Page 1

Transport Web Snc - www.bustocoach.com

EUROPEAN ON-LINE MAGAZINE - Marzo 2016

Bus To Coach IRIZAR - i8 14.07

TEST

SUPER HIGH DECKER MERCATO AUTOBUS 2015 IN EUROPA E ITALIA - BUONI RISULTATI PER IVECO E SOLARIS - 20 ANNI DI EVOBUS ITALIA - KARSAN EUROPE - IRIZAR i8


RIVISTA ON-LINE abbinata a www.bustocoach.com - Marzo 2016 RUBRICHE

BusToCoach

European on-line magazine Direttore responsabile

Marino Ginanneschi

marino.ginanneschi@bustocoach.com

Redazione e rapporti internazionali

Elena Prearo

elena.prearo@bustocoach.com

Foto e video

Marco Degano

marco.degano@bustocoach.com

FLASH NEWS Direttamente da Costruttori e Aziende di trasporto.

HIGH TECH STORE Hikvision, TomTom, Valeo, Giti Tire, Bandag, Hankook.

ANNUNCI Uno spazio per vendere e comprare.

FILO DIRETTO

Pubblicità

ADV SPAZIO s.r.l. I 20129 Milano Via G. Modena 6 Tel. +39 02 7000 4031

E-mail: bustocoach@advspazio.it

Amministrazione

Transport Web di Marco Degano & C Snc I 20149 Milano Via Silva 33

E-mail: bustocoach@bustocoach.com Internet: www.bustocoach.com

MERCATO EUROPA Nel 2015 la crescita è stata a due cifre.

MERCATO ITALIA L’immatricolato autobus 2015 fa ben sperare.

IVECO Vendite in crescita anche per gli autobus.

SOLARIS Record assoluto per il fatturato 2015.

IN PRIMO PIANO

Registrazione Tribunale di Milano n. 140 del 16/03/2012

***

BusToCoach® Magazine è inviato mensilmente via mail a 12.000 operatori europei del trasporto passeggeri in autobus. Se vuoi iscriverti alla nostra mailing list comunicalo a: bustocoach@bustocoach.com

EVOBUS ITALIA I primi 20 anni con i marchi Mercedes e Setra.

KARSAN La gamma degli autobus per il mercato europeo.

IRIZAR 340 km con il nuovo i8 da 14 metri.


FLASH NEWS

BusToCoach on-line Magazine - Marzo 2016

IRIZAR ELETTRICO PER BAIXBUS

ELETTRICI E A GAS IN AEROPORTO

Brussels Airport Company ha emesso un bando di gara autobus elettrico della serie Irizar i2e verrà UN impiegato per il ‘Nitbus’, il servizio nottur- LA per l’acquisto di 30 autobus elettrici. Nei prossimi due no a Barcellona e in 12 altri comuni metropolitani. Il anni è inoltre prevista la sostituzione di 40 veicoli di servizio

veicolo è stato acquisito dal gruppo spagnolo Baixbus e rientra nell’impegno verso una mobilità pulita che AMB (l’Area Metropolitana di Barcellona) sta sviluppando con “Horizon 2020”, il più grande programma di ricerca e innovazione dell’Unione Europea con quasi 80 miliardi di euro di fondi disponibili in sette anni (2014-2020). Finora, AMB ha testato diversi modelli di autobus elettrici, ma l’i2e di Irizar è il primo veicolo acquistato dal gruppo Baixbus e definitivamente incorporato nella flotta.

V

VAN HOOL A IDROGENO

an Hool ha firmato un contratto con RET, azienda di trasporto pubblico della regione metropolitana di Rotterdam (Paesi Bassi) per la fornitura di due autobus a idrogeno. Un ordine simile per Londra è stato recentemente annunciato da Van Hool. Questo nuovo contratto si inserisce nel contesto di 3Emotion, consorzio europeo per gli autobus a idrogeno dove Van Hool è coordinatore del progetto. I due autobus per RET verranno consegnati nell’estate 2017. «Dopo Londra e Anversa, un’altra grande città europea - in questo caso Rotterdam - sta riponendo la sua fiducia nella tecnologia più rispettosa dell’ambiente nel trasporto pubblico», ha detto Filip Van Hool, amministratore delegato della omonima azienda. «Questi veicoli, con il loro elevato valore aggiunto, sono di importanza cruciale per l’impianto di produzione in Koningshooikt».

I SUCCESSI DI IVECO DAILY

luripremiato dagli esperti con il titolo di ‘InternaP tional Van of the Year 2015’ e altri riconoscimenti in Europa (e perfino in Cile), il nuovo Daily di Iveco

viene premiato anche dal mercato. Lo dicono i numeri con un +20% delle vendite complessive nel 2015 rispetto all’anno prima e una diffusione in ulteriore aumento nel segmento dei padroncini. A livello europeo, la crescita risulta maggiore rispetto a quella del mercato con un incremento dello 0,6% sul 2014. In America Latina, nonostante le difficili condizioni economiche, il Daily ha ottenuto risultati ancora migliori con un apprezzamento dell’1,5% della quota mercato. La produzione è concentrata negli stabilimenti Iveco di Suzzara (Mantova) e Valladolid (Spagna), impianti che hanno lavorato a pieno regime tutto l’anno iniziando il 2016 con un numero di ordini superiore rispetto alla stagione passata. Il Daily resta comunque un ‘evergreen’ del mercato. Introdotto nel 1978, vanta più di 2,7 milioni di veicoli venduti in oltre 110 Paesi in tutto il mondo.

con autobus a metano. L’aeroporto di Bruxelles sta investendo in queste nuove tecnologie al fine di ridurre in modo significativo le emissioni inquinanti, la CO2 e i cattivi odori in aeroporto. Gli autobus elettrici entreranno in servizio entro l’inizio del 2018 con una riduzione annua prevista di 600 tonnellate di CO2. I bus saranno utilizzati anche per eventi o visite guidate e trasferiranno personale e passeggeri dal terminal ai parcheggi di Brucargo e viceversa. Per quest’ultimo percorso, ci sarà una navetta elettrica senza conducente. E il bus elettrico sarà utilizzato fino a quando la navetta non entrerà in funzione. I primi 40 veicoli a gas naturale dovrebbero girare all’aeroporto di Bruxelles entro un paio d’anni. In quelli successivi i mezzi di servizio saranno sostituiti a seconda delle necessità.

OPTARE VINCE IN CASA

insterley Motors, società di noleggio pullman M del Regno Unito, ha aggiunto alla propria flotta cinque autobus della gamma Optare. Sono i Metro-

city da 11,5 metri con motorizzazione Euro V e 44 posti a sedere. I nuovi autobus si affiancano agli altri due Optare Solo già in servizio per conto di Minsterley Motors. «La nostra esperienza su questi due veicoli è stata eccellente», ha detto John Jones, amministratore delegato di Minsterley Motors. «Siamo anche estremamente soddisfatti della dedizione e dell’alto livello di supporto al prodotto fornito da Optare. L’ottima performance in termini di consumo di carburante del Metrocity ha reso la scelta facile».

IBRIDI SCANIA PER MADRID

cania conferma la vendita di 46 unità del suo S modello ibrido Citywide a varie aziende collegate al CRTM, il Consorzio Regionale dei Trasporti

di Madrid. I mezzi, con allestimento in Classe II, verranno recapitati nella seconda metà del 2016. Lo Scania Citywide Hybrid è un veicolo 100% Scania con tecnologia ibrido parallela e batteria abbinata al motore diesel Scania da 9 litri (320 cv) con sistema SCR (Selective Catalytic Reduction). Una soluzione che consente di ridurre sia i consumi che le emissioni di carbonio. La carrozzeria è in alluminio e l’allestimento versatile così da adattarsi alle specifiche richieste della clientela.


