Page 1

Transport Web Snc - www.bustocoach.com

EUROPEAN ON-LINE MAGAZINE - Dicembre 2017

Bus To Coach SETRA S 519 HD

TEST

A BASSO CONSUMO MERCATO EUROPA AUTOBUS - EVOBUS ITALIA - IVECO BUS - IDROGENO - BUSWORLD EUROPE - PROVA SETRA S 519 HD - RUBRICHE


RIVISTA ON-LINE abbinata a www.bustocoach.com - Dicembre 2017 RUBRICHE

BusToCoach

European on-line magazine Direttore responsabile

Marino Ginanneschi

marino.ginanneschi@bustocoach.com

Redazione e rapporti internazionali

Elena Prearo

elena.prearo@bustocoach.com

Pubblicità

FLASH NEWS In diretta dal mondo dei trasporti.

ADV SPAZIO s.r.l.

HIGH TECH STORE In mostra al Busworld di Kortrijk. FILO DIRETTO

ANNUNCI Uno spazio per vendere e comprare.

I 20129 Milano Via G. Modena 6 Tel. +39 02 7000 4031

E-mail: bustocoach@advspazio.it

Amministrazione

Transport Web & C Snc I 20148 Milano Via Versilia 22

E-mail: bustocoach@bustocoach.com Internet: www.bustocoach.com Registrazione Tribunale di Milano n. 140 del 16/03/2012

***

MERCATO L’immatricolato in Europa non cresce.

EVOBUS ITALIA IDROGENO IVECO BUS Operatori da tutta Italia In collaborazione con Uno studio ne conferma alla Città dell’Autobus 3.0. Skoda i nuovi filobus. le potenzialità. IN PRIMO PIANO

BusToCoach® Magazine è inviato mensilmente via mail a 12.000 operatori europei del trasporto passeggeri in autobus. Se vuoi iscriverti alla nostra mailing list comunicalo a: bustocoach@bustocoach.com

BUSWORLD EUROPE Tutte le novità viste al salone di Kortrijk.

SETRA Su strada con l’S 519 HD da 15 metri.


NAVIGO T

Il tuo partner affidabile: piccolo, agile e maneggevole. Disponibile nelle versioni da 7,1 m per 27 posti, da 7,7 m per 31 posti o nella versione Mega da 8,3 m e 35 posti.

Distributore per lĘźItalia: Mauri Bus System Srl Via Caravaggio, 8 - 20832 Desio (MB) - Italy Office +39 0362 626247 - Fax +39 0362 629189 - www.mauri-bus.it


FLASH NEWS

BusToCoach on-line Magazine - Dicembre 2017

URBINO 18 ELECTRIC A VARSAVIA

SU TELAI SCANIA GLI AUTOBUS DI GAZ

compagnia municipale di trasporto in autobus di Varcania Rus LLC fornirà 541 telai al gruppo GAZ per la produLA savia ha preso in leasing il nuovo Solaris Urbino 18 a Szione degli interurbani LiAZ Voyage. È questo è il più grosso trazione elettrica. È il primo veicolo di questo tipo nella capitale ordine inoltrato da GAZ Group a Scania dal 2014, quando il pro-

polacca e uno dei primi elettrici articolati in Europa. L’autobus è equipaggiato di due motori elettrici integrati nell’asse motore con una potenza di 120 kW ciascuno e batterie ad alta capacità del tipo Solaris High Energy. Con queste batterie, afferma il produttore, i mezzi possono coprire una distanza di viaggio di oltre 200 chilometri per ogni carica. Le batterie possono essere ricaricate tramite un connettore plug-in o via pantografo. «Il leasing e il collaudo del veicolo rappresentano gli accordi preliminari alla gara che vogliamo pubblicare all’inizio del 2018. I veicoli prodotti per Varsavia arriveranno in due lotti: 60 nel 2019 e 70 nel 2020», ha dichiarato Jan Kuźmiński, CEO della compagnia di autobus comunale di Varsavia.

duttore svedese consegnò più di 700 telai per le Olimpiadi e Paralimpiadi invernali 2014 di Sochi. I nuovi autobus fanno parte di un programma di rinnovo del trasporto pubblico del Ministero dei Trasporti della Federazione Russa. Le consegne dei telai sono iniziate lo scorso ottobre e proseguiranno fino a marzo 2018. L’assemblaggio avrà luogo presso l’impianto di Likino e i veicoli verranno messi in servizio sulle linee urbane, suburbane e interurbane del gestore Mostransavto.

L’ELETTRICO ALSTOM IN PROVA

al 20 al 24 novembre la compagnia di trasporti di D Straburgo (CTS) mette alla prova l’elettrico Aptis sul proprio network in condizioni reali di servizio con

A FINE 2018 IL PRIMO CITARO ELETTRICO

È

Rhein Neckar Verkehr GmbH la prima azienda a commissionare il Mercedes-Benz Citaro a trazione completamente elettrica. Il memorandum di intesa è stato firmato dalla controllata di Daimler, EvoBus GmbH. A fine 2018 la consegna del primo veicolo che entrerà in esercizio nella regione metropolitana Rhein-Neckar come parte del ciclo di prove del cliente. Il Mercedes-Benz Citaro completamente elettrico verrà prodotto nello stabilimento EvoBus di Mannheim, centro di competenza per i veicoli urbani. Il veicolo è alimentato da motori elettrici nei mozzi ruota sull’asse posteriore e riceve energia dalle batterie agli ioni di litio. Il design modulare del pacco batteria consente soluzioni personalizzate per soddisfare una vasta gamma di applicazioni e rispondere a vari requisiti nel traffico cittadino.

ELETTRICI IRIZAR PER BRT IN FRANCIA

A

miens Metropole, città nel nord della Francia, ha scelto Irizar per l’installazione del sistema BRT (Bus Rapid Transit) su tre delle sue linee. Il contratto, firmato dalla società del gruppo ‘Irizar e-mobility’, comprende la fornitura di 42 bus articolati da 18 metri. Il modello è l’Irizar tram ie, autobus 100% elettrico con una capacità di 155 posti. Il progetto prevede l’installazione di stazioni per la ricarica di opportunità mediante pantografo e altre stazioni di ricarica intelligenti presso i depositi. I veicoli per Amiens Metropole saranno costruiti nel nuovo impianto di Aduna che funziona a pieno regime dallo scorso anno. Il nuovo ordine porta a 69 le unità commissionate di questo modello.

passeggeri a bordo. Presentato nel marzo 2017, Aptis è l’autobus 100% elettrico co-prodotto da Alstom e NTL. Ispirato ai tram, ha un pavimento low floor, ampie porte e finestrature ed è provvisto di quattro ruote sterzanti che consentono di ridurre al minimo l’area occupata durante la svolta (25% in meno rispetto a un bus convenzionale). Aptis può essere caricato in deposito durante la notte ma Alstom offrirà anche una soluzione di ricarica rapida al capolinea mediane un pantografo inverso con l’SRS, l’innovativo sistema di ricarica statica di Alstom. Due i prototipi dell’artis prodotti nello stabilimento di NTL a Duppigheim: una versione a due porte testata a Parigi sulla rete RATP, a Lione, in Belgio e ora a Strasburgo e una versione a tre porte attualmente in prova per un anno sulla rete Keolis in Ile-de-France.

TELAI MAN PER GLI URBANI IN ISRAELE

AN Truck & Bus ha recentemente consegnato 50 telai M per la più grande compagnia di autobus in Israele. Il MAN A22 servirà come base per autobus urbani da 12 metri

carrozzati dal produttore locale Haargaz. Il telaio low floor a due assi sarà equipaggiato di motore Euro 6 da 320 cv (235 kW). Circa 40 di questi nuovi urbani su MAN sono già entrati in servizio nel corso degli ultimi due mesi. Egged trasporta poco meno di un milione di passeggeri ogni giorno e gestisce quasi la metà di tutti i trasporti pubblici in Israele. La flotta conta oltre 4 mila veicoli, di cui più di 1.500 targati MAN. Questi autobus coprono oltre 700 mila chilometri su 945 linee urbane e intercity.


