Page 1

Bus To Coach AUTOBUS ELETTRICI

L’ITALIA S’È DESTA A MAGGIO L’UITP DI MONTREAL E LA FIAA DI MADRID - HESS - LIGIER - ZF - DIRITTI DEI PASSEGGERI - MAN LION’S COACH - MERCEDES TOURISMO RHD

Transport Web Snc - www.bustocoach.com

EUROPEAN ON-LINE MAGAZINE - Maggio 2017


RIVISTA ON-LINE abbinata a www.bustocoach.com - Maggio 2017 RUBRICHE

BusToCoach

European on-line magazine Direttore responsabile

Marino Ginanneschi

marino.ginanneschi@bustocoach.com

Redazione e rapporti internazionali

Elena Prearo

elena.prearo@bustocoach.com

Pubblicità

FLASH NEWS In diretta dal mondo dei trasporti.

ADV SPAZIO s.r.l.

HIGH TECH STORE Soluzioni ZF per autobus elettrici.

FILO DIRETTO

ANNUNCI Uno spazio per vendere e comprare.

I 20129 Milano Via G. Modena 6 Tel. +39 02 7000 4031

E-mail: bustocoach@advspazio.it

Amministrazione

Transport Web & C Snc I 20148 Milano Via Versilia 22

E-mail: bustocoach@bustocoach.com Internet: www.bustocoach.com Registrazione Tribunale di Milano n. 140 del 16/03/2012

UITP Dal 15 al 17 maggio il salone di Montreal.

FIAA A Madrid dal 23 al 26 maggio.

FILOBUS L’innovativo ‘Swiss Trolley Plus’.

GUIDA AUTONOMA Per la navetta elettrica della Ligier.

IN PRIMO PIANO

***

BusToCoach® Magazine è inviato mensilmente via mail a 12.000 operatori europei del trasporto passeggeri in autobus. Se vuoi iscriverti alla nostra mailing list comunicalo a: bustocoach@bustocoach.com

PASSEGGERI Le tutele nel mondo dei trasporti.

MAN TRUCK & BUS Lion’s Coach cambia pelle.

MERCEDES Il nuovo Tourismo RHD in dirittura di arrivo.

AUTOBUS ELETTRICI In Italia si muovono i primi passi.


NAVIGO T

Il tuo partner affidabile: Lʼagilità e la capacità di carico concentrata in 7,7 metri. Disponibile anche nella versione da 7,1 metri e 27 posti.

DA 27 A 31 POSTI

IL “GRAN TURISMO” IDEALE Distributore per lʼItalia: Mauri Bus System Srl Via Caravaggio, 8 - 20832 Desio (MB) - Italy Office +39 0362 626247 - Fax +39 0362 629189 - www.mauri-bus.it


FLASH NEWS

BusToCoach on-line Magazine - Maggio 2017

NUOVO PARCHEGGIO A GENOVA

CROSSWAY LE PER BOLOGNA

al 18 aprile è attivo a Genova un parcheggio riservato ai pullman resentati nel deposito della TPER di Bologna sedici Iveco D da turismo. Situato a circa 5 km dai principali punti di salita/disce- PCrossway Low Entry da 12 metri destinati al collegamenti sa dei passeggeri nel centro di Genova, l’area di sosta offre 35 stalli. suburbani ed extraurbani nel territorio bolognese. Sono veicoli

Le tariffe vanno da un minimo di 35 euro (Iva compresa) per 4 ore di sosta a un massimo di 80 euro per 24 ore. È necessaria la prenotazione mediante il sito internet www.genovabusparking.it. Per maggiori informazioni contattare i numeri +39 340 6738677 / +39 010 564003 o inviare una mail a prenotazioni@genovabusparking.it. Ad aggiudicarsi il bando per la gestione del nuovo parcheggio è Genovarent Srl in associazione con Società per Cornigliano. «L’iniziativa aiuterà a risolvere la costante problematica legata ai pochi stalli pullman disponibili in città», dichiara Genovarent in un comunicato, «e a regolamentare i parcheggi che attualmente vengono utilizzati nonostante i divieti, evitando così sanzioni amministrative a carico delle società di noleggio».

LA ‘BELLA MOSSA’ DI TPER

unti, buoni sconto e premi per incentivare la mobiliP tà sostenibile. L’idea è venuta alla TPER (Trasporto Passeggeri Emilia Romgna) con ‘Bella Mossa’. Realizzata in collaborazione con SRM - Reti

e Mobilità, l’agenzia del Comune e della Città metropolitana di Bologna per la mobilità e il TPL, l’iniziativa offre ai cittadini l’opportunità di accumulare ‘Punti Mobilità’ per ogni spostamento a piedi, in bici, autobus, treno, car-sharing e car-pooling. I punti raccolti potranno essere convertiti in premi o buoni sconto messi a disposizione da SRM e dai numerosi partner commerciali del progetto. Sono poi previsti premi maggiori per i partecipanti dal comportamento più sostenibile. Per aderire a Bella Mossa è sufficiente scaricare gratuitamente l’app BetterPoints da AppStore e PlayStore, installarla e iscriversi. Con la app si potranno registrare gli spostamenti guadagnando per ognuno di essi alcuni Punti Mobilità. È possibile partecipare sia singolarmente sia come aziende, formando una squadra con i propri dipendenti. Partita il 1 aprile, Bella Mossa durerà fino al 30 settembre 2017.

ALTRI BYD ELETTRICI A TORINO

equipaggiati di sedili ergonomici, luci interne full led, impianto di climatizzazione automatico e dispositivo supplementare per il riscaldamento interno. A bordo c’è posto per 36 persone sedute più un passeggero nell’area attrezzata per sedia a ruote, imbarcata mediante apposita rampa manuale. Motore è il Cursor 9 Euro VI da 360 cavalli abbinato al cambio automatico Voith. Il Crossway LE non utilizza il ricircolo dei gas di scarico (EGR) per abbattere le emissioni inquinanti, ma si affida esclusivamente alla riduzione catalitica selettiva del sistema HI-SCR. Una tecnologia esclusiva Iveco per il controllo delle emissioni mediante una rigenerazione passiva del filtro DPF senza post iniezioni di gasolio.

IRIZAR i6S PER CARMINATI

ecapitati due nuovi veicoli al bus operator CarmiR nati di Capriate, in provincia di Bergamo. Si tratta di una coppia di autobus prodotti in Spagna, degli Irizar

della nuova gamma i6S. I mezzii sono in versione superialzata con lunghezza di 12 metri e motore da 370 cv. Carminati è una società di noleggio a conduzione familiare con una lunga esperienza nel settore del trasporto passeggeri, la fondazione risale infatti al 1947. L’offerta di veicoli a noleggio comprende autobus da 30 a 82 posti, minibus con una capacità di 8-26 passeggeri e mezzi attrezzati per il trasporto di persone diversamente abili.

