Regno Unito. Nel complesso, i progetti JIVE metteranno in campo circa 300 bus a celle in 22 città europee entro l’inizio del decennio 2020. Il più grande dispiegamento, ad oggi, in Europa. Ma all’idrogeno si guarda anche fuori dai confini europei. Per i Giochi Olimpici Invernali di

Pechino 2022, in Cina è partito il più grosso ordine per autobus a idrogeno. La città di Zhangjiakou ha aggiudicato contratti per un totale di 74 autobus a celle a combustibile. Beiqi Foton ha vinto un ordine per 49 unità con il Foton AUV da 10,5 metri mentre a Zhengzhou Yutong ne sono stati assegnati altri 25. I veicoli utilizzeranno un sistema a celle a combustibile da 60 kW e anche un sistema ibrido a batteria che darà la possibilità di viaggiare fino a 500 km. Con l’entrata in funzione di questi autobus, prevista entro la prima metà del 2018, la città di Zhangjiakou potrà vantare la più ampia flotta di autobus a celle a combustibile al mondo. Intanto Toyota, anch’essa impegnata su questo fronte, annuncia l’obiettivo di fornire più di 100 autobus fuel cell a Tokyo per i Giochi Olimpici e Paraolimpici del 2020. Il veicolo, chiamato Sora, è alimentato dal sistema a celle a combustibile Toyota. Fino a 79 i passeggeri a bordo.


BusToCoach on-line Magazine - Marzo 2018

INSIEME PER IL FUTURO

Ufficializzata la collaborazione tra Scania e Haylion Technologies nel settore della guida autonoma e del trasporto sostenibile produttore svedese Scania collaboreIL rà con Haylion Technologies, società specializzata nelle soluzioni per l’industria dei trasporti cinese nei settori della guida autonoma, elettrificazione e connettività. I due partner uniranno le proprie forze nel campo dei veicoli non alimentati a combustibili fossili, principalmente elettrificati, della guida autonoma e del trasporto urbano in autobus. L’obiettivo comune è accelerare la commercializzazione delle applicazioni di guida autonoma e il trasporto sostenibile. «Per Scania tale partnership offre opportunità uniche per contribuire e imparare dal rapido sviluppo tecnologico che si sta verificando in Cina in queste aree strategiche. Non vediamo l’ora di unire le nostre conoscenze e la nostra prospettiva globale con le competenze e le ambizioni di Haylion Technologies», ha dichiarato Mats Harborn, direttore esecutivo di Scania China Strategic Office. «Ottenere l’eccellenza nelle competenze at-

traverso la collaborazione è sempre stato il nostro principio. Riconosciamo la posizione di leadership di Scania nel settore dei veicoli commerciali a livello mondiale. Credo che la nostra cooperazione promuoverà e accelererà ulteriormente lo sviluppo in Cina di veicoli intelligenti e di Internet per i veicoli», ha replicato Jimmy Hu Jianping, presidente di Haylion Technologies. Haylion Technologies ha messo in piedi insieme a Gortune Investment un team di specialisti in intelligenza artificiale, produzione automobilistica, comunicazioni e trasporti pubblici. Questo team si concentra sulla tecnologia della guida autonoma, sulla verifica dei concetti e sulla sua industrializzazione. Dalla fine del 2017, Haylion Technologies conduce test con autobus intelligenti su strade pubbliche insieme al Gruppo Bus Shenzhen. I mezzi adottano il sistema di guida autonoma denominato AlphaBa. Altri articoli su Scania: www.bustocoach.com/it/node/2175/articoli-costruttore-italia


BusToCoach on-line Magazine - Marzo 2018

FERQUI E INDCAR PREMIATI IN SPAGNA Autobus dell’anno in Spagna per le categorie micro e midibus, il Sunset S3L prodotto da Ferqui e il Next 9 della carrozzeria Indcar micro e midibus del 2018 in terra ICasamigliori iberica? Secondo i giurati del premio della editrice spagnola Editec, sono il Ferqui S3L per la categoria ‘microbus’ e il Next 9 di Indcar per il segmento ‘midi’. Il primo è un veicolo da 7.730 mm proposto su telaio MercedesBenz Sprinter 516/519. Si distingue per il design dalle linee morbide unito al comfort degli interni grazie a una maggiore distanza tra i sedili e al generoso spazio per i bagagli con il vano posteriore da 2,5 metri cubi più i quattro laterali da 0,3 m3 ciascuno. La portata è di 19 posti. L’Indcar Next è un modello lanciato nel 2014 e attualmente disponibile in quattro versioni (da 7 a 10 metri) e differenti configurazioni interne (da 27 a 41 posti con opzioni carrozzella). La nuova generazione è stata presentata lo scorso ot-

