Page 1

Transport Web Snc - www.bustocoach.com

EUROPEAN ON-LINE MAGAZINE - Aprile 2017

Bus To Coach IRIZAR i6S INTEGRAL

TEST

BASCO AL 100%

MERCATO ITALIA 2017 - PREMI PER NEOPLAN E SOLARIS - IDROGENO - DAIMLER - INDCAR MOBI CITY LE - SCANIA TOURING - IRIZAR i6S - SPECIALI


RIVISTA ON-LINE abbinata a www.bustocoach.com - Aprile 2017 MERCATI

RUBRICHE

BusToCoach

European on-line magazine Direttore responsabile

Marino Ginanneschi

marino.ginanneschi@bustocoach.com

Redazione e rapporti internazionali

Elena Prearo

elena.prearo@bustocoach.com

Pubblicità

FLASH NEWS In diretta dal mondo dei trasporti.

HIGH TECH STORE Iveco, Alstom, TomTom, Allison.

NEOPLAN Il Tourliner si aggiudica l’iF Design Award 2017.

SOLARIS Un premio per le soluzioni e-mobility.

ADV SPAZIO s.r.l.

ANNUNCI ITALIA Uno spazio per vendere Le vendite di autobus e comprare. danno segnali di ripresa.

FILO DIRETTO

I 20129 Milano Via G. Modena 6 Tel. +39 02 7000 4031

E-mail: bustocoach@advspazio.it

Amministrazione

Transport Web & C Snc I 20148 Milano Via Versilia 22

E-mail: bustocoach@bustocoach.com Internet: www.bustocoach.com Registrazione Tribunale di Milano n. 140 del 16/03/2012

IDROGENO La sperimentazione di AutoPostale.

DAIMLER BUSES 2016 in positivo con le vendite in Europa.

IN PRIMO PIANO

***

BusToCoach® Magazine è inviato mensilmente via mail a 12.000 operatori europei del trasporto passeggeri in autobus. Se vuoi iscriverti alla nostra mailing list comunicalo a: bustocoach@bustocoach.com

INDCAR Il Mobi City in versione Low Entry.

SCANIA Ora anche in Italia il Touring HD.

IRIZAR Su strada con l’i6S 13.35 Integral.

FUORISERIE I pullman al seguito della Milano-Sanremo.


VECTIO U

39 POSTI A SEDERE IN 9,3 METRI. Disponibile anche con sollevatore e in versione Low Entry.

DA 7 A 12 METRI

SEMPRE IL “LINEA” IDEALE Distributore per lʼItalia: Mauri Bus System Srl Via Caravaggio, 8 - 20832 Desio (MB) - Italy Office +39 0362 626247 - Fax +39 0362 629189 - www.mauri-bus.it


FLASH NEWS

BusToCoach on-line Magazine - Aprile 2017

LA REGIONE PUGLIA RINNOVA IL TPL

PROGETTO ELETTRICI PER PARMA

giunta regionale della Puglia ha deliberato il 7 marazienda che gestisce il trasporto pubblico urbano e proLA zo scorso tre provvedimenti sul trasporto pubblico L'vinciale di Parma (Tep) studierà la possibilità di introextraurbano in autobus. Tra questi, il Programma regionale durre nuovi autobus elettrici a batteria su alcune linee urbane

di investimenti destinati al rinnovo del parco autobus per il trasporto pubblico locale. «È un ambizioso piano di rinnovamento», ha detto l’assessore ai Trasporti, Giovanni Giannini, «per 56 milioni di euro: 26 finanziati con risorse ministeriali e 30 con risorse FSC del Patto per la Puglia e interesserà il rinnovo del 22% dell’intera flotta extraurbana». In campo c’è l’acquisto di 380 autobus Euro 6. Veicoli che dovranno essere equipaggiati per gli utenti a ridotta capacità motoria e/o non deambulanti, con impianto di aria condizionata, indicatori digitali di percorso, dispositivi per il rilevamento della posizione durante la corsa, la validazione elettronica dei titoli di viaggio e il conteggio dei passeggeri in salita e discesa. «Il contributo unitario massimo assegnabile», precisa l’assessore Giannini, «sarà pari a 146.800 euro e non potrà comunque superare il 70% della spesa sostenuta al netto d’IVA, mentre le aziende concorreranno per il restante 30% del costo complessivo dei rotabili».

AUTOBUS ELETTRICI PER BERGAMO

e Comune di Bergamo puntano sul potenziamento ATB del servizio e accessibilità nel centro città con il progetto Metrobus. Presentato il 14 febbraio scorso, il piano

della futura linea C prevede l’introduzione di 12 autobus elettrici di ultima generazione lungo un percorso in parte preferenziale. I mezzi avranno una lunghezza di 12 metri e una capacità di 70 posti, pianale ribassato con tre accessi, alimentazione elettrica e un’autonomia di carica giornaliera pari a circa 200 km. Gli autobus verranno ricaricati con il sistema plug-in, dunque collegando la presa di corrente al distributore di energia. Previste lungo il percorso 16 pensiline ‘smart’ dotate di connessione WiFi e mappe interattive con le informazioni su orari, rete e principali punti di interesse. L’investimento complessivo (veicoli, impianti di ricarica, pensiline) supera i 6,5 milioni di euro, spesa sostenuta in gran parte da ATB. Previsto un contributo di circa 1,3 milioni di euro dalla Regione Lombardia. La linea C sarà attiva da settembre 2017 con frequenze base di 15 minuti, quantificabile in circa 700 mila vetture/km.

IRIZAR PER LA STAT DI CASALE

ei nuovi pullman targati Irizar hanno fatto capolino lo scorso S 22 febbraio nella flotta del Gruppo STAT con sede a Casale Monferrato. Sono quattro i6 HD e una coppia di i4 con motore

Scania a 6 e 5 cilindri. Tutti da 51 posti e con più spazio tra i sedili (74 cm). La dotazione di bordo comprende prese elettriche a 200V e USB, WiFi gratuito, tre monitor per la visione di film o del percorso mediante telecamera frontale. Altre telecamere permettono di monitorare l’abitacolo dalla postazione di guida anche per prevenire eventuali atti di vandalismo.

e di dotare la rete di nuove stazioni di ricarica multimodali, sia per i bus che per i veicoli privati. È la stessa azienda a darne comunicazione in seguito all’approvazione dei finanziamenti per il progetto europeo ‘Low carb’, a cui Tep aderisce insieme ad altri dieci partner europei. Il progetto partirà a giugno 2017 e avrà una durata di tre anni. Il finanziamento destinato a Tep è di circa 170 mila euro, finanziati per l’80% dal programma Central Europe e per il restante 20% dal ministero per lo Sviluppo Economico.

ALL’AEROPORTO CON I CROSSWAY

rosegue il rinnovo del parco mezzi della Sadem, P società controllata del Gruppo Arriva e responsabile del trasporto extraurbano nella provincia di Torino.

L’ultimo acquisto riguarda otto Iveco Crossway Pro da 12 metri, veicoli acquistati in autofinanziamento per oltre 2 milioni di euro. I mezzi verranno impiegati per il servizio Torino Airport che collega il Capoluogo piemontese all’aeroporto Caselle. «L’investimento», precisa l’azienda in un comunicato, «rientra in un piano quinquennale del valore complessivo di circa 10 milioni di euro, il quale prevede l’acquisto di 44 nuovi autobus Iveco Crossway Pro».

SCANIA NELLA FLOTTA TIEMME

na mezza dozzina di Scania Interlink MD sono stati recaU pitati a Tiemme Spa, società che gestisce servizi di TPL in Toscana (bacini di Arezzo, Grosseto, Siena e Piombino).

Di questi nuovi autobus, tre sono nella taglia da 12,3 mt su telaio K410 4x2 e altrettanti da 14,1 mt su meccanica K410 6x2. L’equipaggiamento comprende WiFi gratuito, sistema di videosorveglianza digitale con cinque telecamere, sistema Avm per la geolocalizzazione del mezzo, annuncio vocale di fermata, obliteratrice contactless, cartelli luminosi interni ed esterni di fermata e sistema di conteggio passeggeri. «Con questo nuovo investimento, pari a 3,4 milioni di euro al netto di Iva», ha precisato Piero Sassoli, direttore di Tiemme Spa, «è salito a 269, pari a circa il 40% della nostra flotta, il numero di autobus complessivamente acquistati a partire dal 1° agosto 2010, giorno della nascita di Tiemme. L’investimento totale è di oltre 35 milioni di euro, di cui circa 23 milioni, pari al 65%, in autofinanziamento: è questo un dato che colloca Tiemme tra le principali realtà italiane per investimenti. Ma siamo pronti a continuare per migliorare la qualità della nostra flotta». Il parco mezzi di Tiemme conta ad oggi 665 autobus e, di questi, 459 sono extraurbani con un’età media di circa 14 anni.


