Page 1

Bus To Coach SOLARIS URBINO 18

NEW STYLE

SICUREZZA 10 E LODE - IVECO BUS - SETRA - VISTI ALL’UItP DI MILANO - SOLARIS - 120 ANNI A VYSOKÉ MÝTO - RUBRICHE

Transport Web Snc - www.bustocoach.com

EUROPEAN ON-LINE MAGAZINE - Luglio-Agosto 2015


RIVISTA ON-LINE abbinata a www.bustocoach.com - Luglio-Agosto 2015 RUBRICHE

BusToCoach

European on-line magazine Direttore responsabile

Marino Ginanneschi

marino.ginanneschi@bustocoach.com

Redazione e rapporti internazionali

Elena Prearo

elena.prearo@bustocoach.com

Foto e video

Marco Degano

marco.degano@bustocoach.com

FLASH NEWS Direttamente da Costruttori e Aziende di trasporto.

HIGH TECH STORE Novatronic, Continental, TomTom, Allison, Masats.

ANNUNCI Un nuovo spazio per vendere e comprare.

FILO DIRETTO

Pubblicità

ADV SPAZIO s.r.l. I 20129 Milano Via G. Modena 6 Tel. +39 02 7000 4031

E-mail: bustocoach@advspazio.it

Amministrazione

Transport Web di Marco Degano & C Snc I 20149 Milano Via Silva 33

E-mail: bustocoach@bustocoach.com Internet: www.bustocoach.com

SICUREZZA Anav lancia una campagna per migliorare il trasporto studenti.

IVECO BUS Arrivano a Bologna i primi filobus Crealis Neo.

SETRA Consegnato in Italia il due piani numero 2.500.

IN PRIMO PIANO

Registrazione Tribunale di Milano n. 140 del 16/03/2012

***

BusToCoach® Magazine è inviato mensilmente via mail a 12.000 operatori europei del trasporto passeggeri in autobus. Se vuoi iscriverti alla nostra mailing list comunicalo a: bustocoach@bustocoach.com

UITP MILANO 2015 Le proposte dei costruttori per un TPL sostenibile.

SOLARIS Tutti i pregi del nuovo Urbino da 18 metri.

IVECO CZECH REPUBLIC 120 anni di storia per lo stabilimento di Vysoké Mýto.


FLASH NEWS

BusToCoach on-line Magazine - Luglio-Agosto 2015

A SETTEMBRE IL COMTRANS DI MOSCA

MAN TRUCK & BUS COMPIE 100 ANNI

21 giugno MAN ha spento cento candeline. Quello stesso iù di 300 espositori sono attesi al Comtrans 2015 (Mosca, P 08-12 settembre), la vetrina di riferimento per l’industria IL giorno del 1915 veniva iscritta nel Registro delle imprese dei veicoli commerciali nell’Est Europa. «Nonostante la dif- di Norimberga la “Lastwagenwerke M.A.N.-Saurer”, joint ventu-

ficile situazione attuale del mercato russo dei veicoli commerciali, vi è grande interesse per Comtrans quest’anno», ha detto Peter Bergleiter, amministratore delegato di IMAG. «Ci aspettiamo più di 300 espositori provenienti da oltre 20 paesi, tra cui tutti i principali produttori di camion, bus, rimorchi e trasportatori». Anche i rappresentanti della componentistica e i fornitori internazionali, quali BorgWarner, ContiTech, SAF-Holland, Voith, Wabco e ZF, presenteranno i loro prodotti e servizi a Comtrans 2015 che si svolgerà presso il Crocus Expo Center di Mosca.

L’ELETTRICO OPTARE IN SVEZIA

re tra la Maschinenfabrik Augsburg-Nürnberg AG e il produttore svizzero di veicoli industriali Saurer. Poco tempo dopo usciva dalla fabbrica di Lindau, sul Lago di Costanza, il primo camion MAN-Saurer da 3 tonnellate, e poi sono seguiti i primi bus, impiegati come mezzi a lunga percorrenza per le poste imperiali tedesche. L’evento verrà celebrato in tutto il mondo con diverse iniziative, aperte anche ai familiari dei dipendenti MAN. La più importante si terrà il 25 luglio nella sede centrale di Monaco di Baviera (circa 25mila le persone attese). E qui verranno inoltre celebrati i 60 anni dello stabilimento di Monaco dove nel 1955 fu trasferita la produzione dei veicoli industriali.

AUTOBUS SCANIA A GAS IN COLOMBIA

17 giugno scorso l’operatore svedese KarlstadIL sbuss ha inaugurato tre autobus elettrici Optare Solo EV. Questo elettrico da 9,2 metri dispone di 25

posti a sedere, postazione per sedia a rotelle e rampa sulla porta anteriore. È inoltre dotato di aria condizionata, wifi gratuito e tv. Gli autobus sono alimentati da elettricità verde generata dalla città di Karlstad e verranno ricaricati durante la notte in aggiunta a una carica veloce di 15 minuti nelle pause di guida (ogni due ore). Grazie alla ricarica veloce il bus è in grado di soddisfare i requisiti del servizio e fornire inoltre potenza per i sistemi informativi avanzati offerti da Karlstadsbuss. La stazione di ricarica veloce è ancora in costruzione e dovrebbe essere completata nel mese di luglio. I nuovi autobus elettrici saranno quindi gradualmente in servizio durante l’estate sulle linee centrali 11, 12 e 13 di Karlstad.

CONSEGNATO IL 1000° SOLARIS TROLLINO

S

olaris Bus & Coach ha consegnato il suo millesimo filobus. Un Trollino 18 in edizione MetroStyle, entrato in servizio a Salisburgo il 23 giugno 2015. Il Trollino matricola 1.000 fa parte di una partita di dodici filobus che incrementerà la flotta della Salzburg AG entro il prossimo anno. Con la nuova tranche, ammonteranno a 33 i Trollino in funzione a Salisburgo. Tra i veicoli già su strada nella città austriaca, ci sono i primi filobus con design hi-tech MetroStyle, che Solaris ha derivato dal suo tram. E il millesimo Trollino è stato prodotto nello stesso look. Completamente a pianale ribassato, il Solaris Trollino 18 MetroStyle è alimentato da un motore di trazione da 250 kW. Nel caso in cui non sia possibile accedere alle linee aeree, un generatore diesel da 50 kW permetterà all’autobus di proseguire il viaggio. L’abitacolo dispone di impianto di aria condizionata e di un sistema a circuito chiuso con quattro telecamere, di cui due dispositivi grandangolari. Per garantire la massima sicurezza, una telecamera aggiuntiva è montata sul binario di tenuta a tetto del pantografo. Il fornitore delle attrezzature elettriche è Cegelec.

cania ha firmato un contratto per la fornitura di 147 autobus a gas S Euro VI a Cartagena, Colombia. Si tratta del più grande affare concluso da Scania in Sud America per quanto riguarda la tecnologia a gas

Euro VI. E Cartagena diventerà la prima città in Colombia per l’impiego di soluzioni a gas nel trasporto urbano. Il veicolo sarà implementato su due linee urbane del nuovo sistema BRT (Bus Rapid Transport), denominato Transcaribe. Diverse aziende sono state selezionate per gestire il nuovo BRT, inclusi Sotramac e Transambiental. Sotramac prenderà in consegna 58 articolati a gas da 18 metri con motore da 320 cv e una capacità di 160 passeggeri. Transambiental riceverà 89 autobus a gas da 12 metri equipaggiati con motore da 280 cv. Tutti i veicoli saranno dotati del sistema Scania Fleet Management che fornisce dati in tempo reale provenienti dai veicoli, quali il consumo di carburante, percorsi, esigenze di servizio e il comportamento dei conducenti .

ANCHE OLI VEGETALI PER I MOTORI VOLVO

olvo Buses ha annunciato che i motori Euro VI per autobus urbani V e interurbani sono ora certificati per funzionare con oli idrogenati vegetali, un combustibile rinnovabile che sostituisce il diesel normale.

E’ realizzato con materiali rinnovabili, come oli vegetali e animali, da fonti come la colza o scarti di macellazione. Riduce le emissioni di carbonio tra il 30 e il 90 per cento rispetto al diesel convenzionale, a seconda del materiale grezzo. Tale carburante ha le stesse proprietà del diesel, come il periodo di conservazione e la resistenza al freddo, e i due combustibili possono essere anche miscelati. L’erogazione può essere effettuata tramite i depositi di carburante esistenti utilizzando gli stessi tipi di serbatoi e ugelli. I motori Volvo certificati per l’utilizzo di oli vegetali idrogenati sono il 5 e 8 litri Euro VI. Volvo Buses dà la sua approvazione anche per tutti i bus con motori Euro V, senza riduzione di intervallo di manutenzione.