tobre al Busworld Europe ed è la più potente con motore Paccar PX-7 da 264 cv. Interamente progettato da Indcar, presenta una nuova area di guida con un cruscotto realizzato ex novo, interni molto confortevoli e una grande capacità per i bagagli. È la terza volta che Indcar ritira il premio della giuria per questo modello. Quest’anno la cerimonia di premiazione, organizzata dalle riviste “Viajeros” e “Transporte 3” (Gruppo Editec), si è svolta il 17 gennaio a Madrid. Composta da 401 membri spagnoli di vari settori, la giuria ha valutato 74 candidati per diverse tipologie di premi. Tra gli altri vincitori, Mercedes-Benz con il Tourismo RHD incoronato Pullman dell’anno 2018 in Spagna e Irizar con l’i.e tram che si è aggiudicato sia il titolo di Autobus dell’anno che quello di Veicolo industriale ecologico dell’anno, sempre per il mercato iberico. Il gruppo editoriale Editec organizza questo premio in Spagna dal 1988, riconoscendo lo sforzo nell’innovazione e nello sviluppo di produttori e carrozzieri, sia nel trasporto merci che in quello dei passeggeri su strada.

Altri articoli su Irizar: www.bustocoach.com/it/node/967/articoli-costruttore-europa www.bustocoach.com/it/node/1613/articoli-costruttore-europa


BusToCoach on-line Magazine - Marzo 2018

HIGH TECH STORE

SOLLEVATORI

asats amplia la sua M gamma di prodotti con il KS8, sollevatore idraulico

per autobus a pavimento alto. Questo modello, che può salire a 1.882 mm e scendere fino a raggiungere il pavimento, è progettato per l’installazione sotto il pianale del veicolo in un passaruota o nel vano bagagli. Il fattore ‘sicurezza’ è stato preso in attenta considerazione dal produttore. Il sistema è infatti dotato di un ponte semi-automatico che collega perfettamente la piattaforma del sollevatore al pavimento del veicolo. La parte esterna della piattaforma è provvista di una barriera automatica in modo da proteggere il passeggero da cadute o rotolamenti involontari. Manuali i corrimano di protezione laterale. La capacità di sollevamento arriva fino a 350 kg. Il KS8 è molto robusto e compatto offrendo al contempo il massimo livello di comfort e sicurezza. La produzione in serie è già partita.

HANKOOK

produttore sudcoreano Hankook IL amplia l’assortimento nel segmento autobus con lo SmartTouring

DL22. Come lo SmartTouring AL22, è destinato ai pullman a lunga percorrenza. Si tratta di un pneumatico per tutte le stagioni con la marcatura M+S e il simbolo 3PMSF. Le lamelle 3D disposte a forma di V ottimizzano le proprietà di aderenza e trazione sulla neve e sul bagnato senza interferire sulle prestazioni. La tecnologia delle lamelle fornisce anche una buona aderenza longitudinale e laterale, oltre alla stabilità direzionale e laterale. E il buon ritorno sui consumi è reso possibile dalla bassa resistenza al rotolamento. Tra gli altri plus, il coefficiente di rumore particolarmente basso con conseguente comfort di marcia e lo speciale disegno del battistrada in grado di garantire un’usura uniforme. Disponibile nella misura 295/80 R22,5, lo SmartTouring AL22 sarà sul mercato dal secondo trimestre 2018.