FLASH NEWS

BusToCoach on-line Magazine - Aprile 2017

A BANGALORE SI VIAGGIA IN VOLVO

INDCAR NEXT CON TELAIO MERCEDES

agenzia governativa del trasporto pubblico in autobus di operatore spagnolo Transunion ha preso in consegna i L' Bangalore (BMTC) ha piazzato un ordine per 100 auto- L'primi quattro dei 14 Indcar Next L7 attesi nei primi mesi bus urbani della serie Volvo 8400. I veicoli sono equipaggiati del 2017. Carrozzati su telaio MB Atego 1024L (i prossimi

con il nuovo 8 litri prodotto da Volvo Group JV a Pithampur, nel Madhya Pradesh. Il motore Volvo D8C da 330 cv è abbinato a un cambio automatico a 6 marce. «Le esigenze di mobilità urbana di Bangalore sono in rapida crescita», ha detto Ekroop Caur, managing director di BMTC. «Stiamo aumentando la nostra flotta di autobus premium per offrire ai pendolari una valida alternativa ai veicoli personali, principali causa di congestione e inquinamento». Volvo Buses è in India dal 2001. Oltre 6 mila autobus Volvo viaggiano sulle strade del Paese.

AUTOBUS URBANI SU TELAIO SCANIA

ASSISTENZA IN GARA

evin Lampert del Liechtenstein è il vincitore del K BusTech Challenge 2017 di Daimler Buses, competizione interna tra punti di assistenza autorizzati Omni-

società di trasporto urbano TUCs (Transport Urbà LA de Castelló) con sede a Castellón, provincia della comunità autonoma di Valencia, nella Spagna orientale, ha

aggiunto alla propria flotta due nuovi autobus su meccanica Scania. Sono alimentati da un motore a cinque cilindri con potenza di 250 cv e una coppia massima di 1.250 Nm. I veicoli sono equipaggiati di controllo elettronico della stabilità (ESP), funzione per la frenata di emergenza avanzata (AEB) che avverte il conducente in caso di rischio di collisione e può attivare il freno di emergenza nell’eventualità di pericolo imminente. A questi si aggiunge l’LDW che avvisa l’autista se il veicolo fa un indesiderato movimento laterale grazie a una telecamera che controlla continuamente la posizione del mezzo.

L'

dieci su MAN 12T), sono stati sviluppati per soddisfare le specifiche esigenze di Transunion. La società era alla ricerca di un veicolo potente (motore fino a 250 cv) con una grande maneggevolezza per servizi in zone caratterizzate da strade strette, tortuose e ripide. Altro ‘must’, il grande vano bagagli. Il tutto senza compromettere design esterno ed interno. Gli autobus misurano 7,7 metri e alloggiano 27 passeggeri più accompagnatore. Il modello Next L7 di Indcar si è aggiudicato il titolo di ‘Microbus of the Year 2017’ in Spagna.

AVANTI CON GLI SMART SHUTTLE

plus organizzata ogni due anni. Il meccanico 30enne ha battuto i concorrenti provenienti da 16 Paesi europei e sollevato il trofeo d’oro a Neu-Ulm. Michel Hoeve dei Paesi Bassi si è aggiudicato il 2° posto mentre la statua di bronzo è andata a Joris Keymeulen (Belgio). Ammontano a 768 (80 in più della scorsa edizione) i dipendenti Omniplus ammessi alle popolari Olimpiadi per tecnici di autobus partita la scorsa estate. I partecipanti hanno dovuto rispondere a un articolato elenco di domande on-line presso i loro siti su vari aspetti di autobus e pullman e la loro funzione, manutenzione e riparazione. Durante la fase finale a Neu-Ulm, i 16 finalisti hanno dimostrato le loro abilità pratiche. In diverse stazioni, hanno effettuato attività quali la diagnosi dei guasti, la rettifica comandi delle porte malfunzionanti, lo scambio di pompe di carburante ad alta pressione e la pittura i parti della carrozzeria, il tutto sotto il controllo di specialisti che hanno stabilito un limite di tempo preciso per ogni attività.

operatore svizzero AutoPostale ha acquistato altri due SmartShuttle, veicoli utilizzati il 20-24 marzo alla CeBIT di Hannover, la più grande fiera al mondo di informatica. Gli SmartShuttles sono minibus da 11 posti a guida autonoma, dunque senza volante ne conducente. A bordo solo un accompagnatore che sorveglia i sistemi e può intervenire in caso di necessità. Dall’estate 2016 i due SmartShuttles di AutoPostale hanno trasportato più di 16 mila passeggeri per il centro di Sion, capitale del Canton Vallese. L’esperimento pilota durerà fino a questo autunno ed è un vero e proprio progetto pionieristico. AutoPostale è infatti tra i primi al mondo a impiegare autobus autonomi per il trasporto di persone su strade pubbliche. I veicoli sono costruiti dall’azienda francese Navya mentre la start up svizzera BestMile ha sviluppato il software per la gestione del parco veicoli.

NOGEBUS SU TELAIO MAN

el parco di Autobuses Urederra, compagnia di trasporti N originaria della Navarra, Spagna, è approdato un Touring H di Nogebus con motore anteriore. Carrozzato su meccanica

MAN, il veicolo misura 8.290 mm ed è provvisto di un accesso più una porta di emergenza, 29 sedili reclinabili Noge con finiture in similpelle e cinture a due punti, cristalli laterali doppi e oscurati, fari a Led, aria condizionata, riscaldamento via convettori, sistema di sicurezza EBA ed LGS, telecamera di retromarcia, coprimozzi in acciaio inox. La compagnia di trasporti Autobuses Urederra è stata fondata nel 1935 e offre servizi di trasporto passeggeri in ambito nazionale e internazionale.


FLASH NEWS

BusToCoach on-line Magazine - Aprile 2017

SETRA IN MOSTRA NEGLI USA

NEOPLAN FA IL BIS IN GALLES

ll’UMA Motorcoach Expo, salone organizzato dalla Unisocietà di trasporti Unicorn Travel con sede nel Galles A ted Motorcoach Association e andato in scena a St. Louis LA del nord ha preso in consegna un nuovo Neoplan Tour(Missouri, USA) dal 26 febbraio al 2 marzo, il marchio Setra ha liner Select Plus Executive. Il veicolo è lungo 12 metri ed è dotato

presentato una versione esclusiva del turistico S 417 con logo cromato, fari fendinebbia anteriori dal nuovo look e paraurti rivisitato. Prodotto nello stabilimento di Neu-Ulm, in Germania, il tre assi da 13,7 metri alloggia 56 passeggeri su selleria Setra Voyage Ambassador completa di poggiapiedi e cinture di sicurezza a tre punti. Tra le dotazioni di bordo, illuminazione corridoio a LED, sedile autista con schienale confortevole, vivavoce, sistema di rilevazione incendi nel vano motore. Il mezzo è conforme agli standard di sicurezza attiva in vigore negli USA così come il motore Mercedes-Benz OM 471 LA (336 kW) soddisfa i criteri di emissione EPA 10 MY16 per gli ossidi di azoto e particolato. La versione americana del Setra TopClass era in esposizione allo stand di Motor Coach Industries International Inc. (MCI), partner nordamericano di Daimler.

IRIZAR i6S CON TELAIO SCANIA

di 49 posti a sedere con finiture e poggiatesta in pelle sintetica, servizi igienici, doppio monitor, dvd, aria condizionata, cerchi in lega Durabright. Motore è il 4 litri MAN da 420 cv (Euro 6) abbinato al cambio MAN TipMatic. Questo è il secondo pullman targato MAN nella flotta di Unicorn Travel. «Abbiamo acquistato il nostro primo Neoplan Tourliner due anni fa, un veicolo di seconda mano», precisa Kevin Carroll, direttore di Unicorn Travel. «I nostri autisti e clienti ci hanno dato un buon feedback. L’accettazione da parte del driver è importante così come il comfort dei nostri clienti è una parte imprescindibile del nostro servizio»».