PIÙ RICAMBI VOLVO A CATALOGO

Gruppo torinese trasporti (GTT) ha ordinato altri quatmarchio della tedesca Diesel Technic presenta un nuovo IL tro autobus elettrici del produttore cinese BYD. Questi urbani a trazione elettrica si uniranno alla flotta di 16 unità ILcatalogo ricambi con più di 100 nuovi prodotti per i commissionate lo scorso settembre a BYD che si era aggiudi- pullman Volvo B 10/12 con motore THD/TD. Più di 3 mila

cato il primo grande appalto per 19 autobus elettrici puri da 12 metri (16 per GTT e 3 per SUN Novara). La flotta composta da 20 unità sarà in servizio dal settembre 2017 sulla rete urbana/suburbana di Torino gestita dal GTT. BYD fornirà inoltre un servizio completo di assistenza per dieci anni. «Questo ulteriore ordine del GTT sottolinea l’importanza del mercato italiano per BYD insieme al Regno Unito e alla Francia. Le nostre vendite europee stanno facendo buoni progressi e siamo lieti di incrementarli», ha dichiarato Isbrand Ho, amministratore delegato di BYD Europe.

codici di riferimento del produttore vengono sostituiti da oltre 1.600 articoli a catalogo. Il listino digitale è disponibile online all’indirizzo https://www.dieseltechnic.com/catalogues. La versione cartacea per l’impiego quotidiano in officina può essere richiesta, come d’abitudine, mediante il modulo d’ordine disponibile all’ https: //www. dt-spareparts.com/catalogue-request o dai partner commerciali locali. L’intera gamma di DT Spare Parts è costituita da oltre 13 mila parti di ricambio per autobus.


FLASH NEWS

BusToCoach on-line Magazine - Maggio 2017

TELAI VOLVO PER PANAMA

L’UNIONE FA LA FORZA

olvo ha venduto 203 telai per autobus urbani a Panama madeus, fornitore di soluzioni tecnologiche avanzate per A l’industria globale dei viaggi, ha annunciato una nuova par- VCity. Il telaio a pianale ribassato di Volvo è lungo 13,2 tnership con Distribution Technologies, il principale distributore metri ed è equipaggiato di impianto frenante EBS e del con-

globale per i trasferimenti in aeroporto e le corse di autobus interurbani. Distribusion Technologies porta più di 300 operatori in 2.500 destinazioni alla rete di Amadeus. Grazie a contenuti, ricerca, prenotazione, pagamento, biglietteria e regolamento coperti, le agenzie di viaggio possono concentrarsi su come adattare questa nuova offerta ai viaggiatori e, a loro volta, le compagnie di autobus saranno più visibili ai nuovi clienti in nuovi canali, il tutto, in ultima analisi, con una crescita delle vendite.

PREMIATO IL VDL CITEA ELETTRICO

trollo elettronico della stabilità (ESP). I bus saranno dotati di aria condizionata, Wi-Fi, sedili con cinture di sicurezza e del software di gestione della flotta Volvo Fleet Manager. I 203 autobus Volvo viaggeranno sulle strade che collegano la capitale alle città satelliti. Gli autobus saranno consegnati entro fine anno. Con l’arrivo di questi veicoli, ammonteranno a quasi 1.500 i bus Volvo in servizio nella capitale panamense.

BRT A GAS PER IL NORD EUROPA

DL Bus & Coach è stato premiato per il suo Citea V SLFA a trazione elettrica. Il veicolo si è aggiudicato il Red Dot Award 2017 nella categoria ‘Product Design’.

Il Red Dot Award è un prestigioso premio internazionale di design conferito annualmente dal “Design Zentrum Nordrhein Westfalen” di Essen, in Germania. Più di 5.500 proposte da 54 Paesi sono state presentate quest’anno. La giuria è stata unanime nel premiare il design dell’articolato VDL Citea SLFA Electric. «Il conferimento di un premio da parte della critica giuria del Red Dot è un segno di eccellente qualità progettuale e rappresenta una politica di progettazione di successo», ha detto il professor Peter Zec, fondatore e amministratore delegato del Red Dot Award.

STAGECOACH SCEGLIE ADL

randi fari singoli, coperture carenate delle ruote, G soffietti traslucidi. È il futuristico design dei 41 MAN Lion’s City GL CNG che MAN Truck & Bus

fornirà a Movia, agenzia di trasporto pubblico responsabile dei collegamenti in bus e ferrovia di Copenhagen e parte della Danimarca. Gli autobus saranno gestiti da Arriva Denmark sulla prima linea BRT di Movia in collegamento tra Herlev, a nord di Copenaghen, e l’aeroporto attraverso il centro città. I bus da 18,75 metri alloggeranno massimo 150 passeggeri e saranno equipaggiati di cinque ampie porte da 1.250 millimetri con ante scorrevoli ad azionamento elettrico ottimizzato. Le dotazioni di sicurezza includono EBS, ABS, regolatori antiscivolo, fotocellule sulle porte rototraslanti e videocamere per monitorare gli interni. Il motore da 310 cv è alimentato a biogas. Sotto la sigla di Movia operano circa 1.250 autobus, un terzo dell’intera flotta di TPL della Danimarca. Tra i subappaltatori di Movia, oltre ad Arriva, ci sono Keolis, Nobina e operatori danesi locali. Arriva Danmark AS, controllata al 100% di Deutsche Bahn, gestisce quasi il 40% degli autobus di Movia.

lexander Dennis Limited (ADL) si è aggiudicato oltre il A 90% della gara d’appalto annuale indetta da Stagecoach Group per il rinnovo del parco veicoli. Ben 314 gli autobus che

ADL andrà a consegnare entro fine aprile 2018 e che verranno impiegati nei collegamenti di Stagecoach in Inghilterra, Scozia e Galles, così come nei servizi di megabus.com e sulle reti della scozzese Citylink. I mezzi saranno prodotti negli stabilimenti di Alexander Dennis a Falkirk, Scarborough e Guildford. La fornitura comprende 181 Enviro400 a due piani, 102 Enviro200 in taglia media e a piano singolo e 31 pullman Plaxton. Stile e comfort caratterizzano i veicoli che saranno dotati di una tecnologia innovativa per ridurre al minimo l’impatto ambientale grazie al dispositivo ‘stop-start’ del motore. Tale innovazione disattiva automaticamente il motore alla fermata con l’apertura della porta, riavviandolo poi alla chiusura. Il taglio di emissioni gassose e rumore alle fermate migliora notevolmente la qualità dell’aria in prossimità del veicolo così come l’esperienza dei passeggeri a bordo.