FLASH NEWS

BusToCoach on-line Magazine - Luglio-Agosto 2015

PREMIO DESIGN AL FERQUI f5

NUOVO IMPIANTO DAIMLER IN INDIA

designer Jon Santacoloma di Ideilan (Spagna) e il Ferqui aimler Trucks & Buses sta aprendo un nuovo impianto di autoIL Engineering Team (Spagna) sono stati premiati all’Inter- Dbus presso il suo stabilimento produttivo di Chennai, nel Sud national design book design awards per il progetto del turistico f5 Est dell’India. La società ha anche presentato i suoi nuovi autobus

ideato per la carrozzeria Ferqui. Il concorso annuale IDA riconosce meriti e promuove progetti visionari scoprendo talenti emergenti in architettura, interni, prodotti, grafica e design della moda a livello mondiale. Il trofeo IDA è stato assegnato a tutti i progettisti vincitori del titolo alla cerimonia ufficiale che si è tenuto lo scorso maggio a Los Angeles, California. Il nuovo modello f5-T misura 9,5 metri ed è progettato per il trasporto di 38 passeggeri, guida e autista. E’ un prodotto che coniuga design, sicurezza, durata e prestazioni. Viene proposto su Mercedes-Benz Atego, CC-150 Iveco CC-150 e MAN P.14, tutti con motore anteriore.

SOLARIS TRAMINO PER OLSZTYN

IVECO COMPIE 40 ANNI

opo cinquant’anni, il tram torna a Olsztyn, città nel D Nord-Est della Polonia. Il primo veicolo è stato presentato ufficialmente il 19 giugno. È un Solaris Tramino,

uno dei quindici veicoli in consegna entro la fine del 2015 alla Olsztyn City Transport. I tram sono tutti bidirezionali e a pianale completamente basso, misurano 29,3 metri e sono larghi 2,5 metri. Sono composti da tre carrozze, ciascuna su un proprio carrello basculante. I carrelli esterni sono alimentati, mentre quello centrale è a rimorchio. Quattro motori asincroni di trazione da 120 kW forniscono la potenza necessaria. Le vetture offrono 43 posti e alloggiano più di 200 passeggeri in totale. Sei serie di doppie porte sono previste su ogni lato. Un sistema di condizionamento aria garantisce il comfort ai passeggeri e temperature piacevoli anche nelle giornate più calde mentre un sistema di monitoraggio a circuito chiuso migliora la sicurezza a bordo. L’anteprima industriale del Solaris Tramino per Olsztyn si terrà in occasione della fiera ferroviaria TRAKO Internazional in programma a Danzica dal 22 al 25 settembre.

L'

e un modello di camion pesante. «Siamo ben radicati nel mercato indiano con il nostro marchio BharatBenz malgrado operiamo qui solo dal 2012”, ha sottolineato Wolfgang Bernhard, membro del consiglio di amministrazione di Daimler AG e responsabile per autocarri e autobus. «Continuiamo a rafforzare la nostra presenza sul mercato indiano dei veicoli commerciali con nuovi prodotti, tra cui ora anche gli autobus». I bus con motore anteriore del marchio BharatBenz soddisfano i requisiti del mercato locale nei segmenti del trasporto alunni, maestranze e turisti. In futuro, Daimler produrrà autobus con motore posteriore con il marchio Mercedes-Benz a Chennai per il segmento premium.

IL DUE PIANI DI VDL IN IRLANDA

azienda irlandese Bus Éireann sta aggiornando la sua flotta con una dozzina di VDL Synergy a due piani. I veicoli opereranno su una varietà di linee di Bus Eireann, comprese le rotte con una elevata frequenza. I veicoli sono nella versione da 14,1 metri su telaio VDL SBR4000 alimentato da motore DAF MX-13 375 Euro VI abbinato al cambio automatico ZF AS Tronic. Sono dotati di accesso per sedia a rotelle mediante rampa manuale a scomparsa sulla porta centrale. La dotazione di bordo include un tavolino per le operazioni di pagamento, biglietteria automatica, impianto di videosorveglianza, connessione Wi-Fi, prese di corrente a 220 V, prese USB e comodi sedili in pelle. Bus Éireann gestisce una flotta di 800 veicoli e impiega quasi 10 mila persone in tutta l’Irlanda, di cui circa 1.200 conducenti. Lo scorso anno ha effettuato oltre 81 milioni di viaggi passeggero.

nniversario speciale in casa Iveco che quest’anno A festeggia i quarant’anni di attività. L’evento viene celebrato con una serie di iniziative. Dalla creazione

di un logo con un veicolo stilizzato accanto allo slogan ‘Iveco, 150 anni di esperienza’. All’apertura di un apposito sito Internet realizzato in ben 14 lingue (www.iveco40.com). Fino ad un video su Youtube (https://youtu.be/XwSoJzxHoVs) dedicato alle tappe fondamentali di Iveco in queste quattro decadi. Quella di Iveco è una storia fatta di sfide e successi, cominciata nel 1975 dall’unione di cinque aziende con oltre 150 anni di esperienza nella progettazione e costruzione di veicoli industriali: Magirus Deuts, Fiat, Lancia, Unic e OM. Nel 1986 viene costituita la Iveco Ford Truck Ltd., joint venture paritetica con Ford e all’inizio degli anni ’90 Iveco acquisisce il controllo del brand Pegaso che produce i veicoli industriali. Diversi i riconoscimenti internazionali recevuti in questi anni, l’ultimo dei quali riservato al Nuovo Daily eletto “International Van of the Year 2015”. Oggi Iveco è un brand di CNH Industrial.

TELAIO SCANIA PER IL CASTROSUA MAGNUS

autobus Scania per la compagnia di trasporto spaUN gnola Soler i Sauret S.A con sede a Sant Feliu de Llobregat, nei pressi di Barcellona. Si tratta di uno Scania low

entry della serie K320UB6x2 equipaggiato di motore Scania DC9 Euro VI da 320 cv con Egr ed FGT. Il cambio è l’automatico ZF Ecolife. Lungo 14,7 metri, ha una carrozzeria Castrosua Magnus E+ LE a due porte doppie con 57 posti a sedere, spazio carrozzella e rampa telescopica Masats. La dotazione di bordo include prese USB, impianto antincendio e il sistema di gestione flotte Scania C200 che tiene sotto controllo tutti i veicoli su strada. Azienda operativa dal 1925 nel trasporto passeggeri in autobus, Soler i Sauret possiede un’ottantina di veicoli.


I VDL FUTURA CHE USANO IL SOLE

RECORD DI VELOCITÀ CON AUTOBUS A GAS

compagnia di trasporti olandese Contikiholland ha autobus a gas ha registrato un nuovo record del LA preso in consegna 15 VDL Futura. Gli autobus da UN mondo in un test che ha avuto luogo nel circuito di 12.9 metri sono in versione deluxe con 54 sedili regolabili, con- prova gestito da Milbrook nel Bedfordshire, Regno Unito. Il

nessioni USB/HDMI/AUX/VGA e prese elettriche a 220 volt per ricaricare cellulari, iPod e macchine fotografiche. I veicoli dispongono anche di un vano bagagli extra-large. Tutti i mezzi sono dotati di un pannello solare sul tetto per ricaricare la batteria. Un serbatoio aggiuntivo raccoglie l’acqua di condensa del climatizzatore per consentire la pulizia del bus durante il viaggio. I 15 Futura sono alimentati da un DAF MX-11 271 con potenza di 271 kW (370 cv), abbinato al cambio ZF AS-Tronic. Contikiholland è un fedele cliente di VDL da molti anni: la sua flotta di 88 veicoli è costituita esclusivamente da autobus VDL.

IVECO A TUTTO GAS

bus ha stabilito un record di velocità di 76,785 miglia orarie, l’equivalente di 123 km/h, con punte di 80,78 miglia all’ora (130 km/h). Il veicolo, che normalmente ha una velocità limitata a 56 mph (90 km/h), era dipinto in bianco e nero come una mucca frisona. E non a caso. Si tratta infatti di uno mezzo alimentato con biometano prodotto dal letame. Il combustibile è costituito da rifiuti di origine animale sottoposti al processo di digestione anaerobica per la produzione di biogas, il tutto poi liquefatto e stipato in sette serbatoi sistemati all’interno del tetto del veicolo. L’autobus dei record è rientrato in servizio il giorno successivo al test in quel di Reading, città del Bedfordshire.