1.600 BUS IVECO IN GIALLO

Bus, marchio di CNH Industrial, ha avviato la Iin veco fornitura di 628 mezzi nello stato di Minas Gerais, Brasile. I veicoli sono equipaggiati per il trasporto

bus operator iberico Autocares V. Jiménez S.A. ha IL preso in consegna un Irizar i6s su meccanica Scania. Lungo 13 metri e alto 3,8, il veicolo è carrozzato su

telaio Scania K410EB4X2 con motore da 410 cv. La dotazione di bordo comprende prese da 220V, impianto multimediale Bosch, selleria imbottita, sedili con cinture Isofix a 4 punti per bambini e luci esterne per la salita/discesa dei passeggeri in luoghi poco illuminati. A livello di sicurezza, il veicolo è dotato della funzione di frenata di emergenza avanzata (AEB) che avverte il conducente in caso di rischio di collisione e può attivare all’occorrenza il freno di emergenza. Vi è inoltre l’LDW che avvisa l’autista di un eventuale cambio di corsia grazie a una telecamera che tiene sotto controllo la posizione del veicolo tra le linee di corsia. Autocares V. Jiméne si occupa da più di 40 anni del trasporto viaggiatori sia a livello nazionale che internazionale. La flotta è costituita per oltre il 70% da veicoli con tecnologia Scania.

MAN PER LA THAILANDIA

li autobus sono tra i mezzi di trasporto più diffusi in ThaiG landia grazie anche a una rete stradale ben sviluppata. Province e città sono collegate dai bus della società statale

Transport Company Ltd. L’azienda ha recentemente messo in servizio 38 interurbani su telaio a tre assi MAN R37 24,460 HOCLN-R con motore common rail da 460 cv ( 338 kW) e cambio automatizzato a 12 rapporti MAN TipMatic Coach. Costruiti in collaborazione con un produttore tailandese, i veicoli sono dotati di 42 sedili ergonomici. Sicurezza e comfort sono garantiti dal sistema elettronico di frenata (EBS) con ABS e ASR, di serie il retarder così come le sospensioni pneumatiche a controllo elettronico (ECAS).

alunni, principalmente nelle zone rurali. La cerimonia di consegna si è svolta nella capitale Belo Horizonte, dove sono stati recapitati più di 400 veicoli nei vari comuni interessati. Gli autobus sono stati acquisiti in seguito all’adesione al Fondo nazionale per lo sviluppo dell’istruzione (FNDE), creato nel 2016. In tutto, l’ordine prevede la fornitura di massimo 1.600 mezzi Iveco Bus. I modelli sono progettati per operare in ambienti urbani e rurali, garantendo un livello di comfort e sicurezza ottimale per gli studenti, compresi i passeggeri con mobilità ridotta.

PRIMATO DI MAN IN SUDAFRICA

società di trasporti Golden Arrow Bus Services LA (GABS) con sede a Città del Capo, Sudafrica, ha preso in consegna il 1000° MAN della propria flotta. Trattasi

di un Lion’s Explorer su telaio MAN HB 2 con motore D 20 da 350 cv (257 kW). Costruito presso lo stabilimento di MAN Truck & Bus Sud Africa a Olifantsfontein, nella grande Johannesburg, il veicolo è stato progettato per far fronte all’impegnativa conformazione del territorio. Il mezzo è equipaggiato di 65 posti a sedere. «Nel 2001 abbiamo venduto il nostro primo autobus, un Lion’s Explorer, a Golden Arrow Bus Services. E questo è stato l’inizio di una collaborazione che ci ha portato a questo evento, 15 anni dopo», ha sottolineato Markus Geyer, amministratore delegato di MAN Truck & Bus Sudafrica. GABS è il principale operatore di trasporto pubblico a Città del Capo con servizi in autobus in gran parte dell’area metropolitana della città sudafricana. Fondata nel 1861, la società gestisce una flotta di oltre 1.000 autobus e 1.300 rotte con un’utenza giornaliera di circa 220 mila passeggeri.


BusToCoach on-line Magazine - Aprile 2017

MERCATO ITALIANO IN RIPRESA

Nei primi due mesi del 2017 l’immatricolato autobus oltre le 3,5 tonnellate è cresciuto in Italia del 59,3%. E del 74,9% solo a febbraio. Un aumento su tutti i fronti egnali più che incoraggianti arrivano dal S comparto italiano dell’autobus. L’Anfia, l’associazione nazionale dell’industria auto-

Risultano in crescita un po’ tutti i comparti, in particolare gli autobus interurbani (+129,8%), i mezzi da turismo (+107,5%) e i bus destinamobilistica, rileva una crescita marcata nei ti ai servizi di trasporto urbano (+66%). primi due mesi del 2017. Incremento che ri- Per i midibus, poi, è un vero e proprio boom guarda un po’ tutti i segmenti di mercato e che di nuove immatricolazioni (+325%). L’unica risulta ancora più accentuato nel solo mese di categoria a non presentare oscillazioni è quelfebbraio. la degli scuolabus che rimangono agganciati Secondo i calcoli dell’Anfia, le nuove im- ai livelli dei primi due mesi del 2016. matricolazioni di autobus con peso totale su- Sono numeri che lasciano ben sperare per la periore a 3,5 tonnellate hanno raggiunto nei ripresa di un settore che sconta anni di sofprimi due mesi dell’anno le 696 unità contro ferenza. La performance risulta, poi, ancora le 437 del bimestre passato, registrando un più brillante nel solo mese di febbraio con incremento del 59,3%. l’immatricolato che aumenta di ben 74,9 punti percentuali con 369 unità rispetto MERCATO ITALIANO AUTOBUS >3,5 ton alle 211 del febbraio 2016. Anche in questo caso sono gli interurbani gen-feb. 2017 gen-feb. 2016 var. % Autobus tipo a primeggiare (+130,6%) seguiti Urbani 148 89 66,3% dai turistici (+107,5%). E su tutti, i midibus con il 220% in più di Interurbani 131 57 129,8% nuove immatricolazioni. In recupeTuristici 179 118 51,7% ro gli scuolabus (+48%). Intanto è stato finalmente pubbliMidibus 51 12 325,0% cato sul sito del Ministero dei TraMinibus 105 79 32,9% sporti il Decreto ministeriale che Scuolabus 82 82 0,0% assegna 150 milioni di euro per gli anni 2017, 2018 e 2019 per l’acTOTALE 696 437 59,3% quisto di nuovi autobus attraverso Fonte: Anfia la centrale unica di committenza.


BusToCoach on-line Magazine - Aprile 2017

PREMIATO IL NEOPLAN TOURLINER

Il turistico di Man Truck & Bus si aggiudica l’iF Design Award 2017, premio internazionale per il design dal 1953. La cerimonia di premiazione a Monaco di Baviera he winner is... Con questa formula di rito T il nuovo Tourliner a marchio Neoplan è stato proclamato vincitore dell’iF Design Award 2017 nella categoria Veicoli/Auto/ Moto. Un ambìto riconoscimento, il premio è infatti uno dei più rinomati a livello internazionale per il design dal 1953. I vincitori vengono selezionati sulla base di criteri quali l’aspetto esteriore e la forma del prodotto, il livello di innovazione, ergonomia, funzionalità e rispetto dell’ambiente. Il Neoplan Tourliner ha convinto la giuria (58 esperti di design da 19 Paesi) non solo per le prestazioni e l’economicità ma soprattutto per il design aerodinamico all’avanguardia. In particolare, la sua cupola frontale slanciata che continua fino al tetto con la ‘coda di cometa’ stilizzata, il tipico design a taglio affilato (Sharp Cut) che ha già valso a Neoplan diversi riconoscimenti e i fari ridisegnati.