AL CASTELLO SI ARRIVA IN SPRINTER

al mese di aprile un Mercedes-Benz Sprinter City 35 coD pre un servizio navetta giornaliero per il Castello Eltz, in Germania, convogliando turisti provenienti da tutto il mondo

verso l’imponente edificio un tempo impresso sulla banconota tedesca da 500 marchi. Il minibus a pianale ribassato è equipaggiato di rampa pieghevole e posto carrozzella. Per il suo servizio su questa rotta ricca di storia, lo Sprinter City 35 ha assunto lo stesso colore della struttura in legno del castello di Eltz. Il veicolo è stato consegnato il 6 marzo a Karl Graf, attuale proprietario del castello di Eltz


FLASH NEWS

BusToCoach on-line Magazine - Maggio 2017

100 ELETTRICI VDL NEI PAESI BASSI

TELAI VDL PER IL MAROCCO

produttore olandese si è aggiudicato la commessa di FAO Motors Maroc ha ricevuto una fornitura di 20 telai VDL IL Connexxion, azienda di trasporto pubblico dei Paesi CSB-4000. Questi telai saranno utilizzati per la costruzione di Bassi, per 100 autobus elettrici più 18 veicoli a piano doppio. veicoli di classe superiore destinati a diversi tour operator in Ma-

Per VDL Bus & Coach si tratta del più grosso ordine per autobus elettrici nella sua storia mentre Connexxion e la casa madre Transdev potranno vantare la più grande flotta di elettrici in Europa per il trasporto passeggeri. I VDL Citea SLFA a trazione elettrica disporranno di batterie ricaricate periodicamente per poter funzionare 24 ore al giorno. Ciascun mezzo è destinato a coprire più di 100 mila chilometri all’anno. I VDL Futura FDD2 da 14,1 metri disporranno di un’area passeggeri per 86 posti a sedere. La costruzione degli accessi sarà adattata a carichi di lavoro esigenti. È la prima volta che autobus a due piani saranno in servizio di trasporto pubblico nei Paesi Bassi.

rocco. CFAO Motors Maroc è il partner ufficiale di VDL Bus & Coach per la vendita e le attività post-vendita di telai e moduli VDL per il mercato marocchino. Il telaio SB-4000 è adatto alla costruzione di veicoli a due assi con lunghezza fino a 13 metri e un peso massimo di 19 tonnellate. Motore è 12,9 litri DAF MX 5 Euro (410 cv) con cambio semi-automatico ZF AS Tronic. Il telaio è dotato di un assale anteriore ZF indipendente e un assale posteriore a basso impatto sonoro, sempre ZF. Le sezioni anteriore e posteriore sono moduli separati così da agevolare il carrozziere nella realizzazione di veicoli di tipologie e lunghezze differenti.

NUOVI TELAI VOLVO PER I SISTEMI BRT

URBINO ELECTRIC IN NORVEGIA

società di trasporti Unibuss di Oslo, NorveLA gia, ha firmato un contratto per la fornitura di due Solaris Urbino 12 a trazione elettrica. I due autobus

da 12 metri, entrambi in servizio il prossimo autunno, saranno equipaggiati di un assale di guida ZF AVE 130 azionato elettricamente e batterie ad alta potenza da 75 kWh. I veicoli utilizzeranno un sistema di ricarica a tetto della Siemens il quale consente un’autonomia di linea per tutta la giornata. Il pantografo si abbassa automaticamente dal tetto del bus al punto di ricarica presso il capolinea. Il processo di ricarica ha una durata massima di otto minuti. Solaris ha già testato questa tecnologia ad Amburgo sugli stessi modelli della famiglia Urbino. Vale qui la pena ricordare che il nuovo Solaris Urbino 12 elettrico è stato premiato “Bus of the Year” 2017. Unibuss è uno dei maggiori operatori del trasporto pubblico in Norvegia con non meno di 750 veicoli.

MINIBUS INDCAR PER SAGALÉS

olvo Buses dà il via al lancio globale del suo ultimo V telaio B8R e della versione low entry B8RLE. Questi due telai sostituiscono i Volvo B7R e B7RLE prodotti in

più di 40 mila unità e venduti in 65 Paesi. Tra i plus dei nuovi modelli, maggiore potenza a parità di consumo, intervalli di cambio più lunghi e un alto livello di sicurezza. I Volvo B8R e B8RBLE sono commercializzati in Europa a partire dal 2013 e da quest’anno Volvo Buses li proporrà sui mercati mondiali. Gli autobus su telaio Volvo B8R sono già in costruzione in India. Questa estate il debutto è programmato in diversi mercati asiatici quali Malesia e Thailandia, oltre ad Australia, Medio Oriente, Africa e Sud America. Come il predecessore, anche il Volvo B8R e la versione B8RLE sono progettati per gli autobus urbani e interurbani, così come per i pullman turistici e gli scuolabus.

SCANIA SI IMPEGNA PER L’AMBIENTE

gruppo spagnolo Sagalés ha introdotto nella propria flotIL ta una mezza dozzina di nuovi minibus. Sono dei Mobi ntro il 2020 indipendente, per quanto possibile, dai comCity prodotti da Indcar su meccanica Iveco Daily 70C Euro 6. Ebustibili fossili per la produzione di energia elettrica. PaI veicoli hanno una capacità fino a 22 passeggeri seduti più 11 rola di Scania. Un impegno che il produttore olandese intende

in piedi e una postazione per carrozzella. Sono tutti dotati di rampa telescopica. Grazie alle dimensioni ridotte (2,35 metri in larghezza), Mobi City si muove agevolmente nei centri urbani e, al contempo, il design dalle linee rette offre interni spaziosi. Sagalés raggruppa aziende dedicate al trasporto di passeggeri con autobus ed è una delle principali realtà in Spagna nel comparto della mobilità passeggeri. Ha più di 250 linee regolari e trasporta oltre 23 milioni di passeggeri all’anno.

assumersi in vista dell’Ora della Terra 2017, il grande evento globale dedicato alla sfida contro i cambiamenti climatici. Il traguardo non è poi così lontano. Già oggi il 79% dell’energia elettrica che Scania acquista o produce internamente deriva da fonti non fossili. I prossimi Paesi pronti a passare all’energia elettrica senza combustibili fossili sono, tra gli altri Italia, Olanda e UK. Il coinvolgimento di Scania in tale ottica non riguarda soltanto lo sviluppo di soluzioni di trasporto intelligenti ed efficienti dal punto di vista energetico, ma anche la razionalizzazione dell’uso di energia per l’azienda stessa.