E-SHUTTLE AUTONOMI

ltre a offrire soluzioni diversificate per l’elettromobilità O che vanno dalla trazione elettrica a motore centrale CeTrax o con assale motorizzato elettrico Ave 130 o le soluzioni

TraXon Hybrid, ZF Friedrichshafen AG è impegnata anche sul fronte dell’elettromobilità a guida autonoma. In tale contesto si inserisce la prospettata joint venture con e.GO Mobile AG attraverso la controllata Zukunft Ventures GmbH (società fondata nel settembre 2016 al fine di investire in aziende che sviluppano tecnologie rilevanti per ZF). Gli obiettivi della nuova joint venture e.GO Moove sono lo sviluppo, la produzione e la vendita di people e cargo movers a guida autonoma. Il primo prototipo è stato presentato lo scorso anno nel campus della RWTH Aachen University, l’Università Tecnica di Aquisgrana, in Germania, dove ingegneri ed esperti di produzione e vendita hanno già iniziato a lavorare per organizzare un rapido lancio sul mercato. «Gli e-shuttle autonomi, connessi e quindi altamente flessibili giocheranno un ruolo significativo nelle aree urbane e metropolitane del futuro come modalità di trasporto sicure, confortevoli, efficienti ed ecologiche», spiega Stefan Sommer, amministratore delegato di ZF Friedrichshafen AG. «Nuovi concetti di veicoli come i people e cargo mover elettrici devono essere altamente iterativi e, allo stesso tempo, prodotti a basso costo», dice Günther Schuh, amministratore delegato di e.Go Mobile AG. La sua azienda ha installato un’infrastruttura Industry 4.0 in gran parte connessa nel campus dell’Università di Aquisgrana e può essere utilizzata per costruire in modo efficiente veicoli da omologare e sviluppare per la produzione in serie. ZF è un fornitore leader nel settore automobilistico di trasmissioni elettrificate, che rappresentano un elemento importante del suo impegno nella joint venture e.GO Moove. Inoltre, ZF metterà a disposizione le sue tecnologie di sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS), telai e sensor fusion. ZF, e.Go Mobile AG e Nvidia stanno lavorando insieme per sviluppare e testare funzioni di guida autonoma per gli e.GO mover.


BusToCoach on-line Magazine - Marzo 2016

MERCATO EUROPA IN STALLO

IMMATRICOLATO EUROPA (fonte ACEA)

STATI

C

rescita zero in Europa. Almeno per quanto riguarda il comparto autobus. Lo rende noto l’Associazione europea dei produttori automobilistici (ACEA) nell’indagine congiunturale sulle immatricolazioni di nuovi veicoli nei 27 Paesi dell’Ue. Nel corso del 2017 gli autobus oltre le 3,5 tonnellate di peso complessivamente targati si sono attestati a 40.515 unità. Il delta è negativo, anche se di un soffio (-0,5%). Si tratta del primo ‘stop’ di questi ultimi cinque anni. Ma andiamo a vedere le performance dei vari mercati. In Europa Occidentale, risulta stabile la Germania con 6.697 immatricolazioni (+0,2%). In moderato recupero la Spagna dove i nuovi autobus su strada salgono a 3.527 (+6,9%). Si contrae, invece, la domanda in Francia che, sulla scia del trend ribassista innescato nel 2016, riduce l’immatricolato a 6.329 mezzi (-4%). In tale contesto spicca il risultato dell’Italia che viaggia spedita e in netta controtendenza rispetto all’andamento generale del settore. Gli autobus immatricolati nella Penisola sfondano per la prima volta in cinque anni la soglia delle 3 mila unità attestandosi a quota 3.357. L’incremento è a due cifre (+20,3%). Una boccata d’ossigeno per l’asfittico mercato italiano.

Il Nord Europa è un po’ tutto positivo ma con i dovuti distinguo. Se l’Olanda si limita a un progresso del 5,7%, la Finlandia passa al 12,3, la Danimarca si spinge oltre col 16,3% e ancor più il Belgio che arriva a incrementare le immatricolazioni di 21,7 punti percentuali. L’unico segno meno nel bacino settentrionale è quello della Svezia (-2,4%). Non girano, invece, gli affari in area Brexit. Il Regno Unito, dopo diversi anni di crescita sostenuta, perde. E non di poco. La contrazione (-18,8%) è una delle più marcate nei 27 Stati membri dell’Unione Europea. Ne risente anche la vicina Irlanda che vede ridurre le immatricolazioni del 6,4%. Contrastati i bacini orientali. La Repubblica Ceca resta in terreno negativo per il secondo anno consecutivo e presenta un conto in rosso del 20,6%. Bene la Polonia che continua a crescere raggiungendo il livello più alto del quinquennio con 2.293 veicoli (+15,4%). Ma il botto lo fa l’Ungheria con il 57,4% in più di nuovi mezzi, la percentuale più alta del 2017. Ottime le performance nei Paesi del Baltico (Lettonia +36,9%, Estonia +23,3%, Lituania +49%). Male invece l’area EFTA (European Free Trade Association) con la Norvegia che perde il 14,9% e l’Islanda il 33,6%. Si salva solo la Svizzera (+1,9%).

