{' '} {' '}
Limited time offer
SAVE % on your upgrade.

Page 1

Transport Web Snc - www.bustocoach.com

EUROPEAN ON-LINE MAGAZINE - Gennaio/Febbraio 2020

Bus To Coach

SCANIA INTERLINK

PRIMI LNG IN EUROPA APPUNTAMENTI - MERCATO ITALIA - MERCATO EUROPA - FINANZIAMENTI - DAIMLER - GUIDA AUTONOMA - OTOKAR - SCANIA - RUBRICHE


RIVISTA ON-LINE abbinata a www.bustocoach.com - Genn./Febbr. 2020 RUBRICHE

BusToCoach

European on-line magazine Direttore responsabile

Marino Ginanneschi

marino.ginanneschi@bustocoach.com

Redazione e rapporti internazionali

Elena Prearo

elena.prearo@bustocoach.com

FLASH NEWS In diretta dal mondo dei trasporti.

Pubblicità

HIGH TECH STORE Akasol, Equipemake, Konvekta, XCharge.

FILO DIRETTO

ANNUNCI Uno spazio per vendere e comprare.

E-mail: bustocoach@bustocoach.com

Amministrazione

Transport Web & C Snc I 20148 Milano Via Versilia 22

E-mail: bustocoach@bustocoach.com Internet: www.bustocoach.com Registrazione Tribunale di Milano n. 140 del 16/03/2012

***

APPUNTAMENTI Il calendario fieristico del 2020.

MERCATO ITALIA Il 2019 si è chiuso al ribasso.

MERCATO EUROPA In leggera crescita ma non in tutti gli Stati.

FINANZIAMENTI 2,2 miliardi per il TPL italiano.

IN PRIMO PIANO

BusToCoach® Magazine è inviato mensilmente via mail a 12.000 operatori europei del trasporto passeggeri in autobus. Se vuoi iscriverti alla nostra mailing list comunicalo a: bustocoach@bustocoach.com

DAIMLER GUIDA AUTONOMA Stampa 3D per i ricambi A Torino debutta la Mercedes e Setra. navetta di Local Motors.

OTOKAR Il turistico Ulyso T da 10 metri di lunghezza.

SCANIA I primi Interlink LD a gas naturale liquido.


VECTIO U

39 POSTI A SEDERE IN 9,3 METRI. Disponibile anche con sollevatore e in versione Low Entry.

DA 7 A 12 METRI

SEMPRE IL “LINEA” IDEALE Distributore per lʼItalia: Mauri Bus System Srl Via Caravaggio, 8 - 20832 Desio (MB) - Italy Office +39 0362 626247 - Fax +39 0362 629189 - www.mauri-bus.it


FLASH NEWS

BusToCoach on-line Magazine - Gennaio/Febbraio 2020

CROSSWAY PER LE LINEE ABRUZZESI

IL PRIMO EFFICIENT HYBRID IN ITALIA

veco Bus ha consegnato un lotto di 20 autobus interurbani compagnia di trasporto pubblico marchigiano START Il’80% alla Società Unica Abruzzese (TUA), azienda che gestisce LA ha preso in consegna il primo MAN Lion’s City Effidel servizio abruzzese di trasporto pubblico passegge- cientHybrid per il mercato italiano. Il Lion’s City Hybrid 12C

ri. I veicoli oggetto della fornitura sono gli Iveco Crossway Line da 12,1 metri a due accessi. Mezzi equipaggiati di motore Euro VI con l’FPT Cursor9 da 360 cv abbinato al cambio automatico ZF EcoLife. L’allestimento prevede 49 posti a sedere e 27 in piedi, spazio attrezzato per sedia a rotelle e relativa pedana di imbarco/ sbarco. Nella dotazione è compreso l’impianto di estinzione automatica degli incendi nel vano motore, cartelli indicatori, impianto TVCC con telecamera per il controllo della porta posteriore e telecamera posteriore di retromarcia. I nuovi autobus vanno a potenziare un parco mezzi di circa 900 unità tra interurbani, urbani e suburbani, per circa il 50% a marchio Iveco Bus.

MAN FIRMA IL RINNOVO A TRIESTE

A

rrivati per Natale i nuovi autobus di Trieste Trasporti. Sono 19 MAN Lion’s City M A37 da 12 metri con motore MAN D0836 da 213 kW (290 cv) e cambio automatico con rallentatore idraulico ZF6 a sei velocità. La dotazione di bordo prevede 24 sedute e 74 posti in piedi, spazio carrozzella e rampa elettrica sulla porta centrale. I mezzi sono equipaggiati di sospensioni a controllo elettronico con sistema di sollevamento e inginocchiamento laterale alle fermate. Non manca il dispositivo anticollisione per un supporto attivo all’autista nel controllo dell’area frontale, di quella laterale durante le svolte e, in particolare, dell’angolo morto. Questi 19 MAN Lion’s City A37 seguono i 25 MAN Lion’s City A47 consegnati a fine 2018 oltre agli 8 Lion’s City snodati da 18 metri e ai 17 Lion’s City A37 da 12 metri immatricolati nel 2017.

P

A NAPOLI SFILANO GLI ULTIMI ARRIVI

arata di autobus nel Capoluogo campano il 27 dicembre per presentare alcuni degli ultimi acquisti dell’Agenzia Campana Mobilità, Infrastrutture e Reti (ACaMIR). Nel piazzale antistante la Stazione Marittima di Napoli ha sfilato una rappresentanza di 34 autobus. Contrassegnati dal marchio Iveco, una decina di Crossway Line da 12 metri con motore Cursor 9 da 360 cv e cambio automatico ZF a 6 marce, un Urbanway da 12 metri ad alimentazione ibrida seriale con ultracapacitori e 10 Daily Mobi 7 allestiti da Indcar su telaio Iveco. Per la gamma Menaribus, una decina di Citymood Urbani da 10 metri e un Citymood a gas naturale da 12 metri. Infine, una coppia di Setra 431 a due piani. I veicoli sono stati assegnati mediante una serie di gare indette tra la fine del 2017 e il 2018 e aggiudicate nel corso del 2018. 

equipaggiato con EfficientHybrid è un ribassato da 12 metri provvisto di motore-generatore elettrico MAN-Nidec montato in uscita al motore termico (MAN D1556 Euro 6d da 243 kW) con la funzione di generatore di corrente, motorino d’avviamento e ‘boost’ alla partenza. Il condensatore di energia Ultracap da 48V si trova sul tetto, mentre il generatore di avvio, oltre a fungere da generatore durante il rallentamento e la frenata sfruttando l’energia meccanica generata per produrre corrente di recupero, funge anche da motore elettrico, trasformando l’energia elettrica ricavata in precedenza in energia cinetica. La funzione ‘start&stop’, poi, spegne automaticamente il motore diesel alle fermate e ai semafori consentendo una riduzione del consumo di carburante (ipotizzato tra il 15% e il 20%), delle relative emissioni inquinanti e del rumore (già molto contenuto) che si riduce a zero.

RECCO-GENOVA IN ELETTRICO

elettrico E-Way di Iveco Bus debutta sulla ReccoL' Genova, prima linea servita con un autobus tutto elettrico al di fuori dell’area urbana genovese. L’evento

era già stato annunciato lo scorso 25 novembre nell’ambito di un convegno all’interno di SmartWeek Genova 2019. «Siamo in presenza di una reale innovazione nel mondo del TPL», aveva sottolineato Carlo Malerba, vice presidente e amministratore delegato di ATP Esercizio, «sia perché il bus opererà sulla più lunga linea in Italia servita con mezzo full electric (circa 19 km) sia perché frutto di un accordo tra Iveco Bus ed ATP Esercizio secondo il quale ATP utilizzerà il bus in usufrutto secondo una formula di ‘pay per use’, fatto ad oggi senza precedenti nel mondo del TPL in Italia ed in coerenza con le più recenti teorie della performance economy».

