Rivista "Tradizione Famiglia Proprietà", novembre 1997

Page 1

Anno 3, n. 9 - Novembre 1997 - Sped. in Abb. Post. art. 2, Comma 20/C, Legge 662/96 filiale di Rom

A due anni dalla sua scomparsa

Plinio Correa de Oliveira

'' Q

u est ' u o mo supe ra add irittura la s ua legge nda !" . co m me ntava con meravig lia un no to pe nsato re c ontro- ri vo lu z io n a ri o francese dopo un colloquio col prof. Plinio Correa de Oliveira ne l 1968. A due anni da lla s ua scomparsa. ai nostri letto ri presentiamo p e r sommi capi un aspetto della sua lunga epopea: la sua precoce opposizione a lla crescente infiltrazione ciel s inistr is mo in certi set1o ri d e lla C hiesa.

Plinio Confa de O liveira era un uomo conscio della c1isi nella C hiesa. che lo faceva molto soffrire. Un uomo che in qualche modo l"aveva prevista con decenni cli amic ipo, nel suo libro In D(fe sa del! 'k :,ione Callu!ico. che infatti risale al 1943. Ma che non ha mai disperato, anzi è andato aumentando fino alla fine la sua fede in una soluzione gloriosa per la C hiesa. Verso la fine de lla s ua vita, egli infatti ha dato questa fu lgida de fi ~izione di se stesso : '· Non voglio a ltro c he essere fig lio de lla Santa C hiesa. me mbro de lla C hiesa e obbedie nte a lla C h iesa. Questa è la mia de fini z io ne. La parola c atto lico contiene tutto c iò che di buono. di be llo. di vero e di g iusto esiste ne l vocabolario umano . Di più non si può dire' Se qualcuno mi scri vesse come e pitaffio Fuit vir Catholirns (È stato un' uo mo cattol ico ). io esultere i d i gioia ne l mio sepolcro··_


Intervista al prof. Lizaneas de Souza Lima

La piena coerenza del Fondatore della TFP Una tesi di laurea che mette in risalto la fedeltà del prof: Plinio Correa de Oliveira alla dottrina cattolica tradizionale

Il Servizio di Documentazione della TFP brasiliana possiede quasi 800 libri con riferimenti all'opera del prof. Plinio Correa de Oliveira, molti dei quali pubblicati in altri paesi. Oltre a ciò, in diverse università brasiliane sono state già presentate tesi di laurea che trattano in modo parziale o integrale della TFP e del suo Fondatore.

Tra queste tesi è opportuno menzionare quella che l'attuale prof. Lizaneas de Souza Lima diede all'Università di San Paolo nel 1984, con il titolo "Plinio Correa de Oliveira: Un crociato del secolo XX". Recentemente, il prof. Lima è stato intervistato da Catolicismo, organo ufficiale della TFP brasiliana.

Catolicismo - Che cosa l'ha indotta a presentare la sua tesi di laurea sul prof. Plinio Correa de Oliveira? Prof. Lizaneas de Souza Lima Studiando l'attualità brasili ana nel mio corso di Storia all ' Uni versità di San Paolo, mi sono interessato ali ' intensa religiosità del nostro popolo, malgrado la crescente laicizzazione delle él.ites.

studiata negli ambienti uni versitari. La mia scelta cadde, di consegue nza. su questo argomento. S ubito, a ll ' ini zio della ricerca, non ebbi difficoltà ad identificare il prof. Plini o Correa de Oli ve ira come il piL1 eminente pensatore e leader di questa corre nte. Egli si distingueva tanto per la lunga durata del suo impegno - più di se i decenni - quanto per la profondità delle sue opere e r eco delle sue campagne alla testa della TFP.

Così dovendo scegli ere nel 198 I il tema della tesi di laurea, pe nsai inizialmente alla Confere nza Nazionale de i Vescov i de l Bras il e (CNB B ), in quanto fo rza politica e ideologica.

In breve, che cosa sostiene Lei nella sua tesi?