2014

2015

2016

2017

2017-2016 D%

AUSTRIA

713

900

899

1.043

1.244

19,3%

BELGIO

765

1.142

923

714

869

21,7%

BULGARIA

n.d.

n.d.

n.d.

n.d.

n.d.

n.d.

186

CROAZIA

109

96

122

CIPRO

n.d.

n.d

n.d.

REPUBBL. CECA

891

1.061

DANIMARCA

401

468

ESTONIA

126

138

FINLANDIA

Pressoché invariato l’immatricolato autobus 2017 nei confini UE. In evidenza, secondo i dati dell’ACEA, l’Italia, con un netto recupero delle matricole su strada

2013

204

9,7%

n.d.

n.d.

n.d.

1.350

1.013

804

-20,6%

532

736

856

16,3%

230

172

212

23,3%

388

691

526

586

514

12,3%

FRANCIA

6.963

5.896

7.345

6.593

6.329

-4%

GERMANIA

5.824

5.651

6.137

6.683

6.697

0,2%

GRECIA

100

175

129

191

190

-0,5%

UNGHERIA

432

467

546

408

642

57,4%

IRLANDA

162

207

313

362

339

-6,4%

2.372

1.975

2.419

2.791

3.357

20,3%

LETTONIA

242

208

251

179

245

36,9%

LITUANIA

176

288

192

263

392

49%

LUSSEMBURGO

171

159

251

205

239

16,6%

OLANDA

583

665

344

840

888

5,7%

POLONIA

1.383

1.472

1.739

1.987

2.293

15,4%

ITALIA*

PORTOGALLO

174

239

254

354

361

2%

ROMANIA

865

1.148

2.309

1.102

1.011

-8,3%

SLOVACCHIA

275

447

379

364

403

10,7%

SLOVENIA

139

168

163

188

178

-5,3%

SPAGNA

1.648

1.896

2.617

3.299

3.527

6,9%

SVEZIA

1.230

1.335

1.330

1.333

1.301

-2,4%

REGNO UNITO

6.951

6.669

8.483

9.140

7.420

-18.8%

UNIONE EUROPEA

33.083

33.561

39.783

40.732

40.515

-0,5%

74

66

95

235

156

-33,6%

1.259

1.015

970

1.398

1.190

-14,9%

ISLANDA NORVEGIA SVIZZERA

580

649

745

699

712

1,9%

EFTA

1.913

1.730

1.810

2.332

2.058

-11,7%

TOTALE EU+EFTA

34.996

35.291

41.593

43.064

42.573

-1,1%

*) Stima Anfia, basata sui dati del Ministero dei Trasporti italiano.


BusToCoach on-line Magazine - Marzo 2018

MERCATO ITALIA: LA CRESCITA NON BASTA

I numeri dell’immatricolato autobus 2017 in Italia mostrano una ripresa che sfiora il 20%. Sostanziosa ma insufficiente a produrre uno svecchiamento del parco circolante per due terzi pre Euro V econdo i dati elaborati da Anfia (AssoS ciazione Nazionale Fra Industrie Automobilistiche) sulla base dell’immatricolato

differenza di quanto era successo nel 2016 quando la crescita del 16,8% era stata trainata da minibus e scuolabus. registrato dal Ministero dei Trasporti, il mer- Prima di addentrarci nell’analisi più dettacato italiano degli autobus con peso a terra gliata dei dati occorre fare una premessa. superiore ai 35 quintali registra nel 2017 Nell’analisi di Anfia si adotta una classificauna crescita del 19,9% rispetto al 2016. Un zione dei veicoli che non corrisponde a quella risultato decisamente positivo, specialmente europea (Classe A, B, I, II e III). Per Minibus considerando che gli incrementi si sono con- si intendono veicoli con ptt fino a 8,200 kg centrati sui veicoli di taglia media e lunga, a (in Europa il limite è invece i 22 posti, Classe A e B). A loro volta i Midibus hanno ptt suIMMATRICOLATO ITALIA 2017 PER COSTRUTTORI periore a 8.200 kg e Veicoli completi + Telai (3.380 unità) una lunghezza fino a 9,34 metri (in Europa VOLKSWAGEN 1,2% non vi è distinzione TEMSA 1,0% ALTRI 3,1% ISUZU 1,3% di lunghezza ma solo EVOBUS 22,5% FORD 4,7% d’impiego, Classi I, II (Mercedes+Setra) SCANIA 2,7% e III). Infine, sono deSOLARIS 7,6% finiti Autobus specifici tutti i veicoli con VAN HOOL 1,6% lunghezza superiore OTOKAR 2,9% VDL 2,0% a 9,34 metri. Per tutVOLVO BUS 1,3% IIA 4,6% ti, la suddivisione in urbani, interurbani e turistici. MAN TRUCK & BUS 7,5% Nella tabella e nei (MAN+Neoplan) IVECO BUS 36,0% grafici, abbiamo fatto riferimento alla clas-