SOLARIS ELETTRICO IN GERMANIA

veco ha partecipato all’edizione 2015 della ConfeIgiugno renza mondiale sul gas che si è tenuta dall’1 al 5 a Parigi e che ha ospitato oltre 350 esposito-

ri provenienti da 100 paesi. Due i mezzi esposti nello stand Iveco: un camion Stralis AT 440 S33 TP CNG/ LNG con motore Cursor 8 CNG/Biometano Euro VI da 330 cv e un furgone Daily Natural Power 65C14, anche questo alimentato a biometano. «I veicoli a gas naturale non sono una promessa per il futuro», ha detto Pierre Lahutte, Iveco Brand President, «ma oggi rappresentano una risposta efficace per la maggior parte delle esigenze di trasporto su strada. Le nostre vendite hanno già raggiunto 380 unità operanti in otto diversi paesi europei. Siamo felici di vedere i punti di rifornimento in aumento in tutta Europa. In questa direzione proseguiranno anche i nostri sforzi nella produzione di veicoli a gas naturale, adatti a soddisfare tutte le necessità di mercato, comprese le missioni a lungo raggio e internazionali».

resda, Germania. Qui è stato ufficialmente presenD tato il 17 giugno, l’autobus a batteria Solaris Urbino 12 elettrico sviluppato per la Dresda City Transport

(DVB). Dopo la cerimonia, il veicolo è stato equipaggiato del sistema di ricarica a pantografo ed è partito per il suo primo viaggio con passeggeri. Il veicolo è dotato di un motore di 160 kW e batterie da 200 kWh per un funzionamento non-stop in linea. Il chilometraggio giornaliero previsto è di 300 km. Le batterie saranno ricaricate tramite pantografo a tetto al capolinea per una durata di soli tre, quattro minuti. La ricarica notturna in deposito verrà effettuata mediante sistema plug-in. Per la prima volta in Germania, una stazione di ricarica è alimentata da un alimentatore di trazione per tram, rendendo possibile l’utilizzo di energia recuperata dal tram durante la frenata per ricaricare il bus. Ciò contribuirà significativamente a ridurre i costi operativi dell’autobus. L’acquisto dell’Urbino 12 elettrico è parte del progetto “Bus elettrico Linea 79” nell’ambito del programma “Mobilità elettrica collegata” degli Stati federali di Baviera e Sassonia. Progetto che ha ricevuto finanziamenti per 1.100.000 euro da parte del Ministero tedesco dei Trasporti e delle Infrastrutture digitali.

PROMOSSI GLI IBRIDI SOLARIS-ALLISON

ositivo il bilancio di “üstra” (Üstra Hannoversche VerkehrsP betriebe AG), l’azienda di trasporto pubblico di Hannover, sui Solaris Urbino H18 con sistema ibrido Allison H 50 EP. In seguito

ai risultati favorevoli nel 2008 circa la sperimentazione di un Solaris Urbino articolato da 18 metri con un sistema ibrido Allison H 50 EP, l’azienda tedesca ne ha ordinati dieci nel settembre 2011 più altri nove nell’ottobre del 2013. Questi venti Solaris Urbino hanno coperto oltre tre milioni di chilometri e trasportato circa 19 mila passeggeri al giorno. Gli ultimi sette sono arrivati nel gennaio 2015. Sono veicoli di ultima generazione con motore Euro VI. «Nel traffico cittadino, gli autobus raggiungono fino al 30 per cento di risparmi sul combustibile. E producono circa un terzo di biossido di carbonio in meno rispetto agli equivalenti diesel», ha confermato Hubert Nawa, responsabile della divisione autobus urbani di üstra.

SCANIA ARGENTINA PER L’EUROPA

impianto Scania di Tucumán, in Argentina, ha incremenL' tato le esportazioni verso l’Europa del 600 per cento. Qui Scania produce una vasta gamma di componenti di trasmis-

sione tra cui pignoni, corone, alberi e marce sincronizzate per i suoi veicoli. Un risultato degno di nota a quasi 40 anni di attività dell’impianto di Tucumán che celebrerà l’anniversario nel 2016. Negli ultimi due anni il produttore svedese ha investito 43 milioni di dollari nello stabilimento con l’obiettivo di aumentarne notevolmente l’efficienza e accrescere il potenziale di capacità produttiva dello stabilimento. Uno sforzo che ora sta dando i suoi frutti.


BusToCoach on-line Magazine - Luglio-Agosto 2015

OBIETTIVO 10 E LODE IN SICUREZZA

L’ Associazione nazionale autotrasporto viaggiatori (ANAV) ha lanciato una campagna per la sicurezza del trasporto in autobus nelle gite scolastiche autobus è il mezzo di trasporto più utilizL' zato nei viaggi scolastici. Ogni anno almeno 2 milioni di studenti italiani vi salgono

a bordo per gite e viaggi di istruzione di uno o più giorni. Succede nel 96% delle escursioni organizzate nelle scuole primarie e nel 54% dei viaggi delle superiori. E il giro d’affari ammonta a 677 milioni di euro. Lo conferma l’Anav, l’associazione nazionale autotrasporto viaggiatori. Che, a tale proposito, ha lanciato la campagna “Sicurezza 10 e lode” presentandola in collaborazione con Mercedes-Benz e Setra al congresso mondiale dell’UITP che si è tenuto a Milano dall’8 al 10 giugno. «Attraverso la campagna “Sicurezza 10 e

lode” Anav si propone di promuovere la cultura della sicurezza e della buona mobilità presso le dirigenze scolastiche, le famiglie e tutti gli attori che a vario titolo intervengono nell’organizzazione di gite scolastiche e viaggi d’istruzione», ha dichiarato Nicola Biscotti, presidente di Anav. «L’autobus è uno dei mezzi di trasporto più sicuri ma bisogna affidarsi a imprese serie e scrupolose che operino nel pieno rispetto delle regole. L’obiettivo della campagna è anche questo: aiutare le dirigenze scolastiche, attraverso un vademecum ad hoc che stiamo preparando assieme alla Polizia di Stato, a fare la scelta giusta». L’impatto mediatico della campagna è garantito dall’utilizzo combinato di differenti mezzi di comunicazione: dai canali più classici come la cartellonistica a quelli più mirati via web, fino agli spot televisivi e radiofonici.


BusToCoach on-line Magazine - Luglio-Agosto 2015

FILOBUS A GUIDA OTTICA PER BOLOGNA

Inaugurato lo scorso giugno a Bologna il primo dei 49 Crealis Neo di Iveco Bus. Filoarticolato da 18,2 metri con sistema di guida ottica alle fermate

scorso 10 giugno è stato presentato LO a Bologna il primo Crealis Neo dei 49 filobus che Iveco Bus fornirà alla locale azienda di trasporto pubblico TPER Spa. Tale commessa rientra nel progetto ‘Trasporto pubblico a guida vincolata’ (TPGV) che risale al 2003 e che è stato poi ripreso nel 2012 in seguito all’intesa tra TPER e Irisbus Italia (oggi Iveco Bus). L’intesa ha portato alla riapertura dei lavori per il completamento di un innovativo e complesso sistema di trasporto pubblico tra Bologna e San Lazzaro di Savena.

Il Crealis Neo sviluppato per il Capoluogo emiliano è in versione filobus con sistema di guida ottica per un accostamento di precisione alle banchine di fermata. La taglia è da 18,2 metri e la capacità complessiva di 142 posti con 29 sedili passeggero. I veicoli sono equipaggiati di un gruppo ausiliario diesel Euro VI da 100 kW per garantire il servizio in caso di blackout o interruzione della rete aerea. Rispetto al precedente Civis, i cui 49 esemplari arrivati a Bologna non sono mai entranti in servizio, il Crealis Neo garantisce migliori prestazioni sia in termini di guida con la postazione del conducente tradizionale a sinistra, sia a livello di affidabilità grazie al sistema di guida ottica e anche sul fronte ambientale con la motorizzazione diesel Euro VI. Il Crealis Neo è stato fino ad oggi venduto da Iveco Bus in 450 unità, 220 delle quali fornite in Azerbaigian per la città di Baku.

Altri articoli su Iveco Bus: www.bustocoach.com/it/node/972/articoli-costruttore-europa


BusToCoach on-line Magazine - Luglio-Agosto 2015

DUE PIANI SETRA A QUOTA 2.500 Consegnato ad Autolinee Marino il 2.500° bipiano Setra. Un tre assi S 431 DT da 80 posti passeggero, parte di un ordine per cinque macchine

autobus a due piani usciti dall’imGLI pianto Setra di Neu-Ulm hanno raggiunto le 2.500 unità. Un traguardo ce-

lebrato di recente con la consegna di un S 431 DT alla compagnia di trasporti Autolinee Marino con sede ad Altamura (Bari, Italia). Questo S 431 DT, che è anche il 250esimo con motore Euro VI, offre 80 sedili “Setra Voyage Plus” e due tavoli club. Il veicolo fa parte di un ordine per un totale di cinque macchine dello stesso modello. Con questo pullman a tre assi, ammontano ora a 54 i Setra a piano dop-

pio in dotazione ad Autolinee Marino. Tali mezzi presteranno principalmente servizio nei collegamenti internazionali tra l’Italia, il Lussemburgo, Belgio, Svizzera e Germania. Autolinee Marino utilizza autobus col marchio Setra a partire dal 1982. Attualmente la flotta ne conta oltre un centinaio. L’S 431 DT è un modello introdotto nel 2002 ed è stato il fiore all’occhiello della Setra TopClass 400. Questa serie di modelli premium è stata sostituita nel 2014 dalla TopClass 500. La versione a due piani da 13,89 metri, disponibile dal 2013 con motore Euro VI OM 471 da 375 kW (510 cv), resta una parte integrante dell’attuale gamma di prodotto. I Setra TopClass 400 Euro VI vantano più di quaranta nuove funzionalità rispetto ai predecessori in Euro V. Queste includono una postazione di guida rivista con nuovo volante multifunzione e uno sportello bagagli che risulta ora più largo di 23 centimetri.