TURISMO NATALIZIO IN TRENINO

tornayo a Grosseto “Marino il Trenino”, servizio di trasporÈ to turistico proposto in occasione del periodo natalizio dalla compagnia di trasporto locale TIEMME. Il mezzo in questione è un

Muson River 1894 della Dotto Trains, locomotiva su gomma con due vagoni per una capacità di 20 posti a sedere. Partito il week end del 7/8 dicembre, sarà di nuovo su strada dal 21 dicembre all’Epifania lungo un itinerario turistico che si snoda per le vie del centro storico di Grosseto. Inviariato a 2 euro il costo del biglietto che può anche essere acquistato in vettura. Il trenino è a disposizione anche per il noleggio, le occasioni possono essere le più varie, da un compleanno al matrimonio fino a sagre e feste di paese. Maggiori informazioni sul sito www.tiemmespa.it Leggi le News complete su: https://bustocoach.com/


FLASH NEWS

BusToCoach on-line Magazine - Gennaio/Febbraio 2020

TANTI TELAI VOLVO PER MARCOPOLO

BUSINOVA FUEL CELL IN FRANCIA

produttore francese Safra ha annunciato di aver vinto una più grande operatore di Santiago, Subus, ha preso in IL consegna 120 nuovi autobus su telaio Volvo con carroz- IL gara d’appalto per la fornitura di 5 autobus a celle a comzeria Marcopolo. I veicoli sono dotati del sistema di controllo bustibile ad Auxerre. Il contratto include sia la fornitura che la ma-

automatico della velocità Volvo, un dispositivo che utilizza la connettività tramite GPS per identificare tratti critici con alti tassi di incidenti e limitare la velocità massima indipendentemente dalle azioni del conducente. Questa tecnologia ha ridotto del 50% le collisioni di autobus BRT a Curitiba, in Brasile, dove il sistema è in uso da un anno. I 120 autobus Volvo sono alimentati da un motore conforme alle norme sulle emissioni Euro VI. L’equipaggiamento include un sistema di frenatura elettronica a disco, sospensioni elettroniche, sistema di gestione della flotta Volvo e I-Coaching.

ELETTRICI BYD-ADL PER LONDRA

nutenzione completa dei veicoli. Consegne entro la fine del 2020. Gli autobus presteranno servizio sulla linea 1 della rete di trasporto LEO, dove copriranno ciascuno circa 200 mila chilometri all’anno. Il rifornimento verrà effettuato in una stazione di idrogeno che sarà allestita ad Auxerre. Con questa nuova flotta, la città francese vanterà una delle prime linee di autobus in Francia a funzionare esclusivamente a idrogeno. Il Businova H2 di Safra ha una motorizzazione costituita da un potente motore elettrico (250 kW) alimentato da un pacco batteria da 132 kWh, il tutto associato a una cella a combustibile Symbio da 30 kW. L’idrogeno è stipato a 350 bar in un serbatoio da 30 kg. L’autonomia dichiarata dal produttore è di oltre 350 chilometri.

A ORLÉANS GLI ELETTRICI IRIZAR

più grande compagnia di autobus di Londra ha LA preso in consegna 11 autobus elettrici puri della gamma BYD-ADL Enviro200EV per la Route 100 di

Go-Ahead. I veicoli a piano singolo misurano 9,6 metri e sono equipaggiati di 24 posti per una capacità totale di 66 passeggeri. La trasmissione comprende un motore elettrico da 330 kWh e batterie BYD al ferro-fosfato. L’autonomia dichiarata dal produttore è di circa 241 chilometri per carica. In questa fornitura rientra anche il 100° BYD ADL Enviro200EV per Go-Ahead London. «Con questo modello a piano singolo di BYD ADL abbiamo effettuato più di 6,3 milioni di km e risparmiato oltre 5.500 tonnellate di CO2 », dichiara Go-Ahead London.

AMBIENTAZIONI PARTICOLARI

vviata a Orléans, Francia, la conversione energetica A dell’intera flotta di autobus entro il 2025. Dopo la sperimentazione di veicoli elettrici di vari marchi partita

nel 2017, lo scorso 19 dicembre è stato aggiudicato da Orléans Métropole il primo contratto applicativo per l’acquisizione di autobus elettrici a ricarica lenta standard (5 ore). Sarà il produttore basco Irizar a fornire i veicoli. Inizialmente, è previsto l’acquisto di 29 unità per l’entrata in servizio nella prima metà del 2021. Si tratta di modelli da 12 metri con capacità fino a 90 passeggeri (30 sedili) e un’autonomia di 220 chilometri (questa prestazione è garantita per 15 anni). Il budget 2020 di Orléans Métropole ammonta a 44,3 milioni di euro per il materiale rotabile elettrico (autobus, minibus per il trasporto su richiesta e il trasporto di persone a mobilità ridotta, ecc.), per i punti di ricarica dei veicoli e l’adattamento dei depositi con la costruzione di un terzo.

endere il trasporto pubblico attraente con speciali ambienR tazioni a bordo veicolo così che il viaggio in autobus possa diventare un’esperienza. È la filosofia dell’operatore tedesco Omni-

busverkehr Spillmann che già da alcuni anni si distingue per i suoi mezzi unici. E in quest’ottica rientrano i cinque nuovi Mercedes Citaro (quattro ibridi e un articolato) recentemente consegnati all’azienda. Ogni veicolo ha un equipaggiamento a tema. A bordo dello ‘Skipper’, per esempio, sembra di stare su una nave con il pavimento fatto di assi e le pareti laterali stampate che offrono ai passeggeri una vista sul mare aperto o sulle spiagge sabbiose. Esperienza lunare nel bus ‘Astronomia’ dove il pavimento è stampato come la superficie della luna e le pareti mostrano una vista dalla luna sulla terra e nell’universo. Sul ‘Bietigheim’ si gode dei panorami salienti della regione di Bietigheim-Bissingen. Il pavimento di questo autobus ha un design in pietra di cava. Design colorato Anni 60 sulle pareti della vettura ‘Vintage’ con corrimano in acciaio non trattato old style. Nell’articolato Citaro i colori dei sedili creano quattro diverse zone.

SU MISURA PER I POMPIERI AUSTRIACI

vigili del fuoco dell’Alta Austria (Landes-FeuerwehrverIveicolo band Oberösterreich) hanno scelto un autobus Scania come per le operazioni logistiche e tattiche. Il mezzo in que-

stione è un Interlink HD equipaggiato per un triplice impiego: posto di comando mobile, unità di personale e veicolo di trasporto. Nell’abitacolo ci sono 35 posti e quattro tavoli che, all’occorrenza, possono essere facilmente rimossi mediante un meccanismo di sgancio rapido. Vi è anche un angolo cottura, servizi igienici e deposito bagagli. Oltre alle dotazioni standard, l’autobus è equipaggiato di barre luminose blu, luci lampeggianti blu e una sirena. La velocità è stata limitata a 110 km/h. Leggi le News complete su: https://bustocoach.com/


FLASH NEWS

BusToCoach on-line Magazine - Gennaio/Febbraio 2020

RAFAKO COSTRUISCE ANCHE AUTOBUS

AUTOBUS ELETTRICI KARSAN IN ROMANIA

ocietà polacca specializzata nel settore delle centrali elettriproduttore turco ha recentemente annunciato un accordo S che, Rafako diventa costruttore di autobus elettrici. Ci sono IL con la municipalità di Dej, in Romania, per la fornituvoluti non più di tre anni, fa sapere Rafako, per produrre un ra di 20 autobus elettrici entro il 2020. L’accordo fa seguito

ebus. Modello da 8,5 metri per il traffico cittadino e il trasporto scolastico. La batteria NMC ha un’autonomia di 150 km ed è installata all’interno del telaio invece che sul tetto, il che limita l’altezza del veicolo a 3.200 millimetri. A bordo c’è spazio per 65 passeggeri, con 23 posti a sedere e due ribaltabili. Il 17 dicembre scorso sono cominciati i test di guida nella città polacca di Toruń. Secondo il portavoce della società, Marek Marczak, il primo modello di scuolabus (Gymbus) dovrebbe completare la fase di test e sviluppo nel 2020. L’obiettivo di Rafako è di inserirsi nel settore degli autobus elettrici di taglia ridotta puntando sulla forte domanda di ebus in Polonia. L’Agenzia polacca per lo sviluppo industriale (ARP) stima la domanda di autobus elettrici in Polonia fino a 800 unità nei prossimi anni.