BusToCoach on-line Magazine - Maggio 2017

IL SUMMIT DELL’UITP A MONTREAL

Riflettori accesi sulla città canadese dove dal 15 al 17 maggio si terrà il Global Public Transport Summit dell’Uitp. Più di 300 gli espositori in passerella aggio, si parte. Destinazione: Montreal, M Canada, dove tutto è pronto per il Global Public Transport Summit, congresso-ex-

po organizzato dall’Unione internazionale del trasporto pubblico (Uitp). Un’occasione importante per fare il punto sui temi caldi del settore. E non a caso è stata scelta Montreal, città che nel corso degli ultimi due anni ha raggiunto notevoli risultati nel trasporto pubblico evidenziati dall’impressionante numero di viaggi (514,7 milioni) effettuati sui mezzi pubblici nel solo 2015. Tema conduttore di questa edizione sarà la transizione, di qui lo slogan ‘Lead the TRANSITion’. Diversi gli argomenti in agenda: transizione urbana e sociale, digitalizzazione, efficienza energetica, maggiore imprenditorialità nel settore, giusto per citarne alcuni. Nel parterre espositivo sfileranno più di 300

aziende con veicoli, componenti, accessori, servizi, progetti. Hanno confermato la propria partecipazione, tra gli altri, Evobus, Man Truck & Bus, Scania, Van Hool, Vdl Bus & Coach, Volvo, Otokar, Novabus, Bozankaya, Alstom, Bombardier, Siemens. Previsti sei tour guidati nel corso della manifestazione sui veicoli a guida autonoma, gli autobus elettrici, l’innovazione digitale, la manutenzione nel settore ferroviario, l’energia e la mobilità come servizio. In quest’occasione verranno assegnati gli ‘UITP Awards, premi destinati ai progetti di mobilità più innovativi e sostenibili per condurre il settore verso l’ambizioso obiettivo di raddoppiare la quota mercato entro il 2025. Il Global Public Transport Summit si terrà al Palazzo dei Congressi di Montreal dal 15 al 17 maggio. Maggiori dettagli su www.uitpsummit.org Altri articoli sui Saloni Internazionali: www.bustocoach.com/it/node/2439/articoli_nref_eventi


BusToCoach on-line Magazine - Maggio 2017

CON LA FIAA SI TORNA IN PASSERELLA

Riapre i battenti la FIAA di Madrid, salone biennale dell’autobus giunto alla tredicesima edizione. In campo 120 espositori. Appuntamento dal 23 al 26 maggio maltito il volo transoceanico per MontreS al, dove dal 15 al 17 maggio si terrà il Global Public Transport Summit dell’Uitp, sarà tempo di ripartire. Questa volta per una destinazione europea: Madrid. L’appuntamento è con la FIAA, salone biennale dell’autobus e relativa componetistica ospitato alla fiera di Madrid dal 23 al 26 maggio (padiglioni 7 e 9). L’evento si tiene in un momento importante per il mercato spagnolo dell’autobus, forte di un recupero e di una vitalità ritrovata. Lo rivelano i dati dell’Ascabus (l’Associazione nazionale dei produttori di autobus e carrozzerie) relativi alla crescita del settore negli ultimi due anni con aumenti di oltre il 22% del fatturato, 15% dell’occupazione e 23% della produzione. Gli autobus immatricolati nel 2016 hanno raggiunto quota 3.759.

Tornando alla FIAA, gli organizzatori anticipano i numeri di questa tredicesima edizione a cominciare dai 120 espositori tra produttori di carrozzerie, telai, veicoli completi, accessori e servizi. Il 22% delle imprese verranno dall’estero. Confermata la presenza dei ‘big’ internazionali, quali Evobus (Mercedes Benz), Scania, Man Truck & Bus Iberia, Volvo España, Solaris, King Long, Temsa. L’industria nazionale sarà rappresentata, tra gli altri, da Irizar, Sunsundegui, Castrosua, Ayats, Nogebus, Unvi, Beulas, Indcar, Ferqui. L’area espositiva si annuncia in aumento: 22 mila metri quadrati, il 20% in più rispetto alla precedente edizione. Tra gli eventi in programma, l’assegnazione del premio Minibus of the Year 2017 organizzato dalla prestigiosa giuria del Bus & Coach of the Year e una mostra di bus d’epoca. Altri articoli sui Saloni Internazionali: www.bustocoach.com/it/node/2439/articoli_nref_eventi


BusToCoach on-line Magazine - Maggio 2017

IL FILOBUS 100% SVIZZERO

È l’innovativo Swiss Trolley Plus. Frutto di un progetto tra la carrozzeria Hess, la società di trasporti VBZ di Zurigo e altri partner svizzeri alcuni mesi è in fase di sperimentaDA zione senza passeggeri a bordo sulla rete di Zurigo, lo Swiss Trolley Plus. Filobus 100% svizzero che nasce da un progetto lanciato dalla carrozzeria Hess in collaborazione con la società di trasporti VBZ di Zurigo, l’ETH di Zurigo e il dipartimento di Scienze Applicate dell’Università di Berna (BUAS). Il tutto supportato dall’Ufficio Federale Svizzero per l’Energia. Si tratta di un veicolo innovativo, sia per la struttura più leggera grazie ai materiali costruttivi che hanno permesso di risparmiare una tonnellata di peso incidendo anche sui consumi, sia per le prestazioni grazie a una batteria di trazione all’avanguardia messa a punto all’Università di Berna e in grado di garantire un’autonomia nettamente più elevata rispetto ai filobus convenzionali. Tale batteria consente la frenata rigenerativa al 100%. Di conseguenza,

il fabbisogno energetico del veicolo è fino al 15% inferiore rispetto a quello di un filobus tradizionale. Il risparmio si ottiene anche grazie alla gestione energetica basata sul GPS. Lo Swiss Trolley Plus utilizza sofisticati algoritmi di controllo con cui pianificare e controllare il livello di carica della batteria in modo proattivo ed efficiente in termini di energia. Degno di nota anche il sistema di riscaldamento interno a calore radiante. «Le prove continueranno fino alla fine dell’anno», fa sapere Hans-Jörg Gisler della carrozzeria Hess AG, «specialmente per testare il nuovo sistema di riscaldamento e raffreddamento che dovrà essere approvato dai nostri ingegneri. In generale il mezzo soddisfa le nostre aspettative e siamo consapevoli che abbiamo raggiunto una tappa importante nello sviluppo di una nuova tecnologia di filobus».


BusToCoach on-line Magazine - Maggio 2017

NAVETTA SENZA AUTISTA

AUTOBUS USATI ON LINE Sul sito www.bustocoach.com è attiva la sezione dedicata all’usato

Se vuoi vendere o comprare un autobus, qui trovi la strada giusta. Puoi fare la tua inserzione o cercare tra i veicoli in vendita. Trovare gli indirizzi di chi tratta l’usato o sapere quanto vale ogni singolo modello sul mercato italiano.