Altri articoli su Setra: www.bustocoach.com/it/node/1584/articoli-costruttore-europa


BusToCoach on-line Magazine - Luglio-Agosto 2015

HIGH TECH STORE

PER IL CAR-SHARING

A

ttainIT, specialista in IT e reti dati di veicoli, ha collaborato con TomTom Telematics per integrare la soluzione di prenotazione delle auto e di monitoraggio del livello di batteria dei veicoli elettrici con il sistema di fleet management TomTom WEBFLEET, supportando le aziende di car-sharing elettrico nella gestione efficiente della flotta. Questa tecnologia, che è stata pioniera in seguito all’edizione inaugurale dello scorso anno della .connect Developer Conference, è già stata adottata con successo dal software integrator Be Smart per un servizio di car sharing elettrico in Italia. La soluzione permette ai clienti di Be Smart di riservare l’auto attraverso l’utilizzo di una app mobile, prendendo in carico e lasciando i veicoli in specifici punti e in aree libere nel centro delle città di Napoli e Milano. Utilizzando le open API di TomTom Telematics per accedere ai dati dei veicoli elettrici e integrare il software gestionale (ERP), il sistema ha permesso a Be Smart di monitorare il livello di batteria rimanente in ogni veicolo, attivare le auto da remoto, localizzare la loro posizione e monitorare le informazioni di viaggio per una fatturazione precisa.

VISTA A 360°

chiama Proviu ASL360, il SI nuovo sistema di Continental che favorisce una visione a 360 gradi,

chiara ed in tempo reale, di quello che succede nell’area circostante al veicolo. Installabile all’esterno del veicolo, è uno strumento innovativo che semplifica le manovre e rende maggiormente sicura ed agevole la guida di chi sta al volante di bus, mezzi pesanti e veicoli industriali speciali. Il sistema di videocamere solitamente presente sui mezzi pubblici è in grado di riprendere il retro o le porte del veicolo mentre, grazie a ProViu, si può avere una panoramica vista dall’alto a 360° dell’intero mezzo e dell’ambiente circostante. Una centralina riceve tutte le immagini dalle numerose microcamere disposte sui lati del veicolo e le elabora, ottimizzando luminosità e contrasto, in modo da ottenere un’unica immagine visibile sul monitor posto in cabina, come se giungesse da una telecamera fissa posta sulla sommità. L’autista è cosi in grado di avere il pieno controllo su tutto quello che lo circonda, compresi bambini, pedoni e ciclisti, in situazioni quindi di ipotetico pericolo. ProViu ASL360 è disponibile anche per il mercato Aftermarket.

N

DISPLAY A LED DALLA SERBIA

ovatronic, il maggiore produttore di display a Led in Serbia, ha partecipato all’UITP 2015 proponendo i suoi prodotti per il trasporto pubblico. La gamma comprende indicatori di percorso, sistemi d’informazione a Led, display per fermate, stazioni e parcheggi, sistemi di segnalamento per il traffico, orologi digitali. Novabus è il nuovo sistema di informazioni ai passeggeri progettato per differenti mezzi di trasporto (autobus, filobus, tram, treni). Utilizza un software avanzato, facile da usare oltre che rapido e preciso nelle informazioni ai passeggeri. I display elettronici che fanno parte del sistema Novabus sono prodotti in diverse tipologie, dimensioni e risoluzioni così da poter essere montati su vari tipi di veicoli. I display esterni a LED forniscono informazioni sulla linea e la destinazione. È inoltre possibile inserire pubblicità e messaggi creati dall’operatore. I display sono realizzati con tecnologia avanzata a LED ad alta luminosità, e con ampia visione angolare. Il buon contrasto, unito alla regolazione automatica della luminosità del display in base alla luce ambientale, offre un’eccellente visibilità in tutte le condizioni atmosferiche. Tali display permettono la visione di contenuti grafici e testuali in più alfabeti (compreso il cirillico), con differenti altezze e forme dei caratteri. Vi è

CAMBI ALLISON

inolte la possibilità di visualizzare il testo su più righe, fisso o scorrevole, oltre che ottenere l’alternanza di più immagini sullo schermo. I display interni a LED annunciano le fermate, mostrano avvisi al pubblico o messaggi pubblicitari. Sono alfanumerici con font differenti e i testi, visualizzabili in varie lingue, possono essere fissi o scorrevoli, con la possibilità di inserire data e ora. Tutti i display elettronici del sistema vengono monitorati dall’unità di controllo che consente al conducente di scegliere facilmente la linea di destinazione del veicolo. Compatta e installabile sul cruscotto, permette una facile regolazione dei parametri di sistema. Tutte le linee sono conservate in modo permanente nella memoria flash interna. Facile il trasferimento dati alla centrale di comando con schede di memoria MMC/SD. La comunicazione con i display avviene attraverso varie interfacce di comunicazione (RS485, RS232, Ethernet, IBIS). Il supporto completo al sistema viene fornito dal programma per Pc ‘NovaBus_ver3’ in cui sono state create le linee e definito il contenuto e la visione sui display. Il programma è completamente basato sul sistema operativo Windows e realizzato per un facile utilizzo.

SOLLEVATORI

autorità del trasporto asats lancia una nuova gamma L' pubblico di Pécs, in Mdi sollevatori per veicoli a paviUngheria, ha acquisito 35 mento rialzato. Si tratta del sollevatore

nuovi autobus nel corso degli ultimi due anni, tutti con cambio completamente automatico Allison. Nel rinnovamento in tre fasi della flotta, il gestore Tuke Busz Zrt ha scelto due snodati Citadell da 19 metri, cinque Credo Econell per la città e 28 Credo Citadell da 12 metri. Gli autobus sono stati prodotti dal Gruppo Kravtex-Kühne. Con l’arrivo dei nuovi autobus con cambio Allison sono diminuiti del 98,8 per cento i fermi macchina già nel terzo trimestre del 2013. Le performance della rinnovata flotta hanno inoltre confermato una maggiore efficienza con un consumo di carburante ridotto dal 13 a quasi il 31% per gli autobus standard e del 6% per quelli articolati.

verticale idraulico KV5 montato dietro l’asse posteriore. Consente l’accesso di persone con difficoltà motorie attraverso una porta dedicata, fornendo un ulteriore accesso al veicolo. Il sistema è automatico, tranne che per i corrimano che sono manuali. In caso di interruzione di energia elettrica, il sollevatore può essere utilizzato manualmente. Il KV5 è facile da installare e la provata robustezza (è stato testato a 350 kg) lo rende adatto ad un uso intensivo. Un’altra delle sue qualità è la bassa manutenzione richiesta. Masats ne offre due versioni (1600 o 1800) a seconda dell’altezza del pavimento.


BusToCoach on-line Magazine - Luglio-Agosto 2015

PAROLA D’ORDINE SMILE

Al 61° UITP World Congress & Mobility Exibition i costruttori internazionali hanno messo l’accento sulle proposte eco-sostenibili, con autobus di ultima generazione, a gas, elettrici e per sistemi BRT

IVECO BUS

Bus, marchio del gruppo CNH InIsuaveco dustrial, ha puntato sul gas, forte della esperienza nella trazione a metano con più di 5 mila veicoli in servizio in Europa e 1.400 autobus ‘made in China’, equipaggiati di motori Iveco Cng e prodotti localmente tra Pechino e Shanghai. In pedana è salito l’Urbanway da 12 metri con motore

trasversale verticale Cursor 8 Cng Euro VI (290 cv) e quattro bombole per il gas di tipo longitudinale da 320 litri ciascuna. Sette di questi Urbanway a metano prestano servizio all’Expo 2015 come bus navetta all’interno dell’area espositiva e in collegamento con i parcheggi. Il veicolo presentato all’UITP è nella versione low floor BHNS (Bus à Haut Niveau de Service) con illuminazione d’ambiente a Led, sezione vetrata sotto le finestre, 
sedili con schienale translucido e identificazione a Led del posto disabile. Dispone di 23 sedute e postazione rialzata per il conducente realizzata secondo gli standard EBSF (European Bus System of the Future). La gamma completa dell’Iveco Urbanway viene offerta con tre motorizzazioni (diesel, metano e ibrida elettrica), tre taglie (10,5, 12, 18 metri) e due allestimenti (Classic e BHNS).

ella città che in questi mesi ospita la madre di tutte le esposizioni, N l’Expo 2015, è andato in scena dall’8 al 10 giugno il 61° UITP World Congress&Mobility Exhibition, il congresso-expo mondiale dell’as-

sociazione internazionale del trasporto pubblico in calendario ogni due anni in una località diversa. Dopo Ginevra, il testimone è passato così a Milano. Più di 2.200 i delegati congressuali provenienti da 82 Paesi, 284 gli espositori, 15mila gli ingressi singoli di visitatori. Scandita dal motto ‘SMILE in the City’ questa 61esima edizione, dove SMILE sta per Sostenibilità, Mobilità, Innovazione, Lifestyle, Economia. Temi al centro delle numerose sessioni congressuali. E riproposti nella vetrina espositiva con motorizzazioni e sistemi di trazione a basso impatto ambientale per la parte autobus, rappresentata da una ventina di espositori, quasi tutti con un solo veicolo al seguito. Sempre numerosa, invece, la lista dei partecipanti sul fronte componentistica, accessori e servizi. Per la prossima edizione, il congresso/expo mondiale dell’UITP si trasformerà nel ‘Global Public Transport Summit’, il summit globale del trasporto pubblico. Stesso evento ma con mire più ambiziose. Appuntamento a Montreal, in Canada, nel 2017.