VOLVO PER IL RINNOVO IN INDIA

alla gara d’appalto del Fondo di sviluppo regionale dell’Unione Europea per l’ammodernamento dei trasporti pubblici nella regione. L’ordine comprende 16 autobus Atak Electric e 4 Jest Electric. L’Atak da 8 metri in versione elettrica è alimentato da motore BMW con 230 kW di potenza e 2400 Nm di coppia. Il veicolo è equipaggiato di cinque batterie da 44 kWh sviluppate da BMW. Le batterie possono essere ricaricate in 5 ore in corrente alternata o in 3 ore con le unità di ricarica in corrente continua. L’autonomia dichiarata è di 300 km. Il più compatto Jest misura 6 metri ed è anch’esso equipaggiato di motore BMW (125 kW) e batterie da 44 o 88 kWh. L’autonomia stimata è di 210 km.

RAMPINI SBARCA IN FRANCIA

entrata in servizio poco prima di Natale la prima È navetta 100% elettrica per la cittadina di Niort, nella Francia centro-occidentale. Si tratta dell’E60, veicolo

olvo Buses ha consegnato nuovi veicoli alla Karnataka V State Road Transport Corporation (KSRTC), azienda di proprietà governativa con la più grande flotta di autobus

Volvo tra le società di trasporto statali in India. Ammontano a circa 600 gli autobus ad oggi forniti alla KSRTC. L’ultima consegna include un lotto di 55 veicoli. Tutti equipaggiati di sospensioni anteriori indipendenti Volvo, cambio Volvo I-Shift e programma di stabilità elettronica. Gli autobus sono conformi agli standard dell’industria automobilistica indiana in materia di sistemi di rilevamento e soppressione incendi, frenata, accelerazione, illuminazione, multiplex, posizione e tracciamento del veicolo, pulsanti antipanico.

DUE PIANI PLAXTON IN SCOZIA

progettato e prodotto dal costruttore italiano Rampini. Un minibus da 6 metri a trazione elettrica con una capacità fino a 35 passeggeri e piattaforma ribassata completa di postazione carrozzella. È alimentato da motore Siemens con potenza massima di 122 kW. L’autonomia dichiarata dal produttore è di circa 120 km (o 10 ore) per un impiego in ciclo urbano. Il sistema di trazione elettrica con celle litio ferrite (143 kWh) è interamente realizzato da Rampini. Assale anteriore a ruote indipendenti tipo ZF, posteriore Rampini. A marzo 2020 la flotta sarà completata con la consegna di altri due E60. I veicoli effettueranno servizio lungo la tratta Colline Saint-André–Centre Ville.

SOLARIS URBINO A DUBROVNIK

città conosciuta come la “perla dell’Adriatico” pooperatore Scottish Citylink ha preso in consegna 18 auL' tobus a due piani Panorama da Plaxton, un marchio di LA tenzierà la flotta di autobus con nuovi veicoli Solaris. L’ordine è stato inoltrato dall’operatore locale Libertas DuAlexander Dennis Limited (ADL).

I veicoli sostituiscono i bipiano sulla rotta Citylink 900 tra Glasgow ed Edimburgo, uno dei servizi di autobus espressi più frequenti in Europa. I nuovi Plaxton Panorama sono dotati di 79 posti con ampio spazio per le gambe dei passeggeri. Le dotazioni di bordo includono tavoli pieghevoli, luci di lettura, supporti per dispositivi mobili e caricabatterie USB e wireless in ogni posto. Al piano inferiore, i posti a sedere sono previsti attorno a due tavoli con dispositivo di ricarica wireless integrato. I 18 pullman verranno gestiti da Stagecoach West Scotland e Parks of Hamilton per conto di Scottish Citylink.  

brovnik e comprende 11 urbani a pianale ribassato della gamma Solaris Urbino 12. I veicoli saranno consegnati entro la metà del 2020, in tempo utile per far fronte all’intenso traffico passeggeri della stagione turistica. Gli autobus avranno una capacità di 85 posti, di cui 24 a sedere, e saranno dotati di un efficiente impianto di climatizzazione, di un sistema di informazione ai passeggeri con display a LED interni e di un impianto di videosorveglianza con telecamere che, oltre a monitorare l’abitacolo, tengono sotto controllo anche la strada di fronte al veicolo. La trazione sarà affidata a un motore da 270 kW conforme allo standard Euro 6D e abbinato a un cambio automatico completo di un programma economico per la riduzione dei consumi. Leggi le News complete su: https://bustocoach.com/


FLASH NEWS

BusToCoach on-line Magazine - Gennaio/Febbraio 2020

330 VOLVO-PREVOST PER NEW YORK

DIMOSTRAZIONE DI COMFORT

revost, la filiale americana di Volvo Buses, si è aggiudicata è recentemente concluso in Turchia un tour dimostrativo P il più grosso ordine in termini di valore con i due contratti SI di Allison Transimission per gli operatori del trasporto siglati con la Metropolitan Transportation Authority (MTA) turistico di Ankara, Cappadocia e Kayseri. Il roadshow ha of-

dello Stato di New York per un massimo di 330 autobus (un ordine di 307 veicoli con consegne 2020-2022 e opzioni per 23 unità aggiuntive). «Siamo sinceramente orgogliosi e grati per la continua fiducia che MTA ripone nel team Volvo assegnando a Prevost il più grande ordine fino ad oggi conseguito nella storia dell’azienda. Continuiamo a servire i nostri clienti con una forte attenzione ai tempi, affidabilità e assistenza. MTA ha la flotta di autobus più grande del Nord America e vogliamo fare la differenza per i cittadini di New York», ha dichiarato Håkan Agnevall, presidente di Volvo Buses. L’ordine consente a Volvo Buses di raddoppiare la produzione di autobus presso lo stabilimento Prevost di Plattsburgh, città dello Stato di New York.

TUBINGA SCEGLIE L’eCITARO

TANTI IBRIDI VDL NELLE FIANDRE

operatore belga ha commissionato il suo più grande L' quantitativo di autobus VDL. Sono 200 ibridi della gamma VDL Citea. Di questi, 80 sono VDL Citea SLE-

opo numerosi test, la compagnia di trasporti tedesca D Stadtwerke Tübingen ha scelto l’elettrico eCitaro di Mercedes-Benz. A dicembre il primo viaggio ufficiale sulla

rete di Tubinga, città universitaria del Baden-Württemberg, dove le pendenze arrivano fino al 17,5%. Il veicolo è equipaggiato di batterie ad alta tensione con una capacità totale di 292 kWh per garantire l’autonomia necessaria. L’abitacolo offre sedute Inter Star Eco e aree di appoggio imbottite sulla parete laterale. La dotazione di sicurezza include il sistema di assistenza alla frenata attiva ‘Preventive Brake Assist’ e il sistema di assistenza alla sterzata ‘Sideguard Assist’.