Vista alla CeBit di Hannover, la navetta EZ10 elettrica a guida autonoma prodotta dalla francese Ligier e con software di EasyMile. Qui con livrea Deutsche Bahn uida autonoma, se ne parla sempre di G più. E le proposte cominciano a fiorire. In occasione della CeBit, la più grande fiera

dell’informatica (Hannover, 20-24 marzo), oltre agli SmartShuttle messi a disposizione dall’operatore svizzero AutoPostale per i visitatori del salone (minibus da 11 posti prodotti dalla francese Navya con software della svizzera Best Mile), si è vista la navetta EZ10. Anche questa con guida autonoma ma a trazione elettrica. Presentata da EasyMile (produttore del software) insieme all’azienda tedesca Deutsche Bahn, l’EZ100 è costruita dalla società francese Ligier e misura poco meno di 4 metri in lunghezza per poco meno di 2 in larghezza. Una scatolina, dunque, che alloggia fino a 12 persone, la metà sedute. A bordo c’è l’aria condizionata e la possibilità di alloggiare un passeggero con mobilità ridotta. Nessun autista al volante, la navetta ha

una guida completamente autonoma grazie al software sviluppato dalla start-up EasyMile. «Con EZ10», precisano i francesi di EasyMile, «il servizio navetta viene eseguito su binari virtuali che possono essere facilmente configurati per adattarsi a cambiamenti improvvisi della domanda. L’impiego di sistemi ispirati all’aeronautica garantisce la sicurezza dei passeggeri e degli utenti della strada da pericoli e guasti tecnici. Il nostro approccio consente la localizzazione attraverso la visione, il laser e il GPS differenziale. Viene così garantito un funzionamento regolare indipendentemente dai vincoli di infrastruttura, visibilità e condizioni meteo». Il veicolo è alimentato da un motore elettrico asincrono e provvisto di batterie agli ioni di litio. Viaggia a una media di 20 km orari, toccando massimo i 40. Il produttore dichiara un’operatività di 14 ore.

Puoi accedervi andando sul sito e selezionando la Directory USATO oppure entrare direttamente al link www.bustocoach.com/it/content/annunci


BusToCoach on-line Magazine - Maggio 2017

ZF PER AUTOBUS

HIGH TECH STORE

ASSALE ELETTRICO LOW FLOOR AVE 130

Freno a disco (2x)

Connettore di alimentazione (2x)

Barra verticale (2x) Barra longitudinale (2x) Molla ad aria (4x) Ammortizzatore (4x)

ELETTRICI

ntro un fatturato annuo di 35,2 miliardi di euro (dato 2016, E in crescita del 20,6%), il Gruppo ZF ha investito due miliardi di euro in Ricerca e Sviluppo, andati nella maggior parte

alle attività di sviluppo nelle Divisioni Tecnologia di Sicurezza Attiva e Passiva e E-Mobility, per conquistare un ruolo di leadership nei settori del futuro quali l’elettromobilità e la guida autonoma. Per l’elettromobilità nel trasporto passeggeri, oltre alle soluzioni ibride Traxon Hybrid per le lunghe distanze e la trasmissione elettrica con motore centrale (configurazione simile a quella attualmente in uso sui veicoli convenzionali), ZF ha sviluppato l’asse a portale elettrico AVE 130 per autobus urbani low floor con peso fino a 28 tonnellate. Si tratta di un assale che monta in prossimità delle ruote due motori elettrici asincroni trifase con potenza fino a 125 kW ciascuno e una coppia massima di ben 11.000 Nm, con regolazione indipendente della trazione. Il sistema di raffreddamento ad acqua/glicole è reso ancora più efficiente dalla combinazione con il ricircolo interno dell’aria. Il corpo motore comprende due gruppi di riduzione a ingranaggi elicoidali per ridurre la DATI TECNICI AVE 130

Portata kg 13.000 Peso kg 1.220 Pneumatici 275/70 R 22,5 Riduzione a 2 stadi integrata 22,66 Giri ruota max/continuativa 485 / 454 Freni a disco ventilazione interna Motori 2 asincroni, trifase Potenza motori kW 2x125 / 2x87 / 2x60 Coppia motori max Nm 2x11.000 Voltaggio motori AC 400 VRMS Corrente motori AC, max/contin. 350 / 115 ARMS Sistema rafferddamento ad acqua/glicole

Motore Elettrico (2x) Ruota portante Trasmissione (2° Step)

Freno (Attuatore radiale)

E-Motor - Statore E-Motor - Rotore

Mozzo ruota (2x) Assale

Trasmissione (1° Step)

rumorosità: il primo stadio, a ruote fisse, ha un rapporto di riduzione di 3,895; per il secondo stadio c’è invece un rotismo epicicloidale a 4 planetari, con rapporto di riduzione di 5,818. Si ottiene così una riduzione totale di 22,66, tale da ridurre gli 11.000 giri massimi del motore (10.300 i giri continuativi) ai 485 trasmessi alle ruote. Il montaggio dell’assale A 130 porta con sè dei vantaggi anche per quanto riguarda lo spazio libero sul corridoio interno all’autobus in corrispondenza dei passaruote, visto che la distanza trasversale tra le molle ad aria aumenta di quasi tre centimetri (768 mm sull’AVE 130 contro i 740 mm dell’AV 133). Diminuisce anche il dosso sul corridoio necessario per superare l’ingombro centrale dell’asse, che si abbassa di 68 mm (sempre nel confronto con l’AV 133).

Sia l’AVE 130 sia la trasmissione elettrica con motore centrale offrono il massimo in termini di performance, efficienza e ciclo di vita, completando il sistema con l’inverter per l’alimentazione dei motori e la centralina di controllo della trasmissione EST 54 (hardware e software). Tra le funzioni di quest’ultima, l’identificazione della selezione di marcia (D/N/R), il controllo del sistema di trazione e dell’ABS, la protezione del motore, il rilevamento dei guasti, le funzioni di sicurezza (in termini di trazione) secondo IEC 61508 e l’interfaccia con il sistema di gestione dell’energia. A questo, si possono aggiungere ulteriori funzioni quali l’EasyStart, la regolazione della velocità, la limitazione dell’accelerazione (per maggior comfort passeggeri), la gestione del sistema ausiliario via CAN e la funzione retarder.