IMMATRICOLATO ITALIA

2016 2017 Segmenti (Classe EU) AUTOBUS CITY (I) 407 564 AUTOBUS INTERCITY (II) 365 (407*) 680 (719*) AUTOBUS TURISMO (III) 793 (751*) 786 (747*) Totale Autobus 1.565 2.030 MIDIBUS CITY (I) 76 66 MIDIBUS INTERCITY (II) 18 60 MIDIBUS TURISTICI (III) 31 80 Totale Midibus 125 206 MINIBUS CITY (A) 104 96 MINIBUS INTERCITY (B) 40 16 MINIBUS TURISMO (B) 501 531 Totale Minibus 645 643 SCUOLABUS 483 501 Totale 2.818 3.380 Fonte: dati Anfia/Ministero dei Trasporti. Tra parentesi i dati elaborati da BusToCoach.

sificazione europea, pur sapendo che la corrispondenza con la segmentazione Anfia non è fedele, specialmente per i Minibus che in parte comprendono veicoli di Classe I, II e III. Inoltre, negli autobus ‘lunghi’ abbiamo corretto in parte la suddivisione d’impiego in base alle tipologie dei modelli registrati (ad esempio, i low entry difficilmente sono dei Turistici, bensì degli Intercity). Infine, stante i tempi di raccolta dei dati da parte del Ministero dei Trasporti, è possibile che vi sia qualche discrepanza rispetto al reale volume delle immatricolazioni. Come abbiamo detto, a trainare le immatricolazioni del 2017 sono stati gli autobus in taglia medio lunga che hanno fatto registrare un + 32,3%, con in testa gli intercity (+83,3%, 779 veicoli), seguiti dai citybus (+30,4%, 630 veicoli) e dai turistici (+5,8%, 827 veicoli). Sostanzialmente stabili i minibus (-0,3%, 643 veicoli) e gli scuolabus (+3,7%, 501 veicoli). I 3.380 autobus immatricolati lo scorso anno sono comunque pochi rispetto alla necessità di svecchiare rapidamente un parco circolante che conta circa 61mila veicoli (esclusi i minibus) e una età media di 12 anni. E il cui grado di sostenibilità ambientale è deprimente:

Var. % 38,6 76.7* -0,5* 29,7 -13,2 233,3 158,1 64,8 -7,7 -60,0 6,0 -0,3 3,7 19,9

1.000 750 500 250 0

Classe A

Classe B

Classe I

Classe II

Classe III Scuolabus

solo l’8,9% è composto da veicoli Euro VI, il 24,3% dagli Euro V e il rimanente 66,8% da una zavorra di autobus ad inquinamento medio-alto. Forse più che ipotizzare costosi rinnovi delle flotte con autobus elettrici bisognerebbe prendere atto delle scarse disponibilità economiche e intervenire massicciamente con l’acquisto di autobus tradizionali di ultima generazione, sostenibili anche economicamente. Sul fronte dei costruttori, il mercato italiano continua ad essere per circa due terzi in mano a Iveco Bus (36,0%, in crescita di 1,5 punti rispetto al 2016) ed Evobus (22,5%, in calo di circa 6 punti con i marchi Mercedes e Setra)


Veicoli completi CLASSE I (630 unità) ALTRI 2,9%

IMMATRICOLATO ITALIA 2017 PER MARCHIO Veicoli completi CLASSE II (779 unità) ALTRI 1,2%