A

ferto la possibilità di testare le trasmissioni automatiche Allison su un autobus turistico della gamma Otokar Sultan Comfort. Modello in questione un veicolo in taglia 7 metri equipaggiato di motore Euro 6 da 107 kW e cambio Allison T2100 xFE a 6 marce. La trasmissione utilizza un convertitore di coppia al posto della frizione meccanica con una conseguente riduzione di costi di manutenzione e riparazione. Serkan Temizsoy, membro del consiglio direttivo dell’Associazione Trasportatori del Turismo (TTDER), ha ribadito che il suo obiettivo è quello di fornire servizi in Turchia all’altezza degli standard europei.

AD AMBURGO GLI ELETTRICI MAN

nche Amburgo punta sulla mobilità elettrica con una fornitura per 17 Lion’s City E commissionati a MAN Truck & Bus dalla società di trasporto pubblico Verkehrsbetriebe HamburgHolstein (VHH). Sono mezzi da 12 metri in consegna nella seconda metà del 2020. A fine dicembre 2019, VHH ha ricevuto un veicolo demo con il quale ha iniziato a fare esperienza nell’impiego quotidiano. Il contratto simbolico per la consegna degli autobus era stato siglato direttamente presso lo stand MAN al Busworld di Bruxelles lo scorso ottobre. Il Lion’s City 12 E alloggia fino a 88 passeggeri ed è equipaggiato di motore centrale e batterie a ioni di litio (NMC) con sei moduli da 480 kWh. Autonomia dichiarata dal costruttore: 270 Km in condizioni favorevoli, 200 km in tutte le stagioni e per tutta la vita delle batterie.

120 Hybrid e 120 VDL Citea SLFA-180 Hybrid. Le prime consegne sono previste per la seconda metà del 2020. Gli autobus presteranno servizio in varie località delle Fiandre. Il 12 metri con ingressi ribassati è spinto da un motore elettrico da 160 kW ed è dotato di un pacco batterie ad alta potenza da 32 kWh. L’articolato a pianale ribassato ha un motore elettrico da 240 kW combinato con un pacco batterie ad alta potenza da 64 kWh. Tutti gli ibridi sono inoltre dotati di un generatore Euro 6 da 180 cv a 4 cilindri in grado di caricare la batteria. «Grazie alla combinazione di un sistema ibrido seriale e di un pacco batteria tecnicamente avanzato, la nuova generazione di Citea ibridi può essere guidata elettricamente più della metà delle volte», sottolinea il produttore.

ELETTRICI IRIZAR IN PORTOGALLO

ono in funzione nella città di Braganza i primi autobus eletS trici Irizar per il Portogallo. Si tratta di una coppia di Irizar ie bus da 10,8 metri con due accessi e una capacità totale di 76

passeggeri con 28 sedute, 2 sedili pieghevoli e area per sedia a rotelle. L’autonomia dichiarata da Irizar è di 220 chilometri e la quantità di energia a bordo è di 350 kWh. I mezzi vengono ricaricati durante la notte in 3/4 ore mediante caricatori interoperabili con presa Combo 2. La batterie, così come l’elettronica, le comunicazioni e i principali sistemi del veicolo, sono sviluppati dal Gruppo Irizar. Ogni veicolo è dotato di prese USB sui sostegni passeggero per la ricarica dei dispositivi mobili. Leggi le News complete su: https://bustocoach.com/


BusToCoach on-line Magazine - Gennaio/Febbraio 2020

EVENTI DA NON PERDERE NEL 2020

Tra i saloni europei in programma quest’anno, il Busworld Turchia, l’European Mobility Expo di Parigi, la IAA di Hannover, la FIAA di Madrid e in Italia l’IBE di Rimini olti gli appuntamenti nell’agenda europea M dell’autobus 2020. Per quanto riguarda i saloni, si parte in prossimità della primavera

con il Busworld Turchia che torna a Istanbul dal 5 al 7 marzo. Dall’1 al 4 aprile è invece di scena la Polonia con il Warsaw Bus 2020. A giugno ci si sposta in Francia con la rassegna biennale che fino alla scorsa edizione portava il nome di Transport Publics e che ora diventa ‘European Mobility Expo’. Sempre a Parigi, la manifestazione rimane focalizzata sulle innovazioni in tema di trasporto pubblico e sostenibile con un ricco programma di conferenze e dibattiti e una vetrina dedicata a veicoli, componentistica, accessori e servizi. Il salone si terrà dal 16 al 18 giugno. A settembre tornerà invece a tenere banco la IAA di Hannover, il salone internazionale del veicolo commerciale con camion, furgoni, autobus e rimorchi in passerella. Tra le novità in serbo per la 68esima edizione, che si svolgerà dal 24 al 30 settembre, uno spazio tutto dedi-

cato all’autobus con la ‘Bus Area’. Esclusivamente riservata al comparto autobus è la FIAA che, dopo un anno di pausa (l’ultima edizione risale al maggio 2017) riaccenderà i riflettori alla fiera di Madrid. L’edizione 2020 sarà spostata nel periodo autunnale, dal 6 al 9 ottobre. Un mese, quello di ottobre, che vedrà la presenza di altri saloni dedicati all’autobus come l’Autocar Expo di Lione, in Francia, in programma dal 14 al 17 ottobre, l’International Bus Expo (IBE) di Rimini, in Italia, dal 22 al 24 ottobre e il Busworld Russia (Mosca, 26-28 ottobre). A novembre (3-5) sarà la volta dell’Euro Bus Expo di Birmingham, nel Regno Unito. A tutto questo si aggiungono altre importanti manifestazioni specialistiche (IT-Trans, Germania 3-5 marzo) e conferenze sui temi caldi dell’innovazione. Per il quadro completo e tutti i riferimenti logistici, consultare il sito BusToCoach alla directory https://bustocoach.com/storico-eventi/ Altri articoli sugli Eventi Internazionali: https://bustocoach.com/articoli-eventi/


BusToCoach on-line Magazine - Gennaio/Febbraio 2020

MERCATO ITALIA 2019 IN CALO

Gli autobus immatricolati nel 2019 si riducono del 7% (dati ANFIA). La flessione interessa principalmente i veicoli del TPL. Salgono scuolabus e minibus innovo del parco autobus in retromarcia. R Secondo le rilevazioni dell’Associazione nazionale filiera industria automobilistica

autobus da turismo ma in misura decisamente più contenuta (-5%). In controtendenza i minibus (+8,1%) e gli (ANFIA), le immatricolazioni si riducono del scuolabus (+9%). 7% nel 2019. I nuovi veicoli su strada con Scomposto per aree geografiche, il dato ptt superiore alle 3,5 tonnellate ammontano a sull’immatricolato risulta negativo nel Nord Italia (-19%) diversamente dal Centro-Sud 4.249 rispetto ai 4.567 del 2018. A pesare di più è la performance del comparto dove la richiesta di nuovi autobus aumenta TPL con una perdita di 14,6 punti percentuali, del 5,6%. in buona parte da imputare agli autobus inte- Rispetto ai sistemi di alimentazione, i veicoli rurbani (-28,7% a fronte di un calo del 4,6% a trazione alternativa salgono a 623 con un incremento del 37% e una quota mercato del per gli urbani). La flessione riguarda anche il segmento degli 15% rispetto al 10% del 2018. Di questi, la fetta più grossa è quella degli autobus a metano/ AUTOBUS NUOVI IN ITALIA GNL con 303 unità. Va 2019 2018 Var. % però detto che l’incidenSegmenti (Classe EU) za di tali veicoli risulta in AUTOBUS CITY (I) 1.408 1.476 -4,6 diminuzione del 21% riAUTOBUS INTERCITY (II) 751 1.053 -28,7 spetto ai quantitativi della stagione passata. Totale Autobus TPL 2.159 2.529 -14,6 Sono invece in crescita AUTOBUS TURISTICI (III) 854 899 -5,0 le motorizzazioni ibride MINIBUS 654 605 +8,1 gasolio/elettriche con 255 veicoli rispetto ai 19 immaSCUOLABUS 582 534 +9,0 tricolati l’anno precedente. Totale 4.249 4.567 -7,0 Gli elettrici puri sono appena 65 contro i 53 messi Fonte: Anfia su strada nel 2018.