La cerimonia di premiazione dell’iF Design Award 2017 si è tenuta a Monaco di Baviera il 10 marzo scorso. «Il premio è un grande omaggio al nostro team di progettazione», ha commentato Stephan Schönherr di MAN Truck & Bus. «Sottolinea l’aspetto innovativo ed elegante nonché l’elevata qualità costruttiva del Neoplan Tourliner». Il turistico Tourliner è stato recentemente rinnovato, nel 2016 l’anteprima alla IAA di Hannover della versione da 12,1 metri. È un veicolo che offre un comfort di prima classe sia per l’autista che per i passeggeri, prerogative di sicurezza, prestazioni di guida ineccepibili e un basso consumo di carburante. Questo grazie a un motore con coppia e prestazioni incrementate e una trasmissione ottimizzata a cui si aggiunte un nuovo design estern che ha migliorato l’aerodinamica di oltre il 20 per cento. Altri articoli su MAN Truck & Bus: www.bustocoach.com/it/node/1850/articoli-costruttore-italia

VITTORIA SOSTENIBILE PER SOLARIS

Il produttore polacco è tra i vincitori dell’EBUS 2017 per il suo contributo nello sviluppo di veicoli a zero emissioni e la vasta gamma di soluzioni di e-mobility

'impegno sul fronte della sostenibilità L ambientale con lo sviluppo di mezzi di trasporto pubblico eco-compatibili ha valso a Solaris Bus & Coach un premio internazionale: l’EBUS Award 2017. Organizzato dall’associazione tedesca VDV che riunisce le aziende di trasporto pubblico, l’EBUS Award promuove la protezione dell’ambiente nel trasporto pubblico. La giuria valuta le aziende così come i singoli individui che si sono distinti per il loro contribuito nello sviluppo della mobilità elettrica nel trasporto pubblico a partire dagli ultimi due anni. Quattro le categorie: produttore di autobus, produttore di componenti o sottoinsiemi, società di consulenza e monitoraggio, vettori. Solaris Bus & Coach si è aggiudicata il titolo nella prima categoria per il coinvolgimento

a lungo termine nella realizzazione di mezzi di trasporto pubblico a zero emissioni, per le azioni continue in tale ambito, la volontà nel soddisfare le aspettative dei clienti e l’ampia gamma di soluzioni di e-mobility. «Il premio EBUS ricevuto dalla nostra società e dal nuovo Solaris Urbino 12 elettrico», ha detto Zbigniew Palenica di Solaris Bus & Coach, «è un altro riconoscimento che ci pone in prima linea tra i produttori di autobus urbani e interurbani a trazione alternativa. Una prova inconfutabile che il nostro reparto produttivo, così come tutto il personale, ha intrapreso il giusto percorso di sviluppo seguendo la via della mobilità elettrica». La cerimonia di premiazione si è svolta nell’ambito del convegno ‘Autobus elettrici - mercato del futuro’ ospitato a Berlino dal 6 all’8 marzo. Altri articoli su Solaris Bus & Coach: www.bustocoach.com/it/node/756/articoli-costruttore-italia


BusToCoach on-line Magazine - Aprile 2017

IDROGENO: I CONTI NON TORNANO

La svizzera AutoPostale fa il punto sui cinque autobus a celle combustibili testati nell’ambito del progetto CHIC (Clean Hydrogen in European Cities) i è chiusa in Svizzera la sperimentazione S di una flotta di cinque autobus a idrogeno nell’ambito del progetto europeo CHIC (Clean Hydrogen in European Cities). I bus a celle combustibili, forniti da Evobus, sono stati impiegati dalla società AutoPostale in regolare servizio di linea nella regione di Brugg tra dicembre 2011 e gennaio 2017. Ma anche in occasione di eventi speciali quali il WEF di Davos o il Festival del film di Locarno. Positivo il bilancio della società svizzera. «Insieme i cinque veicoli hanno percorso 1,3 milioni di chilometri», precisa AutoPostale, «con una riduzione delle emissioni di 1.600 tonnellate di CO2 rispetto ai bus diesel. In questo modo Autopostale ha raggiunto nella misura dell’80% l’obiettivo prefissato inizialmente di un risparmio di 2 mila tonnellate di CO2». Non è mancato l’apprezzamento sia del personale di guida che dei passeggeri, oltre che dei residenti nelle aree limitrofe alla sperimentazione per la silenziosità dei veicoli.

Restano però, a detta della stessa azienda, delle criticità. Essenzialmente alla voce ‘costi’ (manutenzione, stazioni di rifornimento, veicoli..). «A cinque anni dall’avvio del progetto, gli autopostali a celle combustibili non hanno ancora raggiunto la redditività auspicata. Attualmente i prezzi di acquisto sono ancora molto superiori a quelli dei bus diesel o ibridi diesel. Differenze nette si riscontrano anche nei costi d’esercizio. La scarsa redditività è il motivo principale che ha indotto AutoPostale a non proseguire il progetto». Nonostante ciò, l’azienda continua a credere nel futuro della tecnologia elettrica e a idrogeno. Negli obiettivi c’è l’incremento dell’efficienza in termini di CO2 con l’abbandono, a lungo termine, dell’impiego dei combustibili fossili. I sistemi di propulsione alternativi rimangono dunque un tema centrale per AutoPostale. L’azienda ha già raccolto esperienze significative con gli autopostali ibridi diesel: attualmente in tutta la Svizzera sono in funzione 36 veicoli di questo tipo.


BusToCoach on-line Magazine - Aprile 2017

DAIMLER BUSES CRESCE CON L’EUROPA

AUTOBUS USATI ON LINE Sul sito www.bustocoach.com è attiva la sezione dedicata all’usato

Se vuoi vendere o comprare un autobus, qui trovi la strada giusta. Puoi fare la tua inserzione o cercare tra i veicoli in vendita. Trovare gli indirizzi di chi tratta l’usato o sapere quanto vale ogni singolo modello sul mercato italiano.

Daimler Buses incrementa i guadagni nel 2016. Un contributo significativo arriva dall’Europa occidentale con il forte business degli autobus completi

el 2016 la divisione autobus del gruppo N Daimler ha raggiunto ancora una volta il miglior ritorno sulle vendite del settore al

6,2%, valore che va anche al di là delle attese. Daimler Buses ha incrementato i guadagni del 28% a 258 milioni di euro (202 milioni nel 2015). L’Europa occidentale ha dato un contributo significativo a tale risultato con il forte business degli autobus completi. Record di unità vendute per il marchio Setra con circa 3 mila autobus consegnati. A livello mondiale, Daimler Buses ha venduto 26.200 unità tra autobus e telai nel corso del 2016 (erano 28.100 nel 2015). I volumi delle vendite sono aumentati in Europa (Unione Europea, Svizzera e Norvegia) di circa il 3% con 8.800 veicoli (2015: 8.600)

mentre la quota mercato è stata del 30 per cento circa. Le 1.700 unità vendute da BusStore, il marchio per i veicoli usati in Europa, si sono attestate sui livelli dell’anno precedente. «I nostri mercati principali, Europa, Brasile, Argentina, Messico e Turchia», ha dichiarato Hartmut Schick, responsabile di Daimler Buses, «giocano un ruolo importante nel successo di Daimler Buses. Stiamo lavorando con la stessa attenzione all’espansione della nostra presenza globale e stiamo cercando nuovi mercati. Abbiamo in programma di crescere soprattutto nei mercati emergenti. Sviluppiamo soluzioni su misura per ogni mercato utilizzando al contempo le sinergie nella nostra rete di produzione e di vendita in tutto il mondo». Altri articoli su Daimler Buses: www.bustocoach.com/it/node/1694/articoli-costruttore-italia

Puoi accedervi andando sul sito e selezionando la Directory USATO oppure entrare direttamente al link www.bustocoach.com/it/content/annunci


BusToCoach on-line Magazine - Aprile 2017

HIGH TECH STORE

IVECO SUL WEB

GESTIONE FLOTTE

ed Euromidi. È il nuovo sito web di Iveco Bus www.busmaster.com. Piattaforma in cinque lingue che offre una selezione ottimizzata dei mini su chassis Iveco Bus, sia per il cliente finale che può accedere a una banca dati che contiene tutte le carrozzerie e gli allestimenti messi a disposizione dai partner che per gli allestitori con nuove opportunità di vendita, pubblicità e marketing, oltre che di collaborazione con Iveco Bus a livello internazionale con proficui scambi di informazioni. Le funzioni facilitate di ricerca online si basano su tre criteri: destinazione d’uso (urbano, interurbano, turismo, trasporto scolastico), capacità passeggeri e area geografica. «Il sito web www.busmaster.com», precisa Iveco Bus in una nota, «rappresenta un nuovo passo avanti nell’ottica di una proficua collaborazione, in quanto permette ad ogni allestitore certificato di presentare le proprie carrozzerie e soluzioni di allestimento compatibili coi prodotti Iveco Bus; ad oggi, oltre 80 veicoli sono stati inclusi su questa piattaforma».