BusToCoach on-line Magazine - Dicembre 2017

MERCATO EUROPEO IN SURPLACE

Pressoché invariato l’immatricolato UE 2017 fino al mese di ottobre. Ecco i dati dell’ACEA, l’Associazione europea dei produttori automobilistici mercato europeo dell’autobus resta sui IL livelli del 2016, almeno per i primi dieci mesi dell’anno. Il dato emerge dall’analisi

congiunturale dell’Associazione europea dei produttori automobilistici (ACEA). Nel mirino, gli autobus oltre le 3,5 tonnellate d peso immatricolati tra gennaio e ottobre 2017 nei Paesi dell’UE. In tutto sono quasi 33 mila veicoli, per la precisione 32,859, con uno scarto del +0,3% rispetto al periodo precedente. Tra i mercati di riferimento, si fa notare l’Italia con un deciso rialzo. I mezzi immatricolati ammontano a 2.849 contro i 2.165 del gennai-ottobre 2016 e il progresso sfiora il 31.6%. Una buona performance, visto anche l’andamento generale del mercato. Ma per l’Italia la via del recupero è ancora lunga. Positiva pure la Spagna con 2.944 immatrico-

lazioni e un incremento del 13,1%. I margini sono decisamente più contenuti in Germania (+1.8%) dove i nuovi autobus su strada ammontano a 5.138. Continuano a perdere terreno Francia e Regno Unito. La prima riduce i quantitativi dell’11.8% con 4.943 unità mentre il secondo del 17,7% a quota 6.304. Anche la vicina Irlanda arretra (-19%). Nel resto d’Europa, vento in poppa a Nord a cominciare dai Paesi Bassi (+40%) seguiti da Belgio (+36,4%), Danimarca (+26.2%), Lussemburgo (+14,4%), Svezia (+10,6). Contrastato il bacino orientale con la Repubblica Ceca che perde il 32,4% e l’Ungheria che vede incrementare l’immatricolato di 50,9% punti percentuali. Ancora in calo la Grecia (-8%).

Immatricolazioni Bus & Coach in Europa - Trend 12 mesi da Novembre 2015 a Ottobre 2016

4.500 4.000

+5,5

da Novembre 2016 a Ottobre 2017

+9,1 +17,8

+0,4

-9,9

+5,0

3.500

+2,7 +4,1

+2,9

3.000

-13,4

-5,9

+6,2

2.500 2.000 1.500

‘15 / ’16 Nov.

‘15 / ’16 Dic.

‘16 / ’17 Genn.

‘16 / ’17 Febbr.

‘16 / ’17 Marzo

‘16 / ’17 Aprile

‘16 / ’17 Maggio

‘16 / ’17 Giugno

‘16 / ’17 Luglio

‘16 / ’17 Agosto

‘16 / ’17 Sett.

‘16 / ’17 Ottobre


BusToCoach on-line Magazine - Dicembre 2017

na due-giorni come sempre ricca di argoU menti, proposte, veicoli da provare, incontri, spunti di riflessione. E pubblico. Così la Città dell’Autobus 3.0, l’evento di Evobus Italia dedicato agli addetti del settore e ospitato il 17-18 novembre nella sede di Bomporto. Partiamo dai veicoli. Padroni della scena, il nuovo Mercedes-Benz Tourismo, fresco di inaugurazione al Busworld di Kortrijk, e l’ultima versione del Setra 531 DT a due piani. E poi il Mercedes Citaro Hybrid (leggero), veicolo che al posto delle batterie adotta piccoli supercapacitori che si ricaricano in frenata o decelerazione. Motore elettrico da 14kW, 220Nm, 48V, servosterzo elettromeccanico, ponte posteriore in alluminio, risparmio di combustibile su ciclo Sort: 8,5%. «Il difficile è stato farlo facile», ha reso bene il concetto Michele Maldini, direttore commerciale ‘clienti pubblici’ di Evobus Italia. Nel futuro, sempre più vicino, c’è poi la trazione 100% elettrica con l’introduzione nel 2018 di un autobus a tecnologia totalmente elettrica. «Si tratta di un veicolo realizzato già oggi dal nostro eMobility Consulting che lavora insieme ai nostri clienti per condurre studi di fattibilità sull’eMobility», ha detto il nuovo amministratore delegato di EvoBus Italia, Heinz Friedrich. Un futuro elettrico, dunque, «ma che dovrà passare inevitabilmente attraverso il rinnovo e l’efficientamento delle flotte diesel che probabilmente ci accompagneranno ancora per molti anni». Di qui l’impegno verso l’ulteriore sviluppo di veicoli Euro VI efficienti e sostenibili a basso impatto ambientale. Per quanto riguarda il mercato italiano, è stata confermata per il 2017 la crescita già evidenziata nel corso dell’anno. «Nel settore turistico», ha precisato Friedrich, «le vendite hanno avuto alti livelli rispetto alle medie degli ultimi otto anni, nonostante il mercato

SEMPRE PIU’ PLAYER DIGITALE

Veicoli di oggi e domani, connettività, sostenibilità e servizi digitali al centro della Città dell’Autobus 3.0 di Evobus Italia lo scorso 17-18 novembre probabilmente non raggiungerà il picco del 2016 con l’incentivo ‘Super-Ammortamento’ concesso dal governo. Il numero di gare nel

TPL è cresciuto significativamente. L’effetto di questo trend si vedrà comunque nel 2018». Alla Città dell’Autobus 3.0 si è poi parlato

di servizi digitali e tecnologia, sempre più presenti nel pianeta Evobus: dalla sperimentazione di veicoli autonomi e del trasporto ‘on demand’ alle possibilità offerte dal Future Bus presentato nel 2016. «In più nel 2018 lanceremo la connettività digitale nel Citaro e in tutti i nostri bus turistici», parola di Friedrich. Anche i servizi di digitalizzano. L’ultima novità è l’OMNIplus ON, la piattaforma globale per i servizi post-vendita in partenza dal 2018. «Con OMNIplus ON», ha spiegato Flavio Chierici, senior manager Customer Service&Parts, «si apre via rete un nuovo mondo di servizi connessi: dalle soluzioni telematiche con FleetBoard, al monitoraggio continuo per ridurre il fermo macchina, fino alle App per il conducente». Il futuro è così approdato anche in OMNIPlus. Un’ulteriore conferma arriva dal progresso nella stampa 3D. «In questo momento 300 ricambi di plastica e oltre un migliaio di parti metalliche su 317 mila codici di ricambi attivi sono già in fase di produzione con la nuova tecnologia delle stampanti 3D». Una vera rivoluzione nella gestione dei ricambi. Altri articoli su Evobus: www.bustocoach.com/it/node/1694/articoli-costruttore-italia


BusToCoach on-line Magazine - Dicembre 2017

NUOVI FILOBUS IVECO-SKODA

Adotteranno la tecnologia per la ricarica in movimento e saranno proposti in versione Urbanway e Crealis con lunghezza da 12 e 18 metri

veco Bus compie un altro passo verso l’eletIgenerazione tromobilità e annuncia l’uscita di una nuova di filobus, ampliando così la pro-

pria offerta di mezzi alternativi rappresentata dalla gamma Natural Power a gas naturale e biometano e dagli autobus elettrici a trazione ibrida. I nuovi filobus saranno prodotti in collaborazione con il partner Skoda Electric e adotteranno soluzioni innovative quali la tecnologia “In-Motion Charge” (ricarica in movimento), che unisce l’uso di linee aeree elettriche a due aste di captazione e lo stoccaggio di energia nella batteria di bordo. «Attraverso questo tipo di soluzione», ha spiegato Iveco Bus in occasione della presentazione del progetto sulla passerella del Busworld Europe 2017, «un ente preposto al trasporto pubblico può progettare una tratta dedicata agli autobus elettrici che preveda una parte di percorso priva di linee aeree, sem-

plificando l’implementazione e riducendo costi e complessità. Al contempo l’operatore può usufruire di un veicolo elettrico sempre operativo, senza dover perdere tempo per la ricarica». I nuovi trolleybus saranno declinati nelle gamme Urbanway e Crealis BRT (Bus Rapid Transit) con lunghezze da 12 e 18 metri. Iveco Bus vanta una lunga esperienza nel settore dei filobus con oltre 800 unità vendute in tutta Europa, compresa la recente consegna di 49 Crealis a Bologna. «Questo nuovo sviluppo», ha precisato Iveco Bus, «è stato possibile grazie alla partnership con Skoda Electric, leader europeo nelle tecnologie filoviarie. Tale scelta è il risultato naturale di una partnership storica di quasi vent’anni fra i due marchi e della posizione leader di Skoda, che conta 15 mila veicoli dotati di questa tecnologia filoviaria già in circolazione in Europa» Altri articoli su Iveco Bus: www.bustocoach.com/it/node/917/articoli-costruttore-italia