BusToCoach on-line Magazine - Gennaio/Febbraio 2020

EUROPA A DUE VELOCITÀ

IMMATRICOLATO EUROPA (fonte ACEA)

STATI

P

2016

2017

2018

2019

AUSTRIA

899

1.043

1.244

1.125

1.163

3,4%

BELGIO

923

714

869

1.060

1.310

23,6%

BULGARIA

n.d.

n.d.

n.d.

n.d.

n.d.

n.d.

CROAZIA

122

186

204

224

278

24,1%

CIPRO

n.d

n.d.

n.d.

n.d.

n.d.

REPUBBL. CECA

In controtendenza è la Francia che presenta il primo saldo attivo (+8,8%) degli ultimi cinque anni. Nel Nord Europa, i mercati recuperano in buona parte le perdite accumulate nel 2018. E in questo fanno meglio l’Olanda (+66,4%) e la Svezia (+41,6%). Anche ad Est prevale il segno + con la Romania in testa alla classifica (+47,4%), seguita da Croazia (+24,1%) e Slovenia (+19,5%). La Repubblica Ceca smorza gli entusiasmi e lima i guadagni all’1,4% mentre la Slovacchia volge in negativo (-13,1%). Ancora in recupero la Grecia, con un risultato identico a quello messo a segno nella stagione passata (+38,4%). Bene anche il Portogallo (+17,8%). Nel Baltico, vento in poppa in Estonia (+47,1%) diversamente da Lettonia (-14%) e Lituania. Quest’ultima ripiega del 26% dopo l’impennata del 2018 con il 77% di nuovi autobus su strada. La migliore performance si registra nell’area di libero scambio EFTA (European Free Trade Association). Precisamente in Norvegia dove è boom di immatricolazioni: da 1.002 a 2.296 con un progresso di 129,1 punti percentuali. Grazie a questo exploit, il totale Europa+EFTA sale del 4,5%.

n.d.

2019-2018 D%

1.350

1.013

804

1.203

1.220

1,4%

DANIMARCA

532

736

856

574

535

-6,8%

ESTONIA

230

172

212

136

200

47,1%

FINLANDIA

Il comparto europeo dell’autobus archivia il 2019 con un incremento dell’1,8%. Bene i mercati del Nord ed Est Europa. In flessione il bacino occidentale ositivo, ma di poco, il comparto autobus nei 27 Paesi dell’Unione Europea. Nonostante il trend ribassista del secondo semestre 2019, la stagione si chiude con un incremento dell’1,8%. Risultato sostanzialmente in linea con quello del 2018 (+1,3%). Gli autobus con ptt superiore alle 3,5 tonnellate immatricolati tra gennaio e dicembre 2019 ammontano a 42.838 rispetto ai 42.068 targati l’anno precedente. Fonte è l’Associazione europea dei produttori automobilistici (ACEA). Dall’analisi dei dati, emerge un’Europa a due velocità. Quella occidentale viaggia in retromarcia mentre il ritmo a cui procede il Nord ed Est Europa consente al mercato UE di restare in terreno positivo. Tra i Paesi del fronte occidentale, replicano la performance negativa del 2018 la Germania, che arretra del 3,7%, la Spagna (-2%), anche se quest’ultima riesce a contenere le perdite (nel 2018 il calo era del 5,7%), e soprattutto il Regno Unito dove i nuovi autobus su strada si riducono dell’11,9% rispetto all’anno precedente. L’Italia inverte la rotta e, dopo un quinquennio in salita e un 2018 più che brillante con un immatricolato cresciuto del 36,7%, arriva a perdere il 7,1%.

2015

526

586

514

475

593

24,8%

FRANCIA

7.345

6.593

6.329

6.230

6.780

8,8%

GERMANIA

6.137

6.683

6.697

6.687

6.437

-3,7%

GRECIA

129

191

190

263

364

38,4%

UNGHERIA

546

408

642

659

705

7%

IRLANDA

313

362

339

446

445

-0,2%

2.419

2.791

3.357

4.573

4.249

-7,1%

LETTONIA

251

179

245

114

98

-14%

LITUANIA

192

263

392

696

515

-26%

LUSSEMBURGO

251

205

239

217

273

25,8%

ITALIA*

OLANDA

344

840

888

562

935

66,4%

POLONIA

1.739

1.987

2.288

2.687

2.471

-8%

PORTOGALLO

254

354

361

510

601

17,8%

2.309

1.102

1.031

1.324

1.952

47,4%

SLOVACCHIA

379

364

403

351

305

-13,1%

SLOVENIA

163

188

183

169

202

19,5%

SPAGNA

2.617

3.299

3.527

3.329

3.261

-2%

SVEZIA

1.330

1.333

1.301

931

1.318

41,6%

REGNO UNITO

8.483

9.140

8.342

7.523

6.628

-11,9%

UNIONE EUROPEA

ROMANIA

39.783

40.732

41.452

42.068

42.838

1,8%

ISLANDA

95

235

156

109

79

-27,5%

NORVEGIA

970

1.398

1.190

1.002

2.296

129,1%

SVIZZERA

745

699

712

1.013

961

-5,1%

EFTA

1.810

2.332

2.058

2.124

3.336

57,1%

TOTALE EU+EFTA

41.593

43.064

43.510

44.192

46.174

4,5%

*) Stima Anfia, basata sui dati del Ministero dei Trasporti italiano.


BusToCoach on-line Magazine - Gennaio/Febbraio 2020

STANZIATI FONDI PER GLI ECOBUS Firmato il decreto interministeriale per il riparto dei 2,2 miliardi di euro alle Regioni italiane, destinati all’acquisto di nuovi bus ecologici per il TPL MIT (Ministero delle Infrastrutture e IL dei Trasporti) ha ufficializzato lo scorso 8 gennaio la firma del decreto interministe-

riale che ripartisce alle Regioni 2,2 miliardi di euro per l’acquisto di nuovi autobus ecologici adibiti al trasporto pubblico locale e alle relative infrastrutture, sulla base delle disposizioni contenute nel Piano Strategico Nazionale della Mobilità Sostenibile. «L’obiettivo», si legge in un comunicato del MIT, «è quello di rinnovare il parco autobus con mezzi meno inquinanti (elettrici, a metano o a idrogeno) e più moderni, riducendo l’età media del parco vetture per promuovere il miglioramento della qualità dell’aria, ricorrendo a tecnologie innovative in linea con gli STANZIAMENTI 2019-2033

Regioni Sud

Mln €

Campania 161,3 Sicilia 142,2 Puglia 119,4 Calabria 79,1 Sardegna 74,9 Abruzzo 70,8 Molise 54,2 Basilicata 52,6

Centro nord Lombardia Lazio Veneto Emilia R. Piemonte Toscana Liguria Marche FVG Umbria Valle D’Aosta

Mln € 310,4 240,4 161,5 153,9 148,9 118,7 88,4 76,8 62,9 51,7 31,5

accordi internazionali e con le disposizioni normative dell’Unione Europea». Nello stesso decreto, firmato dal MIT di concerto con il Ministero dello sviluppo economico e dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, oltre alle modalità di erogazione e ai vincoli di destinazione, sono riportate le diverse graduatorie, sia relative all’attribuzione dei punteggi e all’assegnazione delle risorse applicando gli indicatori previsti dal DPCM, sia quelle relative alle Regioni del centro Nord e del Sud, per tenere conto nell’assegnazione delle risorse del criterio di proporzionalità rispetto alla popolazione residente nelle Regioni del Sud. Lo stanziamento prevede inoltre che alle regioni del Sud sia destinato circa il 35% delle risorse stanziate. Viene anche stabilito che le risorse assegnate nel primo triennio (fino al 50% del contributo concesso) possano essere destinate alla realizzazione della rete infrastrutturale per l’alimentazione alternativa. Questo il commento della ministra Paola De Micheli alla firma del decreto: «In tante città, soprattutto nella pianura padana ma non solo, è emergenza smog. Serve una rivoluzione nella mobilità urbana: abbiamo assegnato 2,2 miliardi alle Regioni per l’acquisto di nuovi autobus ecologici. 400 milioni andranno alle città».