MAN TRUCK & BUS

ha giocato la carta dell’alta MAN capacità col Lion’s City GLA da 18,75 metri, modello che si è aggiudicato il titolo di ‘Bus of the Year 2015’ nella versione a metano. Anch’esso strutturato su cinque accessi, è equipaggiato di porte di larghezza doppia. Inedito il ‘caffè bar’ appositamente realizzato sul veicolo in fiera con tanto di macchina espresso Lavazza a bordo e materiali color mocca. Tra i punti di forza del Lion’s City GLA, il comando elettrico dell’articolazione che impedisce alla partenza uno spostamento sull’asse mediano (a snodo molto flesso) e la carrozzeria delle pareti laterali a elementi segmentati per semplificare le operazioni di sostituzione delle sezioni danneggiate. All’insegna della luminosità gli interni con il soffietto traslucido, le botole in vetro e l’illuminazione a Led a efficienza energetica (diodi lumino-

si). Nuovo il sedile conducente così come materiali e stoffe. E all’esterno, una livrea dedicata ai cento anni del marchio MAN con una selezione dei modelli più celebri di questi cento anni. Anniversario celebrato quest’anno all’insegna dello slogan “Driving the next century”.


NEL

parterre Mercedes-Benz ha debuttato in tutta la sua lunghezza il CapaCity L: ben 21 metri di stazza su quattro assi e cinque accessi. Un jumbo bus a snodo unico in grado di trasportare fino a 191 passeggeri. L’ideale per le linee ad alta frequentazione o i sistemi BRT (Bus Rapid Transit). Benché in taglia oversize, si lascia guidare agevolmente. Merito dell’innovativo sistema di comando ASA (Additional Steering Axle) dello sterzo elettroidraulico del quarto asse a cui si deve un diametro di volta contenuto a 24,47 metri e una fascia di

MERCEDES-BENZ

ingombro di 7,1 metri. A potenziare la sicurezza attiva ci pensa il dispositivo antiflessione ATC (Articulated Turntable Controller) di nuova concezione. Quanto al look, oltre alla versione standard derivata dal Citaro, come quella sotto i riflettori dell’Uitp, si può scegliere fra differenti combinazioni comprese nel pacchetto design Metro o Tram. Altra anteprima firmata Mercedes-Benz è l’M 936 G, motore a gas naturale in dotazione sui Mercedes Citaro NGT dal prossimo autunno. È un 7,7 litri da 222 kW (302 cv) con una coppia di 1.200 Nm a 1.200-1.600 giri.

VAN HOOL

Hool ha presentato un conVAN cept del suo Exqui.City per illustrare quanto si può fare per rendere il

livello di comfort, flessibilità, sostenibilità ambientale e costi. E allora finestre estese del 30%, superfici ottimizzate grazie ai motrasporto pubblico sempre più appetibile a tori nei mozzi ruota, maggiore spazio a bordo per i passeggeri in piedi con nuovi sedili richiudibili, materiali ecologici e più durevoli per il rivestimento dei sedili. E ancora, illuminazione d’ambiente con luce indiretta a Led in varie tonalità nella fascia centrale del soffitto, connessione WiFi, prese USB e comandi centralizzati in un monitor touchscreen da 22 pollici da cui l’autista tiene tutto sotto controllo. La gamma Exqui. City è stata introdotta nel 2011 con più di 110 veicoli venduti in diverse città europee.

Deriva dalla versione diesel di cui conserva monoblocco e testata cilindri a quattro valvole. L’alimentazione viene adattata al sistema di combustione a Ciclo Otto con miscela stechiometrica aria-gas (rapporto Lambda = 1), la più idonea a garantire basse emissioni e alte prestazioni. I limiti Euro VI sono ottenuti mediante il sistema di ricircolo dei gas di scarico raffreddati e un catalizzatore a tre vie. In questo modo si arriva a tagliare di oltre il 20% la CO2 rispetto a un motore diesel. All’UITP Mercedes-Benz ha inoltre presentato la piattaforma di servizi innovativi per la

mobilità attraverso l’affiliata moovel GmbH, leader mondiale con il marchio car2go nel segmento del car sharing flessibile. Con una apposita app per smartphone, disponibile gratuitamente per i dispositivi Android e IOS, si possono confrontare diverse offerte di mobilità (trasporti pubblici a breve e lungo raggio, car sharing, bike sharing, taxi o car pooling) e trovare così il modo ottimale per spostarsi da A a B. L’applicazione moovel è disponibile in tutta la Germania e spesso integra già le funzioni di prenotazione e pagamento.

SOLARIS

i veicoli per Solaris, entramDUE bi testimonial della rinnovata gamma Urbino con le versioni low floor

dell’Uitp volto a premiare piani ambiziosi e innovativi di mobilità per il raggiungimento dell’obiettivo del settore di raddoppiare la da 12 e 18 metri. Svelata alla IAA 2014 di quota mercato del trasporto pubblico entro Hannover, la nuova generazione di Urbino il 2025. propone un nuovo design, una struttura più leggera e robusta, porte allargate, maggiore comfort in vettura e una postazione di guida rivisitata in termini di ergonomia. L’ Urbino 12 monta motore Cummins ISB6.7E6 da 280 cavalli con cambio automatico Voith Diwa 6 mentre l’Urbino 18 è spinto dal Daf MX-11 da 370 cavalli con l’automatico ZF Ecolife. Il progetto del nuovo Urbino ha portato Solaris tra i vincitori del ‘Global Public Transport Awards 2015’, concorso


TRIS

d’autobus nello stand Otokar con motori Euro VI e una novità al centro: il Kent C nella nuova taglia da 10,8 metri. Un tre porte in configurazione low floor con 24 sedili e posto per 62 passeggeri in piedi più area carrozzella. In mostra anche

A

KARSAN

ltro tris di veicoli nello stand del costruttore turco Karsan. Sotto i riflettori il Jest da 5,8 metri, urbanino monoporta (autoportante) da 22 posti con pavimento ribassato e motore anteriore Fiat NEF4 da 126 cv, il turistico Star da 8,14 mt con due accessi, 31 sedili passeggero, 4,5 metri cubi di bagagliera e, della stessa taglia, l’urbano low floor Atak con allestimento per 50 passeggeri, carrozzella inclusa. Per gli ultimi due modelli la potenza del motore sale a 186 cv. Karsan è sbarcata in Europa da un paio d’anni con filiali attualmente operative in Francia e Italia.

OTOKAR

la versione da 12 metri del Kent C con 29 posti a sedere più 65 in piedi. Entrambi sono motorizzati col Cummins ISB6.7 Euro VI da 280 cv abbinato al cambio Voith Diwa 864,5. A completare il trio, il collaudato Vectio C da 9,26 metri in configurazione low entry a dop-

pio ingresso per 25 passeggeri seduti, 32 in piedi e carrozzella. Motore è il MAN D0836 LOH 73 Euro VI da 250 cv con cambio Voith Diwa 6. Leader del mercato turco per il quinto anno consecutivo con 2.843 autobus prodotti nel

2014, Otokar punta molto sul mercato europeo con la sua presenza in Italia, Spagna, Francia, Germania e Regno Unito. Per il prossimo Busworld di Kortijk ha in serbo un paio di primizie: un inedito autobus articolato da 18.75 mt e il Vectio C in una nuova taglia.

TEMSA

razione elettrica per Temsa che all’UITP T ha offerto una prima visione assoluta del nuovo MD9 Electricity. Un urbano da 9,5 metri equipaggiato di batterie TM4 prodotte in Canada da 160 kWh montate in parte vicino all’asse anteriore e in parte presso il posteriore così da distribuirne i pesi. Il motore elettrico a magneti permanenti sviluppa una potenza di 100 kW con picchi di 200 kW. L’autonomia è di 150 km. La configurazione di questo autobus è low entry a tre accessi con i primi due piani e il terzo a tre gradini. A bordo c’è posto per 25 passeggeri seduti e 20 in piedi oltre all’area carrozzella.

L’MD9 ElectriCity sarà in vendita dal 2016. Oltre all’elettrico, Temsa ha portato all’UITP l’LF12 Cng con motore Cummins ISL G a gas naturale (300 cv) abbinato al cambio Allison T350 R. Le bombole a tetto sono in materiale composito leggero. Lungo 12 metri, ha tre porte e alloggia un massimo di 92 passeggeri (da 29 a 35 i posti a sedere). Temsa sta lavorando a un’altra novità che presenterà in autunno al Busworld di Kortijk: l’LF12 Ibus dotato di telecomunicazioni e infrastruttura tecnologica per le informazioni in grado di gestire le esigenze di una città intelligente.