Studiando però le origini de lla CNBB , mi imbattei in un' altra corre nte cattolica. ossia il cattolicesimo t r a di z iona le. assa i me no

Dapprima cerco di descrivere la situazione della Chi esa in Brasile quando, nel I 928, il prof. Plinio entrò nel movimento cattolico.

2 - TRADIZIONE FAMIGLIA PROPRIETÀ/ NOVEMBRE 1997

Allora la Chiesa stava ri cmcr~cnclo in tutto il suo vigore da una ~itu azione penosa sotto r Impero. che in di versi modi aveva ostacolato la piena aui vità dei Vescovi e degli Ordini re ligiosi. A tale rin vigorimento contribuì , evidentemente, la crescente irradiazione del potere del Pontefi ce romano. dop o la pubbli ca zio ne de l Sillabo da parte di Papa Pio IX, assieme al mov imento ultramontano, che dalla Franc ia operò per una più salda adesio ne de i catto li c i a Roma. Qui in Brasile questa tende nza si tradusse in un aumento ne l numero delle diocesi. in una migliore fo rmazione dei sacerdoti e nell'espansione delle Congregazioni Mariane tra la gioventù. Fu in questo contesto che il giovane prof. Plinio Correa de Oliveira divenne leader cattolico e uomo di fidu c ia, successiva me nte, di due Arc ivescovi di San Paolo, arrivando ad essere eletto deputato costi tuente nel 1934. Q uesta situaz ione si modificò ne l 1943 . qu ando il prof. Plinio. dopo aver pubblicato il libro /11 Difesa dell'Azione Cattolica in cui denunc iava il nascente prog ressismo, fu allontanato dagli incaric hi che gli erano stati affidati. Dopo alcuni anni . in cui rimase ne ll 'ostracismo. il prof. Plinio ri-


prese la sua azione pubblica attraverso il m e n s ile Catolicismo e , s uccessivamente, con la fondaz io ne de lla TFP. A partire da allora trov iamo divers i articoli e libri nei quali egli si oppone alle posiz ioni cosiddette progressiste ali' interno de lla CNBB. Pe rta nto, l'uomo che in precedenza godeva della massima fiduc ia delle autorità ecclesiastiche, d ivenne un a voce discordante, sempre in uno stile ri spettoso m a fermo. Di fro nte a questa di vergenza, s i presenta una domanda cruciale : chi è ca mbiato , il prof. Plini o o la CNBB? Nell' arco cli tre a nni ho esa minato tutti i libri ed il cons ide revole numero di a rti coli pubblicati dal prof. Plinio. La mia conclus io ne è c he no n è s tato lui a cambia re . Ri m ase se mpre fedele ag li s tess i pri ncìpi e m edesime idee fin dal

1928. C hi deviò fu , di fallo, la CNBB , imba rcandosi ne lla Teo log ia de lla Liberaz io ne, mentre il FondaLOre della TFP s i confermò come il si m bolo di opposiz io ne a q uesti camb iame nti.

Perché Lei definisce il prof. Plinio un "crociato del secolo XX"? Q uando soste nni la tesi cli laurea davanti ag li esa minato ri , un o dei professori comme ntò che era stata mo lto felice la scelta d i questo titolo, in quanto assoc iavo a l prof. Plinio la de nominaz io ne d i ·' crociato" de l secolo XX. che ri corda l'epoca medieva le. Infatti. egli presenta il profil o d i un a utentico c roc iato, se mpre alle nto ad analizzare g li avvenime nti de l s uo te mpo con un d iscernime nto fuori de l comune. Le sue batlag lie non sono state battaglie da Me d ioevo. be nc hé egli facesse continuo ri !'eri m e nto a l pe ns ie ro d i S an to Agos tino . d i San To m maso o ltre a lle e nc ic liche dei Papi. G li scritti de l prof. Plinio ri ve la no una luc ida vis ione degli avvenimenti conte mporane i. Uno degli esempi più esplicativi. a mio pare re . s i ha negli an ni · 30. Egli avve rtì ne l nazi- fascismo un