BusToCoach on-line Magazine - Marzo 2016

MERCATO EUROPA IN CORSA

STATI AUSTRIA

U

n anno da incorniciare il 2015 per il comparto europeo dell’autobus. Secondo i dati forniti dalla ACEA, l’Associazione europea dei produttori automobilistici, è senza dubbio la migliore annata almeno di questi ultimi dieci anni. Dati alla mano, sono quasi 40 mila gli autobus oltre le 3,5 tonnellate di peso (39.783 ad esser precisi) immatricolati lo scorso anno nei confini dell’Unione Europea. Nel 2014 erano 33.561. Un aumento a due cifre (+17,8%) che non si vedeva davvero da parecchio tempo e che risolleva un settore duramente colpito dalla congiuntura economica di questi ultimi anni. Oltre la metà dei mezzi immatricolati nel 2015 continua ad essere di pertinenza di mercati quali Regno Unito, Francia, Germania. Paesi che, nel complesso, hanno messo su strada lo scorso anno quasi 22 mila nuovi autobus. Restando tra i bacini di riferimento dell’Europa Occidentale, la migliore performance in termini di crescita è quella della Spagna dove l’immatricolato fa un balzo di 38 punti percentuali (da 1.896 a 2.617 autobus). A seguire il Regno Unito con un incremento del 27,2% (da 6.669 a 8.483 unità) e la Francia con il 24,6% (da 5.896 a 7.345). Da notare che, diversamente dalla Spagna dove

già lo scorso anno il trend era girato in positivo (+15%), sia Regno Unito che Francia vengono da un 2014 in rosso (-4,1% il Regno Unito e -15,3 la Francia). Anche la Germania inverte la rotta e dal -3% del 2014 incrementa le immatricolazioni dell’8,6% con un totale di 6.137 veicoli. Lo stesso discorso vale per l’Italia che, dopo una stagione in calo del 16,7%, recupera terreno chiudendo il 2015 con 2.419 unità immatricolate (+13,3%). La Grecia non ce la fa a replicare l’allungo del 2014 e ad uscire dal buco nero in cui è precipitata in questi anni. E cede il 26,3%. Contrastato il bacino del Nord Europa con Olanda (-48,6%), Finlandia (-23,9%) e Belgio (-19,2) che arretrano a fronte del recupero di Danimarca (+13,7%), Irlanda (+51,9%) e Lussemburgo (+57,9%). Largamente positiva l’Europa dell’Est dove il rinnovo del parco autobus procede a pieno regime. Ed è qui che si registra la migliore performance del 2015, quella della Romania con l’immatricolato che cresce addirittura del 101% con 2.309 nuovi autobus su strada. Nell’area EFTA (European Free Trade Association), positiva solo la Svizzera (+14,8%) mentre Norvegia e Islanda perdono rispettivamente il 4,4 e il 5,9%.

2012

2013

2014

602

722

713

900

2015

2015-2014 D%

899

-0,1%

BELGIO

716

701

765

1.142

923

-19,2%

BULGARIA

n.d.

n.d.

n.d.

n.d.

n.d.

n.d.

CROAZIA

n.d.

n.d.

109

96

122

25,8%

CIPRO

n.d.

n.d.

n.d

n.d.

n.d.

n.d.

REPUBBL. CECA

837

731

891

1.061

1.350

27,2%

DANIMARCA

475

508

401

468

532

13,7%

ESTONIA

55

116

126

138

230

21,1%

FINLANDIA

Viaggia spedito il comparto europeo dell’autobus con un aumento a due cifre (+17,8%) dell’immatricolato 2015. Guidano la classifica Spagna, Regno Unito e Francia

IMMATRICOLATO EUROPA (fonte ACEA)

2011

398

535

388

691

526

-23,9%

FRANCIA

6.803

6.062

6.963

5.896

7.345

24,6%

GERMANIA

5.042

5.139

5.824

5.651

6.137

8,6%

GRECIA

83

118

100

175

129

-26,3%

UNGHERIA

152

51

432

467

546

16,9%

IRLANDA

78

236

162

207

313

51,9%

3.063

2.131

2.372

1.975

2.419

13,3%

LETTONIA

189

93

242

208

251

20,7%

LITUANIA

104

145

176

288

192

-33,3%

LUSSEMBURGO

197

159

171

159

251

57,9%

ITALIA*

OLANDA

640

784

583

665

344

-48,6%

POLONIA

1.538

1.271

1.383

1.472

1.739

18,1%

PORTOGALLO

331

224

174

239

254

7,2%

ROMANIA

139

1.463

865

1.148

2.309

101,1%

SLOVACCHIA

302

307

275

447

379

-13,3%

SLOVENIA

123

92

139

168

163

-3,0%

SPAGNA

2.679

1.641

1.648

1.896

2.617

38,0%

SVEZIA

1.617

1.629

1.230

1.335

1.330

-0,4%

REGNO UNITO

5.485

7.233

6.951

6.669

8.483

27,2%

UNIONE EUROPEA

31.648

32.091

33.083

33.561

39.783

17,8%

ISLANDA NORVEGIA SVIZZERA

31

69

74

66

95

-5,9%

1.345

1.231

1.259

1.015

970

-4,4%

745

14,8%

669

509

580

649

EFTA

2.045

1.809

1.913

1.730

1.810

2,5%

TOTALE EU+EFTA

33.693

33.890

34.996

35.291

41.593

17,1%

*) Stima Anfia, basata sui dati del Ministero dei Trasporti italiano.


BusToCoach on-line Magazine - Marzo 2016

QUALCOSA COMINCIA A MUOVERSI

I numeri dell’immatricolato autobus 2015 in Italia fanno registrare una ripresa del 13%. Positiva ma insufficiente rispetto all’urgenza di ricambio del parco circolante mercato italiano degli autobus con peso IL a terra superiore ai 35 quintali registra nel 2015 una crescita del 13% rispetto al

(minibus compresi) sono infatti lontani anni luce dai volumi che caratterizzavano l’Italia fino al 2007, prima della crisi mondiale in2014. Bene. Finalmente un segnale positivo. nescata dalle storture del sistema bancario Ma siamo ancora lontani dal poter gioire. Si americano. Prima del 2008 si vendevano in tratta infatti di una crescita irrisoria rispetto Italia poco meno di 6.000 autobus, scesi a alle reali necessità di rinnovo di un parco cir- 4.400 nel 2010, a 2.400 nel 2013, fino al micolante che ormai ha superato i 13 anni di nimo di 2.146 nel 2014. età media. Insomma, nonostante il risultato positivo del I 2.426 autobus immatricolati lo scorso anno 2015, il mercato italiano ha perso in otto anni il 60% del suo valoIMMATRICOLATO ITALIA 2015 PER COSTRUTTORI re. A farne le spese, oltre ai bilanci locali Veicoli completi + Telai (2.426 unità) dei costruttori, è il ALTRI 5,7% sistema nazionale del EVOBUS 30% SCANIA 5,8% trasporto passeggeri, (Mercedes+Setra) sempre meno qualiSOLARIS 5% ficato per il servizio VAN HOOL 1,7% offerto dagli autobus VDL BUS & COACH 1,8% utilizzati e con un VOLVO BUS 1,1% impatto ambientale che non arretra. E a nulla sono serviti gli OTOKAR 1,8% allarmi lanciati in ogni occasione sui liIVECO BUS 34,5% IIA 5% (Breda+King Long) velli d’inquinamento raggiunti nelle città MAN TRUCK & BUS 7,6% italiane. Gli investi(MAN+Neoplan) menti per il Traspor-