BusToCoach on-line Magazine - Dicembre 2017

L’IDROGENO HA GRANDI POTENZIALITÀ Un pilastro fondamentale della transizione energetica secondo uno studio presentato di recente dall’Hydrogen Council istribuito su vasta scala, l’idrogeno potrebbe D rappresentare quasi un quinto dell’energia totale consumata entro il 2050. Ciò ridurrebbe le emissioni annue di CO2 di circa 6 gigatoni rispetto ai livelli attuali e contribuirebbe per circa il 20% a limitare il riscaldamento globale di due gradi Celsius. Lo rivela l’Hydrogen Councile, il Consiglio sull’Idrogeno lanciato al World Economic Forum 2017 di Davos, nello studio ‘Hydrogen, scaling up’. Secondo tale rapporto, l’idrogeno ha il potenziale per generare 2,5 milioni di dollari di business creando oltre 30 milioni di posti di lavoro da qui al 2050. Il potenziale stimato in termini di veicoli alimentati è di 10-15 milioni di auto e 500 mila camion entro il 2030. Nel complesso, lo studio prevede che la domanda annua di idrogeno potrebbe aumentare di dieci volte nel 2050 fin quasi a 80 EJ, raggiungendo il 18% della domanda totale di energia finale nello scenario 2050 a due gradi. Per raggiungere tali livelli servono investimenti

sostanziali, la stima è di circa 20-30 miliardi di dollari l’anno per un totale di 280 miliardi fino al 2030. «I vantaggi della cella a combustibile sono convincenti», ha detto Jochen Hermann di Daimler AG, «lunga autonomia, brevi tempi di rifornimento e tutto ciò che esce dallo scarico è acqua. Inoltre, la tecnologia offre grandi opportunità per autobus, veicoli commerciali di grandi dimensioni e applicazioni stazionarie». «Le soluzioni sono tecnologicamente mature e gli operatori del settore impegnati», ha aggiunto Benoît Potier, presidente e CEO di Air Liquide. «Abbiamo bisogno di sforzi concertati delle parti interessate per far sì che ciò accada. Guidare tale sforzo è il ruolo del Consiglio per l’idrogeno». Il lancio della nuova ‘roadmap’ è avvenuto durante il Sustainability Innovation Forum. In quest’occasione, il Consiglio per l’idrogeno ha invitato investitori, politici e imprese a unirsi a loro al fine di accelerare l’implementazione dell’idrogeno per la transizione energetica.


BusToCoach on-line Magazine - Dicembre 2017

HIGH TECH STORE

COMPONENTI IN MOSTRA AL BUSWORLD DI KORTRIJK

ZIEHL ABEGG - Seconda generazione del sistema ZAwheel, ora più potente e per ruote gemellate.

AKASOL Nuova generazione del sistema di batterie Akasystem Oem per autobus elettrici.

DAF - Riduce la velocità dei motori Paccar MX-11 e MX-13 per ottimizzare i consumi.

ALCOA - Ruote in alluminio forgiato Dura-Bright® EV O con trattamento migliorato.

ARCOL - Specchi retrovisori completamente integrati per autobus da turismo.

ALEX Unità di climatizzazione a tetto serie Aero 4500 con protezione UV.

CUMMINS - Sistema di elettrificazione a batterie o in combinazione con un compatto motogeneratore. SIMROL Accessori multimediali per installazione sullo schienale dei sedili passeggero.

BSPL Impianti di raffreddamento per diversi tipi di motore in base al tipo di carburante utilizzato. KONVEKTA Sistema a pompa di calore per refrigerante CO2 e la nuova linea Taurus di climatizzatori a tetto.

ACTIA - Motore da 200 kW per la trazione elettrica degli autobus. LAZZERINI Sedili passeggero per ogni tipo di autobus.

MASATS Festeggia i suoi primi 50 anni e mostra l’ultima versione della porta scorrevole 028C.

ALLISON - Sarà disponibile nel 2020 il nuovo cambio automatico a nove marce.

E B E R S PÄ C H E R Prosegue la sperimentazione sull’uso della CO2 come refrigerante nei gruppi clima. Sul mercato nel 2020.


ELETTRICI BusToCoach on-line Magazine - Dicembre 2017

due anni fa il Busworld di Kortrijk aveva fatto registrare il record di SE visitatori, la 24esima edizione è andata ancora oltre a quota 37.241 (+6,6%). Cifre che confermano la centralità della manifestazione anche sul

IN PRIMO PIANO Partecipazione da record alla 24esima edizione del Busworld Europe. In primo piano le proposte per il trasporto eco-sostenibile

IVECO BUS

Bus amplia la gamma dei Crossway Itreveco introducendo nelle versioni Low Entry il assi da 14,5 metri per i servizi urbani o

alimentazioni a biodiesel o GTL (Gas to liquids). Altra novità nella gamma dei Crossway LE, il 12 metri Natural Power (NP). In intercity, con una capacità di 138 passeggeri questo caso il Cursor 9 NP ha una potenza in Classe I e 104 in Classe II. Due o tre di 360 cavalli e oltre che a metano può essele porte di accesso. Il motore è il Cursor re alimentato anche a biometano. L’ingom9 diesel da 360 cavalli, compatibile con le bro delle bombole sul tetto, con copertura apribile in due parti, Non supera in altezza quello della versione diesel con climatizzatore. Nuova anche la versione Start del Daily, con lunghezza di sei metri, primo gradino d'accesso a uscita automatica e posto per 16 passeggeri. In mostra anche il Daily Tourys e una versione 'Lounge', superaccessoriata e multi mediale del turistico CROSSWAY LE 14.5 CROSSWAY LE NP Magelys. EVADYS

fronte del numero di espositori, con 376 presenze di specialisti provenienti da 36 Paesi. L’importanza del mercato europeo degli autobus sta tutta negli oltre 40mila veicoli immatricolati ogni anno e nonostante un andamento non certo eclatante (+2,3% nel 2016 e +0,9% nei primi dieci mesi di quest’anno) l’area EU è un grande bacino di business per gli operatori del settore. In prima fila i costruttori di autobus, decisi a sfruttarne le potenzialità di sviluppo a partire dalla tendenza in atto di incremento delle soluzioni eco-sostenibili. Lo dimostra la quantità di proposte sul versante delle trazioni elettriche o ibride esposte a Kortrijk. Così come il necessario allargamento dell’orizzonte commerciale spinge all’export tutti i costruttori europei, compresi quelli dell’Est e del Regno Unito (presenti per la prima volta al Busworld), ai quali si aggiungono i numerosi costruttori cinesi. In un panorama che abbraccia tutte le nazioni, non si può fare a meno di notare l’assenza dell’Italia, dove i costruttori nazionali sono stati decimati nel corso degli ultimi anni. Appuntamento per la prossima edizione del Busworld Europe nel 2019, non più a Kortrijk ma a Bruxelles.