MERCEDES 16,3%

IIA 24,8%

MAN 12,2%

EVOBUS 6,0% SCANIA 2,1%

Veicoli completi CLASSE III (827 unità) OTOKAR 2,0% ALTRI 3,5% BEULAS 2,0% TEMSA 3,5% VOLVO 4,6% VAN HOOL 6,4%

VDL 1,0% RAMPINI 2,4% SCANIA 1,0% SOLARIS 4,6%

VDL 6,8% SETRA 16,0%

SOLARIS 29,3%

OTOKAR 4,1%

IVECO 13,1%

MAN 7,8%

IVECO 42,0% IVECO 35,1%

OTOKAR 7,2%

autobus già in produzione per il 2018. Non è gli altri hanno perso qualche frazione di punto. ancora chiarissimo se a produrli continuerà ad Sugli intercity Classe II continua a dettare essere la turca Karsan o gli stabilimenti IIA di legge Iveco (42%, più 0,7), mentre crollano i Mercedes/Setra di Evobus (6,0%, meno 15,3), Fiumeri e Bologna. Fatta eccezione per Otokar (2,9%, più 0,3) e fanno un balzo in avanti i Solaris (29,3%, più Ford con i suoi minibus (4,7%), tutti gli altri 25) e crescono anche i MAN (12,2, più 2,6) e gli Otokar (7,2%, più 4). costruttori restano sotto la soglia del 2%. Passando ai vari segmenti di mercato, la cre- Evobus continua ad aggiudicarsi un terzo dei scita del 30,4% degli urbani Classe I è andata turistici (33,8, meno 0,7) con i modelli Mera favore dei marchi Iveco (35,1%, più 15) e cedes e Setra; Iveco guadagna due punti arMercedes (16,3, più 2,6), oltre che di Otokar rivando al 13,1% e MAN/Neoplan 3,6 punti (4,1, più 0,9) e Solaris (4,6%, più 0,3). Tutti (11,9%) IMMATRICOLATO ITALIA 2017 PER MARCHIO Veicoli completi CLASSE A (96 unità) Veicoli completi CLASSE B (547 unità) Veicoli

MB ALTRI 11,5%

ISUZU 5,2%

ALTRI 11,7% IVECO 25,0%

MERCEDES 26,1%

SITCAR 3,7%

INDCAR 3,0%

NEOPLAN 5,6%

che possono contare su una gamma di modelli completa, dai minibus agli extra-long. Seguono a distanza Solaris (7,6%, con un ottimo più 5,4%) e MAN Truck & Bus (7,5, più 2 punti) con modelli MAN e Neoplan solo in taglia lunga, come Solaris e Scania (2,7%, meno 2,3) che comprende le vendite dei carrozzati Irizar. Per quanto riguarda Industria Italiana Autobus, i dati Anfia gli attribuiscono 156 autobus immatricolati (4,6%, meno 0,6), ma fonti accreditate dall’azienda scrivono di 262 autobus immatricolati nel 2017 e di 470

ALTRI 7,3%

MERCEDES 17,8%

IRIZAR 7,1% MAN 6,3% ISUZU 2,3%

Solo un centinaio i minibus urbani Classe A, realizzati in gran parte su base Iveco (50%) o Mercedes (37,5%). Analoga dominanza anche nel segmento più consistente dei Classe B con Mercedes al 26,1% e Iveco al 23,6%, con l’inserimento di Ford al 24,3%. Da segnalare i carrozzati spagnoli di Indcar al 4,8% e i Sitcar (marchio acquisito ora dalla Carrozzeria Barbi) al 3,7%. Sugli scuolabus dominano gli Iveco (completi o carrozzati da terzi) con il 57%, seguiti dai Mercedes che arrivano al 24%.

completi SCUOLABUS (501 unità)

ALTRI 1,4% MERCEDES 6,8% VOLKSWAGEN 6,2% OPEL 2,8% MB ALTRI 17,2%

INDCAR 4,8% VW 1,8% OPEL 4,0%

FORD 5,0% IVECO ALTRI 27,5%

IVECO 23,6% MERCEDES 26,0%

IVECO ALTRI 25,0%

FORD 24,3%

IVECO 29,5%

ISUZU 3,6%


BusToCoach on-line Magazine - Marzo 2018

VENDITE IN POLONIA 2017

na stagione da incorniciare il 2017 per SoU laris Bus & Coach. Il produttore di Bolechowo ha registrato un record di vendite con