IMMATRICOLATO ITALIA PER CLASSI EU 800

600

400

200

0

Classe A

Classe B

Classe I

Classe II

Classe III Scuolabus

to pubblico continuano ad essere l’ultimo pensiero Classi EU 2014 2015 Var. % di chi si alterna al vertice CLASSE A 42 25 -40,5 delle istituzioni italiane. Quando le cose andavano CLASSE B 216 298 38,0 ‘bene’ le richieste avanTotale < 22 posti 258 323 25,2 zate unanimemente dalle associazioni del settore, CLASSE I 660 681 3,2 quantificavano in 4.000 CLASSE II 324 388 19,8 autobus (solo per i veicoli con oltre 8 tonnellate di CLASSE III 573 773 34,9 peso) il fabbisogno annuo Totale > 22 posti 1.557 1.842 18,3 per allineare l’anzianità del parco circolante ai liSCUOLABUS 331 261 -21,1 velli europei. Se oggi si dovessero fare gli stessi Totale 2.146 2.426 13,0 calcoli, probabilmente Fonte: Anfia non ne basterebbero 6.000 all’anno. Ricordiamo che uno studio di ANFIA (Asso- divieto di circolazione a partire dal 1 gennaio ciazione nazionale industria automobilistica) 2019 per tutti gli Euro 0, come decretato dalla del marzo 2015, metteva in evidenza che solo Legge di stabilità del 2015. per eliminare dalla circolazione entro il 2018 Sul fronte dei costruttori, il mercato italiano è gli 8.500 autobus Euro 0 in servizio pubblico per due terzi in mano a Iveco Bus (34,5%) e (Classi I e II) si sarebbero dovuti cambiare Evobus (30% con i marchi Mercedes e Setra) 2.840 autobus nel 2015 (in realtà ci si è fer- che possono contare una gamma di modelli mati appena sopra le 1.000 unità) e proseguire completa, dai minibus agli extra-long. Seguocon altri 1.886 per ciascuno dei tre anni suc- no a distanza MAN truck & Bus (7,6%) con cessivi fino al 2018, in modo da adeguarsi al modelli MAN e Neoplan solo in taglia lun-


Veicoli completi CLASSE I (681 unità) SCANIA 4,6%

ALTRI 1,2% MERCEDES 24,3%

SOLARIS 13,1%

IMMATRICOLATO ITALIA 2015 PER MARCHIO (fonte Anfia) Veicoli completi CLASSE II (388 unità) ALTRI 5,8% VDL 2,8% MAN 3,4% SCANIA 10,3%

MERCEDES 16,2% SETRA 2,6% KING LONG 0,8%

OTOKAR 2,5% SOLARIS 5,2% MAN 10,5%

ALTRI 9%

OTOKAR 1,7% ISUZU 2% KING LONG 1,7% VOLVO 3,4% VAN HOOL 5,3% VDL 5,3% IVECO 10,6%

IVECO 49,5%

NEOPLAN 4,7%

IVECO 29,5%

MAN 6,3%

ga, così come Scania (5,8%) sostenuta dalle vendite dei carrozzati Irizar, Solaris (5%) e la neonata Industria Italiana Autobus (5%) a cui fanno capo i modelli ex Bredamenarini e King Long (in esaurimento). Tutti gli altri devono accontentarsi di quote di mercato inferiori al 2%, anche se si tratta di nomi importanti come Volvo, Van Hool e VDL Bus & Coach. Passando ai vari segmenti del mercato, secondo la classificazione europea, c’è da rilevare

una buona ripresa dei minibus Classe B (fino a 22 posti senza passeggeri in piedi) che crescono del 38%, sfiorando le 300 unità, mentre restano insignificanti i numeri dei Classe A (fino a 22 posti con passeggeri anche in piedi) destinati ai servizi urbani. Non gode invece buona salute il comparto degli scuolabus che nel 2015 ha rinnovato solo 261 veicoli (circa il 6% del parco circolante), segnando un meno 21,1% rispetto ai numeri

Veicoli completi CLASSE A (25 unità) OTOKAR 4%

BREDA 16%

VDL 4% MERCEDES 36%

già scarsi del 2014. Per tutti i minibus i leader restano Mercedes, principalmente con la gamma Sprinter e Iveco con i Daily. Per i Classe I, ossia gli autobus destinati ai servizi urbani, i volumi restano sostanzialmente gli stessi del 2014 con un ricambio del parco circolante attorno al 3,7%, insignificante rispetto alle necessità. In questo caso i due marchi leader, Mercedes 24,3% e Iveco (29,5%) devono fare i conti con l’avanzata

IMMATRICOLATO ITALIA 2015 PER MARCHIO (fonte Anfia) Veicoli completi CLASSE B (298 unità) ALTRI 15,8%

MERCEDES 19,8%

SETRA 14,9%

OTOKAR 3,4%

BREDA 14,4%

Veicoli completi CLASSE III (773 unità)

MERCEDES 38,9%

INDCAR 4,5%

SITCAR 2,8%

IRIZAR 8%

dei concorrenti, a partire da Solaris (13,1%), MAN (10,5%) e la exBreda, ora IIA (14,1). Crescono del 19,8 % le vendite degli intercity Classe II ma sul rinnovo del parco incidono solo dell’1,5%. A favore di Iveco la metà del mercato. Infine i turistici Classe III che fanno il balzo più lungo (più 34.9%). Qui Evobus (Mercedes e Setra) sfiora il 35% mentre Iveco si ferma al 10,6%. Tutti gli altri a seguire.

Veicoli completi SCUOLABUS (261 unità) ALTRI 12,7% MERCEDES 28,2%

VOLKSWAGEN 11,2%

RENAULT 3,4% OPEL 7,4%

INDCAR 9,2%

IVECO 32%

FIAT 8%

IVECO 23,2%

FORD 11,4%

IVECO 38,8%

ISUZU 1,9%


BusToCoach on-line Magazine - Marzo 2016

UNANNO IN CRESCITA PER IVECO

In progresso le divisioni camion e bus del brand Iveco. Sul fronte autobus, i mezzi venduti in Europa nel 2015 aumentano del 20,7% per un totale di 6.600 unità

mpiamente positivo il 2015 del marchio A Iveco. La conferma nel consuntivo 2015 presentato il 4 febbraio scorso dall’Iveco brand president Pierre Lahutte. Cresce il settore camion in tutte le sue declinazioni: dai veicoli leggeri (+22,4%), ai medi (+10,3%) fino ai pesanti (+24,2%). E cresce il comparto autobus. Nel 2015 i bus targati Iveco venduti in Europa ammontano a 6.600 unità, il 20,7% in più rispetto al 2014 e la quota mercato si attesta al 16%. Sono risultati degni di nota, soprattutto se si considera che l’incremento del venduto supera quello del mercato Europa. La migliore performance riguarda gli urbani: 1.915 veicoli, il 45% in più del 2014. Un segmento in cui Iveco arriva a detenere il 15,3% del mercato europeo (+3,4%). Le vendite aumentano anche sul versante dei minibus (1.664 unità, +39%) dove lo share è dell’11,9%. E su quello dei pullman da turi-

smo (404, +23,9%), in quota al 5,3%. Segno meno, invece, per gli interurbani, sia come unità vendute (2.617) che a livello di share (36,8%). Ma la flessione è comunque minima (-0,2% i quantitativi, -1% la quota mercato). In merito ai sistemi di trazione, Iveco punta sul gas e sull’ibrido, soluzioni ritenute sostenibili anche sul piano economico. «Il biogas e l’ibrido diesel/elettrico», ha sottolineato Pierre Lahutte, «sono le due strade oggi percorribili per ridurre le emissioni. Più realistiche di quella che prevede di portare in giro per le città tonnellate di batterie sui tetti dei bus. Ancora oggi il miglior metodo per far circolare autobus pubblici solo con l’elettricità continua ad essere il filo». Gli autobus a gas fino ad ora consegnati da Iveco in Europa sono 5.500 mentre gli ibridi Iveco in circolazione ammontano a 550. Nel 2015, il 50% dei low floor prodotti erano alimentati a gas o in versione ibrida. Altri articoli su Iveco: www.bustocoach.com/it/node/917/articoli-costruttore-italia