pericolo in nuce, ed attaccò vigorosame nte questi movimenti. I suo i articoli sul settimana le Legionario sono i più duri m ai pubblicati m Brasile contro il nazi-fascismo. C iò fu pe r m e una sorpresa e ancor oggi, quanto tratto questo argomento, s uscito de l pa ri un certo stupore tra g li asco ltato ri . P erché, co n s ider a nd o la TFP d i destra, s i tende ad identificarla con il nazi-fascismo, c he s i mostrava anch'esso antico munis ta e di destra. Mentre, secondo il prof. Plinio, la vera destra e l'aute ntico anticomunismo de ri vano dal pens iero catto lico tradiz io na le s u scettibile, quindi , di modella re una società autenticame nte c ristiana, come quell a c he e ra esistita nel periodo medi evale. Movimenti come il nazi-fascis mo, estrane i a queste fondamenta do ttrina li, sono stati da lui definit i come fa lse destre. Si co mpre nde , così. perché il pro f. Plinio era anti fasc ista e antinaz is ta in un· epoca ne lla quale persin o r app r ese nt an ti del c lero . successivame nte progressis ti , aderi va no a li ' in teg rali s mo, ve rs io ne bras iliana de l naz i-fasc is mo. A titolo d 'esempio posso c itare un no m e: Don He lder Camara. Egli , c he in un certo momento s i è im posto com e il "guru" de lla s inis tra catto lica, aveva un passato integralista.

Quale aspetto l'ha più impressionata nell'opera del prof. Plinio Correa de Oliveira? U na caralte risti ca che ha attirato la mia atte nz io ne è lo stile de l pro f. Plinio così cari co d i metafore. in c ui spicca una g ra nde ri cchezza cli 1mm ag1111. Q uesto de ri va certamente dalla sua preoccupazione di traltare te m i mo lto astratt i che fosse ro pe rò compresi da lle persone comun i. Rimane ug ua lmente ev idente la s ua voc azione mi li tante. li prof. Pl inio non s i preoccupava de l dibattito con specialisti ed accade m ic i. La sua grande preoccupazione e ra la battaglia ideologica e per q uesto egli vo leva essere estremamente chiaro per raggiungere il maggior nume ro possibile di persone .

Plinio Correa de Oliveira a 24 anni

Un a ltro aspetto interessante è que llo de lla visio ne che il prof. Plinio ebbe, già negli anni '30 , sull ' uso dei mezzi di co municazione, r ichiamando l' attenzio ne de i cattolic i affinché se ne servissero ne lla lo tta ideologica.

Un'ultima domanda , prof. Lima: Lei come si schiera ideologicamente? Io no n ho ness un vincolo col pens iero cattolico. Ne sono ven uto a conoscenza soltanto ne l corso de lle mie ri cerc he, e ne ll a mis ura necessa ri a pe r l'elabo ra z io ne de ll a m ia tesi di laurea. La mia fo rm az ione re lig iosa fu presbite ri a na. calvinis ta. Ma questo è rimas to ne lla m ia fanc iullezza . Adesso no n riesco a discerne re in me nessuna tracc ia di questo cristianes imo calvinis ta. La mia fo rm az ione ideo logica è accade mica. Sono uno scie nz iato. uno stud ioso di stori a. Se do vessi c lass ificarmi. di re i c he ho un pe ns ie ro ag nostico. cioè no n cerco di s piega re nie nte con i princì pi re ligiosi . 1n questo senso. sono I' o ppos to d e l prof. P lini o C nrrè a d e O livei ra. Egli aveva come pres upposto i princì pi cattolici. egli c redeva a ll a verit à . Può darsi c he a q ue sto punto io sia una persona molto infelice . Mi pi ace rebbe . infat ti . a ve re una verità. ma no n c i riesco. 11 dntt . Pli nio. a l contrario. no n aveva incertezze.

È diffi c ile appiccicarmi un e tic he tta. Ma forse la TFP di re bbe c he sono un pensatore d i s inistra.

TRADI ZIONE FAMIGLIA PROPRIETÀ / NOVEMBRE 1997 - 3


.......

PLIIIIO CORRtA DE OLIVEIRA. ,-.-... ~ ~

...........