1.397 autobus e filobus e un fatturato di 1,85 miliardi di sloti polacchi, l’equivalente di circa 434 milioni di euro sulla base del tasso annuale di cambio del 2017. Una performance che supera quella del 2014 quando le vendite avevano raggiunto un picco di 1.380 unità. Dei 1.397 veicoli venduti lo scorso anno, 952 tra bus e filobus sono stati prodotti (in Polonia) per clienti esteri. L’export ha rappresentato dunque quasi il 70% delle vendite totali. Il più grande mercato di esportazione è stato l’Italia (225 autobus). Un risultato a cui ha contribuito l’esecuzione del più grosso ordine unico nella storia dell’azienda: i 360 interurbani per la società di trasporti Cotral. Tra gli altri mercati di esportazione tradizionalmente importanti per Solaris, la Germania (200 bus), Norvegia (109 veicoli), Lettonia (96). Nel 2017 sono stati poi acquisiti nuovi clienti nei Paesi Bassi e Lussemburgo con 41 urbani consegnati in tutto. Sul fronte interno, Solaris Bus & Coach si è classificato al primo posto nel segmento degli urbani a pianale ribassato per la 15a volta consecutiva, vantando una quota mercato del 51%. Gli autobus forniti a vettori polacchi ammontano a 445. Dei 442 urbani venduti, oltre il 10% (48 mezzi) sono elettrici. Veicoli, tra l’altro, recapitati anche all’estero in Francia, Germania, Norvegia, Italia e Slovacchia. Ben 2.500 gli elettrici ad oggi venduti da SoTREND DI CRESCITA Export

489 610 579

Vendite totali

702 1.037

1.114 1.120 1.205

1.006 1.302 1.380 1.279 1.300 1.397

Altri 3%

Scania 3%

Autosan 3% Sor 4% Volvo 4%

MAN 9% Mercedes 18%

2017 DA RECORD PER SOLARIS

Nel 2017 il produttore polacco mette a segno la migliore performance con 1.397 veicoli venduti tra autobus e filobus. Quasi il 70% destinato all’export laris tra veicoli a batteria, ibridi e filobus. «Nel 2017 abbiamo presentato la versione dell’elettrico articolato di nuova generazione, il Solaris Urbino 18 elettrico, così come la variante articolata del filobus Solaris Trollino 18. Entrambi i modelli hanno già trovato i loro pri-

mi acquirenti in Polonia, Belgio e Slovacchia», fa sapere Dariusz Michalak, vice amministratore delegato di Solaris Bus & Coach. «Quest’anno abbiamo in programma di svelare tre nuovi veicoli. Il primo è il nuovo Solaris Trollino 24, un biarticolato di 24 metri. Inizieremo

con una versione filobus, sebbene l’obiettivo sia che questo veicolo costituisca anche una piattaforma per autobus ibridi elettrici e bi-articolati. I prossimi appuntamenti per quest’anno sono il nuovo Solaris Urbino 12 con cella a combustibile a idrogeno e il Solaris Urbino 12 LE. Il lancio di questi veicoli è previsto per la seconda metà dell’anno». VENDITE 2017 PER NAZIONE Polonia Italia

225

Germania Norvegia Lettonia

57

Israele

Olanda Rep. Ceca Spagna

31

30 27

Francia

21

Slovacchia

19

Romania Svizzera

Belgio

Lussemburgo

200

40 38

Austria

Svezia Danimarca

109 96

18 16

12 12

1

Altri articoli su Solaris: www.bustocoach.com/it/node/756/articoli-costruttore-italia

• 445


BusToCoach on-line Magazine - Marzo 2018

IL CITARO IBRIDO È “LEGGERO”

Per la prima volta la tecnologia “Mild Hybrid” a 48 volt sale sugli autobus. Promette un risparmio di carburante dell’8,5% senza gravare eccessivamente sui costi più recenti stime per il mercato LE delle autovetture prevedono per il 2025 una quota del 18% alle soluzioni “Mild