DAILY START

SCANIA

lla gamma dei modelli Interlink Low A Decker (da 12 a 15 metri, con motori diesel e a metano), Scania aggiunge ora la

kWh e sistema di carica induttiva sul tetto. Sei veicoli di questo tipo saranno testati in esercizio a Östersund (Svezia) fino alla priversione ibrida. Al Busworld si è visto il mavera del 2021. modello da 13,2 metri su due assi con moto- In mostra anche i turistici Touring HD da re elettrico da 130 kW e motore termico da 12,9 metri e l’Interlink HD da 12,8. 9 litri per 320 cavalli (235 kW) alimentato al 100% con biodiesel o HVO (Hydrotreated Vegetable Oil). Con questa combinazione le emissioni di CO2 possono essere ridotte del 90%. In anteprima è stato presentato anche l’urbano Citywide Low Floor elettrico a batterie. Monta motore a magneti permanenti da 220 kW (295 kW di picco), INTERLINK LD HYBRID CITYWIDE LF ELECTRIC batterie agli ioni di litio da 150

INTERLINK HD 12.8

TOURING HD 12.9


CITARO HYBRID

DAIMLER BUSES

SPRINTER CITY 45 TOURISMO RHD ome abbiamo ampiamente anticipato full-hybrid ma con risparmi di carburante insu BusToCoach Magazine di Ottobre, feriori (8,5% in meno rispetto al diesel). Sarà Daimler Buses ha portato al Busworld ben disponibile a richiesta su tutti i modelli della quattro novità. Si comincia con il Mercedes gamma Citaro con motore OM 936, comprese Citaro Hybrid che si distingue per adottare un le versioni con motore termico a gas. sistema ibrido leggero MHEV (Mild Hybrid Altro debutto di grande interesse con la nuoElectric Vehicle), più economico rispetto a un va gamma dei Mercedes Tourismo RHD a

C

IN

MAN TRUCK & BUS

primo piano il nuovo MAN Lion’s Coach, esposto nella versione a due assi da 13,1 metri di lunghezza, con motore D2676 LOH d da 460 cavalli (338 kW) e cambio automatizzato TipMatic. Rinnovato

MAN LION’S CITY HYBRID NEOPLAN SKYLINER

dentro e fuori, ora risponde alle norme di sicurezza ECE R66.02. Per il marchio MAN hanno sfilato anche il Lion’s Intercity C da 13,2 metri per i servizi interurbani e interregionali e il Lion’s City Hybrid da 12 metri. Con il marchio Neoplan si sono visti il due piani Skyliner e il nuovo Tourliner. Il primo ha festeggiato 50 anni di storia e il traguardo dei 5.000 autobus consegnati. In mostra con allestimento speciale curato dal Bus Modification Center. Rinnovato nel 2016, il Tourliner ha vinto quest’anno l’iF MAN LION’S COACH Design Award.

NEOPLAN TOURLINER

S 531 DT

pianale rialzato, da 12,3 a 13,9 metri (vedi BusToCoach Magazine di Luglio/Agosto). Ancora Mercedes con lo Sprinter City 45, già conosciuto ma finora disponibile solo con guida a destra. La novità assoluta per il marchio Setra è stato il nuovo due piani S 531 DT da 14 metri

S 515 HDH (vedi BusToCoach Magazine di Settembre). È equipaggiato anche del sistema di assistenza alla svolta Sideguard Assist. In tema di sistemi di sicurezza, Daimler Buses annuncia che dalla primavera 2018 sarà disponibile l’ABA 4 per i nuovi Tourismo e i Setra Comfort e TopClass 500.

VOLVO BUSES

utto già visto o quasi allo stand di VolT vo Buses. Fedele alla scelta strategica di concentrare sulle trazioni elettriche la

europeo CCS. Per i servizi turistici si sono invece visti gli allestimenti speciali Kortrijk Edition dei sopropria offerta per il trasporto di linea, ha liti 9700 e 9900, offerti in soli 10 esemplari portato a Kortrijk l’elettrico 7900. Rispetto ciascuno. alla versione presentata due anni fa presenta ora una estensione della capacità del pacco batterie agli ioni di litio che può variare da 150 a 200 e 250 kWh, in modo da ampliare l’autonomia di esercizio. Ampliata anche la scelta dei sistemi di ricarica delle batterie. Per la ricarica rapida al capolinea ci si affida a stazioni che impiegano il sistema OppCharge con pantografo che si abbassa fino a connettersi alle 9900 barre montate sul tetto dell’autobus. 9700 In alternativa, è ora possibile fare la ricarica mediante cavo con standard 7900 ELECTRIC


VDL BUS & COACH

ieci i veicoli in mostra, distribuiti tra D lo stand interno e l’area esterna a disposizione per le prove. Per la serie FuURBINO 10,5

IL

SOLARIS

2017 si annuncia come un anno record per le vendite del costruttore polacco. Le previsioni danno infatti un totale di 1.400 autobus (erano 1.300 nel 2016), 980 dei quali assorbiti dall’export. Altro dato interessante, riguarda il numero di autobus con trazione elettrica fin qui venduti (ibridi compresi) che hanno raggiunto quota 2.000. A sostenere ulteriormente l’offerta in questo segmento di mercato, Solaris ha portato a Kortrijk il nuovo Urbino 18 Electric. Monta un motore elettrico da 240 kW alimentato da batterie High Energy da 240 kWh che possono essere caricate sia tramite un connettore

plug-in o tramite un pantografo montato sul tetto dell’autobus. La capacità di carico raggiunge i 140 passeggeri. Tre di questi veicoli elettrici sono già stati venduti alla MPK di Cracovia assieme ad altri 17, sempre elettrici, da 12 metri. Uno di questi è stato l’autobus n. 15.000 uscito dallo stabilimento Solaris di Bolechowo. Per restare in tema, è stato presentato anche il nuovo Urbino 12 con sistema di trazione ibrido serie dell’americana BAE Systems. Si avvale di un motore elettrico BAE HDD da 120 kW alimentato da supercapacitori che ricevono corrente da un motogeneratore diesel

IL

il mercato inglese. Non sono mancati gli Exqui.City. A rappresentarli la versione Trolley da 24 metri con le insegne dell’austriaca Linz (20 i veicoli ordinati), equipaggiato con un pacco batteria agli ioni di litio da 20 kWh che consente di staccare il veicolo dalla rete e di proseguire in piena autonomia. Forniti dalla Kiepe Electric i due motori elettrici di trazione da 160 kW di potenza ciascuno.

costruttore belga, che quest’anno ha festeggiato i 70 anni di attività, ha messo in mostra praticamente tutta la gamma dei suoi modelli. Per la serie TX si sono visti il TX11 Alicron, il TX16 Astron, il TX17 Altano e il TDX27 Astromega. Per la serie EX, rinnovata sia esternamente che internamente nelle versioni a due assi (nuovo anche il cruscotto), hanno sfilato l’EX17 H, l’EX16 M, l’EX15 H e il nuovo EX16 M per EXQUI.CITY 24 TROLLEY (Linz)

VAN HOOL

EX 16M

URBINO 18 ELECTRIC Cummins ISB4.5E6 da 210 cavalli di potenza. Con questo sistema è disponibile anche la versione articolata da 18 metri, ovviamente con motogeneratore potenziato a 300 cavalli e motore elettrico da 200 kW. Infine, alla gamma dei diesel si aggiunge ora l’Urbino da 10,5 metri di lunghezza. Può trasportare fino a 90 passeggeri, 23 dei quali seduti. È realizzato sulla base modulare dell’Urbino 12, con passo accorciato a 4,450 millimetri. Monta di serie il motore Cummins ISB6.7E6C da 284 cavalli (209 kW) ma come per il 12 metri può essere richiesto con il motore DAF MX11.

Al Busworld è stato anche tolto il velo all’Exqui.City ibrido da 18,6 metri. Si tratta del primo veicolo destinato a prendere servizio per il nuovo sistema BRT di Belfast, (operato da Translinkfrutto di un ordine di 30 unità commissionato da Ministero dei Trasporti dell’Irlanda del Nord per un valore di circa 19 milioni di sterline. Firmato Cummins il motore Diesel da 280 cavalli e Siemens quello elettrico. EXQUI.CITY 18 HYBRID (Belfast)

tura, i turistici FHD2 106 e 135, l’interurbano FHD2-129 e il due piani FDD2141 sul mercato da due anni. Non potevano mancare i due minibus MidEuro e MidCity su base Sprinter, mentre per il trasporto urbano ottobre, oltre al leggero Citea LLE-127, l’attenzione maggiore è stata rivolta agli autobus a FUTURA FDD2 trazione elettrica, settore nel quale VDL può vantare circa 200 veicoli in esercizio effettivo e una gamma completa di Low Floor da 10 a 18 metri con batterie di trazione con CITEA SLFA-181 ELECTRIC capacità modulabile tra 85 e 248 kWh. In mostra, l’articolato Citea SLFA-181 Electric e l’SFL-120 Electric. Cinque esemplari del 12 metri sono stati ordinati in ottobre da Stadtwerke Münster, l’azienda di trasporto dell’omonima città tedesca. Dotati di motore elettrico centrale Siemens e batterie da 180 kWh di capacità, ricaricabili mediante pantografo montato nella parte anteriore del tetto, a differenza della fornitura precedente che aveva pantografo posteriore.