EM DEl:ES1\ D/\

''In Difesa dell'Azione Cattolica''

f\C~O C/\TOLICJ\ I"telaC'lado pe!o

e.mo. • R•mo S:.1 u ~C'IO ,\pct\òbco D. !.DITO ALO:Sl MASttA

1943: La lungimirante previsione "L'Azione Cattolica corre il rischio di rivoltarsi contro le sue stesse finalità se 11011 fermiamo il passo, in maniera risoluta, a quei gruppi, per fortuna ancora piccoli, nei quali l'errore viene abbracciato da seguaci entusiasti". (Plinio Correa de Oliveira, presidente di Azione Cattolica)

1984: La tragica conferma APROVAçOES E ENCOMIOS DE AUTORIDADES ECLESIASTICAS

G

ià leade r de lle Congregazio ni Mariane e fo nd a t o r e d e l! ' Az io n e Unive rsitaria Cattolica, ne l 1940 il prof. Plinio Correa de Oliveira è no minato preside nte de lla G iunta Archidiocesana dell'Azio ne Cattolica di San Paolo. D a questo osservatorio, egli si rende subito conto che a ll ' interno de ll 'associazio ne lavoravano te ndenze c he l'avrebbero po rtata verso indiri zzi diame tralme nte opposti a que lli voluti da i Roman i Pontefici. Concretamente, egli nota in certi settori de l movimento una cospic ua influe nza de lle corre nti cattolicode mo c ra t iche e neomod e rn iste, condannate da S. Pio X trent' anni prima. F uorviati da pensatori come Maritai n e Mounie r, e da teologi come Chenu e Lubac, atti visti d i segno progressista si erano insinuati in a lcune organizzazio ni di A zione Catto lica, servendosene per la d iffusione de i loro e rTOri. Questi errori non solo caldeggiavano un' azione socio-poli tica di sinistra, ma contene va no anc he i germi di una visione della Chiesa e della re lig ione opposta a quella del Magistero.

1

Per fermare quest' infiltrazione in seno al laicato cattolico, ne l 1943 Plinio Correa de O liveira scrive il suo primo li bro In Difesa dell 'Azione Cattolica. L'opera costituì la prima confutazione di ampio respiro

"Fu in Brasile, e p iù concretamente nell'Azione Cattolica, che cominciarono a prendere forma le intuizioni che in seguito avrebbero dato vita alla teologia della liberazione". (Luiz Alberto G6mez de Souza, teologo della liberazione)

degli e rrori progressisti serpeggianti ali' interno deg li ambie nti cattolic i in Bras ile e, di riflesso, ne l mondo. L'autore vi den unc ia l'esiste nza di un movime nto tendente a minare gradua lmente il princ ipio di autorit~I ne lla C hiesa. Ne l c ampo sociale, questo movime nto si caratteri zzava per il rifiuto de lle g iuste e armonic he d isuguaglianze social i e per l' incoraggiamento alla lotta di classe.

II li bro suscitò un aute ntico putife rio. Vescov i, sace rdoti e la ici pre ndevano posizione a favo re o contro il li bro-bomba. Q ualc he milita nte radicale di Azione Cattolica parlò a nche d i una immaginaria condanna. L' a uto re, però, godeva d i auto revoli sostegni. La prefazione era stata scritta dal Nunzio Apostolico in Bras ile, e po i Cardi na le, mo ns . Be nedetto A lo is i Mase lla. Nel corso de lla po le mica, a fi a nco de l prof. Plinio Correa de O li veira si schieravano ino ltre 20 vescovi e diversi superiori re ligiosi, tra cui il Provi nc iale Gesuita. Finalme nte a ll ' autore giunse da Roma una le ttera di approvazione, scri tta, a nome di Pio XII, da mons. Giovanbattista Montini, allora sostituto alla Segretaria di Stato de lla Santa Sede. Moris. Montini riferiva che "Sua Santità si rallegra con te

perché hai saputo illustrare e difendere con acume e chiarezza l'Azione Cattolica, della quale possiedi