BusToCoach on-line Magazine - Marzo 2016

L’ANNATA RECORD DI SOLARIS

Il produttore polacco archivia il 2015 con il fatturato più alto dei suoi vent’anni. E resta leader sul mercato nazionale nel segmento degli urbani low floor

uemilaquindici col botto per Solaris Bus D & Coach. Il produttore di Bolechowo chiude la stagione con un fatturato di 1,7 mi-

lioni di zloty, l’equivalente di 403 milioni di euro. Il più alto dei suoi venti anni di attività. Le vendite ammontano a 1.279 tra bus e filobus, più 17 tram. Il terzo miglior risultato di questo ventennio che ha visto oltre 14 mila unità prodotte a Bolechowo. Il venduto 2015 è stato destinato per il 74% all’export (946 veicoli). Tra i Paesi di riferimento, la Repubblica Ceca, cresciuta fino a diventare il più grande mercato di Solaris (158 bus e filobus recapitati lo scorso anno). Gli affari sono andati bene anche in Germania, Italia, Lettonia, Romania. Quanto al mercato domestico (333 veicoli venduti), Solaris mantiene per il 13° anno consecutivo la leadership nel segmento degli urbani low floor con una quota del 47,5%. La sfida più grande del 2015 è stata la produzione in serie della nuova generazione di

Urbino. Le prime unità sono state consegnate a giugno. Quasi 300 unità del nuovo Urbino da 12 e 18 metri sono state ad oggi fornite in nove Paesi europei. Solaris conferma inoltre la sua posizione di marchio leader nella progettazione e costruzione di autobus elettrici. Solo nel 2015 ne sono stati consegnati 25 tra Spagna, Germania e Polonia. Veicoli forniti con vari tipi di batteria e sistemi di ricarica. «Nel 2016 abbiamo in programma di introdurre altri prodotti di nuova generazione, come il nuovo Trollino e il nuovo Urbino a metano», ha detto Andreas Strecker, amministratore delegato di Solaris. «Oltre a ciò, vogliamo offrire ai nostri clienti nuove soluzioni nel campo degli ibridi. Sarà sicuramente un anno di crescita dinamica per il fatturato dei bus a batteria in Europa. Faremo del nostro meglio per svolgere un ruolo chiave in tale settore. Lavoriamo anche sull’intensificazione delle nostre attività di vendita al di fuori del continente». Altri articoli su Solaris: www.bustocoach.com/it/node/756/articoli-costruttore-italia


BusToCoach on-line Magazine - Marzo 2016

HIGH TECH STORE

SICUREZZA A BORDO

ENTRA SPHEROS

PREMIO INNOVAZIONE

re atti criminosi e vandalismi, ricostruire l’esatta dinamica degli incidenti e chiarire le diverse responsabilità, con possibili risparmi anche i termini assicurativi. Hikvision vanta una gamma completa di soluzioni di videosorveglianza per la ripresa video in tempo reale, sia dell’interno che dell’esterno del mezzo, con registrazione continua delle immagini. La tecnologia WDR, che consente l’identificazione di oggetti e persone in controluce, garantisce contrasto e fedeltà dei colori in qualsiasi condizione di luce. La piattaforma iVMS-5200 Pro, completa del plugin Mobile, centralizza i dispositivi mobili per stabilire rapide connessioni live, audio, playback, sessioni di backup, oppure per ricevere allarmi provenienti dai veicoli. Il posizionamento GPS a bordo del videoregistratore permette di geolocalizzare su mappa i mezzi videosorvegliati e di monitorare gli itinerari.

gungs AG (DBAG), società di private equity quotata, per acquisire Spheros, leader mondiale nei sistemi di condizionamento per autobus. Con un fatturato annuo di circa 250 milioni di euro, Spheros sfrutta la sua leadership tecnologica per la fornitura di sistemi di climatizzazione per tutti i principali produttori di autobus e i grandi operatori di flotta. Ha una rete di vendita in tutto il mondo e una vasta impronta industriale, con stabilimenti in Germania, Finlandia, Turchia, Stati Uniti, Brasile, Cina e India. L’acquisizione consentirà a Valeo di estendere le sue attività di gestione termica per il mercato degli autobus, che dovrebbero crescere di oltre il 5% annuo nei prossimi anni, trainate dall’espansione del trasporto pubblico in tutto il mondo in un momento di accelerazione dell’urbanizzazione. Unendo uno dei fornitori di sistemi termici leader a livello mondiale per l’industria automobilistica, Spheros, i cui margini sono superiori a quelli di Valeo, diventerà più competitiva negli appalti e nei sistemi di progettazione. Questo progetto di crescita esterna, che dovrebbe permettere un aumento a partire dal primo anno, è parte della strategia presentata agli azionisti del Gruppo a marzo 2015 con l’obiettivo di introdurre nuovi margini di crescita in particolare nei sistemi di riduzione delle emissioni di CO2.

la connessione veicoli, è stata nominata ‘Azienda Europea dell’Anno 2016 per la Telematica e le Flotte’ dalla società statunitense di consulenza Frost & Sullivan. TomTom Telematics è stata premiata per l’innovazione, la sua affermata implementazione di best practice nel settore e per la capacità di soddisfare i bisogni in continuo cambiamento dei clienti. La sua piattaforma aperta di servizi telematici, WEBFLEET, permette di creare applicazioni ad hoc disponibili per i clienti di TomTom Telematics attraverso il portale .connect. Inoltre, OptiDrive 360 soddisfa le esigenze di eco-sostenibilità dei clienti, aiutandoli a ridurre i tempi di inattività del motore, a gestire gli eccessi di velocità e la manutenzione del veicolo. La tecnologia fornisce un completo approccio per assistere i conducenti nell’adozione di uno stile di guida responsabile. Negli ultimi dodici mesi TomTom Telematics si è aggiudicata riconoscimenti come quello di maggiore fornitore di fleet management in più rapida crescita conferito da Berg Insight e il titolo di ‘Best Commercial Vehicle Systems Integrator 2015’ assegnato da TU-Automotive.

on le soluzioni Hikvision, C sia IP che analogiche, è possibile perseguire e preveni-

RICOSTRUITI

andag introduce B tre nuove misure di pneumatici rico-

struiti. La serie U-AP 001 offre ora un’ottava opzione, la 245 / 70R19.5. I pneumatici di questa gamma, studiati per le impegnative condizioni del trasporto urbano e per tutte le posizioni, si caratterizzano per un battistrada che garantisce notevoli prestazioni sul chilometraggio, oltre alla famosa resistenza all’usura irregolare. La marcatura M + S li rende poi adatti a tutte le stagioni. La misura 245 / 70R19.5 debutta anche nella serie Bandag BDR-C, indicata per i pullman a media e lunga percorrenza e in grado di offrire massima trazione e comfort, anche in condizioni invernali. Oltre a questa misura ne viene introdotta una decima, la 295 / 80R22.5. Entrambi i pneumatici Bandag ricostruiti, U-AP 001 e BDR-C, fanno parte della strategia Bridgestone Total Tyre Life, progettata per supportare i gestori di flotte nella massimizzazione dei loro investimenti e nella riduzione del costo totale per chilometro.

aleo ha firmato omTom Telematics, la divisione di V un accordo con TTomTom dedicata alla gestione flotla Deutsche Beteili- te, telematica per i veicoli e servizi per