ISUZU

sportazioni E per 60 milioni di euro, con CONCEPT CITY 8.4

OTOKAR

KENT C CNG

contrazione del mercato interno turLA co ha spinto tutti i costruttori locali ad incrementare la quota della propria pro-

duzione destinata ai mercati esteri. Dal 2012 al 2016 l’export dei bus turchi è aumentato del 36% e nei primi 8 mesi di quest’anno è creciuta di un ulteriore 4,8%. Con una presenza consolidata in Francia, Italia, Spagna e Belgio, Otokar ha incrementato le proprie

B

vendite in Europa del 26% nei primi 9 mesi di quest’anno. Al Busworld è stato presentato il nuovo turistico Ulyso T da 10,1 metri di lunghezza per 2,41 di larghezza che può trasportare fino a 43 passeggeri. Completamente ridisegnato rispetto ai modelli Vectio T monta motore Cummins da 320 cavalli (233 kW) abbinato ai cambi ZF manuale o automatico. In mostra

TEMSA

uoni anche per Temsa i risultati economici. Sul mercato interno turco vanta uno share del 31% con 1.055 autobus venduti nei primi nove mesi del 2017. Sui mercati internazionali prevede una crescita delle vendite pari al 43% in termine di valore (da 129 a 185 milioni di dollari) e del 54% come numero di veicoli (da 653 a 1.007). A Kotrijk ha portato due novità. Il ristilizzato turistico MD9 da 9,5 metri, ora con motore da 290 o 315 cavalli e lo scuolabus LD SB Plus da 13,1 con motore da 320 cavalli e capacità di 63 passeggeri. In mostra anche un TS45 per il mercato americano dove Temsa ha il 9% di quota mercato nel segmento coach, un Maraton e AVENUE ELECTRON

ULYSO T

un HD entrambi da 13 metri, un MD7 Plus da 7,7 metri e l’urbano elettrico Avenue Electron da 12 metri con motore elettrico da 320 cavalli e batterie agli ioni di litio NMC da 320 kWh.

MD 9 LD SB Plus

anche un City Concept da 8,38 metri per 2,33 con pianale ribassato e motore Cummins da 145 cavalli (107 kW) montato in posizione anteriore destra. Può trasportare 21+4 passeggeri seduti più 35 in piedi. Sullo stand anche un Kent C da 12 metri con motore MAN a metano da 280 cavalli (206 kW), un Vectio C e un Territo U scuolabus da 13,26 metri.

K

un incremento del 20% sul fatturato nel 2017. Questi i dati di Anadolu Isuzu che nella sua sfilata di modelli ha presentato la NOVOCITI LIFE nuova generazione dei Novociti Life da 7,8 metri con motore posteriore FPT da 186 cavalli e pavimento completamente ribassato. Inoltre, per il Visigo da 9,5 metri è stata annunciata la disponibilità di nuovi sistemi di sicurezza e motore da 320 cavalli.

KARSAN - GULERYUZ

arsan lo aveva anticipato al Busworld con cambio automatico, l’urbano low floor del 2015 e questa volta lo ha messo in Atak da 8,15 metri con motore FTP da 186 mostra nella sua veste definitiva di serie. cavalli e l’intercity Star da 8,1 metri con Stiamo parlando del capacità fino a 31 pasminibus low floor Jest GULERYUZ - COBRA GD 272 seggeri e 3,5 metri cubi Electric da 5,8 metri. di bagagli. Il motore elettrico ha Sempre dalla Turchia, una potenza di 125 kW Guleryuz ha portato il e le batterie agli ioni ribassato urbano Cobra di litio hanno una caGD 272 LF da 12 mepacità di 33 o 66 kWh. tri con motore MerceConsentono una autodes da 300 cavalli e il nomia rispettivamente Cobra a due piani per di 80 e 165 chilometri. 11 metri, con tetto scoIn mostra anche la verperto e stesso motore sione diesel Jestronic Mercedes. KARSAN - ATAK

KARSAN - JEST ELECTRIC


APRON 14M

IE BUS

NEOCITY EV

BMC uova generazione di veicoli per il costrut-

N tore turco. Per i servizi urbani, oltre alle versioni diesel dei low floor Neocity da 8,5 e

10 metri ha esposto anche il Neocity 8,5 EV a trazione elettrica che promette una autonomia di 210 chilometri nel traffico urbano. Il motore elettrico è da 235 kW e le batterie agli ioni di litio hanno una capacità di 266 kWh. Da 12 metri invece il low floor Procity CNG con motore a gas Cummins ISL G da 320 PROCITY CNG cavalli (239 kW). In mostra anche l’Apron da 14 metri per 3 li. Il motore Cummins con potenza di 185 di larghezza destinato ai servizi aeroportua- cavalli è a norme Euro V.

H

SAFRA

a riproposto il Businova da 12 metri (c’è anche la versione da 10,5) con estetica da tram e interni con parte posteriore rialzata a salotto. Per la trazione combina l’azione di un diesel da 80 kW, un motore elettrico da 180 kW, batterie agli ioni di litio da 132 kWh e un motore idraulico a cilindrata variabile, per ottenere una potenza di trazione equivalente a 300 cavalli. C'è anche la versione elettrica al 100%, sempre con BUSINOVA motore idraulico.

I

HEULIEZ BUS

l costruttore francese che fa parte di CNH Industrial (come Iveco Bus) ha presentato il 12 metri della nuova gamma GX Linium per i GX LINIUM servizi BRT su corsie dedicate. Previsto anche in versione articolata e con sistema di trazione diesel, ibrida o elettrica a batterie, si distingue per design elegante, capacità di trasporto e equipaggiamenti innovativi. Nella gamma Heuliez Bus per il trasporto pubblico, quattro lunghezze (9,5, 10,7, 12 e 18 metri) e altrettanti tipi di motorizzazione (ibrido, elettrico, metano e diesel).

IE TRAM

IRIZAR

randi festeggiamenti allo stand di Irizar G per la conquista del titolo di ‘Coach of the Year 2018’ con il turistico top di gamma

i8 Integral. In mostra anche un i6S e l’intercity i4 in versione ibrida. Ma una attenzione particolare è stata dedicata ai veicoli elettrici con la presentazione, in un secondo spazio espositivo, di due modelli frutto delle sinergie con la nuova società Irizar e-mobility che opera appunto nella progettazione di autobus elettrici, infrastrutture per la ricarica e lo stoccaggio di energia. Si tratta dell’ie-bus da 12 metri, già in circolazione in una dozzina di città europee e del 18,7 metri ie-tram caratterizzato da un design accattivante. Dispone di batterie agli ioni di litio tipo LTO da 150 kWh di

i8 - COACH OF THE YEAR

capacità e motore sincrono della consociata Alconza da 235 kW di potenza. In mostra anche il nuovo pantografo con possibilità di connessione al caricabatterie in modalità automatica o manuale.

VECTIA

ALSTOM

dispoA sizione per giri di pro-

va all’esterno del salone, l’elettrico Aptis da 12 metri con batterie sul tetto e ruo- APTIS te collocate alle due estremità del veicolo per offrire 20 metri quadrati di pavimento ribassato. Il motore è da 180 kW e l’autonomia dichiarata è di 200 chilometri. Sullo stand invece, il sistema di carica statica a pavimento SRS e il mini shuttle autonomo sviluppato in collaborazione con Easymile.

società del LA gruppo CAF ha riproposto i suoi mo-

delli Teris.10 e Veris.12. Il primo è un ibrido-serie da 10,6 metri (a listino anche il 9,6 metri) con TERIS.10 motogeneratore diesel da 160 kW di potenza elettrica, motore elettrico di pari potenza e sistema di stoccaggio dell’energia a ultracapacitori. Il Veris è invece un full VERIS.12 electric da 12 metri con sistema di ricarica a pantografo.