VOLVO BUSES

olvo Buses si è fatto avanti con il nuovo V urbano tutto elettrico, lo stesso esemplare che di lì a pochi giorni (il 15 giugno, per la

precisione) avrebbe poi fatto il suo debutto ufficiale sulla linea 55 di Göteborg, in Svezia, dove è stato fino ad oggi testato in condizioni reali di traffico (tre le unità previste più altre sette ibride, sempre Volvo). Il mezzo è spinto da un motore elettrico da 155 kW alimentato da batterie agli ioni di litio. L’interfaccia a tetto per la carica conduttiva mediante pantografo consente la ricarica rapida delle batterie in 6 minuti per un’autonomia di 10 km. Il tutto in modalità completamente automatica. Il veicolo misura 10.7 e ha una portata di 86 passeggeri. A bordo, illuminazione a Led,

O

prese di corrente, connessione Wi-Fi, selleria ottimizzata per il comfort dei passeggeri, sedili ripiegabili che il conducente può anche bloccare in posizione aperta, posto carrozzella. Tra le peculiarità, il doppio accesso fra i due assi con porte extra large e la cabina di guida tutta chiusa in stile tramviario con la postazione autista centrale e il cruscotto avvolgente Volvo. Per il momento è ancora un concept bus, la produzione in serie è infatti programmata per il 2017. L’elettrico testato a Göteborg fa parte di Electricity, una cooperazione tra enti e aziende per lo sviluppo, sperimentazione e valutazione di soluzioni innovative per il futuro del trasporto pubblico sostenibile.

IRIZAR

pzione elettrica pure per Irizar con il noto i2e, veicolo 100% elettrico lanciato nel 2014 e in servizio dallo scorso anno a Barcellona e San Sebastian (Spagna) nell’ambito del progetto europeo ZeEUS (Zero Emission Urban Bus System). Tre gli esemplari su strada. A questi si aggiungerenno altri due veicoli venduti a Londra e in consegna nel mese di luglio. Sviluppato e prodotto in casa dalle aziende del gruppo Irizar, l’i2e è low floor da

12 metri a tre porte equipaggiato di motore Siemens Elfa2 da 180 kW nominali, assali ZF, batterie al sodio-nichel da 376 kWh (riciclabili al 99%) e supercapacitori da 125 V per il recupero dell’energia in frenata. La portata è di 73 passeggeri, di cui 28 seduti più due carrozzelle. Il mezzo raggiunge una pendenza fino al 18% ed è dotato dello Start Assist che mantiene il bus si fermo su pendii. La funzione Eco Assist contribuisce invece a ottimizzare il consumo di energia e ad incrementarne l’autonomia. E a proposito di autonomia, il costruttore dichiara 200/250 km con una carica completa (6/7 ore), ovvero 14/16 ore nel denso traffico urbano a una velocità media di 17 km/h.

VDL BUS & COACH

nche VDL Bus & Coach spinge sulla traA zione elettrica. Dopo il lancio dell’elettrico a batterie Citea SLF da 12 metri all’UITP 2013 di Ginevra, inaugura ora la versione articolata da 18.15 metri. Il Citea SLFA ha un pavimento tutto piano, triplo accesso e spazio per 140 passeggeri. E’ alimentato da motore Siemens da 210 kW montato sull’asse posteriore. Le batterie sono al litio-ioni-nano (NMC) da 122 kWv. Il veicolo esposto è uno degli otto ordinati dalla KVB (Kölner Verkehrs-Betriebe) di Colonia, in Germania. È provvisto

S

di sistema di ricarica rapida a pantografo da 250 kW per una fornitura rapida di energia al capolinea. Le batterie vengono così ricaricate in 5-10 minuti. Per la ricarica completa si rimanda alla fascia notturna. Il pantografo è posizionato sul carrello anteriore sopra il secondo asse, agevolando così gli spostamenti a bordo in prossimità delle porte. Questi veicoli si contraddistinguono per lo speciale design BRT con il parabrezza inclinato che si raccorda alla sezione carenata del tetto e la fiancata dalle generose porte e finestrature.

SCANIA

oluzione ibrida low entry per Scania. con il biogas prodotto dai rifiuti o dal letaVisto per la prima volta alla IAA di me. Hannover lo scorso autunno, è l’ibrido Citywide. Si tratta di un ibrido parallelo da 12 metri (disponibile anche nella variante articolata da 18 mt) qui proposto col 9 litri Scania Euro VI da 320 cv ad alimentazione biodiesel e motore elettrico da 150 kW. La trasmissione è affidata al cambio automatizzato Opticruise a 12 marce. Le batterie da 650 volt sono agli ioni di litio e si trovano nella parte anteriore del tetto. Sempre Scania ha messo in vetrina il motore Euro VI da 9 litri (280 cv) che può essere alimentato


BYD

BOZANKAYA

cinese BYD ha presentato il suo LA elettrico Ebus-12 di ultima generazione con peso ridotto, potenziamento del-

ltra anteprima dell’UITP 2015 è la verA sione articolata dell’elettrico Sileo della turca Bozankaya. Un 18 metri azionato da

quattro ruote motorizzate ZF con potenza di 120 kW ciascuna e alimentato da batterie al litio-ferro-fosfato da 300 kWh montate in una sezione carenata del tetto anteriore. Sui 300 km l’autonomia dichiarata dal costruttore con possibilità di ricarica in un paio d’ore. Il pavimento è ribassato su tutta la lunghezza dell’autobus e alloggia da un minimo di 39 passeggeri seduti a un massimo di 51 oltre a 90/110 in piedi. Assali

L’

e sterzo sono targati ZF. Il veicolo è sviluppato e prodotto da Sileo, azienda tedesca che fa parte di Bozankaya. La carrozzeria è costruita in Turchia e il mezzo assemblato in Germania.

EBUSCO

olandese Ebusco è specializzata nella progettazione, sviluppo e vendita di veicoli a trazione elettrica. All’ultima IAA di Hannover aveva presentato l’elettrico Ebusco 2.0, nuova versione dell’urbano low floor da 12 metri realizzato dalla

(due unità) nella precedente versione ed è in fase di test a Roma dallo scorso febbraio. Al prossimo Busworld si vedrà la variante da le batterie e conseguente diminuzione dei 18 metri e il due piani per Londra da 10,2 pacchi batteria da tre a due, maggiore spazio metri con motori nei mozzi ruota mentre il in vettura per un massimo di 87 passeggeri midi da 8 metri è già disponibile in Cina. di cui 27 seduti, layout più conforme agli standard europei, migliorata visibilità e una postazione protetta per la sicurezza del personale di guida. Due i motori di trazione da 90 kW. Le batterie al ferro-fosfato da 270 kWh possono essere montate in varie posizioni in modo da consentire layout flessibili e soddisfare le richieste del cliente. Il produttore dichiara un’autonomia di 260 km nel traffico urbano con una singola carica. Non manca il sistema di recupero dell’energia in frenata. In questa nuova edizione, l’elettrico di BYD è in via di fornitura in 35 unità all’aeroporto Schiphol di Amsterdam. In Italia circola invece da un paio d’anni a Milano

cinese Golden Dragon ma con componentistica tutta europea. Assali ZF, struttura in alluminio Alcoa, apparati elettrici Ebusco, strumentazione Actia. Le batterie da 311 kWh sono collocate sul tetto e sul retro del veicolo, il tempo di ricarica è di 1,6 ore e l’autonomia in città dichiarata è di 300 chilometri. All’UITP Ebusco ha annunciato la chiusura di un contratto con la società di trasporto pubblico parigino RATP per la fornitura del suo nuovo elettrico entro il mese di settembre.

PVI

ncora elettrici sotto l’insegna del grupA po francese PVI, divisione Gepebus. In passerella l’elettrico Oreos 4x da 9 metri

mediante un braccio che fuoriesce dall’autobus e consente la ricarica in 15 secondi. Il necessario per poter raggiungere la fermata con rinnovato design degli interni. Posto successiva tra i 600 metri e il chilometro di guida più spazioso, nuovo pannello stru- di distanza. Tale sistema è in funzione dal menti, apertura porte modificata verso l’in- novembre 2014 all’aeroporto di Nizza. terno. E’ un low entry a doppio accesso con 48 posti totali più carrozzella. Motore PVI sullo sbalzo posteriore con potenza nominale di 103 kW e batterie agli ioni di litio da 170 kW montate sul tetto e ricaricabili in sei/otto ore. Autonomia intorno ai 140 km. In consegna entro l’estate alla francese RATP undici di questi veicoli. Sempre PVI ha presentato il sistema Watt per il trasferimento rapido di energia ai supercapacitori

H

HIGER

iger è uno dei maggiori costruttori di autobus in Cina con una capacità produttiva di oltre 27 mila bus e telai all’anno. All’UITP si è presentato attraverso l’importatore locale DGI Srl che propone i modelli turistici da 9 e 12 metri, non esposti.