COMPONENTI ON LINE Su www.bustocoach.com trovi tutti i Fornitori di componenti per autobus in Italia e in Europa.

Cerca la scheda di presentazione dell’azienda direttamente ai link

https://bustocoach.com/fornitori-in-italia/ https://bustocoach.com/fornitori-in-europa/

Scegli la categoria di prodotto che ti interessa ai link

https://bustocoach.com/componenti-in-italia/ https://bustocoach.com/componenti-in-europa/

e leggi la scheda dei componenti offerti.

HIGH TECH STORE

BusToCoach on-line Magazine - Gennaio/Febbraio 2020

AKASOL

EQUIPMAKE

produttore tedesco di siIL stemi di batterie agli ioni di litio ad alte prestazioni, sta

fornendo la tecnologia che verrà impiegata da Alstom nella produzione seriale del primo treno al mondo alimentato a celle a combustibile. La società fornirà sistemi di batterie per oltre 40 treni Coradia iLint commissionati dall’Autorità di trasporto della Bassa Sassonia e dalla Reno/Main Regional Transport Association. I primi sistemi di batterie (compresi apparecchi di riscaldamento e raffreddamento) sono previsti in consegna nella seconda metà del 2020 e tutti i 40 sistemi dovrebbero essere recapitati entro il 2021. Ogni treno Coradia iLint è dotato di due sistemi di batterie con una capacità totale di 220 kWh. L’energia elettrica generata dalla frenata viene immagazzinata nei sistemi di Akasol e rilasciata ai motori elettrici quando il treno accelera. «Siamo orgogliosi del fatto che entro il 2022 il Rhein-Main-Verkehrsverbund (RMV) avrà la più grande flotta al mondo di treni passeggeri a celle a combustibile operanti nella regione di Taunus con i Coradia iLint. La propulsione a celle a combustibile consente un trasporto ferroviario privo di emissioni anche su binari non completamente elettrificati. I sistemi di batteria Akasol stanno contribuendo in modo decisivo alla trasformazione energetica».

XCHARGE

Charge e Stromnetz Berlin hanno rifornito il più grande X progetto di ricarica per autobus elettrici a Berlino con caricabatterie veloci da 30 cc e una capacità totale di oltre 3 MW.

La stazione di ricarica viene gestita dalla BVG di Berlino per alimentare la flotta di autobus fornita da Daimler-Evobus e Solaris sin dalla messa in servizio a inizio 2019. I prodotti di XCharge sono progettati su base modulare per far fronte alle future espansioni di capacità. Con le funzioni OTA che includono il monitoraggio remoto e il suo sistema di manutenzione senza problemi, l’intera soluzione è progettata per migliorare l’efficienza di ricarica della flotta di autobus ottimizzando il consumo di energia. Attualmente, oltre 30 mila punti di ricarica prodotti da XCharge operano in Cina, Europa e Australia, erogando oltre 12 GWh di energia ogni mese.

società britannica LA Equipmake specializzata nell’elettrificazione automobilisti-

ca, ha presentato l’ultima versione del suo telaio EBus per autobus elettrici. La nuova versione a pianale ribassato del suo pionieristico telaio elettrico EBus è destinata ai veicoli a due piani. «EBus avrà autonomia sufficiente per un giorno di funzionamento senza necessità di ricarica e può utilizzare batterie più piccole grazie all’ottimizzazione del riscaldamento e del raffreddamento del bus per massimizzare l’efficienza energetica complessiva», dichiara il produttore. Progettato e sviluppato a Norfolk, nel Regno Unito, EBus utilizza due motori APM200 di Equipmake da 220 kW ciascuno, batterie agli ioni di litio di ultima generazione e un avanzato sistema di controllo della potenza. Le prove del nuovo telaio sono cominciate lo scorso dicembre. Intanto Equipmake è già nella fase finale di collaudo di un telaio ribassato per bus a piano singolo con prove in servizio a partire dal 1 trimestre 2020 in Argentina con il produttore di veicoli commerciali brasiliano Agrale che lancerà per l’autobus elettrico a Buenos Aires nel 2021.

KONVEKTA

eat2GO è un sistema di accuH mulo termico latente modulare a ricarica rapida per bus ur-

bani elettrici. Questo concetto di riscaldamento privo di emissioni ed efficiente dal punto di vista energetico è frutto del più recente progetto di ricerca della joint venture fra l’Istituto Fraunhofer per i sistemi di traffico e infrastrutture e lo specialista del clima Konvekta. Heat2GO è adatto per l’OppCharger così come per un caricatore da deposito. Con la ricarica di opportunità, non solo le batterie degli autobus vengono rifornite nei punti di ricarica rapida, ma anche il sistema di accumulo di calore latente viene ricaricato in pochi minuti. L’energia termica prodotta durante la carica viene utilizzata, se necessario, direttamente per il riscaldamento della cabina interna senza energia aggiuntiva dalle batterie. «I test hanno avuto molto successo e il sistema ha funzionato anche meglio del previsto», precisa Konvekta. «Il sistema Heat2GO ha raggiunto una capacità di riscaldamento di 20 kW e temperatura interna di 18 ° C con una capacità del sistema di 13,5 kWh».


BusToCoach on-line Magazine - Gennaio/Febbraio 2020

produzione di ricambi con stampa LA tridimensionale riveste un ruolo sempre più importante per la divisione au-

tobus di Daimler. Forte di un’esperienza di oltre 25 anni nei processi di stampa 3D per autocarri e prototipi, il costruttore tedesco utilizza tale tecnologia anche sugli autobus per realizzare componenti complessi ma non rilevanti per la sicurezza, come i tappi in plastica per impianti in metallo e cerniere. «Già oggi sono stati stampati circa 780 componenti speciali», precisa Daimler Buses, «inoltre si sta valutando la fattibilità della stampa 3D per 150 ricambi. Sono realizzati in plastica poliammidica di alta qualità, con stampanti 3D all’avanguardia basate sul processo di stampa SLS -Selective Laser Sintering». La stampa 3D consente anche di produrre componenti metallici per la successiva installazione sui veicoli. «I pezzi di ricambio risultano perfino più robusti dei componenti convenzionali in quanto il processo di stampa 3D utilizzato è un microscopico processo di saldatura». Con la stampa tridimensionale è poi possibile ottenere qualsiasi geometria desiderata, anche portale, quattro aree UN tematiche (UpTime, Monitor, Drive, Commerce), maggiori opportunità. È OMNI plus ON, sito web dedicato all’assistenza digitale di Daimler Buses. Lo scorso ottobre è stato lanciato

DAIMLER SPINGE SUI RICAMBI 3D

Potenziare questa tecnologia per arrivare a stampare direttamente nei centri OMNIplus i pezzi di ricambio per i clienti. È l’obiettivo di Daimler Buses

per i ricambi complessi dell’autobus. Daimler Buses punta a potenziare questa tecnologia con l’obiettivo di stampare direttamente in casa i pezzi di ricambio per i clienti.

l’eShop OMNIplus, negozio digitale integrato nel portale dove viene offerta, 24 ore su 24, l’intera gamma dei ricambi originali per i bus Mercedes-Benz e Setra.