4 · TRADIZIONE FAMIGLIA PROPRIETÀ / NOVEMBRE 1997

una co111pleta co11osce11-;,a e che tieni i11 grande sti111a". Nonostante le apparenze contrarie, il li bro centrò il suo o bietti vo: il prog ress is mo fu smasch erato in Bras ile e non potè più camuffars i da pietà devozionale. "Questo libro", secondo mons. Geraldo de Proe nça S igaud, arc ivescovo di Diamantina, "fu un grido d' a llarme e un caute rio. Come grido d 'all arme, impedì che miglia ia di fedeli si consegnassero, in buona fede, agli errori e agli abus i del liturgismo che avanzavano come un torre nte in pie na.( ... ) In D(fesa dell'A::,ione Cattolica fu un I ibro-grazia". ( 1) La sto ri a ha success ivamente confe rmato le profetiche ammon izio ni d i Plinio Correa de O liveira. Basti ricordare c he la cosiddetta teo log ia de lla liberaz io ne nasce proprio neg li ambie nti de ll 'Azione Cattolica latino-ame ricana come sbocco diretto delle te ndenz~ da lui denunciate. Nel 1943, il dott. Plinio scri veva: "Siamo alla presenza di una

idea in marcia, o meglio, di una corrente di uomini in marcia al seguito di una idea, in cui vanno radicandosi sempre di più, intossicati ogni volta di più dal suo spirito.(. . .) L'Azione Cattolica corre il rischio di rivoltarsi contro le sue stesse finalità se non.fermiamo il passo, in maniera risoluta, a quei gruppi, per


Guatemala A JUC: OS ESTUDANTES CATOLICOS E APOLiTICA

Una ''pace" precaria

Luiz Alberto Gòmez de Souza ~'

I

fo rtuna ancora piccoli, nei quali l 'errore viene abbracciato da seguaci entusiasti ". (2)

Questi gruppi sovversivi continuarono, purtroppo, il loro cammi no . Il teologo dell a li beraz io ne brasil iano Luiz Alberto G6mez de Souza stabili sce chi aramente che ' .fu in Brasile, e più concretamente nel 'A zione Cattolica, che cominciarono a prendere forma le intuizioni che in seguito avrebbero dato vita alla teologia della liberazione ".(3) Nel suo libro Una Teologia della Liberazione, considerato la pietra d_' angolo di questa corrente di pensiero, P. Gustavo Gutiérrez afferma del pari che l'elaborazione de lle i?ee fo~1darnentali della teologia della liberazione "è cominciata all'i11temo dei movimenti universitari i11 vari paesi sudamericani ". Egli menziona spec ia lmente l'Azione Cattolica brasiliana.(4)

Note: Dom G. de Proença Sigaud, Um hvro que fai 1.1111a graça para o Brasi/, in Catohc1smo, n. 150 (giugno 1963 ). (2) P~inio Correa de Ol iveira, Em Defesa da Açao Cm6hca (Sào Pau lo: Ave Maria. 1943), pp. 338, 14. (3) Luiz Alberto G6mez de Souza, A JUC: Os _Est11da11tes Cat6/icos e a Polftica (Petr6po hs: Editora Yozes, 1984), p. 9. . (4) _Gustavo Gutiérrez, A Theology of l1berat1011 (Maryknoll, N.Y.: Orbis Books 1973, p. 120, nota 4. ' .

I 29 dicembre '96 in Guatemala ~1_1~ a~c~rdo tr~ ~overno e gue11 1ghen marx1st1 metteva fine a 35 anni di confl itto armato. Alcuni ottimisti, a cui faceva eco una martellante propaganda mediatica, hanno festeggiato prematuramente la scomparsa del pericolo comunista e l'aurora di un " nuovo Guatemala" . Dopo solo pochi mesi, però, il soll ievo per la pace ritrovata com inc ia a ste mperarsi, mentre cresce invece il numero dei delusi. tanto che pesanti incertezze vanno addensandosi sull 'orizzonte. Al cuore di questo malessere restano i dubbi sulle intenzioni ulti me dei guerriglieri. Appena uscito dalla guerra, il Guatemala sembra ritrovarsi di nuovo di fron te a un bivio. Al fine di contribuire ad una ooe getti va analisi de ll a situazione. il Bureau locale delle TFP, in collaborazione con altre forze cattol iche e conservatrici , ha pubblicato il libro ;,_Hacia d611de va Guatemala?.( I ) Il libro,• secondo quanto spieoano o]i I::> I::> autori , "si basa sulla tesi che le forze di sini stra - non soddisfatte dei clamor_osi_vantaggi ottenuti con gli accordi d1 pace - hanno lanciato un' offensiva di carattere sociale pol iti co e pubblicitario che intenti~