dalla business unit di Tom Tom che ha raggiunto i 46 mila clienti. Una crescita a due cifre registrata dal produttore olandese negli ultimi anni. Al centro di tutto, Webfleet. Sistema che consente agli operatori di gestire i dati delle proprie flotte in modo efficace. «La nostra attenzione all’innovazione è uno degli elementi chiave che ha guidato la crescita della nostra azienda», spiega Thomas Schmidt, managing director di TomTom Telematics. «Attualmente ci troviamo sull’orlo di una nuova era per il mercato del fleet management, l’aumento della connettività dei veicoli sta per trasformare il modo in cui le flotte operano. Insieme ai nostri partner vogliamo creare nuove applicazioni, soluzioni e integrazioni che possano offrire benefici innovativi ai clienti di tutti i settori e che lavorano con qualsiasi tipo di veicolo. Questo potrà aiutarli a ridurre i costi e aumentare l’efficienza che, a loro volta, potranno generare un effetto tangibile sulla redditività dell’azienda».

edicato alle carrozom Tom Telematics a quota 700 D zerie per chassis con Tmila. Tanti le sottoscrizioni alle motore anteriore Daily soluzioni di gestione flotte offerte

ELETTROMOBILITY

FUEL SENSE 2.0

llison Transmission ha annunciauovo elettrico ‘made N in France’. Si chiama Ato l’uscita di FuelSense 2.0 comAptis ed è stato presentato pleto di Shifting DynActive che con-

il 9 marzo a Duppigheim, in Alsazia, dal produttore ferroviario Alstom ed NTL (New Translohr), altra società francese che sviluppa soluzioni innovative per il trasporto pubblico. Aptis è un autobus a trazione elettrica ispirato al design di un tram, con accessi low floor, una visuale a 360° e due/tre ampie porte a doppio battente. Le quattro ruote sterzanti gli permettono di occupare il 25% di superficie in meno nelle curve. La ricarica può essere notturna in deposito o rapida al capolinea mediante pantografo rovesciato o SRS, l’innovativo sistema di ricarica veloce a terra di Alstom. Alstom ed NTL forniranno non solo il veicolo, ma un intero pacchetto che comprende opzioni di ricarica, infrastruttura stradale, opzioni di leasing e garanzia. I prototipi sono in fase di produzione nello stabilimento NTL di Duppigheim mentre i componenti chiave vengono realizzati nei cinque siti Alstom in Francia. Aptis ha già suscitato interesse in Europa. La società di trasporti francese STIF ha deciso di avviare due sperimentazioni, una delle quali con RATP che effettuerà un test di collaudo a Parigi nella seconda metà del 2017.

sente di raggiungere ulteriori risparmi di carburante rispetto al FuelSense base, il pacchetto di software messo a punto da Allison per l’efficienza delle flotte e maggiori risparmi sui consumi. Garantendo il massimo rendimento negli impieghi caratterizzati da frequenti ‘start&stop, FuelSense 2.0 è ideale per autobus, scuolabus, veicoli per la raccolta rifiuti, edilizia e distribuzione. FuelSense 2.0 utilizza un algoritmo che individua di continuo l’equilibrio ideale tra consumo di carburante e prestazioni per ciclo di lavoro, aiutando il veicolo a funzionare in modo più efficiente. «Con quasi 3 milioni di miglia percorsi in prova presso i clienti», dichiara Allison in un comunicato, «le flotte hanno sperimentato un risparmio di carburante fino al 6 per cento. Tale miglioramento ha prodotto un risparmio stimato per veicolo di 300-900 dollari all’anno in base all’impiego, chilometraggio annuale e prezzo del carburante». I pacchetti disponibili sono FuelSense 2.0, FuelSense 2.0 Plus e FuelSense 2.0 Max. Tutti e tre includono il DynActive Shifting.


BusToCoach on-line Magazine - Aprile 2017

PROPOSTA IN SALSA CATALANA

Nuovo modello firmato Indcar. È il Mobi City Low Entry, veicolo da 8 metri e mezzo con entrambi gli accessi ribassati. Su meccanica Iveco Daily

lla gamma dei modelli prodotti dalla soA cietà catalana Indcar si è da ultimo aggiunto il Mobi City Low Entry.

Presentato a fine febbraio, è un veicolo in formato ridotto per i servizi di trasporto in città e caratterizzato da entrambi gli accessi ribassati. Realizzato su telaio Iveco Daily 70C18 Euro 6, si sviluppa su una lunghezza di 8 metri e mezzo per 2,35 di larghezza e 2,9 di altezza. Esternamente, il mezzo si uniforma al look della gamma Mobi con il parabrezza panINDCAR MOBI CITY LE

Lunghezza mm 8.552 Larghezza mm 2.350 Altezza mm 2.900 Passo mm 4.750 Sbalzo anteriore mm 1.008 Sbalzo posteriore mm 2.794 Posti a sedere 18+1H+1 Motore FIC 3.0 L Cilindrata cc 2.998 Potenza cv (kW)/giri 180 (132)/3.500 Coppia Nm/giri 430 / 1.350-3.000 Cambio manuale FPT Peso totale kg 7.200

oramico inclinato e il musetto pronunciato, i vetri tinteggiati in grigio e le generose superfici vetrate. Dei due accessi, il primo è attrezzato di porta a doppia anta e rampa manuale per l’imbarco del passeggero in carrozzella che accede direttamente alla postazione dedicata nella parte anteriore dell’abitacolo. La porta sul retro è ampia ma ad anta singola, anche questa ad apertura elettrica. Gli interni hanno una superficie di calpestio piana con selleria fissata a pavimento e disposta su due file. I sedili sono leggermente imbottiti su schienale e seduta con maniglia integrata nella parte alta dello schienale. La capacità massima è di 28 passeggeri, di cui 18 seduti oltre alla carrozzella la cui postazi-

one è completa di due strapuntini. Per il vano passeggeri c’è un sistema di ventilazione con canalizzazione indiretta dell’aria e riscaldamento a convettori. Previsto riscaldamento e aria condizionata per l’area del conducente e finestrino laterale scorrevole e riscaldato. Non è invece contemplato l’accesso dedicato con porta autista. Rispetto alle dotazioni a richiesta, si può scegliere tra l’impianto di aria condizionata a tetto con canalizzazione indiretta dell’aria, radio/Cd, coprimozzi in alluminio. Volendo può essere fornita anche la rampa ad azionamento elettrico per l’accesso carrozzella.

Il veicolo è spinto dal motore a 4 cilindri in linea Iveco F1C da 3 litri con potenza di 180 cv (132 kW) abbinato al cambio manuale FPT a sei marce. Le sospensioni anteriori sono a ruote indipendenti e l’impianto frenante su dischi è completo di sistema antislittamento ABS e retarder elettromagnetico Telma. I retrovisori sono elettrici e riscaldati. «Questo progetto», ha precisato Indcar, «è stato sviluppato in collaborazione con gli enti pubblici per far fronte alle esigenze del territorio. A riprova dell’impegno di Indcar nel continuare a lavorare verso nuove soluzioni di mobilità customizzate».