«Per la fine del 2020 la stampa 3D dei ricambi potrà avvenire direttamente presso i BusWorld Home e i ricambi potranno essere personalizzati in base alle esigenze del cliente».

Accessibile da qualsiasi dispositivo mobile, OMNIplus e-shop ha un funzionamento rapido e intuitivo: basta salvare la flotta di veicoli nel sistema, selezionare il

mezzo e visualizzare direttamente i ricambi adeguati. E con un click si può sapere se i componenti desiderati sono disponibili anche presso il proprio punto di assistenza OMNIplus Sull’eShop è poi possibile prenotare online servizi digitali come OMNIplus Uptime e a questo se ne aggiungeranno altri in preparazione. L’introduzione dell’eShop OMNIplus ha coinvolto i mercati delle 14 filiali in Europa e la rete verrà successivamente estesa.

I vantaggi dei ricambi 3D sono evidenti e molteplici. Innanzitutto i tempi. «L’intero processo, dalla progettazione alla consegna, richiede solo qualche giorno». A ciò ne consegue una riduzione dei costi e una maggiore sostenibilità ambientale. Così come una maggiore flessibilità e personalizzazione del prodotto. «A partire da metà 2020, OMNIplus sarà anche in grado di fornire componenti personalizzati in 3D per gli interni del bus». Il processo verrà gestito su OMNIplus eShop nel portale On (vedi box) dove i dati personalizzati potranno essere caricati direttamente. I componenti potranno poi essere sostituiti dal cliente in tutta comodità. Altri articoli su Daimler Buses: https://bustocoach.com/costruttore/evobus-italia-spa/


BusToCoach on-line Magazine - Gennaio/Febbraio 2020

rima sperimentazione in Europa dello P shuttle OLLI a guida autonoma prodotto dalla statunitense Local Motors.

È Torino a fare da laboratorio urbano grazie alla sfida tra città europee, il challenge internazionale di Local Motors, vinta lo scorso anno da Torino (insieme ad Amsterdam) per la selezione dei migliori contesti urbani di sperimentazione dello shuttle a guida autonoma. Tra i partner del progetto, oltre alla città di Torino e Local Motors, il Centro Internazionale di Formazione (ITCILO), l’Università degli Studi di Torino, Reale Mutua, IREN, Cirfood, Autolinee Nuova Benese. La fase di test è partita nel mese di gennaio presso il campus delle Nazioni Unite ITCILO

NAVETTA AUTONOMA A TORINO

Avviata nel Capoluogo piemontese la sperimentazione su strada del minibus elettrico a guida autonoma OLLI prodotto da Local Motors con componenti stampati in 3D

dove il veicolo effettuerà un servizio di trasporto riservato agli studenti e agli ospiti del campus. La sperimentazione durerà di quattro mesi. La navetta automa OLLI è un innovativo veicolo elettrico a guida autonoma con l’80% dei componenti realizzato in stampa tridimensionale. Il mezzo è equipaggiato di sensori LiDAR (7 unità) che consentono di vedere a 360 gradi in tempo reale, GPS, videocamere ottiche e

software di guida autonoma. L’attività e la sicurezza dei viaggi è monitorata anche da un controllore in persona in ogni momento. Lungo appena 3.945 millimetri, largo 2.041 e alto 2.637 (altezza interna 1.921), OLLI ospita otto passeggeri seduti ed è alimentato da una coppia motori Protean Pd18 integrati nella ruota con una potenza massima di 160 kW. La batteria ha una capacità massima 18,5 kWh (16,2 utilizzabile) con un sistema di ricarica da 11 kWh. Tempo di ricarica: 2 ore

in corrente alternata. L’autonomia media del veicolo è di 50 km. «Far crescere l’innovazione, supportarla e rendere il nostro Paese un luogo attrattivo e competitivo nel campo delle nuove tecnologie è un passo essenziale nella nostra crescita e sviluppo. Oggi a Torino vediamo il raggiungimento di un importante traguardo che tante città stanno realizzando grazie alla collaborazione pubblico privata. Come Governo ci stiamo impegnando a fondo affinché le nuove tecnologie possano essere utilizzate come reale supporto al cittadino. E sono certa che questo momento sia sempre più vicino», ha commentato Paola Pisano, ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione.


BusToCoach on-line Magazine - Gennaio/Febbraio 2020

OTOKAR - ULYSO T

DIMENSIONI

Lunghezza mm 10.100 Larghezza mm 2.410 Altezza con AC mm 3.255 Passo mm 5.000 Sbalzo anteriore mm 2.208 Sbalzo posteriore mm 2.792 Bagagliera m3 5,5 Diametro di volta mm 18.980 Pneumatici 265/70 R 19,5 Serbatoio gasolio litri 210 Serbatoio AdBlue litri 30 Peso ammesso kg 14.000 Motore Cummins ISB 6.7 Cilindrata cc 6.687 Potenza cv (kW)/giri 318 (234)/2.300 Coppia Nm/giri 1.082/1.400 Cambio Automatico ZF

COMPATTO E SPAZIOSO

istribuito in Italia dalla Mauri Bus SyD stem, l’Ulyso T è la proposta di Otokar per i servizi turistici che si affianca al più

corto Navigo T (7,8 e 8,4 metri). Con i suoi 10,1 metri di lunghezza si inserisce nella fascia dei veicoli da 9,5 a 10,5 metri, occupata da una manciata di costruttori con modelli disomogenei in quanto a capacità di trasporto, larghezza del veicolo e potenza dei motori installati. L’Ulyso T si distingue per numero di passeggeri trasportati (39), spaziosità del vano bagagli (5,5 metri cubi), ingombri ridotti

ÆÆ


INTERNI

Posti seduti n. 39+1 Altezza interna mm 1.970 Altezza corridoio mm 1.200 Larghezza corridoio mm 320 Volume cappelliere m3 0,7  Altezza posto guida mm 830

Comfort

Sedili reclinabili/allarg. A.C. 24 kW Riscaldamento convettori Illuminazione Led Botole a tetto 2 manuali Vetri doppi oscurati Audio CD, MP3, DVD Video 2 monitor Lcd 19” Frigorifero sì

Avanti c’è posto inque i gradini dietro alla porC ta posteriore e tre da quella anteriore (più uno verso il corri-

doio) per accedere al pavimento interno completamente in piano, sul quale sono fissati i 39 sedili reclinabili e allargabili completi di bracciolo, cinture di sicurezza, tavolino, prese Usb e finiture in simil pelle. Sotto alle cappelliere aperte il set delle dotazioni personali con luci a Led e gli altoparlanti collegati all’impianto audio video con due monitor a schermo piatto da 19”, uno incassato nel corpo anteriore sopra al posto guida e l’altro a scomparsa sopra al corridoio. Per la climatizzazione interviene un impianto automatico Sütrak da 24 kW di potenza refrigerante, il front box per la zona autista e il riscaldamento a convettori alimentato dal pre riscaldatore Eberspächer.