promette di ridurre il consumo di carburante e quindi di emissioni di CO2, e avere a disposizione una manciata di potenza in più da Hybrid” (ibrido leggero) che già oggi comin- sfruttare nelle fasi di partenza e accelerazione. ciano ad essere proposte dalle principali Case Abbandonate le precedenti esperienze “Full Hybrid”, il nuovo Citaro Hybrid promette una automobilistiche. Nel settore degli autobus, Mercedes Benz è riduzione dei consumi dell’8,5%, certamenil primo costruttore ad adottare questa tec- te poco rispetto al 20% e oltre promesso dai nologia che senza richiedere costi eccessivi full hybrid della concorrenza ma i vantaggi si estendono alla riduzione sostanziosa CITARO HYBRID 12.1 dei costi di acquisto e di manutenzione del veicolo. Lunghezza mm 12.135 Sul nuovo Citaro Hybrid, il motore elettrico è montato tra il motore a Larghezza mm 2.550 combustione e la trasmissione automa Altezza mm 3.120 tica. Genera una potenza massima di Passo mm 5.900 14 kW e 220 Nm di coppia massima. Sbalzo anteriore mm 2.805 Il motore elettrico assiste il motore a Sbalzo posteriore mm 3.430 combustione soprattutto quando sono Diametro di volta mm 21.214 richiesti alti livelli di potenza, in par Posti a sedere 36+1H+1 ticolare in fase di partenza. Non solo Motore Tipo OM 936 aumenta la potenza massima, ma al Potenza cv (kW)/giri 299 (220)/2.200 levia lo sforzo sul motore a combu Coppia Nm/giri 1.200/1.200-1.600 stione e aumenta le prestazioni quando durante la marcia. La potenza di Motore elettrico kW/Nm 14 / 220 picco del motore a combustione è Batterie tipo supercaps impercettibilmente strozzata, con il Capacità Ah 2 motore elettrico che copre la differen Peso a vuoto kg 11.500 za. Oltre a ciò, un leggero effetto di

spinta dal motore elettrico al regime minimo aumenta l’efficienza del motore a combustione. La riduzione del consumo di carburante è il risultato della combinazione di queste due funzioni. Il motore elettrico è alimentato da due moduli di capacitori a doppio strato (supercapacitori), con capacità di 2 Ah. Un inverter converte la corrente continua immagazzinata durante le fasi di frenatura (il motore elettrico funge da generatore) in corrente alternata per azionare il motore elettrico. L’inverter e il motore elettrico sono raffreddati ad acqua. Da notare che il Citaro Hybrid funziona senza un’elaborata rete ad alta tensione. È il primo veicolo commerciale che utilizza una rete a 48 volt separata, simile a quella che si trova sulle autovetture ibride Mercedes-Benz. A differenza dei sistemi ad alta tensione, l’impianto a 48 volt può essere maneggiato senza alcun rischio e pericolo, semplificando i protocolli di manutenzione. Un altro vantaggio è la semplicità costruttiva che non modifica il layout del veicolo. Solo

156 kg il peso in più e nessun posto a sedere in meno. Solo la capacità totale diminuisce leggermente: il Citaro Hybrid ada 12 metri può trasportare fino a 105 passeggeri e lo snodoato da 18 metri arriva a 159. L’affidabilità dei componenti elettrici aggiuntivi è comprovata dall’impiego comune con altri veicoli Mercedes-Benz: il motore elettrico è già montato sulle nuove autovetture Classe S come generatore di avviamento; il refrigeratore supplementare per il motore elettrico e l’inverter sono utilizzati anche da Mercedes-Benz Trucks e la pompa dell’acqua la si ritrova nelle autovetture con la stella a tre punte; i supercaps sono gli stessi già utilizzati come modulo di recupero sul Citaro diesel. Infine, il Citaro Hybrid monta il nuovo sterzo elettroidraulico intelligente, offerto a richiesta su tutti gli altri modelli Citaro. L’alternativa ibrida è disponibile su tutti i Citaro, dal compatto Citaro K all’articolato Citaro G alle versioni LE, in abbinamento al motore OM 936 verticale o orizzontale o al motore M 936 G per le versioni a gas.

Altri articoli su Mercedes: www.bustocoach.com/it/node/1583/articoli-costruttore-europa


BusToCoach on-line Magazine - Marzo 2018

ANNUNCI

BUSTOCOACH EUROPEAN ON-LINE MAGAZINE - Marzo 2018  

BusToCoach è la prima piattaforma online completamente GRATUITA. Offre informazione sui veicoli per il trasporto persone in Europa attravers...

BUSTOCOACH EUROPEAN ON-LINE MAGAZINE - Marzo 2018  

BusToCoach è la prima piattaforma online completamente GRATUITA. Offre informazione sui veicoli per il trasporto persone in Europa attravers...