Altri articoli su Indcar: www.bustocoach.com/it/node/8963/articoli-costruttore-italia


BusToCoach on-line Magazine - Aprile 2017

DIMENSIONI

Lunghezza mm 12.080 Larghezza mm 2.550 Altezza mm 3.800 Passo mm 6.355 Sbalzo anteriore mm 2.810 Sbalzo posteriore mm 2.915 Bagagliera m3 8,24 Serbatoio gasolio litri 465

SCANIA - TOURING HD 12.1

ORA ANCHE IN ITALIA

ono passati più di sette anni da quando S Scania presentò al Busworld di Kortrijk del 2009 il suo Touring HD. Un autobus in-

teramente progettato dal costruttore svedese e realizzato negli stabilimenti della Higer. Un colosso dell’industria cinese che vanta una capacità produttiva di 35mila veicoli l’anno e una gamma di 300 modelli in taglia media e lunga. Offerto da subito sui principali mercati euèè


INTERNI AUTISTA

Posti n. 49+1+1 Altezza interna mm 2.100 Altezza pavimento mm 1.541 Cappelliere aperte



Comfort

Sedili tipo Kiel reclinabili Sedile autista Isri 6860 Clima 38 kW Riscald. convettori Vetri doppi Botole a tetto due, manuali

Comfort su misura

ono 49 i posti a sedere sul S Touring HD 12.1 fotografato a Trento ma di sedili ne

possono essere montati fino a un massimo di 55 più quello dell’accompagnatore. Fissati su base rialzata rispetto al corridoio, sono dei Kiel completi di accessori e con poggiatesta e bordi in ecopelle. Le cappelliere sono di tipo aperto con inseriti i set delle dotazioni individuali. A Led sia le luci del padiglione sia quelle di lettura. Per il clima c’è l’impianto a tetto da 38 kW e il riscaldamento a convettori. Completano l’allestimento interno, l’impianto audio-video (due

monitor Lcd da 19”) il frigorifero a pozzetto in plancia e, a richiesta, la toilette e la cucina. Per l’autista, sedile pneumatico Isri, regolazione separata del clima e cruscotto con display multifunzione

ropei, il Touring HD da quest’anno è disponibile anche in Italia nelle versioni da 12,1 e 13,7 metri. A far imboccare questa strada finora tenuta nel cassetto da Italscania, legata da sempre da una fruttuosa collaborazione con Irizar Italia, hanno influito sia la scelta commerciale di Scania di essere presenti sul mercato inter-

centrale. Tra i sistemi Scania di assistenza alla guida, l’Active Prediction (CCAP) che regola l’andatura in base alla topografia del percorso per ridurre il consumo di carburante e l’usura dei freni.

no con un proprio turistico completo sia la volontà di Irizar di offrire anche le versioni ‘Integral’ (ossia senza telaio portante) dei propri modelli. «È importante sottolineare» come afferma Roberto Caldini, direttore Bus&Coach di Italscania «che proseguirà il sodalizio tra i marchi Scania e Irizar. Quella con Irizar è

Funzionale a una guida meno stressante per l’autista e alla riduzione dei consumi anche l’Adaptive Cruise Control (ACC) che permette di mantenere una distanza costante rispetto al veicolo che precede.

una partnership che parte da lontano e che si svilupperà con successo nel tempo. È un binomio vincente in cui abbiamo messo a fattor comune le nostre competenze ed esperienze per dar vita a veicoli unici, apprezzati sul mercato per la loro affidabilità e lo stile inconfondibile». Nella sede Italscania di Trento abbiamo potu-

to salire sul Touring HD da 12,1 metri per fare un giro di assaggio nei dintorni, rimandando a una prossima occasione il test vero e proprio sul percorso autostradale di BusToCoach. L’impressione è stata comunque più che favorevole. Buona la manovrabilità, la silenziosità e la cura nell’assemblaggio degli allestimenti interni, segno che gli standard di qualità im-

èè


Scania DC13 115

kW 325

Potenza

302

Nm



2.150

275

1.844

250

Coppia

225

1.538

200 1.000

1.300

1.600

1.900

giri/min

TECNICA AUTISTA

Motore DC13 115 Cilindrata c.c. 12.742 Pot. cv(kW)/giri 410 (302)/1.900 Coppia Nm/giri 2.150/1.000-1.300 Emissioni Euro VI/SCR, DPF Cambio Opticruise GR87SR Freni a disco EBS/ABS, Retarder Sicurezza ESP, ACC, LDW Sospensioni pneumatiche Pneumatici 295/80 R 22,5

Gli basta l’SCR R

ealizzato sulla stessa piattaforma dei motori modulari Scania con pistoni da 130 mm di alesaggio, il 12,7 litri DC13 Euro VI, è caratterizzato dall’iniezione common-rail XPI ad altissima pressione (fino a

2.100 bar). Nella taratura da 410 cavalli (302 kW) monta un turbocompressore a geometria fissa (FGT) con valvola wastgate e per ridurre le emissioni al livello Euro Vi gli basta il sistema SCR. Sugli stessi motori con potenza superiore, la turbina è a geome-

posti dalla Svezia hanno fatto piazza pulita delle imperfezioni che spesso ci capita di riscontrare sugli autobus ‘made in China’. Su una monoscocca in acciaio conforme alla normativa europea R66, è disegnata una carrozzeria a linee arrotondate, con angoli smussati e parabrezza avvolgente. Tratto distintivo, l’ampio trapezio rovesciato nero sul frontale

tria variabile (VGT) e interviene anche il ricircolo dei gas di scarico (EGR). La gestione della trazione è affidata al cambio automatizzato Scania Opticruise a 8 marce (a richiesta la versione da 12 marce) completo di rallentatore idrau-

che riprende il family feeling dei truck Scania. Sotto al pavimento interno a circa 1,5 metri da terra, la bagagliera offre oltre otto metri cubi di spazio, accessibili da portelloni con apertura manuale a pantografo. Per i rivestimenti interni si può scegliere tra la soluzione Classic e Comfort con diverse soluzioni di tappezzeria e colore. In ogni caso

lico. L'impianto frenante elettronico EBS è completo di ABS, Traction Control (TC), Bus stop brake, Hill hold ed ESP. A cui si aggiungono il sistema di sicurezza attivo AEB, il Lane departure warning (LDW) e il monitoraggio della pressione dei pneumatici (TPM).

gli accessori di serie sono completi, lasciando alla disponibilità degli optional (a partire dalla toilette) la possibilità di spingersi oltre. Ribassata rispetto al corridoio la postazione ergonomica per l’autista che può contare su tutti i più avanzati sistemi di sicurezza in fatto di frenata, controllo di marcia e condizioni di manovra.

Tutto il resto lo fanno le sospensioni pneumatiche a ruote indipendenti anteriori e una catena cinematica affidata al motore Scania Euro VI da 13 litri per 410 cavalli di potenza, abbinato al cambio Opticruise a 8 marce (optional il 12 marce) con retarder integrato. Formule di acquisto su misura con Scania Finance e assistenza post vendita garantita.

Altri articoli su Scania: www.bustocoach.com/it/node/2175/articoli-costruttore-italia


BusToCoach on-line Magazine - Aprile 2017

IRIZAR - i6S 13.35 INTEGRAL km

km/h

km/litro

Strada Statale

43,4

65,1

3,86

Autostrada Salita

40,5

81,0

2,93

Autostrada Discesa

52,2

71,2

5,81

Autostrada Pianura

206,3

97,5

5,05

TOTALE

342,4

85,3

4,48

Percorsi

00 275.0 ativa

€ezzo di tratt

Pr

lia in Ita

Indice Prestazioni 0

CONSUMI RILEVATI

km/litro

5,81

Lunghezza mm 12.920 Larghezza mm 2.550 Altezza con AC mm 3.731 Passo mm 6.820 Sbalzo anteriore mm 2.690 Sbalzo posteriore mm 3.410 Bagagliera (con WC) m3 8,43 Diametro di volta mm 23.700 Serbatoio gasolio litri 510 Serbatoio AdBlue litri 50 Peso in prova kg 18.050

5,05

4,48

2,93

ntegral, ossia con struttura autoportante. Izionali Una variante rispetto agli autobus tradicon telaio+carrozzeria che Irizar

DIMENSIONI

3,86

9,55

PER CHI LO VUOLE INTEGRAL

ha iniziato a introdurre su tutta la propria gamma nel 2011, uscendo dalla tradizionale schiera dei carrozzieri spagnoli per entrare nel novero dei costruttori internazionali di autobus completi. Con la presentazione del nuovo i6S al salone di Rimini dello scorso autunno, le versioni ‘Integral’ hanno cominciato ad essere proposte anche in Italia, mercato fino ad allora riservato ai soli modelli con telaio Scania. Questa opzione continuerà comunque ad esserci, forte del consenso che riscuote in Italia l’accoppiata Irizar-Scania. èè