disarmare gli spiriti anticomunisti e controrivoluzionari. Con questa offe ns iv a, le s in is tre intendono s p ia n a r e la v ia a l defi nit i vo smantellamento della c iviltà e dell'ordine cristiano in Guatemala. Gli specialisti la chiamano guerra psicologica rivoluzionaria" .

La vittoria degli sconfitti Il perno di questa offensiva è la s trateg ica spaccatura de l b locco guerrigl iero in due tende nze. Da una pan e troviamo i gru ppi radicali .. dissidenti .. decisi a continuare la lotta armata, con il comandante guerrig li ero di Ixcan-Quiché che giura: ·' Il movimento rivoluzionario va avanti. La lotta armata continue di!''. Da l l' a ltra, un b raccio politico che intende operare nella legaliù '·Tutti i nostri sforzi saranno adesso finalizzati alla formazione de l nuovo partito po litico di sinistra", afferma Pablo Monsanto. di rigeme dell 'URNG (Unione Rivoluzionaria Nazionale Guatemalt eca) e p oss i b il e ca nd idato presidenziale.

Una pri ma conseguenza cli questa manovra è stata quella di ritag I iare artatamen te un o s pa z io

e•

alla pagina 7)

( 1)

Guatemal~: sconfitta sul campo di battaglia la . . lancia un'offensiva psicologica rivolu~ion~~i:mglla

TRADIZIONE FAMIGLIA PROPRIETÀ / NOVEMBRE 1997 - 5


Francia

La TFP protesta contro il cosiddetto ''m.atrim.onio'' omosessuale

I

una lettera aperta al Presidente della Repubblica e al presidente della Conferenza Epi sco pale francese, la Soc ieté Française pour la Défense de la Tradition, Famille et Propriété esprime il suo disgusto per " l' infame e ripugnante proge tto di legge che istitui sc e uno pseudo ma trimoni o omosessuale", recentemente introdotto nel Parlamento da lla maggioranza socialista, con l' apoggio del Primo Ministro e del Ministro della Giustizia. Il

Questo progetto, ricorda la TFP, è un vecchio cavallo di battaglia del

Partito Socialista francese in vista della distruzione de lla famiglia, nel quadro del cosidde tto "soc ialismo autogestionario" che esso cerca di imporre alla Francia dal 198 1. '' Il governo soc ia lista", dice la lettera, ·' ha compiuto un nuovo passo avanti nel suo disegno cli distruggere la famiglia ed imporre la sua irreligione a tutta la Francia. Il progetto cli legge che istitui sce uno pseudo ' matrimonio' omosessuale è un 'aberrazione giuridica, un colpo mortale per la società e una ribellione palese contro l' ordine natu rale stabil ito da Dio·· . La legge permetterebbe a due pe rsone , ind ipe nd ente me nte da l loro sesso, di registrare ne l Comune un "contratto d' unione civile e sociale". La '·coppia" così costituita godrà. ipso .fè1cto. di tutti i benefici di un normale matrimonio: assistenza sanitaria. prev idenza soc iale. comunione di ben i, diritto all" eredi tà nonché diversi sgravi fisca li. ecc. L"affidamento di bambi ni a queste ·· coppie" no n è conte mp lato ne l1· attuale progetto. Questo avverrà in una futu ra legge già ann unciata dai socialisti .