URBANI CERTIFICATI

GAU861 è un pneu• GT Radial matico per tutte le posizioni sviluppato da Giti Tire per gli

PER I TEST INVERNALI Finlandia, circa 300 Icolovalo, chilometri a nord del CirPolare Artico, nel bel

mezzo del deserto di ghiaccio. Qui Hankook Tire, produttore globale di pneumatici, costruirà il suo primo impianto europeo per testare i prodotti invernali. Per la realizzazione dell’impianto, Hankook Tire ha recentemente firmato un contratto con Test World Oy, società finlandese indipendente specializzata nei test di veicoli e pneus (filiale di Millbrook Group Ltd). Il centro di prova sarà dotato di officine all’avanguardia, così come di uffici, sale riunioni e meeting. I preparativi per i lavori di costruzione e progettazione sono partiti subito dopo la firma dell’accordo. Hankook si aspetta che l’intero sito diventi operativo dal dicembre 2016.

autobus urbani. Recente è la notizia che il pneumatico si è guadagnato la certificazione “three-peak mountain snoflakes” (3PMSF: montagna a tre punte con fiocco di neve). Il pneumatico è disponibile nella misura 275/70 R22.5 per gli assi sterzanti e trattivi nelle configurazioni tipiche degli autobus urbani. La dicitura M+S ne garantisce le eccellenti prestazioni di trazione e frenata sulla neve e in generale nelle condizioni invernali. Tra le peculiarità del GAU861, i protettori del fianco extra-rinforzati per assicurare la massima resistenza in frenata e agli urti e la profondità battistrada di 20.2 millimetri per una buona resa chilometrica e una notevole riduzione del rumore per un maggiore comfort dei passeggeri. Il portfolio GT Radial per la divisione Urban include anche il GSR225 Combi Road, disponibile nelle misure 19.5” e 22.5” con marcatura M+S.


EVOBUS ITALIA COMPIE VENT’ANNI

BusToCoach on-line Magazine - Marzo 2016

vobus Italia festeggia quest’anno il suo E ventesimo compleanno. Bisogna infatti risalire al 1° gennaio 1996 per trovare le origini

della società che ancora oggi rappresenta i marchi Mercedes e Setra. Tutto era cominciato nel febbraio dell’anno prima con l’acquisizione da parte di Mercedes del prestigioso (da sempre) marchio Kässbohrer e la costituzione di Evobus Gmbh con sede a Stoccarda, che da subito si configura come un colosso destinato a primeggiare nel panorama dei costruttori europei, come confermano i primi risultati commerciali: 5.000 autobus completi e 1.200 telai venduti nel 2015. Quattro gli stabilimenti (Mannheim e Ulm in Germania, Davutpasa-Istanbul in Turchia e Ligny in Francia) e sette filiali in Europa. Tra queste appunto Evobus Italia con sede a Sorbara (Modena) in quella che era la sede commerciale del marchio Kässbohrer, allora modificato in K Setra. Anche per Evobus Italia i risultati commerciali si fanno subito notare, con uno share del 25% nel segmento dei linea e turismo. Va ricordato che per Evobus il mercato italiano degli autobus urbani era ancora precluso, stante in vigore un capitolato Federtrasporti che di fatto escludeva la possibilità di ingresso in Italia dei concorrenti esteri. Va ricordato che il 1996 è stato per il mercato italiano degli autobus il primo anno di inversione di rotta, dopo quattro anni di crisi che

La casa comune per i marchi Mercedes e Setra nel settore autobus, festeggia da protagonista del mercato italiano i suo primi venti anni di attività

avevano decimato il panorama dei carrozzieri nostrani, preludio di quanto sarebbe successo negli anni a seguire per i pochi rimasti. Ad entrare nel segmento degli urbani, Mercedes ci aveva provato con l’O 405 e quindi offrendo alla Carrozzeria Macchi i propriutelai per realizzare un ribassato italo-tedesco. Ma è proprio nel 1996 che nel listino Mercedes entra definitivamente anche l’O 405 N2 che troverà la sua strada un anno dopo con una versione modificata ad hoc per l’Italia.

Il primo anno di vita di Evobus vede anche il marchio Setra impegnarsi sui ribassati (fino alla seconda porta) con il lancio dell’S 315 NF. E per entrambi i marchi viene presentato in concomitanza con il Bus&Bus Business di Verona, l’insieme dei servizi postvendita che ancora oggi va sotto il nome OmniPlus. Con l’arrivo in Italia del Mercedes Citaro prima (1998) e della gamma dei minibus Mercedes Sprinter poi (2001, inizialmente costruiti a Besnate in provincia di Varese e

poi a Dortmund, in Germania), Evobus Italia ha continuato ad offrire in questi vent’anni una gamma completa e fortemente articolata di modelli che le ha permesso di accrescere la propria quota di competenza anche di fronte ad andamenti del mercato fortemente segnati dalla recessione come appunto quello attuale italiano. Sul blog di Evobus Italia (www.lacittadellautobus.it) le testimonianze di chi ha percorso la stessa strada con Mercedes e Setra.

EVOBUS ITALIA SUL MERCATO INTERNO 4.180

Autobus n.

4.460

3.880

3.750

3.840

Mercato Italia >8 tonn 3.660

3.570

2.500 1.860

18,5%

1996

16,6%

1997

2.750

3.020

2.050

25,7% 18,3%

1998

15,6%

1999

17,2%

2000

19,8%

2001

19,8%

2002

20,2%

19,7%

2003

2004

2005

21,6%

23,7%

21,6% 17,1%

2006

2007

Share

Quota di mercato Evobus

3.490 2.690

1.250

4.020

2008

2.050

30,2%

2.680 23,4%

37,5%

25,6% 20,6%

23,1%

2010

2011

25% 1.650

2.010

1.830 1.320

2009

29,9%

2012

2013

1.400

2014

12,5%

2015

Altri articoli su Evobus: www.bustocoach.com/it/node/1694/articoli-costruttore-italia


BusToCoach on-line Magazine - Marzo 2016

TAGLIE CORTE PER TUTTI GLI IMPIEGHI

Con la creazione di Karsan Europe, il costruttore turco espande il suo potenziale di export. Tre i modelli in corsa più un mini elettrico in arrivo il prossimo anno utti in taglia corta gli autobus proposti T dalla Karsan (Turchia) per il mercato europeo. Con la creazione nel 2015 di Karsan

Europe (con sede in Italia) il costruttore di Bursa ha dato forma alla strategia di aumentare il proprio potenziale di esportazione ampliando la presenza sui mercati internazionali. Karsan Otomotiv Sanayli ve Ticaret S.A. dal 1988 è controllata dalla Kiraça Holding e produce una vasta gamma di veicoli che KARSAN