D

MCV

all’Egitto è arrivato MCV con l’S 130 realizzato per il mercato francese. Misura 13,5 metri ed è un low entry a due porte costruito su telaio MAN con motore Euro V. MCV ha una filiale nel Regno Unito da una decina d’anni.

Altri articoli sui Saloni Internazionali: www.bustocoach.com/it/node/2439/articoli_nref_eventi


BusToCoach on-line Magazine - Luglio-Agosto 2015

18 METRI DI GRANDE EFFETTO Dopo il 12 metri, il nuovo Solaris Urbino si presenta anche nella versione da 18 metri. Estetica dinamica, comfort per i passeggeri e tre livelli di potenza

scorso ottobre abbiamo potuto tocLO care con mano i pregi del nuovo Urbino 12 sulla pista catalana del Parc Motor Castellani. Ora è la volta della versione articolata da 18 metri che sulla pista di Vairano, in Italia, ha dimostrato tutta la sua maneggevolezza. Subito dopo aver fatto da protagonista allo stand Solaris all’UITP 2015 di Milano e prima di partire per un tour di 2.100 chilometri in sette giorni per presentarsi a 11 aziende pubbliche di trasporto italiane.

Dopo aver ottenuto riconoscimenti internazionali per il design, anche in occasione dell’UITP, il nuovo Urbino è stato premiato per il design, nell’ambito del concorso ‘Global Public Transport Awards 2015’. Premio giustamente meritato da in veicolo completamente riprogettato rispetto al modello precedente e che

anche nell’estetica denota spunti originali e un accattivante effetto di dinamicità. In particolare, è stato accentuato il tratto classico del parabrezza a base inclinata, aggiungendovi l’eleganza dei gruppi ottici, degli archi

ruota e del profilo superiore del tetto. Come per il 12 metri, anche il nuovo Urbino 18 presenta un comportamento su strada eccellente. All’azione favorevole delle sospensioni a ruote indipendenti sull’asse anteriore èè


ZF RL 85 EV si può inoltre aggiunge il nuovo sistema di regolazione progressiva delle sospensioni per meglio adattarle alle caratteristiche della strada o richiedere l’ESC (Electric Stability Control). Alla stabilità di marcia contribuisce anche SOLARIS

l’abbassamento del centro di gravità del veicolo, ottenuto a partire dall’abbassamento del tetto di 50 millimetri, pur mantenendo una altezza interna libera di 2.285 millimetri. Diminuisce quindi l’ingombro totale in altezza che passa dai 3.250 millimetri del precedente

NUOVO URBINO 18

Lunghezza mm 18.000 Larghezza mm 2.550 Altezza con AC mm 3.100 Passo mm 5.900+6.000 Sbalzo anteriore mm 2.700 Sbalzo posteriore mm 3.400 Posti a sedere 44+1 Motore Paccar/Daf MX-11 Euro VI Cilindrata cc 10.800 Potenza kW 210 / 240 / 271 a 1.650 giri Coppia Nm 1.200 / 1.400 / 1.600 a 1.650 giri Cambio Voith / ZF Peso a vuoto kg 16.430

modello ai 3.100 del New Urbino 18. Cambiano anche le distanze tra gli assi con un allungamento a 5.900 del primo (era 5.130) e un accorciamento a 6.000 mm del secondo

(era 6.770), mantenendo invariate le misure degli sbalzi anteriore e posteriore. Così facendo, si riesce ad aumentare dai precedenti 17 agli attuali 23 il numero dei sedili passeggero accessibili direttamente da pavimento, senza podesti e in gran parte montati a sbalzo dalle pareti. La struttura del veicolo è stata completamente ridisegnata per offrire maggiore rigidità e resistenza e nello stesso tempo ridurne il peso. Il nuovo Urbino 18 pesa a vuoto circa 700 chili in meno della versione precedente, ossia passa da 10.890 a 10.170 chili. In linea con le più moderne tecniche costruttive, i collegamenti tra i profilati di acciaio orizzontali e verticali sono stati rinforzati inserendo elementi di giunzione prestampati. Da notaèè


re che il pavimento utilizza una combinazione di fogli di acciaio inossidabile (integrati con la struttura portante) e compensato, quindi resistente ed isolante. Migliorata anche la distribuzione dei carichi sugli assi con una diminuzione su quello motore, ottenuta con il posizionamento del serbatoio del gasolio da 340 litri sopra al secondo asse e spostando verso la parte anteriore dell’autobus la maggior parte dei serbatoi dell’aria compressa. E per la manutenzione, l’accesso agli apparati tecnici è stato migliorato grazie a sportelli laterali che ora si aprono di 170 gradi (40 gradi in più) e i pannelli esterni sono facilmente smontabili e sostituibili. All’interno del nuovo Urbino non

si rilevano vibrazioni di sorta e la silenziosità è assicurata da un livello massimo del rumore pari a 74,8 decibel (dichiarato dal costruttore), ben al di sotto dei valori richiesti dalle normative

internazionali. A vantaggio del comfort per i passeggeri anche la maggiore larghezza delle quattro porte (1.250 millimetri) per una altezza di 2.020, illuminazio-

ne interna a Led e prese USB per la ricarica di cellulari o altro. Rinnovata anche la postazione di guida, ora più ergonomica, con sedile sollevato di 50 millimetri per migliorare la visibilità attraverso il parabrezza panoramico. In quanto a catena cinematica, il nuovo Urbino 18 si affida al motore DAF/Paccard MX 11 da 10,8 litri di cilindrata, disponibile in tre fasce di potenza: 210, 240 e 271 kW. Rientra nei parametri Euro VI mediante la combinazione del sistema di ricircolo parziale dei gas (EGR), più riduzione catalitica (SCR) e filtro antiparticolato. E per il cambio si può scegliere tra gli automatici ZF o Voith.

Altri articoli su Solaris: www.bustocoach.com/it/node/961/articoli-costruttore-europa


BusToCoach on-line Magazine - Luglio-Agosto 2015

1906 - Landauver

DALLE CARROZZE AGLI AUTOBUS

120 anni di attività per lo stabilimento Iveco Czech Republic di Vysoké Mýto. Dai primi passi di Josef Sodomka nel 1895 fino a diventare oggi il maggiore sito produttivo di Iveco Bus

1925 - Praga Mignon

1928 - Skoda 125 1938 - Skoda 606 ND Lux

veco Bus ha celebrato il 120° Anniversario Isoké dalla fondazione dello stabilimento di VyMýto, in Repubblica Ceca. Era infatti il 1895 quando Josef Sodomka avviò la propria officina per la costruzione di carrozze e carri speciali. Dopo 30 anni, nel 1925, il salto di qualità con l’avvio della produzione di carrozzerie di autovetture quali la Praga Mignon (1925), la Lancia Astura (1934), la Aero 50 Arizona (1939) e la Maybach del 1942. Nel 1928 inizia a produrre carrozzerie per autobus su telaio Skoda 125. Tre anni dopo, il nome dell’azienda cambia in Carrosserie Sodomka per diventare Karosa con la nazionalizzazione del 1948.

1947 - Skoda 706 RO

Prosegue negli anno l’espansione produttiva con la realizzazione di autobus su telaio Skoda per tutti i Paesi dell’Europa dell’Est. Nel 1988 Karosa ottiene lo status di impresa indipendente e avvia collaborazioni produttive con le aziende tedesche Karl Kässbohrer (Setra) e Neoplan. Con il processo di privatizzazione del 1993, Renault V.I. entra nel capitale azionario di Karosa e dopo cinque anni ne controlla la maggioranza. Entrerà quindi a far parte di Irisbus Holding S.L., la società fondata nel 1999, e che unifica le divisioni autobus di Iveco e Renault V.I. Dopo soli quattro anni, Iveco rileva le quote di Renault e controlla il 100% di Irisbus.