La legge non solo implica un riconoscimento ufficiale della perversione sessuale, ma in pratica assesterà anche un colpo mortale al matrimonio. Infatti, le coppie che non se la sentano di sposarsi (e Dio sa quante ce ne sono !), potranno vivere tranquillamente in concubinato. godendo di tutti i benefici del matrimonio senza alcun onere: il contratto non costringe alla fedeltà né al compimento dei doveri coniugali, non contempla la presunzione della paternità e può essere sciolto mediante una semplice dichiarazione dal Notaio. I promotori della legge giustificano questo libertinaggio in base a un supposto "d iritto al piacere", che non dov rebbe essere inibito da nessun ordin ame nto giuridico né. tanto meno. da un ordine morale supen ore. Dopo un esame delle aberrazioni giuridiche di questa legge, la lc11era della TFP francese ricorda la dottrina cattolica sull 'omosessualit~t. Tra l'altro, riporta il brano del Catec hismo di S. Pio X nel quale il vizio contro natura è c lassificato tra i peccati che ·· gridano vende Ila al cospetto di Dio'·. secondo in gravitù appe na dopo l' omic idio volontario.

Lassen Sie diesen Blick auf Sie ruhen! Germania

Luce di Fatima "Venite Madonna di Fatima, non tardate!". È iI titolo della recente campagna lanciata in Germania dalla De11tsc/1e Verei11ig1111g fii r ei11e christliche K11/111r (DYc K), associazione ispirata agii stessi ideai i della TFP. L' iniziativa si propone di di ffondere una crescente devozione e conoscenza ciel messaggio de lla Madonna di Fatima. mediante volantinaggi dava nti alle chiese e nei luoghi pubblici. nonché allraverso massicci invii postali.

Però forse l' aspello più do loroso della situazione resta il sile nzio inspiegabile de l la gerarchia cattolica . Continua la lellera dell a TFP fra ncese: ·· Ai vescovi di Fra nc ia manifestiamo ri spettosamente la nostra penosa sorpresa per la loro inerzia e il loro sil enzio. Perché la Con ferenza Episcopale francese non ha una parola. ferma e decisa. nei confronti di questo pericolo che minaccia la società franceser

La risposta è stata al di sopra cl i ogni aspettativa. ri velando una sorprendente sete spi rilllale e giustil'icando pienamente iI 1110110 sotteso a questo aposto lato: ·· Dc utschland braucht Mariens Hilfe" (La Germania ha bisogno dell 'aiuto della Mado nna). Per collegare le migliaia di persone che hanno aderito al progetto. la DYcK ha cominciato la pubblicazione del periodico Lichrer 1'011 Fminw (Luce di Fati ma).

La T FP ha mob ilit ato i suo i 300.000 simpatizzanti in tutto il terri tori o nazionale affinché raccolgano adesioni all a lettera aperta.

Dopo aver toccato i principali centri de lla Germania. la campagna adesso si va este ndendo anche a li' Austria.

6 _ TRADIZIONE FAMIGLIA PROPRIETÀ / NOVEMBRE 1997


(•

dalla pagina 5)

politico per persone c he, fino a poco tempo fa, "sapevano soltanto uccidere, rapinare e seques trare", nelle parole di mons. Prospero Penados, Arc ivescovo di Guatemala.

Brasile

L'appogg io pubblico a l nuovo partito di sinistra è irrisorio, o" senza peso specifico", come lo defini sce la giorna lista Carmen Brenes. Ma non è l'opinione pubblica che g li interessa. Ques to partito intende fare leva su un ' altro fa ttore, e c ioè lo s pauracchio dei guerriglieri" dissidenti" . Agitando il pericolo del ritorn o de lla guerra, questo partito vorrebbe imporre al paese riforme socio- politic he sempre più radica li. Sconfitta sui campi di battaglia, la i::,oue rri i::, o lia mar xis ta otterrebbe così cos pic ui ris ultati politic i, g iocando s ul b inomio pau ra-si mpatia. Il comunismo. incapace di imporsi ·· manu mi litari··. si imporrebbe con la guerra psicolog ica.·· È un sempli ce cambio di s trateg ia"'. secondo quanto d ic hiara i I corna nJ an tc Abel, leader de lle FAR (Forze A rmate Ribe lli ).