Per l’autista c’è un sedile pneumatico regolabile (escursione longitudinale di 200 mm), un finestrino laterale elettrico come pure la tendina parasole sdoppiata sul parabrezza. Semplice ma ben odinata la plancia, con a destra del cruscotto il display per la retrocamera e a sinistra il con-

troller del riscaldamento e il tachigrafo digitale. Sotto al finestrino il quadro di controllo del clima e nel corpo centrale l’impianto audio-video firmato Bosch. A destra il frigorifero a pozzetto e a fianco del posto hostess il microfono e l’erogatore di acqua calda.

(10,1 metri di lunghezza per 2,41 di larghezza) e prestazioni del motore (318 cavalli di potenza e 1.082 Nm di coppia). Sui mercati europei da circa due anni, rispetto alla prima versione ha visto interventi di modifica solo sul portellone del vano motore, dove le originali forellature di areazione su tutta la larghezza hanno lasciato il posto a due griglie rettangolari simmetriche. Resta la configurazione standard con la seconda porta sullo sbalzo posteriore che lascia libero lo spazio per i bagagli tra gli assi, accessibile da due sportelli con apertura a pantografo su entrambi i lati. Sulla testata posteriore, sopra al cofano motore c’è un secondo sportello a tutta larghezza per accedere al tappo di rabbocco dell’acqua motore e alla sostituzione del filtro aria. Il motore Cummins da 6,7 litri è abbinato al cambio automatico a sei marce ZF Ecolife. Le sospensioni pneumatiche poggiano su un assale Voith a ruote indipendenti sull’anteriore e su un ponte posteriore firmato Dana. Le ruote sono da 19,5 pollici. Buono il livello di cura degli interni come pure l’insonorizzazione generale con l’aggiunta di un centimetro di materiale isolante sotto alla moquette del pavimento e degli scalini. Da migliorare invece la rumorosità dell’impianto di climatizzazione. Infine, un suggerimento: sarebbe meglio eliminare il plinto a fianco del sedile autista con la tastiera del cambio, spostandola in plancia per aumentare lo spazio di accesso al corridoio. Altri articoli su Otokar: https://bustocoach.com/costruttore/mauri-bus-system-srl/


BusToCoach on-line Magazine - Gennaio/Febbraio 2020

SCANIA - INTERLINK LD LNG

DIMENSIONI

Lunghezza mm 12.200 Larghezza mm 2.550 Altezza con AC mm 3.310 Passo mm 6.000 Sbalzo anteriore mm 2.795 Sbalzo posteriore mm 3.395 Pneumatici 295/80 R 22,5 Serbatoio LNG kg 228+185 Peso ammesso kg 18.000 Motore Scania OC09 Cilindrata cc 9.290 Potenza cv (kW)/giri 320 (235)/1.900 Coppia Nm/giri 1.500/1.100-1.400 Cambio Automatico ZF

GAS LIQUIDO PER BOLOGNA

allo scorso dicembre le linee extraurbaD ne di Bologna, gestite da Tper, si avvalgono degli Scania Interlink LD alimentati a

gas naturale liquido (LNG). Si tratta di 15 nuovi veicoli che hanno comportato un investimento di 3,7 milioni di euro, sostenuto per oltre il 90% dall’azienda di trasporti bolognese. Se l’impiego dell’LNG per il trasporto pubblico è una novità assoluta in Italia e in Europa, non è una novità l’impegno di Tper verso una mobilità sostenibile. Oltre a una consistente quota di filobus e autobus ibri-

ÆÆ


INTERNI



Posti seduti / in piedi n. 55 / 16 Altezza interna mm 2.192 Altezza corridoio mm 860 Volume cappelliere m3 1,8 Altezza posto guida mm 860

Comfort Sedili Scania interurbani Sedile autista Isri 6860

A.C. 36 kW Riscaldamento convettori Illuminazione Led Botole a tetto 2 elettriche Vetri doppi

Alta capacità

ono 55 i sedili con cui è alS lestito l’Interlink LD LNG per la Tper. Fissati su base rialzata

di circa 20 centimetri rispetto al corridoio, sono il modello Scania dedicato agli autobus interurbani, con maniglie incassate e rivestimento posteriore antivandalo, senza il bracciolo laterale per lasciare più spazio di passaggio. È ammesso il trasporto anche di 16 passeggeri in piedi. Ad anta singola vetrata le due porte di accesso e fino a 1,8 metri cubi la capacità per i bagagli a mano delle cappelliere aperte con fondo forellato. Per la climatizzazione c’è un impianto a tetto da 36 kW a cui si aggiunge il riscaldamento supplementare a convettori alla base delle pareti laterali. Ad azionamento elettrico le due botole sul soffitto. All’autista è riservata una postazione protetta da parete posteriore a tutta altezza (con parte superiore

vetrata) e cancelletto basso laterale. Firmato Isri il sedile pneumatico climatizzato e a comando elettrico la tendina parasole frontale. In plancia, a fianco del cruscottino con display centrale multifunzione e gli strumenti indicatori principali, il display per la retrocamera

(a destra) e l’indicatore del livello carburante (a sinistra). In alto, sopra al parabrezza, un altro display è collegato all’impianto di rilevamento fughe di gas della Teq. Nel corpo centrale della plancia, sotto alla tastiera del cambio, ci sono il tachigrafo digitale e le regolazioni del clima.

di, la flotta aziendale vede la presenza di ben 311 autobus a gas naturale (CNG). E per il prossimo triennio è già stato pianificato l’acquisto di 243 autobus ad alta compatibilità ambientale. Nel frattempo, prosegue la sperimentazione di autobus full electric a batterie, prima della loro definitiva messa in esercizio. Con i nuovi Interlink LNG, oltre ai vantaggi ambientali tipici del gas naturale rispetto al gasolio, ossia riduzione delle emissioni di CO2 nell’ordine del 20% e abbattimento quasi assoluto delle emissioni di ossido di azoto e di particolato, si aggiunge un considerevole aumento dell’autonomia di esercizio. Sono infatti oltre 1.000 i chilometri garantiti dai due serbatoi criogenici da 228+185 kg di gas liquido, alloggiati uno per lato nello spazio solitamente riservato ai bagagli sotto al pavimento. I serbatoi sono in acciaio inox e il gas è mantenuto alla temperatura di -165° C con una pressione interna massima di 16 bar. Il motore è sempre lo Scania a cinque cilindri OC09 106.320 da 9,3 litri (320 cv e 1.500 Nm) a ciclo Otto utilizzato per le alimentazioni a gas compresso. La combustione è di tipo stechiometrica, in modo da bruciare completamente il metano e ridurre le emissioni di NOx. Per abbattere ulteriormente gli inquinanti (CO2, NOx e HC) adotta un sistema di ricircolo dei gas (EGR) a iniezione indiretta e un catalizzatore a tre vie. Il cambio è l’automatico ZF Ecolife a sei marce. Oltre ai numerosi sistemi di sicurezza installati di serie, l’Interlink LD LNG per Tper si avvale del sistema di frenata d’emergenza AEB, dell’assistenza di corsia LDW e di un impianto automatico antincendio. Altri articoli su Scania: https://bustocoach.com/costruttore/italscania-scania/


ANNUNCI

BusToCoach on-line Magazine - Gennaio/Febbraio 2020

Prolu

febbra al 28 o n fi ngata

0!! io 202

!

OMNIplus ON commerce: il nuovo OMNIplus eShop ai blocchi di partenza

Profile for Transport Web & C. SNC

BUSTOCOACH EUROPEAN ON-LINE MAGAZINE – Gennaio/Febbraio 2020  

BusToCoach è la prima piattaforma online completamente GRATUITA. Offre informazione sui veicoli per il trasporto persone in Europa attravers...

BUSTOCOACH EUROPEAN ON-LINE MAGAZINE – Gennaio/Febbraio 2020  

BusToCoach è la prima piattaforma online completamente GRATUITA. Offre informazione sui veicoli per il trasporto persone in Europa attravers...