1954 - Karosa T500 HD

Vysoké Mýto 1895-2015

1895 1925 1928 1931 1947 1948 1958 1960 1965

-

Fondazione della Josef Sodomka. Inizio produzione carrozzerie auto. Primo bus su telaio Skoda 125. Nuovo logo Carrosserie Sodomka. Primo bus su telaio Skoda 706 RO. La Sodomka viene nazionalizzata e prende il nome di Karosa. - Inizio produzione Skoda 706 RTO. - Nuovo logo Karosa. - Inizio produzione autobus serie SM (26.554 unità prodotte). 1981 - Inizio produzione autobus serie 700 (31.164 unità prodotte). 1993 - Privatizzazione di Karosa e partecipazione di Renault V.I. 1995 - Inizio produzione autobus serie 900 (12.944 unità prodotte). 1996 - Inizio produzione scuolabus Recreo. 1999 - Iveco e Renault fondano Irisbus. 2002 - Inizio produzione autobus Ares. 2003 - Iveco rileva il 100% di Irisbus. 2006 - Inizio produzione autobus Crossway. 2007 - Cessazione del brand Karosa. 2010 - Inizio produzione autobus Citelis. 2013 - Nasce CNH Industrial e il nuovo brand Iveco Bus.


e

1958 - Skoda 706 RTO Lux

1982 - Karosa B731

1996 - Karosa C934 2001 - Irisbus Ares 15m

1958 - Skoda SM 11 Nello stabilimento di Vysoké Mýto, oltre agli autobus Irisbus Ares, Recreo e Crossway, continuano ad essere prodotti anche i modelli Karosa fino al 2007, quando il marchio cessa di essere utilizzato e sullo stabilimento salgono le insegne di Iveco Czech Republic. Oggi, Iveco Czech Republic fa parte di Iveco Bus, a sua volta marchio di CNH Industrial, società fondata nel 2013. Disposto su un’area di oltre 225mila m2, lo stabilimento di Vysoké Mýto è il più grande sito produttivo di Iveco Bus e tra le maggiori realtà produttive di autobus in Europa. L’impianto ha prodotto finora oltre 24.000 veicoli Crossway, di cui circa 3.200 nel corso del 2014. La produzione include anche Crossway Low Entry, Line, POP e PRO nonché i veicoli Urbanway equipaggiati di vari motori e disponibili in numerose versioni. Disposto su un’area di Con i suoi 3.100 dipendenti, a cui si aggiungono circa 1.700 terzisti, nel 2014 l’impianto di Vysoké Mýto ha prodotto 3.288 autobus, di cui il 94% per il mercato europeo, tra cui in particolare la Francia, seguita da Germania, Benelux, Slovacchia e Italia. Lo sviluppo dei veicoli avviene in stretta collaborazione con il centro ricerca e sviluppo di

2003 - Karosa B961

1968 - Skoda SD 11

1969 - Skoda SD 11 Superlux

Vénissieux (vicino Lyon) e più del 20% dei componenti sono prodotti in Francia, di cui molti nello stabilimento di Annonay (dove sono prodotti anche i telai e i modelli Urbanway e Magelys), mentre anche i motori Cursor Euro VI di Iveco sono prodotti a Bourbon-Lancy (Saône-et-Loire) da FPT Industrial (Fiat Powertrain Technologies), altra società del Gruppo CNH Industrial. Nel 2013, in seguito all’audit previsto, Vysoké Mýto ha vinto la medaglia di bronzo World Class Manufacturing, il programma metodologico internazionale che valuta l’organizzazione dei sistemi produttivi per la gestione degli stabilimenti secondo gli standard più elevati al mondo. In occasione delle celebrazioni per i 120 anni dello stabilimento di produzione, è stato presentato il Bus Design Centre di Vysoké Mýto, uno spazio dove i clienti avranno la possibilità di scegliere soluzioni tecniche e materiali per la realizzazione dell’autobus più rispondente alle loro esigenze di lavoro.

2005 - Irisbus Arway

1991 - Karosa B741

1996 - Karosa C935E Récréo 2009 - Irisbus Crossway


BusToCoach on-line Magazine - Luglio-Agosto 2015

ANNUNCI

AUTOBUS USATI IN VENDITA NOGE - Touring

Classe Veicolo: Classe III Prima immatricolazione: Giugno 2013 km 127.600 Prezzo Iva esclusa: 115.000 euro Lunghezza: 10 metri Posti: 41+1+1 Motore: Man, Euro V, 435 cv Cambio: automatizzato ZF As-tronic Accessori: Rallentatore, A.C., Impianto audio-video, Frigorifero. Venditore: VDL Italia, Spilamberto (MO). Tel: +39 059 78 29 31 E-mail: info@vdlbuscoach.it

IVECO/SORA - Daily 45.10 Classe Veicolo: Classe A Prima immatricolazione: 1998 km 347.064 Prezzo Iva esclusa: 6.000 euro Lunghezza: 6 metri Posti: 10+1 o 7+3H+1 Motore: Iveco, Euro II, 103 cv Cambio: manuale 5 marce Accessori: A.C., Impianto audio, pedana disabili. Venditore: Stefanelli SpA, Cazzago di Pianiga (VE). Tel: +39 335 78 70 831 E-mail: gaier@stefanelli-spa.it

IVECO - Daily 50C18 Classe Veicolo: Classe III Prima immatricolazione: 2010 km 245.493 Prezzo Iva esclusa: 34.000 euro Lunghezza: 7 metri Posti: 19+1 o 16+1 Motore: Iveco Euro IV, 177 cv Cambio: manuale a 6 marce Accessori: Rallentatore, A.C., Impianto audio. Venditore: Stefanelli SpA, Cazzago di Pianiga (VE). Tel: +39 335 78 70 831 E-mail: gaier@stefanelli-spa.it


ANNUNCI

BusToCoach on-line Magazine - Luglio-Agosto 2015

AUTOBUS USATI IN VENDITA

INDCAR - Mago 2

Classe Veicolo: Classe III Prima immatricolazione: Maggio 2008 km 380.000 Prezzo Iva esclusa: 70.000 euro Lunghezza: 8,85 metri Posti: 29+1+1 Motore: Iveco Euro IV, 218 cv Cambio: manuale a 6 marce Accessori: Rallentatore, A.C., Impianto audio-video, Frigorifero. Venditore: Masciulli Viaggi Srl, Bucchianico (CH) Tel: +39 0871 382 259 / +39 335 6370 806 E-mail: info@masciulliviaggi.it

CACCIAMALI - Thesi 59.12 Classe Veicolo: Classe III Prima immatricolazione: 2001 km 400.000 Prezzo Iva esclusa: 15.500 euro Lunghezza: 7,6 metri Posti: 24+1 Motore: Iveco Euro II, 122 cv Cambio: Manuale 5+1 Accessori: Rallentatore, A.C., Impianto audio, Veicolo in ottime condizioni Venditore: Stefanelli SpA, Cazzago di Pianiga (VE). Tel: +39 335 78 70 831 E-mail: gaier@stefanelli-spa.it

VDL - Futura FDH 127-365 Classe Veicolo: Classe III Prima immatricolazione: 2009 km 881.250 Prezzo Iva esclusa: 83.000 euro Lunghezza: 12,7 metri Posti: 59+1+1 Motore: Daf, Euro V, 362 cv Cambio: automatizzato ZF As-tronic Accessori: Rallentatore, A.C., Impianto audio-video, Frigorifero. Venditore: VDL Italia, Spilamberto (MO). Tel: +39 059 78 29 31 E-mail: info@vdlbuscoach.it

IVECO - Euroclass HD

Classe Veicolo: Classe III Prima immatricolazione: Aprile 2002 km 382.000 Prezzo Iva esclusa: 23.000 euro Lunghezza: 12 metri Posti: 53+1+1 Motore: Iveco, Euro V, 375 cv Cambio: automatizzato ZF As-tronic Accessori: Rallentatore, A.C., Impianto audio-video, Frigorifero. Venditore: VDL Italia, Spilamberto (MO). Tel: +39 059 78 29 31 E-mail: info@vdlbuscoach.it

MERCEDES - Sprinter Classe Veicolo: Classe III Prima immatricolazione: Marzo 2008 km 360.000 Prezzo Iva esclusa: 45.000 euro Lunghezza: 7,4 metri Posti: 19+1 Motore: Mercedes Euro IV, 184 cv Cambio: manuale a 6 marce Accessori: A.C., Impianto audio-video, Frigorifero. Venditore: Masciulli Viaggi Srl, Bucchianico (CH) Tel: +39 0871 382 259 / +39 335 6370 806 E-mail: info@masciulliviaggi.it

Vuoi VENDERE il tuo autobus usato?

Fai il tuo annuncio su BusToCoach Magazine e sul sito www.bustocoach.com. Scarica la scheda Segui le istruzioni e le modalità di pagamento e inviala a bustocoach@bustocoach.com

Vuoi proporre OFFERTE SPECIALI per i tuoi prodotti? Fai il tuo Annuncio su BusToCoach Magazine. Scarica la scheda Segui le istruzioni e le modalità di pagamento e inviala a bustocoach@bustocoach.com

CERCHI Autobus nuovi o usati, Ricambi, Servizi o altro? Fai il tuo annuncio su BusToCoach Magazine. È GRATIS Compila la scheda e inviala a bustocoach@bustocoach.com

Altri Autobus Usati in vendita: www.bustocoach.com/it/content/annunci


BusToCoach on-line Magazine - Luglio-Agosto 2015

OFFERTE SPECIALI

ANNUNCI

Profile for Transport Web & C. SNC

BUSTOCOACH EUROPEAN ON-LINE MAGAZINE - Luglio-Agosto 2015  

BusToCoach è la prima piattaforma online completamente GRATUITA. Offre informazione sui veicoli per il trasporto persone in Europa attravers...

BUSTOCOACH EUROPEAN ON-LINE MAGAZINE - Luglio-Agosto 2015  

BusToCoach è la prima piattaforma online completamente GRATUITA. Offre informazione sui veicoli per il trasporto persone in Europa attravers...