JEST ELECTRIC

Lunghezza mm 5.845 Larghezza mm 2.055 Altezza con A.C. mm 2.800 Passo mm 3.750 Sbalzo anteriore mm 1.200 Sbalzo posteriore mm 895 Diametro di volta mm 13.600 Posti a sedere 10+2+1 Motore elettrico Potenza max kW 125 Coppia max Nm 250 Batterie ioni di litio Tensione V 360 Capacità kWh 66

vanno dalle automobili agli autobus (3.115 nel 2015), dai minivan ai camion pesanti. Nel settore degli autobus si è affacciata nel 2010 iniziando a produrre su licenza i modelli urbani di Bredamenarinibus. Nel 2013 lancia il primo modello con marchio Karsan, il minibus Jest a cui seguiranno nel 2013 l’Atak e lo Star. Al Busworld Europe dello scorso anno Karsan ha allargato il proprio impegno verso le trazioni alternative presentando un prototipo di minibus elettrico, lo Jest Electric, la cui produzione di serie è prevista nel corso del 2017. Si tratta di un 5,8 metri con pavimento ribassato nella parte centrale accessibile da porta a doppia anta a traslazione esterna e con posto carrozzella e pedana manuale di accesso previste di serie. Adatto ai servizi nei centri urbani, coniuga l’estrema maneggevolezza

all’assenza di emissioni inquinati. Può alloggiare 10 sedili passeggero con disposizione 2+1, sette dei quali nella parte posteriore rialzata su due livelli, più due sedili ribaltabili nella zona carrozzella. Per la trazione elettrica ci si affida a un motore da 125 kW di potenza massima e 250 Nm

di coppia, alimentato da un pacco di batterie agli ioni di litio (collocate nel vano posteriore) con capacità elettrica di 66 kWh. Il tutto consente una velocità massima di 80 km/h, una autonomia di 120 km e la possibilità di affrontare pendenze fino al 25%. Per il comfort non mancano l’impianto di aria


condizionata da 12 kW, il riscaldamento da 15 kW e la disponibilità di ogni tipo di optional. Così come per il posto guida con display touch in dotazione. Caratteristiche che lo accomunano alla versione diesel che dalla sua prima uscita sul mercato nel 2013, è già stato venduto il circa 5.000 unità in Turchia, oltre che in numerosi Stati europei, in Georgia e nella Repubblica KARSAN

JEST

Domenicana. Lo Jest è offerto in diverse configurazioni interne, fino a un massimo di 17 sedili (classe B) più 4 posti in piedi (Classe A). Il motore (anteriore) è il tre litri firmato FPT Euro VI con potenza di 125 kW (170 cavalli), abbinato al cambio manuale o robotizzato a sei marce. Gli altri due veicoli della gamma Karsan, l’Atak e lo Star, sono frutto di una costruzione modulare che mette in comune il disegno delle testate, dimensioni esterne (lunghezza 8,15 metri e larghezza 2,4), impianto frenante a dischi, sospensioni a ruote indipendenti anteriori e motore posteriore FPT da 4,5 litri con potenza di 137 kW (186 cavalli). Tutto il resto cambia. L’Atak è un urbano a pianale ribassato fino alla seconda porta (Classe I) con una altezza interna utile di 2.370 millimetri e una capacità di trasporto che prevede 23 sedili e 35 posti in piedi, che scendono a 27 nel caso si voglia l’area attrezzata per la carrozzella disabili con rampa manuale sul secondo ingresso e possibilità di 4 strapuntini. La porta centrale, a ATAK

Lunghezza mm 5.845 8.150 Larghezza mm 2.055 2.436 Altezza con A.C. mm 2.185 3.050 Passo mm 3.750 4.580 Sbalzo anteriore mm 1.200 1.955 Sbalzo posteriore mm 895 1.615 Diametro di volta mm 13.600 14.000 Classe Classe A Classe B Classe I Posti max 17+4+1 17+1 23+27+1C+1 Bagagliera m3 - - Motore FPT F1C FPT NEF4 Cilindrata cc 2.998 4.485 Potenza kW (cv) 125 (170) 137 (186) Coppia Nm 400 680 Cambio manuale/autom manuale/autom Pneumatici anteriori 215/75 R 16C 225/75 R 17,5 Pneumatici posteriori 215/75 R 16C 225/75 R 17,5

STAR

8.150 2.436 3.237 4.580 1.955 1.615 14.000 Classe II e III 31+1+1 4,25 FPT NEF4 4,485 137 (186) 680 manuale 235/75 R 17,5 225/75 R 17,5

ridosso del secondo asse, è a doppia anta e quella anteriore singola. Lo Star è invece un multiuso, adatto a servizi intercity (Classe II) o turistici (Classe III). Ha pavimento rialzato accessibile da due gradini

sulla porta anteriore e tre su quella centrale, una altezza interna libera di 1.950 millimetri, cappelliere interne e una bagagliera sotto pavimento da 4,25 metri cubi di capacità. Può trasportare fino a 31 passeggeri che possono usufruire di aria condizionata da 18 kW e riscaldamento da 12 kW, impianto audio/video con schermo LCD pieghevole, connessione Wi-Fi e tutti gli accessori di comfort previsti nel lungo elenco degli optional. Così come per i sistemi di sicurezza, a partire dall’ESP di serie.


BusToCoach on-line Magazine - Marzo 2016

IRIZAR - i8 14.07 SCANIA K490 km

km/h

km/litro

Strada Statale

43,4

63,5

3,41

Autostrada Salita

40,5

73,6

2,43

Autostrada Discesa

52,2

69,6

4,52

Autostrada Pianura

206,3

91,7

5,02

TOTALE

342,4

80,9

4,18

Percorsi

0 75.00 iva

€rez3zo di tractotant

P a

d lia in Ita to standar en im t s lle

Indice Prestazioni 0

km/litro

CONSUMI RILEVATI

3,41

4,52

Lunghezza mm 14.070 Larghezza mm 2.550 Altezza con AC mm 3.980 Passo mm 6.775+1.500 Sbalzo anteriore mm 2.710 Sbalzo posteriore mm 3.085 Bagagliera m3 11,7 Diametro di volta mm 23.300 Serbatoio gasolio litri 700 Serbatoio AdBlue litri 80 Peso in prova kg 23.150

SUA ALTEZZA DI SPAGNA

4,18

2,43

Strada Statale Discesa Autostrada MEDIA TOTALE

DIMENSIONI

5,02

8,45

Salita Autostrada Pianura Autostrada

olo su telaio Scania i nuovi Irizar i8 per S il mercato italiano, ossia il K450EB per il due assi da 12,4 metri e il K490EB per i tre

assi da 13,2 e 14 metri. Proprio la versione più lunga è scesa in strada per cimentarsi sul percorso autostradale di BusToCoach, come aveva già fatto lo scorso anno l’irizar i6, sempre nella versione da 14 metri (vedi BusToCoach Magazine di Aprile 2015). Il confronto con i risultati dell’i6 è d’obbligo visto che peso del veicolo zavorrato e catena cinematica sono gli stessi. èè

T E S T


PASSEGGERI

IL PERCORSO DI PROVA

AUTISTA AUTISTA

Posti seduti n. 59+1+1 Altezza interna mm 2.030 Altezza corridoio mm 1.700 Larghezza corridoio mm 340 Larghezza porte mm 555/700 Volume cappelliere m3 1,8

Altezza piattaforma mm 1.050 Larghezza cockpit mm 1.000 Profondità cockpit mm 1.500 Altezza cockpit mm 2.350 Escursione sedile mm 175

Sedile tipo Isri 6860 Finestrino elettrico Parasole doppio, elettrico Tendina sx elettrica Frigorifero 45 litri Aspirapolvere Dissertori

Comfort

Sedili tipo Irizar i8 A.C. Hispacold 38 kW Riscaldamento convettori Botole a tetto 2 manuali Vetri Doppi, neri Audio/Video Bosch Toilette Sì

Dotazioni

Alta classe

posti passeggero sono Ii8, 59affidati a poltrone Irizar sul veicolo in prova nelle

due versioni disponibili: con cuciture orizzontali o verticali. Sono rivestite in pelle (anche i braccioli abbattibili), allargabili e complete anche di tavolinetto posteriore. Tutti optional che si possono aggiungere alle maniglie posteriori, ai poggiapiedi e alle cinture a due/tre punti previste di serie. Sul basamento hanno luci a led per illuminare il pavimento in piano posizionato a circa 1,7 metri da terra e sollevato di tre gradini rispetto alla postazione dell’autista. Eleganti le cappelliere di tipo chiuso con sportelli (optional) e mancorrente esterno che include i Led a luce bianca indiretta a due intensità. Sulla parte superiore delle cappelliere, la feritoia corrente per la distribuzione (regolabile) dell’aria climatizzata

che esce anche dalle bocchette serrabili nei service set delle dotazioni personali (intervallate dagli altoparlanti) che includono le luci a Led con tasti di accensione touch-screen. Per il riscaldamento ci sono i convettori a pavimento alimentati dallo Spheros Thermo 300 alloggiato dietro lo sportello in coda sul lato destro.