BusToCoach on-line Magazine - Maggio 2017

uanto sono tutelati i passeggeri in ItaQ lia? Se lo sono chiesti i gestori di CheckMyBus, motore di ricerca per autobus a

lunga percorrenza. Sotto la lente: aerei, treni e pullman che viaggiano sulle lunghe distanze. Il riscontro è tutto sommato positivo. «Chi viaggia in Italia è ben protetto dai diritti dei passeggeri previsti dalla legge», precisano da CheckMyBus. Ma con le dovute distinzioni. La situazione cambia, infatti, a seconda delle modalità di trasporto. Quattro le categorie prese in esame: ritardi e cancellazioni, bagagli, accessibilità e scioperi. Nel primo caso, la miglior tutela è quella del comparto ferroviario poiché il rimborso per ritardo è di oltre 59 minuti a prescindere dalla distanza chilometrica mentre nel settore autobus si arriva a più di 90 minuti su un tragitto di almeno 250 km per superare le due ore a partire da 1.500 km nel trasporto aereo. Sul fronte bagagli, il passeggero in autobus che riscontra dei danni deve dimostrare il valore effettivo dei colli rovinati per ottenere un rimborso a meno che non si tratti di sedie a rotelle e altri ausili per la mobilità, esclusi dalla prova di valore. Chi viaggia in treno può richiedere danni fino a 260 euro, sempre che il danno non sia maggiore (e dimostabile). La situazione è più regolamentata nel comparto aereo dove vige la Convezione di Montreal che prevede un risarcimento danni di circa 1.167 euro a passeggero. Il diritto deve essere comunque fatto valere entro sette giorni. Altra voce è quella dell’accessibilità. I passeggeri disabili che viaggiano in autobus hanno diritto a un’assistenza specifica e gratuita, sia nelle stazioni che a bordo veicolo, oltre al trasporto gratuito dell’eventuale accompagnatore (previsto dalla maggioranza delle autolinee). Anche coloro che viaggiano in treno ricevono un’attenzione particolare con il servizio di assistenza di RFI (Rete Ferroviaria Italiana). Diverso è il trattamento riservato dalle compagnie aeree che, per ragioni tecniche e di spazio, possono perfino rifiutare le prenotazioni di persone con mobilità ridotta per problemi di sicurezza o possibili svantaggi tecnici. Il passeggero in sedia a ruote viene spesso accolto a bordo ma senza accesso agli impianti sanitari per le ridotte dimensioni. E infine un tasto dolente: gli scioperi. Le

DIRITTI DEI PASSEGGERI, PARLIAMONE

Ritardi e cancellazioni:

Esistono delle restrizioni per un rimborso per ritardo/cancellazione?

25% dell’importo del biglietto per ritardi di oltre 59 minuti.

2 punti

spuntini e bevande gratis per ritardi di oltre 90 min; distanza minima del percorso 250 km.

1 punto

250 € per ritardi di oltre 2 ore su percorsi di 1.500 km.

La tutela dei viaggiatori per modalità di trasporto secondo un’indagine condotta da CheckMyBus, motore di ricerca per autobus a lunga percorrenza

compagnie aeree non riconosciuto alcun diritto per circostanze eccezionali. Se vengono cancellati voli a causa di scioperi, rischi per la sicurezza o condizioni atmosferiche estreme, non è possibile chiedere rimborsi. Maggiori possibilità ha il passeggero in autobus che, per ritardi e/o cancellazioni, può rivolgersi alla compagnia dove ha acquistato il biglietto. Sarà poi la compagnia che deciderà, caso per caso, se spetta il rimborso. Le aziende ferroviarie garantiscono dei servizi minimi, con la soppressione della corsa per

3 punti

sciopero (comunicata con anticipo) è possibile chiedere il rimborso totale del biglietto. E all’estero, com’è la situazione? Va detto innanzitutto che sulla base delle norme europee, le aziende di trasporto sono obbligate a offrire ai passeggeri i mezzi e tutte le informazioni necessarie per richiedere un rimborso e/o risarcimento in caso di disagio. I diritti per i viaggi in aereo sono definiti dal 2004 da un regolamento dell’UE e non ci sono significative differenze tra le singole compagnie aeree. Per chi viaggia all’estero in treno e con i bus a lunga percorrenza i diritti variano. La tutela del passeggero in autobus è prevista dal regolamento UE n° 181/2011, ma gli stati membri hanno la possibilità, per un certo periodo di tempo, di lasciare una certa libertà d’azione alle singole imprese. Ciò è avvenuto, ad esempio, nel Regno Unito, dove per i passeggeri dei bus a lunga distanza non è previsto alcun rimborso in caso di ritardo.

Bagagli:

3 punti

Il mio bagaglio è stato danneggiato: cosa mi spetta?

2 punti

Convenzione di Montreal: i danni possono essere richiesti fino a 1.167 €. I danni possono essere richiesti fino a 260 €.

1 punto

Bisogna dimostrare il valore effettivo del bagaglio per ottenere il rimborso.

Accessibilità:

2 punti

I passeggeri con mobilità ridotta possono usufruire di tutti i servizi?

2 punti

In molti casi l’accompagnatore viaggia gratis. Servizio di assistenza alle fermate.

1 punto

In caso di problemi di sicurezza o possibili svantaggi la prenotazione potrà essere rifiutata.

Scioperi:

3 punti

Chi rimborsa se il viaggio viene soppresso?

3 punti

Il rimborso si basa nuovamente sulla distanza di 250 km. Se comunicato in anticipo si può richiedere il risarcimento del biglietto.

1 punto

Nessun diritto di rimborso in caso di sciopero o condizione metereologica estrema.

Per ulteriori informazioni sui diritti dei passeggeri per i mezzi di trasporto come l’autobus, il treno e l’aereo, consultare anche: http://blog.checkmybus. it/diritti-dei-passeggeri/

Informazioni per i passeggeri con mobilità ridotta si hanno contattando il 199.89.20.21 tutti i giorni 24 ore su 24.


BusToCoach on-line Magazine - Maggio 2017

LION’S COACH

IL COACH DEL LEONE SI AGGIORNA

Sulla rampa di lancio il MAN Lion’s Coach ultima serie. Nuovi spunti di design, motore ulteriormente ottimizzato, diversi sistemi di assistenza alla guida

più di venti anni dal debutto del turisA tico Lion’s Coach sul mercato europeo, MAN Truck & Bus annuncia l’uscita della nuova edizione. In prima visione il prossimo

ottobre al Busworld Europe 2017. Oltre a beneficiare di un rafforzamento dell’intera scocca che coincide con l’entrata in vigore a ottobre della normativa europea

NEW LION’S COACH antiribaltamento ECE R66.02, il coach del Leone si rinnova nel look e anche sottopelle. Esteriormente si distingue per il nuovo taglio dei fari anteriori che per la prima volta possono essere installati in versione full Led con un incremento di quasi il 50% di luminosità rispetto ai fari alogeni e una luce più diffusa. Internamente i progettisti MAN hanno rivisitato gli ambienti con una chiara suddivisione tra compartimento passeggeri e postazione di guida, settore bagagli e vano motore, il tutto in un’ottica di funzionalità. Dal punto di vista meccanico, il veicolo beneficia di un motore Euro 6 ulteriormente ottimizzato così come di un rapporto al ponte più lungo e di una maggiore potenza a disposizione. Sono poi disponibili diversi sistemi di assistenza alla guida. Oltre all’Adaptive Cruise Control (ACC), al controllo della carreggiata Lane Guard System (LGS) e al MAN Attention Guard, si aggiunge il controllo della velocità basato sul segnale GPS e la topografia del percorso MAN EfficientCruise con la funzione EfficientRoll.