INTEGRALIA

er la serie dei minibus ONE su base P MB Sprinter in grado di trasportare fino a 25 passeggeri, che hanno debuttato BEULAS GLORY

BEULAS - AYATS nche quest’anno niente di nuovo da A Beulas che ha messo in mostra un assaggio della sua gamma di modelli

classici: il Glory da 13,9 metri su telaio MAN, il due piani Jewel da 14,1 metri su Scania e il Gianino da 7,5 metri per 27 passeggeri. Nuovo invece il due piani Bravo I di Ayats in versione Intercity capace di trasportare fino a 108 passeggeri. Ad affiancarlo il due piani full electric (tutto l’apparato è firmato Actia) con più di 70 posti passeggero, presentato alla scorsa FIAA di AYATS BRAVO I Madrid.

NEXT L9

MAGO 2

INDCAR

gruppo si compone di tre società: InIL dcar che costruisce in Spagna i modelli Wing, Mago e Next; Indcar Bus (in Romania) per i modelli Mobi e Strada e Indcar-Almotrans (Spagna) che produce componenti. Le previsioni di vendita per il 2017 sono di 417 veicoli, il 70% rivolti ai mercati esteri con in prima fila Francia, Italia e i Paesi del centronord Europa. Nella sfilata di modelli in mostra al Busworld, la nuova generazione dei Next con il Next L9 da 9,4 metri con allestimento Vip per 34 passeggeri e motore DAF-Paccar da 264 cavalli. Quindi il nuovo 6,9 metri Strada M2 a

UNVI

collaborazione con Open Top Paris, IN il carrozziere spagnolo ha portato a Kortrijk il due piani open top Urbis eDDOT

di vita. In mostra anche la versione diesel Urbis DD da 12 metri su telaio Scania e i minibus Compa T su Iveco Daily e allestia trazione completamente elettrica. Con i mento VIP 2+1 e il Voyager GT da 9 metri suoi 12,3 metri di lunghezza può traspor- con motore Mercedes e 33 posti. tare fino a 78 passeggeri. Monta un assale posteriore motorizzato della Ziehl-Abegg URBIS eDDOT con potenza nominale di 234 kW e batterie agli ioni di litio NMC da 174 kWh di capacità che promettono 11,4 anni VOYAGER GT

STRADA M2 9 posti su Sprinter con allestimento Vip e il Mago 2 da 8,8 metri su telaio Iveco CC100, nella edizione speciale F1 con tutti gli accessori possibili, motore da 220 cavalli e cambio automatico.

HESS

al costruttore di Bellach, lo SwisD sTrolley da 18,7 metri nato da un progetto comune con partner internazionali.

La struttura è in alluminio e la trazione è affidata a motori elettrici a magneti permanenti sul secondo e terzo asse. Può trasportare fino a 163 passeggeri e percorrere 30 km senza linea aerea. SWISSTROLLEY

alla FIAA di Madrid, il carrozziere spagnolo ha esposto anche il nuovo ONE+ che si distingue, come suggerisce il nome, per il plus in eleganza, comfort e spaziosità, anche nel bagagliaio (2 metri cubi). Con i suoi 7,43 metri di lunghezza e 2,4 di larghezza è allestito con 20 sedili pas- ONE seggero. In mostra anche il modello Tourism XL da 7,5 metri e 18 posti.

P

ADL

er la prima volta presente al Busworld, il costruttore inglese Alexander Dennis Limited, che vanta una produzione annua di 2,500 autobus e una quota mercato del 45% nel Regno Unito, ha esposto i suoi due cavalli di battaglia. Il due piani Enviro500 da 13 metri con le insegne della svizzera PostAuto ENVIRO 200 (19 i veicoli in ordine) e il 10,5 metri ENVIRO 500 low entry Enviro 200 in rappresentanza di una gamma che va da 9 a 12,8 metri.


SILEO S12 EBUSCO Electric

D

all’Olanda, Ebusco ha riproposto il suo 100% elettrico, ora rinominato Ebusco 2.1. Un 12 metri con struttura in alluminio, nuovo motore elettrico asincrono da 270 kW di potenza massima e batterie al litio-ferro-fosfato con capacità di 311 kWh. Promette

EBUSCO - SILEO - SOR

una autonomia di 300 chilometri in servizio urbano e una capacità di 90 passeggeri. Dalla Germania Sileo Gmbh ha portato i due elettrici S12 da 12,2 metri e l’articolato S18 da 18,3 metri costruiti in Turchia dalla Bozankaya. Per entrambi, batterie al litio-ferro-fosfato da

KING LONG - YUTONG

un autobus elettrico destinato ai servizi È aeroportuali è la prima novità presentata da King Long. Va sotto il nome di APE

KING LONG - APE 14 KING LONG - C13 HD

14 ed è un 13,875 metri di lunghezza per 3,08 di larghezza che può trasportare 108 passeggeri. I motori elettrici nei mozzi ruota sono alimentati da batterie al manganese-lito-acido da 596 volt e 180 Ah ricaricabili in 18 minuti. Altra novità il turistico C13 HD realizzato sulla piattaforma modulare Lonhwei II. È un 13 metri con motore Cummins da 405 cavalli (298 kW) con 12 m3 di bagagli.

Anche Yutong ha portato dalla Cina due novità: l’ICe 12 e il GT 12 H. Il primo è un interurbano elettrico da 12,36 metri per 59 posti con 10 pacchi di batterie agli ioni di litio per complessivi 258 kWh di capacità e motore elettrico da 215 kW. Il secondo è invece un turistico da 12,2 metri a 49 posti con motore DAF da 435 cavalli e cam- YUTONG - GT 12 H bio As-tronic. Già YUTONG - ICe 12 visto due anni fa invece l’elettrico urbano E12.

300 e 450 kWh e asse di trazione elettrificato ZF con motori elettrici da 120 kW (due sul 12 metri e quattro, su due assi, per il 18 metri). L’autonomia dichiarata è di 400 chilometri. Sistema di ricarica plug-in con tecnologia standard a 40/80 kW di potenza o dinamica a 400 kW.

SOR 12 Electric Autobus elettrico low floor da 12 metri anche dalla SOR (Repubblica Ceca). Monta motore elettrico da 160 kW di potenza massima e batterie NMC da 225 kWh. In mostra anche la versione diesel con motore FPT da 285 cavalli (210 kW) e cambio automatico ZF.

BYD - GOLDEN DRAGON

olo veicoli elettrici nello stand BYD. Il S costruttore cinese ci ha tenuto ad esporre il primo autobus costruito completamente nel suo stabilimento di Komarom (Ungheria) che si affianca a quello di Beauvais (Francia) per coprire le esigenze dei mercati europei. L’autobus non poteva che essere il rinnovato eBus da 12 metri. Ad afBYD - eBus 12 fiancarlo, il nuovo midiBYD - MidiBus EL bus elettrico low floor da 8,75 metri con autonomia di 200 chilometri.

Un nuovo elettrico anche nello stand di Golden Dragon. Si tratta della versione a batterie del low entry Pivot da 12 metri (esposto anche in versione diesel). Le batterie sono di tipo LFP e il motore elettrico è da 285 kW di potenza massima. Nuovo anche il turistico Navigator da 12 metri GOLDEN DRAGON - Pivot EL. che prossimamente verrà GOLDEN DRAGON - Navigator adeguato agli standard europei. Ora monta motore MB Euro V.