T E S T


IL PERCORSO DI PROVA

PASSEGGERI

Posti seduti n. 53+1 Altezza interna mm 2.070 Altezza corridoio mm 1.360 Larghezza corridoio mm 370 Larghezza ingressi mm 720/570  Volume cappelliere m3 1,41

Comfort

Sedili tipo Irizar A.C. 39 kW Riscaldamento convettori 30 kW Illuminazione Led Botole a tetto 2 Vetri doppi Audio Bosch Classic L. Video Actia LCD Toilette sì Cuccetta autista sì

Fino a 59 posti

dimostrazione di come A si possa arricchire l’allestimento interno dell’Irizar

i6S Integral, l’esemplare provato offriva 53 posti passeggero (ce ne potrebbero stare fino a 59) lasciando posto alla toilette centrale. Sulla base rialzata rivestita in simil legno, sono stati montati sedili allargabili e reclinabili completi di tavolinetto posteriore, poggiapiedi, maniglie, poggiatesta in simil pelle e presa USB individuale. Le cappelliere di tipo aperto consentono lo stivaggio di 1,41 metri cubi di bagagli a mano, sul bordo esterno includono l’illuminazione a Led e nella parte inferiore i set personali comprensivi di altoparlante, luci a Led e bocchette aria serrabili. Per i bagagli dei passeggeri la

stiva sotto pavimento, con portelloni che si aprono a pantografo, ha una capacità di 8,43 metri cubi (senza WC e cuccetta autista si arriva a 11,43 metri cubi). Il clima interno è tenuto sotto controllo dalla gestione elettroni-

ca dell’impianto a tetto da 39 kW e dai convettori a pavimento alimentati dallo Spheros da 30 kW. Mentre per l’infotainment ci si affida a un impianto audio-video Bosch Classic Line completo di due monitor LCD da 15” e 21”.

Quindi, per ogni modello, due tecnologie a scelta. Nel caso dell’i6S Integral 13.35 bisogna mettere in conto un costo extra di circa 20mila euro (245.000 euro il prezzo reale di trattativa in Italia) rispetto alla versione con telaio Scania, avendo in cambio il motore DAF-Paccar e la possibilità di trasportare fino a 59 passeggeri grazie al minor peso del veicolo. In quanto a prestazioni su strada, i due veicoli si equivalgono. L’i6S Integral, zavorrato al limite delle 18 tonnellate consentite, ha percorso i 342 chilometri del test BusToCoach consumando un litro di gasolio (compresa la quota equivalente di AdBlue) ogni 4,48 chilometri, viaggiando alla

èè


POSTO GUIDA AUTISTA



Altezza piattaforma mm 1.010 Larghezza cockpit mm 850 Profondità cockpit mm 1.070 Altezza cockpit mm 2.130 Escursione sedile mm 200 Dotazioni Sedile tipo Isri

A.C. sì Finestrino elettrico Parasole doppio, elettrico Tendina sx manuale Frigorifero sì

L’autista è servito

ibassata di circa 23 centimetri R rispetto al corridoio, la postazione di guida è sostanzialmente

la stessa già conosciuta sull’i6, con tutta la strumentazione a portata di mano. Da notare che il cruscotto multiplexato, si presenta ora con nuove icone a colori per una più facile identicazione. Racchiude il display multifunzione a colori e i consueti quattro strumenti analogici principali: tachimetro con visualizzazione dei chilometri percorsi (totali e parziali), contagiri, livello carburante e temperatura motore. A sinistra del cruscotto il display Actia per il navigatore e le immagini della telecamera per la retromarcia. A destra, il selettore di marcia del cambio As-tronic e al centro della plancia il totem sporgente con il controller del clima Hispacold e gli apparecchi audio-video. Sotto al finestrino

il blocco dei pulsanti di servizio. Di fronte al posto hostess il consueto frigorifero a pozzetto. Il sedile è l’Isri a molleggio

pneumatico, con bracciolo e cintura di sicurezza a tre punti. Sul volante la ripetizione dei comandi per radio e menu di bordo.

media degli 85,3 km/h. Schiacciando un po’ meno sull’acceleratore sicuramente i consumi avrebbero potuto essere anche minori. Così come potrebbero ancora migliorare quando il veicolo avrà nelle ruote un po’ più dei 3.114 chilometri indicati sul tachigrafo a inizio prova. Il risultato è comunque molto simile a quanto ottenuto dall’i6 Scania provato nell’ottobre 2014, ma anche simile a quello dell’Iveco Magelys, mentre restano imbattuti i vari Setra Euro VI (vedi tabella a fine articolo). Come tutti i modelli ‘Integral’, l’Irizar i6S si affida ai motori DAF-Paccar, in particolare al 10,8 litri MX11 da 435 cavalli (320kW) abbinato al cambio automatizzato ZF As-tronic a 12 marce. Una catena cinematica che con un rapporto di riduzione al ponte di 2,93:1 si è dimostrata brillante in salita (la coppia massima di 2.100 Nm è disponibile fino a 1.450 giri) e parsimoniosa in pianura (la potenza massima è disponibile già a 1.450 giri). Buono anche il comportamento su strada nonostante una certa accentuazione del beccheggio passando sulle giunzioni stradali dei viadotti, dovuto probabilmente a una taratura eccessivamente morbida delle sospensioni. All’interno si può apprezzare l’ottima insonorizzazione e la cura dei dettagli dell’allestimento. Il nuovo i6S si distingue dalla serie i6 per le linee più pronunciate del frontale, a partire dalla sezione trapezioidale sotto al parabrezza, per l’impiego di fari a LED e, sulla testata posteriore, i dettagli angolari che riprendono le caratteristiche dell’ i8. Rinnovato anche l’impianto elettrico con ilèè


MOTORE kW Potenza 320

.

290 Coppia

260

1.000

2.100

1.530

230 200

Nm

1.200

1.400

1.600 1.700

giri/min

Da 11 a 13 litri

Potenza 435 cv (320 kW)/1.700 giri Coppia Nm 2.100 a 1.000-1.450 giri Iniezione Common rail Rapporto di compressione 17,5:1 Coppa olio litri 30 Classe d’inquinamento Euro VI Trattamento gas EGR+SCR+DPF Vita veicolo in prova km 3.113 PNEUMATICI Conti Coach HA3 M+S 295/80 R 22,5

SOSPENSIONI Pneumatiche integrali con controllo elettronico del livello. A ruote indipendenti sull’asse anteriore ZF RL 75 EC. L’asse motore è lo ZF AV 132. FRENI Dischi integrali Knorr. Impianto pneumatico a controllo elettronico EBS e Retarder secondario integrato nel cambio.

SICUREZZA ESP, LDWS, AEBS, ACC, sistema controllo pressione pneumatici 154/149M (TPMS), retrocamera.

2.000 1.500

9 12 15 19 24 31

41

a

8

7

a

53

68 a

87 a

111 a

10

9

142

12

11

a

1.000 500 0

0

20

40

60

Km/h

80

100

120

140

TRASMISSIONE Il veicolo in prova monta il cambio automatizzato ZF As-Tronic a 12 marce, con Intarder integrato. Rapporto di trasmissione 2,93 Accelerazione 0-100 km/h sec. 38,9

COACH: 2 ASSI A CONFRONTO

C

ome tutti i modelli ‘Integral’, anche l’i6S 13.35 monta motori DAF-Paccar, per la precisione il 10,8 litri MX11 nella sua taratura più muscolosa: 435 cavalli (320 kW) di potenza massima da 1.450 a 1.700 giri e 2.100 Nm di coppia da 1.000 a 1.450 giri. Per chi non si accontenta sono comunque disponibili i motori da 13 litri MX13 con potenze fino a 510 cavalli (375 kW). Si tratta in ogni caso di motori con iniezione common-rail a 2.500 bar, turbocompressore a geometria variabile (VGT) a controllo elettronico e sistema di abbattimento delle emissioni inquinanti che prevede il ricircolo dei gas di scarico (EGR), il catalizzatore SCR con iniezione di AdBlue e il filtro anti particolato DPF. Il cambio è il collaudatissimo ZF As-Tronic automatizzato a 12 marce, completo di Intarder integrato. Alla sicurezza di marcia dan-

luminazione interna full-LED e architettura multiplex con protocollo di comunicazione CAN che coordina e integra tutta l’elettronica del veicolo e consente servizi di diagnosi e di raccolta dei dati utilizzando il connettore OBD. E la resistenza strutturale è conforme al regolamento ECE R66.02. Due le altezze a scelta per l’i6S Integral, 3,5 e 3,7 metri più A.C. e tre le lunghezze per le versioni a due assi: 10,8, 12,2 e 12,9 metri, alle quali si aggiungono i modelli a 3 assi da 13,2, 14 e 15 metri.