Ma non è tutto. «Una nuova generazione di ammortizzatori e un ulteriore affinamento dell’intera telaistica», puntualizzano dal quartier generale della MAN, «offrono un maggiore comfort di guida così come una migliore guidabilità e standard di sicurezza più elevati». Il Lion’s Coach venne presentato per la prima volta alla IAA di Hannover nel 1996 con la versione RH 356 da 12 metri prodotta negli stabilimenti turchi della Manas (MAN Kamyon ve Otobüs Sanayi A.Ş.). In questo modo la Casa tedesca iniziò a offrire un veicolo da turismo più concorrenziale rispetto al Lion’s Star che dal 1992 occupava la fascia alta degli autobus a marchio MAN. La gamma dei Lion’s Coach è stata nel tempo soggetta a tutti i necessari aggiornamenti tecnici e stilistici fino ad arrivare alla ‘100 Years Edition’ nella tiratura limitata a cento esemplari proposta al Busworld 2015 in occasione dell’anniversario del costruttore tedesco. L’appuntamento con il nuovo Lion’s Coach sarà nello stand MAN al Busworld di Kortijk il 20-25 ottobre. Buona visione. Altri articoli su MAN Truck & Bus: www.bustocoach.com/it/node/1850/articoli-costruttore-italia


BusToCoach on-line Magazine - Maggio 2017

TOURISMO RHD

IN ARRIVO IL TOURISMO RHD NEW EDITION Mercedes-Benz annuncia l’uscita del rinnovato Tourismo RHD. Che verrà svelato sotto i riflettori del Busworld Europe 2017 a Kortrijk

altra anteprima, questa volta UN’ all’ombra del brand MercedesBenz. Si tratta del Tourismo RHD di ultima generazione. Il turistico high-decker di casa

Mercedes è stato del tutto rivisitato. Con quattro modelli in tre lunghezze (da poco meno di 12 metri fino a 14), il nuovo Tourismo copre i principali segmenti di business del coach:

NEW TOURISMO RHD dalla navetta altamente funzionale al veicolo per le escursioni e la linea a lunga distanza, grazie ai comfort dell’autobus da turismo. Il design è completamente nuovo. Il coefficiente di resistenza al vento è stato ridotto a un livello mai raggiunto prima con un Cd = 0,33. Inevitabile il ritorno sul consumo di carburante, significativamente ridotto, e il livello di emissioni in conseguenza più basse. Il consumo può essere ulteriormente contenuto grazie a nuove opzioni quali il Predictive Powertrain Control (PPC), disponibile per la prima volta su un Tourismo, in aggiunta ai lunghi intervalli di manutenzione e ai pacchetti di servizi completi. Per quanto riguarda gli interni, si segnalano i gradini di ingresso ergonomici, le nuove sedute Softline con il motivo a forma di diamante (su sedile e schienale) che richiama le versioni lusso di Mercedes e poi controlli completamente automatici e circolazione separata per riscaldamento e climatizzazione così da garantire una temperatura costante all’interno del veicolo. Oltre al compatto e leggero sei cilindri in

linea OM 936 da 7,7 litri e 260 kW (354 cv), il Tourismo RHD continuerà a montare il potente OM 470 da 10,7 litri, avendo ora a disposizione anche la nuova taratura di massima potenza (335 kW/456 cv). Sul fronte della sicurezza attiva, il Tourismo ultima serie è disponibile anche con l’Active Brake Assist 3 che, oltre a possibili ostacoli in movimento, riconosce anche quelli fissi effettuando brusche frenate se necessario. In caso di impatto frontale, il Front Collision Guard (FCG) fornisce una protezione efficace sia per il guidatore che per i passeggeri anteriori. L’ulteriore aumento della rigidità strutturale risulta poi conforme alla imminente normativa europea ECE-R 66.02. Costruito in Turchia nell’impianto MercedesBenz di Hoşdere, questo modello debutta nel 1995 con il nome di Tourismo O 350 (il suffisso numerico viene abbandonato nel tempo). Nel giro di due decenni, più di 21 mila unità hanno lasciato la linea di produzione. Il nuovo Tourismo RHD verrà svelato sotto le insegne di Mercedes-Benz al Busworld Europe 2017 in quel di Kortrijk. Altri articoli su Daimler Buses: www.bustocoach.com/it/node/1694/articoli-costruttore-italia


BusToCoach on-line Magazine - Maggio 2017

IRIZAR i2e SOLARIS Urbino 12 Electric

BYD eBus RAMPINI E 120

L’ITALIA SI DA UNA SCOSSA

Comincia a manifestarsi anche in Italia l’interesse per gli autobus elettrici a batterie in taglia lunga. Una sessantina i veicoli in arrivo. L’Urbino Electric di Solaris in pole position nche in Italia si imbocca (timidamente) A la strada dell’elettrico. A differenza di numerosi altri Paesi europei (Regno Unito in testa), che verso gli autobus a trazione elettrica (e ibrida) hanno già avviato importanti programmi d’impiego, come già raccontato nell’articolo pubblicato su BusToCoach Magazine di Gennaio-Febbraio 2017 a proposito del rapporto ZeEUS eBus, in Italia si comin-

ciano a muovere i primi passi. Fatta eccezione per i circa 550 filobus da 12 e 18 metri che costituiscono il 3% degli autobus urbani circolanti, l’impiego di autobus elettrici è circoscritto alla categoria dei minibus a batterie. Fino agli inizi dell’anno 2000 ve ne erano in circolazione poco più di 200 (oggi sono circa il doppio) e proprio allora parve crescere l’interesse del mercato, tanto èè


che gli allora costruttori nazionali (Tecnobus, Autodromo, Bredamenarinibus, Cacciamali, Ept, Irisbus/Iveco) cominciarono a proporre modelli fino a 7,4 metri di lunghezza. Ma non si è andati oltre e gran parte di questi modelli non trovarono sbocchi significativi. A frenare lo sviluppo della trazione elettrica a batterie sono stati essenzialmente due fattori: la scarsa autonomia di marcia offerta dalle batterie e i costi di acquisto nettamente superiori agli autobus diesel (più del doppio). Questi restano tutt’oggi i punti deboli delle soluzioni proposte, nonostante i passi in avanti fatti dalla ricerca tecnologica, specialmente sui sistemi di accumulo dell’energia. In fatto di batterie, diverse sono le soluzioni che puntano ad allungare i cicli di vita e aumentare i valori energetici. Si va dalle batterie agli ioni di litio a quelle ai Polimeri metallici di litio, al Nichel-sodio o al Litio-ferro fosfato, solo per citarne alcune. Sempre per aumentare l’autonomia di marcia, i nuovi autobus elettrici possono oggi contare su sistemi di ricarica rapida plug-in o montare sul tetto un pantografo per la ricarica al capolinea del percorso. Ad offrire queste soluzioni si sono buttati recentemente quasi tutti i costruttori europei (oltre ai cinesi, forti dell’esperienza maturata sul loro mercato interno). Curiosamente, a non essere ancora pronti per una produzione di serie, troviamo i maggiori nomi del setto-