ANKAI - A9 ANKAI - BIG BUS EL

ncora Cina in passerella. Ankai ha portato A a Kortrijk il suo Big Bus, un due piani da 12 metri a tetto scoperto, con trazione elettri-

CRRC - 18 EL

ANKAI - CRRC - HIGER

nomia di 191 chilometri (276 km senza aria condizionata). Suo anche il turistico A9 da 12 metri in versione europea. ca alimentata da batterie LiFeCoP04 da 293 Si torna agli elettrici con il 18 metri della kWh di capacità che richiedono cinque ora CRRC spinto da un motore da 160 kW aliper essere ricaricate, a fronte di una auto- mentato da batterie al litio da 122 kWh che

I ERDUMAN

HIGER - H12 HIGER - E12

dovrebbero assicurare una autonomia di 50 chilometri. In mostra anche un 12 metri a fuel cell con motore elettrico da 150 kW. Nello stand di Higer, la novità è stata l’elettrico low floor E12 con motore Siemens a magneti permanenti, ultra capacitori a 720 volt e

sistema di ricarica a pantografo da 500 ampere. I sedili a bordo sono 30 più l’area carrozzella. Della Higer anche il turistico H12 con motore Cursor 9 di FPT da 400 cavalli (296 kW), cambio ZF As-tronic e equipaggiamenti di comfort e sicurezza al completo.

MINIBUS DA OGNI ANGOLO D’EUROPA

mpressionante il numero di carrozzieri specializzati in minibus presenti al Busworld Europe. Ne abbiamo contati almeno 26, ai quali si aggiungono i nomi più conosciuti di terra spagnola, già segnalati alle pagine precedenti (Indcar, Integralia e Unvi). In assoluto il gruppo più numeroso è stato quello dei turchi (sei carrozzieri) seguito dai polacchi (cinque) e quindi almeno uno per nazione, dal Regno Unito alla Lituania. Dalla Turchia, Erduman ha portato, oltre ai mini su Sprinter e Daily, anche un 9 metri su MB Atego. Dai City ai Vip su Sprinter o Daily anche da Erener, Esref, Gerbus, Ilesbus e

Tekaydinlar. Variazioni sul tema Sprinter e Daily anche dalla Polonia con Auto Cuby, Bus Factory, Bus Prestige, CMS Auto e Mercus. Attraverso la francese Negobus si sono visti i minibus della spagnola Car Bus.net, tra i quali anche l’elettrico Wolta fatto in collaborazione con l’italiana Rampini. Ancora dalla Spagna i mini di Ferqui affiancati dal midi Nora su telaio Iveco CC100. Ancora Sprinter dalla Grecia con Andreas Nikas mentre dall’Olanda si è visto il minibus elettrico a pianale ribassato Civitas della Tribus. Un mini elettrico anche nelle propo-

ste dell’inglese Mellor Coachcraft che ha debuttato al Busworld con il suo nuovo Orion E, affiancato dalla gamma dei minibus diesel. Uno Sprinter elettrico con sistema

UNIVERSAL

di ricarica a pantografo invertito lo ha esposto la Universal (Lituania), mentre dalla Lettonia sono arrivati i minibus di Altas e Forveda, sempre con base Sprinter o Daily.

TRIBUS

ERENER

AUTOCUBY

CAR BUS

FERQUI

MELLOR

FORVEDA Altri articoli sui Saloni Internazionali: www.bustocoach.com/it/node/2439/articoli_nref_eventi


BusToCoach on-line Magazine - Dicembre 2017

SETRA - COMFORT CLASS S 519 HD km

km/h

km/litro

42,5

60,7

3,21

Autostrada Salita

46

72,6

2,71

Autostrada Discesa

50

61,2

7,24

Autostrada Pianura

208,5

94,8

5,08

347

79,8

4,44

Percorsi

Strada Statale

TOTALE Indice Prestazioni

0

8,86

CONSUMI RILEVATI

km/litro

7,24

3,21

4,44

2,71

on i suoi 15 metri di lunghezza, il Setra C S 519 HD è il modello più grande della nuova serie ComfortClass 500. Con una ca-

DIMENSIONI Lunghezza mm 14.945 Larghezza mm 2.550 Altezza con AC mm 3.770 Passo mm 7.140+1.600 Sbalzo anteriore mm 2.890 Sbalzo posteriore mm 3.315 Bagagliera m3 12,1 Diametro di volta mm 23.650 Serbatoio gasolio litri 480 Serbatoio AdBlue litri 40 Peso in prova kg 21.580

5,08

COMFORT EXTRA LONG

pacità che può raggiungere i 71 passeggeri e una bagagliera di oltre 12 metri cubi è il tre assi che meglio si presta ai servizi turistici sulla lunga distanza. Alla prova su strada di BusToCoach si è presentato con allestimento in versione quattro stelle per 68 posti passeggero, cabina toilette con secondo frigorifero da 55 litri lato corridoi, cucina e tutti i sistemi di assistenza alla guida e di infotainment più avanzati, a partire dal MediaRouter (optional) che consente ai passeggeri di collegare i propri dispositivi a Internet e accedere a contenuti multimediali tramite WLAN. èè

T E S T


IL PERCORSO DI PROVA

PASSEGGERI

Posti seduti n. 58+1 Altezza interna mm 2.080 Altezza corridoio mm 1.310 Larghezza corridoio mm 370 Larghezza ingressi mm 600  Volume cappelliere m3 2,65

Comfort

Sedili tipo Setra Voyage A.C. EvoCool 39 kW Riscaldamento convettori 30 kW Illuminazione Led Botole a tetto 2 Vetri doppi Audio Blaupunkt Video 2 monitor Lcd 19” Toilette sì (optional) Secondo frigo 55 litri (optional) Cucina sì (optional)

Fino a 71 posti

ull’S 519 HD oggetto della S prova i posti passeggero erano 58 (classificazione quattro

stelle), con lussuosi sedili Setra Voyage Ambassador reclinabili e allargabili, bracciolo abbattibile, maniglia, tavolinetto posteriore e cinture di sicurezza, disposti su base rialzata e rivestita in simil legno. Volendo, ce ne possono stare fino a 71, tipo Voyage Plus o Voyage Supreme. Tra gli optional montati, la toilette, il secondo frigorifero a metà corridoio e la cucina nel vano della scala centrale. Qui, sull’alzata dell’ultimo scalino, anche due bocchette per i rifiuti collegate ai contenitori nella bagagliera. Le cappelliere di tipo aperto consentono lo stivaggio di circa 2,6

metri cubi di bagagli a mano. Di serie si scende a 1,9 metri cubi per l’assenza del modulo posteriore destro. Nella parte inferiore sono inseriti i set delle dotazioni individuali con luci di lettura a Led, come il resto dell’illuminazione interna. Al clima ci pensa-

no il gruppo EvoCold Basic da 39 kW a gestione separata e i convettori a pavimento alimentati dallo Spheros da 30 kW. Per l’infotainment ci si affida al Coach Multimedia System completo di lettore DVD e due monitor Lcd da 19”.

Anche per quanto riguarda la catena cinematica l’S 519 HD non ha fatto economia, montando il motore OM 471 di seconda generazione, ottimizzato nelle prestazioni, disponibile come optional in alternativa all’OM 470 di serie. Zavorrato fino a raggiungere i 21.580 chili di massa complessiva, ha percorso i 347 chilometri sul misto prevalentemente autostradale consumando in media 22,5 litri di gasolio (compresa la quota equivalente di AdBlue) ogni 100 chilometri (4,44 km/litro), tenendo una velocità media di 79,8 km/ ora. Risultato che per un soffio non eguaglia quello ottenuto tre anni fa dal concorrente di famiglia S 516 HDH da 13 metri. Superati senza sforzo gli altri tre assi fin qui provati da BusToCoach (vedi tabella a fine articolo). Al buon risultato ha certamente contribuito il

èè


POSTO GUIDA AUTISTA



Altezza piattaforma mm 840 Larghezza cockpit mm 1.150 Profondità cockpit mm 1.650 Altezza cockpit mm 2.240 Escursione sedile mm 230

Dotazioni

Sedile tipo Isri 6860 A.C. sì Finestrino elettrico Parasole doppio, elettrico Tendina sx manuale Frigorifero 50 litri