Tre i monitor a schermo piatto, di cui uno da 21” incassato nel corpo anteriore (con orologio digitale) sopra al posto guida e gli altri due da 18,5” sulla testata della cappelliera destra, sopra alla toilette e a sinistra sulla cappelliera parzializzata. Per l’autista, una postazione elegante ed ergonomica con sedile Isri pneumatico e riscaldabile,

cruscotto Scania con display centrale multifunzione selezionabile anche dai comandi al volante. Nel corpo centrale è presente un display con comandi touch-screen per navigatore, retrocamera, clima, gps, cellulare e audio/video. A comando elettrico il parasole sdoppiato, la tendina laterale e il ripiegamento degli specchi retrovisori.

Il nostro i8 è stato infatti caricato fino a 23.150 chili totali e monta motore Scania da 490 cavalli (360 kW) abbinato al cambio automatizzato Scania Opticruise a 12 marce. Identico anche il rapporto di riduzione al ponte di 1:3,15. E le prestazioni su strada non potevano riservare sorprese. L’Irizar i8 ha coperto i 342 chilometri da Milano a Genova e ritorno, consumando in media un litro di gasolio ogni 4,18 chilometri (compresa la quota di AdBlue equivalente) e viaggiando alla media degli 80,9 km/ ora. L’i6 aveva fatto leggermente meglio, ma si tratta di decimali: 4,2 km/litro e 82 km/h. Quindi si conferma il basso consumo del motore Scania, che colloca il nostro i8 davanti al Mercedes Tourismo L, grazie a un indice prestazioni di 8,45 (vedi tabella a fine articolo). Anche se ancora lontano dal 9,07 conquistato dal Setra S 516 HDH, provato però con un

èè


Nm

.

325

2.550

300

2.915

275

1.820

250 1.000

1.200

1.400 1.600 1.800 1.900

giri/min

Potenza 490 cv (360 kW)/1.900 giri Coppia Nm 2.550 a 1.000-1.300 giri Iniezione Common rail con XPI Rapporto di compressione 17,3:1 Coppa olio litri 43,5 Classe d’inquinamento Euro VI Trattamento gas Egr+Scr+Filtro Vita veicolo in prova km 8.940 PNEUMATICI Michelin X Line Energy 315/80 R 22,5 156/150L

Potenza Scania

SOSPENSIONI Pneumatiche integrali con controllo elettronico del livello (ELC). A ruote indipendenti sull’asse anteriore Scania AMI 700. FRENI Dischi integrali. Impianto pneumatico a controllo elettronico EBS5 con ABS, ASR, TC (Traction Control) e Retarder idraulico Scania R3500. SICUREZZA Di serie: ESP, Cruise control adattivo (ACC), sistema di frenata d’emergenza (AEBS), Assistente di corsia (LDWS). Retrocamera

CAMBIO

giri/min

13 17 21 25 31 39 48

1.900 1.500

60

76 a

9

a

8

95

119

10

11

80

100

a

148 12

a

a

1.000 500 0

0

20

40

60

120

140

160

Km/h

TRASMISSIONE Il veicolo in prova monta il cambio automatizzato Scania Opticruise GRSO895R a dodici marce, con retarder idraulico Scania integrato. Rapporto di trasmissione 3,15 Accelerazione 0-100 km/h sec. 38,4

ome l’i6 da 14 metri, anche C l’i8 monta il 13 litri Scania Euro VI nella sua versione

più muscolosa. Ossia il DC13 125, con 490 cavalli di potenza (360 kW) e 2.550 Nm di coppia massima. È caratterizzato da sistema d’iniezione con quattro valvole per cilindro, common rail con XPI da 2.400 bar e turbina a geometria variabile Scania VGT aria-aria. L’abbattimento delle emissioni inquinanti è ottenuto attraverso la combinazione di ricircolo dei gas di scarico (EGR), filtro antiparticolato (DPF) e catalizzatore (SCR) con iniezione di AdBlue. Il cambio è l’automatizzato Scania Opticruise a 12 marce, con modalità di marcia selezionabile tra economica, standard e power per sfruttare al meglio le prestazioni del motore. A controllo elettronico sia l’impianto frenante (EBS) sia le sospensioni pneumatiche (ELC) che vanno a scaricare il peso sui tre assi Scania: l’AMI 700 ante-

7a

360 350

SCANIA DC 13 125 490 Cilindrata cc 12.740 Alesaggio/corsa 130/160 Geometria verticale 6 in linea Posizione Posteriore

1a 2a 3a 4a 5a 6a

kW

MOTORE

carico inferiore di 2,3 tonnellate. Ottimo il comportamento su strada dell’i8 14.07 che accresce la sua stabilità grazie all’allungamento del passo di circa 40 centimetri (lo sbalzo posteriore si riduce in egual misura) rispetto all’i6 14.37. Come abbiamo già scritto su BusToCoach Magazine del mese scorso, la serie dei turistici Irizar i8, introdotta sui mercati dalla fine dello scorso anno, rappresenta il top di gamma del costruttore spagnolo e progressivamente prenderà il posto della serie PB. Fedele al suo ruolo, l’i8 14.07 si è quindi presentato in prova con un allestimento ricco di optional: selleria accessoriata e con rivestimento in pelle, cappelliere con sportelli, vetri oscurati, vernice metallizzata e serbatoio gasoli maggiorato. Un 'lusso' che porta il prezzo reale di trattativa a 400mila euro, circa 25mila euro in più dell'allestimento standard che non lascia comunque fuori la toilette, la macchina del caffè, i cerchi in lega, le luci diurne a Led, i sensori di parcheggio, la retrocamera e gli specchi retrovisori ripiegabili elettricamente. Insomma, anche senza strafare, l'i8 ha ottime carte.

COACH: 3 ASSI A CONFRONTO km/h

km/litro

Indice

E6

80,9

4,18

8,45

Mercedes Tourismo L E6

78,1

4,16

8,12

Modello

Irizar i8 14.07

http://www.bustocoach.com/sites/default/files/wfm_upload/newsletter_pdf/dicembre_2015_mercedes_it.pdf

Irizar i6 HDH 14.37

riore a ruote indipendenti, il posteriore ADA 130D e lo sterzante ARA860. E per la sicurezza di marcia si può contare su ESP, ACC (Adaptive Cruise Control) e LDWS (assistente di corsia). Come sempre molto ben acces-

sibili gli organi tecnici dietro agli sportelli laterali. Forse sarebbe stato meglio alloggiare le batterie nel vano libero sopra al serbatoio AdBlue (in coda al lato destro) lasciando libero lo spazio sopra al passaruota sinistro.