Il ruolo della sinistra "cattolica" Ma in realtà il panorama è ancor più complicato. Bisogna infatti tenere in conto un altro fattore: il ruo lo che certa sinistra "cattolica" intende svolgere ne l nuovo contes to . Intossicata dalla teologia della liberazione. la sinistra " cattolica" ebbe un ruo lo centrale nella nascita e ne llo sv iluppo de lla gue rrig lia marxista negli a nni 1970. " L' inco rp o ra z io ne mass iccia deg li ind ios nella guerra popolare·· , spiega !" ex -gue rrig liero Mario Morales, " non era dovuta a li' indottrinamen to marx ista- le ninista condotto dai guerriglieri , bensì al fatto che l' Az ione Cattolica ci ha servito s u un piatto d 'argento la base socia le per o rgan izza re la guerri glia" . E non mancano adesso settori nos talg ic i che vorrebbero fa re il bis. Molto sign ificativo, per esempio, il recente IV Congresso de i Religiosi (CONFREGUA). durante il quale i partec ipanti han no pregato il ·· D io li beratore. Dio Padre ri voluziona-

L'operaio contro-rivoluzionario Tra i tanti mi ti s pacciati dalla (poi cristallizzatasi nel PT, Partito propaganda ri voluz io n ar ia, v'è dei Lavoratori) - il settore opequello della presunta m assiccia raio della TFP si è oggi diffuso in adesione de i lavoratori alle idee tutto il te1Titorio nazionale . Suo marx iste, o comunque di sinis u·a. periodico di collegamento è I' InLa mera esistenza di un operaio formativo Opera rio, che raggiunge conservatore v ie ne considerata una tiratura dj 30.000 copie. quasi come una impossibilità o nCosì oggi si assiste a un fenotologica. Questa situazione, semeno c urioso: me ntre il PT è condo il mito, si verific he rebbe chiaramente in ritirata (ha pe rso soprattutto nell'America Latina. pesantemente le ultime e lezioni A s mentire c la morosame nte munic ipa li, dopo aver perso q ue lquesto mito, ecco l'espansione del le nazionali ), c resce in vece il settore operaio de lla TFP brasilia- num ero deg li operai che s'enna. Sorto a San Paolo negli anni '80 tusiasmano pe r g li ideali de lla - in concomitanza e in netto con- Contro-Ri vo luz ione. Segno dei trasto con la sinistra sindacalista tempi?

rio, Dio deg li oppressi"' di ispirare la ·'sol levazione de l popolo", g iacc hé " no n basta pregare" . li libro della TFP fini sce con un ·' appello alla vigilanza e a lla difesa de ll a C ri stianità", so prattutto da parte de lle é lites che ha nno in mano il destino del paese.

Note: 1997: ,: /-lacia dr111de va G11a1e111ala :'. CEPGUA. Guatemala. 1997. 176 pp. Il libro può essere ri chiesto ali" Ufficio Tradizione Famig li a Proprietà di Roma. (I)

'lradizione Famiglia Proprietà Periodico trimestrale d ' informazione sulle associazioni per la difesa della Tradizione, Famiglia e Proprietà - T FP (a cura della Fondazione per una C ivillà Cristiana)

Dir. Resp.: Alberto Carosa Anno Ill, n. 9 - Novembre 1997 Redazione e amministrazione: Via Ruggero Fauro, 84 - 00197 Roma Tel.: 06/8072024 C.C.P. n. 33805003 Aut. Trib. Roma n.9095 de l 22-02-95 Spedizione in abbonamento postale art 2. Comma 20/C. Legge 662/96 - ROMA Abbonamento annuo: L. 5.000 Stampa: Grafica AELLE Via Valsugana, 15 - 201 39 Milano

TRADIZIONE FAMIGLI A PROPRIETÀ / NOVEMBRE 1997 - 7


,.

--------~ Gruppo di allievi della S. Louis of Monfort Accademy, scuola media gustita dalla TFP amerii::ana

Riunione di formazione per simpatizzanti, nella sede di Santiago di Cile

Volontario del Tradition Family Property Bureau for the United Kingdom in campagna V nell'UniversitĂ di Oxford

Convegno giovanile per i neo-membri della TFP brasiliana

•