Spazio elegante

ibassata a 840 mm da terra R la postazione di guida. Due gradini sotto il livello del cor-

ridoio. Qui è ancorato il sedile pneumatico Isri regolabile e ruotabile, con escursione longitudinale di 23 centimetri. L’autista ha di fronte una plancia avvolgente, con cruscotto che racchiude il display multifunzione a colori e i consueti quattro strumenti analogici principali. A destra del cruscotto il display per il navigatore, le immagini della telecamera per la retromarcia (con sistema di lavaggio integrato) o di quella puntata sulla seconda porta. Più in basso, la pulsantiera e il controller del clima. Di fianco al posto hostess un bauletto porta oggetti e di fronte il frigorifero a pozzetto da 50 litri affiancato dal microfono a braccio flessibile sul montante della porta. A comando elettrico il finestrino laterale

e il parasole frontale sdoppiato. Riscaldati e ripiegabili elettricamente i retrovisori a specchi multipli. Sul parabrezza i sen-

sori pioggia/luce e per tenerlo pulito i tergicristallo AcquaBlade e la terza spazzola in alto al centro.

basso coefficiente di resistenza aerodinamica del veicolo (cx 0,33 comune a tutta la ComfortClass 500) ma il dimensionamento della catena cinematica è stato fondamentale. A partire dalla scelta del motore OM 471 che con le sue generose erogazioni di potenza e coppia, ma anche grazie al fatto che sfrutta regimi più bassi (la coppia massima è ora a 1.600 giri invece dei 1.800 della versione precedente), riesce a combinare massime prestazioni e riduzione dei consumi. Con il cambio automatizzato a otto marce e un rapporto al ponte di 3,183, raggiunge i 100 km/ora con partenza da fermo in soli 35 secondi e a questa velocità il motore non supera i 1.200 giri. Fuori discussione la stabilità di marcia a cui contribuiscono il baricentro abbassato (rispetto a un HDH), la distribuzione del carico su tre assi e il controllo elettronico delle sospensioni. E il terzo asse sterzante consente di manovrare entro un diametro d’ingombro di 23,6 metri. Per i passeggeri, una cabina luminosa, silenziosa (solo qualche piccolo scricchiolio sui fondi stradali irregolari), ben climatizzata e confortevole anche senza dover ricorrere al pacchetto full optional con cui è stato equipaggiato il veicolo in prova. Stesso giudizio anche per la postazione di guida che all’autista riserva un ampio spazio di agibilità, sedile girevole e regolabile (230 millimetri l’escursione longitudinale) e una visibilità esterna a 360 gradi grazie ai retrovisori multispecchio e alla retrocamera posteriore. Per la sicurezza passiva dell’autista c’è la protezione anticollisione frontale (FCG) inte-

èè


.

Potenza

330 300

Nm

Coppia

2.300 1.670

270 240

1.000

1.200

1.400

giri/min

1.600

Potenza 476 cv (350 kW)/1.600 giri Coppia Nm 2.300 a 1.100-1.500 giri Iniezione Common rail con X-PULSE Rapporto di compressione 18,3:1 Coppa olio litri 40 Classe d’inquinamento Euro VI Trattamento gas EGR+DPF+SCR Vita veicolo in prova km 16.075 PNEUMATICI Continental Conti CityPlus HA3 295/80 R 22,5 154/149M

Nuovo motore

grata nel telaio che in caso di incidente, assorbe energia e fa scivolare l’area del guidatore all’indietro. A cui si aggiungono numerosi sistemi di sicurezza, come Electronic Stability Program (ESP), il Brake Assist (BAS), il sistema di monitoraggio della pressione dei pneumatici (TPM) e Adaptive Cruise Control (ART) con Active Brake Assist. 3 (ABA 3). In caso di incendio nel vano motore interviene il sistema di rilevamento e segnalazione di serie o l’antincendio Fogmaker (optional) a otto ugelli con serbatoio nella bagagliera.

CAMBIO

giri/min 13 20

1.600 1.500

31

49 a

68 a

5

4

3a

350

SOSPENSIONI Pneumatiche integrali con controllo elettronico del livello (ENR). A ruote indipendenti sull’asse anteriore ZF RL 75 E. L’asse motore è il Mercedes RO 440 e il terzo asse è lo ZF 75 EC con sistema sterzante RAS. FRENI Dischi integrali. Impianto pneumatico a controllo elettronico EBS con ASR, BAS e Retrder secondario ad acqua. SICUREZZA ESP, SPA, ART, ABA3, PPC, ATAS, TPM, antincendio vano motore, retrocamera.

2a

kW

12.800 132/156 verticale 6 in linea Posteriore

1a

Mercedes OM 471 Cilindrata cc Alesaggio/corsa Geometria Posizione

MOTORE

85

107

134,6

8a

7a

a

6

1.000 500 0

0

15

30

45

60

75

Km/h

90

105

120

135

150

TRASMISSIONE Il veicolo in prova monta il cambio automatizzato Mercedes GO 250-8 a 8 marce, con retarder secondario Voith ad acqua. Rapporto di trasmissione 3,183 Accelerazione 0-100 km/h sec. 35

nvece del 10,8 litri OM 470 da ISetra 426 cavalli montato di serie, il S 519 HD si è presentato

alla prova su strada con l’opzione OM 471 da 12,8 litri che alza le prestazioni a 476 cavalli di potenza (350 kW) e 2.300 Nm di coppia massima, disponibile fino a 1.500 giri. Ma non solo. L’OM 471 che Daimler ha cominciato a montare sui propri veicoli pesanti Euro VI dal 2011, si presenta ora con una serie di accorgimenti finalizzati alla riduzione dei costi di esercizio e quindi dei consumi. La seconda generazione degli OM 471 si avvale del sistema d’iniezione asimmetrico XPulse con maggiore portata dell’iniettore, l’aumento del rapporto di compressione da 17,3 a 18,3:1 e la ridotta percentuale di gas di scarico ricircolati (tasso EGR). Più efficiente anche il catalizzatore SCR per abbattere gli NOx allo scarico, riducendo il consumo di AdBlue (3,1% sul veicolo in prova).

COACH: 3 ASSI A CONFRONTO Modello Setra S 519 HD Irizar i8 14.07

Peso kg E6 E6

21.580 23.150

cv (kW)

km/h

km/litro

Indice

476 (350)

79,8

4,44

8,86

490 (360)

80,9

4,18

8,45

http://www.bustocoach.com/sites/default/files/wfm_upload/newsletter_pdf/marzo_2016_irizar_it.pdf

Mercedes Tourismo L E6

21.400

428 (315)

78,1

4,16

8,12

http://www.bustocoach.com/sites/default/files/wfm_upload/newsletter_pdf/dicembre_2015_mercedes_it.pdf

Irizar i6 HDH 14.37

E6

23.640

490 (360)

81,2

4,20

8,63

http://www.bustocoach.com/sites/default/files/wfm_upload/newsletter_pdf/aprile_2015_irizar_it.pdf

Setra S 516 HDH

Infine, è da sottolineare che il nuovo OM 471 gira un po’ più lento della versione precedente, erogando la massima potenza a 1.600 giri anzichè 1.800. E anche questo fa bene ai consumi.

E6

21.100

510 (375)

81,5

4,45

9,07

http://www.bustocoach.com/sites/default/files/wfm_upload/newsletter_pdf/settembre_2014_setra_it.pdf

Van Hool Astronef

E5

22.160

510 (375)

82,5

3,52

7,26

http://www.bustocoach.com/sites/default/files/wfm_upload/newsletter_pdf/settembre_2012_vanhoolprova_it.pdf

Setra S 416 HDH

E5

21.442

455 (335)

80,3

3,64

7,30

http://www.bustocoach.com/sites/default/files/wfm_upload/newsletter_pdf/25.07.2011_setra_it.pdf

Altri articoli su Setra: www.bustocoach.com/it/node/1584/articoli-costruttore-europa


BusToCoach on-line Magazine - Dicembre 2017

ValiditĂ fino al 31.12.2017

ANNUNCI

BUSTOCOACH EUROPEAN ON-LINE MAGAZINE - Dicembre 2017  

BusToCoach è la prima piattaforma online completamente GRATUITA. Offre informazione sui veicoli per il trasporto persone in Europa attravers...