CAMBIO

giri/min

1a 2a 3a 4a 5a 6a

Paccar DAF MX-11 320 Cilindrata cc 10.831 Alesaggio/corsa 123/152 Geometria verticale 6 in linea Posizione Posteriore

Modello

Peso kg

cv (kW)

km/h

km/litro

Indice

Irizar i6S 13.35 Integral E6

18.050

435 (320)

85,3

4,48

9,55

Iveco Magelys 12,8

18.100

400 (294)

80,6

4,60

9,27

E6

http://www.bustocoach.com/sites/default/files/wfm_upload/newsletter_pdf/novembre_2016_iveco_it.pdf

Setra S 511 HD

E6

15.000

394 (290)

79,9

4,76

9,51

http://www.bustocoach.com/sites/default/files/wfm_upload/newsletter_pdf/settembre_2016_setra_it.pdf

Setra S 515 MD

E6

17.600

354 (260)

82,2

4,61

9,47

http://www.bustocoach.com/sites/default/files/wfm_upload/newsletter_pdf/gennaio_febbr_2016_setra_it.pdf

Irizar i6 HDH 12.37

E6

18.360

450 (331)

81,5

4,51

9,19

http://www.bustocoach.com/sites/default/files/wfm_upload/newsletter_pdf/ottobre_2014_irizar_it.pdf

Setra S 515 HD

E6

17.700

428 (315)

81,2

4,82

9,78

http://www.bustocoach.com/sites/default/files/wfm_upload/newsletter_pdf/luglio_2013_setra_it.pdf

Temsa Safari HD 13

E5

17.990

408 (300)

75,3

3,82

7,19

http://www.bustocoach.com/sites/default/files/wfm_upload/newsletter_pdf/aprile_2012_temsa_it.pdf

Setra S 416 GT-HD/2 E5

no un valido aiuto all’impianto frenante i sistemi ACC e AEBS a cui si aggiungono il controllo pressione pneumatici TPMS e il segnalatore di cambio corsia LDWS.

17.910

428 (315)

76,9

4,57

8,79

http://www.bustocoach.com/sites/default/files/wfm_upload/newsletter_pdf/06.03.2012_setra_it.pdf

Mercedes Tourismo

E5

17.790

408 (300)

78,1

4,05

7,91

http://www.bustocoach.com/sites/default/files/wfm_upload/newsletter_pdf/15.01.2012_mercedes_it.pdf

Irisbus Magelys Pro

E5

17.910

450 (330)

78,4

4,01

7,86

http://www.bustocoach.com/sites/default/files/wfm_upload/newsletter_pdf/15.01.2012_irisbusprova_it.pdf

Altri articoli su Irizar: www.bustocoach.com/it/node/1851/articoli-costruttore-italia


BusToCoach on-line Magazine - Aprile 2017

NON SOLO DUE RUOTE

A supportare i team ciclistici nella Milano-Sanremo 2017, pullman di varie marche e modelli debitamente allestiti

nche gli autobus A fanno capolino alla Milano–Sanre-

mo, rinomata competizione ciclistica giunta alla 108° edizione. Partita da Piazza Castello a Milano la mattina del 18 marzo, la ‘Classicissima di primavera’ (298 km) si è conclusa in Via Roma a Sanremo con un vincitore per la prima volta di origine polacca: Michal Kwiatkowski (classe 1990) del team Sky. Ad affiancare i duecento atleti in rappresentanza di 25 squadre, diversi pullman a supporto dei team ciclistici. Veicoli debitamente allestiti e con livrea abbinata alla rispettiva squadra. Per lo più di fabbricazione estera ad

eccezione di un paio di mezzi ancora col logo Irisbus: un Domino 2001 carrozzato Orlandi e un New Domino. Più gettonati i Lion’s Coach della tedesca MAN. Ma non sono mancati altri marchi noti come Irizar con un Century e un Pb, Volvo con un tre assi della serie 9900 e alcuni turistici Van Hool di grossa taglia. Contrassegnato dal brand Mercedes un O 580 Travego a tre assi. In pista anche modelli di produzione turca targati Temsa e BMC e i Jonckheere a marchio VDL. Avvistato perfino un esemplare della britannica Plaxton, tra l’altro immatricolato in Italia. (foto di Alessio Pedretti)


BusToCoach on-line Magazine - Aprile 2017

ANNUNCI


BusToCoach on-line Magazine - Aprile 2017

AUTOBUS USATI IN VENDITA

SETRA - S 417 HDH Classe Veicolo: Classe III Prima immatricolazione: 06/2007 km 740.000 Prezzo Iva esclusa: 120.000 euro Lunghezza: 13,7 metri Posti: 63+1+1 Motore: Mercedes, Euro IV, 476 cv Cambio: As-tronic Accessori: Rallentatore, A.C. audio/video, Frigorifero, Toilette, Cuccetta autista Venditore: Simone Gaier, Pradamano (UD). Tel: +39 347 6039350 E-mail: simoneg@busepullman.it

MERCEDES - Citaro O 530 L Classe Veicolo: Classe I Prima immatricolazione: 10/2003 km 979.200 Prezzo Iva esclusa: 25.000-50.000 euro Lunghezza: 15 metri Posti: 51+1+4SP Motore: Mercedes, Euro III, 279 cv Cambio: automatico Accessori: Rallentatore, Radio, Riscaldatore. Venditore: Italbus S.r.l., Bussolengo (VR). Tel: +39 045 6766617 E-mail: info@italbus.eu

SOLARIS - Urbino 10 Classe Veicolo: Classe I Prima immatricolazione: 09.2009 km 363.000 Prezzo Iva esclusa: 50.000 - 75.000 euro Lunghezza: 9,9 metri Posti: 27+1+4 Motore: Iveco, Euro V, 242 cv Cambio: automatico

Accessori: Rallentatore, A.C. Venditore: Italbus S.r.l., Bussolengo (VR). Tel: +39 045 6766617 E-mail: info@italbus.eu

ANNUNCI

DALLA VIA - Palladio O404 Classe Veicolo: Classe III Prima immatricolazione: 1999 km 800.000 Prezzo Iva esclusa: 20.000 euro Lunghezza: 12 metri Posti: 53+1+1 Motore: Mercedes, Euro II, 381 cv Cambio: Manuale 8+1 Accessori: Rallentatore, A.C. audio/video, Frigorifero Venditore: Simone Gaier, Pradamano (UD). Tel: +39 347 6039350 E-mail: simoneg@busepullman.it

ISUZU - Turquoise Classe Veicolo: Classe III Prima immatricolazione: 07.2012 km 288.000 Prezzo Iva esclusa: 45.000 euro Lunghezza: 7,27 metri Posti: 27+2+1 Motore: Isuzu, Euro V, 190 cv Cambio: Manuale 6+1 Accessori: Rallentatore, A.C., Impianto audio-video, Frigorifero Venditore: Simone Gaier, Pradamano (UD). Tel: +39 347 6039350 E-mail: simoneg@busepullman.it

STS - Funtrain Classe Veicolo: Trenino turistico su gomma Prima immatricolazione: Nuovo e Usato km Prezzo Iva esclusa: oltre 125.000 euro Lunghezza: Locomotiva 4,25 metri + vagoni Posti: Motore: elettrico (80 kW) o diesel Cambio: automatico Accessori: Carrozza corta (20 posti) o allungata (28 posti) Venditore: Italbus S.r.l., Bussolengo (VR). Tel: +39 045 6766617 E-mail: info@italbus.eu Altri Autobus Usati in vendita: www.bustocoach.com/it/content/annunci


BUSTOCOACH EUROPEAN ON-LINE MAGAZINE - Aprile 2017  

BusToCoach è la prima piattaforma online completamente GRATUITA. Offre informazione sui veicoli per il trasporto persone in Europa attravers...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you