re. A parte Volvo che il suo 7900 Electric lo commercializza da quasi due anni, la soluzione E-Cell a zero emissioni di Mercedes Benz la si potrà cominciare a vedere solo nel 2018. Stessa tabella di marcia per MAN Truck & Bus, mentre Scania ha annunciato per la fine di quest’anno l’avvio della sperimentazione del proprio autobus elettrico al 100%. Prende tempo anche Iveco Bus che, fatta eccezione per il Daily Electric, ritiene le alternative elettriche non ancora mature in fatto di costi, efficienza e capacità di trasporto e lascia a Heuliez Bus (sempre del gruppo CNH Industrial) l’onere/onore di offrire il suo GX 337 Elec. Tornando all’Italia, dicevamo, qualcosa si sta muovendo. Nella Regione Piemonte stanno per essere consegnati 19 autobus elettrici della cinese BYD, 16 alla GTT di Torino, e altri 3 alla SUN di Novara, assegnati per un importo complessivo di 10 milioni di euro, compreso il full service per 10 anni e stazioni di ricarica rapida. A questi si è aggiunto un ulteriore ordine di 4 elettrici per GTT. A Milano, che ha già in dotazione due elettrici BYD, è in via di assegnazione definiti-

SOLARIS IN TOUR

ecisi a sfruttare il vanD taggio di poter offrire da subito un veicolo elettrico di serie, quelli di Solaris Italia si sono impegnati in un tour dimostrativo che ha raggiunto le principali aziende di trasporto pubblico del Nord Italia per far conoscere il loro Urbino 12 Electric.

Lo abbiamo intercettato durante la tappa all’ACTV di Mestre, azienda che gestisce la mobilità urbana ed extraurbana di Venezia, Mestre e Chioggia con una flotta di 568 autobus a cui si aggiungono due linee tranviarie e il servizio di vaporetti nella laguna. L’interesse riscontrato per gli autobus elettrici potrebbe svilupparsi in un progetto di elettrificazione dei servizi sull’isola di Venezia-Lido. Ambizioso sotto il profilo dell’impegno economico ma di sicuro prestigio per la Serenissima. Ottime le carte da giocare per l’Urbino 12 Electric, grazie ai sistemi di trasmissione ZF

va a Solaris una gara per 10+15 elettrici da 12 metri (l’altro concorrente, Irizar, è stato escluso dalla gara per difetti procedurali). Stessa situazione a AUTOBUS ELETTRICI 12 METRI OFFERTI IN ITALIA Bergamo, dove Solaris (unico concor SOLARIS URBINO 12 E IRIZAR i2e BYD eBus RAMPINI E 120 rente in gara) si ag Lunghezza mm 12.000 11.980 12.050 12.100 giudica la fornitura Larghezza mm 2.550 2.550 2.550 2.550 di 6+6 elettrici per un importo a base Altezza mm 3.395 (con pant.) 3.209 3.360 3.393 d’asta di 6,5 milioni Passo mm 5.900 5.770 5.900 5.900 di euro comprensivo Sbalzo anteriore mm 2.700 2.805 2.700 2.800 degli impianti di ri Sbalzo posteriore mm 3.400 3.405 3.450 3.400 carica. A sua volta, Posti a sedere max 37+1H 30+2H 25+1H 32+1H la SASA di Bolzano Posti totali max 74+1H 80+2H 89+1H 69+1H ha indetto una gara Motore elettrico (st.) 160 kW (centrale) 180 kW 180 kW 160 kW per 4 autobus elet Motore elettrico (opt.) 2 x 60 kW (alle ruote) trici dopo aver mes Batterie (st.) Li4Ti5O12 100 kWh So-Nick 376 kWh Fe LiFePO 180-240 kWh so in esercizio nel Batterie (opt.) LiFePO4 120-240 kWh 2013 cinque elettrici a cella a combusti Sistema di ricarica (1) Plug-in 80 kW Plug-in 60 kW Plug-in 80 kW Plug-in bile e nel 2016 die Sistema di ricarica (2) pantografo 450 kW ci elettrici Rampini Sistema di ricarica (3) induzione 200 kW usati, provenienti

di cui è dotato e che offrono l’alternativa tra il classico sistema a motore elettrico centrale e l’impiego del portale motorizzato AVE 130 con due motori sulle ruote. Così come fondamentale è la possibilità di scelta del tipo di batterie e del sistema di ricarica. Con batterie ad alta potenza (Li4Ti5O12) e ricarica Plug-in oppure con batterie ad alta energia (LiFePO4) e ricarica via pantografo ai capolinea. Quest’ultima è la soluzione più idonea per chi vuole adottare autobus elettrici come scelta strategica. A fronte dei maggiori costi dovuti alle infrastrutture (stazioni di ricarica) si ha il vantaggio di montare batterie più piccole (meno costose) e aumentare il numero di passeggeri trasportabili.

da Vienna. A Parma si sta invece valutando la possibilità di introdurre autobus elettrici, nell’ambito del progetto europeo ‘Low Carb’. Tre elettrici in taglia corta sono invece stati assegnati a Tecnobus da parte della Regione Molise, dopo che il precedente bando di gara (settembre 2016) non aveva ricevuto alcuna offerta dai costruttori. Questo è tutto. Di conseguenza, anche i ‘player’ attivi sul mercato italiano dei 12 metri elettrici a batterie si contano su una mano: Solaris, Irizar e BYD. A questi si aggiunge Rampini (unico costruttore nazionale) che all’IBE di Rimini dello scorso ottobre ha presentato il suo 12 metri elettrico E 120. Da segnalare anche il progetto E-Life, attualmente in standby, frutto dell’accordo del 2008 tra Rama Spa, società aggregata a Tiemme Toscana Mobilità e il costruttore cinese Alfabus, per la costruzione di autobus elettrici. Due esemplari sono stati utilizzati come navetta durante Expo 2015 di Milano e quindi hanno operato in via sperimentale a Trieste fino allo scorso dicembre.


BusToCoach on-line Magazine - Maggio 2017

ANNUNCI

BUSTOCOACH EUROPEAN ON-LINE MAGAZINE - Maggio 2017  

BusToCoach è la prima piattaforma online completamente GRATUITA. Offre informazione sui veicoli per il trasporto persone in Europa attravers...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you