E6

81,2

4,20

8,63

http:// http://www.bustocoach.com/sites/default/files/wfm_upload/newsletter_pdf/aprile_2015_irizar_it.pdf

Setra S 516 HDH

E6

81,5

4,45

9,07

http://www.bustocoach.com/sites/default/files/wfm_upload/newsletter_pdf/settembre_2014_setra_it.pdf

Van Hool Astronef

E5

82,5

3,52

7,26

http://www.bustocoach.com/sites/default/files/wfm_upload/newsletter_pdf/settembre_2012_vanhoolprova_it.pdf

Setra S 416 HDH

E5

80,3

3,64

http://www.bustocoach.com/sites/default/files/wfm_upload/newsletter_pdf/25.07.2011_setra_it.pdf

Altri articoli su Irizar: www.bustocoach.com/it/node/1851/articoli-costruttore-italia

7,30


BusToCoach on-line Magazine - Marzo 2016

ANNUNCI

AUTOBUS USATI IN VENDITA

INDCAR - Wing 65C17 Classe Veicolo: Classe A Prima immatricolazione: 2009 km 239.000 Prezzo Iva esclusa: 53.000 euro Lunghezza: 7,7 metri Posti: 24+1 Motore: Iveco, Euro IV Eev, 170 cv Cambio: automatico Accessori: Rallentatore, A.C. audio/video, Frigorifero Venditore: Stefanelli SpA, Cazzago di Pianiga (VE). Tel: +39 335 78 70 831 E-mail: gaier@stefanelli-spa.it

SITCAR - Beluga MB 818 Classe Veicolo: Classe A Prima immatricolazione: 2008 km 518.000 Prezzo Iva esclusa: 55.000 euro Lunghezza: 7,6 metri Posti: 27+2+1 Motore: Mercedes, Euro IV, 177 cv Cambio: manuale a 6 marce Accessori: Rallentatore, A.C. audio/video, Frigorifero Venditore: Stefanelli SpA, Cazzago di Pianiga (VE). Tel: +39 335 78 70 831 E-mail: gaier@stefanelli-spa.it

MERCEDES - Sprinter 518 Classe Veicolo: Classe III Prima immatricolazione: 2008 km 316.500.000 Prezzo Iva esclusa: 38.000 euro Lunghezza: 7 metri Posti: 18+1 Motore: Mercedes, Euro IV, 181 cv Cambio: manuale Accessori: A.C., Impianto audio-video, Venditore: VDL Italia, Spilamberto (MO). Tel: +39 059 78 29 31 E-mail: info@vdlbuscoach.it

CACCIAMALI - Thema 80E15 Classe Veicolo: Scuolabus Prima immatricolazione: 1996 km 338.512 Prezzo Iva esclusa: 12.000 euro Lunghezza: 7,4 metri Posti: 29+2+2H+1 Motore: Iveco, Euro II, 150 cv Cambio: manuale a sei marce Accessori: Rallentatore, A.C., Pedana disabili. Venditore: Stefanelli SpA, Cazzago di Pianiga (VE). Tel: +39 335 78 70 831 E-mail: gaier@stefanelli-spa.it

VAN HOOL - L917 Classe Veicolo: Classe III Prima immatricolazione: 2011 km 417.000 Prezzo Iva esclusa: 195.000 euro Lunghezza: 13,5 metri Posti: 61+1+1 Motore: MAN Euro V, 470 cv Cambio: manuale a 12 marce Accessori: Rallentatore, A.C., Impianto audio-video (3 monitor), Frigorifero, Toilette Venditore: Irizar Italia, Rimini, Italia Tel: +39 0541 392 920 E-mail: info@irizaritalia.com

NEOPLAN - Tourliner Classe Veicolo: Classe III Prima immatricolazione: 2007 km 650.000 Prezzo Iva esclusa: 90.000 euro Lunghezza: 12 metri Posti: 51+1+1 Motore: MAN, Euro IV, 450 cv Cambio: manuale a 12 marce Accessori: Rallentatore, A.C., Impianto audio-video, Frigorifero, Toilette Venditore: Irizar Italia, Rimini, Italia Tel: +39 0541 392 920 E-mail: info@irizaritalia.com


BusToCoach on-line Magazine - Marzo 2016

ANNUNCI

AUTOBUS USATI IN VENDITA

MAN - Lion’s Coach Classe Veicolo: Classe III Prima immatricolazione: 2004 km 758.600 Prezzo Iva esclusa: 85.000 euro Lunghezza: 12 metri Posti: 53+1+1 Motore: Man, Euro V con FAP, 416 cv Cambio: manuale a 12 marce Accessori: Rallentatore, A.C., Impianto audio-video (2 monitor), Frigorifero, Toilette Venditore: Irizar Italia, Rimini, Italia Tel: +39 0541 392 920 E-mail: info@irizaritalia.com

SETRA - S 416 HDH Classe Veicolo: Classe III Prima immatricolazione: 2004 km 700.000 Prezzo Iva esclusa: 105.000 euro Lunghezza: 13,2 metri Posti: 54+1+1 Motore: Mercedes Euro III con FAP, 476 cv Cambio: automatizzato Accessori: Rallentatore, A.C., Impianto audio-video, Frigorifero, Toilette Venditore: Autoservizi Tonello Alberto Srl, Vicenza, Italia Tel: +39 348 24 14 928 E-mail: alberto@autoservizitonelloalberto.it

IRIZAR - Century HDH Classe Veicolo: Classe III Prima immatricolazione: 2001 km 930.000 Prezzo Iva esclusa: 75.000 euro Lunghezza: 12 metri Posti: 53+1+1 Motore: Scania, Euro V con FAP, 430 cv Cambio: automatizzato Opticruise a 8 marce Accessori: Rallentatore, A.C., Impianto audio-video, Frigorifero, Toilette Venditore: Irizar Italia, Rimini, Italia Tel: +39 0541 392 920 E-mail: info@irizaritalia.com

IRIZAR - PB 12.37 HDH Classe Veicolo: Classe III Prima immatricolazione: 2006 km 625.000 Prezzo Iva esclusa: 95.000 euro Lunghezza: 12 metri Posti: 51+1+1 Motore: Mercedes, Euro V con FAP, 422 cv Cambio: automatizzato Mercedes Accessori: Rallentatore, A.C., Impianto audio-video, Frigorifero, Toilette Venditore: Autoservizi VOULAZ, Milano, Italia. E-mail: gpv@voulaz.it

SITCAR - Italo 65C17 Classe Veicolo: Scuolabus Prima immatricolazione: 2011 km 110.000 Prezzo Iva esclusa: 55.000 euro Lunghezza: 8 metri Posti: 44+2+1 Motore: Iveco Euro V, 170 cv Cambio: manuale a sei marce

Accessori: Riscaldatore Webasto Venditore: Stefanelli SpA, Cazzago di Pianiga (VE). Tel: +39 335 78 70 831 E-mail: gaier@stefanelli-spa.it

Vuoi VENDERE il tuo autobus usato?

Fai il tuo annuncio su BusToCoach Magazine e sul sito www.bustocoach.com. Scarica la scheda Segui le istruzioni e le modalità di pagamento e inviala a bustocoach@bustocoach.com

Vuoi proporre OFFERTE SPECIALI per i tuoi prodotti? Fai il tuo Annuncio su BusToCoach Magazine. Scarica la scheda Segui le istruzioni e le modalità di pagamento e inviala a bustocoach@bustocoach.com

CERCHI Autobus nuovi o usati, Ricambi, Servizi o altro? Fai il tuo annuncio su BusToCoach Magazine. È GRATIS Compila la scheda e inviala a bustocoach@bustocoach.com

Altri Autobus Usati in vendita: www.bustocoach.com/it/content/annunci


ANNUNCI

BusToCoach on-line Magazine - Marzo 2016

OFFERTE SPECIALI

Profile for Transport Web & C. SNC

BUSTOCOACH EUROPEAN ON-LINE MAGAZINE - Marzo 2016  

BusToCoach è la prima piattaforma online completamente GRATUITA. Offre informazione sui veicoli per il trasporto persone in Europa attravers...

BUSTOCOACH EUROPEAN ON-LINE MAGAZINE - Marzo 2016  

BusToCoach è la prima piattaforma online completamente GRATUITA. Offre informazione sui veicoli per il trasporto persone in Europa attravers...